You are on page 1of 2

Il calendario tzolkin, dei Maya definisce la nostra epoca come il tempo del non tempo e come la fase dell

autotrasformazione della materia. Ci avviciniamo alla fine dell'anno cosmico, alla fine del ciclo galattico del raggio di sincronizzazione galattico del nostro pianeta che secondo le ipotesi dalla cultura maya aprono la strada ad un campo risonante, una condizione vibratoria del pianeta di elevata coscienza planetaria. In questo momento la situazione del nostro mondo quantomai caotica e in autotrasformazione accelerata, sia da un punto di vista geomagnetico naturale che dal punto di vista umano. Quello che comune a tutte le tradizioni antiche in particolar modo al kaly Yuga della tradizione ind questo aspetto dell'accelerazione del disordine nell'equilibrio naturale delle cose. kaly significa conflitto disputa. gli indiani descrivono questa come l'et del ferro e della distruzione e della rapacit. nel testo del kaly yoga viene detto che il disordine nell equilibrio naturale, sia nella societ che nei suoi valori fondamentali si accentuer in un ritmo incessante e incessantemente accelerato. affermano che vi sar una follia evidente nelle masse che saranno coscientemente guidate da capi irresponsabili e malefici. letteralmente nel mundaga upanishad viene detto: trovandosi immersi nell'igronaza, sicuri di s, ritenendosi saggi gli schiocchi si aggirano urtandosi avvicenda come ciechi guidati da un cieco, agli uomini sar compagna la gelosia tormentati dall'invidia, irritabili, settari, incoscienti dei loro atti ci saranno minanacce di malattie, di fame, di paura, i ladri diventeranno re e i re diventeranno ladri. in un altro passo dl kaly yuga viene detto: come si pu pretendere di guadagnare il cielo tagliando gli alberi e uccidendo gli animali la tradizione ind descrive questo momento come il momento del massimo disordine dell equilibrio naturale ne pi ne meno quello che i maya definiscono il tempo dellautotrafozione della materia. il conflitto, la disputa, il disordine in natura e nei rapporti umani la dominante insieme all'autopunizione, alla narcosi collettiva che avvolge la stragrande maggioranza della popolazione. quindi un epoca di declino di voglia di vivere sempre pi flebile e di passivit rassegnata alla rapacit della dittatura delle merci e della finanza. i maya non hanno mai parlato della distruzione del mondo ma dell'autotrasformazione della materia e questa avviene anche attraverso un processo distruttivo e autogenerativo. attualmente la scienza si pone domande su fenomeni nuovi in apraticol modo sui fenomeni ad alta energia e su strane fasci di radioonde che hanno investito il ostro pianeta negli ultimi anni. quindi anche lascienza si schiere cosa ha innescato questra accelerazione dei processi biologici e autotrasformatori della materia ricercado la causa nello spazio esterno.

In un epoca di cos grande disordine e di passivit intellettuale, politica e umana pensiamo che sia fondamentale la pace e viverla in una societ di uguali aventi diritto. La distruzione dell'ambiente strettamente legata a quella della nostra civilt e della nostra cultura cresce a velocit esponenziali e con fenomeni di disordine entropico, di cataclismi climatici, variabilit veloce ed imprevista contemporaneamente ad una trasfomazione enorme di ci che ci circonda, continuiamo ad insistere sulla inevitabilit della guerra. le societ tecnocratiche hanno inventato un'ipocrisia lessicale e le chiamano missioni di pace. questa menzogna che la guerra sia inevitabile forse l elemento pi malefico ed autodistruttivo del nostro presente. le democrazie liberali mostrano sempre di pi il loro volto di impero mercantile la nostra stata negli ultimi 60 un conia di guerra che oggi volge ad un tramonto devastante e l'umanit sente il bisogno di un economia dell essere, siamo stufi della filosfia della rapacit. dobbiamo sostituire alla capacit lo scampi o alla competizione l empatia dall individualismo proprietaria alla gioa condivisa. Un'altra menzogna dominante la crescita economica. oggi il problema ridistribuire la ricchezza e i beni tra tutti i popoli. Non siamo noi a possedere la terra, la terra che ci ospita e sostiene la nostra vita. Dobbiamo offrire sovranit alla voglia di vivere, un mondo migliore possibile se passiamo da un ordine gerarchico alla sacralit della natura. La servit moderna al totalitarismo bancario una servit volontaria di masse di schivi allevate nell ignoranza del proprio asservimento e l'euro carestia che stiamo vivendo in qeusto momento una peste emozionale del profitto privato e del debito pubblicco. Mostare questo inganno la sovversione pi autentica. siamo asserviti a una dittatura finanziaria delle logge massoniche e delle elit bancarie sostenuta da una casta di politici criminali che tradiscono la costituzione e la democrazia e noi non ci riconosciamo pi in questo sistema, ci sentiamo sempre pi alieni rispetto questo stato di cose e affermiamo senza ipocrisie lessicali che la sovranit appartiene al popolo e lo stato ciascuno di noi. Ritualizzando il crimine e il delitto sacralizzano il profitto costringendo alla paura e alla passivit. Non accettiamo pi questo tipo di schiavit. Da Caino ad Abele il potere usa la contrapposizione duale per il comando globale. ora che finisca questa teatrino fratricida caino e ebale erano i figli di adamo e d eva oggi siamo una famiglia che deve smettere di uccidersi tra fratelli dopo qualche migliaio di anni forse il caso che finisca questo rito sanguinario idiota e insensato. la mia generazione lottav per la crativita al potere ora al potere ce' la criminalit