Genießen Sie diesen Titel jetzt und Millionen mehr, in einer kostenlosen Testversion

Nur $9.99/Monat nach der Testversion. Jederzeit kündbar.

Terra e Ndrini

Terra e Ndrini

Vorschau lesen

Terra e Ndrini

Länge:
86 Seiten
34 Minuten
Herausgeber:
Freigegeben:
Apr 15, 2016
ISBN:
9788898980895
Format:
Buch

Beschreibung

"Terra e Ndrini" è una raccolta di poesie scritte in dialetto calabrese della Locride, tutte in quartine di endecasillabi a rima alternata, con traduzione letterale in lingua italiana. I temi dominanti sono la terra di Calabria e le ndrine, le famiglie di ndrangheta. Le liriche raccontano vicende e storie che hanno colpito e colpiscono la terra dell’autore, lasciando uno spiraglio costante alla speranza e al cambiamento. Bruno Salvatore Lucisano si esprime in quella che definisce la propria "lingua madre", e così ogni parola, immagine e situazione assume quel profumo che soltanto il dialetto sa dare. Il percorso lirico segue le strade piene di bellezza della Calabria ma anche i suoi vicoli bui, quelli di chi, ormai da un secolo, la sfregia senza soluzione di continuità, verso traguardi effimeri che si traducono quasi sempre nella galera o nella morte. Questa silloge, decima pubblicazione di Lucisano, nasce dall’esigenza dell’autore di denunciare questo male apparentemente incurabile che affligge il suo territorio, poiché un "poeta del popolo" non può esimersi dall’abbracciare la poesia civile. Autore vincitore, con "Mari", del Premio internazionale di Poesia "Città di Latina".
Herausgeber:
Freigegeben:
Apr 15, 2016
ISBN:
9788898980895
Format:
Buch

Über den Autor


Buchvorschau

Terra e Ndrini - Bruno Salvatore Lucisano

Normal 0 14 false false false MicrosoftInternetExplorer4


Collana Dimensioni

Terra e Ndrini

di Bruno Salvatore Lucisano

Proprietà letteraria riservata

©2016 Edizioni DrawUp

Latina, Italia

Progetto editoriale: Edizioni DrawUp

Direttore editoriale: Alessandro Vizzino

Grafica di copertina: AGV per Edizioni DrawUp

I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati.

Nessuna parte di questo eBook può essere utilizzata, riprodotta o diffusa, con qualsiasi mezzo, senza alcuna autorizzazione scritta.

ISBN 978-88-98980-89-5

Normal 0 14 false false false MicrosoftInternetExplorer4

N’attra arba nova brisci nta sta Terra

Nu novu suli llumina ‘a matina

Quandu finisci sta maliditta guerra

Quandu, scumpari i ccà, l’urtima ndrina.

Un’altra alba nuova spunta in questa Terra

Un nuovo sole spunta la mattina

Quando finisce, ‘sta maledetta guerra,

Quando scompare, da qui, l’ultima ndrina.

PREFAZIONE

di Caterina Ranieri

Terra e Ndrini è l’ultima fatica letteraria di Bruno Salvatore Lucisano, una nuova raccolta di poesie in dialetto calabrese che accentua il pessimismo di Bruno e lo allontana da componimenti precedenti, in cui, pur nella sferzante critica di usi e costumi, sapeva trovare il sorriso, spesso amaro, a volte gustoso, in alcuni casi spiazzante.

È da sottolineare, in Bruno, una grande evoluzione rispetto alle prime esperienze poetiche. La cura progressiva del verso supera gli impacci iniziali e tenta di rompere la gabbia della rima e del fraseggio scontato.

La poesia dialettale è complessa, deve fare i conti con un modello comunicativo profondamente intessuto di espressione orale, dalla quale non può staccarsi se non in minima parte. Questo legame con l’oralità e il conseguente distacco dalla parola scritta in essa è più viscerale che nella poesia in lingua. Questa ha a disposizione un codice scritto collaudato da secoli e può permettersi di coniugare suono, ritmo, lessico, immagini in un continuo rimando tra oralità e scrittura. Il suo incanto è comunicabile ad un vasto pubblico, che può riceverlo sia attraverso l’ascolto sia attraverso la lettura.

L’uso dell'espressione dialettale è, invece, un forte condizionamento per chi legge, anche se conosce bene il dialetto usato.

Il dialetto calabrese è mutevole, nel suono, nel lessico, nella struttura, anche in aree geografiche molto vicine. Il paese natale di Bruno, Staiti, conserva un suono più allungato, meno duro ma più aspirato della doppia jj rispetto a Brancaleone, paese in cui Bruno risiede a qualche chilometro di distanza.

Qui il suono diventa più duro, simile all’uso che ne fa il dialetto reggino e l’area sicula catanese.

Per apprezzare pienamente il verso di Bruno, il ritmo cadenzato, giambico di alcuni componimenti è necessario ascoltarlo. L’ascolto permette anche la comprensione del lessico e della struttura.

Bene ha fatto il poeta a offrire in questa raccolta la traduzione in lingua, con tutti i limiti che l’operazione comporta, poiché non è possibile travasare completamente l’ambiguità e la complessità del lessico originario.

In apertura ho

Sie haben das Ende dieser Vorschau erreicht. Registrieren Sie sich, um mehr zu lesen!
Seite 1 von 1

Rezensionen

Was die anderen über Terra e Ndrini denken

0
0 Bewertungen / 0 Rezensionen
Wie hat es Ihnen gefallen?
Bewertung: 0 von 5 Sternen

Leser-Rezensionen