Sie sind auf Seite 1von 92

LabVIEW 2009 Tour

Alessandro PLANTAMURA
Agenda della giornata
1. Le novità di LabVIEW 2009 – l’ambiente di sviluppo
– Le novità e i miglioramenti nell’ambiente di sviluppo
– Strumenti per migliorare le performance
2. I nuovi moduli ed i nuovi toolkit
– NI LabVIEW Real-Time Module
– NI LabVIEW FPGA Module
– NI LabVIEW SoftMotion Module 2009
– NI LabVIEW Wireless Sensor Network (WSN) Module Pioneer
– NI Veristand
3. Aumento di performance grazie al nuovo hardware
– Nuovo Hardware di acquisizione dati
– NI DAQmx e Data Logging
4. Risorse LabVIEW
Caratteristiche di LabVIEW 2009
1. Novità dell’ambiente di sviluppo
A. Perchè LabVIEW 2009?
B. Cambiamenti all’ambiente LabVIEW
C. Miglioramenti di analisi e matematica
D. Gestione dell’esecuzione e delle risorse
E. Tools per aumentare la produttività
2. Add-on – fra novità e innovazione
3. Migliori prestazioni hardware
4. Risorse
A. Perchè LabVIEW 2009?
Passaggio a release annuali
7 Express

7.1
Service Pack
8.0 Programmato ogni 6 mesi
8.20

8.5

8.6
• Aggiornamento più
uniforme 2009

• Tempo di release noto 2010

2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011
A. Perchè LabVIEW 2009?
Release annuali e manutenzione software
• Con la sottoscrizione dei servizi per la manutenzione del
software, puoi ricevere automaticamente le release annuali e le
service pack semestrali
• E’ disponibile la manutenzione di singole licenze fino a un
massimo di 5, e per multilicenze adottate all’interno del tuo team
- Standard Service Program (SSP), Software Contract, Volume
Licence Agreement (VLA)
• SSP, Software Contract o VLA consentono un significativo
risparmio economico immediato e nel tempo
• Un esempio di costi:
Aggiornamento LV Full = € 1261, sw contract = € 525
Caratteristiche di LabVIEW 2009
1. Novità dell’ambiente di sviluppo
A. Perchè LabVIEW 2009?
B. Cambiamenti all’ambiente LabVIEW
C. Miglioramenti di analisi e matematica
D. Gestione dell’esecuzione e delle risorse
E. Tools per aumentare la produttività
2. Add-on – fra novità e innovazione
3. Migliori prestazioni hardware
4. Risorse
1. Novità dell’ambiente di sviluppo
Demo: Miglioramenti dell’ambiente di sviluppo
B. Cambiamenti all’ambiente LabVIEW
Trascinare file .PNG con VI Snippet

Trascina e rilascia gli


Snippet in LabVIEW
B.B. Cambiamenti
Cambiamentiall’ambiente
all’ambienteLabVIEW
LabVIEW
Miglioramenti della
Miglioramenti ricerca
della Quick
ricerca Drop
Quick Drop

• Algoritmo ottimizzato per la


ricerca sulla Palette e Quick
Drop
– Risultati ordinati per
rilevanza, non
alfabeticamente
• Miglioramenti alla finestra
Quick Drop per l’accesso agli
elementi del progetto

La ricerca di VI e oggetti è un po’ più intuitiva


B. Cambiamenti all’ambiente LabVIEW
Funzione Clean Up migliorata

Seleziona le porzioni di Clean Up

Come escludere le strutture dal Cleaned Up


B. Cambiamenti all’ambiente LabVIEW
Visualizzare le Probe nel Probe Watch Window

Semplifica il debugging con


la gestione globale delle
sonde
B. Cambiamenti all’ambiente LabVIEW
Editing facilitato con il nuovo Icon Editor

Sviluppa icone di VI
stratificate
Caratteristiche di LabVIEW 2009
1. Novità dell’ambiente di sviluppo
A. Perchè LabVIEW 2009?
B. Cambiamenti all’ambiente LabVIEW
C. Miglioramenti di analisi e matematica
D. Gestione dell’esecuzione e delle risorse
E. Tools per aumentare la produttività
2. Add-on – fra novità e innovazione
3. Migliori prestazioni hardware
4. Risorse
C. Miglioramenti di analisi e matematica
Miglioramenti al Curve Fitting

• Fitting Palette
– 1 nuovo VI
• B-Spline Fit
– 7 VI aggiornati
• Address offset and parameter bounds
• Paletta Curve Fitting avanzata
– 2 nuovi VI
• General Polynomial Fit Coefficients
• Polynomial Fit Intervals
C. Miglioramenti di analisi e matematica
Grafici matematici e proprietà
Nuovi Grafici 3D
• Contour • Pie
• Mesh • Scatter
• Quiver • Ribbon
• Stem • Waterfall
• Surface • Bar
• Comet

Nuovi Grafici 2D
• Compass • Plotmatrix
• Feather
• Errorbar
Caratteristiche di LabVIEW 2009
1. Novità dell’ambiente di sviluppo
A. Perchè LabVIEW 2009?
B. Cambiamenti all’ambiente LabVIEW
C. Miglioramenti di analisi e matematica
D. Gestione dell’esecuzione e delle risorse
E. Tools per aumentare la produttività
2. Add-on – fra novità e innovazione
3. Migliori prestazioni hardware
4. Risorse
1. Novità dell’ambiente di sviluppo
Demo: Miglioramenti dell’ambiente di sviluppo
D. Gestione dell’esecuzione e delle risorse
For Loop in parallelo

Distribuisci le iterazioni del For Loop attraverso più core

Analizza il codice esistente per


trovare For Loop da parallelizzare
D. Gestione dell’esecuzione e delle risorse
CPU Information Palette

Accedi programmaticamente alle informazioni sulla CPU


D. Gestione dell’esecuzione e delle risorse
Esegui ricorsivamente i VI di LabVIEW

Implementa
algoritmi ricorsivi
D. Gestione dell’esecuzione e delle risorse
Passa i dati con le Reference
Flusso di dati tradizionale: le Per reference: punti alla
diramazioni creano copie posizione di memoria

Data Reference

Data Copy Reference

Data Copy Reference

Riduci la memoria e aumenta le prestazioni


D. Gestione dell’esecuzione e delle risorse
LabVIEW 64-bit su Windows 64-bit

Windows Windows Windows


32-bit 64-bit 64-bit
Esecuzione in
User Mode LabVIEW LabVIEW LabVIEW
32-Bit 32-Bit 64-Bit

Esecuzione in Driver & Driver & Driver &


Kernel Mode Servizi Servizi Servizi
32-Bit 64-Bit 64-Bit
Caratteristiche di LabVIEW 2009
1. Novità dell’ambiente di sviluppo
A. Perchè LabVIEW 2009?
B. Cambiamenti all’ambiente LabVIEW
C. Miglioramenti di analisi e matematica
D. Gestione dell’esecuzione e delle risorse
E. Tools per aumentare la produttività
2. Add-on – fra novità e innovazione
3. Migliori prestazioni hardware
4. Risorse
E. Tool per aumentare la produttività
Processo di Software Engineering

Requirements Application Debugging &


Development Deployment
Gathering Architecture Testing

Strumenti di Software Engineering Best Practices


Requirements Design Patterns Dataflow VI Analyzer Application
Gateway Builder
Object MathScript Real Time
Orientation Execution Trace Real-Time
Statechart
Multicore Desktop FPGA
Simulation Execution Trace
Embedded
Express Unit Test
Framework
Caratteristiche di LabVIEW 2009
1. Novità dell’ambiente di sviluppo
2. Add-on – fra novità e innovazione
A. NI LabVIEW Real-Time
B. NI LabVIEW FPGA
C. NI LabVIEW SoftMotion
D. NI LabVIEW WSN Pioneer
E. NI VeriStand
3. Migliori prestazioni hardware
4. Risorse
A. NI LabVIEW Real-Time

Sviluppo di sistemi avanzati con la tecnologia Real-Time


• Real-Time Hypervisor
• MathScript RT Module
• Programmazione orientata agli oggetti
Distribuzione, sincronizzazione e comunicazione tra sistemi
Real-Time
• Absolutely Timed Structures
• Nuove funzioni di rete più avanzate
• Replicazione di sistemi
• Secure Web Services (SSL)
A. NI LabVIEW Real-Time

Sviluppo di sistemi avanzati con la tecnologia Real-Time


• Real-Time Hypervisor
• MathScript RT Module
• Programmazione orientata agli oggetti
Distribuzione, sincronizzazione e comunicazione tra sistemi
Real-Time
• Absolutely Timed Structures
• Nuove funzioni di rete più avanzate
• Replicazione di sistemi
• Secure Web Services (SSL)
A. NI LabVIEW Real-Time
Un sistema Real-Time
I sistemi real-time sono deterministici: garantiscono che le
operazioni finiscono on time, everytime

I sistemi deterministici sono prevedibili.

Caratteristiche:
– Elevato determinismo
– Basso jitter

In un sistema real time, tutti i componenti devono essere real time


A. NI LabVIEW Real-Time
Virtualizzazione

Che cos’è la virtualizzazione?


• Il termine: astrazione di una qualsiasi risorsa del computer
• Nella pratica: esecuzione di due o più sistemi operativi
sulla stessa macchina

Windows

LabVIEW
Real-Time
Linux…
A. NI LabVIEW Real-Time
Real-Time Hypervisor

• Esegue in parallelo
Windows XP LabVIEW Real-Time
LabVIEW Real-Time e
Windows XP

NI Real-Time Hypervisor • Divide dispositivi I/O,


RAM, e CPU tra sistemi
operativi

I/O RAM CPUs • Usa la tecnologia di


virtualizzazione e Intel-VT
A. NI LabVIEW Real-Time
Real-Time Hypervisor

• Esegui due SO in parallelo con la Real-Time Hypervisor


virtualizzazione Hardware Support
• Vantaggi:
– Ridurre costo e consumo PXI Dual- and
dell’hardware Quad-Core
Controllers
– Migliorare l’utilizzo delle risorse
multicore

New NI
Industrial
Controller
A. NI LabVIEW Real-Time
Demo:consolidamento – riduci il costo dell’
Hardware, la presenza di cavi, e il formato

Sistema virtualizzato con NI Real-Time


Hypervisor
A. NI LabVIEW Real-Time
Modulo MathScript RT

• Vantaggi
– Compilare ed eseguire file MathScript su qualsiasi target
embedded di National Instruments
– Prestazioni e velocità paragonabili a G
– Utilizzo della memoria paragonabile a G
• Considerazioni
– Supporto aggiuntivo per i sistemi Real-Time
– Disponibile per Windows XP e LabVIEW Real-Time
– Da aquistare adesso, come gli altri moduli
– Gratis per clienti con la licenza SSP attiva per la versione 8.6
A. NI LabVIEW Real-Time
Miglioramenti di MathScript

• Passaggio a una sintassi fortemente tipizzata


– La valutazione e l’analisi del tipo di dati viene effettuata
durante la compilazione e non durante l’esecuzione
• Propagazione dei tipi
A. NI LabVIEW Real-Time

Sviluppo di sistemi avanzati con la tecnologia Real-Time


• Real-Time Hypervisor
• MathScript RT Module
• Programmazione orientata agli oggetti
Distribuzione, sincronizzazione e comunicazione tra sistemi
Real-Time
• Absolutely Timed Structures
• Nuove funzioni di rete più avanzate
• Replicazione di sistemi
• Secure Web Services (SSL)
A. NI LabVIEW Real-Time
Confronto fra le tecnologie di sincronizzazione
Precisione

nanosec

picosec
PXI Multichassis
GPS
microsec IRIG-B
Time-based
millisec
Signal-based

sec

<10-4m 10-2m 100m 101m 102m 103m 104m 105m Global


Prossimità
A. NI LabVIEW Real-Time
Absolutely Timed Structures

Sincronizzazione di eventi su target real-time distribuiti


A. NI LabVIEW Real-Time
Absolutely Timed Structures
• Generazione di eventi in un
preciso momento in un
giorno specifico
• Sincronizzazione di target
multipli distribuiti
Metodi di sincronizzazione:
• GPS
• NTP
• IEEE 1588
– NI PXI/PCI – basato su Hardware (PXI-6682, PCI-1588)
– Target VxWorks – basato su Software
• Skew sub-millisecondo realizzato con software 1588
• Software Synchronization Beta Program
A. NI LabVIEW Real-Time
Demo: Absolutely Timed Structures
A. NI LabVIEW Real-Time
Back up con la replicazione di sistemi

Programmaticamente
sulla rete

Back Up e ripristino di target real-time

Programmaticamente
sulla rete

Oppure

RT Desktop PC Utility
USB drive
Caratteristiche di LabVIEW 2009
1. Novità dell’ambiente di sviluppo
2. Add-on – fra novità e innovazione
A. NI LabVIEW Real-Time
B. NI LabVIEW FPGA
C. NI LabVIEW SoftMotion
D. NI LabVIEW WSN Pioneer
E. NI VeriStand
3. Migliori prestazioni hardware
4. Risorse
B. NI LabVIEW FPGA
Miglior compilazione - Feedback e Debugging

• Integrazione del compilatore Xilinx


– Stima delle risorse più intuitiva
– Evidenziazione dei percorsi critici per violazioni temporali
– Compilatore ottimizzato: opzioni di dimensioni e velocità
• IP più performanti per elaborazione matematica e del segnale
• Migliore integrazione sull’Host attraverso interfaccia C per FPGA
B. NI LabVIEW FPGA
Nuova finestra di compilazione
Barra di Finestra di
avanzamento e compilazione
stato di output non modale

Compile
Seleziona report Server

Stima delle risorse


Finestra di output
più rapida

Allarmi Barra di
avanzamento
- visualizzazione
B. NI LabVIEW FPGA
Debug della violazione temporale
B. NI LabVIEW FPGA
IP - nuove e migliorate
• Nuovo
– Elaborazione matematica avanzata
• Aritmetica
• Logaritmo naturale
• Funzioni trigonometriche

– FIFO/Memory Profiling
• Controlli sui nomi di FIFO e memoria
• Numero di elementi per lettura/scrittura

– Nuovo IP su IPNet (ni.com/ipnet)


• RF, filtro digitale, protocolli digitali
B. NI LabVIEW FPGA
IP - nuove e migliorate
• Ottimizzazione per:
– FFT, Window, Resample
• Supporto per clock rate a 100MHz

– Fixed-Point Cast
• Bitwise cast

– Feedback Node
• Pipeline multipli in un solo nodo
• Enable Input

– Digital Filter Design Toolkit


• Supporto per dati di tipo FXP
• Integrato in IP Generator
B. NI LabVIEW FPGA
Demo: compilazione e creazione di variabili User-
Defined
Caratteristiche di LabVIEW 2009
1. Novità dell’ambiente di sviluppo
2. Add-on – fra novità e innovazione
A. NI LabVIEW Real-Time
B. NI LabVIEW FPGA
C. NI LabVIEW SoftMotion
D. NI LabVIEW WSN Pioneer
E. NI VeriStand
3. Migliori prestazioni hardware
4. Risorse
C. NI LabVIEW SoftMotion
Motion Control per NI CompactRIO

• Nuovo modulo LabVIEW NI SoftMotion


– Sviluppo semplificato per applicazioni da
movimentazione a singolo asse fino ai movimenti
complessi basati su coordinate.
– Funzioni di movimentazione di alto livello

• Nuovi moduli di interfaccia drive NI serie C


per NI CompactRIO
– Connettività a centinaia di motori
servo e stepper
– Supporto NI Scan Engine
C. NI LabVIEW SoftMotion
Strumenti di configurazione
• Configurazione da progetto LabVIEW
• Movimentazione assi
• Spazio delle coordinate
• Tabelle di contorni
• Finestra di configurazione grafica
• Strumento di regolazione di loop di
controllo
• Test panel interattivo
• Integrazione SolidWorks
C. NI LabVIEW SoftMotion
Programmazione API
• Esecuzione di un task specifico
• Include input e output
• Possono essere connessi insieme per
creare traiettorie complesse

•API a blocchi funzione ad alto livello


• Basato sullo standard PLCopen
• Comportamento real-time asincrono
• Metodi
• Nodi di interfaccia asse
Caratteristiche di LabVIEW 2009
1. Novità dell’ambiente di sviluppo
2. Add-on – fra novità e innovazione
A. NI LabVIEW Real-Time
B. NI LabVIEW FPGA
C. NI LabVIEW SoftMotion
D. NI LabVIEW WSN Pioneer
E. NI VeriStand
3. Migliori prestazioni hardware
4. Risorse
D. NI
NI LabVIEW
LabVIEW WSN
WSN Pioneer
Pioneer
Wireless Sensor Network (WSN)
Wireless Sensor Network (WSN)

• Monitoraggio ambientale
• Monitoraggio strutturale
• Monitoraggio macchine
industriali
• Qualità e consumo energetico
• Automazione edile
• Assistenza sanitaria
• Monitoraggio di asset
D. NID.LabVIEW WSN WSN
NI LabVIEW Pioneer
Pioneer
Componenti Wireless Sensor Network
Componenti Wireless Sensor Network
Nodi di Misura WSN

Ossigeno
Temperatura dissolto

Host Controller

Radio

IEEE 802.3 Batteria


Ethernet Microcontrollore
Circuito analogico
NI WSN Gateway Tensione
Interfaccia sensore
D. NI LabVIEW WSN Pioneer
WSN – sensori supportati
D. NI LabVIEW WSNWSN
NI LabVIEW Pioneer
Pioneer
Programmazione con LabVIEW
Programmazione con LabVIEW
Funzionalità dispositivo
– Accesso ad I/O elementari
– Rilevamento commutazioni digitali
– Configurazione programmatica del nodo (frequenza di campionamento,
riduzione del rumore, tipo di termocoppia, ecc.)
– Allarmi locali e LED utente
– Memoria utente a 32KB per la registrazione dati
Funzioni LabVIEW supportate
– Strutture di base (while loop, for loop, case structure, ecc.)
– Nodo C Inline
– Matematica a virgola fissa (emulazione a virgola mobile)
– Palette delle funzioni trigonometriche, esponenziali e iperboliche
Funzioni LabVIEW non supportate
– LabVIEW Style debugging (invia e riceve stringhe di debug)
– Libreria di analisi (lvanlys.dll)
– Esecuzione parallela (ogni loop deve terminare prima che
inizi il seguente)
D. NI LabVIEW
D. NI LabVIEW WSN Pioneer WSN Pioneer
Creazione
Creazione di undi un sistema
sistema Sistema WSN Sistema
WSN
• Acquisizione e monitoraggio dei i dati di misura
• Analisi e registrazione dei dati raccolti
• Allarmi e funzioni decisionali
• Presentazione dei risultati su interfacce utente
professionali

• Web
• Database
• Report

• Maggiore durata delle batterie


• Analisi personalizzate
• Funzioni decisionali embedded
D. NI LabVIEW WSN Pioneer Demo:
acquisizione e analisi di dati

Temperatura
Caratteristiche di LabVIEW 2009
1. Novità dell’ambiente di sviluppo
2. Add-on – fra novità e innovazione
A. NI LabVIEW Real-Time
B. NI LabVIEW FPGA
C. NI LabVIEW SoftMotion
D. NI LabVIEW WSN Pioneer
E. NI VeriStand
3. Migliori prestazioni hardware
4. Risorse
E. NI VeriStand
Test Real-Time
Test stimolo – risposta

Test di durata

Test ambientale

Test tunnel del vento

Test dinamometrico

Test Hardware-in-the-Loop
. . .
E. NI VeriStand
Test Real-Time
• Stimoli Real-Time • Controllo Closed-Loop
• Data-Logging • Esecuzione deterministica
• Interfaccia Run-time editabile del modello
• Canali calcolati • Allarmi
• Configurazione I/O • Gestione utente
• Sincronizzazione Multi-Chassis

Real-Time OS

Real-Time Testing and Simulation Software


E. NI VeriStand
Supporto Hardware

• La maggior parte dei • Lambda Power Supply


dispositivi NI-DAQmx (inclusi • NI Timing e Sync
Serie X & SCXI) • Dispositivi NI-XNET
• Dispositivi Serie R • Dispositivi NI-FIU
• Dispositivi NI-CAN • Dispositivi Custom
• Interfaccia Goepel LIN
Caratteristiche di LabVIEW 2009
1. Novità dell’ambiente di sviluppo
2. Add-on – fra novità e innovazione
3. Migliori prestazioni hardware
A. Modularità e prestazione avanzate con NI CompactDAQ
B. Acquisizione dati più veloce e nuova tecnologia di
sincronizzazione con le schede NI DAQ Serie-X
C. TDMS Data Streaming per dispositivi DAQmx
D. Maggiore flessibilità per lo Scan Mode nel CompactRIO e
integrazione FPGA
4. Risorse
A. NI CompactDAQ
20 anni di acquisizione dati

PXI NI Wi-Fi DAQ


X Series
Ethernet DAQ
USB
NuBus R Series
PCI PCI Express
1989 1996 2004 2006 2009
1988 1995 1998 2003 2005 2008
PXI Express
ISA E Series
NI CompactDAQ WSN

M Series
A. NI CompactDAQ
Due nuovi Chassis

cDAQ- 9178
(Chassis a 8 Slot)

cDAQ- 9174
(Chassis a 4 Slot)
A. NI CompactDAQ
Due nuovi Chassis – caratteristiche

Blocco per il
cavo
BNC per segnali di
Clock/Trigger
(solo per 8 slot)

Nuovo Connettore per l’alimentazione


A.
A. NI CompaqDAQ NI CompaqDAQ
GestoriGestori multipli
multipli per per la degli AI
la temporizzazione
temporizzazione degli
Esegue moduli a frequenze diverseAI
A. NI CompaqDAQ
A. NI CompaqDAQ
Gestorimultipli
Gestori multipliper
perlalatemporizzazione
temporizzazionedegli
degliAI
AI
Caratteristiche di LabVIEW 2009
1. Novità dell’ambiente di sviluppo
2. Add-on – fra novità e innovazione
3. Migliori prestazioni hardware
A. Modularità e prestazione avanzate con NI CompactDAQ
B. Acquisizione dati più veloce e nuova tecnologia di
sincronizzazione con le schede NI DAQ Serie-X
C. TDMS Data Streaming per dispositivi DAQmx
D. Maggiore flessibilità per lo Scan Mode nel CompactRIO e
integrazione FPGA
4. Risorse
B. NI X-Series
X Series – principali caratteristiche

Accessori Tecnologia
della serie M NI-STC3 per
clock/trigger

Ottimizzazioni software Interfaccia PCI Express


con NI-DAQmx ad alta velocità
B. NI X-Series
Demo: Mr Potato!
B. NI X-Series
Demo: Mr Potato!
Caratteristiche di LabVIEW 2009
1. Novità dell’ambiente di sviluppo
2. Add-on – fra novità e innovazione
3. Migliori prestazioni hardware
A. Modularità e prestazione avanzate con NI CompactDAQ
B. Acquisizione dati più veloce e nuova tecnologia di
sincronizzazione con le schede NI DAQ Serie-X
C. TDMS Data Streaming per dispositivi DAQmx
D. Maggiore flessibilità per lo Scan Mode nel CompactRIO e
integrazione FPGA
4. Risorse
C. TDMS
Formato File

• Formato file raccomandato da NI per il salvataggio di dati di


misura
– Supportato dalle piattaforme software NI
– Amplia documentazione per il supporto in applicazioni di
terze parti
– Apribile nei più diffusi pacchetti per l’analisi
• Excel
• OpenOffice
• MATLAB
C. TDMS
Come funziona

• I dati vengono acquisiti dai dispositivi DAQ


• Un canale DMA muove i dati al Kernel Memory
• DMA scrive direttamente su disco

LabVIEW
User Mode
Kernel Mode
Kernel Mode Buffer
DMA
DMA
C. TDMS
Prima – trasferivo i dati con i VI TDMS
C. TDMS
Ora – utilizzo i le API DAQmx
Caratteristiche di LabVIEW 2009
1. Novità dell’ambiente di sviluppo
2. Add-on – fra novità e innovazione
3. Migliori prestazioni hardware
A. Modularità e prestazione avanzate con NI CompactDAQ
B. Acquisizione dati più veloce e nuova tecnologia di
sincronizzazione con le schede NI DAQ Serie-X
C. TDMS Data Streaming per dispositivi DAQmx
D. Maggiore flessibilità per lo Scan Mode nel CompactRIO e
integrazione FPGA
4. Risorse
D. NI Scan Mode
Esempio di NI CompactRIO

Interfaccia Processore FPGA Moduli di


utente Real-Time Riconfigurabile I/O

LabVIEW LabVIEW RT LabVIEW FPGA Driver I/O


D. NI Scan Mode
Aggiungere dati del FPGA allo Scan Engine
NI CompactRIO
LabVIEW Real-Time FPGA

I\O modules – SCAN Interface


I\O modules – FPGA Interface
LabVIEW Real-Time NI Scan Engine
I/O Variables
RIO Scan
I/O memory Interface
table

User FPGA data Timing

FPGA Host Interface LabVIEW FPGA


VI
D. NI Scan Mode
Aggiungere dati del FPGA allo Scan Engine
D. NI Scan Mode
D. NI Scan Mode
CompactRIO Expansion
CompactRIO ChassisChassis
Expansion
D. NI Scan Mode
Demo: API per il riconoscimento degli I/O

• Rileva e configura gli I/O in Scan Mode programmaticamente


(non per l’ expansion chassis)
– Tipo di termocoppia
– Guadagno delle misure di tensione
– Proprietà dei digitali speciali
• Uso delle variabili User Defined
Caratteristiche di LabVIEW 2009
1. Novità dell’ambiente di sviluppo
2. Add-on – fra novità e innovazione
3. Migliori prestazioni hardware
4. Risorse
Prova l’intera LabVIEW Platform
Prova
Valuta per l’intera
30-giorni
30 giorni LabVIEW
la versione Platform
completa di LabVIEW e degli oltre
25 prodotti aggiuntivi, inclusi…
LabVIEW Development System Real-Time Execution Trace Toolkit
LabVIEW SignalExpress Real-Time Module
Adaptive Filter Toolkit Report Generation Toolkit for Microsoft Office
Advanced Signal Processing Toolkit Simulation Interface Toolkit
Control Design and Simulation Module SoftMotion Module
Database Connectivity Toolkit Sound and Vibration Suite
DataFinder Toolkit Statechart Module
Datalogging and Supervisory Control Module System Identification Toolkit
Desktop Execution Trace Toolkit Touch Panel Module
Digital Filter Design Toolkit Unit Test Framework Toolkit
FPGA Module VI Analyzer Toolkit
Internet Toolkit Vision Development Module
MathScript RT Module
Microprocessor SDK Also includes…
Mobile Module NI Device Drivers
NI Motion Assistant
PID Control Toolkit
ni.com/trylabview
LabVIEW 2009 Main Page

ni.com/labview/whatsnew
LabVIEW 2009 Features Page

ni.com/labview/whatsnew/features
LabVIEW – sistemi operativi supportati

ni.com/labview/os_support.htm
LabVIEW - supporto per lo sviluppo

Un solo indirizzo per trovare tutto il codice ni.com

• EPD Example Programs


• Program Drivers Updates
• Community Examples
• FPGA IP Examples
• Text Based Examples

ni.com/code
Proteggi il tuo investimento – La formazione
• La formazione rappresenta una opportunità importantissima e
a supporto del miglior ritorno del tuo investimento nel tempo
• La formazione ti aiuta a ridurre notevolmente i tempi di
sviluppo e di risoluzione dei problemi. Rispetti i tempi del
progetto.
• Con la formazione l’aggiornamento dei tuoi progetti è
immediata e sfrutti le migliori tecniche o nuove funzionalità
• Vi sono molteplici corsi per diversi livelli di competenza e per
tutte le piattaforme software
• I corsi possono essere organizzati anche presso la tua sede e
l’agenda degli argomenti personalizzata in base alle tue
necessità
Riepilogo della giornata
√ 1. Le novità di LabVIEW 2009 – l’ambiente di sviluppo
– Le novità e i miglioramenti nell’ambiente di sviluppo
– Strumenti per migliorare le performance
√ 2. I nuovi moduli ed i nuovi toolkit
– NI LabVIEW Real-Time Module
– NI LabVIEW FPGA Module
– NI Veristand
– NI LabVIEW SoftMotion Module 2009
– NI LabVIEW Wireless Sensor Network (WSN) Module Pioneer
√ 3. Aumento di performance grazie al nuovo hardware
– Nuovo Hardware di acquisizione dati
– NI DAQmx e Data Logging
√ 4. Risorse LabVIEW
Contatti

alessandro.plantamura@ni.com