Sie sind auf Seite 1von 42

GTSL TMSG

Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
1/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Tecnologia Meccanica
Tecnologia Meccanica
Universit Universit di Bergamo di Bergamo
Facolt Facolt di Ingegneria di Ingegneria
Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale
Anno Accademico 2010-2011
ESERCITAZIONE
Fonderia
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
2/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
STRUTTURA ESERCITAZIONE:
- Richiami di Fonderia
- Dimensionamento del modello
- Dimensionamento sistema di alimentazione
- Dimensionamento del sistema di colata
Tecnologia Meccanica
Tecnologia Meccanica
Universit Universit di Bergamo di Bergamo
Facolt Facolt di Ingegneria di Ingegneria
Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale
Anno Accademico 2010-2011
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
3/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Si tratta di progettare:
il modello
la forma (in terra) pronta per la colata (riempimento e
alimentazione)di un particolare meccanico, fornite le
caratteristiche del materiale ed il disegno del prodotto
finito rispettando
la fattibilit del prodotto stesso,
lestraibilit del modello dalla forma,
la necessit di realizzare sottosquadri o fori passanti
la necessit di progettare le anime e di dimensionare
le portate danima.
Progettazione ciclo di fonderia
Richiami di fonderia
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
4/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Riepilogo delle problematiche
Sottosquadri Sottosquadri
Anime e portate danima Fori Fori
Filtri - Trappole - Sfiati
Riduzione tensioni
Aumento resistenza forma
Estraibilit del modello dalla forma
Lavorazioni successive
Formazione di cricche a caldo
Cavit di ritiro
Alimentazione Alimentazione
Dimensionamento
Spinta metallostatica
Canale e attacchi di colata Canale e attacchi di colata
Altri elementi
Scomposizione in pi Scomposizione in pi parti parti
Raccordi Raccordi
Angoli di spoglia Angoli di spoglia
Sovrametallo Sovrametallo
Aspetti geometrici geometrici del
modello e sua
realizzabilit realizzabilit
Attenzione alle variazioni di spessore
Raccordi - Dimensionamento
Tensioni di ritiro
Materozze - Dimensionamento
Raffreddatori
Ritiro Ritiro
Fenomeni che hanno
luogo durante
la fase di raffreddamento la fase di raffreddamento
in fase liquida e solida in fase liquida e solida
Richiami di fonderia
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
5/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Il materiale versato nella cavit della forma, una volta solidificato e
raffreddato completamente, presenter un volume minore di quello che
aveva al momento della colata. Per compensare questa contrazione
volumetrica si aumentano le dimensioni del modello (rispetto a quelle del
pezzo) di una quantit pari al ritiro previsto.
Ritiro
Valori medi di ritiro lineare (UNI 473) Valori medi di ritiro lineare (UNI 473)
Richiami di fonderia
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
6/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Generalmente un pezzo realizzato per fusione presenta sia un grado di finitura
superficiale piuttosto scarso sia errori dimensionali e di forma. Risulta quindi necessario
disporre, su dette superficie di un opportuno sovrametallo. Quindi il modello presenter,
rispetto al pezzo finito, dimensioni maggiori (se le quote sono relative a superficie
esterne) e minori (se le quote sono relative a fori o, in generale, a superficie interne) di
una quantit pari al sovrametallo previsto.
Sovrametallo
Valori indicativi del sovrametallo (in mm) per getti in acciaio Valori indicativi del sovrametallo (in mm) per getti in acciaio
realizzati mediante fusione in terra. realizzati mediante fusione in terra.
Richiami di fonderia
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
7/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Sovrametallo
Valori indicativi del sovrametallo (in Valori indicativi del sovrametallo (in mm mm) per getti in ghisa ) per getti in ghisa
realizzati mediante fusione in terra. realizzati mediante fusione in terra.
Richiami di fonderia
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
8/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Disegno del Prodotto
Ghisa grigia
Richiami di fonderia
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
9/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Modello
Sovrametallo su tutte le superfici: 3 mm
Ritiro: 1 %
Angolo di sformo: 2
Richiami di fonderia
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
10/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
1 Piano di divisione delle staffe
Sformo
Sformo
Pds
Richiami di fonderia
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
11/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
2 Sovrametallo Ritiro Sformi
Il sovrametallo pu essere aggiunto o sottratto a seconda che si tratti di
superfici interne o esterne: dipende dal caso specifico
Il ritiro va sempre aggiunto
Gli sformi sono diversi fra superfici interne ed esterne
Per la realizzazione di fori o cavit interne si utilizzano le anime
Richiami di fonderia
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
12/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
36
26
10
97
65
47
14
24
67
36.3 +3 +3 + 0.3 30
26.2 +3 +3 + 0.2 20
10.1 +3 -3 + 0.1 10
96.9 +3 +3 + 0.9 Dia. 90
64.7 -3 -3 + 0.7 Dia. 70
46.4 +3 +3 + 0.4 Dia. 40
14.2 -3 -3 + 0.2 Dia. 20
24.3 -3 -3 + 0.3 Dia. 30
66.6 +3 +3 + 0.6 Dia. 60
Modello Sovram. Rit. Dim.
Richiami di fonderia
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
13/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
3 Realizzazione foro
Per realizzare un foro necessario mettere nella cavit realizzata dal modello
nella forma in terra, un un anima anima che rappresenta il foro stesso. Questo significa
che il modello modello pieno come se il foro non ci fosse pieno come se il foro non ci fosse. Devono per essere
previste delle portate d portate d anima anima che hanno lo scopo di sostenere lanima una
volta inserita nella forma.
Passi:
1) Dimensionare il foro tenendo
conto di ritiri e sovrametalli
2) Dimensionare le portate danima
3) Aggiungere le portate danima al
modello
4) Disegnare lanima
Richiami di fonderia
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
14/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
36 36.3 +3 +3 + 0.3 30
26 26.2 +3 +3 + 0.2 20
14 14.2 -3 -3 + 0.2 Dia. 20
24 24.3 -3 -3 + 0.3 Dia. 30
Anima Sovram. Rit. Dim.
Abbiamo gi visto le quote relative al pezzo che riportiamo
Portate
danima
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
15/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Modello finale
Raccordo pari al
sovrametallo
Raccordo da
tabella
Portata danima
Portata danima
Semimodello
superiore
Semimodello
inferiore
Richiami di fonderia
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
16/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Modello e anima tridimensionali
Semimodello
superiore
Semimodello
inferiore
Anima
Richiami di fonderia
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
17/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Forma allestita
Richiami di fonderia
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
18/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Grezzo di fonderia
Richiami di fonderia
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
19/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Esercitazione 25 marzo 2010
Allievi Meccanici
Universit degli Studi di Bergamo Facolt di Ingegneria
Tema
Si studi la realizzazione del componente descritto nel disegno,
ottenuto mediane fusione in terra e modello in legno
Dati del problema
Acciaio per getti (FeG520)
Peso specifico: 7.8 g/cm
3
F
A
C

S
I
M
I
L
E
T
E
M
A

D

E
S
A
M
E
Dimensionamento del modello
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
20/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Disegno del Prodotto
Dimensionamento del modello
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
21/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Si richiede: Si richiede:
Il progetto di massima del modello (scelta del piano di divisione delle
staffe, angoli di spoglia, raggi di raccordo) e dellanima (con relative
portate danima).
Si preveda un opportuno sovrametallo (uguale su tutte le superfici) per
permettere la successiva lavorazione del componente alle macchine
utensili.
Il dimensionamento e il posizionamento delle materozze e del canale
di colata.
La scelta delle staffe (dimensioni secondo le tabelle UNI allegate).
Il calcolo della spinta metallostatica.
N.B. E richiesto un disegno qualitativo (quotato) del modello e
dellanima in cui, oltre al piano di divisione delle staffe, siano
indicati gli angoli di spoglia, i raggi di raccordo e le portate
danima.
Dimensionamento del modello
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
22/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Grezzo
Dimensionamento del modello
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
23/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Grezzo
Acciaio per getti (FeG520)
Valori medi di ritiro lineare (UNI 473) Valori medi di ritiro lineare (UNI 473)
Dimensionamento del modello
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
24/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Scelta del piano di divisione delle staffe
- Evitare sottosquadri
- Omogeneit del materiale
- Mantenimento superfici cilindriche
- Rendere agevoli le operazioni di formatura
- Rispettare i vincoli impiantistici
Dimensionamento del modello
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
25/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Disegno e dimensionamento del modello
Ritiro
Sovrametallo
Angoli di spoglia
Raggi di raccordo
Portate danima
Dimensionamento del modello
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
26/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Disegno e dimensionamento del modello
Dimensionamento del modello
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
27/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Disegno e dimensionamento del modello
D
i
m
e
n
s
i
o
n
a
m
e
n
t
o

d
e
l

m
o
d
e
l
l
o

GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
28/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Disegno e dimensionamento del modello
Ritiro = 1.8 %
Sovrametallo = 4-5 mm
Dimensionamento del modello
35 35.45 10 0.45 25
61 60.9 10 0.9 50
112 111.8 10 1.8 100
143 142.7 -10 2.7 150
112 111.8 10 1.8 100
397 397.2 -10 7.2 400
519 519 10 9 500
Quota arrotondata
[mm]
Quota modello
[mm]
Sovrametallo
[mm]
Ritiro
[mm]
Quota pezzo
[mm]
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
29/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Disegno e dimensionamento del modello
Angoli di spoglia = 2- 3
Raggi di raccordo
Angoli 10 15 mm
Spigoli pari al sovrametallo
Portate danima - non presenti
Dimensionamento del modello
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
30/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Disegno quotato
Disegno quotato
Dimensionamento del modello
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
31/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Dimensionamento delle staffe
Vedi Tabelle Vedi Tabelle
Questa operazione pu essere svolta in questa
fase ma richieder una verifica una volta
dimensionate le materozze
Dimensionamento del modello
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
32/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Dimensionare il sistema di alimentazione per il grezzo in figura.
In particolare determinare: In particolare determinare:
1) Numero
2) Posizione
3) Dimensioni
degli alimentatori (compresi di colletto) che si riterr opportuno introdurre
affinch il getto si presenti privo di difetti, ovvero:
- senza cavit di ritiro
- senza porosit
Dimensionamento del sistema di alimentazione
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
33/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Acciaio per getti (FeG520)
Dimensionamento del sistema di alimentazione
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
34/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Moduli termici
M1: barra
=
+ +

= =
2 2 2
2 2
1
4 4 / ) ( 2
4 / ) (
s d D dh Dh
h d D
Superficie
Volume
M

Scomponiamo il grezzo in geometrie elementari:


Dimensionamento del sistema di alimentazione
=
+ +

=
2 2 2
2 2
35 4 4 / ) 397 519 ( 2 61 397 61 519
4 / 61 ) 397 519 (

mm 47 . 15 =
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
35/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
M2: barra M2: barra
mm
Superficie
Volume
M 75 . 8
143 35 4
143 35
2
2
=

= =
mm
s
D
H D
H
D
M 35 . 20
35 4
4
112
2 112 112
112
4
112
4
4
2
4
2
2
2
2
2
2
3
=
+
=
+
=

M3: cilindro M3: cilindro


Dimensionamento del sistema di alimentazione
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
36/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
- Una materozza centrale
- N sulla corona circolare
Da cosa dipende N N ?
distanza di alimentazione
Solidificazione direzionale
8.75
15.47 20.35
Dimensionamento del sistema di alimentazione
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
37/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
In prima approssimazione, considerata la simmetria del
grezzo, prendiamo N=4
X
X
X
X
X
Dimensionamento del sistema di alimentazione
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
38/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Materozza 1
Il modulo da proteggere risulta pari a M
1
=15.47 mm
Di conseguenza il modulo della materozza1 vale M
m
=1.2 M
1
=18.56 mm
Selezioniamo una materozza circolare con diametro D=100 mm
Dovendo essere M
m
=V
m
/S
m
otteniamo
h
h
V
m
=

= 7854
4
100
2

mm h h S
m
+ = + = 314 7854 100
4
100
2

mm
Da cui h= 72.04 mm
Dimensionamento del sistema di alimentazione
M
1
=15.47 M
2
=8.75
M
3
=20.35
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
39/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Collare
coibentato
Dimensioni
collare
H
sup
=125 mm
H
sup
=125-30.5-18= 76.5 mm
axb=630x630 oppure axb=630x800
Materozza 1 collare Materozza 1 collare
L (mm) d (mm) Dm(mm)
(0.18*100)=18 (0.40*100)= 40 100
Dimensionamento del sistema di alimentazione
Materozza 1
Dimensionamento del
collare
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
40/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Materozza 3
Il modulo da proteggere risulta pari a M
3
=20.35 mm
Di conseguenza il modulo della materozza1 vale M
m
=1.2 M
3
=24.42 mm
Selezioniamo una materozza circolare con diametro D=120 mm
Dovendo essere M
m
=V
m
/S
m
otteniamo
h
h
V
m
=

= 11310
4
120
2

mm
h h S
m
+ = + = 377 11310 120
4
120
2

mm
Da cui h= 131. 42 mm
Dimensionamento del sistema di alimentazione
M
1
=15.47 M
2
=8.75
M
3
=20.35
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
41/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Collare
coibentato
Dimensioni
collare
H
sup
=125-56-22= 47 mm oppure
H
sup
=160-56-22= 82 mm oppure
axb=630x630 oppure axb=630x800
Aumento D
m
Materozza 3 collare Materozza 3 collare
L (mm) d (mm) Dm(mm)
(0.18*120)=22 (0.40*120)= 48 120
Dimensionamento del sistema di alimentazione
Materozza 3
Dimensionamento del
collare
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
42/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Supponiamo di aumentare il D
m
Dimensionamento del sistema di alimentazione
Primo caso
Selezioniamo una materozza circolare con diametro D=140 mm
Dovendo essere Mm=Vm/Sm otteniamo
h
h
V
m
=

= 15394
4
140
2

h h S
m
+ = + = 440 15394 140
4
140
2

Da cui h= 80.84 mm
Sapendo che M
m
=1.2 M3=24.42 mm
Dimensioni
collare
Materozza 3 collare Materozza 3 collare
L (mm) d (mm) Dm(mm)
(0.18*140)=25 (0.40*140)= 56 140
axb=630x630 oppure axb=630x800
H
sup
=125-56-25= 44 mm
H
sup
=160-56-25= 79 mm
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
43/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Supponiamo di aumentare il D
m
Dimensionamento del sistema di alimentazione
Primo caso
Selezioniamo una materozza circolare con diametro D=160 mm
Dovendo essere Mm=Vm/Sm otteniamo
h
h
V
m
=

= 20106
4
160
2

h h S
m
+ = + = 503 20106 160
4
160
2

Da cui h= 62.73 mm
Sapendo che M
m
=1.2 M3=24.42 mm
Dimensioni
collare
Materozza 3 collare Materozza 3 collare
L (mm) d (mm) Dm(mm)
(0.18*160)=29 (0.40*160)= 64 160
axb=630x630 oppure axb=630x800
H
sup
=125-56-29= 40 mm
H
sup
=160-56-29= 75 mm
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
44/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Collare
coibentato
Dimensioni
collare
H
sup
=160 mm
H
sup
=160-30.5-18= 111.5 mm
axb=630x630 oppure axb=630x800
Materozza 1 collare Materozza 1 collare
L (mm) d (mm) Dm(mm)
(0.18*100)=18 (0.40*100)= 40 100
Dimensionamento del sistema di alimentazione
Materozza 1
Dimensionamento del
collare
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
45/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
1
6
0
Dimensionamento del sistema di alimentazione
100 140
7
9
1
1
1
.
5
112
1
1
2
143 61
6
1
3
5
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
46/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Verifica distanza di alimentazione
Si individuano tre tratti da alimentare:
corona circolare
quattro razze
perno centrale (per la materozza centrale in primis)
Dimensionamento del sistema di alimentazione
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
47/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Corona
S (mm) Dmat Esito
61 100 (

*458-4*Dmat)/8= 130 3.5*S= 214 OK


Distanza DA alimentare Distanza di alimentazione
Distanza di alimentazione >= Distanza da alimentare OK
Dimensionamento del sistema di alimentazione
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
48/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Razze
7 x s
S (mm) Dmat Esito
35 100 - 140 229-50-70 = 109 3.5*2*S= 245 OK
Distanza DA alimentare Distanza di alimentazione
Dimensionamento del sistema di alimentazione
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
49/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Mozzo
S (mm)
Distanza da
alimentare
(mm)
Esito
112 112 3.5*S+2.5*S 672 ok
Distanza di
alimentazione
(mm)
Dimensionamento del sistema di alimentazione
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
50/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Resa della materozza
Volume della cavit di ritiro
Volume massimo
alimentabile dalla materozza
Clindrica o ovale
Emisferica o sferica
b = coeff. di ritiro volumetrico
) / ) 20 ((
) / ) 14 ((
) (
100
max
max
b b V V
b b V V
V V
b
V
m
m
m p r
=
=
+ =
Dimensionamento del sistema di alimentazione
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
51/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Resa della materozza
3
2
3 max
3
1 max
3
2
1 max
max
8242527 ) 8 . 1 / ) 8 . 1 14 ((
4
79 140
1483857
4
5935428
5935428 ) 8 . 1 / ) 8 . 1 14 ((
4
5 . 111 100
) 8 . 1 / ) 8 . 1 14 ((
mm V
mm V
mm V
V V
m
=

=
= =
=

=
=

Dimensionamento del sistema di alimentazione


GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
52/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Materozza 1: diagramma Caine
Utilizzeremo materozze non coibentate.
I coefficienti dellEq. di Caine valgono:
1 1.1 1.2 1.3 1.4 1.5 1.6
0
0.1
0.2
0.3
0.4
0.5
0.6
0.7
0.8
0.9
1
x
y
c
b y
a
x +

=
1
03 . 0
1
1 . 0
03 . 0
1 . 0
=
+

= =
=
c
x
y b
a
Area pezzi sani
Dimensionamento del sistema di alimentazione
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
53/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Materozza 1: curve isodelta
( ) ( )
3
2
3
3
3
2
3 3
1 4
884000
5 . 12
4
1 4
4
x y x
V
M
y
p
p

+
=
+
=
( )
3
1
3
2 2
1
884000
4
3534000
4
3534000
4
50 400 500
mm
V
mm V = = =

=
p m
V V Y / = Posto e ed esprimendo anche
m
V
in funzione del rapporto
p m
M M X / =
D H / =
3
kX Y =
2
3
3
) 4 1 (
4
+
=
p
p
V
M
k
Dimensionamento del sistema di alimentazione
M
1
=15.47 M
2
=8.75
M
3
=20.35
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
54/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
1 1.1 1.2 1.3 1.4 1.5 1.6
0
0.1
0.2
0.3
0.4
0.5
0.6
0.7
0.8
0.9
1
x
y
delta=0.5
delta=1
delta=1.5
36 . 0 03 . 0
1 3 . 1
1 . 0
+

y
Scegliamo un rapporto x=1.3
Dimensionamento del sistema di alimentazione
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
55/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Delta y Vm (mm
3
)=y*Vp
Mp (mm) 12.5 0.5 0.41 363977
Vp (mm
3
) 883573 1.0 0.48 421269
x 1.3 1.5 0.58 513762
Materozza 1
1 1.1 1.2 1.3 1.4 1.5 1.6
0
0.1
0.2
0.3
0.4
0.5
0.6
0.7
0.8
0.9
1
x
y
delta=0.5
delta=1
delta=1.5
Il volume della materozza vale:
(in funzione del volume da
proteggere)
Dimensionamento del sistema di alimentazione
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
56/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
3
3 2
4
4 4

m
m
V
D D H D V
D H
= = =
=
Le dimensioni della materozza valgono:
Delta y Vm (mm
3
)=y*Vp Dm (mm) Hm(mm)
Mp (mm) 12.5 0.5 0.41 363977 97.5 48.8
Vp (mm
3
) 883573 1.0 0.48 421269 81.3 81.3
x 1.3 1.5 0.58 513762 75.8 113.8
Materozza 1
Scegliamo delle materozze cilindriche con dimensioni standard:
Dimensionamento del sistema di alimentazione
115 75
80 80
50 100
Hm (mm) Dm (mm)
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
57/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Materozza 1: dimensionamento collare
collare
coibentato
dimensioni
collare
Dm (mm) Hm(mm) d (mm) L (mm)
100 50 40 18
80 80 32 14
75 115 30 14
Materozza 1 collare
Dimensionamento del sistema di alimentazione
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
58/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Materozza 3
Il modulo da proteggere risulta pari a M
3
=20.35 mm
Di conseguenza il modulo della materozza1 vale M
m
=1.2 M
3
=24.42 mm
Selezioniamo una materozza circolare con diametro D=120 mm
Dovendo essere M
m
=V
m
/S
m
otteniamo
h
h
V
m
=

= 11310
4
120
2

mm
h h S
m
+ = + = 377 11310 120
4
120
2

mm
Da cui h= 131. 42 mm
Dimensionamento del sistema di alimentazione
M
1
=15.47 M
2
=8.75
M
3
=20.35
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
59/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Materozza 3: diagramma Caine
Iniziamo con lipotizzare materozze non coibentate.
I coefficienti dellEq. di Caine valgono:
1 1.1 1.2 1.3 1.4 1.5 1.6
0
0.1
0.2
0.3
0.4
0.5
0.6
0.7
0.8
0.9
1
x
y
1
03 . 0
1
1 . 0
03 . 0
1 . 0
=
+

= =
=
c
x
y b
a
Area pezzi sani
c
b y
a
x +

=
Dimensionamento del sistema di alimentazione
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
60/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Materozza 3: curve isodelta
( ) ( )
3
2
3
3
3
2
3 3
1 4
785000
5 . 17
4
1 4
4
x y x
V
M
y
p
p

+
=
+
=
3
2
3
785000
4
100 100
mm V =

=

p m
V V Y / = Posto e ed esprimendo anche
m
V
in funzione del rapporto
p m
M M X / =
D H / =
3
kX Y =
2
3
3
) 4 1 (
4
+
=
p
p
V
M
k
Dimensionamento del sistema di alimentazione
M
1
=15.47 M
2
=8.75
M
3
=20.35
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
61/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
53 . 0 03 . 0
1 2 . 1
1 . 0
+

y
Scegliamo un rapporto x=1.2
1 1.1 1.2 1.3 1.4 1.5 1.6
0
0.2
0.4
0.6
0.8
1
1.2
1.4
1.6
1.8
2
x
y
delta=0.5
delta=1
delta=1.5
Dimensionamento del sistema di alimentazione
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
62/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Il volume della materozza vale:
(in funzione del volume da
proteggere)
1 1.1 1.2 1.3 1.4 1.5 1.6
0
0.2
0.4
0.6
0.8
1
1.2
1.4
1.6
1.8
2
x
y
delta=0.5
delta=1
delta=1.5
Delta y Vm (mm
3
)=y*Vp
Mp (mm) 17.5 0.5 1.00 785546
Vp (mm
3
) 785398 1.0 1.16 909197
x 1.2 1.5 1.41 1108816
Materozza 3
Dimensionamento del sistema di alimentazione
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
63/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
3
3 2
4
4 4

m
m
V
D D H D V
D H
= = =
=
Le dimensioni della materozza valgono:
Scegliamo delle materozze cilindriche con dimensioni standard:
Delta y Vm (cm
3
)=y*Vp Dm (mm) Hm(mm)
Mp (mm) 17.5 0.5 1.00 785546 126 63
Vp (mm
3
) 785398 1.0 1.16 909197 105 105
x 1.2 1.5 1.41 1108816 98 147
Materozza 3
Dm (mm) Hm(mm)
120 60
100 100
95 15
Dimensionamento del sistema di alimentazione
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
64/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Materozza 3: dimensionamento collare
collare
coibentato
dimensioni
collare
Dm (mm) Hm(mm) d (mm) L (mm)
120 60 48 22
100 100 40 18
95 145 38 17
Materozza 3 collare
Dimensionamento del sistema di alimentazione
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
65/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Dimensionare il sistema di colata per il grezzo in figura.
In particolare determinare:
- numero
- posizione
- dimensioni
del canale di colata, canale di distribuzione e attacchi di
colata.
Dimensionamento del sistema di colata
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
66/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Grezzo
Dimensionamento del sistema di colata
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
67/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Grezzo
Acciaio per getti (FeG520)
Dimensionamento del sistema di colata
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
68/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Volume del getto
V V
1 1
: :
Scomponiamo il getto in geometrie elementari:
( )
3
2 2
5353959
4
61 397 519
mm =

=

1 2 3
Dimensionamento del sistema di colata
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
69/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
V V
2 2
: :
V V
3 3
: :
3
2
3
785
4
10 10
cm V =

=

( )
3 2
2
375 4 15 5 . 2 cm V = =
V V
M1 M1
: 4 materozze : 4 materozze
V V
M3 M3
: 1 materozza : 1 materozza
Dm (mm) Hm(mm)
Materozza 1 100 112
Materozza 3 140 79
3
2
1
3502876 4
4
5 . 111 100
mm V
M
=

=

3
2
3
1216111
4
79 140
mm V
M
=

=

V
getto
: 5353959+700700+1103428+3502876+1216111=11877074 mm
3
Dimensionamento del sistema di colata
3
2
1103428
4
112 112
mm =

=

( )
3 2
700700 4 143 35 mm = =
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
70/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Dimensionamento sezioni caratteristiche
Occorre determinare larea della sezione di strozzatura
(sezione minima)
Imponiamo un bilancio di massa :
v S
t
V
S
r
=
Dove:
V =volume del metallo
t
r
= tempo di riempimento (s)
S
S
= area (complessiva) sezione di strozzatura
v = velocit metallo nella sezione di strozzatura

=
A
C
S
S
S
S
Sistema non pressurizzato
Sistema pressurizzato
Dimensionamento del sistema di colata
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
71/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Vincoli temporali
Il tempo di riempimento deve essere minore:
del tempo di inizio solidificazione t
s
delle parti sottili del getto
del tempo di esposizione massimo t
c
allirraggiamento da parte della
forma
71 . 1
s k t
S s
=
Il valore di t
s
pu essere calcolato mediante una di queste formule
sperimentali:
Dove:
s = spessore della zona pi sottile [cm]
k
s
= costante empirica da tabella
Dove:
M = Modulo si solidificazione [cm]
k
M
= costante empirica da tabella
71 . 1
M k t
M s
=
Dimensionamento del sistema di colata
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
72/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Valori indicativi delle costanti k in funzione della temperatura di surriscaldo per
getti colati in sabbia silicea.
Valori indicativi del tempo critico di esposizione t
c
(s).
Forme in terra (verde)
Forme ed anime
agglomerate con leganti
sintetici
4- 25 s fino a 60 s
k
M
k
S
k
M
k
S
k
M
k
S
k
M
k
S
Acciai 2.0 0.6 8.0 3.0 18.0 6.0 30.0 10.0
Ghise malleabili e
bronzi 3.0 0.9 12.0 3.5 25.0 7.5 45.0 14.0
Ghisa grigia e
sferoidale 4.0 1.3 15.0 5.0 38.0 12.0 65.0 20.0
Surriscaldo
Materiale
50C 100C 150C 200C
Dimensionamento del sistema di colata
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
73/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Vincoli temporali
Il tempo di riempimento deve essere minore:
del tempo di inizio solidificazione t
s
delle parti sottili del getto
del tempo di esposizione massimo t
c
allirraggiamento da parte della
forma
) 150 ]( [ 29 5 . 2 6
) 100 ]( [ 14 5 . 2 3
) 50 ]( [ 3 5 . 2 6 . 0
71 . 1 71 . 1
71 . 1 71 . 1
71 . 1 71 . 1
+ = = =
+ = = =
+ = = =
s s k t
s s k t
s s k t
S s
S s
S s
Il valore di t
s
pu essere calcolato mediante una di queste formule
sperimentali:
Dove:
s = spessore della zona pi sottile [cm]
k
s
= costante empirica da tabella
Dimensionamento del sistema di colata
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
74/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Vincoli temporali
Il tempo di riempimento deve essere minore:
del tempo di inizio solidificazione t
s
delle parti sottili del getto
del tempo di esposizione massimo t
c
allirraggiamento da parte della
forma
Il valore di t
s
pu essere calcolato mediante una di queste formule
sperimentali:
Dove:
M = Modulo si solidificazione [cm]
k
M
= costante empirica da tabella
] [ 21 75 . 1 8
] [ 5 . 12 3 . 1 8
] [ 6 . 3 625 . 0 8
71 . 1 71 . 1
71 . 1 71 . 1
71 . 1 71 . 1
s M k t
s M k t
s M k t
M s
M s
M s
= = =
= = =
= = =
Dimensionamento del sistema di colata
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
75/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Vincoli temporali
Il tempo di riempimento deve essere minore:
del tempo di inizio solidificazione t
s
= 12.5 s
del tempo di esposizione massimo t
c
=14 s
Tempo di riempimento = 10 s
Tempo di riempimento = 10 s
Dimensionamento del sistema di colata
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
76/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Calcolo della portata
V
getto
= 11877074 mm
3
Q= V/t
r
= 11658732/10=1187707 mm
3
/s
Dimensionamento del sistema di colata
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
77/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Velocit di riempimento
H g c v = 2
Dove:
g = 9.8 (m/s
2
)
H = altezza dal pelo libero (m)
c = perdite di carico
h
s m g v / 89 . 0 160 . 0 2 5 . 0 = =
Dimensionamento del sistema di colata
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
78/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Velocit di riempimento
m
H g c v = 2
Dove:
g = 9.8 (m/s
2
)
H
m
= altezza dal pelo libero (m)
c = perdite di carico
2
2
|
|

\
|
+
=
i f
m
h h
H
h
i
h
f
mm H
m
53 . 130
2
160 ) 56 160 (
2
=
|
|

\
|
+
=
s m g v / 8 . 0 131 . 0 2 5 . 0 = =
Dimensionamento del sistema di colata
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
79/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
2
3
1397
/ 850
1187707
mm
s mm
mm
v
Q
S
A
= = =
Sezioni
Rapporto delle sezioni
Sc = canale colata / Sd = canale distributore / Sa=
attacchi
S
c
/ S
d
/ S
a
4 / 3 / 2
2
2794 mm S
C
=
2
2096 mm S
D
=
s m v / 85 . 0
~
) 80 . 0 89 . 0 ( 5 . 0 = + = v media
Dimensionamento del sistema di colata
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
80/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
Dimensioni
Dimensionamento del sistema di colata
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
81/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
La spinta metallostatica
Dove:
g = peso specifico liquido (kg/m
3
)
V
1,2,3
= volume (m
3
)
V
2
V
2
Dimensionamento del sistema di colata
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
82/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
La spinta metallostatica
( ) ( )
3
2 2
1
10971227
4
35 160 397 519
mm V =

=

( ) ( )
3
2
2852850 4 5 . 17 160 143 35 mm V = =
( )
3
2
3
4 . 975351
4
61 160 112
mm V =

=

V
1
V
2
V
3
Altezza staffa: 160 mm
Ipotesi: trascuro materozze
Dimensionamento del sistema di colata
GTSL TMSG
Bergamo
Brescia
GTSL TMSG GTSL TMSG
Bergamo Bergamo
Brescia Brescia
83/84 Tecnologia Meccanica Universit degli Studi di Bergamo Prof. Gianluca DUrso A.A. 10/11
3
3 2 1
4799428 1 mm V V V V = + + =
( ) kg V V V F 115
3 2 1
= + + =
Verso lalto
La staffa superiore pesa:
( )
3
3
8981268 6 4500645 7158087 80640000
2248 2346 160 800 630 2 /
7 . 2
mm
V V V V
dm
kg
materozze pezzo staffa sabbia
sabbia
= =
= = =
(

=
F=186 kg
Verso il basso
186 > 115 OK OK
Dimensioni staffa
Dimensionamento del sistema di colata