Sie sind auf Seite 1von 4
Periodico - Direzione, amministrazione e r edazione di Padova - Via Beato Pellegrino, 16 -

Periodico - Direzione, amministrazione e redazione di Padova - Via Beato Pellegrino, 16 - Registrazione del Tribunale di Padova n° 571 del 5 gennaio 1978 - Direttore re- sponsabile: Elio Armano - Vicedirettore: Antonio Quadretti - Stampato in proprio - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. n° 46 del 27- /02/2004) art. 1, comma 2, DCB - Filiale di Padova CMP – N° 17 – Settembre - 2008

Notizie da Piombino e Trebaseleghe

17 – Settembre - 2008 Notizie da Piombino e Trebaseleghe Foglio informativo a cura del Partito
Foglio informativo a cura del Partito Democratico di Piombino Dese e Trebaseleghe
Foglio informativo a cura del Partito Democratico di Piombino Dese e Trebaseleghe

Eccoci al nostro primo numero! Questo è un periodico d’informazio- ne nato per informare su ciò che avviene in paese, in provincia e

non solo, principalmente gli iscritti e gli elettori del Pd e tutti i cittadini che guardano con interesse a que- sto partito. Questo foglio informativo non vuole far parte di tutto quel materiale pro- pagandistico che ti arriva a casa, imbustato e scritto su una bella car-

ta patinata e mille colori, scritto da

non si sa bene chi e che tra slogan

e titoloni, spaccia menzogne per verità.

Lo scopo principale è dare agli elet- tori del Partito Democratico e di centro-sinistra e a tutti i cittadini interessati, informazioni il più possi- bile precise e dettagliate, su quella che è la situazione locale e nazio- nale, dando la possibilità a chi lo desidera di partecipare attivamente nella politica locale e dare il proprio contributo con le proprie idee. Questo perché se uno le cose non

le sa, non potrà mai avere un opi-

nione a riguardo, e quindi non potrà mai dare un contributo utile. Per questo puntiamo soprattutto sui contenuti, che richiedono molta ricerca per essere attendibili, pre- sentandoli nel modo più conciso, chiaro e completo.

Obiettivo: informazione seria, com- pleta e concisa, non faziosa, senza slogan. Perché con gli slogan non si arriva alla fine del mese…

Coordinatori di Piombino Dese e Trebaseleghe

Fonte: www.gianfalco.it

Fonte: www.gianfalco.it

ALL’INTERNO: > TREBASELEGHE: Ex-scuole Locatelli e Casa Pattaro (pag. 3) > PIOMBINO DESE: “Quelli delle
ALL’INTERNO:
> TREBASELEGHE:
Ex-scuole Locatelli e
Casa Pattaro
(pag. 3)
>
PIOMBINO DESE:
“Quelli delle Tasse”
(pag. 2)
> SANITA’ - Altapadovana:
Federalismo sanitario in salsa
Lega – Galan
(pag. 2-3)
> PD: Tesseramento
Petizione “Salva l’Italia”
prossimi appuntamenti (pag. 4)

TREBASELEGHE - SILVELLE

BIOGAS Il progetto di un mega-impianto di Biogas a Silvelle di Trebaseleghe da parte di un gruppo di allevatori, ha sollevato un gran polverone… La società che doveva costruire l’impianto è stata sciolta, e l’impianto non verrà più realizzato! (come annunciato dagli allevatori su Vita del Popolo il 20-7-08) Però la puzza, il liquame, il problema dei nitrati e l’inquinamento ambientale rimangono. Ma è possibile trovare una soluzione ai problemi degli allevatori senza recare danno, ma anzi benefici (meno odori ed inquinamento) per i cittadini di Treba- seleghe e dintorni? Il Comitato “No Biogas” ha messo il dito su una questione molto importante, e noi pensiamo che si possano trovare delle soluzioni adeguate. Nel prossimo numero forniremo una spiegazione sul funzionamento del Biogas per capire cos’è. Spiegare cos’è successo, qual è stato l’intento degli allevatori, perché il progetto del mega-impianto è sbagliato. Sarebbe interessante capire perché le passate amministrazioni locali hanno permesso di arrivare a 35.000 capi a Trebaseleghe (dov’era Tosetto?). E il ruo- lo della provincia qual è stato? Di sicuro l’assessore provinciale all’Ambiente, Roberto Marcato, non ha dato alcun contributo per la risoluzione del problema nelle assemblee a cui ha partecipato. La provincia è proprio un ente inutile!

Coordinamento di Piombino Dese e di Trebaseleghe

LA TUA OPINIONE

La tua opinione ci interessa! Contattaci o invia un e-mail a info@pdtrebaseleghe.org. Inoltre puoi richiedere di ricevere questo foglio informativo per posta, accettando il trattamento dei dati personali.

COMUNE DI PIOMBINO DESE

2

“QUELLI DELLE TASSE”

L’atto più qualificante dell’Amministrazione Comunale di Pierluigi Cagnin, è stato senza dubbio l’introduzione

dell’addizionale IRPEF. Ce ne siamo accorti con l’ultima denuncia dei redditi, dove abbiamo già pagato la tassa, in acconto sulla competenza 2008.

La motivazione sulla necessità della tassazione, è stata fornita dalla precedente Amministrazione leghista, che ha

pensato di “fare un affare” a comprare la rete del gas e con colpevole leggerezza ci ha regalato un buco contabile da oltre 1 milione di euro. I fatti si commentano da soli, ma vogliamo sottolineare come ancora una volta la cultura di destra nel nostro Paese,

si dimostra sprezzante nei confronti della responsabilità di amministrare i soldi pubblici, che rappresentano il segno

tangibile dei valori di convivenza solidale di una comunità. L’Amministrazione Comunale infatti, non ha esitato a “cogliere l’occasione” fornita dal “buco” procurato dalla Lega Nord, per aumentare le tasse in un momento in cui lo spettro della recessione già si intravedeva ed in ogni caso i dati economici segnalavano la crescente difficoltà delle famiglie italiane, anche nella nostra area. Meglio sarebbe stato individuare una strada diversa, che puntasse sul risparmio di risorse o sul rinvio di altri investi- menti già in programma. Invece la Giunta Cagnin ha preferito continuare per la propria strada, dandoci ulteriori indicazioni di oculata ammini-

strazione: dallo sciagurato invito di Vittorio Sgarbi per le manifestazioni palladiane, alla dichiarazione di voler mante- nere in mano pubblica le scuole di Torreselle e Levada (per farci che cosa? E con quali soldi?), anche dopo l’apertu-

ra della nuova scuola elementare in fase di costruzione.

Resta da dire della Lega Nord, che con lo slogan “paroni in casa nostra”, ha manifestato la propria cultura proprieta-

ria pensando di fare una speculazione con i soldi pubblici, senza avere neppure il buon senso e la prudenza di ac-

cantonare dei fondi in bilancio, per affrontare la situazione in caso fosse andata male.

Mi pare che ce ne sia abbastanza, per invitare i cittadini piombinesi ad aprire gli occhi ed ad assumere con maggior

partecipazione, un atteggiamento critico verso l’uso dei propri risparmi.

Noi del Partito Democratico piombinese, certamente lo faremo.

Diego Sanbataro

ALTA PADOVANA - ULSS 15

Federalismo sanitario in salsa Lega – Galan

Per il 2008 la spesa regionale veneta avrà un volume complessivo di 7.780 milioni di Euro e impegnerà il 70% dell’in- tero bilancio nella sanità. Da quasi 15 anni con la caduta della DC il Veneto è governato da Galan e dalla Lega. Dal punto di vista economico sanitario la Regione ha piena autonomia rispetto allo stato centrale tanto è che il governo Berlusconi ha abolito il Ministero della Sanità. La Lega che al punto n. 1 del suo programma pone il Federalismo, da qualche anno occupa l’assessorato della Sanità in Regione. Ecco come avviene la distribuzione del denaro quota pro-capite in base ai residenti dell’ASL stessa:

QUOTA PRO-CAPITE (valori in unità di €)

VOCI

ANNO 2003

ANNO 2004

ANNO 2005

ANNO 2006

ANNO 2007

Valore Massimo Belluno 03-04 Veneziana 05-07

1.421,05

1.462,27

1.587,24

1.657,16

1.731,74

Valore medio Regione Veneto

1.221,72

1.255,38

1.363,23

1.404,77

1.469,75

Valore Minimo Cittadella 03-07

1.110,89

1.141,10

1.232,15

1.265,36

1.322,30

Differenza rispetto la media

-110,83€

-114,28€

-131,08€

-139,41€

-147,45€

Tutti gli operatori della sanità riconoscono all’ASL 15 una capacità virtuosa dal punto di vista economico. Ma allora noi ci chiediamo: come mai c’è una sperequazione di 409,44€ tra le ASL che prendono di più e la nostra che prende

di meno?

Constatiamo però che dal punto di vista della erogazione dei servizi, le prestazioni, piuttosto che migliorare peggiora- no, basta pensare alle lunghissime liste d’attese che arrivano fino ad un anno, quando i limiti previsti dalla Regione sono al massimo di 60 giorni. E poi spesso le classi di priorità da parte dei medici di famiglia previste dalla Regione

non vengono applicate. Ed alla fine per avere una visita specialistica abbastanza veloce bisogna mettere mano al portafoglio. A questo hanno ridotto la nostra ASL i Federalisti Veneti: l’ultima della sanità veneta!

(continua nella pagina seguente)

ALTA PADOVANA - ULSS 15

3

Nuovo riparto dei fondi: qualche briciola in più Lunedì 4 Agosto 2008 su pressioni sindacali e del PD, la Commissione Sanità Regionale con voto unanime ha dato il via libera alla delibera che assegna il riparto dei fondi regionali che ammontavano a 7.244 milioni di Euro. L’ASL n. 15 di Camposampiero-Cittadella nel 2007 aveva preso 317,9 milioni di Euro, mentre quest’anno riuscirà a prendere qualcosa di più 327,6 milioni (+3,35% - stima di circa +30€ pro-capite rispetto all’anno precedente). Peccato che il divario sia ancora ampio tra le varie ULSS e speriamo che ciò venga colmato velocemente, perché i cittadini della nostra ULSS non sono di serie B!

Marcello Zorzi

COMUNE DI TREBASELEGHE

non sono di serie B! Marcello Zorzi COMUNE DI TREBASELEGHE EX-SCUOLE LOCATELLI Alcuni ci sono andati

EX-SCUOLE LOCATELLI

Alcuni ci sono andati a scuola e le conoscono bene, altri non sanno neanche cosa sono, ma qualche mese fa qualcuno ha attribuito al Pd l’idea di venderle. Le ex-scuole elementari Locatelli sono un edificio pubblico, ormai decadente ed usato come magazzino, che si trova ac- canto alla Biblioteca Comunale.

Il Partito Democratico NON vuole la vendita di un edificio pubblico, che potrebbe avere una grande utilità per l’intero paese di Trebaseleghe.

Casa Pattaro Il problema nasce nel 2004, anno in cui l’amministrazione Tosetto decide di comprare la Casa Pattaro (casa contadina in via Treviso all’incrocio con via Fermi) per fare un museo o qualcos’altro, chi lo sa? L’acquisto di tutte le tre parti sarebbe costato al Comune circa 1 milione di Euro (100€ per ogni cittadino!). Per mancanza di fondi venne acquistato solo 2/3 pari ad una spesa di 779.000€. Con le elezioni del 2005 finisce l’era durata ben 14 anni dell’am- ministrazione Tosetto e nel 2005 l’amministrazione Lamon aveva così deciso di portare a termine l’acquisizione, preventivando una spesa di altri 279.000€ (come riportato nel periodico comunale del Comune – Aprile 2005). Poi gli anni sono passati. Nel 2008 arriva il contributo dello Stato per il recupero dell’immobile per 300.000€, ma non è possibile avviare la ristrutturazione della Casa Pattaro perché non si ha la proprietà di tutto l’edificio e mancano i soldi. Per non perdere i contributi dello Stato, si è pensato: “L’amministrazione Tosetto ha previsto nel P.R.G. - Piano Re- golatore Generale la possibilità che lo spazio dell’ex-scuole Locatelli possa essere venduto. Perciò potremmo venderne una quota per pagare l’acquisto della parte rimanente di Casa Pattaro ed in più spostare qualche servizio pubblico (esempio: la Sede dei Vigili Urbani e la Posta) in questo nuovo edificio e riqualificare la zona.”. Se proprio non ci sono alternative, e non si riescono a trovare circa 300.000€ per comprare la parte rimanente di Casa Pattaro, non resta altro da fare che optare per questa alternativa, e non perdere anche il finanziamento statale per la sua ristrutturazione.

Commento Ciò che appare da questa vicenda è che negli ultimi 10 anni, la politica di Trebasele- ghe non ha avuto un’ottica rivolta al futuro. Sono state prese decisioni senza pensa-

re al prossimo passo da fare, andando alla cieca e spesso facendo scelte insensate.

Perché acquistare una casa vecchia da ristrutturare quando con 1 milione di euro

avresti potuto ristrutturare un edificio che hai già e quindi renderlo utilizzabile? Se i lavori di ristrutturazione delle ex-scuole Locatelli fossero partiti nel 2004, ora le potremmo utilizzare e potremmo sfruttare la vicinanza dell’edificio della biblioteca comunale, ipotizzando un possibile allargamento in futuro, se ci fosse stato bisogno

di nuovo spazio per le associazioni o per la nostra rifornita biblioteca.

per le associazioni o per la nostra rifornita biblioteca. LO SAPEVATE ? N e l l’

LO SAPEVATE ? N e l l’ u l ti m o c o n s ig l io comunale, l’opposizione ‘Trebaseleghe Oggi’ + 1

consiglieri su 24)

avrebbero dovuto mandare a casa Lamon. Motivazione: informazioni nascoste sulle Locatelli. Peccato che fossero scritte nell’ultima delibera…

(8

Lamon. Motivazione: informazioni nascoste sulle Locatelli. Peccato che fossero scritte nell’ultima delibera… (8

Alessio Fiume

 

PARTITO DEMOCRATICO & CO.

4

TESSERAMENTO La differenza la fai TU! Campagna tesseramento Partito Democratico "Ci rivolgiamo a tutti coloro che pensano sia necessaria un'alternativa riformista in questo Paese. Lo facciamo con la convin- zione che il Partito Democratico rappre- senti l'unica alternativa alla destra e a Berlusconi". Con queste parole il segreta-

RACCOLTA DI FIRME -“SALVA L’ITALIA” Perché firmare? Perché la 1° manovra del Governo Berlusconi è

RACCOLTA DI FIRME -“SALVA L’ITALIA” Perché firmare? Perché la 1° manovra del Governo Berlusconi è la manovra:

degli slogan: Robin Hood Tax di cui i petrolieri si sono già rifatti sui cittadini, Social Card (che prevede solo sconti del 10% su alcuni beni)

-

- depressiva: nessun investimento

- delle irregolarità: fermata la lotta all’evazione e al lavoro nero

delle promesse mancate: nessun aiuto per salari, stipendi e pensio- ni. Inflazione programmata all’1,7% quando è al 3,8%

-

rio del PD Walter Veltroni ha presentato il 27 luglio a Roma la prima campagna di tesseramento del Partito democratico. La tessera riproduce semplicemente il lo- go del Pd, con a fianco la scritta 2008 -

- delle tasse: che aumenteranno fino al 2013

- anti-precari: perché anche loro sono una minaccia

- contro i lavoratori: nessuna sanzione se i datori non rispettano la

giornata di riposo settimanale. Soppressione dell’obbligo di comunicare l’assunzione il giorno prima dell’inizio del lavoro. Brunetta contro tutti,

2009.

La tessera sarà valida per il 2008-

anche i dipendenti statali onesti e i donatori di sangue!

2009.

La quota minima d'iscrizione è di

- dei tagli: sicurezza, enti locali, sanità, istruzione

di tutto di più.

15€. Il 20% del contributo rimarrà al circolo

- contro i consumatori: NO alla class action

del tuo comune. La tessera è individuale, recante la firma e potrà essere ritirata solo presso il circolo territoriale. Per informazioni contatta i coordi- natori del tuo cir- colo.

essere ritirata solo presso il circolo territoriale. Per informazioni contatta i coordi- natori del tuo cir-

contro l’ambiente: fino a 2,5 miliardi di tagli per fonti rinnovabili, co- me denunciato da Wwf e Legambiente. Tra cui:

-

tagliati 150mil. per riforestazione, 45mil demolizione ecomostri, 4 mil aree marine protette, 12mil per monitoraggio rischio sismico.

- contro i trasporti pubblici: tagli a ferrovie e trasporti locali

- contro internet: sparito il fondo per la diffusione della banda larga

- contro la giustizia

Firma online o presso il tuo circolo negli appuntamenti organizzati!

PROSSIMI APPUNTAMENTI

Giovedì 25 SETTEMBRE ore 20.30: Pizza Giovani Democratici dell’Alta Padovana alle ore 20.30 presso la pizzeria Marechiaro di Cittadella.

Domenica 5 OTTOBRE ore 10.30: ASSEMBLEA PUBBLICA a Trebaseleghe presso La Sala della Biblioteca Comunale

Tema “Federalismo: Fiscalità ed Enti Locali”. Siete tutti invitati! Relatori: Dino Scantamburlo (capogruppo PD in consiglio provinciale), Franco Frigo (consigliere regionale),

e il senatore Marco Stradiotto.

Nell’occasione si raccoglieranno le firme per la petizione “Salva l’Italia”, verranno fornite informazioni sul

tesseramento e chi vuole potrà ritirare la tessera del PD valida per il 2008-2009.

Hanno collaborato a questo numero: Claudio Bastarolo (segretario PD Piombino Dese) Alessio Fiume (segretario PD
Hanno collaborato a questo numero:
Claudio Bastarolo
(segretario PD Piombino Dese)
Alessio Fiume
(segretario PD Trebaseleghe)
Diego Sambataro
Marcello Zorzi
Contatti
Email: Info@pdtrebaseleghe.org
Sito: http://www.pdtrebaseleghe.org
http://www.partitodemocraticopadova.it

Sabato 11 OTTOBRE: Iniziativa dei Giovani Democratici a Camposampiero

Venerdì 17 — Sabato 18 OTTOBRE: Primarie dei Giovani Democratici 14-29 anni

SABATO 25 OTTOBRE: Manifestazione Nazionale del PD a Roma

Il Partito Democratico di Padova organizza vari pullman per partecipare alla

manifestazione che inizierà a Roma alle ore 9.30. Se volete ricevere maggiori informazioni contattateci o visitate i siti internet segnalati qui a lato.