You are on page 1of 3

Siamo gi arrivati a Litha, il giorno pi lungo e la notte pi corta dellanno.

La Dea incinta di un Figlio, e il Dio Sole nel pieno della sua virilit. Questo il picco dellanno solare e il Sole al culmine della sua potenza vivificante. La terra piena di fertilit e questo un momento di gioia e di festa, di espansivit, di amore e degli obiettivi raggiunti o quasi.

Eppure questo momento culminante il sussurro e la promessa di un ritorno al buio. Quindi noi sappiamo che mentre la luce raggiunge il suo picco anche il momento in cui il potere del sole comincia a calare. Dora in poi le giornate si accorciano e le notti si allungano fino a raggiungere il solstizio invernale e a completare il cerchio della Ruota dell anno. In questo momento il Dio, raffigurato come il Re Quercia , ricco di abbondanza, ma in questo momento che inizia a cedere il passo al suo fratello gemello, il Re Agrifoglio, e inizia la discesa. Ma prima di salutare il ritorno al lato oscuro dell anno, siamo coscenti di questo culmine di potere della ruota che gira e festeggiamo! Tradizioni e simboli legati al solstizio destate o Litha Il Fal

La tradizione vuole che le persone festeggino e veglino tutta la notte per poter salutare lalba del solstizio e accedano grandi fal per simboleggiare la potenza e la forza del sole. Questi fal venivano accesi in luoghi ritenuti sacri e la legna per comporre la pira preferibilmente di quercia. Nelle nostre campagne i riti dei fuochi sono continuati ad esistere nonostante lavanzata del cristianesimo e ai giorni nostri si stanno riscoprendo sempre di pi e sono legati alla mitica notte di San Giovanni ( che viene tra il 23 e il 24 giugno poco dopo le feste pagane). In questo articolo di cui vi riporto il link http://www.torano.eu/wp/502/ spiega molto bene alcune tradizioni legate al fal. La quercia

Albero di culto ha sempre svolto un ruolo importante nella festa di mezza estate e gli alberi vicino ai pozzi e alle fontane venivano decorati con

stoffe colorate. Il Re Quercia che ha governato questa parte dellanno rappresenta la forza, il coraggio e la resistenza, e la quercia sempre stata particolarmente significativa a Litha. Il nome celtico per Quercia Duir che significa porta ; stiamo attraversando la soglia, entrando nella seconda parte scura dellanno. Vischio Pianta sacra per eccellenza , tradizionalmente figlia del fulmine, anche se viene pi spesso associato al sabbat di Yule veniva raccolto e bruciato nel fuoco per propiziare la fortuna e tener lontano gli spiriti maligni che causavano dissapori e malattie Fiori e piante Tante sono le piante e i fiori che vengono abbinati a questa magica notte o alla notte di San Giovanni, e cambiano leggermente di luogo in luogo , chi ne citer solo alcuni. Lartemisia, larnica ; le bacche rosso fuoco del ribes ; la verbena, della quale credenza diffusa che, colta a mezzanotte della vigilia di San Giovanni, costituisca uninfallibile protezione contro i fulmini, ed conosciuta in Bretagna come erba della croce, perch si ritiene che protegga chi la porta con s da qualsiasi male ed anche come erba della doppia vista perch il berne un infuso facilita la visione di realt altrimenti nascoste, lerica , liperico famoso per il suo potere di tener lontano streghe e diavoli ed anche laglio che si carica di potere magico solo se raccolto in queste notti
strega1981.altervista.org