You are on page 1of 29

COTTO E MANGIATO

PER L'ORA DI PRANZO VI SERVIAMO QUALCHE CONSIGLIO PER I MENU' DA PREPARARE


"COTTO E MANGIATO".
IN POCHI MINUTI E CON POCHI EURO. BENEDETTA PARODI DIRETTAMENTE DAI FORNELLI
DELLA CUCINA DI CASA SUA VI SUGGERISCE PIATTI SEMPLICI E GUSTOSI.
PRENDETE NOTA!
di Benedetta Parodi

CREMA DI CARCIOFI

4 carciofi, una cipolla piccola, una manciata di riso, sale, olio, pepe. Per i crostini una
fetta di pancarr, parmigiano, una noce di burro.
Stufare la cipolla tagliata sottile con i carciofi puliti e tagliati a striscioline. Diluire con
un po' d'acqua fino a che i carciofi non risultino morbidissimi. A questo punto
aggiungere una manciata di riso e tanta acqua per ottenere una zuppa non troppo
densa. Aggiustare di sale e lasciare cuocere fino a che il riso non morbido. Se e'
necessario aggiungere altra acqua. Tostare una fetta di pancarr con un po' di burro e
a fuoco spento spolverizzarlo di parmigiano. Quando la zuppa cotta, farla riposare
10 minuti e poi frullarla fino a farla diventare una crema. Servire con i crostini
parmigiano pepe e olio extravergine.

ROAST BEEF DI FILETTO

500 gr di filetto, sale, pepe, olio, bicchiere di grappa, spago da cucina.


Legare il filetto con lo spago da cucina, ricoprirlo di sale e pepe e farlo rosolare a
fuoco vivo in padella per pochi minuti su tutti i lati con un po' d'olio (mi raccomando
usate il coperchio per proteggere la cucina dagli schizzi!!). A questo punti trasferitelo
in una pirofila con il suo sugo di cottura e cuocere in forno caldo per 10 minuti a 180.
Ricordate: per ogni Kg di carne 20 minuti di cottura in forno. Il vostro filetto di kg
dunque 10 minuti. Levatelo dal forno e lasciatelo riposare un quarto d'ora schiacciato
da un peso. Poi tagliatelo e servitelo a piacere.
L'IDEA IN PIU'
Aggiungete della senape al fondo di cottura e servitelo cos!

VERDURE INVERNALI GRATINATE

2 carciofi, 4 carote piccole una patata, 40 gr di burro, 40 farina 4 dl di brodo (acqua


pi un pezzetto di dado), parmigiano, sale e pepe.
Pulite le verdure, tagliatele a pezzi e fatele cuocere a vapore per 10 minuti, imburrate
una pirofila, trasferiteci le verdure e aggiustatele di sale. Per la besciamella: sciogliete
il burro in un pentolino, tostateci la farina e poco per volta aggiungete il brodo e
cuocete fino a che la besciamelle non sar della giusta densiit. Se vi sembra troppo
densa, aggiungete un po' di brodo. Versate la salsa sulle verdure, non tutta per...e
spolverate con parmigiano e pepe. Passate in forno caldissimo, 250, funzione grill,
per 10 minuti.

TROTA SALMONATA

2 filetti di trota salmonata surgelata, due manciate di pangrattato, qualche ago di


rosmarino, olio quanto basta, sale, pepe, uno spicchio d'aglio.
Mescolare al pangrattato il rosmarino, il sale, il pepe e olio quanto basta per ottenere
una impanatura umida che si appiccichi bene al pesce (bisogna lavorarla con le mani).
Mettere i filetti ben vicini su una teglia foderata di carta forno e ricoprirli con la
panatura. Non troppo spessa se no non riuscir a diventare croccante. Tagliare in due
o tre parti uno spicchio d'aglio e metterlo sulla impanatura. Bagnare ancora con un po'
d'olio e infornare 20 minuti a 180.
L'IDEA IN PIU'
Quando ho a cena tante persone porto in tavola direttamente la teglia magari guarnita
con qualche rametto di rosmarino fresco.

RISO BASMATI ALLA MARINARA

300 gr di riso basmati, 400 gr di misto mare surgelato (lo trovate nel banco freezer,
quello che serve per condire pasta e risotti!!), un misurino e di brodo granulare di
pesce, cipolla, uno spicchio d'aglio, 3 cucchiai di polpa di pomodoro, prezzemolo,
peperoncino, sale, pepe, olio.
Mettere a bollire un litro e di acqua dentro il quale avremo sciolto il brodo
granulare. Soffriggere in un altro pentolino aglio e cipolla e poi unire il misto mare con
tutta la sua acqua (se gi stato scongelato). Fare cuocere il pesce 5 minuti, regolarlo
di sale e aggiungere la polpa di pomodoro e abbondante peperoncino. Fare cuocere
dieci minuti a fuoco dolce con il coperchio. Nel frattempo lessare nel brodo, che avrete
precedentemente salato, il riso basmati. Scolare il riso e metterlo in un piatto da
portata. Versarci sopra il sugo alla marinare che deve rimanere abbastanza liquido e
senza mescolarlo presentarlo condito con prezzemolo, olio e pepe.
L'IDEA IN PIU'
Se avete tempo e soldi, questo piatto sar ancora pi squisito utilizzando pesce
fresco!!

PERE CARAMELLATE

2 pere kaiser poco mature,un bicchiere scarso di zucchero, stessa quantit di vino
(bianco o rosso a piacere, un chiodo di garofano, qualche bacca di ginepro, gelato alla
vaniglia.
Mettete in un pentolino dai bordi alti le pere con l'acqua, il vino, lo zucchero e le
spezie e fateli sobbollire dolcemente col coperchio fino a che le pere non sono morbide
(controllate con uno stecchino). Quando le pere sono cotte toglietele dal pentolino con
cautela perch la buccia molto delicata e fate caramellare il sugo, alzando il fuoco e
aspettando che si formi la schiuma, baster qualche minuto. A questo punto versate il
sugo, che diventato sciropposo, sulle pere e fate raffreddare per una decina di
minuti. L'ideale servire le pere tiepide con una pallina di gelato alla vaniglia e tanto
sciroppo.
L'IDEA IN PIU'
Se pensate che ai bambini l'aroma del vino non piaccia, potete usare solo l'acqua
avranno un gusto pi semplice ma buonissimo lo stesso.

TORTA DI CAROTE

400 gr di carote, 3 uova, 300 gr di zucchero, 1 bicchiere di olio di semi, 300 gr di


farina, 1 bustina di lievito, un pizzico di sale.
Tritate le carote nel mixer e tenetele da parte. Mescolate insieme uova, zucchero, poi
aggiungete l'olio e la farina unita al lievito e al sale. Quando avrete ottenuto un
impasto omogeneo mescolateci le carote. Mettete il tutto in una tortiera foderata di
carta forno e cuocete a 180 per 20?25 minuti (ma dipende dal forno che avete).
Decorate con zucchero a velo, o granella di zucchero.
L'IDEA IN PIU'
Una volta cotta potete farcirla con marmellata di arance amare.

GNOCCO FRITTO

200 gr di farina, un cucchiaino di sale, un cucchiaino di zucchero, bustina di lievito


di birra granulare, 20 gr di strutto, 75 gr di acqua tiepida, 1 litro di olio di semi di
arachidi.
Mescolare la farina con il sale, lo zucchero e il lievito; aggiungere lo strutto sciolto e
poco per volta l'acqua tiepida: a questo punto incominciare a mescolare, prima con la
forchetta, poi ad impastare con le mani fino a che non si ottiene un panetto morbido e
dalla consistenza plastica. Bisogna lavorarlo per circa 10 minuti, poi avvolgerlo in un
canovaccio e lasciarlo riposare 40 minuti. Quando sar lievitato per bene, tagliarlo a
pezzi e tuffare gli gnocchi in abbondante olio bollente in modo da farli friggere ad
immersione fino a che non si saranno dorati e gonfiati. Sgocciolarli sulla carta da
cucina e servirli caldi insieme ad un ricco vassoio di affettati e magari una bottiglia di
lambrusco.
UN'IDEA IN PIU'
A volte se mi avanza un po' di pasta della pizza ben lievitata e soffice, la friggo come
se fosse la pasta degli gnocchi e devo dire che il risultato non niente male!

PASTA CON I BROCCOLI

1 broccolo non troppo grande, 150 gr di orecchiette, 2 manciate di pangrattato, 2


spicchi d'aglio, 4 filetti di acciuga, peperoncino, olio.
Bollire il broccolo e dopo fare bollire nella stessa acqua le orecchiette. Tostare il
pangrattato in una padella antiaderente fino a che non si abbrustolito e tenerlo da
parte. Nella stessa padella soffriggere aglio schiacciato, acciughe, olio e peperoncino.
Quando le acciughe saranno sciolte e l'aglio ammorbidito farci saltare il broccolo
spezzettato e farlo insaporire per bene. Aggiustare di sale e buttarci le orecchiette,
mescolare bene, spegnere il fuoco e spolverizzare con il pangrattato.

ZUPPETTA DI FAGIOLI CON GAMBERI

2 cucchiai di soffritto misto surgelato, uno spicchio d'aglio, una lattina di fagioli
cannellini, un rametto di rosmarino, sale, pepe, 4 code di gamberoni surgelati, una
noce di burro, peperoncino macinato.
Rosolare il soffritto misto con l'aglio e un po' d'olio, unire i cannellini sgocciolati il
rosmarino e diluire con circa 3 dl di acqua. Aggiustare di sale e di pepe, aggiungere
1/2 dado di pesce o vegetale e far cuocere per circa 15-20 minuti fino a che la zuppa
non si sar ristretta. Togliere aglio e rosmarino, frullare solo una piccola parte della
zuppa e lasciare intiepidire. Nel frattempo sciogliere in un padellino il burro, farci
saltare i gamberi e condirli con una spolverata di peperoncino. Servire in una coppetta
la zuppa con due gamberi, olio e pepe.

SPAGHETTONI CON PURE' DI FAVE

250 gr di spaghettoni freschi, 3 spicchi d'aglio, olio extravergine e peperoncino quanto


basta. Grana padano, pur di fave avanzato (vedi ricetta del pure di fave con cicoria).
In una padella antiaderente fare rosolare l'aglio schiacciato, olio e peperoncino
abbondanti, farci sciogliere dolcemente il pur di fave (che si presenter duro e
solido). Buttare la pasta e conservare un po' di acqua di cottura. Prima di buttare la
pasta nella padella togliere l'aglio. Fare saltare la pasta, allungarla se il sugo troppo
spesso con un po' di acqua di cottura fino ad ottenere una crema che comunque deve
rimanere abbastanza consistente. Servire subito con tanto grana, olio crudo e magari
un po' di pepe.

PASTA CON GUANCIALE E FAGIOLI

300 gr di pennone, 1 cipolla, 200 gr di guanciale a cubetti (pancetta dolce), una


lattina di fagioli borlotti, rosmarino, sale, pecorino romano quanto basta, pepe.
Soffriggere in una padella la cipolla con il guanciale, quando sar ben rosolato
aggiungere i fagioli con tutta la loro acqua e fare insaporire fino a che non si forma
una cremina saporita. Aggiungere poco sale e rosmarino. Far lessare la pasta e farla
saltare in padella. A fuoco spento mantecare con il pecorino e aromatizzare con il
pepe.

GNOCCHI ALLA BAVA

500 gr di patate, 200 gr di farina, sale. Per il condimento: 150 gr di fontina, una noce
di burro, parmigiano.
Lessare le patate, sbucciarle e schiacciarle rigorosamente con lo schiacciapatate
quando sono ancora calde. Sempre mentre sono calde, aggiustare di sale e
incorporare la farina impastando con le mani fino a formare un panetto morbido ma
compatto. Prima di fare gli gnocchi, tagliare a fettine la fontina, metterla con il burro
direttamente nel piatto dove servirete gli gnocchi e porlo a mo' di coperchio sulla
pentola in cui state facendo scaldare l'acqua per cuocere i vostri gnocchi. Lasciare
sciogliere e tornare all'impasto. Formare dei rotoli larghi un dito e tagliarli in modo da
formare dei cilindretti della grandezza di un chicco d'uva. A questo punto, creare una
scanalatura schiacciando i cilindretti sui rebbi della forchetta premendo con il pollice.
Aggiungere farina se l'impasto appiccica. Cuocere gli gnocchi scolarli con la
schiumarola appena salgono a galla e servirli immediatamente conditi con la salsa al
formaggio.
L'IDEA IN PIU'
Io quando voglio un condimento pi leggero ma altrettanto... filante invece di burro e
fontina uso solamente una o due cucchiaiate di certosino. Sentirete che squisitezza.

FUSILLI AI CARCIOFI

250gr. di farfalle fresche all'uovo, 4 carciofi, 2 uova, 3 spicchi d'aglio, olio, sale, pepe,
prezzemolo, parmigiano quanto basta.
Pulite i carciofi, affettateli sottilmente e fateli rosolare in padella con l'aglio
schiacciato. Devono diventare morbidi. Se c'e' bisogno aggiungete un po' d'acqua in
modo che non brucino. Aggiustate di sale e pepe, aggiungete il prezzemolo, lessate la
pasta e buttatela in padella. Rompeteci sopra due uova e, lontano dal fuoco (bastera'
il calore della padella a cuocere le uova), mescolate energicamente. Aggiungete il
parmigiano ancora un po' di pepe e portate subito a tavola.
UN'IDEA IN PIU'
Questa pasta viene bene anche se al posto dei carciofi mettete le zucchine.

RISO BASMATI ALLA MARINARA

300 gr di riso basmati, 400 gr di misto mare surgelato (lo trovate nel banco freezer,
quello che serve per condire pasta e risotti!!), un misurino e di brodo granulare di
pesce, cipolla, uno spicchio d'aglio, 3 cucchiai di polpa di pomodoro, prezzemolo,
peperoncino, sale, pepe, olio.
Mettere a bollire un litro e di acqua dentro il quale avremo sciolto il brodo
granulare. Soffriggere in un altro pentolino aglio e cipolla e poi unire il misto mare con
tutta la sua acqua (se gi stato scongelato). Fare cuocere il pesce 5 minuti, regolarlo
di sale e aggiungere la polpa di pomodoro e abbondante peperoncino. Fare cuocere
dieci minuti a fuoco dolce con il coperchio. Nel frattempo lessare nel brodo, che avrete
precedentemente salato, il riso basmati. Scolare il riso e metterlo in un piatto da
portata. Versarci sopra il sugo alla marinare che deve rimanere abbastanza liquido e
senza mescolarlo presentarlo condito con prezzemolo, olio e pepe.

CALZONE PROSCIUTTO E FORMAGGIO

Una confezione di pasta sfoglia gi pronta, 200 gr di ricotta, 4 sottilette, 150 gr di


prosciutto cotto o a fette o a cubetti, sale, pepe.
Stendere la pasta sfoglia su una teglia foderata di carta forno, farcirla con la ricotta, le
sottilette tagliate a pezzi, il prosciutto e ancora un po' di ricotta. Condire con sale e
pepe e chiudere il calzone sovrapponendo i bordi esterni e schiacciandoli con le dita e
poi chiudendo le due estremit come se fosse una grossa caramella. Cuocere in forno
a 180 quanto basta perch il calzone diventi dorato e gonfio. Aspettare una decina di
minuti prima di servire in modo che l'interno si solidifichi un po'!
L'IDEA IN PIU'
Sbizzarritevi voi, nel calzone si puo' mettere davvero di tutto, anche la nutella!!!

LINGUINE ALL'ASTICE

1 astice di circa 600 gr, cipolla, 2 spicchi d'aglio, 1 bicchiere di vino, 200 gr di
pomodorini, sale, pepe, prezzemolo.
Io mi faccio preparare l'astice gia porzionato in pescheria. La testa divisa in due e la
coda a tocchetti (conto astice a persona). Prima di fare soffriggere il tutto con aglio
e cipolla tolgo le parti molli della testa e le metto da parte. Saranno fondamentali per
dare sapore alla pasta. Dopo aver fatto soffriggere l'astice a pezzi sfumo con il vino
aggiungo i pomodori tagliati a met, aggiusto di sale, pepe e faccio cuocere 10 minuti
col coperchio. Prima di scolare le linguine unisco al sugo le parti molli che avevo
conservato e faccio cuocere ancora un minuto. Poi scolo la pasta e la faccio saltare nel
sugo. In ogni piatto metto prima la testa e sopra le linguine con i pezzi di polpa
dell'astice. Prezzemolo, olio e buon appettito!

VELLUTATA DI PISELLI e TORTA DI RECCO

Per la vellutata: 450 gr di piselli surgelati, 1 cipolla piccola, 2 patate piccole, sale,
bicchiere di latte. Per la torta di Recco: na sfoglia brisee 185 gr di certosino un rosso
d'uovo.
Mettete in un pentolino i piselli con la cipolla a rondelle e le patate tagliate a pezzi, il
sale e acqua fino a filo delle verdure e fate cuocere fino a che tutto risulti morbido.
Togliete dal fuoco, tenete da parte una cucchiaiata di piselli, frullate tutto il resto e
aggiungete mezzo picchiere di latte. Nel frattempo stendete la sfoglia brise in una
tortiera con la sua carta forno, bucherellate la base, mescolate il certosino con il rosso
dell'uovo e versate la crema ottenuta sulla sfoglia. Cuocete in forno ventilato a 180
per 20 minuti. Servite la vellutata con i piselli lasciati interi, parmigiano e pepe.
UN'IDEA IN PIU'
Volete strafare?!? Su ogni ciotola di vellutata mettete due gamberi sgusciati cotti a
vapore o due fettine sottili di bacon croccante.

PASTA CACIO E PEPE

200 gr di spaghetti, 2 cucchiaini di pepe in grani, 100 gr circa di pecorino romano da


grattuggiare, olio quanto basta.
Mentre lessate la pasta (consiglio spaghetti) fate soffriggere in una padella olio e pepe
nero schiacciato, non macinato. Spegnere il fuoco e aggiungere con cautela, perch
l'olio bollente schizza terribilmente, uno e due mestoli di acqua di cottura e fare
leggermente evaporare. Meglio tenere di riserva un bicchiere di acqua di cottura prima
di scolare la pasta e metterla nella padella sempre a fuoco spento. Far insaportire e
aggiungere abbondante pecorino. Mescolare vigorosamente, poi coprire con il
coperchio e lasciare riposare per 30 secondi. Si sar formata una meravigliosa
cremina al formaggio.

10

BLINIS CON CAVIALE

100 gr di farina 00, 50 gr di farina di grano duro, un cucchiaino di lievito per torte
salate, un cucchiaino di sale, un uovo, 250 ml di latte, 50 gr di panna fresca, burro
per friggere, uova sode e cipollotto per guarnire e caviale naturalmente.
Mescolare le farine con sale e lievito, unite il rosso dell'uovo e il latte (se restano dei
grumi usate il frullatore ad immersione, risolver ogni problema). Montare
separatamente sia il bianco dell'uovo che la panna e incorporateli al composto.
Sciogliere una noce di burro in una padella antiaderente e versare una cucchiaiata di
pastella per ogni blinis. Quando si solidificato girarlo delicatamente e farlo
abbrustolire un po': lo stesso procedimento che si usa per i pancake. Servire i blinis
caldi con il vostro caviale, uovo sodo sbriciolato e, se amate il genere, cipollotto.
UN'IDEA IN PIU'
Visto il prezzo folle del caviale lo si pu sostituire con le uova di salmone, quelle
arancioni per capirci. Il rapporto qualit prezzo e' discreto!

SPAGHETTI E ORATE ALL'ACQUA PAZZA

2 orate, olio, 4 spicchi d'aglio, 300 gr di pomodorini, sale, 1 bicchiere di vino, litro
d'acqua, pepe, prezzemolo, 300 gr di spaghetti, peperoncino.
In una pentola abbastanza larga e dai bordi alti metto le mie orate sviscerate e lavate,
l'aglio, l'olio, il sale, il prezzemolo, il pepe, i pomodorini tagliati a met, vino, acqua e
faccio cuocere col coperchio per cira 20 minuti, fino a quando la polpa delle orate non
si staccher facilmente incidendola col coltello. A questo punto pulire le orate, condirle
con un po' di sugo e di pomodorini, poi, dopo aver tolto l'aglio, frullare il resto del
condimento, rimetterlo nella pentola dove hanno cotto le orate, aggiungere a piacere
un po' di peperoncino e saltarci gli spaghetti: da guarnire in ultimo con un po' di olio e
di prezzemolo.
UN'IDEA IN PIU'
Naturalmente liberi di scegliere un altro pesce. Ideale anche il branzino. Questo men
perfetto per 3.

11

VELLUTATA DI PORRI

Due porri grandi o 4 piccoli, 3 patate medie, un dado, una bustina di zafferano, mezzo
bicchiere di latte, qualche fetta di pane casereccio, parmigiano quanto basta.
Mettete in una pentola i porrii tagliati a rondelle, aggiungete le patate tagliate a pezzi
poi aggiungete tanta acqua fino a coprirli appena appena, un dado e fate bollire il
tutto. Quando i porri e le patate saranno morbidi frullate il tutto aggiungete lo
zafferano e il latte. In una padella con un po'd'olio fate saltare le fette di pane tagliate
a dadini. Quando saranno croccanti, spegnete il fuoco e aggiungete due manciate
abbondanti di parmigiano.

RABATON

300 gr. di biete, 200 gr. di ricotta, 2 uova, 150 gr. di parmigiano, sale, noce moscata,
pan grattato quanto basta, farina, un dado, burro, parmigiano e salvia per condire.
Lessare le biete con un po'di sale, strizzarle per bene e frullarle nel mixer. Mescolarle
con la ricotta, le uova, il parmigiano, aggiustare di sale, aggiungere la noce moscata e
2 o 3 cucchiai di pan grattato, quanto basta per ottenere un composto compatto con
cui si possano fare delle polpette. Fare dei salsicciotti, allungati della grandezza di un
dito e rotolarli nella farina. Lessarli con delicatezza nel brodo bollente. Cuoceranno in
un attimo. Appena salgono a galla scolarli con la schiumarola. Mi raccomando non
buttateli nello scolapasta perch li distruggereste tutti. Trasferirli immadiatamente in
una pirofila con abbondante burro e parmigiano e qualche rametto di salvia. Farli
gratinare pochissimi minuti, giusto il tempo di sciolgliere il parmigiano, e servire caldi.
UN' IDEA IN PIU'
Aggiungere alle biete maggiorana, timo o prezzemolo fresco per dare piu' profumo. Si
tratta di un tipico primo alessandrino. "Rabatare" in dialetto significa rotolare e i
rabaton rotolano nella farina!

12

TIMBALLO NATALIZIO

3 salsicce, 1 cipolla, 250 gr. di zucca, 2 zucchine, sale, pepe, 1 bicchiere di brodo, 200
gr. di salsa di pomodoro, 1 cucchiaio di aceto, 1 cucchiaio di zucchero, 1/2 cucchiaio di
origano, 250 gr. di rigatoni, 2 sfoglie di pasta brise, 1 rosso d'uovo, pecorino.
Soffriggere la cipolla con le salsicce spellate e sbriciolate, aggiungere la zucca e le
zucchine tagliate a pezzetti, sfumare con il brodo e il sugo di pomodoro, aggiustare di
sale e di pepe e lasciare cuocere fino a che le verdure non si saranno ammorbidite. A
questo punto aggiungere aceto, zucchero e origano e ultimare la cottura. Fare cuocere
molto al dente la pasta e condirla con il sugo. Foderare una tortiera con la pasta
brise, riempirla con la pasta al sugo, chiudere il timballo con la seconda sfoglia e
sigillare i bordi pizzicandoli. Fare dei buchi con la forchetta, spennellare con acqua
calda e poi con il rosso d'uovo, mettere in forno 180 per 30-40 minuti.
UN'IDEA IN PIU'
La ricetta originale comprendeva anche una testa di lattuga tagliata a listarelle e due
carote, il tutto da aggiungere al rag di salsiccia.
STRASCINATI AL PESTO DI POMODORINI SECCHI

250 gr. di strascinati o orecchiette, un barattolo di pomodorini secchi sott'olio


(180gr.), 40 gr. di pinoli, 4 cucchiai di parmigiano, peperoncino, prezzemolo e ricotta
salata per condire.
Mentre gli strascinati cuociono, frullare i pomodorini con tutto il loro olio insieme ai
pinoli e al parmigiano. Versare in una padella, aggiungere uno o due mestoli di acqua
di cottura fino ad ottenere una crema e scaldare il sugo. Se volete ci sta bene anche
un pizzico di peperoncino. Scolare la pasta, saltarla nel sugo e aggiungere olive nere,
prezzemolo e, a fuoco spento, ricotta salata grattugiata grossolanamente.
UN'IDEA IN PIU'
Alcune varianti: pecorino al posto del parmigiano per chi ama un sugo piu' saporito e
noci o mandorle al posto dei pinoli.

13

RISOTTO PERE E GORGONZOLA

300 gr. di riso carnaroli o arboreo, 1 cipolla piccola, 1 bicchiere di vino bianco, 1 dado
di carne, 150gr. di gorgonzola dolce, 1 pera ben matura, parmigiano da aggiungere a
tavaola.
Soffriggere la cipolla con un po' d'olio, poi aggiungere il riso e lo farlo tostare qualche
minuto. Sfumare con il vino bianco e, una volta evaporato il vino, aggiungere il dado
direttamente nella pentola e sfumare con acqua calda (naturalmente se avete del
brodo vero.. molto meglio!!). Aggiustare di sale e di pepe e aggiungere acqua poco
per volta fino a che il riso quasi a cottura. A questo punto aggiungere anche il
gorgonzola tagliato a dadini e, appena si sciolto, la pera tagliata a pezzetti piccoli.
Mescolare e portare a tavola. Servire con parmigiano o grana.
UN'IDEA IN PIU'
Potete servire il vostro risotto in un piatto di portata abbastanza profondo guarnito
con fettine sottilissime di pera lungo tutto il bordo: farete un figurone!
STRINGOZZI DI MICHELLE OBAMA

Per fare gli stringozzi: 200 gr di farina 00, 100 gr di farina di grano duro, un pizzico di
sale, acqua quanto basta. Per il sugo: 350 gr di pancetta affumicata a dadini, 3 uova,
pecorino romano quanto basta, pepe.
Mescolare le farine e il sale in una ciotola capiente e aggiungere l'acqua tiepida un po'
per volta lavorando l'impasto prima con la forchetta poi con le mani fino ad ottenere
un panetto dalla consistenza morbida ma compatta. Lasciare riposare nella pellicola
per un'ora e poi stendere le sfoglie abbastanza spesse. Fare gli stringozzi avvolgendo
la sfoglia attorno ad un coltello e poi tagliando dei rotolini che dovranno essere subito
srotolati perch se no si appiccicano. (Se non avete voglia di mettere le mani in
pasta... comprate delle tagliatelle fresche, non all'uovo per!). Per il sugo, soffriggete
la pancetta in poco olio. Sbattere le uova in una ciotola e aggiungere circa 3 cucchiai
di pecorino. Scolare gli stringozzi (attenzione perch cuociono pochissimo) buttarli
nella padella con la pancetta, versare le uova e mescolate velocemente. Servire con
abbondante pecorino e pepe.
UN'IDEA IN PIU'
Gli stringozzi si sposano benissimo anche con un ricco sugo di pomodoro oppure,
essendo una tipica ricetta umbra con una grattata di tartufo nero.

14

TAGLIATELLE FUNGHI E UVA

250 gr di tagliatelle fresche all'uovo, 3 o 4 funghi porcini freschi, 10 acini d'uva


bianca, uno scalogno e uno spicchio d'aglio, un bicchiere di vino bianco, prezzemolo,
sale, pepe e parmigiano.
Soffriggete aglio e olio. Aggiungete i funghi tagliati a pezzi. Prima i gambi che sono
pi duri, dopo pochi minuti le cappelle. Fate rosolare un pochino, poi aggiungete l'uva
tagliata a met, sfumate con il vino bianco, aggiungete il prezzemolo e portate a
cottura. Lessate le tagliatelle e saltatele nel sugo, aggiungendo se c' bisogno un po'
di acqua di cottura. Una noce di burro, un po' di parmigiano e il piatto pronto.
UN'IDEA IN PIU'
I funghi insieme ai tartufi sogno gli unici ingredienti che ''lecito'' proporre all'interno
di un men in tutte le portate. Per questo sbizzarritevi se avete ospiti senza timore di
esagerare. Magari con una bella insalata di funghi oppure delle cappelle fritte per
iniziare oppure delle scaloppine con il sugo di funghi per finire in bellezza!!!

TAGLIATELLE ALLA VERDI

250 gr di tagliatelle all'uovo, di litro di panna liquida, 1 o 2 cucchiaini di estratto di


carne, parmigiano a volont.
Mentre le tagliatelle cuociono, scaldare la panna in una padella, scioglierci dentro
l'estratto di carne, in modo da ottenere una crema di un bel color nocciola, regolare di
sale e farci saltare le tagliatelle avendo l'accortezza di non fare asciugare troppo il
sugo. Servire con un abbondante spolverata di parmigiano e mangiare subito.
L' IDEA IN PIU'
Per chi non ama la panna da cucina, si pu sostituire con 250 gr di ricotta. Risulter
un piatto sicuramente pi leggero anche se l'accoppiata sugo di carne-panna a mio
parere insuperabile!

15

ZUPPA DI CECI

500 gr di ceci secchi (da tenere a mollo, 12-24 ore) una cipolla grossa, 2 spicchi
d'aglio, qualche foglia di salvia, sale, pepe, 2 cucchiai di farina, 3 costine o puntine di
maiale 100 gr di cotica di maiale.
Mescolate a freddo nella pentola i ceci, la cipolla tagliata fine, l'aglio schiacciato, la
salvia e la farina. Ricoprite il tutto con acqua fredda, non troppa per, perch la zuppa
deve risultare molto densa, se necessario aggiungete un po' d'acqua durante la
cottura. Bollite a parte per circa dieci minuti le costine e la cotica tagliata a
striscioline, quando avranno rilasciato gran parte del loro grasso, sgocciolatele, unitele
alla zuppa e fate cuocere il tutto 3 ore a fuoco basso, fino a quando i ceci risulteranno
morbidissimi e la polpa delle costine si sar staccata dall'osso. In fine schiacciate con
il mestolo una parte dei ceci, in modo che la zuppa diventi ancora pi cremosa e
servite con abbondate parmigiano, olio e pepe.
UN'IDEA IN PIU'
Questa zuppa squisitissima, tipica di Alessandria in Piemonte, si mangia durante la
festa di Ognisassanti, ed molto ricca proprio perch simbolicamente deve aiutare la
gente a fronteggiare l'inizio dell'inverno. Se volete proporla ai vostri parenti nel giorno
di festa, meglio saltare il secondo. Abbinatela ad un antipasto leggero magari i
fagottini di formaggio con l'insalata oppure lo sformato bicolore con un piatto di
affettati misti e chiudete il pranzo con una torta semplice, magari di mele.
PASTA RUSTICA

250 gr di bucatini, 1 litro di polpa di pomodoro, una decina di pomodorini ciliegia, 2


spicchi d'aglio, sale, peperoncino, origano, olio a piacere, 100 grammi di pan grattato,
75 gr di parmigiano, 75 gr di pecorino romano (le quantit sono indicative, in questo
caso molto meglio se vi regolate a occhio).
Mettete la polpa di pomodoro in una ciotola, unite i pomodorini tagliati a met, l'aglio
schiacciato, l'olio, il peperoncino, il sale, l'origano e lasciate insaporire un po'. (Potete
preparare il sugo anche alcune ore prima). Cuocete i bucatini molto al dente. Prendete
una pirofila da forno, stendete sulla base il vostro sugo, poi uno strato di bucatini, poi
uno strato di pangrattato e a seguire pecorino parmigiano e di nuovo sugo.
Ricominciate nello stesso ordine bucatini pan grattato pecorino parmigiani e sugo e
infine fate gratinare pochi minuti nel forno ben caldo.

16

LASAGNE AL PESTO SPECIALE

450 gr di spinaci surgelati, 250 gr di ricotta, 100 gr di parmigiano, una mozzerella, 1


bicchiere di latte, 8 sfoglie di lasagne (quelle fresche che si trovano gi fatte nel banco
frigo), sale.
Bollire gli spinaci, strizzarli un po' ma non troppo e frullarli. Unire agli spinaci la
ricotta, il parmigiano, il bicchiere di latte e un po' di sale. Ecco fatto il nostro pesto
speciale! Per comporre le lasagne metterne un po' sulla base di una teglia quadrata
poi aggiungere le sfoglie di lasagna, coprirle con un altro strato di pesto e poi con una
manciata di mozzarella tagliata a dadini. Ricominciare poi con le lasagne, il pesto, la
mozzarella e cos via. Io faccio 4 strati e in ultimo metto un po' di pesto e un po' di
parmigiano. Cuocere in forno caldo ventilato a 150 per 20 minuti pi 5 minuti grill.
UN' IDEA IN PIU'
Se non avete tempo (o voglia) di fare le lasagne che sono sempre un po' laboriose, il
pesto speciale un ottimo sugo per condire un piatto di pasta. Frullate gli spinaci
direttamente insieme alla ricotta e qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta
fino a che non avrete ottenuto una bella crema. Conditeci la pasta (meglio pasta
corta, magari farfalline), una spolverata di parmigiano e un po' di olio extravergine e
vedrete che successo! ideale anche per lo svezzamento dei pi piccoli!)

PASTA ALLEGRA CON ZUCCHINE

200 gr. di pasta fresca, 3 zucchine, 2 scalogni, 2 cucchiai di formaggio fresco tipo
robiola, 1/2 cucchiaio di estratto di carne, parmigiano, sale, pepe e peroncino. Fare un
soffritto olio, scalogni affettati finemente e un po' di peperoncino, unire le zucchine
tagliate a dadini, fare rosolare tutto insieme e aggiustrare di sale (le zucchine devono
rimanere croccanti). Prima di scolare la pasta aggiungere nella padella delle zucchine
l'estratto di carne e la robiola (a piacere anche qualche fiore di zucchina) e fare saltare
la pasta nella padella mantecando il tutto con un mestolo di acqua di cottura della
pasta. Per finire parmigiano e pepe.

17

PASTA PEPERONI E ROBIOLA

Cuocete nel forno 2 o 3 peperoni rossi (dipende dalla grandezza) a 2OO per
mezz'ora. Poi lasciateli raffreddare e pelateli. Frullateli insieme ad una confezione di
robiola, un po' d'acqua di cottura della pasta e aggiustate di sale e di pepe. Gi cos il
sugo davvero squisito. Se volete davvero strafare pero', potete soffriggere1
peperone giallo tagliato a dadini piccolissimi con uno spicchio d'aglio e 2 scalogni,
unite la crema di peperoni e fate saltare la pasta(circa 150 - 200 gr) nel sugo cos
ottenuto. Non dimenticate il parmigiano e basilico.

PAPPA AL POMODORO

1 kg di pomodori maturi, 1 dado, 2 spicchi d'aglio, peperoncino, sale e pepe, 5 o 6


fette di pane toscano senza sale, parmigiano, basilico.
Prendete i pomodori, tagliateli a pezzi grossolanamente e metteteli in una pentola a
cuocere. Quando saranno cotti passateli nel passaverdura e raccogliete la polpa con
tutta la sua acqua. Fate un soffritto con due spicchi d'aglio schiacciati e il peperoncino,
versateci la polpa di pomodoro, sale, aggiungete un dado e fate scaldare. Nel
frattempo tagliate 5 o 6 fette di pane a cui avrete tolto la crosta. Sbriciolatelo nella
zuppa mentre cuoce e mescolate con un cucchiaio o una frusta. L'importante
mettere il pane poco per volta in modo da arrivare ad avere la consistenza appunto di
una pappa. Sulla quantit di pane da mettere dovrete regolarvi voi, dipende anche dal
tipo di pomodoro. Fate scaldare la pappa finch il pane non completamente sciolto,
fatela intiepidire e poi servitela con tanto parmigiano e olio crudo. Non dimenticate il
basilico.

18

SPAGHETTI TONNO E LIMONE

Per 2 persone: 150 gr di spaghetti, 2 spicchi d'aglio schiacciati, olio, peperoncino, 3


filetti d'acciuga sott'olio, il succo di mezzo limone, 350 gr di tonno sott'olio
sgocciolato, 50 gr di burro, 80 gr di parmigiano reggiano.
In una padella fate rosolare l'aglio un po' schiacciato con i filetti di acciuga e il
peperoncino fino a che le acciughe non si sono completamente sciolte. Aggiungete il
tonno sott'olio sgocciolato e spezzettato, fate rosolare e bagnate con un mestolo di
acqua di cottura. Spruzzate con il succo di un limone. Scolate la pasta e unitela al
sugo e fate saltare in padella per qualche minuto. A fuoco spento aggiungete il burro,
il parmigiano e mantecate come fosse un risotto. Per ultimo aggiugete il prezzemolo.

CROCCHETTE DI CAVOLFIORE

Un cavolfiore grande, un uovo, 100 gr di parmigiano o grana padano, sale, pepe, noce
moscata, farina quanto basta, olio di semi per friggere. Per 4 persone.
Lessare il cavolfiore e poi schiacciarlo con la forchetta, incorporare luovo, il
formaggio, il sale, il pepe e la noce moscata. Aggiungere tanta farina quanto basta per
ottenere un composto che si possa lavorare con le mani (deve comunque rimanere
piuttosto morbido). Aiutandosi con il cucchiaio trasferire un po di composto su un
piatto pieno di farina e con le mani formare delicatamente una crocchetta. Avanti cos
fino ad esaurimento del composto. Friggere in olio bollente le crocchette fino a che
non sono dorate.

19

POLLO FRITTO

3 cosce di pollo, per la marinata: il succo di 1/2 limone, olio extra vergine, alloro. Per
la pastella: 2 uova, 50 gr di parmigiano o grana, prezzemolo tritato, sale. Farina. Olio
di semi di arachidi per friggere. Per 3 persone.
Marinare le cosce di pollo con gli ingredienti della marinatura e lasciare riposare una
mezzora. Nel frattempo sbattere le uova con il formaggio, il prezzemolo e il sale per
creare la pastella. Infarinare prima le cosce nella farina poi immergerle nella pastella
che deve essere molto densa. Se necessario aggiungere altro formaggio. Tuffare il
pollo nellolio bollente e lasciare friggere a seconda della grandezza delle cosce anche
pi di 10 minuti. Servire con losso del pollo avvolto nella carta stagnola in modo che
si possa mangiare con le mani senza bruciarsi n sporcarsi.

RISO DI VENERE AL COCCO E UVETTA

150 gr di riso di venere, una manciata di uvette e pinoli, 30 gr di burro e un po dolio,


soia, cocco disidratato quanto basta per 6 persone.
Lessare il riso in acqua salata. Scolarlo e farlo saltare in padella con olio e burro.
Sfumare con pochissima soia e poi unire uvetta e pinoli. Fare insaporire e servire
tiepido spolverizzato di cocco in piccoli piattini o addirittura gi nei cucchiai insieme
allaperitivo.

20

PANBRIOCHES CON PANNA E FRAGOLE

4 fette di panbrioches (io uso quelle gi confezionate), 50 ml di panna fresca, 50 ml di


latte, qualche goccia di aroma alla vaniglia o una bustina di vanillina, 2 uova, burro
per friggere, fragole a piacere, zucchero e limone per condirle. Per la crema: 2
cucchiai di yogurt greco, 2 cucchiai di mascarpone, un cucchiaio di miele, zucchero a
velo per decorare.
Sbattere insieme in un piatto fondo latte, panna, uova e vaniglia. Tagliare le fragole e
condirle con zucchero, poco limone e lasciarle da parte. Mescolare yogurt, mascarpone
e panna e ottenere una crema densa che utilizzeremo alla fine. Inzuppare le fette di
panbrioches nella pastella e friggerle in un padellino con una noce di burro fino a che
non diventano dorate e abbrustolite. Servirle calde in un piatto accanto alle fragole
con il loro sughetto e una bella cucchiaiata di crema. Ricordarsi di spolverizzare con
zucchero a velo.

SPAGHETTI MOLLICA E ACCIUGHE

Per una persona: 100 gr di spaghetti, 4 acciughe sottolio, olio, 2 spicchi daglio, una
manciata di pan grattato.
Lessare gli spaghetti, nel frattempo tostare il pan grattato fino a farlo diventare
dorato, soffriggere aglio, olio e acciughe fino a che le acciughe non sono
completamente sciolte e laglio ammorbidito. Togliere laglio, saltare la pasta nel
soffritto e condire con il pan grattato tostato.

21

INSALATA NICOISE

2 patate, 1 etto di fagiolini, 1/2 peperone giallo, una manciata di olive nere, 1/2
cipollotto, filetti di acciuga, 4 uova, pomodorini, olio, aceto, sale.
Lessare le patate, i fagiolini e le uova. Per averle sode al punto giusto: 10 minuti in
acqua che bolle. Fare raffreddare. Mescolare in una ciotola i fagiolini tagliati a met, le
patate tagliate a dadini, il peperone tagliato a pezzetti, le olive, le acciughe, i
pomodorini tagliati a met e condire con olio, aceto e sale mescolati in un bicchiere a
mezzo tuorlo duovo. Render il condimento pi cremoso. Trasferire un po di insalata
in ogni piatto e guarnirlo con le uova sode tagliate a spicchi.

FIORI DI ZUCCA

10 fiori di zucca freschissimi, acciughe quanto basta, una mozzarella, 150 gr di farina,
una lattina di birra, lievito per torte salate, sale, olio di semi di arachidi per friggere.
Eliminare il pistillo allinterno del fiore e riempire ogni fiore con un cubetto di
mozzarella e una acciuga sottolio. Per la pastella mescolare farina, lievito (un
pizzico), sale e aggiungere la birra ghiacciata. Per le dosi meglio comunque regolarsi
ad occhio. Immergere i fiori ripieni nella pastella e tuffarli nellolio bollente fino a che
non sono dorati. Servire subito.

22

MOUSSE DI FRAGOLA

Per 6 persone: 250 gr di fragole, 150 gr di panna fresca, 1 bianco duovo, 2 cucchiai
di zucchero, un cucchiaio di succo di limone.
Frullare le fragole con il limone e lo zucchero. Montare a neve sia la panna che il
bianco e incorporare con delicatezza entrambi al succo di fragole. Distribuire il
composto in piccole coppette. Lasciare riposare in frigo anche una notte intera.
Completare con fragoline di bosco.

INSALATA IN CAMICIA

Le dosi sono variabili a seconda della quantit di insalata che utilizzate: misticanza,
bacon affumicato a cubetti, pomodorini, pane in cassetta, olio, aceto balsamico e
aceto normale, sale, un uovo per ogni commensale.
Soffriggere il bacon in pochissimo olio e nella stessa padella dopo il bacon far rosolare
con altro olio i cubetti di pane. Portare a leggerissimo bollore un pentolino dacqua,
unire aceto e sale. Rompere in una ciotola un uovo e poi farlo scivolare dolcemente
nellacqua raccogliendo con un cucchiaio il bianco intorno al tuorlo man mano che si
solidifica. Far cuocere tre minuti. Condire linsalata con pomodori, bacon, pane, olio,
aceto, sale e in ultimo completare il piatto di ogni commensale con luovo in camicia
che rompendosi inzupper del tuorlo ancora morbido il pane croccate. Una vera
delizia!

23

VERDURINE SFIZIOSE

300 gr di pisellini surgelati, 400 gr di carotine surgelate, 4 acciughe, succo di limone,


sale, peperoncino, aceto balsamico, olio.
Far saltare nel wok le verdure con qualche cucchiaio dacqua, giusto il tempo che
sgelino e lacqua evapori. A questo punto aggiungere lolio, il sale e il peperoncino e
far saltare a fuoco vivace. Mescolare le acciughe con il succo di limone, versare nel
wok e insaporire il tutto facendo sciogliere bene le acciughe nel sughetto. Sfumare con
un po di aceto balsamico, spegnere e completare con il prezzemolo.

CUSCUS DI PESTO E MELANZANE

Per 4 persone: 200 gr di cuscus, 2 mozzarelle, una melanzana, 50 gr di pesto, olio


extravergine e olio di semi per friggere.
Lasciare ammorbidire il cuscus in una ciotola con 200 ml di acqua bollente salata e
condita con un po dolio. Nel frattempo tagliare la melanzana a dadini e friggerla in
olio di semi bollente. Sgranare il cuscus che intanto sar gonfiato e condirlo con il
pesto e la mozzarella a dadini piccoli (quasi tritata). Aggiungere anche le melanzane,
aggiustare di sale e servire con una foglia di basilico e un filo dolio.

24

PLUMCAKE AL LIMONE

1 limone non trattato, 3 uova, 190 gr di zucchero, 80 gr di panna fresca, 190 gr di


zucchero, 50 gr di burro, 140 gr di farina, un cucchiaio di lievito, un pizzico di sale.
Grattugiare la scorza del limone e mescolarla allo zucchero e le uova, fino a rendere il
composto spumoso. Aggiungere panna e burro e infine la farina (meglio attraverso un
colino) gia mescolata con lievito e sale. Trasferire il composto in una forma da
plumcake foderata di carta forno e cuocere a 180 per circa 30 minuti.

BISCOTTINI AL BURRO

250 gr di burro, 300 gr di farina, una bustina di vanillina, sale, 1 uovo, 2 tuorli, 150 gr
di zucchero.
Nel mixer da cucina frullare la farina con il burro ben freddo tagliato a tocchetti, fino a
che non si ottiene un composto granuloso. Aggiungere vanillina e sale, lo zucchero e
le uova e frullare ancora fino a che il composto non sar liscio e omogeneo. Lasciarlo
riposare nel frigo per circa un' ora e poi con le mani leggermente infarinate formare
delle palline grandi come noci che vanno appoggiate, schiacciandole un po, su una
placca da forno foderata di carta forno. Cuocere 10 minuti circa a 180 gradi.

25

LONZA RIPIENA DI CIPOLLOTTI CARAMELLATI

1 kg di lonza, 7-8 cipollotti, 50 gr di burro, sale, pepe, marsala, spago da cucina, 2


cucchiai di zucchero per 6 persone.
Pulire i cipollotti e farli rosolare con il burro e lo zucchero fino a che non incominciano
a caramellare. A questo punto salare. pepare e sfumare con il marsala coprire e
lasciare cuocere fino a che non saranno morbidissimi. Nel frattempo tagliare la lonza
in un'unica grande fetta incidendola a spirale (potete farvelo fare dal macellaio.
Condire con sale e pepe e ricoprire la fetta con i cipollotti stufati. Chiudere la lonza
arrotolandola e sigillandola per bene con lo spago da cucina (lungo le due estremit
infilzare la carne con gli stuzzicadenti in modo da evitare che i cipollotti escano dal
ripieno). Ungere una pentola dolio e far rosolare larrosto ripieno da tutti i lati. Salare,
pepare e sfumare con il marsala del sugo dei cipollotti e poi far cuocere in forno a
200 circa un'ora e un quarto. Lasciare intiepidire prima di tagliare e servire.

FUSILLI MIMOSA

300 gr di fusilli, due uova, 100 gr di pecorino romano, 50 gr di grana padano (oppure
solo 150 gr di pecorino), olio, sale, pepe, origano secco.
Fare lessare le uova per 10 minuti in acqua bollente, poi passarle nellacqua per
bloccare la cottura, sgusciarle e schiacciarle con la forchetta fino ad ottenere delle
grosse briciole, ovvero leffetto minosa. Aggiustare di sale. Grattugiare i formaggi e
mescolarli insieme, lessare la pasta tenendo da parte un po dacqua di cottura. Una
volta scolati i fusilli condirli subito con un po di olio e una manciata di mix di
formaggi, aggiungere la mimosa di uova, ancora formaggio e un po di acqua di
cottura fino ad ottenere una crema densa e saporita. Servire con origano, pepe e
scaglie piu spesse di pecorino.

26

PRUGNE CON BACON E HUMMUS

Prugne secche denocciolate e bacon a fettine quanto basta. Per lhummus: 200 gr di
ceci in scatola, 1/2 limone, 2 cucchiai di olio extravergine, sale, aglio, peperoncino e
cumino a piacere, prezzemolo e pinoli per guarnire.
Avvolgere ogni prugna in una fettina di bacon. Se le fette sono molto lunghe dividerle
in due o tre parti. Infilzare con uno stuzzicadenti e cuocere le prugne al bacon su una
teglia foderata di carta forno per 5 minuti a 200 a forno ventilato oppure grill. Per
lhummus frullare i ceci con un po di acqua di cottura della lattina, il succo di mezzo
limone, lolio, il sale e a piacere anche uno spicchio daglio, il peperoncino e un po di
cumino. Versare il composto ottenuto, che deve avere la consistenza di un pur, in
una ciotola da mangiare con i nachos. Servire accanto le prugne da spizzicare con le
mani.

INSALATA DI PESCE SPADA AFFUMICATO E MOZZARELLA DI BUFALA

200-300 gr di pesce spada affumicato, una mozzarella di bufala, insalata iceberg


quando basta, olio, sale e pepe.
Distribuire su un piatto di portata le fette di spada leggermente sovrapposte, ricoprirle
completamente con linsalata tagliata a striscioline non troppo sottili (si deve sentire
la croccantezza). Appoggiare sopra linsalata le fette di mozzarella tagliate abbastanza
spesse e condire il tutto (allultimo momento) con olio, sale e pepe.

27

PANFOCACCIA AL ROSMARINO

350 gr di farina, 2 cucchiaini di zucchero, 15 gr di lievito di birra, 50 gr di burro, 2


cucchiai dolio extravergine, una patata media, sale e acqua calda quanto basta. Per la
salamoia: acqua, sale, olio extravergine.
Mescolare la farina con lo zucchero e il lievito sbriciolato. Lessare la patate e unirle
alla farina schiacciandole con lo schiacciapatate mentre ancora calda. Aggiungere
anche il burro fuso e lolio, il sale e incominciare ad impastare. Versare poco per volta
acqua calda quanto basta per ottenere un impasto plastico e liscio simile a quello della
pizza e lavorarlo per una decina di minuti. Lasciarlo riposare coperto da un canovaccio
per un'ora. Poi stendere la pasta con le mani su una teglia tonda coperta di carta
forno e unta dolio. Lasciare riposare un'altra ora, poi con la punta delle dita
schiacciare limpasto in modo da ottenere tante piccole fossette, tipiche della focaccia
genovese. Per la salamoia mescolare in un bicchiere un dito di olio extravergine, 2
dita dacqua e abbondante sale e versare il tutto sulla focaccia. Aggiungere anche il
rosmarino e infornare a 200 a forno ventilato per 10 minuti.

POLPO AFFOGATO

Un polpo grosso o due o tre piccolini, una lattina di pelati, 1/2 bicchiere dolio
extravergine, poco sale, peperoncino, 4 spicchi daglio.
Tagliare il polpo e metterlo in una pentola dai bordi alti con tutti gli ingredienti a
freddo. Coprire con un foglio di carta forno legata con lo spago e poi con il coperchio e
fare cuocere a fuoco dolcissimo per 3 ore. Servire con tanto sugo e pane tostato.

28

BAVARESE ALLO YOGURT CON SALSA DI FRUTTI DI BOSCO

2 fogli di colla di pesce, 250 gr di yogurt bianco, 250 gr di panna fresca, 50 gr di


zucchero a velo, una tazzina di latte. Per la salsa: una busta di frutti di bosco
surgelati, qualche cucchiaio di zucchero.
Mettere in ammollo in acqua fredda la colla di pesce per un quarto dora, mescolare lo
yogurt con lo zucchero a velo, poi scaldare il latte e versarci la colla di pesce
mescolando fino a che non si sciolta completamente. Unire il latte allo yogurt,
montare la panna e incorporare anche quella. La bavarese pronta! Metterla in uno
stampo per budino per almeno per 3 ore in frigo, meglio tutta la notte. Perla salsa:
Scaldare la frutta ancora surgelata in un pentolino con lo zucchero e, se necessario,
qualche cucchiaio dacqua, farla cuocere pochi minuti e poi spegnere il fuoco. Da
servire tiepida o fredda.

TORTA MORBIDA DI MARMELLATA

120 gr di burro, 120 gr di zucchero, 2 uova, 120 gr di farina, sale, marmellata quanto
basta, granella di zucchero.
Mescolare il burro con lo zucchero fino a che non diventa spumoso, aggiungere le
uova e poi la farina con il sale, versare in una teglia e ricoprirla di cucchiaiate di
marmellata che durante la cottura sprofonderanno nella pasta. Mettere in forno a 180
gradi per 25 minuti dopo i primi 15 ricoprire con la granella di zucchero.

29