Sie sind auf Seite 1von 5

IL NUMERO IL PRINCIPIO DI OGNI COSA E LE COSE NON SONO ALTRO CHE ..., "NUMERI1 2 3 4 5 6 7 8 9.....

IL NUMERO IL PRINCIPIO DI OGNI COSA E LE COSE NON SONO ALTRO CHE NUMERI LANTICA MAGIA DEI NUMERI. Confucio considerava "celesti e perfetti" i primi cinque numeri dispari, e "terrestri e imperfetti" i primi cinque pari. Pitagora era dello stesso parere e Platone sosteneva che servivano ad arrivare a Dio... tabella: OGNI N IL SUO SEGNO ...A ogni numero e il suo segno. Cornelio Agrippa, grande studioso di occultismo, vissuto del 500 disse di aver trovato "certi grafici assai ingegnosi di numeri "in due opere antichissime di astrologia e di magia, ma non ne rivel mai la provenienza (ecco, comunque una tabella esemplificativa trattata la filosofia occulta o la magia di E.C. Agrippa, volume due). Apparentemente elaborate, in realt si basano su semplici principi speculari: - Le unit vengono indicate da segni rivolti verso destra. -sta le decine dagli stessi segni rivolti verso sinistra. -sta le centinaia dagli stessi segni capovolti e rivolti a destra. -sta le migliaia sempre dagli stessi segni capovolti e volti a sinistra 123456789

10234050 sostanze tra 80 9000 200 300 400 500 600 300 109 100.000 2000 3000 4000 5000 6000 7000 8000 9000

Ma l'aspetto sorprendente che non venivano scritti uno accanto all'altro, ma si fondevano formando nuovi bellissimi segni. 1000 510.000 511.40081.486 3421 La data 15. Otto. 1988 si scrive cos:

Provate ora, se ci riuscite, a scrivere la vostra data di nascita!

. Gli antichi saggi consideravano i numeri sotto un triplice aspetto: mistico, scientifico e pratico. Nel sistema simbolista di numeri non sono espressioni m e r a m e n t e quantitative, sono idee-forza con una caratterizzazione specifica per ciascuno di essi. Tutte le cifre derivano dal numero 1 e quanto pi si allontana un numero dall'unit, tanto pi Sprofonda nella materia, nel "mondo . Nella tradizione greca i primi 10 numeri riguardano lo spirito: sono di archetipi, le entit generatrici dei numeri successivi che risultano dalla combinazione di questi numeri primordiali. Confucio considerava i primi cinque numeri dispari "celesti e perfetti e cinque pari "terrestri e imperfetti". Pitagora, nate intorno ai tempi di Confucio sosteneva le stesse cose dicendo che i numeri dispari segnano il finito e il perfetto e i pari l'infinito e l'imperfetto. I suoi studi partivano dalla convinzione che il numero il principio di ogni cosa e le cose, quindi, non sono altro che numeri. Questa concezione si trovano ovunque esista una scienza dei numeri e come sempre, quando le cose coincidono pur cambiando l'epoca, o il paese e le tradizioni cui si rif, ci significa che giusta, o almeno, molto vicina alla verit. Anche in Estremo Oriente i numeri dispari, essendo "Yang" sono detti generalmente "celesti" e i numeri pari, essendo "Yin", "terrestri". Ma la suddivisione in pari e dispari solo la pi generale e la pi sommaria perch ogni numero a un proprio significato particolare che osserveremo via via. Con questo per non si considerino i numeri dispari positivi di quegli pari negativi, ma corrispondenti a due aspetti-principali differenti che, simbolicamente possono rappresentare il secondo stadio, del riposo, o del finito per la simmetria caratteristica dei numeri pari, e il senso dinamico, attivo, infinito per laSsimmetria di quelli dispari. Hanno dunque funzioni diverse, ma sono indispensabili. Cornelio Agrippa, grande studioso rinascimentale, pubblic nel 1533 il primo libro sulla Filosofia Occulta e la Magia che fu oggetto di studio di tutti gli uomini di cultura dell'epoca e successivi. Nel secondo capitolo sulla magia celeste dice: "Le scienze matematiche sono cos necessarie alla magia e hanno con essa tanti legami, che coloro che si occupano dell'una trascurando le altre, perdono il loro tempo e non ne ricavano risultati apprezzabili, anzi non riescono a raggiungere mai gli scopi perseguiti. Perch tutte le cose di quaggi sono prodotti e governate con numero, peso, misura, armonia, movimento e luce e tutto quello che vediamo nel mondo inferiore ha radice e fondamento nelle scienze matematiche...". Agrippa aveva a sua volta ben studiato Pitagora deducendo che dalla proporzione, dall'armonia e dalla conoscenza fra i numeri si pu "dar vita a opere meravigliose di giungere a conoscere cose mirabili". Quali siano i risultati cui si vuole giungere, al punto di partenza della conoscenza e di ogni filosofia la scoperta del S e i simboli sono di grande aiuto perch presentano l'immagine fedele di ci che lo spirito contiene, fungono da specchio perch riflettono in un segno esteriore le astrazioni interiori. Per rendere eloquente il simbolo occorre indagare sulla verit astratte e i numeri ne sono la chiave. O.Wirth dice: "Tutte le scuole di iniziati che hanno raccomandato lo studio dei numeri. Gli antichi ne hanno fatto sulla base della loro scienza sacra; sicch i numeri recitano una parte preponderante nel simbolismo di tutte le religioni". La famosa scritta fuori della scuola di Platone: ". Nessuno entra qui se non un geometra" non si riferiva alle sole regole di Euclide, ma alla capacit dei geometri di collegare le idee con le forme fino all'arte regia dell'architettura, intesa come edificazione spirituale. Considerava la geometria "un metodo per dirigere l'anima verso l'esterno, una scuola preparatoria per una mente scientifica, capace di rivolgerle attivit dell'anima verso le cose sovrumane". Disse di recente "perfino impossibile arrivare a una vera fede in Dio se non si conosce la matematica e l'astronomia e l'intimo legame di quest'ultima con la musica". E Pitagora certo conobbe questo legame pot udire, come si narra, la musica delle sfere. (1-continua).

SECONDA PARTE: del IL NUMERO IL PRINCIPIO DI OGNI COSA E LE COSE NON SONO ALTRO CHE NUMERI

I NUMERI NELLE ET DELL'UOMO 0. 1CIELO 2TERRA 3UOMO...., II@Parte:l'antica magia dei numeri

e via enumerando fino al 10 con riferimenti diretti agli aspetti pi importanti della Vita: il padre, la madre,l infinito, il senso, il desiderio, l'amore, l'intelligenza, lo spirito e... il ritorno all'uno attraverso l'estasi. Alcune pietre preistoriche riportano dei segni che rappresentano la decade e che originariamente si riferivano ai 10 aspetti pi importanti della vita. I primi tre si riferivano 3 monDi: l'1 era il CIELO, il 2 era la terra il3 l'Uomo; poi l'Uomo indicato nei suoi tre aspetti: il 04 il Padre, il 05 la Madre, il 06 il Figlio; infine nelle sue tre componenti: il 07 il Senso, il dominio dei Desideri; l'08 il Cuore, il dominio dell'Amore; il 09 l'Intelligenza, il dominio dello spirito. Il 10 rappresenta l'Adorazione della Vita e il ritorno* all'1 per mezzo della Estasi. *[reincarnazione] Questo metodo si prestato successivamente a ogni sorta di combinazione e di ulteriore suddivisione, perch ogni voce poteva generare a sua volta una decade. Per esempio ecco la decade del Cielo:1 SOLE , 02 LUNA 03 Grande Spirito (ovvero la Forza ASTRALE), 4 la Luce 5 Calore 06 il Fuoco 07 Terra 08 l'Aria 09 Acqua 10 l'Essere, ovvero la Vita. M.Saunier,ne La Leggenda dei Simboli osserva come questo metodo di coordinazione dei numeri abbia generato la famosa "lingua delle cifre, di cui gli Iniziati si sarebbero serviti. E il pi importante sistema filosofico basato sullo studio del simbolismo dei numeri la Kabbalah , che cerca di spiegare il fenomeno della Creazione attraverso le leggi dei numeri indicati dallo SEPHER YETZIRAH, testo sacro e antico. Spesso considera la decade della base di tutti i numeri e la dispone secondo un ordine figurato che chiama "ALBERO dei SEPHIROT"[vedi figura], (Sephirot sono le idee forza mediante le quali il pensiero divino d principio alla Creazione), o "Albero della Vita ". L1 rappresenta la Prima Manifestazione dell'Assoluto, dello Zero filosofico il 10 il Mondo o l'Universo Creato. I numeri intermedi rappresentano il processo della Creazione. Il primo triangolo 01-02-03, con la punta rivolta in alto, rappresenta la Trinit Spirituale ed il mondo degli Archetipi, dove si trova il Principio delle cose in potenza di creazione. Il secondo triangolo 04-05-06 il mondo della Creazione e Ha la punta rivolta verso il basso poich il riflesso del primo; il mondo dove si trovano le idee concrete delle cose in potenza di Creazione. Il teRZo triangolo 07-08-09 rappresenta il mondo delle Forme, cio il mondo astrale, dove si trovano le immagini esatte delle cose in via di materializzazione. L'Albero della Vita una sintesi che si applica a qualsiasi cosa del piano divino, intellettuale, affettivo, materiale. secondo.Terestchenko, studioso di ONOMANZIA, "una logica universale che sorpassa-con le proprie possibilit-la nostra logica terrestre abituale. Essa ci consente di raggiungere delle vette insospettate; essa non limitata che dal nostro sviluppo individuale che dalla nostra evoluzione. Questa sintesi ci permette di vedere dei mondi, che sorpassano il nostro orizzonte e di conseguire delle verit che la nostra sola a intelligenza non saprebbe scoprire. Ci premesso, pur a molto in sintesi, cominciamo ora il percorso simbolico attraverso il significato dei primi 10 numeri che rappresentano la matrice dalla quale nascono tutti i numeri successivi.

I NUMERI NELLE Et DELLUOMO. I primi 10 anni dell'uomo corrispondono a delle fasi formative che succesivamente si ripropongono nella vita, amplificate e arricchiti. Si tratta di un percorso con molte simbologie, che offre di riscontri verificabili in ognuno di noi. Lo ZERO corrisponde all'atto creativo e al periodo prenatale. L'ovulo e il grembo materno rappresentato sul piano fisico L Uomo potenziale, il crogiolo dove ha inizio la grande trasformazione. Sul piano Astrale avviene un processo analogo, vivificato dalle energie e nutrito dall'amore dei genitori. Le fasi di crescita del feto hanno inizio con la formazione dei centri nervosi, degli organi principali, via via fino ai pi piccoli dettati. Per ultima si forma una membrana che permette la respirazione. Anche la vita del bambino incomincia dalla percezione del mondo, prosegui con lo sviluppo e l'affermazione del io mi sono pi avanti si occupa di altri aspetti di complemento, fino a prepararsi per una nuova trasformazione, alla morte, simbolicamente la formazione della membrana che respirare nella nuova vita.

ZERO Lo Zero simboleggia il nulla che contiene il tutto allo stato potenziale, quindi la vita, l'uno potenziale, il suo contrario il suo riflesso, l'inizio e alla fine. rappresentato dal serpente che si morde la coda di tal cerchio,[ VEDI, figura] del pieno e del vuoto e dell'eternit. Richiamando il concetto dell'uomo orfico, nell'esistenza simboleggia la morte come stato in cui le forze dell'essere vivente si trasformano. Allo Zero dei tarocchi corrisponde il Matto.

, la lettera ebraica indicata la ShIN (W) , segno della durata dei movimenti relativi.

Marcello & Nadia Galbiati