You are on page 1of 4

LETTERA ALLE FAMIGLIE

D E L L U N I T A P A S T O R A L E

DI

CAPEZZANO P.re - MONTEGGIORI - S. LUCIA


Via Sarzanese 147 - Tel. 0584 914007 - 347 64 66 961
e-mail: parrocchia.capezzano@alice.it

Visitateci sul Sito Internet: chiesacapezzano.org

N 703

5 APRILE 2015

OTTAVA DI PASQUA - LITURGIA DELLE ORE I SETTIMANA

IL SIGNORE E VERAMENTE RISORTO


Nel buio della notte ardono dei fuochi sui sacrati delle nostre chiese. Il sacerdote
benedice quel fuoco che servir a far ardere un cero. Con quella luce verr
squarciato il buio, la luce di Cristo, il cero pasquale.
Seguendo quell'unica scia, entriamo festanti nella chiesa, da quel cero attingiamo
la nostra luce, la fede che gi ci fu donata nel giorno del nostro battesimo. Ora
tutta la chiesa splende, tutta la chiesa canta la gioia del Cristo risorto. la nostra
veglia, la splendida conclusione dei tre lunghi giorni d'attesa. Ora il mondo intero
illuminato dalla luce di Cristo: la Pasqua del Signore. Ascoltiamo la nostra
storia, quella che affonda nei tempi lontani, quella che noi stiamo vivendo, quella
che sar fino alla fine dei tempi. Arriviamo al mattino radioso, al mattino del
Risorto, arriviamo fino al culmine alla pienezza della storia.
Corriamo anche noi al sepolcro per avere la certezza che vuoto. Ci rechiamo al
cenacolo per vederlo vivo, per ascoltare l'annuncio della sua pace. Vogliamo
convincerci fino in fondo che la sua pasqua anche la nostra pasqua. Vogliamo
essere certi, come Tommaso, che per le sue piaghe siamo salvati e redenti.
Vogliamo respirare a pieni polmoni l'aria buona del mattino di Pasqua. Dobbiamo
alimentare la gioia con la certezza di essere stati rigenerati, ricreati, redenti. Non
possiamo neanche per un istante restare nel dubbio che la vittima sia ancora chiusa
in un sepolcro, vogliamo liberarci dall'atroce pensiero di aver ucciso per sempre il
Figlio di Dio. Vogliamo vedere vuoti anzitempo i nostri sepolcri e spalancate le
porte del cielo. Vogliamo far sentire a Dio la nostra lode, la nostra gratitudine, il
nostro rinnovato impegno di fedelt. Vogliamo che la Pasqua diventi il pensiero
dominante della nostra vita, la fonte della nostra speranza, il primo motivo del
nostro amore a Cristo. Vogliamo poterci dire "Buona Pasqua" e sapere come
renderla buona e santa per ognuno di noi, non solo oggi, ma per tutta la vita, per
l'eternit.

Noi, Signore, troppe volte ti abbiamo lasciato solo.


Siamo venuti nel Cenacolo tante volte, ma non siamo entrati nel mistero, non
abbiamo capito ci che tu hai fatto.
Nel Getsemani ci siamo addormentati, e ti abbiamo lasciato solo a gemere,
solo a vegliare, solo a pregare.
Ci siamo spinti nel cortile del Sommo Sacerdote, o davanti al pretorio di
Pilato, ma non ci siamo schierati per te.
Come Pietro abbiamo preso le distanze, ti abbiamo rinnegato,
ti abbiamo rifiutato e come gli apostoli, abbiamo realizzato una nostra fuga.
Spesso la nostra presenza accanto a te
solo rito esteriore, solo curiosit superficiale.
Ti sei incamminato sulla strada del Calvario, e noi non abbiamo accettato la
tua croce. Noi non l'accettiamo mai.
Ci siamo ribellati quando la tua croce
ci veniva offerta in modo misterioso.
Sei andato solo al Calvario
pur camminando in mezzo alla folla.
Non abbiamo sofferto con te, il nostro cuore non si spezzato
come il velo del tempio.
Spesso non abbiamo accolto il tuo grido
lanciato tra terra e cielo mentre spiravi.
Ma ora, Signore, abbiamo capito qual il prezzo del tuo amore. Abbiamo
ascoltato le tue parole, abbiamo fissato te,
crocifisso e trafitto dalla lancia del soldato e ci sentiamo invitati a realizzare
la parola del profeta che dice
"Volgeranno lo sguardo a Colui che hanno trafitto".
Noi guardiamo a te, Signore, in questo giorno glorioso.
Noi vogliamo dirti che d'ora in poi non ti lasceremo pi solo.
Tu sei il primo della fila di coloro che cercano Dio.
Dietro a te noi vogliamo camminare,
con la certezza che nella grande sera della tua Pasqua,
ti incontreremo nella luce sfolgorante della tua Risurrezione.
E certi della tua presenza affronteremo le nostre responsabilit e ti

cercheremo per amarti anche nei nostri fratelli.

Pasqua.
Non un'immagine, non una favola, non un mito:
veramente la Pasqua del Signore.
Perci, chi ama il Signore si rallegri in questa festa di gioia.
Il servitore fedele entri nella gioia del suo Signore.
Chi ha atteso questo giorno, riceva la sua ricompensa.
Chi ha lavorato fin dalla prima ora, riceva oggi il salario che gli dovuto, chi
arrivato dopo la terza, sia lieto nel rendere grazie; chi giunto dopo la sesta
non abbia paura; chi ha tardato fino alla nona, venga senza esitare; chi
arrivato all'ultima ora non creda di essere arrivato troppo tardi.
Perch il padrone buono, accoglie l'ultimo come il primo, concede il riposo
all'operaio dell'ultima ora come a quello della prima, ha misericordia
dell'ultimo e premia il primo.
Al primo d, all'ultimo regala. Apprezza l'operato di ciascuno, loda ogni
intenzione. Entrate tutti nella gioia del Signore; primi e secondi, ricevete tutti
la ricompensa; siate tutti nella gioia, onorate tutti questo giorno!
Pasqua! Nessuno pianga la sua miseria: il regno di Dio aperto a tutti.
Nessuno si rattristi per il suo peccato: il perdono si levato dal sepolcro.
Nessuno abbia paura della morte perch il Salvatore ci ha liberati dalla morte.
Noi ti preghiamo, Signore Dio; ti preghiamo, Cristo, nostro Re in eterno:
stendi le tue mani su questa Chiesa da te santificata, su questo popolo che ti
appartiene. Proteggilo, custodiscilo, conservalo; combatti e sottometti
l'avversario, vinci quelli che servono le tenebre. Sii tu la nostra guida, la
nostra speranza, la nostra gioia, la nostra vittoria, la nostra risurrezione.
Concedici di cantare l'inno del trionfo: poich tua la gloria la potenza e
l'onore nei secoli dei secoli. Amen!

CALENDARIO DELLA SETTIMANA


DOMENICA 5 APRILE - la PASQUA del SIGNORE
Sante Messe Ore 8,30 - 11
Ore 10 a Santa Lucia
N. B. - Le uova saranno benedette al temine di tutte le Sante Messe, anche
quella della veglia pasquale.
LUNED 6 - Luned dellAngelo
Sante Messe Ore 8,30 - 11
VENERDI 10
Ore 21
Incontro per Genitori Padrini e Cresimandi
SABATO 11
Ore 14,30
Pulizia della Chiesa
Ore 16,30
Confessioni
Ore 18
Santa Messa Festiva
DOMENICA 12 APRILE
Sante Messe Ore 8,30 - 11
Ore 10 a Santa Lucia
GIORNATA DI RITIRO PER I CRESIMANDI
Ore 14,30
Pomeriggio Insieme
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

1 M AG G I O 2 0 1 5 - G I TA A
DELTA DEL PO E ABBAZIA DI POMPOSA
Ore 06:00 partenza da Capezzano Pianore per Gorino Ferrarese dove la Motonave
Principessa ci attende per limbarco. Inizio della minicrociera guidata nel Delta del
Po. Il pranzo verr servito a bordo.
Alle ore 15:30 raggiungeremo lAbbazia di Pomposa. QUOTA INDIVIDUALE DI
PARTECIPAZIONE 75,00
PER INFORMAZIONI: CENTRO MISSIONARIO CAPEZZANO PIANORE SABATO POMERIGGIO E DOMENICA
MATTINA TEL: 0584/913617

----------------------------------------------------------------------SONO TORNATI ALLA CASA DEL PADRE


Granaiola Marino Domenici Serafina
Corfini Alceste - Del Signore Diva
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Cristo doni la sua pace ai nostri cuori


e ci apra alle meraviglie della sua grazia!

B U O N A

P A S Q U A!