You are on page 1of 7

Matteo Nobile

20120728

Valutazioni Anche PIMCO ci si mette. In uno dei loro ultimi paper, Andrew Pyne ribadisce quello che il quadro generale: per come la si voglia girare e affrontare, il mondo va verso una crescita anemica generale, con pesanti differenze tra regioni, settori e paesi e soprattutto con una serie di problemi macroeconomici lontani dall'essere risolti. Pur guardandola da lontano quindi, secondo PIMCO, i rendimenti dei mercati finanziari non potranno che essere molto modesti. Dal punto di vista tecnico, Andrew ribadisce che il beta dei portafogli molto basso e che da tutte le asset classes tradizionali sar difficile estrarre valore. Molto meglio affidarsi all'alfa, la capacit di generare valore con la selezione accurata di titoli, paesi, settori e affidarsi a tecniche di gestione del rischio 1. L'implicazione a livello di portafoglio, se si volesse seguire una strategia di questo genere fondamentalmente quella di dover abbandonare i benchmark tradizionali. Inutile quindi cercare di fare riferimento a tale indice azionario, piuttosto che a tale altro indice obbligazionario. Il portafoglio risulter esposto ad altri fattori di rischio ed probabile che un rialzo, come quello visto negli ultimi 3 giorni, non si rifletter se non in misura limitata sulla performance. In termini tecnici, la correlazione del portafoglio con i mercati sar molto bassa. Paradossalmente, so per esperienza, gli investitori hanno grande difficolt a ricordare una performance relativa molto positiva quando i mercati scendono (scordano di non aver perso quando i mercati sono crollati) ma si rendono immediatamente conto di quanta poca performance hanno fatto quando i mercati sono risaliti come in questi giorni. In generale dalle mie parti si dice il panino o il soldino: si scelga se avere un portafoglio che tendenzialmente segue i mercati, nel bene o nel male, o un portafoglio che si decorrela e segue la propria strada. Secondo PIMCO (e secondo me), molto meglio seguire la propria strada che non essere in bala di situazioni incontrollabili. Se vero che chi fosse riuscito a entrare sui mercati la prima settimana di marzo 2009 ad oggi guadagnerebbe 11% all'anno, anche vero che chi non uscito dagli stessi nel luglio del 2007 ad oggi starebbe perdendo 10% all'anno. Compresi i dividendi, il livello dell'indice stoxx 50 corrisponde a quello del maggio del 1998.

http://media.pimco.com/Documents/PIMCO_Viewpoint_Pyne_Equities_July2012.PDF

Matteo Nobile

20120728

Bond
780 183 650 775 182 640

770

181 630

765 180 760 179 755 178 750 600 745 177 590 610 620

740

176

735 12.1

1.2

21.2

12.3

1.4

21.4

11.5

31.5

20.6

10.7

30.7

19.8

175 12.1

1.2

21.2

12.3

1.4

21.4

11.5

31.5

20.6

10.7

30.7

19.8

580 12.1

1.2

21.2

12.3

1.4

21.4

11.5

31.5

20.6

10.7

30.7

19.8

Citigroup US GBI All Maturitie

Citigroup EMU GBI All Maturiti

Citigroup Global Emerging Mark

Quanto siano schizofrenici i mercati europei lo si nota anche dall'andamento dell'indice obbligazionario, non solo azionario. Oscillazioni di oltre il 2% da una parte all'altra non si possono definire normali sotto nessun parametro. Per quanto riguarda le obbligazioni dei paesi emergenti, dal 1996 ad oggi, queste obbligazioni hanno offerto rendimenti di quasi il 12% annuo, ogni anno...
Name LYXOR ETF EUROMTS 1-3Y IG LYXOR ETF EUROMTS 3-5Y IG LYXOR ETF EUROMTS 5-7Y IG LYXOR ETF EUROMTS 7-10Y IG LYXOR ETF EUROMTS 10-15Y IG LYXOR ETF EUROMTS 15+Y IG Citigroup EMU GBI All Maturiti Date 27.07.2012 27.07.2012 27.07.2012 27.07.2012 27.07.2012 27.07.2012 27.07.2012 Price 118.97 133.70 127.35 127.25 139.61 135.49 181.48 139.39 122.95 121.68 126.37 114.73 108.66 102.76 1 week 1 month 3 month 6 month 0.21 0.77 0.23 0.37 0.00 1.58 0.96 1.85 -0.27 2.36 2.02 3.18 -0.24 2.67 2.32 3.48 -0.02 3.45 3.48 5.93 -1.20 3.07 4.04 6.44 -0.24 -0.24 -1.13 -0.36 -0.69 -0.65 -0.88 1.04 2.11 2.10 1.91 3.89 1.93 1.87 0.93 1.73 1.96 1.89 3.35 3.20 1.89 0.99 1.07 -0.24 3.23 2.98 4.83 4.64 4.37 3.53 4.04 -1.87 YTD 1.01 3.27 5.21 6.59 9.03 7.22 4.88 4.68 4.73 6.96 6.30 4.71 9.03 4.36 1 Year 1.89 4.95 6.30 8.69 7.35 12.32 8.40 6.51 9.70 3.24 7.82 6.97 5.88 -1.61 3 Year 1.07 2.32 3.05 3.40 2.49

3.91 3.03 2.63

LYXOR ETF EUROMTS GLOBAL IG 27.07.2012 LYXOR ETF EUROMTS AAA GOV BD 27.07.2012 LYXOR ETF EUROMTS INFL LINK 27.07.2012 LYXOR ETF EURO CORP BOND LYXOR ETF EU CORP BOND X-FIN LYXOR IBOXX LIQ H/Y 30 DB X-TR II ITRAX SUBORD 5 YR 27.07.2012 27.07.2012 27.07.2012 27.07.2012

Lo si era gi notato nei fondi che questa non stata una grande settimana per le obbligazioni...

Matteo Nobile

20120728

Corporate bond
232 230 202 228 226 224 222 220 218 216 192 214 212 12.1 190 12.1 196 200 204

198

194

1.2

21.2

12.3

1.4

21.4

11.5

31.5

20.6

10.7

30.7

19.8

1.2

21.2

12.3

1.4

21.4

11.5

31.5

20.6

10.7

30.7

19.8

iBoxx $ Liquid Investment Grad

iBoxx $ Liquid High Yield Inde

188 187 186 185 184 183 182 181 180 179 178 177 12.1

188 187 186 185 184 183 182 181 180 179 178 177 12.1

1.2

21.2

12.3

1.4

21.4

11.5

31.5

20.6

10.7

30.7

19.8

1.2

21.2

12.3

1.4

21.4

11.5

31.5

20.6

10.7

30.7

19.8

IBOXX LQD CRP TR

IBOXX LQD CRP TR

A parte l'ultimo singhiozzo, corporate e high yield continuano a fare il loro sporco lavoro.

Matteo Nobile

20120728

Equity
1340 1320 1300 1280 1260 1240 1220 1200 1180 1160 1140 12.1 1.2 21.2 12.3 1.4 21.4 11.5 31.5 20.6 10.7 30.7 19.8

MSCI WORLD
1380 1360 1340 1320 90 1300 88 1280 86 1260 1240 1220 1200 12.1 1.2 21.2 12.3 1.4 21.4 11.5 31.5 20.6 10.7 30.7 19.8 84 900 82 950 1000 96 1100

94 1050 92

80 12.1 1.2 21.2 12.3 1.4 21.4 11.5 31.5 20.6 10.7 30.7 19.8

850 12.1 1.2 21.2 12.3 1.4 21.4 11.5 31.5 20.6 10.7 30.7 19.8

MSCI USA

MSCI EUROPE

MSCI EM

quasi paradossale che i mercati peggiori continuino ad essere quelli emergenti. Capisco il voler prezzare una situazione di rallentamento, ma in termini relativi, nei confronti soprattutto dell'Europa, la cosa ha quasi dell'assurdo.

Matteo Nobile

20120728

Commodities
305 300 295 290 285 280 275 270 265 260 255 250 12.1 1.2 21.2 12.3 1.4 21.4 11.5 31.5 20.6 10.7 30.7 19.8

DJUBS Com m odity TR


290 100

280

95

90 270 85 260 80 250 75 240

70

230 12.1 1.2 21.2 12.3 1.4 21.4 11.5 31.5 20.6 10.7 30.7 19.8

65 12.1 1.2 21.2 12.3 1.4 21.4 11.5 31.5 20.6 10.7 30.7 19.8

DJUBS PrcMtl

DJUBS Agri

105

180

175 100 170 95 165

90

160

155 85 150 80 145

75 12.1 1.2 21.2 12.3 1.4 21.4 11.5 31.5 20.6 10.7 30.7 19.8

140 12.1 1.2 21.2 12.3 1.4 21.4 11.5 31.5 20.6 10.7 30.7 19.8

DJUBS Ene

DJUBS IndMtl

Se la situazione di attivit economica fosse data dal prezzo delle materie prime industriali, allora abbiamo davvero qualche problema. Il movimento dell'indice generale ovviamente influenzato dal prezzo delle materie agricole e in parte da un recupero dei prezzi dell'energia.

Matteo Nobile

20120728

Forex
1.02 1.214 1 1.212

0.98

1.21

0.96

1.208

0.94

1.206

0.92

1.204

0.9

1.202

0.88 12.1 1.2 21.2 12.3 1.4 21.4 11.5 31.5 20.6 10.7 30.7 19.8

1.2 12.1 1.2 21.2 12.3 1.4 21.4 11.5 31.5 20.6 10.7 30.7 19.8

USD-CHF X-RATE

EUR-CHF X-RATE

1.56

1.3

1.54 1.25 1.52

1.5

1.2

1.48 1.15

1.46

1.44 1.1 1.42

1.4 12.1 1.2 21.2 12.3 1.4 21.4 11.5 31.5 20.6 10.7 30.7 19.8

1.05 12.1 1.2 21.2 12.3 1.4 21.4 11.5 31.5 20.6 10.7 30.7 19.8

GBP-CHF X-RATE

JPY-CHF X-RATE (x100)

1.36 1.34 1.32 1.3 1.28 1.26 1.24 1.22 1.2 1.18 12.1 1.2 21.2 12.3 1.4 21.4 11.5 31.5 20.6 10.7 30.7 19.8

EUR-USD X-RATE

Sar interessante vedere se l'intervento di Draghi sar pro EUR (si risolvono i problemi, meno rischi) o contro EUR (stampa di EUR e svalutazione)... una bella lotta tra le 2 motivazioni. Ad ogni modo, ad avantaggiarsi della situazione anche il CHF che resta peggato all'EUR e si svaluta contro il resto del mondo.

Matteo Nobile

20120728

Considerazioni e portafogli Voglio i dividendi. Sembra il mantra di molti (o almeno alcuni) investitori che vedono un dividend yield degli indici decisamente importante. L'indice Euro Stoxx 50 riporta infatti un dividend yield di 4.54%. Le motivazioni si sprecano: lo yield da dividendo superiore a quello delle obbligazioni corporate; la maggior parte del rendimento azionario arriver dai dividendi piuttosto che dal movimento azionario. importante, a mio parere, fare qualche distinzione. 1) I dividendi possono cambiare. Ne sono un esempio Telefonica questa settimana, KPN la settimana precedente. Un dividend yield di 4.5% non corrisponde ad un coupon obbligazionario di 4.5% che, tranne in caso di fallimento dell'emittente, assicurato per tutta la durata dell'obbligazione. Non appena la societ dovesse essere in difficolt, potr semplicemente annunciare non paghiamo il dividendo. Probabilmente il titolo sprofonder e verr a mancare anche il tanto desiderato dividendo. 2) Una societ che pu pagare dividendo una societ sana. Ma ci sono parametri pi corretti per identificare societ sane, a partire dallo z-score di Altman, sviluppato proprio per questo motivo. Un esempio ? Le societ con z-score pi alto e bassa partecipazione al mercato hanno offerto una performance dell'80% negli ultimi 5 anni e mezzo, contro l'indice euro stoxx 50 negativo del 30%. Il dividendo non c'entra nulla, quanto piuttosto la qualit del bilancio dell'azienda 2. 3) In generale non corretto confrontare obbligazioni con scadenza di 3-4 anni, con un dividendo legato ad un'azione per la quale si deve considerare almeno il lunghissimo termine. Il trentennale tedesco, per quanto compresso, rende 2.26%. Senza andare a scomodare Italia o Spagna, quello belga sale gi a 3.5%... non cos lontano dai dividendi azionari. Se si aggiunge quel 1.6% di rendimento medio dei corporate, la differenza non pi sostanziale. Infine va considerato il rischio assieme al rendimento: l'average yield del fondo Pictet EUR Short Term High Yield di 5.56% con una scadenza media delle obbligazioni nel fondo di poco pi di un anno. Il fondo soffre di una volatilit media di 4.5%. L'indice euro stoxx select dividend offre un dividend yield di 6.7%, ma la sua volatilit si aggira attorno a 24%. Io non ho dubbi sulla scelta.

Questo vale naturalmente in una situazione di crisi del debito. In una situazione di espansione del debito, sono probabilmente le societ con maggiore leva fare meglio.