You are on page 1of 4

1. DEFINIZIONE DI MALATTIA 2. CAUSE DELLA MALATTIA 3. SINTOMI 4. LA SALUTE 5. ALIMENTAZIONE 6. RIPRISTINO DELLA FISIOLOGIA 7.

PRATICHE NATURALI PER VELOCIZZARE LA GUARIGIONE

La MALATTIA il tentativo che la NATURA mette in atto per liberare il corpo dalla materia patogena e per eliminare i rifiuti in eccedenza dellorganismo. E uno sforzo del corpo per eliminare MUCO e TOSSINE, accumulati fin dallinfanzia. Ogni malattia, non importa sotto quale nome sia conosciuta dalla scienza medica, COSTIPAZIONE, ovvero sia un intasamento locale e generale del sistema di tubature del corpo umano, della circolazione e dei tessuti, unostruzione straordinaria causata dal muco in quella particolare area. I punti speciali di accumulazione del muco sono la lingua, lo stomaco e lintero tratto digestivo. Questultimo nella persona media contiene mediamente intorno ai 5 chili di feci vecchie di anni adese alle pareti del colon con muco appiccicoso, che avvelenano il flusso sanguigno e lintero organismo, non permettono il buon assorbimento dei principi nutritivi e scaricano continuamente veleni nel circolo sanguigno. La persona media, considerata in buona salute, ha un cronico accumulo di prodotto di rifiuto del cibo, farmaci, veleni. -Dr. Arnold EhretNon ci sono malattie ma solo malati - Ippocrate La malattia in tutti i casi unanomalia funzionale prodotta dalla febbre gastrointestinale in uno stato pi o meno variabile Manuel Lazaeta Acharan

CAUSE DELLA MALATTIA:

buona parte delle cause di malattia sta nellerrata alimentazione, la restante percentuale da attribuirsi a cause ambientali e a cause insite nella sfera emozionale. Resta il fatto che se non intervengono cause ambientali o in assenza di traumi emotivi irrisolti, lalimentazione errata presto o tardi causer malattia. -Manuela Gatti-

SINTOMI OGGETTIVI:

sono sostanzialmente manifestazioni presenti nella malattia, sia che questa prenda il nome di raffreddore o di uninfluenza, di polmonite o di diabete, di reumatismo o di tumore, riscontrabili alla visita costipazione (causata da muco fluido o secco che intasa il tubo digerente) febbre gastrointestinale, per infiammazione e congestione, causata dal ristagno di alimenti errati in stato di putrefazione ( febbre interna) acidosi del sangue, determinata dalla messa in circolo delle tossine presenti a livello del tubo gastroenterico diminuzione della vitalit, in quanto il sangue impuro indebolisce i nervi
SINTOMI SOGGETTIVI:

non sono necessariamente presenti contemporaneamente, si tratta dei disturbi riferiti dal soggetto colpito: intasamento locale con o senza emissione di muco, fluido o secco gonfiore locale dolore febbre esterna diminuzione della vitalit

SALUTE:

per mantenerci in buona salute necessario: respirare profondamente aria possibilmente pura almeno una ventina di minuti al giorno stare esposti allaria e alla luce solare minimo unora al giorno avere una costante attivit fisica, meglio se allaperto nutrirsi con il cibo che la natura ha previsto per la propria specie avere pensieri consapevoli proteggersi da fattori ambientali avversi, di origine naturale e artificiale

ALIMENTAZIONE:

Gli esseri viventi si possono suddividere in carnivori o mangiatori di carne, erbivori o mangiatori di erba, frugivori, che mangiano frutta, verdure, tuberi, semi e onnivori, che possono mangiare di tutto (orsi, suini, corvi, ratti ecc). Il leone possiede anatomia, mentalit e strumenti per ammazzare ( denti uncinati, unghie e artigli) ed enzimi digestivi atti alla digestione delle proteine, nonch un tratto digestivo lungo solo tre volte la lunghezza totale del suo corpo ( per cui i prodotti di scarto del metabolismo vengono eliminati molto rapidamente senza causare danni irreparabili

interni), ha un fegato enorme rispetto al volume del proprio corpo, mangia il suo cibo crudo e il suo ano rimane pulito dopo levacuazione. Il bovino ha molari molto grossi adatti a ruminare, possiede quattro stomaci e un apparato digerente lunghissimo, un fegato piccolo. Lo scimpanz ha incisivi e piccoli canini per mordere e molari per triturare, mascelle mobili ed indipendenti che sgretolano pazientemente i cibi vegetali riducendoli in poltiglia, un sistema mascellare che non opera in senso verticale e contemporaneo, una masticazione non a morsa di precisione, ma operante in senso verticale-orizzontale - per cui la morfologia dentale va valutata in senso operativo e non in senso statico - un tratto digestivo lungo dodici volte la lunghezza del proprio corpo, un fegato di media grandezza in proporzione al proprio corpo e come per gli altri, la digestione del cibo ideale avviene in maniera tale da preservare la pulizia durante la fase dellespulsione. A quale di queste categorie appartiene luomo? Per la scienza e per i grandi naturalisti, luomo, sulle basi della propria struttura, un mangiatore di frutta e della parte succosa dei vegetali e delle radici: lo prova lanatomia comparata. Ogni qualvolta una di queste specie viene indotta a nutrirsi con cibi non consoni alla propria struttura costituzionale, si crea la malattia, che prima o poi determiner la morte. Duemila anni di alimentazione umana onnivora non hanno modificato minimamente lanatomia umana ma hanno ridotto laspettativa di vita ( da 200 anni a 80)

RIPRISTINO DELLA FISIOLOGIA La corretta alimentazione umana si basa sullapporto di frutta e verdura cruda, semi, tuberi, germogli, opportunamente combinati. E necessario eliminare gradualmente ma definitivamente dalla propria dieta gli alimenti e le sostanze dannose, e magari mantenere una piccola quota di alimenti cotti e caldi per i momenti di necessit. Alimenti dannosi: carne, pesce, latte e derivati, uova, farine raffinate sotto forma di prodotti da forno, pasta, zucchero raffinato, dolci, sostanze nervine quali the, caff, alcool, tabacco. Fermo restando il fatto che lassunzione di tutti i cibi elencati e il loro processo di cottura determinano da parte del tubo digerente la produzione, per propria difesa, di quantit enormi di muco, che nel tempo creano sulle pareti dello stomaco e del colon uno strato acido e appiccicoso che non permette pi lassorbimento dei principi nutritivi, lassunzione di farinacei cotti, soprattutto se raffinati, che creano la maggior quantit di muco: per questo motivo i vegani sono paradossalmente svantaggiati, in quanto il loro consumo di questi prodotti spesso notevole e in proporzione lapporto di vegetali crudi e freschi rimane molto basso. Quindi, per ripristinare la fisiologia, necessario innanzitutto impostare uno schema alimentare che preveda, come regola generale, che almeno l80% degli alimenti che ingeriamo siano rappresentati da frutta e verdura crude, germogli, semi oleosi, frutta secca non tostata, di cui la frutta fresca verr consumata diverse volte

nellarco della giornata, lontano dai pasti o mezzora prima dei pasti e la verdura cruda in insalata preceder ogni pasto ( mai alla fine!) Con questo schema alimentare, tendenzialmente non avremo sete! Ma possibile che i primi mesi, durante il processo di purificazione del corpo, la sete si faccia sentire per effetto di tutto il muco che si stacca dalle pareti del tubo digerente, che in parte viene eliminato quando ci si scarica e in parte, attraverso il circolo ematico, porta in giro tossine e sale, di cui questo muco ricco. Bere mezzora prima dei pasti e bere solo lontano dai pasti, in quanto gli enzimi digestivi vengono diluiti quando si beve mangiando ( questa cattiva abitudine si rimuove facilmente e senza fatica)
PRATICHE NATURALI PER VELOCIZZARE LA GUARIGIONE

ripristino di una corretta alimentazione a base di cibi che sciolgono il muco lavaggi del colon, clisteri di pulizia digiuno bagni di aria bagni di sole cataplasmi di fango o argilla applicazioni esterne di acqua fredda esercizio fisico

bibliografia: Arnold Ehret Il Sistema di Guarigione della Dieta senza Muco La tua via Verso la Rigenerazione Digiuno razionale La medicina naturale alla portata di tutti Storia dell igienismo naturale Fruttalia La luce che cura Ecocidio

Manuel Lezaeta Acharan Valdo Vaccaro L.Speranza- S.Sciurba Fabio Marchesi Jeremy Rifkin