Sie sind auf Seite 1von 64

La copertina

Marco Mengoni La mia bella vita senza Facebook


ERNESTO ASSANTE E GIAN LUCA FAVETTO

A richiesta con Repubblica + lEspresso

Le tendenze

Rava on the road Il primo cd inedito

Moda, riparte il risiko degli stilisti


QUIRINO CONTI

NZ
PD-1F

Fondatore Eugenio Scalfari

www.repubblica.it

Direttore Ezio Mauro


(PROV. VE CON LA NUOVA DI VENEZIA E MESTRE 1,20; CON D 1,50)

Anno 38 - N. 247

in Italia 1,60 CON D

sabato 19 ottobre 2013

9 770390 107009

ALVOHXEBbahaajA CHDPDODFDN
31019

SEDE: 00147 ROMA, VIA CRISTOFORO COLOMBO, 90 - TEL. 06/49821, FAX 06/49822923. SPED. ABB. POST., ART. 1, LEGGE 46/04 DEL 27 FEBBRAIO 2004 - ROMA. CONCESSIONARIA DI PUBBLICIT: A. MANZONI & C. MILANO - VIA NERVESA, 21 - TEL. 02/574941. PREZZI DI VENDITA: AUSTRIA, BELGIO, FRANCIA, GERMANIA, GRECIA, IRLANDA, LUSSEMBURGO, MALTA, MONACO P., OLANDA, PORTOGALLO, SLOVENIA, SPAGNA 2,00; CROAZIA KN 15; REGNO UNITO LST 1,80; REPUBBLICA CECA CZK 64; SLOVACCHIA SKK 80/ 2,66; SVIZZERA FR 3,00; UNGHERIA FT 495; U.S.A $ 1,50

Il presidente Bce preoccupato per il giudizio della vigilanza europea sugli istituti di credito. Legge di stabilit, una norma protegger i maxi-investitori

Lanalisi

Banche, la lettera segreta di Draghi


Evitare il rischio recessione. Allarme derivati, fondo di garanzia del Tesoro
Il documento
ALTAN

Quei due ragazzi che dividono la sinistra di Hollande


BERNARDO VALLI

In gioco il destino dei paesi fragili


FEDERICO FUBINI
L MESE scorso, Mario Draghi ha scritto alla Commissione di Bruxelles prendendo precauzioni perch lesistenza stessa della sua lettera restasse un segreto. Solo pochissimi dovevano saperlo, perch liniziativa del presidente della Banca centrale europea tocca il tema oggi pi sensibile per larea euro: come far fronte alle esigenze di capitale delle banche, che potrebbero rivelarsi molto forti, quando lesame della nascente vigilanza europea le avr messe a nudo. SEGUE A PAGINA 3

MILANO Un passaggio del Dl collegato alla legge di stabilit rivela che il Tesoro studia nuove forme di garanzia per gli specialisti che le vendono derivati sul debito. Intanto, il presidente della Bce, Mario Draghi ha scritto alla Commissione di Bruxelles in vista della nascente vigilanza europea esprimendo la necessit di evitare di imporre perdite a chi ha investito in obbligazioni delle banche, almeno per il momento, se ci pu destabilizzare il sistema finanziario in Europa. ANDREA GRECO A PAGINA 2

Il personaggio

Cuperlo lancia la sfida a Renzi Il Pd non un trampolino

Una studentessa in piazza N QUESTE ore due ragazzi, Leonarda e Khachik, una kosovara e un armeno, mettono in crisi il governo socialista, dilaniano la sinistra e turbano tante anime della laica Quinta Repubblica. In Francia, in particolare a Parigi, gli studenti che scendono in piazza per protestare hanno di solito, nellimmediato, lappoggio dei genitori, di quelli conservatori come di quelli progressisti. I quali poi magari, col tempo, ci ripensano e si riappropriano delle idee che per istinto hanno delegato ai figli che sfilano sui boulevards. I motivi di questa spontanea solidariet non sono soltanto quelli familiari. I giovani in agitazione sulle sponde della Senna sono lespressione della scuola: e le scuole sono i templi, le chiese della Rpublique. E quindi vanno rispettate. Lindignazione espressa da liceali e ginnasiali, sotto lo sguardo comprensivo degli adulti, pu sembrare un paradosso. SEGUE A PAGINA 27 ANAIS GINORI A PAGINA 16

Il retroscena

Fassina si dimette ma Letta lo frena


GOFFREDO DE MARCHIS
A LETTERA di dimissioni stata gi firmata e depositata alla presidenza del Consiglio. il segnale di un malessere profondo che non coinvolge solo il viceministro allEconomia Stefano Fassina. Tutto il Pd aspetta risposte pi chiare dalla Legge di Stabilit. Per questo, mentre Enrico Letta, era ancora a Washington, a via XX Settembre hanno lavorato anche la notte per armonizzare la manovra. SEGUE A PAGINA 6

Gianni Cuperlo

LAVINIA RIVARA A PAGINA 9

Pronta la scissione di Scelta Civica, si prepara un gruppo neocentrista. Il Cavaliere ai suoi ministri: se decado il governo salta

Monti accusa i suoi ex: Avete scelto Berlusconi


La storia

Prove tecniche di vecchia Dc


TOMMASO CIRIACO E ALBERTO DARGENIO
PROFUMO di Dc. Fra i banchi del Senato, nei summit segreti dei ministri del Pdl, nei mille convegni organizzati dai cattolici di Scelta Civica per glorificare il Ppe. SEGUE A PAGINA 11

ROMA Scelta Civica va alla scissione con due gruppi autonomi. Monti attacca Mario Mauro e Casini: C chi ha tradito l'ispirazione del partito. Berlusconi intanto avverte: Se mi fanno decadere da senatore butto gi il governo dei miei carnefici usando come pretesto la Legge di Stabilit. DA PAGINA 4 A PAGINA 9

Bufera sul conduttore tv. Cairo: Michele ha fatto il suo lavoro

La Pascale attacca Santoro Scandalosa intervista alla Bonev voglio dieci milioni di danni
LEANDRO PALESTINI ALLE PAGINE 12 E 13

Il caso

Lo sport

SecureDrop, il rifugio dei giornalisti-detective


FEDERICO RAMPINI
LULTIMO dono che Aaron Swartz ha lasciato, leredit di un combattente per la libert dinformazione, per la libert tout court. Suicida a ventisei anni lo scorso gennaio, hacker geniale che rischiava decenni di carcere: Un eroe americano, lo ha definito il blog del Washington Post. Prima di uccidersi, mentre era in attesa di processo, Swartz ha ultimato uno dei suoi progetti pi ambiziosi. SEGUE A PAGINA 27

Lottovolante della Roma schiaccia anche il Napoli


GIANNI MURA
N 2-0 che esalta la Roma ma non deve deprimere il Napoli. La Roma, 8 partite 24 punti, un solo gol incassato e 22 segnati, a questo punto non pu pi nascondersi. Il Napoli assaggia il sapore della prima sconfitta in campionato ed un sapore amaro. Due gol, uno su calcio di punizione che cera e uno su rigore che non cera. NELLO SPORT

Il pm non voleva la verit

Scaglia: vi racconto le mie prigioni ma la giustizia c

RHO A PAGINA 18

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

LE SCELTE DEL GOVERNO ECONOMIA

La manovra

Debito, il giogo delle banche daffari dal Tesoro garanzia in contanti per le maxiperdite sui derivati
LItalia congeler miliardi come hanno fatto Irlanda e Portogallo
ANDREA GRECO
MILANO Il governo studia nuove forme di garanzia per le banche con cui contrae derivati sul debito. Lo si legge in un passaggio del Dl collegato alla legge di stabilit, che va incontro alle pressioni delle banche daffari specialiste in Btp, e crea la cornice legale per immunizzarle dal rischio Italia nelle loro operazioni in derivati. Proposta di una pagina, ma che far muovere miliardi, crea un precedente e illumina gli operatori circa la forza relativa dellemittente sovrano. Secondo fonti del Tesoro la misura unopportunit di mercato, che mette a disposizione un nuovo strumento legale e non verr applicata a nessun contratto in automatico. Lapplicazione insomma sar selettiva e limitata: si citano le emissioni in dollari, da due anni bloccate perch il rischio tassi le rende onerose. Intanto una garanzia in pi per i banchieri, che senza contropartite apparenti po-

Via XX settembre: Unapplicazione limitata e selettiva pu ridurre i costi delle emissioni


Fabrizio Saccomanni

Dalla deducibilit delle perdite alla rivalutazione delle quote Bankitalia gli altri aiuti bancari
tranno - spiega la relazione illustrativa - alleggerire lesposizione creditizia, cos da sostenere meglio i Btp. La modifica riguarda larticolo 5 del Testo unico delle disposizioni sul debito: autorizzata la prestazione di garanzie bilaterali per gestire i rischi derivanti da operazioni in derivati, mediante movimentazione della liquidit sul conto di tesoreria. Cos la relazione: Si ritiene necessario ricorrere alla prestazione di garanzia tramite collateral bilaterale al fine di adeguare la gestione del portafoglio derivati ai nuovi orientamenti regolamenta-

LA BOZZA DEL DECRETO LEGGE


Nel decreto legge recante misure urgenti, collegato alla Finanziaria, il governo scrive allarticolo 5: La prestazione delle garanzie sui derivati pu avvenire mediante movimentazione della liquidit sul conto di tesoreria

ri, favorendo un pi agevole ed economico collocamento dei titoli di Stato grazie allalleggerimento dellesposizione creditizia delle banche. Bisogna fare un passo indietro perch tutti capiscano. Il Tesoro, anche per stabilizzare i flussi delle emissioni a tasso variabile, ha acceso dagli anni 90 derivati per circa 160 miliardi. Come controparti ha le maggiori banche specialiste in Btp: Banca Imi (Intesa Sanpaolo), Bnp Paribas, Citigroup, Credit Suisse, Deutsche Bank, Goldman Sachs, Jp Morgan, Morgan Stanley, Nomura, Rbs, Ubs, Unicredit. Si tratta in gran parte di

swap: contratti in cui lItalia scambia tassi fissi con variabili. Purtroppo la dinamica dei tassi, azzerati nella crisi finanziaria per far fluire il denaro, ha mandato in perdita molti di quei contratti. Da elaborazioni di Repubblica e Financial Times sui soli dati ufficiali, una dozzina di derivati del valore di 31 miliardi, rinnovati nel 2012, generava in giugno 8,1 miliardi di minusvalenze di mercato. Quelle perdite si sarebbero concretizzate a scadenza, o in casi di risoluzione anticipata (come Morgan Stanley che a fine 2011 si fece consegnare 3 miliardi sullun-

ghia). La nuova legge, invece, crea le premesse per congelare quelle perdite con cadenza di breve termine su conti ad hoc, per immunizzare dal rischio di controparte la transazione. In caso lItalia andasse in default, poi, le banche titolari di quelle garanzie le incasserebbero, senza mettersi in coda con i detentori di Btp (in gran parte italiani, essendo in due anni sceso dal 50% al 30% il portafoglio straniero). La legge prevede identiche opposte misure: Anche la controparte bancaria tenuta ad aprire analogo deposito presso la Tesoreria, e versare i collaterali quando

perde. Tuttavia i rating delle banche daffari - ben superiori a quelli dellItalia, ormai a due gradini dal junk - e la prevalenza di perdite per il Tesoro rende lipotesi scolastica. Malgrado le raccomandazioni del Fondo monetario a riguardo, finora nellEurozona solo Portogallo e Irlanda hanno accettato i versamenti bilaterali di garanzie sul debito: due anni fa, poco prima di essere colpiti da gravi crisi sovrane. Il double way credit support annex - questo il nome tecnico del meccanismo - far discutere. Anche perch giunge dopo una serie di altri assist del governo agli istitu-

ti domestici. Tipo la rivalutazione delle quote di Banca dItalia da loro detenute - in realt invendibili quindi ben poco rivalutabili che generer fino a 7 miliardi di plusvalenze nel sistema, e un miliardo di gettito fiscale. O il trattamento delle perdite su crediti, che con la legge di stabilit diventeranno deducibili a fini Irap in cinque anni (contro i 18 attuali), e si stima produrranno sgravi fiscali di 514 milioni per le prime sei banche italiane. O, in prospettiva, la meno iniqua classificazione delle sofferenze, poich se Bankitalia allineasse i criteri a quelli usati altrove

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

PER SAPERNE DI PI www.palazzochigi.it www.ecb.europa.eu

Il retroscena

Lettera segreta di Draghi alla Ue No al giro di vite sui bond bancari


Bce contro la Bundesbank: pericolose le nuove regole europee sui bilanci
(segue dalla prima pagina)

FEDERICO FUBINI
I TRATTA di un tema apparentemente tecnico, ma la sua importanza per interi Paesi sta diventando sempre pi evidente. In questo, a ragione o a torto, lItalia al centro dellattenzione. Il crescendo di tensioni fra autorit finanziarie legato allavvio dellunione bancaria. Circa 150 banche europee stanno per passare al setaccio dei regolatori sotto lombrello della Bce, fra cui 13 italiane: da Unicredit, Intesa Sanpaolo e Mps, al Credito Valtellinese. Il processo partir a inizio 2014 e dovrebbe durare un anno. Dopo il compito di vigilare su quegli istituti andr alla Bce, che dunque prima vuole essere certa che i loro bilanci non nascondano brutte sorprese. Il rischio tutto nel passaggio: se mal gestite, le conseguenze di questa verifica rischiano riportare in recessione intere economie o rendere insostenibile il debito dei Paesi pi fragili. Tutto dipende da come si svolger lanalisi e da come le banche potranno rafforzare il capitale se - o quando - la Bce le obbligher a farlo. Secondo varie persone con una conoscenza diretta, la lettera di Draghi a Bruxelles contiene un messaggio di fondo: bisogna evitare di imporre perdite a chi ha investito in obbligazioni delle banche, almeno per il momento, se ci pu destabilizzare il sistema finanziario in Europa. Non si tratta di un rischio astratto. Lidea che gli istituti di credito si rafforzino semplicemente rinnegando parte dei loro debiti nasce dalla Germania. Sarebbe una cancellazione del valore di certi bond, che cos di fatto andrebbero in insolvenza. La Commissione europea ha fatta propria questa idea in un documento di tre mesi fa, che stabilisce

GUIDA
Mario Draghi, numero uno della Bce

FOTO: REUTERS

in Europa, un terzo delle sofferenze creditizie (141 miliardi) sparirebbe dincanto. Un analogo sentire emana anche dai dossier in tandem tra partecipate pubbliche e creditori, come Ansaldo, Telecom, Alitalia. Salvataggio, questultimo che avrebbe irritato il governatore Ignazio Visco in persona, per la generosit milionaria di Intesa Sanpaolo e Unicredit. Al Tesoro si ritiene che al di l di pulsioni punitive sia ormai improrogabile far ripartire il sistema bancario, perch i risparmi degli italiani tornino agli investimenti delle imprese.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I MERCATI
Qui sopra, unimmagine della Borsa di Francoforte e, in alto a destra, la sede della Commissione Europea a Bruxelles

una regola: prima che una banca in difficolt possa rafforzare il capitale tramite un aiuto di Stato pagato dai contribuenti, devesserci il coinvolgimento (bail-in) dei creditori privati; i pi esposti fra questi, i cosiddetti creditori subordinati, devono rinunciare al rimborso dei bond nei quali hanno investito. E prima di loro lo stesso deve accadere anche per gli azionisti. su questo sfondo che nel 2014 la vigilanza europea metter alla prova le banche per due volte. Analizzer la qualit dei loro bilanci attuali, poi ne misurer la resistenza nel caso di uno choc economico futuro. Alla fine, la Bce potrebbe impartire agli istituti lobbligo di rafforzare il capitale anche di decine di miliardi di euro. Il problema come farlo, perch in Italia, in Spagna o nella stessa Francia ormai quasi impossibile trovare privati pronti a mettere capitale in banche che rendono cos poco. Per questo, su spinta tedesca, si prospetta gi una quadrupla linea di intervento, in base a una precisa gerarchia. In primo luogo vengono spazzati via i diritti degli azionisti e dei creditori subordinati, per aumentare il capitale in proporzione ai debiti. Quindi, se il default parziale non basta, diventa possibile per uno Stato mettere fondi

pubblici nella banca. La terza linea di difesa sarebbe poi il fondo salvataggi europeo, lEsm, ma ora Berlino chiede che anche i creditori privilegiati vengano colpiti prima che si possa attingere alle risorse comuni dellarea euro. Tutto dipender dai risultati dellesame delle banche e da come saranno condotti. Ma un sistema del genere, se mal gestito, pu generare un crollo di fiducia degli investitori nelle banche e unimpennata del debito per sostenerle con aiuti di Stato. su questo Draghi ha scritto la sua lettera segreta a Bruxelles. Il presidente della Bce non contrario a far pagare i creditori quando lunione bancaria europea sar a velocit di crociera. Draghi per teme che imporre ora perdite sui bond, potenzialmente per decine di banche europee allo stesso tempo, pu destabilizzare i mercati. In Italia ci sono 2,7 miliardi di bond bancari subordinati in scadenza nel 2014 e 4,6 nel 2015. Gli

La missiva del presidente Bce inviata il mese scorso alla Commissione europea
investitori reagirebbero al timore di essere colpiti vendendo i bond, dunque aumentando i costi di finanziamento delle banche; ci aggraverebbe la stretta al credito per le imprese. In pi, gli obbligazionisti potrebbero trascinare le banche e la Bce in una serie infinita di ricorsi in tribunale. A Bruxelles qualcuno osserva che, con la sua lettera, Draghi ha abbandonato la sua neutralit in difesa interessi italiani. Di certo il presidente della Bce non la vede cos, ma conosceva questo rischio e anche per questo voleva mantenere il segreto. Il fatto che abbia agito lo stesso, d la misura delle sue preoccupazioni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

LE SCELTE DEL GOVERNO POLITICA INTERNA

PER SAPERNE DI PI www.governo.it www.giovanimprenditori.org

Il governo

Letta: taglio le tasse, pronte le privatizzazioni


Io abituato allinstabilit. Napolitano: sulla manovra coraggio e responsabilit
DAL NOSTRO INVIATO FRANCESCO BEI
WASHINGTON Tagliare le tasse sul lavoro non facile perch abbiamo bisogno di soldi. Intervistato dal Washington Post, Enrico Letta risponde alle critiche dei sindacati e di quanti imprese, artigiani, partiti politici lo accusano di mancanza di coraggio e di scarsa incisivit della manovra. Del resto gi gioved, quando ormai in Italia era notte fonda, intervenendo in inglese davanti alla platea di professori del Brookings Institution, il premier aveva inquadrato il problema in termini algebrici: Per colpa del nostro debito cos alto siamo costretti a pagare il 6% di interessi. Diciamo che il 6% la luna e il 3% sarebbe il sole: la differenza sono 30 miliardi di euro lanno di interessi. E io, con 30 miliardi, avrei i soldi necessari per tagliare le tasse sul lavoro, partendo dai pi giovani. Incassati i complimenti di Obama, Letta torna in Italia e trova una situazione allarmante, con le parti sociali insoddisfatte, i sindacati sul piede di guerra e i partiti della maggioranza di nuovo in ebollizione. Cos, parlando al Tg1, prova a spegnere lincendio primo che si propaghi. Chiarisce che la Service tax sar di importo inferiore rispetto alle precedenti Imu e Tares. Ammette che se avessimo potuto saremmo stati contenti di restituire pi soldi, ma per la prima volta abbiamo abbassato

PRESIDENTI
Giorgio Napolitano nel video messaggio ai Giovani industriali riuniti da ieri nel loro convegno annuale a Napoli. A destra, il premier Enrico Letta

Non temo Renzi segretario

Enrico Letta

Non temo Renzi segretario. Spero in una leadership forte perch i problemi sono complicati. Sui fondi ai partiti si visto che le riforme sono possibili

Facile dire bisogna fare di pi

Il coraggio facile quello del dire bisogna fare di pi. Questo per molto retorico, bisogna guardarsi dal coraggio poco responsabile
FOTO:SIANO

Giorgio Napolitano

da l non si scappa. Un primo passo saranno le privatizzazioni in dirittura darrivo. I mercati afferma al Washington Post sono pronti a comprare asset pubblici, per esempio Fincantieri. Venderemo parte di Terna, ovviamente non il 100% ma il

49%. Presenteremo questo piano di privatizzazioni che penso sia un passo importante. Oggi la pressione fiscale al 44,3%. Entro tre anni la ridurremo al 43,3%. E reperiremo le risorse attraverso un processo di privatizzazione.

Una piccola gaffe, quella della vendita del 49% di Terna, subito corretta da Palazzo Chigi con una precisazione che ridimensiona la cessione a solo il 4,9%. Tutti numeri comunque da intendersi come puramente indicativi della volont di offrire

al mercato quote non di controllo. Il road show per le privatizzazioni, ha annunciato lo stesso Letta alla Brooking Institution, sar lanciato tra un paio di mesi a Londra e New York, le due principali piazze finanziarie. La mia missione ha concluso davan-

ti a una platea che lo ha applaudito a lungo dire: mai pi debito pubblico. Perch stampare moneta, come si faceva in Italia negli anni 80 e 90, non la soluzione se vogliamo lasciare ai nostri figli un paese migliore.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il premier agli analisti americani: la mia missione impedire che si crei altro debito
tasse. Quanto al caos dentro Scelta Civica e alle dimissioni del viceministro Fassina, Letta si dice abituato a convivere con linstabilit, aggiungendo che parler con Monti e con Fassina per chiarimenti. Anche la polemica sui 14 euro al mese di benefici inventata, perch questa cifra nel nostro documento non scritta da nessuna parte. Quanto alle scosse che arrivano dal Pd, il premier offre un ramoscello dulivo a Renzi: Non temo che una leadership forte del Pd leda il governo, anzi penso che gli giovi. In soccorso di Letta arriva il capo dello Stato. In un messaggio inviato ai giovani di Confindustria, Napolitano avverte che ogni attacco alla finanziaria, ogni atteggiamento critico (come appunto quello degli imprenditori) deve essere sostenibilmente propositivo e consapevole di vincoli e condizionamenti oggettivi che non si possono aggirare, altrimenti non sarebbe una prova di coraggio ma una prova di incoscienza. La questione per il presidente della Repubblica non tanto di vedere quanto si sia stanziato o se si dovesse o potesse stanziare di pi, ma vedere nellinsieme su quali risorse possiamo contare seriamente senza inventarci delle coperture fasulle. E proprio il problema delle coperture centrale per Letta,

Il caso

Al convegno dei Giovani industriali lallarme di De Benedetti: c un declino morale, non solo economico

Le imprese e i sindacati alloffensiva Pi sgravi sugli stipendi o addio lavoro


EUGENIO OCCORSIO
NAPOLI La legge di Stabilit deve avere misure pi consistenti per la ripresa. Mancano una rapida e decisa azione di tagli alla spesa pubblica nonch lindicazione di un ammodernamento strutturale dello Stato. Scendono in campo tutte insieme le associazioni imprenditoriali: Abi, Alleanza delle cooperative, Ania, Rete imprese Italia e Confindustria. Pur conoscendo i limiti imposti dai conti pubblici si legge in una nota congiunta proporremo al Parlamento di rafforzare limpianto nei punti fondamentali a partire da una riduzione pi incisiva del cuneo fiscale e del costo del lavoro, che deve avere effetti sensibili sulla competitivit delle imprese e sul reddito disponibile. Bisogna agire anche sullaccesso al credito sia attraverso la garanzie sia patrimonializzando imprese e banche e poi trovare risorse strutturali e straordinarie per dare impulso alla ricerca e allinnovazione. Sulla stessa linea di critica dura i sindacati, che luned decideranno sullo sciopero di protesta: Susanna Camusso anche ieri non ha risparmiato critiche al governicchio che non sceglie, e Raffaele Bonanni ha chiesto modifiche che siano in grado di dare un vero respiro ai consumi. Il presidente della Confindustria, Giorgio Squinzi, spiegher le ragioni dello scontento oggi al convegno annuale dei Giovani Industriali qui a Napoli, intitolato non a caso Diamoci un taglio (alla crisi e allimmobilismo, si presume). Ieri, aprendo i lavori, Jacopo Morelli, a capo dei Giovani, ha detto che se il governo annuncia come un trionfo il fatto di non aver aumentato le tasse vuol dire che sordo alle esigenze del Paese. Ben altre sono le aspettative: Questa tassazione uccide le imprese. Se la rendita continuer ad essere pi tutelata e meno tassata del lavoro, possiamo anche cancellare il primo articolo della Costituzione. Ma lattacco pi deciso alla politica qui a Napoli lha sferrato Carlo De Benedetti. Che partito da lontano: Fate un giro nei Paesi emergenti: in Brasile, in Corea, a Shanghai, a Santiago del Cile. Il senso del futuro lo vedi nello sguardo della gente, che il futuro vuole costruirselo pezzo per pezzo, strapparlo a morsi. Che crede in quello che fa e crede nel proprio Paese. Deve preoccuparci, il jaccuse del presidente del Gruppo Espresso, il declino morale, non solo economico, che noi italiani stiamo vivendo. Il senso di frustrazione e avvilimento che sta contagiando anche quei giovani che devono essere la molla del rilancio. Ai diretti interessati, appunto gli imprenditori under 40, ha detto che serve una rivoluzione culturale e generazionale, perch non c la ripresa a portata di mano. Se continua cos, come lanno in corso peggiore del precedente, il 2014 sar peggio del 2013. LEuropa, e lItalia in particolare, sono la zavorra della crescita mondiale. Nessun dato, scandisce De Benedetti, induce allottimismo: la disoccupazione continua ad aumentare, non c settore dimpresa che veda un recupero di investimenti, i consumi crollano ulteriormente. Malgrado i nostri sforzi e la tenacia di molti di voi, il Paese si deindustrializza. Leconomia si sta fermando.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Dossier della Coldiretti


GIOVANI INDUSTRIALI
Jacopo Morelli e Vincenzo Caputo al convegno di Napoli

Oltre 4 milioni gli italiani indigenti costretti a sfamarsi nelle mense


CERNOBBIO Gli italiani indigenti che hanno ricevuto pacchi alimentari o pasti gratuiti attraverso i canali no profit che distribuiscono le eccedenze alimentari hanno raggiunto quota 4,1 milioni: il massimo dellultimo triennio. Il dato emerge dal dossier Le nuove povert nel Belpaese presentato dalla Coldiretti al Forum internazionale dellagricoltura e dellalimentazione. per effetto della crisi economica e della perdita del lavoro sottolinea il dossier si registra un aumento esponenziale degli italiani senza risorse sufficienti neanche a sfamarsi: erano 2,7 milioni nel 2010 e il dato pi aggiornato , appunto, oltre i 4 milioni.

Pressing per un taglio pi robusto del cuneo fiscale. Morelli: in gioco lart. 1 della Carta Camusso (Cgil): un governicchio che non sceglie. Bonanni (Cisl): aiutare i consumi

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

LE SCELTE DEI PARTITI POLITICA INTERNA

La maggioranza

La manovra va modificata Stop dal Pd, Fassina si dimette luned il chiarimento con Letta
Renzi: pochini 14 euro. Palazzo Chigi: sta gi cambiando
(segue dalla prima pagina)

VICEMINISTRO
Stefano Fassino viceministro con delega allEconomia

Le posizioni

GOFFREDO DE MARCHIS
IGNIFICA che la stanno ancora correggendo. Che il testo varato a Palazzo Chigi mercoled non definitivo e verranno ascoltati i suggerimenti giunti da Largo del Nazareno. la condizione che Fassina ha posto per rimanere nel governo. Vedr Letta luned, ha raccontato il viceministro ai suoi colleghi. Lui e il premier vogliono confrontarsi sul documento finale. Ma una telefonata c gi stata ieri. Altre ce ne saranno durante il week end. Il Pd ha posto alcuni paletti precisi. Condivisi da tutto il partito, perch questa anche loccasione per ribaltare limmagine di un esecutivo condizionato da Silvio Berlusconi con i democratici a rimorchio. Pesa ancora la battaglia dellImu. Limpronta del Pd stavolta si deve vedere. Dobbiamo intervenire sullIrpef ha spiegato Fassina a un ministro amico . Concentrando il taglio del cuneo fiscale su alcune tipologie di lavoratori, quelle pi in difficolt. Per mettergli in tasca pi di 14 euro. Il cuneo perci va rimodulato rendendolo selettivo. Nella Service tax invece sparita la franchigia di 200 euro per la prima casa. Il Pd pretende una correzione immediata. C qualcuno che non ha pagato nel 2012 e che oggi rischia di pagare, avvertono a Largo del Nazareno. Il problema della collegialit reale ma secondario. Fassina stato tenuto fuori dalla stesura della legge. Ma non questo il punto, ci tiene a sottolineare. Pier Luigi Bersani, deciso a farsi sentire nella sua materia, la politica economica e libero su que-

Pi squadra
Lex segretario Bersani ha chiamato Saccomanni per raccomandargli di valorizzare la squadra dei suoi vice: sono in gamba anche Baretta, Casero e Giorgetti, non soltanto il nostro Fassina

Mini aumento
Il segretario in pectore Renzi ha preso di mira i 14 euro che sarebbero il beneficio-medio del taglio del cuneo fiscale. Troppo pochi ha detto, ricordando che lui propose di premiare con 100 euro in pi al mese chi prende 2000 euro

Prima il testo
Il segretario Epifani sceglie la linea della cautela: prima vuol vedere il testo finale della Legge di stabilit, soltanto dopo esprimer un giudizio globale. Tutto il Pd chiede modifiche nel segno di una maggiore equit

Bersani cauto: I 4 candidati alle primarie parlino con un voce sola sulla manovra
sto terreno dai veleni congressuali, ha telefonato a Fabrizio Saccomanni, con il quale i rapporti sono ottimi. Il ministro ha la fortuna di avere una squadretta di nuova generazione, che conosce le cose e va daccordo. Pu valorizzarla. E non parlo solo di Fassina. Sono in gamba anche Baretta, Giorgetti e Casero. In questa fase, lex segretario sembra volersi ritagliare il ruolo di miglior alleato di Letta dentro il Pd. Vede i problemi, crede si possa fare qualcosa per far crescere la domanda interna. Quello il motivo di crisi. Ma dice che si fatto credibilmente un passo avanti per un minimo abbassamento della pressione fiscale. un segnale, va difeso. Poi, sono buoni tutti a dire che il cuneo doveva essere tagliato di 20 miliardi. Ma la legge di stabilit rischia di deflagrare nel congresso democratico. Dice Matteo Renzi: Certo, 14 euro sono pochini. Solo una frase sul taglio delle tasse sul lavoro, ma che entra nel dibattito complessivo. Dai Giovani turchi di Matteo Orfini al segretario Guglielmo Epifani, una larga fetta del Partito democratico aspetta il testo definitivo con molta diffidenza. Bersani per invita tutti i protagonisti a tenere un atteggiamento, anche alle Camere, che non snaturi la finanziaria uscita da Palazzo Chigi. I pericoli esistono, le tensioni non mancano. Il Pd invece dice lex segretario deve garantire un dialogo continuo con il governo. Attraverso un coordinamento tra il partito e i gruppi parlamentari. Ma non solo. La sede decisiva, mentre si organizzano le primarie dell8 dicembre in coincidenza con lesame della manovra, il coordinamento dei 4 candidati alla segreteria. Sulla legge di stabilit devono parlare con una voce sola. Ricordino: un conto il congresso del Pd, un altro conto lItalia. Il messaggio rivolto soprattutto a Renzi, che ha promesso di rendere pubblico il

BREVIARIO

Con 14 euro puoi andare dal fruttivendolo di Berlusconi e comprare 112 grammi di fagiolini
Beppe Grillo - M5S
RIPRODUZIONE RISERVATA

suo programma economico in una prossima tappa della campagna. Il ragionamento di Bersani condiviso da Letta e dai lettiani. Questo devessere la linea di condotta del Pd, spiega Francesco Boccia. Il Parlamento potr trovare soluzioni alternative, a partire dal cuneo fiscale. Rispettando il tetto del 3 per cento, evitando forzature. Lo stesso Boccia si prepara a rilanciare lidea di unimposta sulleconomia digitale che faccia finalmente pagare a Google le tasse in Italia. Un po di ossigeno arriver in primavera con la rivalutazione delle quote di Bankitalia e con gli accordi sui capitali allestero, dice Bersani. Ma Letta, sotto lo sguardo severo di Bruxelles, ha bisogno di arrivarci con una maggioranza unita e certificata dalla legge di stabilit.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

PER SAPERNE DI PI www.partitodemocratico.it www.pdl.it

Il retroscena

Lira di Berlusconi sui ministri Se io decado il governo salta


Il Cavaliere vuole utilizzare la legge di stabilit come scusa
ELLEKAPPA
denza nei gruppi parlamentari non ti seguir nessuno. Il resto propaganda, nel senso che gli alfaniani danno per certo che il Cavaliere abbia deciso di emarginare i falchi e incoronare Angelino a capo di Forza Italia, mentre i pasdaran giurano che Berlusconi in procinto di decapitare il vicepremier, riprendersi il partito e guidare le truppe in prima persona nella partita sulla decadenza. Movimenti tellurici dentro al Pdl che emergono nelle dichiarazioni pubbliche sulla Legge di Stabilit, bocciata dagli uni e promossa a pieni voti dagli altri. Bondi, falco tra i falchi annidato tra le fila di Fitto, attacca: Per il Pdl la riduzione delle tasse e l'abolizione dell'Imu erano un capitolo importante, ma ci troviamo un'altra tassa sugli immobili che in parte si aggiunge all'Imu, perfino pi elevata. intollerabile, un provvedimento che contraddice gli impegni e le promesse fatte ai nostri elettori. Gli fa eco Gasparri, per il quale la difesa della casa resta una priorit. Se Brunetta, ex falco passato con Alfano, torna a chiedere la cabina di regia per correggere la manovra, le colombe Casero, viceministro dellEconomia, e Cicchitto rispondono agli avversari nel partito che la Finanziaria rispetta gli obiettivi del governo e della piattaforma programmatica del Pdl. Ma lago della bilancia sul futuro della manovra saranno gli interessi personali di Berlusconi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ALBERTO DARGENIO
ROMA - Se mi fanno decadere da senatore butto gi il governo dei miei carnefici usando come pretesto la Legge di Stabilit. Silvio Berlusconi sembra deciso. Nella palude che diventato il Pdl dopo la fiducia a Letta, chiuso a Palazzo Grazioli cerca il modo pi efficace per giocarsi lultima partita, quella della sopravvivenza politica. La giornata di ieri, almeno pubblicamente, sembrava segnare una tregua tra i duellanti per il controllo del partito, Alfano e Fitto. Sulle agenzie poche dichiarazioni, tutte rivolte allunit. Ma sotto le braci restano incandescenti, con un Berlusconi cinto dassedio dalle due fazioni che cerca di rimanere in equilibrio, di tenere compatto il Pdl e trasformarlo in scudo nella battaglia contro il suo destino. Una pugna nella quale decadenza, Legge di Stabilit e futuro del centrodestra si intrecceranno inesorabilmente. Gioved Berlusconi ha incontrato Fitto, ieri ha cenato con Alfano. Il segretario in mattinata aveva accarezzato il Cavaliere affermando che grazie al lavoro di Berlusconi stiamo costruendo un grande centrodestra che sar in grado di vincere contro le sinistre. Non vogliamo fare un centrino. Dichiarazione alla quale Fitto ha risposto con un ironico oggi una grande giornata caratterizzaFOTO:ANSA

I lealisti avvertono lex premier: Togli il partito ad Alfano o sei finito


ta da una forte e ritrovata unit, ripartiamo tutti da Berlusconi. Per i falchi-lealisti, infatti, quelle del segretario sono parole ingannevoli. Uno dei loro leader si spinge a dire riservatamente che Angelino sa che Berlusconi preoccupato dallaccelerazione di Mauro e Casini dopo la rottura di Monti e si copre dicendo che vuole tornare al modello Casa delle Libert con i centristi sotto le insegne del Cavaliere. Lo fa per tranquillizzarlo, ma pronto a lanciare in proprio loperazione dei popolari. Sono questi i veleni che terranno prigioniera la Legge di Stabilit, che oltretutto a Berlusconi andata di traverso, come in queste ore va ripetendo privatamente ai suoi interlocutori: Se il testo definitivo confermer le indiscrezioni, la manovra non mi piace proprio. Ed anche per disinnescare la bomba sulla manovra, fondamentale per il governo, che ieri Alfano ha cenato a Palazzo Grazioli con lex premier. Ma a cena si parlato anche di partito, con Alfano impegnato a rispondere al cospetto del Cavaliere alle insinuazioni e al consiglio che i lealisti di Fitto continuano sibilare nellorecchio presidenziale: Togli la segreteria ad Alfano e riprenditi il partito - ripetono a Berlusconi - altrimenti quando tra un mese vorrai usare la manovra e la sopravvivenza del governo per negoziare sulla deca-

IL CAVALIERE
Silvio Berlusconi il leader del Pdl Entro novembre si decide sulla decadenza da senatore

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

LE SCELTE DEI PARTITI POLITICA INTERNA

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it www.giannicuperlo.it

Il Partito democratico
CON I GIOVANI
Il lancio della campagna di Gianni Cuperlo per le primarie del Pd ieri alla Citt dellaltra economia a Roma. Con lui un centinaio di giovani

Morto Sergio Stanzani fond il Partito Radicale


Si spento a 90 anni Sergio Stanzani, tra i fondatori del Partito Radicale, presidente del PR Transnazionale. Dalle 13 di oggi e fino a domani sera la camera ardente in via di Torre Argentina 76 a Roma. Napolitano: Un uomo libero e moralmente integro
FOTO:AGF

LAVINIA RIVARA
ROMA Pancali di legno, cuscini bianchi, e quello slogan inusuale, Bello e democratico, che campeggia su uno schermo. Soprattutto niente ceto politico, ma solo un centinaio di ragazzi venuti da tutta Italia seduti a cerchio insieme a lui. E il nome della location, la Citt dellAltra Economia, gi un programma politico. Una partenza low profile quella voluta da Gianni Cuperlo per lanciare la sua corsa alla leadership del Pd. Un marcare la differenza da Matteo Renzi, il superfavorito nei sondaggi, che una settimana fa ha lanciato la sua sfida da un padiglione della fiera di Bari dove solitamente parlano i premier. Ma non solo questione di

Cuperlo ci prova e sfida Renzi Il partito non un trampolino sbagliato un segretario-sindaco


Ecco la mia rivoluzione dolce. Lipotesi ticket
Legame sentimentale

In una cella Gramsci scrisse che bisogna avere una connessione sentimentale con il popolo che si vuole rappresentare
Io come Niccolai

simboli e scenografie. Il duello vero passa dal ruolo del segretario. quello, secondo Cuperlo, il tallone dAchille di Renzi. Vuole fare il leader del partito e insieme il sindaco di Firenze? Sbaglia. Non credo che i due incarichi siano compatibili attacca lunico erede del Pci in gara per le primarie. E lascia capire che una pretesa da vecchia politica: Tra le ragioni della crisi della classe dirigente c' anche la tendenza alla moltiplicazione degli incarichi. E boccia pure lambizione alla premiership coltivata dal rivale. Perch il partito non pu essere un trampolino di lancio per fare altro, magari qualcosa di pi importante, un partito va oltre la dimensione del governo, deve avere una cultura politica, una identit. E poi le riforme dall'alto senza un popolo dietro non funzionano. Lo diceva anche Gramsci: Bisogna avere una connessione sentimentale con il popolo che vuoi rappresentare, se no la politica diventa qualcosa di tecnocratico e allora un tecnico la fa meglio di te. Del resto, sembra dire lex ghost writer di Massimo DAlema, fare il segretario gi abbastanza difficile. Tanto che lui non avrebbe mai immaginato di puntare a quel ruolo. Mi sento come Comunardo Niccolai confessa, adottando un paragone non felicissimo con il difensore del Cagliari che, nonostante fosse noto per i suoi autogol, fu convocato da Valcareggi per il mondiale di Messico 1970. Dissero di lui: Mai avrei immaginato di vedere Niccolai via satellite. Ecco, io mi sento un po cos - ammette - ma arriva il momento in cui pensi che fare sempre un passo indietro rischia di essere una diserzio-

SLOGAN SUL PAESE


Bello e democratico lo slogan della campagna di Cuperlo. Il paese ha detto il candidato alle primarie Pd - deve tornare ad essere bello e democratico

Quando Niccolai and in nazionale, Scopigno esclam mai pensavo di vederlo via satellite. E io mai immaginavo di candidarmi segretario
Il motore del mondo
ne. Ma Niccolai non lunico personaggio evocato. Anzi, tra una domanda e laltra dei ragazzi, lex segretario della Fgci infila una citazione dietro laltra, non solo Gramsci e Adam Smith, ma anche Manzoni e Collodi fino a Papa Francesco (Insegnaci a lottare per il lavoro un messaggio che dobbiamo fare nostro). E poi c Gordon Gekko. Il famoso broker interpretato da Michael Douglas che in una scena nel film Wall Street sentenzia di fronte ad una scolaresca: La chiave del successo una parola: avidit. Ed stato veramente cos, l'avidit che muove l'eco-

Nel film Wall Street Gordon Gekko dice che lavidit muove il mondo. Si sbagliava: a muovere il mondo la dignit che d il lavoro

nomia. Ecco perch una location che si chiama Citt dell'Altra Economia, spiega Cuperlo, un modo per dire che un'altra economia pu esserci. Vorrei poter raccontare questa storia e dire a voi che vent'anni fa Gordon Gekko si sbagliava, che la dignit il motore della storia. E poi c la bellezza. Bello democratico lo slogan della campagna, ideato non da creativi famosi ma dai ragazzi dello studio Rag. Nessun riferimento alla canzone della Nannini, piuttosto due obiettivi per il Paese (lo vogliamo pi bello e pi democratico di quanto non sia stato finora) ma anche per il partito, che proprio bello finora non stato. La lite tra DAlema e Bersani? Guardiamo avanti dice Cuperlo, convinto forse che la sfida con Renzi cambier la faccia del Pd, comunque vada (anche se io vi stupir). Stimo Matteo, abbiamo idee diverse su partito e Paese, la mia una rivoluzione dolce, ma se c una cosa che ci tiene insieme - scandisce Cuperlo - la voglia di cambiare lItalia e di arrivare ad un ricambio generazionale. La stima ricambiata, tanto che il sindaco non esclude una collaborazione post voto. La auspica anche Dario Franceschini, quasi ipotizzando un ticket e anche Massimo DAlema vede i due come complementari. Ma per lex premier quello pi adatto a fare il segretario certamente Cuperlo, e boccia anche lui lidea di diventare leader restando sindaco di Firenze: Guidare un partito non un hobby. Inevitabile il contrattacco dei renziani sul doppio incarico, affidato a Andrea Marcucci: Se si vuole un contratto di esclusivit deve valere per tutti. Allora Renzi non si candidi a Firenze e Cuperlo si dimetta dalla Camera",
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il caso

Oggi la Corte dappello di Milano dovr ricalcolare lentit della pena accessoria alla condanna per frode fiscale: da uno a tre anni

Mediaset, il verdetto sullinterdizione del Cavaliere


EMILIO RANDACIO
MILANO Per il processo Mediaset potrebbe davvero essere lultimo appuntamento a Milano. Questa mattina, ore nove, primo piano del Tribunale. Alla terza sezione della Corte dappello basterebbero ipoteticamente , anche poche ore per sancire la pena accessoria da applicare a Silvio Berlusconi. Il condizionale dobbligo, perch quando in aula si ha a che fare con il Cavaliere, la pratica si complica. Sempre. Laffaire Mediaset definitivamente archiviato dallultimo grado di giudizio, ha stabilito che Berlusconi, principale azionista dellazienda da lui fondata, fino al 2003 per gli anni precedenti intervenuta la prescrizione , ha frodato il fisco per una cifra di poco superiore ai 7 milioni di euro attraverso la vendita fittizia dei diritti televisi-

5
APPELLO

In secondo grado Berlusconi ha avuto la pena accessoria di 5 anni di interdizione dai pubblici uffici

1-3
CASSAZIONE

I giudici della Cassazione hanno chiesto di ricalcolare linterdizione di Berlusconi indicando una fascia tra 1 e 3 anni

vi. In questo modo ha creato provviste di denaro allestero nella sua disponibilit, frodato il fisco e gli azionisti di una societ quotata in borsa. Nelle pieghe della sentenza del primo agosto scorso, la Corte di Cassazione ha confermato i quattro anni di carcere tre coperti da indulto , per questa mega frode fiscale. Ma ha bocciato la pena accessoria sullentit dellinterdizione dai pubblici uffici. Troppi i cinque anni stabiliti nei primi due gradi di giudizio. Al massimo, hanno sancito gli ermellini, il codice consente che al Cavaliere gliene possano essere affibbiati da uno a tre. E su questa forbice, accusa e difesa si confronteranno oggi in aula. Una pratica che il codice consente di consumare anche in camera di consiglio. Ma il collegio presieduto da Arturo Soprano ha optato per un appuntamento pubblico.

Il sostituto procuratore generale, Laura Bertol Viale, ha annunciato che parler pochi minuti e che chieder il massimo indicato dalla Cassazione: ovvero proprio tre anni. Le mosse che metteranno in campo Franco Coppi e Niccol Ghedini, al momento, sono invece coperte, anche se con una conclusione scontata: la richiesta sar il minimo previsto dal codice. In gioco, infatti, c limmediato destino politico di Berlusconi. In attesa che la Giunta per le autorizzazioni a procedere del Senato decida sulla sua decadenza, che il Tribunale di sorveglianza di Milano si esprima sulla richiesta di affidamento in prova ai servizi sociali (serviranno minimo sei mesi), quello che si gioca oggi potrebbe provocare il primo effetto pratico della sentenza del primo agosto scorso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

10

LE SCELTE DEI PARTITI POLITICA INTERNA

Lo scontro

I personaggi

Monti: Casini e Mauro polverosi vogliono andare con Berlusconi La prossima settimana la scissione
Gruppi separati. Il vicepremier: si pu creare una nuova Casa delle libert
ROMA Scelta civica non esiste pi. Il problema che la fine del matrimonio tra montiani, cattolici e montezemoliani si consuma nel modo peggiore. Accuse, sospetti, veleni. E Mario Monti, trasformato in falco, libero finalmente di sparare con gusto sugli ex compagni di partito. La scissione, insomma, ormai alle porte e si consumer la prossima settimana. Nasceranno due gruppi autonomi in Parlamento. Il Professore spende lintera giornata a togliersi sassolini pesanti come macigni. Nel mirino finiscono Mario Mauro e Pierferdinando Casini. Picchia duro, lex presidente del Consiglio: Scelta Civica non nata per questi vecchi giochi politici. E io non posso permettere che questo avvenga. La radice del fallimento tutto nelloperazione guidati dai cattolici di Sc, che Monti boccia senza appello: Un piccolo progetto di Dove, secondo i montiani, il Professore gode ancora della maggioranza. Consumata in quella sede la frattura, i gruppi autonomi alla Camera e al Senato saranno una formalit. Lultimo atto potrebbe verificarsi gi gioved, allassemblea dei parlamentari di Sc. Di certo gi da ieri, a Montecitorio, i cattolici facevano di conto per i venti deputati necessari per la scissione parlamentare. Monti, al contrario, rischia di non avere i numeri per una formazione autonoma. Gli servono altri due senatori a Palazzo Madama. Non potr contare per sul sostegno del ministro Enzo Moavero. Fra i due calato il gelo. Ma della partita far parte anche Corrado Passera: Pronto a scendere in campo. (t.ci)
RIPRODUZIONE RISERVATA

MINISTRO
Mario Mauro, ex Pdl passato con Scelta civica, indicato come il regista della fronda anti-Monti

CAPOGRUPPO
Lorenzo Dellai, ex dc, guida i deputati di Scelta civica. interessato alla nascita dei neo-popolari

Il Professore

Hanno tradito lispirazione di un partito che loro mi hanno chiesto di formare per riportarli in Parlamento Il rigore intellettuale e lautorit morale di Casini non mi permettono di commentare le sue parole

Anche Passera interessato al progetto centrista: Pronto a scendere in campo


vecchio sapore di polvere che va verso una entit non particolarmente ben definita ma di cui si capito che dovrebbe o potrebbe farne parte il Pdl non ancora deberlusconizzato. scatenato, lex premier. Partecipa di buon mattino alla commemorazione del Presidente del Ppe Wilfried Martens. Prende la parola Angelino Alfano. E guardando al futuro dellarea moderata si affida alla diplomazia: Grazie al lavoro di Berlusconi stiamo costruendo un grande centrodestra, che sar in grado di vincere contro le sinistre, come la Casa delle libert. Tutte le soluzioni, insomma, restano aperte. Poi tocca a Monti. E di fronte a Mario Mauro, Gaetano Quagliariello e Casini lancia la scomunica: C chi ha tradito lispirazione di un partito che loro mi hanno chiesto di formare anche per portarli o riportarli in Parlamento. I diretti interessati, almeno allinizio, provano a smussare. Sono dispiaciuto che Monti non sia il presidente di Scelta civica, giura il ministro della Difesa. Ma nel pomeriggio la rabbia trova sfogo. Interviene Casini. E gelido commenta: Le accuse di Monti nei miei confronti sono semplicemente ridicole. Non gli chieder di ritirare le dimissioni perch questo non mi riguarda. La controreplica dellex premier sarcastica: Il rigore intellettuale e lautorit morale del presidente Casini sono tali che non mi permetto certo di commentare le sue importanti parole. La resa dei conti in agenda per la prossima settimana. Marted si riunir il direttivo di Scelta civica.

ALTRI TEMPI
Il 4 gennaio 2013 viene presentata Scelta Civica. A destra Mario Monti con Casini

Lintervista

Casini: sbagliate tante critiche al governo, Monti non ha saputo gestire il partito

ROMA Presidente Casini, cos successo con Monti? Io e altri undici senatori abbiamo chiesto una verifica politica perch da giorni si moltiplicavano le critiche di Scelta Civica al governo quando il nostro ruolo principale deve essere quello di stabilizzarlo e aiutarlo. Prendo atto che, di fronte a questa richiesta, Monti ha preferito dimettersi per limpossibilit di conciliare le posizioni allinterno del suo partito. Ma la politica non luniversit dove il professore insegna e gli altri al massimo fanno domande; la politica significa ragionare con tutti e arrivare a una sintesi. pentito dellalleanza con Monti? Ho sostenuto con convinzione il suo governo e trovo triste che oggi nessuno riconosca pi a Monti i suoi meriti. Certo questa esperienza politica non ha funzionato. Fin dalla campagna elettorale si colto un disagio nellabbinare tanto dilettantismo al nostro professionismo politico. Consiglio di vedere i resoconti parlamentari per capire quale di queste due categorie funzioni meglio. E ora qual lorizzonte dellUdc e di Casini? Sono convinto che se facciamo finta di non vedere che il bipolarismo sbracato e primitivo sta-

Noi con Silvio? Mario ridicolo e la politica non luniversit


to messo in discussione da Grillo non cogliamo lessenza della sfida che abbiamo di fronte. In tutta Europa i populisti stanno crescendo, ma se in Germania si fermano al 5%, in Italia con Grillo sono arrivati al 25%. Per sconfiggere il populismo serve una democrazia dellalternanza basata su chi si riconosce nel Partito socialista europeo e chi si riconosce nel Partito popolare europeo. Con chi lo farebbe questo Ppe italiano? Con un centrodestra che metta al bando il populismo, che non abbia atteggiamenti strumentali e demagogici. Negli Stati Uniti i Tea Party hanno distrutto i repubblicani; esattamente quello che stanno facendo tanti falchi nel Pdl. Io non so se il Ppe italiano nascer, ma gi il fatto che nel centrodestra sia in corso un dibattito positivo. Parla dei falchi: emarginati loro sareste disposti ad allearvi con un Pdl ancora dominato dal Cavaliere?

Dilettantismo

Si colto un disagio nellabbinare tanto dilettantismo al nostro professionismo politico


Tea Party

Negli Usa i Tea Party hanno distrutto i repubblicani, come fanno i falchi nel Pdl

Chi dice che andiamo da Berlusconi ridicolo. Io Silvio lho contestato quando aveva il vento in poppa, non debbo pi dimostrare nulla a nessuno. Questa idea non allordine del giorno. Dunque linterlocutore Alfano? Gli interlocutori sono tanti, non solo in casa del Pdl. Esistono personalit come Mauro, Olivero, Dellai, Riccardi, espressione del popolarismo migliore con anime e sensibilit diverse. Ci che va messo al bando il bipolarismo primitivo fondato sulla delegittimazione reciproca. Bisogna dire grazie al governo Letta che lavora per la pacificazione. Ormai Berlusconi un argomento di comodo che viene evocato quando si a corto di argomenti. Chiss com contento Silvio a vedere quanti prigionieri riuscito a fare. Ma con Alfano ci parler solo se romper con Berlusconi uscendo dal Pdl? Lei mi vuol far alzare dei muri, non abbatterli....

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

PER SAPERNE DI PI www.sceltacivica.it www.repubblica.it

11

Il retroscena

Ecco lasse tra centristi e Alfano Cos pu rinascere la Dc


E arriva una offerta per pensionare il Cavaliere
i nuovi democristiani mostrano plasticamente il progetto. Ieri, ad esempio, si sono ritrovati a commemorare il presidente del Ppe Martens. Oggi toccher a Quagliariello, Mauro e Cesa discutere di popolari europei a Padova. Avanti cos, fino alla nascita dei nuovi gruppi in Parlamento. E Monti? Il Professore ha giurato vendetta. Sospetta anche di Enrico Letta. Lo considera troppo in sintonia con Alfano e Mauro, nutre dubbi sul suo ruolo. Per questo, pronto a dare battaglia sulla legge di stabilit. Alzer il tiro, aumenter i distinguo, minaccer di non votarla. E, forse, non la voter. La prospettiva del Professore bocconiano ormai lontana an-

VICE PREMIER
Angelino Alfano ha strappato con i falchi del Pdl, in nome di una virata moderata del partito

(segue dalla prima pagina)

Il caso

TOMMASO CIRIACO ALBERTO DARGENIO


LLA rinascita democristiana, daltra parte, lavorano da tempo Mario Mauro e Angelino Alfano, Maurizio Lupi e Pier Ferdinando Casini. Insieme, con garbo, vogliono accompagnare Silvio Berlusconi alla porta. E in cambio gli promettono i voti necessari a evitare la decadenza. Presidente, noi ci siamo. Sarai il nostro padre nobile. Una offerta, forse una trappola, ma necessaria per pensionare luomo di Arcore. Nella tela della nuova Dc rimasto imbrigliato Mario Monti. E quando due giorni fa ha infine deciso di mollare la presa, abbandonando Scelta Civica, ha ammesso sconsolato: Non ce la faccio pi con questi piccoli democristiani. Non fanno altro che tramare. Per me la fine di un calvario. Al suo fianco solo la moglie Elsa. Lei, che gli aveva sconsigliato la salita in politica, lha sostenuto senza riserve: la scelta giusta, allontanati da loro. Tutto si gioca sul filo sottile delle promesse. Quelle, ad esempio, che Mauro e Alfano hanno consegnato al Cavaliere mercoled scorso. Nel cuore del circolo ufficiali della Marina, i due ministri hanno promesso battaglia: Presidente, potremmo spostare

Biverbanca, archiviata dal gip linchiesta su Corrado Passera


BIELLA Il gip del Tribunale di Biella, Claudio Passerini, ha archiviato linchiesta su Biverbanca nella quale era indagato anche lex ministro Corrado Passera. Il provvedimento recepisce la richiesta del pm e stabilisce che la notizia del reato del tutto infondata. Passera era accusato di dichiarazione infedele su un arbitraggio fiscale internazionale. Archiviata anche la posizione di Pasquale Carciotto e Roberto Brembilla, allepoca dei fatti ai vertici della banca che era di propriet di Intesa.

MINISTRO
Maurizio Lupi, del Pdl, area ciellina, stato tra i protagonisti del duello sulla fiducia del 2 ottobre

Corrado Passera

ni luce dal centrodestra berlusconiano. E non escluso che alla fine lobiettivo diventi quello di sostenere la battaglia di Matteo Renzi. Come intende fare, daltra parte, la pattuglia montezemoliana in Parlamento. Di certo su Scelta civica scorrono i titoli di coda. Quando, due giorni fa, Monti si recato al ministero della Difesa da Mauro, si fermato a un passo dallo studio del ministro. Ha chiesto al telefono di postare sul sito di Scelta civica lannuncio delle sue dimissioni. Poi si e ritrovato faccia a faccia con lui. Buonasera ministro, sono pronto a parlare del partito ma intanto, per cortesia, aggiorni la home page del nostro sito.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Monti: Finito un calvario.La moglie che non voleva la salita in politica la scelta giusta
gli equilibri in Giunta per il regolamento. Garantirti cos il voto segreto, votare contro la decadenza e poi fare di tutto per farti ottenere la grazia. Un progetto ambizioso. Al quale, per, Berlusconi non crede del tutto. Nulla, comunque, riesce a coprire il profumo di Dc. A Palazzo Madama i neo centristi sono scatenati. Blandiscono i senatori Pdl pi incerti, promettono il nuovo Ppe italiano, giurano di aver gi arruolato unavanguardia di transfughi del Pdl. Allertato, Berlusconi va in pressing sugli incerti, rilanciando. Il primo passo dei centristi il varo del gruppo autonomo Popolari per lEuropa. Ma il bersaglio grosso restano le colombe berlusconiane. Quelle che siedono al governo. Maurizio Lupi, Gaetano Quagliariello e Beatrice Lorenzin hanno gi deciso. Sono pronti a giocare la nuova sfida moderata. Alfano guida le operazioni, con cautela. Mauro, invece, si insinua nelle crepe del berlusconismo senza particolari accortezze. E in privato sostiene di aver ascoltato dalla viva voce del Cavaliere quel che accadr. A met novembre lui decade. E se decade romper con il governo. quello il momento in cui il Pdl si spaccher. Il nostro momento. Per ricostruire la Dc, il ministro della Difesa gira come una trottola. Ieri, in missione a Verona, ha incontrato riservatamente Flavio Tosi. Il leghista, in freddo con Matteo Salvini, potrebbe giocare un ruolo nella nuova alleanza di centrodestra, portando in omaggio i suoi voti. Ogni giorno un convegno, cos

FOTO:ANSA

Nellimmediato cosa farete? Ci saranno gruppi parlamentari cattolici distinti da quelli montiani? I gruppi li abbiamo gi, vi unarea molto ampia nel gruppo al Senato che vuole una politica di seriet e non ha paura del dibattito interno. Li si sono abbattuti i muri e siamo impegnati a costruire unidea del futuro nella politica italiana. Il rapporto con Monti nellottica del Ppe recuperabile? Stimavo Monti e lo stimo ancora, sono convinto che porter un ottimo contributo ai lavori del Senato. Il Ppe lo dovete comunque fare con i berlusconiani: sulla decadenza del Cavaliere come voter? Di certo non mi trincerer dietro al voto segreto, aspetto le conclusioni della giunta e le discuter in aula. Spiegher agli italiani come intendo votare. Ma al momento qual il suo orientamento? Mi auguro che Berlusconi capisca che per salvaguardare la dignit del suo percorso politico sottoporsi al voto del Senato un errore. Mi auguro che questo voto proprio non ci sia, lo spero soprattutto per lui. (a.da)
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

12

POLITICA E TELEVISIONE INTERNA

La polemica

Bufera dopo le accuse della Bonev la Pascale vuole 10 milioni di danni il Pdl a Santoro: hai toccato il fondo
Audience record. Ma lOrdine dei giornalisti critica il conduttore
ROMA bufera dopo lintervista di Servizio pubblico allattrice Michelle Bonev. Michele Santoro ha compiuto il miracolo di ricompattare le varie anime del Pdl intorno al Cavaliere, dopo che lattrice bulgara ha raccontato in diretta dei suoi rapporti con Francesca Pascale e Silvio Berlusconi. Ieri insorto lintero centrodestra. Da Angelino Alfano a Daniela Santanch, da Renato Schifani a Mara Carfagna, tutti daccordo nel giudicare vergognosa la trasmissione di La 7. Santoro pu vantare il record stagionale della rete, uno share del 12.81% e oltre tre milioni di spettatori nei momenti clou. La Bonev ha giurato tra laltro che la fidanzata di Berlusconi lesbica e che sarebbe stato lo stesso Cavaliere a riferirglielo. Lascolto si impennato nella notte de La 7, ma Paola Rubini, il legale della fidanzata di Berlusconi avverte: Lintervista a Servizio pubblico continua e aggrava la condotta diffamatoria, valutando di chiedere un mega risarcimento: dieci milioni di euro. Con la eventualit di rivalersi anche nei confronti di La 7. Al momento non chiaro se verr presentata una querela o una citazione civile, ma la Pascale assicusidente Berlusconi. Scende in campo Angelino Alfano: La nostra storia e la storia del presidente Silvio Berlusconi non potr mai essere sporcata da un giornalismo qualunquista e volgare che utilizza presunti gossip e personaggi discutibili. Santoro il megafono di qualsiasi illazione, accusa Mara Carfagna. Per Maurizio Gasparri il giornalista ormai un rigattiere della vergogna. Non si sottrae al giudizio Renato Brunetta: Questa non tv, macelleria televisiva che non potr che ritorcersi contro chi la fa. Daniela Santanch, da pitonessa, azzarda una citazione di Ghedini: il classico utilizzatore finale. Tra i pochi a solidarizzare con il giornalista c Antonio Di Pietro: Tutti sparano su Santoro solo per spostare lattenzione dallennesimo uso improprio delle istituzioni... . Nel day after, Michele Santoro resta in silenzio. Ma Marco Travaglio si dice favorevole ad abolire il gossip, ma Berlusconi sarebbe daccordo? Da anni Mediaset e MOndadori si occupano della vita privata di Berlusconi e non solo, ora dal Pdl chiedono improvvisamente la tutela della privacy. Sottolineando per che lintervista non contiene gossip. (le. pa.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

NEL MIRINO
Francesca Pascale, la fidanzata di Silvio Berlusconi Annunciata causa da 10milioni contro la Bonev

La vicenda
IL BLOG
Michelle Bonev, attrice bulgara, sul suo blog fa pesanti insinuazioni sulla vita privata della fidanzata di Berlusconi, lesbica, e descrive la relazione come una copertura

EX AMICHE
Pascale e la Bonev quando erano ancora amiche A sinistra la Bonev a Servizio pubblico

Pirovano: Per Michele il diritto alla privacy da tutelare vale solo per le sue amiche
ra che la cifra del risarcimento (eventuale) sar devoluta alle case-famiglia di Napoli. A stretto giro di posta arriva la replica della Bonev: Sono pronta a sostenere la verit anche davanti ai magistrati. La Bonev, commossa, a Servizio pubblico ha ricordato le serate di quattro anni fa con Berlusconi. Sono iniziate le sue avances, poi una grande festa. E dopo la festa siamo stati insieme, racconta lattrice, accusando la Pascale di non amare lex premier, di fingere. Lintervista di Michele Santoro stata criticata dal segretario nazionale dellOrdine dei giornalisti, Paolo Pirovano. Guardando la puntata, ho capito che per Santoro esistono donne di serie A e donne di serie B, dichiara Pirovano. Probabilmente, secondo lui e secondo coloro i quali amano spiare dal buco della serratura, i diritti da tutelare, per quanto riguarda i dati sensibili, valgono solo per le loro amiche. E il Partito delle libert, compatto, ha mitragliato su Santoro. Se questo giornalismo... La trasmissione di Santoro ha toccato davvero il fondo, tuona Renato Schifani, lintervista alla Bonev, creata ad arte, era pensata e finalizzata unicamente per gettare fango e discredito sul pre-

Il personaggio

Saltamartini, amica della Pascale: Francesca sincera, sono certa dellautenticit del suo legame

DA SANTORO
Invitata a Servizio pubblico, la Bonev racconta di essere andata a letto con Berlusconi per ottenere una fiction e ribadisce che la Pascale lesbica

TOMMASO CIRIACO
ROMA vicina alle colombe, tendenza Maurizio Lupi. Ma soprattutto Barbara Saltamartini gode di un privilegio. Fa parte del cerchio magico di Francesca Pascale, fidanzata del Cavaliere. E poche ore dopo lintervista di Michele Santoro a Michelle Bonev, fatica a trattenere lo sdegno per il linciaggio a cui hanno sottoposto il presidente e la sua compagna. Ha visto Servizio Pubblico, onorevole Saltamartini? Ho girato immediatamente canale. Ero disgustata. Ma sapr cos successo. S, certo. Ho letto prima i resoconti delle agenzie, poi dei giornali. Bonev una persona disperata. Perch? disperata ed evidentemente cerca di farsi un po di pubblicit. Forse prova a farsi propaganda per ottenere qualche opportunit professionale. Giudizio duro, in linea con le accuse mosse dal Pdl in queste ore. Scusi, evidente. Cerca di ottenere chiss cosa infangando la

Questo linciaggio mediatico alla fine rafforzer Silvio


Bonev una persona disperata. Cerca un po di pubblicit. Forse per ottenere opportunit professionali

IL PDL IN RIVOLTA
Con un diluvio di dichiarazioni il Pdl, da Alfano a Fitto, attacca sin da subito la trasmissione di Michele Santoro, parlando di fango mediatico

Barbara Saltamartini vita privata di una persona. Non se ne pu pi. Lei conosce Francesca Pascale. La frequenta. Ha avuto modo di sentirla dopo la trasmissione? No. Su Twitter lei ha scritto: Santoro vergogna. C una regia del Pdl dietro il coro di sdegno unanime contro la trasmissione? Guardi, a fronte dellennesimo programma del genere, dellennesimo attacco mediatico

,,

Da Santoro lennesimo tentativo di guardare dal buco della serratura per screditare la vita privata di due persone

ASCOLTI RECORD
La puntata ha registrato il record di ascolti per Servizio pubblico questanno: 2,7milioni di telespettatori e 13% di share La Pascale annuncia causa

verso Berlusconi, dellennesimo tentativo di guardare dal buco della serratura per screditare la sua vita privata ovvio che ci sia stata unautentica sollevazione popolare. Anche sui social network. Di tutti, non solo dei dirigenti del Pdl, ma anche dei cittadini. La tesi dei berlusconiani che si colpisce Pascale per colpire il Cavaliere. cos. Usano qualunque

strumento pur di colpire come sempre Berlusconi. Di certo Pascale sempre pi al centro dellattenzione dei media. Come avr reagito guardando la trasmissione? Immagino che come qualsiasi persona per bene si siano indignati di fronte a queste falsit. La Bonev sostiene che la fidanzata del Cavaliere al fianco dellex premier solo per una questione di potere. Senta, io non entro e non intendo entrare nella vita privata delle persone, nei rapporti di coppia di chiunque e men che meno di Berlusconi e della sua compagna. Ci detto, certo che si tratta di due persone eccezionali e sono certa dellautenticit del legame che li lega. C il rischio che il Pdl accusi il colpo, dopo queste nuove polemiche? I cittadini, i nostri elettori sono stanchi della gogna mediatica e del linciaggio a cui Berlusconi viene sottoposto. Ma tutte queste falsit, tutta la pretestuosit di simili operazioni non fanno altro che unire il partito. Un partito unito attorno al suo leader.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it www.michellebonevblog.it

13

Lintervista

Michele ha fatto solo il suo lavoro quelle dellattrice erano notizie


Il patron de La7 Cairo: lingaggio di Crozza grazie a Brunetta
Verit

LEANDRO PALESTINI
ROMA Urbano Cairo, editore di La7, un uomo felice. La sua rete si ripresa, il barometro degli ascolti salito oltre il 5% di share, grazie alle polemiche sui compensi della Rai ha rinnovato il contratto con Maurizio Crozza per tre anni. Qualche fastidio arriva da Santoro che fa insorgere il Pdl per lintervista a Michelle Bonev che racconta fatti intimi della coppia Pascale-Berlusconi, ma Cairo incassa laudience record (fino a 3,3 milioni di fan) e solidarizza con il giornalista bacchettato dallOrdine. Cairo, ha ringraziato lononorevole Brunetta che lha aiutata a trattenere un campione di ascolti come Crozza? Certamente con le sue polemiche ha innescato un processo a noi favorevole. Ma con lagente di Crozza, Beppe Caschetto, la trattativa era rimasta aperta. S, lo voleva anche Mediaset, ma Maurizio ha scelto noi: perch vuole lavorare serenamente, dal 2006 a La7, sa bene che da noi trova il suo pubblico, e la piena libert. Non voglio guardare alla libert degli altri, metti della Rai, ma certo l avrebbe incontrato discussioni, polemiche politiche. La 7 come oasi tv, libera dai
FOTO: ANSA

Io lascio liberi tutti, non pongo nessuna questione politica. I giornalisti devono scoprire la verit
Risanamento

Io mani di forbice? No, la mia rete perdeva 100 milioni lanno. Sto risanando senza mandare via nessuno
condizionamenti politici... Io lascio liberi tutti. Non pongo nessuna questione politica. Santoro, Mentana, Gruber, Formigli, Paragone e Crozza possono confermare che hanno piena autonomia. I giornalisti devono scoprire la verit, fare luce con le loro inchieste. I limiti? Se li danno da soli, da professionisti in base alla propria deontologia. E le critiche del Pdl a Santoro, che ha intervistato Michelle Bonev sui retroscena della coppia Pascale-Berlusconi? Michele Santoro ha raccolto

Urbano Cairo liere. Niente di vero? Figuriamoci. Nel 1995, quando ero nella Mondadori Pubblicit, fui licenziato dalloggi al domani e il proprietario era Silvio Berlusconi. No, non direi che sono amico di Berlusconi. Non credo che ci sia un atteggiamento positivo nei nostri confronti da parte del centrodestra. Anche da quello che scrivono i giornali di destra questi giorni non mi pare proprio. In mano a lei, La7 sembra voler uscire dal pubblico di nicchia. Non a caso far un pro-

una testimonianza, quella di Michelle Bonev, che ha raccontato delle cose vissute. In studio cera Belpietro che ha avuto la possibilit di ribattere. La Bonev ha detto la sua verit. Santoro da giornalista li fa parlare. Una causa contro di noi? Non credo ci siano gli estremi. Daltronde anche Berlusconi ha potuto dire la sua a Servizio pubblico, ha persino pulito la sedia di Travaglio. Un tempo si diceva che lei era vicino a Berlusconi. C chi sospettava che dietro il suo arrivo a La7 ci fosse lo zampino del Cava-

gramma nazionalpopolare come Miss Italia, quasi uno sgarbo alla presidente della Camera Boldrini... No, nessuno sgarbo alla Boldrini. Lei ha fatto un apprezzamento che riguardava Miss Italia fatto in Rai, che Servizio pubblico. Ma va detto che Miss Italia fa parte del Dna del Paese. Dal 1939 tanta gente si emozionata a vedere la Gina Lollobrigida e Sofia Loren concorrenti. Anche pi di recente dal concorso sono uscite attrici di valore, come Anna Valle e Martina Colombari. Inoltre va detto che questa edizione di La7, che andr in onda il 27 ottobre, sar rinnovata, diciamo al passo dei tempi. Con la conduzione di Massimo Ghini, affiancato da Cesare Bocci e Francesca Chillemi. Se la presidente Boldrini avr loccasione di vedere il programma ne riparleremo. La chiamano mani di forbice, perch taglia i compensi agli artisti. vero? No, non mi riconosco, io mantengo i conti in ordine. Non ho mandato via i miei 415 dipendenti, di cui 100 giornalisti. Ho grande rispetto per chi lavora. Ma La 7 perdeva 100 milioni di euro lanno scorso, qualcosa bisognava correggere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

LO STATO E LA MAFIA CRONACA

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it

15

I pm da Napolitano, forse collegato anche Riina


Il legale del boss: Partecipare un diritto di tutti. Trattativa, perde quota lipotesi di un conflitto
SALVO PALAZZOLO
PALERMO La citazione per il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al processo per la trattativa non arriver prima di sei mesi. I pubblici ministeri Di Matteo, Del Bene, Tartaglia e Teresi hanno stilato un primo programma delle audizioni: sul pretorio della corte saliranno presto i pentiti, poi alcuni ex ministri come Martelli e Scotti, per raccontare la drammatica stagione del 1992, che chiama in causa anche lex ministro dellInterno Nicola Mancino, accusato di falsa testimonianza. In questo primo programma, non figura il nome del presidente della Repubblica. I tempi lunghi dellaudizione aiuteranno di certo a distendere il clima, mentre al Quirinale si continua a studiare con attenzione il caso. Lobiettivo evitare un ulteriore scontro con la magistratura palermitana. Ovvero, un nuovo conflitto di attribuzioni. E, alla fine, il presidente potrebbe decidere di accettare la convocazione. Ma quelludienza al Quirinale, la prima nella storia della Repubblica, non ancora facile da immaginare. Anche perch i mafiosi eccellenti imputati nel processo da Salvatore Riina a Leoluca Bagarella potrebbero chiedere di

Si allungano i tempi per laudizione del presidente come teste: la corte al Quirinale non prima di sei mesi

partecipare anche loro, collegati in videoconferenza, come avviene per le udienze ordinarie. Dice lavvocato Giovanni Anania, uno dei legali di Riina: Il mio cliente non ha ancora deciso, ma un diritto di tutti gli imputati partecipa-

re, quella al Quirinale sar unudienza come tutte le altre. E, naturalmente, come in tutte le udienze, al testimone Napolitano potranno rivolgere domande non solo i pm e il giudice, ma anche gli avvocati degli imputati e delle parti civili. Al Quirinale vuole esserci Massimo Ciancimino, che nel processo per la trattativa il super teste della procura, ma anche imputato. un mio diritto partecipare alludienza dice e se il presidente della Repubblica lo consentir i miei avvocati gli rivolgeranno delle domande. Ma tutti saranno obbligati al capitolato ammesso dalla corte:

le domande potranno vertere soltanto sulla lettera che Loris DAmbrosio ha scritto al presidente Napolitano, la lettera in cui il consigliere giuridico ribadiva la sua correttezza dopo le polemiche seguite alla pubblicazione delle telefonate intercettate con Mancino e infine esprimeva alcuni dubbi sulla stagione del 92-93. Nel processo sono stati acquisiti anche i verbali delle due audizioni di DAmbrosio a Palermo. Un serrato confronto con i pm: il consigliere del Colle ribad di non sapere nulla della trattativa e spieg di avere fatto solo delle ipotesi nelle telefonate con Mancino.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il caso
IL COLLE
A destra, il Quirinale. qui che si svolger ludienza del processo Stato-mafia per ascoltare come teste il capo dello Stato

Le tappe
LA STORIA
La Commissione parlamentare Antimafia fu istituita il 20 dicembre 1962

ATTILIO BOLZONI
ROMA Se questo linizio, forse meglio non farla. Troppe manovre, troppe mani che si allungano sulla commissione. Per non parlare poi di certi nomi. Ma abbiamo davvero bisogno di unAntimafia cos? Sono tutti contro tutti, si arrogano di imporre un loro presidente, mettono veti, minacciano ritiri, fanno mancare il numero legale, insultano quelli degli altri partiti e pure se stessi, scalpitano, eruttano banalit. Una recita indecente. Le mafie italiane ringraziano tutti gli onorevoli della rispettabilissima commissione parlamentare antimafia. Alcuni sono veterani, molti debuttanti, altri hanno gi dato prova di non capire granch della materia o peggio di capirne fin troppo. Per esempio il senatore Claudio Fazzone, califfo del Pdl nel basso Lazio, quello che ha fatto di tutto per non far sciogliere qualche anno fa il Comune di Fondi ammorbato da infiltrazioni

I COMPONENTI
una commissione bicamerale costituita da 25 deputati e da 25 senatori

I PRESIDENTI
Giuseppe Pisanu stato lultimo. Tra gli altri, Tiziana Parenti e Luciano Violante

La parata degli aspiranti presidenti cos lAntimafia diventa sceneggiata


Dallex autista di Mancino allonorevole anti 41 bis, rissa per una poltrona
sone giuste al posto giusto in questa Antimafia. Bruno stato indicato addirittura come presidente dal suo partito in contrapposizione con la candidata del Pd, Rosy Bindi. Tuttaltra la storia della Bindi, naturalmente. Ma perch designare proprio lei alla presidenza di questa commissione, quando nella sua campagna elettorale era capolista in Calabria non ha dedicato un solo incontro alla lotta alla ndrangheta ammettendo candidamente, davanti a pi testimoni, di non sapere niente di mafia? Siamo sicuri che sia unaltra scelta azzeccata? Tuttaltra la storia anche di un altro candidato presidente, Stefano Dambruoso di Scelta Civica. Ha iniziato come sostituto procuratore ad Agrigento, poi a Milano, poi ancora un ruolo di coordinamento antiterrorismo a Vienna, allOnu. Un incarico dopo laltro, tutti di nomina politica. Quando era in procura a Milano e indagava sul rapimento dellimam Abu Omar, ha raccolto il suo traffico telefonico sbagliando clamorosamente le date (ordinando lacquisizione di quello un mese dopo il sequestro, il 17 marzo 2003 invece del 17 febbraio, errore rimediato dal pm Agostino Spataro), ha definito una bizzaria dietrologica il prelevamento dellimam da parte degli agenti Cia (Milano-Bagdad, Mondadori 2004, pag. 54), ha accostato impunemente i nomi dei nostri colleghi Giuseppe DAvanzo e Carlo Bonini a unattivit di intossicazione dellintelligence, la stessa che nel frattempo spiava e pedinava i due giornalisti. Dambruoso anche quello che il 24 luglio scorso, in commissione giustizia alla Camera, ha provato a far passare il 416 ter del codice di procedura penale voto di scambio inserendo alcuni versetti satanici come consapevolmente o procacciamento che di fatto svuotavano il provvedimento e rendevano ancora pi arduo incastrare un boss o un politico che vende i suoi servigi. Nelloperazione, stato spalleggiato da Davide Mattiello, neo deputato piemontese del Pd (sconfessato immediatamente da gran parte del suo partito sul 416 ter), che neanche entrato in Parlamento si

gi calato le braghe. Anche lui in questa commissione antimafia. Evviva. Solo una campagna di questo giornale ha fermato i due furbacchioni. Poi, in commissione, c anche Lorenzo Dellai, un altro di Scelta Civica, trentino. Destinato pure lui a presidente. Uno del suo movimento, il simpatico e pittoresco Andrea Vecchio, imprenditore della rivolta antiracket siciliana, lo ha definito un vecchio politi-

Deputati e senatori si accapigliano senza riuscire a raggiungere unintesa


di ndrangheta e camorra. Si imposto prepotente anche sul ministro degli Interni Maroni, dopo tre consigli dei ministri Fondi non si sciolto. Ma il senatore stato soprattutto autista non civile, ma uomo di apparato, Viminale di Nicola Mancino quando era ministro degli Interni nellestate del 1992, ai tempi della famosa trattativa fra Stato e mafia nella quale scivolato come imputato lo stesso Mancino. Sar Fazzone, a indagare per noi, in commissione su ci che accaduto fra la strage di Capaci e lautobomba che ha ucciso Borsellino? Un altro amico di partito che gli accanto in commissione Donato Bruno, avvocato, in Parlamento da 17 anni, uno molto vicino a Cesare Previti, il legale aggiusta processi di Berlusconi. Donato Bruno nel 2002 aveva manifestato la sua idea sul 41 bis (Lo abrogherei, solo una tortura) e poi ha manifestato rammarico per le indagini concorso esterno sullex presidente del Senato Renato Schifani. Non c dubbio, Fazzone e Bruno, sono le per-

Eppure, tra veterani e debuttanti, molti hanno gi dato prova di non capirci granch
cante che la mafia lha vista solo in televisione. E si autocandidato al posto suo. Ma questi sono solo alcuni attori della parata parlamentare antimafia. Scorrendo i nomi dei 50 fra deputati e senatori (erano 30, quarantuno anni fa, quando per la prima volta fu istituita la prima commissione), troviamo Carlo Sarro del Pdl, avvocato di Nicola Cosentino indagato per concorso esterno in associazione camorristica; troviamo Vincenza Bruno Bossio del Pd, il cui marito Nicola Adamo vicepresidente della Regione Calabria indagato per corruzione; troviamo Giovanni Bilardi, ex consigliere regionale a Catanzaro Lista Scopelliti sottindagine per peculato. Una bella compagnia. Pio La Torre, il parlamentare comunista ucciso a Palermo nell81, luomo politico che volle fortissimamente lAntimafia in Parlamento, in questa commissione ne siamo certi si sarebbe dimesso subito. Tanto tempo fa, laveva fatto per molto meno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I personaggi

FAZZONE
Claudio Fazzone, califfo del Pdl nel basso Lazio, era contrario allo scioglimento per ndrangheta del comune di Fondi

BRUNO
Donato Bruno del Pdl, vicino a Cesare Previti, nel 2002 disse che il carcere duro per i mafiosi andava abolito

BINDI
Rosy Bindi, parlamentare del Pd, ha ammesso davanti a pi testimoni di non sapere niente di mafia

DAMBRUOSO
Lex pm Stefano Dambruoso (Scelta civica) defin il rapimento di Abu Omar una bizzarria dietrologica

DELLAI
Lorenzo Dellai stato definito da un compagno di partito politicante che la mafia lha vista solo in televisione

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

16

MONDO

PER SAPERNE DI PI www.lemonde.fr www.un.org

Ragazza rom espulsa, trema il ministro Valls


Francia, migliaia di studenti in piazza. La compagna di Hollande: La scuola di tutti
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE ANAIS GINORI
PARIGI Alle undici di mattina gli studenti sono gi tutti in place de la Bastille, dove appena un anno e mezzo fa si festeggi l'elezione di Franois Hollande, il socialista tornato al potere dopo il lungo regno della destra. Su un cartello scritto: Non abbiamo mandato via Sarkozy per avere un sosia. I ragazzi non parlano di Hollande, ma di Manuel Valls, l'uomo pi popolare del governo, il contraltare simbolico del Presidente, ai minimi storici di gradimento. Alcuni giovani si sono svegliati all'alba per poter bloccare l'ingresso delle scuole e dipingere gli striscioni. Espelliamo Valls, Facciamo vallsare il ministro dell'Interno. Dodicimila persone in corteo, quattromila secondo la polizia, una cinquantina di scuole occupate per il secondo giorno della mobilitazione in favore di Leonarda e Khatchich, i

IN PIAZZA
La protesta degli studenti a Parigi Al centro il corteo alla Bastiglia; sotto, il ministro degli Interni Manuel Valls

intravedere nessun spiraglio: il ragazzo non stato fermato a scuola ma in un centro commerciale per scippo. Il caso di Leonarda invece si complicato. Il padre ha ammesso di aver mentito alle autorit sulle origini kosovare. Secondo la nuova versione, la ragazza e i suoi fratelli sarebbero nati in Italia, anche se non ci sono documenti che lo dimostrano. Inoltre, l'uomo accusato di violenze in famiglia, oltre che diversi piccoli reati. Non bisogna far ricadere sui figli le colpe dei genitori. Mentre Hollande continua a tacere

Giornali critici con limbarazzo dellEliseo: Presidente batti un colpo

Il primo ministro: Se c stato un errore di procedura faremo tornare Leonarda


(Presidente, batti un colpo, titolava Libration), Valrie Trierweiler a parlare. Capisco l'emozione dice la premire dame, commentando la rivolta dei giovani. Trierweiler andata ieri mattina a Angers, la sua citt natale, per visitare l'istituto elementare che frequentava da piccola. La porta della scuola deve rimanere invalicabile ha detto la compagna di Hollande. Questo deve rimanere un luogo protetto per offrire a tutti l'eguaglianza delle opportunit. L'Eliseo spera di chiudere le polemiche con dichiarazioni di principio e forse qualche funzionario troppo zelante punito in seguito all'inchiesta che sar pubblicata a breve. Ma intanto l'hashtag pi popolare in queste ore continua a essere #vallsdemission.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La 15enne espulsa
FOTO: AFP

due ragazzi sans papiers espulsi. Tre ore di marcia fino a place de la Nation dove c' stato un parapiglia con le forze dell'ordine, lancio di sassi, qualche lacrimogeno, e un poliziotto ferito all'occhio. Mobilitati gli studenti anche a Grenoble, Marsiglia, Avignone. Pi che rabbia, i ragazzi esprimono disillusione per una gauche che non fa la differenza, e anzi sembra appiattirsi su posizioni di destra. Ci sembra intollerabile che questi comportamenti vengano dalla sinistra dice Juliette

Chilowicz, sedici anni, segretaria del sindacato di studenti Fidl, vicino al partito socialista. ancora presto per sapere se sta davvero nascendo un nuovo movimento di contestazione. Ma intanto Valls stato costretto a interrompere il suo viaggio nelle Antille francesi e tornare precipitosamente a Parigi. Le rivolte giovanili sono lo spauracchio di ogni governo francese. I politici qui citano la famosa battuta: I giovani sono come il dentifricio, una volta che esce dal tubo non riesci pi

Parigi

I sindaci devono celebrare le nozze gay la Corte costituzionale boccia lobiezione


PARIGI I sindaci francesi non potranno rifiutarsi di celebrare le nozze tra omosessuali sollevando clausole di coscienza: lo hanno stabilito ieri i saggi della Corte costituzionale francese giudicando conforme alla Costituzione la legge, in vigore dal 18 maggio, che autorizza il matrimonio per tutti, ed escludendo la possibilit di riconoscere il diritto alla libert di coscienza. Il ricorso alla Corte Costituzionale era nato dopo il rifiuto del sindaco di Arcangues, sui Pirenei, di celebrare le nozze tra due uomini.

a rimetterlo dentro. Uno degli slogan nella manifestazione di ieri era: Valls t'es foutu, la jeunesse est dans la rue!. Forse non vero che Valls fottuto perch la giovent scesa in strada. Di sicuro, per, la faccenda non finita qui. Un'inchiesta interna dovr ricostruire le condizioni per procedere all'espulsione. Se c' stato un errore di procedura, siamo disposti a far tornare Leonarda in Francia ha detto il premier Jean-Marc Ayrault. Per Khatchich il governo non fa

Il caso

Il regno rinuncia a entrare nel Consiglio di sicurezza: una mossa senza precedenti

Il gran rifiuto dellArabia Saudita Onu inutile e di parte, no al seggio


FRANCESCA CAFERRI
MESSA in un angolo dalla decisione degli Stati Uniti di aprire una trattativa con lIran del nuovo presidente Rouhani e di non attaccare larci-nemico Bashar al Assad, lArabia Saudita risponde sparigliando le carte della diplomazia mondiale. Con una mossa senza precedenti nella storia del Palazzo di Vetro, Ryad ha rifiutato di accettare il seggio non-permanente che le era stato assegnato per la prima volta dalla nascita del regno con una votazione due giorni fa. LArabia Saudita non ha altra scelta se non di rifiutare di diventare membro del Consiglio di sicurezza fino a che questo non verr riformato o non gli verranno

LORGANIZZAZIONE
LOnu nasce dopo la II Guerra Mondiale per sviluppare le relazioni fra Stati e favorire la soluzione diplomatica alle tensioni

ASSEMBLEA GENERALE
Rappresenta un forum internazionale per la discussione delle questioni previste dalla Carta Onu. Ad oggi ne fanno parte 193 Stati

CONSIGLIO DI SICUREZZA
Decide sulle questioni pi delicate di attualit: ha 5 membri fissi e 10 eletti ogni 2 anni dallAssemblea

forniti gli strumenti per assolvere ai suoi compiti e assumersi la responsabilit di preservare la pace e la sicurezza nel mondo, si leggeva ieri in un comunicato diffuso dal ministero degli Esteri di Ryad. La nota proseguiva citando il rifiuto del Consiglio di passare le risoluzioni preparate dal regno contro la Siria e lincapacit di trovare una soluzione alla questione palestinese irrisolta da 65 anni. La decisione arrivata a sorpresa ieri mattina, dopo che lambasciatore saudita allOnu aveva gi espresso soddisfazione per il voto che per la prima volta vedeva il suo paese entrare nella stanza dei bottoni del Palazzo di Vetro. Da anni il regno preparava con attenzione questo ingresso, dedicando tempo e risorse a for-

mare diplomatici uomini e donne facendo attenzione a mostrare un volto pi moderato possibile allestero con aperture sulla questione femminile, il grande tab della societ saudita,

Dietro alla mossa la rabbia verso gli Usa colpevoli di aprire allIran e di non voler colpire la Siria
e anche su quella religiosa, tema delicatissimo nel paese che la patria dellIslam e coltivando una serie di rapporti strategici. Proprio il fatto che la decisione sia arrivata cos improvvisa ha fat-

to pensare a una scelta maturata nel gruppo strettissimo della corte di Re Abdullah e del suo fratellastro, ed erede, Salman. Ma ieri a Ryad la prudenza era il sentimento pi diffuso nei circoli dei commentatori, tutti rigorosamente stretti nellanonimato. Eppure, a guardarlo a posteriori, gi da tempo il clima era tesissimo: a settembre il potente ministro degli Esteri saudita, principe Faisal, aveva rifiutato di parlare allOnu quando il riavvicinamento fra gli Stati Uniti e lIran era apparso evidente. A Ryad i sentimenti di irritazione verso lo storico alleato americano erano stati fatti trapelare con chiarezza, fino ad annunciare la fornitura di armi pesanti ai ribelli siriani, mossa che gli Usa avevano sempre osteggiato. LA-

rabia Saudita si sentita come se qualcuno le togliesse il tappeto da sotto ai piedi, spiega Frederic Wehrey del Carnegie Endowment for International Peace. La scelta sullOni comunque servita a riportare Ryad al centro della scena diplomatica, un ruolo che negli ultimi anni le era stato scippato dal Qatar prima e che era stato poi ulteriormente danneggiato dalle primavere arabe, viste con ostilit dai sauditi. Ieri le reazioni sono arrivate da tutto il mondo: dalla rabbia russa alla comprensione francese. A mediare rimasto solo il segretario Onu Ban Ki Moon, che spera in un cambiamento nella decisione: speranza, occorre dirlo, alquanto infondata.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

MONDO

PER SAPERNE DI PI www.nytimes.com www.theguardian.com

17

I pericoli dello spionaggio

Proseguire in segreto questi programmi un pericolo molto pi grave che rivelarli


JAMES RISEN
WASHINGTON Edward Snowden, lex tecnico informatico ingaggiato dallAgenzia per la sicurezza nazionale americana (Nsa), non ha portato con s in Russia alcun documento segreto dellNsa nella sua fuga in giugno, e perci lIntelligence russa non ha alcun accesso a quelle carte: questo quello che lui stesso sostiene. Stando a Snowden, tutti i documenti segreti di cui era in possesso sono stati consegnati ai giornalisti che sono andati a incontrarlo a Hong Kong, prima che partisse per Mosca: nelle sue mani non ne sarebbe rimasta nemmeno una copia. Non ha portato i file in Russia perch non sarebbe stato nellinteresse pubblico. riuscito a proteggerli anche dalle spie cinesi, perch alla Nsa aveva come obiettivo quello di seguire le operazioni cinesi e aveva anche diretto un corso di controspionaggio cibernetico cinese. Le probabilit che russi o cinesi abbiano ricevuto un documento sono pari a zero, ribadisce. In questa intervista Snowden risponde punto per punto alle accuse mossegli dal governo americano, spiega le ragioni che lo hanno spinto a pubblicare i documenti e interviene nel dibattito internazionale sulla sorveglianza. Lintervista stata condotta dal New York Times tramite comunicazioni online criptate. Snowden, 30 anni, applaudito dai difensori della privacy, ritenuto un traditore dalle autorit

Il dissenso nella Cia

Dentro la Cia c moltissimo dissenso, ma le persone hanno paura di parlare: spesso vengono intimidite
IN ESILIO A MOSCA
Snowden da settimane a Mosca per sfuggire a un mandato di arresto emesso dalla giustizia Usa nei suoi confronti
FOTO: AP

Lultima verit di Snowden Nessun segreto a Russia e Cina


La fonte del Datagate: Il mio un gesto patriottico
statunitensi. Lui, invece, si definisce un whistle blower, uno spifferatore, qualcuno che ha agito nellinteresse dellAmerica nel rivelare la portata della rete di sorveglianza dellNsa e dellenorme raccolta di dati delle comunicazioni, comprese quelle private dei cittadini. A suo avviso il suo gesto ha rafforzato la sicurezza nazionale americana, innescando un dibattito pubblico quanto mai urgente sulla portata dei programmi dellIntelligence. Proseguire in segreto questi programmi un pericolo molto pi grave che rivelarli, dice. Secondo Snowden, il fatto che gli americani non fossero stati informati dellespansione tentacolare della Nsa pi preoccupante delle singole operazioni di sorveglianza. Se c un ampio sostegno popolare, si pu affermare che perfino il programma di sorveglianza pi invadente e moralmente scorretto gode di una certa legittimit, in quanto frutto di una decisione consapevole e voluta. Per, se parliamo di programmi segreti, privi di alcun controllo pubblico, quella legittimit viene meno: questo il problema. In pi, si profila una pericolosa normalizzazione del governare nellombra: decisioni con un enorme impatto sulla cittadinanza vengono prese senza che il pubblico possa dire la sua. A chiedergli com maturata la decisione di divulgare i documenti dellNsa, Snowden torna indietro nel tempo al periodo in cui lavorava come tecnico della Cia a Ginevra. Quellesperienza aliment i suoi dubbi sulla comunit dellIntelligence e lo convinse che rivolgersi ai superiori gli avrebbe fruttato soltanto una punizione. Un recente articolo uscito sulla stampa americana insinua il sospetto che gi quando lavorava a Ginevra Snowden tentasse di accedere a file segreti. Lui respinge le accuse: quella nota dice - era stata scritta da un superiore che voleva punirlo dopo che aveva tentato di avvisare la Cia riguardo ai rischi cui erano esposti i computer. Altri colleghi - racconta - avevano patito rappresaglie per quel che avevano rivelato. Allinterno della Cia - dice Snowden - c

moltissimo dissenso, a volte persino palpabile. Ma il malcontento tenuto a bada dallintimidazione e da una falsa immagine di patriottismo. Perci Snowden sera convinto che se avesse tentato di mettere in discussione le operazioni di sorveglianza dellNsa denunciandole alla stessa agenzia, i suoi sforzi sarebbero stati insabbiati per sempre. Il sistema interno non funziona spiega - ti obbliga a riferire gli illeciti proprio a chi ne il primo responsabile. Snowden finalmente decide di agire quando scopre la copia di un rapporto segreto del 2009 relativo al programma di intercettazioni non autorizzate durante lAmministrazione Bush. Dice davere trovato il documento durante un controllo di routine: Aveva un grado di segretezza troppo alto per trovarsi dovera, dice. In teoria lui avrebbe dovuto spostarlo o cancellarlo. Ma dopo averne scoperto il contenuto, la curiosit prevalse, ricorda. Una volta letto il programma, che aggirava le leggi in vigore sulla sorveglianza, concluse che era illegale. Se i funzionari di pi alto grado al governo possono infrangere la legge senza alcun timore, riflette oggi, i poteri segreti diventano terribilmente pericolosi. Quel rapporto lo ha aiutato a formulare la sua scelta: Non si pu leggere una cosa simile senza capirne le conseguenze. ( 2013 New York Times News Service traduzione di Anna Bissanti)
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

18

CRONACA
A Rebibbia La reputazione

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it

No strumentalizzazioni

Pi delle umiliazioni e dello spazio che manca, quello che pesa di pi limpossibilit di difendersi. Ma non mi sono pentito di essere tornato in Italia

Faccio sempre quello che so fare, cio limprenditore, ma la mia reputazione ha subito danni pesanti. Ancora oggi mi negano il visto per andare negli Usa

Le eterne polemiche italiane sulla giustizia mi sembrano agitate strumentalmente per ottenere un vantaggio politico Non risolvono i problemi reali

ROBERTO RHO
MILANO Trecentosessantatr giorni, tre ore, trentacinque minuti, quaranta secondi. Ovvero, la battaglia pi dura che ho combattuto nella mia vita, ma sono contento di averla fatta e di non averla evitata, come avrei facilmente potuto. Il counter del sito che amici e sostenitori hanno aperto durante il periodo della sua detenzione per denunciarne pubblicamente lassurdit, ancora fermo su quelle cifre, che misurano il periodo che Silvio Scaglia, uno dei manager che hanno costruito il successo di Omnitel, limprenditore che diventato miliardario (in euro) durante il periodo della New economy grazie allintuizione di eBiscom-Fastweb, ha passato agli arresti. Prima a Rebibbia, tre mesi, poi altri nove rinchiuso nella sua casa di Antagnod, in cima alla Val dAyas, finestre affacciate sul gruppo del Monte Rosa. Le sue montagne, che per non poteva guardare: Nei primi tempi degli arresti domiciliari non mi potevo affacciare, tantomeno uscire sul balcone, per disposizione dei giudici. Oggi che stato assolto con formula piena dallaccusa di associazione a delinquere finalizzata a quella che la Procura defin la pi grande frode mai attuata in Italia, Scaglia ripercorre lanno pi difficile della sua esistenza. A cominciare da quella notte in cui, alle Antille per affari, rispose alla telefonata della figlia, ventenne, che chiamava dalla loro casa di Londra. Era stata svegliata dagli agenti inglesi, avevano in mano un mandato di cattura. Per noi era un mistero, non capivamo cosa stesse accadendo. Ho compreso la gravit delle accuse solo quando ho letto lordine di arresto con i miei avvocati. Ha deciso di rientrare in Italia, subito. Sapevo esattamente quel che mi aspettava appena scesa la scaletta dellaereo, ma immaginavo unesperienza breve. Poche settimane, il tempo di spiegare che di quella vicenda avevo gi parlato in un interrogatorio di tre anni prima, che da anni ero uscito da Fastweb, e che lazienda e i suoi manager non erano gli artefici, ma le vittime di quella frode. Come fu quella notte in volo tra i Caraibi e lItalia, ingegner Scaglia? Presi una pastiglia per dormire, per non pensare. Lincubo cominci a Ciampino, era notte fonda. Si rilegga i giornali di quei giorni, per capire quale era il peso che mi sono trovato addosso, allimprovviso, quale era la tensione, la pressione su di me e sulle aziende coinvolte. Subito in carcere? Prima una lunghissima procedura di identificazione e notifica dellarresto. Poi Rebibbia, in isolamento. Una cella lunga tre metri e larga uno e mezzo, il cesso in vista, intendo in vista anche dallesterno. Ero nel braccio dei delinquenti comuni. Il carcere un posto orribile, sporco, affollato allinverosimile. C meno spazio di quello che le leggi prevedono per gli allevamenti dei maiali. Quale la privazione pi dura? Pi ancora della libert, delle umiliazioni, dello spazio che manca, il senso di impotenza, limpossibilit di difendersi, di spiegare. Dopo cinque giorni di

PROSCIOLTO
A destra, Silvio Scaglia, assolto con formula piena. In alto, la pagina pubblicitaria che Fastweb ha comprato sui giornali dopo lassoluzione dei suoi ex vertici: I fatti ci hanno dato ragione

FOTO:FOTOGRAMMA

In cella meno spazio che per i maiali quel pm non voleva cercare la verit ma ora so che la giustizia funziona
Scaglia dopo lassoluzione: il carcere peggio di come lo raccontano
isolamento, venne il giudice per linterrogatorio cosiddetto di garanzia. Fu una farsa. Poi, per due mesi, pi nulla. Finalmente linterrogatorio con il Pm: mi sembrava di aver spiegato, di aver dimostrato con il mio ritorno dai Caraibi di non aver alcun progetto di fuga, anzi il contrario. Quanto al possibile inquinamento delle prove, si trattava di fatti avvenuti anni prima, in unazienda da cui ero uscito da anni. Invece, tornai in carcere. Quel Pm, evidentemente, non aveva interesse a capire. Poi gli arresti domiciliari, un po di respiro.

Le tappe
LARRESTO
23 febbraio 2010: emessa lordinanza di custodia per Silvio Scaglia, che allestero. Appena atterra in Italia gli agenti lo portano in carcere a Rebibbia

Il Presidente del Gruppo Editoriale LEspresso Carlo De Benedetti e lAmministratore Delegato Monica Mondardini sono affettuosamente vicini a Gabriele Acquistapace per la prematura dolorosa scomparsa della sorella

Ezio Mauro, i Vicedirettori e i colleghi dellUfficio centrale partecipano al dolore di Gabriele Acquistapace per la scomparsa della sorella

Rosalba
Roma, 19 ottobre 2013 Pier Paolo Cervi e tutta la Divisione Digitale del Gruppo Espresso si stringono con affetto a Gabriele e alla sua famiglia per la scomparsa della cara sorella

Rosalba
e partecipano al cordoglio della famiglia. Roma, 19 ottobre 2013 Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Espresso e il Collegio Sindacale esprimono a Gabriele Acquistapace la loro vicinanza e il loro cordoglio per la scomparsa della sorella

Il Direttore Generale, il Consiglio Artistico e la Segreteria tutta dellIstituzione Universitaria Dei Concerti sono vicini con grande affetto alla loro Presidente Gianna Troiano Stanzani Ghedini in questo momento cos triste per la perdita del caro marito

Al contrario. Fu il periodo pi duro. Ero chiuso nella mia casa di Antagnod, lunica mia abitazione italiana, perch con la mia famiglia vivo da tempo a Londra. Ero completamente solo, non potevo neppure uscire sul balcone, vedevo solo la signora che mi procurava il cibo e la mia famiglia nel fine settimana. Nove mesi cos, senza potermi difendere. Cosa le resta addosso, di quellanno? Certo non la voglia di dimenticare. stata unesperienza troppo forte per me e per le persone che mi vogliono bene. Semmai avverto lurgenza di dire forte che queste cose non dovrebbero pi succedere. Cosa pensa della giustizia, oggi? Il mio caso dimostra che la giustizia, in Italia, funziona. Io ho avuto giustizia. Ma ci sono voluti troppo tempo e troppe sofferenze: il problema la mancanza di garanzie per chi in attesa di giudizio. Vede, in carcere ho parlato con tantissimi detenuti: la met di loro erano in attesa di un processo. La met della met risulteranno innocenti, come me. Mai rimpianto quel viaggio di ritorno dalle Antille a Roma, pendente un ordine di arresto, neppure nei giorni pi duri? Mai, neppure per un secondo. Lo rifarei domattina. Era lunico modo per reclamare la mia innocenza e cancellare ogni possibile ombra. Fu proprio quella scelta a rendere superflua ogni spiegazione alle persone che mi vogliono bene. La mia famiglia, le mie figlie si sono fidate del loro padre, della sua parola, dei suoi gesti. Non c stato bisogno daltro. Che ne del Silvio Scaglia mister miliardo, limprenditore lungimirante e spregiudicato, uno dei dieci uomini pi ricchi e potenti dItalia? Sono sempre qui. Faccio ancora quel che so fare, cio limprenditore, pochi mesi fa ho acquistato unazienda (La Perla, ndr). Certo, la mia reputazione ha subito danni pesanti. Ancora oggi non posso andare negli Stati Uniti, se compilo il modulo Esta

Sergio Augusto Stanzani Ghedini


Roma, 19 ottobre 2013
Funus Servizi Funebri e Servizi Cimiteriali 800.13.43.19

Rosalba Acquistapace
Roma, 19 ottobre 2013 David e Michela e tutti i ragazzi del Controllo si stringono al caro amico Gabriele ed esprimono le loro pi sentite condoglianze a lui e a tutta la famiglia per la perdita della sorella

Rosalba
Roma, 19 ottobre 2013 Corrado Corradi, Stefano Mignanego e Roberto Moro si stringono con affetto allamico Gabriele per la prematura scomparsa della sorella

Rosalba Acquistapace
Roma, 19 ottobre 2013 Giulia Matticari ed Erica Schuster con tutti i colleghi del Marketing editoriale del Gruppo Espresso sono vicini a Gabriele nel doloroso momento della perdita della sorella

Caro Gianluca amico di sempre, sono tanto vicino a te, al tuo pap Giorgio e a Clarissa in questo momento di sgomento e di immenso dolore per la scomparsa improvvisa della tua cara mamma

Maria
Gaetano con Luigi, Claudia e Roberto Dieni. Roma, 19 ottobre 2013 La famiglia Polito piange limpareggiabile amico e fine giurista

Rosalba Acquistapace
Roma, 19 ottobre 2013 Pierangelo Calegari e tutti i colleghi della Direzione Tecnica partecipano con profonda commozione alla prematura scomparsa della cara sorella di Gabriele

I DOMICILIARI
17 maggio 2010: concessi gli arresti domiciliari in Valle dAosta dopo 80 giorni di detenzione. 24 febbraio 2011: accolta listanza di scarcerazione

Rosalba Acquistapace
Roma, 19 ottobre 2013 Raffaella Pallavicini stringe in un forte abbraccio Gabriele Acquistapace e la sua famiglia cos duramente provata dalla scomparsa prematura della sorella

Carlo Caianello
Roma, 19 ottobre 2013 Il Dipartimento di Filosofia e Comunicazione dellUniversit di Bologna partecipa al dolore della famiglia per la scomparsa del Professor

Rosalba Acquistapace
Roma, 19 ottobre 2013 Alessandro Alacevich, Carlo Ottino e Stefano Canu apprendono la triste notizia della scomparsa della cara sorella di Gabriele ed esprimono le loro pi sentite condoglianze a tutta la famiglia

Rosalba
Roma, 19 ottobre 2013 Il 17 ottobre si spento a Roma l Ing.

Elio Matassi
docente insigne di Filosofia morale e persona di grande umanit. Bologna, 19 ottobre 2013 Lo conoscevamo da poco ma eravamo gi diventati amici. Ci uniamo al dolore della famiglia per limprovvisa perdita di

LASSOLUZIONE
17 ottobre 2013: assolto con formula piena. Per i giudici della prima sezione penale del tribunale di Roma il manager non sapeva nulla della truffa

Rosalba Acquistapace
Roma, 19 ottobre 2013 Marco Moroni e Luigi Vicinanza si stringono a Gabriele nel dolore per la scomparsa delladorata sorella

Sergio Augusto Stanzani Ghedini


La moglie Gianna con i figli Paolo, Bianca e Duccio lo comunicano a chi lo ha conosciuto e stimato. Marco, Ginevra, Luca, Gaia, Delfina, Adelaide e Cecilia salutano con affetto il nonno. Roma, 19 ottobre 2013
Funus tel. 800.13.43.19

Elio
Marta Capuano, Gian Luigi Ferrari. Pisa, 19 ottobre 2013

Rosalba Acquistapace
Roma, 19 ottobre 2013

mi negano il visto. Ma ad altri andata peggio: vivendo a Londra, per la mia famiglia stato relativamente pi facile mantenere il distacco dallonda di riprovazione che si accompagna ad accuse cos gravi come quelle che ho subito. E poi, ai miei coimputati stato sequestrato tutto, hanno vissuto per anni della generosit di amici e conoscenti. Come vive le eterne polemiche italiane sulla giustizia? Con fastidio. Mi sembrano agitate strumentalmente per ottenere un vantaggio politico, non per risolvere i problemi reali delle migliaia di persone che vivono sulla loro pelle quel che ho vissuto io.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

CRONACA

PER SAPERNE DI PI http://roma.repubblica.it/cronaca/2013/10/18/news http://roma.repubblica.it/cronaca/2013/10/18/foto

19

Roma blindata per i No Tav, allarme black bloc


Cinque francesi fermati e subito espulsi. Arrivi da tutta Europa, rischio incidenti
CORRADO ZUNINO
ROMA Alla fine della giornata di sciopero generale, ieri un buon successo del sindacato di base, trentamila persone in corteo nel centro di Roma, astensioni dell80 per cento nel trasporto pubblico a Torino e del 70 per cento a Bologna, 142 voli cancellati a Fiumicino nei prati di San Giovanni restano settanta tende piantate. Lacampada che non riusc il 15 ottobre del 2011, spazzata dalla devastazione della citt e in particolare dellarea intorno alla basilica, si installa a due anni di distanza. Con spettacolo la sera, di 99 Posse e Banda Bassotti. In questo ottobre caldo laccampata ritardata diventa, cos, un testimone tra sindacati di base e movimenti di base i quali, dopo il venerd dello sciopero generale, prenderanno in mano il timone della protesta del sabato contro lausterity. Oggi, a partire dalle due del pomeriggio sempre con partenza in piazza della Repubblica, i movimenti per labitare (che si concentrano a Roma in tre associazioni come lAsia, i Blocchi metropolitani e Action) guideranno una giornata che si annuncia preoccupante. Le adesioni alla sollevazione generale del 19 ottobre (si chiama cos gi dai manifesti) sono davvero ampie: No Tav e No Tav Firenze, i siciliani No Muos, No Dal Molin da Vicenza, comitati contro inceneritori e rigassificatori, lintero network antagonista torinese, i

Previsto assedio al ministero dellEconomia, da ieri tende a piazza San Giovanni

IL CORTEO
A sinistra, alcuni manifestanti con la maschera di Guy Fawkes al corteo

sempre in zona universitaria fanno comprendere che i timori hanno un fondamento. Nella serata di gioved, poi, cinque giovani francesi, black bloc tra i venti e i quarantanni, sono stati sorpresi a fare un sopralluogo lungo il percorso del corteo, senza cellulari in tasca. Nel loro curriculum

azioni di terrorismo in Francia e scontri in Val di Susa: sono stati espulsi dallItalia. Nella settimana che ha preceduto il weekend in tutta Italia e soprattutto a Roma ci sono stati occupazioni di case, espropri proletari nei supermercati, volantinaggi anarchici. Lintelli-

gence, a fini interni, applica una scala di rischio alle manifestazioni di piazza. Al devastante G8 di Genova, a cose fatte, fu assegnata la quota 6,5. Per la manifestazione di oggi pomeriggio, che prevede ministero dellEconomia sotto assedio e acampada non autorizzata a Porta Pia, sia-

mo gi a rischio 5. La prefettura, su indicazioni della questura, ha cambiato dettagli del percorso pi volte: alla fine lasceranno sfilare il corteo in via XX Settembre, di fronte al ministero di Saccomanni, con un imponente cordone a evitare assalti frontali, e accorceranno il finale: non pi a

Porta Pia, ma sotto la biblioteca nazionale. Ancora ieri mattina, per, dal palco Cobas le indicazioni erano chiare: Ci accamperemo a Porta Pia, davanti ai devastatori ambientali del ministero delle Infrastrutture, fino a domenica. Se la polizia prover a spostarci conoscer la forza delle nostre donne e dei nostri uomini. Si teme lesplosione in piazza dellala anarco-insurrezionalista No Tav (spezzini e toscani allinterno, legami con greci e spagnoli) e il trasferimento della battaglia anti-treno dalla valle alla citt. In unaffollata aula I dellUniversit La Sapienza, a Roma, Nicoletta Dosio, figura storica del movimento No Tav, negli scorsi giorni ha detto: Adesso si tratta di far parlare certe lotte con lassedio dei palazzi romani, ora il conflitto generalizzato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I punti

Acampada a San Giovanni

Due di loro hanno precedenti per terrorismo. Trovato furgone carico di biglie e manganelli
duri centri sociali di Roma Est di ispirazione autonoma, i temuti ultras del Napoli in trasferta dal giorno prima per la gara con la Roma. Quello che preoccupa gli esperti dellantiterrorismo laspettativa di violenza, che rimbalza da settimane online e sottotraccia. A Roma, solcata da blindati di polizia, carabinieri e finanza per tutta la giornata di ieri (oggi sono previsti 4mila agenti e funzionari, numeri da G8 di Genova), la Digos segnala la presenza di agitatori italiani e stranieri da almeno una settimana: sono partiti presto e in ordine sparso per evitare i controlli di frontiera. Il furgone carico di biglie e manganelli retrattili trovato in queste ore in viale Regina Elena e i tre estintori recuperati

RISCHIO 5
Le forze dellordine attendono 20mila manifestanti a Roma dallItalia e dallestero. Il corteo del diritto alla casa considerato a rischio 5 (alto). In strada i NoTav

DUE ANNI DOPO


A due anni dalla devastazione di San Giovanni si annuncia una sollevazione generale: assedio del ministero dellEconomia e acampada a Porta Pia

AVVISAGLIE
Un furgone con biglie e manganelli e 5 black block francesi fermati ieri a Roma. Oltre a una decina di incappucciati che si sono dati alla fuga ieri al corteo Cobas

Napoli

False fatture mediche da centro fantasma Woodcock indaga sui rimborsi ai deputati
NAPOLI La Procura di Napoli indaga sui rimborsi sanitari ai parlamentari. Per ordine del pm Henry John Woodcock, i carabinieri del Noe di Roma hanno perquisito lex deputato irpino Marco Pugliese (eletto nel 2008 nel Pdl, non riconfermato del 2013) e altri quattro indagati, lamministratore, il gestore e alcuni collaboratori di un centro fisioterapico. II pm ipotizza unassociazione per delinquere finalizzata alla truffa e al falso. Alla Camera stata chiesta la documentazione relativa ai rimborsi sotto inchiesta. Secondo il pm, il centro ritenuto fantasma sarebbe stato utilizzato come cartiera per rilasciare fatture relative a prestazioni fisioterapiche mai effettuate. Cos alcuni deputati avrebbero ottenuto rimborsi non dovuti dal Servizio sanitario integrativo per i parlamentari. Pugliese si dice esterrefatto: ho realmente ricevuto assistenza e terapie a seguito di gravi incidenti.

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

20

CRONACA

PER SAPERNE DI PI http://roma.repubblica.it/cronaca/2013/10/18/news www.repubblica.it

Cefalonia, primo ergastolo per la strage


Roma,dopo70annicondannatounexcaporale.Ilnazista90enneresterinGermania
FABIO TONACCI
ROMA La pi grande strage di militari in divisa della Seconda guerra mondiale, leccidio di Cefalonia, in cui i nazisti fucilarono tra i tremila e i quattromila soldati italiani arresi, ha portato, 70 anni dopo, alla condanna di un caporale. QuellAlfred Stork che il 24 settembre 1943 faceva parte del plotone che radun e uccise 136 ufficiali della divisione Acqui nel cortile di una casetta rossa vicino ad Argostoli. Stork era caporale della terza compagnia del 54esimo battaglione Cacciatori di montagna. Lultima ruota del carro, per dirla con le parole di Marcella,

Il caso

Priebke, 37 offerte per la sepoltura ultimatum del prefetto: decidete


FUCILATI
In alto, Alfred Stork in una foto depoca. A destra, i corpi di alcuni ufficiali fucilati dai tedeschi

Spar a 117 soldati italiani I familiari delle vittime: Cos non vera giustizia
figlia del capitano Francesco De Negri, fucilato a Cefalonia. A conclusione di un procedimento iniziato nel 2009, il Tribunale militare di Roma lo ha condannato in primo grado allergastolo, ritenendolo responsabile di 117 morti. Una sentenza che, se verr confermata in secondo grado (lavvocato difensore, Marco Zaccaria, ha gi annunciato che far appello), comunque non sar eseguita. Stork contumace, vive nella sua villetta a Kippenheim. E il governo tedesco non concede lestradizione dei

Le tappe
LA CASETTA ROSSA
Il 24 settembre 1943 129 ufficiali italiani vengono fucilati dai tedeschi nel cortile di una casetta rossa

A NORIMBERGA
Nel 1946 il tribunale di Norimberga condanna il generale Hubert Lanz a 12 anni (ne sconta solo tre)

LERGASTOLO
Ieri il tribunale militare di Roma condanna allergastolo il 90enne Albert Stork: 117 gli ufficiali da lui uccisi

suoi cittadini coinvolti in crimini di guerra. Il caporale della Wehrmacht, che pure otto anni fa in Germania confess la strage (testimonianza non utilizzata nel processo italiano perch non resa in presenza di un avvocato), non andr in carcere, n ai domiciliari. Il plotone di Stork, comandato da un tenente, quel giorno uccise dallalba al pomeriggio. Dovevamo sparare in tre su ogni ufficiale: uno in testa e due al petto raccont al magistrato tedesco al termine ero sfinito completamente. Abbiamo caricato i corpi su un vecchio traghetto, che si diretto verso il mare aperto. Quando sono tornati abbiamo chiesto che cosa ne avessero fatto dei cadaveri e ci hanno risposto di averli legati insieme e gettati in mare. Perch? Dopo la rottura dellalleanza con la Germania, gli italiani erano considerati traditori. Pertanto abbiamo dovuto sparare.

la prima sentenza di condanna in assoluto per i fatti di Cefalonia dopo il processo di Norimberga, che inflisse 12 anni al generale Hubert Lanz. Ne scont solo tre. E Otmar Muhlauser, comandante del secondo plotone che spar alla Casetta Rossa mor nel luglio del 2009, subito dopo lincriminazione. Il tribunale ragiona oggi il procuratore militare di Roma, Marco De Paolis, che ha sostenuto laccusa contro Stork sembra aver sposato la tesi da noi sostenuta secondo cui lordine illegittimo, criminoso, non doveva essere rispettato: non pu essere un paravento per coprire misfatti del genere. Per i parenti delle vittime, per, il distinguo vale poco. Settantanni di attesa sono troppi dice Marcella De Negri il processo si poteva fare prima, ma allItalia non interessava. Cos non vera giustizia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ROMA Trovare una soluzione per la salma di Erich Priebke (nella foto) entro le 16 di oggi, mentre solo in Italia sono 37 le offerte di privati o Comuni per ospitare la sepoltura dellex Ss morto otto giorni fa. stato il prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro a dare lultimatum allavvocato Paolo Giachini che rappresenta i figli di Priebke: se non arriver la soluzione, ci penseranno prefettura e governo. Collaboriamo dice il legale anche se abbiamo gi avuto casi di offerte private respinte dalle amministrazioni locali o di sindaci bloccati dalle giunte. La Germania? Abbiamo offerte anche da l. Da Berlino un portavoce del governo dice che nessuna richiesta ufficiale pervenuta, ma auspicabile una soluzione appropriata per la sepoltura. Resta lipotesi cremazione. Mi dice il confessore: lo cremiamo per esigenze intime, spirituali e religiose o semplicemente politiche? Se per esigenze pragmatiche, la cremazione non possibile. E non posso assecondare ci che affermano i rappresentanti di altre religioni. Priebke non lo voleva spiega Giachini, che ieri ha diffuso le prove dei rapporti tra il boia delle Ardeatine e quattro parenti di vittime. Oggi la salma potrebbe essere spostata: rester nellaeroporto di Pratica di Mare, ma in ambienti pi freschi. (g.ism.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

ATTUALIT

PER SAPERNE DI PI www.montefeltroveduterinascimentali.eu www.cacciatricidipaesaggi.it

21

JENNER MELETTI
URBANIA (PESARO URBINO) Parlano sottovoce, come in un santuario. Ecco, questo il balcone di Piero. La valle del Metauro si stende sotto gli occhi e sembra un arazzo. Questa la valle e quelle sono le colline dipinte da Piero della Francesca nei Trionfi del dittico di Federico da Montefeltro e Battista Sforza. Fare passare qui una superstrada, anzi unautostrada, come sfregiare un quadro. come cancellare un pezzo di Rinascimento. Non ci sono No Tav, fra le colline che partono da Fermignano, passano da Urbania e arrivano a Mercatello. Ci sono persone che amano la loro terra e la vogliono difen-

Lautostrada che rischia di asfaltare i paesaggi di Piero della Francesca


Fermate lo scempio, rivolta contro il progetto della Fano-Grosseto
spesa scenderebbe di 1 miliardo 300 milioni rispetto a quella prevista. Luogo di ritrovo del comitato lagriturismo Pieve del Colle, proprio sopra il Balcone di Piero. Ecco, solo da qui raccontano larchitetto Antonella Celeschi, lo scenografo Egidio Spugnini che ha lavorato per Monicelli, Montaldo e Scola, e linformatico Claudio Cerioni si possono spiegare i nostri no a questa arteria. L a sinistra, appena fuori dalla visuale del Balcone, si vedono alcune fabbriche. Sono tutte chiuse o in grave crisi. Cera ad esempio lAllegrezza, che produceva profilati in legno. Negli anni 70 e 80 questa che chiamata anche la valle di Asdrubale perch qui i romani sconfissero il fratello di Annibale era diventata la valle dei jeans, con decine di piccole fabbriche e laboratori. La superstrada E78 stata progettata prima di questo sviluppo ed arriva invece adesso, quando le fabbriche sono chiuse e i jeans sono un ricordo. Lo sappiamo bene, attraversare lItalia fra i due mari sempre stato un problema serio. Per questo il nostro non un no assoluto. Chiediamo che la strada scor-

ra soprattutto in galleria, come previsto nel progetto originale, e che non rovini il territorio. Anche a causa della crisi sta nascendo un nuovo sviluppo economico: dove cerano le fabbriche adesso ci sono un centinaio di agriturismi. Il paesaggio il nostro petrolio, il turismo la nostra miniera. Le colline ritratte da Piero della Francesca sono state trovate da Rosetta Borchia, fotografa e pittrice e Olivia Nesci, docente di geomorfologia a Urbino, diventate cacciatrici di paesaggi. Si sempre pensato racconta Rosetta Borchia che i grandi pittori del Rinascimento avessero creato paesaggi immaginari. Ora alcuni di questi sono stati ritrovati. Erano

Niente gallerie per risparmiare: il nuovo tracciato cancella i luoghi che ispirarono larte
dere da inutili offese. Deve passare qui racconta larchitetto Antonella Celeschi la E78, superstrada che deve collegare il Tirreno allAdriatico. Il progetto iniziale ci andava bene. Ecco, guardi quelle colline che si chiamano Farneto, San Pietro, monte del Pianto delle donne La strada doveva passare in corte gallerie mentre i tratti allaperto erano al margine della valle. Da qui, dal Balcone di Piero, non si sarebbe visto nulla. Invece nel nuovo progetto, per risparmiare, le gallerie sono scomparse, la superstrada diventata unautostrada a sei corsie e il tracciato taglia la valle proprio nel mezzo. La storia della Sgc (Strada di grande comunicazione) E78 Grosseto-Fano fa impallidire quella della Salerno-Reggio Calabria. Inventata da Amintore Fanfani alla fine degli anni 60, diventata uneterna Incompiuta. Dopo cinquantanni solo 127 dei 270 chilometri previsti, secondo lAnas, sono ultimati e in esercizio. Un appalto per 12 chilometri stato consegnato ad aprile, ma ci sono da finanziare ancora due tratti per una spesa ancora dati Anas di 4 miliardi 365 milioni di euro. Secondo le ultime notizie arrivate dal governo e dalle tre Regioni interessate raccontano quelli del neo Comitato No allo scempio della Fano-Grosseto al posto della superstrada ora vogliono costruire unautostrada a pagamento: il progetto stato presentato dalla ditta austriaca Strabag, in project financing, che in cambio incasserebbe i pedaggi per 45 anni. Cos la

Le opere

RTV-LAEFFE
Alle 13.50 il videocommento di Jenner Meletti sul progetto della Fano-Grosseto nascosti tra le colline del Montefeltro. Si faranno incontri e assemblee, per difendere questi profili fragili e bellissimi. Quelli che sono nati qui e non si sono mai mossi dice Claudio Cerioni quasi non si accorgono della bellezza della nostra terra. Certo, anche qui la voglia di novit e di modernit non mancata: ci fu quasi una festa, quando a Urbania venne acceso il primo semaforo. Ma quando nel 2009 stato proposto un impianto eolico, con pale di 120 metri su 20 chilometri di crinale, siamo riusciti a organizzare un referendum, il primo in Italia, e il progetto stato bocciato. Proporremo un referendum anche per difendere la valle del Metauro. La nostra valle stretta racconta Antonella Celeschi e la cicatrice dellautostrada non si risanerebbe pi. Per costruirla servirebbero sbancamenti, opere di riporto, zone di stoccaggio dei materiali Abbiamo purtroppo un esempio concreto. Dieci anni fa stato costruito un altro pezzo della Fano-Grosseto, con la galleria della Guinza, 2,4 chilometri, che parte da Mercatello ed esce in Umbria. C una sola canna con appena due corsie, senza quella di fuga. Adesso non pi a norma. Questa opera ormai inutile insiste sul torrente SantAntonio: era una fonte di acqua purissima e adesso un torrente morto. Vogliamo distruggere anche la valle del Metauro?.
RIPRODUZIONE RISERVATA

FEDERICO DA MONTEFELTRO
Il paesaggio alle spalle del duca Federico da Montefeltro ritratto da Piero della Francesca nel dittico degli Uffizi: si trova tra Urbania e SantAngelo in Vado, provincia di Pesaro-Urbino

BATTISTA SFORZA
Il profilo di Battista Sforza, che guarda quello del marito nel dittico di Piero della Francesca, si staglia contro la Valmarecchia nella zona di San Leo, comune in provincia di Rimini

I TRIONFI
la Piana di San Silvestro, tra le citt marchigiane di Fermignano e Urbania, lo sfondo dei Trionfi dei duchi di Urbino, raffigurati nella parte posteriore del dittico

ECONOMIA
FINANZA&MERCATI
Ieri
FTSE MIB ....................19271,02 FTSE IT ALL .................20370,57 FTSE IT STAR ..............15806,40 FTSE IT MID ................24607,11 COMIT ...........................1041,47 FUTURE.......................19234 (+0,38%) (+0,43%) (+0,68%) (+0,75%) (+0,39%) (+0,20%)

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

22

I migliori
FTSE MIB Var.% Autogrill..................................................3,91 Telecom IT..............................................3,46 Finmeccanica .........................................1,87 Atlantia...................................................1,76 Pop.Emilia Romagna ...............................1,44

Principali titoli del Mercato azionario


Titolo
A2A.............................................0,903 Ansaldo Sts .................................7,675 Atlantia .....................................16,230 Autogrill ......................................6,915 Azimut ......................................19,010 Banca Generali..........................18,580 Banco Popolare ...........................1,475 Bca Pop.Milano ...........................0,509 Buzzi Unicem ............................13,150 Campari ......................................6,465 CNH Industrial .............................8,935 Diasorin ....................................33,320 Enel ............................................3,240 Enel Green Pw .............................1,713

Pr. Rif
0,89 0,13 1,76 3,91 0,32 -0,21 -0,47 -0,68 1,31 0,23 -0,72 -0,48 -0,18 -0,41

I peggiori
Monte Paschi Si.....................................-3,93 Mediolanum ..........................................-0,94 CNH Industrial .......................................-0,72 Bca Pop.Milano .....................................-0,68 Diasorin ................................................-0,48

Titoli di Stato
Rendimento Btp (10 anni) ...................................4,16% SPREAD SUL BUND ....................233

Eni ............................................17,770 Exor ..........................................29,680 Ferragamo ................................25,040 Fiat .............................................6,080 Finmeccanica..............................5,730 Fondiaria-Sai ..............................1,919 Generali ....................................17,050 Gtech........................................21,820 Intesa Sanpaolo...........................1,815 Luxottica...................................38,670 Mediaset.....................................3,772 Mediobanca ................................6,355 Mediolanum................................6,290 Monte Paschi Si...........................0,233 Parmalat .....................................2,466 Pirelli & C. .................................10,200

0,51 0,75 -0,36 1,42 1,87 -0,05 0,65 -0,46 -0,06 1,23 0,59 -0,24 -0,94 -3,93 0,16 -0,20

Pop.Emilia Romagna ...................7,035 Prysmian ..................................18,330 RCS MediaGr r B ..........................0,380 RCS Mediagroup .........................1,585 Saipem .....................................15,530 Snam ..........................................3,874 STMicroelectr..............................6,355 Telecom IT ..................................0,749 Tenaris .....................................17,370 Terna ..........................................3,550 Tods ......................................128,300 UBI Banca ...................................5,035 Unicredit .....................................5,620 World Duty Free...........................8,095

1,44 1,05 0,50 0,96 0,58 0,31 -0,47 3,46 -0,29 -0,34 0,47 0,70 0,27 1,19

IL MERCATO
ALESSANDRO PENATI

NORMA AD AZIENDAM TELEFONICA FERITA


L SENATO ha votato una mozione dalle larghe intese (Matteoli e Mucchetti) per chiedere lobbligatoriet dellOpa totalitaria per le societ quotate, non solo se uno o pi azionisti in accordo tra di loro superano la soglia del 30%, come gi previsto, ma anche se accertata una situazione di controllo di fatto, a prescindere dalla quota azionaria. Diciassette anni fa, al tempo dei lavori preparatori per il Tuf, sostenni pubblicamente, e non ero il solo, lesigenza di introdurre nellordinamento italiano il concetto di controllo di fatto, anche desumibile dai comportamenti successivi, per sancire lobbligo dellOpa. Lintento era rafforzare quello che pensavo fosse lo spirito del nascente Tuf: promuovere lo sviluppo della Borsa, creando un mercato concorrenziale per il controllo delle societ quotate che, rompendo vecchie oligarchie e posizioni consolida-

ni dellOpa. Anzi, entrambi i proponenti si sono pi volte, in passato, dimostrati fautori della stabilit. La mozione quindi dichiaratamente ad aziendam, contro Telefonica: il controllo di fatto nella holding a monte di Telecom gi passato di mano almeno tre volte negli ultimi 10 anni senza che qualcuno avvertisse il bisogno di cambiare la legge per richiedere lOpa obbligatoria. Sembra dunque solo lennesimo intervento dirigista, che cambia una legge in corsa per ostacolare unazienda straniera (non lamentiamoci poi della scarsit degli investimenti esteri). Il vero obiettivo della proposta ha ben poco a che fare con il controllo, ma molto con le operazioni con parti correlate: ovvero mettere in luce e limitare il conflitto di interessi di Telefonica in Brasile. Una preoccupazione che condivido pienamente, ma che la mozione af-

Telecom, il piano di Fossati per neutralizzare Telefonica


Cda scelto con il proporzionale, sul Brasile decida lassemblea
GIOVANNI PONS
MILANO Nuovo scatto in avanti del titolo Telecom che nellultima seduta della settimana guadagna un altro 3,46% salendo a 0,74 euro. Linteresse degli investitori intorno ai destini della societ sta crescendo e ad alimentarlo stata anche lultima iniziativa presa dal socio Findim con la richiesta di convocazione di unassemblea per la revoca dellattuale cda. Lidea di Marco Fossati, secondo indiscrezioni attendibili, sarebbe quella di coagulare intorno ad alcune proposte un folto numero di investitori istituzionali. Le novit sarebbero in pratica due: primo, cambiare la regola statutaria che oggi permette a chi prende il maggior numero di voti in assemblea di nominare i 4/5 del cda; secondo, togliere dal cda e spostare a livello di assemblea una decisione importante come leventuale vendita delle partecipazioni in Brasile e Argentina, da cui dipende il futuro della societ. Entrambe le proposte vanno nella direzione di una maggiore democrazia finanziaria e potrebbero essere appoggiate dagli istituzionali anche se c sempre lincognita della partecipazione in assemblea dei grandi fondi. Modifiche di questo tipo (in particolare la prima), erano gi state avanzate dal socio Findim allassemblea del 2011 ma erano state bocciate dal socio Telco che controlla il 22,4% del capitale e vuole continuare ad avere una presa stretta sul cda. Il passaggio al sistema proporzionale per li-

Csar Alierta

Una mozione bipartisan sullOpa, atto dirigista e ostile verso unimpresa solo perch straniera
fronta con gli strumenti sbagliati: infatti gi esiste un corposo regolamento per le operazioni correlate. Evidentemente, i nostri senatori non lo ritengono adeguato, o sono convinti debba essere applicato con diversa sensibilit da caso a caso: non ricordo infatti la stessa attenzione e zelo del Senato in vicende di parti correlate come Fonsai-Unipol, Finmeccanica-AnsaldoCassa DDPP, Rcs-Fiat-Stampa, Intesa-Zaleski, solo per citare alcuni dei pi recenti. Lidea di controllo effettivo inoltre era ispirato al Takeover Panel britannico che dice: I princpi vanno applicati in accordo con lidea che li ha ispirati, al fine di raggiungere gli obiettivi impliciti; e le regole, bisogna interpretarle non solo alla lettera, ma anche tenendo conto dello spirito con cui sono state formulate. Non essendoci regole per stabilire che cosa sia effettivo, chi preposto al controllo (Consob, Giustizia Amministrativa e Civile) dovrebbe decidere caso per caso, interpretando soggettivamente lo spirito della legge. Un approccio che frana di fronte al nostro ordinamento, basato sul garantismo e lapplicazione certa della norma. E che la Direttiva Europea, imperniata sulla regola rigida del 30%, ha sepolto definitivamente.
RIPRODUZIONE RISERVATA

te, facilitasse un ricambio degli assetti proprietari, favorendo chi avesse le migliori capacit di gestione e i capitali per farlo. Questo concetto avrebbe reso difficilmente aggirabile lobbligo dellOpa, beneficiando tutti gli investitori delle contese per il controllo, e creando cos un incentivo allinvestimento in capitale di rischio. Da allora, invece, in Italia ha prevalso lobiettivo della difesa della stabilit della struttura proprietaria delle societ, anche per favorire il mantenimento della propriet italiana (privata, pubblica o para pubblica) con il minimo delle risorse, a difesa di presunti interessi nazionali. Cos si congelata la struttura proprietaria delle aziende quotate; e anche la dimensione del mercato azionario. LOpa obbligatoria, da strumento per promuovere la contendibilit del controllo e lo sviluppo della Borsa, diventato sinonimo di instabilit: qualcosa da evitare. Infatti, da anni, le Opa nostrane hanno acquisito il ruolo perverso di ridurre la rilevanza del mercato azionario, permettendo a chi gi controlla una societ di ritirare i titoli dal mercato azionario. La mozione Matteoli-Mucchetti non intende affatto recuperare lo spirito che motiv la proposta originale del concetto di controllo effettivo ai fi-

visto, i nomi dei possibili sostituti di Franco Bernab. Nella lista preparata dagli head hunter figurano oltre a Massimo Sarmi anche Giuseppe Recchi (presidente Eni), Nanni Beccalli Falco (General Electric), Paolo Scaroni, Domenico Siniscalco, Massimo Tononi e Luigi Gubitosi. Intanto da Carlo De

Benedetti (presidente del Gruppo Espresso) arrivato un giudizio tranchant sulla situazione in cui versa Telecom: La pi grande impresa italiana, con il pi grande potenziale di crescita nel mondo, stata scarnificata in vent'anni fino all'umiliazione finale di vederla passare in queste settimane agli

spagnoli con unoperazione che ha dello scandaloso. E su questo ha aggiunto: Nessuna Opa, nessuna trasparenza in favore dei piccoli azionisti, solo un'intesa pi o meno sotterranea con le banche che non vedevano lora di ridurre la propria esposizione. Uno dei momenti pi bassi del nostro capitalismo. Il passaggio del controllo a Telefonica stato invece difeso dal presidente di Intesa Sanpaolo Giovanni Bazoli: Telecom mi pare una situazione che aveva avuto una risposta e una soluzione, ovviamente condizionata a tante cose, che corrisponde agli interessi delle banche socie, Intesa e Mediobanca, e di Generali, che dei partner italiani era di gran lunga il pi importante.
RIPRODUZIONE RISERVATA

In consiglio le proposte dei cacciatori di teste sul successore di Bernab


sta rischia di scardinare il potere di Telco e la possibilit di controllare unazienda cos grande come Telecom con una quota inferiore al 30%. Fossati allora aveva anche esortato la Consob a determinare un controllo di fatto di Telco su Telecom con il conseguente consolidamento dei conti in capo a Telco e il sorgere di una responsabilit da direzione e controllo. Ma la Consob non ha mai avuto il coraggio di compiere un atto del genere seppur nel 2002 sotto la gestione di Tronchetti il controllo di fatto era gi stato accertato in capo a Olimpia. Poi il Tar del Lazio annull la delibera Consob per un vizio di forma e la stessa da allora non mai stata rideterminata. Con tutta questa carne al fuoco non chiaro se al cda del 7 novembre verranno esaminati, come preCOMUNE DI VENEZIA DIREZIONE PATRIMONIO E CASA
AVVISO DI PUBBLICAZIONE DI BANDO DASTA PUBBLICA IMMOBILIARE N. 2/2013 LAmministrazione Comunale ha pubblicato il Bando dasta pubblica immobiliare n. 2/2013 per lalienazione di n. 14 Lotti di beni immobili. Le istanze di partecipazione dovranno essere presentate entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 5 novembre 2013 secondo le modalit e alle condizioni fissate nel Bando dasta. Il testo del Bando dasta e le schede patrimoniali relative ad ogni singolo Lotto sono reperibili nellapposita sezione del sito istituzionale (http://www.comune.venezia.it). Il Direttore dott.ssa Alessandra Vettori

Loperazione

Aumento Alitalia versati 130 milioni


ROMA In seguito allaumento di capitale da 300 milioni di euro, nelle casse di Alitalia ieri sono materialmente entrati 130 milioni fra versamenti dei soci e garanzie delle banche. Confermato, inoltre, lassegno condizionato di Poste Italiane per 75 milioni di euro (che ne assicurer altri 75 a copertura dellinoptato). Intesa Sanpaolo inoltre ha versato circa 26 milioni di euro, altrettanti Atlantia e 13 milioni Immsi, per un totale di 65. Altri 65 sono stati versati da Intesa Sanpaolo e Unicredit a valere sulla loro garanzia di 100 milioni

BORSE EUROPEE
Paese/Indice 18-10 Amsterdam (Aex) ..................385,73 Bruxelles-Bel 20 .................2895,12 Francoforte (Xet Dax)...........8865,10 FTSE Eurotrack 100 ............2596,77 Londra (FTSE 100)...............6622,58 Madrid Ibex35 ..................10001,80 Oslo Top 25...........................475,72 Parigi (Cac 40) ....................4286,03 Vienna (Atx) ........................2572,86 Zurigo (SMI) ........................8084,65 Var.% +0,84 +0,51 +0,60 +0,66 +0,71 +0,84 +1,04 +1,09 +0,99 +0,65

BORSE INTERNAZIONALI
Paese/Indice 18-10 DJ Stoxx Euro........................305,81 Hong Kong HS...................23340,10 Johannesburg ..................43844,92 New York (S&P 500) ............1744,50 New York (DJ Ind.).............15399,65 Nasdaq Comp. ....................3914,28 Singapore ST ......................3192,90 Sydney (All Ords).................5321,01 Tokio (Nikkei)....................14561,54 Var.% +0,87 +1,06 +0,72 +0,65 +0,18 +1,32 +0,20 +0,74 -0,17

EURIBOR
SCADENZA 1 mese TASSO 360 0,1280 TASSO 365 0,1298
-0,004 -0,203 -0,108 -0,169 +0,142 +0,161 +0,130 -0,289 +0,067

ORO E MONETE AUREE


18 OTTOBRE Oro Milano (Euro/gr.) Oro Londra (usd/oncia) Argento Milano (Euro/kg.) Platino Milano (Euro/gr.) Palladio Milano (Euro/gr.) 18 OTTOBRE Sterlina (v.c) Sterlina (n.c) Sterlina (post.74) Krugerrand Marengo Italiano
MATTINO SERA

la Repubblica

VALUTE
CORONA DK...............................7,4586 CORONA N.................................8,0985 CORONA S.................................8,7686 DOLLARO AUS ...........................1,4173 DOLLARO CDN...........................1,4089 DOLLARO USA ...........................1,3684 FRANCO CH ...............................1,2343 STERLINA UK.............................0,8452 YEN J ....................................133,7300

31,56 1.317,00 DENARO

31,24 1.316,50 539,26 35,46 18,17


LETTERA

SABATO 19 OTTOBRE 2013

219,46 220,44 220,44 942,74 173,01

250,08 255,13 255,13 1.058,84 198,84

23

ALDO FONTANAROSA
ROMA Un centinaio di sognatori, coraggiosi quanto basta, ha provato limpossibile. Nel 2012, intanto che la crisi si accaniva sulla nostra fragile Italia, ha inaugurato unazienda. Di quelle innovative, dinamiche. Una frizzante start-up. Tra banche ostili e finanziatori annoiati, questi temerari sono riusciti a strappare 100 milioni per avviare la loro attivit. Un milione a progetto. Come dire: una miseria. Luned, Confindustria Digitale dir al premier Enrico Letta che basterebbe investire il triplo e cio 300 milioni nelle start-up per dare una bella spinta alla ricchezza nazionale. Il famoso Pil potrebbe crescere di 3 miliardi, dunque dello 0,2%. Al Forum annuale sullAgenda Di-

E-commerce e servizi al cittadino Ora possibile la svolta digitale


Confindustria a Letta: investire nelle aziende giovani
Il caso

Biverbanca-Passera inchiesta archiviata


ROMA L'inchiesta su Biverbanca in cui era indagato anche Corrado Passera stata archiviata. Lex ad di Intesa Sanpaolo era accusato di dichiarazione infedele. Secondo il gip la notizia del reato del tutto infondata. Lindagine riguardava un arbitraggio fiscale internazionale. Inizialmente, gli inquirenti sostenevano che Biverbanca, a quel tempo controllata dal Gruppo Intesa Sanpaolo, avrebbe commesso reati di dichiarazione dei redditi infedele e fraudolenta nel periodo 2006-2007 attraverso delle operazioni di pronti contro termine.

PRESIDENTE
Stefano Parisi guida Confindustria Digitale

Forum luned con il premier: un dossier elenca tutti i ritardi della Pubblica amministrazione
gitale (Roma, Auditorium della Tecnica), la Confindustria chieder al governo italiano di perfezionare le buone idee scritte nel decreto Sviluppo-bis (del 2012); quindi di imitare Paesi che puntano con convinzione nelle imprese del nuovo. Francia, Ger-

mania, Spagna, anche Israele che mette sul piatto almeno lun per cento del Pil, come capitale di rischio. Rianimare lItalia compito che ricade anche sulle aziende gi attive. Purch si sveglino e comincino a capire il mondo che li

circonda. Impressiona che appena il 4% degli imprenditori abbia scoperto le vendite via web. Spaventa che settori chiave come lalimentare o labbigliamento pilastri delleconomia italiana fatturino online tra lo 0,1 e 1,5% del totale. Confindu-

stria Digitale che vuole incoraggiare, non solo criticare loda quelle aziende che fanno affari tra di loro attraverso le autostrade del digitale. Lo scambio di beni, almeno quello, accelera negli ultimi 4 anni a ritmi tra il 15 e il 20%.

Si fa presto a dire evasione fiscale quando, poi, gli ispettori del Fisco gestiscono 129 banche dati che (molto spesso) non si vedono n si parlano. Le colpe della Pubblica amministrazione sono laltro capitolo caldo del dossier della Confindustria. Le multe non fanno piacere. Pagarle alla Posta, per forza, dopo una estenuante coda, una forma di accanimento nel 2013. Eppure solo 8 Comuni su cento permettono di saldarle da computer via Internet. E solo l8% delle nostre imprese ha modo di parlare con un ufficio pubblico in linguaggio digitale. Realizzare per davvero il governo elettronico, e non solo negli slogan, assicurerebbe 35 miliardi nel breve periodo grazie ai tagli della spesa e allaumento delle entrate. Infine Confindustria d voce alle imprese che investono i loro capitali per realizzare la ragnatela Internet e collegamenti ad alta o altissima velocit. Gli investimenti crescono (pi 6% nel 2012) malgrado i ricavi del comparto tlc siano calati (del 5%). E nei prossimi anni verranno spesi circa 15 miliardi nelle nuove reti purch le leggi italiane si facciano pi chiare. Luned, in Confindustria, il premier Letta parler alle 12:30 (a conclusione del Forum). Poi il 24 e 25 ottobre, Consiglio europeo tutto sullAgenda Digitale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

24

ECONOMIA

PER SAPERNE DI PI www.cgil.it www.fiom.cgil.it

Cgil si prepara a cancellare il suo sindacato dei precari


Bufera su Nidil tra gelosie e accuse di segregare i giovani
MATTEO PUCCIARELLI
MILANO Chiudere il Nidil, la categoria dei precari e degli atipici. Il dossier sul tavolo dei vertici della Cgil. Tante le difficolt in questi anni a entrare in contatto con i lavoratori meno garantiti e quindi con meno coscienza; altrettante quelle a rapportarsi con le altre categorie interne alla confederazione, quelle del posto sicuro (o quasi). Perch la frammentazione la si tocca con mano anche l, nelle Camere del lavoro. I rapporti del Nidil con le categorie storiche come i metalmeccanici della Fiom, ad esempio spesso si sono rivelati conflittuali, delle volte hanno prevalso delle logiche corporative, dice Roberto DAndrea, uno dei segretari nazionali. Nuove Identit di Lavoro nacque nel 1998, due anni dopo la prima riforma del mercato del lavoro varata dal centrosinistra, quando si cominci a capire che il sindacato aveva bisogno di estendersi anche ai non protetti, che dalla Treu in poi sarebbero stati sempre di pi. Missione quanto mai impegnativa, come raccontava Tutta la vita davanti di Paolo Virz, dove Valerio Mastrandrea recitava la parte di un sindacalista del Nidil (appunto) che tentava di mettere piede dentro un call

I numeri

1998
FONDAZIONE

70.000
ISCRITTI

1%
RETRIBUZIONE

La Nuova Identit di Lavoro a tutela di precari e atipici nacque nel 1998, due anni dopo la prima riforma Treu

Il sindacato dei lavoratori atipici ha allattivo 70mila iscritti, cresciuti soprattutto negli ultimi anni

Solo con le buste paga regolari viene versato l1% della retribuzione per lattivit del sindacato

Una manifestazione della Cgil center. E se quindici anni dopo e con 70mila iscritti allattivo, erano la met nel 2007 in Corso Italia si parla con varie gradazioni di chiusura, superamento o rivisitazione del Nidil segno che lesperimento ha funzionato fino a un certo punto. In realt la discussione va avanti da un po: Lesperienza del Nidil scriveva nel proprio documento dello scorso congresso La Cgil che vogliamo, la minoranza interna di sinistra ha fatto il suo tempo: perseverare in questa modalit organizzativa non fa che rafforzare la segregazione dei giovani coinvolti e assecondare la lontananza dalle categorie. Succede che in non poche aziende si ritrovano insieme due rappresentanze sindacali diverse eppure appartenenti sempre alla

La vertenza

COMUNICATO RSU GRUPPO ESPRESSO


LA RSU del Gruppo Editoriale LEspresso SPA ha ricevuto in data 17-10-2013 dallazienda un piano di interventi nel quale si evidenzia una stima per il 2013 del risultato operativo del Gruppo leggermente negativo, a fronte di un risultato consolidato della Societ comunque positivo. In base ad una prima analisi del piano riguardante il settore poligrafici, la RSU ritiene lo stesso IRRICEVIBILE in quanto propone una cessione di ramo dazienda considerato core business fino a pochi mesi fa e dichiara un numero di esuberi assolutamente ingiustificato tra i lavoratori dopo che gli stessi hanno contribuito ai conti del gruppo con una fuoriuscita di circa 160 unit negli ultimi anni senza alcuna sostituzione. Visto il notevole contributo gi dato in questi ultimi anni la RSU propone di trovare insieme allAzienda altre soluzioni, come gi avvenuto in passato.

Cgil: quelle dei lavoratori regolari e legate a una categoria, e quella dei precari targata Nidil. Con i primi liberi di riunirsi in assemblea, con i secondi che magari si vedono quasi di nascosto in un bar o al sindacato. Poi capisci bene che se devi dividere un premio produttivo tra 50 lavoratori a tempo indeterminato o se dentro laccordo decidi di metterci dentro anche i precari, non proprio la stessa cosa..., racconta DAndrea, che per chiarisce: Ma sono stati pi i casi in cui ha prevalso la solidariet tra lavoratori. Tra categorie gelose della propria autonomia (e anche della propria solidit economica: solo con le buste paga regolari al sindacato viene versato l1 per cento della retribuzione) e la moltiplicazione dei contratti diversi dal classico

tempo indeterminato-determinato, il Nidil arrivato a un bivio. A settembre stato eletto un nuovo segretario, Claudio Treves, considerato un uomo di spessore allinterno della Cgil. Mossa letta come unultima spiaggia: o si rilancia la questione dei precari con limpegno di tutti oppure si chiude. Il mio mandato ha questo obiettivo sottolinea Treves cio riuscire a lavorare meglio insieme alle altre categorie. Ma la divisione tra insider e outsider, come li chiamava Luciano Gallino, ha ancora senso di esistere? La risposta di DAndrea no: La crisi ha messo tutti sullo stesso piano. Puoi anche avere il contratto vero, poi torni dalla ferie e la tua fabbrica ha chiuso per aprire in Polonia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lauto

I delegati passano i cancelli con una grande foto di Bruno Trentin

La Fiom torna a Mirafiori Fiat applica la sentenza


PAOLO GRISERI
TORINO Alle 11,23 la grande foto di Bruno Trentin che tiene il comizio sulla pista di collaudo si incammina con i delegati oltre il cancello 2 di Mirafiori. Era 653 giorni che mancavamo dalla fabbrica, dice Edy Lazzi, segretario della lega Fiom di Mirafiori. Da quasi due anni infatti, dal 4 gennaio 2012, i metalmeccanici della Cgil non potevano utilizzare la saletta sindacale della pi grande fabbrica dItalia. Erano stati espulsi dallazienda sulla base di una interpretazione di legge che garantiva il diritto ad avere delegati ai soli sindacati firmatari degli accordi con la Fiat. Il 23 luglio scorso la Corte Costituzionale ha bocciato quella interpretazione della legge e ora la Fiom ha ripreso il suo posto in fabbrica. Due anni fa avevamo portato fuori tutto il materiale della nostra saletta - ricorda il segretario della Fiom torinese Federico Bellono - e ora lo rimettiamo al suo posto. La Fiat ha deciso di dare applicazione alla sentenza senza attendere altri pronunciamenti dei tribunali e questo lo consideriamo un fatto positivo. Auspichiamo che da oggi possa ripartire con lazienda un confronto franco e leale sui problemi della fabbrica. Il rientro avviene con qualche discussione perch in un primo tempo i responsabili della sorveglianza vorrebbero che i delegati della Fiom entrassero come visitatori: Ma quali visitatori, non siamo operai di questa azienda, protesta Nina Leone, una delle delegate pi note. Il pasticcio si risolve in pochi minuti. Davanti ai cancelli si presenta anche Giorgio Airaudo, oggi parlamentare di Sel, ai tempi della cacciata responsabile nazionale della Fiom: Sono qui anche per un fatto personale - rivela - perch due anni fa ci eravamo ripromessi di fare di tutto per consentire ai nostri delegati di tornare in fabbrica a testa alta. Ci siamo riusciti ma soprattutto ci sono riusciti loro dopo due anni di lotta durissima.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

IMPRESE&MERCATI
2012- 2013 min max
0,328 0,297 3,671 17,132 0,447 0,437 7,665 0,032 0,474 0,450 2,879 0,224 2,808 4,212 0,078 0,002 0,786 4,284 3,707 9,165 2,766 13,175 5,343 2,618 6,599 3,718 1,342 0,690 50,310 0,404 0,884 0,226 1,456 0,579 0,262 1,339 0,217 1,525 1,575 0,821 4,122 3,768 0,146 0,315 0,313 0,815 0,168 0,429 2,349 0,196 18,000 1,137 19,017 0,541 0,900 6,595 0,076 10,502 6,534 3,203 2,958 2,330 1,188 1,031 0,706 0,217 5,077 0,037 1,264 8,494 0,372 0,351 5,400 1,240 1,261 0,142 0,037 0,201 0,232 0,720 0,147 8,957 0,264 0,337 0,429 8,613 2,352 0,854 0,024 0,699 1,636 0,901 7,583 39,596 0,877 1,201 10,659 0,138 0,740 0,122 2,107 4,431 0,406 4,325 7,713 0,242 0,007 1,646 6,935 10,249 16,168 6,893 18,601 19,094 5,840 19,453 10,445 2,269 1,146 106,835 1,559 1,985 0,326 3,452 3,984 0,581 3,017 0,341 3,232 3,014 1,672 6,704 8,797 0,412 0,537 0,555 1,489 0,310 1,424 4,099 0,438 22,700 3,282 42,056 0,971 1,358 19,861 0,124 24,750 13,197 7,182 4,969 4,902 1,663 1,890 1,197 0,886 6,622 0,087 2,687 17,988 1,187 6,058 7,672 3,375 1,997 0,216 0,095 0,289 0,468 1,303 0,280 9,658 0,692 0,603 0,053 0,750 19,888 5,375 2,597 0,046 1,459

www.finanza.repubblica.it
25
Chiu ieri
0,783 9,150 47,800 0,549 0,229 1,291 13,500 7,345 6,660 14,590 15,530 19,000 0,928 10,390 13,650 0,070 0,002 0,700 3,680 7,570 0,113 0,968 3,874 3,892 6,120 2,038 0,370 146,000 6,355 2,192 0,535 0,749 0,133 0,192 0,580 17,370 3,550 2,204 0,812 0,044 128,300 7,090 15,080 5,035 0,504 5,620 7,980 4,078 3,350 8,455 1,248 4,176 8,630 8,095 25,090 4,790 0,074 0,190

TITOLO
A A.S. Roma A2A Acea Acotel Group Acque Potabili Acsm-Agam AdF-Aerop.Firenze Aedes Aeffe Aicon Ain Renewables Alerion Ambienthesis Amplifon Ansaldo Sts Antichi Pell Arena Ascopiave Astaldi ASTM Atlantia Autogrill Autostrade Mer. Azimut B B&C Speakers Banca Generali Banca Ifis Basicnet Bastogi BB Biotech Bca Carige Bca Carige r Bca Finnat Bca Intermobiliare Bca P.Etruria e Lazio Bca P.Milano Bca P.Spoleto Bca Profilo Bco Desio-Brianza Bco Desio-Brianza rnc Bco Popolare Bco Santander Bco Sardegna rnc Bee Team Beghelli Beni Stabili Best Union Co. Bialetti Industrie Biancamano Biesse Bioera Boero Bart. Bolzoni Bon.Ferraresi Borgosesia Borgosesia rnc Brembo Brioschi Brunello Cucinelli Buzzi Unicem Buzzi Unicem rnc C Cad It Cairo Comm. Caleffi Caltagirone Caltagirone Ed. Camfin Campari Cape Live Carraro Cattolica As CDC Cell Therap Cembre Cementir Hold Cent. Latte Torino Ceram. Ricchetti CHL CIA Ciccolella Cir Class Editori CNH Industrial Cobra Cofide Cogeme Set Conafi Prestito Cred. Artigiano Cred. Bergamasco Cred. Emiliano Cred. Valtellinese Crespi Csp D

Chiu ieri
1,340 0,903 7,600 22,330 0,808 1,157 9,970 0,049 0,690 0,122 0,621 3,616 0,393 4,036 7,675 0,082 0,006 1,638 6,960 10,240 16,230 6,915 16,000 19,010 5,825 18,580 10,780 1,690 0,857 104,900 0,613 1,175 0,310 3,154 0,715 0,509 1,794 0,248 2,314 2,186 1,475 6,770 8,860 0,251 0,373 0,506 1,459 0,229 0,601 3,990 0,383 22,600 3,150 35,670 0,917 1,158 19,980 0,086 23,650 13,150 7,100 4,736 4,862 1,306 1,744 1,150 0,815 6,465 0,058 2,700 18,000 0,424 1,316 7,530 3,296 1,749 0,194 0,052 0,269 0,328 1,213 0,233 8,935 0,371 0,595 0,048 0,632 13,500 5,415 1,290 0,026 1,400

ieri
12,70 0,89 0,33 -1,06 -0,19 0,96 2,10 -3,56 -0,79 -0,66 6,84 -1,56 0,13 1,69 -1,44 0,07 -0,10 1,76 3,91 0,38 0,32 -0,43 -0,21 5,89 -0,71 2,03 0,58 -0,24 0,95 0,32 1,48 0,85 -0,68 1,39 -1,03 1,96 -0,47 1,65 2,67 1,37 0,48 2,02 -1,46 -0,41 -0,99 -1,69 -1,56 -0,31 -3,12 1,11 -1,48 0,51 1,31 1,14 1,63 0,16 -0,08 -2,02 -3,52 -0,12 0,23 0,88 2,27 0,61 -1,64 0,40 -0,72 0,52 -0,15 -0,33 -0,49 -0,41 -2,43 -0,72 -0,22 -0,32 -0,44 1,21 -0,77 0,07

Var % inizio anno


160,19 95,29 61,70 -5,78 2,28 82,20 -2,35 -18,67 22,45 18,29 -3,06 19,21 4,51 19,51 -54,37 3,45 27,77 33,72 22,63 14,78 73,40 -5,66 74,77 90,48 41,62 91,13 20,71 0,18 42,72 -22,27 -6,37 13,85 60,92 -25,32 9,37 4,30 -1,62 12,88 11,53 12,85 8,23 21,37 46,83 1,97 8,58 67,32 17,51 -11,30 60,24 37,08 9,76 52,62 -3,59 21,23 19,38 101,92 1,05 75,19 22,44 35,24 1,63 95,73 -8,35 42,95 30,76 46,58 8,84 15,69 23,63 41,29 11,23 33,81 18,03 97,37 18,18 5,78 -12,08 13,22 7,94 48,65 7,93 -5,75 6,01 47,53 0,21 2,10 -5,40 26,52 8,04 0,78 43,81

Cap. in mil. di
177 2821 1615 94 29 88 89 50 74 13 11 157 36 916 1373 4 11 384 683 897 10700 1754 69 2725 64 2131 562 103 15 1352 3 112 490 155 1654 53 167 272 28 2605 58 34 75 964 13 17 20 110 14 98 83 200 43 1 1326 68 1609 2155 286 42 384 16 207 146 639 3755 19 124 973 5 127 522 17 16 12 24 59 964 25 12082 37 427 3 29 839 1787 611 4 46

IL PUNTO

TITOLO

ieri
0,38 1,78 1,14 -0,99 0,70 0,70 -0,59 -1,41 -0,97 5,34 0,58 -5,00 -1,07 1,17 -0,36 1,45 -0,27 0,66 -0,88 0,05 0,31 0,57 -0,33 0,89 -2,09 -0,47 1,39 0,94 3,46 7,72 1,11 2,84 -0,29 -0,34 1,10 0,31 1,14 0,47 2,53 1,89 0,70 0,27 -1,50 -0,59 -1,23 -0,16 -0,57 2,62 1,19 0,40 0,08 -0,54 -4,04

Var % inizio anno


180,90 31,47 127,08 11,04 34,47 29,29 49,25 5,99 18,09 114,24 -49,28 -45,71 -8,39 23,40 68,00 -56,25 -55,32 -41,67 11,52 24,68 10,68 76,97 8,09 98,57 51,34 18,76 -9,44 -12,84 13,69 46,92 12,63 6,70 -13,40 -20,59 -5,31 7,35 15,71 4,26 76,64 9,41 29,73 69,05 138,80 36,30 45,97 -9,63 161,24 146,32 120,87 25,18 31,82 72,74 2,47 107,70 5,41 -14,50 -

2012- 2013 min max


0,146 4,997 15,838 0,300 0,078 0,555 7,599 6,175 3,845 4,134 12,595 19,000 0,672 7,505 6,110 0,052 0,001 0,500 2,277 3,853 0,080 0,454 3,102 1,745 3,673 1,197 0,166 146,000 3,695 1,400 0,292 0,475 0,074 0,150 0,378 12,241 2,548 1,890 0,300 0,027 62,108 3,215 3,961 1,916 2,354 4,672 1,340 0,959 3,304 0,857 2,537 2,978 7,400 7,341 4,013 0,063 0,166 0,803 9,070 47,887 0,690 0,253 1,630 14,295 8,531 7,143 16,234 39,784 39,400 1,233 10,573 13,975 0,478 0,068 1,360 3,804 7,617 1,794 1,972 3,869 3,867 6,260 2,208 0,453 167,500 7,570 2,201 0,593 0,923 0,214 0,299 0,752 18,328 3,583 2,694 0,831 0,049 144,651 7,160 15,057 5,059 0,504 5,612 17,276 6,254 4,667 8,599 1,285 4,197 8,525 8,277 28,439 4,911 0,129 0,271

Cap. in mil. di
23 1897 445 90 185 15 156 108 49 882 6838 2 887 101 758 10 34 100 1713 5 112 13083 452 555 974 31 297 22 9899 187 1 3457 7073 82 87 83 3933 496 89 4562 80 32490 19 1800 909 90 37 181 574 2069 1445 419 13 1

Deboli Mps e Unipol bene Bper e Autogrill

MILANO Chiusura di seduta in rialzo, anche se meno bene dellEuropa, per la Borsa, con il Ftse Mib in rialzo dello 0,38%. Spicca il calo di Mps (-3,93%) dopo che lagenzia Dbrs ha messo sotto osservazione il rating al ribasso, mentre bene Bper (+1,44%) e Ubi (+0,70%). Seduta positiva per Fiat (+1,42%), Finmeccanica (+1,87%), Telecom (+3,46%) e Autogrill (+3,91%), questultima dopo alcuni report positivi. Debole Unipol (-1,50%).

RCS Mediagroup risp Recordati Reply Retelit Risanamento Rosss

S
Sabaf S.p.a. Saes Saes rnc Safilo Group Saipem Saipem risp Saras Sat Save Screen Service BT Seat PG Seat PG r Servizi Italia SIAS Sintesi Snai Snam Sogefi Sol Sorin Stefanel Stefanel risp STMicroelectr.

TITOLO
DAmico Dada Damiani Danieli Danieli rnc Datalogic DeLonghi Dea Capital Delclima Diasorin Digital Bros Dmail Group E Edison r EEMS EI Towers El.En. Elica Emak Enel Enel Green Pw Enervit Engineering Eni Erg Ergy Capital Esprinet Eukedos Eurotech Exor Exprivia F Falck Renewables Ferragamo Fiat Fidia Fiera Milano Finmeccanica FNM Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai risp Fondiaria-Sai risp B Fullsix G Gabetti Pro.Sol. Gas Plus Gefran Gemina Gemina rnc Generali Geox Gruppo Ed.LEspresso Gtech H Hera I I Grandi Viaggi IGD Il Sole 24 Ore Ima Immsi Impregilo Impregilo rnc Indesit Indesit rnc Industria e Inn Intek Group Intek Group rnc Interpump Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo rnc Invest e Sviluppo Irce

Chiu ieri
0,638 3,334 1,210 22,390 14,850 8,040 12,030 1,411 0,855 33,320 1,393 4,416 0,972 0,329 27,860 17,230 1,653 0,793 3,240 1,713 2,652 38,760 17,770 9,025 0,165 5,640 0,675 1,880 29,680 0,853 1,113 25,040 6,080 2,548 5,295 5,730 0,221 1,919 140,000 1,666 2,936 0,048 4,674 3,110 1,796 1,772 17,050 2,066 1,420 21,820 1,560 0,407 0,825 0,624 24,010 0,463 4,096 12,850 7,060 5,855 1,000 0,306 0,421 8,580 1,815 1,510 0,791 1,662

Var % inizio ieri anno


-0,39 0,12 1,68 1,54 -0,34 -0,74 3,53 -0,98 0,71 -0,48 -0,50 0,36 0,26 5,52 0,76 0,58 1,79 2,12 -0,18 -0,41 -1,78 2,27 0,51 -0,61 -0,96 -1,83 0,75 1,51 0,75 0,35 -0,36 1,42 -1,62 0,67 1,87 0,96 -0,05 -0,18 -1,14 -2,86 -1,60 -2,81 1,58 0,51 0,65 0,78 -0,35 -0,46 0,71 1,95 -1,89 2,17 0,28 -0,87 -1,83 1,44 -0,26 0,50 -1,20 0,12 3,87 -0,06 -0,13 0,19 -0,95 94,00 8,81 30,88 0,04 13,79 20,90 7,22 2,84 27,14 9,39 10,29 116,47 11,09 -9,48 32,23 9,68 65,71 46,04 -0,49 18,22 29,49 50,00 -6,42 20,17 13,52 64,05 20,54 64,91 52,05 32,45 9,01 45,67 56,30 6,61 32,77 27,33 8,65 95,12 71,25 140,23 51,03 -16,49 -6,33 17,18 63,27 73,56 18,40 -7,19 63,41 7,33 22,74 4,36 -0,03 17,42 64,45 1,31 70,38 10,12 9,97 3,63 -36,67 -7,67 15,27 45,67 32,00 35,67 27,50 18,29

2012- 2013 min max


0,279 2,081 0,788 15,213 8,222 5,385 5,945 1,208 0,372 18,238 1,071 1,962 0,657 0,186 15,510 9,885 0,589 0,470 2,060 1,034 1,755 20,716 15,155 4,383 0,112 1,883 0,045 1,033 15,286 0,483 0,731 9,939 3,325 2,226 2,884 2,679 0,155 0,849 0,614 0,503 1,712 0,038 3,393 2,327 0,544 0,500 8,241 1,475 0,564 11,349 0,961 0,327 0,541 0,443 12,759 0,368 1,573 6,425 2,624 2,476 0,998 0,267 0,269 5,179 0,890 0,706 0,540 1,358 0,643 4,002 1,298 23,716 15,021 8,032 13,024 1,480 0,975 33,667 1,601 14,939 1,435 0,768 29,724 17,243 1,642 0,786 3,297 1,722 2,663 38,280 19,454 9,072 0,331 5,746 11,080 1,870 29,916 0,858 1,140 26,226 6,415 3,466 5,438 5,882 0,299 5,308 140,643 1,669 2,978 0,137 6,445 3,822 1,782 3,026 16,961 2,775 1,426 22,561 1,669 0,710 0,931 0,820 24,028 0,652 4,096 15,330 7,607 6,780 1,800 0,388 0,590 8,554 1,817 1,511 6,252 2,000

Cap. in mil. di
229 54 101 909 602 469 1773 431 128 1866 20 7 107 14 789 83 104 129 30400 8545 47 478 64300 1364 28 301 12 66 7297 45 326 4229 7591 13 224 3287 95 1763 178 537 33 13 212 45 2618 7 26406 534 582 3801 2083 18 288 27 885 157 1647 20 795 3 23 106 21 931 28166 1409 5 47

TITOLO
Iren Isagro IT WAY Italcementi Italcementi rnc Italmobiliare Italmobiliare rnc IVS Group J Juventus FC K K.R.Energy Kinexia L La Doria Landi Renzo Lazio Luxottica Lventure Group M M&C Maire Tecnimont MARR Mediacontech Mediaset Mediobanca Mediolanum Meridie Mid Industry Cap Milano Ass. Milano Ass. rnc Mittel Moleskine MolMed Mondadori Mondo Tv Monrif Monte Paschi Si. Montefibre Montefibre rnc Moviemax Mutuionline N Nice Noemalife Novare O Olidata P Panariagroup Parmalat Piaggio Pierrel Pininfarina Piquadro Pirelli & C. Pirelli & C. rnc Poligr. S.Faustino Poligrafici Editoriale Poltrona Frau Pop.Emilia Romagna Pop.Sondrio Prelios Premafin Finanziaria Premuda Prima Industrie Prysmian R R. De Medici Ratti RCS MediaGr r B RCS Mediagroup

Chiu ieri
1,130 2,300 1,542 6,295 3,330 21,400 13,550 7,495 0,253 1,349 1,340 3,530 1,150 0,585 38,670 0,047 0,170 1,582 10,890 0,768 3,772 6,355 6,290 0,079 0,644 0,881 2,020 1,804 0,751 1,315 0,523 0,283 0,233 0,072 0,159 0,073 3,970 2,950 3,460 0,800 0,319 1,279 2,466 2,092 0,553 3,374 1,850 10,200 6,840 5,775 0,259 2,220 7,035 4,498 0,668 0,172 0,244 10,000 18,330 0,292 2,080 0,380 1,585

Var % inizio ieri anno


0,53 -0,69 -1,72 -0,16 -1,19 2,39 1,35 -0,99 3,35 1,43 2,29 -0,28 1,95 3,91 1,23 -1,47 -0,12 -0,75 -0,09 0,13 0,59 -0,24 -0,94 3,52 0,86 -0,90 -0,98 -0,99 9,16 1,15 -1,97 0,04 -3,93 3,75 4,61 0,27 -0,45 0,68 -3,62 -1,15 3,56 0,16 1,45 0,45 -3,76 2,32 -0,20 0,29 -0,35 2,25 1,83 1,44 1,12 2,69 -0,46 1,04 -0,30 1,05 1,04 2,16 0,50 0,96 135,42 6,09 29,91 41,78 50,68 63,36 67,28 -3,91 17,86 58,71 29,72 106,67 -23,23 27,45 20,32 -14,11 -0,88 46,30 36,64 -42,21 129,30 30,87 58,84 7,15 98,80 136,76 49,74 -20,88 72,62 14,35 6,36 2,95 -0,51 5,43 -13,73 -10,28 22,74 10,32 14,70 -19,80 18,79 17,56 38,38 0,38 1,59 10,84 14,76 14,93 18,85 46,42 -4,46 128,16 26,53 -2,22 -8,22 29,32 -1,53 7,47 19,18 101,38 5,48 2,68 -18,46

2012- 2013 min max


0,254 1,911 0,938 3,108 1,602 10,473 6,240 6,272 0,149 0,828 0,758 1,599 0,896 0,333 21,612 0,040 0,151 0,577 6,323 0,384 1,176 2,467 2,251 0,067 0,214 0,183 1,097 1,622 0,392 0,841 0,375 0,252 0,155 0,050 0,096 0,046 0,162 2,335 2,911 0,695 0,192 0,665 1,285 1,719 0,500 2,648 1,232 6,464 4,110 3,542 0,199 0,842 2,957 3,710 0,569 0,125 0,194 6,625 9,525 0,105 1,603 0,303 1,110 1,125 2,764 1,664 6,277 3,379 21,403 13,462 10,038 0,343 3,590 1,483 3,517 2,093 0,941 42,300 0,370 0,207 2,791 10,832 1,696 3,808 6,358 6,345 0,124 0,639 0,884 2,042 2,302 0,739 1,559 1,458 0,334 0,427 0,135 0,229 0,250 3,990 2,972 4,921 1,090 0,341 1,268 2,612 2,330 1,309 4,545 1,877 10,303 6,907 6,355 0,405 2,243 7,070 6,761 1,838 0,498 0,576 10,550 18,937 0,291 2,284 0,400 8,610

Cap. in mil. di
1329 40 12 1100 350 475 220 288 262 46 28 109 128 41 18387 5 80 481 721 14 4469 5474 4642 4 1177 91 176 383 165 321 14 42 2763 9 4 5 156 343 27 11 11 57 4460 749 25 103 93 4855 84 49 34 315 2360 1375 186 71 46 87 3913 110 56 29 675

T
Tamburi TAS Telecom IT Telecom IT Media Telecom IT Media rnc Telecom IT rnc Tenaris Terna TerniEnergia Tesmec Tiscali Tods Trevi Fin.Ind. TXT e-solution

U
UBI Banca Uni Land Unicredit Unicredit risp Unipol Unipol pr

V
Valsoia Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Ass.

W
World Duty Free

Y
Yoox

Z
Zignago Vetro Zucchi Zucchi rnc

FONDI COMUNI APERTI - SICAV ITALIANI E LUSSEMBURGHESI DEL 17 OTTOBRE 2013


TITOLI Val. oggi Val. ieri Diff.% 12 mesi TITOLI Val. oggi Val. ieri
7,320 19,744 8,350 7,159 5,756 5,791 10,070 10,105 4,955 4,968 4,889 4,902 7,406 7,398 12,082 12,108 11,172 11,217 5,069 5,318 5,896 5,313 5,608 5,297 5,006 5,221 5,709 5,500 5,707 5,670 5,681 27,024 26,998 39,247 39,372 5,773 5,744

Diff.% 12 mesi
7,02 8,45 -4,97 12,48 -8,20 3,06 1,65 3,53 6,06 5,15 5,00 5,45 5,69 5,60 4,51 7,13 7,52 20,51 6,60 -

TITOLI

Val. oggi

Val. ieri

Diff.% 12 mesi

tel.02-72206431(EX L)/800-893989 AcomeA America A1.....................15,229 AcomeA America A2.....................15,613 AcomeA Asia Pac. A2......................4,275 AcomeA Asia Pacifico A1 ................4,184 AcomeA Breve Term. A1...............14,060 AcomeA Breve Term. A2...............14,187 AcomeA Etf Attivo A1 ......................4,427 AcomeA Etf Attivo A2 ......................4,512 AcomeA Eurobb. A1 .....................16,310 AcomeA Eurobb. A2 .....................16,459 AcomeA Europa A1.......................12,092 AcomeA Europa A2.......................12,341 AcomeA Globale A1......................10,603 AcomeA Globale A2......................10,936 AcomeA Italia A1...........................17,741 AcomeA Italia A2...........................18,113 AcomeA Liquidita A1......................8,815 AcomeA Liquidita A2......................8,816 AcomeA Obblig.Corp. A1................7,719 AcomeA Obblig.Corp. A2................7,803 AcomeA Paesi Em. A1.....................6,493 AcomeA Paesi Em. A2.....................6,638 AcomeA Patr. Aggr. A2....................3,877 AcomeA Patr. Aggr.A1 ....................3,788 AcomeA Patr. Dinam.A1..................5,051 AcomeA Patr. Dinam.A2..................5,131 AcomeA Patr. Prud. A1....................5,954 AcomeA Patr. Prud. A2....................6,066 AcomeA Perform. A1 ....................20,890 AcomeA Perform. A2 ....................21,132

15,268 15,652 4,251 4,160 14,055 14,182 4,448 4,534 16,314 16,461 12,095 12,344 10,604 10,937 17,761 18,132 8,812 8,812 7,721 7,805 6,527 6,673 3,876 3,787 5,052 5,131 5,959 6,070 20,913 21,156

16,05 17,08 38,17 37,05 6,96 7,27 6,27 7,15 7,48 7,93 32,02 32,78 26,42 27,36 26,95 27,75 3,10 3,11 6,79 7,36 6,53 7,39 19,44 18,67 10,26 11,08 6,84 7,53 7,00 7,55

ANM Anima Obbl.Euro F .................7,333 ANM Anima Obbligaz. Hy Cl.A......19,778 ANM Anima Obbligaz. Corp. Cl.A....8,365 ANM Anima Obbligaz. Emer. Cl.A ...7,197 ANM Anima Pacifico Cl.A ................5,749 ANM Anima Pacifico F.....................5,783 ANM Anima Pianeta Cl.A ..............10,042 ANM Anima Pianeta F ...................10,077 ANM Anima Riserva Emer. Cl.A.......4,927 ANM Anima Riserva Emer. F ...........4,940 ANM Anima Riserva Glob. Cl.A .......4,880 ANM Anima Riserva Glob. F ............4,894 ANM Anima Risparmio Cl.A ............7,417 ANM Anima Risparmio F .................7,409 ANM Anima Salvadanaio Cl.A.......12,085 ANM Anima Salvadanaio F ...........12,111 ANM Anima Sforzesco Cl.A ..........11,167 ANM Anima Sforzesco F...............11,212 ANM Anima Tr. 18 M.CedII..............5,069 ANM Anima Trag 17 Ced4 3 ............5,318 Anm Anima Trag 2016 Ced3 ...........5,896 ANM Anima Trag 2017 Ced4...........5,313 ANM Anima Trag 2017 Ced4 II ........5,608 ANM Anima Trag 2017 M.Ced.........5,297 ANM Anima Trag 2018 Ced6...........5,006 ANM Anima Trag 2018 T.Ced..........5,221 ANM Anima Trag II 2016..................5,709 ANM Anima Traguardo 2016...........5,500 ANM Anima Traguardo 2018...........5,707 ANM Anima Tricolore Cl.A...............5,686 ANM Anima Tricolore F....................5,698 ANM Anima Valore Glob. F ...........26,973 ANM Anima Valore Globale Cl.A...26,934 ANM Anima Visconteo Cl.A ..........39,229 ANM Anima Visconteo F ...............39,353 ANM Capitale Pi Obbl. F................5,774 ANM Capitale Pi Obbl. N ...............5,745

tel.800-546961 Fideuram Bilanciato ......................14,130 Fideuram Italia...............................26,733 Fideuram Moneta..........................15,098 Fideuram Rendimento.....................9,981 Fideuram Risparmio......................17,215 FMS - Absolute Return ....................8,860 FMS - Eq.Glob.Resources............10,087 FMS - Equity Asia..........................10,145 FMS - Equity Europe .....................11,770 FMS - Equity Gl Em Mkt ................12,564 FMS - Equity New World...............14,786 FMS - Equity Usa ..........................11,300

14,113 26,775 15,096 9,967 17,212 8,831 10,159 10,126 11,746 12,690 14,974 11,363

8,35 32,08 0,51 2,53 0,29 0,74 -6,47 19,04 19,09 -0,57 -3,87 15,39

tel.800-388876 Active Discovery Flex ......................4,863 Active Global Flex............................4,863 Active Income Flex ..........................5,066 Active Opport. Flex..........................4,863 Anima Fix Emergenti A..................15,055 Anima Fix Emergenti Y..................15,886 Anima Fix Euro A..............................8,738 Anima Fix Euro Y..............................8,911 Anima Fix High Yeld Y...................10,538 Anima Fix High Yield A ..................10,007 Anima Fix Imprese A........................7,687 Anima Fix Imprese Y........................7,954 Anima Fix Monetario I ......................8,904 Anima Fix Obbl. BT .......................10,638 Anima Fix Obbl. BT Y ....................10,810 Anima Fix Obbl. Glob.......................9,191 Anima Fix Obbl. Glob. Y...................9,459 Anima Fix Obbl. MLT .......................6,345 Anima Fix Obbl. MLT Y ....................6,495 Anima Forza 1 A...............................5,479 Anima Forza 1 B...............................5,481 Anima Forza 1 Bond Y .....................5,580 Anima Forza 2 A...............................5,145 Anima Forza 2 B...............................5,148 Anima Forza 2 Y...............................5,268 Anima Forza 3 B...............................5,598 Anima Forza 3 Cl.A ..........................5,597 Anima Forza 3 Cl.Y ..........................5,796 Anima Forza 4 B...............................5,240 Anima Forza 4 Cl.A ..........................5,240 Anima Forza 4 Cl.Y ..........................5,457 Anima Forza 5 B...............................4,756 Anima Forza 5 Cl.A ..........................4,756 Anima Forza 5 Cl.Y ..........................4,984 Anima Geo America A......................5,754 Anima Geo America Y......................6,223 Anima Geo Asia A ............................7,130 Anima Geo Asia Y ............................7,746 Anima Geo Euro Pmi A..................29,294 Anima Geo Euro Pmi Y..................31,704 Anima Geo Europa A.....................14,301 Anima Geo Europa Y.....................15,489 Anima Geo Globale A....................33,180 Anima Geo Globale Y....................35,945 Anima Geo Italia A.........................15,476 Anima Geo Italia Y.........................16,709 Anima Geo PaesiEm. A....................5,570 Anima Geo PaesiEm. Y....................6,044 Anima Rend.Ass. Moderato A .........5,400 Anima Rend.Ass. Moderato Y .........5,516 Anima Strat.Eur. Alto Pot A..............2,671 Anima Strat.Eur. Alto Pot Y..............2,771 Anima Strat.Ita Alto Pot A ................5,762 Anima Strat.Ita Alto Pot Y ................5,941 Anima Tr. 18 It.Al.Pot.II ....................5,149 Anima Tr.18 Eu.Al.Pot.II...................5,082 Anima Tr.18 Eu.Al.Pot.III..................5,129 Anima Tr.18 It.Al.Pot.III....................5,134 Anima Tr.19 Cre.Sost. II...................5,036 Anima Tr.19 Cres.Sost. ...................5,056 Anima Trag 18 Alto Pot. ...................5,026 Anima Trag 18 Eu.Al.Pot..................5,046 Anima Trag 18 Ita.Al.Pot..................5,161 Anima Trag. 19 Flex II ......................5,000 Anima Trag. 19 Plus II ......................5,055 Anima Trag. 2019 Flex.....................5,023 Anima Trag. Dinamico .....................5,000 Anima Trag.19 Plus .........................5,072 ANM Anima Alto Pot.Glob. F.........15,456 ANM Anima Alto Pot. Glob. Cl.A ...15,473 ANM Anima America Cl.A .............12,346 ANM Anima America F..................12,433 ANM Anima Cap.Pi 15 F ................5,726 ANM Anima Cap.Pi 15 N ...............5,694 ANM Anima Cap.Pi 30 F ................5,560 ANM Anima Cap.Pi 30 N ...............5,518 ANM Anima Capit. Pi 70N..............5,714 ANM Anima Capit.70 Pi F ..............5,763 ANM Anima CapitalePi 15 Cl.A......5,693 ANM Anima CapitalePi 30 Cl.A......5,516 ANM Anima CapitalePi 70 Cl.A......5,715 ANM Anima CapitalePi Obb. Cl.A .5,747 ANM Anima Emergenti Cl.A..........10,014 ANM Anima Emergenti F...............10,079 ANM Anima Europa Cl.A .................4,906 ANM Anima Europa F ......................4,935 ANM Anima Fondo Trading Cl.A...14,960 ANM Anima Fondo Trading F........15,057 ANM Anima Iniziativa Eu F...............8,976 ANM Anima Iniziativa Europa Cl.A...8,933 ANM Anima Italia Cl.A ...................16,485 ANM Anima Italia F........................16,571 ANM Anima Liq. Euro Cl.A...............6,909 ANM Anima Liq. Euro F....................6,922 ANM Anima Liquidit Euro Cl.I ........6,921 ANM Anima Ob High Yield AD ......19,800 ANM Anima Ob High Yield F .........19,919 ANM Anima Obb. Corpor. F ............8,404 ANM Anima Obb. Emerg. F .............7,221 ANM Anima Obbl.Euro Cl.A ............7,316

4,850 4,850 5,052 4,850 14,971 15,797 8,738 8,911 10,525 9,994 7,672 7,938 8,904 10,632 10,805 9,220 9,488 6,329 6,479 5,470 5,472 5,570 5,137 5,139 5,259 5,582 5,581 5,780 5,228 5,228 5,444 4,741 4,741 4,968 5,784 6,255 7,141 7,757 29,178 31,578 14,308 15,496 33,236 36,005 15,496 16,730 5,618 6,095 5,391 5,506 2,668 2,768 5,764 5,942 5,149 5,082 5,129 5,134 5,036 5,056 5,026 5,046 5,161 5,000 5,055 5,023 5,000 5,072 15,437 15,437 12,410 12,498 5,722 5,690 5,552 5,510 5,706 5,756 5,689 5,508 5,708 5,746 10,101 10,168 4,908 4,937 14,934 15,028 8,941 8,898 16,503 16,592 6,909 6,922 6,921 19,766 19,884 8,387 7,184 7,303

-5,15 -4,19 0,52 0,75 11,42 10,32 8,59 9,32 0,75 2,04 2,49 -9,05 -8,32 4,05 4,72 2,07 2,09 2,39 4,09 4,08 4,44 4,67 4,68 5,31 9,35 9,35 10,09 10,42 10,45 11,42 9,64 11,20 11,72 13,39 28,25 30,17 19,07 20,86 20,74 22,56 24,81 26,69 -1,36 0,12 2,62 3,03 11,76 12,51 8,31 9,27 8,61 9,68 4,90 7,59 1,93 -0,81 18,93 16,27 27,72 24,77 0,58 3,48

tel.02-88101 EC Cap Protetto 12/14 ....................5,430 Eurizon Az.America.......................12,116 Eurizon Az.Area Euro ....................28,338 Eurizon Az.Asia Nuove Eco...........11,276 Eurizon Az.EnMatPrime ..................9,835 Eurizon Az.Europa...........................9,668 Eurizon Az.Finanza .......................22,117 Eurizon Az.Int. Etico.........................7,405 Eurizon Az.Internazionali .................9,422 Eurizon Az.Italia.............................12,851 Eurizon Az.Pacifico..........................4,355 Eurizon Az.Paesi Emer ....................8,721 Eurizon Az.PMI Amer. ...................30,289 Eurizon Az.PMI Europa .................10,749 Eurizon Az.PMI Italia........................5,104 Eurizon Az.Salute..........................20,661 Eurizon Az.Tecn.Avanz....................4,832 Eurizon Bil.Euro Multi....................41,719 Eurizon Breve Termine Dollaro......12,085 Eurizon Breve Termine Dollaro $...16,512 Eurizon Ced. Doc 02/19...................5,169 Eurizon Ced. Doc 04/19...................5,140 Eurizon Ced.Att + 05/18 ..................5,099 Eurizon Ced.Att + 06/18 ..................5,031 Eurizon Ced.Att. 05/18 ....................5,075 Eurizon Ced.Att. 06/18 ....................5,018 Eurizon Ced.Att.Top 05/20..............5,153 Eurizon Ced.Att.Top 06/20..............5,138 Eurizon Ced.Att.Top 07/20..............5,045 Eurizon Ced.Att.Top 10/20..............5,001 Eurizon DiversEtico .........................9,059 Eurizon F. Gar. Itri07 ........................5,349 Eurizon Ges.At. 7/17........................5,179 Eurizon Ges.At.Cla 02/18 ................5,037 Eurizon Ges.At.Cla 04/18 ................5,011 Eurizon Ges.At.Cla 10/18 ................5,002 Eurizon Ges.At.Cla 11/17 ................5,128 Eurizon Ges.At.Cla 6/18 ..................5,036 Eurizon Ges.At.Cla 7/18 ..................5,031 Eurizon Ges.At.Cla 9/17 ..................5,155 Eurizon Ges.At.Din 02/18 ................5,096 Eurizon Ges.At.Din 04/18 ................5,051 Eurizon Ges.At.Din 10/18 ................5,002 Eurizon Ges.At.Din 11/17 ................5,273 Eurizon Ges.At.Din 6/18 ..................5,077 Eurizon Ges.At.Din 7/18 ..................5,052 Eurizon Ges.At.Din 9/17 ..................5,300 Eurizon Ges.At.Din. 7/17 .................5,345 Eurizon Ges.At.Opp 02/18 ..............5,146 Eurizon Ges.At.Opp 04/18 ..............5,148 Eurizon Ges.At.Opp 10/18 ..............5,000 Eurizon Ges.At.Opp 11/17 ..............5,396 Eurizon Ges.At.Opp 6/18 ................5,114 Eurizon Ges.At.Opp 7/18 ................5,085 Eurizon Ges.At.Opp 9/17 ................5,385 Eurizon Ges.At.Opp. 7/17 ...............5,434 Eurizon Gest.At.Cla Dic17...............5,081 Eurizon Gest.At.Din Dic17...............5,181 Eurizon Gest.At.Opp Dic17 .............5,274 Eurizon Guida Att. 10/18..................4,999 Eurizon Obbl. Cedola A ...................6,602 Eurizon Obbl. Cedola D ...................6,118 Eurizon Obbl. Emergenti ...............13,171 Eurizon Obbl. Etico..........................5,726 Eurizon Obbl. Euro ........................16,019 Eurizon Obbl. Euro BT A................15,958 Eurizon Obbl. Euro BT D ...............15,077 Eurizon Obbl. Euro Corp..................6,353 Eurizon Obbl. Euro Corp. BT ...........8,264 Eurizon Obbl. Euro HY.....................8,879 Eurizon Obbl. Internaz. ....................9,168 Eurizon Obbl. Ita BT A......................7,850 Eurizon Obbl. Ita BT B......................8,117 Eurizon Obiettivo Rend....................8,543 Eurizon Profilo Flessibile Difesa.......5,775 Eurizon Profilo Flessibile Equilibrio..5,738 Eurizon Profilo Flessibile Sviluppo ..5,826 Eurizon Rend.Ass 2anni ..................5,512 Eurizon Rend.Ass 3anni ..................5,766 Eurizon Rendita A ............................6,476 Eurizon Rendita D............................6,228 Eurizon Soluzione 10 .......................7,359 Eurizon Soluzione 40 .......................7,044 Eurizon Soluzione 60.....................27,904 Eurizon Stra.Pro 1tri12 ....................5,603 Eurizon Stra.Pro IIITr11....................5,791 Eurizon Strategia Flessibile 15.........5,297 Eurizon Strategia Prot. I Trim 2013 ..5,114 Eurizon Team 1 Cl A.........................6,237 Eurizon Team 1 Cl G ........................6,270 Eurizon Team 2 Cl A.........................5,949 Eurizon Team 2 Cl G ........................5,996 Eurizon Team 3 Cl A.........................5,013 Eurizon Team 3 Cl G ........................5,114 Eurizon Team 4 Cl A.........................4,305 Eurizon Team 4 Cl G ........................4,405 Eurizon Team 5 Cl A.........................4,216 Eurizon Team 5 Cl G ........................4,318 Eurizon Tesor.Euro A.......................7,971 Eurizon Tesor.Euro B.......................8,093 Malatesta Azionario Eu....................7,269 Malatesta Breve Termine ................6,104 Malatesta Obblig. Euro....................6,337 Passadore Breve Termine ...............7,589 Teodorico Breve Termine................7,965

5,426 12,174 28,368 11,393 9,873 9,660 22,110 7,423 9,442 12,877 4,360 8,818 30,355 10,745 5,058 20,710 4,870 41,664 12,239 16,512 5,153 5,124 5,100 5,032 5,075 5,018 5,141 5,124 5,031 5,001 9,062 5,334 5,182 5,040 5,014 5,002 5,131 5,039 5,035 5,158 5,097 5,053 5,002 5,274 5,079 5,055 5,301 5,345 5,152 5,155 5,000 5,403 5,121 5,093 5,393 5,442 5,084 5,181 5,281 4,999 6,601 6,117 13,125 5,718 16,011 15,953 15,072 6,338 8,259 8,871 9,197 7,849 8,117 8,543 5,776 5,740 5,829 5,512 5,768 6,477 6,229 7,354 7,040 27,883 5,586 5,773 5,298 5,100 6,239 6,272 5,949 5,995 5,015 5,117 4,308 4,408 4,224 4,327 7,970 8,092 7,263 6,104 6,331 7,589 7,966

4,36 13,65 19,33 2,57 4,15 15,87 22,43 17,97 16,29 23,45 12,36 -0,65 25,33 18,80 40,30 16,80 8,54 9,56 -4,26 -4,26 4,74 3,08 2,47 2,56 2,57 5,48 5,30 5,26 7,94 6,30 5,78 2,50 2,50 -2,37 3,86 3,54 1,88 1,88 4,13 2,91 8,64 -6,90 2,47 2,77 2,15 2,27 2,94 5,58 2,00 2,40 4,20 4,20 3,34 6,71 8,62 3,03 3,43 1,79 1,49 0,71 1,11 1,52 1,82 2,98 3,48 5,54 6,07 6,57 7,12 1,08 1,38 16,66 1,14 2,34 1,34 1,19

tel.800-551-552 Pion. Eur Gov BT (ex Mon.) Cl.A....14,021 Pion. Eur Gov BT B ..........................5,126 Pioneer Az. Crescita Cl.A .............13,705 Pioneer Az Area Pacifico Cl.A..........3,720 Pioneer Az Valore Eur Dis Cl.A.........8,300 Pioneer Az. Am. B............................5,907 Pioneer Az. Am. Cl.A........................9,450 Pioneer Az. Area Pacif B ..................5,517 Pioneer Az. Crescita B.....................7,240 Pioneer Az. Europa B.......................5,908 Pioneer Az. Europa Cl.A................16,551 Pioneer Az. Paesi Em. B ..................4,886 Pioneer Az. Paesi Em. Cl.A............10,070 Pioneer Az. Val. Europa Dis B ..........6,268 Pioneer CIM EuroFixIncome.........18,449 Pioneer CIM GlobalEquity.............42,516 Pioneer Eu Gov MT Dis A.................5,181 Pioneer Eu Gov MT Dis B.................5,162 Pioneer Liquidita Euro ....................5,231 Pioneer O.Euro C.Et. Dis B ..............5,424 Pioneer O.Euro C.Et. Dis Cl.A..........5,073 Pioneer Ob Co Am Dis A..................4,775 Pioneer Ob Co Am Dis B..................4,762 Pioneer Ob. Piu a Distrib. B ............5,242 Pioneer Ob. Sist. Italia Cl.A..............5,567 Pioneer Ob.Sist.Ita.Dis B.................5,536 Pioneer Obb Glo HY Dis A ...............5,196 Pioneer Obb Glo HY Dis B ...............5,179 Pioneer Obb. Euro Dis Cl.A..............7,027 Pioneer Obb. Paesi E. Dis B.............5,114 Pioneer Obb. Paesi E. Dis Cl.A......10,383 Pioneer Obb. Pi Dis Cl.A................8,811 Pioneer Obb.Euro Distr B ................5,349 Pioneer Target Controllo B ..............5,183 Pioneer Target Controllo Cl.A..........5,327 Unicredit Eco Reale A......................4,967 Unicredit Eco Reale B......................4,955 Unicredit Reddito A .........................4,979 Unicredit Reddito B .........................4,967 UniCredit Sol. Pa. Em. A ..................4,949 UniCredit Sol. Pa. Em. B..................4,906 UniCredit Soluzione 20A .................5,265 UniCredit Soluzione 20B .................5,207 UniCredit Soluzione 40A .................5,431 UniCredit Soluzione 40B .................5,365 UniCredit Soluzione 70A .................5,557 UniCredit Soluzione 70B .................5,483 UniCredit Soluzione BTA.................5,115 UniCredit Soluzione BTB.................5,053 Unicredit Trend A.............................5,000 Unicredit Trend B.............................4,988

14,016 5,124 13,739 3,721 8,285 5,963 9,539 5,519 7,258 5,898 16,522 4,929 10,158 6,259 18,392 42,549 5,168 5,149 5,231 5,408 5,058 4,818 4,805 5,240 5,557 5,526 5,243 5,224 7,005 5,127 10,409 8,807 5,332 5,174 5,319 4,981 4,969 4,997 4,985 4,960 4,917 5,262 5,205 5,431 5,364 5,561 5,487 5,115 5,053 4,981 4,969

1,05 0,97 20,89 10,48 14,49 13,33 13,23 10,30 20,53 11,24 11,54 -3,67 -3,42 14,59 3,54 13,66 3,04 2,94 0,35 4,09 4,25 -4,69 -4,84 0,21 5,58 6,58 1,39 1,82 3,53 -2,00 -1,87 0,29 3,37 3,37 3,51 -2,10 -2,62 0,86 0,40 3,49 2,98 5,87 5,30 0,31 -0,20 -

tel.800-614614 Symp. Obblig. Corporate ................6,337 6,325 Symp. Obblig. Rendita ....................8,240 8,237 Symphonia Asia Flessibile...............7,278 7,314 Symphonia Azionario Euro..............6,362 6,361 Symphonia Azionario Usa ...............8,250 8,273 Symphonia Fortissimo ....................2,924 2,937 Symphonia Multiman.Emer.Fless.12,736 12,828 Symphonia Obb. Alto Pot................5,277 5,269 Symphonia Obb.Breve Term...........6,994 6,992 Symphonia Obb.Dinamico Valute...6,064 6,099 Symphonia Obb.Euro......................7,718 7,703 Symphonia Patrimonio Attivo .......24,249 24,306 Symphonia Patrionio Reddito .........8,011 8,029 Symphonia Selezione Italia .............8,027 8,039 Symphonia Tematico ......................4,237 4,239 Synergia Az. Europa ........................6,379 6,383 Synergia Az. Globale .......................6,745 6,772 Synergia Az. Italia ............................6,484 6,498 Synergia Az. Sm.Cap It....................6,457 6,412 Synergia Azionario Usa ...................7,987 8,055 Synergia Bilanciato 15.....................5,739 5,732 Synergia Bilanciato 30.....................5,978 5,972 Synergia Bilanciato 50.....................6,256 6,254 Synergia Bond Flessib.....................5,204 5,200 Synergia Obbl Corporate ................6,193 6,183 Synergia Obbl. Euro BT ...................5,365 5,363 Synergia Obbl. Euro MT ..................5,800 5,789 Synergia Obbligaz.Rendita .............5,555 5,552 Synergia Tesoreria...........................5,213 5,212 Synergia Total Return......................5,702 5,708

4,19 3,30 15,63 26,26 20,79 20,83 -3,65 5,20 2,04 -5,53 2,24 7,64 5,21 30,63 7,87 14,01 14,89 26,00 36,66 14,30 3,80 5,79 8,67 0,97 3,91 1,92 2,31 3,77 0,89 6,22

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

26

LETTERE,COMMENTI&IDEE

IL SABATO DEL VILLAGGIO


GIOVANNI VALENTINI

LAUTARCHIA ROVESCIATA
aro Augias, c stato un tempo (io lho vissuto) nel quale la scrittura e il parlato dovevano essere strettamente italiani. Periodo fascista. Ricordo vocaboli di uso pratico che la politica dellepoca modificava fino al ridicolo. Chiave inglese = chiave morsa, cognac = arzente, pullover = farsetto. Per non dire dellobbligo delluso del voi al posto del lei che era di origine straniera (spagnolo). Il popolino milanese, cui io appartenevo, ci aveva ricamato sopra una buona dose di prese per i fondelli, infiorandola di meneghina vivacit. Chiuso, spero per sempre, quel periodo, dopo vicissitudini di varia natura, siamo arrivati alloggi, unepoca caratterizzata dal massimo della disinvoltura in ogni campo. Siamo liberi di usare, nella scrittura e nella parlata, tutto quel che ci pare, volgarit comprese. Sta andando di moda lesatto rovescio dellautarchia linguistica di epoca mussoliniana. Oggi c un uso eccessivo di vocaboli inglesi, anche l dove potrebbe essere utilizzata con pi propriet la nostra lingua. Il Paese nel quale, (Dante) il bel s suona, per la gente comune si sta facendo straniero. Luigia Bimbi luigiabimbi@gmail.com

TOGLIETE IL BAVAGLIO ALLA LEGGE SULLA STAMPA


() Un mondo globale in cui la comunicazione, ormai, non pi uno strumento della politica ma ne diventata lessenza. (da Fuorigioco di Mauro Calise Laterza, 2013 pag. 6)

andare in carcere i giornalisti per diffamazione equivale a negare la libert dinformazione, cio il diritto dei cittadini di essere informati. Non lo diciamo certamente per rivendicare una malintesa libert di diffamare, bens per tutelare quella dinformarsi. E infatti, di solito sono i regimi antidemocratici, autoritari, gli Stati di polizia, a privare i giornalisti della libert personale. senzaltro confortante, perci, che la Camera abbia abolito in prima istanza la carcerazione dei giornalisti, per sanzionare diversamente il reato di diffamazione a mezzo stampa che tale e tale rimane. Ma laggravamento delle pene pecuniarie appare una forma di monetizzazione chiaramente intimidatoria, quasi una censura preventiva o un bavaglio virtuale, nei confronti della libera informazione. C da auspicare, quindi, che il Senato modifichi in seconda lettura la legge, per renderla nello stesso tempo pi equa ed efficace. Qual in realt il bene o linteresse leso dalla diffamazione? Innanzitutto la reputazione e lonorabilit delle persone direttamente colpite. E poi, anche un pi generico diritto alla verit che spetta a tutti i cittadini. Non ha senso, allora, prevedere multe vessatorie a carico dei giornalisti, se non quello di intimidirli, censurarli o imbavagliarli preventivamente. E quindi di impedire a loro dinformare e ai cittadini di essere informati. Il rischio pi grave, anzi, proprio quello dellautocensura, per cui il giornalista nella concitazione quotidiana del suo lavoro sar portato a non pubblicare una notizia scottante, magari su storie di corruzione o di criminalit organizzata, per non rischiare una multa che potrebbe costargli lo stipendio di parecchi mesi di lavoro. La reputazione e lonorabilit delle persone diffamate si ripara, piuttosto, con una smentita adeguata ed effettiva che contemporaneamente risarcisce il danneggiato e ripristina la verit anche a beneficio dei terzi: gi questa una sanzione professionale. Semmai sarebbe pi ragionevole procedere a una condanna in denaro solo in caso di rifiuto della pubblicazione da parte del giornale o del giornalista autore della diffamazione. Lo stesso Diritto civile, del resto, consente di scegliere fra il risarcimento in forma pecuniaria o in forma specifica se questo pi conveniente per il colpevole: per esempio il caso di scuola del vetraio che preferisce sostituire il vetro rotto con un sasso o una pallonata dal figlio minorenne, di cui responsabile in forza della patria potest, anzich pagare il danneggiato. Quanto sia parziale e insoddisfacente questa pseudo-riforma lo conferma anche il fatto che lestensione del segreto professionale al giornalista pubblicista sia accompagnato come rileva criticamente il segretario della Federazione della Stampa, Franco Siddi dalla conferma di rivelare la fonte qualora ritenuta determinante per dirimere una causa di diffamazione. A cui saggiunge la bocciatura dellemendamento sulle cosiddette liti temerarie, quelle intentate in sede civile senza un motivo o un fondamento valido, per minacciare di fatto i giornalisti con la richiesta di risarcimenti esorbitanti. C evidentemente in tutto ci un atteggiamento punitivo della classe politica che va ben oltre la giusta esigenza di tutelare la reputazione e lonorabilit delle persone diffamate. E qui bisognerebbe riaprire anche il capitolo sulle azioni promosse contro i giornalisti dai magistrati che godono di un trattamento privilegiato da parte dei loro colleghi, sia sul piano della rapidit dei processi sia sul piano dellentit degli indennizzi. Da ultimo, appare tanto ambigua quanto inefficace la norma che contempla linterdizione professionale per i casi di recidiva. Al tempo di Internet e dei social network, del citizenjournalism o del giornalismo spontaneo, risulta quantomeno retrograda, anacronistica, inapplicabile. Sarebbe, in definitiva, uninterdizione dalla libert di pensare e di manifestare la propria opinione. (sabato@repubblica. it)

CORRADO AUGIAS c.augias@repubblica.it Twitter @corradoaugias

a faccenda delluso della lingua e dei suoi eccessi in un senso o nellaltro viene sollevata di tanto in tanto di fronte ad abusi e pigrizie grotteschi. Oggi appare rovesciata lautarchia del fascismo quando lattore Renato Rascel dovette adeguare il suo nome in Rascele perch il finale con una consonante suonava straniero. La direttiva era stata emanata dallo zelantissimo Achille Starace, fautore e autore di numerosi provvedimenti di uguale patetico livello. Secondo la vulgata il popolare comico avrebbe ironicamente risposto: Cambiate prima Manin in Manino, poi ne riparliamo. Chiss se vero. Uguale avvilimento coglie me quando vedo che un provvedimento del governo sintitola Service Tax invece del pi appropriato (pi banale? Pi preoccupante?) Tassa di servizio. Uguale sgomento quando sento

sugli aerei dellAlitalia linvito a rivolgersi al personale dedicato. Dedicato a chi? mi viene voglia di chiedere alle hostess che poverette devono leggere un testo scritto (male) nei piani alti dellazienda. L parso chic tradurre in quel modo dedicated personnel dimentichi, gli sventurati, che in italiano si dice personale addetto che forse anche pi bello. Oppure quando annunciano limbarco attraverso luscita (through the exit) invece di dire banalmente dalluscita, come mamma le ha fatte, viene voglia di dire. Quisquilie? Purtroppo no. Sintomi anche questi non secondari di scarsa autostima. Il fascismo voleva inculcarla a calci, oggi la stiamo svendendo per un atteggiamento che vorrebbe sembrare cosmopolita, invece solo provinciale. Ah, lItalia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La mia amica fragile teme di diventare matta


Massimo Marnetto massimo.marnetto@gmail.com
"SE divento matta, vieni a trovarmi lo stesso?". La mia anziana amica ormai ricoverata in una Residenza Sanitaria Assistita e mi accoglie con questa frase, senza neanche inveire pi sugli scandali della politica. La tranquillizzo e cerco di capire la sua agitazione, ma lei insiste. "Sento che sto perdendo l'intelletto e questo mi angoscia. Al femore rotto mi ero abituata e so che difficilmente torner a camminare. Ma da un po' di tempo che mi si muovono le idee, i ricordi, le persone. Girano, si mischiano. Forse cos inizia la demenza. Forse oggi celebriamo insieme il funerale della mia lucidit". Cerco di distrarla, le parlo delle cose che non riesce pi a leggere nel giornale, ma lei sta nei suoi pensieri. Si sente vicino al vuoto della confusione e soffre di vertigini. "Sai perch ho paura? Perch se non capisci pi, non puoi nemmeno farti compagnia con i tuoi pensieri. E allora sei veramente sola. Come un sasso".

per garantire una minima colazione a chi per qualche ora stato digiuno. Oggi allospedale Forlanini di Roma oltre alle varie crostatine, caff e acque cerano tovaglioli e cucchiaini per mangiare gli yogurt. Mi sono sorpresa di questo servizio di lusso e la gentilissima signora che mi offriva il caff mi ha svelato larcano: la caposala quando fa la spesa per casa sua compra una doppia fornitura di tovaglioli e cucchiaini. Si tratta di una distorsione del buon funzionamento della cosa pubblica, ma sfatiamo la retorica sul pubblico dipendente. Questo paese pieno di persone perbene, che amano il proprio lavoro e se andate a donare al Forlanini ne incontrerete diverse (quasi tutte donne).

Ripenso sempre alluomo che non ho potuto salvare


Maurizio Bisozzi farmacia.bisozzi@libero.it
AVR avuto forse una settantina danni, il capo bianco, ha barcollato appoggiandosi al muro e si accasciato portandosi una mano al petto. A pochi metri da una piccola farmacia al centro di Roma. Non cera battito carotideo, il farmacista allenta il colletto dellanziano e inizia un massaggio cardiaco. Quindici compressioni sulla gabbia toracica, alternati da due insufflazioni, il professionista passa veloce dal petto alla testa dellinfortunato. Non c reazione,

LAMACA

MICHELE SERRA

La spesa doppia della caposala


Marzia Mencarelli mmenca@hotmail.com
SONO una donatrice di sangue e stamattina ho fatto il mio semestrale piccolo gesto altruistico. Come noto dopo la donazione di sangue le strutture deputate alla raccolta si adoperano, come meglio possono,

vendo rinunciato, da tempo, a svelare i grandi misteri italiani, per tenere in allenamento il cervello non resta che concentrarsi su quelli piccoli. Per esempio: come mai Maurizio Belpietro ospite fisso di Michele Santoro nonostante il suo giornale, Libero, apra spesso la prima pagina con il titolo Santoro porco o Santoro sudicione? Che cosa attira reciprocamente i due? Sindrome di Stoccolma? Sadomaso? Voi accettereste di essere lospite assiduo e sorridente di una trasmissione che un giorno s e laltro pure accusate di falsit, mercimonio, traffico di donne, infimo livello, cattivo odore in studio? E voi invitereste nella vostra trasmissione un signore che vi indica ai suoi lettori (anche con il corredo di caricature disgustose e fotografie ridicole) come il peggiore tra gli umani, il pi mendace tra i giornalisti, il pi ingiustamente strapagato tra gli anchorman? La mia psiche, evidentemente rudimentale, non riesce a conciliare loffesa cocente con la collaborazione amichevole. Se uno mi dice che sono una lurida persona, e per giunta lo fa pubblicamente, mi ribolle il sangue alla sola idea di incontrarlo per strada. Evidentemente nelle dinamiche psico-politico-televisive ci sono molte cose che mi sfuggono.

RIPRODUZIONE RISERVATA

ma speranza e camice bianco non mollano, in attesa che arrivi lambulanza. Passano dieci minuti, poi venti, il farmacista comincia a essere stanco e sfiduciato, ma solo quando finalmente arrivano i soccorsi si stacca dal corpo, come purtroppo la vita ha fatto gi da qualche minuto. Pi tardi passano i parenti a ringraziare per il tentativo fatto, passa quasi tutto il quartiere, in fondo ogni quartiere solo un piccolo paese. Il farmacista ha un tarlo che lo rode e non lo far dormire per un pezzo. Sa che il destino tessuto dalle Parche, basta un niente e il filo si recide, ma se avesse avuto ancora il defibrillatore Perch non era obbligatorio, ma lui laveva comprato di tasca sua, cinque anni fa e lo teneva a portata di mano allingresso della farmacia. Quando ancora la farmacia poteva permettersi di essere un presidio sanitario immediato per il cittadino, prima che le liberalizzazioni dei prezzi delle medicine e degli orari di apertura esaltassero le farmacie-supermercato. Il defibrillatore laveva comprato di tasca sua, perch nel Paese dei cacciabombardieri come bruscolini, non ci sono mica i 1.500 euro per dotare le farmacie di un apparecchio che salva la vita, sapete, la spending review non guarda in faccia nessuno, nemmeno la morte. E dopo cinque anni la batteria era esaurita e andava cambiata, costava 500 euro, il prezzo di una vita umana che oggi i fautori del libero mercato hanno deciso essere troppo alto. Chiss se qualcun altro terr compagnia al farmacista nelle sue notti insonni, perch lui non dorme pi da quel gioved 17 ottobre, quando una vita si spenta in Circonvallazione Trionfale a Roma. Lo so bene, perch sono io.

Via Cristoforo Colombo, 90 00147 Roma Fax: 06/49822923 Internet: rubrica.lettere@repubblica.it

FONDATORE EUGENIO SCALFARI DIREZIONE Ezio Mauro direttore responsabile vicedirettori Angelo Aquaro, Gregorio Botta, Dario Cresto-Dina, Massimo Giannini, Angelo Rinaldi (art director) caporedattore centrale Fabio Bogo, caporedattore vicario Enzo DAntona, caporedattore internet Giuseppe Smorto GRUPPO EDITORIALE LESPRESSO Spa Consiglio di amministrazione Presidente: Carlo De Benedetti Amministratore delegato: Monica Mondardini Consiglieri Agar Brugiavini, Rodolfo De Benedetti, Giorgio Di Giorgio, Francesco Dini, Sergio Erede, Maurizio Martinetti, Silvia Merlo, Elisabetta Oliveri, Michael Zaoui, Tiziano Onesti, Luca Paravicini Crespi Direttori centrali Pierangelo Calegari (Produzione e Sistemi informativi), Stefano Mignanego (Relazioni esterne), Roberto Moro (Risorse umane), Divisione Stampa Nazionale - Via Cristoforo Colombo, 98 - 00147 Roma Direttore generale: Corrado Corradi - Vicedirettore: Giorgio Martelli
Certificato ADS n. 7446 del 10-12-2012
REDAZIONI Redazione centrale Roma 00147 - Via Cristoforo Colombo, 90 - tel. 06/49821 Redazione Milano 20139 - Via Nervesa, 21 - tel. 02/480981 Redazione Torino 10123 - Via Bruno Buozzi, 10 - tel. 011/5169611 Redazione Bologna 40122 - Viale Silvani, 2 - tel. 051/6580111 Redazione Firenze 50121 - Via Alfonso Lamarmora, 45 - tel. 055/506871 Redazione Napoli 80121 - Riviera di Chiaia, 215 - tel. 081/498111 Redazione Genova 16121 - Via XX Settembre, 41 - tel. 010/57421 Redazione Palermo 90139 - Via Principe di Belmonte, 103/c - tel. 091/7434911 Redazione Bari 70122 - Corso Vittorio Emanuele II, 52 - tel. 080/5279111. PUBBLICIT A. Manzoni & C. - Via Nervesa, 21 - 20139 Milano TIPOGRAFIA Rotocolor SpA - 00147 Roma, Via Cristoforo Colombo, 90 STAMPA - Edizioni teletrasmesse: Bari Dedalo Litostampa srl - Via Saverio Milella, 2 Catania ETIS 2000 Spa - Zona Industriale VIII strada Livorno Finegil Editoriale - Via dellArtigianato Mantova Finegil Editoriale presso Citem Soc. Coop. arl - Via G. F. Lucchini Paderno Dugnano (MI) Rotocolor SpA - Via Nazario Sauro, 15 Padova Finegil Editoriale - Viale della Navigazione Interna, 40 Roma Rotocolor SpA - Via del Casal Cavallari, 186/192 Salerno Arti Grafiche Boccia SpA - Via Tiberio Claudio Felice, 7 Sassari La Nuova Sardegna SpA - Zona Industriale Predda Niedda Nord Strada n. 30 s.n.c. Gosselies (Belgio) Europrinter S.A. - Avenue Jean Mermoz Norwood (New Jersey) 07648-1318 Usa Gruppo Editoriale Oggi Inc., 475 Walnut Street Malta Miller Newsprint Limited - Miller House, Airport Way - Tarxien Road - Luqa LQA 1814 Grecia Milkro Digital Hellas LTD - 51 Hephaestou Street - 19400 Koropi - Greece ABBONAMENTI Italia (c.c.p. n. 11200003 - Roma): anno (cons. decen. posta) Euro 403,00 (sette numeri), Euro 357,00 (sei numeri), Euro 279,00 (cinque numeri). Tel. 199 787 278 (0864.256266 da telefoni pubblici o cellulari). E-mail: abbonamenti@repubblica.it Arretrati e servizio clienti: www.servizioclienti.repubblica.it, e-mail: servizioclienti@repubblica.it, tel. 199 787 278 (0864.256266 da telefoni pubblici o cellulari) gli orari sono 9-18 dal luned al venerd, il costo massimo della telefonata da rete fissa di 14,26 cent. al minuto + 6,19 cent. di Euro alla risposta, IVA inclusa.

RIPRODUZIONE RISERVATA

RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO DATI (D. LGS. 30-6-2003 N. 196): EZIO MAURO REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N. 16064 DEL 13-10-1975

La tiratura de la Repubblica di venerd 18 ottobre 2013 stata di 578.476 copie

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

PER SAPERNE DI PI www.repubblica.it www.lemonde.fr

27

IL RIFUGIO DEI GIORNALISTI-DETECTIVE


FEDERICO RAMPINI
(segue dalla prima pagina) razie a lui le gole profonde e i giornalisti investigativi ora hanno una piattaforma protetta per difendersi meglio dal Grande Fratello: che questultimo abbia le fattezze dellintelligence americana, o dei colossi digitali collaborazionisti della Silicon Valley. Si chiama SecureDrop, letteralmente una cassetta delle lettere sicura. gestita dalla Freedom of the Press Foundation: una Ong che ha come ragione sociale la trasparenza nellera digitale. Teoricamente, SecureDrop un luogo di asilo aperto anche ai dissidenti dei regimi autoritari, dalla Cina alla Siria, allIran. Per ora, per, si rivolge soprattutto al mondo anglosassone, mirato esplicitamente contro la National Security Agency, la Cia, il Dipartimento di Giustizia Usa. una tecnologia open source, libera da copyright privati. Oltre a questo sistema crittato, la Freedom of the Press Foundation offre assistenza tecnica e corsi di addestramento per giornali e reporter che vogliano installare SecureDrop, capire come funziona, padroneggiare i dettagli di questa tecnologia. gratuita, la fondazione raccoglie donazioni su basi volontarie. Offre perfino di finanziare lei i media meno abbienti, inviando a sue spese un esperto, James Dolan, per tenere corsi di formazione nelle redazioni. Il progetto nacque dalla mente fertile di Swartz: un genio informatico che gi allet di 14 anni era stato coinventore del codice Rss. Militante di molte cause, dalle battaglie anti-corruzione alla libert di accesso ai segreti di Stato. Un ragazzo fragile, di certo schiacciato dal peso dei processi con cui il Dipartimento di Giustizia voleva sbatterlo in carcere per decenni. C un filo che lega Freedom of the Press a WikiLeaks, questultima compare tra le organizzazioni sorelle. Insieme per ci sono tante organizzazioni meno provocatorie nei loro intenti, e che godono lappoggio dei media tradizionali. La differenza con i metodi di lavoro di Assange la ricerca di unalleanza con il mestiere antico del giornalismo, che WikiLeaks ha spesso bypassato. SecureDrop ha avuto unaccelerazione grazie al caso Edward Snowden, il cosiddetto Datagate. I suoi promotori si dicono allarmati per laccanimento dellamministrazione Obama contro le gole profonde che dagli uffici federali rivelano notizie riservate. La cassetta postale di sicurezza uno schermo che dovrebbe proteggere in qualche modo dallo Espionage Act, la legge usata dal Dipartimento di Giustizia per colpire chi fornisce segreti alla stampa. I media non sono tenuti a conoscere lidentit della fonte, a tutela di entrambe: anche se questo richieder nuovi accorgimenti per verificare lattendibilit e prevenire le manipolazioni. da tempo che dei prototipi di SecureDrop venivano collaudati dai giornali americani, per esempio il settimanale The New Yorker. La trasparenza assoluta naturalmente una chimera. Obama ha declinato delle ragioni legittime per tutelare i segreti di Stato, per esempio quando si tratti di sventare attentati terroristici e salvare vite umane. Ma la democrazia pi vitale del mondo resta tale finch ha al suo interno contropoteri che non si piegano. Sul sito della Freedom of the Press Foundation campeggia la sentenza del giudice Murray Gurfein che nel 1971 difese la pubblicazione dei Pentagon Papers, dove si denudarono le menzogne di Stato sulla guerra del Vietnam: Una stampa aggressiva, ostinata, invasiva, deve essere sopportata dalle autorit al fine di preservare i valori supremi della libert di espressione, e il diritto dei cittadini di sapere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I DUE RAGAZZI CHE DIVIDONO LA SINISTRA DI HOLLANDE


BERNARDO VALLI
(segue dalla prima pagina) nfatti, dovuta allespulsione di Leonarda, la kosovara, e di Khacik, larmeno, vale a dire di due immigrati irregolari in un paese in preda a un forte vento di estrema destra, con evidenti venature xenofobe. Di recente i sondaggi hanno dato il Front National come il virtuale primo partito di Francia. Nonostante questo, esplode la solidariet in favore di due stranieri espulsi perch senza permesso di soggiorno. La ragione chiara, semplice, giudiziosa: la cacciata dei due giovani dalla Francia, proprio mentre frequentavano le loro rispettive scuole, apparso un sacrilegio. Come nel Medio Evo le chiese erano un luogo sicuro per i fuggitivi, ricorda Laurent Joffrin, cos i democratici considerano oggi le scuole. Aggiunge uno storico, Patrick Weil, che la polizia ha agito correttamente per quanto riguarda il quadro giuridico; ma non per quel che riguarda lo spirito della legge. Questultima consente di condurre alla frontiera uno straniero che ha esaurito inutilmente tutte le pratiche per regolarizzare la propria situazione. Ma la stessa legge autorizza a concedere il permesso di soggiorno a titolo umanitario, quando sono in gioco importanti problemi privati, familiari: e lintegrazione scolastica dei figli rientra in questo caso. Inoltre, il fatto che Leonarda sia stata interpellata proprio mentre partecipava a uniniziativa della sua scuola, aggrava la situazione. Manuel Valls, il ministro socialista degli Interni, sotto accusa. Ed anche questo pu apparire paradossale perch Valls luomo politico pi popolare di Francia. Comunque lo era fino a qualche giorno fa. A metterlo ko stata Leonarda, la ragazzina kosovara, dicono adesso con ironia gli studenti che manifestano per le strade di Parigi. Lemozione provocata dallespulsione dei due giovani attribuita, in gran parte, alla tensione creata dal ministro degli Interni. Il quale diventato un accanito accusatore dei rom, delle donne col burqa e, in generale, delle minoranze immigrate, principali bersagli del Front National ma anche di larghi strati della societ. Manuel Valls ha raggiunto la sua straordinaria popolarit presentandosi appunto come il campione della sicurezza. Alla quale strettamente collegato il problema dellimmigrazione e dellislamismo. Popolare ministro di un governo impopolare, Valls la centro di accese polemiche nel suo stesso partito. in egual misura un personaggio prezioso, per gli ampi consensi che raccoglie nellelettorato di destra e di sinistra, e limbarazzante espressione di una sinistra che per combattere il Front National ne adotta a volte metodi e linguaggio. Lespulsione dei due scolari viene giudicata come il frutto della sua politica. Gli si rimprovera di inseguire la popolarit venendo meno ai principi della sinistra. E dimenticando quanto sia pericoloso alimentare lansia, gi forte, per la sicurezza. Manuel Valls contende al Front National il monopolio dellordine. Il suo obiettivo, come uomo di sinistra, di dimostrare che un governo socialista pu garantire lautorit e, potenzialmente, come dice Max Weber, luso del monopolio della violenza fisica legittima . quel che Valls scrive nel libro (Scurit) in cui esprime con chiarezza le sue idee. Idee approvate da Franois Hollande, che gli ha affidato il ministro degli Interni, e sulle quali adesso il caso della giovane Leonarda getta una cattiva luce.
RIPRODUZIONE RISERVATA RIPRODUZIONE RISERVATA

HI TECH

TENDENZE

BENESSERE

LE MACCHINE FOTOGRAFICHE RICOMINCIANO DAL WI FI


la Repubblica

GRANDI FIRME RIPARTE LA GIRANDOLA DEGLI STILISTI

I NUOVI MASSAGGI VENGONO DALLORIENTE

SABATO 19 OTTOBRE 2013

DIREPUBBLICA

LO SCATTO

Lanno magico di Marco Mengoni si concluder con la pubblicazione dellalbum live #Prontoacorrereilviaggio in uscita il 12 novembre

IL CANTANTE: PERCH NON AMO LA TECNOLOGIA


ERNESTO ASSANTE

on sono stato particolarmente attratto dalle tecnologie, non amo gli smartphone, non sono stato un grande utilizzatore di Facebook. Io rimango dellidea che sia bello guardarsi negli occhi quando ci si parla e non essere dietro a uno schermo. No, non un anziano signore, magari appassionato del telefono a gettoni, che parla. Marco Mengoni, 24 anni, divo del nuovo pop italiano, in grado di fare un tour in cui registra regolarmente il tutto esaurito.

SEGUE A PAGINA 30

>

MARCO MENGONI LA MIA BELLA VITA LONTANO DA SMARTPHONE E FACEBOOK

FOTO GUIDO CLERICI / LUZ

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

30

R CLUB

BREVE GUIDA FRA CIFRE E SAGGI

Marco Mengoni
SEGUE DA PAGINA 29

MOLTI

ERNESTO ASSANTE

rrivato al successo dopo lesordio a X Factor, vincitore del Best European Act agli Mtv Awards, trionfatore allultima edizione di Sanremo, Mengoni un personaggio curioso, leggermente controcorrente per quello che riguarda il digitale, le nuove comunicazioni. Ma non sono un anti-tecnologico, tiene a sottolineare, il mio non certo un atteggiamento snob. Anzi, capisco che le nuove tecnologie siano una cosa positiva per la comunicazione, e che servano a molte persone per vincere la paura di un faccia a faccia. Mi sto avvicinando sempre pi, quindi, anche a queste cose, ai social network in particolare. Ma di certo non arriver a stare collegato ore e ore, non mi diverte far sapere agli altri cosa ho mangiato oggi o far vedere la foto del solito gattino. Leggo, osservo, se ho qualcosa davvero da condividere scrivo, o segnalo una musica, una poesia, un libro. Con queste tecnologie sono un bradipo, mi adatter, ma con lentezza.... Mente? Pu essere davvero cos un ventiquattrenne italiano di oggi? Sembrerebbe di s, almeno a giudicare i commenti di quelli che lo conoscono e lo frequentano di pi, e che confermano il sostanziale rifiuto di Mengoni per la logica always on, sempre connessi. Un rifiuto che passa anche per il cellulare? Beh, evidente che oggi sia impossibile vivere senza ma non ne sono ossessionato. E molti si arrabbiano con me perch non rispondo mai ai messaggi. Se mi invitano a una cena per la stessa sera tramite un sms molto probabile che a cena ci vadano senza di me.... Mengoni una star diversa dalle altre. Sar il look, elegante e stravagante quanto basta per farlo uscire dal mucchio, sar il suo modo di cantare, o pi semplicemente let e le canzoni che canta, ma impossibile confondere il giovane cantautore di Ronciglione con gli altri personaggi musicali della sua generazione. Lontanissimo dal rap, da certo linguaggio caciarone e a tratti becero, cos come dal pop di consumo sempre uguale a se stesso, Mengoni sta cercando di scrivere la sua storia in maniera originale, di sicuro non copia colleghi pi celebri, mentre cerca il magico e spesso irraggiungibile equilibrio tra il pop di consumo e la canzone pi raffinata, tra il rock e la musica da classifica. Niente tecno, niente dance, niente dj in giro. Ma non sono un passatista, tiene a dire, anzi sono a favore della tecnologia, soprattutto se mi aiuta nel mio mestiere. Per per quello che riguarda la comunicazione, soprattutto sui social network, non riesco ad essere come molti miei colleghi. Leggo osservo, ma di scrivere banalit non me ne frega niente. Lo faccio se ho qualcosa davvero da dire, da condividere. Cose che abbiano un senso, un motivo. Lontano da Facebook e Twitter, insomma, con i quali ha un rapporto non ossessivo, ma vicino, anzi vicinissimo al pubblico: il rapporto con il pubblico che mi spinge a fare musica, suonare dal vivo la cosa che ti fa andare avanti, ti rende felice di fare questo mestiere. Per me la cosa pi fica che c. Essere in studio per registrare va bene, ovvio, ma dopo un po mi sento un po stretto. Invece quando suono dal vivo ogni sera diversa, ogni concerto come se fosse lultimo, non sai cosa succeder domani e quindi dai tutto quello che hai. Ogni

IEI AMICI SARRABBIANO PERCH NON RISPONDO MAI AGLI SMS


M

NON SONO UNO SNOB MA IL MONDO VIRTUALE MI ANNOIA


PENSO DI ESSERE UN IMPI

EGATO DELLA MUSICA CHE FA IL SUO LAVORO CON DIGNIT

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

31

I CA SI

Tom Handerson, giornalista hi-tech, il 4 aprile ha deciso di divorziare da Google e non usare pi i suoi servizi perch mettono a rischio la privacy. Prima di lui Paul Miller, del sito The Verge, stato un anno offline per assaporare la vita reale. Ma dopo qualche mese ha finito per annoiarsi

I NU ME RI

Secondo lultimo rapporto del Censis gli utenti di Internet in Italia sono il 63,5 per cento della popolazione (+1,4 rispetto a un anno fa). Percentuale che sale nettamente nel caso dei giovani (90,4 per cento). Quasi il 70 per cento ha poi un profilo Facebook, YouTube arriva al 61 mentre Twitter al 15,2 per cento

I LI BRI

Internet ci rende stupidi? (Raffaello Cortina) di Nicholas Carr invita a ripensare la natura dei rapporti digitali. Lingenuit della rete (Codice) di Evgeny Morozov ridimensiona invece i social network nella primavera araba. Infine Il profumo dei limoni (Lindau), di Jonah Lynch, dedicato a quei sensi (3 su 5) che lhi-tech non sa trasmettere

IL DO CU MEN TA RIO

Werner Herzog non ha mai amato la tecnologia. Ma il suo ultimo documentario, finanziato dalla compagnia telefonica americana At&t, lo ha pubblicato online. From One Second To The Next racconta in poco pi di mezzora quanto la comunicazione via sms sia oggi una delle principale cause di incidenti stradali

Amo parlare guardando gli amici negli occhi, non da uno schermo
LA CAR RIE RA
sera quando salgo sul palco per me lultima volta, e quindi cerco di dare tutto, di sgolarmi, di triturarmi le mani sulla chitarra.... Mengoni sulla strada della musica fin da quando era molto giovane, ma il successo arrivato tutto insieme, rapidamente, dopo ledizione 2009 di X Factor, che ha vinto con la squadra di Morgan. Ho iniziato come tutti, bussando a tante porte che, ovviamente, non si sono aperte. Poi X Factor e questa rapidissima corsa che mi ha portato dove sono oggi. un mondo curioso quello che mi sono trovato ad affrontare, me laspettavo diverso, magari un po pi buono, ci sono tanti meccanismi che non capisco, tanti disequilibri, e devi sempre stare attento a come ti muovi, a quello che fai. Non come dieci o quindici anni fa, oggi la musica vento, passa rapidamente, un vento forte e veloce, devi fare in modo che non ti scompigli i capelli e basta. Dubbi, incertezze? Tante, ovvio, ma raggiungo anche picchi di felicit che non vanno sottovalutati. una cosa sana dubitare di se stessi, e del lavoro che hai fatto. Se non avessi dubbi sarei gi finito, non avrei limiti da superare, obbiettivi da raggiungere... . In questo rifiuto per le tecnologie facile immaginare, allora, che Mengoni sia un fan dei vecchi padelloni neri, i dischi in vinile, scomparsi con lavvento dei cd, e che non ami gli Mp3 e i download: Amo il vinile assolutamente, conferma lui, sono un fan dellanalogico. La differenza di suono abissale, il calore diverso. E io cerco questo calore in quello che registro, quel calore che da piccolo sentivo nei dischi di Billie Holiday. Il che non vuol dire che non scarico le canzoni di Billie Holiday su iTunes, ma che, se posso, ascolto i dischi in vinile. E poi penso che sia giusto che la musica nata per essere registrata in maniera analogica sia ascoltata dai dischi in vinile. La musica di oggi invece pensata per il digitale, ed giusto che venga ascoltata in un altro modo. Un compromesso allora in favore della tecnologia odierna si pu fare? Si deve fare, io mica posso costringere la gente a comprare un mio album in vinile. Ma anche se il risultato finale digitale, io registro ancora su supporto analogico, su bobine, come si faceva un tempo. Il grande successo di Mengoni non dovuto solo alla sua vocalit e alle canzoni, ma anche, moltissimo, al suo modo di stare in scena. Sfacciato o ammiccante, sensuale o drammatico, Mengoni interpreta le sue canzoni con trasporto, anche fisico. curioso vederlo, invece, seduto al bar, parlare con voce bassa, senza la grande sicurezza che dimostra in scena. Sono un timido, ancora. Mentre sul palco ho una buona dose di egocentrismo, sicuramente ne ho molto meno nella vita, dice. Certo che mi piace essere in scena, senn facevo un altro lavoro. Ma anche vero che, anche se sembra banale dirlo, quando sono sul palco sono un altro. Quando sei l hai una sensibilit diversa, ti accorgi e senti cose che normalmente non senti, ascolti gli altri musicisti, ascolti te stesso, senti come sta il pubblico, avverti quanta energia gira intorno a te, la musica scorre nelle vene. Sei unaltra persona, perch porti sul palco lestremizzazione di quello che sei nella vita normale, tutto amplificato, esasperato. E anche in questo capisci, rivendendoti, che tante cose non le controlli, sono istintive, altro che tecnologia, non c computer che tenga. Mengoni segue la lezione dei grandi, da Jagger a Bowie, passando per Renato Zero, e sembra un performer navigato, in grado di occupare il palco con consumata professionalit: Sicuramente la memoria che ha il tuo cervello ti fa rimanere dentro tutto quello che hai visto e ascoltato. Quindi c Mick Jagger, o Marvin Gaye o Otis Redding, o De Gregori. Ma come se fossi in un sogno, non decido io ma linconscio, anche nel modo in cui il corpo si atteggia e si pone. Sicuramente non c nulla di costruito, addirittura alle volte quando mi riguardo mi d fastidio vedere certe cose che faccio. Non mi ritengo un artista, non lo sono. Sono sicuramente un impiegato della musica, non mi posso attribuire una definizione cos importante. Sono un impiegato che dignitosamente fa il suo lavoro, al meglio delle sue possibilit. Certo che larte mi piace, mi attira, io vengo da un istituto darte, mi piace essere onnivoro, prendere esempio dagli artisti con la A maiuscola. Ma io per adesso sono solo un servo della musica, non posso fare altro, lei decide per me.
RIPRODUZIONE RISERVATA

PARE RE DAUTO RE

COLLEGATO, UNA PAROLA CHE SA DI SCHIAVIT


GIAN LUCA FAVETTO

X FACTOR
Nel 2009 partecipa alla terza edizione del talent show. E il 2 dicembre 2009 vince assicurandosi un contratto con la casa discografica Sony Music del valore di 300 mila euro, nonch la partecipazione di diritto al Festival di Sanremo

MTV MUSIC AWARDS


Nel 2010 partecipa a Sanremo dove arriva terzo. Mengoni agli Mtv Europe Music Awards si aggiudica il Best Italian Act. Non solo, suo anche il Best European Act che per la prima volta viene assegnato a un cantante italiano

FOTO GUIDO CLERICI / LUZ

SANREMO
Partecipa con Lessenziale (scritta da Roberto Casalino e Francesco De Benedittis), che poi far parte dellalbum #Prontoacorrere. Ed con questo brano che vince la 63 edizione del festival, lultima

collegato cos come sono, ma ben dentro quello che sto facendo, spero, io so che sono il futuro. Adesso, qui, in questo momento: sono il futuro. Il fatto che non lo sembro abbastanza. Non porto i segni esteriori ed evidenti di ci che la maggior parte delle persone riconosce oggi come futuro. Risulto in ritardo, non al passo con i tempi - un passo che non sa di cammino o passeggiata, ma di marcia, di corsa e di affanno, un passo che brucia le tappe e rischia linciampo. Quelli come me figurano retrogradi, fuori tempo e fuori moda, dei Flintstones, tanto inconsapevoli quanto colpevoli. Con la nostra aria spaesata, provochiamo lo stesso sgomento degli ignoranti testardi. A volte suscitiamo compassione, a volte irritazione. Eppure, nonostante limpressione suscitata di essere lultima coda di una retroguardia destinata a estinguersi, da qualche parte nella mia mente alberga la timida tenace idea di rappresentare unavanguardia. Quelli come me si trovano gi l dove, prima o poi, se vogliono ancora vivere, arriveranno gli altri, i collegati. Coloro che risplendono collegati ogni istante al vasto mondo grazie a telefonini, iPhone sempre accesi, iPad nel cuore e nel cervello, sempre in linea (unespressione che la dice lunga), continuamente cinguettanti, in costante contatto con tutti, surfando fra twitter, facebook, youtube e il centinaio di social network consimili, tutti costoro, finita lubriacatura e labuso, dovranno fare clic e spegnere lambaradan dinformazioni e connessioni che vortica intorno e dentro a loro, ingolfandoli. Un semplice gesto per non soffocare: staccare, scollegarsi, darsi tempo e silenzio. Cos possono oziare, e lozio molto produttivo. Possono stare un po pi con i loro pensieri, coltivarli e affinarli. Fra laltro, en passant, possono provare a ritrovarsi con se stessi. TutIL SAGGIO ti collegati mi sa tanto di todos caballeros. E toTu non sei un gadget dos caballeros una fola, una favola, una fol(Mondadori), il saggio lia. Collegato vuole dire che hai il collo legato: pi noto di Jaron Lanier, sa di schiavit, di lacci e lacciuoli, di legaccio considerato al collo, come una catena. E che importa se come il padre della realt luccica, se dorata con brillantini, sempre cavirtuale che recentemente tena . I contatti bisogna farli con tatto. E anha dato alle stampe che con gusto. Who Owns the Future. Laltro giorno, un amico, un organizzatore Uscito nel 2010, culturale che abita benissimo il presente, se in Tu non sei un gadget ne venuto fuori con questa frase: non ne posLainer sostiene che ormai so pi dei social network, bisogna fondare un la tecnologia a plasmarci individual network. A tavola, fra chiacchiere, e non il contrario come vino e buona compagnia, non abbiamo avuto molti pensano. A tal punto il tempo di approfondire gli aspetti tecnici, ma da mettere in serio pericolo su quelli teorici - socializzare prima con se la nostra creativit stessi - siamo andati forte. Abbiamo appuntaintellettuale, lo spirito mento questo fine settimana. Ci colleghiamo critico e la stessa e capiamo come fare. Chiediamo collaboraidea di sapere zione alla rete e ai suoi amici di Facebook.

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

32

R CLUB
FLOWBOARD
(per iPhone e iPad, gratuita) Per raccontare storie fatte di immagini, video e disegni oltre che di testi e pdf. Strumento notevole per presentazioni e narrazioni da comporre su schermo tattile

IL MONDO DELLE APP


A CURA DI JAIME DALESSANDRO

CATTIVISSIMO ME: MINION RUSH


(per iPhone, iPad e Android, gratuita) Si corre, si salta, si evitano ostacoli sulla falsariga di Temple Run. Ecco il gioco tratto da Cattivissimo Me 2. Divertente, ma nulla di nuovo

BISCUIT
(per iPhone, iPad e Android, gratuita) Dizionario completo e gratuito. Copi la parola in inglese e tira fuori definizione e pronuncia. I vocaboli si possono anche fotografare ed possibile creare proprie liste

STEAMPUNK TOWER
(per iPhone e iPad, 0,89 euro) Grafica e colonna sonora charleston spassose. Macchine di fondo invece gi viste: una serie di missioni dove si armano delle torri per arginare lattacco dei nemici via vai sempre pi intenso

Piccole, veloci o social. Ma sempre con il wi-fi


TEMPI MODERNI

UN VELENO HI TECH NATO SUL WEB


RICCARDO LUNA
ualche giorno fa ho messo in Rete un post molto lungo e i primi commenti invece di discutere il contenuto si accanivano per i refusi. Mi tornata in mente lultima campagna elettorale, quando avevo aperto un blog dove le discussioni erano parecchio animate. La prima volta avevo provato a leggere il fiume di commenti ma ero scappato via quasi subito: erano solo insulti, prima a me e poi fra di loro. Come un saloon dove sia scoppiata una rissa e non si sa pi bene chi stia picchiando chi e perch. Questo andazzo un problema perch non si tratta ovviamente di qualcosa di personale. I commenti stanno diventando la parte peggiore del Web (andare su YouTube per credere). Popular Science ha annunciato di averli chiusi per sempre (scatenando commenti furibondi). Il New York Times se ne occupato in uninchiesta dove racconta che il game designer Shane Liesegang (foto) ha aperto il profilo T w i t t e r @avoidcomoments dove dice cose tipo: Una volta ho mostrato la sezione di commenti a un tipo solo per vederlo piangere. La questione ovviamente non se offendersi per le critiche, che anzi servono: ma evitare le contumelie del primo arrivato. Perch sono inutili se non quale indicatore della rabbia diffusa. La soluzione? Non chiara ma va seguito con attenzione lesperimento di Kinja, un sito che seleziona solo i commenti utili e costruttivi in un dialogo con lautore del post. Un mondo fatto da annotazioni invece che di commenti avrebbe potuto cambiare il Web? si chiede Michael Erard del New York Times: ai posteri lardua sentenza (ma niente commenti please).
RIPRODUZIONE RISERVATA

RICOH THETA
Per foto a 360 gradi. 399 euro

THEQ
Compatta subacquea low cost con wi-fi. A 150 euro circa

ALESSIO JACONA
ensori da 41 megapixel e migliaia di app per ritoccare le foto e condividerle sui social network. Ormai gli smartphone sono macchine fotografiche e danno allutente limpressione di poter fare tutto. Ma solo, appunto, unimpressione. Basta prendere in mano una reflex digitale di ultima generazione, come ad esempio la Canon Eos 70D, oppure una mirrorless come la super compatta Panasonic Gm1, per ritrovarsi in pochi istanti con piedi per terra. E non solo in termini di qualit delle immagini, ma anche nella velocit, precisione della messa a fuoco, colori. E se si vuole giocare con funzionalit fuori dagli schemi o avere davvero un macchinetta pronta a tutto ci sono invece apparecchi come la Ricoh Theta o la camera social TheQ. Insomma, in un senso o nellaltro il motto dei produttori di fotocamere : innovare e stupire. Ma soprattutto, riconquistare unutenza sempre meno esigente e sempre pi

LIMPORTANZA DI AVERE UN OBIETTIVO


CANON EOS 70D
Veloce, leggera, professionale. Da 1184 euro

LUMIX GM1
Mirroless ultra compatta. 699 euro votata alla praticit duso, che sembra trovare nei moderni smartphone tutto quello che desidera. La Eos 70D ad esempio una macchina semi-professionale con sensore da 20,2 megapixel pensata per chi non si accontenta pi di Instagram. Ha un autofocus a 19 punti cos veloce e preciso da lasciare a bocca aperta, anche quando si registrano video. C poi il wi-fi, con cui possibile usarla via smartphone o tablet. Un segno di questi tempi votati alla condivisione in Rete e della pressione che il successo dei cameraphone esercita sui produttori di macchine fotografiche. Anche la Lumix Gm1, mirrorless della Panasonic, da questo punto di vista segue la stessa filosofia. Appena presentata, ha caratteristiche e qualit della Gx7, unottima macchina con sensore da 16 megapixel. Stavolta per le dimensioni sono state pratica-

mente dimezzate grazie alla miniaturizzazione dellotturatore. E il risultato un apparecchio quasi tascabile con ottiche intercambiabili di livello elevato. Ha poi il mirino elettronico e un display touch con funzione zoom per una migliore messa a fuoco in prescatto. Grazie alla apposita app infine, la Gm1 si pu gestire la macchina a distanza in ogni sua funzione. Notevole, davvero. Altrettanto lontane dagli smartphone, ma per ragioni diverse, sono la Ricoh Theta e la TheQ. La prima, che ha forma a candela, pesa 95 grammi e incorpora due lenti grandangolari contrapposte (fisheye) con cui genera immagini a 360 gradi in un unico scatto da 6,4 megapixel. Delle bolle che racchiudono il mondo intero. Ha il pulsante di scatto, ma pu essere comandata a distanza via wi-fi tramite una app (per ora solo per iPhone) che serve anche ad editare le foto. La social camera TheQ invece una piccola sorpresa: per garantire la massima connettivit (e la rapida condivisione delle foto

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

33

CANOPENER
(per iPhone e iPad, 2,69 euro) Per appassionati di hi-fi. Permette di intervenire su tanti parametri audio e di maneggiare file di alta qualit (lossless). Piena di opzioni, ma cara. E attenzione a cosa toccate

TYPE:RIDER
(iPhone, iPad e Android, 2,69 euro) Il canale tv Arte si d ai videogame. Due puntini devono attraversare luniverso tipografico partendo dai geroglifici e arrivando ai giorni nostri. Divertente

SEENE
(per iPhone e iPad, gratuita) Voi scattate la foto e lapp le anima in 3D. Cos che, muovendo il telefono, sar come poter girare attorno al soggetto. In pi il solito social network dove condividere le immagini

D&D ARENA OF WAR


(per iPhone e iPad, gratuita) E anche Dungeons & Dragons sbarca su app store in versione gratuita (free to play) Non come giocare alloriginale. Ma come videogame se la cava abbastanza bene

NOTEGRAPHY
(per iPhone e iPad, gratuita) Impaginare testi, poche frasi (tweet) o romanzi interi, potendo scegliere sfondi e una caratteri diversi. Per poi mandare tutto via mail o pubblicare sui social network

I tanti volti delle nuove macchine fotografiche


IL TEST

PREGI E DIFETTI DELLULTIMO KINDLE FIRE HD(X)


ERNESTO ASSANTE
mazon non sta a guardare e subito prima dellarrivo dei nuovo iPad, annuncia e presenta il nuovo Kindle Fire Hdx, tablet della linea Kindle, con uno schermo hdx da 8,9 pollici, un processore quad-core da 2,2 GHz tre volte pi veloce e il doppio della memoria rispetto alla generazione precedente, una batteria di lunga durata e due altoparlanti stereo con audio Dolby Digital Plus. Il punto di forza del nuovo Kindle Fire proprio lo schermo, che punta a superare lhd con una risoluzione 2560 per 1600 a 339 pixel per pollice, una riproduzione dei colori molto bella e una buona visione in ogni condizione di luce. Il processore quad-core Snapdragon 800 da 2,2 GHz ( il primo tablet ad offrirlo) e il peso contenuto (374 grammi): queste caratteristiche lo rendono il tablet grande pi leggero in circolazione. Il sistema operativo il Fire Os 3.0 Mojito, una versione di Android fortemente personalizzata da Amazon, ci sono una videocamera hd frontale e una posteriore da 8 megapixel per foto in alta risoluzione e video in 1080p.

PESO E PRESTAZIONI
Peso ridotto, eccellente resa video e ottima potenza di calcolo

PRO

CONTRO
SISTEMA DI CONTROLLO
Tasti di controllo non facilmente utilizzabili. Cover innovativa alla quale, per, bisogna fare labitudine prima di utilizzarla al meglio

in Rete), integra sia la tecnologia wi-fi sia il 3G, consentendo di salvare le foto su scheda da due giga oppure direttamente nel cloud. Impermeabile e colorata, ha sensore da cinque

megapixel, ottica da 24 millimetri e un originale flash a led a otto segmenti che gira attorno allobiettivo. Il tutto per appena 150 euro circa. Non male.
RIPRODUZIONE RISERVATA

una macchina molto solida e comoda, proprio per lintegrazione con lecosistema di Amazon, che offre una grandissima scelta di contenuti. Eccellente quindi per leggere libri e giornali, ma anche per lintrattenimento e il lavoro, usando il cloud in maniera intelligente e sfruttando al meglio linterfaccia costruita da Amazon per rendere luso particolarmente fluido. A 379 euro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

R CLUB
USI&COSTUMI
el passato si usava ornare il collo delle donne con gioielli preziosi. ma non solo. Nel diciottesimo secolo, per esempio, si allacciava un piccolo nastro nero o colorato che vezzosamente si annodava da un lato: le donne veneziane ritratte da Pietro Longhi lo portano spesso. In Francia, alla fine del secolo, i sanculotti e le tricoteuses , dicevano, in maniera un po macabra, che il nastrino segnava il punto dove sarebbe passata la lama della

35

IL NASTRINO MACABRO E VEZZOSO


GABRIELLA PESCUCCI

ghigliottina. Negli anni Novanta dellOttocento il nastro, di velluto nero, diventa molto alto e viene chiamato cou de cygne perch ispirato al collo esile di un cigno che ha lultima parte di piume nere e lucide. Alla base del nastro brilla una stella o una mezza luna che sottolinea la magrezza del collo e lovale del viso delle eleganti signore parigine ritratte da Giovanni Boldini: un punto scuro nella spuma di tulle e turmaline che guarnivano le scollature. Eleonora Duse e

la sua antagonista francese Sarah Bernhardt, lo indossavano chiss se per seguire la moda o per coprire le prime rughe del collo. Lo stesso nome stato dato a una agave, perch il tronco si piega in varie ed eleganti curve prima di arrivare alle foglie. Oggi collo di cigno un termine dimenticato dalla moda, ma usato dagli idraulici, dai microfonisti e dai meccanici, per parlare di un tubo ricurvo, proprio come il collo di un cigno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Dopo laddio di Louis Vuitton a Marc Jacobs, riparte la girandola degli stilisti
TEN DENZE

TOTAL BLACK

Tante citazioni nel dfil testamento di Marc Jacobs per Louis Vuitton

a stabilit? Una chimera, nel potentissimo Regno dello Stile. Prospero, ricco, eppure fragilissimo. Se solo un battito dali di farfalla in veste di maldicenza pu rovinare il suo castello di convenzioni. E cos, mentre ovunque si aspira alla durevolezza, la Moda lunico potentato a vivere di mobilit e turbolenze. Da quando due o tre Giove-tycoon (LVMH, Kering ecc.), con qualche leggerezza, determinano vita, morte e miracoli di quelle intercambiabili divinit che ormai tanto precariamente si succedono nei loro agguerriti Olimpi stilistici. Ma non stato sempre cos. Per decenni si emergeva da stilisti-mercenari (al servizio di altri), per finire poi con il proprio nome lustrato fino al successo e alla mitizzazione. Questa la parabola di tutti: da Poiret a YSL, da Valentino ad Armani e a Versace; tutti, insomma. Fino allattuale, postmoderno nominalismo. Quando non si compreranno pi intelligenze creative ma nomi. Nomi vuoti, gonfi solo della loro pi o meno memorabile storia. Da riempire con chiunque, con qualche pedana scioccante e soprattutto in barba a quel nome,

IL GRANDE RISIKO DELLA MODA


QUIRINO CONTI
sembrasse capace di smuovere il mercato degli accessori. Dunque, la Moda non ha pi avuto fiducia nei nomi nuovi (che usa ma non stima), o almeno non tanta da investirci e accompagnarli nella crescita. Quasi non se ne riconoscesse le energie. O lo Stile non generasse pi quella qualit di talento. Ormai troppo fragile per reggere simili imprese. E quindi un futuro solo in abbinamenti provvisori e instabili. Da qui lattuale mercato delle vacche: e un viavai di nomi e biografie da spezzare il cuore. Per chi va, ma spesso anche per chi arriva. E dunque, in estrema sintesi, dopo i Massimi Defenestrati (Lacroix & Galliano), le plurime sostituzioni da Dior e infine la discussa scelta dellex Sander Simons, laddio di Vuitton a Jacobs. Questi, avendo cercato in ogni modo di gallianizzarsi,

onde succedergli in avenue Montaigne, tra lacrime e dicerie finito per restare senza luno (Dior) n laltro (Vuitton). Lincredibile Michael Burke (ex Ceo Dior, Fendi, Bulgari, ora Vuitton) lo ha messo alla porta. E per sostituirlo con chi? Parrebbe, gli Arnault permettendo, con Ghesquire: gi decaduto da Balenciaga e sostituito a sua volta dal renitente Wang. Intanto, a sorpresa, dopo decine di autocandidature e persino un balon dessai (Lacroix), Marco Zanini lascia Rochas per riscrivere Schiaparelli (Della Valle). Al suo posto, dallingorgo spuntato DellAcqua: strappato ai suoi complessi passaggi di etichetta. Segnerebbe sereno, invece, per Gucci e Valentino. Dopo tortuose e incrociate successioni (e persino un passaggio di propriet a piazza Mignanelli) godono la pace del buon governo rispettivamente con Giannini e Chiuri-Piccioli. Solido come la cupola degli Invalides resta solo Lagerfeld (Fendi e Chanel). Con plurime, irresistibili scappatelle cos da insaporire i mnage. Da ultimo, persino un occhiale di velluto per Lapo Elkann.
RIPRODUZIONE RISERVATA

INFOGRAFICA DI ANNALISA VARLOTTA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

37

BACKSTAGE

SUL WEB DILAGA IL SELFIE


SERENA TIBALDI

on si pu mai stare tranquilli. Superati pi o meno i siti di streetstyle e accantonati i blog di moda, impazza la mania del selfie. Tradotto alla lettera sarebbe il classico autoscatto, ma il termine in realt sottintende (finta) spontaneit e una gran dose di egocentrismo. Ci si punta lobiettivo in faccia e si scatta, anche per decine di volte, fino ad arrivare allimmagine perfetta da pubblicare sui social media spacciandola per unistantanea fatta sul

momento, magari per prendersi in giro: nulla di pi falso. Ovviamente il selfie diventato in pochissimo tempo il mezzo di comunicazione preferito dalla moda, ambiente in cui si sempre pi dediti al culto della propria personalit, soppiantando tanto le classiche foto di look malamente fatte allo specchio che per fortuna gli scatti di piedi e scarpe, vera piaga della societ digitale. C chi come la top model Cara Delevingne poi ci ha persino costruito

su una carriera: i suoi post su Instagram, quasi tutti dedicati a suoi primi piani con tanto di smorfie e linguacce, le hanno donato quella personalit da maschiaccio che alla base del suo successo, e che mai avrebbe potuto ottenere in passerella. E a chi sostiene che selfie non sia nemmeno una parola vera, occorre far notare che diversi dizionari lhanno appena inserita ufficialmente tra le loro pagine. Cheese.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ferragamo festeggia a Hollywood centanni di attivit. Presto un film


TEN DENZE

LAURA ASNAGHI
entanni fa iniziava la brillante avventura di Salvatore Ferragamo in America, il calzolaio dei sogni, amatissimo dalle dive di Hollywood. Lui aveva poco pi di sedici anni, quando, da Bonito, un piccolo paese in provincia di Avellino, aveva deciso di andare oltreoceano e coltivare la sua grande passione: creare scarpe bellissime per donne speciali. A Salvatore Ferragamo non mancavano lintraprendenza e la creativit e una buona dose di charme, che lhanno aiutato a conquistare, nel suo Boot Shop, dive come Joan Crawford, Gloria Swanson, Greta Garbo e Dolores Del Rio. La Hollywood in cui arrivai nella primavera degli anni Venti era

LEVENTO

UN SECOLO CON IL CALZOLAIO DEI SOGNI


poco pi di un paesino assolato, ha scritto nella sua autobiografia Salvatore Ferragamo che laltra notte stato celebrato proprio nella sua amata Hollywood con una sfilata di abiti da diva, stile anni Trenta, molto glamour, nei colori cipria e pastello, con dettagli rubati alla lingerie e ricami scintillanti. Tutte mise da gran sera firmate da Massimiliano Giorgetti, il direttore creativo di Ferragamo. Per festeggiare alla grande questo centenario, la maison fiorentina ha scelto di fare da mecenate alla serata di inaugurazione del Wallis Annenberg Center For The Performing Arts, un teatro, ricavato da un ufficio postale degli anni Trenta restaurato, con tanto di scuola per attori. Dunque una istituzione culturale strettamente legata al mondo delle dive, un mondo a cui Salvatore Ferragamo ha fatto riferimento per tutta la vita creando scarpe memorabili, come quelle rosse di Marilyn Monroe. Allevento dellaltra sera, con oltre mille invitati, cerano attrici come Demie Moore, Jodie Foster, Charlize Theron. Ha cantato il tenore Vittorio Grigolo e, alla prima teatrale, si esibito anche Kevin Spacey. Salvatore Ferragamo stato tra i primi a intuire limportanza delle celebrities ha ricordato Michele Norsa, lamministratore delegato della maison con grande lungimiranza, aveva capito che le dive sono fortissimi veicoli pubblicitari, che aiutano a dare visibilit e notoriet. Salvatore Ferragamo faceva scarpe da sogno e conquistava le attrici del cinema e del teatro e ora la sua storia, cosi affascinante, potrebbe diventare un film. S siamo stati contattati da un produttore e lidea di un film su nostro padre un sogno che abbiamo nel cassetto da anni conferma Ferruccio Ferragamo, presidente del gruppo, uno dei sei figli della famiglia Ferragamo, che dagli anni 60, da quando mancato il calzolaio delle di-

LA SFILATA

Sopra, un capo di Ferragamo e a sinistra, Demi Moore ve, ha avuto come guida mamma Wanda, oggi novantenne, ancora presente in ufficio tutti i giorni. Quando eravamo ragazzi nostra madre ci diceva comportatevi bene, se no me ne vado in America ricorda con affetto Ferruccio Ferragamo mio padre stato un grande innovatore, le sue scarpe sono di una modernit sorprendente e in archivio ne abbiamo 14 mila modelli. Tra quelli pi curiosi, degli anni 20 30, ci sono i tacchi a cavaturacciolo con perle, create per Gloria Swanson, e quelle con i colori dellarcobaleno rese famose da Dolores Del Rio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

TEN DENZE

OVS

UN TALENTO E ASPESI TUTOR ECCO IL PIUMINO STYLE


ui Alberto Aspesi, uno dei grandi della moda il cui nome da sempre legato al mondo dei piumini. Lei Dafne Maio, 23 anni, originaria di Formia, diplomata allistituto Marangoni di Milano. A unire il maestro dei piumini e la giovane allieva uniniziativa firmata da Ovs che rientra nel progetto F4YG, ovvero Fashion for young generations. Il progetto dedicato ai giovani talenti, giunto alla sua seconda edizione, si concretizza con una collezione di piumini disegnati da Dafne Maio, che ha avuto come tutor Aspesi. La collezione debutta il 26 ottobre, in 120 store Ovs selezionati in Italia e in Russia (e sullonline). Tre i modelli di piumini per

donna e due per uomo a prezzi pi che accessibili: da 49,90 a 69,90 euro. Sono minimal e ultraleggeri, in nylon e thermore, stretch quanto basta, nei toni classici del blu e del nero ma anche verdi, gialli, bluette e rosa. La seconda tappa del nostro progetto F4YG spiega Francesco Sama, direttore generale di Ovs ha un significato particolare perch vede come protagoniste svariate eccellenze italiane. Grazie ad Alberto Aspesi e allistituto Marangoni abbiamo offerto una grande opportunit a Dafne Maio, neodiplomata: lavorare a fianco di un big della moda come Aspesi, unesperienza molto formativa per la sua crescita professionale. Ero sul treno Milano-Roma quando ho saputo di essere stata selezionata, ho fatto i salti di gioia racconta Dafne Maio di Aspesi ho apprezzato labilit, lamore per il lavoro artigianale e la capacit di trasmettermi il suo sapere. I giovani hanno bisogno di misurarsi con il mercato ricorda Alberto Aspesi fare il tutor aiuta a scoprire lentusiasmo e la passione dei giovani, come Dafne Maio, che vogliono confrontarsi con il mondo del lavoro e avere opportunit concrete. (l.a.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

INFOGRAFICA ANNALISA VARLOTTA

Ferruccio Ferragamo con Charlize Theron. A destra, Jodie Foster. Sotto, il teatro restaurato

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

38

R CLUB
LA MOSTRA
a regina Victoria, in lutto per la morte del marito, le pretese nere, Marylin Monroe le sfoggiava con piacere (erano un regalo del marito, durato poco, Jo Di Maggio), e Carlo I, condannato a morte nel 1649, si present al patibolo con una sola per adornare il lobo dellorecchio. Sono alcune delle oltre 200 perle della mostra Pearls fino al 19 gennaio al Victoria & Albert Museum di Londra in collaborazione del Qatar Museum Authority. Migliaia di anni di storia sono

LA STORIA RACCONTATA CON LE PERLE


SILVIA LUPERINI

raccontati attraverso lussuose collane degli antichi romani, che gi le consideravano un simbolo di ricchezza e di status, e dipinti dellEuropa medievale dove diventano attributi di Cristo e della Vergine Maria, emblemi di purezza e castit. Dalla purezza allopulenza il passo breve come si evince dai ritratti dal Rinascimento in poi con ricche e aristocratiche signore illuminate da uno o pi giri di perle. Nellesposizione non mancano le tiare e le corone preziose, le

creazioni dei gioiellieri capaci di trasformare una perla naturale in una ballerina e esemplari di ogni tinta, dal rosa, al blu e al verde. Le perle sono sempre state rare e costose fino alla svolta di Kokichi Mikimoto, che per primo riusc a coltivarle, facendone crollare il prezzo. In seguito fu la moda, e Coco Chanel (foto) in particolare, a introdurre bijou con perle false che lei mescolava senza nessun complesso con quelle vere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Vestiti e palt, ecco tutte le novit


TEN DENZE

CHE STILE QUEL MAXI CAPPOTTO COS RINASCONO LE TAGLIE OVERSIZE


pantaloni smilzi che ne bilanciano lingombro. Per altri invece, da Chalayan alla Maison Martin Margiela sempre legata allestetica del suo fondatore, che lha abbandonata qualche anno fa si gioca tutto su un solo particolare: i grandi risvolti dei jeans per il primo e gli enormi polsini delle classiche camicie maschili per il secondo; spettacolari, eppure incredibilmente normali. Considerazioni dimmagine a parte,

CLINE

SERENA TIBALDI
urioso come lo stesso termine possa evocare immagini tanto diverse fra loro. Per gli appassionati di costume loversize equivale alle arrischiate creazioni di Martin Margiela, maestro indiscusso della modificazione del corpo attraverso il tessuto; limmaginazione di chi invece pi addentro alla cultura di strada punta senza appello allo stile hip-hop tanto in voga alla fine degli anni 90, quando essere cool significava portare jeans di 10 taglie pi grandi e felpe giuste per un lottatore di sumo. Due facce della stessa medaglia destinate a non incontrarsi mai, ma la linea di confine tra loro si fatta sempre pi labile nelle ultime stagioni, grazie a un drappello di designer capaci di unire ricercatezza e quotidianit, codificando quella che pi che un trend diventato uno stile a s stante. Loversize in versione 2013 riesce in un compito molto difficile: esalta il corpo giocando con i volumi, enfatizzandolo senza farlo sparire o ingolfarlo. Una simile evoluzione ha origine nel ritorno al sartoriale e al ben fatto: extra-large oggi significa costruzioni precise e strutture calibrate, ben lontane per da certe esagerazioni da passerella. Non si tratta pi di giocare sul filo delleccesso, ma di rimodellare sulla figura spazi e volumi senza cadere nella trappola del troppo artistico; leffetto finale cos molto pi forte che in precedenza perch viene calato nel quotidiano, diventando davvero portabile. Pezzi principi della tendenza sono i vestiti e soprattutto i cappotti, per loro stessa natura pi adatti a simili elaborazioni, e basta dare unocchiata a chi ha meglio interpretato largomento per comprenderlo. Sono esemplari i grandi palt a uovo di Cline e i giganteschi opera-coat di raso di Rochas: in entrambi i casi le dimensioni sono quasi intimidenti, eppure la figura resta elegante e slanciata; c chi come Stella McCartney ne ha fatto il proprio segno di riconoscimento, costruendo la silhouette forse pi riuscita della stagione, tra spalline da giocatore di football e

loversize ha poi un vantaggio pratico risolutivo: sta bene su qualunque tipo di fisico. Proprio perch ricostruisce le forme del corpo funziona sia su quelli pi imponenti che su quelli pi sottili, e in una societ

MAX MARA

K-WAY

ARRIVA LA COLLEZIONE PELUCHE ECO-PELLICCIA TRASPIRANTE

diventata famosa in tutto il mondo grazie a uninvenzione francese del 1961: la famosa giacca in nylon con la zip da usare in caso di pioggia per poi riporla nella tasca a marsupio al primo raggio di sole. Ora K-Way presenta Peluche, una divertente collezione per donna in eco pelliccia, che in piena tendenza animalier, riproduce manti in tinta unita, zebrati e maculati nelle versioni a pelo lungo, corto e rasato. Calde ma traspiranti, le giacche hanno allinterno un tessuto tecnico impermeabile e termoregolatore con termonastrature flou a vista, che proteggono da freddo, vento e acqua. La collezione di pellicce ecologiche disponibile nella versione Jacques Beaver per la bambina, e nella versione Jacques Hyena anche per luomo. La linea Peluche esiste anche nella variante Double Face. (s.l.)

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

39

E-COMMERCE

SI PROVA SI CLICCA SI ACQUISTA


IRENE MARIA SCALISE

l futuro, per i patiti dello shopping, gi ora. Negozi met reali e met virtuali. Non luoghi dove gli specchi dei camerini dialogano con i social netwok, gli amici cliccano su mi piace e gli accessori si provano con la webcam. Mentre i negozi tradizionali chiudono al ritmo di 167 al giorno il mobile shopping cresciuto nel 2012 del 210% e sono 16 milioni gli italiani che usano la Rete per comprare e condividere. Il nuovo mantra : Provo, clicco e compro.

Aumentano i Digitail, quelli che oscillano tra commercio elettronico e social network. C poi il Mixed Retail, un ibrido dove i negozi sono un po reali e un po virtuali, spiega la sociologa Elena Marinoni curatrice del Capri Trendwatching Festival, nella metro di Seoul i viaggiatori vedono i prodotti proiettati sulle pareti, li ordinano scattando una foto e la sera le ricevono a casa. Oppure il sito Boutique Accesories (foto) dove, grazie a uno specchio virtuale, il cliente pu vedersi

con un bijoux, condividerlo con gli amici e passare allacquisto. Buone notizie per chi punta al risparmio. I nuovi modi di comprare diventano low cost. Succede nel Pretail dove i consumatori acquistano prima che il prodotto sia messo in rete. gi milionario il sito Modus Operandi che, mettendo in rete i video delle sfilate, permette di prenotare, pagare in anticipo (anche al 50 per cento) e ricevere labito dopo qualche mese.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il vantaggio dellextralarge: sta bene su ogni tipo di fisico


CHANTAL THOMASS

IN RINASCENTE LO STILE PARIGINO LINGERIE SEXY E MOLTO CHIC

LACOSTE

in cui indossare qualcosa che mascheri le proprie insicurezze fondamentale, il successo garantito. Con un bonus come questo lextralarge destinato a durare, e a lungo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

onsiderata la regina della biancheria intima, decisamente sexy, Chantal Thomass disegna corsetti, guepire e reggiseni sempre sorprendenti e piacevolmente provocatori. Negli anni 70 stata la prima stilista a far sfilare in passerella le sue collezioni di lingerie. Una rivoluzione che aveva fatto scalpore: vedere sotto i riflettori modelle in reggiseno e slip succinti, faceva scandalo. Ma la stilista francese ha avuto la forza di andare avanti, di non lasciarsi influenzare dalle remore dei benpensanti e oggi, il suo nome, figura tra i grandi della lingerie sexy, sempre di classe e rispettosa della dignit delle donne. Tutti i capi di Chantal Thomass sono ora in vendita alla Rinascente di Milano, una "bomboniera" di 35 metri quadrati. Per me la lingerie moda e come tale va considerata, spiega la stilista che, nelle sue collezioni mescola riferimenti vintage e suggestioni che evocano il 700, utilizzando anche tessuti maschili con seta e pizzi preziosi. Dal 2011, fa parte del gruppo Chantelle, leader mondiale della lingerie francese. (l.a.)

COS

STELLA MCCARTNEY

MARTIN MARGIELA

RIPRODUZIONE RISERVATA

LOTTO

DA DINO ZOFF A BORIS BECKER QUARANTANNI DI SPORT E DI STORIA


otto celebra i suoi quarantanni di storia con un viaggio per immagini che, dal 1973 al 2013, raccontano laffascinante avventura di questa azienda leader nella produzione di calzature nel mondo dello sport. Attraverso foto e aneddoti legati a personaggi che come Dino Zoff, Ruud Gullit, Martina Navratilova, Boris Becker, Dino Meneghin, Luca Toni ma anche il Milan e la Juventus, si ripercorre la storia dellazienda di Montebelluna e, in contemporanea, quella dei big del calcio e del tennis. Il libro, edito da Rizzoli, firmato da Pierluigi Pardo e Giovanna Calvenzi, rispettivamente autore e photoeditor. Ad ogni foto corrispondono una parola chiave e una citazione che riassumono in poche lettere tutti i sentimenti e i valori di quello scatto e, soprattutto, di quellatleta. Gli atleti selezionati per questo libro hanno in comune con Lotto la passione spiega Pierluigi Pardo, il curatore del libro La voglia di giocare, correre, lottare e non arrendersi mai anche la filosofia che da quarantanni Lotto ha fatto propria. Non cera modo migliore per festeggiare questo compleanno aggiunge Andrea Tomat, presidente del Gruppo Lotto ecco perch abbiamo raccolto le testimonianze pi avvincenti, significative e quelle pi conosciute, per ricordare tutti gli atleti e gli sportivi di ogni livello che hanno vissuto con Lotto pagine di straordinario impegno e di grande intensit, di gioia e sacrificio, di felicit e, talvolta, anche di delusione e rimpianto. Questi atleti sono anche la nostra voce. (l.a.)

IL LIBRO

Unimmagine del libro Una leggenda italiana (Rizzoli) che celebra i 40 anni di Lotto attraverso foto e aneddoti legati al mondo dello sport e ai suoi personaggi come i calciatori Luca Toni, Ruud Gullit, Dino Zoff e il tennista Boris Becker (nella foto). A fianco, due capi dabbigliamento dellazienda

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

R CLUB
SESTO SENSO
tavola, poche cose mi danno pi gioia di un piatto di porcini: in quella consistenza indecisa e quel sapore forte, c tutto ci che il mio palato chiede per essere felice. Ho sempre preso i funghi come un piacere un mero ornamento, in alcuni casi senza mai considerarli alimenti degni di nota. Invece i funghi sono tra i pi fedeli alleati delle diete e del sistema immunitario, particolarmente adatti in stagioni come lautunno: Ai miei pazienti dico sempre che i

41

ATTENTE A QUEL FUNGO DELLE HAWAII


LUCA BIANCHINI

funghi sono uno scrigno di vitamine e sali minerali confessa la nutrizionista Simona Rella: Li possiamo considerare verdure, contengono il 90% di acqua e solo 20 calorie ogni 100 grammi. Ma sono ricchi di selenio, rame, fosforo e potassio, che aiutano a migliorare il ritmo cardiaco, il sistema immunitario e sono ottimi anticancro. Essendo spugnosi, per, assorbono anche alcune sostanze inquinanti, quindi lideale consumarli 2-3 volte a settimana. Ma al di l

dei sapori e dei prezzi, non ci sono grandi differenze tra porcini, chiodini, o champignon coltivati. Basta usare la fantasia e aggiungerli nelle insalate, nei sughi, addirittura nei dolci. Occhio alla cottura se siete a dieta non friggeteli! e consumate solo quelli di cui conoscete la provenienza. In particolare se vengono dalle Hawaii, dove una specie provocherebbe lorgasmo femminile senza nemmeno assaggiarli: potere dei funghi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Scarpe e suole e movimenti: ecco i consigli per risolvere i problemi


BEN ESSERE
LE CALZATURE

TACCHI

Possono cambiare la postura

ALBERTO FLORES DARCAIS


are jogging sinonimo di salute? In molti casi s, ma attenzione ai dettagli. Lassociazione medica dei podologi americani mette in guardia chi corre ignorando piccoli (ma persistenti) problemi, che alla lunga possono provocare danni pi gravi. Un dolorino al piede pu segnalare un nervo schiacciato, i calli possono essere la conseguenza di un arco plantare debole, dolori persistenti e apparentemente immotivati possono derivare da problemi pi seri, come ad esempio il diabete. Negli ultimi anni al boom salutista si accompagnano crescenti malanni ai piedi, non sempre facili da individuare. Colpa non solo del jogging, ma anche da cause sociali come lobesit, fenomeno che - nonostante le campagne della First Lady Michelle Obama negli Stati Uniti lungi dallessere debellata. A volte i problemi ai piedi nascono da altre parti del corpo, ha spiegato Eugene Charles (un dottore newyorchese che unisce medicina alternativa alla terapia classica) al Wall Street Journal, se ruotando le giunture le ossa di una caviglia fanno un suono simile a uno sfregolio, pu voler dire che il principale muscolo situato tra polpaccio e piede necessiti di essere irrobustito, altrimenti si rischiano problemi al tendine. Uno dei problemi principali - secondo la portavoce dellAmerican Podiatric Medical As-

DA GINNASTICA

Se non adatte possono far male


INFOGRAFICA DI ANNALISA VARLOTTA

PICCOLI TRUCCHI PER PIEDI SEMPRE IN FORMA


sociation, Leslie Campbell - che chi corre (dai semplici jogger della domenica ai patiti della maratona) spesso non usa le scarpe adatte al proprio piede. Il boom di quelle che un tempo erano le cosiddette scarpe da ginnastica, un marketing sempre pi aggressivo, suole speciali che aiutano a correre, sono tutti ingredienti che senza una scelta oculata possono fare pi danno che altro. E vale un po per tutti gli sport, non solo la corsa ma anche il calcio, il tennis, il basket. Tra i nostri pazienti ci sono sempre pi bambini, che praticano sport come il calcio e usano i tacchetti come gli adulti. Dovrebbero farne a meno, perch essendo rigidi non assorbono i colpi e affaticano di pi il piede. Per capire (e magari risolvere) i dolori la prima cosa da controllare sono proprio le scarpe che si usano e le suole, visto che i due piedi possono avere problemi diversi e hanno bisogno di alcune correzioni. Nella maggioranza dei casi - dicono i podologi americani - la prima cosa da fare usare alcuni accorgimenti. Ad esempio evitare la mattina appena svegli di saltare troppo violentemente

gi dal letto, perch con i muscoli freddi si pu danneggiare la banda fasciale provocando una fascite plantare, una delle pi comuni infiammazioni ai piedi. Esercizi consigliati sono quelli di ruotare i piedi sopra una pallina da tennis (o da golf) - perch stimola il nervo - oppure prendere un asciugamano con i piedi (rafforza i muscoli delle dita e della parte centrale del piede. Serve a poco o nulla invece mettere a mollo i piedi dopo una corsa. Se qualcuno ha bisogno di farlo ogni giorno per sentire i piedi normali, probabile che abbia qualcosa di pi grave. A quel punto meglio farsi vedere da un medico o passare a una pi tranquilla passeggiata.
RIPRODUZIONE RISERVATA

INFRADITO

Pericolose se si usano spesso

SUOLE SPECIALI

Le migliori: scarpe su misura

TEN DENZE

SHISEIDO

E A MILANO SBARCANO LE BEAUTY THERAPIST


RITA BALESTRIERO
chi come la cantante Madonna, oltre alla baby sitter per i figli, in giro per il mondo porta la sua facialist Michelle Peck, e chi invece disposta a condividerla con altre colleghe, come fanno Kate Moss e Gwyneth Paltrow con Anastasia Achilleos, terapista delle star che vive a Londra. E poi ci sono le donne normali, che possono soddisfare il loro desiderio di provare i benefici di massaggi al viso dalleffetto wow anche grazie ai beauty road show, che tradotto sta per tour democratici, ovvero gratuiti e facilmente prenotabili, che toccano le profumerie (ma a volte anche le farmacie dotate di cabina) con
MASSAGGIO RX

Due terapiste di Sisheido praticano il massaggio distensivo del beauty road show lobiettivo di far conoscere nuovi trattamenti anti-et attraverso un massaggio vero e proprio, realizzato da terapeute specializzate. Shiseido, per dire, le sue le fa arrivare addirittura da Tokyo, dove quattro anni fa stata aperta unaccademia per formare le beauty therapist del marchio giapponese. E se vero che le due ragazze appena atterrate a Milano per ora in italiano sanno dire solo

buongiorno e grazie, la loro capacit di comunicare con la digitopressione ha gi abbattuto i confini linguistici nei precedenti tour in Cina, Germania, Spagna e Taiwan. Alle italiane che prenoteranno un appuntamento a partire da luned fino al 6 novembre (il calendario con tutte le tappe disponibile nella sezione novit del sito shiseido. it) faranno provare il massaggio Rx, un trattamento di unora a viso, collo e dcollet che, secondo i principi della medicina orientale, combina stimolazioni manuali a livello muscolare, venoso e linfatico. Lobiettivo, neanche a dirlo, quello di distendere i lineamenti, alleviando i segni di stanchezza. Unattenzione particolare rivolta alla zona del contorno occhi sulla quale sar applicata la nuova crema specifica Bio-Performance Super Corrective stimolando i cinque punti tsubo (gli stessi dellagopuntura) per potenziarne gli effetti distensivi. E forse non c nulla che meglio spieghi i beauty road show, se non lantico adagio: provare per credere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

42

R CLUB
CONTROLUCE
ala riunione gremita, tardo pomeriggio, sul tavolo c un vassoio di biscotti al cioccolato. Chi in pace con la bilancia ne mangia uno (o pi) quindi si mette in ascolto, chi invece a dieta spreca met dellattenzione con pensieri tipo: lo prendo? Resisto? Se cedo, a cosa devo rinunciare stasera? Perch chi lha provato lo sapeva gi fin troppo bene, ma secondo il New York Times ora ufficiale: mettersi a dieta significa perdere peso, ma

SE LO STRESS NON AIUTA LA DIETA


RITA BALESTRIERO

anche concentrazione. C altro, il saggio Scarcity: Why Having Too Little Means So Much, mix di teorie economiche e comportamentali, sostiene che il meccanismo che porta, per esempio, i poveri a contare ogni centesimo, lo stesso che nutre lossessione per il tempo di chi non ne ha abbastanza e quella per il cibo di chi segue un regime ipocalorico. Il punto che questa tensione, secondo un team di psicologi americani, porta le persone a dieta

a diminuire la capacit di immagazzinare informazioni e di risolvere i problemi. Come dire, forse meglio non decidere di perdere peso in un momento di particolare stress. O per lo meno, evitare diete complicate: se al deficit di attenzione si aggiunge lo sforzo di calcolare le calorie c il rischio di non arrivare al venerd, giorno considerato pi a rischio default da tutti, nutrizionisti, sociologi e persino economisti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le tecniche pi trendy protagoniste al Festival di Carrara


BEN ESSERE

IRMA DARIA
anne di bamb, cristalli, sale rosa, erbe aromatiche. E poi mani, avambracci e punte dei piedi. Sono gli strumenti dei massaggi orientali che hanno sempre pi successo anche in Italia perch abbinano al lavoro sul corpo anche quello mentale riequilibrando i centri energetici. I massaggi pi trendy saranno protagonisti del Festival dellOriente che si svolge dal 31 ottobre al 3 novembre a Carrara ed interamente dedicato al mon-

MASSAGGI DORIENTE AVETE MAI PROVATO CON LE CANNE DI BAMB?


do orientale e alla sua magia. Mal di schiena, cervicale, cellulite, ma anche ansia, stress e problemi di insonnia si risolvono scegliendo il massaggio giusto. Tra i pi attesi al Festival, il MU Massage Desian che si esegue utilizzando strumenti di legno: un massaggio energizzante, biostimolante e riattivante spiega Anita De Simone, ideatrice del metodo - fa bene a chi ha bisogno di stimolare il drenaggio e ridurre il peso. Per combattere la cellulite, va bene anche il Cupping che consiste nellapplicare direttamente sulla cute delle coppette che provocano artificialmente una irritazione cutanea con lintento di indurre, tramite il vuoto daria, leliminazione di sostanze nocive attraverso la pelle. Oltre che contro la cellulite, ottimo per le contratture muscolari e le infiammazioni in genere. Non va bene, invece, per chi soffre di vene varicose e fragilit capillare, dice Stefano De Michino, massaggiatore specializzato in Cupping. Se lobiettivo una disintossicazione generale, meglio fare un massaggio agli enzimi che si ottengono dalla macerazione di erbe selvatiche e zuc-

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

43

LA TENDENZA

CIOCCOLATO PER RIEMPIRSI DI COCCOLE


MICOL PASSARIELLO

izioso, nutriente e dolce. Il cioccolato il protagonista di questa stagione. Mentre, infatti, Perugia festeggia il ventennale di Eurochocolate (fino al 27 ottobre), Torino scalda i motori per la sua festa Cioccolat (dal 22 novembre). Due kermesse dedicate al pi goloso degli ingredienti. Una tentazione non solo per il palato, ma anche per il corpo. Secondo uno studio della Cambridge University, la nuova frontiera del benessere

parte proprio dal cacao. Fondente e senza zucchero, sarebbe un ottimo anti-et grazie allalto contenuto di flavonoidi. Teoria condivisa da molte spa, che offrono trattamenti dedicati. A Torgiano, vicino a Perugia, il Borgobrufa Spa Resort vizia corpo e gola con il rituale Cioccole perugine, percorso di depurazione con pediluvio, biosauna e bagno in vasca con essenze di cioccolato, e massaggio corpo energizzante con olio al cioccolato

(borgobrufa.it). In Toscana, al Grotta Giusti Terme il men ricco. Dal massaggio energizzante con cioccolato, agrumi, t verde, aloe e muschio bianco, al trattamento idratante per il corpo Endosphere, che, grazie a un concentrato di estratti antiossidanti al cacao e burro di cacao, ha un effetto nutriente ed emolliente sulla pelle. Restituisce al corpo morbidezza, elasticit e tonicit (grottagiustispa.com).
RIPRODUZIONE RISERVATA

Tra i pi gettonati quello con le erbe

chero e che hanno una funzione riattivante e purificante. Questo massaggio viene fatto sulladdome o sulla schiena per togliere direttamente la tossicit degli organi interni. Dopo la pelle pi liscia e vellutata - rac-

conta il massaggiatore Davide Lombardi - se viene eseguito sul viso porter lucentezza e un ringiovanimento della pelle. Chi, invece, cerca un beneficio soprattutto di tipo mentale deve orientarsi su altri tipi di massag-

gio. Come quello Amazzonico: vibrazioni, oscillazioni e dondolii che vengono effettuati con il sottofondo di una musica ritmica e che regala un relax profondo tanto da riuscire a combattere ansia, insonnia e disagi psico-

emozionali. Tra i massaggi pi richiesti dai manager stressati, c quello Arabo che viene fatto utilizzando un olio caldo e poi la digitopressione. controindicato solo per chi soffre di pressione alta o troppo bassa. Dalle

dita delle mani a quelle dei piedi con il Chavutti thirumal: un massaggio che stimola il sistema linfatico per il miglioramento della circolazione sanguigna. Consiste nel massaggiare e imprimere delle pressioni tramite i

piedi, mentre il massaggiato sdraiato a terra il terapeuta dosa la pressione tenendosi con una corda tesa, spiega il massaggiatore Gualtiero Palmieri specializzato in questa nuova tecnica.
RIPRODUZIONE RISERVATA

INFOGRAFICA DI ANNALISA VARLOTTA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

44

R CLUB
AMICI MIEI
ome spiega Nabokov nella sue lezioni di letteratura, lenorme insetto immondo nel quale si ritrova trasformato al risveglio il povero Gregor Samsa, non un scarafaggio, come si sempre immaginato, ma un coleottero. Lo si deduce dal fatto che s di colorazione bruna, ma non piatto: convesso, ha gambe piccole e mandibole molto forti ed grande come un cane. Kafka sapeva bene che i coleotteri non

COLEOTTERI LE MALSANE ABITUDINI


ELENA STANCANELLI

sono grandi come cani, ma se avesse trasformato il suo eroe in un cane nessuno se ne sarebbe schifato. Gli serviva grosso ma schifoso, e gli scrittori immensi possono fare tutto con la letteratura. Non che sia brutto, povero insetto, ma ha alcune abitudini francamente incondivisibili, tra le quali spicca la nota passione per la cacca, della quale si nutre con grande avidit. In seguito allaccoppiamento, la coleottera depone un

numero imponente di uova, che seppellisce dentro mucchi del suo cibo preferito. Dopo alcuni anni di permanenza in quellumile compostaggio, miriadi di coleotterini escono sulla terra, e dopo essersi stiracchiati e spazzolati le sei zampette si spargono per il mondo pronti a danneggiare le nostre colture, e rosicchiare a morte i nostri mobili e gli alberi. Forse schifosi un po forte, ma anche loro, per...
RIPRODUZIONE RISERVATA

Un libro di Nathalie Rykiel indaga sul mondo della raffinatezza


I PIA CE RI UN INCHINO DAVANTI ALLA VITA

IL LIBRO

In Llgance (Autrement), Nathalie Rykiel cerca di definire unidea di eleganza pi attuale. In alto, unimmagine di Marella e Gianni Agnelli, eleganti per eccellenza

ANAIS GINORI
leganza una crema alla vaniglia n troppo liquida n troppo densa, un indecifrabile algoritmo, il mistero dietro al volto dellapostolo Luca, un corpo di ballerina, una fotografia in bianco e nero. Da dove viene la grazia, la bellezza senza sfoggio, un tratto distintivo inconfondibile? Se lo chiede in un bel libro Nathalie Rykiel, figlia della stilista francese Sonia che ha cambiato la moda parigina negli anni Settanta, inventando maglioni da portare a pelle, pantaloni larghi e fluidi secondo la sua massima: Il pantalone per le donne non un segno di parit con gli uomini ma con le donne che hanno belle gambe. Insomma, nella famiglia Rykiel un clan molto femminile c sempre stata la passione per la raffinatezza, leleganza: qualcosa di molto diverso dallo stile. Nathalie, che ha preso le redini del gruppo, ha gi-

rato la domanda a personalit con storie e culture diverse. Da matermatico Cdric Villani allo scrittore Emmanuel Carrre, dal pasticcere star Pierre Herm alla ballerina Sylvie Guillem. nato cos il libro rilegato, con immagini e disegni, delle edizioni Autrement. Leleganza un concetto da riscoprire spiega nellintroduzione Rykiel. Quando si chiede alle giovani di citare un modello di eleganza molte si girano verso il passato: Grace Kelly, Tippi Hedren, Lauren Bacall. un concetto obsoleto, vetusto. Oggi c invece lo stile, un modo di spiccare tra la

folla, contraddistinguersi, in ossequio al personal branding. Tutto il contrario delleleganza che soprattutto la voglia di smarcarsi senza mai farsi notare come diceva nellOttocento il dandy Beau Brummel. Sofisticatezza discreta, cura ossessiva del dettaglio, una certa dose di pudore. Qualit che si possono sintetizzare, dice Rykiel, con la massima inglese: Never explain, never complain. Lo stile passa, leleganza invece non tramonta mai. La moda deve uccidere se stessa per rinascere a ogni stagione, poligama e traditrice per definizione. Leleganza invece una

signora fedele, immutabile. Non ovviamente solo una faccenda di scarpe, vestiti, borsette. qualcosa di immateriale che ognuno declina come vuole. Per uno degli autori del libro, Olivier Saillard, direttore del Palais Galliera, il corpo filiforme di Tilda Swinton che sfila con abiti della contessa di Greffulh, fashionistas di unaltra epoca, che vestiva solo di verde e ha ispirato Marcel Proust.

SEGNI DEL TEMPO

ROLEX QUEI LEGAMI TRA UOMINI STRAORDINARI


MICOL BOZINO RESMINI

entor and Protg, il maestro e il suo protetto: questo il nome dellambizioso progetto con il quale, a partire dal 2002, Rolex accosta sette giovani promettenti ad altrettanti artisti conclamati in settori quali musica, danza, letteratura, teatro, cinema, arti figurative e architettura, al fine di permettere loro di conoscere a fondo il loro potenziale creativo. Un percorso difficile quanto stimolante che la casa della corona festeggia in questi giorni a Venezia e che fa riflettere su fatto che non sempre vero che chi fa da s fa per tre. Un principio che pu benissimo essere esteso anche ai segnatempo Rolex, dove, per fare un esempio, anche due modelli apparentemente distanti tra loro come lOyster Perpetual GMT-Master II e lOyster Perpetual Day-Date, rappresentano due volti stilistici degli stessi valori e, insieme, vanno a formare unofferta che risulta coerente e complementare. Il primo, infatti, si ispira al cronometro indossato dai membri dellequipaggio della Pan American World Airways quando, nel 1959, ef-

I MODELLI

Gmt Master II (a sinistra) e Oyster Perpetual Day Date

fettuarono il primo volo intercontinentale senza scali tra New York e Mosca. Il nuovo GMT-Master II ha una cassa in acciaio da 40 mm che protegge un movimento meccanico a carica automatica certificato COSC con visualizzazione della data e del secondo fuso orario e un inedito disco della lunetta girevole Cerachrom in ceramica blu e nera, colori riferiti al giorno e alla notte. Anche lOyster Perpetual Day-Date legato a un uomo straordinario: la leggenda del golf Arnold Palmer, che ha scandito 40 anni di successi portando al polso proprio uno di questi cronometri con la caratteristica indicazione della data e del giorno della settimana per esteso sul quadrante. Rolex questanno ne propone 6 nuove versioni colorate, tutte con cassa da 36 mm in oro e cinturino in pelle.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

45

TERRAZZI FIORITI

LO ZAFFERANO SI COLTIVA NELLORTO


PAOLO PEJRONE

ra i bulbi che possono essere piantati in questo periodo uno dei pi preziosi (ed amati) quello dello zafferano, Crocus sativus. Lo sanno bene i contadini del Kashmir, che ne coltivano una delle variet pi prestigiose e ricercate. In quelle terre lontane lo zafferano venerato come loro; i fiori viola vengono raccolti prima del sorgere del sole e i suoi lunghi e rossi stimmi sono divisi e messi ad essiccare uno ad uno. Nelle fredde terre piemontesi, dove pare che il

bulbo sia giunto coi pellegrini della Francigena, veniva coltivato a ridosso dei muri a secco degli orti e delle vigne. Quando ho deciso di piantarlo qui in giardino, mi stata consigliata esposizione il pi assolata, terra sciolta e calcarea e soprattutto drenaggio impeccabile, disobbedendo al venditore di bulbi, che mi aveva raccomandato un substrato povero, ho aggiunto un po di ricco terriccio del pollaio, quello che ogni anno di questa stagione viene

rimosso e usato nellorto. I miei crochi sembrano aver assai gradito, visto che anno dopo anno si sono moltiplicati rigogliosi. Quella per lo zafferano una vecchia passione iniziata da ben pi di cinquantanni, quando mi resi conto della differenza tra quello coltivato nellorto e quello comperato. Da allora non ho avuto dubbi: potendo, perch rinunciare al colore e al profumo dello zafferano fresco?
RIPRODUZIONE RISERVATA

A caccia di esempi, tra un algoritmo e una crema alla vaniglia...

SEGRETI E RICETTE PER SCOPRIRE LELEGANZA


Pensando alleleganza, Emmanuel Carrre racconta la sua folle idea di scrivere un libro sulla vita dellapostolo Luca, luomo a cui si devono alcuni dei passaggi pi celebri ed emozionanti della vita narrata di Ges, dalla parabola del figliol prodigo al Buon Samaritano. Cosa centra? solo la suggestione intorno a un uomo di cui esiste solo un raro ritratto del pittore Rogier Van der Weyden. Lo scrittore francese segue la sua ispirazione, passando dal Nuovo Testamento a una fantasia di autoerotismo femminile. Leleganza una condizione indispensabile per il lavoro della ballerina Sylvie Guillem. La famosa toile dellOpra di Parigi racconta di aver spesso chiesto di cambiare partner durante le prove dei suoi spettacoli. Quando un ballerino mi prende alla taglia per guidarmi, sento subito dallintensit che ci mette, dalla capacit di anticipare o meno, se ha mani intelligenti o senza vita. Equilibrio, unit, armonia. Leleganza tutto questo ma non solo. Non si pu insegnare in cattedra: la scuola dellesperienza che naturalmente affina il gusto. Ognuno pu continuare il gioco di Rykiel cercando il simbolo pi giusto. Rykiel non ha voluto fare n un manuale n un manifesto. Sarebbe inelegante dice lautrice con un gioco di parole Ci sono virt pi importanti e nobili, pi urgenti da difendere: il coraggio, lonest, la compassione, la gentilezza. Ma leleganza si accompagna spesso di tutte queste qualit e ne diventa in qualche modo la condizione necessaria. larma per resistere allindecenza, allostentazione, alla volgarit. Linchino davanti alla vita.
RIPRODUZIONE RISERVATA

BEPPE MODENESE

LA REGOLA DELLO STILE? NON CERCARE MAI DI STUPIRE


a mia generazione cresciuta nel mito di Gianni Agnelli: aveva sempre labito giusto e sapeva permettersi anche qualche trasgressione. Come suo nipote Lapo Elkhan. Per Beppe Modenese, presidente onorario della camera della Moda, leleganza non un concetto astratto. E anzi permea ogni pagina della sua autobiografia b. m. Beppe Modenese, Minister of Elegance (Skira) quando racconta i primi anni squattrinati a Milano, i successi come organizzatore di eventi e la fitta rete di amici e conoscenti. Si va da Wally Toscanini, alla Scala indossava la pelliccia sulla sottoveste (era libera e moderna), a Riccardo Muti che Modenese ospitava su un caicco spartano decorato con stoffe, tovaglie e cuscini portati da Milano: Una questione di cortesia e comfort, allepoca quei barconi erano spartani. E poi Wanda Galtrucco, che introdusse nel bel mondo Gianni Versace o Diana Vreeland capace di ordinare ossobuco e whisky con ghiaccio. Modenese alto, cortese, sempre originale nel vestiario e con le sue famose calze rosse (le ho viste ai piedi di Balthus e mi sono piaciute). Eppure, per lui leleganza non dipende da un capo dabbigliamento ma dalla coerenza con la propria vita, senza mai esagerare o cercare di stupire. Coinvolge il modo di essere, lapproccio con gli altri, larte di ricevere. Significa anche non copiare io non lho mai fatto uscire dai tracciati per lasciare la propria impronta. (s.l.)

RIPRODUZIONE RISERVATA

MILANO

MILLE ESPOSITORI IN FIERA LA GRANDE FESTA DEI MOTOCICLI

on se la passa bene il settore del motociclo. Da gennaio a settembre 2013 sono stati immatricolati 132.755 veicoli, il 20% in meno rispetto al 2012. Per provare a risollevare le sorti, dal 7 al 10 novembre torna a Milano tra i padiglioni di Rho lEsposizione Internazionale Ciclo Motociclo e Accessori. La fiera (71ma edizione) la pi importante vetrina internazionale del genere. Gli appassionati saranno migliaia. Pi di mille gli espositori, provenienti da 35 Paesi. Le case motociclistiche presenteranno i modelli di punta accanto alle novit. Oltre a girare tra gli stand delle diverse case, sono tanti gli appuntamenti da mettere in agenda. Soprattutto nellarena MotoLive, spazio esterno che sar il vero cuore dello spettacolo, tra gare, sfide su strada e numeri sorprendenti. Ci saranno diverse aree destinate a test ride e scuole di guida. Non mancher un occhio allambiente, con la zona The Green Planet, dedicata alla mobilit sostenibile e alla trazione elettrica. Quindi, il gran finale: lincoronazione del re del SX European Championship. (m. p.)

ROMA

A MOACASA DI SCENA IL LEGNO NATURALE

RIPRODUZIONE RISERVATA

l legno sar al centro della prossima edizione di Moacasa, la mostra di arredo e design che va in scena dal 26 ottobre al 3 novembre alla Nuova Fiera di Roma. E a volte si tratta di pezzi unici proprio perch ogni pezzo di legno diverso dallaltro. Di esempi da guardare e da toccare con mano ce ne saranno tanti a Moacasa. I Daddy Wood Set ad esempio. Sono set unici di oggetti per la vita quotidiana: tavolino, sedute, orologi, contenitori fatti tutti di legno lavorato a mano senza trattamenti. Larredamento naturale in olmo e abete antico di recupero, sono invece i materiali della nuova collezione Nature Design. Legni pregiati che narrano storie da assaporare attraverso le naturali imperfezioni delle superfici. E ogni mobile , anche qui, differente dallaltro. Poi ci saranno le cucina Sinetempore concepite per esprimere i valori della tradizione attraverso il recupero di diverse tecniche artigianali antiche usando materiali naturali cominciando proprio dal legno. Legno che entra anche in bagno con la collezione Aria: finiture moderne in eco-malta ed essenze legno eleganti e di tendenza. Fino ad arrivare ai Tronchi su Ruote, da usare come tavoli o comodini, realizzati in Pino secolare nostrano.

INFOGRAFICA DI ANNALISA VARLOTTA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

R CLUB

47

LAP PUN TA MEN TO

LA MOSTRA
Verso il 2015. La cultura del vino in Italia il titolo della mostra ospitata al Vittoriano di Roma dal 26 ottobre al 30 novembre. 92 opere provenienti dal Muvit, il Museo del Vino di Torgiano, fra le quali il Baccanale di Picasso e le ceramiche di Jean Cocteau e Gio Ponti

Grotte della Civita


ITI NE RA RI

Tra i vicoli di Matera


BLOC IN VIGNA NOTES SENZA TRATTORI (E MAL DI TESTA)
SAPO MATTEUCCI ual latteggiamento giusto di fronte ai vino biodinamici (da non confondere con i biologici)? Assaggiarli. Lapproccio ideologico, quello che fa dire questo vino non buono, ma ha la coscienza a posto non va: si tratta di palato, non di coscienza. Certo, quando ci si imbatte in vini biodinamici (coltivati senza chimica, con il corno letame, vari macerati, il sovescio del terreno) di gran qualit e ottimo prezzo, si particolarmente felici. il caso dei vini del Castello di Tassarolo (zona di Gavi, in Piemonte) di Massimiliana Spinola e Henry Finzi-Constantine. Il Castello di Gavi NS (senza solfiti aggiunti), il Gavi Titouan e il Gavi frizzante, tutti del 2011, pi unottima Barbera, sarebbero piaciuti tantissimo al fondatore dellantroposofia Rudolf Steiner, su cui si basa tutto il biodinamico. Ma piacciono tantissimo anche a chi di biodinamico non sa nulla. Gran merito, dicono i produttori, di Titouan, il cavallo Comtois con cui vengono lavorati i filari. Non solo niente solforosa n fitofarmaci. Neanche trattori. E nemmeno mal di testa.

RETROGUSTO

DOVE DORMIRE

SantAngelo Sassi Piazza San Pietro Caveoso Matera Tel. 0835-314010 La Casa di Lucio Via San Pietro Caveoso 66 Tel. 0835-312798 www.lacasadilucio.it
DOVE MANGIARE

CARLOS SOLITO
l bello in Basilicata a portata docchio. Raggiungi la vetta di un monte, la gobba di una collina, le merlature di una torre federiciana e se becchi una giornata nitida, la vedi tutta questa piccola regione del Mezzogiorno. Tutta tutta, dal vulcano del Vulture, a nord, allacrocoro del Pollino, a Sud, mettendo in mostra ogni ben di Dio. C tanto nella Terra di Mezzo del Sud Italia: cuore, osso duro, durissimo. E come losso nasconde cavit, anche la Basilicata ha in grembo vuoti che nella massa rocciosa spaziano si allungano, vanno in profondit, si gonfiano. Tutto questo sta a Matera, la citt dei Sassi. Leredit di una civilt rupestre che da vergogna nazionale della met del secolo scorso diventata Patrimonio Mondiale dellUmanit nel 1993, set hollywoodiano e, ancora, luogo elitario dove vivere in pace con vista Sassi e Murgia. Le Grotte della Civita un albergo diffuso che ha come padre lo stesso autore di Sextantio in Abruzzo. Limprenditore italo-svedese Daniele Kihlgren. Allocato in una delle aree pi vecchie di Matera lalbergo ha un vanto: un impeccabile recupero storico e architettonico di antichissime grotte. In tutte le camere, diciotto, si apprezzano le linee e le forme degli ipogei originali. Gli arredi delle camere hanno un tocco minimale che non invade ma completa le stesse con mobili e inserti secolari. Su tutta la proposta abitativa, suddivisa in camere Classic, Superior e Suite (gli ambienti ipogei pi grandi), primeggia anche la scelta del design luminoso. Annesso allalbergo, in quella che un tempo era invece una chiesa rupestre del XIII secolo, c una food area dove fare colazione e dove si gustano le specialit della cucina lucana con cene a lume di candela. Visitare i Sassi, la location che Mel Gibson ha voluto per il suo Passion, non cosa facile perch ogni giro equivale a unesplorazione nella fitta trama di vicoli, scalinate, terrazze e grotte. Sicuramente il migliore inizio con la chiesa rupestre di San Pietro Barisano, nellomonimo Sasso dove stupirsi tra il convento di SantAgostino, sul ciglio della gravina, la torre Metellana, il bugnato del palazzotto Casale, la chiesa rupestre della Madonna delle Virt. Dello stesso complesso ipogeo fa par-

LAbbondanza Lucana Via San Francesco, 7 Matera abbondanzalucana.it Il Cantuccio Via Beccherie 33 Matera Tel. 0835-332090 Lucanerie Via Santo Stefano 61 Matera Tel. 0835-312133
DOVE COMPRARE

RIPRODUZIONE RISERVATA

Geppetto Piazza del Sedile 19 Matera Tel. 0835-331857 Casa del Pane Piazza Vittorio Veneto 4 Matera Tel. 0835-336161

ILLUSTRAZIONE DI JULIA BINFIELD

NELLA CITT DELLE PIETRE


IL POSTO

Le Grotte della Civita in via Civita 28, a Matera www.legrottedellacivita.com

CAME RA CON VISTA

FIRENZE

LO CHARME RAFFINATO DELLA TORRE


IRENE MARIA SCALISE

n via de Tornabuoni, agli ultimi piani della torre medioevale prospiciente la Piazza Santa Trinita, stata realizzata una residenza depoca di grande charme. Una struttura che offre unaccoglienza raffinata per un numero non troppo grande di ospiti. Attraverso un ascensore dedicato si raggiunge, allultimo piano, la reception. Entrando si trova una veranda che offre uno splendido colpo docchio su tutto il centro storico di Firenze. Quindi si accede alle ampie terrazze, dove nei mesi caldi servita la colazione (e su richiesta la cena), con vista della citt a tutto tondo: la cupola di Santa Maria del Fiore, le colline di Fiesole e Settignano, lArno, il Ponte Santa Trinita, Palazzo Vecchio e il campanile di Santa Trinit. Le camere, di cui tre con terrazza, si dividono in classic, deluxe, library e in suite. Per gli ospiti wifi gratuito, giornali tutte le mattine, ouverture serale e noleggio di bici e motorini.

INFO: Antica Torre - Via Dei Tornabuoni 1 Tel. 055-2658161 - www.tornabuoni1.com


RIPRODUZIONE RISERVATA

te anche la chiesa di San Nicola dei Greci ricca di affreschi del Due e Trecento. La visita prosegue per la chiesa di Santa Lucia alle Malve, una cripta affrescata a tre navate sorretta da grossi pilastri. Questo il Vicinato di Malve, uno degli angoli pi suggestivi del Sasso Caveoso che vanta anche il convicinio di SantAntonio: un complesso ipogeo di quattro chiese scavate nel XIV-XV secolo. Per via Bruno Buozzi si sale in piazza Pascoli, tra i pi bei belvedere sui Sassi. Passando per le chiese barocche del Purgatorio e San Francesco dAssisi si arriva in piazza del Sedile, gi piazza Grande, realizzata nel XVI secolo come punto dincontro tra la Civita e i Sassi. Troneggia il palazzo del Sedile ma la principale attrazione della Civita il Duomo, in stile romanico pugliese. Fuori labitato la Citt dei Sassi propone uno dei contesti storici e paesaggistici pi belli dItalia: il parco delle Chiese Rupestri del Materano: se ne contano 160, custodi di un imponente corredo di affreschi databili a partire dal IX-X secolo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

CULTURA

*
49

Lultimo libro dellautore anglo-pakistano racconta attraverso il conflitto tra due scrittori le difficolt della Gran Bretagna multiculturale

LEONETTA BENTIVOGLIO
ultima parola, il nuovo romanzo di Hanif Kureishi (esce in Italia il 21 ottobre in anteprima mondiale), un titolo aperto a varie direzioni di senso. Ha lultima parola la scrittura che ferma il tempo, fissa un significato, riempie di memoria frammenti esistenziali, dato che il romanzo racconta il viaggio di uno scrittore nella vita di un altro scrittore. E poich Kureishi pone al centro di questarchitettura un teso passo a due tra la problematica genialit di un vecchio indiano affermato e larroganza intellettuale di un giovanotto inglese frustrato, si pu aggiungere che lultima parola non ce labbia lOccidente, pur continuando a sventolare la sua imperialistica prosopopea in una societ ormai impregnata di multiculturalismo. Infine libert lultima parola, quella che chiude il libro. Libert di vivere, parlare, pensare. la sigla di una parabola magistrale sui temi cari a Kureishi, inventore di storie aspre e incisive nel rendere leggeri argomenti pesanti come limmigrazione, il razzismo e limpatto dellIslam sullOccidente. Scrittore di successo grazie a libri come Il Budda delle periferie, Il dono di Gabriel, Goodbye Mother e Il corpo, Kureishi un personaggio-simbolo di prospettive culturalmente trasversali. Nato nel 54 a Londra da padre pakistano e madre inglese, condisce di humour irriverente una capacit fantastica di critica sociale, pulsante dietro le facciate del suo stile da commedia dolceamara. Ha firmato alcune sceneggiature, come quella di My Beautiful Laundrette di Stephen Frears, e questa specialit emerge dal piglio incalzante dei suoi dialoghi, che riescono adelineare fisionomie credibili e vitali senza bisogno di descriverle. Ne Lultima parola i personaggi respirano, mostrandosi terribilmente umani per contraddizioni, interrogativi, sfumature psicologiche, indeterminatezza delle scelte. Protagonista Harry, un trentenne inglese del genere biondo, alto e flessuosamente giusto per lamore, di professione biografo. Piace alle donne, e lui trova confortante e adorabile la pratica del sesso, esplorato sulle pagine (come sempre in Kureishi) con una pertinenza minuziosa: niente di meno del necessario, con uso esplicito dei termini. In quanto auto-

LAUTORE E IL LIBRO
Lultima parola di Hanif Kureishi (Bompiani trad. di Andrea Silvestri pagg. 302, euro 18) Lautore sar il 29 ottobre al Circolo dei Lettori di Torino

KUREISHI
LO SCONTRO DI CIVILT IN FORMA DI ROMANZO
tracce femminili che hanno segnato lascesa in Europa di Mamoon, come filiguida nel labirinto del Minotauro. I percorsi sono tre. Uno lo rappresenta la prima moglie dellindiano, Peggy, morta affossata nella depressione e nellisolamento (Harry legge i suoi taccuini). Un altro equivale alla rovinosa e affascinante Marion, ex amante di Mamoon, che per lei lasci Peggy. Poi Marion, a sua volta, stata piantata per Liana. Convinto diano, che vi abita con la seconda moglie Liana, unitaliana sulla cinquantina di temperamento isterico e sensuale. Harry accompagnato da Rob, editor spregiudicato e ubriacone, il quale lo spinge verso una biografia estrema che sveli le nefandezze di Mamoon, il suo narcisismo ossessivo e i suoi comportamenti sadici verso le donne. Qualcosa di scandaloso e altamente commerciabile. Harry simmerge nel ritratto seguendo le che intelletto e libido siano collegati, Harry trova in Marion uno scrigno di segreti preziosi sulle deviazioni sessuali di Mamoon. Sar questultimo a confessargli come Marion avesse acceso in lui la pi potente scintilla creativa: Qualunque artista ha bisogno di lavorare con il proprio uccello o la propria fica. Nellindagine di Harry, i tre fili rossi femminili che lo portano a Mamoon scorrono paralleli a quelli di altre tre don-

Hanif

ne, presenti o fantasticate, che sospingono lesistenza dello stesso Harry. C la sua defunta madre, una sessantottina di tendenze promiscue e dindole schizzata, la quale assilla come uno spettro magnetico i sogni del figlio. C la fidanzata di Harry, Alice, elegante, vanesia e meravigliosa da guardare. Di lei sinfatua lanziano Mamoon, che dedicher il suo ultimo libro a questa donna algida e quieta come un Modigliani. Alice resa oggetto, da parte del suo giovane compagno, di un sentimento tanto sincero quanto connotato dalla liquidit: nella testa e nel cuore di Harry non c posto per un amore fedele. Il terzo polo di Harry Julia, la giovane domestica di Mamoon che con le sue forme tonde e innocentemente viziose, e con lo squallore consumistico del suo contesto familiare, pare uscita da un film di Ken Loach. Il suo modo di parlare, vivere e persino fare sesso esprimono con puntualit esilarante gli atteggiamenti del proletariato inglese al massimo livello di degrado. Fin dal principio Julia si lancia tra le braccia dellattraente biografo, il quale se la porta a letto in modo partecipe e caldo, e al solito senza rimorsi nei confronti di Alice. Spesso, sullo sfondo e nei discorsi, evocata la crisi finanziaria, come sintomo e motore della fragilit del tutto, anche dellamore, narrato con un distacco

Il sesso sfrenato e una visione cinica dellamore sono la denuncia di come si sono ridotti i rapporti
re di riporto, Harry non ha una relazione pacificata col suo lavoro. Lo osserviamo in preda al tormento nel misurarsi con cervelli che, a differenza del suo, sanno far germogliare materiali originali. Quando gli viene affidato il compito di biografare il famoso scrittore indiano Mamoon Azam, sbarcato da ragazzo in Inghilterra per erigervi la sua leggenda, il loro incontro, pi che uno scambio, diventa uno scontro di vedute e obiettivi. una battaglia aspra sia nei contrasti ideologici sia nelle fratture emozionali. Il tuo lavoro nasce dallinvidia, gli dir spietato Mamoon. Hai mai letto un biografo in grado di scrivere bene quanto il suo soggetto?. Il libro parte dallapprodo di Harry nella casa di campagna inglese dellin-

Per motivi di salute

ALICE MUNRO NON ANDR A RITIRARE IL NOBEL


STOCCOLMA Alice Munro sar costretta a rinunciare allappuntamento pi importante della sua carriera. La neo laureata Nobel per la letteratura non sar presente alla cerimonia di consegna del premio, che si terr come di consueto nella sala blu del Municipio di Stoccolma il 10 dicembre. Ad annunciarlo lAccademia Svedese, listituzione che assegna il riconoscimento, attraverso il suo segretario Peter Englund. Alice Munro troppo debole ha spiegato , la sua salute non abbastanza buona per affrontare il viaggio. Siamo tutti dispiaciuti, soprattutto la stessa Munro. Non ancora stato chiarito chi avr lonore di sostituire la ottantaduenne scrittrice canadese sul palco. Lautrice aveva annunciato a giugno di aver smesso di scrivere libri.

Solo cambiando sempre amanti ti senti al sicuro, non soffri mai la mancanza di qualcuno
che sfiora il cinismo, e che denuncia con eloquenza lo sfilacciamento dei rapporti affettivi nel nostro tempo. Solo cambiando amanti in continuazione ti senti sempre al sicuro, dice Marion a Harry. Non soffri mai la mancanza di qualcuno, e senza sacrificio non c amore. Ma anche tramite affermazioni come queste, Lultima parola soprattutto un libro politico, dove lintimit dei singoli si specchia in unepoca di enorme vulnerabilit sociale e di dolorosi conflitti interrazziali. Mamoon una figura straordinaria nelle lacerazioni della sua identit di suddito delle colonie sedotto dalla cultura dei colonizzatori, che si consuma nel senso di colpa del transfuga inseguito dalle recriminazioni di chi lo vede come un traditore delle radici.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

50

R2CULTURA
Luno difendeva la libert di pensiero; laltro lideale Ecco perch ogni uomo pu rispecchiarsi in loro

Ma polemica per un intervento anti-israeliano

GLI STORICI ITALIANI NO A UNA LEGGE SUL NEGAZIONISMO


SIMONETTA FIORI
na legge ambigua, di difficile interpretazione e di ancor pi difficile attuazione. Gli storici bocciano il provvedimento sul negazionismo ora in discussione in Parlamento. E non la prima volta. Gi sei anni fa, la comunit dei contemporaneisti si mostr compatta nel respingere il disegno di legge presentato dallallora ministro Mastella. Questa volta, per, la protesta non arriva dalla Sissco, la societ dei contemporaneisti dove in corso unanimata discussione, ma dai tre curatori della Storia della Shoah: Marcello Flores, Simon Levis Sullam, Enzo Traverso. Il principio che muove la protesta sempre lo stesso: la verit storica non pu essere fissata per legge o nelle aule di un tribunale. Questo accade solo nei regimi totalitari. Lo disse allora Carlo Ginzburg, insieme ad altri duecento storici. Lo ripete oggi Marcello Flores. Il testo della legge molto generico. Condanna chiunque nega lesistenza di crimini di guerra, o di genocidio, o di crimini contro lumanit. Ma sulla definizione di genocidio e su quali siano stati i genocidi nella storia ferve unaccesa disputa tra gli storici e cosa ancor pi problematica non c accordo tra i giuristi. Per non parlare dei crimini di guerra e di quelli contro lumanit. E allora chi decide? Un tribunale internazionale? O forse solo nazionale? il giudice a stabilire caso per caso a quale decisione di tribunale o interpretazione di studiosi rifarsi?. L dove stata introdotta la legge in Germania e in Austria, in Svizzera e in Francia i risultati sono stati modesti. Con laggravante, aggiunge Flores, che i processi si sono rivelati una formidabile tribuna per la propaganda di tesi vergognose. La macchina spettacolare sempre stata unarma potentissima nelle mani degli assassini della memoria, secondo la definizione di Vidal-Naquet. Al vittimismo mediatico di Faurisson documenta un recente saggio di Claudio Vercelli deve moltissimo la diffusione del negazionismo prima in Europa e poi nella Repubblica islamica di Ahmadinejad. Oggi c il problema del web, funzionale allenorme moltiplicazione della grande macchina di depistaggio. Ma il rimedio insiste il documento presentato da Flores, Traverso e Levis Sullam non riposto in una legge, che anzi crea la perversa convizione di aver risolto la questione. Il razzismo si sconfigge solo con leducazione, la cultura, la ricerca. E la Sissco? Ancora non ha prodotto un documento ufficiale. Agostino Giovagnoli, il presidente, dice che la quasi totalit degli storici sulle stesse posizioni espresse da Flores e gli altri. Anche se aggiunge bisogna intervenire sulle manifestazioni di odio e apologia del razzismo, che per sono gi colpite dalle leggi esistenti. La mailing list della societ ora infiammata da unimprovvida mail di Aldo Giannuli, autore di ricerche archivistiche, che definisce la nuova legge un omaggio alla lobby filo-israeliana, introdotta con lintento di rafforzare le ragioni di Israele. Un giudizio che giustamente solleva allinterno della Sissco molte reazioni polemiche (una scivolata, dice il presidente). E che rischia di portare la discussione da unaltra parte. A conferma che il cortocircuito tra dibattito pubblico e negazionismo, storia e politica pu avere effetti nefasti.

PERICOLOSE
DA SOCRATE A DON CHISCIOTTE IL DESTINO DI CHI CERCA GIUSTIZIA
ALBERTO MANGUEL
l 19 gennaio 2007, lessi che il giornalista turco di origine armena Hra nt Dink era stato assassinato a Istanbul da un nazionalista turco, un ragazzo di appena diciassette anni, perch aveva criticato la negazione del genocidio armeno da parte del governo. Uccidere i giornalisti che tentano di dire la verit un costume consacrato dal tempo e le giustificazioni addotte per questo crimine godono di una tradizione altrettanto antica (uso i termini consacrato e godono a ragion veduta). Da San Giovanni Battista a Seneca da Rodolfo Walsh ad Anna Politkovskaja, i dicitori di verit e i loro giustizieri occupano uno scaffale sorprendentemente vasto nelle nostre biblioteche. Poco pi di ventiquattro secoli fa, nel 399 a. C., tre cittadini ateniesi portarono in tribunale il filosofo Socrate, perch ritenuto una minaccia per la societ. Al termine del processo, durante il quale accusa e difesa presentarono le rispettive tesi, la maggioranza della giuria, formata da rappresentanti dei cittadini ateniesi, riconobbe Socrate colpevole e, con singolare severit, lo condann a morte. Qualche tempo dopo, Platone, il discepolo che forse pi di ogni altro am Socrate, trascrisse il suo discorso di difesa che giunto fino a noi con il titolo di Apologia. In esso, Platone fa discutere a Socrate molti argomenti: il concetto di empiet, il carattere dei suoi accusatori, le imputazioni di eresia, corruzione dei giovani e oltraggio allidentit elenco di persone detenute in democratica ateniese. Questul- tutto il mondo, per la sola ragiotima accusa echeggia ancor oggi ne di aver fatto sentire la propria curiosamente familiare. E, come voce. Hans Christian Andersen, un filo luminoso che corre lungo nei Vestiti nuovi dellimperatore, tutta la sua disquisizione, Socra- dimentic di dirci che cosa acte analizza la questione delle re- cadde al bambino che fece notasponsabilit dei cittadini in una re che limperatore, in realt, non societ giusta. aveva niente addosso. Non ci Circa a met del suo discorso, sorprenderebbe di certo scopriil filosofo prende in considera- re che il suo non fu un destino fezione i rischi a cui si espone chi lice. voglia dire la verit nel mondo Socrate spiega alla corte di esdella politica. Nessun uomo sere pi che consapevole dei risulla terra che, coscienziosa- schi che si corrono nel dire la vemente, impedisca il verificarsi di rit. La persona che si oppone a ingiustizie e di illegalit nel pro- ingiustizie e illegalit, osserva prio stato di appartenenza, dice Socrate, paga con la vita la sua Socrate, potr mai salvare la scelta di dire la verit su queste propria vita. Il vero difensore del- ingiustizie e illegalit. Fin qui tutla giustizia, che intenda soprav- to chiaro. Ma poi, Socrate, per il vivere anche per breve tempo, quale il perseguimento della vedeve necessariamente confinar- rit , come dovrebbe essere per si nella vita privata e abbandona- ciascuno di noi, lobiettivo prire la politica. mario dellesistenza, prosegue Non c dubbio. A partire dai dicendo che, se una persona primi profeti, lunga la lista di vuole salvare la pelle anche per chi, avendo detto la verit, ha pa- breve tempo, questo obiettivo gato con la vita questa vocazione va circoscritto alla sfera privata e umana, e ogni anno Amnesty In- non permesso che debordi nel ternational pubblica un corposo pi vasto ambito sociale.

VERIT

Il Festival a Genova
Il testo di Manguel parte del suo intervento scritto per Laltra met del libro, il festival da lui curato e in corso fino a domani al Palazzo Ducale di Genova. Tema di questa seconda edizione Irruzioni di memoria. Tra gli ospiti Roberto Calasso, Emmanuel Carrre, Eduardo Galeano, Melania Mazzucco, Elizabeth Strout, Timur Vermes www.palazzoducale. genova.it

A partire dai primi profeti lunga la lista di chi, essendosi opposto al falso, ha pagato

RIPRODUZIONE RISERVATA

Ma come possibile fare questo? A meno che il tono di Socrate non voglia essere pericolosamente ironico, proprio lui, pi di chiunque altro, dovrebbe sapere che ogni volta che si ricerca la verit, ogni volta che si mette in dubbio una bugia, ogni volta che si tenta di smascherare una frode, unimpostura, un inganno, ogni volta che si fa notare che limperatore in realt nudo, si deve necessariamente sconfinare proprio in quel terreno comune, in quel mondo che abitiamo con i nostri concittadini. Ai due estremi della vita siamo soli, nel grembo materno e nella tomba, ma lo spazio che intercorre tra essi un regno condiviso, in cui i diritti e le responsabilit di ciascuno sono definiti dai diritti e dalle responsabilit dei nostri vicini, e ogni spergiuro, ogni falsit, ogni tentativo di nascondere la verit danneggia chiunque in quel regno, incluso, in fin dei conti, lo stesso mentitore. Dopo che Socrate fu costretto a porre fine alla propria vita, gli ateniesi si

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

PER SAPERNE DI PI www.laltrametadellibro.it www.penguin.com

51

Disegno di Tullio Pericoli

In Gran Bretagna lautobiografia del cantante uscita nella prestigiosa collana

MORRISSEY TRA I CLASSICI PENGUIN SOTTO ACCUSA


GIUSEPPE VIDETTI
Una societ che permetta ai cittadini soltanto uno dei due doveri (una dittatura o uno stato anarchico) una societ che non ha fiducia nei propri principi ed perci a rischio di estinzione. Gli esseri umani hanno bisogno della protezione comune della legge, come pure della libert di dare voce ai propri pensieri, alla propria testimonianza, ai propri dubbi, tanto quanto hanno bisogno della libert di respirare. Questo fondamentale. Forse ci pi facile comprendere le parole di Socrate se le ascoltiamo riecheggiare in un suo distante e bizzarro discepolo, un certo gentiluomo della Mancia che, ossessionato dalla lettura dei romanzi cavallereschi, decide un giorno di diventare lui stesso un cavaliere errante per mettere in pratica i precetti di valore e onest per accrescere il proprio onore e servire il proprio paese. Come Socrate, Don Chisciotte conosce i rischi nel tentare di impedire il verificarsi di ingiustizie e di illegalit nel proprio stato di appartenenza. E per questo, Don Chisciotte viene considerato un pazzo. Ma che cos esattamente la sua pazzia? Don Chisciotte scambia i mulini a vento per giganti e le pecore per guerrieri, e crede in cavalli volanti e incantatori, ma al di l di tutte le sue fantasie, ha fede in qualcosa di solido come la terra su cui cammina, ossia la necessit perentoria di giustizia. Le visioni fiabesche di Don Chisciotte sono immaginazioni circostanziali, modi per far fronte al grigiore della realt. Ma nellimpeto della sua passione e nelle sue incrollabili convinzioni, egli ritiene che gli orfani debbano essere aiutati e le vedove salvate anche se, a causa delle sue azioni, il destino sia del salvatore che delle vittime peggiora. Ecco il grande paradosso con cui Cervantes ci mette a confronto: la giustizia necessaria anche se il mondo rimane ingiusto. Le azioni malvagie non devono rimanere incontrastate, quandanche dovessero seguire mali maggiori. Jorge Luis Borges fa esprimere questo concetto a uno dei suoi personaggi pi terribili: Che il Paradiso esista pure, anche se il mio posto allInferno. Traduzione di Giovanna Baglieri
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA POPSTAR
A destra, Morrissey; sotto, la copertina della sua autobiografia nella collana britannica dei classici Penguin

LONDRA morto?, chiede alledicolante. La ragazza affranta quando scorge la foto di Morrissey sulla copertina dellIndependent. Le rockstar finiscono in prima pagina solo defunte o in manette. Legge la didascalia: Una sfilza prevedibile di autocommiserazioni e autogiustificazioni. Puerile litania di ingiustizie subite. Narcisismo irritante. Poi in corpo minuscolo: La recensione dellautobiografia di Morrissey a pagina 4. Acquista una copia e impreca. Deve essere il suo idolo, a giudicare dalla reazione. Ma i critici inglesi non si sono lasciati condizionare dalla devozione dei fan. Sono tutti schierati contro. Non ce lhanno su con lennesimo volume a base di sesso, droga e rocknroll sono stati anzi molto indulgenti con le memorie di Keith Richards e Pete Townshend criticano la leggerezza con cui lautorevole Penguin ha pubblicato Autobiography (pagg. 471, 8,99) nella prestigiosa collana Classics. Un fatto senza precedenti. Morrissey accanto a Ovidio, Platone e al caro vecchio Thomas Hobbes?, protesta il Guardian. E ringhia contro la casa editrice che, excusatio non petita, sul retrocopertina si giustifica: Nel 2006 lartista arrivato al secondo posto nella classifica delle leggende viventi della Gran Bretagna secondo gli ascoltatori della Bbc, superato solo da Sir David Attenborough. Di pi, ben consapevole del culto trasversale che lex leader degli Smiths genera con i suoi testi, ha architettato una minuziosa operazione di marketing con inserzioni pubblicitarie anche in paesi dove Autobiography non ancora stato tradotto. Gioved mattiuna lite in realt un allarme: la comunicazione globale rischia di appiattire i contenuti facendosi scudo della pop-olarit dellautore. Delle quasi cinquecento pagine neppure un terzo merita una valutazione letteraria perfetto quando racconta la fuga dallo stadio mentre nella notte, chiuso nella limousine, ode in lontananza i ventimila nellarena che invocano il suo nome; imbarazzante quando, vendicativo e accidioso, sconfina nel pettegolo mettendo in ridicolo chi non si inchinato alla sua maest (Elton John mi disse che adorava New York Dolls e Jobriath, ma considerava Bowie un vampiro). Sulla vita privata, astutamente sorvola. Sulla (omo) sessualit, suggerisce ma non dice a parte che non ha avuto partner fino a 35 anni e una storia di due anni con il fotografo Jake Owen Walters. Gli Smiths e la sua tormentata partnership con il chitarrista Johnny Marr, liquidati in meno di cinquanta pagine. Infine Roma, dove per pi di un anno si confinato in uno degli alberghi pi esclusivi. Non dice mai esplicitamente che lo fece per amore di un ragazzo (Gelato) che aveva conosciuto allaeroporto di Dublino. Il racconto delle passeggiate nella capitale sembrano pagine post-war di Tennessee Williams (La primavera romana della signora Stone). Ha ragione chi ha scritto che tutte le popstar che hanno queste velleit dovrebbero leggere Just kids di Patti Smith.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I critici inglesi non si sono lasciati condizionare dai fan. Sono tutti a sfavore. Delle quasi 500 pagine neppure un terzo merita una valutazione letteraria
na successo il pandemonio in una libreria di Gteborg, in Svezia, dove Morrissey era arrivato a firmare autografi una scena pi familiare agli agenti letterari della Rowling che agli intransigenti editori della Collins (nessuno dei fan aveva meno di trentacinque anni). In Italia sarebbe passato come un fatto normale. Nelle collane dei classici sono finiti anche Capossela e Ligabue, Giuliano Sangiorgi e (a breve) Jovanotti con progetti ben pi ambiziosi di un libro di memorie e nessuno ha fiatato. La verit che le memorie di Morrissey sono irritanti, redatte con un linguaggio presuntuoso che raramente riesce a far convivere lio poetico ostentato nelle prime pagine (La mia infanzia fatta di strade su strade su strade su strade. Strade che definiscono e strade ti limitano, senza mai segnali di statale, superstrada o autostrada) con lego sconfinato del rocker viziato dalladulazione (Bowie mi propose una canzone da cantare che non suscit in me nessun interesse). Le critiche di ieri sono argomentate e circostanziate; quello che a prima vista sembra una presa di posizione dettata dal conformismo di

pentirono, chiusero ginnasi e palestre in segno di lutto, bandirono due degli accusatori da Atene e condannarono a morte il terzo. Socrate era consapevole che ogni societ si definisce in due modi: attraverso ci che permette e attraverso ci che proibisce, attraverso ci che include, riconoscendolo come propria immagine, e attraverso ci che esclude, ignora e nega. Ogni cittadino che vive allinterno delle

mura di una societ ha un doppio obbligo: quello di obbedire a queste comuni inclusioni ed esclusioni (vale a dire, alle leggi della societ) e lobbligo verso se stessi. Una societ viva deve avere, allinterno del proprio tessuto, gli strumenti per consentire a tutti i cittadini di mettere in atto questo doppio dovere: quello di obbedire alle leggi e quello di metterle in discussione, quello di rispettarle e quello di cambiarle.

Il caso

LA RABBIA DEGLI SCRITTORI CENSURATI QUINDICIMILA FIRME CONTRO AMAZON E KOBO


LONDRA Non si placa la polemica sugli ebook porno che Amazon e Kobo hanno recentemente rimosso dai loro siti dopo molte proteste. Una petizione contro i due colossi, lanciata da diversi autori coinvolti che chiedono la rimessa online delle loro opere, ha gi raggiunto circa 15mila firme. Secondo gli scrittori della petizione, accusati di autopubblicare online libri che glorificano stupri e altre bestialit accessibili anche ai minori, quella di Amazon e Kobo una vera e propria censura contro la letteratura erotica. Ma le due societ non sembrano intenzionate a fare retromarcia.

Peter Grimes Ellen Orford Captain Balstrode Auntie Niece 1 e 2 e Robert Boles Swallow Mrs. (Nabob) Sedley Ned Keene Rev. Horace Adams Hobson

Partner unico

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

52

LEGUIDE
1
UN INTRICO DI NERVI
Unillustrazione cinquecentesca di Andreas Vesalius mostra il cervello come fulcro del sistema nervoso, una rete che collega le parti del corpo connettendosi con il mondo esterno

DIREPUBBLICA

UNA MOSTRA MULTIMEDIALE


Sono sette le sezioni: il teatro introduttivo, il cervello sensibile, emozionale, pensante, mutevole e quello del futuro. Pi la brain lounge, dove il visitatore pu rilassarsi su sedute biomorfe guardando immagini di attivit cerebrale

2
DISEGNA UNA STELLA
Un compito semplice si rivela difficile quando si deve riprodurre una forma guardando in uno specchio. Un exhibit sulla memoria procedurale, detta anche del come si fa

VIAGGI STRAORDINARI Lorgano pi complesso sta rivelando segreti e poteri insospettabili. Ora le pi recenti scoperte sono riassunte a Brain, unesposizione a Milano che unisce scienza e divertimento.Per spiegare cosa determina le superiori capacit mentali della nostra specie

Cervello
ULTIMA
ANNA LOMBARDI

ESPRIMERE LE EMOZIONI
Proiezione di un volto femminile che esprime una vasta gamma di emozioni: illustra come gli esseri umani fanno uso delle espressioni facciali per evidenziare gli stati danimo

FRONTIERA
U
na stanza buia che fa da scrigno a un unico tesoro tenuemente illuminato, quella massa labirintica e gelatinosa poco pi grande di un meloncino che il cervello umano. E poi un tunnel invaso di scoppiettanti cavi elettrici, che si illuminano incessantemente per un solo istante come fuochi artificiali impazziti: a simulare linestricabile sequenza confusa solo in apparenza di impulsi elettrici che portano informazioni al nostro cervello. Fino a trovarsi davanti a un informe gigante dalle mani enormi e naso orecchie e bocca sovradimensionati. A esemplificare quanto per la nostra mente siano importanti le informazioni che arrivano dai sensi. Gi. Si affida anche allarte, quella modernissima delle installazioni, la mostra Brain. Il cervello: istruzioni per luso, che si inaugura domani al Museo Civico di Storia Naturale di Milano. Una grande mostra scientifica, allestita attraverso reperti, ma anche filmati, esperimenti interattivi e giochi, che ha gi fatto il giro del mondo. Partita dallAmerican Museum of Natural History di New York (s, proprio quello reso famoso dal film Una notte al museo) lesposizione stata ideata da uno dei suoi pi importanti studiosi: Rob DeSalle, curatore per lo stesso museo della divisione zoologia degli invertebrati, lo scienziato che nel 1992 isol quello che era allora il pi vecchio frammento conosciuto di Dna. Dopo le puntate in Cina e Spagna, ora tocca allItalia, grazie a un adattamento curato da Giorgio Racagni, direttore del dipartimento di Scienze Farmacologiche e Biomolecolari dellUniversit di Milano e dalla professoressa Monica Di Luca, esperta di Farmacologia sempre a Milano. Il percorso un viaggio allinterno dellorgano umano pi misterioso e affascinante. Il suo funzionamento cos elaborato, spiega Vittorio Bo, editore di Codice Idee per la cultura che ha co-prodotto la mostra, da non essere ancora interamente svelato. Ne sa qualcosa il povero Albert Einstein: perfino dopo la morte il genio del XX secolo non riusc a trovare pace, il suo cervello fu asportato e conservato nella speranza di cogliere con unimpietosa autopsia i suoi misteri gloriosi. La mostra made in America segue fortunatamente tuttaltro percorso. Divisa in sette sezioni che mostrano la centralit del cervello in ogni nostra attivit, prova a illustrare, dice la professoressa Di Luca, concetti complessi con un linguaggio adatto a tutti. Con lo scopo di sensibilizzare tutti noi sullimportanza di studiarlo e imparare a preservarlo, ma anche con lobiettivo di combattere malattie degenerative, arricchire le sue potenzialit. Lesposizione svela la storia, la fisiologia e i numeri strabilianti del cervello: come i 100 miliardi di neuroni che ci portiamo in testa, capaci singolarmente e in un solo secondo di inviare qualcosa come 1.000 segnali informativi, che passano dalluno allaltro a una velocit che tocca i 400 chilometri orari. Perch ogni pensiero un viaggio che si forma allinterno di questa macchina che poi un insieme di strutture interconnesse, ciascuna con responsabilit e poteri, in costante mutamento: come in un fantasmagorico ritratto di Arcimboldo. Ogni singola informazione che approda al cervello determina cambiamenti e nuove combinazioni di idee, ha detto proprio DeSalle allinaugurazione della mostra nella sua New York. Ecco perch chiunque visiter questa mostra cambier per sempre, anche senza volerlo, il suo approccio al concetto stesso di pensiero. Magari, scoperta dopo scoperta, provando a illuminare un po questa nostra stanza buia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MULTIMEDIA BRAIN THEATRE


Un video che mostra la prova di ammissione di una giovane alla scuola di ballo Julliard sincronizzato con un modello di cervello. Le diverse zone si illuminano a seconda delle aree coinvolte durante la performance

SINESTESIA: KIKI E BOOBA


Ai visitatori si chiede di assegnare ai nomi Kiki e Booba una forma appuntita e una morbida. Un famoso esperimento che spiega la tendenza umana a collegare fra loro immagini, suoni e altre sensazioni con qualit simili

i appena aperta a Milano, al Museo Civico di Storia S Naturale, Brain. Il cervello: istruzioni per luso, la grande mostra che fa il punto sulle attuali conoscenze relative al funzionamento del pi complesso e affascinante organo dellessere umano. Ideata da Rob DeSalle dellAmerican Museum of Natural History di New York, lesposizione, realizzata con il contributo di Novartis, rivela con laiuto delle neuroscienze, anche

levento

a un pubblico non specialistico, i meccanismi che regolano le nostre percezioni, emozioni, opinioni e sentimenti. Articolata in sette sezioni principali, la mostra presenta un coinvolgente allestimento sensoriale con exhibit interattivi, installazioni, anche darte contemporanea, giochi e filmati, dallo schermo dei movimenti neuronali allimpianto di stimolazione cerebrale profonda, mai esposto prima in un museo.

lappuntamento
Brain. Il cervello: istruzioni per luso
DOVE QUANDO INFO Milano fino al 13 aprile 2014 www.mostrabrain.it

53

9 8
IL SENSO DEL TATTO
Una figura umana alta quasi due metri con gli organi esterni pi o meno sviluppati in relazione alla grandezza dellarea del cervello ad essi dedicata. Le mani sono gigantesche per mostrare la prevalenza del senso del tatto rispetto agli altri

10
BRAIN LOUNGE
Immagini di risonanza magnetica del cervello di quattro persone: un interprete che passa dallarabo allinglese, un musicista classico e una rockstar mentre suonano, un giocatore di basket in partita

CENTRO DI COMUNICAZIONE
Modello ingrandito 35 volte dellarea sottocorticale: connesso tramite fili ad altri exhibit per evidenziare i collegamenti tra regioni interne ed esterne del cervello

ricerca Le applicazioni pratiche per limmediato futuro

Neuroniguaritori ericordiinnestati
GIORGIO VALLORTIGARA*
he cosa c di speciale nel cervello umano? Una riposta potrebbe essere il numero di neuroni, che cambia in animali diversi. Si va dai 302 del verme Caernohabditis elegans (una star dei laboratori di neurobiologia), ai 100mila del moscerino della frutta ai 23 miliardi o agli 85 miliardi (entrambi valori stimati) dei cervelli, rispettivamente, dellelefante e delluomo. improbabile per che il numero da solo spieghi le superiori capacit mentali della nostra specie. Elefanti, delfini e balene ne hanno in quantit considerevole. Forse ci sono tipi di neuroni che solo la nostra specie possiede o che forse possiede in numero maggiore. Tra i candidati vi sono i Ven (neuroni di von Economo), che si pensa siano associati a funzioni superiori come quelle legate alla presa di decisioni in un contesto sociale. I neuroni di von Economo sono numerosissimi nel cervello umano, un po meno in quello degli scimpanz e paiono assenti nei cervelli delle scimmie non antropomorfe. Ma lentusiasmo per i Ven si attenuato di recente perch pare che siano presenti anche nelle balene e nei delfini. La risposta che trova maggiori consensi ha a che fare con il cablaggio dei neuroni, cio con il modo in cui sono interconnessi. Il problema per la disarmante complessit dei circuiti nervosi, anche in organismi con un numero di neuroni molto inferiore a quello umano. Il topo, con i suoi modesti 75 milioni, pu formare 10 alla 11 sinapsi: un numero enorme. Di che tipo di tecniche disponiamo per affrontare questa complessit? E possiamo svilupparne di migliori? I due principali progetti di ricerca, quello finanziato negli Stati Uniti dal presidente Obama, Brain Initiative, e quello della Comunit europea, lo Human Brain Project, forniscono differenti risposte. Il primo rivolto allo sviluppo di nuove tecniche: i neuroscienziati hanno gi a disposizione molti strumenti, come la risonanza magnetica funzionale, per visualizzare lattivit cerebrale in vivo, e varie tecniche di raccolta dei segnali elettrici, come la magnetoelettroencefalografia. I differenti

SINAPSI GIGANTI
Linstallazione mostra due neuroni collegati attraverso una sinapsi, nel momento in cui uno invia dei messaggi allaltro. Ogni nostro neurone pu collegarsi ad altri 1.000, quindi il cervello pu avere almeno 100mila miliardi di connessioni

LOPERA DI DEVORAH SPERBER


Sfrutta i meccanismi della vista umana e la tendenza del cervello a riconoscere immagini familiari. Linstallazione, che consiste in una sfera di vetro e in un pannello con 1.500 spole di filo colorato, rivela al suo interno la Gioconda

segnali elettrici cerebrali gi oggi possono essere usati per comandare dispositivi elettronici: alla recente Notte della Ricerca al museo Muse di Trento, gli scienziati Jens Scharzbach e Angelika Lingnau hanno mosso una macchinetta con la sola forza del pensiero (vedere il sito www.unitn.it/en/cimec). Ma nuove strabilianti tecniche sono appena arrivate e altre arriveranno: loptogenetica, che combina tecniche di genetica e di ottica per inserire nei neuroni proteine sensibili alla luce; cosicch il neurone possa essere poi attivato semplicemente stimolandolo con la luce. Oppure la recentissima tecnica Clarity, che consente di visualizzare il cervello come se fosse trasparente. Leuropeo Human Brain Project ambisce invece a riprodurre, letteralmente, un cervello. Il direttore del progetto, Henry MarkramdelPolitecnicodiLosanna,loha gi fatto introducendo in un computer i dati relativi a una colonna di neuroni della neocorteccia di ratto e spera di farlo, con laiuto di supercalcolatori, per lintero cervello umano. Non mancano le voci di dissenso: Steven Rose, celebre neurobiologo britannico, ha scritto sulla rivista European Journal of Neuroscience che sia lo Human Brain Project che il Brain Action Map - il nuovo progetto che Obama si appresta a lanciare per lo studio del connettoma, il pattern di connessioni tra neuroni - sembrano pi destinati a favorire lindustria Ict (cio dellinformazione e della comunicazione) che le conoscenze sul cervello. Dunque che tipo di conseguenze possiamo immaginare per limmediato futuro? A parte certe applicazioni pratiche come luso dei segnali nervosi per azionare vari marchingegni (che pu avere grande rilievo per certe categorie di pazienti), le implicazioni sul modo in cui pensiamo a noi stessi e alla nostra vita mentale - alla nostra memoria, per esempio - possono essere sconvolgenti. di queste settimane la notizia che alcuni scienziati del Massachusetts Institute of Technology hanno prodotto falsi ricordi nel cervello dei topi, usando appunto tecniche di optogenetica. La materia della mente pu essere, letteralmente, a breve nelle nostre mani. * Giorgio Vallortigara dirige il CIMeC, Centre for Mind/Brain Sciences dellUniversit di Trento.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

54

SPETTACOLI
La critica
PAOLO DAGOSTINI

&TELEVISIONE

Parla lattore inglese, oggi molto richiesto a Hollywood, che incarna il fondatore di Wikileaks nel film Il quinto potere
ARIANNA FINOS ROMA ono diventato Julian Assange per vanit dattore, confessa Benedict Cumberbatch. Un ritratto in chiaroscuro, il suo, pieno dettagli sgradevoli (il personaggio non si lava, ambiguo, paranoico, cronicamente bugiardo) ma potente e umanissimo. Dopo aver visto il film, Il quinto potere (in sala dal 24) diretto da Bill Condon e prodotto da Steven Spielberg, il fondatore di Wikileaks (rifugiato dal giugno 2012 nellambasciata ecuadoriana a Londra) gli ha rifiutato un incontro privato. Spiegando in una lettera che sicuro della sua buona fede, ma che il film miserabile e pieno di menzogne. Figlio darte, 37 anni, Cumberbatch ha ipnotizzato il pubblico britannico con il suo nevrotico Sherlock (Holmes) televisivo, mentre il lancio internazionale arrivato con Star Trek-Into dark-

Un racconto parziale sulle ossessioni di un tipo sgradevole


algrado i contrappesi onirico-metaforici introdotti dalla regia di Bill Condon, il suo film su WikiLeaks e su Julian Assange ha lo spirito del pronto intervento. Intitolato Il quinto potere (come gi un film di Lumet, ma la qualifica trasferita dalla tv a Internet), basato su un punto di vista decisamente di parte. Quello del tedesco Daniel Berg (nel film il Daniel Bruehl di Rush) che dopo essere stato il braccio destro di Assange ha rotto con lui e con i suoi metodi. Anonimato e quindi anche incontrollabilit delle fonti di informazione, in nome di un obiettivo: costringere alla trasparenza tutti i grandi poteri, governativi, militari, industriali, bancari. La rottura tra i due avviene quando nel 2010 lescalation di WikiLeaks (in un rapporto di reciproca diffidenza e dipendenza con grandi organi di informazione tradizionale) porta alla diffusione di materiale segreto riguardante Afghanistan e Iraq, e poi di documentazione relativa allattivit diplomatica americana nel mondo. Berg si oppone alla pubblicazione di materiale non controllabile, anche per via della sua vastit, e contesta lirresponsabilit di esporre persone e istituzioni a grandi rischi. Anche se il dispositivo quello di mettere in primo piano lantagonista (e le sue ragioni), il film si sforza di fornire un ritratto realistico della controversa figura di Assange. A partire dallinterpretazione (Benedict Cumberbatch) che cerca scrupolosamente la somiglianza fisica. Australiano nato nel 71, disordine familiare, precoce e geniale hacker, inseguito dalla giustizia svedese, americana, britannica, a tuttoggi rifugiato presso lambasciata dellEcuador a Londra. Il profilo di Assange che emerge quello molto sgradevole di un uomo ossessionato dallessersi attribuito una missione superiore, pericolosamente idealista, fino al cinismo.

REALT E FICTION
Qui sopra, il vero Julian Assange. A destra, Benedict Cumberbatch nel film

L altro Assange
La carriera
tarlo, non andata bene. Prima del set ceravamo scambiati e-mail, mi aveva contattato tramite una conoscenza comune. Era preoccupato che il nostro film danneggiasse lui e la sua rete. Non voleva lo facessi. Ma questo non un documentario, solo una versione della storia con fatti e prospettive specifici. La scena finale regala spazio allopinione di Assange anche sul film. Al di l del giudizio che ognuno pu avere, gli va riconosciuta una de-

RIPRODUZIONE RISERVATA

IL QUINTO POTERE
Regia di Bill Condon Con Benedict Cumberbatch

Cumberbatch: Mi piace interpretare i cattivi, per vanit


ness, dove era il malvagio Khan. Allultimo festival di Toronto toccato certificarne lo status: non solo Il quinto potere ma anche lo storico 12 years a slave e il corale August: osage county. In comune Cumberbatch e Assange hanno labilit di schermarsi, uno attraverso la rete, laltro dietro la gentilezza formale e la determinazione straordinaria. Invano i genitori, oggi colleghi, spedirono il giovane Benedict in una scuola esclusiva perch diventasse un avvocato. Quando lo ha visto sul palco nel ruolo di Salieri, alluniversit, il padre gli ha detto: Sei pi bravo di quanto io sia mai stato o potr essere in tutta la vita. Sapeva di maneggiare un materiale rovente. S. Ma nessun attore si sarebbe lasciato sfuggire un personaggio cos complesso, brillante, provocatorio. Quella di Assange una figura nota, ci sono decine di filmati in rete, libri, documentari. La sfida era superare limmagine pubblica, il simbolo, toccare lessere umano. Nelle sue pulsioni, motivazioni, necessit, intenzioni. Ho cercato materiali e incontri che mi aiutassero a regalare profondit ed equilibrio al personaggio. Ha tentato pi volte di contatdizione assoluta alla causa. Come cambiata la sua percezione di Internet e dei media? La frantumazione dei media rende sempre pi difficile capire lattendibilit di una notizia e linteresse che la muove. In rete i gossip diventano fatti. Il messaggio del film di avere un approccio critico alle notizie. Non esistono certezze assolute, a parte la morte. Ci vuole consapevolezza. Lei interpreta un proprietario cristiano in 12 years a slave sulla schiavit americana? Amo la semplicit del lavoro di Steve McQueen e la purezza delle sue intenzioni. Trasforma la storia vera di un uomo libero reso schiavo in una epopea, lezione di storia e ammonimento verso lodierna mercificazione dellessere umano. Non ho simpatia per il mio padrone cristiano. Il suo tormento non ne fa un uomo buono. Ha migliaia di fan che si sono battezzate cumberbitches. Non sono assuefatto al successo. Sul tappeto rosso di Toronto ero emozionato come un bimbo. Lunico suggerimento alle mie fan: un nome pi femminista. Il successo ha tranquillizzato i suoi genitori? Hanno fatto mille sacrifici e ora mi aiutano a tenere i piedi per terra. Il set di Lo Hobbit ( il Negromante e il drago Smaug ndr) ho pensato alle serate in cui, da bambino, mi leggevano Tolkien. Forse tutto partito da l.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SHERLOCK
Cumberbatch interpreta il celebre Sherlock Holmes nella serie tv della Bbc

STAR TREK-INTO DARKNESS


Lattore il cattivo Khan nel film di J.J. Abrams

IN USCITA IL 24 OTTOBRE
Alcune immagini del film di Bill Condon Il quinto potere che sar nelle nostre sale la prossima settimana. Racconta la parabola di Julian Assange, dalla fondazione di Wikileaks alla rivelazione dei segreti militari americani

Intitolato a Cerami

La polemica

la Repubblica

Napoli, concorso per un film sul lavoro


Il 22 ottobre a Napoli apre il concorso per sceneggiatori promosso da Cgil Cisl e Uil per la produzione di un film sul lavoro. Il premio intitolato a Vincenzo Cerami.

Il regista toglie la firma a Grace of Monaco


Il regista Oliver Dahan minaccia di non firmare il film Grace of Monaco con Nicole Kidman perch quella del produttore Weinstein " una versione troppo commerciale

SABATO 19 OTTOBRE 2013

55

Il ritorno di Emis Killa Canto Balotelli fuoriclasse come me


Mercurio, secondo album del rapper milanese
ANDREA MORANDI MILANO entre il rap continua a confermarsi anche in Italia lunico genere di riferimento per gli under 20, portando in classifica praticamente qualsiasi artista che pubblichi un disco e muovendo su YouTube numeri a sette cifre, marted prossimo Emis Killa, uno dei rapper pi celebri sulla scena, pubblica il suo secondo album, Mercurio, dopo le 90mila copie vendute e lexploit con il disco di platino ottenuto dal debutto, Lerba cattiva. Ma in questi mesi cambiato davvero tutto riflette il cantante il rap adesso ovunque, entrato perfino dentro reality show come Amici, un evento difficile da prevedere solo due anni fa. Non necessariamente una cosa positiva perch ci sono molte proposte artistiche valide, ma altrettante inutili. Vedremo chi rimarr quando passer questa moda. La cosa che mi d pi fastidio? Che spesso per chi racconta la scena noi rapper siamo tutti uguali, allo stesso livello. Non cos. Ventitr anni, vero nome Emiliano Giambelli, Killa nato e cresciuto a Vimercate, poco fuori Milano, e in meno di due anni diventato un fenomeno assoluto capace di muovere addirittura un milione di fan tra social network e YouTube. Nel nuovo disco, opera decisamente ambiziosa in cui il rapper duetta con quattro ospiti di lusso (J. Ax, Skin degli Skunk Anansie, Max Pezzali e un altro neodivo hip hop del calibro di Salmo) il rapper ha elaborato un poderoso frullatore sonoro in cui riflette miti e ossessioni della generazione digitale, dalla playstation a Nicki Minaj, tra ricordi e noia, dedicando perfino una canzone, MB45 (gi destinata a diventare tormentone) a Mario Balotelli: Perch ogni cosa che fa sempre sotto accusa. Potr anche avere una personalit difficile da inquadrare, ma quello che sotto gli occhi di tutti che un fuoriclasse. Lo capisco, in

In tv

parte sono anchio cos, abbiamo degli aspetti in comune: come lui sono partito dal nulla, ho dovuto faticare parecchio per arrivare fino qui e in molti erano convinti non sarei andato da nessuna parte. Mi sembra assurdo per che Mario sia sotto i riflettori ogni passo che fa, lasciatelo libero. La canzone che per colpisce di pi tra le quindici incluse in Mercurio, Lettera dallinferno, sorta di salmo rap molto sincero e amaro in cui Emis Killa si rivolge direttamente a Dio con alcune punte di sarcasmo piuttosto feroce (La gente continua a scri-

verti preghiere, ma a questo punto forse non ami leggere), ennesima dimostrazione che la cosiddetta generazione del dito medio, pronta a mandare a quel paese tutto e tutti, sotto la rabbia nasconde talenti incredibili. Mi venuta di getto, una lettera piuttosto pessimista, ma totalmente sincera spiega Credo ci sia qualcosa lass, ma non necessariamente un Dio. Se pu servire un testo cos a far prendere maggiormente sul serio il rap in Italia? Spero di s, ma credo che dobbiamo venirci incontro: chi ci critica deve ascoltare con pi attenzione ci che cantiamo, deve leggere i testi e non fermarsi allaspetto esteriore, per anche da certi rapper serve un passo in avanti. Quando vedo persone di trenta o quarantanni vestirsi ancora da ragazzini capisco il motivo per cui poi questo genere musicale fa fatica ad essere preso sul serio....
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lhip hop arrivato anche in tv con Amici ma dovete capire che noi di questa scena non siamo tutti allo stesso livello
Lettera a Dio

Nel disco ho messo anche una lettera a Dio, pessimista ma molto sincera perch credo che ci sia qualcuno lass
DUETTI
Emis Killa, 23 anni, vero nome Emiliano Giambelli. Nel cd Mercurio duetta con ospiti di lusso da Pezzali a Skin, da J.Ax a Salmo

Lincontro

Il teatro milanese e Santa Cecilia risparmiati in parte dal decreto Valore cultura

Scala, Bray incontra Pisapia S ai privati e a un tavolo tecnico


FRANCO VANNI
MILANO La Scala di Milano e lAccademia di Santa Cecilia di Roma saranno in parte risparmiate dallo stravolgimento della governance previsto dal decreto Valore cultura. Ad annunciarlo il ministro alle Attivit culturali, Massimo Bray, al termine di un incontro con il sindaco Giuliano Pisapia, il vicepresidente della Scala, Bruno Ermolli, e il direttore generale del settore Spettacolo, Salvatore Nastasi. Bray, che annuncia lapertura di un tavolo tecnico sullapplicazione del decreto, ha assicurato che negli organi di gestione sar garantita la presenza dei privati che possano offrire un contributo. Pisapia incassa cos ci che voleva: per la Scala non varr la riduzione a 7 (la Scala ne ha 10) del numero di membri in cda, che avrebbe comportato luscita dal board dei privati, che fra contributi e sponsor versano 28 milioni lanno. Altra rassicurazione: per la Scala non scatter la riduzione della quota minima che i privati devono versare per sedere in consiglio. Il ministero introdurr leccezione con un emendamento che sar inserito alla prima votazione in parlamento di un decreto blindato. Sui tempi, il ministro categorico: Alla prima occasione utile, a partire da luned. La norma non citer Scala e Santa Cecilia, facendo riferimento agli enti in grado di attrarre capitale privato oltre a una certa soglia. Restano valide le altre previsioni del decreto, fra cui la possibilit per il ministro di non approvare la nomina del sovrintendente proposto dal cda (da ora, comitato di gestione) dellente. Valida anche listituzione della quota di merito del 5 per cento del fondo unico per lo spettacolo assegnata agli enti che per tre anni a fila chiudono il bilancio in pareggio. Bray ieri ha visitato anche il Piccolo Teatro, che chiede di essere liberato dai vincoli della spending review, convenendo che non si pu assimilare il Piccolo alla pubblica amministrazione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL TEATRO
La Scala di Milano. Ieri lincontro tra il sindaco Pisapia e il ministro Bray

REPUBBLICA.IT Su Trovacinema, la guida a tutte le uscite della settimana

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

R2PROGRAMMI
CANAL GRANDE DI ANTONIO DIPOLLINA IN ATTESA CHE LINUS DIVENTI PI CATTIVO...
I che condivisibile lintento: un talk di tarda serata in cui conversare amabilmente con ospiti senza tirarsela pi di tanto. Ma a quel punto, lassunto leggero deve essere corroborato da un intento febbrile verso il risultato. Il Grande Cocomero su RaiDue in tarda serata il gioved invece troppo easy. In pi, lorario slittato di oltre mezzora, sulla mezzanotte, e quel Tg2 di mezza sera con approfondimento a seguire manderebbe a dormire anche un deejay giovane. Linus, in conduzione, per di pi in

PER SAPERNE DI PI www.ilgrandecocomero.rai.it www.castle.rai.it

57

CASTLE Castle (Nathan Fillion) protagonista della omonima e seguitissima serie tv alla sua quinta stagione indaga con Beckett (Stana Katic) sullomicidio del leader di una rock band. RaiDue 21.05 RAI 1
6.05 6.55 7.00 7.05 8.00 8.25 9.00 9.30 10.15 10.20 11.10 12.00 13.30 14.00 14.30 15.25 17.00 17.15 17.45 18.50 20.00 20.30 20.35 21.10 Le regine Rai Player Tg1 Rai Parlamento Settegiorni Tg1 / Tg1 Dialogo UnoMattina in famiglia Tg1 Tg1 L.I.S. Che tempo fa Linea Verde Orizzonti Dreams Road 2013 La prova del cuoco Telegiornale Easy Driver Lineablu Le amiche del sabato Tg1 Che tempo fa A sua immagine Passaggio a Nord-Ovest Leredit Telegiornale Rai Tg Sport Affari tuoi. Con F. Insinna Ballando con le stelle. Conduce Milly Carlucci con P. Belli Tg1 60 secondi Laltra - La Tv dautore di Renzo Arbore Tg1 Notte Che tempo fa Applausi Film: Capricorn One - di P. Hyams, con E. Gould, J. Brolin, B. Vaccaro La piccola moschea nella prateria - Sitcom

fase matura, come il meglio della popolazione, peraltro. Per dire che il viluppo anche divertente Linus che conduce, Il Grande Cocomero il titolo, Michele Dalai (di Linus) tra gli autori dovrebbe incattivirsi un po: dopo ci si pu anche rilassare. La radio di flusso, la tv no: servirebbe un segno distintivo qualsiasi, che identifichi tutto. La speranza di arrivare a un talk riuscito, leggero e non corrivo in una seconda serata tv di quelle che non vogliamo abbandonare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LO SHOW
Linus conduce su RaiDue Il grande cocomero

RAI 2
6.00 Due uomini e mezzo - Tf 7.00 Cartoon Flakes Weekend 9.40 Rai Parlamento Punto Europa 10.10 Sulla via di Damasco 10.40 Inside the World Meteo2 11.30 Mezzogiorno in famiglia 13.00 Tg2 Giorno 13.25 Dribbling 14.00 LIndice Verde 14.50 Pechino Express - Diario di viaggio 15.40 Sea Patrol - tf 17.10 Sereno Variabile 18.00 Tg2 L.I.S. Meteo2 18.05 90 minuto Serie B 19.35 Squadra Speciale Cobra 11 20.30 Tg2 20.30 21.05 Castle - Tf 21.50 Elementary - Tf 22.35 Tg2 22.45 Rai Player 22.55 Sabato Sprint 23.45 Tg2 - Dossier 0.30 Tg2 - Storie. I racconti della settimana 1.10 Tg2 Mizar / Tg2 Cinematine / Tg2 Achab Libri / Tg2 - S, Viaggiare / Tg2 Eat Parade 2.05 Meteo2 2.10 Appuntamento al cinema

RAI 3
7.05 La grande vallata 7.55 Film: Anno 79, la distruzione di Ercolano - di G. Parolini, con B. Harris, M. Lane 9.45 Film: Amori di mezzo secolo - di P. Germi, R. Rossellini, con F. Interlenghi 11.00 Tgr Bellitalia 11.30 Tgr Prodotto Italia 12.00 Tg3 / Meteo3 12.25 Tgr il Settimanale 12.55 Tgr Ambiente Italia 14.00 Tg Regione /Tg Reg. Meteo 14.20 Tg3 Tg3 Pixel / Meteo 3 14.55 Tv Talk 16.45 The Newsroom - Tf 17.55 Tg3 Lis 18.00 Rai Player 18.05 Squadra Speciale Vienna Tf 18.55 Meteo3 19.00 Tg3 19.30 Tg Regione / Tg Reg. Meteo 20.00 Blob 20.10 Che tempo che fa 21.30 Ulisse: il piacere della scoperta 23.35 Tg3 / Tg Regione 23.55 Un giorno in pretura Meteo 3 1.00 Tg3 1.10 Tg3 Agenda del mondo 1.25 Appuntamento al cinema 1.30 Fuori orario 1.40 Schegge

CANALE 5
6.00 7.55 8.00 9.05 9.10 10.00 11.00 13.00 13.40 Prima pagina Traffico / Meteo.it Tg5 Mattina Miracoli degli animali Superpartes Melaverde Forum Tg5 / Meteo.it Tvm: Un nuovo look per Pete - di M. Grossman, con D. Bruno Il segreto - Telenovela Verissimo Avanti un altro! Tg5 / Meteo5 Striscia la notizia - La voce dellirruenza - con M. Hunziker, V. Raffaele Italias Got Talent - conducono B. Rodriguez e S. Annicchiarico. Con M. De Filippi, G. Scotti, R. Zerbi Speciale Tg5 Supercinema Tg5 Notte Rassegna stampa Meteo.it Striscia la notizia - La voce dellirruenza Tvm: Sleepless - di M. De Panfilis, con V. Cervi, V. Placido, P. Sermonti Tg5 Notte Rassegna stampa Meteo.it Media Shopping

ITALIA 1
7.05 Grand Prix. Campionato Mondiale Motociclismo Prove G.P. Australia Moto2 7.55 Hannah Montana - Sitcom 8.40 Le cose che amo di te 9.35 Suburgatory - Sitcom 10.35 Glee - Tf 12.25 Studio Aperto Meteo.it 13.00 Sport Mediaset 13.40 Community - Sitcom 14.40 Life Bites - Sitcom 14.45 Grand Prix Superbike G.P. Spagna Classe WSBK Superpole prove 16.00 Film: Looney Tunes: Back in Action - di J. Dante, con B. fraser, J. Elfman 17.50 Life Bites - Sitcom 17.55 Magazine Champions League 18.30 Studio Aperto / Meteo.it 19.00 Mike & Molly- Tf 19.25 Film: Scooby Doo 2: mostri scatenati - di R. Gosnell, con F. Prinze Jr 21.10 Film (animazione): Madagascar 2 - Via dallisola - di E. Darnell, T. McGrath 23.00 Film: Il destino di un cavaliere - di B. Helgeland, con H. Ledger, M. Addy 1.30 Sport Mediaset 1.55 Studio Aperto La giornata 2.10 Media Shopping 2.25 V - Tf 3.50 Grand Prix. Motomondiale Gare G. P. Australia Moto3 5.20 Grand Prix. Motomondiale Gare G. P. Australia Moto2

RETE 4
6.25 7.15 9.15 10.05 10.50 11.30 12.00 12.05 14.00 14.35 14.45 15.30 16.15 17.00 Media Shopping Caraibi - Miniserie Carabinieri - Tf Come si cambia Celebrity Ricette allitaliana Tg4. Allinterno: 11.55 Meteo.it Ieri e oggi in Tv La Signora in giallo - Tf Tg 4 - Telegiornale Meteo.it Lo sportello di Forum Come si cambia Celebrity Ieri e oggi in Tv Speciale Tvm: Perry Mason - Fiori darancio - con C. I. Nyby li, con R. Burr Tg4. Allinterno: Meteo.it Tierra de Lobos - Tf Tempesta damore Tvm: Fire Down Below Linferno sepolto - di F. Enriquez Alcal, con S. Seagal Tvm: The Defender - di e con D. Lundgren, con J. Springer, S. Ledard Tg4 Night News Ieri e oggi in Tv Special Festivalbar 1983 La finale Media Shopping Help Zig Zag Appuntamento con Gianna Nannini

LA SETTE
6.00 Tg La7 Meteo Oroscopo Traffico 6.55 Movie Flash 7.00 Omnibus - Rassegna stampa 7.30 Tg La7 7.50 Omnibus meteo 7.55 Omnibus 9.45 Coffee Break - conduce Tiziana Panella 11.30 L'aria che tira - Il Diario conduce Myrta Merlino 12.30 Due South - Tf 13.30 Tg La7 14.00 Tg La7 Cronache 14.40 Lispettore Barnaby - Tf 16.30 The District - Tf 18.15 Il commissario Cordier - Tf 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo - Sabato conduce Lilli Gruber 21.10 Film: Ben Hur - di S. Shill, con J. Morgan, S. Campbell Moore 0.30 Film: Qualcuno vol sul nido del cuculo - di Milos Forman, con Jack Nicholson, Louise Flecther, Phil Roth, Will Sampson 1.35 Tg La7 Sport 3.00 Movie Flash 3.05 La7 Doc 4.45 Otto e mezzo (r) 5.25 Omnibus (r)

DEEJAY TV
14.00 14.30 15.30 16.55 17.00 18.00 18.55 19.00 20.00 21.00 23.00 0.00 0.30 1.00 Lorem Ipsum Best of Fino alla fine del mondo Deejay chiama Italia Remix Deejay Tg Deejay Hits Occupy Deejay Best of Deejay Tg Le strade di Max 2 A proposito di Brian Film: Il bacio del dragone Le strade di Max 2 Lorem Ipsum Best of Microonde Best of Deejay chiama Italia Remix

15.25 16.15 18.50 20.00 20.40

LA EFFE
13.10 13.40 13.50 14.00 14.50 15.00 16.10 17.10 17.55 18.30 18.40 19.50 20.00 20.05 20.10 22.00 23.50 0.00 RED - Il guru delle piante Al cinema con LaEffe RNews Chi ti credi di essere? Dalla A a laeffe Orgoglio e pregiudizio RED - Racconti dalle citt di mare Jamie Oliver in Usa: La mia rivouzione Orto e mezzo Al cinema con LaEffe Chi ti credi di essere? RNews Al cinema con LaEffe Dalla A a laeffe Alessandro Baricco presenta Film: Finch nozze non ci separino Al cinema con LaEffe Uomini di fede

21.10

18.55 19.35 20.30 21.30

0.20 1.20 1.40

23.35

0.30 1.30 1.40 1.45 3.00

2.10 2.45

1.30 1.50 3.50 4.05 5.10 5.15

5.15

5.05

5.45

DIGITALE TERRESTRE

RAI

6.10 6.50 7.00 7.50 8.35 10.00 10.45 11.30 12.15 13.50 14.00 15.40 16.05 16.50 17.35 17.40 18.25 19.25 19.35 21.10 22.50 23.05 0.40 2.50 2.55 1.10 3.00 4.00

RAI 4
Serial Webber Wonderland Farscape - Serie Tv Babylon - Serie Tv Battlerstar Galactica - Serie Tv Doctor Who - Serie Tv Warehouse - Serie Tv Dead Like Me - Serie Tv Film: Bullets Over Summer - di W. Yip, con L. Koon Rai Player Film: Star Trek Vi - Rotta verso lignoto- di N. Meyer, con W. Shatner Wonderland Continuum - Tf Dead Like Me - Serie Tv Rai News Giorno Warehouse - Serie Tv Doctor Who - Serie Tv Rai Player Once Upon a Time - Serie Tv Haven - Serie Tv Wonderland Film: Descent- di N. Marshall, con M. Buring Film: Apocalypto - di M. Gibson, con R. Youngblood Rai News Notte Appuntamento al cinema Film: Dolans Cadillac - di J. Beesley con C. Slater, E. Vaugier Boardwalk - Serie Tv Crash - Serie Tv

6.30 10.00 11.45 11.55 13.40 15.30 15.35 17.20 17.25 19.15 19.25 21.15 23.05 0.55 1.00

PREMIUM
La forza del desiderio - Telenovela Un prete tra noi - Tf Rai Player La donna che ritorna - Miniserie La Nuova Squadra: Spaccanapoli Miniserie Appuntamento al cinema Film: Disposti a tutto - di H. Werner, con F. Wepper Rai News Giorno Una famiglia in giallo - Miniserie Rai Player Film: Il padre di mia figlia - di L. Giampaolo, con S. Ferilli, C. Bigagli Sotto il cielo di Roma - Miniserie Zodiaco - Miniserie Rai News Notte Fiction magazine

con T. Hanks. C. Zeta- Jones 16.30 Film: Nel cuore di un padre di R. Chopra, A. Bachchan 19.20 Rai News Giorno 19.25 Rai Player 19.35 Film: Fratello dItalia - di N. Parenti, con C. De Sica, J. Cal 21.15 Film: I mastini della guerra di J. Irvin, con T. Berenger, C. Walken 23.05 Film: Doc - di F. Perrry, con S. Keach 0.45 Rai News Notte 0.50 Film: La met oscura - di George T. Dreyer, con T. Roose 3.00 Film: Kika - Un corpo in prestito di P. Almodovar, con V. Abril

13.10 14.15 14.45 14.55 15.45 16.35 17.05 17.10 18.15 19.20 20.25 20.35 21.15 22.30 23.00 23.50 2.10

RAI 5
Indian Ocean I visionari Rai Player Space Shuttle ultima missione David Letterman Show La Banda del Book Rai News Giorno Il mestiere del costruire Bollani Reloaded I ragazzi del coro Rai Player Roma la storia dellarte Contemporary Tango - Danza Danza - Ravenna in Festival David Letterman Show Ernani - Musica lirica Rai News Notte

MOVIE

SATELLITE

6.30 Film: Soy Cuba - di M. Kalatozov, con B. Luz, M. Collazo 8.50 Film: Non stuzzicare la zanzara - di L. Wertmuller, con R. Pavone, G. Giannini 10.35 Appuntamento al cinema 10.40 Film: Mowgli e il Libro della giungla - di N. Mark, con M. Ingels 12.00 Moviextra 12.35 Film: Sapore di mare - di C. Vanzina, con J. Cal, V. Lisi 14.15 Rai Player 14.25 Film: The Terminal - di S. Spielberg,

SKY

[servizio a pagamento]

cinema mattina

cinema pomeriggio

cinema sera

22.35 22.50 22.50 22.55 23.15 23.20 23.30

cinema notte
d'oro - di G. Hamilton Sky Cinema Hits HD Step Up - di A. Fletcher Sky Cinema Family HD Ciliegine - di L. Morante Sky Cinema Passion Il burbero - di Castellano e Pipolo Sky Cinema Comedy Riso amaro - di G. De Santis Sky Cinema Classics Un'oscura verit - di D. Lee Sky Cinema 1 HD Casino Royale - di M. Campbell Sky Cinema Hits HD L'altra madre - di D. Campbell Sky Cinema Max HD

MEDIASET PREMIUM

GIALLO
17.50 Wilbledon - di R. Loncraine Premium Cinema Emotion 18.20 Exalibur - di J. Boorman Studio Universal 19.30 Sliding Doors - di P. Howitt Premium Cinema Emotion 21.15 Quello che so sullamore di G. Muccino Premium Cinema 21.15 Duets - di B. Paltrow Premium Cinema Emotion 21.15 Bastardi senza gloria - di Q. Tarantino Premium Cinema Energy 21.15 Radio America - di R. Altman Studio Universal 23.05 Baciami ancora - di G. Muccino Premium Cinema 23.10 Ragazze nel pallone - di P. Reed Premium Cinema Emotion 23.45 Centurion - di N. Marshall Premium Cinema Energy 0.50 Lombra del vampiro - di E. Merhige Studio Universal 08.05 08.55 09.50 10.40 11.35 12.25 13.10 13.55 14.45 15.30 16.20 17.10 17.55 18.45 19.25 20.20 21.10 22.00 22.50 23.15 23.40 00.30 01.10 Wolff - Un poliziotto a Berlino Matlock Matlock Matlock New Tricks New Tricks Law & Order - Uk In Justice Law & Order - I due volti della giustizia Law & Order - I due volti della giustizia Law & Order - I due volti della giustizia Law & Order - I due volti della giustizia Shark Shark Medical Investigation Medical Investigation In Justice In Justice So chi mi ha ucciso Waking the Dead Waking the Dead Profiler - Intuizioni mortali Profiler - Intuizioni mortali

9.50 Amusement - di J. Simpson Premium Cinema Energy 10.00 Assassins - di R. Donner Studio Universal 10.05 Gardener of Eden - di K. Connolly Premium Cinema 12.10 Hereafter - di C. Eastwood Premium Cinema Emotion 12.15 Partita dazzardo - di G. Marshall Studio Universal 13.40 Orphan - di J. Collet Serra Premium Cinema Energy 14.20 Come un uragano - di G. C. Wolfe Premium Cinema Emotion 14.50 Al - di M. Mann Premium Cinema 16.05 Caccia a Ottobre Rosso di J. McTiernan Studio Universal 17.30 Gran Torino - di C. Eastwood Premium Cinema 17.45 Figthing - di D. Montiel Premium Cinema Energy

cinema

09.45 La guerra dei mondi - di S. Spielberg Sky Cinema 1 HD 10.25 Agente 007 - Moonraker. Operazione spazio - di L. Gilbert Sky Cinema Hits HD 10.40 She-Devil - Lei, il diavolo - di S. Seidelman Sky Cinema Classics 11.05 Speed 2 - Senza limiti - di J. De Bont Sky Cinema Max HD 11.45 L'era glaciale 4 - Continenti alla deriva - di S. Martino Sky Cinema 1 HD 12.20 Tot le Mok - di C.L. Bragaglia Sky Cinema Classics 13.10 The Avengers - di J. Whedon Sky Cinema Max HD

14.35 Skyfall - di S. Mendes Sky Cinema Hits HD 15.10 The Twilight Saga. Breaking Dawn 1a Parte - di B. Condon Sky Cinema 1 HD 15.35 Erin Brockovich - Forte come la verit - di S. Soderbergh Sky Cinema Passion 17.00 Goldeneye - di M. Campbell Sky Cinema Hits HD 17.10 I mostri - di D. Risi Sky Cinema Classics 17.15 Ti presento i miei - di J. Roach Sky Cinema 1 HD 17.30 The Tomorrow Series - Il domani che verr - di S. Beattie Sky Cinema Max HD

21.00 Il sorpasso (Vers. Rest.) - di D. Risi Sky Cinema Classics 21.00 Piovono polpette - di P. Lord Sky Cinema Family HD 21.00 Profumo - Storia di un assassino - di T. Tykwer Sky Cinema Max HD 21.00 Peggy Sue si sposata - di F. Ford Coppola Sky Cinema Passion 21.00 Ghostbusters - Acchiappafantasmi di I. Reitman Sky Cinema Comedy 21.10 Posti in piedi in Paradiso - di C. Verdone Sky Cinema 1 HD 21.10 Agente 007 - L'uomo dalla pistola

sport
20.45 Pattinaggio figurato: Skate America - Programma Corto Coppie ISU Grand Prix Series EuroSport HD 20.45 Calcio: Milan - Udinese Serie A Sky Sport 1 HD 20.45 Calcio: Milan - Udinese Serie A Sky Supercalcio HD 21.00 Golf: Perth International PGA European Tour Sky Sport 2 HD 21.00 Rugby: Zebre - Connacht Rugby Heineken Cup Sky Sport 3 HD 21.30 Calcio: Iran - Argentina Mondiali U17 EuroSport HD 21.30 Football americano: Michigan Indiana NCAA Big Ten Conference Eurosport 2 22.45 Sky Calcio postpartita Sky Sport 1 HD 22.45 Calcio: Milan - Udinese Serie A Sky Sport 3 HD 22.45 Ep. 10 Serie B Remix Sky Supercalcio HD 23.00 Calcio: Canada - Austria Mondiali U17 EuroSport HD 23.00 Rugby: Zebre - Connacht Rugby Heineken Cup Sky Sport 2 HD 23.15 Calcio: Bayern Monaco - Mainz Bundesliga Sky Supercalcio HD 23.30 I Signori del Calcio Sky Sport 1 HD 00.00 Calcio: Iraq - Svezia Mondiali U17 EuroSport HD 00.00 Ep. 10 Serie B Remix Sky Sport 1 HD 00.30 Calcio: Iraq - Svezia Mondiali U17 Eurosport 2 00.30 Calcio: Cagliari - Catania Serie A Sky Sport 1 HD 00.30 Ep. 4 Sport for Good Sky Sport 3 HD 00.45 Rugby: Munster Rugby - Gloucester Rugby Heineken Cup Sky Sport 2 HD

19.00 Rugby: Munster Rugby - Gloucester Rugby Heineken Cup Sky Sport 2 HD 19.15 Wrestling: Ep. 17 WWE Domestic Smackdown! Sky Sport 3 HD 19.45 Calcio: Iran - Argentina Mondiali U17 Eurosport 2 19.45 Sky Calcio prepartita Sky Sport 1 HD 20.00 Pattinaggio figurato: Skate America - Programma Corto Femminile ISU Grand Prix Series EuroSport HD 20.00 Sky Calcio prepartita Sky Supercalcio HD

FOCUS
11.50 Come funziona luniverso 12.40 Extreme Engineering 16.00 Indagini ad alta quota 17.45 Le profezie della fantascienza 18.30 Enigmi sotto inchiesta 19.40 Enigmi alieni 20.25 Unexplained Files 21.15 Il terrorismo internazionale dal 1945 ad oggi 23.00 Malattie misteriose 23.50 Malattie tropicali

CIELO
7.00 9.00 10.00 12.00 13.00 13.15 15.15 17.15 19.15 20.15 21.10 23.15 1.15 Most Dangerous Vivi per miracolo Film Fratelli in affari Sky TG24 Primo piano X Factor 2013 New Police Story Il boss del fai da te Fratelli in affari Affari di famiglia La chiave The Others Sex Therapy

TV2000
12.00 Terra Santa News 12.15 Nel cuore dei giorni Rosa 14.30 Terre Sante 15.30 La grande musica 16.00 Basiliche Papali di Roma - San Pietro in Vaticano 16.30 Borghi d' Italia 17.00 Israele i luoghi del mistero 17.30 Nel cuore della Domenica 18.00 Rosario da Lourdes 21.20 Film: Rita da Cascia di Giorgio Capitani

REAL TIME
15.00 Party Planners 15.25 Abito da damigella cercasi 16.20 Abito da sposa: Beverly Hills 17.15 Il boss delle torte 19.10 Cucina con Nigella 19.40 Ti prendo per la gola 20.10 Shopping Night: Home Edition 21.10 Pazzi per la spesa: la sfida 22.10 Il mio grosso grasso matrimonio gypsy 23.05 Vite al limite

FOX
10.50 Bones Fox Life 10.55 N.C.I.S. Fox Crime HD 11.55 Cosa ti dice il cervello? National Geographic Channel 12.05 I Simpson Fox HD 12.45 Law & Order. Criminal Intent Fox Crime HD 12.45 Una mamma per amica Fox Life 13.30 How I Met Your Mother Fox HD 13.40 Pausa Pranzo Fox Life 13.55 Dubai. Il mega aeroporto National Geographic Channel 14.10 S.O.S. Tata Fox Life 14.15 C.S.I. Fox Crime HD 14.25 The Big Bang Theory Fox HD 14.30 14.50 16.30 16.30 16.55 16.55 17.00 17.00 17.15 17.25 17.25 17.30 17.50 18.00 Il ragazzo di campagna Fox Retro The Listener Fox HD American Dad Fox HD Arcibaldo Fox Retro American Dad Fox HD I re della pesca National Geographic Channel Pausa Pranzo Fox Life Arcibaldo Fox Retro Senza traccia Fox Crime HD I Griffin Fox HD The Client List Fox Life Ai confini della realt Fox Retro The Cleveland Show Fox HD Ai confini della realt Fox Retro 18.15 18.20 18.25 18.45 20.00 20.05 20.05 20.30 20.30 21.00 21.00 21.25 21.55 Mistresses Fox Life The Big Bang Theory Fox HD Nero Wolfe Fox Retro The Big Bang Theory Fox HD I Simpson Fox HD Profiling Fox Crime HD Una mamma per amica Fox Life I Simpson Fox HD Strega per amore Fox Retro S.O.S. Tata Fox Life La signora in giallo Fox Retro The Big Bang Theory Fox HD Criminal Minds Anthology Fox Crime HD 21.55 S.O.S. Tata Fox Life 21.55 Megastrutture National Geographic Channel 22.00 Nero Wolfe Fox Retro 22.15 The Big Bang Theory Fox HD 22.45 Homeland - Caccia alla spia Fox HD 22.45 Ghost Whisperer - Presenze Fox Life 22.55 Cosa ti dice il cervello? National Geographic Channel 23.00 Serpico Fox Retro 23.40 Ghost Whisperer - Presenze Fox Life 23.45 Dexter Fox Crime HD 23.55 Uomo vs scimmia National Geographic Channel

SPORT

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

58

Super
LA SOLIDIT AL POTERE
GIANNI MURA
n 2-0 che esalta la Roma ma non deve deprimere il Napoli. La Roma, 8 partite 24 punti, un solo gol incassato e 22 segnati, a questo punto non pu pi nascondersi. Il Napoli assaggia il sapore della prima sconfitta in campionato ed un sapore amaro. Due gol, uno su calcio di punizione che cera e uno su rigore che non cera, per dal punto dosservazione di Orsato si poteva dare (ma il giudice di porta che ci sta a fare?). Il fatto che Borriello trattiene Cannavaro pi di quanto Cannavaro non trattenga Borriello. Secondo giallo ed espulsione, e qui praticamente finisce una partita tesa, di buon livello, con due squadre attente soprattutto a non commettere errori, quindi a non scoprirsi troppo. Paradossalmente, il Napoli paga carissimo linfortunio di Britos mentre la Roma, pur sbandando qualche minuto dopo luscita di Totti, capitano e stella polare della manovra (e qui pesa lerrore di Pandev, che pure una prodezza di De Sanctis con uno svolazzo di De Rossi ben prima della linea bianca), passa con una bellissima punizione di Pjanic (Reina un po sorpreso) ed ancora Pjanic a firmare il 2-0 su rigore. Nei due episodi che hanno portato al gol c di mezzo Cannavaro, entrato al posto di Britos. E per questo gli addosseranno anche colpe non sue. In verit (senza Zuniga e con Higuain in panchina) il Napoli sta peggio della Roma, che ha fuori soltanto Balzaretti. Maggio al rientro, Mesto deve traslocare sulla sinistra. La compattezza difensiva ne risente. Aggiungiamo una vena non brillantissima dei goleador, solo Insigne prova qualche giocata brillante. E chiudiamo con i tre pali (non pieni) su cui sono finiti i tiri di Insigne, Inler e Hamsik. Tutto questo dice che non era serata. La Roma ha giocato meno brillantemente di altre volte, ma ha dato una grande dimostrazione di solidit. una squadra in cui tutti, a partire da De Rossi, sanno soffrire e passare sopra a piccoli malanni e doloretti assortiti. il caso di Pjanic , dopo una settimana fondamentale per la sua Bosnia che andr in Brasile. il caso di Strootman, di Castan, di Florenzi. Ora per la Roma si apre un mesetto di gare non impossibili, anche se vero che Benitez potrebbe dire a Garcia che un Sassuolo prima o poi si incontra. E sar anche vero che gli esami non finiscono mai, ma fin qui la Roma tutti gli esami li ha superati. E, a quanto pare, ci sta prendendo gusto.

La squadra di Garcia macina record: tutti successi, solo un gol subito, +5 aspettando Fiorentina-Juve di domani. AllOlimpico, funestato dai soliti cori imbecilli, decide la doppietta di Pjanic. Higuain in campo solo lultima mezzora, Totti si infortuna

FABRIZIO BOCCA ROMA oma-Napoli non ha cambiato la storia del campionato, anzi lha ribadita, scritta quasi su pietra. E sotto gli occhi niente meno che di Maradona. La Roma non ha ancora trovato un avversario capace di fermarla. Pur rimettendoci Totti, alla fine ne uscita con lottava vittoria consecutiva. Ai due gol di Pjanic, cecchino freddissimo con due micidiali calci da fermo punizione e rigore aggiunge soprattutto una difesa record. Il gol preso da Biabiany sta rimanendo solo soletto come la particella di sodio nellacqua minerale. La Roma resta al comando e il Napoli registra il primo ko in campionato. La Juve adesso ha la chance del sorpasso. Il Napoli ha rinunciato niente meno che ad Higuain, il suo pezzo da novanta, il trascinatore che aveva passato le ultime due settimane a recuperare pazientemente dallinfortunio e a prepararsi per questo match. Ma lessere andato in panchina fa anche pensare che Benitez abbia comunque voluto preservarlo per la Champions dopo lo choc del ko di Londra contro lArsenal, affrontato appunto senza largentino. Alla fine non andata in maniera troppo differente. Benitez lo ha tenuto in panchina fino a quando ha pensato di poter risolvere il match facendone a meno. Ma appena lo ha buttato dentro gi sull1-0, la Roma in pochi istanti ha addirittura raddoppiato e il Napo-

8
CARTELLINO ROSSO
Uno dei momenti che hanno deciso il match: larbitro espelle Cannavaro e concede il rigore alla Roma. A destra, l1-0

Lincredibile Roma colpisce ancora lottava vittoria fa male al Napoli


che ha faticato a ricomporsi. Il Napoli per poco non lha infilata con Pandev in contropiede, su cui hanno salvato in collaborazione De Sanctis (lex che a Napoli non si sentiva pi il numero 1) e De Rossi, e poi con Insigne. Il maghetto biondo ha sbagliato sotto la porta, mentre in tribuna lo osservavano Maradona e anche Prandelli che ormai lo ha battezzato in nazionale. stata la partita di Miralem Pjanic, una festa in una settimana indimenticabile. Prima la storica qualificazione della Bosnia poi i gol pesantissimi al Napoli. Il primo arrivato nel recupero del primo tempo. Ha sfruttato una punizione procurata da Gervinho, trottolino elettrico, contropiedista dai movimenti veloci e imprevedibili pure per i suoi stessi muscoli, visto che poi dovuto uscire anche lui toccandosi una coscia, che un po si butta e ci prova, un po gli avversari lo stendono sul serio. quello che capitato allo sfortunatissimo Cannavaro (entrato al posto di Britos) innescando il fallo sul brasiliano, e facendone scaturire una punizione che poi il bosniaco ha trasformato in gol. Il secondo arrivato circa alla met del secondo tempo quando ancora Cannavaro ha causato il rigore su Borriello (decisione dubbia tra le proteste dei napoletani) poi trasformato sempre dal talento bosniaco. Reina para i gol a Balotelli, ma non a

Le pagelle

ROMA
Azzurri sfortunati: due gol sbagliati sullo 0-0, tanta pressione. Dubbio il rigore del 2-0
li rimasto addirittura in dieci per lespulsione di Cannavaro (era gi in disgrazia, figuriamoci adesso). In appena mezzora Roma-Napoli si ritrovata senza i suoi principali attori. Allassenza di Higuain si infatti unita luscita mesta e zoppicante di Totti, dopo un contrasto con Pandev, dolorante alla coscia destra. Un paio di minuti di massaggio non sono stati sufficienti a recuperarlo e Borriello entrato a sostituirlo. La perdita del suo capitano ha provocato sconcerto e sbandamento nella Roma
7 Un capolavoro: aspetta Pandev, non va per terra, gli ritarda il tiro, glielo tocca e glielo fa sbagliare. Poi ci pensa De Rossi. MAICON 6.5 Si dice che incuta timore a chiunque, persino ai vicini di casa, quindi figuriamoci a Mesto. Diagonali umili su Insigne e cura nei dettagli difensivi. Avanti splendido al 22' del st. BENATIA 7 All'inizio le verticalizzazioni del Napoli son dolori. Ma lui resiste e non perde la bussola. Quando la Roma soffre lui il Buddha di Trigoria. CASTAN 6.5 Marca quasi a uomo Pandev, che inferocito. Rischia di alzarsi troppo. Garcia lo fa ragionare. Lui esegue, insegue, prosegue. DODO' 6.5 Scopriamo il Dod da combattiDE SANCTIS

Miracolo De Sanctis, De Rossi regale


mento, capelli e gambe votati al massimo sacrificio. PJANIC 8 Libero di inventare in mezzo, libero di andare dove sente. Ci prova da fuori. Tocca mille palloni. Uno lo infila su punizione come un tempo faceva Maradona con l'altro piede. Ed una punizione bellissima per la Roma, tremenda per il Napoli. Doppietta. DE ROSSI 8 Salva il risultato in combutta con De Sanctis quando la Roma ancora scombussolata dall'uscita di Totti. E' Ulisse che combatte contro tutti i suoi nemici per tornare a Itaca con tre punti. Mostruoso argine fisico ed emotivo. STROOTMAN 7.5 La sua idea di centrocampo una costante combinazione di tenaglie e velluto. Nella prima parte del secondo tempo gladiatorio, lucido e fa impallidire Behrami. FLORENZI 7 Mobilit assoluta, oltre ogni immaginazione o follia tattica, meno preciso del solito sotto porta. Identico slancio nella ripresa. Dal 36' st Marquinho: sv. TOTTI 6 Si annuncia per lui una partita intensa ma oscura. Poi sente una fitta al flessore della coscia destra. Dal 33' pt Borriello: 7.5. Si sacrifica, corre, rincorre, fa il difensore puro, va di fisico. Un impressionante atto di fede. Si guadagna il rigore del 2-0.
6.5 Al 16' il suo piede sinistro, fuori coordinazione, calcia il pallone che sembra una roncola: avrebbe dovuto segnare. Quando accelera per semina il terrore. Non sanno come fermarlo. Cio s: lo stendono. Anche lui fuori per guai muscolari. Dal 12' st Ljiajc 6: ronza attorno ai resti del Napoli.
GERVINHO

NAPOLI
5.5 Poco impegnato solo perch per quattro volte i romanisti tirano alto o fuori. Non era in grado di opporsi a Pjanic in nessuno dei due gol. MAGGIO 5.5
REINA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Inghilterra & Germania

Spagna & Francia

In campo Arsenal, Liverpool, Chelsea e Bayern


SABATO ricco in Premier League con 8 partite dell8 giornata. Liverpool a Newcastle, Arsenal in casa con il Norwich. Mourinho (foto) ospita il Cardiff. In Germania giallo nellanticipo Hoffenheim-Bayer (1-2): sul gol di Kiessling la palla, finita sullesterno della rete, entra attraverso un buco, larbitro convalida. Leverkusen 1. Oggi Bayern-Mainz.

Real-Malaga, Bara a Pamplona. Il Psg col Bastia


OGGI il meglio della 9 giornata della Liga. Alle 16 con Real Madrid-Malaga. Il Barcellona a Pamplona contro lOsasuna e lAtletico Madrid in casa dellEspanyol provano ad allungare la striscia di 8 vittorie di fila. Nellanticipo di Ligue 1 Nizza-Marsiglia 1-0. Alle 17 Psg-Bastia. Foto: Ancelotti

59

Il caso

Diego allo stadio, avviso di mora da 39 milioni: Sono perseguitato. Peccato non gioco pi...

E il fisco marc stretto Maradona


MATTEO PINCI ROMA Olimpico si ferma per salutare Diego. Sono le 20.57 quando la sfida scudetto perde dinteresse per qualche istante. C Maradona, ospite della Roma per assistere al match da primato del suo Napoli contro i giallorossi: un cordone di bodyguard degno di un capo di Stato, la fidanzata Rocio Oliva sorridente accanto a lui, tremila napoletani del settore

Maradona in tribuna

ospiti a salutarlo come un tempo (Ol Diego). E lui in piedi, con la mano protesa ad abbracciare idealmente chi per qualche minuto ha dimenticato persino la partita gi in corso. Lui, al contrario, si perso il gol alla Maradona di Pjanic, rientrando preventivamente nellarea ospitalit per evitare lassedio dei fan. Alla fine se ne va cos: Emozionato? Ti pare che sono emozionato, abbiamo perso. Purtroppo io non gioco pi.... La visita italiana non ha portato solo sorrisi. in mattinata di ieri,

dopo un tentativo andato a vuoto la sera prima, funzionari di Equitalia hanno notificato allargentino a Milano un avviso di mora per 39 milioni di euro, il suo debito verso il fisco. Una persecuzione nel Paese delle tasse, tuona Maradona in una nota. Nessun accanimento, questi avvisi servono per procedere ai pignoramenti replica Equitalia necessario notificarli ogni 180 giorni. Diego aveva dubbi sulla presenza: una telefonata con Totti lo ha convinto.

Dalla Bosnia allOlimpico la settimana perfetta di Pjanic


Nazionale ai Mondiali, ieri la doppietta del jolly di Garcia
MARCO AZZI ROMA ottava sinfonia lha suonata il pianista, soprannome che si meritato con i suoi piedi affusolati Miralem Pjanic: eroe nazionale e poi dellOlimpico nello spazio ravvicinato di quattro giorni, al culmine di una settimana che non dimenticher, la pi esaltante della sua rampante carriera. Marted notte era seduto in panchina, in lacrime e commosso per la storica impresa compiuta con i colori della sua Bosnia, qualificata per la prima volta nella storia per la fase finale di un Mondiale. Ieri sera ha fatto il bis e s preso sulle spalle la Roma, dopo linfortunio che ha fermato Totti, proiettandola ancora pi in alto sotto gli occhi di Maradona. Cinque punti di vantaggio sul Napoli e la Juventus, in attesa della possibile replica dei bianconeri a Firenze. Dir il tempo se gi una fuga scudetto. Di sicuro i giallorossi di Garcia si sono scrollati di dosso per un po uno degli avversari pi forti e lo devono alle due magie del gioiellino di Tuzla. stato Pjanic a decidere il primo scontro al vertice della classifica, realizzando con precisione chirurgica altrettanti calci piazzati: su punizione a un passo dal-

Garcia

La classifica
ROMA* NAPOLI* JUVENTUS INTER VERONA FIORENTINA LAZIO UDINESE TORINO PARMA 24 19 19 14 13 12 11 10 9 9

* una gara in pi
ATALANTA MILAN LIVORNO CAGLIARI GENOA CATANIA CHIEVO SAMPDORIA BOLOGNA SASSUOLO 9 8 8 7 5 5 4 3 3 2

Le gare dure si decidono su calcio piazzato, ma una vittoria di Pirro visti gli infortuni. La Roma di Totti come la Juve di Platini, mio idolo
ROMA NAPOLI

De Rossi

2-0
ROMA (4-3-3) De Sanctis - Maicon, Benatia, Castan, Dod - Pjanic, De Rossi, Strootman Florenzi (36 st Marquinho), Totti (33 Borriello), Gervinho (12 st Ljajic). NAPOLI (4-2-3-1) Reina - Maggio, Albiol, Britos (44 Cannavaro), Mesto Behrami, Inler (37 st Dzemaili)- Callejon, Hamsik, Insigne Pandev (23 st Higuain). Arbitro: Orsato. Reti: 48 pt e 25 st (rig.) Pjanic. Note: Cannavaro espulso (25 st) doppia ammonizione. Ammoniti Pandev, Inler, Pjanic, Benatia, pettatori 45.913.

Il salvataggio lha fatto De Sanctis: non ci sarei arrivato neppure in moto Le 8 vittorie contano se non ci fermiamo: con 11 di fila siamo finiti quinti
Benitez

Il rigore del 2-0 realizzato da Pjanic

In estate il tecnico si era opposto alla sua cessione al Tottenham: Fate partire Lamela...
lintervallo e su rigore a ripresa inoltrata, quando il Napoli stava spingendo a pieno organico per provare a riaprire la partita. Ma il pianista aveva in mente un altro finale, per mettere il sigillo sulla sua settimana perfetta: Mondiali e primato in classifica, blindato con il successo consecutivo nu-

Pjanic. A inizio partita si udito chiaramente in curva e intonato da qualche centinaio di persone il solito coro Napoli colera. Discriminazione territoriale o razzismo bello e buono che sia, vedremo che regolamento sinventeranno adesso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Meglio noi fino al rigore che ha cambiato tutto Con il gol di Pandev o di Insigne sarebbe stato diverso. Higuain fuori? Ho deciso io

ENRICO SISTI

Cannavaro fa disastri
Limita la propulsione. Il cross gli naturale. Ma fatica come una bestia a capire i movimenti degli esterni romanisti. ALBIOL 5.5 Lento, senza piedi decenti, difende senza infamia ma fa ammattire Benitez quando gli chiede di impostare con semplicit. Cosa per lui difficilissima. BRITOS 5 Non sa chi debba marcare. Dal suo punto di vista la Roma ha sei centrocampisti. In ritardo su due coperture. Dal 44' pt Cannavaro 4.5: entra e brucia dal desiderio di lasciare un segno sul match. Ne lascia due. Due falli, due gol della Roma. Espulso. Che altro?
5.5 Sulla corsia meno amata, la sinistra, al posto di Zuniga, fa quello che pu intrappolato fra Florenzi e Maicon. E appena pu sparisce. INLER 5.5 Pigro, oscuro, involuto. Nel secondo tempo cerca con colpevole ostinazione il tiro da fuori: non ne esce uno decente. Dal 37' st Dzemaili 5: deve solo partecipare alla sconfitta. BEHRAMI 5.5 Va in cerca dell'altro, chiunque sia, si ostina a metterne in dubbio la salute, ma vede e gioca pochi palloni. E' fra i pi baldanzosi nella ricerca del pari: ma resta fumoso. CALLEJON 5.5 Incursioni e ripiegamenti, come fosMESTO

sero due facce della stessa medaglia, ma con troppa foga e poco fosforo. HAMSIK 5.5 Ingiustificata e prolungata assenza nei punti caldi. Non chiama la palla, non ispira i compagni, che alla fine lo ignorano. Meno impalpabile nella ripresa. INSIGNE 6 Innesca Pandev (ricordando Zola) per il possibile 0-1. Poco dopo se lo divora lui. Ma Birillino l'unica minaccia azzurra. PANDEV 5 Una rabbia da derby lo spinge a condotte isteriche. Vorrebbe spaccare il mondo e tutto quello che ottiene farsi ipnotizzare da De Sanctis. Dal 23' st Higuain sv: non riesce a tenere un pallone fra i piedi, entra solo per disperazione (di Benitez). ARBITRO ORSATO 5.5 Qualche problema nella gestione degli umori. Il rigore concesso quantomeno dubbio.

mero otto della Roma. Garcia ha unorchestra e pure ieri sera sono stati decisivi i difensori, con De Sanctis che ha allungato la sua imbattibilit (un gol subito) e De Rossi protagonista dovunque, quando Totti s arreso allinfortunio. La Roma non stata solo Pjanic, insomma. Ma stata soprattutto Pjanic, in una di quelle notti di grazia che allOlimpico iniziano a considerare regola, non leccezione. Pallotta saffretter a blindarlo al pi presto col nuovo contratto, prima che si avvicini troppo la scadenza del 2015. Il pianista uno dei pilastri del progetto di Rudi Garcia, che ne ha preteso a tutti i costi la conferma durante lestate scorsa: quando sembrava gi cosa fatta la cessione al Tottenham. Meglio dar via Lamela, ha sentenziato invece lallenatore francese, tenendosi stretto il suo pupillo. La doppietta di ieri sera, la prima in serie A, dunque anche il sigillo sul patto tra Pjanic e Garcia. Sono sempre pi lontani i ricordi brutti della scorsa stagione, quando il centrocampista era scivolato ai margini della Roma con Zeman e stava gi indirizzando i suoi 23 anni verso un altro progetto. Un globe trotter come il pianista doppia cittadinanza, lussemburghese e bosniaca, e sei lingue parlate in modo fluente piacerebbe tanto pure a un tecnico come Benitez, che ieri ne ha dovuto subire lestro. Ma Pallotta difficilmente se lo far sfuggire, ora che lOlimpico lha incoronato nuovo idolo e leader. Proprio perfetta, la settimana di Miralem. Lottava sinfonia fa rima con scudetto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

R2SPORT

PER SAPERNE DI PI www.acmilan.com www.udinese.it

61

Senza stelle, il Milan a un bivio


Udinese stasera, poi il Bara. Allegri: Balotelli si gestisca meglio
STEFANO SCACCHI MILANO n Milan privo di stelle con Balotelli infortunato e Kak in panchina, animato dalla necessit di vincere a prescindere dallestetica e spinto alla massima attenzione dalla paura di subire gol (si far sentire anche la mancanza di De Jong squalificato). Non momento di bollicine in casa rossonera. La vigilia della partita con lUdinese stata una lunga richiesta alla squadra di mostrare un carattere da Milan. Il ritiro anticipato a gioved ha permesso ad Allegri di proiettare molti video dedicati agli errori delle partite precedenti. questo il tasto sul quale batte il tecnico: limitare le sviste individuali. Per il resto Allegri convinto che il Milan sia sulla buona strada: Il gioco migliore rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Ma in campionato non possiamo segnare sempre tre gol per MILAN UDINESE
Abbiati Abate Silvestre Zapata Constant Poli Montolivo Muntari Robinho Birsa Matri 32 20 26 17 21 16 18 4 7 14 9 30 75 5 4 8 66 3 21 34 37 10 Kelava Heurtaux Danilo Naldo Basta Pinzi Allan Lazzari Gabriel Silva Pereyra Di Natale

Serie B

Un momento di Cesena-Bari

Colpo del Cesena vince e va in testa oggi il Lanciano


NELLANTICIPO del 10 turno del campionato di serie B il Cesena batte 2-1 il Bari al Manuzzi (Defrel, Succi, Fedato) e guadagna momentaneamente la testa della classifica. In caduta libera i biancorossi, alla quarta sconfitta consecutiva. Match clou di oggi Lanciano-Crotone, sfida dalta quota tra le due rivelazioni del campionato. Interessante anche Empoli-Varese. In coda vale molto Padova-Juve Stabia. Completano il programma (incontri tutti alle 15) Avellino-Carpi, Brescia-Cittadella, ModenaReggina, Pescara-Latina, Ternana-Novara e Trapani-Spezia. Posticipo luned (20.30) tra Siena e Palermo. Classifica: Cesena 20, Lanciano 19, Empoli 17, Crotone 16, Varese e Avellino 15, Palermo 14, Spezia e Cittadella 13, Modena 12, Siena 11, Carpi, Trapani e Novara 10, Brescia, Latina e Reggina 9, Pescara e Bari 8, Ternana 7, Juve Stabia 5, Padova 4 (penalizzazioni: Bari -3, Siena -5).

Arbitro: Guida
ore 20.45: Sky Sport 1, Dt Mediaset

3
LE SCONFITTE STAGIONALI
Il Milan ha gi perso tre partite su sette in questo inizio di campionato, contro Verona, Napoli e Juventus

IN CERCA DEL PRIMO GOL


Contro lUdinese Allegri non avr Balotelli, bloccato da un problema muscolare. Punta centrale sar Matri (foto in alto), ancora a secco in rossonero

Mario out, Kak in panchina. Il tecnico: Inzaghi? I confronti non mi danno fastidio
vincere perch ne subiamo due di media. In Champions invece la squadra sembra avere paura di prendere gol con beneficio sul livello di concentrazione. In preventivo anche una serata poco spettacolare: Potr essere una brutta partita ammette Allegri Guidolin sa come far giocare male gli avversari. Avrebbe meritato di allenare una grande squadra. Probabilmente chiedono tre punti pi che divertimento anche i tifosi che potranno andare a San Siro, riaperto la settimana scorsa dalla Corte di giustizia Figc con una decisione politica, antipasto degli ammorbidimenti alle sanzioni anti-discriminazione decisi dal Consiglio federale. Il pubblico potr scaldarsi col possibile ritorno di Kak in rossonero a San Siro quattro anni e cinque mesi dopo Milan-Roma del maggio 2009: Ha mezzora nelle gambe, ma utile averlo in panchina. Il brasiliano ha giocato venticinque minuti nella partitella persa

13
I GOL SUBITI
Dopo Sassuolo e Bologna, quella del Milan, al pari di Chievo e Sampdoria, la difesa pi battuta della serie A. Sono 13 anche i gol fatti

mercoled con la Primavera di Inzaghi: Non mi hanno dato fastidio i confronti perch vivo tutto in modo distaccato altrimenti non farei lallenatore del Milan. Allegri prova anche a modellare gli atteggiamenti di Balotelli:

Mario deve riuscire a reggere la pressione come Messi, Cristiano Ronaldo, Rooney e Ibrahimovic. Un personaggio mediatico deve gestire la sua vita privata in modo da non dare adito a voci. Il Milan non prender provve-

dimenti sui social network perch lunico incidente ormai risale al cinguettio di Balotelli alla vigilia della prima di campionato a Verona. Luned Mario sosterr nuovi accertamenti per capire se potr giocare col Barcellona. Non parlerei di infortuni da stress. La gastroenterite nei giorni scorsi? Sar il cambio di stagione. Avr avuto il pancino scoperto, scherza Allegri che non ritiene eccessivo il numero di problemi muscolari: Siamo nella media di una squadra che gioca ogni tre giorni. Il discorso vale anche per i nazionali. Noi abbiamo completa fiducia nello staff azzurro. ovvio che chi gioca di pi pu farsi pi male.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La curiosit
CR7 A 18
Leo Messi guadagna 16 milioni al Barcellona, arriver a 20 e sar il pi pagato al mondo. In testa ora c Cristiano Ronaldo, 18 milioni dal Real Madrid

Messi diventa il pi ricco dal Bara 20 mln lanno


FRANCESCO SAVERIO INTORCIA
l pi bravo di tutti adesso diventer anche il pi ricco. Leo Messi saccinge a firmare un rinnovo col Barcellona da 20 milioni di euro, bonus inclusi, e a scavalcare di nuovo leterno rivale Cristiano Ronaldo (che al Real ne prende 18) e il compagno in azulgrana Neymar, salito a 17. Fino a ieri in cima alla lista dei paperoni cera Samuel Etoo, che per, lasciando lAnzhi, ha detto addio anche alla busta paga da 20 milioni: ora al Chelsea ne guadagna la met. Solo un anno fa, a dicembre, Messi aveva siglato un nuovo accordo col Barcellona fino al 2018, passando da 10,5 (nono posto) a 16 milioni pi bonus. A settembre di questanno, CR7 lha sorpassato di nuovo: 18 milioni fra base, premi e una fretta di diritti dimmagine. La nuova firma di Messi arriver entro dicembre, secondo Mundo Deportivo, che per svela anche un particolare clamoroso. Largentino avrebbe rifiutato ben tre offerte in estate, pervenute al direttore sportivo Raul Sanllehi. Una, in partico-

CAGLIARI CATANIA
Agazzi Perico Rossettini Astori Murru Cabrera Conti Nainggolan Cossu Sau Ibarbo 1 24 15 13 29 25 5 4 7 9 23 1 22 14 6 27 13 4 8 19 9 27 Frison Alvarez Bellusci Legrottaglie Biraghi Izco Almiron Plasil Castro Bergessio Barrientos

Arbitro: Giacomelli
ore 18: Sky Calcio 1, Dt Mediaset

Cagliari al SantElia Catania, Maran rischia


CAGLIARI Dopo un anno e mezzo di peregrinazioni, il Cagliari torna al SantElia. Capienza limitata, solo 5mila sostenitori, ma di nuovo laria di casa per i rossobl che cercano col Catania punti tranquillit. In attacco Sau e Ibarbo sostenuti da Cossu. In casa siciliana Maran, a rischio esonero, chiede ai suoi un segnale forte. Cambio in porta, dentro Frison, fuori Andujar.

lare, da capogiro: un club targato Adidas era pronto a versare la clausola rescissoria da 250 milioni al Bara, consapevole che linvestimento si sarebbe ripagato da solo con i maggiori introiti degli sponsor. In particolar modo, un aumento del 40% dallAdidas e lapprodo di un partner che, grazie ai diritti di naming dello stadio, avrebbe coperto met dello stipendio. Fuori dal podio, al momento, ci sono le stelle della Ligue 1: Ibrahimovic guadagna 14,5 milioni dal Psg, Falcao 14 dal Monaco. E poi Rooney (13,8), Aguero (13,5), Yaya Tour (13), Thiago Silva (12). In serie A, il pi pagato resta Daniele De Rossi con 6 milioni, davanti a Higuain con 5.5. Il 28 ottobre verr ufficializzata la lista dei 23 candidati al Pallone dOro, poi partiranno le votazioni. Messi, reduce da tre settimane di stop, conta di arrivarci rilanciato dalle sfide al Milan in Champions e al Real in campionato. Ma fra lui e il quinto titolo c di mezzo Ribery, gi incoronato a parole da Platini e Zidane.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

62

R2SPORT
Tennis/2

PER SAPERNE DI PI www.motogp.com www.vr46.it

Tennis/1

Brasile 2014

Seppi in semifinale a Mosca


ANDREAS Seppi (foto) in semifinale a Mosca: Roger-Vasselin ritirato sul 2-5. Oggi affronta Kukushkin. Eliminata Roberta Vinci dalla Kuznetsova (6-3, 6-3) ma sar riserva al Masters di istanbul. Vienna, fuori nei quarti Fognini, 6-1 6-1 da Haase.

La Sabatini: Perdevo apposta


LA CONFESSIONE di Gabriela Sabatini sorprendente: Da giovane molte volte perdevo di proposito in semifinale per non parlare con i media. Ero introversa, ho avuto problemi a scuola. La fama per me stata un problema.

Brazuca, pallone Mondiale


PRIMA foto per il pallone dei Mondiali 2014: Brazuca (termine che in Brasile viene adoperato orgogliosamente per brasiliano), nome scelto con un sondaggio. Prodotto da Adidas, ha serpentine nere con inserti verdi, rossi e blu.

La nuova strada di Valentino imprenditore che veste i rivali


Abiti, scuderia, vivaio: le delusioni in pista sono il passato
MASSIMO CALANDRI
tutta colpa del Sic. Che sognava di essere come Valentino, in pista e fuori. Allora tre anni fa gli ha chiesto se poteva avere anche lui le stesse magliette personalizzate e i giubbotti, le felpe, i cappellini con quei fumetti, i colori solari. Lui ci ha pensato su, mica poteva rispondere di no al migliore amico. Cos ha deciso che insieme al suo, avrebbe prodotto anche il merchandising di Marco Simoncelli. Era cominciato tutto nel 2008 quasi come un gioco. Oggi la VR46 unimpresa con 26 dipendenti, otto milioni di fatturato e una nuovissima sede a Tavullia. I tifosi, un po perplessi, dicono che ultimamente il pilota pesarese sia pi forte come imprenditore che pilota. In pista lo stesso Rossi ad ammettere che i tre spagnoli (Marquez, Lorenzo, Pedro-

MENO 100
Valentino Rossi, 34 anni, quarto nel Mondiale MotoGp con 198 punti, 100 in meno del leader Marquez

sa) sono pi veloci, almeno per il momento. Quarto e primo degli ultimi, la vittoria di Assen ha il sapore agrodolce di uneccezione. In azienda invece Valentino da pole, come ai vecchi tempi. La sua linea di abbigliamento veste i due della Honda, Marc Marquez e Dani Pedrosa, Alvaro Bautista e Andrea Iannone, i fratelli Espargar, i baby Romano Fenati e Niccol Antonelli, il campionissimo del cross Tony Cairoli. La griffe stata adottata dai team Gresini e Yamaha, dalle moto Zaeta, c una linea di abbigliamento speciale per Monster. Prima naturalmente vengono gli impegni sportivi, ma appena Valentino ha un minuto di tempo qui con noi. Ha un intuito e unelasticit mentale incredibili, spiega Alberto Tebaldi, amministratore delegato della VR46. Che ricorda: Lidea ci venuta cinque anni fa: non era soddisfatto della qualit

del suo abbigliamento e cos abbiamo deciso di provare a fare da noi, contattando un piccolo gruppo di professionisti. Un anno dopo siamo partiti. Nel 2010, la preghiera del Sic. E quasi senza accorgercene, siamo diventati unimpresa. Il catalogo propone di tutto, dai caschi alle biciclette passando per modellini che riproducono i momenti pi emozionanti della carriera del Dotto-

re, e poi polsini, bandane, teli da mare, portachiavi, tazze, pantaloni, polo, una linea per bambini. Ancora alla ricerca della perfezione in sella, Valentino ha le idee chiare su come investire i suoi guadagni. I pi alti del motomondiale, nonostante i risultati: con 22 milioni di dollari Forbes lo ha recentemente collocato al quinto posto tra i piloti (primo Alonso, secondo Hamilton), nettamente primo nel circo della Motogp. An-

Moto e affari Labbigliamento


DALLE TSHIRT ALLE BICI
Fatturato di 8 milioni, 26 dipendenti, lazienda produce dalle tshirt alle bici e veste Marquez (foto)

A convincerlo fu Simoncelli, ora il suo marchio indossato da Pedrosa e Marquez


che lacquisto del Ranch una pista da quattro chilometri e mezzo di lunghezza, larga dagli 8 ai 12 metri, omologata dalla Federazione italiana dovrebbe presto dare i suoi frutti: il prossimo anno partir la Riders Academy gestita direttamente dal Dottore. Che nella stagione sportiva 2014 avr un suo team in Moto3 grazie alla collaborazione con Ktm e Sky: il primo pilota sar Romano Fenati, il secondo con ogni probabilit il fratellastro Luca Marini. Nel frattempo Rossi rimanda il suo futuro da pilota alla scadenza del contratto con la Yamaha, tra un anno: giura che se sar ancora competitivo in pista, continuer fino al 2016. Ma c gi chi scommette sul Cavaliere (del lavoro), altro che Dottore. Tebaldi fa di no con la testa, poi racconta quello che Valentino dice sempre in azienda ai dipendenti: Ci sono ancora tante gare da fare, e noi correremo sempre.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il team
MOTO3 COL FRATELLO
Dalla prossima stagione un team con Ktm e Sky: due piloti, Fenati e (forse) il fratellastro Luca Marini

Il ranch
LA SUA ACADEMY
La pista di allenamento di quattro chilometri dove nel prossimo anno aprir la sua Riders Academy

Superbike

Aprilia, titolo marche a un passo poi lavventura nella MotoGp


prilia corre verso il terzo mondiale consecutivo nella Superbike, ma il gran premio di Jerez di domani - ultimo appuntamento della stagione - rischia di lasciare i tifosi italiani con un po di amaro in bocca. Lazienda di Noale guida la classifica costruttori con 35 punti di vantaggio, per i suoi due piloti - Eugene Laverty e Sylvain Guintoli - sembrano troppo lontani dal leader, linglese Tom Sykes, cui baster un quarto posto in una due prove finali. Dalla prossima stagione sar Marco Melandri a correre per Aprilia (manca ancora

lufficialit ma larrivo del ravennate cosa fatta, confermano a Noale), nellobiettivo dichiarato di centrare la doppietta tutta italiana (pilota-costruttori) dello scorso anno con Max Biaggi. Ma il 2014, per lAprilia, sar soprattutto lanno del grande sbarco in MotoGp, raddoppiando gli sforzi che gi in questa stagione hanno regalato grandi soddisfazioni con la scuderia Art e Pol Espargar. Lobiettivo non dichiarato superare laltro rivale italiano, una Ducati mai cos in difficolt, anche in questa categoria. (m.cal.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

SABATO 19 OTTOBRE 2013

METEO

PER SAPERNE DI PI meteo.repubblica.it

63