Genießen Sie diesen Titel jetzt und Millionen mehr, in einer kostenlosen Testversion

Kostenlos für 30 Tage, dann für $9.99/Monat. Jederzeit kündbar.

Amelia la strega che abbalia

Amelia la strega che abbalia

Vorschau lesen

Amelia la strega che abbalia

Länge:
117 Seiten
1 Stunde
Herausgeber:
Freigegeben:
Aug 19, 2015
ISBN:
9786050406511
Format:
Buch

Beschreibung

Diario dei tristi giorni in cui Amelia entrò nella mia vita e distrusse la mia vita da Re.
Herausgeber:
Freigegeben:
Aug 19, 2015
ISBN:
9786050406511
Format:
Buch

Über den Autor


Buchvorschau

Amelia la strega che abbalia - Antonio Deriu

QUI

Io? Nooooo! Per carità !!!

Sono veramente rare le persone capaci di dimostrare in ogni circostanza un’evidente stabilità d’opinioni. Nella maggioranza dei casi, ogni loro convincimento non è altro che l’incerto e provvisorio risultato di un complesso processo deputato alla sintesi della moltitudine di idee che, di momento in momento, la polifonia elettrochimica del cervello gli sforna quasi per conto suo. Questo è il motivo per cui, quasi tutte le relazioni umane, comprese le mie naturalmente, sono programmate da qualche "ruolo psicologico" che si tende ad interpretare, con l’obbiettivo di dimostrare una certa stabilità. In definitiva ci si costruisce un alter ego, un personaggio che poi si tende a recitare nella vita, nella speranza di proiettare al resto del mondo, un’immagine di se stessi, migliore di ciò che si ritiene di essere.

Ovunque vi siano delle persone riunite possiamo notare come ognuna di esse cerchi di interpretare il suo ruolo: vi sono coloro che si dimostrano calmi e freddi, quelli che giocano a fare gli intellettuali, quelli che cercano aiuto e quelli che invece lo offrono. Amelia la strega che abbalia, vuole essere una satira divertente e pungente sulla enorme confusione che si genera tra i personaggi interpretati da uomini e donne del nostro tempo, attraverso una visione fantastica, condita da una piacevolissima vena comica (almeno spero).

Tutti i personaggi descritti in questo libro, scaturiscono da una minuziosa osservazione della realtà, principalmente in luoghi di ludico incontro, che diventano ogni volta che si popolano, virtuali palcoscenici in cui dare libero sfogo all’interpretazione del proprio alter ego. Questa contro figura, nel 95% dei casi, è palesemente costruita con l’obbiettivo di riuscire ad acchiappare (uomini, donne, indefiniti, termosifoni…. secondo i gusti), più di quanto ci si potrebbe riuscire, essendo semplicemente se stessi.

Eppure se domandi all’uno o all'altra se frequenta per avventure sessuali o amorose la risposta è sempre immancabilmente la stessa: Io?! Nooooo! Per carità, io sono qui per rilassarmi dopo una giornata di lavoro e per passare qualche ora con gli amici...per fare due chiacchiere e quattro risate... .non ho certo bisogno di venire qui per rimorchiare IO! FALSI ipocriti che non siete altro !!! 

​PROLOGO

CHI E' AMELIA ?

Amelia è una strega, capace, con pochi sguardi e parole di causarti un totale annullamento della personalità. Amelia è colei che diventa un tarlo, una fissazione, una malattia. Amelia, per sola soddisfazione della propria vanità, ama vederti strisciare a suoi piedi, ama vederti implorarla, si bea delle tue umiliazioni. Amelia è colei che dice sempre forse, che lascia intendere che si potrebbe, che dice, ma non si concede mai. Amelia è colei che ama solo se stessa, è drogata di se. Amelia è una di quelle disgrazie, che non si possono augurare neanche al peggiore dei nostri nemici. Amelia è droga pesante, eroina pura, tossico dipendenza. Inizi a provarla per curiosità e ti trovi a non poterne più fare a meno. Amelia è cuore di diamante che illumina, acceca con luce fortissima ma non riscalda ne se stessa ne gli altri. Amelia è come morire di sesso senza il minimo contatto umano. Crudeltà e cinismo sono la sua missione, l’olocausto deliberato la cosa a cui dedica tutta se stessa. Non ho ancora reso l’idea ? Allora sappiate che Amelia è un microcosmo, il paradiso del masochista, capace di stimolare gli scrittori e spronarli a sciorinare stereotipi. Amelia è sofferenza del testosterone, distillato di false speranze. Amelia è far morire per amore e vivere per sbalordire e sedurre senza scopo, sfarzo per segaioli, annientamento di sprovveduti e manifestazione di bellezza fine a se stessa.

Amelia, la donna per antonomasia. Il punto è: Amelia può amare? Ha un cuore Amelia? E se ce l'ha perchè non si vede? perchè lo nasconde ed appare così fiera da sembrare disinteressata a tutto se non a se stessa? E' poi davvero così sicura della sua bellezza, o ne teme la fugacità?

Amelia la strega è una punizione del cielo, come tale l'ho intesa, come tale ve la racconto… Buon Divertimento !!!

PARTE I LA FINE DELL’UOMO NUOVO

Stanno giocando a un gioco. Stanno giocando a non giocare a un gioco. Se mostro loro che li vedo giocare, infrangerò le regole e mi puniranno. Devo giocare al loro gioco, di non vedere che vedo il gioco.

R. D. LAING

CAPITOLO I

Dopo anni di vita piatta e monotona, il mio angelo custode, fattosi due balle grosse come i piloni del golden gate, per l’assurdo livello di inedia, per la totale mancanza di eventi che richiedessero il suo intervento, preso dalla noia, si addormentò con l’assoluta convinzione che nel frattempo nulla sarebbe cambiato.

Dormì per circa un paio d’anni e al suo risveglio, il cretino spione decise di venire a infilare nuovamente il naso nella mia vita, più per dovere di cronaca che per vera convinzione. Ma quando la scena fu chiara ai suoi occhi, dopo averli stropicciati a lungo per essere sicuro di ciò che stava guardando, emise un urlo disumano e stramazzò al suolo sicuro di essere stato colpito da infarto. Dopo qualche minuto, tempo che gli fu necessario per ricordarsi che era un angelo e che come tale non poteva certo morire, il cretino si rialzò e corse di gran carriera dal suo capo. Sapeva che quest’ultimo lo avrebbe spiumato vivo, ma il fatto era troppo grave per non essere sottoposto alla sua attenzione: il suo assistito aveva trasformato la sua vita in un piccolo paradiso.

E’ noto a tutti che paradiso e inferno sono vietati ai comuni mortali, con qualche eccezione per l’inferno, di cui, con particolari deroghe, può esserne somministrato un assaggio per periodi di tempo più o meno lunghi, a scopo puramente intimidatorio, tanto per ribadire agli indisciplinati chi comanda veramente.

Come previsto, una volta al corrente dei fatti, il capo spiumò l’angelo, poi con calma riunì il gran consiglio e spiegò il da farsi. In virtù della gravità dei fatti attribuì all’angelo pieni poteri e carta bianca per l’operatività. Poi riepilogò a voce alta i reati di cui si era macchiato il comune mortale suo assistito, ed infine sentenziò la pena correttiva da infliggere al poveretto: "Che il mortale perda la testa per la <<bella, e crudele Amelia>> , e che abbia a soffrirne le pene per un periodo di tempo almeno doppio, a quello

Sie haben das Ende dieser Vorschau erreicht. Registrieren Sie sich, um mehr zu lesen!
Seite 1 von 1

Rezensionen

Was die anderen über Amelia la strega che abbalia denken

0
0 Bewertungen / 0 Rezensionen
Wie hat es Ihnen gefallen?
Bewertung: 0 von 5 Sternen

Leser-Rezensionen