Sie sind auf Seite 1von 1059

Luis Alonso Schkel

D IZ IO N A R IO
DI

EBRAICO
BIBLICO
Consulenza scientifica di
G ia n L uigi P ra to

SAN PAOLO

Luis Alonso Schkel

DIZIONARIO
DI
EBRAICO BIBLICO
Edizione italiana
a cura di M arco Zappella
C onsulenza scientifica
di Gian Luigi Prato

SAN PAOLO

EDIZIONI SAN PAOLO s .r l, 2013


Piazza Soncino, 5 - 20092 Cinisello Balsamo (Milano)
www.edizionisanpaoIo.it
Distribuzione: Diffusione San Paolo s.r.l.
Corso Regina Margherita, 2 - 10153 Torino
ISBN: 978-88-215-7742-0

PER L'EDIZIONE SPAGNOLA

DIRETTORE DELL'OPERA
Luis A lonso Schkel, Pontificio Istituto Biblico, Rom a
DIRETTORE ASSISTENTE
V ictor M oria, Universidad de D eusto, Bilbao
DIRETTORE TEC N IC O
Vicente C ollado, Facultad de Teologia, Valencia
ASSISTENTI D I REDAZIONE
Santiago Bretn, Pontificio Istituto Biblico, Rom a
Juan Esquivias, Pontificio Istituto Biblico, G erusalem m e
COLLABORATORI
J. A surm endi E Echevarria - A. Gii M odrego O. G onzlez
S. Guijarro - J. Lamelas - R.H. Lugo - C.E. M aciel del Rio
J. M enchn - V. M oria - M. Peinado - J. Brez Basanta
T. R am irez - J.M. Sam per - J.P. Tosaus - V. Vilar

PER L'EDIZIONE ITALIANA

RESPONSABILE DELL'EDIZIONE
. Marco Zappetta, Edizioni San Paolo
CONSULENZA SCIENTIFICA
Gian Luigi Prato, Universit Roma III
RESPONSABILE DELLIMPAGINAZIONE
Ombretta Pisano
RESPONSABILI DELLA TRADUZIONE
Teodora Tosatti
Rita Torti M azzi (lettera 3)
REVISORI
Sergio Henriquez Ramirez, Pont. Univ. Santa Croce
Gian Luigi Prato, Universit Roma III

INTRODUZIONE

1.
Descrizione Questo un dizionario bilingue, dell'uso e per l'uso. Questi
termini vanno giustificati o spiegati. E bilingue: appartiene cio a una specie diversa
da quella del dizionario monolingue, sempre che quest'ultim o esista. E vero che il
dizionario di Maria Moliner, tanto per citare un esempio illustre, si presenta come
scritto interamente in spagnolo; eppure, quando enuncia o descrive il significato di
un termine, usa un metalinguaggio: nella spiegazione, i termini della lingua corren
te o scientfica si assoggettano alle condizioni del metalinguaggio,
Anche un dizionario bilingue pu ridursi a illustrare con un metalinguaggio (della
lingua di arrivo) il contenuto semantico del termine nella lingua di partenza. Cos
avviene per quello, utilissimo sebbene selettivo, di Jenni - W estermann per l'Antico
Testamento, o per quello del Nuovo Testamento per campi semantici di Nida Louw.

.
Il dizionario bilingue classico propone una voce, normalmente una parola, nella
lingua di partenza e aggiunge una o pi corrispondenze nell'altra lingua. Nel nostro
caso come un gigantesco e leggendario san Cristoforo che si carica sulle spalle
una parola e la trasporta da una lingua all'altra, attraversando miglia e secoli, o, se
si preferisce, un traghetto instancabile e minuscolo, che trasporta le parole una per
una, da una sponda all'altra.
Il presente dizionario ricorre in m odo parco, economico, alla descrizione se
mantica in metalinguaggio, e si concentra con generosit sui sistemi di corrispon
denze.
Dicendo dtW uso pensiamo a un corpus lim itato di testi, quasi tutti letterari.
Qualsiasi dizionario estrae le parole dalla lingua parlata e scritta. La nostra minie
ra costituita semplicemente dalla Bibbia ebraica (pi i codici ebraici del Siracide),
con tutti i vantaggi e i limiti offerti da un corpus cos ridotto. Circa cinquemila
parole, molte delle^uali utilizzate una volta sola o poche volte.
La nostra Bibbia ebraica costituita in grandissima parte da testi letterari: po
esia, prosa narrativa, oratoria (Dt), saggio (Qo). Il testo letterario utilizza la lin
gua facendo attenzione allo stile: il dizionario deve assolutam ente tenerne conto.
Questo dizionario si basa sul lavoro previo di una traduzione letteraria completa
della Bibbia. Il traduttore letterario si immerge nel testo originale, lo analizza per
osservare procedimenti e sfumature. Quando lo traduce studia diverse possibilit,

INTRODUZIONE

Vili

esamina, appura, scarta e conserva la possibilit che ritiene migliore, senza per
dimenticare le altre,
2.

Rinunce Non abbiamo voluto redigere un dizionario etimologico, storico o

comparativo.

a) Per dedurre il significato di una parola, la semplice etimologia non basta. L'ita
liano salita e lo spagnolo salida (uscita) derivano dal verbo latino salire (saltare):
che cosa succede quando uno spagnolo legge "salita" sulla porta di un autobus?
Conoscere il latino non chiarisce il significato del termine. Liquore deriva dal latino
licjuere (essere liquido), ma non ogni liquido un liquore. Parola deriva dal greco
attraverso il latino parabola (paragone). Quando si conosce il significato
di una parola in una lingua, risalire alla sua etimologia pu essere istruttivo e diver
tente; affidarsi airetimologia per dedurre il significato di una parola un'avventura
troppo rischiosa.
b) Non abbiamo preteso neppure di mostrare levoluzione storica del significato
delle parole airinterno della Bibbia ebraica. Quando si in possesso di un corpus
letterario perfettamente datato, grazie all'informazione esterna, possibile studiar
ne la semantica storica. Datare oggi con solida probabilit i testi biblici un gioco
basato su ipotesi o speculazioni. In alcuni casi possiamo segnalare, per esempio, un
uso recente, come quando un termine o un significato si restringe a l-2Cronache,
Daniele, Esdra e Neemia, libri sicuramente tardivi.
c) Per stabilire il significato di una parola non decisiva neppure la comparazione
con lingue affini. L'inglese Knight non viene chiarito dal tedesco Knecht, e neppure
silly da selig, n l'italiano cavalleria dallo spagnolo caballeria. Coloro che imparano
lingue straniere cadono molto spesso nella trappola della somiglianza superficiale:
actually non equivale ad attualmente; dispose o f non significa disporre di-, pourtant non
equivale a pertanto; il verbo spagnolo presumir in inglese non si dice lo presume; scholar
non significa scolaro. Alle false analogie e ambigue affinit, sia fra inglese e italiano,
sia fra spagnolo e italiano, sono dedicati interi libri.
Detto questo, lo studio comparato delle lingue affini ha un valore in s, e a un
dizionario ebraico-italiano pu offrire due servizi: permette di distinguere due radici
omofone in ebraico e diverse in un'altra lingua; nei casi di significato dubbio o sco
nosciuto, i dati di lingue affini aiutano a formulare congetture probabili.
Alla comparazione esterna preferiamo la comparazione interna.
d) Abbiamo tralasciato di dare informazioni su questioni discusse mediante una
bibliografia. Senza negarne l'utilit per lo specialista, abbiamo fatto prevalere tre mo
tivazioni. Anzitutto, per non raddoppiare il volume dell'opera, essa avrebbe dovuto
essere selettiva e incompleta; in secondo luogo, perch la discussione e le proposte
che ne derivano invecchiano con relativa rapidit, tranne i casi in cui si giunge alla
soluzione definitiva, inserita nel dizionario; infine, perch di questo compito si inca
ricano annualmente altre pubblicazioni (in concreto, le Voces discussae deYElenchus di
Robert North). Preferiamo rimandare ai commentari pertinenti e all'apparato delle
nostre Bibbie ebraiche.

IX

INTRODUZIONE

3. Differenziazione dei termini Cominciamo trattando le unit convenzionali


che chiamiamo parole.
a) Come in qualsiasi lingua, numerose parole ebraiche sono polisemiche, rispon
dono cio a concetti diversi. Per esempio: in ebraico significa mano, manico, cippo;
questo fatto deve essere registrato con svariati termini italiani equivalenti; il processo
che ha condotto alla differenziazione pu costituire l'argomento di una monografia
esterna al dizionario.
b) Altre volte, la parola ebraica risponde a un concetto indifferenziato: passando
all'italiano subisce il fenomeno della rifrazione, si divide cio in due o pi parole
italiane. L'ebraico non distingue tra conoscere e riconoscere; Pi. si scinde in spera
re, attendere, sopportare, tollerare. Dati i limiti del vocabolario ebraico biblico, il caso si
verifica normalmente.
c) Altre volte la divisione e la suddivisione di significati all'interno di un campo
lessicale non coincide con quella del campo italiano, per esempio nella classificazione
di animali (insetti, rettili, ruminanti); questo costringe a differenziare e ad adattare le
corrispondenze.
Non sarebbe meglio, in questi casi, rinunciare alla rifrazione e fornire in italiano un
altro termine generico equivalente? Si pu fare in una prima proposta, cui deve seguire
la differenziazione, perch generico (iperonimo) non Io stesso che indifferenziato.
Se una lingua possiede un unico termine, usarlo non costituisce povert; se un'altra
lingua possiede dieci termini differenziati, usare quello generico costituisce povert.
L'esperienza della traduzione di testi biblici, in particolare di quelli poetici, dimostra la
necessit di scindere o differenziare il vocabolario ebraico quando io si traduce in ita
liano. Nel registrare corrispondenze possibili e variegate, questo dizionario generoso;
raccoglie un'ampia gamma di offerte e non pretende di imporre soluzioni uniche.
Partendo da un'unica radice o base, in italiano possiamo formare molte pi parole;
se da
l'ebraico trae $, , 2( e , da caput l'italiano trae capo, capo
rione, capitello, capitolo, capitano, capetto, caparbio, capitale, capeggiare, decapitare e
altri ancora. Quando si forniscono corrispondenze, bisogna tenere conto della copiosa
offerta della nostra lingua,
4. Organizzazione Eccoci alla situazione in cui a un vocabolo ebraico ne corri
spondono, diciamo, dieci italiani. Cosa facciamo? Come li organizziamo? In teoria
sono disponibili tre tattiche. La prima: offrire un semplice elenco di significati, uno
dietro l'altro, come si fa in numerosi dizionari bilingui, affinch l'utente individui il
pi adatto a ogni singolo caso. La seconda: identificare per loro una logica diacronica;
normalmente, per, la diacronia sconosciuta; la diacronia si riferisce alla polisemia
concettuale, non a parole e a concetti indifferenziati. La terza: rintracciare per loro una
logica semantica, ossia cercare i fattori che giustificano e spiegano la differenziazione.
Riteniamo che il contributo principale del presente dizionario sia costituito da
quest'ultima indagine e presentazione, sulla linea di Zorell e oltre, anche se numerosis
sime spiegazioni oggi sono un patrimonio comune. Tra i fattori che guidano l'organiz
zazione, alcuni sono generici, altri specifici o particolari.

INTRODUZIONE

a) Fattori generici sono, nei verbi, l'uso transitivo o intransitivo, la coniugazione,


l'uso assoluto o come ausiliare (per esempio ;)nei sostantivi, se sono reggenti o
retti; nelle preposizioni, se sono rette da verbi o componenti di verbi con un significato
nuovo; nelle particelle, se si usano come preposizione o come congiunzione; in tutti,
il senso proprio e quello figurato. Come fattori particolari segnaliamo la funzione sin
tattica e il punto di vista.
b) Quello che chiamiamo sostantivo o nome comune, in ebraico (un po meno in
italiano) pu funzionare come sostantivo, aggettivo o avverbio, Per esempio, ,'diritto":
diritto umano; un sentiero diritto; prosegui sempre diritto. Ci avviene molto di pi
in ebraico, data la scarsit degli aggettivi. Pertanto, significa padre, paterno o pa
rentale; significa mare o marino; il sostantivo
pu funzionare come il richiamo
attenzione!( somiglia a ).
c) Il punto di vista pu determinare la parola preferita dalle diverse lingue o situazioni.
Se mi convocano per telefono, in italiano rispondo "vengo subito" (collocandomi nel
luogo verso cui mi dirigo), mentre in spagnolo rispondo "voy en seguida"( vado subito",
collocandomi nel luogo in cui mi trovo). Cos, per esempio, all'ebraico possono
corrispondere gioia (punto di vista soggettivo) oppure festa (punto di vista oggettivo); si
milmente, a possono corrispondere mostrare imbarazzo/vergognarsi oppure essere sconfitto,
a angoscia e pericolo, pu equivalere a si ode una voce (punto di vista di chi
ascolta) oppure risuona una voce (punto di vista di chi la emette). Dal punto di vista del
viaggiatore, la strada, dal punto di vista della sentinella laccesso (Na 2 2).
d) Un notevole fattore di differenziazione di significato il campo semantico in cui si
trova la parola; si tratta di un ulteriore criterio organizzativo. NeH'edilizia, pietra
e pu significare filo a piombo; nell'oreficeria, pietra preziosa o gemma; nel commercio, peso;
nella meteorologia, grandine.
e) Un significato si differenzia anche per polarizzazione, quando si contrappone a un
altro. Cos, in campo militare pu significare esercito o, per contrapposizione ai capi,
truppa; in campo politico, popolo o, per contrapposizione ai governanti, sudditi; in campo
religioso, e per contrapposizione a sacerdoti e leviti, laici, secolari.
Sintagmi La singola parola una legittima astrazione dalla lingua utilizzata,
Molto spesso, per, l'unit di significato costituisce un sintagma, che non pu essere
trasposto per corrispondenza analitica, a-a' + b-b', ma devono essere rispettati gli usi
di ciascuna lingua: all'ebraico non corrisponde alz gli occhi bens alz la vista,
diresse lo sguardo (mentre corretto tradurre alz gli occhi al cielo"). Un dizionario
dell'uso deve offrire con generosit corrispondenze di sintagmi. Vediamo alcuni casi.
a) Verbo pi preposizione. Bisogna distinguere tra i casi in cui la preposizione ret
ta dal verbo e i casi in cui, insieme ad esso, compone un verbo o un concetto nuovo.
Il verbo morire pu reggere la preposizione ; in italiano distinguiamo tra: "morire
per il peccato", "morire dalla paura", "morire di spada". Viceversa, molto spesso
significa godere di, fruire di, come se si trattasse di un altro verbo. Ugual ment e,
pu significare presentarsi, essere al servizio di, mentre opporsi. Per formare verbi
cme comporre, disporre, imporre, supporre ecc., l'italiano antepone particelle (p, es.
5.

XI

INTRODUZIONE

preposizioni) o morfemi; con minore flessibilit, l'ebraico pu farlo con una particella
che segue il verbo (si confronti con i verbi separabili e inseparabili del tedesco, come
iibersetzen e setzen tiber, unternehmen e nehmen un ter),
b) Un avverbio aggiunto a un verbo o a un sostantivo pu generare un altro
verbo o sostantivo o una forma diversa. Per esempio, l'avverbio intensivo
pu trasformare ^asciutto in calcinato; beila in bellissima, 1 U buono in eccellente-,
essere stanco in essere sfinito.
c) Un sostantivo preceduto dalle preposizioni o pu funzionare come un
avverbio: ^^pacificamente; tranquillamente-, per forza.
d) A parte questi casi, riconducibili a funzioni sintattiche, ciascuna lingua
possiede innumerevoli combinazioni pi o meno fisse, che vengono preferite sia
nell'uso corrente sia nello stile letterario. Bisogna qui mettere in guardia contro
l'inganno linguistico che va sotto il nom e di "traduzione letterale", che consiste
nell'astrarre la parola singola dal suo uso e pietrificarla in un concetto unico e
immutabile, che domina poi la traduzione. Una cosa la mera correzione gram
maticale (a sua volta astrazione funzionale), un'altra lutilizzo vivo. In realt, un
dizionario bilingue dar pi spazio ai sintagmi che non alle singole parole.
Vediamo il caso del sostantivo corrente re. Al vocativo si traduce in manie
ra espressiva con Maest! Se qualifica il denaro, diremo forzieri regali o casse
regie-, se qualifica diremo affari della corona-, con risulta il favorito dei re;
' con ( equivale a in nom e di sua M aest.
e) Un caso particolarmente im portante quello degli idiotismi, di cui m olto
spesso ignoriamo l'origine e che sfuggono alla traduzione analitica. *1: , signi
fica rischiare la vita (Sancho Panza dice "su alma en su palma", "la sua anima nelle
sue mani", per dire: "si arrangi; lui il responsabile delle sue azioni"); (
significa incrociare le braccia; Pi. vuole dire demoralizzare-, e, m antenendo il
vocabolo, N Hi. equivale ad abbandonare la mano di N.
6 . C orrispondenze asim m etriche Un altro capitolo costituito dalla traduzio
ne sintetica e dall'equivalenza 0 .

a) Una sola parola italiana pu contenere due semi distribuiti in due parole
ebraiche. Il verbo significa essere alto; per trasferirlo alla sfera spirituale si
aggiunge ;i termini italiani "alt-ero" e "alt-ezzoso" contengono entrambi i
semi. Parimenti, l'antonim o ^, determ inato da , si riduce a un solo termi
ne italiano: umile-, sono i passanti o via-andanti; s-viar-si;
strisciare; polver-izzare.
b) Nella frase, alcune parole possono svolgere una semplice funzione espletiva] in
tal caso non sar sempre necessario od opportuno tradurle, poich si ha l'equi
valenza 0 . Cos, per esempio, non occorre esplicitare "della terra" anche se
l'ebraico lo fa con i termini "espropriati", "gente pacifica, "criminali". L'equi
valenza 0 pi frequente nel punto successivo.
c) Q uando un membro del corpo o un organo sono soggetto o complemento
della frase, si possono distinguere tre situazioni: un uso neutro, o normale, che non

INTRODUZIONE

XII

crea problemi; un uso enfatico, che esige la traduzione esplicita; un relitto di una vi
sione precedente allastrazione delT io, che non occorre riprendere a meno che non
si vada espressamente alla ricerca della forma arcaica. Si prenda il termine "occhi":
"aprire gli occhi la forma neutra; "lo hanno visto i miei occhi la forma enfatica;
lo vedi / lo stai vedendo" la forma per la quale sufficiente la seconda persona.
Qualcosa di simile possiamo dire per il termine "bocca: all'ebraico "parole della
bocca di N corrisponde il semplice italiano parole di N ; "io rido / io me la rido"
sostituisce comodamente !,ebraico "la mia bocca ride / se la ride"; risposta della boc
ca diviene semplicemente "risposta"; rimangono invece "la tua bocca ti condanna",
"non gli si cava una parola di bocca".
7. M orfem iDopo avere spiegato alcuni principi o tattiche riferiti a parole singole o a
sintagmi, bisogna accennare a quegli elementi della lingua che solitamente chiamiamo
morfemi, Ci sono morfemi che sopravvivono soltanto come componenti di parole, men
tre altri possono vivere anche come parole singole. Per esempio, le preposizioni "cone
con-/com-, che danno origine a parole nuove; mente" come sostantivo e -mente
come morfema avverbiale. Chiamiamo morfemi anche gli elementi che differenziano
tempi e modi dei verbi, genere e numero dei nomi. La distinzione un po artificiosa,
frutto della riflessione sulla lingua, soprattutto sulla lingua scritta. Litaliano esprime
la negazione con la parola "non", che scriviamo separata, e con i morfemi in-, im-, a-,
de-, che scriviamo uniti. L'ebraico conosce 11 rarissimo e gli abituali ,, ,
, . Le corrispondenze tra le due lingue sono varie: morfema a morfema, lessema
a morfema, viceversa.
Bastino alcuni esempi. L7ebraico forma avverbi anteponendo / a un sostantivo,
l'italiano lo fa posponendo -mente all'aggettivo; pertanto, -mente pu equivalere a
. Con una negazione: pu essere "in-numerevole", "in-commensurabile";
: " dis-conoscere"; DU> " a-nonimo". Partendo da un lessema verbale: i verbi
o Hi. si possono tradurre con i morfemi re- /ri-: "ri-tornare, "re-plicare,
"ri-stabilire1; allo stesso modo, pu equivalere a peri-, circum- Al morfema
della coniugazione Hifil possono corrispondere i morfemi a- / in-, come in
"ac-cerchiare", "al-largare", "in-camminare", "in-durire". Quando forma gentilizi, il
sostantivo pu essere tradotto con i morfemi -ita, -eo: ^ d "Israeliti",
sar "Idum-eo". , quando indica possesso, pu essere tradotto con -ibile,
-ile in irasci-bile", "volat-ile" e altri.
Due morfemi ebraici (con varianti vocaliche nella radice) sono utilizzati in modo
particolare per formare sostantivi: e . Il dizionario dedica spazio a ciascuno,
poich per le formazioni nominali l'italiano dispone di numerosi morfemi: -t, -ta,
-nte, -zione ecc.
8 . Le parole nei loro contesti Sia perch lo richiede la lingua in generale, sia

perch lo suggerisce l'uso letterario, c parso utile aggiungere abbondanti informa


zioni sullaccompagnamento concreto delle parole, per illustrarne o chiarirne luso.
Le informazioni sono di due tipi:

XIII

INTRODUZIONE

a) Di sostantivi frequenti, si fornisce un elenco di verbi con i quali si costruiscono


come soggetto o come complemento; di verbi, le preposizioni che reggono, con o
senza mutamento di significato, i sostantivi che fanno da soggetto o da complemen
to. Per esempio, di tenda vengono elencati in ebraico alcuni componenti: chiodo,
picchetto, corda, telo, gancio, porta, interno; e si elencano alcuni verbi: montare,
smontare, tendere, caricarsi.
b) Un altro gruppo costituito da sinonimi (segno =), antonimi (segno *), correla
tivi e associati (segno +). Queste categorie non appartengono alla logica rigorosa, ma
all'uso che ne fa il poeta o Io scrittore: in un parallelismo sinonimico / antitetico /
correlativo, al vocabolo B corrisponde P, a Z corrisponde A. In altri termini, in queste
parole l'autore individuava semi di sinonimia o antonimia o correlazione.
9. II fattore stilistico Essendo questo un dizionario dell'uso, deve tenere ben
presente che la maggioranza dei testi trattati sono letterari. Il linguaggio letterario
si assoggetta a regole particolari. In questo campo, il nostro dizionario fornisce un
ulteriore contributo, e non soltanto facendo leva sul parallelismo, grande espediente
dello stile poetico della Bibbia.

.
Si pensi al processo di spiritualizzazione cui stata sottoposta la Bibbia nella
secolare attivit di traduzione, a cominciare dai Settanta. Bisogna restituire a nume
rosi testi il loro carattere corporeo o descrittivo. Per esempio, la gioia personificata
alla testa della processione ( $ ;) il soffio della sua bocca (Sai 33t) e non il
suo ordine; prendere o recuperare fiato (Ab 1 ;) le due personificazioni con cui
si conclude il Salmo 23 scortano l'ospite; vento di torpore (una sorta di scirocco
snervante) in Is 2910; breccia su breccia come immagine di assalto a una citt (Gb
16 ;) i cani famelici sbavano (Sai 59).
s
Immaginarsi la scena o la situazione descritta dal poeta aiuta a cogliere il signifi
cato concreto di una parola o di un'espressione, poich ci che stato scritto con
l'immaginazione, con l'immaginazione deve essere letto. Altrettanto si pu dire del
valore espressivo. Quanto all'uso figurato, bisogna distinguere se una metafora iessicalizzata o nuovamente attualizzata, il che non sempre facile. Il dizionario deve
conservarne il colore e conferire brillantezza alle parole dissecate nelle sue pagine.
Lessicografi della nostra tradizione registravano usi "poetice"; noi abbiamo proseguito
su questa linea.
10. Per l'uso Il dizionario stato composto, mentalmente e graficamente, pen
sando all'utente.
Per l'articolazione semantica e per l'informazione pertinente vale quanto detto
in precedenza. Per quanto riguarda la disposizione grafica abbiamo cercato chiarezza e
facilit, evitando la rigidit. Operiamo con divisioni e suddivisioni. Alcuni principi
di distribuzione si applicano allo stesso modo a ogni categoria di parole; altri, come
i campi, si applicano con regolarit minore, a seconda di quanto richiesto caso per
caso.
a) I punti morfologia, parole con la stessa radice (segnalate con /) , raggruppamenti

INTRODUZIONE

XIV

di corrispondenze italiane, sinonimi e antonimi, sono costanti (quando esistono in


ebraico). La rimanente articolazione cerca di adeguarsi alle esigenze della parola in
oggetto. Se si tratta di parole utilizzate pochissimo non vale la pena di stabilire divi
sioni e suddivisioni, con numeri e lettere.
Nel fornire corrispondenze italiane siamo stati generosi: costituiscono un ampio
ventaglio di possibilit, che impedisce una scelta unilaterale caso per caso; le separia
mo in gruppi mediante un punto e virgola.
b) In casi particolari anticipiamo una spiegazione d'insieme della logica semantica
che regge la polisemia o la rifrazione dei significati. Per esempio, sembra opportuno
mostrare come il verbo DJ possa significare riconoscere, identificare, dissimulare, favorire;
come il verbo !D possa equivalere a benedire, rendere grazie, congratularsi, augurare, fare
un dono.

Data la struttura triletterale di verbi e nomi e l'esistenza di quelli cosiddetti deboli,


molto spesso risulta difficile identificare il verbo o il sostantivo al quale appartiene
una parola nel suo contesto. Come termine di paragone, osserviamo quel che avviene
per le vocali unite a ps in italiano: passa, passi, passo, peso, pesa, pesare, essere pesan
te per qualcuno, pestare, posare, posatura, posa; a cui si potrebbe aggiungere posata,
riposo, reposto.,. Lo stesso avviene, con altri componenti, in ebraico. Per orientare
l'utente, in svariate occasioni forniamo uno schema preventivo con tutte le radici e i
derivati che si formano con due lettere: 1?N, 11, DI,
IQ, *ili, bp, lip, ,lp.
c) Alcune radici semitiche sono entrate nella nostra lingua attraverso l'arabo (a
volte per il tramite dello spagnolo o del turco) ed opportuno notarlo: acciacco,
alchimia, alcool, alcova, algebra, ammiraglio, arancio, arsenale, assassino, avaria, azi
mut, caff, Calatafimi, camallo, caraffa, carato, carciofo, catrame, cerbottana, cifra,
cotone, elisir, fondaco, giubba, harem, liuto, magazzino, Marsala, materasso, meschi
no, Mongibello, monsone, nadir, sceriffo, sciroppo, taccuino, talco, tamburo, tariffa,
zafferano, zecca, zenit, zero, zibibbo, Ziza, zucchero.
d) Pi interessanti o curiose dei termini mutuati sono le coincidenze prive di dipenden
za. Superando la distanza temporale e culturale, un procedimento semantico ebraico
si nuovamente verificato nella nostra lingua, e abbiamo voluto segnalarlo sobria
mente. Diciamo "luna piena" perch la vediamo completa, cos come gli Ebrei; come
loro diciamo "alta voce: logico?; una "voce rintronante" si legge gi nel libro di
Giobbe; "leggere di corsa" coincide con unespressione di Abacuc. Se per sfogarsi o
esprimersi gli Ebrei utilizzano il verbo
spargere, anche noi parliamo di "effusione",
"effusivo". "Animo-sit" suppone un uso di "animo" molto simile all'uso di U>)J in Sai
1713. La nostra forma avverbiale "alla leggera" uguale a quella che Geremia forma
dalla radice
(6 W; 8 ) . Non abbiamo preteso di riprendere tutte le coincidenze,
bens di sceglierne alcune per destare l'attenzione del lettore.
e) Il concetto e la pratica della trasformazione. Si tratta di un fattore stilistico: della
lingua, o dell'autore, o del testo; si basa sulla suddivisione asimmetrica di significati
e funzioni, e opera nel seguente modo: dopo essersi calati nella struttura profonda
della frase ebraica, si perviene a una frase italiana equivalente, con una diversa sud
divisione di funzioni. "Servire X a N come cibo" pu trasformarsi in "N si serve di X per

XV

INTRODUZIONE

cibarsi". L'italiano non tollera che si dica "con cui insieme addolcivamo intimit: bisogna
trasformare quest'espressione in "colui al quale mi univa una dolce intimit" o qualcosa
di simile. "Allontanerei il volare" si trasforma in "volerei lontano".
Ogni buon traduttore di testi letterari conosce e utilizza questa tecnica. Ci sembrato
utile indicare con una certa frequenza soluzioni di questo tipo; si tratta di vere e proprie
corrispondenze stilistiche di ciascuna lingua.
11. Altre osservazioni per l'utente Quando una parola o un'accezione sono frequen
ti, forniamo una selezione rappresentativa di citazioni bibliche: di corpi diversi (narrativo,
legale, profetico, sapienziali, salmi), di diversi libri e autori, di diverse epoche note.
La morfologia riunisce quasi tutte le forme in cui la parola trattata compare nella Bibbia
ebraica;
Il blocco di significati fornito dopo la morfologia in corsivo. Quando, nel corpo della
voce, un significato si ripete, si evita il corsivo; tuttavia questo viene utilizzato quando si
fornisce un significato nuovo.

Quando richiesto, indichiamo varianti (allofoni) e allomorfi.


Nomi personali e toponimi sono raccolti in un elenco a parte, alla fine.
Vocalizzazione. Di solito, nei lemmi la radice verbale non vocalizzata quando non
esiste la forma qal. Il Siracide citato cos com', senza vocali; spesso, per, in apertura
si propone una vocalizzazione, quella che regge la corrispondenza fornita.
** *
La storia del Dizionario
1. La base dell'intera opera la traduzione nello spagnolo attuale, letterario, dell'intera
Bibbia ebraica (Nueva Bibita Escanola). Questo lavoro presupponeva il travaso da una lngua
letteraria a un'altra, molto diversa; implicava che si cercassero e provassero possibilit
diverse, che s i,scartassero quelle che sembravano meno adatte, che si individuassero
corrispondenze di parole e sintagmi, in sintonia con i diversi generi del testo. Era una
traduzione nuova, fondata sullo studio stilistico comparativo di generi ebraici e spagnoli.
2. Ne seguito un lavoro pi meccanico: la preparazione di alcune concordanze
(Lisowsky) bilingui, che costituivano una sorta di banca dati. Equivaleva a pi di
duecentomila schede. Poich Lisowsky non riporta n particelle n numeri, si reso
necessario completare il lavoro in un secondo tempo.
3. E giunto poi il momento di cominciare la redazione delle varie voci. Nel luglio del
1976, all'universit di Villanova, vicino a Philadelphia, si cominci a redigere l'articolo
Seguirono alcuni mesi decisivi, per stabilire nella prassi i prncipi che avrebbero go
vernato l'intera opera e il metodo seguito per realizzarla. In quel semestre si fissarono le
intuizioni che hanno ispirato l'opera e le hanno dato forma, che le conferiscono il suo
profilo peculiare tra altri dizionari simili e che, per diversi aspetti, costituiscono degli
apporti originali.
4. Comincia la lunga tappa, durata dodici anni, della stesura degli articoli, ordinati
alfabeticamente o per radici. Riservandosi la redazione di tutti gli articoli, il direttore ha

INTRODUZIONE

XVI

usufruito della collaborazione saltuaria e mutevole di diciassette professori, il cui compito


consisteva nella preparazione immediata dell'articolo corrispondente. Fra di loro emergo
no, per mole e importanza del contributo: Gii Modrego (vari periodi di collaborazione con
il direttore, a Roma) e Victor Moria (lettera nun e altre). Seguono, a distanza, Asurmendi e
Ramirez. Altri hanno collaborato a seminari per parole ebraiche molto frequenti.
Il lavoro venne pubblicato sotto forma di appunti, a varie riprese, dapprima in fascicoli,
in seguito rilegati. Si intitolano Materiales para un diccionario biblico hebreo-espaitol. L'ebraico
traslitterato. Si diffondono tra studenti di lingua spagnola e italiana.
5. Negli anni 1988-89, quando 1*80% degli articoli ormai redatto, alcuni colleghi ri
tengono che sia giunto il momento di trasformare i materiali in un'opera compiuta, in un
dizionario in piena regola. Si prende la decisione di pubblicarlo in fascicoli, in una sorta
di rodaggio rischioso. Dal punto di vista intellettuale, l'opera esige la revisione di tutto il
lavoro precedente; dal punto di vista tecnico, necessaria la creazione di font ebraici per
il computer e occorre stabilire norme coerenti per caratteri, segni, formati ecc., poich la
composizione avverr interamente al computer.
6 . Si giunge cos a una fase nello stesso tempo importante e delicata. Dal punto di vista
intellettuale: bisogna confrontare tutti i dati, rivedere tutte le voci, riordinare e completare
alcuni articoli, aggiungere - nel Siracide - voci o accezioni nuove, oltre a correggere le
bozze; inoltre, bisogna elaborare da zero l'onomastica rivista dal direttore ecc. Esecutore
responsabile di questo lavoro stato Victor Moria, con l'aiuto subordinato di Esquivias e
la collaborazione di Bretdn per la sezione morfologica.
Dal punto di vista tecnico bisognava frazionare l'intera opera, in maniera professionale
(conoscenza dell'ebraico); occorreva stabilire un sistema coerente di divisioni e suddivisio
ni, di tipi, sigle e abbreviazioni, incorporare le rettifiche e correggere gli errori, attribuire
un formato a ciascuna colonna e pagina, e risistemare interamente il testo. Esecutore
responsabile di questo lavoro stato Vicente Collado.
In questa tappa, in varie occasioni era compito del direttore controllare e decidere, ag
giungere qualche contributo e redgere svariati articoli informativi sul lavoro in corso.
Grazie al lavoro intenso ed energico di quattro collaboratori, gli undici fascicoli, ottocentoottanta pagine su due colonne, vengono pubblicati in meno di ventun mesi. Per la
pubblicazione in fascicoli abbiamo potuto contare su una sovvenzione ottenuta grazie alla
mediazione di Lorenzo Tous.
7. L'opera, sottoposta a una nuova revisione generale da parte di Victor Moria e rivista
al computer da Vicente Collado (errata corrige, aggiunte, nuovo formato di pagina con
le relative intestazioni, adattamento ed elaborazione definitiva delle pellicole di stampa),
viene adesso pubblicata in un volume unico.

LUIS ALONSO SCHKEL


Pontificio Istituto Biblico, Roma, 21 giugno 1994

PREMESSA ALLEDIZIONE ITALIANA

Chiunque si accosta alla presente edizione italiana del Dizionario di ebraico biblico di L,
Alonso Schkel pu facilmente intuire quanto complessa sia stata la sua lavorazione
e a quanti adattamenti si sia dovuto fare ricorso,
Anzitutto, si sono dovuti eliminare i frequenti rimandi alla lingua spagnola, pi
ricca rispetto all'italiano di radici semitiche (tramite ,l'arabo). Parimenti, si qua e
l rinunciato a termini arcaici italiani possibili corrispondenti di quelli spagnoli, ma
difficilmente comprensibili se non ricorrendo a un altro dizionario, e si stati un po'
meno generosi nei sistemi di corrispondenze. Si infine rinunciato all'ampio glossa
rio spagnolo-ebraico (p. 909-1060) poich costruito appunto sull'edizione spagnola
e oggi non cos indispensabile grazie ai numerosi software esistenti per le ricerche
incrociate.
<
D'altro canto, si sottoposto tutto il materiale a un'attenta verifica, ponendo
rimedio a qualche svista presente nell'originale. Il prof. Gian Luigi Prato si preso
l'oneroso impegno di verificare tutti i passi dell'opera di Ben Sira, indicando i ma
noscritti (e, se necessario, le rispettive glosse) solo nel caso di attestazione multipla
discorde. Delle singole lezioni si sempre rispettata la lettura proposta da Alonso
Schkel, mentre per ragioni di praticit si adottato il sistema di numerazione dei
capitoli e versetti elaborato da P.C. Beentjes in The Book o f Ben Sira in Hebrew. A Text
Edition o f A ll Extant Hebrew Manuscripis and a Synopsis o fA ll Parallel Hebrew Ben Sira Texts,

Brill, Leiden 1997,

Sempre per ragioni di praticit si escluso l'utilizzo della Biblia Hebraica Quinta,
essendo ancora in corso d'opera; in genere si seguita l'onomastica proposta dalla
Bibbia edita a cura della Conferenza Episcopale Italiana nel 2008; si preferito limi
tare luso delle abbreviazioni alla parte morfologica di ogni singolo lemma. Infine,
solo per le traduzioni del testo biblico si sono usate le virgolette basse o francesi, per
il resto sempre quelle alte o inglesi.
Dopo cinque anni di ideazione e lavorazione, il raggiungimento del traguardo fi
nale stato reso possibile da numerose persone. In primo luogo, il rettore del Pont.
Istituto Biblico, il prof. Jos Maria Abrego de Lacy, sj: gi collaboratore del dizionario
medesimo, non ha mai fatto venire meno il suo sostegno e incoraggiamento affinch
l'opera fosse fruibile anche in italiano. Vanno poi menzionati i prof. Gian Luigi Prato,
Sergio Henriquez Ramirez e Filippo Serafini, qualificati e apprezzati docenti di lingua
ebraica, che hanno contribuito in modo decisivo a sciogliere dubbi e a prendere le

PREMESSA ALL'EDIZIONE ITALIANA

XVIII

decisioni pi opportune. Rita Torti Mazzi, che ha conseguito il dottorato in Sacra


Scrittura al Pont. Ist. Biblico, e Teodora Tosatti, licenziata presso lo stesso Istituto,
hanno assicurato una puntuale e pregevole traduzione. Ombretta Pisano, che ha
conseguito il dottorato in teologia biblica presso la Pont. Univ. Gregoriana, ha inse
rito l'ebraico e composto il testo, senza lesinare tempo e passione. Gian Luigi Prato
e Sergio Henriquez Rarnirez hanno letto e corretto le bozze da cima a fondo. I pi
hanno conosciuto L. Alonso Schkel, ne hanno seguito i corsi, ne hanno apprezzato
le doti umane e scientifiche.
L'opera stata resa possibile grazie allo sforzo delle Edizioni San Paolo, in primo
luogo del suo direttore editoriale, don Giacomo Perego: senza fare calcoli di bottega'
hanno sostenuto con generosit il sottoscritto in tutte le fasi della lavorazione e ora
possono offrire a quanti in Italia si appassionano alla Parola di Dio questo strumento
fondamentale per la sua comprensione.

MARCO ZAPPELLA

PROPOSTE DI LETTURA

Alonso Schkel L., "E1 diccionario hebreo espanol. Informe sobre et trabajo",
Cuademos Biblicos 11 (1981) 77-83.
, "EI punto de vista en las correspondencias linguisticas", in J. Trebolle et alii (ed.),
Simposio Biblico Espanol, Madrid 1984, 359-369.
e collaboratori, Materiales para un diccionario biblico hebreo-espanol: I-II (Roma 1985),
III (Roma 1986), V (Roma 1988).
, "Morfemas hebreos y correspondencias castellanas, in V. Collado - V. Vilar
(ed.), II Simposio Biblico Espanol, Valencia 1987, 199-205.
"Hebreo + Espanol. Notas de semntica comparada, Sefarad 47 (1987) 245-254;
49 (1989) 11-19; 54 (1994) 3-12.
, "Ei Diccionario Biblico Hebreo Espanol^, Sefarad 47 (1987) 373-389.
, Manuale di poetica ebraica, Queriniana, Brescia 1989.
, "The Diccionario Biblico Hebreo Espanol (DNHE)", Zeitschrift fiir Althebraistik 4
(1991) 76-84.
, "Sobre diccionarios bilingues. Text, Methode und Grammatik, in FS Wolfgang
Richter, St. Ottilien 1991, 1-10.
, "E1 lenguaje psicolgico de los Salmos, in V. Collado - V. Vilar (ed.), I li Simposio
Biblico Espanol, Valencia 1991, 257-266.
, "Un sueno de la ciencia biblica espanola", Razn y Fe 112 (1991) 644-650.
Alonso Schkel L. - Zurro E., La traduccin biblica. Linguistica y estiltstica, Cristiandad,
Madrid 1977.
Moria V., "Estudio sobre la lexicografia hebrea en los diccionarios a partir de
Gesenius, Cuademos Biblicos 11 (1981) 28 72.

ELENCO DELLE ABBREVIAZIONI

+
V
-

pi/ con/ associato


corradicale/i
si veda
sinonimo o parallelo
antonimo
acc.
accusativo
aggettivo/ aggettivale
agg.
ant.
antonimo
apoc. apocopato/a
are.
arcaico/a
art.
articolo
ass.
assoluto
AT
Antico Testamento
att.
attivo
aw,
avverbio/avverbiale
BHS
Biblia Hebraica Stuttgartensia
Bm
glossa al manoscritto ebraico B
c.
con
cf.
confer
coort. coortativo
corr.
corretto/a
correi. correlativo/a, correlazione
cstr.
(stato) costrutto
dat.
dativo
direz. direzione (complemento di)
du.
duale
ecc,
eccetera

enf.
enfatico/ a
f.
femminile
fut.
futuro
gen.
genitivo
gent.
nome gentilizio
geogr. geografia

Horbat
Hifil
Hitpael
Hofal
imperativo
indicativo
infinito
'
interrogativo/ a
intransitivo
imperfetto
irregolare
iussivo/ a
ketib
Khirbet
localit
Settanta (versione greca)
maschile
Masada (rotolo di Ben Sira)
nome
nome d luogo
nome di persona
Nifal
nomi
equivalenza 0
0
p, es. per esempio
pass,
passivo/ a
patron, patronimico
perfetto
pft.
Pi.
Piel
plurale
pi.
poetico/ a
poet.
prefisso
pref.
prep. preposizione

H,
Hi.
Hitp.
Ho.
imptv.
ind.
inf.
interr.
intr.
ipf.
irreg.
iuss.
k
Kh.
loc.
LXX
m.
M
n./N .
n. 1 .
n. pers.
Ni.
NN.

XXI
pres.
ptc.
Pu.
q
Q.
qd.
sg
sost.
st.
suff.

ELENCO DELLE ABBREVIAZIONI

presente
participio
Pual
qere
Qal
qatal
singolare
sostantivo/sostantivato
stato
suffisso/i

T.
Tel/Tell
TM
Testo Masoretico
top.
toponimo
trasf. per trasformazione
v./w. versetto/versetti
wayy. wayyiqtol
wqd. weqatalt
X
volta/ e
yqt.
yiqtol

Per le abbreviazioni dei libri biblici si ricorsi a quelle adottate nella Bibbia Via Verit
e Vita, edizione riveduta e ampliata, San Paolo, Cinisello Balsamo 2012.

D IZIO N A R IO EBRAICO BIBLICO


La iniziale pu essere usata come
preformante o come prostetica, o costi
tuire il risultato di una trasformazione.
1. Preformante. Con diverse vocali,
il morfema della prima persona singolare
dell'imperfetto (coniugazione di prefissi).
2. Prostetica. Si antepone a una ra
dice per formare sostantivi, a) Come
alternativa a una parola anch'essa registrata

nell'AT: / braccio, /
ieri, / menzogna, /
quattro, / ceppi, /: figlio.
b) Altre volte la forma alternativa si riscontra
non nell'AT, ma in altre lingue semitiche,
come: dito, cocomero,
pulcino, indigeno, ampol
le, darici (moneta), cesta.
c) Per formare un derivato: palazzo
(da (?, grassi da pii), ^
veglia da (,$ torta da $ , 11<
spazzatura da <^, paga da .
3. Per trasformazione di una all'ini
zio di parola: $ / <*c', / uno.
A volte, poich si tralascia di pronun
ciarla in sillaba chiusa, si evita anche di
scriverla: = Pr 1! , =
ascolto Gb 32u.
[ Cstr. ( Gen 174 ), c. suff. ,
, , e ,,, ,
, ;pi. (), cstr. , c. suff.
^, ()cc., e (Ger Esd Ne
Cr) 33) x)] Il termine ebraico ha

una gamma di accezioni molto simile a


quella italiana. In senso stretto denota
colui che genera un altro (padre); in sen
so iato, l'antenato; in senso figurato, il
fondatore o iniziatore, il patrono o prtettore; pu designare un ufficio religioso
0 politico ed essere usato come titolo.
A. Significato proprio.
1. Senso stretto. Padre Ge.n l l a9 227 Pr
172 = 'colui che genera; 23M. Al vocati
vo: padre, pap Gen 2718 Is 84. pa
dre e madre, genitori, progenitori Gdc 142
IRe 1920; Ger 163 / +
le madri che li hanno partoriti,
1 padri che li hanno generati; D t 21,9 Ger
167 Zc 133 Pr 2824 Sir 4117. Correlativi:
figlio Gen 227; figlia Lv 189; <
uomo Am 27.
2. Senso lato. Nonno, antenato, progeni
tore, avo Gen 4Z0 17; ^ il primo
antenato Is 4327. Frequente al plurale
Ger 11,0 194. Detto soprattutto dei pa
triarchi Nm 1112 1423 2015; ante
nati Sir 44,.
3. Funzione aggettivale o come
nome retto. Definisce una serie di rela
zioni nate dal sistema familiare, sociale,
politico, economico, a) Campo familiare.
A motivo della poligamia e delle funzio
ni specifiche di alcuni familiari, l'ebrai
co deve a volte specificare con =
paterno, mentre l'italiano non lo richie

de (Lv 18 fornisce un'ampia serie):


$/ sorella da parte di padre/ma
dre Lv 189, cf. Ez 22 ; figli di uno
stesso padre Gen 4232; zia paterna
Lv 1812; zio paterno 1814;
nonno materno Gdc 9!; mogli del
padre Gen 372; 3 concubina del
padre 3532; servi del padre (la
madre aveva le proprie serve) 215. Lo
stile di vita patriarcale, sotto l'autorit
paterna, la preponderanza del maschio,
conferiscono particolare importanza alla
casa paterna = casato, famiglia o
dinastia; Gen 20 13 24723 Sir 4210 ^
casa del marito; sotto la tutela paterna,
patria potest Nm 304 * spo
sata (v. 7); D t 2221; Sai 45 + popolo.
La famiglia pu includere un'ampia cer
chia di persone: Gen 4631 47 12 508; Gdc
627 5* 1 vicini, gli abitanti del
villaggio; Ger 12 6; nome di famiglia,
cognome, patronimico Nm 274;
eredit, patrimonio Lv 254!; idem
Nm 277; ?sepolcro paterno, di
famiglia Gdc 832 1631 2Sam 2 32 1723 IRe
1322. b) Ambito sessuale. Quando determi
na $ genitali, carne (eufemismo
per i genitali), falda, lembo (della
veste o dei mantello: soltanto il mari
to, il padre, ha il diritto di scoprirlo):
Lv 187_a12 D t 23, 2720. c) Campo politico.
Data la partecipazione dei capifamiglia
alla vita pubblica, locale o centrale, al
significato proprio di si sovrappone
la funzione politica: con un ruolo attivo
o passivo, all'anagrafe, in un censimen
to. La terminologia fluida; abbonda
negli strati P (Sacerdotali) e in 1-2Cr.
() ( capifamiglia Es 625 Nm
3126 + Mos e Aronne; 3228 ICr 77;
/ capofamiglia o caposti
pite Nm 14 1718 ICr 524; fami
glie pi importanti 2431; ca

pifamiglia IRe 8 ! + consiglieri


comunali o senatori, + capi
trib, tribuni; / ca
pifamiglia, capiclan Nm 3 24>30,95 17 ;
capitrib l t + ca
piclan...; capifamiglia Esd 839;
... clan divisi per fa
miglie ICr 4; / 1 1
lignaggio familiare, albero genealogico
74 2 631; per famiglie Nm 147;
3354 36612. Istituzione regale, regime mo
narchico:
dinastia Is 7 ;
trono paterno, dinastico 2Re 103. d) De
terminazione di spazio e tempo: suolo
natio, patria, terra d'origine Gen 313 =
;4821; tempo passato, un
tempo Gl 12 * ai vostri giorni;
dai tempi dei nostri
antenati fino a oggi Esd 97.
Fraseologia. Riunirsi agli =( ante
nati) significa morire, essere sepolto (i morti
cessano di vivere, ma non sono annientati):

coricarsi/riposare con Gen 4730


Dt 3116; IRe 1121 = morire;
riunirsi con Gen 1515; Ni.
essere sepolto con, nel sepolcro fami.liare IRe 1431; / ^ . /
riunire/riunirsi con, aggregare/aggregar
si a Gdc 2 10.2Re 2220.
B. Senso figurato. Partendo dall'idea
di generazione, passa a significare colui
che d origine, inizia, fonda; nella fin
zione giuridica, colui che adotta. Par
tendo dall'idea di protezione, passa a
significare il patrono, il protettore, In tal
modo pu divenire un. titolo regale o
onorifico.
1. Generazione. Fondatore, iniziatore,
precursore, pioniere: di un'attivit o cultura
Gen 420.2!; di una citt ICr 829.
2, Protezione. Protettore, patrono Gb
2916 3118 Sir 410.

3. Carica o titolo. Cappellano Gdc


17i0 1819; governatore 0 ministro. !pa
dre perpetuo, primo ministro a vita (?) Is
95 - principe-, ministro, visir Gen 458 =
, governatore, signore.
4. Titolo o predicato divino. Padre
del popolo D t 32t = Polel, ,
costituire, fare, creare; Is 63lfi = ^re
dentore, vindice; 647 = 1 vasaio; Ger 34
= amico, compagno; 319; della pioggi Gb 382a (allusione mitologica al seme
fecondo?). Per adozione: del re 2 Sam 7
lC r 286; del popolo Ger 319.
padre di orfani Sai 68e = di
fensore di vedove. Sir 51,0 = mia
salvezza. Titolo dell'idolo Ger 227 +
partorire. Detto dei vermi, per indicare
familiarit Gb 17U = madre mia.
Nota. In Gen 4926 va letto spiga.

In Nm 2515 forse glossa; in Dt 18a dub


bio.
[ C. suff. ;pi. cstr. [verde,
rigoglioso, lussureggiante Gb 812 = erba;
germoglio Ct 6 n.
[ Q. pft. , f. , , 2
ecc.; ipf. , 2 ecc. (in pausa ,
;)inf. ass. ^, cstr. ( c. suff. ,
5, ;) ptc. , Gb 31, cstr.
Dt 328, f. , pi. , , ptc.
pass. Sir 412. Pi. c. suff. 2 ,
, 1 ; ipf. c. suff. 2 ,
ecc. (wayy. 1 invece di
Ez 2816); inf., c. suff. , ;Ptc sg
m. Sir 149, pi. . Hi. pft. ,
-

I T T 7

T I

I T

T IT

DnpNnj); coort. sg. irregolare nT3t Ger


46e; inf. rn an , c. suff. uTntjn, t in h ]
Q. Traviarsi, (quindi) perdersi, (quindi)
scomparire, perire. Il verbo italiano perder!si
corrisponde a vari significati dell'ebrai-

co. Perdere, perdersi, andare in perdizione/in


malora, lasciare perdere, essere perduto, usci
re perdendo/avere la peggio} perire. Traviarsi,
sviarsi, smarrirsi, essere disperso, errare, vaga
re. Mancare di, restare senza, non raggiungere,
non trovare, non avere. Guastarsi, rovinarsi,
mettersi fuori uso. Fallire, sprecare, sciuparsi,
non realizzarsi. Sparire, scomparire, dissolver
si, svanire, sfumare. Esaurirsi, estinguersi, soc
combere, morire. Non, dis-, in-, 5-. Antonimi:

Hi. prolungare la vita, prsperare, ottenere.


1. Traviarsi/smarrirsi, a) Significato
spaziale. Perdersi, andare vagando Dt
26S; participio plurale: dispersi Is 27)3
= Ni. esiliati; Ger 2710 + Hi.
espellere; gregge disperso, svia
to Ger 50,5 = Hi. traviare,

t :
v
andare di monte in colle,
ovile; Ez 3A4l6 correlativo
2( Pi. cercare; lontani da
te si perdono/smarriscono Sai 7327;
8017 838
le carovane si
smarriscono Gb 6 lf}; al participio, vaga
bondo 29,3 31 19 - ^povero; Pr 316.
Metaforico il cammino si svia
Sai 16. b) Perdersi, di un oggetto. Costruito
con , persona; per trasformazione
sono equivalenti N perde X = X viene
perso da N: Dt 22 3 ISam 9320 Ger 2555
4836 Am 2M; restare senza Sai 1425 Gb
1120 302.
2. Perdersi, a) Rovinarsi, andare in malo
ra: un vaso Sai 3113; il rac
colto, rovinarsi Gl 1 = Hi. inaridire;
il paese Es 107, b) Uscire perdendo, avere la
peggio, fallire, non compiersi: failire la prudenza, abilit Is 29
Hitp. nascondersi; il consiglio
Ger 497 = Ni. irrancidire, non
resta; ! ,insegnamento Ez 726;

non compiersi la visione Ez 1222;

non realizzar/si l'ambizione

distruggere nazioni Gb 1223 * Hi.


Sai 1120 * durare (v. 9);
fallire piani Sai 1464. Persone:
innalzare, sollevare. Singolare colletti
rivali nella lite Is 41 = non
vo: sterminare FAssiria Sof 21g;
contare; ; / falso testimone
annientare la discendenza 2 Re
Fr 199 2128.
11,. Espellere Ez 28 ,6 = Pi, esiliare
3. Sparire, scomparire, a) Perire. Nm
(scomunicare), Sai 57 # ( v. 5) allog
1727 = morire; D t 819 2830 = Ni.
giare, ricoverarsi; farla finita con D t 114,
essere sterminato; 3018 * vivere (v.
Pr 132 mettere a morte, b) Oggetti:
19); Gdc 5g! 2Re 98; Is 57! + Ni.
distruggere le loro statue Nm
essere portato via, tolto di mezzo, eli
3352 = 2 )Hi. In senso assoluto perdere
minato; Ger 40ls = Ni. disperdersi;
Qo 3t s* Pi. cercare, c) Realt immate
Ez 2 6yj Am 18 Gio 114 3, 410; Sai 3720 ~
riali: cancellare la memoria Is 26w;
consumarsi; 49 = morire; 9210 mettere fine a, fare tacere
= Hitp. disperdersi; 10227 =
enorme vocio Ger 5155; dissipare
logorarsi, guastarsi, * permanere,
la fortuna Pr 293,
durare; Gb 4 = Ni. essere annien
Hi. Sterminare, annientare, a) Esseri ani
tato; 4 20 Est 414. Essere perduto Nm 2139
mati: i sapienti Abd 8 = Hi.
Ger 4846. b) Costruito con ,, ,
estirpare;
espellere (+ )il re Ger
: scomparire dalFas493e; farla finita con i tuoi cavalli
semblea Nm l33; dalla ter
Mi 59 = Hi,; 0 ^/ annien
ra, dal paese D t 42e 11 J7;
tare quel che rimane/il resto Nm 2419 Ez
dalla terra Gs 23)3; dal paese
2516. Dt 724 = Hi, distruggere; Gs 77;
Mi 72, dalla tua presenza Sai
Sai 14312 - Hi, distruggere. In senso
94; perire davanti a Dio
assoluto Ger 110 = , ^ edificare,
Sai 683. c) Svanire, dissolversi, sfumare:

la speranza Ez 195 37 Sai 9 19 b) Realt inanimate: ( ( +


spopolare completamente Sof 25. c) ReaiGb 813 Pr 1028 117 ; il (cog)nome
t immateriali: frustrare la speran
Sai 416; la passione Qo 96.
za Gb 1419.
4. Equivale a una negazione: non,
dis-, in-, s-: ?popolo in-sensato,
V
.,
s-criteriato Dt 3228; ^il re
s-coraggiato, s-fiduciato Ger 49;
Nell'espressione 1 )fino a perire,
dis-illuso Ez 195; dis-perato 37 .
per sempre Nm 242024.
Pi. Disperdere, sviare, traviare, dissipare;
espellere, estirpare, eliminare, esiliare, sterninare; perdere, andare in malora, abbattere,
rovinare; distruggere, annientare, farla finita
con, mettere fine a . Sinonimi: strap

pare, Pi. spezzare, cancellare,


uccidere, Hi. disperdere, a) Esseri
animati: sviare il gregge Ger 23! =
Hi.; eliminare persone Ez
2227 = spargere sangue; ()

[ Cstr. ]Oggetto perduto, smarrto Es 228 Lv 523 D t 223.

/ ] k] Perdizione, regno
dei morti, Ade Sai 8812 - sepolcro;
Gb 266 = ;2822 = morte; 31H;

Pr 15.2720
[ Cstr. ]Perdizione Est 86 9S,

[ Q. pft. 1 3 , pi . , irreg.
Is 28)2, 2 ;ipf. , 2 ( irregolare
Pr l 10), pi ,
, 2 ;ptc. pi. Ez
37] Volere, desiderare.

Collettivo: spighe Es 931 *


gemme; spighe tostate Lv 2;
Nisan, marzo/aprile D t 16!.

1, Positivo. Al condizionale Is 119=


obbedire, * rifiutare (v. 20 ) (gioco di
parole con ;)in una domanda retorica
Gb 399 accettare, essere disposto.

[ C. suff, , pi. 0 (' , cstr.


0 (' Es 23 Is 2919; c. suff. ]Povero,
indigente, bisognoso. Sinonimi: man
care di, , uh, . Antonimo:
ricco.

2. Negativo : non volere, rifutare, ricusare, respingere, non essere disposto.


a) In forma assoluta Gdc l i 17 = non
diede retta; ISam 314 + temere; 2Sam
12,7 IRe 20a 22.50- b) Con l'infinito Dt 230 =
Hi. rendere ostinato; ISam 15,
2Re 1323 Is 28,2. c) Con + infinito costrutto
2Sam 13 ,g Ez 37. d) ... persona: non
dare retta a Dt 139 Sai 81,2 =
non obbedire; ... cosa: non accettare, ri
fiutare, respingere Pr 1M= disprezzare;
complemento di cosa 1 25 = 1 respingere,
rifiutare.
Nota. Deriva forse da questa radice il
sostantivo ^ 5 $, povero, secondo il processo

volere-desiderare-non avere (si confronti con


il latino desiderare = sentire la mancanza).
Dubbia anche la derivazione di .
t

Papiro Gb 926.
Gemito, lamento Pr 2339 = Ah!
0*[ Cstr, , c. suff. Gb 39] Man
giatoia, greppia, stalla Is 13 Gb 399 Pr 144. >
,
,
[ Cstr, in ]In Ez 2120va let
to strage.
Cocomeri Nm 115.
Per favore ISam 24J2 Gb 343i. In 2Re
5,3 dubbio.

1. Significato specifico. Povero, sprowisto di denaro 0 mezzi Dt 15471U= ;Gb 3119


= vagabondo; Pr 3120 Sir 35i2Bm.
2. Significato generico. Derelitto, ab
bandonato, indigente, bisognoso, misero. Si
nonimi: , , , , . Is 4117 +
;Ger 20 ,3. Spesso designa una clas
se sociale in contrapposizione a un'al
tra: * // *
poveri # ricchi//plebei * nobili Sai 493.
Oppure in serie con altri, come or
fano, vedova, emigrato,
bracciante; - poveri, diseredati Sai
72, = .
^

. -j

3. Sintagmi, a) Con predicato etico.


innocente Am 26 512; onesto Sai 3714.
b) Complemento di: divorare Pr 30;
spogliare, depredare Sai 3510; ren
dere giustizia Ger 2216; impietosirsi
Sai 7213; T Hi. dare una mano, soc
correre Ez 149; favorire Pr 143l;
Hi, sfruttare Ez 181a; Hi. salvare Sai
724 Gb 515; Hi. vessare in tri
bunale Am 512; Hi. violare il
diritto Es 236; Hi. abbattere Sai 37;
Hi. liberare Ger 2013; , Pi. ripar
tire, distribuire, dare Sai 112,;
difendere il diritto 14013; opprimere
Dt 24 ;Pi. mettere in salvo Sai 824;
aprire la mano, essere gene
roso con D t 15 ;uccidere Gb 24;
/ vendere/comprare Am 26 86;
perseguitare Sai 109,6; triturare

1
I

. .

Am 4!; Pi. sollevare Sai 10741; $


spremere Am 8 4; ascoltare Sai 693.
endiadi 40!8 706 86 t 10922.

pi. ]
Q. Fare cordoglio, tenere/portare il lutto;
appassire, avvizzire, inaridire, sfiorire, venire
meno. Alcuni distinguono due verbi, che

Cappero Qo 125: forse una metafora.

significherebbero: fare lutto e disseccar


si. Pu includere diversi riti o gesti:
sedersi (a terra), piangere; Ni.
[ Cstr. ]Titolo divino, deter
affliggersi; intonare lamenti; &
minato da Giacobbe, Israele; unito ad
indossare abiti di stoffa grezza; di
altri titoli. Campione, paladino, eroe Gen
giunare. Antonimi: , , ralle
492< + , pietra, pastore; Is 124 grarsi, gioire, festeggiare; pD, 2<,
+ signore; Is 49 26 6016 Sai 13225;
ungersi, bere, mangiare, a) Detto di per
Sir 51,2 + scudo di
sone: Is 19 = , venire meno.
Abramo, roccia di Isacco.
lamentarsi; Am 8e = terremo
to. Con carattere rituale Os 105 Gl 1910.
[ PI , cstr. , c. suff. ,
b) Detto di esseri inanimati: il ter
, ]Destriero, cavallo sellato, toro;
reno inaridisce Ger 12 = desolacapitano, capo, angelo, a) Significato pr
ta; pascoli Am 12 inari
prio. Destriero Gdc 522 = 0 cavallo;
dirsi; terra Is 244 =

nitriti di destrieri -
appassire; Is 339 = avvizzire;
sbuffare dei suoi cavalli Ger 8 16;
Os 43 = ;mosto Is 24+
zoccoli 473. Toro Is 34 7 + un bufa
Ni. gemere.
lo o bisonte; Sai 5013 + caprone,
Hi, Assoggettare a lutto, mettere a lut
ariete; 2 2 m4v + ( v. 17), ( v, 14)
to. Complemento baluardo e
mastino, leone, b) Senso figurato:
mura Lam 28; complemento oce
capo pastore ISam 21e; capitano Sai 766 *
ano Ez 3115.
soldati; Lam 1,5 * soldato;
Hitp. Fare cordoglio, tenere/portare it lutto,
potente Gb 2422 34 ,9.20 = , ( v. 19) no
celebrare funerali. Si costruisce con , .
bile, principe, 5* povero; pane
Per una morte Gen 3734 2Sam 142 ^
angelico, celeste Sai 7825 =
frumento celeste. Titolo divino Ger 46t5 ungersi. Per un peccato Es 33 4 Nm 1439
ISam 153s Esd 106. Per una sventura Ez
(Bue Api). Ironico coraggiosi! Is 46l2
7 ,2 ^ fare festa; 727 = spaven
(cf. apparato della BHS).
to; Is 6610 ^ festeggiare, gioire,
Nota. In Is 1013 va letto potente.
rallegrarsi, Ne 14 + piangere,
digiunare. Rito di supplica Dn 102.
[ Hitp. ipf. pi . 1 ]Contorcersi, attor
cigliarsi Is 9 .
V
, .

it

'

11

1 Q. pft. f. , pi . ; ipf. f. ,
. Hi. pft. 1 , wayy. , Hitp.
pft. ;ipf. , , 2 Sir
73, 1 , pi . , 2 ; imptv. f.
, pi . ; ptc. , f. ,

V v

T 9

[ Cstr. , pi. , f. , cstr.


m. ] Aggettivo. A lutto, in lutto, afflitto,
addolorato, dolente. Gen 3735 = piange
re; Is 613 ^ festa, + carcerato,
prigioniero (v. 1); Sai 3 5 14 +

7
incurvarsi, cupo, malinconico; Lam
1 4 = ^\ essere desolato, meste,
con amarezza; Est 6 l2 + il
capo coperto.
Nota. In Gb 2925 dubbio.

2 In toponimi. Prato, p. es. ?$


Fra delle Acacie Nm 3349; Pra
di Danza Gdc 723. Cf. toponimi in italia
no come Prato, Valprato, Pra del Torno,
Pasian di Prato.

[ C. suff. , ] Cordoglio, lutto,


funerale, a) Sostantivo. Gen 50, q. =
funerale; Am 5 l6 = cordoglio +
elegia; 810 + lamento, abito di
stoffa grezza, ^ festa; Est 922 ^

festa, + ;tristezza; lutto per un


figlio unico Ger 626 = lut
to amaro, b) Come aggettivo: ) tempo
di lutto Gen 274t; D t 34a; abito
da lutto 2Sam 142; 1( corretto)
vestito da lutto Is 613; ban1 chetto funebre Ger 167 (corretto);
casa in lutto Qo 72 5* casa in
festa.
.
Fraselogia: essere in lutto Gb
303(; fare lutto/cordoglio, celebra
re un funerale Ez 2417; Ger 626 +
vestire, cingersi abiti di stoffa grezza,
$ Hitp. rotolarsi nella polvere;
Mi 18 + camminare scalzo e nudo; trasformare in lutto,
guastare una festa Am 8 10; Lam 5 ts.
L

Congiunzione avversativa. In testi


pi antichi introduce una frase che cor
. regge o restringe: no, non cos, semplice
mente, soltanto che, avviene che, si d il caso
che, al contrario. Gen 1719 no; 422I 2Sam
145 IRe 143 2Re 414. In testi posteriori
una semplice avversativa: ma, invece, tutta
via Esd 10,3 D n 10721 2Cr 14 193 33,7.

.
T

))] F. cstr. , c. suff. , pi . ,


cstr. , c, suff. , , du. ]
Pietra, sasso, ciottolo, pietrisco-, pietra preziosa,
gemma; grandine, lapide, filo a piombo, peso.

1. Allo stato naturale, a) Pietra Gen


28 Gdc 9 10 IRe 1027. " mucchio/cumu
lo di pietre, cippo Gs 736 829 2Sam 1817.

Pi. spietrare, sgombrare dai


sassi Is 6 2 10. b) Giacimento, filone, miniera,
cava D t 89 Gb 286; galleria, tunnel 283.
2. Materiale da costruzione, a) In ge
nerale. Gen 113 associato mattone;
IRe 532; Zc 54 correlativo legno, trave;
Sai 1021S ^ polvere; Ne 334 ^
macerie, b) Determinato da: )in
tatta, non lavorata, pietra grezza D t 275
Gs 831 = non lavora
te con strumenti di ferro; + rifnita/squadrata nella cava IRe 67;
conci (grandi pietre squadrate) 53I;
di scalpellatura . 2 Re 12 13;
, , , riferita alla pietra angolare Is 28lt Sai 11822
Gb 38t Zc 47; di fondamento,
fondazionale Is 28t; di volta
Ger 51m ^ di fondamento;
blocchi di pietra IRe 7W. c) De
termina: ! lastre, lapidi, lastroni
Es 2412; altare di pietra D t 275;

pavimento di lastre, lastricato


2Re 1617; muro, recinzione Pr 243l;

mura Ne 335. d) Trasformazione:

$ scalpellini, tagliapietre 2Sam


5 ;scalpellini, tagliapietre 2Re
1213; muratore lC r 2 2 1s. e) Strumento di
costruzione. Filo a piombo Is 34 + livelia, cordino.
a

T i

3. Come arma:

colpire con pietre, lapidare Lv 202


Nm 14,0 D t 212, Ez 1640 2Cr 2421>

Ez 133822 .
idem Dt 175 IRe 2 l 13. ~ /
scagliare pietre, prendere a sassate 2Sam
9.
Uso figurato. Come termine di
166 IRe 1218. Hi. scagliare pie
paragone: di sopportazione o resistenza
tre per danneggiare un campo 2Re 325.
Gb 6,2 = bronzo; d abbondanza
V
( alla lettera, pietra da mano) IRe 1027; d pesantezza Es 155 Sir 621; di
impugnando una pietra Nm 35 m7 *
durezza Gb 3830; di forza o fermezza Gb
con uno strumento di ferro;
41 w = |macina. cuore di pie

| frombolere Gdc 2 0 l6; tra, incallito, impenitente Ez 1119 3626 ^


ciottoli ISam 1740.
di carne.
4. Uso ornamentale. Pietra preziosa,
Fraseologia: restare pietrifi
gemma. a) preziosa 2Sam 12a0
cato Es 151e; abbattere, demolire
Sir 45 ; idem Is 54 Sir 45;509
Lv 14; restare di pietra/ di sasso
di diadema Zc 9 l6. Associati:
ISam 2537; smontare, smantel
argento, oro. b) Pi. incasto
lare IRe 1522; costruire,
nare, montare Es 315; Ni. essere
mettere pietra su pietra Ag 215.
incastonato Sir 509; intaglio Es
Note, a) E possibile e probabile che
315. 2< orefice Es 28 .
rappresenti a volte un allomorfo di
5. Uso commerciale. Peso 2Sam 1426 con prostetico (come l'arabo ibn). Si
Sir 424 + misura. Determinato da
possono cos spiegare alcuni casi dubbi:
2, ) esatto, precso Lv 1936 Dt 25!5
Es l i6 figli (invece d sedile a due pietre);
Pr 11!; pesi disuguali Dt 2513 Pr
abitanti del sepolcro, seppel
201023; falsa, truccata Mi 6 =
liti Is 1419 (invece di sepolcri di pietra);
bilancia falsa. .
2< esseri ignei Ez 28w (invece di
6 . Uso religioso e cultuale, a) Titolo
pietre di fuoco); spiriti agresti,
divino: Gen 4924 = Roccia;
satiri Gb 5 23 (invece di pietre dei campo),
invertito in pietra d'inciampo Is
b) In Ger 183 ^designa il tornio del
8,4 = . b) Predicato 0 designazione,
vasaio; potrebbe essere una variante di
di solito dspregiativa, di idoli. D t 428 =
ruote, c) Componente di toponimi. Si
manufatto umano;* Ger 39y
confronti con i toponimi italiani Pietra
+ legno; rilievo Lv 26!, Si
Ligure, Pietrasanta, Torrimpietra.
nonimi: , . c) Altri: ste
le, menhir Gen 35! ;lapide, stele
[ C. suff. , pi. ]Fascia,
commemorativa Es 397; cf. Gs 47;
banda, lista, nastro, fusciacca; segno di ufficio
a testimonianza, come prova 2427.
0 dignit. cingere Es 299 Lv 8? l4;
Pi. cingere, allacciare Is 222!;
7. Uso profano: macina,
confezionare Es 2839 3929. fascia di
mola Zc 123; pietra magica, tali
lino Lv 164
smano Pr 178; coperchio Zc 58; stoviglia,
madia Es 7!9.
[ Q. soltanto ptc. ]Nutrire, alleva
8 . Meteorologia. Grandine, gragnore, ingrassare, sagginare IRe 53 Pr 1517,
la Sir 465 (?) + ;grandine
T

T T

Gs 10 Is 3030 Sir 4315; idem

- -

.,

9
[ Soltanto pi.] Ulcere, piaghe, bolle,
vesciche, pustole Es 99_i0 (da gonfiarsi).

[ Ni. ipf. ;inf. c, suff.1 ]Com


battere, azzuffarsi Gen 322M6. Paronomasia di

*e .

[ Cstr. , c. suff. ]Polvere, pul


viscolo, polverone, vortice di polvere Es 99 Dt
28M+ cenere; Is 52A - pula; Es 26,0
Na 1 3.

[ Cstr. ]Polveri aromatiche Ct 36.

[ Hi. iuss. ]Volare, innalzarsi, solle


varsi, librarsi, battere le ali Gb 3926.
1f .,

.. ;

[ Sg. collettivo] Piume, penne, piumaggio,


ali Is 403, Ez 173 = *1 piumaggio; Sai 557
+ volare.

[ C. suff. , pi. C. suff. ]


Piuma, penna, piumaggio Dt 32 = ala;
Sai 68 Gb 391s.
T

t i

Acclamazione dal significato dub


bio Gen 4143. Probabilmente visir, primo
ministro.

[ st. ass. = cstr., pi. , cstr. , c.


suff. ]Stagno, acquitrino; pozzanghera,
pantano, Assodati: fiume, torrente,
canale, cisterna, fonte. An
tonimi: deserto, steppa, $
canicola, siccit. Es 719 8! Is 357 =
sorgente; Is 4118 4215; Sai 10735
sorgenti, > palude (v.
34); Sai 114e * roccia. Acqua stagnante
Is 1423
Nota. In

Ger 5132 dubbio: chiuse, canneti,

[ pi. cstr. ]In (abbattuto, af


flitto, tormentato, angosciato Is 1910 = Pu.

costernato, awilito.

/ [ St. ass. = cstr.] Giunco, canna


Is 585 Gb 4026 = *gancio; paima e giunco, cio importante e futile Is
9 13 1915.
Nota. In

Gb 4112 dubbio: che ribolle.

[ Cstr., pi. ]Coppa, tazza, vassoio


Es 24t Is 2224 = terraglia; Ct 73.
*[ Soltanto al pi. c. suff. , , ]
Ali dell'esercito, squadroni, plotoni Ez 12u 1721
3 8 ( 5 9 2 2

3 9 4

[ Cstr., c. suff. ]Fascio, mazzo

[ Q. pft. 3 f. ;ipf. 2 ;ptc. ]

Es 1222; plotone (militare) 2Sam 2^; legame


Is 586 = prigioni; volta (architettu
ra) Am 96 + scalinata.

Immagazzinare, custodire Dt 2839; Pr 6e =

Hi. accumulare; 105,

[ PI. cstr. ] Dubbio: cesta, sac


Noce, noceto Ct 6.

co, borsa, coppa, bacile Esd 19.

[ Soltanto cstr. in ] Soldo/gtor-

Pugno. a pugni Es 2118 ^

nata/salario minimo, quantit minima di de

con una pietra; Is 584 (forse da .(

naro ISam 2^ + tozzo di pane.

[ PI. cstr. in ]Gocce Gb 3828 +


pioggia.

[ St. ass. = cstr., pi. , c. suff.


]Lettera, epistola, missiva 2Cr 306;

^ testo di Est 926; 2Cr 30, +


V V

scrivere; Ne 619 + $ spedire; 2 7 +


consegnare.
.

[ G. suff. ]Fonte, sorgente. Terrestre


Genceleste Gb 3627.
[ Q. ptc. Sir 735; Hi. + inf. cstr.
( invece di ])
Q. Essere abbattuto, desolato, sconsolato,
esaurito, logorato Sir 735.
Hi. Lasciarsi consumare ISam 233; forse
metatesi di .
-< .
T

10

[ Cstr,, C. suff.( c. pref. ,


), lx ISam I61e; pi. , cstr.
, c. suff. Gen 192, ecc. (c. pref.
, ecc., ,,])
Signore. Esprime la relazione di superiorita rispetto a un correlativo: signore/servo,
/Wrae/propriet, datore di lavoro/lavora
tore, salariato, superiore/suddito, capo/su
bordinato, sovrano/vassallo, marito/moglie,
D/b/adoratore. Pi frequenti o ,
meno frequenti o .
1. Fra uomini, a) Generico. Gen 249
correlativo 39 2 ; Es 21 Dt 2316 Is 242
= 2/ ;)Sai 1232 Pr 3010; marito
Am 4,. maggiordomo Sai 1052J;

^ emancipato Gb 319. b) Come


vocativo, indifferenziato, frequente: signo
re, lei, signoria, eccellenza! e simili, Ri
volto al padre Gen 3135; a uno straniero
23it; al visir 4320 44t 471a; Abigail si ri
volge a Davide ISam 2524^;
mio re e signore Ger 389; a un angelo
Zc 44313
2 . Titolo divino: signo

re di tutta la terra, sovrano del mon


do, signore universale Gs 3 Sai 975;
signore, dei signori Sai 1363

= Dio degli di (v. 2); Dt


10(7. Is 3! ; Sai 1355 1475.
arriva a soppiantare il nome impronun
ciabile di .
3.
Componente d nomi propri:
Adoniram, Adoni-Sedek, Adonia.

[ c. suff. ;pi . (), cstr,,


c. suff. ,, ]( ) Nobile, illusire, preclaro, magnifico, insigne', magnate, notabik, potente, aristocratico, a) Come aggettivo:
acque copiose Es 1510; di

illustri (o singolare) ISam 48; nave


ammiraglia Is 33a1; . cedro gigantesco,
eccelso Ez 1723; nazioni illustri 3218;
DU> nome/fama ammirevole/illustre,
preclara Sai 8210; (Dio) magnifico 765 +
splendido, abbacinante; re
potenti, famosi 1361a= ;fume gonfio, in piena, torrenziale Sir 4013 =
torrente perenne; voce
possente 5016. b) Sostantivato: nobili, poten
ti Gdc 513,25; in Sai 13 dubbio; Ne 35 1030
2Cr 2320; capi pastore del gregge
Ger 253j3t; nobili 143 correlativo
servo, garzone; principe 302, = (capo;
alberi maestosi Zc 112; capitani Na 26 cor
relativo ^ soldati (v. 4).

[ Q. pft. pi. . Pu. ptc. , pi.


. Hi. ipf. pi , . Hitp, ipf. ]
Q. Essere rosso, rossastro Lam 47 come
corallo.
Pu. Essere rosso: lo scudo Na 2A. Concia
ta, la pelle Es 255 2 6 u 35 z23 3619 393).
Hi. Diventare rosso Is 118 come porpora,
Hitp. Rosseggiare, apparire rosso, il
vino Pr 2331.
V
. ))?.

1 7

,,

t *

11

T T

XJomo. nel senso di essere umano.


Non ha n genere femminile n stato
costrutto n plurale. Significato generico
o specifico, collettivo, universale o parti
colare, indefinito o dimostrativo; nome
proprio o titolo. Molti significati colli
mano con quelli dell'italiano uomo: uomo,
maschio adulto; individuo, uno, qualcuno-, chi,
colui che; gente; essere umano, umanit. Si
nonimi: uomo 2Re 7 10 Is 44,3;
uomo 5112 562 Sai 85; carne (ci che
debole e caduco) Dt 524 Ger 17g. Meno
frequenti: abitante Is 6 Ger 33)0;
popoli Is 434; popolo Gb 3429;
uomo (maschio adulto) Pr 2024,
t

'

inteiligenza umana Pr 302.

2. Significato collettivo, universale o


parziale. Gli uomini, l'umanit, il genere
umano, tutti, la gente: Gen 65 Ger 216;
;come pesci del mare Ab 114.
a) L'universalit diventa esplicita anteponendo
; : Gen 72, Ger 10 Ez 3820 + ani
mali per categorie; Sai 39612 64]0. Associa
to a Ger 50s Ez 1413 Sof 13 Sai 3 67.
b) Preceduto da negazione, , : nessuno,
neanche uno Es 330 Ger 425 Gb 3221 Qo 720
Sir 4619. c) Collettivo dall'estensione indefinita.
La gente, tutti: quel che dice la
gente ISam 2410; Is 44,5; ( cor
retto) piene di gente Ez 3638; Sai 227; Gb
1.
Significato generico, a) L'uomo 2133 3 folla, moltitudine, d) La
inteso nella sua natura: D t 83 Is 232.
collettivit contrapposta a un individuo 0 a un
Ger 17s + ; Sai 82( * v. 6);
gruppo equivale ad altri, gli altri:
94!0. Frequente nei testi sapienziali, il
Nm 123; IRe 83a Sai 735.
cui tema dominante quello dell'uomo:
3. Uso indeterminato, indefinito.
Qo 3 6 ;Sir 15,4,7 3310 Tale uso ind- Chi, chiunque, qualsiasi, colui che, qualcuno,
de i due sessi: Gen 5,.2;
un altro. Frequente soprattutto in testi
^Nm 5t. Spesso si associa, in con
legali, che definiscono un caso senza
trapposizione o in correlazione: con Dio
definire il soggetto, a) ... quan
ISam 1539 2Sam 24w; Is 313 7* Dio;
do qualcuno, se uno Lv 12 132 Nm 1914;
Ez 282 Pr 3<; Sai 118a ^ ;con
come qualsiasi (altro) Gdc
animali, animali domestici Gen 67 Es 8 ,3;
167 ; un uomo a un altro Pr
con alberi (?) Dt 20 . ():
27,9. b) Contrapposto a un antecedente pi o
la totalit dei viventi, uomini e anima
meno determinato equivale a un altro Lv
li senza distinzione Gen 723 Es 9j5 12,2
242q Is 292! Pr 2823 Qo 2I8. c) In frase interro
Lv 2723. b) Il significato generico si specifica
gativa: qualcuno, taluno Ger 1620 MI 3.
per polarizzazione: contrapposto a $ ,
4. Nome proprio. Adamo Gen 52; vo
donna, assume il significato di maschio
cativo Mi 68.
Gen 225 38!2 Qo 728; contrapposto a
5. Uso individuale e distributivo.
sacerdote, significa laico Es 3032; contrap
Poich non differenzia il numero.
posto a nobile, significa plebeo Sai
per indicare un individuo o vari della
493 Pr
Si specifica anche assumendo
collettivit si usa , . Signi
determinativi: l'empio Gb 3430;
puh - malvagio Pr 117; il
fica: uomo, essere umano, individuo, persona;
gigante, l'omaccione Gs 14,5. c) Come
uomini, ciascuno; con , tutti e ciascuno, sin
aggettivo. Umano: aiuto urnagolarmente intesi (non significa "figlio
no Sai 6013; progetti umani
d'uomo n "figli d'uom o), a) ::
94 ;manufatto umano 15A;
Dio non p un uomo, un essere
T T

12

umano, cos da pentirsi Nm 2319, da


fectiva o variante di terra:
puledro selvaggio Gen 16 l2; Os 67 = ;)
confrontare con ISam 1529 che usa
rn h V coltivazione della campagna (?)
nella stessa frase; essere umano, mortale
Sai 104w; Gb 3 628 piove sulla campagna;
Is 5112 = ^ uomo; 562 idem;
Pr 30 = terra; in Zc 135 dubbio. In
nessuno, nemmeno uno Ger 49 18 = 12>;
Gdc 1872B va letto Siri, Aramei; lo
Sai 85 generico; 1463 = principi,
stesso in Zc 9,; depennare in Ez 2342
nobili. Non esiste il femminile singolare
e 3431; in ISam 1732 va letto correla
. b ) come titolo o antititotivo di .
lo, al vocativo, sostituisce ii (cog)nome
N
frequente in Ez, equivale a uomo!
[ F. , pi. ]Aggettivo. Rosso,
o, conservando la sfumatura di (cog)nome,
rossastro, marrone, castano-, sauro, biondo, bru
figlio di Adamol Dn 817 idem, c)
no. Predicato di: lenticchie Gen 2530 (pa
uomini, figli di Adamo D t 320 ^
(corretto) figli di Dio, divinit; ISam 26l9 ronomasia con Edom); una vacca Nm
*
;Sai 21 33 ,* = abitanti 192; l'acqua 2Re 3 22 (paronomasia con
sangue); ii vino Is 632; di cavalli, sauri
del mondo; 89^9 = uomo (maschio
Zc 10 62; di un giovane, bruno Ct 5,0.
adulto); 1151e ^ ;Sir 324 sottolinea la
pluralit e la variet; 362g 38eB. Femmi
Carnallite, o comalina, o rubino Es
nile plurale ^ Gen 62. d)
2817 39 ,0 Ez 2813 Sir 325.
contrapposto a significa plebeo
contrapposto a nobile: Sai 493 6210.
IF. , pi f ]Rossic6.
Uso aggettivale o genitivo (oltre ci Lv 1324 (+ 4x) 1437.
a quello gi indicato): umano, a) Predica
to di membra, organi, qualit, azioni ecc.:
tCstr. , c. suff. ,,
malvagit umana Gen 65;
ecc., pi. ]*Terra. 1. Come ma

cadavere umano Nm 9e; teriale o elemento: terra, polvere, argilla;


voce umana 2Re 7 ,0 = , ^ cavallo;
aggettivo terroso, di terra; usata dal vasaio.
seme umano Ger 3127; ca 2. Come piano dell'universo: terra, suolo;
davere umano Ger 335; piede Ez
aggettivo: terrestre, terracqueo, terreno, terrico
29!, + zoccolo; mente
lo, sotterraneo; composti: terrigeno, terrestre,
umana Pr 169. b) Casi particolari:
terrigno. 3. Significato agricolo: campagna,
omicida Lv 242l; omicidio Ab 28.,7;
terre, terreno; aggettivo: agricolo, coltivabile;

cinghie umane (umanitarie?) Os composto: agricoltore. 4. Zona delimitata:


114; morte naturale Nm 1629 territorio, paese, paese d'origine; aggettivo:

destino umano. indica conterraneo, compaesano. Terreno, tenuta, prun individuo e pu servire per contare
priet, appezzamento, fondo, podere. (Nota:
Nm 3140<l6; esseri umani trattati come
4. si pu considerare aspetto di 2. o 3.).
merce Ez 2713. c) si aggiunge a un ag
1.
Come materia o elemento. L'uo
gettivo per sostantivarlo: i poveri Is
mo, gli animali fatti di terra Gen 27 =
2919; il primo Gb 157;
argilla; 2 19 3 J9 Gb 5S; alta
lo stolto Pr 2120.
re di terra ^ di pietre Es 2024.25;
T

il

"

T I

4.

Nota. potrebbe essere scriptio de-

vasai Is 459 = creta.

V V

13
Fraseologia: gesto di
lutto/cordoglio ISam 4,2; 2Sam 12 +
veste lacerata; 1532; (
idem Ne 9!; 2 > tornare alla polve
re, morire Sai 1464 = esalare lo
spirito, spirare.
2. Come piano dell'universo: terrat suolo. La disposizione in piani si ri
scontra in un testo (recente?), D t 4,7.18:
uccelli (cielo);
quadrupedi (terra); rettili
(suolo); pesci (sottoter
ra). Gen U5 6* 78 92; 'is 242, * le
altezze, il cielo; Am 35 52.
Fraseologia: sulla superfieie terrestre, sul suolo, sulla terra Gen
6 , 723 Es 33!e Nm 123 D t 76 142 Is 2317
Ger 2526] dal suolo, dalla su
perficie (espellere, sterminare, cancellare,
scacciare) Gen 7 74 80 Es B213 + Pi.;
Dt 6 !g ISam 20 ,5 IRe 1334 Ger 28!6Am 98
Sof 1MJ* vivere in questo mon
do ISam 203! * . Equivale a 0 , per
traduzione sintetica: () rettile
Lv 2025 Ez 3820 Os 220.
3. Significato agricolo: a) Generico:
coltivare, lavorare la ter
ra Gen 25 - terra; 323 42 * ^
pastore; 2Sam 9 ,0 Is 3024 Zc 135 *
profeta; Pr 1228 l9. seminare Is
3023. b) Definito dal contesto: - cam
po o pascoli Gen 47 !t0.22.23 Gl 22!.22;
correlativo di citt, casa Is 17 6!,;
Pi. distribuire Dn 1139; $
arare Is 2824; Hi. produrre Ag 1 .
c) Espressioni aggettivali 0 aggettivate: <
agricoltore, contadino Gen 920; &
che favorisce, incentiva l'agricoltura 2Cr
26i0; primizie del campo, del rac
colto Ne 1036; come
letame sul campo, che concima il campo
Ger 82 164 2533; decima del rac

colto Ne 1038; raccolto, prodot


ti della campagna Gen 4S D t 7 ,3 284 (+
5x) 309 Ger 720 MI 3U; Sai 10535 = 1
erba; ,, 2< pri
mizie del raccolto Es 2 3 l9 342e D t 26210;

raccolto (equivalenza 0 , tra


duzione sintetica) Ts 30a3; $ terra
fertile, molto ubertosa Ne 925.
4, Zona delimitata: paese, territorio.

a) Frequente in D t come oggetto della promes


sa, il dono, la conquista e !,occupazione,
il possesso, la residenza; si scambia con
, Contestualmente include l'aspet
to di terra fertile, adatta all'agricoltura.
Costruzione frequente 2( <
promise, diede; con $ possedere
Lv 2024; 2< abitare D t 3020; Nm 11J2 Dt
4,,0 28a1 Ez 2825b) Con suffisso D pu
equivalere a patria, paese natio D t 2927 *
terra straniera; Is 14!; Ger 238
*
paese settentrionale; cf. E
37w * ( w, 12-13) sepolcro come me
tafora del paese straniero, c) Aggettivato:
terra santa Es 3S; mpura, contaminata Am 717; straniera
Sai 1374. Con le determinazioni geografi
che o nazionali.
]] Bruno, scuro, abbronzato
Gen 2525 ISam 16,2 1742.
! ))] PI. , cstr., c. suff. ,
, ] Base, plinto Es 26!9 (+ llx)
27,0 '(+ 7x) 3624 (+ 10x) 3810 (+ 12x) Nm
336 Gb 38t Ct 5 ,5.
- ?. Nome o titolo divino, da
solo o combinato.
[ Ni. ptc. , forma are. Es
15t, f. Sir 43,!. Hi. ipf. ;imptv.
Sir 36e]

14

Ni, Essere magnifico, illustre, insigne, eccel


so, preclaro Es 156; Sir 43 arcobaleno; 4913.
Hi. Onorare, rendere credibile, avvalorare
Is 423, Sir 3 66.
.
1f ., ,

Valore, prezzo Zc 11,3.


[ Soltanto pi] Dracme, darici, mo
nete Esd 827 ICr 297.

volere, desiderare, pi generico; con


cedere un favore, accogliere, proteggere;
scegliere, eleggere; cercare,
1. Campo sessuale e coniugale, Gen
2467 = essere sposa; innamorar
si 298 343; preferire, prediligere 29^;
2932 + si sentir legato, affezionato
(v. 34); Gen 34 3 sentirsi attratto
Pi. corteggiare; Gdc 141s ^
\aborrire, detestare; 16lg *
il tuo cuore non mio; Qo 99;
amore della mia anima, amore mio Ct 17.
/ con valore comparativo; prefe
rire, prediligere Dt 2115.
2. Campo familiare. Amare, volere
bene, desiderare, preferire, predilgere
Gen 22 2 = figlio unico; 2528 373;
preferita, prediletta D t 2116.
3. Amicizia. Volere bene ISam 18! =
si sent unita, vincola
ta, legata (metafora da aggiogare i colli
di due animali); Gb 19l9 = inti
mi; Pr 1420 ^ Ni.; 177= prossimo,
compagno.
4. Campo religioso. Dio nei confron
ti dell'uomo D t 437 = scegliere, eleg
gere; 1018 nei confronti dell'emigrato; 236
2Sam 1224; Is 434 = essere prezioso;
Ger 313 = 1 lealt; Os 11! amore pater
no; 145 + spontaneamente, senza
che lo meritino; MI 12 2 Sai 475 1468 Pr
159. L'uomo nei confronti di Dio Dt 6S
134 Sai 3124 116!.
5. Campo sociale e politico, a) Lo
schiavo verso il padrone, affezionarsi Es 2 1 5;
nei confronti del prossimo Lv 1917.,8 ^
serbare odio, essere vendi
cativo, serbare rancore; nei confronti
dell'emigrato Lv 1934; di chi corregge Pr
98, negativo 15,2. b) Un capo ISam 16n
181e; un suddito ISam 1822 Pr 16,3. Un so
vrano nei confronti di un altro: essere alle
ato, intrattenere buoni rapporti IRe 51s.

[C. suff. , ]
Mantello, pallio Gen 2525 Gs 72u4 IRe 191319
2Re 281344 Gio 36 Zc 134. Magnificenza, in
vite splendida Ez 178.
$ Allomorfo di : trebbiare, triturare Is 2828.

, [ Q. pft. 3 C. suff. ,,
f. , c. suff. , 2 . pi. c. suff.
ecc.; ipf. , , c. suff. ,
1 ( per (, , c. suff. ,
2 , pi. , e ;imptv.
, , pi.
, ; inf. Qo 3e,
, ; ptc. , ( are. Os
10) , c. suff. ecc., , cstr. , c.
suff. , Sir 6 n, Sir 4733, ptc,
pass. , f, , cstr. . Ni. ptc. pi.
. Pi. ptc. pi. c. suff. ,,
. Hi. imptv. ]
T

IT *

* ;T

'

Q, Amare, volere bene, volere, desiderare;


innamorarsi, affezionarsi; provare amore, affet
to, affezione, tenerezza, attaccamento, inclina
zione, attrazione, passione; essere leale, fedele,

Si costruisce direttamente; solo di raro


con ( Lv 19,824), Sinonimi e affini: il les
sema pi comune per indicare l'amore
;significa affezionarsi, innainorarsi; indica l'attaccamento;
significa desiderare, ambire, bramare;
indica la passione o la gelosia;

'

T I T

15

Oggetto di possono essere fare la corte, festeggiare, omaggiare.


cose, qualit, virt o vizi, valori, azio
V
., , ,
ni. a) Cose. Amare, desiderare, per trasformazone piacere, essere gradito: N ama
H ]Amico, compagno, collega,
X = X piace a N. Una pietanza, piacere
sostenitore; amante, amato; alleato. Sinoni
Gen 279.14; Os 3! = dedicarsi, esse
mi: i n prossimo, compagno, asso
re dedito; vino e profumi Pr 2117; de
ciato, colui che s frequentato,
naro, ricchezze, ambire, bramare Qo 59.
ntimo, a) Fra uomini. Sai 38J2 =
b) Qualit, virt 0 vizi, valori: ,
prossimo, parente; 88 i9; Pr 1420;
la giustizia Is 618 ^ odiare; Sai 458;
1824 ^ fratello; 276 ^ nemico;
* il bene Am 5 !5 + odia
Est 5 1014 6 1g; Sir 64&9a2 = ( v. 5)
re il male; i comandi, la legge ecc. Sai
colui che saluta, il compagno,
11947.97113.n9 * ( v. 16) dimenticare,
(v. 5) confidente, intimo; fe
( v. 158) provare disgusto, Pi.
dele 6 13; vecchio amico, amico di
(v. 163) aborrire; la sapienza Pr
vecchia data 9 10 ^ Uh nuovo, b) Detto
46 * abbandonare, ( v. 5);
di Dio, Domina il significato oggettivo,
una situazione, essere contenti di Ger 531; la
l'uom o ama il Signore, il suo nome, la
sua azione salvifica Es 20 6D t 5 10 7g; Gdc
vita, anni prosperi Sai 341a = deside
53! * nemico; Abramo Is 418 =
rare; la subornazione Is 123 =
eleggere, scegliere; Sai 5 12 4 0 i7 705 97 10
procurarsi; io spergiuro
119m 1452o Dn 9 4 Ne 15. c) Alleato IRe
Zc 8 17; preferire il male al bene
51s Ger 204t Lam 12.
Sai 525; la maledizione 10917 ;l'inesperienza Pr 122 =
[ Soltanto pi. ]Amore, amori, av
affezionarsi, c) Azioni. Costruito con un
ventura amorosa, infatuazione: mer
sostantivo Is 578 Pr 2013. Con l'infinito
canteggiano il loro amore Os 8 9;
costrutto: piace loro dormire
cerva amata Pr 5 i9 = graziosa (valore
Is 5610; piace loro muovere (le
aggettivale).
gambe) Ger 14J0; trebbiare Os
10 ;1( imbrogliare, truffare 12 8;
[ C. suff. ;pi. ]Amore Pr
non g li,piace che lo si rim
7,8 = carezze; Os 9 10 amato , amante,
proveri Pr 1512.
idolatrato (?).
Ni. Participio amati 2Sam 123. Essere
6.

amato Sir 317.


Pi. Participio am antiam ati. Spesso de
signa gli idoli o falsi di (rivali di Yhwh),
gli alleati politici e militari Ez 163a3s37
235922 Ger 2220.22 30!4 Os 27912 !4.,5 Z.c 13^
Lam 119.
Hi. Essere amabile, rendersi simpatico, ac
cattivarsi, propiziarsi Sir 47.
Nota. In Os 4 18 dubbio; potrebbe
essere un intensivo 0 un iterativo ,

[ Cstr. , c. suff. , ,
, , ] Amore, affetto, te
nerezza, inclinazione; amicizia, simpatia,
cameratismo. Si usa allo stato costrutto,

con e complemento, con funzione


di aggettivo e di avverbio. Ha appros
simativamente gli stessi significati del
verbo, a) Campo sessuale e coniugale. Gen
29z0; amareggiamenti, amorazzi
2Sam 126; 13,5 avversione, aborri-

16

mento; IRe 112 + legarsi, consegnar


si; Pr 5,9 + infiammarsi; Ct passim;
amore di fidanzata Ger 22 =
affetto giovanile, b) Amicizia
ISam 183 2017; 2Sam 26 * con
trappone l'amicizia militare agli amoreggiamenti; Sai 109^ Pr 10,2 275 Mi 68
+ lealt, c) Campo religioso. Dio nei
confronti dell'uomo D t 78; 10i5 +
innamorarsi, eleggere; IRe 109 Os 3,
9 ,5 Sof 3!7. L'uomo nei confronti di Dio
Dt 10306 199 1113.22 l62o G s 225 23 ; Is 566
+ Pi. servire; fra gli altri sentimenti
Qo 96 + odio, passione. Con

Dt 10I21113,2219g 30g1(52o. d) Uso avver


biale: malata d'amore Ct 58. Uso
aggettivale Os 114.
ri Interiezione di timore o dolore,
Ahi, Ahim! 2Re 3!0; Ah che gior
no! Gl 1,5; con vocativo: Ah, figlia mia!
Gdc 1135 2Re 65)5; con nome divino: Ah,
Dio mio! Gs 77 Gdc 622 Ger 1^ 4 !0 14,332,7
Ez 4 ,4 98 11,3 21s.
In Os 13!014 va letto : dove?
[ ! Hi. ipf. ]Brillare, splendere Gb
255 - essere puro.
2[ Q. ipf. . Pi. ipf. per ]
Q. Piantare la tenda, accamparsi Gen
1312.,e. Denominativo di .
Pi. Piantare la tenda, accamparsi Is 1320
= Hi. accogliere nell'ovile, ,
abitare.

Tenda da campo, padiglione, tabernacolo, ten


done; plurale accampamento. Sinonimi:

casa Pr 14 ;tendone Is 4022; al


cova Sai 19^; teli Is 542; di
mora Ger 301e; domicilio Is 3320; ^
capanna Sai 27y
1. Significato proprio. Nm 1110 1626
D t 33 19 Gdc 417.18; 2Re 7e = accampa
mento, le tende; 2Sam 76 ^ ;IRe 12,6;
Ger 3018* palazzo; 357. a) Elementi:
corda Is 3320; tessuti in pelo,
teli Es 26,; TIV chiodo, piolo, picchetto
Is 3320; corda 542; spazio, re
cinto 542; porta, ingresso Gdc 420;
fibbia, fermaglio Es 36,8; interno
Gs 731 2Sam 6 . b) Complemento di: ,
, , mettere, piantare, armare,
allestire, montare, fissare Gen 12e Sai 19s
D n 1145; tendere, stendere, tesare Is
4022 = ;montare, armare Es 4019;
, Ni. raccogliere, ritirare, smon
tare, togliere, levare Es 337 Is 3812 Ger
4929; alzare, caricarsi di Nm 4^.
2. Significato cultuale: tenda, taberna
colo. All'inizio autentica tenda; poi, come
immagine, il tempio o il suo edificio Es
26 iC r 17S; IRe 22M0;
tenda dell'incontro, dell'appuntamento,
del convegno, frequente Es 29 30 33 40
Lv 4 Nm 4 18; tenda dell'alleanza 1723. davanti, parte ante
riore, vestibolo Es 269;
ingresso,
porta 294; corredo del santuario
317; santuario Es 402;
atrio, cortile Lv 6 i9; la tenda, il
tempio lC r 923 = .

3. Senso figurato, a) Pu designare la


casa, il domicilio, il focolare: in casa
D t 33 !8 * fuori; Os 96 Gb 18 M294;

pace del focolare 524. Il tempio


come focolare Sai 15!. Il palazzo Is 16s.
b) A l singolare 0 al plurale con un nome proprio
pu significare per metonimia gli abitanti:
Giacobbe Nm 24s MI 212; Giuda

17

[ P1. ]Otre, ghirba Gb 3219.

Zc 127; Cam Sai 7851; Kedar 1205;


Giuseppe 7867.
Fraseologia: accampar
si Ger 63; beduino Gdc 524;
beduini, nom adi Gdc
8 ~ ; idem Gen 420.
andatevene a casa Gs 224 =
(terre avute in) eredit, propriet;
tornate a casa D t 5 30 (si
scioglie un'assemblea); andare
a casa Gdc 199; *( corret
to) fuggire sbandati, allo sbando ISam
410; disperdersi 2Sam
2022; ^ Pi. congedare solda
ti ISam 132 2Cr 710; Gdc
208 = tornare a casa;
cercare asilo, rifugiarsi
nel tempio IRe 2 2&,29.

[ Cstr. ViiKj c. 3xt,

Aloe Nm 24# Pr 7 ;Sai


459 Ct 4,4.

[ pi. ]Tizzone Is 74 fu
mante; Am 4 Zc 32.

*| Congiunzione disgiuntiva: 0, sia...


sia, tanto... quanto, ovvero. Con negazio
ne, n, non ,
E frequente nella legislazione per
specificare le alternative o per chiarire
includendo casi diversi: p. es., figli o
figlie Es 214; pietra o pugno 2110; schia
vo o schiava 2 1 20; un giorno o due 2 1 21;
uomo o donna 2 1 28; bue o asino 2 1 33;
uccidere o vendere 2 1 36; maschio o fem
mina Lv 3t. Includono le due alternati
ve Gen 3143 C t 27-9.17; disgiuntiva Lv 1,0;
IRe 2 1 6; numero approssimativo, cin
que o sei 2Re 1319; in serie Es 4 ; Lv
5 U serie di casi. Alternativa all'interno
di una condizionale, quando/una volta
che... quando/una volta che Lv 423.28
Avversativa: se infatti 2Sam 1813; se per
(dubbio) Lv 2 64ft4!; Is 275. In interroga
tive: Gdc 18,9 2Re 627 Q o 116; in ISam
20 lo dubbio.

/ [ ^Soltanto pi.; c. suff. ,


]\Si costruisce con : a causa di, per
causa di, a motivo di, per; riguardo a, in merito
a, a proposito di, circa, su, di. a) In generale
Gen 21 u = ( v. 12); 2125 Es 18s Nm 12!
1324 Gdc 67 Ger 38. b) Con verbi di dire:
circa, su, di Gen 2632 Gs 146.

[PI. ]Fantasma, spettro, ani

ma, spirito; spiritista, negromante, occultista.


a) Spirito: una negromante

ISam 287; evocare i morti o gli


spiriti 28s; Is 819 = morti, anime;
... voce d'oltretomba, spettrale
294 = 3 polvere mortuaria; ( (
consultare gli spiriti, praticare la negro
manzia Dt 18( elenco di specializzazio
ni affini) lC r 1013; idem 2 Re 21* +
Poel praticare la divinazione, Pi.
praticare la magia, b) Negromante Lv 193,
= indovini; 20627; ISam 2839; Is 193
+ uguri, aruspici, idoli.
Fiume Dn 82.3,6*

[ Pi. 3 , f. 2 , sg. m. Sir


637, l sg. Sir 30iS, c. suff. , ;
ipf. 3 f. . Hitp, pft. , 1 ,
pi. ;ipf, , 2 Sir 16!; for
me brevi : ! , , ; ptc. f. , pi.
]Desiderare, volere; avere fame 0 sete,
avidit, cupidigia, ansia, brama; guadagnare,
ottenere; appetire, ambire, bramare, agognare,
amare; smaniare per, anelare a, sospirare per,
aspirare a. Eccetto in due casi (se si accet

tano le correzioni di BHS: Sai 11930 e Pr


314), si costruisce con
quale soggetto
con valore di pronome personale, come

18

sede dei diversi appetiti, che non neces


sario tradurre espressamente.
Pi. a) Campo del cibo. Avere fame, ap
petenza, appetito D t 1230;
quel che desideri 1426 = !
ci di cui hai voglia; quello
che vuoi ISam 216; Mi 7,. b) D i possedere
0 avere. Agognare, bramare, essere avido
Pr 2110. c) D i comando 0 potere. Ambire,
aspirare a 2Sam 32! IRe 1 1 37. d) Con com
plemento di persona. Sospirare per, anelare
a Is 269; complemento di cosa Sai 132i3.i4.
e) Significato generico. Ci che vuole, ci di
cui ha voglia Gb 2313. In Sir senza :
637; preferire 3015.
Hitp, Significati equivalenti a Pi. Sol
tanto in Pr 134 e in 314(cf. apparato della
BHS) unito a 1 a) Cibo 0 bevanda.
Avere voglia di, essere avido di Nm 11434;
2Sam 231s + ;essere smanioso Pr 233tf
di manicaretti ( v. 2 )
affamato, b) Agognare Dt 52i = ; Pr 2126
= tenere per s, ^ dare, c) Campo
sessuale: innamorarsi, desiderare, invaghirsi di
Sai 45J2. d) Anelare, sospirare a/per Ger 1716
= insistere; Am 5 1e. Con verbo Pr 24!
= invidiare, e) Generico. Pr 134 desi
deri inefficaci, vani, correlativo positivo
Pu. saziarsi; Qo 62 correlativo nega
tivo carente. Sir 16!.
Nota. In Nm 34 10 va letto traccia
re, segnare. In Sai 935 ( Ni. di )
probabilmente invece di addirsi, confar
si (cf. apparato della BHS).

'

T !

, 1, .

Nota. In Os 1010 va letto ,.

Ah!, Ahim...! Si costruisce con il vo


cativo, con e il pronome, aggiungendo
e la proposizione causale, a) Interiezone di dolore 0 rammarico. ISam 47fl Is 65 24l6
Ger 41313l 6a 1019; 1510 + madre mia;
453 + sofferenza; Lam 5 i6. b) D i minacda. Nm 2129 Is 3g11 Ger 1327 4846; Os 7 )3 =
sventura; 9!2, c) Sostantivato Pr 2329 =
idem. lamento.

1 -<
Ah!, Ahim...! Sai 120s.

[PI. ]()Stupido, stolto, tonto,

sciocco, ingenuo, stolido, insensato, scriteriato,


sconsiderato, incapace, imprudente, ottuso, sem
pliciotto, mentecatto. Is 358 Pr 1014 1215_16 143
1622 247 273 Sai 107,7. Sinonimi: seri-

teriato, insensato Is 19 ; inesperto,


incauto, sempliciotto Sir 31/;
privo di giudzio, insensato Pr 1021. Anto
nimi: saggio, giudizioso Pr 172e 299;
avveduto, cauto, accorto Pr 12!6 155;
cf. prudenza 1632. a) Pu includere una
connotazione etica, come indicano principal
mente i membri antitetici: Pr 1021 *
giusto, onesto; 14, ^ )retto; Sir 415 =
riprovevole, b) Con connotazione reli
giosa Ger 422 = ...; = ;
Os 97 = ^ folle; Pr 17 #
rispetto del Signore.
Nota. In Pr 722 va letto cervo. In

10 lo va corretto secondo i Settanta.

[ Cstr. ]Desiderio, appetito, voglia,

/ Alcuni lessicografi considera

appetenza. Sempre nel sintagma :

no questa radice come essere forte/possen


te/potente, da cui deriverebbero i seguenti
sostantivi: vigore (?); montone, le
sena (?); rovere, quercia, leccio, terebinto;
/ cervo/a; / ^vigore, forza;

"a volont, ci.di cui vi viene vo


glia Dt 12IS20_21; di propria volont 186;
" secondo il tuo desiderio ISam 2320.
Campo sessuale: in calore Ger 224.

19
1 potere-, 2 Dio.
[ C. suff. ]Vigore (?), ventre (?),
Sai 734

[ In 2 [ Re 2415. Probabilmen
te magnati.

Ottuso, inetto, incapace Zc 1115,


* * VI

[ Gen 243, ]Forse, per esprimere


dubbio, speranza, timore; chiss, vediamo se,
forse, probabilmente, casomai, quantomeno, pu
darsi, magari Gen 162; supponiamo, con vaiore di condizionale 182a 24s39 2712 322t 4312
Es 3230Nm 22e11 23327. Valore condizionale
Gs 1412 segue la conseguenza; ISam 6S 96
146 2Sam 14,s 16,2 IRe 185 203, 2 Re 19A;

ironico Is 4712. Con una certa sfumatura di


finalit: vediamo se, casomai Ger 20lo 212 263
3637 518 Ez 123 Am 51s Gio 16 Sof 23. Dubi
tativo: Gs 97 Gb 15; ironico IRe 1827.

Particella avversativa: ma, ebbene,7


r
invece. A volte non necessario tradurlo
espressamente (valore 0 ). Gen 48,9Nm 142,
ISam 203 l ^ e 2023 Gb 1 115; ] io,
invece Mi 38; se fossi in te Gb 58;
1 quanto a me, ...voi, invece
Gb 13^. Valore 0 Gen 28!9 Es 9WGdc 1829
ISam 25g4 Gb 141s 171033,.
2 ]) )St. ass. = cstr.; pi. cstr. ]
Atrio, cortile, vestibolo, androne, portico. IRe 63
davanti alla facciata del tempio; 7e corre
lativo atrio; tribunale 7?; 721
+ colonne; Ez 8 ifi correlativo
altare; Ez 40 passim: ^muro maestro
v. 15; il vestibolo/androne della
porta v. 9.
[ St. ass. = cstr., c. suff, ,
ecc.] Insensatezza, ignoranza, imprudenza,

imperizia, incapacit, stoltezza, scempiag


gine, follia, assurdit, scemenza, idiozia,
ottusit. Sinonimi: insensato,
stolto Pr 152, insolente 249. Antoni
m

-j

mi: assennatezza Pr 14182<(;


conoscenza, sapere 141e 15 M; pru
denza 1429; sensatezza, saggezza
1622. a) 57 applica al carattere Pr 5 23 1410
22 15 2722. Influisce su piani, propositi,
parole e azioni Pr 1424 1813 249 Sir 8 !5;
si ribelli stoltam ente 3013B.
sfacciataggine, sfrontatezza,
insolenza Sir 20 32 ^ vergogna, ti
midezza; colmo di follia/stol
tezza 4723 = privo di giudizio.
b) Connotazione etica. Con correzio
ne, castigo Pr 5 23 correlativo
mancanza di correzione;
vi

la stoltezza il castigo dello stolto 1622.


c) Connotazione religiosa Sai 38 = col
pa (v. 5); 696 - !*debiti, colpe.
Nota. In Pr 1424 va letto corona,

collana.
[ c. suff. , , ; ()pi . ]
Ha il significato positivo di fortuna e
quello negativo di sventura; per distin
guerli, il testo ebraico solito vocalizza
re 11 positivo, il negativo.
A. Significato positivo.
1. Campo economico. Fortuna, riechezza, beni Os 129 = arricchirsi; Gb
2010 ^ poveri; Pr 117.
2 . Campo fisico. Forza, vigore, poten
za, robustezza Is 4026 = forza; aggetti
vo Gb 187 vigoroso; 4016.
3. Campo sessuale. Virilit, potenza,
fecondit: primizia della sua
virilit Gen 493 D t 21 l7 Sai 78s1; 10536 =
primogenito.
4 . adulto Os 12A 5* nel ven
tre, embrione.

20


B. Significato negativo.
1. Come sostantivo, a) Vanit, falsit,
inganno, menzogna, frode, nullit Is 4129 = ,
, nulla, vuoto, vacuit, nullit;
Sai 107 = frode; 36< + tradi
mento; Gb 11 > = falsit, b) Malva
git, crimine, iniquit, perversit ISam 1523
= peccato; Is 59 4 + , 2<,
crimine, menzogna, falsit; Mi 2! =
malvagit; Ab 13 + ^ , , distru
zione, ingiustizia, violenza; Gb 4e 361021;
Sai 55 .12 + , , , ) inganno,
crudelt, calamit, ingiustizia; Gb 11 ]A =
ingiustizia; Is 32t = stoltezza,
vizio; Pr 1928 * \< diritto, c) Sventura,
'

>

1 *

calamit, disastro, miseria, strage, distruzione,


castigo, punizione Ger 4!5; in Sai 563 dub

Nota. Is 4129 va forse letto nulla.

In Ez 301? e Ab 3? si corregga secondo


l'apparato della BHS.
!- '

2& 8. - .
IO

T Ti

-
.
1

))] Cstr. / ;pi. , cstr.


, c. suff. ]. Ruota, cerchione,
rullo. ruote dei carri Es 14,s;
)*idem Is 2827 un rullo (?); Ez 115
(+ 9x) 106 (+ llx); ! il frastuono
delle ruote 3la; incastrata nella
ruota l it 1010 Pr 20 36 trebbia a forma
di rullo (?) + Pi. ventilare (cf. com
mentari); IRe 73W2 descrizione dei vari
pezzi; ruota, mozzo che gira Sir
335e (?)= ruota di carro; cer
chione Ez 1012.
t

1 *

bio; Gb 56 153s 21,9; Pr 122, = sventura;


228 = condanna, d) Riconducibile ad
a): con spregio o ironia designa l'idolo
Is 663; Os ironizza cambiando in
105 5 4 .
2. Con funzione aggettivale o di de
terminazione, a) Azioni, condotta: 1)3
[ Q. pft. , 1 , ptc. , pi. ]
malfattore Sai 69 144; 643 = ^
Urgere, incalzare, assillare, premere, pressare,
malvagi, ingiusti; 3613 = superbo, ar
insistere, affrettare, accelerare. Es 5!3; Pr 215 *
rogante (v. 12); 5fr7 + bugiardi,
diligente, accorto; ti angusta,
menzogneri, $ sanguinario; Gb
ti opprime Gs 17,5. affrettare il
313 = criminale. Altri: 12> malva
passo Pr 192 = 5 senza riflessione;
gio Pr 612 = depravato; #
parlare in gran fretta, precipi
malvagi Gb 343t; traditori Sai 59*;
tarsi a parlare Pr 2920. Con + infinito
decreti iniqui Is 10!; " perversi
costrutto: Gs 1013 Pr 2820 Sir 1110.
Gb 2 2 ,5b) Parole, lingua, labbra: mal
Nota. Alcuni trattano come Hi. forme
dicenza Is 58,; labbra maldicenti
che possono derivare dalla forma .
Pr 17< = lingua maligna, c) In
tenzioni, progetti, piani Ger 4WSai 417 Pr 6 ]8.
[ Cstr., c. suff., pi. 0 ((),
d) Altri: colline idolatriche Os 108;

quelli che perseguono il male Is cstr. , , c. suff. ,


ecc.] Tesoro, luogo e contenuto.
2920; pane di lutto, banchetto fune
1.
Luogo dove si custodiscono, con
bre Os 9 Ez 24,722 corretto. Paronomasia
servano, proteggono oggetti di valore:
dal duplice significato in Gen 35,8
deposito, magazzino, dispensa, granaio, silo,
figlio robusto//figlio sinistro ^ |fi
cantina, guardaroba, archivio, arsenale. Verbi
glio destro, di buon augurio, Beniamino.

21

usati: consegnare, impadronirsi,


Hi. porre, Hi. tirare fuori, Pi.
colmare, formarsi, prepararsi,
sigillare, aprire, , saccheg
giare, !portare via, confidare,
a) Detto di ricchezze. Pr 821 + Pi. col
mare; Gs 624 lRe 15i8 Esd 269 Ne 770; del
palazzo 2 Re 14M 2 Cr 129; guardaroba
Ger 38 . b) Detto di viveri e provviste. Ma
gazzino Ne \2 44 2Cr 11 ;1 silo
lCr 2725; cantina 27v ; de
posito d'olio 2728; Gl 1,7 = granai,
c) Detto di armi. Arsenale Ger 5025 correlati
vo arma, d) Detto di informazioni. Archi
vio Dt 3234. e) Metaforico. Di fenomeni at
mosferici Dt 28,2 Ger 10,3 Sai 1357 Gb 3822;
dell'oceano Sai 337 = ( cf. BHS) otre.

ptc. Pr 29,3, f cstr. Sai 19 pi. f.


]

Q, Brillare, splendere, risplendere:


gli occhi ISam 1427129; la citt sul colle
Is 60, = albeggia; all'alba 2Sam 232
correlativo di notte; si ri
schiara Pr 4!8.
Ni. Essere illuminato Gb 3330 * fos
sa; participio splendente Sai 75 = ma
gnifico.

Hi. a) Illuminare, rischiarare Gen 1,5 Es


132, correlativo notte; 25a7; Is 6019
= lucentezza; Sai 10539. b) Accendere,
fare ardere Is 27 ;l'altare MI 110;
le lampade Nm S2l cf. Sai 1829.
Fraseologia: mostrare il volto
raggiante, sereno, benevolo Nm 625; Sai 31,7
2. Contenuto. Ricchezze, beni, provviste.
= 1 lealt; 67 2 + avere piet; 119^
a) Generico Is 27; Ger 20 5 = Oh magazzi
= Pi. insegnare; rasserenare il volto
no = ci che immagazzinato, beni
Qo 8, 5* durezza d'aspetto; essere
prodotti, oggetti di pregio, prezio
indulgente Sir 734. dare luce agli
si; Is 306 = ricchezza; 33 Ger 494;
occhi, dare vita Sai 1345* il sonno

capitale opulenta 5113; Os 1315


della morte; 199 = limpido; Pr 2913;
= corredo prezioso, b) Sacro,
Esd 98 = concedere respiro, soliledel tempio lC r 28,2 = doni voti
v o ; riflettere Ez 432;
vi; 2620,22. c) Qualificati: ingiusti,
lascia una scia splendente (= illumina il
male acquistati Pr 102 ^ giusti;
sentiero dietro di s) Gb 4124.
151<s * poco; occulti Is 45 3
/ , , , , .
= tesori nascosti;
prezioso, di valore Pr 2120.
1[ C. suff. 3 ,,\,*, m.

Fraseologia: a capo di, ammi
Gb 253 ; pi. ]Luce, lucentezza, bri!nistratore Ne 13,3 + distribuire;
lautezza, splendore, fulgore; luminare, lampada,
essere incaricato di lC r 926;
lucerna; sole, giorno, alba; raggio, lampo, folgore,
tesoriere capo 2 624;
scintilla, favilla. Sinonimi (sostantivi e verbi):
sovrintendente al tesoro della co
fulgore, aurora; Hi, scintillare,
rona 2725.
lampeggiare, Hi. sfolgorare. Antonimi:
spegnere; $, tenebre.
[ Q. pft. , pi. ; ipf. wayy. ,
1

* s

)?

pi. f. ;!imptv. f. ;inf. cstr. ;


ptc. . Ni. + inf. cstr. invece di
;ptc. . Hi. pft. , f. , pi.
ecc.; ipf. ;iuss. ;wayy. 2 ;
, pi . ;imptv. , ; inf. ;

1.

La lucentezza e la sua fonte, a) Luce,


splendore Gen 1^ 18 5* $ tenebra; Is 3026;
603 = splendore; Sai 78,4 + 2( fuo
co; Gb 1818 oscurit; 26,0; 302*
oscurit; Qo 2 ,3 Lam 32 Sir 325 337J4;

22


439B + Hi. splendere, risplendere.
b) La sorgente luminosa. Lampada, lumina
re, lucerna Sai 1367 = sole e luna; Gb 18^
= lampada, fiamma.
2. Significato specifico, a) Sole Ger
3135 Gb 3126 correlativo 1 luna; 3721 *
nubi. Giorno Is 184; Ab 34 corre
lativo raggi luminosi; Sai 139*
notte. Aurora, alba : Mi 2,;
Sai 376 5* mezzogiorno; Gb 39 =
aurora; 2414* notte; Pr 4 ,9 *
giorno, b) Lampo, folgore, fulmine, scintilla

Ab 3 = fulgore; Gb 3632 correlativo


bersaglio (verso cui si scaglia la fol
gore); 373 + tuono; calore (?), canicola (?)
Gb 3824 = levante (vento di).
3. Metaforico, a) L'insegnamento (al
pari dell'italiano illustrare, chiarire, illumina
re, fare luce). Is 25 = , oracolo,
legge (v. 3); 514; luce = maestro Is 496;
Sai 119(05 = lampada; Pr 623. b) Equiva
le a vita, salvezza, gioia, felicit: Hi.
fare uscire, portare alla luce (dalla segre
ta oscura) = dare la libert Mi 79; Sai
97 = gioia; Gb 320 = vita.
c) Predicato di Dio, come luce o fonte di
luce. Is 25 6019.2o; Mi 78 s* tenebre;
Sai 27, + salvezza; 37t = mez
zogiorno; 43a.

[ P1. ]Fuoco, fal, pira, rogo, focolare


Is 319 = forno, fornace; 4714 =
brace; 50 = fiaccole. Luce o fuoco
Is 4416; da oriente (?) 2415.

- r e
* .

1) + [ )C. suff. ]Sorti (si pa


ragoni con testa o croce") Es 2830 Lv 8e
Nm 272l correlativo consultare; Dt
33a ISam 28t + sogno, profeta;
Esd 263 Ne 7.

1[ PI. ]luce Sai 13912 ^ ;


luce e gioia Est 8 16; ru
giada luminosa Is 2 6 19.
2[ Soltanto pi. ]Malva 2Re 439,
1[ Va letto ]Stalle, ovili 2Cr 3228
+ gregge (cf. IRe 5).

*1[ PI. &()()c. suff. ,,


,^, , , m. (in Gs 2417
ISam 107 .)] Segno o segnale che si d o
fa per distinguere, riconoscere, ricordare,
significare, dimostrare, impegnare; a se
conda della funzione si specifica il signi
ficato. a) Segno, segnale, distintivo, marchio,
etichetta, dicitura. Fisico, di Caino Gen 415;
4. In composizione, a) Funzione ag
segno del patto Gen 9 t2.13i7 17;
gettivaie: astri sfolgoranti Ez
il sangue Es 1213; sul braccio 139 D t 6a;
328 * Hi. mettere a lutto, oscurare;
l l l8 + scrivere (v. 20). Insegna, sten

stelle lucenti Sir 50fi + dardo Nm 22 Sai 744.9; la luna stendardo


luna piena; Sai 1483; pieno giorno
celeste Sir 436. Monumento commemo
Am 89. b) Qualificato. 1 all'alba,
rativo Gs 46; un parco commemorativo
sul fare dell'alba, verso l'aurora Gdc 162 Is 55,g >?\ fama, b) Monito, stigma, mar
ISam 1436 2534 2Re 79 Mi 2,;
chio Ez 1418; presagio Is 4425; simbolo Ez 43;
luce della vita Sai 5 I4 Gb 333 ;
contrassegno ISam 1410; prova, dimostrazione
volto sereno, raggiante Sai 47; 44 4 =
Es 3 12 2Re 1929 Is 3822 Ger 4429. Prodigio,
portento, segno Es 4&9 Nm 14 D t 434 in
favorire; Gb 2924 Pr 16I5; luce in
serie; Gdc 617 ISam 107 Is 8J8 Sai 659 1359
tensa Is 9,; luce perenne, perpe
Sir 3 6S, c) Costruzioni. E frequente l'en
tua 6019.

23

diadi !segni e prodigi, segni


portentosi, prodigi significativi, miracoli D t
623 7 ,9 268 292 Ger 3220.21. 1 segno
certo, sicuro Gs 2,2; prodigio
celeste Ger 102; ! m onito prverbiale Ez 14a; segno perpetuo
Sir 4418. segno, segnale
reciproco Ez 20)2.

[ Q. ipf 3 pi .
1 ,0 ( pi. , ]
Mettersi d'accordo, concordare, acconsentire Gn
34,5 22-23 2Re 12 9. Si costruisce con con/a.
Nota. Secondo altri, si tratta di forme Ni.

/ Particella temporale: allora. Si


pu usare genericamente, per qualsia
si tempo; si pu specificare mediante il
contesto, al passato o al futuro, determi
nato o indeterminato. Perso il riferimen
to temporale, indica la conseguenza o la
corrispondenza, come l'italiano allora.
A. Significato temporale.
1. Generico. Allora, 0 (in italiano a
volte non si esplicita, sufficiente la se
quenza) Gb 33t; poi Pr 2014.
2. Al passato, a) Determinato. Es 15,
Nm 2117 D t 44, Gs 830 10,2; 14 ^ ora;
22, 2Sam 21,7 IRe 812 2250; Os 29 * ;
gi Gdc 5e; allora = e cos 83; a quel tempo
IRe 3 16 2Re 822 12,8; ma Ct 8 ,0. Valore 0
Gs 1033 Gdc 5 19 Sai 1263. ... una volta
che... allora IRe 924. Valore di gerundio
Gen 494. b) Indeterminato: un tempo, tempo
fa, una volta, anticamente Sai 8920.
3. Futuro, a) Determinato. Gen 244,; sol
tanto allora (quasi condizionale) Es 12A4; 0
Dt 29, , ; ... quando... allora 2 Sam 524;
^ e Is 41,; 605Ab 1 Pr 128. b) Indeterminato.
Allora, in futuro Mi 34 Sai 25 56,0.
B. Non temporale.
l.Introducel'apodosidiunacondizionaie : t t L .^ P ^ ^ G b 93(m1114.15; inversione

. lC r 2 2 ,3; ... se non 2Sam


227 197 Sai 11992; ... magari... allora
119w. Variante 124 ^.
2. Dopo comando o richiesta. ISam
63 Is 58s Sai 19H512I Pr 323 Gb 1320; ...
Gs 18; e cos 2231.
c . .
1. Avverbio. Un tempo, una volta, in altri
T

tempi, in passato, nel passato, anticamente, da


(lungo) tempo, da sempre 2Sam 1534 *

ora; Is 16l3 448; 452, = fin dall'anti


chit; 483 ^ all'improvviso; 4857 =
in anticipo, prima di; Sai 932 =
fin dall'antichit; Pr 822.
2. Congiunzione. (Fin) da quando Gen
39g Es 523 924 Gs 14!0 Is 148; Ger 44,8.
3. Preposizione. D a quando Es 4 10 +
\1< ieri e l'altro ieri; Sai 768.

*1 / Issopo, pianta usata come


aspersorio Es 1232 Lv 1452 Nm 196; IRe
5!3 * cedro; Sai 519.
1[ St. ass. = cstr.] Cintura, cinta, fascia,
banda, fusciacca, nastro, cinghia, cinturone,
baheo, bandoliera. Is 115 Ger 1310 (+ 7x);
cintura di cuoio 2Re 18;

cintura di lino Ger 13,. Con verbi:


cingere 2 Re 1 8; legare una corda
Gb 121s; aderire Ger 13 ;
cingere Ez 23,5; Ni. sciogliersi,
slacciarsi, slegarsi Is 527.

- .
S

[ C. suff. ]Ossequio Lv 22 68
247 Nm 526 Sir 38.4 516
[ ]Q. pft. 3 f. are. ( o ptc. f. )?Dt
32gt, pi. ;ptc. ]a) Andarsene, allonta
narsi Pr 2 0 u. b) (Venire a) mancare, esaurirsi:

il pane ISam 97; l'acqua Gb


14 ;T le mani infiacchiscono Dt 323t.

ftk

24

Nota. In Ger 236 va letto il verbo .

2[ Pi. ]Dubbio: pesare, soppesare, pon


derare, valutare Qo 129. biiancia.

In ISam 20 19 va letto .
V V

* T IT

[ Hi. pft, 3 () , 2 pi.


;ipf. , 1 ( invece di ;)imptv.
, f. , pi . , f. ; inf. cstr.
Sir 5A; ptc. Sir 41s, ptc. irreg.]
Ascoltare, prestare attenzione, dare retta. Ver
bo denominativo di udito, orecchio.
Si usa in modo assoluto, con persona o
cosa; con o senza particelle.
ir

1 1

t '

1. Uso assoluto. Serve a richiamare


l'attenzione (funzione ftica) e pu ac
compagnare un vocativo. In tal caso si
usa l'imperativo: ascoltate, attenti! atten
zione! Dt 32! = udire, ascoltare; Gdc
53 Is 12 89; Ger 13,s * essere superbo;
Os 5! ^ Hi. fare attenzione; Gl 12 Sai
492 802. In alcuni di questi casi possibile
che regga il complemento dell'altro mem
bro del parallelismo. La capacit di udire
o ascoltare: Sai 13517 gioco di parole; il
fatto di ascoltare o dare retta Ne 930 2Cr
24,9 Sir 5\
2. Con complemento di persona,
pronome o equivalente: b\p, . Con
particelle , , , , senza apprezza
bile variazione di significato. Nm 23JB;
Dt 145 Is 514 Sai 772; Sir 51 ; =
Gb 342 Sir 4,s. Pr 17. Con Is
2823 Sai 141,.
3. Con complemento di cosa: richia
mo, grido, supplica ecc. Senza particella;
con , o . Gen 423 Es 1526 =
obbedire; Is 110 329; Sai 52 = percepire;
17, = udire, ascoltare, Hi, pre
stare attenzione; 39 13 ^ essere sordo;
54a; 552 * Hitp. chiudersi (all'ascol
to); 78!; 866 correlativo chiamare;
1407; Gb 3234 ;I6; Sai 143!.
V

[ C. suff. , , ecc., du. ,


. cstr., c. suff. ,, ecc.
.] Orecchio, udito. L'ebraico nori distingue
verbalmente fra il membro, l'organo e la
funzione.
* ! t

i r '

- t

'1

'

,!

1. Orecchio, a) In generale. Ez 16U


+ pendenti (orecchini); Gen
354 Sai 949 orecchio e udito;
lobo dell'orecchio Am 312. b) Cesti:

ungere di sa
lobo, rito di purificazione Es 2920 Lv 8m <
1414; perforare l'orecchio in segno
di schiavit perpetua Es 21* D t 1517; for
se con un senso simile Sai 407;
Hi. tagliare, mozzare l'orecchio,
come pena per un delitto Ez 232s.
2. Orecchio/udito. Di solito senza
distinguere l'organo dalla funzione, con
preferenza per la seconda.
l'orecchio riceve, coglie la parola Ger 919;
Ni. si apre Is 35s * sordo; 488;
distinguere le parole Gb 12!!
343; orecchio attento Sir 329.
3.
^ una forma assai frequente
per esprimere il termine, la ricezione
di suoni o di parole, a) ... il suo
no/rumore giunge all'orecchio di, si ode
il rumore ISam 15,4 Gb 152!.
giungere all'orecchio di Is 3729
Sai 187. c) Con verbi di dire o equivalenti si
gnifica (non parlare all'orecchio", come
in italiano, bens) dire alla presenza di
un pubblico o di una persona, affinch
senta quanto detto, in maniera che Io
oda; oppure comunicare personalmen
te qualcosa a qualcuno. Cambiando il
punto di vista, pu equivalere a oralmente:
l'avverbio italiano considera il punto di
partenza (latino os, oris = bocca), l'ebrai

&

25

sentito dire Is 1 1 3 = in base alle


apparenze, * , con giustizia,
rettitudine. ( alla lettera) sturare gli
orecchi; modificando il punto di vista,
l'italiano pone come complemento la cosa
che viene rivelata, svelata, manifestata,
dichiarata. Rivelare ISam 9!5; comunicare
202; inviare un messaggio 20 12; informare,
scoprire 22 8; denunciare, dichiarare 22 17;
annunciare lCr 1725; mettere al corrente
Rut 44. Con Do soggetto Gb 33 16 36,015.
In una serie di espressioni composte
con
si sottolinea l'aspetto volontario,
responsabile, etico dell'ascolto, a) Con va
lore positivo. La pi frequente Hi.
prestare ascolto, prgere orecchio, pre
stare attenzione Is 37 Ger 74 =
118 1723 Sai 176 313; 78! - Hi.; Pr 420
5! = ^Hi. dare retta, essere attento;
2217 ^ rPU) prestare attenzione; Sir 40;
aprire, aguzzare, rizzare l'orecchio
Is 42M; Hi. destare, aguzzare, rizza
re l'orecchio 504; 2< Hi. dare retta,
prestare attenzione Sai 10,7; Hi.
4,
Uso grafico, o enfatico, o espletivo. dare retta Pr 2312. b) Con valore negativo:

essere duro d'orecchio, ostinato


Come altri organi o sensi, in ebraico si usa
Is 59, = tirarsi indietro, la mano;
per completare un'attivit della persona.
)*incirconciso d'orecchio Ger 6i0 =
Se enfatico, si tradurr con i miei/loro
incapaci di prestare atten
orecchi"; se espletivo o convenzionale,
zione; Uh fare il sordo Mi 7,t;
la traduzione pu essere 0 . Vari esempi
turarsi gli orecchi, fare orecchie da mer
della serie precedente possono rientrare in
cante Is 3315 = scuotere la mano,
questo paragrafo, Esempi: ]
chiudere gli occhi; Sai 585 Pr 21,3;
i tuoi orecchi udranno, tu stesso udrai,
Hi. turarsi gli orecchi Lana 356.
udrai con i tuoi orecchi Is 3021; ascoltate
voi Ger 9 ,9 correlativo Pi. insegnare;
[ Soltanto c. suff. ]Corredo, attrezzata
i miei orecchi questo udranno (enfatico)
ra, equipaggiamento Dt 23 w.
Sai 92,2; il mio orecchio Sir 165 = ;
1$< orecchi attenti, essere tut
Catene Ger 404; incatenato 40,.
to orecchi, prestare orecchio/ascolto Sai
1302; Ne 16. Uso enfatico Ger 26,! Ez 3 10 404
[ Q. pft. pi . ; ipf. 2 3 , c. suff.
44s Gb 13,. Uso grafico Pr 1531 1815.
;^ imptv. ;ptc. pass, . Ni. ptc.
Fraseologia: stordire, rintronare
. Pi. ipf. 3 c. suff. Sir 457, 2 c. suff.
ISam 3,1 2Re 21,2 Ger 193. ^ per

co il punto darrivo. dire


alla presenza, comunicare Gdc 172 Is
4920 Gb 33s. Pi. assai frequen
te: dire alla presenza. Si pu tradurre in
modo generico o specifico: Gen 20 8 23,3;
rivolgersi personalmente a 4418; dire per
sonalmente 504; dire in faccia Nm 1428;
promulgare decreti D t 5! +
convocare; comunicare ISam 821 114; in
sinuare 1823; parlare personalmente con
2Sam 319. Hi. comunicare oraimente Ger 3620; leggere a voce
alta, proclamare, promulgare, notificare,
bandire Dt 31 = 1 alla pre
senza di, davanti a tutto Israele; leggere
a} davanti a: con libro, scritto
2 Re 232 Ger 366 Ne 13,; proclamare, no-tificare, bandire Gdc 73; gridare davanti
a, gridare a Ger 22 Ez 8 1a 9,; Pi.
ordinare alla presenza di, personalmente
2Sam 18,2; rispondere pubblica
mente, ai present Gen 23,0; Pi.
narrare a Es 103; 1 , con leggeL
re a Es 1714.

it

26

2 , Sam 2240, l c. suff. Is


455; ptc. , c. art. e suff. , cstr. pi,
. Hitp. pft. ;imptv. p i . ]
Q. Cingere, cingersi, allacciarsi, fermare,
fissare (indossando una tunica ampia,
era necessario usare cinture o simili
per camminare, lavorare o combattere).
mettersi una cintura 2Re 18 Sir
4510; / cingersi i fianchi
Ger 1,7 per camminare, Gb 38s 407 per
combattere; cingere, bloccare, afferrare
3018; cingersi di valore ISam 24.
Ni. Participio. Cinto Sai 657.
Pi. cingere di valore, mettere
una cintura militare, un balteo 2Sam
2240 Sai 1840; in senso assoluto mettere
un'insegna, banda, fascia Is 455; cingere con
un ornamento Sir 457; 1\ > mettere
una cintura da festa Sai 30,2 - 1
sciogliere il sacco, dismettere l'abito da
lutto.
t

Hitp. Cingersi, armarsi Is 89 Sai 93,.


Nota. Is 50 da correggere in base

all'apparato della BHS.


V

.*1

Braccio Ger 322, Gb 3122. .

1. Nell'ambito della famiglia, a) Fra


tello, figlio degli stessi genitori Gen 48 38e
4512.m; espressamente fratelli
(anche) in linea materna Gdc 8 19; MI
12; il fratello maggiore Gb 113;
il fratello minore Gen 42,g.
b) Fratellastro, figlio delio stesso padre
Gen 37 e 4245 1 fratelli di Giuseppe (da
notare la differenza di comportamento
rispetto a Beniamino); Gdc 113 Iefte fra
tello bastardo; IRe 110. c) Membro della
famiglia, non definito. Gen 2915 Labano,
zio; 130 Lot, nipote; Sir 14 i6 * estra
neo. d) Determinativo per definire la pa
rentela: nonno materno Gen 283;
zio paterno Gs 174; ^ cognata
Lv 18 .
'
2. Parente, familiare, congiunto. Gen
14 Lv 252s Nm 362 D t 238 Gdc 91e 2Sam
19!g Ez 11,5 Rut 43 Ne l l 12. . Collettivo:
parentela Ger 126.
3. Compaesano, compatriota. Pre
supposta la finzione letteraria di un ante
nato comune, i discendenti delle dodici
trib si definiscono fratelli. designa
gli Israeliti, in modo particolare nel Dt,
in contrapposizione agli stranieri. Es 2
Lv 2546 Nm 20a 2Sam 1942 Ger 2916 349
Sai 122a Est 103 Ne 5! lC r 13a.
/

[ Cstr. ]Nativo, autoctono, oriundo,


indigeno. Antonimo: emigrato, residen
te, Es 124^9 Lv 1715 24,6 22 Nm 1529^0 Gs 833
Ez 4722. Sai 3735 albero autoctono (?), non
trapiantato (?); altri leggono cedro.

4. A motivo dell'ufficio, a) Commiliione Dt 20e ISam 3023 2Sam 126 2Re 92


g 222. b) Compagno, collega, socio Nm 826
Gs 148 IRe 2032 Is 416 Ne 5 l4 1313 2Cr
2815 2915; Sir 7 12 = , amico, com
pagno.

1[ Cstr. , c. suff. ,, ,
4) x); , , , ; pi.
, cstr. , c. suff. ,,, ,
, , , ] Fratello, cugino,
parente, familiare, congiunto; compaesano,
compatriota; commilitone, collega, compagno,
compare, amico.

5. Costruzioni particolari, a) Vacativo, come saluto: fratello, amico, compa


gno, compare! Gen 29A Gdc 1923 2Sam
209 IRe 1330. b) Come aggettivo. Fraterno:

alleanza fraterna Am 19;


fratricidio Abd 10. c ) / / /[ $
l'un l'altro, mutuamente, reciprocamente, -si

27

(iperbolico) Qo 728, Sir 5 ^ molti;


idem Gb 93. c) L/o solo, unico,
Positivo: Gen 224 34 16 Gs 22 20 Is 4! Ez 3722
Qo 4SSir 164;
s0/<2 cost do
mando Sai 274; il Signore /sar
uno solo Dt 6a Z c 149; 1 ) )in un
solo giorno Gen 2745 IRe 2029 Is 9 m 479
V
, .
= improvvisamente, repentinamente,
66e Zc 39; borsa comune Pr 1 ;
2 Esclamazione di dolore Ah! Testi,
un solo cuore (intero/integro, non diviso)
dubbi Ez 6 2 1 1810 z0 Sai 498.
Ger 3239 = condotta integra, Ez
1119; un solo testimone Dt 176 1915;
3[ F.] Braciere Ger 3622.23 correlativo

3 ) ) in una sola volta, con un colpo


fuoco.
solo Gs 10A2 ISam 26e 2Sam 238 Is 668;
1 lingua unica Gen 1119. que
![ Soltanto pi. !Gufo (?) Is 132].
sto individuo, questo tale Gen 19, MI 21gb;
[ Hitp. imptv. f. ]In Ez 212! uno solo Qo 49_m. come un solo
uomo Nm 1415Gdc 6 {6 ISam 117. Negativo
probabilmente grafia difettosa di una
(neppure uno, non uno solo): Es
forma verbale d affilare, aguzzare (si
896 Nm 16iS Sai 13916 Gb 144; ...
consultino commentari).
non uno solo 2Sam 1712; ... nep
pure uno Es 9? 1428 Gdc 416; posposto
/ [ Cstr,, f. , , cstr.
in Is 34 ]6 Sai 1 0 6 5 3 4 143 ; D
;pi. ]Uno/a. Si usa come nume
d) Uno, lo stesso, il medesimo: figli
rale cardinale: uno; come ordinale: primo;
dello stesso uomo = padre Gen 42;13
come distributivo: ogni, ciascuno; come
lo stesso Do MI 210; ))*lo
articolo indeterminativo: uno, qualcuno,
stesso giorno Lv 2228 ISam 234 Est 313;
qualche; come avverbio: (in) una volta, allo

nella stessa notte Gen 405 41 !!;


stesso modo, ugualmente, unanimemente, con
- d'accordo, concordi, unanimi (un
cordemente.
cuore) lC r 1239 = idem, 2Cr
1. Numerale cardinale. Uno/a.
3012; sorte comune, lo stesso de
a) Uso aggettivale (dopo il sostantivo). Es
stino Qo 214; la stessa sentenza
29, Nm 7!3_i6 ISam 1317.J9 IRe 1113 Ger
Lv 2422, + *1 lo stesso rituale e ceri
52^; uh individuo, una persona
moniale Nm 15!6; comando unico
Lv 427 Nm 1527; una volta Gs 63;
Gs 92) unanimemente IRe 2213; con
1 un giorno, una giornata Gen 33 !3 una sola voce, all'unisono Es 243 2Cr 513;
Gio 34 Sir 464. b) Come sostantivo. Gs 12924
lo stesso alito, soffio vitale Qo 319;
(lista di re) ISam 6 Ez 48!^ .^ (territori
spalla a spalla, in stretta collabo
delle trib). Seguito da : uno di ISam
razione Sof 39. * la stessa legge
262 Sam 1!5 Ez 193. Come reggente
Est 4U; lo stesso, la stessa cosa
di un sostantivo Gen 22a 26!0 D t 1214 Gb 922; lo stesso, non cambia
2313. A l plurale. le stesse paro
2Re 422b, formeranno un'uni
le Gen 11.; formare una cosa
t Es 26,! 36,8. uno su mille

Gen 2631 Es 1023 D t 25 2 Re 7t Ger 13w


2526 Ez 3330; allo stesso modo,
l'uno come l'altro Lv 710; l'un(o)
a/con/contro l'altro Is 36 192 Gb 419;
tutti Ez 4!7; N frater
nizzare con N Gb 3029.
t

-I

/ 1

28

sola, restare uniti Ez 3717.


2. Numerale ordinale. Primo, il primo
Gen 15 2 1! 4 !9 Es 28!7 Ez 1014b. il pri
mo di Gen 85 Es 402 D n 11! Esd S6 2Cr
3622; capo di lC r 1215.
3. Distributivo. Ogni,
ciascuno:
| / ^ ( ) uno per ogni Nm
132 D t 123 Gs 3 12 42; 2<<2(
ogni tre anni IRe 10 22.
4. Articolo indeterm inativo. Un/uno,
qualcuno, qualcheduno, qualche, un certo,
a) Semplice. Lv 2548 Gdc 953; 132 ISam 1!
2Sam 18102Re 4!. b) Duplicato: ...
uno... un altro Es 18^ D t 21 15 ISam 144

2Sam 12! Ne 4!! Sir 141B; l'un


l'altro 2Sam 146; idem Es 3610
Ez 37l7; l'un 1;altro, l'un con Taltro Gb 41s, Plurale alcuni, alquanti,
non molti Gen 2744 2920 D n 1120.
5. Avverbio e form e avverbiali. Una
volta Es 30lo Gb 40s; ...
una volta qua... una volta l, qua e l, da
qui a l 2Re 435 + / andare e ve
nire; una volta per tutte, per sempre Sai 8936;
non una volta sola n
due 2Re 610. in un modo Gb 33 14
correlativo 0 in un altro; allo stesso
modo, senza distinzione Ger 10B.
in totale Esd 264 Ne 766, insieme, come
un solo uomo Esd 39, allo stesso modo,
ugualmente 620 Qo l 6, insieme, amiche
volmente Is 6525: come uno
qualsiasi Gdc 167a; uno a
uno Is 2712; passo dopo pas
so, in ordine Qo 72r; uno
tratto da = l'uno per N m 3 13047.
'

AD I

Nota. In Pr 2818 va letto o

.
[ PI. Os 13,5] Canna, giunco, ma
remma Gen 412.!8 Gb 8 a; forse anche in
Os 1315.

[ Soltanto c, suff. ]Discorso,


esposizione Gb 1317; da con prestetico.
Fratellanza, fraternit Zc 1114.
[ PI. cstr.(,

C.

suff. , ]

Spalla, dorso, rovescio; retroguardia, ponente,


futuro. Antonimo: .

1. Significato spaziale. Spalla, schie


na Es 3323 Ger 724 Ez 8 ,6; quarti posteriori
IRe 725; rovescio Ez 2 |0 * dritto; re
troguardia Sai 78^; ponente Is 9,! ^
oriente; Gb 238.
2. Significato temporale. Futuro in Is
4123 4223
3. Avverbio, a) Senza preposizione,
con verbi di movimento: tirarsi in
dietro Ger 15t; cadere di spalle
Is 2813; cadere allindietro Gen
4917; Ni. retrocedere, tornare in
dietro, dare le spalle, battere in ritirata Is
505 Ger 3822 4 6g Sai 354 40l5 44 19 703.1295;
)Hi./ tornare indietro, volgersi
indietro Sai 94 44!! 5610; Ho. stra
volgere Is 59w, b) di fronte e di
spalle, davanti e dietro lCr 1910 2Cr 1314;
^alla fine Pr 29 ; idem Sir 62B
1 2 12; volgersi indietro Sai 11435.
Nota. In Sir 495 forse .

*1[ Cstr. , c. suff. ,,


, ecc., pi. c. suff. , ,
; forme dubbie del pi.: Gs 2I3
k, Ez 16s1q I655e1, Os 23] Soreila. Si usa pi o meno come il maschi
le.
1.
Parentela, a) Sorella Gen 1220 2
308 Es 24 Lv 189. In senso figurato due
paesi o popolazioni sono descritti come
sorelle Ez l4s (+ lOx) 234 (+ 6x), b) Sorel
lastra Gen 3427 Lv 18!, 2Sam 13. c) Parente

29
Gen 20 12 267g. d) Formazione di parentela:
, zia paterna, materna Lv 18i2_13;
sua cognata IRe l l 19;
suo nipote Gen 29,3.
2. Saluto o predicato affettuoso ri
volto alla fidanzata. Frequente in Ct; a
un'altra persona in un rito funebre Ger
2218; alla sapienza, come fidanzata (?) Pr
74. Metaforicamente, ai vermi Gb 1714.
3. Di oggetti. Coppie:
l'una con l'altra Es 263517 Ez 1923.
[ Q. pft. 3 c. suff. , f. , c.
suff. 1 ,, , , 2 c.
suff. , pi. , c. suff. ;ipf.1
ecc., pi . , (c. suff. Ger 132!),
, wa y y . ( f . 2 Sam 209) , ,
coort, , wayy. ;]ipf.2 2 sg. m.
, wayy. ; imptv. , f. , pi.
, ; i nf . , c. pref . ; pt c. , f.
, pass. , , pi. , cstr. , f.
pi. . Ni. pf t . , pi . , wayy. pi.
;!; imptv. pi . ; pt c. , pi. .
Pi. pt c. . Pu. ptc, pi. ]
*

' 1 '

*1

Q. Afferrare, acciuffare, agguantare, ac


chiappare, abbrancare, agganciare-, trattenere,
assicurare, sbarrare, sprangare, bloccare, in
cassare; prendere, trattenere. Si costruisce:
senza particella o con , solitamente
afferrare qualcosa/qualcuno; con solita
mente afferrare per, a, da. Si specifica so
prattutto in base all'oggetto, a) Afferrare:
per il tallone Gen 2526;
per la coda Es 44; per la barba
2 Sani 20 9; !alle sporgen
ze dell'altare IRe 1 51; per la mano
Sai 73^; per la mia nuca Gb
1612; la terra dalle estrernit 3813; ( ) il mantello Rut
315; incassare nelle mura IRe 6.
Senza preposiziqne o con : catturare,
acciuffare Gdc 16; afferrare 162l 2Sam 22,

Sai 13910; abbrancare Is 5 29= Hi. bloc


care, 5* Hi. liberare; un animale Ct 21s;
fermare, trattenere Sai 775 ICr 139; detto
di frutti, prendere, cogliere Ct 79; di porte,
sprangare Ne 7g; di armi, impugnare, /va2Cr 25s; di argilla, manipolare Sir 3313.
In architettura: assemblare, poggiare, incas
sare IRe 6610. Participio passivo: incassa
to Ez 416; catturato, rinchiuso nella cesta
Sir 1130; parlando di tributi:
uno tratto/ricavato da = uno per Nm
3130.47; una parte per ICr 246.
b) Espletivo, per descrivere la prima azio
ne di una serie: + uccidere 2Sam 4,0;
+ Pi. scagliare Sai 1379; + Pi,
squartare Gdc 206; + $ sgozzare 12t;
+ 1 caricarsi l3. c) Metaforico, per
l'oggetto: 2< prendere il diritto
per mano D t 3241 + vendetta;
mantenersi sulla strada Gb 179; 2<
seguire le sue orme 23 ; aggrap
parsi aa/ostinarsi nella frivolezza Qo 23;
assumere l'uno (detto di una condot
ta) 7ie correlativo T Hi. (II) non
mollare l'altro, d) Metaforico, per il soggetto.
Il timore, tremore, paura, spasimo afferra
qualcuno, lo attanaglia; per trasformazio
ne essere preda di/deh spasimo Es 15 w
= 0 tremare; rantoli 2Sam 19;
tremore Is 33 J4 = temere; coilera, indignazione Sai 11953; terrre, pavore Gb 216 = Ni. essere sconcertato; afflizione 30,6. ,,
dolori del parto, spasimi, tremore
+ / partoriente: Is 138 213
+ spasimo, Ger 132! 492A +
dolore, ?tremore, Sai 487 + con
vulsione.
Ni. Si costruisce con . a) Invischiarsi,
essere impigliato, catturato Gen 22 ,3 Qo 9l2.
b) Acquistare propriet (l'uomo si aggrappa
alla sua propriet) Gen 3410 4727 Nm 32a0
Gs 229,9. c) Essere incastonato

30

di pietre preziose Sir 509.


Nota. Pi. e Ho. uso dubbio in Gb 269

2Cr 918.
V

T *V 1

[ Cstr. , c. suff. ,,
, ] Possesso, propriet, eredit,
patrimonio, tenuta, terreno, a) Propriet. A voite connota il carattere ereditario. Gen 47
Lv 2525 2721 Nm 358 Ez 4618 Sai 2a 2Cr
11M, b) Reggendo: sepolcro di prpriet Gen 234920 493Q 5013; prpriet perpetua Gen 17a 484 Lv 2534;
propriet, patrimonio pater
no Lv 2541; ereditaria Nm 27
3232; come propriet ereditaria
Ez 4616. Retto: la terra, il territo
rio, le propriet Gen 36a Lv 1434 2524
Gs 2249l9; simile: Tp, citt,
campo di propriet Lv 2592 271623. c) Sin
tagmi: essere sua propriet, per
trasformazione acquisire come proprie
t Ez 458; dare come proprie
t, conferire la propriet di Nm 32529;

riacquistare la propriet
251013; cf. Nm 352g. d) Area, terreno, territo
rio, circondario, confini. Gs 214, Ez 456.
]] Mag/iri, oh se...! 2Re 53
Sai '119.
Ametista Es 2819 39.
[ Q. wayy, !q (invece di )
2Sam 205, wayy. 1 Gen 325. Pi. pft.
, pi. ; ipf. 2 ,, 2 ,
pi.
; ptc. pi , cstr, . Hi.
q (invece di 2 ( Sa m 205. Hitp. ipf.
2 m. sg. Sir 734; ptc. m. sg.
Sir 11]

Q. Fermarsi, soffermarsi, trattenersi, ritar


dare Gen 32g.

Pi. a) Positivo. Ritardare, soffermarsi, indgiare, tardare Gdc 528; dilungarsi, attardarsi Is
5 tl Sai i27a Pr 2330. b) Pi frequente con una
negazione. Transitivo: ritardare, differire Gen
245t Es 2220. Con + infinito costrutto:
differire, ritardare, tardare Gen 34 !9 D t
2323 Qo 53. persona, farsi attendere
D t 710.
Hi, Ritardare 2Sam 205.
Hitp. Arrivare tardi, tirare per le lunghe
Sir 734 Uni trattenersi 32 .
V
.

[ R , pi. , Gb 3110, f.
]Altro; altrui, estraneo, straniero; diver
so, nuovo; successivo.

1. Altro. Gen 2 62h22 3024 Nm 2327


2Sam 1826 IRe 1310 Is 6522.
2. a) Diverso Nm 1424 ISam 106; di al
tro genere, di second 7ordine Esd 110; nuo
vo Lv 1442. Puno e l'altro, questo
e quello Sir 1410. b) Straniero: terra
D t 2927 Ger 2226; popolo D t 2832;
Lv

^ lingua Is 28 . Estraneo, altrui:


donna (non moglie legittima) Gdc 112;
estraneo (non marito) D t 207 Ger 3! 810
Gb 3110; non parente Sir 1117 1415; altrui
(non proprio) D t 20^ Sai 49 Gb 318.

barbacane (secondo muro, per


difesa) 2Cr 32s. c) frequen
te, altri di, di stranieri, estranei, altrui
D t 57 Ger l lt; Gs 2315 Gdc 2 12 ISam 2619
IRe 9e.
3. Temporale. Ci/colui che viene
dopo, che segue, successivo, seguen
te, secondo (il latino secundus viene da
sequi): Tanno che viene Gen
17 2 il giorno seguente 2 Re 629;
la generazione successiva Gdc 2 10
Gl 13 Sai 10913.

31

dopo questi f
Sintagmi. Con la negazione: nes b)
seguito Gen 15!; dopo ci 2Cr 329;
suno, neppure uno, nessun altro ISam 21!0
dopo ci, equivale all'avverbio poi Lv
Is 428 48 . Con abiti, mutare, cambiarsi
1436 Dt 2113; oltre a (?) Ne 51s. Ni.
Lv 64 Ez 42,4; con cambiare parere,
allontanarsi da, voltare le spalle a Is 59,3;
atteggiamento ISam 109.
prendere, tirare fuori da 2Sam 78;
Hi. idem Sai 7871.
/ Si usano come preposi
zione e congiunzione, con un significato
C. Congiunzione. Quando, dopo (che).
spaziale, dietro, e temporale, dopo-, il sin
1. Con perfetto Lv 1443 Ger 4116Gb 427;
golare anche come avverbio. Si vedano i
Ez 40,.
lemmi seguenti.
2. Con infinito Nm ,9 Ger 40! Gb 213.
4.

V 1

Dietro; dopo; dietro a, dopo di.

()] , pi. ]()Aggettivo.

A. Avverbio. Dietro Sai 68 2(5; dopo; Gen


1018 18s Es 5! Gb 182 Pr 2427; insieme con
Sir 97.

Secondo, successivo, seguente, posteriore, futuro,


estremo, postremo, ultimo, terminale, occidenta
le, venturo,

B. Preposizione.
1. Significato spaziale. Dietro, die
tro a. a) Situazione: dietro
al che si occupa del mulino Es 115;
dietro gli stpiti Is 578;

dietro il nostro muro Ct 29.


IT
b) Movimento: andare dietro a, in
cerca di Gen 37i7; entrare dopo
di, dietro a Nm 25a; uscire dopo
di, dietro a ISam 117 = ;cer
care Gb 39a; inseguire 2Re 25s.
c) Metaforico: seguire, essere
fedele al Signore ISam 12,4 = temere,
servire; ... seguire
i propri capricci Is 652; - seguire
le proprie voglie Sir 52 = ;
seguire la propria ispirazione Ez
13*3. Dubbi Is 6 6 n Zc 2,2.
2. Significato temporale. Dopo, dopo
di, a seguito di, passato il. a) Con .sostan
tivo: dopo il diluvio Gen 92e;
dopo il suo congedo (= ri
pudio) Es 182; *dopo il giubileo
Lv 2718; dopo il vento IRe 19;
dopo la mietitura per il re
Am 7,; dopo la pioggia Qo 122.

A. Aggettivo.
1. Predomina il significato tempo
rale, senza che si specifichi il grado di
distanza, se non mediante il contesto.
a) Secondo Es 48 ^ primo; D t 243
= l'altro (v. 2); Ag 2g Rut 3!0.
generazione seguente Sai 48, A 784<5.
b) Posteriore, futuro; 1 generazione Dt
292! Sai 102,9; il (giorno di) do
mani Pr 3125; plurale sostantivato Qo 1 .
c) Ultimo, terminale, postremo 2Sam 19,2.13
23, Esd 813 Sir 33 16 (?). d) In espressione po
lare con primo: il primo e l'ultimo,
dal primo all'ultimo, dal principio alla
fine: Is 4 1 4 8 12 *44 Ger 50,7 Ne 8,8 ICr
2929 2Cr 9 39 12,5. precedente e
successivo Sir 413M.
2. Significato spaziale. Occidentale
Dt 342 Gl 220 96 levantino; Zc 14a;
plurale sostantivato Gb 1820.
B, Avverbio, Dopo, in seguito, dietro,
infine, alla fine. Di solito con la preposi
zione n p t 13,0 * 177 ; IRe 17,a
Dn 83; in/di retroguardia ISam 292 2Sam
226- Per trasformazione si pu tradurre:
finire per/con + infinito (sostantivato),

32

cercare il lucro ISam 83.


2 . Temporale. Dopo di/che, in seguito.
a) Con sostantivo. Gen 2436 Lv 1335 Gs
1, 2431 lRfi U 20 15 Ez 4426 Gb 374 Dn
/ [ pi. c. suff. ,,
926 anno dopo anno 2Sam
21,; dopo la sua morte Sir 4620.
,, , , ,
b) Con infinito. Gen 54 11,! Lv 13? 2Sam
]!
1721 IRe 13g, Ger 348. c) Con sostantivo che
A. Preposizione.
1.
Spaziale. Dietro di/il, all'indietro, indica la successione: i discendenti
Gen 99 17 D t 18 ISam 2422; i figli
alle spalle, a) Collocazione. Alle sue spalle
che verranno dopo, i posteri Lv 2546 Pr
Gen 18!0; dietro il santuario Nm 323; a
207; successori Gs 2227.
ponente Gdc 1812; secondo, in un elenco
3. Composto (luogo e tempo):
2Sam 239; a ile mie spalle Ez 312; dietro,
dopo ci, in seguito Gen
seguendo un ordine Zc 18 Rut 44 Ne 3!6.
2230; idem Gb 4216; p idem Gen 64
b) Direzione: Hi. guardare indie
Es 11!; allindietro, alle spalle 2Sam 523;
tro Gen 19,7 ISam 249; voltarsi
dietro 2Re 9!8; verso ponente Zc 6;
Gdc 2040 2Sam 17; gridare (die
sul retro Ez 41 )5. deviare, sviarsi
tro a) ISam 2037; * $ Hi. gettarsi
2Sam 2,9; passare alla retroguardia Es 14,9 *
alle spalle, non prendere in considera
di fronte a; smettere di inseguire
zione IRe 149. c) Movimento: se
ISam 1446; lasciare la fazione, abbandonare
guire, andare con Gen 245 Gs 6g Pr 722;
2Sam 202; Ni. allontanarsi Sof 16Sir 46;
guidare il bestiame Gen 3220; con
idem 2Sam 22! 2Re 1029 Sir 4W; Hi.
idem ISam 115; seguire 2Re 11,5;

scendere dietro, con Sai 49J8; Dt 74; ^allontanarsi, separarsi, apo


statare Nm 1443 Gs 22lt Ger 3,9; allontanar
uscire dietro Es 1520; sa
si Dt 23!s; Hi. ISam 7; venire dopo,
lire dietro ISam 14!3; $ accalcarsi
dietro Gb 2133; trascinare, attrarre die
succedere Dt 292,; avverr, capiter
tro a/di Ct 14; andarsene con Sir 14,9;
Qo 10,4. dietro a, sull'altro lato di Gs

^la scorta Ne 4!7. Inseguendo: 82; dietro a = schienale, spalliera IRe 10,9;
Ger 42,6; IRe 1314; dietro alle Ne 47; p dopo, succes
Es 14,0; lC r 1414; Gen 355;
sivamente, poi, equivale a un avverbio in

2 <2Sa m 326. d) Metaforico: 2Sam 328 15, 2Cr 3223.


seguire una persona, una fazione 2Sam
B.
Congiunzione. + perfetto dopo
2 ,0 IRe 1220; seguire, appartenere
che Lv 254s ISam 59; # giacch, dato
alla fazione, schierarsi con, essere fedele
che Dt 244 Gs 78.
, leale verso; a idoli o di stranieri D t 43
,4 IRe 115 182,; prostituirsi con Es
[ C. sufi. ,, ,
34,s Lv 20^ Ez 69; Pi. essere fe
, ecc.] Futuro, avvenire, conclu
dele, mantenersi leale Nm 1424 D t 136 Sir
sione, fine; estremo; discendenza.
46; passare alla fazione, schierar
1.
Significato spaziale o equivalente.
si con la fazione di IRe 22e; ap
Estremo, estremit, confine del mare,
poggiare la causa IRe 17; cede
orizzonte Sai 1399 * margine
re ai capricci, lasciarsi portare Nm 1539;
oppure con terminare, concludere di + in
finito. Senza preposizione Gb 1925. Con
Nm 231.

33
dell'aurora; ci che va dietro, che segue,
seguito Am 9! ^ capitano; l'ultimo in
categoria Ger 5012.
2. Significato temporale. Futuro: in
determinato, prossimo, remoto, fine; quanto
si verifica in tale tempo: futuro, avvenire,
esito, conclusione, posterit, a) Futuro Sir
482. alla fine Pr 258 ^ affretta
tamente; alla fine Ger 5a1; fino
alla fine D t 1112 * ( corretto)
fin dal principio dell'anno. 2 al
termine degli anni Ez 38a = in
capo a/dopo molto tempo;
alla fine del loro regno Dn 823;
al termine della collera o nel tempo fina
le dell'ira Dn 8 19. b) indica
un futuro remoto indeterminato Gen 49!
Nm 24 D t 430; Ger 2320 = + infini
to finch (non), fino a quando; 3024 4847.
L'espressione pu acquisire un significa
to escatologico: tempo ultimo, finale, de
finitivo Is 22 Ez 38 Os 35.
3. Considerando in prevalenza il
contenuto. Avvenire di qualcuno, esito
di una condotta o attivit, fine, finale,
termine, conclusione, a) Avvenire Pr 2310
= speranza; 2420 * si spegne la lampada; Ger 29 = . b) Esito,
conclusione Is 4122 = *1 l'avvenire, *
^il passato, = accadere; 477
Dn 12a. In tali casi, nella traduzione il
sostantivo si pu trasformare in
forme verbali del tipo: andare a finire/a
parare, finire per/con, uscire, riuscire, ri
sultare, diventare: Ger 17 Pr 1412.)3 1625
1930 Sir 326 1 2 . c) Fine, termine Qo 7B; con
clusione, perorazione 10 t3 ^ esor
dio; fine della vita Nm 2310 = morte;
Sir 1128 3820; Pr 5 = al consu
marsi della carne; Dt 322029 Sai 73t7. d) La
generazione futura. Prole, posterit, discen
denza Ez 2325 = figli, figlie; Sai

1
(cog)nome; Am 42 Sir 163.

109,3 =

Nota. In Ger 124va letto \ . In Dn


114 cf. apparato della BHS.

Avverbio. All'indietro, a ritroso,


di spalle, retro-: indietreggiare, ar
retrare, rinculare, camminare di spalle
Gen 9M; cadere di spalle ISam
410; Hi. fare ravvedere/torna
re indietro IRe 1837; l'ombra
retrocede (sulla meridiana), l'orologio ri
mane indietro 2Re 2010. Is 389. >
domani.
[ Cstr. ]Satrapi Est
3 12 S9 93 sd 836.
[ Soltanto pi] Imperiali, regi,
reali Est 810M.
- .
-

Avverbio.

Lentamente, adagio, pia


no, dolcemente, in maniera riservata/discreta:

Pi. camminava taciturno IRe 2127.


: Hitp. seguire lentamente Gen
33 )4; abbiate cura del ragazzo,
attenti al ragazzo! 2Sam 185; scor
rere dolcemente Is 86; parola dol
ce Gb 15. di soppiatto Gdc 421. Cf.
sigillo, segreto: confidenzialmente
ISam 1822; furtivamente, senza fare rumo
re ISam 245; in punta di piedi Rut 37.
Nota. -> , , .
t

Rovo, roveto Gdc 9 1+15 Sai 5810; in to


ponimo Gen 5010.
I,

[ St. ass. = cstr.] Lenzuolo Pr 716.


[ Soltanto pi.] Divinatori, indovini, in
cantatori, maghi Is 193.

34

[ G. ptc. , pass. pi. , f. .


Hi. ipf. ]

2 Interiezione. Guai! Guai a te...!


Qo 1016. Probabilmente .

Q. Chiudere, coprire, tappare, turare:


1| l'orecchio Is 33,s = chiudere
gli occhi; Pr 2113 Ni. ricevere ri
sposta; le labbra I72e =
silenzioso. / finestre con in
ferriata, con cornice (?) IRe 64 Ez 4016
4116.26
Hi. Turare, tappare Sai 585.

Nota. In Qo 4 10 dubbio; cf. apparato

della BHS.
3[ Pi. ]Sciacalli (?), iene (?) Is 1322 +
iene (?); 34,,, Ger 5039 + .

4[ Cstr. , pi. , ) Ez 26,e), cstr, ]


Isola, penisola, costa, litorale, arcipelago. Is
40154115 424 515 Ez 2 6 15MDn 11 te Sir 4323;
isole, coste/costiere innumere
[ Q. ipf. 3 f. ]Cingere, chiudere:
voli Ez 273.15 Sai 97!; coste lon
un pozzo Sai 6 9 16.
tane, remote Is 66 19; cf. Ger 3110.
V
.
isole del mare, coste marittime, litorali
Is l l tl 24,5 Est 10!; popoli ma Paralizzato,

1
mutilato:
*
i fittimi,
isole dei pagani Gen 10s Sof 2;
della sua mano destra = mancino
abitanti della costa Is 206 2326;
Gdc 3,5 2016.
cf. 42,0. Con nome proprio: isola di Cipr Ger 210; di Creta 474.
Interrogativa di luogo: dove? Anche
Nota. Is 42,5 59 l8 dubbi.
morfema interrogativo, a) Dove? Gen 4g
Dt 3237 ISam 26,6. Con pronomi: dove
[ Q. wqt l . Es 2333; ptc. ]Essere
sei? Gen 39; ? dov'? Es 220 Gb 14,0; (
dove sono? Na 317; altri 2 Re 1913 Is 19 !2 nemico, essere ostile, in inimicizia Es 2322; par
Mi 7 l0. b) In composizione 0 con morfema in ticipio ISam 182?. > .
duce il senso interrogativo. P. es. questo,
1f % .
quale?; da questo, da
cosa, quale? per/da dove pas / [ c. suff. ,&, ,
, , pi. (), cstr. 0 &), c. suff.
sato? IRe 22 24; + sostantivo qual ?
0 (, 0 (, , , ecc.]
Ger 66 Gb 3819; per dove? IRe 13,3 2Re
Nemico, rivale, oppositore, avversario, antago
38 Gb 3824; dov'? Is 50! = quale; Gb
nista, concorrente. In campo militare, po
28,220. che cosa bene, che cosa
litico, civile generico, forense, religioso.
si addice? Qo 23; + verbo quale? 116; che
Questi campi si intrecciano, in quanto il
genere? Is 66 !; quale? ISam 9,8.
nemico politico pu aprire le ostilit mi
chi colui? Est 75; perch? Ger
litari, il nemico politico del popolo elet
57. di dove, di quale? 2Sam 152 Gio
to considerato nemico religioso di Dio,
l e. in quale? Sir 3332. c) =
come + interrogativo come (mai)?
il nemico civile pu intentare un'azione
giudiziaria. II significato rimane fonda
1 Morfema negativo come l'italiano
mentalmente lo stesso, con le stesse cor
in-, dis-\ in-glorioso ISam 421;
rispondenze italiane. La classificazione
dis-onesto Gb 2230 dubbio.
serve a presentare il materiale.

35

1. Campo militare, bellico. Il nemi


(v. 41); Est 9,.
co (collettivo), i nemici Lv 2635 Gs 78 Sir
3. Civile generico. \b
367(?).10flm46u6. a ) , : consegna
senza che gli serbasse rancore, senza es
re al nemico, Pi, e Hi. idem,
sere in inimicizia con lui Nm 3523; Ger
vendere, tradire, abbandonare Gdc
197 = coloro che perseguita
2,4 2Re 2114 Sai 319 Ne 928. , con
no a morte; 217 3420.2J 4430 4937; Sai 1849
verbi di liberare: Hi. Gdc 2 ,8 ISam
= uomo violento; 2 1 9 =
43; Hi. Gdc 834 ISam 1210; Pi.
rivale; 25^ traditori; 272 =
chiedere conto ISam 20^; 2 Sam
avversario; 3116 = 'persecutore; 41610
18 ;- riscattare Mi 4 ,0 Sai 10610.
*
amico; 4210; 44 17 +
b) : Ni, soccombere davanti
vendicativo; 554 = pZh malvagio; 55,^
a, essere sconfitto da Lv 26,7;
^ amico, confidente; 592 =
volgere le spalle davanti a Gs 7e; ,
aggressore, 3* malfattori,
resistere a Gs 7,3 Gdc 2, ;con
sanguinari (v. 3); 64%=
segnare IRe 846; Hi. disperdere,
perversi (v. 3); 695 106 W 11998. Forense
sbaragliare, mettere in rotta Ger 1817;
Sai 127g Gb 277.
Hi. terrorizzare, seminare il pani
4. Campo religioso. Nemici di Dio,
co 4937; Hi. sconfiggere 2Cr 258.
del Signore Nm 1035; Gdc 531 9* &
c) uscire contro il nemico Dt
amico; Is 6614 9* servi; Sai 6822 =
20 ,; dare battaglia a, ingaggiare
Hitp. incorrere in reato; Sai
combattimento con Dt 203; Ni.
74ie = popolo stolto, insensato,
lottare con Dt 204; / Ni. vendi
Ni, Dio diventa loro ne
carsi di ISam 1424 182s; Hitp.
mico, rompe i rapporti Is 6310.
mostrare valore contro, sfidare Is 4213;
5. a) Determinato da: o nemico

Hi. (I) fare pace con, metteremortale Sai 17, 3820; senza motivo,
fine alle ostilit Dt 25,9 2Sam 7\.
gratuitamente 695 = , b) Determi
Fraseologia. Sono frequenti le espres
na: T mano, potere Lv 2625, bottino
sioni formate con
nelle
mani
di,
1
'
Dt 20,4, volto, persona ,Gdc 2 U,
in potere di, in balia di; *dal potere
pugno ISam 43 spada Ger 204,
di; davanti a, contro.
tirannia Sai 42,0; terrore, panico 642.
t

2. Campo politico. Una nazione con


tro un'altra, fazioni, re e vassallo. Lv 2639
un territorio; D t 28^ un popolo; ISam
2526 = coloro che cercano di
danneggiarti; 2'Sam 1832 =
coloro che si sollevano contro di te; IRe
3,; Is 628 = stranieri; Ger 3014 **
alleato, amante; Sai 807 5* vi
pino (di abitante); 83M = colo
ro che ti odiano, * ^ il tuo popolo,
i tuoi protetti; Sai 8923.24 =
malvagio, avversario, antagoni
sta; 10642 = pagani, avversario

Fraseologia; rendersi, di
ventare nemico, inimicarsi, rompere
con, guastarsi con, mettersi (qualcu
no) contro, attaccare briga, litigare Sai
13922; Ni. idem Is 6310;
comportarsi da, considerare, agire ostil
mente Lam 2 5; ritenere come,
considerare, trattare come/da nemico
Gb 1324 3310; Hi. riconciliare
con Pr 167.
[ Cstr. ]Inimicizia, ostilit, rivali
t, antagonismo, rancore Gen 3 ,5 Nm 352,_22


v v

36

Ez 25,5; antico rancore 35s.

. - /

[ C. suff. , , , , ]

[ Cstr. , , pi. , , , cstr.


, c, suff. } , Ez4031^ 7k),
40,6] Ariete, montone. a) Generico, Gen 22 13
3215Dt 32 Ez 2721 Sai 1144; *pelle di
montone Es 25s. Frequente nel culto, da cui
riceve alcune determinazioni:
della consacrazione Es 2926, sen
za difetto Lv 51s, 2< !penitenziale 5,e,
dell'espiazione Nm 56,
grasso di montoni Dt 32l4. b) Titolo onorifico
di magnati, notabili, autorit Es 1515 =
tori; 2Re 24,5 Ez 31,! 322,; probabilmente
Sai 582 (cf. apparato della BBS), c) Lesene
(?), colonne addossate (?), stipiti (?) IRe 63,
Ez 409 (+ 18x) 41,3.

Sventura, disgrazia, disastro, danno, sfortuna,


catastrofe, calamit, infortunio, rovina, trage
dia. a) Sostantivo. Ger 48 i6 = sventu

ra; 49032; Gb 18,2 3012; 313 = crollo;


Pr 12w7 *terrore, *angoscia, 1
afflizione; Pr 6,5 + $ croller; sconftta,
castigo 2422. b) Aggettivo: / giorno
funesto, infausto, nefasto, fatidico, fatale, infelice,
sinistro, tragico Dt 3235, Ger 462! = 3
ora della resa dei conti; Ez 355 = |
#

ora del castigo finale; Abd 13 Sai 18,9 Gb


2 130 Pr 2710.

Avvoltoio, falco Lv 1114D t 14,3 Gb 287.

Variante di dove? Gen 189 195 3821.


Sfumature diverse: ottativo 2Re 2 ,4 Is 63,, t5
Ger 17)5 Sai 89MGb 35 ,0 Lam 2 12; doman
da retorica Is 3318 Na 2J2 MI 6; con ironia
2Re 1834 Sai 42411 dov'? Gdc 938<

[ PI. (), cstr. (), c. suff. ]


Quercia Is 129 575 61, Ez 31 i4 (dubbio);
Sai 299 (corretto).

In 2Re 6,3 va letto .

[ Pi. , c. suff. ()Ez 1421 q]

/ [ PI. m. ;E. sg. , cstr.


, pi. , cstr. ]Cervo/a. Dt 12,5
145 1522 IRe 53 Lam 1. Termine di parago
Particella interrogativa come (mai)?
( + ) , a) Domanda. 2Sam 15 IRe 2 6. ne di agilit, scioltezza, leggerezza Is 35fi
Ct 2917; di ricerca ansiosa Sai 422. Femmi
2Re 1738 Ger 3 )9 36,7 Rut 3,8. b) Domanda
nile Ger 145 Gb 39,; di bellezza, leggerezza
retorica, Gen 269 448.34 Es 6,2 Gs 97 Gdc 16ls
ISam 1622Sam 69 Is 1 9 4 8 ,, Ger 223 96 125 Gen 4921 2Sm 2234 Pr 5,9.
477 4814 Os 118Sai 11, 1374 Gb 2134 Go 4.
Nota. Sai 299 . <*
c) Stupore. Ah, oh! Is 144.12 Ger 9 ,8 4839 49M
5023 5141 Abd 5-6 Mi 24 Sof 21s Sai 73,9.
Vigore, forza, in uomo inva
lido Sai 885.
Variante del precedente. Uso simi
le. Domanda in D t 1230 182, Gdc 203 2Re
in Sir 5124 questo e quello.
6I5 Ct 17. Domanda retorica in Dt 1,2 7l7
Sai 73 . Stupore in D t 32a0 Is 12J Ger 48,7
Lam 1, 4,.
tvi Forza Sai 2220.

Atrio, vestibolo Ez 40 16 (+ 14x); > .

Domanda retorica come? Ct 53 Est


8t, Quanto pi Sir 1031.

,
-

37
/ Terribile, tremendo, formidabile,
terrificante, raccapricciante, spaventoso, impresstonante A b 17 = temibile; Ct 6410.

[ Are. Es 15WJ cstr. , c.


suff. , , , , , pi.
(), C. suff. Sai 88lt; 553 ]Spa
vento, terrore, pavore, panico, paura. Gen 15!2
torpore, sopore; Es 23i?; D t
= spada; Sai 881(5.,7 = spavento;
Gb 9g4 = 2>verga; 1321 = mano; 337;
pavore mortale Sai 55s; V3U> i
suoi denti spaventosi Gb 416; ni
trito terribile 3920; li assale il
panico Es 1516 = terrore; Gs 29;
intimorito Esd 33. Detto ironicamente
degli idoli: spauracchi Ger 5038.

i
;

,
\

[.
I

/ 1
(= se non mi dai figli) io muoio Gen 30!;
Es 3232 Gdc 9,5.20 2Re 2,0 Sir 5,2; . $
c'... o no? Es 17; Nm 1320; ( lo fac
ciamo...) o no? 2Sam 176; condizionale
negativa Gb 3333. Proposizione + : ...e
niente, senza risultato, e non (viene, si
ottiene, si trova) ISam 9 Is 4117 59 Ez
725 Sai 692, Gb 39 Pr 13 146; come se
322
5 fosse/esistesse, come niente Is 4017
non
41 2,. Ag 23Sai 396; per poco 732; ( me
glio dividere): trasformare in, ridur
re a + nulla Is 4023; nulla, nullit
Is 41,4 Ger 307.
'"

B.
funziona come se fosse un so
stantivo costrutto: mancanza di, carenza di,
niente/nulla di. Si costruisce con sostanti
vo, con participio sostantivato o meno,
con infinito costrutto, con suffissi prono
1 ]) )Cstr. ) ISam 21*), c. suff.
minali, con preposizioni, con altre parti
, , , ^, , l pi.

celle, in costruzioni particolari. L'esposi


Ger 4416, , , Sai 59,
zione che segue seguir tali costruzioni.
Sai 73s] Non c'. Si usa in forma assoluta,
1, Sostantivo. Non c', mancanza, in-,
con sostantivo o participio, con preposi
senza: in-valido, in-erte Sai 88s;
zione, in varie composizioni sintattiche.
senza parole 194;
Non c', senza, senza che, nulla, nullit, nesnon cambiano, in-correggibili Sai 5520;
suno, non, no, in-.
in-utile Ger 2228; in
A. Praticamente funziona come
sondabile Is 402a Sai 1453 Gb 59 9 l0 Pr 253;
copula negativa o predicato, il cui sog senza forze Is 4412; senza
giudizio Os 7 ni non ha prezzo
getto esplicito o implicito. Esempi di
costruzioni: sostantivo/participio: di
Sir 6 l4 = ; ^ in-calcolabile,
in-numerevole Gen 4149 Ger 232 Sai 40J3
N si predica che "non c'": non c'era
uomo Gen 25; non c' acqua Nm 205;
1475 Gb 59 2133 Ct 6a lC r 22 16 Sir 3725;
in-guaribile 2Cr 21,8 36J6;
non c' (al di) fuori di me Is
45s, cf. Sir 365; idem Is 4521;
senza macchia/difetto D t 32,; senza
senza che nessuno insegua Lv limite Is 96; 1 > senza aurora 820,
2637; 2< non c' neppure un (uomo)
2. Participio, a) Sostantivato. Con
non c'era chi lo interpretasse Gen 408
giusto/retto Mi 72; non c' senno
Pr 171(S; non c' alcun vantag
41!5; { nessuno usciva n
entrava Gs 6,; Is 4126 Ger 1020 Ez 1315 Os
gio, non avvantaggiato Qo 3,9; + verbo
non castiga, non c' castigo Gb 35i5; 77; 11 'non c' chi operi, agisca
bene Sai 143; non c' chi mi aiuti
dire: Non c' Gdc 420 IRe 1810;
22!2 Sir 517; e nessuno lo spa
vedere che non c' ISam 10M;
]..., e se non/se no, apodosi: e se no venta Lv 2 66 D t 282<5; non c'

1
chi salvi D t 2227 2829; senza che nes
suno vi insegua Lv 217. b) Participio con
funzione verbale: non sorvegliava
Gen 3923; 1 il Signore non ci
vede Ez 8,2; soggetto non ci si d
Es 56; non camminano 33 ,s.
3, Infinito costrutto. Non bisogna, non
c' da, non si deve, non si pu-, uso recen
te: non si poteva varcare Est 42;
irrevocabile 8 ;non
possiamo resistere Esd 915; 01 non
si pu aggiungere Qo 314; tra
sportare ICr 2326; senza fare
distinzione 2Cr 5 ; senza ab
bandonare 3515, non bisogna
disprezzare Sir 1023; cercare
1416; dire 3921; onorare
1023. Senza : non possono fare
del bene Ger 105; non possono
comprendere, sono irrazionali Sai 329;
non si pu paragonare 406.
4, Con suffissi pronominali. In for
ma assoluta: non esiste; con participio
nega l'azione presente; con preposizione
o avverbio si specifica l'essere, !'esserci,
lo stare, a) Uso assoluto: il ragazzo
non c' Gen 3730; uno manca (
morto) 4232. Di solito ^dopo propo
sizione: ; ed egli scompare IRe
2040; Is 17,A Ger 311S Sai 37^; scomparve
Gen 524 Is 197; non restano Ger 4910; non
si trova, non c' pi 5020 Sai 37i0 10316
Gb 238 27!9 Pr 235. b) Con participio al
tivo 0 passivo 0 con aggettivo: non
vi dar Es 510; non ascolto Ger
716; non liberi Es 817;
non si consumava 32; non cerca
Ger 384; non si riempie Qo 17;
non avete avuto fiducia D t
132; non vedevate 4,2;
non volevano Ez 37; *non sanno
Qo 95. c) Con preposizione: ^?non
essere in mezzo D t 142; non esse

38
re con Gen 312 2Sam 332; non avere Sir
3515; non essere con Gen 4426,30.34;
non avere, essere privi Sir 162; 1
non essere qui D t 2914.
5. Com posto con preposizione.
a) Anteposta : participio senza che Is
57!; sostantivo senza Ez 38 ;per m an
canza di Pr 523; non ancora 834; se m an
ca, in mancanza di 1114 1522 2918 Sir 325
119 3625; uso recente, equivale al
termine semplice Esd 914 Ne 8,0 IC r 224;
perch non MI 2!3; per mancanza
di Is 502; come se non avesse 59!0.
b) Posposta (cf. 4. c); non c' in
Gen 1931 20 ;non aveva 3724. non
avere (come ) Gen 1130; senza
Is 820; non c; come (te/lui), non
ha eguali, incomparabile Gen 41s9 Es
S6 914 D t 3326 ISam 23 1024 2110 2Sam 722
Sai 86a.
6. Con altre particelle o in altre
composizioni: a) 1 non c' pi,
non ci sono altri D t 435.3g IRe 860 Sai
749; non c' un altro, non c'
(nessuno) come ISam 2 ;n r f r r t idem 2Sam 722; e era soltanto,
non c'. altro che IRe 89; Non
vero! In nessun modo! ISam 2Q2;
questo non altro che
Gdc 714; non (forse) cos?
Am 2 . b) ... non... ad altro
che, soltanto Ger 2217; non
altro che Ne 22; non c' proble
ma ISam 2021.

2[ Soltanto con ] = D a dove?, di


dove? Gen 294 427Nm 11]3 Gs 24 Gdc 179
2Re 525 Sai 121, Gb 17 281320;
da dove (ricavo io l'aiuto) per salvarti?
2 Re 627', da dove vieni? Gio 18;
dove cercher? Na 37.
ISam 219; > 1.

39

**

. marito, sposo, consorte Gen 3!e; Lv 213 Nm


5 12.i3i5 Gdc 204 Rut 1,,. ;II0N la sposa
ta Pr 26; * femmina, maschio Gen 72. *
figlio, padre Gen 42 Am. 27 MI 317. ** QK
madre, bambino Is 66 !3. ^ Nome proprio
o capo, truppa, scorta, seguito ISam 23e
Ger 407 Na 24. c) Come aggettivo: umano;
spesso si contrappone implicitamente a
Do: 2Sam 7 14 Sai 312l Gb 342! Pr 5 21 138.
Fraseologia. b JVn/b !U Ni. det
to d una donna, sposarsi Gen 38 Nm
Dove? ( interrogativa, l/l)
pu desi
Gen 37lt ISam 1922 2Sam 94 Ger 32 3619 307. Nei casi che seguono,
gnare un individuo, di solito indetermi
Gb 47 384 Rut 2!9. D a dove? Is 492!.
nato, che si pu individuare in maniere
Nota. -> ,
diverse. Pu quindi equivalere a un pro
nome indefinito o definito, all'articolo
[ Q. ipf. pi. Gen 19,5, Is 22,]
indeterminativo. Talvolta non si traduce
Pare premura, premere, impuntarsi, insistere.
esplicitamente, perch va sottinteso o
> .
perch fa parte di un predicato: in tali
casi l'equivalenza 0 ,
$ [C. suff. 2<, ^, 2<, , pi.
2.
Pronome indefinito, a) Uno,
Is 533 Sai 1414 Pr 84; , cstr. ,
qualcuno, qualcheduno; plurale: alcuni,
c. suff. ,, ,
, <*,

taluni; negativo: nessuno, nemmeno uno.


, ]Uomo, essere umano, essere
Qualcuno Gdc 4 20 ^
nessuno; 2Sam
razionale, mortale; marito, padre; nobile, va1923; plurale IRe 2017; plurale +
alcuni
lotoso, intrepido, coraggioso; individuo, uno,
dei/fra Ger 26!7. Con negazione i, *?fct,
qualcuno, qualcheduno; con , nessuno, nemr& ti! 0 di giuramento negativo: ]*1H
meno uno, neppure un'anima; egli, lui, quel,
Gen 39 ;fc Gen 41A4 Es 343; neppure
quello, il tale, il nostro uomo; ciascuno, ognuno,
uno Nm 3149; *7N Es 366; |B affinch
colui che, chi, chiunque. Plurale: alcuni, talu
nessuno D t 29!7; Dii d giuramento 2Sam
ni, certe persone, gente.
19s. Non c'era un'anima, nessuno 2Re
1.
Uomo, In senso generico, che pu 75 Is 59!e Ger 3 6 19; si pu tradurre con s-,
essere specificato mediante polarizzazio
dis- privativo: s-popolato, dis-abitato Ger
ne, vale a dire contrapposto a un altro,
49 18 504o, b)
ttM*, '3 U>>,
tti'N
a) Generico. Gen 4 123 2465 Zc 25 plurale
frequente nella casistica legale: chi, colui
Gb 413. b) Polarizzazione. Contrapposto
che, chiunque, qualunque, qualsiasi, se uno, se
a (^), equivale a: 5* Dio, uomo, essere
qualcuno- Gen 44 J7 Es 3033; ,S Lv 1340;
umano, mortale Gen 3229 Gs 1014 Ger
(da confrontare al latino quisquis)
1023; sono Dio e non uomio
Lv 202.9 22418 Nm 5 .
nQ
Os 119; Is 5,5 7 13 Gb 32!3 358. * Animale,
colui che, se c' qualcuno che Dt
uomo, essere razionale Es 19!3 ^
20 5^. 13 + verbo se qualcuno, quando
qualcuno Es 217 (+ 8x) 22 4 (+4x). Con
bestiame; Is
* 11 >toro; Sai 22 7 ^
negazione: nessuno che. Lv 2118; non vi fu
verme. Contrapposto a moglie,

( ] Lv 53!6 ), cstr. ]Misura di


capacit per aridi, farina, grano; e per liqui
di, olio. Anche il recipiente usato. Es 16M
Lv 5 Gdc 6!9 Rut 2j7. [misure
disuguali Pr 20JO; misura esatta,
precisa Lv 1936; idem D t 25 157
misura scarsa Mi 6 ,0; Hi.
diminuire, sottrarre, lesinare sulla misu
ra Am 8S. Il recipiente Zc 59
_!0
'9-1
0*

- t

.* T t

6 6 3

19

*. t

40

chi Gdc 19,5. c) Come distributivo: ciascuno,


ognuno. Costruzione frequente: il verbo
plurale, ... pronome possessivo, P. es.
si dispersero ciascuno
a seconda delia propria lingua Gen 105;
44,! Es 7,2; un capo di bestiame per
famiglia 1 2 3; ciascuno rispetti i propri
genitori Lv 193; avete cinto le armi
(ciascuno la propria) D t l 4i Gs 4S; Is 47!s
Ger 63 23* Ez 2039 Gb 42 ;
Est 18.

soldato Nm 3121; rivale Gb 3135;


malvagio 348; loqua
ce l 2; famoso Nm 162 Sir 443;
prudente Pr l l , 2;
perverso 1628; venale 294.
stolto Sir 84; arrogante
157; ricco 446; pruden
te 32188; menzognero, mentitore
1520; stolto 3120; sboc
cato, maleducato nel parlare 83. d) Con

sostantivo di nazione 0 localit, con aggettivo


Articolo indeterminativo. Quangentilizio: un Egiziano Gen 39!;

3.
do precede un aggettivo, partici
pio, sostantivo dipendente, sostantivo
in apposizione, pu equivalere all'arti
colo indeterminativo un/uno (nello stile
proverbiale si trasforma in articolo de
terminativo), a) Con aggettivo: un
estraneo Iv 22,2; lo stolto Pr 147.
Con participio: un malato Lv 1344;
un viandante Ger 99; Ez 102 Qo
75; abitante Ger 429; un cavaliere Zc 18;
un/il vagabondo Pr 27a. b) Con sostanti
vo di carica in apposizione: frte un sa
cerdote Lv 219; un profeta Gdc
6 8; un eunuco Ger 387. c) Con
sostantivo dipendente in funzione aggettivale.

Frequente in testi sapienziali:


uomo di Dio, profeta Gs 14s;
uomo veritiero, sincero Pr 206; colle
rico 2922, alleato Abd 7;
sanguinario Sai 593; potente Gb
228; violento Sai 14012 Sir 1023B;
iracondo Pr 2224; bene
volo 1117 Sir 44,; assennato Gb
3410; beffardo Is 28 ;
attaccabrighe, litigioso Pr 262, (qere);
riflessivo 14!7; men
dicante 2 1 !7; guerriero, sol
dato (da confrontare con gendarme =
gente d'arma) Ger 4116; scaltro,
astuto Sai 43,; generoso, munitico Pr 196; criminale 2927;

un Israelita Nm 25 ;
un Giudeo IRe 19 Ger 44 2Gr 13,5. Con
toponimi comuni: ,
abitante, persona del luogo Gen 2413
2922. e) Si usa come predicato in uno qual
siasi dei casi precedenti, con o senza ar
ticolo, a seconda che Io richiedano la
grammatica o l stile o gli usi regionali:
N N divenne un cacciato
re esperto Gen 2527; non
sono eloquente Es 410; un
guerriero 153; !santi, consacrati
22^; perversi Gdc 1922 Sir 1132;
figure profetiche, simboliche Zc
38; prudente Pr 1727. Quando il
predicato soltanto , significa valoro
so, un vero uomo ISam 49 26,5.
4.
Con articolo, con nome proprio e
articolo, con numerali. Egli, essi, lo, li, co
lui, coloro; il suo, i suoi; il detto, il suddetto, il
nostro uomo, il tale, a) Con una persona come
antecedente e preceduto da articolo, equivale a
pronome: vivere con lui Es 221

Gdc 17,!; imponete loro Es 59; i


loro nomi Nm 15; Hi. fare en
trare Gen 43!724. b) Con numerale. Uomini,
persone, plebe, truppa Es 3228 Nm 1125
Gs 75 Gdc 4!0 IS,! ISam 231a 2Sam 106.
c) Articolo nome proprio. Quel N, il tale
N: quel (tale) Mos Nm 123;
Gdc 175 IRe 1128 Dn 921.

41

Fraseol ogi a:
, ,
, ;,
l'un l'altro, gli uni gli altri, mutuamente,
reciprocamente, i due, entrambi Gen 4228
4333 Es 1023 187 Lv 2514 Gdc 629 Is 138 41e
Ger 22s Mi 72 Sai 123; come un
solo uomo Nm 14,5 2Sam 19]5 Esd 3,.
Nota. In ISam 172 va letto

. In IRe 1015 detto dei tri


buti. In Ez 24,722 lutto. In Mi 6,0 va
letto . In Sai 647 dubbio. In 2Cr 97
va letto ^ .
*

V".
*1^ Diminutivo: ometto. pupilla
Dt 32,0 Sai 176 Pr 72 Sir 325; luna
nuova (?) Pr 79.

},!( Forse da veni re)


sezione longitudinale Ez 40,5.
/ [ C. suff. Es 1427, pi. ,
] Durata, stabilit, persistenza, continui
t. Si specifica a seconda del soggetto di
cui si predica. Come aggettivo: 1 di
mora stabile Nm 2421; torren
ti, fiumi perenni Sai 7415; Sir 40i3;
popolo duraturo Ger 5,s =
antichissimo, vetusto; ^pascoli sem
preverdi Ger 49,9 5044; incessante Gb 3319.
Aggettivo sostantivato: venerabili, nobili
Gb 12,9 = anziani (v. 20). Avverbio:
teso, come prima, senza cedimento
Gen 4924; come prima, come sempre
Es 1437.
Nota. In Pr 13,s non cambia, immuta

bile; oppure va letto la loro rovina.


Particella che introduce una restrizio
ne o limitazione, con diversi risultati e
sfumature. Solo, soltanto, solamente, null'altro, nulla pi; un enunciato viene limitato

T :

da unavversativa: ma, in cambio, invece, sol


tanto; una circostanza viene precisata: gisto, proprio, appunto, esattamente, precisamen
te. Un enunciato o comando si concentra
con enfasi: soltanto questo, rigorosamente,
esattamente cos. Talvolta non si traduce,
equivale a 0 e Teniasi si conferisce in altro
modo, a) Solo, soltanto, solamente: rp ...

tutti... (rimase) soltanto No Gen 723;


soltanto un'altra volta 1832, almeno
questa volta Es 1017; ( !io)...
tu soltanto dammi retta Gen 27,3; soltan
to Es 12]6; Nm 149; soltanto festa,
nient'altro che festa D t 1615;
gli manca soltanto di diventare re! ISam
188; soltanto se, a condizine che,
purch tu stia per me... 18!7; sol
tanto il Signore (ha) Is 4524; sono
(soltanto) dei poveretti Ger 5*; *
sono (soltanto) menzogna 16,9; non
altro che un soffio Sai 39fr7 (corretto);
che almeno le tenebre mi co-
prano 139 . Altri casi analoghi Sai 622^ 7M
687 Gb 1422 1913. Valore 0 Sai 23e 370 Pr
1123-24 21g. b) M a, soltanto, in cambio, invece,
ebbene Gen 94 2012; Lv 114 Nm 149 ISam
1220 IRe 2244; tuttavia Ger 12! 2873 0 3 4 4 ;
ma, almeno Ger 313; invece Zc 16; ma Sai
4916; piuttosto Gb 236; invece c'
Sir 36i8 37,BmD. Valore 0 Gen 2313 Es 12,s.
c) Giusto, proprio, appunto, esattamente, precisa
mente, s, 0. Gen 269 4428 Es 3113; ormai Gdc
20^; ISam 2521; lui (non un altro) IRe 2232;
rendetevi ben conto, sufficiente che con si
deriate 2Re 57; (proprio) l Is 3414.,5; di cer
to Ger 2^; Gio 25 Sof 37; come, quanto!
Sai 73,; allora 7313; s 7318; cerca (soltanto),
quello che cerca Pr 17( ;proprio) questo
Lam 2 i6; valore 0 Os 44 Gb 167 3024 338
35,3 Lam 33.
] + prostetico] Inganno, inganne
vole Ger 15, Mi l l4 paronomasia.

Crudele, spietato Gb 412Lam 43;

soggetto: un animale selvatico divora Gen

veleno mortale Dt 32 ;carnefice Gb 3021.

3733 4927 Nm 2324; 24e = Pi. triturare,


frantumare; IRe 1S20 = sbranare; 14
[ Agg. e sost.] Crudele, spietato, ineso
Ger 153 Ez 193t = lacerare; Os 138 +
rabile, implacabile, accanito, astioso, inflessibile
^assalire, lacerare, Pi. sbrana
Is 139Ger 633 * impietosirsi; 3 0 5 0 42 re. Uccelli da preda o cavalletta: Es 10t5
Pr 59; 1117 * 1 benevolo; 12l0 17
IRe 14 Ger 153Ab 18 Gl 14 225. La tarma
Sir 8 15 3522. Valore avverbiale Sir 13,2.
rode, corrode Is 509= consumarsi; i
tafani pungono Sai 7845; gli uccelli bec
]) )] Crudelt, accanimento,
cano, becchettano Gen 4 0 m9. b) Specifica
livore Pr 274.
to dal complemento: mangiare (da
confrontare con guadagnarsi il pane =
T - 1 Cibo IRe 19,.
guadagnarsi la vita) Gen 2820 3154 Es 220

2Re 4e Am 712; prendere qualcosa, assag


[ Q. pft. 3 c. s uf f . , ecc., f.
giare un boccone ISam 142428 IRe 1315
, , c. suf f . ecc., 2 , f.
214; un pezzo di pane ISam
) Ez 16,3) ecc.; ipf. 2 ,,
236 2822; prendere un brodo, una
, , c. suf f . 1 ) , Sai
minestra 2Re 440. c) Specificato a seconda
50i3), pi. , , wayy. ,, 1
della reggenza 0 del contesto. assaggiare
ecc.; i mptv. , , , pi . ,
Gdc 1316; prendere, assaggiare Nm
c. suff. , ; inf. 5) x ), c.
6a Gdc 1314; in base all'ora, cenare 192i.
suf f . , , , ass. ;ptc. ,
Sinonimi e iponimi (diverse specie d un
, f. , , , , pi. ,
genere): Hi. allevare D t 32J3; pa
cstr. , c. suff. , ecc. Ni . ;
scolare Is 1173023.24 6525; divorare Ger
i pf . ;ecc.; inf. ass. ; ptc. f. .
5134; ammazzare la fame (?) Os
Pu. pft. ; pi. ; ipf. pi. 2 ; ptc.
40. Antonimi: perdere l'appetito
. Hi. pft. 3 f. sg. c. suff. Sir
Nm l l t; lo stomaco vuoto Is
153, 2 c. suf f . , 1 ) ) , c.
29s; ' avere fame 6513; Ni. morti
suf f . , , ; ipf. 3 c,
ficarsi, digiunare Ne 810; digiunare Zc
suf f .

7^; Ni. venire meno, languire Lam
* 1, *
1 ecc..9 2 .
1 1
Os
114 (invece di ;) imptv. c. suff. ,
45. Associati: preparativi, consumazione,
; ptc. , c, suff. , ]
conseguenze. + cucinare +
Mangiare, nutrirsi, cibarsi, alimentarsi, sostenservire Gen 188; uccidere, ar
tarsi, sostenersi) ingerire, bere, inghiottire, ingo
rostire, Pi. cuocere Lv 83t 2Re 629;
iare, ingurgitare, mangiare a quattro palmenti;
uccidere, Hi. cucinare, prepara
digerire, consumare, divorare; pascolare; rodere,
re Gen 4316; sacrificare IRe 125;
corrodere, rosicchiare; brucare; pungere, beccare,
squartare Mi 33; servire 2Re 440;
becchettare,
servire 2Sam 1220; Hi. servire, por
1. Significato proprio. Gen 3tf 18a 277
gere Gen 2725; Hi. servire Lv 21a1.22.
sedersi Es 163; imbandi
Is 298 Sai 7824 Pr 25l6 Sir 31!t; frequente
con le preposizioni , Gen 2 l6,l7 2 7 19 re la tavola Is 215; / aprire la
Es 128 Ger 2928. Cibarsi, nutrirsi Gen 4724 bocca Ez 28 3W; pulirsi la bocca
D t 32!3 Is 7 ,5.22 Pr 3127. a) Specificato dal
Pr 3020; Hi. pulire, ripulire il
T I

IT '

T IT

T *

* I I T T - I

T *

'

VI V 1

T I

43
piatto Ger 5134; sfamarsi, saziarsi
Sai 59,6 Rut 2,4; Pi. rimpinzarsi,
riempirsi la pancia Ger 5134; fare
buon pr IRe 217; ingrassare,
^essere grasso, essere pingue, obeso
Dt 32,s; Hi. vomitare Pr 23e 2 5 16.

ha divorato Ger 324; la maledi


zione si pasce di, si accanisce su Is 246.
il fuoco consuma Lv 63 Nm 1635
Ger 1727 Abd 18 Na 3,3; brucia Nm 11,
2Re 114; divora Ger 4845Ez 154; si pasce di,
si accanisce su Zc 11! 126; la
sua fiamma Sir 4519. Paralleli di aven
ti per soggetto il fuoco ,, ,
, , , . b) In base all'oggetto:
divorer, consumer il
frutto delle sue azioni, affronter le con
seguenze della propria condotta Is 310;
cf. Os 10,3 Pr l 3!; godere
di beni e ricchezze Qo 62;
godere dell'opulenza dei pagani Is 616.
Fraseol ogi a:
lo vedrai ma non lo assaggerai 2Re 7219.

2. Mangiare con significato sociale


o religioso, pasto come gesto, a) Socia
le. Soggetto plurale + , tenere
un banchetto Gen 2630 Es 24,! Gdc 19$
Ger 16 ;Gb 14 = banchetto (si pa
ragoni sim-posio - con-bevuta); +
festeggiare D t 127. , , mangia
re con, essere invitato Gen 4316 s 18,2
Gb 14; participio + convitato, com
mensale Gen 4332; , Gdc 1968
Ger 41!; essere invitato da IRe
Ni. a) Significato proprio. Essere man
125 2Re 2529 Ger 5233. b) Contesto cultuale:
i
/ parteciparegiato,
al divorato
ban Gen 621 Es 12,* Lv 69 Ger
242.3Gb 66. Participio commestibile Lv 1147.
chetto sacro Es 1812 D t 127 Ez 443 lC r
b) Senso figurato. Essere divorato, consumato
| 2922; idem Lv 2122.
Ger 30!6 Ez 2325 Sof l 1a 3a.

Fraseologia: mangiare
Pu. Essere mangiato, consumalo Es 32 Is 120
1 alla tavola di, essere ospite di 2Sam 97;
Na 1,0 Ne 2313.
i !1?1?
commensali 2Sam 1929 IRe
I, %
N condividere il pane di
Hi. a) Significato proprio: dare da man
\ N (da confrontare con com-pagno) Sai
giare, nutrire, cibare, alimentare, mantenere,
? 4110; + partecipare a un banchetto
sostentare Es 1632 Nm 114 Dt 83 Ger 9 i4 Ez
| funebre Ez 241722 (corretto); ,
325 Sai 81J7 Pr 2521. b) Senso figurato. Is 5814
? * mangiare dalla/alla tavola
Sai 806 Sir 153.
; regia Dn 113 2Sam 1943; 5 mangia
1f , , . , ,
re la razione/provvigione, mantenersi a
, .
spese di Gen 4722
[ C. suff. , , ] Alimento,
3. Senso figurato. Divorare, consumare,
cibo, sostentamento; preda; vivanda, manica
accanirsi, pascersi di, inghiottire, a) In base al
retto; raccolto, provvista, generi commestibili,
|oggetto: ... lo zelo per il tem
mezzi d isussistenza.
pio consuma Sai 6910; un popolo divora,
ne ingoia un altro Lv 2638 Nm 1332 D t
1.
Cibo: ci che si mangia, a) Consi
7x6; , , la peste, la fame, la
derando il punto di partenza. Raccolto Ab
; spada divorano, consumano, si accani317 = . b) Considerando la conservazione.
!cono contro, si pascono di D t 3242; Ger
Provviste, viveri Gen 14 - beni;
230 = Hi. distruggere; 46!0 =
4136 = provviste; 427 44,; D t 2320 *
t saziarsi, ubriacarsi; l'idolo
denaro; Lv 2537; Pi. immagaz
V

. . .

V V 4 * J


zinare provviste Gen 41^. c) Considerando
il consumo (caso pi frequente). Aiimento, cibo, sostentamento Es 12* Lv 1134
Dt 26 Gl l w Mi 112 Sai 7818.30 145,5 Gb
3637 3847~Lam 1 Sir 36,8B; ghiot
toneria 3730. Gen 4724 ^ |semente; Es
16,6.18 = pane (v. 15). d) Considerando
la qualit. il palato assapora
i cibi Gb 12u; aborrisce
tutti i cibi Sai 107,3. e) Se il soggetto
un animale. Preda Sai 1042! - ;
Gb 926 392,.

44
Particella negativa Si usa in forma
assoluta: no, non; con verbi che esprimo
no volont: (che) non; come alternativa
negativa contrapposta alla positiva: e
%

nn~mnon.

1. Uso assoluto. Risposta: no, Gen


19!a 3310; 1?H + vocativo + "17N Gdc 1923;
ISam 224 2Re 3J3 Rut 113.

2. In una proposizione semplice.


Per esprimere volont negativa: in prima
persona al coortativo, in seconda al tiqtol,
di terza allo iussivo o all'imperfetto,
2.
L'atto del mangiare Gb- 2021 Talvolta rafforzato:
a) Prima persona
Rut 2 W
del coortativo. Che non, Gen 21,6 2Sam 24M
Sai 252 312. b) Seconda persona tiqtol o
Cibo, alimento, sostentamento; forag iussivo. Forma consueta di proibizione o
gio, cibo, pasto, mangime, a) Significato pr
comando negativo, vetitivo Gen 22 u Es
pria. Gen 139^0 621 Lv 25t Ger 12, Ez 2337;
3S 1028 (corretto) Nm 1615 Dt 926 Is 627

dare in pasto, cibare con Ez 29s;Sai 27, 5113 719 832 1463 Gb 16,e Pr 4,3
essere pasto di Ez 3458. b) Senso
Qo 55 7,7. Assai frequente in Sir. c) Terza
figurato: 4 / pasto, preda del
persona iussivo o imperfetto: Gen 3727 Es 343
fuoco Ez 1546 2137.
Gs 73 Sai 7421 109,2. d) Rafforzato con
NJ: Gen 138 183 Nm 103, 12 ISam 252S.
Certamente, di certo, realmente, davvero
3. In una proposizione semplice
Gen 2Ql6 Es 2S4 ISam 1532 IRe 112 Is 45lg
aggiunge l'al
494 Ger 320.23 4,0 8g Sof 37 Sai 3123 6619 827 con due complementi,
ternativa negativa, P. es. stracciate i cuo
Gb 32a.
ri 1?H] e non le vesti Gl 213; ...3?*
Ger 024; Am 5WSai 1193t Pr 8,0 Sir 7!;
[ Q. inf. !Incitare, aizzare, stimola
alternativa di soggetto Ger 1718 Pr 272.
re Pr 162fl; incalzare, inseguire Sir 465.
il .

[ Suff. ] Pressione, sprone, accani


mento Gb 337.
[ pi. , c. suff. ]Agricolto
re, contadino, bracciante Is 615 correlativo
portare al pascolo; Ger 144; 3124
correlativo gregge; 5123 correlativo
coppia di buoi o animali da soma;
Am 5,6; Gl 1 correlativo 1 vignaiolo;
2Cr 26,0.

4. In una proposizine composta,


in paratassi o ipotassi, ^ introduce
un'alternativa o un termine negativo,
a) Costruito
...1, P. es. imponete...
1?HI e non fate Es 59; Gen 3727 Es 20 ,9
Dt 21s IRe 326. b) In subordinazione. P.
es. si intercede 1?NI affinch non Nm
1115 ISam 12,9 Ger 18,8 Sai 69,5 119,33
2Cr 3521.
5. Come sostantivo: b t Ity ridurre

al nulla Gb 24^, In 2Re 627 dubbio; alcu


ni leggono fe DK.

45
] , ( Gb 322 5aj), c. suff. ,,
, , , , , ,)
ISam 2213 Ez 9*), , , ecc.,
( Sai 25)] Preposizione: a. Fonda
mentalmente introduce il termine di un
movimento; vale a dire soggetto + verbo
di movimento + termine. Se il raovimento reale, pu introdurre la dire
zione, ravvicinarsi, l'arrivo o il risultato.
Pu trattarsi di qualcosa che gli Ebrei
considerano movimento, come la paro
la. O di qualcosa che metaforicamente
rappresentano come movimento: il tema
di un pensiero, l'oggetto di un sentimen
to o desiderio. Il movimento pu essere
espresso con verbo, con sostantivo indi
cante azione, implicitamente o mental
mente. Non poche volte viene rappresen
tato il risultato di un movimento: unito,
aderente, attaccato, adeso, aggiunto. A
volte predomina l'immagine della dire
zione, p. es. dei sensi, occhi e orecchi.
Di solito si traduce con a; anche verso,
fino a, su, con. Talvolta si scambia con la
preposizione o ;e si compone con
altre preposizioni.

verso Is 2218; volare verso 608;


T Pi. stendere le mani verso Sai
1436; Pi. affrettarsi, precipitar
si a, verso Pr 723; (stendere la
mano contro Es 24 ; salire con
tro, attaccare ISam 7?; lanciare
a, contro Ger 50M(corretto), c) Fino, a,
in. Neppure in questo caso facile di
stinguere: entrare in Gen 713j ar
rivare a Es 3!, (unione sessuale) Gen
Hi. condurre a, presentare 219;
presentarsi a Es 3 fi; semi
nare in, fra Ger 43; ... gocciola
re ali'interno IRe 2235; giungere a
Ger 519; Ni. avvicinarsi a Es 202l;
Hi. condurre a Sai 1073o;
cadere in Is 241e; Pi. scagliare contro
Sai 1379. porre dentro Es 2521 4020;
irrompere, invadere ISam 16 3;
Ni. raccogliersi in Gen 19;
Hi. gettare in Gs 1027. d) Dare,
consegnare. L'atto di dare include di solito
o previamente un moto delPoggetto che
viene consegnato; vendere a Gen
3736; consegnare 18? 2114 ISam
20(,, dare, porgere Is 29 ;Hi.
1.
Con verbi di movimento, intransi consegnare Dt 23t<s.
tivi o transitivi, a) In generale: tor
2.
Contiguit. In linea di principio,
nare a Gen 319; andare a 12,;
vista come risultato di un movimento:
usc verso dove (stavano) Es 2 ; Hi.
Ni. consegnarsi a Is 563;
portare, condurre a 38; Pi. condur
aderire a Ger 3 ; sedersi,
re a 15,3; ... scendere da a Es
essere seduto sul trono 29]6; rag
19w; salire a Is 23; fuggire a
giungere presso Ger 4112; abitare
13,,,; Hi. innalzare, inalberare
a/in Ez 12 !9; 'sulla, al di sopra
uno stendardo per/davanti Is 4922;
della soglia ISam 54; ; la mano
Ni. (la collera) si riversa su Ger 720;
pesa su, grava su 56; porre al di
avvicinarsi a Sai i?9,9; sopra ISam 6,5; nascosto fra
riversare su 796. b) Verso. Non si di
ISam 1022; stabilirsi a/in, fermar
stingue facilmente dal precedente.
si presso ISam 1735I. Annessione, aggiunta:
Hi, levare, protende
un oggetto viene spostato in un gruppo;
re la mano verso l'Altissimo = giurare
lo si immagina come movimento. Oltre
sull'Altissimo Gen 1422; manda
a Lv 1818 Lam 34,; Hi. aggiungere
re a/dal Es 310 frequente; girare
2Sam 243 IRe 107 Ez 23 .

v
3. Direzione o orientamento. In
una data posizione o gesto, nel mani
festarsi, nella percezione, a) Posizione.
piangere (guardando) verso
Gb 16a0; Ni. volgersi contro Gs 820;
in piedi davanti a 2Re 11;

schierarsi (per combattere) con
tro Gdc 202o; volgersi verso Es
16!0; Hitpalel adorare, compiere
l'atto di vassallaggio nei confronti di, da
vanti a Is 45 ;volgersi verso
Nm 24!. Territorio, essere situato,
estendersi verso Gs 15( ; verbo implicito)
ISam 2324. b) Manifestazione visiva. Rive
larsi, apparire, manifestarsi: Ni.
Gen 127; Ni. ISam 321. c) Mani
festazione orate. Verbo di dire + interlo
cutore. Molto frequente: gridare
a/verso Es 1525; Pi. 1610; Hi.
accusare Pr 30to; , dire,
chiamare Gen 3[9; invocare ISam 26 Sai
44120,; Hitp. supplicare Gen 20,7;
Pi. acclamare Sai 843; Hitp.
supplicare Gen 42a1 (per l'oggetto o il
tema si pu vedere in 4. a), d) Percezione.
I sensi si rivolgono, si orientano verso:
ascoltare Gen 16 ;dare retta, ob~
bedre 287 Sai 6934; Hi. ascoltare Is
51 ^ ;Hi. guardare Es 142 ;
guardare Is 177; Hi. ispezionare
228; ( volgere, dirigere) io sguardo
verso Sai 2515; Hi. osservare 33 M;
notare, soffermarsi su Gen 4.
e) Caso particolare: eccomi contro
di te! (formula di sfida) Gr 503, 512g Ez
2910 353 383 39,;
Ez 21, Na 2 3S.
4. In operazioni mentali immagi
nificamente rappresentate come movi
menti introduce il termine, lo scopo
del movimento, la direzione mentale.
Bisogna distinguere pensieri, parole, sen
timenti, desideri, a) Pensiero (senso lato):
Hi. comprendere, considerare Sai

46
33,5; Hi. occuparsi di 412;
meditare su Sai 285;
Pi. tramare
contro Os 715. b) f?rc>/e: a proposito di, in
merito a, circa, su, di. Ger 26 su o contro;
Gen 202 Is 372lc Ger 40ltb; Pi.
recitare, parlare di (?) Sai 27 o compiemento diretto; IRe 16,2 a proposito di op
pure contro; 2Sam 333 Is 1613 3819 Ez 19,.
c) Sentimenti, atteggiamenti: Ni.
cambiare atteggiamento, mutare sentimen
ti nei confronti di Es 145; Hi.
inclinare la mente, gli affetti a/verso Sai
1193; Ni. commuoversi
su/per Gen 4330; ^passione per
3,6; confidare in Sai 46; 1 Pi.
sperare in Sai 27 ;Pi, sperare in
1307; Patteggiamento Gen 315;
incollerirsi, adirarsi con Gs 22i8;
( qere) intentare una lite, un prcesso contro Gdc 2122; infu
riarsi contro Nm 24,; cf. 32 . d) Desideri.
Sai 1190.
5. In composizione con sostantivo
o preposizione, a) Con sostantivo: -
)Hitp. dispiacere, rincrescere a qual
cuno) di cuore Gen 6; per ordine
di Gs 17213 ;T presso, accanto (a)
2Sam 1430; in direzione di ISam
13,7; ^per salvare la vita di 2Re
77. b) Duplicando il sostantivo: N N,
faccia a faccia Gen 3231;
Tun l'akro Es 1420;
a tu per tu, faccia a faccia, in collabora
zione Nm 128; >1 popolo contro
popolo Is 24; un aliarme dopo l'altro Ez 726; Hi.
battere le mani 211922; pie
tra su pietra Ag 215. Duplicato con :
N N :
di trib in trib
Nm 367;
di frutti di ogni specie
Sai 144,3;
da un estremo
all'altro Es 262B;
1* il secondo
giorno, da un giorno all'altro Nm 30,5;

47

2
V

di baluardo in baluardo (?)


Sai 84s;
di giara in giara, tra
vasare Ger 48;
di male in
peggio Ger 92. c) Con altre preposizioni.
(+ punti corrispondenti). dietro
a 2Sam 523; fra Ez 3110; *verso
Es 269; davanti a Nm 19^; #* al
di l, oltre Gs 22 ; davanti a Nm
20,0; in mezzo a Es 1423; sotto
(a) Ez 102.

T *

2. Dio supremo, Dio. Con articolo


Gen 463Dt 3326 2Sam 2231 = Sai 183l;
Is 425 Sai 859 Gb 138 2134 ,33 3128 I040*.
Soggetto, in base al contesto. Vocativo:
Sai 10l2 16! 17,5 8 3 1 3 9 17 . Predicato, in
base al contesto: Is 4522 non ce n7 un
altro; Sai 903. In base al contesto si pu
presumere: in testi post-esilici, in modo
particolare Deuteroisaia, Gb e Sai.
V

3. E assai frequente che sia accom


pagnato da un titolo o da un predi
1 Potere, capacit, potest. Nella costru cato: Dio Altissimo Gen 1418;
zione T 1/ Gen 3129 D t 2832 Dio (?) 17!; *Dio Eterno
Mi 2, Pr 327 Ne 55 Sir 5! 14.
2133; Dio, il dio d'Israele
3320; Do, il dio
[ Cstr. , c. suff. , pi. , Es
di tutti i viventi (universale, non soltan
15!!] Dio supremo, Dio; divinit, dio, essere
to degli Israeliti) Nm 1622; Dio
divino; idolo. Significa la natura divina: di
Guerriero Is 95; Dio del Cielo
solito quando si usa come predicato, al
Sai 1362t; Dio degli di 50,. Con
plurale, con alcuni determinativi, con ,
predicati: Dio geloso, esclusivo Es
riferito a di stranieri o falsi. Indica il
205; Dio compassionevole e
Dio supremo, unico oppure no; a volte
misericordioso 346; Dio fedele Dt
come predicato, con articolo e senza ag
79; Dio grande e terribile 72
gettivo; di solito come vocativo, in base
Dio nascosto Is 4515;
al contesto (p. es., Sai e Gb). Spesso ac
Dio che retribuisce Ger 51s6; Dio
compagnato da un titolo o un predicato.
vendicatore Na 13; Dio leale Sai
Si usa come aggettivo di divinit o di
316; Dio vivo Sai 843; Dio
qualit,
santo Is 51<s; Dio giustiziere, che fa
1.
Dio, divinit, essere divino. Con giustizia Sai 94!. E le forme con suffisso
antonimo / uomo Is 313 Os 119 personale: Es 152 Sai 222.
Gb 3213. Come predicato D t 324 2Sam
4. Come aggettivo. Divino, eccellente.
2233 Ez 2829. Plurale Es 15 Sai 29, 897 a) Divino: parole Nm 244.!6;
Dn 113(5 Gb 4117; Dn 1136. Con gli
astri Is 14 ;gloria Sai 193; ^
aggettivi altrui, straniero Es 34,4,
mistero divino o santuario 73!7; as
straniero Sai 4421, straniero D t 32,2 semblea 82,; consolazioni Gb
MI 2 , Titolo di autorit? Sai 582 (me
15!!; sventura 3123; $ musi
glio "Montoni" *). Quando il deter
ca religiosa Sir 32SB. Ci sono casi dubbi.
minativo aggiunto, l'aggettivo o la frase
b) Eccellente, sovrumano, superiore:
relativa hanno una funzione predicativa
cordigliere altissime Sai 3 67; cedri
(restrittiva), implica che significa la
giganteschi, o divini (piantati da Dio)
natura divina, una divinit: il dio giusto,
80 ; soffio possente o di Dio
il dio che... = non gii altri Sai 682l.
Gb 3710.
T

,!

'

48

5.
Idolo, immagine d una divinit
Is 44]01s = 3 ; 466; divinit, an
geli Sai 29! 897.

2. Contesto giudiziario Lv 5! Nm
5 2 1 .2 3 .2 7

Z - C

5 g.

3. Maledizione D t 29!9.20 307 Is 24s


Ger 2310 2918 4412 Sai 107 5913 Gb 3130
3[ Agg, ]Scriptio defectiva (o con Dn 9 .
sonantica antica) di questi/e Gen 19825
Fraseologia: accettare il patto,
26^ Lv 1827 D t 442 722 19 ICr 208.
impegnarsi Dt 29 ;Hi. impegnare
con giuramento Ez 1713; ) impre
Grandinata, grandine, soltanto
care, scagliare una maledizione Gb 3130;
nell'espressione Ez 1 3 ! 3 8 22 3 ;
)intimato sotto pena di Pr 2924.
Sir 46s congettura.
; - .
si-

[ Q. imptv. f . Gl l j Sospirare, geme


re Gl 18. Alcuni interpretano Is 246 gemi
to; meglio maledizione ( > .(3
2[ Q. ipf. ]Essere incapace
ISam 1739.
3[ Q. pft. 2 f. ;inf. ass. ,1
Os 104. Hi. wayy. ( va letto ;)!?inf. c.
suff. ] Sinonimo Pi.
T

1] x Gs 24*] Quercia:
sotto, ai piedi della quercia Gen 354 Gdc
6 ;le fronde, il fogliame della
quercia 2Sam 18M; quercia rigo
gliosa, frondosa Ez 613; dissecca
ta, avvizzita Is 130. In toponimi, Val della
Quercia, Vallequercia ISam 172.

Questi/e. Si usa come pronome e


come aggettivo. In un contesto si pu ri
ferire a quanto segue, a mo; di titolo, o a
quanto precede, a mo' di riepilogo. Pu
equivalere a un neutro singolare.

Q. Maledire, scagliare una maledizione


Gdc 172; giuramento, spergiuro Os 42 104(?).

1. Pronome. Questi, queste, quelli, quelle.


a) Come titolo all'inizio di una serie: que
Hi, Fare giurare, esigere un giuramento
sti, i seguenti, quelli che seguono, 0 . In
ISam 1424 IRe 83! 2Cr 622.
italiano il pronome si elimina quando la
1f .
frase si trasforma in titolo e viene scrit
ta all'inizio, come intestazione. Cos:
[ c. suff. , , pi. , cstr.
Discendenti di No oppu
Dt 2920] Giuramento imprecatorio 0 maledizio re Storia di No, segue il testo Gen 9;
ne condizionata al mancato adempimen
00
Semiti 1110 o Discendenti di
to di un impegno, all'infrazione di un
Sem; D t 1! 445 28t9 2Sam 23e Ez 4318 Pr
dovere. Sinonimo o associato .
2423 25!. b) Conclusione 0 riepilogo. Questi,
1.
Nel contesto di patti politici. Patto1 precedenti, i suddetti, i summenziona
ti: Gen 24 Lv 2 646 Nm 3017 36,3 Gs 1951;
religioso, accordo. Parte, clausola delTalle
"r Gen 143 tutti costoro; ...
anza; pu rappresentare la totalit: Gen
v
*
244! 2628 D t 29!u3 Ez 1659 1713.16.m9 Ne
nessuno di costoro Lv 2225 c) Riferito a un
1030. + D t 2913. disprez antecedente, Gen 3825 Nm 1629 Gdc 181e Is
zare Ez 17!t; Hi. violare
4912,21 Gb 1821. d) Equivale al neutro singolare:
patti giurati Sir 41 !9.
questo, ci. Is 457 Ger 4,8 Os 14,0 Sai 15s
T

I T '

'

49
Gb 33j9Lam l,e 5 . e) Duplicato ...
questi... quelli, gli uni... gli altri, alcuni...
altri Gs 822 2Sam 2 ,3 IRe 2029 Sai 20a Dn
122 ICr 24s, > 3,>
2. Aggettivo. Questi, queste, a) Con
articolo : $ queste sette
pecore Gen 2129; questi uomi
ni 342, Nm 1,7; (?1 codeste, tali
abominazioni Lv 182e; quelle, tali
citt Dt 19s; quelle ossa Ez
373. b) Sostantivo possessivo: questi
miei segni, questi segni miei Es 10, 118
Dt 1118 IRe 108 Ger 3121 Ne 6 14.
3. Con preposizione: ... in
nessuno di questi modi Lv 2554; ~
se anche cos Lv 2623; ? cos Ger 10,6;
come queste, di questo genere Gb 162;
ci, tali cose Lv 1019; lo stesso Nm
2824 Ger 5222 Ez 4525; cosa simile Is 66fl =
; Ger 1813.


3, (frequente in Dt e Ger); ))di
stranieri, estranei Gen 352.4 D t 31 w Gs
242023 ISam 73 Ger 519; tutti gli di Es
18, Sof 2 Sai 964 97 1355 . In base alla
reggenza: di delle nazioni 2 Re
I 8331918(= Is 36,03712); 0 )immagini
degli di D t 725 123 Is 219; Dio
degli di Sai 1362; circondato da
di 82,; fra gli di 86e. Con 3
numerosi Ger 228 1113; con distribu
tivo: ogni dio, il suo popolo 2Re 1833
(= Is 36ts), ogni popolo, il suo dio Gio 15
Mi 45. b) Indicatori mentali (contesto lette
rario o storico). Es 22,9; dei Cananei, de
gli Egiziani ecc. 34 ,5 Nm 334 2Re 183435
( Is 36j?.20) 2Cr 32]S.

2.
Natura divina, divinit. Indicatori
linguistici: predicato senza articolo; anto
nimo o correlativo di uomo; specificato
con un aggettivo; usato come aggettivo,
a) Come predicato senza articolo. Si confronti
con io sono Dio. Frequente in
Plurale grammaticale di , .
affermazione o negazione: Gen 282, Es 7!
Pu significare: 1. Di, le divinit. 2.
Is 37 ,94123 469 Ger 2 Ez 289 Os 86 144 Zc
La natura divina, condivisa o meno, la
12a. b) Antonimo 0 correlativo di o
divinit; 3. Dio, al singolare, semplice
Gdc 99 Pr 34; + Is 821. c) Con aggettivo
mente, oppure il dio supremo, quello
predicativo (non attributivo) signifi
unico. Molte volte difficile distingue
ca la divinit definita dall'aggettivo, dal
re la categoria. Possono essere d'aiuto:
possessivo o da un nome. P. es. il vostro
indicatori linguistici, indicatori mentali.
dio (non quello di altri), il dio vivo (non
Alcuni esempi di ambiguit non risolta e
quello che muore), il dio del cielo (non
risolta. Non risolta: Is 8t9 un popolo, non
quello infernale), il dio di Giacobbe, il
consulta il suo dio/i suoi di; Os 124 lot
vostro dio ecc., il dio eterno (non quello
t con dio/con gli di. Risolta: Gl 227 io
recente, occasionale, temporaneo). Biso
sono il vostro dio (uno fra vari, oppure:
gna per avvertire che in ebraico non
il vostro e non quello altrui), e non ce
facile distinguere la funzione attributiva
n' un altro (dunque unico); Dt 3237 da quella predicativa: p. es., Ger 3227 dio
dove /sono il loro dio/i loro di? +
di tutti gli esseri umani : contrap
Roccia; Ger 2 Dio/di + ecc.
posto ad altri di peculiari di qualcuno?,
1.
Plurale. Di, divinit, distinguibile attributo dei Dio unico? D'altra parte, la
a motivo di: a) Indicatori linguistici. Con
mentalit, la convinzione religiosa pu
aggettivo: altri di Es 203 Dt
oltrepassare la grammatica e trasformare
6,4 Gs 23,6 Gdc 2 ,0 ISam 8a Ger 116 Os
un aggettivo predicativo (restrittivo) in


un titolo del Dio unico. Diventano un
titolo: Dio degli eserciti/delle schiere,
Dio d'Israele, Dio nostro ed equivalenti,
d) Usato come aggettivo, predica na
tura o qualit divina di qualche persona
o cosa. > Usato come aggettivo in 4.

50
li Gio 33. c) Pu equivalere a 0: ( (
tempio, casa di Dio Sai 425 Esd 38;
tuono, voci celesti Es 92a;
fulmine, folgore, fuoco celeste Gb l lt;

profeta Esd 32 2Cr 112 259,

5. Idoli, le immagini delle divinit.


Gen 3130 Es 2023 32u , Is 3 7 19 Ger 1620. Lo
3. Vale come singolare: Dio. Come
mostra il contesto. Forse titolo di magi
predicato con articolo Dio Gen
strati: Es 216 22? (forse giudizio di Dio);
524 20j7 Is 37]6 Sai 873; frequente in Qo.

Dt 43539. Come vocativo: Dio! Sai spirito, spettro ISam 2813.


48!! 56!3 6012 652 71 i2; frequente. Crite
ri mentali: si presume che valga
come singolare in Sai, Gb, Qo e in altri
testi post-esilici. Criterio linguistico: ver
bo al singolare.

Condizionale irreale Qo 66 Est 7A.


Recente.

)] Dt 3217), st. ass. = cstr., c. pref.


,, Dn 11, c. suff.( Ab
4. Usato come aggettivo. Non sempre
1), pi. , ) Sai 1847), c. suff.
facile distinguerlo da un genitivo, sog
) Sai 14310 145,), Dt 3237, cgettivo o oggettivo. Pu significare for pref. , , , , c. art.
malmente il carattere divino oppure una
, interr. ] ;Dio, divinit,
qualit eccellente, eccezionale. In una
di. 2, a) Dio, per indicare la natura di
traduzione sintetica pu scomparire. La
vina o una divinit. Come predicato:
classificazione che segue approssimativa
non Dt 3217; la sua forza 11 suo dio Ab
e incerta, a) Divino, celeste: mes
l u con suffisso. Determinato da un nome:
saggeri divini Gen 28,2 322; ac Dio di Giacobbe Sai 1147; con proposizio
campamento sacro Gen 323; 1 un
ne relativa Dt 321s. c' un dio...? Is
panico sacro Gen 35s; un soffio
448; quale dio c'...? Sai 1832;
divino, un'ispirazione (0 ) Es 31a Nm 242;
dio straniero Dn 1139. b) Dio, il Dio unico

maledizione divina, maledetto o supremo. Frequente in Gb. Ab 33Sai 5022


da Dio Dt 2123; visioni cele
139J9 Pr 305 Ne 9!?, c) Come aggettivo. Tradu
sti, estasi (0 ) Ez 1,; assemblea
cibile anche come genitivo: un sof
divina 282; parco divino, paradiso
fio divino Gb 49; terrore, panico
(0 ) Ez 318; discendenza divina MI
Gb 64; soffio divino, di Dio
2!5; canale (d'irrigazione) celeste,
Gb 273.
prodigioso Sai 65l0. b) Come superlativo,
straordinario, sovrumano: montagna al
[ PI. cstr. ]()Quercia. Si tratta
tissima, o divina Sai 68,6; sa
sempre di un esemplare noto, dalla fun
pienza sovrumana IRe 328; ca zione socio-religiosa. Gen 126
tastrofe cosmica, o causata da Dio Am
Dt 113 ;Gen 13iS 14J3;
4 + Sodoma; esercito in
ISam 103; degli indovini
numerevole lC r 1223; bacchetta
Gdc 937; ( che si trova) a Sichem
magica, bastone prodigioso Es 420; 179;
96; di Saanannim Gs 1933;
Gdc 4 :
citt grandissima, metropo

51
[ St. ass. = cstr., pi. , cstr. ]
Quercia. Di solito, senza articolo, Is 213 +
cedro; 44M+ |quercia; 6!3 +
idem; Ez 276; Os 4!3 + ^ pioppo, ;
Am 29; Zc 113 + cipresso.
1[ C. suff. , pi. ]a) Amico,
compagno Mi 75= compagno; Sai 55H=
amico, conoscente; Ger 1321;
compagno di giovent 34 Pr 217;
agnello mansueto Ger 1119; Pr 162B 179.
b) Bue Sir 3825Bcorrelativo toro.
Nota. In Sai 144 i nostri buoi.

3 ] Zc 97; pi. cstr. (), c.


suff. ]Sceicco, principe, capo Gen
361JM9.31.2M0.-KM3; lCr 151.54
Nota. In Zc 97 forse va letto nel
senso di clan/trib.

[ Ni. pft. pi. , ptc. ]Essere


corrotto. Soltanto di persone Sai 143 5*
; 53, = Hi. (v. 2); Gb 1516
= .
IT

**'

Coda di mammifero. Contesto sacri


ficaie. Di Es 2922; di Lv 39; di
9!9 , ; nel sacrificio .73

. -
Ah! Ahim! Mi 7, Gb 10i5.
[ Ni.
pft. 3 f. 1 .1
, 2 1

L
r
v iv "
vr v
t

[PI. , , cstr. , c. suff.


]a) Nulla, vacuit, vuotezza, nullit;
finzione, apparenza. regni
da nulla, insignificanti, spregevoli Is 10,0;
oracolo vano Ger 1414 (qere) =
visione ingannevole-, pa
store ottuso Zc 1117; medici inutili,
medicastri Gb 134 = menzogna. Il
significato di vacuit/apparenza teo
logicamente materializzato. Ne deriva
b) Idoli, di falsi (soltanto plurale) Lv

; ipf. 2 3 , f. pi. . Pi. ptc.


pi. ]

Ni. Diventare muto, ammutolire, stare/re


stare in silenzio Is 537; Sai 3910=
non aprire bocca; Ez 2427' ^ Pi.;
Dn 10!5 * ( v. 16).
Pi. Legare Gen 377; forse denominati
vo di ,
t

. !

. -<
V I

194 + vi di di metallo fuso;*


26! + immagine, stele; Is 28
+ lavoro manuale; /
idoli d'oro/argento 220, 317 +
peccato; Is 101( , + $ immagini,
idoli; 1913; Ez 3013 + ido
li; di muti Ab 2 le +
maestro di menzogne, c) Piccolo, minuto
Sir U 3.

.(?) ,

In colomba del silenzio (?)


Sai 56!.
Nota. In Sai 582 dubbio. b),

[ Pi. 714[ #. Di persone Es 4+


sordo, ?zoppo, cieco; Is 356
4 cantare; Sai 38 ;Pr 318 ^
aprire la bocca. Degli idoli Ab 210. Del
cane Is 5610 * latrare. Pr 31a. Gioco
di parole: sono tutti cani
muti Is 56,0.
1
,

-< 2.
t

I - / * s - Soltanto nella forma legno di sandalo IRe 1 0 2 12.Cr


910- ;27 + , .
'

52

[ c. suf f . , pi. 1 c. suff, (,


;pi. 2 ]Covone Gen 377 Sai
1266 correlativo semente.
T

* . :

. - i *1

. *

[ Q. ipf. 2 , Pi. ipf. 1 ,( c. suff.


;ptc. c. suff.]

Vedovo Ger 51s. Alcuni lo conside


rano forma verbale: restare vedovo di. Po
trebbe trattarsi di scriptio defectiva, dato
che i regni sono rappresentati con fattez
ze femminili.

Q. Avvezzarsi, abituarsi a Pr 2225.


Pi. Insegnare, istruire, addestrare, avvezzare,
abituare Gb 3333, 35 = Pi. Ispirare: *
le tue parole Gb 155.
V .'

(/ [ Cstr. , c. suff.
, pi. c. suff. ]Vedovanza Is
479 + senza figli; 544 = sta
to nubile; vesti vedovili Gen 38l9.
vedove a vita 2Sam 203; dubbio,
si consultino i commentari.

2[ Hi. ptc. pi. f. ]Produrre, moltipli


carsi a miriadi Sai 144,3 = innumerevoli. Denominativo di .
10

'

Nota. In Is 1322 ed Ez 197 va letto

/ i suoi palazzi.
Ricorre sempre nell'espressione
1 . a) Quel tale, quel certo detto
di ISam 213 2Re 68. b) Il tale, il tal
dei tali, quel tale, quel tizio, riferito a una
persona Rut 4!.

S S

] , c. suff. , du. , ,
pi. , cstr. , c. suff. e
(ISam 187 21 2%(, , ]Bue, toro,
r

[ PI. , C. suff. ,
, ecc.] Vedova, aj Di so
lito ha un significato sociologico, di necessit,
e pu essere accompagnato da: 1 orfa
no Ez 22; Sai 68t Sir 4,0 3517; emigrato
Dt 101e; levita (che non possiede una
terra) 16 26,2; bisognoso, indigente
Is 102; salariato MI 35; povero
Gb 24^; vagabondo 31ltl9. Associato a
, , difesa, rivendicazione Is 102 MI
35; compare in opere di misericordia Sai
1469 Gb 229, b) Indica solitudine, abbandono.
Is 47s =senza figli; Ger 18z1; Gb 242l
= 1 )!sterile; Lam 1, = solitaria, c) In
quanto gi sposata, non vergine (non adatta
come sposa del sommo sacerdote). Lv 21 !4
+ ripudiata, violata, prosti
tuta, * fanciulla.

! 1

ft

capo di bestiame', mille, migliaio-, clan, trib.


a) Bue Dt 7]3 2841851 Sai 88 is 3024 Pr 144.
In Sai 50!o dubbio, b) Numerale, da solo e
in combinazioni numeriche. Mille Nm 354
Gdc 2010 Am 53 Sir 16m. c) Clan, e la tir-

coscrizione territoriale corrispondente Nm


1)6 104 315a Gs 22m130 Gdc 615 ISam 23^
Mi 5!.
[ Pi. ipf. wayy. 3 f. c. suff. ]In
sistere,

importunare,
Gdc 166.

intestardirsi,

impuntarsi

In Pr 3031 dubbio; si consultino


i commentari.
[ St, ass. = cstr.; c. suff. ,, ,
, , , , , pi. c. suff.
, ] Madre, a) Sostantivo. Gen
2428 322 + figli; Lv 18713 Gdc 172;
Ger 158 + giovane, ragazzo; Sai
1139 ^ sterile; Pr 18 Ct 9, Mam
ma Is 84. padre e madre, geni
tori Gen 224 Es 20!2 Gdc 1426 ISam 223
2Re 32. regina madre (l'unica

53

ad avere il titolo di regina, che le altre


Ger 2322 Sai 442I, e come se non
consorti non hanno), madre dell'erede
fosse bastato 2Sam 128. b) ... /
IRe 2,9 2Re 24,g. b) Aggettivo. Materno.
+ verbo (possono precedere un'altra o
Nelle parentele: nonno materno
varie altre condizionali con o- equiva
Gen 282; zio materno Gen 2910.
lente; pu essere sostituito da ;fre
Membra: ventre, utero o matri
quente in testi legislativi) (e) se/se non...
ce,
seni, mammelle, viscere Gen 476 Es 7V 13,3 Lv 2 274. Nm 104
Gdc 1617 Is 49, Sai 22,0 716 Sir 40,;
1115279_n D t 222 Gs 2415Gdc 710 ISam 113
seno, grembo Lam 212. casa ma
IRe 3m Ger 4, 13,7 Zc 37 Gb 9I9 Pr 252,
terna Rut 18; Ct 34 = alcova
Rut 313 Ct 89 Qo 4,2 Est 58 Ne 25 Sir 632.
di colei che mi ha concepito.
Con valore avversativo: ma se/ma se non,
nel latte materno; forse finch poppa,
in caso contrario, altrimenti... Gen 47 207 Es
di latte Es 2319 Dt 1421. c) Senso figurato:
116 21 Lv 137 2718 Nm 306 3229^0 D t 2012
biforcazione, incrocio Es 2126 2220 Gs 220 Gdc 48 ISam 12J525 IRe 152 Is
120 Ger 38m2Cr 152b, c) ... con va
= 2> u>t l'inizio di due vie;
lore disgiuntivo = 0... 0\ se non fuggi que
la terra in cui si seppellisce Gb 12! Sir
sta notte, domani sei un uomo morto
40,; madre della patria Gdc 57; la pa~
= o fuggi... o domani... ISam 19u; Is 79
tria vista come matrona o matriarca Is
Sir 1110. d) /( )) sottintendendo
50, Ger 50,2 Ez 192; Os 45 = popolo
(v. 6); [una capitale 2Sam 2019 il verbo della proposizione precedente)
(e/per/ma) se non, in caso contrario, altrimen
(da confrontare con metropoli); i villaggi
ti + apodosi = o... o: dammi dei figli,
da essa dipendenti si possono chiamare
senn (se non mi dai figli) io muoio = o
figlie (cf. Ez 266). Come paragone
mi dai figli o io muoio Gen 30,; lo fac
per esprimere la cura materna di Dio
ciamo? se .no (se non lo facciamo) dirai
Is 66,3.
= o lo facciamo o dirai 2Sam 17e; Gen
Fraseologia: dalla nascita
42ld Gdc 920
11,2 Gb 2425 Sir 51z. M a
Gdc 16,7 Sai 22 Sir 46I3; da
non, piuttosto Gs 2224. e) se davvero,
tale madre tale figlia, tale la madre tale
se realmente (con sfumatura ottativa) Gen
la figlia Ez 16; 1 )nelle braccia di,
183 2442 3027 Es 33,3 Gdc 6,7 ISam 27s;
in braccio a Sai 1312.
rrm di solito, condizione per il futuro
Nota. > padre.
Es 4M D t 20 ISam 39 Ger 12,t.
.

Particella abitualmente condiziona


le: se, a patto che, purch, a condizione che,

2. Concessiva. Sebbene, per quanto Dt


30 Gdc 13,ta 2Sam 183b Is 1,0 1022 Ger 232
nel caso che, nelTipotesi che, supponiamo che,
Am 9^ Abd 4; )) inoltre, se...; anche
qualora.
'
se, sebbene Qo 4!, 817Sir 3,3 12,Ut 162. Cau
1.
Condizionale, a) ... / se/se sale. Giacch, dato che, posto che Gdc 157a.
non..., qualora/qualora non..., supponiamo
3. Interrogativa: a) Indiretta (con
che/supponiamo che non... Gen 181830 2820
verbi di conoscere: , , Hi.).
47lfi Es 1526 1823 Gs 2R19 Gdc 637 ISam
Se, forse... Ger 5, Qo 116 Lam 112. Ver
1 Is 1,9 Ger 75 Sai 7 8 9 3 w2 Gb 84 Pr 1, bo di conoscere accompagnato da
Ct 18 Qo 57 Sir 419. Come irreale Is 29 ,6 ... ().../ se... 0 se..., oppure... (se

54

conda alternativa di una domanda)


Nm 1318.j9 2Sam 1936; accompagnato da
/ ... / / se ( cos)... 0 meno,
0 no (interrogativa disgiuntiva) Gen
2421 2721 3732 Es 164 Nm 1123 1320 Dt
82 Gdc 222. b) Diretta. ...?, forse, davve
ro.,.? IRe 127 Ger 4827 Gb 6]2 3629 Pr 628;
... ()...1/ ( disgiuntiva) ... 0, oppu
re...? Gs 513 Gdc 2028 2Sam 2413 IRe 226;
... ... 0 no? Es 177. Duplice do
manda retorica (frequente in Ger e Gb):
.) () (. ) ()pu essere so
stituito da ;interrogativa anche /)
forse (non)...?, per caso (non)...? Gen. 17!7 378
Nm 1112.22 Gdc 631 1125 2Sam 1943 Is 10)5
27? 402e Ger 214 5922 819 Gl 12 Mi 49 Sai
77,0 88 Gb 4 I7 65 112 214; in base al con
testo equivale a un'esclamazione: ma se...
()! Ger 31.

rare, scongiurare . non... bens


Gen 2437^8; Nm 519 Ne 1325 Ct 27 3S.

5. Ottativa. Se con imperfetto cong iu n tiv o ^ pl?U>ri^i< se tu mi ascoltassi


=magari tu mi ascoltassi Sai 819, cf. 957;
se tu uccidessi = magari tu ucci
dessi 139. Pr 24)?( . Temporale: quando.
Il confine fra condizionale e temporale
pu essere fluido, come mostra il paralle
lismo di Es 403fr37: ...
quando si alzava..., ma se non si alzava;
e Sai 27^: ... quando mi at
taccano... se (rpi attaccano); Gen 318 D t
3241 Gdc 212[ Is 4 a 24)3 2825 Ger 53 Sai
417 637 (?) 7834 Gb 7' Pr 3 2 Cr 7a. A
volte c' qualche particella temporale nel
contesto prossimo: quando, fino
a, allora. () finch, fino a
che, fino a + infinito Gen 24,933 Nm 3217
4.
(Giuramento. Lo schema completo Is 6 Rut 221.
tripartito il seguente: giuro che + se
6. Forme composte: ... se awieho fatto questo + Dio mi castighi//giuro
che + se non faccio questo + Dio mi ca ne X, avverr anche Z Gen 1316 Ger 313t
3320-21.25-26 Sir 1323; ... )1( . .. come di
stighi. La condizionale occupa il secondo
sgiuntiva (+ sostantivo o aggettivo) sia...
posto, cos che il significato risulta ap
sia Es 1913 Lv 3lbc 2726 D t 183 2Sam. 1521bc
parentemente invertito: se non = giuro
Ger 426 Rut 310 Qo 5 Sir 1325; (+ ver
che...; se = giuro che non... Eliminiamo
bo) Ez 257 Pr 3092; + sostantivo
il terzo membro e risulta: giuro che + se
se non Gen 47,0 Gdc 7I4; (+ verbo) senza,
ho fatto = giuro di non averlo fatto; gisenza che Am 3M; ... forse (che)...? Nm
ro che + se non ho fatto = giuro di avere
172e Gb 6[3; ebbene, se cos
fatto. Frequente l'ellissi del terzo mem
= se non c' altra soluzione Gen 43.
bro. A volte per si elide anche il primo
l.e); () -< 2 .; .
( ) e risulta: = giuro di
- 3.; ( ) -< 5 .;

non avere fatto; = giuro di


C.2.

avere fatto. II primo membro pu avere
la forma N per/sulla vita di N, T
[ Cstr. , c. suf f . , , ,
alz la mano, verbo Ni. e altri: Nm
142a ISam 196 2810 2Sam 142 19 Re 631 , , pi. , cstr. , c. suff.
Is 59 22!4 Ger 154920 226 Sai 95 ;asso , , , , ]
Serva, schiava, domestica; concubina, a) Dome
luto Gb S l ^ . Invece di giuramento for
stica, serva, schiava. Corrisponde al maschi
male, affermazione enfatica, scommessa,
le D t 16 ;Gen 303 = ( v, 4);
sfida: IRe 2023 Gb 12220 172 25 . Con
Lv 25t + bracciante, salariato;
Hi. esigere un giuramento/fare git

t 7

- a:

55

elencato con altri beni Es 20 ,7. b) Concu


bina Gen 20!7 5* sposa, moglie; 2110;
figlio di una schiava, nato in schiavit
Sai 816 116lt. c) Sostituisce "io" parlando
a persone di riguardo: serva, una serva
ISam 2524 2Sam 1415.
[ Cstr. , du. , pi. ]Comito, avambraccio, cubito. Di solito come
unit di misura di lunghezza, circa mez
zo metro Es 25]0 (+ 7x) 27, (+ 9x) IRe 62
(+ 18x) 72 (+ 25x) Ez 405 (+ 39x). Soglia
0 stipite Is 6a. Senso figurato limite
dell'esistenza Ger 5115 = fine.
Nota. In 2Sam 8! dubbio. In Sai 91Ava

letto il suo braccio, miglior parailelo per ala.

Gb 93. 13 337. -
[ pi. cstr. , c. suff. , st. ass.
] Trib, famiglia, clan, popolo Gen 25 ,6
Nm 2515 Sai 117,.

Artigiano,
Ger 521s Pr 830.

operaio,

apprendista

/ [ )?) Pi. (), cstr.


]a) Sostantivo singolare. Lealt D t 3220

Veracit, sincerit; onest, rettitudine; fedelt,


lealt; sicurezza, credito; fermezza; verit.

1. Significato fisico. Fermezza. Come


aggettivo fermo in (Es 1712 =
sostenere.

2. Qualit umana, a) Nelle parole. Ve


rit, veracit Ger 5! = diritto, #
Ni. giurare il falso (v. 2); Ger 72e
92Sai 11986 Pr 1222. b) Nella condotta. Ammilustrazione di fondi 2Re 1216 227; Pr 2820 *
^arricchirsi in fretta; Sai 373 =
fare il bene; Sai 11930 *
via falsa, menzognera (v. 29). c) Fedelt, le
alt verso una persona 0 una carica. Coniugale
Os 222; sociale 2Cr 199 = cuore
integro; verso Dio Sir 454 + umilt.
3. Predicato di Dio: fedele Dt
324 = giusto, ;retto; di
segni sicuri, certi, che si compiono Is
25,; lealt alia promessa Sai 8923253<)50; nel
suo governo Sai 9613; nel suo agire 40!, +

r
t salvezza.
4. Forma avverbiale: sincera
mente, lealmente 2Re 1216 227 Is 594 Sai
33,,. Aggettivo: uomo sincero, veritiero
Pr 2820j ;testimone fededegno Pr 1217;

amico fedele Sir 6 lA_l5. Frase:


poich si fida (di Dio) vivr Ab 24.

*
perversione, b) Aggettivo. Fedele,
leale 2Sam 20,9 + integro; Sir 3713.
]] Aggettivo. Forte, robusto, vi
Alcuni leggono cos di Is 6 5 16. ggetgoroso, prode, valoroso Is 282 = forte;
tlvo sostantivato: fedeli Sai 3124. c) Plurale
coraggioso Am 2 i6 + 1 soldato;
con valore di sostantivo astratto. Fedelt,
!forte Gb 94 * saggio, abi
lealt, sincerit Is 262 Sai 122. Lo stesso,
le; 9l9 ^ 3 diritto, ragione; Is 4026 =
con funzione aggettivale: fedele, fededegno,
grande potere; la
veritiero, degno di fiducia, affidabile: -
congiura si andava consolidando 2Sam
inviato fedele Pr 1317 ** ;te
1512; di grande potere Sir 15w.
stimone degno di fede 145 * falso;
uomo veritiero 20.
X Chioma d'albero Is 17fi.

Nota. In Is179 va letto


[ Cstr. , c. suff. , ,

, , , , pi. ]

Amorreo.

56

[ Pulpal pft. 3 ,

, f. ,
, pi.
, ] Avvizzirsi, appas
sire, sfiorire, inaridire, seccare venire meno, il
languidire. Sinonimi o associati: ; ,
, . Di solito compare con duplica
zione della terza radicale, a) Si dice di un
fiore, Na 14; una pianta Is 247 Gl 112; una

vista di acqua Is 3316 = * riforni


mento di pane; dolore croni
' co Sir 3017fl * riposo eterno;

ferite, piaghe persistenti D t 2859


= malattia cronica;
luogo resistente Is 2223.
2.
Persone, a) Dio: Dio fedele Dt
79 = conserva la sua alleanza;
campagna o un campo Is 168 Na 14; cos
cf. Is 497; la dinastia, garantita da
pure di un paese, un territorio Is 339;
Dio, stabile, duratura 2Sam 76 =
delForbe terrestre o dell'universo 24,,.
b) Di uomini. Abitanti Is 198 Os 43; la don per sempre; alleanza stabile Sai
8929; la parola mantenuta, con
na infeconda, sterile ISam 2S Ger 159.
fermata, si afferma IRe 826; prSai 63 aggettivo.
messa certa, ferma Is 553 = al
leanza perpetua; testimone fedele,
Dubbio Ez 1630.
Dio Ger 42s; precetto affidabile
[ Soltanto pi. ] Sventurato, mi Sai 198 serie di paralleli; idem
1117 = stabili (v. 8); fama
serabile Ne S34.
duratura o affermata lCr 17M. b) Uomini.
Nel loro parlare: le parole vengo
T % -< .
no verificate, risultano veridiche Gen 4220;

profeta attendibile, stimato ISam


[ Q. ptc. pass. f. Sir 722, pi . .
3,0 = nessuna delle sue
Ni . pf t . , f. , pi. , ; ipf.
parole ha mancato di avverarsi (v. 19);
, pi . , 2 ; pt c. , cstr. ,
^testimone fededegno Is 82;
f. , , pi. , cstr. , pi.
messaggero fedele Pr 25,3. Nella condot
f. . Hi . pft. , 1 , ,
ta: sacerdote fedele ISam 235 =
pi. , 2 ; ^ipf. :, iuss. ,
... far ci che io voglio;
wa y y . . , 2 , , ?, 1 ,
mente costante Ne 98; mo
pi. , 2 ; itnptv, pi. ; ptc.
strarsi fedele nella prova Sir 4420;
, pi. ]
servo di fiducia ISam 22 = trattato
Q. Participio passivo. Sostenuti, sosten con onore; citt fedele Is 121 *
tati, allevati Lam 45. Utile Sir 722 (dubbio).
adultera; cuore, mente costante Sai
.
788= 1 Hi. essere fedele, ^ ,
Ni. Essere fermo, saldo, resistente, solido,
ribelle, ostinata, c) Sostantivato: cosa
consistente; essere stabile, costante, duraturo,
certa Os 59; gente affidabile,
durevole, perenne; essere fedele, affidabile, de
cittadini onesti Sai 101t =
gno di fiducia; essere sincero, verace, veridico,
che segue una via perfetta, ^
attendibile, autorevole; cronico, accanito, persi
che commette frodi, che dice
stente; sostenersi, mantenersi, durare.
menzogne (v. 7); confidenti perso
1.
Significato fisico, di oggetti: ne di fiducia Gb 1220; riservato,
discreto Pr 11,3 ^ * 1 chi va sparlan
fama duratura Sir 31WB; incostante
do, spettegolando.
Ger 15,8 = ingannevole; prov
*

* r

t t

T T

V (V '

vi v

V V VI V

r *

VI V "

VI

V v 1

rt

Vi . '

' I

I T V V

'

T I

. *

c ?

9j

>

57
Fraseologia: essere portato in
braccio Is 60*. Gioco di parole in Is 79 2Cr
2020 - Hi, avere successo. *Hi. 2.
a) Is 79.
Hi. Credere, affidarsi, confidare, avere fidueia, dare credito, mettersi nelle mani di, contare
su, sperare, fare fede. Si costruisce con o

senza apprezzabile variazione di significa


to; pu reggere anche rinfinito, oppure e
infinito costrutto oppure + proposizio
ne completiva.
1 . Con complemento, a) Di persona.
Dio Dt l 3i Gio 35. Sinonimi: rispetta
re Es 1431; Hi. riconoscere la santit
Nm 20!2. Antonimi: Pi. disprezzare,
respingere Nm 14 ;Hi. ribellarsi Dt
9K; 1 ib non ascoltare, non dare retta
*Hi. ostinarsi 2Re 1714. Uomini:
Mos Es 143, 199; Davide ISam 27,2; del
la famiglia Ger 126 * essere sleale; il
prossimo Mi 75 = confidare, avere fi
ducia 5* custodisci la porta
della tua bocca. Dio delle sue creature Gb
418; 15,5 correlativo essere puro, b) D i
parole, narrazione, promessa. Fidarsi, eredere: a questi due
segni/segnali Es 49; ai suoi
prodigi, miracoli (contemplati) Sai 7832. Di
parole umane: credere a tut
to Pr 14,s; un racconto Gen 4526; qualcosa
d'inverosimile Es 4, = dare retta
; accogliere un annuncio 0 un
racconto Is 53!; al credere per sentito dire
si contrappone l'avere visto:
2Cr 96. Con la sfumatura di lasciarsi con
vincere, persuadere 2Cr 3215 correlativo
Hi. ingannare, 1 Hi. sedurre, rag
girare, abbindolare, c) fidarsi di
un comandamento Sai 119; della
vacuit o falsit Gb 153J (corretto).
2. a) Uso assoluto. L'iscrizione sulla pietra
angolare recita 1 (, che in sen
so materiale significa chi si appoggia non
T

vacilla, suggerendo il significato religioso


chi si fida di Dio/si affida a Dio, della
promessa dinastica Is 28[6.
& Is 79se dubitate non resisterete,
se diffidate non sussisterete, b) Con infinito.
Confidare, avere fiducia, sperare Gb 1522.
Conb + infinito costrutto Sai 2713- Pi. spe
rare (v. 14). Con e completiva Es 45 Gb 9i6
Lam 4!2.
Nota. Gdc 1120 unico caso con ; alcu

ni correggono in ( metatesi) ricusare.


In Gb 3924 va letto . In Is 302, va let
to volgersi a destra, in polarit con
andare a sinistra.

V
., ,

v vi

Orefice Ct 72.
Amen! Esclamazione usata per as
severare, ratificare un enunciato, un de
siderio, una maledizione. Ger 115 286 =
1 cos faccia il Signore; IRe
1^. Formula liturgica individuale o col
lettiva Nm 522 Dt 27ts_26 Ne 5 13 86. Colo-fone di raccolte del Salterio 41M7219 8953
10640, Aggettivo di il Dio verace Is 65t
("
( *
[ Ptc. Q. di . Pi. , c. suff. ;
f. , c. suff. , ]Aio, tutore, precettore
2Re 10!; Is 4923 = nutrici; Rut 4 l6
Est 27. ^come por
ta un aio/una nutrice il lattante Nm 1112;
* 2Sam 44.
In endiadi con , per rafforzare:
fermo, saldo, sicuro Is 25!.
Patto, impegno Ne 10!; regolamento,
disposizione 1 1 23 = ordine, nor
mativa regia.


T JT

58

] ] Tutela, cura Est 220. Awerbio, realmente Gen 2012 Gs 720.


[ Soltantopl.] Pilastri (?), architra
vi (?) 2Re 18,
5] x ] Avverbio. Veramente,
davvero, realmente, certamente, senza dubbio,
sicuramente 2Re 1917 Gb 92 3 64 Rut 312; ir
nico Gb 122 19^.

t i . Precedente.
[ Q. pft. 3 pi . ; i pf. ;, pi . :;
iraptv. , , pi . . Pi. ,, 2

1 , c. suff. ;ipf. ^,
f. (c. suff. 1 , c. suff. ,
pi . , c. suff. ; imptv. , c. suff.
, pi . ; inf. c. suff. ; pt c.
Pr 24s. Hi. iuss. . Hitp. pft. ;ipf.
3 pi . ptc. f. Rut l 18]

**

>

V I

l 7

v i

- -

Q. Avere forza fsica, morale, spirituale.


a) vincere, superare, prevalere Gen 2523
*
essere assoggettato, vassallo; Sai
1818 = poderoso, possente, robusto;
1427. b) All'imperativo, in endiadi con :
Sii forte e coraggioso, coraggio!, si usa
come esortazione Dt 316.723; come arringa Gs 1025; in una nomina 1^7.9.18; spesso
accompagnato da un'altra endiadi con
la proibizione di temere, in combina
zione con i verbi ,' , D t 316
Gs 19 1025.
Pi. Irrobustire, rafforzare, rinforzare; con
fonare, incoraggiare, rianimare, rinvigorire, for
zare, sforzare; consolidare, fortificare, indurire.
a) Complemento di persona. Incoraggiare, ri

animare, confortare, rinvigorire Dt 32s +


Pi.; Is 4110 = aiutare, sostene
re; Sai 8016(dubbio, cf. v. 18 = ... il tuo vi
sir, e >3 .e) = 2( colui che alla
tua destra, il tuo visir; 8922 =

la mia mano con lui; rendere potente


Sir 452. Per complemento un organo corporeo
con valore simbolico: irrobustire
le ginocchia Is 35a = Pi. irrobu
stire le braccia; Gb 44; rafforzare
Pr 3117 = si cinge di fermezza,
Sir 3 66 = Hi. esaltare. Il cuore, la
mente: indurire, rendere ostinato Dt 2g0 =
1 lo rese riluttante, pervica
ce; Dt 157 = ;chiudere la mano;
2Cr 36B = 2( Hi. ostinarsi,
b) Altri complementi', un albero Is 4414 =
Pi. fare crescere, coltivare; un edificio,
consolidare 2Cr 2413; le nubi, assicurare Pr
829 = fissare. Complemento : dupli
care le forze, riacquistare energa Na 22
= Pi. prepararsi, accingersi; Am
2mserie; Pr 245.
Hi. Imperativo, in endiadi con ,
come in Q.: Sai 2714= Pi. spe
rare nel Signore; 3125.
Hitp. Con + infinito costrutto, osti
narsi a, insistere Rut 118; sforzarsi o affrettarsi
a IRe 1218; N imporsi, prevalere su N
2Cr 137.
V

., , ,

[ PI. [cavalli pezzati (dal


pelame bianco con macchie di altro colo
re) Zc 637.
Forza, vigore, fortezza Gb 179.
Forza, fortezza Zc 12g.

[Q. pft. f. , 2 , , f.
, 1 , , pi. ecc ipf.
( ) , 2 , ecc. (2 pi. l x
2 Sam 19i4), 1 sg. ; coort.
) Sai 4210), wa y y . () , 1
( Ne 27t720 (, , f. , pi. ;
imptv. , , pi. ; inf. ass. ,
1

T i

u t

'

'

* I T

'

59

, inf. cstr. ) Ez 258, Pr 257),


C. sufi . , ,, , ; +
inf. cstr. ( Gen 4820 Ger 18s 3319;)
ptc. , f. , , pi. m. , f.
;ptc, pass. , Ni. pft. ;ipf.
) :). Hi. c. suff. , 2 .
Hitp. ipf. pi. ]
Q. Dire. Costruzione. Di solito intro
duce il testo in stile diretto; a volte con
complemento globale; Es 313 [
= ^ Se mi dicono/chiedono: "Come si chiama?", cosa
rispondo loro?. Se introduce un com
plemento e il suo predicato, equivale a
chiamare: Is 520 chiamano male il bene.
Con e infinito costrutto, pensare, promet
tere: Es 2 Ub Pensi di uccidermi?. Con
wayyiqtoi, ordinare: Sai 1053J
ordin che venisse. L'interlocutore o
destinatario introdotto con , .' Si
costruisce anche con altri verbi di dire:
? rispondere, Pi. narrare, Pi.
Comandare, 2 >domandare, Hi. in
formare, parlare, gridare ecc.
Traduzione. Il verbo ebraico generico,
Indifferenziato, non specificato. Nella
traduzione, lo stile esige o consiglia o
suggerisce una specificazione: in base
nila locuzione o in base al contenuto. In
altri termini: il verbo non tematizza
n la locuzione o maniera di prendere
la parola (informazione, ordine, doman
da ecc.) n il contenuto del testo o il
complemento. II linguaggio letterario ita
liano li tematizza in alcuni casi e con di
versi criteri. Ecco alcuni esempi: soggetto,
un testo: come dice//recita il canto Nm
3157; in base al contenuto: quando vi diranno//chiederanno, direte//risponderete Es 1226-27; / base al correlativo: vi dar
U che mi direte//chiederete Gen 34b;
wntenuto: ci dicono: fate//ci comandano
idi fare Es 5 16; contenuto: avevo detto: ti
1i
v - 1

far ricco//avevo promesso di farti ric


co Nm 24 ;contesto giudiziario: diranno
davanti//dichiareranno davanti D t 2120;
contesto: dite//gridate a pieni polmo
ni Ger 45; in base al complemento: ave
te detto//pronunciato oracoli falsi Ez
137; diranno//intoneranno un lamento
Ez 2 6i7.
Serie di possibili corrispondenze o
specificazioni di carattere stilistico: stile
della lingua, del genere letterario, a) Con
siderando il processo: Rivolgersi, dirigersi,
dire, cominciare, rispondere, replicare, ribattere,
affermare, intervenire; insistere, aggiungere, ripe
tere; concludere, b) Sfera dell'informazione:
esporre, spiegare, informare, annunciare, rac
contare, narrare, indicare; interrogare, doman
dare, chiedere, indagare; denunciare, lasciare
un messaggio, c) Rispetto al testo: recita
re, declamare, bandire, proclamare, intonare.
d) Rispetto all'interlocutore: rivolgersi, diri
gersi, interpellare, esortare, avvertire, ammonire,
rimproverare, e) Sfera volitiva: comandare, or
dinare, incaricare, prescrivere, dare istruzioni;
protestare, reclamare, obiettare; supplicare, chie
dere, esigere, f) Sfera mentale: pensare, dirsi,
calcolare, supporre, venire in mente, credere, ri
tenere; proporsi, decidere, volere, pretendere di.

Alcuni dei precedenti punti verranno


trattati a parte.
1.
Frase in discorso diretto e con
complemento diretto. Gen 12[3 curiosa
contaminazione fra stile diretto e indi
retto: Di': Sei mia sorella (avrebbe do
vuto dire: Sono sua sorella); cf. 1219 Hai
detto: E mia sorella, Il luogo che Dio
gli aveva detto//indicato Gen 223. Di
rai... e aggiungerete... (senza cambio di
interlocutore) Gen 3219_2!. Nominare, men
zionare Ger 3,e; pronunciare Ez 137; recitare
Sai 452. b + complemento + predica
to: chiamare (dare il nome di) Os 23 Gb
3124 3410.


t
v v

60

quando si parla 424.


2. Attivit mentale. Presunta, formu
lata o richiesta dal punto di vista diver
Nota, Ab 39 dubbio.
so in italiano, a) Con , , .
Pensare, dirsi, meditare, riflettere D t 7r/ Ger
1[ C. suff. , pi. , cstr. ,
1322 Os 72 Zc 125 Sai 45 106. b) Senza
C. s uf f . ,,, , ? ] ?a D t 925 + e infinito costrutto; Is 36s role, discorso; consigli, ragioni, argomentazioni,
3810 406 Ger 319 54 Ez 2032 Sai 307 Gb 74;
ordini, decreti, massime, sentenze; oracolo. Si
proporre, proporsi Sai 325 392 11957 + e
nonimi: , .
infinito costrutto; promettere Ger 1810 +
1. Frequente in testi sapienziali. Pa
e infinito costrutto; immaginarsi 2Re 5b;
role Sai 52 Gb 626 333. Consigli Pr 4520 5 7
decidersi 2 Re 74,
724. Discorso Is 412t. Ragioni Gb 3214 Sir
3.
introduce le parole testuali.1212. Argomentazioni Gb 3437. Sentenze
Il corrispondente italiano una pausa, 11 Pr 13. Oracolo Nm 244.
corrispondente grafico sono i due punti
2. Costruzioni particolari, a) Con
(:). Lo si pu rendere esplicito: cos, in
aggettivo: parole giuste, appro
questi termini, quanto segue.
priate Pr 2221; sentenze prudenti
4. Alcuni esempi facoltativi a titolo
12; consigli prudenti Pr 1927 23,2;
illustrativo: indicare Gen 222; ag
quello che ci ha detto il Signo
giungere 32z1. temere che 424; pre
re Gs 242/; ^ragioni giuste Gb 635;
tendere di Es 2 14b; esigere 5t; per il fatto
^quello che dice un disperato
che 183; prescrivere Lv 1712; promettere
62t; parole gentili, amabili Pr 152t
Nm 24 ;venire in mente Dt 1220; giura
l 2 ^ ;menzogne Is 327. b )
re 3240; dare ordini Gs 68; incaricare 9a;
parole della bocca di; espressione piastiassegnare IRe 1118; riflettere, interrogarsi
ca o enfatica, equivale a mie/tue paro
Ez 3310b; raccontare Sai 40 ; dichiarare,
le, le parole mie/tue, quello che tu/io
sentenziare 826; arringare 83,3; confes hai/ho detto D t 32, Os 65 Sai 544 78, 138
sare 1072; incitare 1377; decantare 1456;
Gb 82.
accusare Gb 3623.
Ni. Dirsi, essere detto, chiamarsi. Per tra 2[ Cstr. ]Piccolo, cucciolo Gen 4931.
T

sformazione, voce attiva. Essere detto,


dirsi Gen 109 Nm 21,4 Ger 16u Ez 1312
Sof 316; chiamarsi, chiamare Gen 3229 Is
191a Is 624 Ger 732.

'

[ Cstr., C. suff. , ,

, , ,, Lam 2,7, pi.


^, cstr. Sai 127] Parola; discorso;
promessa; ordine, disposizione. Parola Is 294
Hi. Impegnarsi Dt 26,7.]8.
Sai 127 176 14715Pr 305; discorso Gen 423
Hitp. Vantarsi Sai 944.
D t 322 Is 2823 32g; ordine, disposizio
V v
, 1, ne
, D
t .339 Sai 119172 Sir 43!7M (?); prv
1 *
-1
messa Sai 1194l58 1382. Sinonimi: , 1
]] Detto, oracolo, messaggio Sai 194 , .
779; Hi. trasmettere il messaggio
]] Ieri sera, la notte scorsa,
a 193; pronunciare un oracolo Sai
all'imbrunire, al tramonto, di notte Gen 1934
6812; decidere Gb 2228;
3129.42 2 Re 926 Gb 303.
la parola di Dio Sir 4215; parlando,
>

1 '

61
[ C. suff. , , , ]Verit,
esattezza, obiettivit, certezza-, sincerit, ve
racit; onest, imparzialit, giustizia-, lealt,
fedelt. Come aggettivo: vero, autentico,
genuino, fededegno, attendibile, stabile,
legittimo, valido; onesto, sincero, veritiero,
Frequente l'uso avverbiale : sincera
mente, realmente, veramente, davvero, in
verit, di certo.
Predominano i significati di "verit"
come corrispondenza alla realt e al pen
siero, e di "onest", "lealt". Quel che si
dice vero o certo, il fatto accaduto e il
resoconto attendibile; la sentenza con
sona agli eventi ed imparziale; il testi
mone veridico e credibile, degno di fede.
Si contrappone a ci che falso, fittizio,
ingannevole, illegittimo. Se si riferisce al
pensiero, l'espressione sincera o veritiera;
se si riferisce all'intenzione, la promessa
affidabile e il suo autore fedele; se qual
cuno conforme ai propri criteri integro,
coerente; se una decisione si rif all'autori
t, la disposizione legittima, valida.

malvagit.
3. Avverbio. sinceramente, veramente, autenticamente Gs 24!4 IRe 36 2Re
203 Is 48, Sai 1451BSir 42s; certamente Ger
26,5; stabilmente 3241; con giustizia Pr 2914.
in maniera appropriata, con maestria
2221b Sir 4 j5,
4. In endiadi o associato a ,,
, , , , .
t

V VI V

B.
Classificazione complementare,
con eventuali specificazioni a seconda di
campi 0 soggetti.
1. In resoconti, tesi a comunicare e in
formare. Il profeta dice la verit IRe 22lt;
giurare la verit Ger 42; il profeta comuni
ca il messaggio autentico 2328 Dn 112; il re
lotta per la verit Sai 455; labbro sincero
Pr 1219; testimone veritiero 1425. Rapporto
esatto Gen 4 2 16; *1 fatto certo, acca
duto Dt 1315 174; denuncia oggettiva 2220.
2. Rapporti sociali reciproci. Lealt,
fedelt, onest Gen 2449 324729 Gs 2U
Gdc 915 Is 423; uomo onesto Es
1821 Ne 72-, gli atti di lealt
A.
Costruzione: come sostantivo, ag
2Cr 32,. Citt fedele Zc 83,
gettivo, avverbio; in endiadi.
3. Pratica giudiziaria o di governo.
1, Sostantivo, a) Soggetto 2Re 2Q]9; per
Giudice giusto Is 165; processo imparziale
sonificata Is 5914.!5 = sincerit; Sai
Ez 18s Zc 79 Pr 29,4; leggi giuste Sai 19!0
851m2 89,5 Pr 202a. b) Complemento:
Ne 913.
agire con lealt Gen 2449; Fi. dire la
4. Autenticit, legittimit. Stirpe Ger
verit Ger 94; trattare con lealt Mi 720.
22,; Dio vero Ger 10IOZc 8S.
c) Predicato. Essere vero Dt 2220 Sai 1910
Nota. 1! In Sai 914; si ottiene un
2Cr 9S; il suo compito la
significato migliore con una vocalizzazione
verit (?) Sai 1117.

diversa:
,
il suo braccio.
2. Aggettivo: segno sicuro,
>
t
garanzia Gs 2,2; uomini onesti,
[ ? st. ass. = cstr., c. suff. ,
sinceri Es 182, = nemici del
1 , pi. cstr. , c. suff. .
la subornazione; parola sincera Sai
]Sacco, sacca, bisaccia Gen 4227.28
11943; ceppo/vitigno legittimo Ger
22!; testimone veritiero 42s =
^3 i2.jg.21-23 44,.2 8
fedele; servo ligio, osservan
te Sir 720, salario certo Pr 11,8;
/ ! Dove, ove. Interrogativo: dove?
Con verbi o con ide di movimento. Cor DlSn dottrina autentica MI 26 *
1

* ! * 7

62

/
t

T t

relativo da dove. con ISam


10M; fino a quando Gb 82. con
Gs 25 Gdc 19j7 Sai 1397; D t 12B
2Sam 2,; Ger 152; Gen 3730;
2 Re 6 6; senza verbo Ez 212l. fino
a quando, per quanto tempo Es 1628 Nm
14 Gs 183 Ab 12 Sai 132^ 624 Gb 182 192.
qua e l, da qualche parte IRe
236.42 2 Re 525

Esclamazione enfatica, che
di solito sottolinea la supplica; come
il colloquiale italiano su, suvvia, dai,
insomma, bastai Gen 5017 Es 3231 2Re
203 Gio 114 42 Sai 11641(S 1182s Dn 94
Ne 1.
T

1[ Soltanto al sg.] Uomo, essere urnano, mortale. Sinonimi: . : antonim i o correlativi: , \


T T *

T T

1 V *

!^Sostantivo. Is 24s 51I2 Gb 284. a) In


genere indica la condizione umana : Sai 85 =
921 ; predicato; 10315 1443 Gb 7L17
14193'28 Sir 7!7. b) L'uomo in quanto con
trapposto a Dio: Sai 920 Gb 104 139 15,4
256 3312 Sir 1519. c) Pu equivalere a un
soggetto impersonale con corrispondenza 0
Sai 562 6612 104,5.
2.
Aggettivo. Umano, ordinario Is 8,
517 Sai 735 Gb 10s. cuore umano
Sir 1325.

[ Ni. pft. 3 f. 3 , pi. ;ipf.


;, 2 , pi. ;imptv. ;ptc.
1[ Q. pft. pi. ]Gemere, lamentarsi,
, f. , pi. . Hitp. ipf.
sospirare Is 326 19s = .
Sir 25]8, 2 Sir 1212; ptc.
V
., ; ,(?) ,

Sir 3020]

2[ Pi. pft. ;ipf. 3 m. c. suff.


Sir 15,3. Pu. ipf. ;, f. $>. Hitp. ptc.
Pi. Permettere, acconsentire Es 2113. Lascia
re che sopraggiunga Sir 1513.
Pu. Succedere, accadere, avvenire, capitare
Sai 91]0 Pr 122i.
Hitp. Cercare un pretesto, un'occasione
2Re 57.
/ ^ .
t 1

[ C. suff. ]Lutto, cordoglio D t 26,.

Ni. Gemere, lamentarsi, dolersi, lagnarsi


Es 223 + gridare; Is 247 ^ lieto,
gioioso; Ez 94 = Ni.; 21 2!. ;Pr 292 *
rallegrarsi; Lam 14 = essere in
lutto, 2 Ni. essere desolato; l a21 cor
relativo consolatore. Il bestiame,
muggire Gl 118.
Nota. In Ger 2223 probabilmente va

letto cos.
Hitp. Sospirare, lamentarsi, dolersi, la
gnarsi Sir 25,8 3020; gemendo di
pari passo con i miei gemiti 1212.
V

T r t

Noi Ger 426 (ketib) >.


[ C. suff. , pi. c. suff. ] Ge
mito, lamento, lagnanza, lamentela, singhioz
)] 2< Ger 179) F. ]<Inguaribile,
zo, sospiro. Sinonimo: JP pena; antoni
insanabile, cronico, infiammato Is 17 ;Ger
15t0 = cronica; 179 - falso; 30i2 mi: , , baldoria, gazzarra,
insanabile; 3015 Mi 19; la gioia. s 212 350 Sai 31 38,0 ;Gb 324 =
ruggito; 232 Lam 122 Sir 35,a 419
frecciata mi si infiamma Gb 34t; 1
470; stufarsi/saziarsi/essere sfi
giorno funesto Ger 17lt.

63
nito dal gemere Ger 453, Sai 67 +
lacrima.


menti Is 292 Lam 25.
Filo a piombo Am 17J&.

]] Noi. Con verbo in forma


finita o con elisione, pu essere enfati
co o esprimere una contrapposizione Is
647
tu; Ez 3324 Sai 2O0. Con un
participio forma un tempo presente o
continuato Gen 19,3 377 Ger 426 (qere).
Pu equivalere alla copula, con valore
siamo, "stiamo" Gen 42132, 2Sam 5,.

]] Io. Variante di con gli


stessi significati.
[ Htpolel ipf. ;ptc. pi. ]
Lagnarsi, lamentarsi Nm 11! Lam 339
Sir 10M.
[ Q. ptc. . Ni. pft. 2 m. sg. ]

]] Io, Spesso ha valore enfatico o


equivale alla copula. Con un participio
forma un tempo presente, futuro, conti
nuit o ripetizione: Gen 9,2 1817. Enfatico:
con verbo finito Gen 1423; duplicato Is
4815 Os 5,4; rafforzato con Ez 3420.;
con Es 65 Sir 33l6(?}17; con Lv 2616;
dopo il suffisso Gen 2734,38 Zc 75. A u
topresentazione 0 identificazione in Gen 157
17! 2732 28j3. Contrapposizione 0 correlazione
in Gen 3144 2Sam 16,9 Ct 63. ...
contrappone o unisce due azioni del sog
getto Dt 3239b Is 446 4 6 4 Ez 34,5. Come
copula in D t 3239a Gl 4,0.

[ st. ass. = cstr.] Flotta, flottiglia, navi

Q. Obbligare, costringere Est 18.


Ni. Sentirsi sazio, pieno Sir 3122 ^ .
V

[ Va letto ]Violenza Sir 302oB


(,(
[ Q. pft. 2 ;ipf. , 2 . Hitp.
, ;ipf. ]
Q. Irritarsi, indignarsi, incollerirsi, adirar
si, infuriarsi, arrabbiarsi, essere adirato. Si co
struisce in modo assoluto o con . IRe
846; Is 12! - ira, ^ Pi. consola
re; Sai 212; 603 = respingere; 795 856
Esd 914.

IRe 92M7; nave/flotta mer


cantile, d'alto mare 1022; flotta a
remi, di galere Is 332!.

Hitp. Idem Q. Dt 137 42! 9m IRe 119


2 Re 17 Sir 45 .

[ PI. 2 , , Cr 818 k,

Airone (?), cormorano (?) Lv 11J9


Dt 4j8.

c. suff. Ez 2729] Nave, imbarca


zione, bastimento, barca, vascello: ^
porto Gen 4913; barca di
papiro Gb 926; nave mercan
tile Pr 31 i4; navigazione IRe 2250;

marinai 927. Ni. la nave


naufraga 2249 Gio 14.

; Lamento, gemito, lagnanza, lamentela,


in pianti e lamenti, lutti e la-

Nota. > ira, di cui denominativo.

[ Q. ipf, ;inf. . Ni. imptv. ;


ptc. pi. ]^
Q. Sospirare, singhiozzare, gemere Ger 5152
Ez 2615.
Ni. Idem Q. Ez 94 = Ni.; 24!7 +
fare lutto.
V

1.

64

1
[ ' ?! Cstr. ]Lamento, gemito, sin
ghiozzo MI 213 = ;Sai 126 791022 , Sir
3517Bm= .

che sono nell'oscurit.


[ Pi. c. sufi:. ]Granaio D t 288
Pr 3 i0.

2 Geco Lv 1130.
[ Ni. ipf. ]!Ammalarsi, cadere am
malato 2Sam 12,5.
V

.
T

-< .
*

T 4

Ampolla, brocca, caraffa, bottiglia


2Re 42.
Sventura, infortunio, accidente, lesione
Gen 42438 4429 Es 2 122.23 Sir 3122; 419 cor
relativo .
[ PI. , c. suff. ]Legame,
legatura; catena, ceppi Gdc 1514 Qo 726.
carcere (?) Ger 3715.
Nota. In Gen 3920 va letto

(qere).
Raccolta, raccolto Es 2316 ^ mie
titura; 3422.
[ PI. , cstr. , c. suff.,
]Prigioniero? arrestato, carcerato, detenu
to, recluso Gen 3920(1,sre}22 Is 1417; Sai 687 ^
ribelle; 6934 = poveri; Gb
318 correlativo sorvegliante; Lam 334.
prigionieri speranzosi Zc 9,2;
|prigionieri dei ferri e della
miseria Sai 10710; Pi. liberare
prigionieri Zc 9n. Aggettivo car
cere, prigione Gdc 1625 (ketib) Qo 414
(corretto).
[ Sg. collettivo] Prigioniero, carcerato,
detenuto Is 104 2422 427 + prigione, =

[ Q. pft. 2 ((, c. suff. !1 ,?*


, pi . ; ipf, I , c. suff. ,!
2 , f. , 1 , pi.
!, 1 ; ipf. II 2 Sai 1041) c.
suff. ISam 15t), coort. Mi 46i
wayy, 2 ! 5Sam 6,; imptv. , , f.
Ger 1017, pi. ;inf, ass. , cstr.
, ( c. suff. , ;) ptc.
(c. suff. 2 , Re 22 M), ptc. pass,
cstr. Ez 34. Ni. , f. 2 ,
^, pi. , 2 ; ipf. !, f.
, pi. , ! ) Sai 10422),
wayy. !e 1 ;|inf. ass. 2 Sam
17, cstr. ;imptv. , f . , pi.
; ptc. , pi. . Pi. ptc. ,
c. suff. 3 Is 52n ! . Pu. , pi.
;ptc. . Hitp. inf. ]
Q. Riunire, raccogliere; cogliere, fare il rac
colto; unire, porre insieme, accumulare, ammas
sare, ammucchiare; reclutare, arruolare, allearsi,
concentrare, accantonare; congregare, raggruppa
re, radunare; accogliere, raccogliere, ammettere;
catturare, incarcerare, reeludere; ritirare, toglie
re, annientare, eliminare. Pi frequente con

complemento plurale.
1. Campo agricolo. Raccogliere, co
gliere; con complemento raccol
to Es 23,0 correlativo seminare; Lv
253 = vendemmiare; figurato
Ger 8,3 * consegnare (corretto). Ri
ferito al grano: raccogliere
covoni Rut 27 + mietere, spi
golare; Gb 3912. Altri prodotti Ger 40,0 +
riporre nei recipienti;
immagazzinare
alimenti,
provviste
Gen 621.
2, Campo economico (poco definito).
Unire, porre insieme, ammassare, accu

65

mulare Qo 226 = riunire; radu


nare gli averi Ger 10}7; raccogliere
uova Is 10i4; pesci Ab 115 = Hi. tirare
fuori/su. Fare una colletta, ricavare 2Re 224
Ho. fatto entrare, cio essere versa
to. Ammassare Sai 397 = accumulare.
3. Campo militare: allearsi Gdc
3,3; arruolare, reclutare ISam 1452;
mobilitare le riserve 2Sam 1228; eseguire
la leva Zc 142; concentrare le trup
pe Nm 2123 + ,uscire incontro
a + Ni. attaccare battaglia; 2Cr 114 +
Hi. (II) ammassare e accumulare.
4. Campo politico e cultuale. Raduna
re, raggruppare, riunire Gen 2922;
gli esiliati di Is 11 = Pi. riuni
re i dispersi; Ez U 17 = Pi.; Mi 2 n =
mettere insieme; Gl 114 =
convocare; Sir 36,3.
5. Con complemento singolare, per
sona o animale. Accogliere, raccogliere,
ammettere, rinchiudere, mettere, a) Un
capo di bestiame ^ nel tuo recin
to D t 222; una persona in casa 2Sam 1127;
accogliere, dare asilo nella citta
Gs 20 = 1 assegnare una casa;
Dio nei confronti dell'uomo Sai 27l0
abbandonare, b) Catturare, incarcerare,
rinchiudere Gen 42!7.
6. Con complemento di mem
bra, qualit, situazione, realt imma
teriale. Raccogliere, ritirare, togliere,
a) Membra. i suoi piedi
nel letto Gen 4933; T la mano ISam
14l9. b) Qualit : 3 1 il disonore
Gen 3023 Is 4,;, '1 la pace Ger 165;
reprimere la collera Sai 854 =
Hi. allontanare l'incendio
dell'ira = Hi. placare la stizza (v. 5).
c) Situazione: + persona + malattia:
liberare da 2Re 5W. d) Realt immateriali: racchiudere il vento nel
suo pugno Pr 304 = imprigionare;
t

ritirare, inibire il loro splendore


Gl 2,0 4!5 = oscurare.
7. Con riferimento alla morte:

ritirare l'alito, togliere la vita Gdc


1825 Sai 269; idem 10429 = PU spi
rare = tornare alla polvere;
idem Gb 3414;
farla finita con, eliminare dalla faccia del
la terra Sof 12, riunire con gli
antenati = fare morire 2Re 2220 (> Ni.).
morti di fame Ez 342,. Assoluto
seppellire Sir 381{i.
t

Ay

. :

Ni. Di solito equivale alla voce passi


va o riflessiva del precedente.
1. Campo agrcolo. Essere raccolto
*1 il foraggio Pr 2725 correlativo
spuntare, Ni. apparire.
2. Campo militare. Della spada, ri
entrare ( corretto) nel fodero Ger
476 = riposare, Ni. calmarsi,
cessare. L'uomo ritirarsi nell'accampamento Nm 1130; cf. 1214 ^
Ni. confinato al di fuori. Allearsi
Gs 105, Gdc 633 + 2 ; Sam 1015 + .
Concentrarsi Gdc 10!7 + Ni. mobilitar
si; 20 + come un solo uomo;
Gdc 20,4 + Hitp. arruolarsi (v. 15);
ISam 13 ^ disperdersi; 17, + ac
camparsi. Is 13^ serie: , Ni,,
reclutare, riunirsi, passare in rassegna.
3. Campo politico. Radunarsi con Sai
47l0. Il popolo esiliato, essere riunito Is 495
= Polel. f
4. Con persona o animale per sog
getto. rifugiarsi Es 9,9 *
Ni. Fiere, uccelli e pesci scompadre Os 43 = gemere, venire
meno; ritirarsi Sai 10422 = acco
vacciarsi, ^ aggirarsi (v. 20). Nega
to di Yhwh, essere aggiunto = crescere Sir
422 75 Ni. diminuire.
5. Con realt materiale per sogget
to: tramontare la luna Is 602o = ;
V

66


essere raccolta l'acqua 2Sam 14,4 *
sparsa,
6. Con qualit, situazione per sog
getto:. ritirarsi, scomparire la
gioia Is 16,0 =
Hi. fare cessare,
declinare (v. 9).
7. Con riferimento alla morte. Un
cadavere, essere raccolto (= seppellito)
Ger 82 + Ni. essere sepolto; cf. Nm
2026. riunirsi con i propri
(= morire) Gen 250 = spirare, mo
rire; idem con gli antenati
Gdc 2,0; essere seppellito
2Re 2230. ^i fedeli, essere con
dotti (alla morte) Is 57, = . Assoluto
morire Sir 87 16,0 4028.
Pi. a) Raccogliere covoni Ger 92,; fare
il raccolto Is 629 = Pi. vendemmiare,
b) Accogliere, invitare: in casa
Gdc 19,5. c) Chiudere le file, camminare alla
retroguardia Nm 1025 ^ <^aprire le
file (v. 14); Gs 69 Is 52,2 ^ davanti.
Pu. Raggrupparsi, raccogliersi, riunirsi Is
2422 Ez 38,2 Os 10,0; essere raccolto, ammassato, bottino Is 334; ricchezze Zc 14M.
Hitp. Riunirsi, raccogliersi, raggrupparsi
Dt 335.
1f ,,

, , ,

.
. -<
0 [ Soltanto pi. , cstr. ] Ci che
viene riunito e il luogo dove lo si riunisce:
magazzino, deposito Ne 1225 lC r 26,51?.
[ Cstr. ] Raccolto Is 32,0 correlati
vo vendemmia; raccolta Is 334; racimo
latura Mi 7,.
Rafforza o descrive l'azione verbaie di in Is 2422.

[ Soltanto
Qo 2 .

pi.

]Raccolta

* v_5 " Folla, ressa, massa Nm 114 *


TT
il popolo (v. 2).
[ Q. pft. 3 c. suff. , f. 3 , 0
pi. c. suff. 1 ,*, 2 pi. c. suff.
- ; ipf. , , c. suff. 2 ,
-

-j >

v'

vi .

c. suff. , pi. c. suff. ,,


1 ,, , c. suff. ;
imptv., pi.
; inf. ass. , , cstr.
*, &, 0 (0 , c.
ptc. poet, Gen 49,,; ptc. pass. 1 ,
pi. , f. . Ni. ipf. , 2 ;
imptv. pi . - . Pu. pft. pi , ]
Q. Fissare, fermare, legare; bardare, aggiogare, sellare, agganciare; bloccare, assicurare,
collegare; catturare, incatenare, incarcerare, am manettare, legare le mani, imprigionare, arre
stare, rinchiudere.

1. Significato fisico. Animali e cose:


legare un asino Gen 49 ;
aggiogare vacche ISam 67; bar
dare, sellare Ger 464 + montare, in
groppa. attaccare un carro
Gen 4 629; idem Es 14s; cf. IRe
18. *1 legarsi la cintura, cingersi Gb
1218; cingere la spada Ne 4,2.
2. Complemento di persone. Legare,
bloccare Gdc 15t0l2.t3; Ez 325 =
mettere corde, + non potersi
slegare. incatenare, ammanet
tare Gdc 1621; Ger 52 =
(corretto) mettere in prigione; cf. 2Sam 334.
idem Sai 149e; Gb 36e = Ni.
essere avvinto; cf. Ger 40,. 5 in
carcerare 2Re 17 = catturare, arre
stare. Participio passivo prigioniero, carcerato
Is 499 = ;(61, = $ prigionieri, ^
amnistia, ?libert. Plurale pri
gione Sir 4,9 (* ). Figurato conquistare,
fare innamorare Ct 7t.

67
3.
Complemento
di
azione:
attaccare battaglia IRe 20M
+ passare in rassegna (v. 15); 2Cr
133; organizzare una processione
Sai 11827.
4. Significato spirituale. Vincolarsi,
impegnarsi Nm 303_15 =
fare un voto.
-

Ni. Essere, stare, venire legato, incarcera


to, catturato, imprigionato Gen 42ll9 Gdc
1 6 6 . 1 0 . 1 3

Pu. Cadere prigioniero, essere circondato


Is 223.
V
. :

/ [ Cstr., C. suff. , pi. c.


suff. ]Impegno, obbligazione Nm 303_15.
1
. -<

[ Cstr. , c. suff. ,, , ,
, , , , du. , . cstr.
, c, suff. , ,, ] Naso, 01fatto; ira.
- 7

~ *

*II

1. Significato fisico, a) Naso, narice


Gen 2447 + T mano, polso; 2Re 1928 =
Is 3729 + labbra; Is 32, aggettivo;
Ez 1612 + orecchi, capo; Gb
40226 + guancia; Pr 3033 Ct 75. b) Sede
dell'olfatto. Am 410 Sai 1156. c) Organo della
respirazione. Is 222 Gb 273 Ct 79.
2. Sede della passione irascibile. Dal
significato fisico passa a significare ira,
collera, coraggio rabbia, furia, furore, irritazione, indignazione, risentimento, astio, livore. Il

. riferimento fisico al naso viene lessicalizzato (cf. l'italiano: "saltare la mosca al


naso"). Sinonimi: ,$, , ,
, , . Ant oni mi : , <? , .
a) Sostantivo. D t 919 = 2 2922 ;, Re
2420 Sai 378 - ; Pr 274 = , .

b) Forme avverbiali. Con ferocemente,


crudelmente Gen 496; dall'ira D t 2922;
iracondo (trasformazione) Is 146; con ira
Ger 215 Sai 62 77 554 Lam 2, 3. Con
secondo, con la mia ira Ez 2514 35 . Con
a causa dell'ira Ger 523. c) Valore ag
gettivaie. Furioso, adirato, incollerito, indignato,
irritato: ira furiosa Is 303o;

(corretto) pazienza Ger 1515; ora


dell'ira 1823; giorno dell'ira, tempo
funesto, ora della condanna Sof 23 Lam
221-22; collerico Sir 8)t. d) Con verbi. Come soggetto: calmarsi, placarsi
l'ira Gen 2745 Is 5^ Ger 235; Ni. river
,,sfogarsi
, Ger
,

sarsi,
720; ,
esaurirsi
Ez
5!3; crescere, divampare, sollevarsi
Sai 7821. Come complemento; $ ri
versare, sfogare Is 4225; Hi. tirare
l'ira per le lunghe, avere pazienza Is 489
Pr 19 ;Pi. esaurire, soddisfare la
collera Ez 20821; Hi. mantenere,
conservare l'ira Mi 7!a; $ Hi. ini
bire, deprimere, placare Sai 7838 Gb 913
Pr 298; (protrarre Sai 856; 1
accumulare rancore Gb 3613; Hi.
attizzare Pr 15!; Hi. eccitare, fo
mentare, destare Sir 367; Hi. pia
care 4810.
Fraseologia: 0 diede libe
ro corso/sfogo alla sua ira Sai 78s0;
^ stendi la tua mano contro l'ira del mio nemico; o: rivolgi la tua
mano contro il naso del mio nemico Sai
1387; alito, respiro infuriato; o:
soffio della narice Gb 49; prvocare l'ira Ger 3231.
P , T

3.
. Spesso l'ira presen
o formulata con immagini o formule
relative al fuoco; soprattutto con la ra
dice ardere, bruciare, divampare.
L'immagine finisce con il lessicalizzarsi.
Si confronti con espressioni come: sfoga
re, fare/sprizzare scintille, sangue caldo,

68

1. a) Copulativa semplice, Cf. in ISam


27 il parallelismo
Is 269 332 3 52
4416 46tl Sai 1669 1849 689 7717_!8 89g.l2a3
93! 9610 Gb 37!! Qo 29 Sir 16!9. Forma
un'endiadi Is 4213 466 Sai 65!4. b) En
fatica. Gen 4016 Gb 321017 anch'io; D t
21120 Is 4123 43i9 48,3.15 Sai 167 Gb 167
Est 5!2. ... come... cos Is 46c.
c) Con sfumature. Avversativa (come
in italiano) Is 265!44 Sai 44,0 8944.
Consecutiva: dunque, quindi, perci, al
lora Lv 26!5 Gdc 529 Is 260 Sai 8928
13517 concludendo; Gb 154 37! Pr 2328.
d) In interrogative: e... e...? Gb 4!9 143.
del fuoco pu assumere altre figure 0 rimane
e)
ridondante: e anche, allo stesso modo,
re implicita: < il fumo in = fuma
ugualmente con i valori della copulativa
re, riempirsi di fumo 2Sam 229 Sai 189;
2( accendersi D t 29)9; ardere semplice Lv 2 6 ^ AQA2M D t 15!7 Is 44!9 Ab
2)5 Sai 68 j9 Gb 36!6.
Is 3027.
2. In composizione, a) Con nega
4.
Contesto forense. Pu designa
zione: ...3) x) non appena... non
re o implicare la sentenza del giudice.
appena... non appena Is 4024; ...
Cos ( (giorno della senten
(3x) n... n... n Is 412t; *< e non
za di condanna Is 13!3 Sof 22 Lam 222;
Saila1193. b) forse...?, cos che...?, dav

pu significare revocare
vero...? Gen 18,323 Am 2!! Gb 3417 408.
condanna o non pronunciare la sentenza
c)
quanto pi, tanto pi, a maggior
D t 131a; cf. Nm 254; verga dell'ira
ragione, per quanto, sebbene, quantunque,
strumento di esecuzione Is 105; corre
inoltre, per di pi 2Sam 4,! Ez 142, Pr
zione, non condanna Ger 1034; Mi 5,4 +
197. Dopo proposizione negativa, quan
giustizia vendicativa.
to meno, tanto meno IRe 827 Ez 15s Gb
: a) Significato fsico. Narici, volto.
1516 256 Pr 177 19l0. Con lo stesso valore
Gen 27. Con , 2<, Hitpalel, voito a terra Gen 19! ISam 204! 2Sam 14 D t 3127 ISam 216 Ez 2340 Sir 16.
IRe 123 Is 4923. b) Senso figurato:
[ Q. pft. 2 ;ipf. ]*Cingere,
paziente (alla lettera, lungo/ampio di
assicurare Es 295 Lv 87 = .
narici) Es 34fi Nm 1418 Gl 2!3 Gio 42 =
;Pr 1429 Sir 54. impulsivo,
V T*V-
/ , .
collerico (alla lettera, breve di narici)
Pr 14J7. Denominativo .
.

ribollire il sangue, infiammarsi l'ira, ac
calorarsi, riscaldarsi, accendersi, ardere
di, fare fuoco e fiamme, il sacro fuoco...
Espressioni che derivano da un'espe
rienza fisica, sintomo di collera, a) Con
sostantivo: incendio d'ira, ira ar
dente; idem Es 118 3212 Nm 25A
D t 1318 2923 !Sara 28!8 Is 74 Ger 42t Os
119 Ci 39 Na 16 Sof 22 Sai 6925 Gb 2023
b) Con verbo. Formula frequente
si accese l'ira, esplose lira, divamp l'ira,
in un impeto d'ira Gen 302 Es 4WNm 11!
Dt 2926 Gdc 2h Sai 10640. c) L'immagine

2 Copulativa semplice o enfatica o


sfumata. Semplice: e-, con negazione, n,
nemmeno. Enfatica: anche, inoltre, persino,
ugualmente, nondimeno, altrettanto. Sfumata:

[ Cstr. , c. suff. ]Cinta, cintura Es 28a 395; ornato, adorno


Is 3022.

dunque, quindi, ma, per, e cos, allora.

[ C. suff. ] Palazzo Dn 1145.

69

[ Q. pft. 2 , 1 , pi . ; ipf, 3
f. sg. c. suff. 1 I Sam 2824; pi . , ;
imptv. pi. ( invece di ) Es 1623; ptc.
, c. suff. , pi. , , f. .
Ni. ipf. f. , pi. f. ]

Q. Cuocere Gen 193 Es 1239 Lv 245


ISam 282, Is 4415 Ez 4620.
Ni. Essere cotto, cucinato Lv 6,0 79 2317.
Participio sostantivato. Panettiere,
fornaio, pasticciere, confettiere Gen 4251S.,7
ISam 8,3 Ger 372, Os 7<.

rente, gola, chiusa', fondo; fila. Riva, costa

Is 87 Ct 5,2. Alveo, torrente Ez 63 31l2


326 3413 358 366 Gl 410. rivo, corso
d'acqua Sai 422, fondo del mare 1816
= fondamenta dell'orbe
terrestre: fondale marino 2Sam
22,6; torrente Gb 615;
fiume copioso Sir 4013. 1<1 tubi
di bronzo Gb 4018; fila di
scudi 417
*

'

2[ Soltanto pi. ]Robusto,


forte, possente Gb 1221 = .

Nota. In Os 76 va letto la loro

[ Agg. sost.] Oscurit, tenebra Am 520


^, 4 splendore, luce,

ira.
- * .
T

*- * e .
*

Idem successivo.
Particella che rafforza l'interrogativa, l'imperativo o l'esclamazio
ne. Interrogativa Gen 2733 Es 33,6 Gdc
93a Is 1912 Gb 17,5 2435. Imperativo Gen
432 Re 10,0 Gb 19e Pr 63. Esclamazione
Gb 1923.

[ st. ass. = cstr.] Efod, veste litur


gica e oggetto di culto. Veste Es 257 Lv
87 ISam 2,8 2Sam 6 14 Sir 45i0. Oggetto di
culto Gdc 18,7.18.20 Os S4.

, ,
!

Oscurit, tenebra, buio, caligine, ombra


Is 291s = ^7* vedere; Gb S6 corre
lativo notte; 1022 * *Hi. brillare,
splendere; 23 3026 ^ luce. Funzio
ne aggettivale: buio, fosco, oscuro Gb 28a
= ombra. Funzione avverbiale:
/ al buio, nell'ombra Sai 112 916 *
mezzogiorno .
VI Y

[ C. suff. is 58,0, pi. ls


599] Oscurit. Sinonimo: ;antonimo:
mezzogiorno. Is 5810Pr 79;
estesa Is 822. Funzione aggettivale: oscuro,
buio, tenebroso: ^ G122 Sof 115;
fitta oscurit Es 1022; 3 Pr 419 =
tenebroso. Funzione avverbiale: al
buio, nelle tenebre D t 2829 Is 599 **
chiarezza, splendore; Ger 23,2.
T

Sai 88lfi. Dubbio: forse delirio: si


consultino i commentari.
T

[ PI. f. ] Tardivo, maturare


tardi Es 932.
[ Cstr, , pi. , cstr. ,
, c. suff. , ] Riva, costa,
sponda, margine; alveo, letto, rivo, canale, tot-

[ Du. c. suff. ]Occasione, momento


giusto, opportunit. Pr 25 . Plurale con
valore aggettivale Sir 5037.
[ q.] Smettere, cessare, finire, termina
re, concludere, esaurirsi Gen 475_l6 = ;

70

2
T
r

Is 164 = terminare; 2920 idem;


Sai 779 = .
V

Ni. (v. 9) infuriarsi; Sir 3522


riposare = Hitpalpel andare per le
lunghe.
V

))] interr. , c. suff. ; pi.


cstr. ]Nulla, vuoto, vacuit, nullit, nes

.2 1

Polvere, cenere, spazzatura. Sinonimo


o associato: creta, fango. Gen 1Q27
suno; confine, estremo, estremit; non c', non
resta, a) Nulla Is 34 12 = non resta; 4017 Nm 199.10 2Sam 1319; Is 4420 58s +
sacco, saio; 613 ^ diadema; Ez 2818
=
caos; 4112 = ;4129 =
MI 32i Sai 10210 147* Gb 3019 42, Dn %
vento; dal nulla al nulla Sir
Est 413 Sir 109 403. Come aggettivo poi4110Bm. b) Confine: confini dell'orbe
veroso: proverbi polverosi, senza
terrestre D t 33 17 Is 45 22 Ger 16!9 Mi 53 Zc
9!0 Sai 5 9 7 2 8 Pr 304 Sir 3617 442,. peso, infondati Gb 1312. /
sedersi sul suolo/polvere Gio 3e Gb 2e;
alla fine Is 524 ^ al principio;
Hitp. rotolarsi nella Ger 36 Ez
Dn 825. margine, estremit Nm
2730; Hi. rivoltare nella, schiac
23!3. c) Non c', non resta D t 3236 = in
ciare contro Lam 316,
debolirsi; 2Re 142t Is 58 45t 469 478l0 Am
610. quando non c', quando manca,
Benda IRe 2038^.
quando finisce Pr 142s 2 620 Gb 76.
Avversativa: ma, per, soltanto,
[ PI. , c. suff. Gb 3930,
bench, sebbene, vero che, in compenso Nm
]Uccellino, pulcino Dt 22 6 Sai 84,,
1328 D t 154 Gdc 49 2Sam 12MAm 98.
Gb 3930.
Caviglie Ez 473 correlativo
ginocchia (v. 4).
Palanchino, portantina, lettiga
Ct 39.
^?} ]] Vuoto Is 4124.
5^[ St. ass. = cstr., c. suff. ',#
, pi. , cstr. , , c.
Aspide, vipera Is 30e 595 Gb 2 0 l6.
suff. ,, , ^, ()
[ Q, pft. pi . , c. suff. , ]
]Dito s 29!2 Lv 425 Nm 1%
Attorniare, circondare, accerchiare, avvolgere,
2Sam 2120 Is 28 Sai 8144 !Pr 73 Ct 55.
avviluppare, avvincere, stringere 2Sam 22s =
Fraseologia: scritte dal
dito, di proprio pugno Es 311B D t 9,0;
Sai 18s Gio 26 Sai 40i3 1163 = rag
giungere.
Hi., indicare con il dito,
additare Is 589Pr 6!3; intingere il dito
[ Hitp. pft. pi.
; ipf. ,
Lv 46 9?.
2
, 1 , ; inf. ]
[ PI. cstr., c. suff. ]Estremi'
a) Osare, ardire, farsi forza ISam 1312.
t, confine Is 419. Forse da .1
b) Contenersi, dominarsi, reprimersi, trattener
si, sopportare, astenersi Gen 433! 45!; Is 42M
Notabile, illustre, nobile Es 24 . For
= ... stavo in silenzio... ta
se da 1.
cevo; 6315 64 tacere; Est 5 10 ^

71

[ PI. cstr. Ez 13,8, Ez 418,


Ger 38l2] Articolazione, congiuntura;
nocca, ascella, polso, gomito Ger 3812 Ez
1318; mettere i gomiti
"(sulla tavola) quando si mangia Sir 41 i9.
Marciapiede, bordo Ez 41a, Forse da .2
1[ Q. pft. 2 , 1 , wayy. .
Ni. pft. 3 ; pi. Sir 46B. Per di
Sir 1317> 2]
Q. Allontanare, ritirare, separare, togliere,
prendere Gen 27a6 N m 1117.25 Qo 210.
Ni. Salvarsi, liberarsi Sir 468. Restringersi
Ez 426.
V Forse 1 e 2.

[ Ni. pft. 3 m. sg. ;ptc. m. sg.


]Unirsi, riunirsi, aggregarsi Sir 1317. Di
minuire 422, ^ Ni. crescere.
V

[ C. suff. , , , ]Presso, accanto, vicino a, lungo il, davanti a Gen


39,0.15 413 Lv 116D t llgo Gdc 19,4 ISam 52
IRe 1019 Ez 436 D n 8717 Sir 12,2.
dal suo posto ISam 1730; da 2041; da presso
al IRe 320; contiguo Ez 407; allon
tanarsi IRe 2036.
**

* -

v t

.*

1 v *

T T S V Braccialetto N m 3150 2Sam 1,0.


[ Q. pft. pi. , ptc. pi. . Ni.
ipf. Is 23,. Hi. wayy. ]
Q. Accumulare, ammucchiare, ammassa
re, immagazzinare, tesaurizzare, raccogliere,
riunire 2Re 2017 = Is 39t; Am 3,0.

Ni. Essere immagazzinato Is 23,e =


.
Hi. Nominare il sovrintendente/il respon
sabile di un magazzino Ne 13 !3.
/ .
T

In smeraldi Is 54,2 =
.
, Stambecco D t 145.

7 v ;v Araldo (?)
' 7 Is 337
' =
t - messaggeri; forse va letto ( cf. appa
rato della BHS).
[ Q. pft. 1 , pi , 2 1;
ipf., ;, pi. ;, coort. ;imptv.
, ;ptc. , pi. . Pi. ptc. pi.
. Hi. wayy. (_invece di ])
Q, Essere in agguato, appostarsi, spiare;
tendere un'imboscata, tendere agguati, un'insi
dia, dei tranelli; tramare, ordire intrighi, insi
diare; in agguato, di sorpresa. Si costruisce:

senza preposizione, con + persona o


equivalente, ;
con o e l'og
getto: porta, citt, via, strada; si predica
di belve, guerrieri, banditi, briganti, cri
minali, prostitute. D t 19tl + odiare,
1 attaccare; Gs 84 = stare
all'erta; Gdc 932 + $ attaccare (v. 33);
943 + attaccare, Hi. ferire,
colpire; 162 + accerchiare; Pr 7a +
Hi. afferrare (v. 13); 2328 =
tradimenti (corretto); essere in
agguato per uccidere, cercare la morte
di Pr 12t ^ Hi. liberare; idem
l!u8 = spiare; idem Mi 7
= dare la caccia; ^Sai 59,
= tendere imboscate. Come belve
Lam 3i0 = nascondiglio; 4 l9 *
inseguire, incalzare; Sai 109 +
serie descrittiva; Sir 1130. Gb 319; Pr 24,5
= $ Pi. distruggere; tramare
contro Sir 8 .

T I

Pi. Idem Q. Soltanto participio


: fare delle imboscate Gdc 925; seminare discordia
2Cr 2022.

! it

72

fondamenta della terra. Fine


stra (figurato) Qo 12s; comignolo Os 133;
colombaia
, , &
; , Is
608.
.

Hi, In ISam 15s dubbio; leggendo


fece delle imboscate.
v t -

V /

T -I

Covo, tana Gb 378 = 'covo;


in agguato 3840 = acquattarsi.

[ C. suff. , ]Agguato,

insidia,

trappola: tramare Ger 9 =

menzogna; la mente trama


Os 76.
'

Agg. numerale c. n. f.; cstr.

c. n. m., c. suff. ]Quattro. Si


tratta di con prostetico. La forma
base si usa con sostantivo femminile;
con maschile: Gen 2 ,0 149 Es 274
Nm 78Dt 3 Gs 197. i quattro
punti cardinali Ez 379 Zc 6g lCr 924l quat
tro venti Ger 4936; le
mie quattro piaghe Ez 14a1. /
# quattordici Gen 4622 Gs
1535; quaranta Gen 74 Gdc
1214; quattrocento Gen
15 ia} quattromila Ez 48w.
quadrupede Lv 1127. Ordinale
quarto IRe 2241 2Cr 32. quadrupio 2Sam 12t.
OVJ

))] PI. ]Ha valore di par


ticipio e di sostantivo, a) Come particl
pio. Appostati, banditi, briganti Gs 81921 Gdc
169,2 2037; Esd 8g! = ^nemico.
tendere un agguato, un'imboscata Gs
812 Gdc 2029; Hi. idem Ger 51,2 =
sentinelle, b) Come sostantivo. Tra*
nello, trappola, imboscata, agguato Gs 82.7.,4
ISam 22a = cospirare.
[ Sost. m.] Cavalletta, locusta, salta
becca, grillastro, a) Come piaga, spesso in
serie con altre specie: Es 104,124419 IRe 837
Sai 7846; in serie con insetti simili Gl 14.
b) Come termine di paragone. Di moltitudi
ne/gran folla + , , Hitp. Gdc
6S 712 = sabbia; Ger 4623
innumerevole; Na 3 ,5 = stelle
(v. 16); di provvisoriet Na 3,7; di un baizo Gb 3920; di qualcosa di spregevole che
ci si scrolla da dosso Sai 10923; del cadere
della neve Sir 43
[ pi. cstr, ]Is 25 . Dubbio;
il suo gesticolare, sbracciarsi.

[ Q. ipf 2 f .3 , pi . ; pt c. ,
pi. , f. ]Tessere, intessere, intrecciare
Gdc 1613 2Re 237 Is 59s = lavoro
(v, 6 ).
V

. ,

] *] Tessitore Es 35^ +
lavoro, arte; Is 199 38w. subbio
(nei telai, legno, generalmente cilindrico,
su cui si avvolge l'ordito) ISam 1772Sam
2 1 19; ^ opera tessile, tessitura, tes
suto Es 2832 3922.27 Sir 45 !p,
]] Spola Gb 76; spoletta (?),
bobina (?) Gdc 1614.

Variante aramaica di 2 Gr 2t.


[ PI, , C. suff. ] Caie
ratta, saracinesca, chiusa; finestre, feritoie,
spioncini; comignolo; colombaia.
cateratte del cielo Gen 72 82 Re 72 MI

310; dall'alto Is 24!8 correlativo

Bisaccia, borsa, sacca, cesta, canestro


ISam 681u5.
Porpora, purpureo; in particolare la

73

porpora rossa, distinta da quella violacea


99; in quanto albero silvestre e frondoso
o
e da quella cremisi o \2< . a quelli da frutta Sai 1489. cedri
Es 25 26 ,; abiti purpurei (la
altissimi, giganteschi, o divini Sai 80 .
porpora colore, non tessuto) Gdc 826; cf.
b) Come materiale da costruzione:
Sir 4510; i capelli Ct 76. Quando si con
legno di cedro IRe 522; ta
trappone a
e , lino, sembra che si
vole di cedro 6t5; travi di ce
contrapponga il rosso al bianco: Pr 3122 dro 36; * colonne di cedro 72;
Est 16 815.

!soffitti con travi in cedro Ct


1 !7; tavola di cedro 89; a
[ Q. pft. 1 3 , pi. c. suff. ] ricoprire, rivestire di cedro Ger 2 2 14.
Raccogliere, prendere, portarsi via; eseguire il
c) Termine di paragone. Di altezza Am 29
raccolto, cogliere, vendemmiare Sai 80I3 Ct 5!.
Sai 9213 Gb 4 0 . Simbolo di nobili, auto
rit, potenti, superbi Is 2t3; serie 48 Ez
IPI. ( invece di ), cstr. ;
173 313 Zc 111_2 Sai 80 ) ; polloni
parallelo di 2 Cr 925] Stalla, scuderia
di cedro Sir 5012.
IRe 56 2Cr 925 3228 (-> .(

[ PI. ]Solido, robusto Ez 273.


/

c. suff.
]Guarigione, cura, ristabilimento Is
T

'

*. S

!cstr. ,

'

588; Ger 822 30s7 + guarire; 336 =


; riparazione Ne 4,.
[ C. art. , , cstr. , ]
Arca; cassone, cofano, cassetta, scrigno, forzie
re, baule, urna; sarcofago, bara, feretro; bussola

(per offerte o elemosine). Frequente per


l'arca deU'alleanza, detta Gs 3a;
47; ISam
4 ;62; Es 2522; o semplicernente !' 1 arca 2514. ^la tua
arca potente, alludendo alla sua funzione
come baluardo o salvaguardia militare Sai
1328 2Cr 64. Sarcofago Gen 5026; cassetta
per le offerte/elemosine 2Re 12m .

* !

))] pi. , cstr. , c. suff. ,


]Cedro, a) L'albero, per antonomasia, del
libano Ez 313 Sai 295 104w. Si contrappo*
ne: in quanto albero alto e nobile, al rovo
Gdc 91s; allissopo IRe 513; al cardo 2Re 149;
per il suo legno, al sicomoro IRe 102? Is

Legname (da costruzione) di cedro


Sof 214.
[ q. inf. c. suff. ] Camminare, an
dare Sai 1393 5* riposare; Gb 34e =
.
V

'

S 1

.. , ,

[ Ptc. m. di , pi. ]Viaggiato


re, viandante, pellegrino Gdc 19172Sam 12;
Ger 148 = pellegrino; locanda,
albergo Ger 9 V
[ C. suff. , ecc., pi. ,
cstr. , c. suff. , , , .
Sir 496 , ] Cammi
no, strada, via, sentiero, viottolo, pista; rotta,
itinerario, traiettoria, tragitto percorso; periodo,
metodo, corso, decorso, processo; condotta, coni
portamento, sorte, destinazione. Sinonimi:

cammino, sentiero, ??stra


da. solco.
J

i r

1. Significato proprio, a) Sentiero Gen


49 ; = Is 413; ?!sentieri
tortuosi Gdc 5ft. b) Traiettoria che qualco
sa di mobile segue o traccia: la cavalletta


Gl 27; pesci del mare 89; il sole 19e.
2. Senso figurato. periodi
(dal greco = strada) Gen 18 ;sti
le, metodo Is 40w (dal greco - );
corso Pr 1723,
3. Significato etico e religioso, a) Con
dotta Sai 119910u28 Gb 34u = 3* opera,
azione; Pr 2813iS 4M.,8. b) La via di Dio, che
Dio indica Is 23 3l2 26e Sai 174 25< 4419 Sir
3924. c) L'esistenza umana, il suo corso 0 desti
nazione: sentiero piano Is 267;
cf. Sai 27 Pr 36. Sorte, destino Gb 813 Pr
119; il sentiero che assicura la vita
e il suo valore Sai 16 Pr 219 56 1524.
Fraseologia: non calca il
suolo Is 413; il cammino sen
za ritorno (la morte) Gb 1622; cin
tare, sbarrare il sentiero 19e; la
strada vecchia 2215.
Nota. In Gb 3132 va letto vian

dante,
1[ Cstr. ;pi. cstr. ,^
]\Carovana Gen 3725 Is 2113; Gb 6J8.19
= . - .

74
5138, leone Gb 410. Insieme ad al
tre belve; orso ISam 1734, lupo Is
651Sj pantera Ct 48. Descrizioni Is 314
Na .2!2.13 Addomesticato Is 117. Termine di
paragone: agguato Sai 109; di forza Gdc
1418; di coraggio 2Sam 123 17,0; Sir 4a0c *
vile; di crudelt Is 38,3; di ferocia
Ger 12e Pr 2815; di voracit Ger 230; come
il suo ruggito Os l l t0 Gb 4)0; come i suoi
denti Gl 6. Proverbio:
meglio un cane vivo che
un leone morto Qo 9*. b) Simbolo 0 emble
ma di principi e re. Ez 19!., 2225. Emblema
di Giuda Gen 499. Simbolo del nemico:
Sai 73 17,2; 223 + torelli, tori
(v. 13), mastini (v. 17), bufali
(v. 22). Simbolo del ricco Sir 1319. Figura
ornamentale IRe 729 10!9.20.
U

Nota. In Is 218 va letto vedo. In

Sai 22J7 va letto


perforano.
[ q ( k)] Ara, altare Ez 431s!6.
[ st. ass, sg. Non ha altre forme] Leo
ne. > .
!*

* -I

[Cstr , c, suff. , ]Provvi


ste, vettovaglie, viveri; razione, pensione Ger
405; pensione vitalizia 2Re 2530
Ger 5234; porzione/piatto di ver
dure Pr 15,7,

[ PI- IRe 102oe 17) ^x)] Leone.


a) Significato proprio. Nm 232 )Gdc 148_9.18
Ct 48; acquattarsi, sdraiarsi Nm
249; Pi. balzare Dt 3322; squar
tare IRe 132t; brontolare sordamen
te, ruggire Ger 5138; dilaniare,
divorare Ez 2225; ruggire Pr 2815.
In parallelo con altri tipi di leone:
leonessa Gen 499, cucciolo, leon
cino Is 31,,, piccoli, cuccioli Ger

< .
T

: .

[ Q. pft. 3 pi.
; ipf. pi. 2 ,! f.
t .
Hi.
) 2
. 1
),
.
vi v
* 1 1'
* 1 --1
pi. , 2 ; ipf. , 2 ,
1
ecc.; imptv. f. ; inf. ;
ptc. ]
-v i

Q. Essere lungo, allungato, dilatato, prlungato; prolungarsi, protrarsi, allungarsi.


a) Temporale: passare molto tem
po Gen 268; Ez 12z2 * avvicinarsi
(v. 23). b) Spaziate: chioma am
pia Ez 315 = crescere.

Hi. Intransitivo come Q. ; transitivo al


lungare, tendere, prolungare, differire, proroga
re, andare per le lunghe, a) Spaziale. Intran

75
sitivo le stanghe erano lunghe
IRe 8e. Transitivo allungare,
tendere le tue corde Is 542 = Hi.
allargare; tirare fuori la lingua Is
574 = Hi. aprire bocca;
tracciare lunghi solchi Sai 1293. b) Tempo
rale. Intransitivo prolungarsi, la
vita Es 2013 D t 426 51(5; resta
re per molto tempo, attardarsi Nm 9W;
sopravvivere a Gs 243, Gdc
27. Senza complemento prosperare, vivere
Qo 7,5- c) Senso figurato: differire,
andare per le lunghe con Pira (alla let
tera, allungare il naso), avere pazienza,
tollerare Is 48g 5* Hi. distruggere; Pr
19 = lasciare correre, passare so
pra; Sir 3022; , Hi. (senza )avere
pazienza con qualcuno Qo 812; $
idem Gb 6 = Pi. sopportare, tollera
re, resistere.


[ C. suff. , , , ]
Longitudine, lunghezza, distanza, estensione,
ampiezza, dimensione, a) Spaziale. Dimen
sione Ez 317; di lunghezza (con l'indi
cazione della misura) Es 25l0 376 Ez 407
4112 427. Awerbio b, per lungo,

longitudinalmente Gen 1317 Es 213.


b) Temporale: )longevit, lunga
vita Sai 215 = senza fine/termi
ne, per sempre; 91 {6 = salvezza;
Pr 32 =
anni di vita; Gb 1212;
Lam 520 = per sempre, in eterno.
c) Senso figurato: pazienza Pr
2515; calma Sir 5A.

- .
t

. ;

[ St. ass. = cstr.; pi. cstr. ,


c. suff. ,, ,
0 ( ] Palazzo, palazzina,
fortezza, dimora, edificio. Is 1322 (corret
Nota. Pr 282 dubbio; cf. l'apparato
to) = palazzi lussuosi; 252 ^
della BHS.
rovine, macerie, demolizione;
V
. , , ^, 321
4 ^grotte; 3413 ^ covo
di sciacalli; Ger 1727 correlativo ;^
[ Cstr. ]Aggettivo. Lungo. 3018 ^ tenda; Os 814 correlativo
dalla grande apertura alare Ez
citt; Am 147 casa, correlati
173 = dalle ali gigantesche.
vo mura; 3 fortezza; 60 =
paziente (lungo di narici; sede
fasto; Sai 48,, = 1 fortezza; 48,4
della collera) ^ collerico (cor
= baluardo, torrione (v. 13);
to di narici) Es 346 Nm 14,8 Ger 15,5 Gl
1227 = mura, fortificazione; Pr 18,9
213 Gio 42; Na 13 + potente; Sai
correlativo chiavistello; Lam 27 2Cr
86,5 + misericordioso; Pr 1429 *
36,9; torre del palazzo rega ; 15 * iracondo; 1632 =
le/ torre dell'omaggio (?) IRe 1618 2Re
che si domina, padrone di se
1525
stesso; Sir 54. paziente Qo 78 ^
arrogante.
Aramako, lingua 2Re 1826 Is 36
Dn 24 sd 47.
[ Soltanto f. ]Lungo, prolunga
to, protratto, duraturo. Spaziale Gb 119 =
Alloro, lauro (altri: pino, frassino)
( ^ ; v, 8); temporale, del
Is 44,4.
la guerra 2Sam 3,; di una questione
Ger 2928.
Lepre Lv 116 D t 147.

76

/*
r w / . [ F. ( sempre ;)direz.
(C. sufi. ,, , , , &
ecc.; pi. 1, cstr. , c. suff.
]Terra. Cosmologia: (contrapposta
a cielo) terra, orbe terrestre, globo terracqueo;
(contrapposta a mare) terraferma, continen
ti; aggettivo: terreno, terrestre, tellurico.
Geologia: la terra, l'orbe terrestre, il mondo;
aggettivo terracqueo, terrestre. Livelli:
(superiore) suolo,. superficie terrestre, crosta
terrestre, rasoterra; (inferiore) sima, abisso, sepoitura, sotterraneo. Materia: terra, terreno, poi
vere, argilla, zolla, humus; aggettivo: terroso.
Politica: terra, territorio, paese, zona, regione,
distretto, comprensorio; aggettivo: territoriale,
regionale, distrettuale. Agricoltura: terra,
terreno, campo, zolla, terreno coltivabile, di col
tura, lavorabile. Geografia: determinativo di

paesi. Frasi: cadere in, buttare a, buttarsi a.


1. Cosmologia. Componente dell'uni
verso, della creazione; con
cielo
designa l'universo, il cosmo, la creazione
Gen 1, 24 243 Sai 113* 1213. Si contrappo
ne al cielo come il basso all'alto, l'abita
zione dell'uomo a quella di Dio Is 1412516
Pr 253 Qo 5!. Varianti: Is 822 # in
alto, verso l'alto (v. 21); 244 * l'altez
za (celeste); 4433; Sai 7869 * altezza
(cf. apparato della BHS). In suddivisione
ternaria, con cielo e mare Gen 12S Is 4012
Ag 26 Pr 304 Sir 1618. Come aggettivo:
orbe terracqueo Pr 831.
a

&L

IT !

2. Geologia, a) Mondo, orbe terrestre Gen


1032 18,8 2Sam 79; Is 183 = orbe terre
stre; 549 Ger 514!. il mondo intero
Ger SI Zc 4 Sai 195, Come aggettivo 0 ret
to: il cerchio/l'orizzonte terrestre
Is 4022; alture terrestri (colline)
Is 58t4 (ketib) Am 413; HDto le fonda
menta dell'orbe terrestre Sai 82s;
i pilastri della terra ISam 2S; " sime,
abissi della terra Sai 954; l'om

belico del mondo Gdc 937; ^ gli


abissi Sai 7120; * 1/ / estre
mi, confini, limiti, orizzonti della terra Is
1112 6 2 n Sai 670 1357; " l'ampiezza,
l'estensione del mondo Gb S8W. b) Con
trasposta al mare. Terraferma Ez 2729 ^ ;
mare; Am 96; Sai 104^ * *1 1 oceano,
c) Per sineddoche. Gli abitanti, la gente,
il mondo Gen 11, 1825; la
strada di tutti, la morte Gs 23 IRe 2a.
come si fa ovunque, secon
do un'usanza universale Gen 1931,
3.
Livelli o piani. Suolo, superficie,
strato. Luogo che si calpesta, impronta; su
cui s striscia, ci si siede, ci si appoggia, si
giace; su cui si getta o lancia o scaglia, da
cui qualcuno si alza. Piano di riferimen
to per distinguere e definire altri livelli,
a) Suolo Gen 26 192a 2812. Pi.
saltare sul/al di sopra del suolo Lv l l 2i;
cf. Dt 226; la rugiada Gdc &; Dp aizarsi dal suolo ISam 2823; Hi.
far stendere a terra 2Sam 82; 0 se
dersi in terra Lam 210; stri
sciare Gen l 2t; toccare (la) terra
Dn 8g; aderire/incollarsi alla ter
ra Sai 442t = polvere, b) Cadere, gel
tarsi: crollare Ez 26 ; Hi.
rovesciare a terra Lam 22; Hi.
gettare a terra Es 43; sparge
re/versare in terra Dt 1224; Pi.
idem Gen 389. Prostrarsi a terra, bocco
ni: di solito come gesto e con costruzio
ni diverse Gen 37l0 Gs 5WDn 81e. c) Su
perfide: ( superficie = super
faciem) Gen 129 l 4; a due cubiti (poco
meno di un metro) dal suolo Nm 1131;
di una zona 2Sam 18. a fior
di terra/rasoterra Ger 275 Am 58;
idem Es 10s,15 Nm 22s;
(oppure invertendo i termini) fra cielo
e terra, sospeso in aria 2Sam 189 Ez 83
Zc 59. d) I livelli definiscono: il mondo dei
O

77

vivi, che. si muovono sulla superficie, e


il mondo dei morti, sotterraneo, profon
do, terra/mondo dei vivi Ger 1119
Sai 2713527 1169 1426. Implicito in espres
sioni come eliminare, sparire, scompari
re, estirpare: Ni. scomparire
dal mondo Es 9!5; Pi. distrugge
re sulla terra Sai 21,! = di fra
gli uomini; Hi. cancellare dalla
terra Sai 34,7; Ni. Pr 222; estirpa
re dalla terra 30w. Dai morti: Is 294 (?)
Gio 27; Is 9, (?); ;2619
Qo 321; tomba Sai 11987;
ceneri della tomba 22a0; le
profondit della terra 6310;
baratro 7120; regione delle tene
bre Gb 102,.

s 55,0 + Hi. inzuppare, imbevere;


61 u = orto; Ger 734 ^ citta; Os 22A
63; (possedere Sai 37 .22.29; Polei irrigare 65)0; 726. Come aggettivo 0 retto:
! decime della campagna Lv
2730; prodotti della terra Gs 5 .
Con determinazione positiva o negati
va: terra seminativa.
che d pane Gb 28s; \fertile Dt
61e; 3 fertile, produttiva Sai 10734 *
maremma: dove
sgorgano latte e miele Es 38 Nm 148
D t 273 Ger 115: calcinata Dt
2922; sodaglia, terreno incolto Is
41i8 Ger 5143 Ez 1913 Sai 632;
bruciante, torrida Os 135; incolta
Lv 1622.

4. Materiale e qualit: 1
l'uomo fatto di terra Sai 10l8; ganga Sai
127; fango 2Sam 2243 + ,

7. Geografia. Si usa come determinati


vo: per evitare ambiguit Egiziani
Gen 452 = Egitto 1310; per for
mare il nome di un paese con il nome dei
suoi abitanti Palestina Gen 2132;
Canaan 2319; Il Negheb
2463; Gosen 474; Madian Es 215; Edom
Nm 20^; Assur Is 27t3. A seconda dei
casi si dovr o meno esplicitare nella tra
duzione.

11

T T

5. Politica, a) Terra, territorio. Si divide


a seconda dei popoli e lingue, ammette il
plurale, venne divisa la terra,
in territori; il punto di partenza ICr 119.
si dispersero nei loro terri
tori Gen 105. Dt 12S; della diaspora Ger
16,5 Ez 1215; questo paese Ger
2468; Ez 2032 3429 39,5 Os 10,; le
porte, le frontiere di un territorio Na 313,
b) Per sineddoche. Gli abitanti di un pae
se, connazionali 2Sam 1523. c) Con una
determinazione: *1 terra natia, paese
d origine, patria Ger 46l; terra
natale, culla Ez 2135 2914; 1 territo
rio nemico Lv 2634 Ger 3116; esilio
Ger 30,0.
6. Agricoltura. Campagna, campo,

terre. Specificato in base al contesto o


da qualche determinativo: comprare
Gen 4720; rimane a maggese, ri
posa Lv 252, il suo raccolto 264 Ag
1,0 Zc 812Sai 85,3; seminare Es 2310;

* *

T V *

IT

8. Personificazione. Na 15 Ab 36 Sai
984; invocata come testimone del Signo
re Dt 32!; o vista come sposa Is 624.
9. Uso espletivo. retto da un
costrutto pu avere valore espletivo;
un suo equivalente pu essere: un'altra
forma esplicativa, traduzione sintetica
( come sema contenuto nella paro
la),, per omissione 0 , a) Traduzione esplici
ta : potentati del mondo Is 149;

alture delia terra 58l4 (ketib);


^consiglieri del mondo Gb 3t4.
b) Traduzione sintetica: nativo,
indigeno Es 1219; raccolto Lv
2339; vermi Mi 717; # erba

78

Es 1012; belva Gen 910. c) Traduzione 0: espropriati, emarginati Is 114


Am 84 (ketib); gente pacifica Sai 3520;
criminali, malvagi, canaglie Ez
721; " grandi (del mondo) Sai 4710.
Nota. In Ger 3, va letto . In Is l l 4b

va letto . In Gb 37,2 alcuni propon


gono la sua volont, da con
prostetico. In 2Sam 234 alcuni prpongono un verbo essere fecondo.
deriva il suo significato dai di
versi significati di : gente della cam
pagna: contadini, proprietari terrieri;
dopo l'esilio designa la classe medio
bassa.

;ptc. f. ]
Pi. Con soggetto un maschio: prmettersi, celebrare gli sponsali; vale a dire,
stipulare il contratto con cui si pren
de o acquista moglie, precedente alle
nozze e alla coabitazione: D t 207 2830
2Sam 3 !4 C)s 221.22
Pu. Con soggetto una donna: essere
fidanzata, promessa sposa ^ nubile
Es 2215 D t 2223.25.27

Desiderio, richiesta, petizione Sai


2 l3 = .

r *t

[ f. cstr., c. s u f f . 1 ,
]Fuoco, candela, brace; fulmine, folgo

[ Q. pft. 1 s g. , c. suff. ;
ipf. 2 , 1 ; imptv. pi. ^, Gdc
523, enf. N m 22t 23?; inf. ass. ;
ptc. pi. cstr. c. suff. , pass. ,
f. . Ni. ptc. pi. MI 39. Pi. pft. 3
c. suff. Gen 529; ptc. pi. . Ho.
ipf. N m 226]

Q.

Maledire,
lanciare/pronunciare
una maledizione, esecrare, imprecare. Si

nonimi: , . Es 2227 Nm 22*


5* Pi. benedire; 237 = fuiminare; MI 22 Gb 3S = . For
mula di maledizione: /
Gen 31417 925 D t 2 7 ,$.26 28!$_19 Gs 62(S
Ger 2014.15.
Ni. In incorrere nella maledizione MI 39.
t

Pi. Maledire Gen 529; ;


acqua di maledizione, che reca o ese
gue la maledizione N m 5 1e (+ 5x).
Ho. Essere maledetto Nm 226.
V

1 .

[pl pft. , 1 , c. suff.


; ipf, 2 sg. . Pu. pft. 3 f.

re, lampo, scintilla; incendio, conflagrazione;


rogo, fal, focolare; fiamma, fiammata, mmpa, vampata.
1, Generale. Fuoco. Si contrappone a

acqua Sir 330 1516; correlativo le


gna Gen 227Lv 17Pr 2620Sir 83. a) Signifi
cato generico, l'elemento Sai 6612 Pr 3016
^ acqua, b) Uso domestico, culinario 0
artigianale, profano 0 cultuale. Brace Is 3014;
del fonditore Ger 629 (qere); del braciere
36z3; fuoco Is 441619 Ez 1546 24123910Mi 14
MI 32 Sai 683. Traduzione 0 o traduzio
ne sintetica quando implicito in verbi
come bollire Is 64,; Pi. ar
rostire 2Cr 3513 * 1 cuocere;
arrostire Es 120; tostare, friggere Lv
2h Ger 2922. b) Meteorologico. Fulmine,
folgore, lampo Sai 148s + grandine;
Gb l i6. Di solito come elemento di teofania,
della divinit Es 923 19f8 IRe 1824 2Re 2
6 i7 Is 4S 66,5 Ez 14.13.27 Gl 23 Zc 29 Sai 503
973 Gb 20M.
2. Come soggetto o complemento
diretto o indiretto di verbi che enun
ciano l'inizio, lo sviluppo o il termine
del processo; spesso con valore espleti

79
vo. a) Inizio: scoppiare un incendio
Ger 4 2 1 J2; Ni. prendere (fuoco),
accendersi, incendiarsi Sai 7821;
prendere, attecchire, ardere Ger 15;
sprigionarsi Gdc 621; dare, met
tere, appiccare fuoco Nm 167; Pi.
mandare, appiccare Ez 396; sca
gliare Lam 24; / Hi. incendiare,
accendere il fuoco Ez 24,0 Abd 18;
Hi. fare piovere, teofanico Ez 3822 Sai
116; Pi. accendere il fuoco Ger 71B;
Hi. dare, appiccare l l lt; accendere,
appiccare Ez 213; appiccare IRe 1823,
b) Sviluppo: ardere, divampare Nm
11, Sai 1061aSir 403o; Ho. ardere Lv 626
Sir 166ARm; attizzare, ravvivare Is 50;
soffiare, ravvivare Ez 2220; bru
ciare Pr 1627; ardere Sai 104,,; Ni.
diffondersi, propagarsi Na 16. c) Termine
e conseguenze: divorare, pascersi, con
sumare Lv 63 Gl 119; spegnersi Lv 65
Is 6624 Pr 2620; Pi. consumare Ez 223I;
calmarsi, placarsi, estinguersi Nm
112; Pu. spegnersi Sai 11813.
3.
Come aggettivo o retto. Spesso
incluso come sema componente del si
gnificato del termine italiano; traduzione
sintetica. torcia, fiaccola Gen 1517
= fumo di fornace; fiam
mata, vampata Es 32; braci, carboni
accesi, ardenti Lv 16i2; bruciatura
1324; colonna, pilastro di fuoco
Nm 14M; !*lingua di fuoco, fiam
ma Is 524; combustibile, pre
da del fuoco 94; !*incendio 10)6;

fiamma 29t; + pira 3033;


rogo 50 ;preda del fuo~
co 6410; incendio Zc 12t;
fornace, forno Sai 2110; 1 splendore
di fuoco 78u; fiamma del focola
re Gb 185; faville, scintille 41;
scintille Ct 86; torme di
fuoco Sir 489.

4. Uso avverbiale. / strumen


tale; pu essere espletivo, traduzione 0 :
, bruciare Es 3220 Dt 4 ; Hi.
bruciare, incendiare Gs 88; resistere
al fuoco, essere refrattario, ignifugo, non
combustibile Nm 3123; Hi. fare passa
re per il fuoco Zc 139; Hi. idem Dt
1810; Pi. appiccare Gdc 18; brucia
re Is 37 i9; Ni. giudicare con il fuoco,
ordalia (?), eseguire la sentenza sul rogo
6616; Pi. consumare con il fuoco Ez
2231; assoggettare alla prova del fuoco
Am 74; Ni. consumarsi Sof 118. /
Is 3027 Ger 2329 Am 56 Sai 83I5 Sir 4030<
5. Con determinazioni: continuo, perenne Lv 6 ;profano
10,; ^violento, gigantesco Dt 525;
inestinguibile Is 6624;
fiammeggiante 45; fulmine, fol
gore Gb 116.

Nota. In Ez 28 esseri ignei (?;


Nota e commentari). In Ger 629 cf. ap

parato della BHS. In Dt 332 dubbio.

. -<
[ Cstr. , pi. , cstr. ,
]Pendio, declivio, pendenza, china, contraf
forte Nm 2115 Dt 3,7 449 Gs 10,.1320 1238 ,
$ [ Cstr., c. suff. , ecc.
( ^Sai 1283), pi. <, cstr., c. suff.,
ecc.; cstr. Ez 23^4] Donna, femmina;
sposa; una, qualcuna, ella, lei.

1.
Per indicare il sesso. Contrapposto a
e a 5 Gen 232.33 Es 3522 Dt 22s Gs 62,
825. Di animali, femmina Gen 72. pa
ragone a indicare vilt Is 1916; Ger
5037. Come aggettivo 0 retto: harem
Est 23; ^aborto Sai 589; me
struazioni, periodi Gen 18 ;idem
3135; indumento femminile,

80


T
V

da donna D t 22sD * articoli da


uomo, maschili; infatuazione,
avventura damore, tresche 2Sam 126;
nato da donna Gb 15,4 Sir 10!8.
Fraseologia: Ni. astenersi
da rapporti, continenza ISam 215,
V V

2. Relazioni familiari, a) Sposa, moglie,


consorte, coniuge Gen 224 Es 182 ISam 253
Os 24; con marito e moglie, sposi
Ger 6 ;con donne e bambini D t 2910
3112 Est 3,3. b) Altre relazioni: /
nuora/e Gen 7m 4 62s Lv 18,5; co
gnata Gen 388., Lv 1816; concubina
del padre Lv 18a; vedova D t 25S.
Madre Lv 24 correlativo , Is 4915 cor
relativo .
Fraseologia: N sposarsi
con, prendere in/per moglie N Gen 2520
Es 620', (detto di lei) $ N sposarsi
con, essere sua moglie Gen 20,2 Nm 363
D t 244 ISam 2543; N conse
gnare, dare in sposa IRe 21w1; senza l l i9;
N cercare moglie per Sir 723A.
3. Con altre funzioni gram maticali
o sintattiche, a) Una, qualcuna, specifi
cando il sesso; a volte con , nella
casistica; quando una donna Lv
122 152s N m 304. quan
do un uomo o una donna, quando
qualcuno, uom o o donna, d'am bo i
sessi Lv 1338 N m 56 62. la don
na che, se una donna Lv 20,e. Equi
vale a ciascuna Am 43;
Luna l'altra, luna con/all'altra Ez 3,3.
b) Equivale ad articolo indefinito. Seguito
da aggettivo o participio: una
profetessa Gdc 44; " una vedova
2Sam 14s IRe 7,4; una prosti
tuta Ger 33 Ez l30 2344;
unadultera Ez 1632 Pr 3020;
una ripudiata Lv 217; una
nutrice Es 27; assennata
1

Sir 719. Con gentilizi N m 12, Rut 14.


c) Reggente sostantivi: prostitu
ta Os 12; donna litigiosa Pr
219; donna operosa, diligente Pr
3110 Sir 2 62\ sposa della giovnezza Is 54t MI 21g Sir 152;
D onna Stoltezza Pr 9,3; bella
Sir 9a.
[ ^ Cstr. , pi. cstr. , c. suff.,
] Oblazione Es 2918 Lv 19 22 33 435 512
610 75 821 238 247.9 N m 15,0 1817 282 29t
D t 18, Gs 1314 (?) ISam 22e.
M omento, ora Pr 2020> In 79 dub
bio; si consultino i commentari.
-< .
T

[ PI. c. suff. q] Pilastro Ger


5015 = mura.

1J

[ ^ Va letto ]Pozzo Sir 502 =


) ) fonte, cisterna.
2< .
T

[ pi. , cst r, ] Torta,


pasticcio 2Sam 6 t Is 167 C t 25 lC r 163.
V V Testicolo Lv 2120.
* $ / [ m . Nm 13* pi.
), !Ct 78, f. Dt 3232, cstr.
Ct 79, c. suff. Gen 4010]
Grappolo N m 1323.24 D t 3232 = uve;
Is 65a M i 7, Ct 7*9
I

,y j

[ C. suff. ] Tributo, contribu


zione, imposta, dono, donativo Ez 27,s; Sai
72,0= dono.
Tamarisco Gen 2133 ISam 226 3113.

$ $

81
))] ^ , Q. pft. 3 f. , 2 ,
f. , pi . ; ipf, ;, pi . ecc.;
inf. ass. , ;(^cstr. $ Lv 52t, Ni.
pft. pi . ^ . Hi. imptv. c. suff. ]
Q. Essere colpevole, reo, responsabile; pa
gare, espiare la colpa. Si possono distingue
re tre tempi. Inizio: incorrere in un reato,
delinquere, rendersi colpevole, caricarsi della
responsabilit; stato: essere colpevole, reo,
responsabile, debitore, avere comi in sospeso,
avere carichi pendenti; conclusione e con
seguenze: pagare la colpa, subire la pena,
farne le spese, indennizzare, espiare, riparare,
compensare.

Si usa in contesto sacro e profano


senza cambiare di significato. Pu inddere tutti i tempi senza differenziazio
ne. a) Incorrere in un reato Lv 4 13J2.27 (per
inavvertenza); 5M (si accorge, si rende
conto); Ger 23 N cadere la
sventura su N; Ez 25,3 = Ni. ven
dicarsi; si rese colpevole di
idolatria Os 13!; pregiudicare, dan
neggiare Nm 57. Offendere Sir 9!3. b) Essere
reo, colpevole, responsabile Ger 507;
colpevole di omicidio Ez 224 = con
taminarsi; sentirsi reo, responsabile Os
515; essere esenti da colpa, non es
sere responsabili 2Cr 1910. c) Pagare per
la colpa, farne le spese Is 246 = male
dizione; Os 415 102 14! Sai 3422.23 Pr 3010;
impunemente Zc 115,

compenso, a) Colpa Pr 149 * favore;


Hi, rendere colpevole Gen 2 6 ]0;

Hi. restituire, indennizzare Nm


5U ISam 63; essere debitore Ger
51s; espiare Is 5310. b) Sacrificio peni
tenziale o espiatorio; il rito e la vittima Lv
56 (+ 8x) 7! (+ 4x) 14j2 (+ 8x) 19awa Nm
6(2;
il denaro o il prezzo di 2Re
1217; vittima Ez 4039 4213 4429.
[ ^ PI. ]Reo, colpevole, responsabile
Gen 4221 2Sam 14!3 Esd 10!9.
[ Cstr., c. suff. , ,
, pi. , c. suff. ]Colpa,
reato, delitto; vittima penitenziale Lv 43 +
peccare; 526 Sai 696 = stoltezza; Esd
96 =
delitto; con colpa, colpevoli,
rei Esd 915; Hi. aggravare la colpa
1010; aumentare la colpa 2Cr 2813.
T

1T

Nota. In Am 814 1!< colpa, defor

mazione maliziosa del nome della dea


Asima.

/ < # ! pi, veglia


notturna Sai 119w8. cambio di guar
dia mattutino ISam l l u, Sai 904.
^ inizio del cambio di guardia
Gdc 7,9 Lam 219. avverbio all'alba Es
1424; in/di veglia Sai 637,
11

t iit

vigore, gagliardia, buona salute


Is 5910 5* morto.

Ni. Pagare, subire le conseguenze Gl 11a>


Hi. Punire, fare pagare Sai 5!!.
Nota. In Ab l tl va letto . In Ez 66

va letto il verbo 2>.


V

^. 2<, ^ .
-

D[ c. suff. \2(, 2<, pi. c. suff.


]Colpa, delitto, reato, responsabili
T

l ?

. ( -< ^

[ c. suff. ]Inferriata, grata, ge


losia, persiana, cancello Gdc 528 + !1) fine
stra; Pr 76; Sir 42,, + veranda,
belvedere.

t; pena, indennizzo, espiazione, penitenza,

[ PI. ]Indovino, mago Dn 120 22


= .

82

! 1!([ C. suff. ] Faretra Is 226 +


scudo; 492 correlativo 1 freccia; Ger 5lfi
Sai 1275 + ( v. 4); Gb 3923; frecce
Lam 3 j3.

Torta, pasticcio, focaccia con datteri


2Sam 6!9 lC r 163.
^

[PI. ]Spazzatura, rifiuto,

scarto, immondizia; immondezzaio, letama


io, discarica ISam 28 = Sai 1137 = ;

Lam 45. $
Ne 2 13 3 13_!4 1231,

Porta del Letame

1[ Q. imptv. pi. ^. Pi. ipf. 2 ;^


imptv. , pi . ; ptc. cstr. pi . $, c.
suff. . Pu. ptc. c. suff. ?Is 91s]
Q. Camminare, calcare, pestare Pr 96.
Pi. Intransitivo calcare Pr 4M.Tran
sitivo guidare, dirigere, orientare, incamminare
Is 117 3 12 Hi. fuorviare, sviare; 91s
Pr 2319.
Pu. Essere guidato Is 915.
V

.
T

2[ ^ Pi. pft. pi . , C. suff., ipf. 3

f. c. suff. 2 , m. sg. c. suff. Sir


1128(?), 1 sg. c. suff. Sir 4!0, pi. c. suff.
, , l pi. c. suff. Sir 31;
ptc. pi. . Pu. ipf. ;;ptc. ]
Pi. a) Felicitarsi, complimentarsi, congratu
larsi, fare le congratulazioni, porgere i rallegra
menti Gen 3013 Mi 3 i2.15 Sai 72t7 Gb 29!, Pr
3128 Ct 69 Sir 1128 (?) 318 3724. Denominati
vo di . b) Rendere felice Sir 2523.

Pu. Essere beato, felice Sai 413 Pr 3 10 =


vita,
.
/ .,

Particella relativa. Parte di congiun


zioni composte. Che, il quale, di cui, del

quale; dove, nel quale, il luogo in cui; il/la/ci


che, chi, colui. Come relativo ammette due

costruzioni fondamentali: con antece


dente, senza antecedente. Con antece
dente senza elemento retrospettivo; con
quest'ultimo, semplice o con preposizio
ne. Senza antecedente, da solo o prece
duto da preposizione. Per la traduzione
bisogna considerare se il relativo funge
da soggetto, da complemento diretto o
da complemento circostanziale; se l'an
tecedente di luogo o di tempo.
1.
Con antecedente. Specifichiamo
la funzione: a) Soggetto della proposizione
relativa. In proposizione nominale Gen
33; m proposizione verbale Gen 4 2 Sam
4e 6 2 Espletivo: un popolo
[che ] come questo Ger 5 929. b) Compiemento diretto: con elemento retrospettivo
&vostro fratello,
che avete venduto Gen 454; ... 12< ...
popolo... che (sei venuto) a
liberare 2Sam 723; ...\!<1 ^ i
popoli che ha scacciato 2Re 13;
che ho eletto Is 41g. Senza elemento retro
spettivo che aveva tolto Gen 222;
che aveva fatto Gen 3!;
che mi hai dato Gen 3t2. c) Come genitivo,
cui, del quale: $ ...$ un popoIo la cui lingua D t 2849; $ le cui
frecce Is 528. d) Complemento circostanziale.
Con preposizione: $ carne
in cui/nella quale Gen 617; $
su cui cavalchi jSfm 22 30; \ 2< su
cui devono camminare, da percorrere
IRe 836. Omessa la preposizione ISam
232 IRe 226 859 Ger 17. e) Antecedente locale:
dove, in cui, da dove. Con 2>retrospet
tivo: dove Gen 2 n ISam 33 9 10;
da dove Gen 323. Con $ + +
suffisso retrospettivo Gen 2123; con
dove IRe 1812. Senza elemento retrospet
tivo Gen 35 13 Nm 1327. f) Antecedente tem
*

*.

1*

83
porale: , $ ; accompagnati
semplicemente dal relativo: Gen 456 Dt
97 2Sam 21925 . g) Se l'antecedente una
proposizione, il relativo equivale a cosa che,
il quale, ci che ISam 234 Ger 73l. h) Se
nella proposizione relativa rientra un ver
bo di dire, il relativo equivale a di cui, del
quale, riguardo al quale, in merito a Nm 1029
1440 D t 28t8. ) Antecedente : tutto ci che,

quanto, quello che Gen 131 622 13!.


2. Senza antecedente. Quello/quella/ci
che. Con il verbo forma un sintagma che
pu fungere da soggetto o complemento
di una proposizione; pu equivalere a un
participio, a) Senza preposizione. Nm 226
Gs 15,6 Gdc 631 75 2Re 61e Is 21e; compie
mento , che ha scelto ISam
1024 b) Con preposizione prima del relativo:
significato locale: dove, il/nel luogo
in cui Nm 3354 Ez 112 4214 Rut l lfi.
chi/ci che Gen 924 Es 207 3312. dove,
in cui Gen 21,7 Gdc 527 17^ Gb 3930
Rut 117. come, secondo quanto, in base
a, in accordo con quanto Gen 79 214 Is
92 65e Ger 3128 Sai 3322 489. a colui
che Gen 43!$; ci che 278 Es 16lt Is 2e 31t.
per ci che Nm 6 ;da cui Rut 29; pi
di quelli che Gs 10 . c) Ripetendo il verbo:
mi impietosisco
di, ho compassione di chi voglio Es 3319;
; ^ vagarono alla ventura
ISam 2313; vago
senza meta 2Sam 1520;
emigra dove puoi 2Re 8,.

3. Come congiunzione, a) Senza pre


posizione, Con verbi di dire/conoscere/ve
dere, introduce la completiva: che Gen 243
ISam 1815 Ez 202 Qo 812. fare s
che Ez 3627; avveniva che Nm 920;
bene che + congiuntivo/infinito
Qo 7,8. Causale: Poich, dato che, giacch, a
motivo di + infinito Gen 301e 34l327 D t 324

Gs 423 223l ISam 26lt 2Sam 26. Consecu


tiva: cos che, di modo che, e quindi Gen 22
IRe 32.j3 2Re 937 Is 6516. Finale: affinch Dt
41040 63Gs 37; affinch non Gen 117.
Condizionale: se Lv 422 Dt 1127 Gs 42, (o
temporale). Temporale: quando IRe 89 Is
314 Sai 13915, b) Con preposizione. Si noti
l'eventuale coincidenza con alcuni casi di
2.b): come/secondo quanto, perch.

dopo che Dt 24< Gs 78 Gdc 1136


1923 2Sam 193t; come Es 7,3; come se Ez
l lt; poich Gdc 627; quando Gen 12n 1833;
finch Es 17. perch Is 434; finch
Gen 2744 298Es 2414322QNm 1120 Gdc 424;
perch/a motivo di + infinito Es 3235
Nm 2024 Ger 154; perch, in quan
to + infinito Nm 2513 ISam 2621 Is 5312.
c) Con particelle composte 0 con congiunzioni:

affinch Gen 27J0; perch


Qo 8l7; sebbene Ne 335; poich,
dato che, siccome Gen 22,6D t 13<5Gdc 220 Ez
1212; affinch Gen 1819 Lv 175 Nm
175 E)t 20jg Gs 34; perch, poich Es
19!8 Ger 4423; perch, poich Dt
2224 235 2Sam 1322; perch, per Gen
22,8 265 2Sam 12t.

/ [ (c. suff. , 1, pi. c.


suff. , , , ; f. Sai 44i9]
Passo, orma, impronta Sai 175 = passo;
17373 4419 Gb 317.
Fraseologia: seguiva
le sue orme Gb 23 ;ho fatto un
passo falso Sai 732 (qere); ; guarda
dove cammina Pr 1415; 1 ha reso si
curi i passi Sai 403.
T X

- | J

' * <.

1yj

[ pi. cstr. , c. suff. <^. ,


, , ]Costruito al plurale
costrutto + suffisso o soggetto equivale
ad auguri! congratulazioni! rallegramenti!, be
ato, felice, fortunato: D t 3329 IRe 108 Sai 1!
412 sventura; 127s 8 fallire;

84

Gb 5l7; Pr 1421 ^ fallire; 1620 =


(andare) bene, (avere) fortuna; Qo 10!7;
Sir 14! affliggere.
[ ^ C. suff. Gen 30,3] Felicit, beati
tudine, fortuna Gen 3013.
2 )] ^ Re 17i6) PI. , ,
c. suff. Mi 5!3, ) in
Dt 75)] Stele cultuale, maio; Asera (dea madre),
la sua statua, a) Asera Gdc 37 IRe 1513 1819
2Re 217. b) Interpretazione dubbia fra stele
o statua Is 17a; fare, fabbricare
una statua/stele 2Re 213. c) Complemento
di: Pi. abbattere D t 75; taglia
re Gdc 625.2i ;piantare, conficcare Dt
162!; Hi. erigere 2Re 1710; demo
lire Mi 513; bruciare Dt 123.
.

..


s -s Ez 276.
- 1<
- 1* .
[ ^ Soltanto Hitpolel imptv. pi .

Is 468] Is 46a stare saldi, avere coraggio (?).

1/ [ C. suff. , , Es
2935 ((, , ,, ,( invece di
s trova anche la scriptio piena :, 1
ecc.), , Gs 2315 , Ez
2345, ,, (),, Ez 23]
Particella che quasi sempre introduce
il complemento diretto, persona o cosa
o suffisso. A volte si usa con verbo alla
voce passiva; Gen 418 7Z3 (cf. apparato
della BHS) 215 Es 10e 27, Lv 613 Ger 35 .
Con sostantivo di durata Es 137 Lv 2522
D t 925. Con valore enfatico Gdc 2044.
1

2[ C. duplice c. suff. ,(, )


, Is 54l0, \, ,, ( Ger
385 (?, ( ; in l-2Re, Ger, Ez compare
anche ^ecc. > 1])

1. Per indicare luogo, posto. In, pres


so, vicino a, accanto, adiacente, a) Con nome
di localit. Presso, vicino a Gdc 319 IRe
926 2Re 927. b) Con suffisso personale. Pres
so di lei/di s (= custodito) Gen 27i5;
con, in potere di, in casa di Lv 1913 Gdc
172 Sai 125 Gb 14s = controllare; dove,
in seno a, in mezzo a, nel mezzo di Ez 4723;
davanti (?) Is 308. c) avere 2Re 312
(scritto ;(, che abbia Ger 232B.
non avere, mancare di Gb 12)3
Sir 162; essere incapace Ger 105; dubbio
N m 3232. se in tuo potere
Sir 512.
2. Per indicare relazione. Con, in
compagnia di, insieme con, oltre a. a) Con,
accompagnato da Gen 524 69 Nm 14 Gdc
l l6 932 ISam 1420; con l'aiuto di Gen 4lc.

patto con 610, Con, dalla nostra


parte, sostenitore N m 149 2Re 616 Is 435.
Pi. parlare con IRe 8,s; e, come
se D t 29!ab. b) Con, contro, dinanzi a Es
2023 Ger 385; essere in/avere una
lite con, contro Nm 2013; supe
rare IRe 1622; attaccare, lottare
con/contro Is 5417,
Significa il luogo/persona di
provenienza: da, da parte di, per disposi
zione/mandato di. A volte richiede una
traduzione sintetica o non si traduce,
a) Con verbi di movimento: venire
da, inviato da IRe 514; separar
si, allontanarsi, abbandonare Gen 2631
Gdc 192 IRe 1813; uscire da Is 514;
allontanarsi Nm 1131; Fi.
inviare, mandare Gen 8B. b) Per indicare il
passaggio di qualcosa da uno a un altro. Nel
la traduzione pu modificare il punto
di vista ed equivalere alla preposizione
a\ prendere, selezionare tra Gen
4224; comprare da 2510;
chiedere a Gs 15,. Diritti, norme che
3.

85

2 /

si esigono da, tributi da Es 252 272, D t


183. c) Da parte di, mandato da, disposto
da. Introduce l'agente ISam 114 2Sam
153 2Re 633; Ger 7!. Con verbo
o equivalente, implicito ed espiicito 1325 5153 Mi 56 Ab 2 13 Sai 1092o 11823
Gb 2 10.
3[ Cstr. 2 Re 65, c. sufi:. ISam
1320; pi. ISam 132, e Is 24 Mi 43; c.
sufi, 5 Gl 4I0] Aratro, vomere ISam 132tK1
Is 24 Gl 4 m Mi 43.
/ -< .
T

T -

-< .
T

[ Q. pft. 1 pi. ;ipf. 3 2 ,;


, pi. ;, , wayy. Is 4125,
c, suff. ;!;imptv. pi. ;ptc. f. pi.
Is 4123 Hi. imptv. pi. ( invece di
])

Q.

Venire, giungere, correre; penetrare;


succedere, avvenire, accadere, capitare; ven
turo, futuro (> con cui coincide in
molti significati), a) Venire Is 2112; 415

m.; 7) , x k ).] Tu; voi; sei, siete.


Pronome di seconda persona, maschi
le e femminile, singolare e plurale. Oltre
all'uso normale, tu; voi serve a numerare
vari soggetti di un verbo al plurale, per
contrapporre, per conferire enfasi; con
un participio per formare il presente o
durativo; come copula in affermazione
o dom anda.. Si offrono qui esempi di
; lo stesso vale per femminile e pirale. a) Enumerazione. Gen 6 m 2444 ISam
2023. b) Contrapposizione. Gen 2126; di so!ito 1 Gen 3lg Sai 34 10228. c) Enfasi.
Evidente quando il verbo alla seconda
persona Gen 302e29 D t 92 317 Gb 110 Ne
96. d) Con participio Gen 13,s 2813; come
se costituisse una sorta di copula: stai +
gerundio, sei + participio, e) Equivale alla
copula: essere Gen 3m9 1323 s 29ls.
Spesso posposto: D t 96 ISam 1793
2Sam 159 IRe 143. In domanda sei?
Gdc 132 Sam 220; in 152 ^
di quale citt sei?
[ C. suf ,*, pi. ,,

] Asina, somara (femminile di
asino) Gen 1216 Nm 2223 (+ 13x) ISam
93.5.20 102.14.16 ^ bardare Nm 2221;

cavalcare Gdc 510; asinelio


Zc 99.

= avvicinarsi; 412S correlativo


Hi. suscitare; 56912; Ger 322 = 2 1 ;>Sai
6832; avanzare D t 332; penetrare Gb 30,4.
b) Giungere, venire, accadere, capitare:

1 il mattino Is 2112; 2 1 >anni


[ Pi. , c. sufi. Ez 4115k
Gb 1622; la sventura 325 Pr 127
( q)] Galleria Ez 41
4235.
= . c) il futuro, l'avvenire Is
4123 = succedere, ^ ^ il pas
Voi (maschile). .
sato (v. 2 2 ); 44 7 = 2< l'avveni
re; Sir 4218M.
/ [ tm isam 10,
Hi. Recare Is 2114.
Is 30MMi 28] Ieri; prima, un tempo,
tempo fa, una volta Is 3033; Mi 28 Sai 904
Nota. In Is 45 va letto . In Ger
= 2< veglia notturna; Sir 3822
12 , va letto .
^ oggi. $$ ieri e ieri l'altro,
/ / / / [ fin: l'altro ieri, da molto tempo ISam 47 10,!
Nm 11I5 Dt 5 Ez 28,4; in pausa ,
142,1 9 7. - .
7

[ M. Ez 34g,; f. Gen 31s Ez


1311.20 3417] Voi (femminile). .

. -<

Paga, salario Os 2W,

86
[ In pausa . St. ass. = cstr.; c. suff.
, ] Paga, salario, ricompensa, ortorario, remunerazione Is 2317 = lucro,
profitto (v. 18); Ez 163iM Os 9!;
paga dfprostituta D t 2319 = sa
lario di prostituto, Mi 17.


in 1 ,; passare da/per, attraver
sare (si sovrappongono le funzioni 1 . e
3.) Gen 126 Nm 20,7. Con un gruppo di
persone, fra Sai 996 (sfumatura compara
tiva?); l l l lb. b) Temporale, Di solito con
nome di tempo, ,, , , ,
, . In italiano, con giorno, mese,
anno ecc., di solito si elimina la prepo
sizione; altre volte il sintagma ebraico
equivale in italiano a un avverbio temporaie: ^ il settimo giorno Gen
22; N ai tempi di 14!;
all'epoca della calamit Nm 2518; un giorno di vento di levante Is 278;
( (in quell'occasione, allo
ra Gen 2122 Nm 22 D t 9 Gdc 14 ;1
al m attino/di mattina Gen 2925 Is 17 Sai
90m; di/alla sera Es 168; \
al principio, un tempo, una volta, allora
1.
Come preposizione che regge Nm 10m D t 1310 Gs
2Sam 7 !0 Is 52;
un nome, a) Locale: nel
$ $ dopo/entro/nell'arco di tre anni
firmamento Gen 1M; nel (verso
16! * ;durante questo tempo
l'interno del) suo naso 2 7; 1
Es 2 . c) Vicinanza, prossimit, compagnia-,
ripararsi all'ombra del mio tetto 19e;
/ con una truppa numerosa
scagliare nel mare Es 15!;
Nm 202o IRe 102 2Re 1817; con
1 Pu. cotto in esso (il recipiente)
Dio Sai 60!. Con oggetto equivale a por
Lv 621; ^ sulla cima del mon
tare/recare: pane e acqua D t
te Nm 2028; versare in Ez 243;
235; spada e lancia ISam
ricadere sul suo capo Sai 717;
175; frecce e arco Is 72.
entreranno per/da essa (la porta)
d) Strumento: sollevare con/
11820; nascondere/custodire nel
portare (appeso) a una pertica Nm
cuore/nella mente 119. presso
1323; Hi. colpire/picchiare con
il/sulle sponde del fiume Chebar Ez 10!5 =
il bastone 2227; T} Pi. suonare (uno

, , . Preposizione dagli usi


diversi. Come preposizione in senso
stretto si riferisce al sostantivo che la se
gue ( 1 ), con valori come in, su, a, dentro,
all'interno di, per mezzo di, con ecc, Con al
cuni sostantivi pu formare avverbi ed
equivale a - mente, con (2). Dopo un verbo
pu rappresentare la reggenza obbligata
o libera ed equivalere alla corrisponden
te reggenza italiana (3). In sintesi con il
verbo precedente, pu formare un verbo
di diverso significato (4). Quando regge
un infinito equivale a proposizione su
bordinata (5). Le funzioni 1 e 3 si pos
sono sovrapporre, p. es. con verbo o so
stantivo di ambito locale o temporale. La
funzione avverbiale (2 ) si pu ampliare,
a seconda del punto di vista.

88

strumento) ISam 199; udire


con i nostri orecchi (enfatico) Sai 442; si
confronti con . avverbiale (*
3.f e D. 1). Per mezzo di ISam 2 8 ^
Os 5; fra due Nm 1323. e) Cai/
sa, motivo: per/a motivo di cin
que Gen 1838; . per
Rachele... per l'amore che provava per
lei 292g; per causa/colpa
di quest'uomo Gio 114; per il suo
peccato 2Re 146; per colpa di Is 1421;
( (per merito D t 9+5 Qo 7 15 (si po
trebbe intendere come concessivo) Sai
312. Indica l'agente di un verbo passivo
(si pu analizzare come reggenza del
la voce passiva) Gen 9t Ni.; Os 144 Pu.
f) Prezzo, pagamento: pa
gare per il cibo (acquistare pagando)
D t 26; occhio per occhio 1921;
... ho servito... in cambio di
esse Gen 3026; vendere per 3728;
- non si paga con, a prezzo
di oro Gb 281S; comprare
con tutti i tuoi averi Pr 47; per
il/al suo giusto prezzo lC r 2124, g) Com
parativo. Superlativo relativo
la pi bella fra le donne Ct 18. h) Con
cessivo: , nonostante, malgrado
ci Lv 2627 Is 9 Sai 273;
giacche non/dato che non (vi ) delitto sulle
mie mani lC r 12tB. i) essentiae. In qualit
di, come: Dio Onnipotente Es 63;
eredita Nm 362; sarete
pochi/una minoranza D t 2862;
che sono degni di fiducia, credibili Sai
334; ci sono molti 55,9;
il
suo aiuto 1465.

te Gdc 43 8 ! ISam 2lt Gio 38; abiimente, con destrezza Sai 10424 Gb 3837
Pr 3 ,9; furiosamente 2Re 5 12 Ez 8 W;
frettolosamente, precipitosamente
Es 12n D t 163 Is 5212; ignomniosamente Gb 1610; $ di nascosto, al
buio/all'oscuro Ez 8,2 Qo 214; con
timore Sai 2U; con la forza, violente
mente Gdc 1630, Is 409; in spai
la Nm 79; in fretta, facilmente Qo
412; * a piedi Gdc 415; com
passionevolmente Zc 1,6; gioiosa*
mente, con gioia D t 2847 Is 5 5 12;
con rancore Ez 23;
in pace Gen
15,g 2629 Gs 102!.

3. Come reggenza di verbi (cf. i verbi


citati): Hi. fidarsi di/credere a Gen 156,
irritarsi con IRe 84, scegliere Dt
437, confidare in Sai 9 , rallegrarsi
di/per/in Ab 318, rimproverare Gen
3710, aderire, tenersi stretti a D t 13s,
Pi. parlare con Nm 122, Hitp.
gloriarsi di Ger 923, Hi. afferrare
per Es 44, peccare contro, offende
re Ne 929, rifugiarsi a/in, ripararsi
in/sotto Gdc 91S, compiacersi di
D t 21 !4, 2< amare, innamorarsi di 77,
Ni. lottare con, contro Es 110, ribeliarsi contro Is 365, dominare, sog
giogare 34, essere a contatto, toccare
Lv 52, Hitp. adirarsi/irritarsi con Dt
32s, festeggiare Ab 318, contestare,
testimoniare contro Is 39, ribellarsi
a/contro 2Re 1!, sottomettere/assog
gettare Gen 126, 1 meditare, occuparsi
di Sai 1052, rallegrarsi di/per/con
2.
Con sostantivo per formare l'avISam 2, Sai 212, dominare Qo 89,
afferrare per Gen 39,2.
verbio. Morfema avverbiale -mente, con:
4. A volte va considerato come unito
ostilmente Nm 352,; in lacri
al verbo e genera un altro significato
me Is 155; con arroganza Sai 17,(,;
(almeno dal punto di vista dell'Italia
a somiglianza di Gen 5!;
con la forza, violentemente, intensamenno). vedere, godere di Sai

**

89

*T

549 1285; Hi. 5023; ridere Gen 1717,


farsi beffe di, prendersi gioco di
39w; chiamare Gdc 624; leg
gere Ger 36wAb 2 2.
5. Con infinito, come proposizione
subordinata. Di solito, temporale: quan
do, al + infinito quando mi assalgo
no Sai 272; al vedere lC r 2128 2Cr
127; quando comandano Pr 292M,
quando aumentano Qo 5,0; al ri
torno, quando ritorner ISam 18t Is 528;
^mentre abitava Gen 3522.
6 . Variante . Strumentale Gb 930
(ketib). Locale Is 432 44 16,19 Sai 112 Gb 378.
Strumentale-modale 16^ 19,6. In Is 25,0va

letto ketib.
Nota. Con casa, ? porta, spesso

# [ Q. ipf. , . Ni. pft . 2 ,


, pi . . Hi. pft. , pi . ,
2
;ipf. ;inf. , c. suff
. Hitp. pft. pi . ]
Q. Imputridirsi, decomporsi, corrompersi,
andare a male, puzzare, mandare fetore, appe
stare Es 7 i8.21 8!0 1620; Is 502 correlativo

morire. Sir 326.


Ni. Con o . Inimicarsi, aprire le osti
lit, rompere con; provocare, esasperare ISam
134 2Sam 10 1621.
Hi. Transitivo. Con o . Inimicare,
rendere odioso Gen 34 30 Es 52,. Intransiti
vo, a) Rendersi odioso, inimicarsi ISam 27 ,2
Pr 135. b) Imputridirsi, irrancidire Es 1624 +
verme; Sai 38 = Ni. suppurare;
Qo 10,.

si elimina la , cio funzionano soltanto


come locativi (un po' come avviene con
il francese chez).

Hitp. Inimicarsi, Dp rendersi odioso a


lC r 196.

Entrata, ingresso, accesso Ez 85. Testo


dubbio.

[ C. suff. , ] Fetore, puzzo,

[ Pi. pft. ;imptv. ;inf. ass. ]


Incidere D t 278Ab 22; inculcare Dt 15, Deno
minativo di pozzo (?).
[ St. ass. = cstr., c. suff. , pi. ,
cstr. e Gen 1410] Pozzo, pozzan
ghera, fonte, sorgente Gen 2119 26,9 Es 2 ,5 Nm
2116-18.22; Sai 6916 = vortice; Pr 5,s =
;2327 = fossa; fossa, tonaba Sai 5524; bocca del pozzo Gen
292; / scavare un pozzo 21s0 262,
Nm 21,8; sgorgare 21,7; Pi.
tappare Gen 26,5. Entra nella composi
zione di toponimi, come l'italiano Pozzo
Strada, Barcellona Pozzo di Gotto.

lezzo, fetidume, peste Is 343; Am 4 10 +


peste; Gl 2m = pestilenza.

2( [ Soltanto pi. ]Agresta, uva


selvatica (aspra, che n o n m atura
m ai com pletam ente) Is 5 2A **
uva.

$ Cicuta, ortica Gb 3140 ^


orzo.
![ Soltanto cstr. ]Pupilla Zc 2,3.
Ez 257 (ketib). Va letto qere bot
tino.
[ Q. pft- f. , 2 . 1 , pi.
. 2 ; ipf. pi . , 2 , !
MI 210; inf. ass. , cstr. , c. suff.
;ptc. sg. , f. , pi. (), cstr.

I IT 1

2] Sam 21,M6; pi. e Ger 2,,]


Pozzo. > .

t "

I '

1 * t

11

T t

]Tradire, ingannare, rinnegare; essere infe


dele, traditore, perfido, sleale, falso, fellone, in
fame, rinnegato. Si usa in campo matrimo

niale, civile, politico, religioso. Frequente


al participio. Si costruisce con e .
a) A seconda dei campi. Matrimoniale Es
218; politico Gdc 923; religioso Is 48e =
^ ribelle, Sai 73,5, 7857 = disertare;
matrimoniale Ger 3 20 = religioso; religio
so sotto immagine coniugale Os 5 7 =
bastardo; 67 = violare il patto;
civile MI 2I0; Lam 12 = nemico; Gb
6 15. b) Participio. Traditore, perfido Is 2416
33,; ^caterva/massa di traditori
Ger 9!; Ab 113 =malvagio; Sai 253
^ coloro che sperano in te; rinnegati
119,58; Pr 222 * <retto (v. 21); 132.15 21 18
22 !2 25,9.
V

'

1 ] ]Perfidia, slealt, fellonia, infamia


Is 24 ,6; Ger 12! = $ condotta de
gli empi.
2 [ M. (), c. suff, , , pi. ,
cstr.,
c. suff. ,
,
,

Pr

627 f-, ,, , lx ] Veste,


9

Uso aggettivale in <perfidi


Sof 3,.

[ Soltanto .] Infedele, perfido Ger 3710.

/ 1, 1, .
V

2Re 439; vesti Gdc 17!0;


stracci, brandelli Lv 1345; ^vesti
sacre Es 39 41 Lv 164; orlato, bor
dato, ricamato Ez 16,8; di gala
Is 52!.
Fraseologia: \2> vestirsi, mettersi
Gen 2820 (frequente);
Hi / Pi.
vestire, mettere Is 6110 Ez 187;
cambiarsi, mutare indmenti Lv 64 Ez 42! ;Hi. togliere
Zc 34; ^ Hi. / (denudare, sve
stire/denudarsi, svestirsi, spogliarsi Lv 64
Nm 2028 ISam 1924 Ez 1639; 2 >Pi.
mutare, cambiare Ger 5233.

abito, vestito, panni, indumenti; mantello, zi


marra, coltre, ornamento, a) Significato generi
co. Gen 2453 2727; panno Lv 1132; indumen
to Lv 1347495ln535(Mg Gdc 826; Is 5168
lana; 596 Sai 10227 Gb 1328. b) Significato
specifico. Ornamenti Es 284; coltre ISam
19!3; zimarra Ger 43,2. c) Retto 0 qualificato: di/da lutto 2Sam 142;

camuffamento (dal contesto) ISam 28B;


vesti vedovili, da lutto Gen
38! ,; 1 mute (di indumenti) Gdc
14,2 2Re 522; indumenti caldi,
che riparano Gb 37,7; $>ir mantello Ez
2720; veste da prigioniero 2Re
2529; panno (di tessuto) misto
Lv 19j9; capienza del mantello

.2 -<
1[ PI. , cstr. , c. suff. , ]
a) Palo, asta, stanga, trave, pertica Es 2527
Nm 4 0 IRe 874. b) Germoglio, rampollo del
la vite Ez 17t.

2 ] ]Lino Es 2842 Lv 63 1643332 Ez 92^


Dn 105.
3[ a) PI. cstr., c. suff.. b) C. suff.
, ( corr.) Is 26l3, ,,
Gen 2 139 (dubbio)] a) Parte, membro Gb 1813
414. in parti uguali Es 3034< b)
Aggettivo e avverbio. Solo, da solo, a par
te, in disparte; unico; soltanto, solamente. A
parte Gdc 75 Zc 12m4; Tunica cosa Qo
729; soltanto, solamente: soltan
to in te Is 2613. Rafforzato con pronome
personale: per conto loro, in disparte, a
parte Gen 212a29 3217 4332 2Sam 10e; sol
tanto, solamente Gen 2 18 3225 Es 12,6 242
Nm 11 D t 83 IRe 839 Is 5S Sai 516 Gb 98

Dn 107; questi/o solo, l'unico IRe


14,3 ... da un lato... dall'altro, se
paratamente Es 269; con pronome personaie: ... ciascuno dalla
sua parte IRe 185. a parte, oltre a,
senza contare Es 1237 Nm 2939 D t 35 Gs 175
Gdc 826 IRe 53; eccetto, a eccezione di Sir 49;
^a meno che Est 4 ;oltre
a Esd l s; (2( (oltre a, a parte Gen
26, Lv 9 17 IRe 1013, purch 2Cr 3116; con
pronome personale non vi
altro al di fuori di lui D t 435.

T V

T V

4 -< .
[Q, ptc. c. suff. ]Inventare, inven
tarsi, venire in mente IRe 1233 Ne 68.
! a. ptc, ]a) Essere solo, solitario,
da solo Is 143!. Selvaggio, selvatico Os 89.
Solo, senza compagna Sai 102s. b) Allonta
narsi Sir 129.
./ 3,

'

T T

Solo, appartato, solitario Lv 13^ Nm


239 D t 3212 = 332 ; e; Is 2710 =
abbandonato; Ger 15,7 TiD compagnia;
4931 Lam 1, 328. Come avverbio : da
solo, a parte, solitario, soltanto Nm 239 Mi
714 Sai 49.

..

4 .
-

bravate Is 16 - arroganza; Ger 4830

Gb l l a.
[ Ni. pft. pi , ;ipf. , pi . ;
imptv. sg. Sir 6 ,2, pi . ; ptc. ,
Hi. pft. , c. suff. , f. 2 ,
, c. suff. . 1 , pi . ,
;ipf. , wayy. , c. suff.
, , 2 , 1 , , pi.
;inf. ass. , cstr. ;ptc. ,
pi. ]
t

'

. 7

Ni. Appartarsi, separarsi, allontanarsi; es


sere espulso, escluso; essere scelto, selezionato,
eletto. In senso assoluto Esd 10i6 ICr 2313;
allontanarsi/separarsi da, rinunciare
a Esd 621 9, 10 Ne 92 Sr 6 n! espellere

Esd 10B; separarsi dal mezzo di


Nm 162!; ... convertirsi da... a Ne
1039; passare a ICr 129.
Hi. Mettere da parte, separare; segregare,
escludere; scegliere, distinguere, porre in risalto.
... Gen l 4u Es 2633 Lv 1010; ...
Gen 6 Lv 202s Ez 222t; ... Is 592.

Termine di provenienza: / Lv
2024 Nm 8 h D t 2930 Esd 82j. Scegliere
come eredit IRe 853; dividere, strap
pare Lv l7 58; escludere, da Is 563;
distaccare Ez 39M; distinguere Sir 33 .
V

, .

* T

[ ?Soltanto cstr. ]Punta, in "lobo


deirorecchio Am 3n.

? Stagno Nm 3122 Ez 221820; ?


filo a piombo Zc 4,0.

3 Coriandolo Nm 117; ambra Gen 2,2.

[Soltanto pi. c. suff. ]Ganga,


scoria Is 1 35 = scoria.

[ q. + inf. cstr. ]Riparare 2Cr


34 10 = Pi. restaurare.

[ c. suff. , ]a) Ciarlatano, ciur


matore, fanfarone Is 4425 = indovini;
Ger 5036. b) Chiacchiericcio, ciarle, vanteria,

5 1) )C. suff. sg. collettivo] Im


perfetto, deteriorato, danneggiato 2 Re 12w;

calafati, Ez 27927.

92

Caos, vacuo, vuoto: vuoto e


caos, caos informe Gen 12 Ger 4^;
filo a piombo del caos Is 34 =
livella del vuoto.
[ Cstr. pi. ]Pollice Gdc l..
Smeraldo (?) Est 16.

Affrettarsi Qo 5, = 2 Pi. idem; 79


Est 29.
Pu. Essere incalzato, affrettarsi Pr 202,
(qere); Est 814.
Hi. Turbare Gb 23J6 = Hi. intimi
dire; affrettarsi Est 6,4; + scacciare in fretta
da 2Cr 2620.
V

Oscurato (?) Gb 372). Altri; spkndente, sfolgorante.

.
v

[ PI. ]Spavento Lv 2 6 l Is 6523


Ger 15g; improvvisamente, repenti

[ Ni. pft. , f. , 1 , pi.

namente Sai 7833.

, l ecc.: ipf. 1 , 2
[ Cstr, 5, c, suff. ,,
, pi . , , f. ; ptc. ,
, , , , , pi.
f. . Pi. ipf. , c. suff. ,
2
, c. suff., pi. c. suff. ; inf. 1, , cstr. ]Animale, madrupede, bestia, bestiame, animale domestico, bestia
c. suff. , ecc.; ptc. pi. .
da soma, a) Significato generico. Animale;
Pu. ptc. f. , pi. . Hi. pft. c. suff.
a volte polarizzato dallunione con
;ipf. pi . , c. suff. ]
uomo. ogni sorta di animali Gen
Ni. Turbarsi, sconcertarsi, allarmarsi, spa
72; Nm 319 Dt 14, 272l Sai 4913.21 Pr 303o.
ventarsi, essere atterrito, inorridito, terrorizzato,
Con Nm 31 Ger 3310 Gio 37 Sai 367.
provare panico; slogarsi; tremare, delirare; afflig
b) Specificato dal contesto 0 per polarizzazione.
gersi, preoccuparsi. Gen 453; Es 1515
Contrapposto a , 1 rettile, uccello,
= tremore; Gdc 2041 ISam 282] 2Sam
designa i quadrupedi Gen l 2t; idem con
4!; Is 13^ = spaventarsi, Ni.
frapposto a uccello, rettile,
svenire; 213 = Ni. sentirsi schiacciato;
pesce Dt 41718; contrapposto a belva,
Ger 5132; le mani tremano Ez 727;
fiera, animale domestico Sai 148!0; contrappo
le coste inorridiscono 26!8 =
sto a bestiame, sembra designare gli
sussultare, trasalire; Sof 118;

animali da lavoro 2Re 317. In base al conte
ossa slogate Sai 63; delirare 64; 6
sto: bestia da soma Is 46!; collettivo bestiame
^+ oppresso dalla vergogna; 486 =
Sir 722. Qualificato: bestie, belve,
essere atterrito, + Ni. fuggire
fiere (carnivore) Is 18t Ger 733;
terrorizzato; 907; 10429 + VU spirare; Gb
animali selvatici, non addomesticati, agre
45
abbattersi, venire meno; 216 + sti ISam 1744; animali selvatici (del
terrore; 23fS = tremare, trasa
bosco o della macchia) Mi 57. c ) Senso fi
lire; Qo 83; affrettarsi Pr 2822.
gurato. Predicato per indicare mancanza di
Pi. Spaventare, allarmare, atterrire; affret
intelligenza Sai 7322 Qo 31e. Titolo emble
tarsi, precipitarsi, slanciarsi. Spaventare Sai
matico Bestia del Sud Is 306.
25; 83lt correlativo inseguire, incal
ippopotamo fantastico di Gb 4015.
zare; Gb 2210 + terrore; Dn 11 Esd
4< (qere); 2Cr 321a = Pi. intimorire.
Is 28lt. > .
!

'

it

T t

. ;

-I

(7

S 1

1 r

-I

Ij

*. f

v t *

1 1

1 1

1 *

'

v v

!-

93

Q. 1. Significato fsico. Indica il mo


vimento in relazione con il suo termi
ne. Per differenziarne il significato assu
miamo come criterio il rapporto di ci
che si muove con il limite del termine
spaziale. Se superando il termine esso si
trova in uno spazio chiuso, diremo en
trare; il passaggio del limite sar oltrepas
sare, varcare; toccarlo significa giungere; da
maggiore distanza, avvicinarsi; senza defi
nire la distanza significa andare o venire.
a) Entrare, introdursi, mettersi, cacciarsi, intra-

Pollice Es 2920Lv 824 1414.1..25,28. <


Leucodermia, vitiligine Lv 1339.
))] , pi. ]Macchia (della
pelle) Lv 13"(+ lOx) 1456.

[ Q. (ini. ass. e cstr.), pft, , f. ,


c. suff. , 2 )(, , 1 , pi.
, 2 , 1 , ISam 258; ipf.
^(): c. suff. 2 ,, c. suff. ;
pi. 0 (!, , c. suff. ;;f. e
folarsi, infiltrarsi, penetrare; impregnare, imbe
, 2 , 1 , wayy. ecc.; uss.
vere, intridere; introdursi, inoltrarsi, addentrar
3 f. Is 519, coort. , pi. ;
si, immergersi; rifugiarsi, installarsi, stabilirsi;
imptv. (), f. , 0 (, pi . ;inf. c.
conficcarsi, inserirsi; invadere, irrompere; immi
suff., di 3 f. pi . ()e (), + mf.
grare. entrare nell'arca Gen
cstr. ;()ptc. m. , pi. , cstr., c.
6 m; . entrare, ripararsi sotto
suff. , f. ecc. Forme irregolari
IRe 12t2 k; !k, q ISam 2534 il mio tetto 198; addentrar
si nella nube Es 2410; &
(invece di )!. Hi. pft. 3 , c. suff.
entrare nella tenda dell'incontro 2843,
, 2 , c. suff. , e , c.
correlativo $ avvicinarsi, accostarsi =
suff. ecc., 1 , c. suff.
302o: ... cibo in
ecc., e , c. suff. Gen 439 ecc.,
cui penetra acqua (contaminata), cibo
2 Re 1925, pi. 3 , c. suff. ,
preparato con acqua Lv 113A; Is 12 en
2
e 1 1, c. suff. Nm
trare (implicito, nel tempio): pesta
3217; ipf. ;ecc., c. suff. 1 ( IRe
re, calcare; entrare, introdursi
21 e Mi 11S k ), pi. 3
e ;, f.
nella roccia = Ni. nascondersi 210;
;wayy, , ;inf. ass. , cstr.
;+ inf. cstr. ( Ger 397 2Cr 3110 sono chiusi gli ingressi
delle case, chiusi senza entrata, senza ac
;)imptv. ) ISam 204a, Ger
cesso 24,0; nella stanza =
17Je), ecc.; ptc. ecc. Ho, pft. 3
nascondersi, occultarsi 220;
m, , f. , 2 , pi. 3 Gen
entrare nella citt - Pi. avvicinarsi
43IB; ipf. , pi. ;ptc. ,,
3733; nella citt * usci
]
re in aperta campagna Ger 141e;
Verbo generico, dal significato poco
in casa = andare 165; nella
differenziato, che corrisponde a molti si
tua casa Sai 5a; inoltrarsi
gnificati italiani, differenziati a seconda
in acque profonde = sommergersi
dei criteri: entrare, mettersi, cacciarsi; oltre6%; rocca di rifu
passare, varcare, trapassare, trafiggere; giunge
re, arrivare, avvicinarsi; andare, venire, tornare;
gio sempre accessibile 713; in
Egitto, correlativo stabilirsi 10523;
presentarsi, comparire, unirsi, incorporarsi, as
sociarsi, ricorrere a; incorrere; attaccare; accade impregna come acqua le
viscere 109,8; introdursi nel
re, compiersi, adempiersi; futuro, venturo.
-

v r

....

'!

. . /

* Uf

1.

* -

-.*

94

la tana, nel covo Gb 378 = pU> restare;


non assaggiavo vino (non
entrava vino nella mia bocca) Dn 103;
+ territorio, invadere, campo milita
re 119i* $ tornare; insediar
si (primo ingresso) Ne 28. b) Attraversare,
oltrepassare, spostare, trasferire, trafiggere, supe
rare, penetrare, farsi strada, entrare da, passare
fra/per oltrepassare la corti

na Lv 2123 = ^ avvicinarsi, accostarsi;


entrare dalle porte, passare
da Ger 72; la spada trapassa
il cuore Sai 371g; * penetra
re nella sua duplice corazza Gb 41s =
Pi. aprire; 2< la porta
non si poteva oltrepassare, era proibi
to l'ingresso Est 42; \2< aprirsi la
strada tranquillamente Dn 112!;
attraversare il loro territorio 2Cr 20]0.
c) Giungere, arrivare, attraccare, raggiun
gere,

accedere,

avvicinarsi,

approssimarsi.

giungere a Gen 1131, correlativo


andare; era sul punto
di giungere 12!,; fino all'ingresso,
frontiera 1310; giunse a frata 35,6; fino al passo di Gdc 33;
fino a giungere 64; 2<
arriva al collo Sai 692; giun
gere al tribunale Gb 233 = trovare;
* [ fin qui arriverai e
non oltre 38 . d) Quando ci che si muove
considerato distante dal suo termine, l'italiano
differenzia i verbi a seconda del punto di
vista in: andare, venire, tornare. Se colui
che parla distante dal termine, si dice
andare-, se si trova al termine, si dice veni
re; se 11 termine coincide con il punto di
partenza, si dice tornare. Andare, dirigersi,
incamminarsi, indirizzarsi, trasferirsi, spostarsi,
andare, camminare, immigrare, venire, accorre
re; scendere (termine inferiore), Immigrare
Gen 46e; dirigersi l (verso di essa)

D t 11I0; trasferirsi a 185; dirigersi

2Re l l i8; andare 229 Est 117; venire Is 35,0


= >tornare = 55( dall'esilio); venire
3734 ^ 1$ tornare (al suo paese); venire
Ger 3112 = affluire, accorrere; venire
Qo 5,g ^ andarsene; venire Ct 48 =
( corretto; cf. apparato della BHS)
tornare Sai 1266 * andare; Pr 720;
Ne 1321 ^recarsi di sabato; Qo
5,4
+ + +
tornare, uscire; venire da Ger 622;
- uscire Gb 379; 1 tornare
dalla campagna Gen 2529; proveniente
da 3318; venire da Is 63! = ( corretto)
avanzare; scendere nel
profondo della terra Sai 63,0; scendere Es
243 ^ salire (v. 1).
2.
Quando il termine una persona,
una personificazione, un gruppo urnano. A una persona: presentarsi, accorrere,
'

vi t

ricorrere, comparire, avvicinarsi, approssimarsi,


visitare, raggiungere, seguire, apparire. A un

gruppo umano, visto come ambito chi


so in cui si entra: essere ammesso, unirsi a,
aggregarsi a, affiliarsi, associarsi, entrare, essere
incluso, a) Recarsi, accorrere, ricorrere Est 112.

Con + persona o suffisso pronomina


le: andare in cerca di Gen 2430; accorrere
da 2627; avvicinarsi a 327 =
uscire incontro a; presentarsi davanti a
Es 726, recarsi 18,5 = Ni. comparire
(v. 14); avvicinarsi a Gdc 320; giunge
re a ISam 108; presentarsi a Est 212; +
apparire in sogno Gen 203. Con
: giungere alla presenza di Lam 122;
contesto giudiziario Gb 13I6.
si avvicin a dove (al luogo in cui) io
mi trovavo Dn 817. b) Adesione, ammissio
ne, associazione: essere ammesso
nell'assemblea di Dt 232; andare,
aggregarsi a Sai 2A = $ sedersi
con; coloro che si unirno a Davide lC r 12!. c) Modalit ostile:
invadere, penetrare in mez

95

parto, il momento 66/, giunge


poli che invaderai Es 2327; invadere (la re, essere eseguita la sentenza Ger 482l;
il disastro Sai 358 + im
citt personificata Ger 49,,; connotazione
previsto, li sorprende; compiersi
sessuale?); ingaggiare com
la parola 10519; la maledizione
battimento con Nm 109; avanzare
ricade 10917^ restare lontano, lungi;
contro Dn 1116; marciare contro Ger
tocca a te, capita a te Gb 45 =
49 = proporre battaglia.
si abbatte su; il terrore raggiunge
3. In senso figurato si dice di uno
spazio immobile che si estende. ...
Pr 126; si adempie il desiderio
131 ^ 2< Ho, essere differito, c) Il fu
estendersi fino a Gen 1019; ... !
turo globalmente inteso: il futuro
gli cresce la calvizie, gli aumenta
Is 4122 = quel che avverr,
Ger 475.
che sta per accadere = 1 Javvenire
4. Senso figurato: proiezione nel
tempo del movimento spaziale. Il tem
(v. 23).
5.
Vari usi in senso figurato, dove
po futuro o gli eventi vengono, il futuro
si vede qualcosa come termine a cui si
l'avvenire, l'uomo futuro il venturo,
giunge, come ambito in cui si entra, come
quello che deve venire. Se sono inattesi,
qualit che appare o situazione in cui ci si
gli eventi soprawengono/sopraggiungotrova, a) Informazione. Il suono, la parola
no. Giungere, succedere, accadere, presentarsi,
viene, giunge: pu darsi che per gli Ebrei
avvenire, capitare-, sopravvenire, sopraggiunge
tale significato non fosse figurato, bens
re, sorprendere, cadere addosso-, compiersi, effet
proprio. l'accusa, la rimostran
tuarsi, realizzarsi. Participio futuro, venturo,
za giunge Gen 1821; ]1 l'eco giunge,
l'avvenire, a) Tempo come contenente. L'ora,
risuona Ger 2531; ...1
il mio
il giorno, una tappa giunge, viene, si
grido d'aiuto giunse ai suoi orecchi Sai
avvicina: giunge alla fine Gen 6,3;
verranno anni 4129; viene 187; giunga alla tua presen
za il lamento 79!!; giun
la sua ora Is 1322 * Ni. venire dif
ga fino a te la mia supplica, correlativo
ferita, rinviata, procrastinata; + fine,
presta ascolto 883; un
turno, momento, giorno Ez
caso giudiziario, una querela si presenta
7,s, giunge per lui il suo giorno
a 2Cr 1910. b) Qualit, doni: giungere, ave
Sai 3713; il tempo/la scadenza
re accesso; Is 5 9 u qualit personificate
102,4. b) Tempo sotto l'aspetto del contenuto =
la sincerit non trova
gli eventi: avviene una disgrazia
Gen 4221; si compie il piano Is 5 1g accesso; la sapienza proviene
= si ricava Gb 28z0; la be
= Hi., Pi. affrettare; la
nedizione... ricade su 2913; 5 ?
sferza raggiunge 2815(qere); pre
la saggezza entra nella mente Pr 210.
cipita, giunge improvviso il suo crollo Is
c) Entrare, trovarsi in una situazione:
301a; avvengono entrambe le
^accettare il patto, impegnarsi
cose 479; giunge la sciagura Is 47
Ger 3410; la citt venne
= cadere su, abbattersi; ...
assediata, entr in stato dassedio 52s;
sta per giungere 56, = Ni. rive
godere della tua amnistia Sai
larsi; giungere la luce, albeggiare
692a; ,! si avvicina alla sua fine
60, = ;giungere i dolori del

zo a loro Ne 45; i po

96

italiano: allora va e dice, va a dire, and


(visione correlativa ed equivalente alla
da Gen 1318 37,0 2Re 1728 229.
fine che raggiunge qualcuno) Dn 1145.
Nota. Si potrebbe applicare 11 criterio
d) Essere preso in considerazione, essere an
del campo semantico per tentare un'al
noverato, computato: compre
tra classificazione. P. es. campo militare:
so nel/compensato dal prezzo Es 22,4;
attaccare
Gen 32,; invadere un territorio

non entrare
nel comEs 2327; adatto al servizio (essere recluta
puto dei mesi Gb 3 6.
to) Nm 43; ingaggiare una battaglia 109;
Fraseologia, a) In espressione polare.
assalire/assaltare Gb 1521; mettersi sul
+ = uscire ed entrare, indicano
piede di guerra lC r 197. Campo foren
la totalit dei movimenti, attivit, situa
se: giungere, l'accusa Gen 1821; recarsi in
zioni della vita:
tribunale 2310; presentare la causa Is 123;
sono impedito, non posso muovermi
attaccare lite, intentare un processo 3,4;
Dt 312; quando entri ed esci = tutti i
la giustizia personificata 59,4; si esegue la
tuoi movimenti + sedersi Is 3728;
sentenza Ger 482); godere dell'indulto Sai
muoversi liberamente Ger 374 (ketib)
6928; comparire le parti (in lite) Gb 131(S.
^ mettere in carcere;
Hi. I significati sono in gran parte
darsi il turno ogni mese
riducibili a quelli riscontrati per il Q.,
lC r 27,; dirigere il popolo
passando dall'intransitivo al transitivo o
2Cr 110; [1 nessuno vi
aggiungendo la modalit fattitiva propria
veva in pace 155; ,, non per
della coniugazione. Perci seguiamo le
metteva le comunicazioni, impediva
divisioni del Q. Hi. abbonda nel campo
16!; ! dovunque vada 237.
semantico del culto.
b) Campo sessuale. Avere rapporti Gen 64
1.
Significato proprio, di qualcosa
D t 255; forse Ger 494. c) Cominciare a rico
di mobile spinto verso il suo termine,
prire 0 a svolgere una mansione: co
a) Trasposto il termine, introdotto nel re
loro che prendevano parte al consiglio
cinto. Mettere, introdurre, porre, fare entrare;
Gen 23,0; adatto al servizio Nm
alloggiare, sistemare, insediare, immagazzina
43; adatto al lavoro 447;
re; inchiodare, conficcare; immergere, fare cagli tocca il turno del sabato 2Cr 234.
dere\ mettere nell'arca Gen
d) Altri: tramontare, il sole
6,9; fare entrare in casa 43,t;
Gen 15,2 = Is 6020; 1 quel che ave
accumulare, tesaurizzare il
va a portata di mano Gen 32,4;
denaro 47 ;T mettere la mano
resiste al fuoco, a prova di fuoco Nm
in seno Es 46; fare entrare nel
3123; avere in mente, desiderare
paese 13g; insediare l'arca
2Cr 7 . Et: avanti negli anni,
26 , - lasciare, insediare al
in et avanzata Gen 18 . Eufemismo per
loro posto Nm 3217; rimpiaz
morire: 1 riunirsi con gli
zare, sostituire Lv 1442; ospitare Is
antenati Sai 4920; scendere
587; sommergere Ez 2726;
nella tomba Gb 526.
infondere spirito, alito Ez 375;
6.
Casi speciali. Calpestare, calcare Is spingere, fare cadere in trappola Sai 66;
413.25 = idem; Sai 36,2. Pu funzio
conficcare le frecce della
sua faretra Lam 313, b) Fare passare, fare
nare come ausiliare o espletivo, come in

1 1

'

97
attraversare Lv 1612. c) Movimento di distanza
dal temine: portare, caricare, condurre, traspor
tare} inviare, mandare} fare tornare. Hi. +

chiamare e fare venire Is 4815; recare


= Ni. essere portato in braccio 4922;
condurre verso il/sul monte
=guidare Sai 433; !inviare,
mandare la spada Ez 1417;
rimpatriare 372l = Pi. radunare;
fare tornare Is 436; tirare fuori
dalla terra di Ger 238 = Hi. disper
dere; 318; scegliere fra i figli di
Dn 13.
2. Il termine una persona o un
gruppo, a) A una persona. Condurre, pre
sentare, fare pervenire, offrire: va ad Adamo
Gen 222; doni a Dio 43; cibo al padre 2710;
offerte Es 3529Lv 4235t 6W;
presentare il ragazzo a ISam 1^; restituire
il figlio al padre Gen 4237 = Hi.; fece
venire suo padre 477; tributo al re 2Cr
17 . b) A un gruppo: addurre la pr
va Es 2212; mandare la spa
da contro di voi Lv 2625;
fare precipitare il mare sopra di loro Gs
247; mandare le quaglie Sai 10540
correlativo chiedere; )
istigare banditi contro di loro Ger 1822.
3. Significato temporale. Fare s
che avvenga, inviare, adempiere, realizzare:
adempiere quanto ha det
to Gen 1819; realizzare 2Re 1925 correlativo
progettare = Is 3726; inviare una
sventura, dare corso a una minaccia 312 ^
Hi. revocare; l'ho
detto e lo far 46 = 1 ) ^l'ho
stabilito e lo realizzer; adempie
re la parola, quanto detto Ger 2513; +
+ Pi. compiere, eseguire, met
tere in atto quanto detto 403;
soddisfare l'avidit, appagare il desiderio
Sai 7829.
T

4,

Senso figurato, a) Campo dell'infor-

inazione. Portare, recare, fare giungere, passa


re, trasmettere: portare cattive in

formazioni Gen 372; trasmettere


una questione, una lagnanza Es 1826;
dare un consiglio, consigliare Is
163; causare il grido, la prote
sta Gb 3428. b) Fare ricadere, arrecare, al
trarre, procurare, farsi carico di:
causare un peccato Gen 209;
attrarre, arrecare la maledizione 2712 =
Dt 2926; acquistare saggez
za Sai 9012. c) Fare incorrere in, impegnare:
\2( renderci colpevoli Gen 2610;
impegnare con giuramento Ez
1713 = stipulare un patto, con
cordare; portare in giudizio,
fare comparire Qo 12 M.
Fraseologia. Ger 1721.22espressione po
lare, togliere e mettere;
assoggettare il collo al giogo Ger 27
= essere vassallo; fare
tramontare il sole Am 89; fare
passare per il fuoco Zc 139;
seguire la correzione, applicarsi all'inse
gnamento, al monito Pr 2312.
t

i f

Ho. Essere messo, posto, introdotto Gen


43 essere portato, offerto Lv 623.
essere messo, immerso in acqua 1132; es
sere introdotto 1627; colletta
del tempio 2Re 125 224; essere importato
Ger 109; essere deportato 2 722; essere condotto
Ez 404; essere presentato Sai 45J5 = Ho.
essere condotto.
V

'

, , ,
i

Ne 6a. -> .
T

Per distinguere verbi e sostantivi si


mili: disprezzare} disprezzo, di
sprezzo. disprezzare, disprezzato, vile,

98


spregevole, disprezzo. saccheggiare,
bottino, bottino.
'

'l

[ Q. pft. Zc 4W al posto d , ,
pi . ;i pf . ;, 2 ; inf. ass. ;pt c. ]
Disprezzare, dileggiare, farsi beffe, snobbare,
sdegnare, disdegnare, sottovalutare, vilipendere;
non considerare, tenere in poco conto, denigrare.

Di solito costruito con 2 . Re 192) =


farsi beffe; Zc 4 ,0 * festeggiare, fare
festa; Pr 17 630; 1112 * Uhn Hi. tacere; 13i3
;!rispettoso; 142! * Polel impie
tosirsi; 2322 ^ 2 )ascoltare, dare retta;
3017 = ;Ct 8!-7 Sir 8, 3122.
V

T, .

'

re; 636; Zc 10 5; Sai 446 = Fi. awentar-


si, attaccare; 6014 108! Pr 277.
Polel. Pestare, calpestare Is 63,a; Ger 12l0+
nn.ULPi...devastare.
Ho. Essere calpestato Is 1419.
Hitpolel. Sguazzare, dibattersi Ez 16622.
V

t ;

, .
J

P1D [Q. ipf. 2 m. sg. . Hitpalpel ipf. 3


m, sg. ]

Q. Rallegrarsi, allietarsi,1 di, Sir 162A.

Hitpalpel. Godere,giovarsi, di Sir 14,,. j


] ICr 42l1 Lino, bisso Ez 27t Est l t
8!5 ICr 421 1527 2Cr 2 !3 3 ]4 512.

Disprezzo, disistima, svilimento, beffa,


indifferenza, noncuranza, vilipendio, vituperio.

Sinonimi: oltraggio, ignomi


nia. Sai 311910740 11922; 123M= sarca
smo; Gb 125.2! 3134 Pr 18a Sir 417;
rendersi spregevole Gen 3823 Pr 123.

Desolazione, vuoto Na 2+
desolazione e devastazio
ne.
I
1
*Pastore Am 7!4.
,
i

Disprezzo Ne 336 = oltraggio,


onta, insulto.
[ Ni. pft. 3 f. , pi. ;ptc. pi.
]Essere costernato Est 3IS; disorientato,
senza via di scampo Es 143; disorientata,
inquieta Gl l 1e.
yf .
r

Cibo Gb 4020; ceppo Is 44 19 spre


giativo, detto dell'idolo.
[ Q. ipf. ;, 2 , 1 , c. suff.
, l pi. ;ptc. irreg. Zc 10S.
Polel pft. 0 0 (, Ho. ptc. . Hitpolel
ptc. f. ]
Q. Pestare, calcare, schiacciare, calpestare,
conculcare. Is 1425 + 2 )spezzare, rompe

1 ))] M. c. suff. , , ; pi. ,


, direz. ]Pozzo, cisterna, serbatoio;
cella, segreta, sotterraneo; tomba, sima. a) Poz
zo Es 2134 D t 6!1 ISam 1922 2Re 10!4 Is
3616 Q o 126. Cisterna Gen 3720 (+ 8x)
ISam 136 Ger 38 (+ 6x) 417. Verbi as

sociati: scavare Sai 7I6, scavare


Ger 2 !3 2Cr 26!0, aprire e lascia
re scoperto Es 2133. b) Segreta, sotterraneo
Gen 41M; Is 2422 = carcere; Zc 9+
prigioniero; idem Ger 37!
+ cantine, c) Fossa, tomba. Sinoni
mi e associati $ abisso, morte,
?sepoltura, la profondit
della terra Is 381B; Ez 2620 ^ . il
mondo dei viventi; 31I4.W32!s (+ 3x) Sai
30 ,; 88 = nelle tene
bre profonde; Pr 28!7. Espressioni ste
reotipate: coloro che scendono

99

1. Con predominio dellaspetto


psicologico, a) Vergognarsi. Sinonimi:
Ni . , 2, . ls l 29; 24*, = 3727 ;
+ essere sconftto; 41 = Ni. ^
Ni. infiammarsi; Ger 20 con 31 ; i9;
4839 correlativo farsi beffe; Ez 1652
= pagare le conseguenze della
vergogna; Sof 3 con ;Sir 41l6.17B/BmMcon
dinanzi a, / di; 42!BMcon 5129 ;
Nota. Is 14,9 Nota.
con . b) Provare timidezza/confusione, im
paurirsi, avvilirsi Is 44 = spaventar
] + inf. cstr. , c. suff, [-
si; 544 = temere, Ni. vergognarsi;
.
Mi 716 5* coraggio; Esd 822 con ;
Sir 420.22C.26
[ *(Q. pft. , , f. 2 , f. ,
2. Con predominio dell'aspetto og
1
, pi.
, ; i pf. ,, 2 gettivo. a) Con riferimento esplicito 0 impli

nella fossa, coloro che vengono sepolti


Is 3818 = , , ** chi/colui che
vive; Ez 2630 = .abitanti del pas
sato; Sai 28! 1437 Pr 112; vertice
della sima, fondo della fossa Is 14t5 Ez
3223. Altri: fossa fatale Sai 409;
il pozzo profondo, la profon
dita della fossa Sai 887 Lam 355.

$ , 1 , pi . , , coort. ;

cito a una previa speranza 0 attesa 0 fiducia,

imptv. f . , pi . ; inf, cstr. , ;ptc.

espressa con confidare, 1 sperare,


affidarsi. Is 199_10 = impallidire,
Fu. essere costernato.'v1
1 1 - ab
battuti; 20s = sentirsi abbattuto;
2922 = ( sintomo fisico); 42 [7
correlativo 449 ; correlativo
inutile; 4923 correlativo sperare; Ger
236 + subire uno sgarbo, un oltraggio;
12j3 implicitamente speranza di raccolto;
14m = non trovare; Gl 227; Sai
2520 correlativo rifugiarsi; 31 i8 cor
relativo chiamare; Gb 620 correlativo
confidare, b) Sconftta, in battaglia 0 in
giudizio. Implicitamente presuppone una
speranza di vittoria, Is 4517 = Ni.
vergognarsi; 6 5 3 ** rallegrarsi; 66 s
^ gioia, festa; Ger 9 8 = Fu,
essere devastato; Sai 6 = Ni. essere
sconcertato.
3. Considerando il limite. Stancarsi,
stufarsi, tediarsi. Come vi una speranza
che viene frustrata, cos vi un attesa
che conduce alla disperazione.
fino ad annoiarsi Gdc 325;
insistere fino a infastidirlo 2Re 217; a lun
go, per lungo tempo 8 .

pi, . Pi. ipf, 2 m. sg, Sir 86. Polel


<. Hi. Forme normali: pft. 2 ( (0 ( ;
ipf, 2 c. suf f . 2 , pi . ; ptc. ,
f. . Forme irregolari: pft. )
Is 30s), f. , 2 , pi . ; imptv.
pi . . Hitpolel ipf. Gen 225]

Q. Vergognarsi, arrossire, essere in imba


razzo-, essere confuso, turbato, umiliato; fare
una figuraccia; uscire con le orecchie basse, con
la coda fra le gambe; morire dalla vergogna;
provare riguardo, rispetto, timidezza, impaurir
si, avvilirsi; essere defraudato, deluso, disilluso,
disincantato, disingannato, spiazzato, distrutto,
sconftto; restare di stucco, essere piantato in
asso; fallire, sbagliare i calcoli, essere beffata/sfu
mata la speranza, restare con un palmo di naso,
tornarsene con le pive nel sacco. Pu indicare

l'aspetto psicologico, sentimento di ver


gogna, o l'aspetto oggettivo, sconfitta o
fallimento. Si costruisce di consueto in
forma assoluta; a volte con + ogget
to della vergogna, o + motivo. Molto
spesso difficile decidere se predomini
l'aspetto psicologico o quello oggettivo.

100

T T

Nota. In Os 13,5 forse seccarsi; in


Sai 37 19 idem. Con negazione pu signi

ficare sfacciataggine, sfrontatezza, faccia


tosta Ger 615 8 ,2.

re al saccheggio, alla razzia Ger 1513 173


30,5; Ez 721 = preda; 2346 257.
(accusativo interno) = Is 10t Ez
29!9 38x243; Is 3323
Da questa radice, probabil
mente attraverso lo spagnolo "baza",
sembra derivare l'italiano "bazza".
Nota.

Pi. Oltraggiare, fare arrossire Sir 8t.


Polel. Tardare, indugiare, ritardare, soffer
marsi Es 32, Gdc 528.
Hi. a) Significato transitivo. Fare vergo
gnare, svergognare, mettere in imbarazzo, fare
arrossire, confondere; deludere, fare fallire, scon
figgere. Confondere Sai 14e; sconfiggere
44e * Hi. salvare, dare la vittoria; de

ludere 11931; 119 6 non sia


deluso per avere sperato (variato); sver
gognare Pr 29,5; arrecare cattiva fama Sir
42Bm. b) Significato intransitivo. Vergognar
si Ger 22t 6l5 89; disonorarsi Os 2 7 =
fornicare. Restare deluso Is 305; Ger 10,4 =
Ni. abbrutirsi; 4624 481502 0 Zc 95.
Participio: essere indegno, godere cattiva fama
(arreca vergogna ai suoi o ne delude le
speranze) Pr 105 * abile, capace;
124 1435 192$
Hitpolel. Provare vergogna Gen 225.
Nota. In Gl l m2 probabilmente

[ Q. pft. 3 pi ]Solcare Is 1827.


Forse da .
[ Q. pft. 2 , C. suf f . , , pi.
1
;ip. 2 wayy. ;c. suff. ,
2
, p i . ;+ inf. cstr. Sir 10^
ptc. , c. s u ff. , pi. , c str. , c.
su ff. , p ass. , f. . Ni. ptc. , p i
. Hi. inf. ]
Q. Disprezzare, sottovalutare, svilire, sva
lutare, disdegnare, sdegnare, spregiare, disisti
mare, snobbare, vilipendere, avere poca stima,
non interessare, non rispettare; disonorare, of
fendere, farsi beffe; svendere, ribassare, conside
rare troppo poco. Complemento: persona o
valori, a) Disprezzare, qualcuno un'altra
persona ISam 1027 1742; disprez
zato dal popolo Sai 227 =

inaridirsi.

onta della gente; Sir 316A = Hi. in


sultare;
7 n. ,L'uomo nei confronti di Dio
V r
,
, ,

e
2Sam 12i0 Pr 142; ( la sua) paro
la 2Sam 129; ( il suo) comando
Vergogna, ignominia, onta, confusione,
Nm 1531; ( il suo) nome Mi \ 6.
rossore, impaccio, imbarazzo Ez 7W=
Dio nei confronti dell'uomo (al negati
spavento; Abd 10 Mi 7 10 Sai 8946.
vo) Sai 5119; 6934 * ascoltare; 102,a ^
volgersi, esaudire; Sir 1023 * Pi.
[ C. art . , c. suff. - ]Bottino, spoglie,
onorare, b) Disprezzare, spregiare (accordi,
saccheggio, preda, sacco, razzia. Di consue
oggetti ecc.): il giuramento Ez
to indica loggetto (in Ez 36S dubbio).
l s9 17lt.18 + Hi. violare l'allean
Sinonimo . Bottino Nm 3132.
za; il comando Pr 19,6 (corretto) *
Pronto-al-bottino, nome ignominioso Is
osservare; l'abilit Qo 9 ,6 =
81.3 / essere preda, bottino,
Ni. disattendere; le piespoglia, cadere prigioniero Nm 143 Dt
cole cose Sir 19, ; ^le mie cose sante
139, 2Re 21,4 = preda, spoglia, Is
4222 Ez 265 34fi 364. abbandona
Ez 228 = Pi. profanare; le

101

T T

suppliche Sir 44. c) Disonorare Pr 1520 ^


Pi. rallegrare; offendere, ferire,
(oggetto delToffesa) Ne 219= Hi. farsi
beffe; 2Cr 3616- , beffar$if sbeffeggiatori. d) Svendere Gen 2534;
considerare troppo poco, non acconten
tarsi Est 36 + e infinito costrutto.
Ni. Non valere ISam 159 9* preziogo; essere spregevole Is 53a = 1 caduco,
disistimare; non valere la pena
Mi 1!?; spregevole 29 = vile; Sai 154
^ Pi. onorare; 119141 correlativo
:piccolo; plebeo Dn 1121 * titoli
regali.
HI. Disprezzare Est 117.
;

Nota, in ISam 15 va letto come


T

'

[participio femminile Ni. .

V *, ?! .

[Cstr. ]Aggettivo. Disprezzato,


\spregevole Is 497. Testo dubbio.
' Bottino, spoglie Dn 1124 = ;Esd 97
st 9 m 2Cr 14132513; confisca Dn 1133 (testi
[recenti).
!|[ Q. pft. pi. 3 ,, c. suff. 1 ,
]Dt 235, Dt 37; ipf. 2 , pi. 3
(e. suff. Sof 29), 2 1 , coort
ISam 1436; imptv. pi.
;!inf. , ( inter
rogativo Ez 38,g); ptc. pi, , c. suff.
!, , !, pass. . Ni. pft. 3 pi.
irregolare , ipf. 3 f. , inf. . Pu. 3
pi. weqatal ]
Saccheggiare, derubare, depredare,
svaligiare, catturare, fare bottino, fare razzia,
impadronirsi del bottino, predare, darsi al sac
cheggio, darsi alla rapina, mettere a sacco; cat
turare, fare prigioniero, sequestrare; strappare,
carpire, rubare, defraudare, portarsi via. Com

sone possono essere oggetto (in quanto


catturate) del saccheggio, della razzia,
oppure vittime depredate. Il complemen
to con indica il beneficiario. Sinonimi:
prendere, 2< dare la caccia,
portarsi via, rubare, mettere a sac
co, depredare, spogliare, a) Realt
sociale. Una citt Gen 3427; un accam
pamento 2Re 7lt; un territorio Ez 29 !9.
b) Bottino materiale: bottino Nm 3132;
oro 3153^4; bottino D t 2014;
bestiame Gs 82: mercanzia Ez 26,2; ... argento... oro
Na 2m. c) Persone Gen 3429 = cattu
rare; Is 102 = defraudare; 1114; 1714 =
depredare; 4224 Ger 30 ,6 Ez 3910.
t

*.

Ni. Essere saccheggiato Is 243 = Ni,


essere devastato; Am 3 .
Pu. Essere saccheggiato Ger 5037.
1f , .
-

! Disprezzo, spregio, biasimo Est 118.


p O Scintilla, favilla Ez 114.
[ O. ipf, ?. Pi. pft. ]
Q. Ripartire, spartire, distribuire Dn 1124.
Pi. Disperdere Sai 6831.
Nota. > .

Esaminatore Ger 627.


1 pi. c. suff. q, k] Torre d'assedio (?) Is 23,3. > .
.

Q.

plemento: citt, persone, beni. Le per-

pi. , , cstr. ; c. suff,


, , (), , ]()
Giovane, ragazzo, ragazzetto, garzone, servi
tore, adolescente; soldato, guerriero. Molto
spesso associato, in espressione polare
o merismo o antitesi, con: madre,

102

ragazza, anziano, a) Come so


stantivo. D t 3225 + ;Gdc 1410 ISam
8,6 Is 31a; Ger 15a + 4926 ; ;3113 +
guerrieri; giovane awenente Rut 310; Qo 119 correlativo gio
vinezza; Lam 513.= ragazzi.
giovani gagliardi/aitanti, giovanotti leg
giadri Ez 236,13.23. b) Come aggettivo. Eletto,
prescelto, selezionato Es 147 Gdc 201M6 ISam
243 2Sam 6, Ger 4919; Sai 8920 correlativo
truppa; Ct 515; di una casa, ben siste
mata Sir 2 6 16.

scere, vigilare. Ger 6 27; 9 6 + ;Zc


13, MI 3,0 Sai 7,0 1 Q '2 6 2 = Pi.; 818;
13923 = sondare; discernere Gb 12+
assaporare; 343 Pr 173. la for
nace mette alla prova Sir 3126BF; il
palato assaggia 36,9BBm.
Ni. Essere saggiato, messo/sottoposto alla
prova Gen 421g.,t Gb 3436.
Nota. Per Ez 2118 si consultino i com

mentari.
V

!1. 3 ; (?) , ,:

/ [ Solo P1. c. suff.,

Torre di vedetta Is 32M.

, ]Giovinezza Nm
Qo 119 12 J

Prova, in pietra angolare, chiave

l l e
di volta Is 28J6.

. -<

[ Cstr. , c, suff. , , pi. c.


suff. , , , ] Sostantivo.
Prescelto, eletto. Sempre del Signore: con
Yhwh, mio, miei, suoi, tuoi 2Sam 216 Is
42, 4320 454 659A522 Sai 894 105t43 Sir 46!.

[ Q. pft. 3 f. ]Adirarsi, irritarsi,


spazientirsi Zc 118. Testo dubbio.
Nota. Alcuni leggono participio Pu.

di questa radice in Pr 2021 (ketib); per il


qere Pu.

[ Q. pft. 3 C. suff. , 2 , c. suff,


1 , c. suff. , pi. , c. suff.
;ipf. 2 , c. suff. , ;
imptv. c. suff. , pi. c. suff. ;inf.
. Ni. i pf . , pi . , ]
T

I ' r

! i r

Q. Esaminare, provare, comprovare, son


dare, saggiare, analizzare, mettere alla prova,
ponderare, soppesare, testare, stimare, valutare,
vagliare, caratare, raffinare, accertare, appura
re, assodare, scrutare. Associati: fonde

re, vedere, comprovare, ricono

io. pft, 2 , 1 , c. suff.


, pi , , 2 1 ; ipf. , c. suff.
, Sir 417, 2 , 1 , coort.
, c. suff.
, pi. , 1 ;
imptv. , pi. ;inf. ass. ;inf. cstr.
c. suff. ; ptc. , pass. , pi. cstr.
. Ni. , pi. Sir 39308 ptc.
. Pu. ipf. Qo 94k]
Q. Scegliere, eleggere, selezionare, preferre, distinguere, designare. Costruzione; il
complemento va senza preposizione o
con , senza che si colga un coerente
cambiamento di significato. In IRe 1134
si usa ; il gruppo dai quale si sceglie
va di solito con fp; con la persona a
favore della quale si sceglie, di consue
to lo stesso soggetto: scegliersi. Sinonimo:
. Antonimo: respingere. Gen
13 D t 437; fra tutte 18s; Sir 45;
scegliti una di esse, sce
gline una 2Sam 2412; Is 129 = amare;
715 * ;442 = ^ affetto; pre
ferire, prediligere Ger 83; Zc 32; Sai 65s +
Pi. avvicinare, consentire !,accesso;

103

84 = vale di pi; 13213 = Pi.


desiderare, stabilire; Gb 914 15s Pr 129.
Fraseologia. Frequente in Dt il sin
tagma che Yhwh ha scel
to, prescelto da Yhwh.
Nota. In ISam 203o si propone la lettu

ra ha confabulato/tramato con;
se si mantiene TM, si pu tradurre: ha
optato a favore di. In Sai 475 cf. appa
rato della BHS; se non lo si corregge, il
significato : ha scelto per noi la nostra
eredit. In Is 4810va letto , oppure va
inteso: ti ho saggiato nel crogiuolo. In
Sir 417 va Ietto .
Ni. Con . Essere preferibile Pr 81a191616
213 22!. Pregiato 102oEssere scelto, assegnato
Sir 392,B = essere valido. Essere accet
tato 4116.
Fu. Essere preferibile Qo 94 (ketib).
V , , , .
T

T *

/ [ a. ptc, . Pi. ipf. ;;


inf. ]
Q. Participio. Ciarlatano, chiacchierone,
linguacciuto Pr 1218 Sir 5,3.
Pi. Cianciare, ciarlare, essere un chiacchie
rone, parlare a vanvera Lv 5 4 Sai 10633.
V .
T

[ Q. pft. , f. 1 ,, 2
. pi . , 1 ; ipf. , 2
f . , 1 , , pi . , 2 ;
imptv. !pi . ; inf. ass. , cstr.
(c. suff. Ger 487); ptc. , , f,
!, pi. , f. , pass. , .
Hi. pft. 3 c. suff. Sir 136, 2 ,
wayy. ;!*ptc. c. suff. ]

i t t

1 11

* *

11 t 1

IT

1(

1 :

i >

Q. Confidare, affidarsi, credere, fare as


segnamento, contare su; appoggiarsi, basarsi,
fondarsi, abbandonarsi; essere/sentirsi sicuro,
tranquillo, fiducioso, sereno, calmo, pacifico, al

sicuro; fidarsi; essere un illuso, un ottimista,


farsi delle illusioni; riporre, depositare, fondare
la fiducia. Costruzione. Di consueto con

o , a volte con o in forma as


soluta. Sinonimi: Hi. credere,
essere tranquillo, pace; c'
speranza, affidare a/in. Antonimi:
temere, atterrirsi, precipitar
si, sfuggire, tremare.
1. L'aspetto fisico di appoggiarsi/ba
sarsi emerge in alcuni contesti in virt di
termini paralleli o di immagini associa
te: appoggiarsi a un
bastone di canna Is 3 66; 50,0 = Ni.
appoggiarsi; Sai 218 ^ vacillare; 26, ^
infiacchire; 125, come il monte;
Pr 35 = 2 )Ni. appoggiarsi, fidarsi; Sir
154 * vacillare.
2. Uso assoluto. Indica Patteggia
mento di essere o sentirsi al sicuro, con
aspetto positivo o negativo: 1
tranquillo e fiducioso Gdc 1S27; Is 329
= spensierate; Sai 273 * ;Gb
4023 ^ ; Pr 1115; 28, ^ . Costruito
con ( dativum commodi) farsi illusioni 2Re
1824 Ger 7e.
3. Con complemento. Confidare in
qualcuno 0 qualcosa. Con valore positivo
o negativo a seconda del contesto. Par
ticipio passivo fidente, fiducioso
Is 263 Sai 1127. a) In Dio. Frequente nel
Salterio: 4 9 n 136 21e 225 252. Sir 3224.
b) Negli uomini, nelle loro attivit, qualit
0 atteggiamenti: nell'uomo Ger
175 = cercare appoggio
nella carne; nelle proprie
ricchezze Ger 494; nella
montagna di Samaria Am 6,;'
in sacrifici Sir 3514; nelle
loro ricchezze Sai 497; (nella
tua bellezza Ez 16,5; in se stes
so Pr 2826; nelle tue proprie
opere Ger 487; nei principi

Sai 118,
rifugiarsi, ricorrere a
1463; nel loro esito Sir I 63
= Hi. confidare; ( (in
esse (le citt) Ger 5,7j nell'op
pressione Sai 62 ) = donare il
cuore; nella sua opulenza
Sai 529; negli idoli Is 4217 (cf. Ab
2,8);( ) nel faraone 2Re 1819.2124;
nella propria giustizia o nei
propri meriti Ez 3313; 2( nel mio
arco Sai 447
;*
v v nella cavalleria
Is 31,; nella tua malvagit 4710;
nella menzogna 594; con +
infinito costrutto non spe
rare (troppo) di essere al sicuro Sir 13 .
Fidarsi di: il fratello Ger 93 ^
Ni. guardarsi da; lamico
Mi 7S= Hi. confi dare; ( (
l'amico Sir 67; ( (ella (la
donna di valore) Pr 31 .
Hi. Fare confidare, indurre alla fiducia,
ispirare fiducia. Si costruisce direttamente
o con 2 / Re 18s0 = Is 361s Ger 28,5
293, Sai 22,0 Sir 136 2023.

49; Hi. condurre sicuro Sai 785


3
53
allarmarsi; rendere fiducio
so Gb 2423; sdraiarsi tranquillo Is
1430; coricarsi tranquillo Gb l l 1e;
Hi. Os 220;
abitare sicuro
D t 33 12 Sai I 69 Sir 47,2.
Fiducia Is 301s + calma,
2 >Hi. essere tranquillo.

Fiducia, speranza 2Re 18,9 Is 364


Qo 94.
Sicurezza, tranquillit Gb 126 =
1 essere in pace. Dubbio; > .
[ Q. pft. pi . ] Cessare il lavoro, met

tersi in sciopero Qo 123.

))] C. suff. ,, , ,
, , , ] Ventre, trippa, pan-

eia, addome, viscere, interiora, seno, grembo.


Designa la parte inferiore del tronco,
esterna o interna; quella interna colle
gata all'alimentazione o alla gestazione.
un'espres
V
., Il secondo
, , significato
, genera

sione temporale di nascita ed espres


Fiducia, sicurezza, tranquillit, pace,
sioni metaforiche. L'aspetto di interiori
quiete, calma, disinvoltura, a) Come sostantivo.
t consente l'applicazione alla vita dello
Is 32,7= <?calma, 2>pace, b) Come
spirito.
aggettivo: citt fiduciosa Gen 34^;
1.
Significato proprio, a) Esterno, ven
Ez 309, c) Come avverbio: procede
tre Gdc 321 Sai 442t Gb 401<s Ct 73. Interno,
re sicuro Pr 109; vivere tranquillo
viscere: tremano Ab 316; si
D t 12,0 ISam 12 ;camminare
consumano Sai 3110. b) In rapporto con Talifiducioso Mi 28; pU> abitare tranquil
mentazione: ( Hi.) nutrirsi Ez 33;
lo Dt 3328; Pr 133 = ^tranquiUo, **
soffrire la fame Pr 13^; Pi.
terrore, d) Forma avverbiale :
colmare/saziare Gb 2023 Sai 17W;
essere/stare al sicuro Ez 3427;
gonfiare Nm 52,.22; saziarsi Pr
Pr 323 ^ inciampare; 2< 1820. c) In rapporto con la gestazione. Gen
abitare sicuro Lv 25lfM9 265 IRe 55; Ger
2523 = viscere; 3827 Is 44224; Ger 15 =
493, = fiducioso; Ez 2826; 3425.28 ^
.; Os 124 Sai 2210; dal ventre
Hi. spaventare; 38,39626 Zc 14 Pr
al sepolcro Gb 10,9; 31,5 Qo l l 5.
329; 2( Hi. fare vivere tranquillo Sai
^ n parto, n gravidanza, n

105
concepimento Os 9 ; ,, ?3 Hi.
concepire, partorire, portare in grembo
Gb 1535 dalla nascita, fin da pri
ma di nascere: dalla
nascita alla morte Gdc 137; 1617; Is 463
= fin dal seno materno; 488; 49!
= fin dal grembo materno; Sai
584 716; Gb 31 ]8 ^ fin dalla mia gio
vinezza; fin dal ventre materno
Sir 4613.
2. Senso figurato, a) Detto ili altri es
seri: >^il ventre dell'abisso (ventre
che ingoia) Gio 23; cielo o atmosfera che
partorisce il ghiaccio Gb 3829. b) nteriorit. Luogo o sede in cui si ricevono e
depositano conoscenze, idee, che in se
guito divengono coscienti giungendo al
cuore e si esprimono con la bocca. E
possibile che gli Ebrei lo usassero non
come metafora, ma come sede reale Gb
1^35 32,849 Pr 2218.
3. Uso aggettivale. Del ventre, delle vi
scere, viscerale, proprio: i propri figli
Gb 19,7; delle viscere Is 4915 Pr 312; '
stanze del ventre, l'interno, i recessi, il di
dentro Pr 18e 20273o; l'amore del
le loro viscere Os 9 16; porte del
seno Gb 3,0, ^figlia discendenza, stirpe
Gen 302Dt 713; Is 13,8 = ;Mi 67- ^
primogenito; Sai 1273 132.
[ Pi. ]Pistacchio Gen 43.
Per favore, ti supplico, ti prego, scusa. Pre

cede sempre trattandosi di uomini


Gen 4320 44)8 Nm 12 ISam 176 IRe 3,7;
quando si tratta di Yhwh Es 4,ol3 Gs
78 Gdc 138. Ambiguit con l'Angelo del
Signore 6,315.
/ [ c suff. , , ,
)q Gs 3<; 8 ( , , , ; pi.

93 /
(raro), c, suff. 0 ( Gn 262e,
4223, du. ]Preposizione: fra/tra, in mez
zo a (una volta usato come aggettivo).
Costruzione: da sola, + , raddoppiata
., ... ;in composti ,,
. Si usa: nella sfera dello spazio; per
analogia, di gruppi; raramente nella sfera
del tempo; di rapporti umani. Retto da
alcuni verbi e sostantivi.
1 . fra i due Zc 613;
patto, alleanza fra N e N Gen 9 ms 172 IRe
1519 (frequente); ... 1< causa, gidizio fra... e D t 178Ez 18e; con
tenzioso, lite fra Gen 137 D t 25!;
favore verso/nei confronti di Pr 149 (per
trasformazione) NN godono del favore;
... ^pace fra N e N IRe 536.
Verbi pi frequenti: ... Hi. sepa
rare, distinguere fra X e Z Gen 1$ Ez 22 26
4220;
Hi. distinguere X da Z
IRe 39; ... Pi. accertare se... o Lv
2733; ... Pi. ripartire, suddividere,
distribuire fra N e N Nm 2 656;

distinguere fra X e Z 2Sam 1936 Gio 4;


# Hi. giudicare, arbitrare fra
noi due Gen 3137; Hi. sorteg
giare, tirare a sorte fra N e N ISam 1442;
passare fra Gen 15,7 ISam 14*;
mediare, essere mediatore fra
N e N D t 55; - Pu. disperso fra Est
38; Hi. fare distinzione, di
scriminare Es 117; Hi. decidere Pr
1818; (Hi. separare, allonta
nare, scostare, distanziare l'uno dall'altro
2Re 2 ; ... distinguere, vedere la
differenza fra MI 318; >*giudicare,
pronunciare un verdetto fra Is 2 4.
2.
a) Spazio, luogo: 1 fra
Betel e Ai Gen 133; fra gli occhi Es
139; fra i denti Nm 11^;
fra le sue spalle Dt 33,2; fra le
nubi Ez 313; fra Patrio
-

'

/
e l'altare Gl 217; fra mare e
monte Dn 1145; fra lacci Sir 913.
b) Gruppi: fra voi Ger 2527;
fra leoni Ez 192; fra gli astri Abd
4; fra i presenti Zc 37;
in mezzo a loro Lam 117; fra fra
telli Sir 1020; fra compagni 2518;
fra anziani 329. Con valore com
parativo, risaltare, distinguersi, spiccare
Ct 2m. c) Temporale: al tramon
to, fra due sere Es 126; ogni
dieci giorni Ne 5)8. d) Relazioni-, pacifiche,
ostili, fra persone, Oltre a quelle indicate in
1. come giudicare, distinguere, pace, con
tenzioso: transazione commerciale Gen
23,5; inimicizia fra 3I5; 11 te
stimone tra due 31^; vigilare sugli
accordi di 3149; segno, segnale fra
1 due Es 31 !3; sia Yhwh mediato
re ISam 2023; la pace tra voi
Sir 5023.

106
cstr., c. suff. ;pt c. , pi. ,
cstr.. Hitpolel pft. 1 ,, 2
Sir B933, pi. ;ipf, 2 ,
, 1 , pi . , 2 ;imptv.
;inf. Sir 4l2jM]
Q. Capire, intendere, comprendere-, cono
scere, penetrare, percepire; distinguere, discer
nere-, ascoltare, dare retta, annotare, avvertire,
accorgersi, osservare, indovinare, considerare,
rendersi conto, avere consapevolezza, riflettere.

Sinonimi: sapere, conoscere, Hi.


capire, trovare, colpire nel segno.
Costruzione: in forma assoluta, come
capacit o indole o azione; con compiemento diretto con o senza preposizione;
con e proposizione completiva. Parti
cella ; preposizione ;in testi recenti
, .
1. Uso assoluto. Indica la capacit
o l'attivit del comprendere. Positivo:
venire a conoscenza, accorgersi Sai 948;
riflettere Gb 182; essere intelligente 34,6;
3. Composti e plurale, a) fra
capire Pr 2919 Dn 1210. Negativo: non
l'erba Is 444(ridondante); ... Hi.
capire Is 69; non comprendere, non
distanziare 592; fino a metter
rendersi conto, essere incosciente/incon
si fra Ez 19 ; di fra Gen 4910
sapevole 441e + ;Os 4WSai 4921 825;
Es 2522 Ez 372, Os 24 Zc 97 Sir 506;
947 non sa, non si rende conto.
Ger 4845 (anomalo), b) fra
2. a) Transitivo, senza preposizione 0
Gs 2234 Gdc 11,0 Sir 91s; giuramen
con ; recente . Percepire, distingue
to, patto fra Gen 2628; interprete fra 4223;
re suoni, figure, disposizioni d'animo:
2Sam 217 Ger 25,6; di fra Ez 1026<7;
il mio mormorio/bisbiglio Sai
in mezzo 102.
52 = Hi. ascoltare; gli er
4.
prode ISam 17423. rori 19,3; la via della sua
casa Gb 3820; un giovane Pr 77;
[ Q. pft. 2 , 1 Dn %, i pf . ,
la sua condotta 2024 2139 (qere).
2
, 1 , iuss. , coort. , wayy.
Comprendere, capire, intendere ,,
, , , pi. , 2 ;imptv.
, , questo, che Os 14l0 Gb 159 235;
, , pi . ;inf. Pr 23,; ptc. pi.
tutto Pr 285. Comprendere:
Ger 497. Ni. pft. 1 sg. , pt c. , cstr.
il diritto Gb 329, + ^giustizia Pr 29;
, pi. , c. suff.. Polel ipf, c. suff.
il timore del Signore 25.
. Hi. pft., pi . , 2 ; ipf.
Calcolare: 1 la estensione
, c. suff. , f. c, suff. , pi.
delle nubi Gb 3629; il nu
ecc.; imptv., c. suff. , pi . ;inf.
mero di anni Dn 92. Ponderare: le

107

parole Gb 630. Con Pr 23, Dn 10t. Con


dare Dn 10J2. b) Con complemento. Qualit
Pr 12 85; testi 16; condotta 148; visione
: comprendere la parola/la vi
Dn 923. discernere IRe 39. c) Parti
sione D n 923; osservare persone Esd 8i5;
cipio come aggettivo 0 sostantivo. Sai 33 l5 Pr
comprendere la lettura Ne 8e;
89 17,0.24 28. Dn 14 823 Ne 82.3 lC r 1522
accorgersi della malvagit 137.
2732 Sir 4 . Indica intelligenza, maestria,
b) Con , . Prestare attenzione, fare
perizia o destrezza.
caso, badare, tenere conto:
2.
Fattitivo. Insegnare, istruire, addomiil loro futuro o destino D t 3239 = Hi.
nare, ammaestrare, spiegare, fare comprende
comprendere, Sai 7317;
re, fare apprendere, formare; mostrare, esibire;
la attivit di Dio 28s (corretto); i
participio: maestro, istruttore. Costruzione:
miei pensieri 1392 = sapere;
con complemento semplice di persona,
i suoi passi Pr 1415; distinguere, rendersi
duplice di persona e di oggetto; con
conto Gb 9 2 3 8 1421 . Con dare retta,
e persona; con e persona; persona +
considerare, tenere conto; Dn 1130.37 (re
oggetto; oggetto + persona; suf
cente). c) Con e completiva ISam 38;
fisso personale + 1 coortativo.
indovinare, intuire 2Sam 12,9; riconosce
insegnare la lezione Is 289
re Is 43,0.
3.
a) Alcuni soggetti sapienziali: assen istruire, indottrinare; 28l9 Sai 11927,34.73
correlativo apprendere, imparare;
nato, accorto Ger 9 Os 1410; sagace
mostrare, fare vedere Gb 624; conferire
Pr 14,5; stolto Sai 927; bruto 948.
intelligenza, rendere capace 32e; visio
Con sfumatura etica di malvagit Pr 285297.
ne, spiegare Dn 8 lt; bellezza, esibire Sir
b) Alcuni verbi associati, di percezione 0 espressio
4212M. Participio: spiegare Ne 87.9 lC r 25e
ne: , vedere, osservare Sai 947Gb 9
correlativo discepolo; educare 2Cr
230.9 (corretto). , Hi. udire, ascolta
26S; istruttore 353; maestro Sir 422,.
re Is 69 Sai 52 Gb 34,6 Dn 12B. , Pi.,
Hitpolel. Badare, prestare attenzione,
dire, parlare, rispondere Dt 327 Gb 182
contemplare; considerare, meditare, riflettere,
Pr 2919.
Nota. In Sai 5810molto dubbio; si con

ponderare,

capacitarsi,

ripensare,

pensare.

Costruzine: in forma assoluta; con


complemento diretto; con , , ,
a) Relativamente a sensazioni: +
Ni. Essere intelligente, avere talento Is
10,3. Il participio funge da aggettivo Hitpolel vedere e meditare Is 1416 Ger 210
Gb 11 . 0 contemplare qualcosa
o sostantivo (si veda 11 lemma corrispon
di inaudito Is 52)5; osservare attentamente
dente).
IRe 32,; mettere gli occhi
Polel, Curarsi di, prestare attenzione a
su di una ragazza, andare pensando
Dt 32,0.
a Sir 95; contemplare 5120 in llQ P sa,
Hi. 1. Significati come Q. 2. Con va
b) Attivit intellettuale. Ponderare, capacitarsi
lore fattitivo, insegnare.
Is 13 = comprendere; pensare 431B =
1.
Fondamentale. Comprendere, a) Uso ricordare; badare a, pensare a Ger 9,6;
assoluto. Comprendere, capire, pensare,
riflettere, giungere a comprendere 2320;
ragionare Is 29 ,6; riflettere 56 Dn 85;
meditare Sai 107 = osservare; Gb
privo di intelligenza Sai 329; stu2315; esaminare 38)S; considerare Sir 322;
sultino i commentari. In Dn 922 dubbio.

108


badare 1421= prestare attenzione;
l20; riflettere 637 = meditare; 3932
correlativo Hitp. essere convinto.
Nota. Le forme dell'imperfetto Q. e

Hi. sono intercambiabili; non si distn


guono n per grafia n per significato.
V

.,,

[ Cstr., c. suff. , , ,
pi. ]Intelligenza, prudenza, accortezza,
talento, istinto; sapere, comprensione, penetra
zione, perspicacia, giudizio, discernimento; abi
lit, destrezza, perizia, maestria, bravura, Pu

designare la facolt innata, l'indole ac


quisita, l'esercizio quotidiano. Sinonimi
o associati della sfera sapienziale:
assennatezza (a volte in endiadi), #
consiglio, valore, coraggio, ^
maestria, verit, sincerit, di
sciplina, giudizio.
1. Come sostantivo, a) Indole:
privo di giudizio Sir 4723; + Dt 4 6
Is 113 Gb 282e Pr 910. Personificata 23 74.
b) Facolt: intelligenza umana, ra
gione Pr 302 ^ bruto, animale; 35
Sir 38; istinto Gb 3836 3917. c) Attivit del
pensare 0 comprendere, Pr 23< Dn 10!.
2. Come aggettivo: popolo Intel
ligente Is 27 ;massime prudenti
Pr 12; via appropriata, adeguata
96; problema, questione Dn 12;
perspicaci, intelligenti ICr 12 ^;
2< proverbio azzeccato Sir 635.
Fraseologia: possedere, acqui
stare intelligenza Gb 384 Pr 4! ICr 1233
2Cr 2 .12; comprare, acquistare
prudenza Pr 4S>7 1616 2323; lin
gua inintelligibile Is 3319.
[ PI. , cstr. , c. suff. ,
]Uovo Is 10H59 5 Gb 39 ;
covare uova D t 22e.

Ger 67 (qere) = Pozzo,


Cittadellaj acropoli, fortezza, roccafor
te, palazzo, castello, fortino; tempio. Termine
recente. Est 12.5 2358; distinto dalla citt
8 h; Ne 1! 2a 72 Dn 82. Designa il tempio
ICr 29u9.
Fortezze, roccaforti 2Cr 17,2; 274 +
torri.

))] Cstr., c. suff. , , ,


pi. , cstr., c. suff. , , direz.
(), ( se s egue un gen. )] Casa, dimara, abitazione, alloggio, domicilio. Pu speci
ficare il suo significato, per combnazione o per contesto, a seconda dei soggetti
che la abitano, della sua funzione, delle
sue qualit. P. es. palazzo, dimora, focolare,
bottega, laboratorio, sala, abitazione, carcere,
prigione, bordello, castello, stalla; recinto, ha
rem, residenza, locanda, albergo, mausoleo, In

dica anche uno spazio o recinto in cui


contenuto qualcosa, che qualcosa attra
versa; di qui: dentro, al di dentro, all'interno,
interiore, attraverso, al di l di (visto dal di
fuori); flacone, boccia, matraccio; estensione,
perimetro. Chi vive o si trova nella casa: fa
miglia, servit, vicinato, corte, dinastia. Di qui
passa a designare gruppi umani, trib,
clan, nazioni. Si usa come componente
di toponimi,
1.
Generico o specifico, a) Generico.
Casa, dimora, abitazione, alloggio, do
micilio Gen 193 Es 1227 Lv 14a< Dt 726
Is 3 !g_7 Ger 3/ !gj, Am 0 !g Zc 5 4 dii l l 29_g0.
b) Specificato in composizione. In alcuni casi
richiede traduzione sintetica (che con
tenga il classema casa e il sema specifi
co): casa paterna Gen 12! Sir 4210;
recinto di pietra, muro Gb 8 1?;
cappella Gdc 17s;

109
prigione 16( qere); cella, se
greta, prigione sotterranea Es 1229 Ger
37!6; santuario di collina (ido
latrico) 2Re 1739.32; ,
bordello Gs 2! Ger 57; locanda,
albergo Pr 219 2524; abitazione,
dimora sfarzosa Ez 26,2; capan
na, casa di mattoni crudi, di argilla Gb
4l9; casa colonica, villaggio
Lv 253,; infermeria, confino
2Re 15s 2Cr 2621 (qere); 1 allog
gi, padiglioni dinverno Ger 3622;
tempio (frequente); ^bottega
del vasaio Ger 182; ;cantina Ct 2;
Salone Bosco del Libano
IRe 102J; /// car
cere, prigione IRe 2227 2Re 174 Is 4222
Ger 374 (qere); magazzino, de
posito 2Re 2013; loggia, belvede
re Sir 42B= inferriata; ...
paese stranierOj casa in affitto Sai 119s4;
scuola, accademia Sir 5123;
? carcere 2Cr 16,0;
casa di riunione, luogo di convegno Gb
3023; abitazione Lv 2529; ^
terrapieno (toponimo) Gdc 920 2Re 1221;
palazzo reale, corte 2Sam 162
(frequente); baluardo Sai 313;
casa funeraria, in lutto Ger 165;
le ultime case, sobborghi, pe
riferia 2Sam 1517; case di svago,
saloni da festa Is 3213; carce
re, prigione Gen 4219; confino,
reclusione 2Sam 203; casa, sala
per banchetti Ger 160; casa nobile,
residenza, palazzo Gb 2128; teso
ro 2Re 20,3; fiale di profumo Is
320; harem Est 23; pri
gione, segreta, carcere sotterraneo Gen
3920.23; schiavit, servit Es 133
(frequente); dimora eterna (=
regno della morte) Qo 125; ra
gnatela Gb 814; cappella idola

trica ISam 31g; prigione Ger


52 ; cortina Sir 505;
palazzo del faraone Gen 4516; ci
mitero, recinto sepolcrale Ne 23;
(palazzo) destate Am 315; palaz
zi sfarzosi o ricchi forzieri 31s;
arche, urne d'avorio 3]5; ?dolce
focolare Mi 29; oratorio Is 567.
c) Specificato in base al contesto. D i animali:
stalla, recinto Es 919 Dt 222; tana, covile
Pr 302e; nido Sai 104I7. D i uomini: alloggio
Gen 243, = luogo; residenza IRe 78,
abitazione 2Re 435. D i morti: cimitero (?)
IRe 234; mausoleo Is 1418. D i abiti: cassapanca Gen 2715. estensione,
perimetro di due sea IRe 1832. Edicola,
nicchia Zc 5 ; sala del trono Est
5]; focolare Os 11!!. Di Yhwh, in senso
assoluto, tempio Sir 4713 = = !50 ;
. d) Retto: corredo Gen 3137 Esd
17; padrona di casa Es 322;
padrone di casa 227; # mag
giordomo, intendente 2Re 192 Is 2215;
> Gen 395; facciata Ez 41M444;
propriet, capitale, ricchezza Pr
63 angolo, cantone Am 610;
portinai, custodi Qo 123.
2.
Come locativo. In casa, di casa,
a casa; all'interno, dentro, di dentro,
presso; al di l. Antonimi o correlativi:
fuori, per strada; in campagna,
aUaperto. a) In casa, dentro casa. Senza
preposizione o con Gen 3429 4516 IRe
l9a; abitare in una casa 2Re 632;
cf. Am 5 ;senza presso Pr 82. b) In
casa, a casa: direzione: mettere, introdur
re, entrare, portare. Forme: .(, )
Hi. ospitare Is 587; fu
rono introdotti in casa di Gen 4318; ,
Gdc 19i5; verso l'interno 2Sam 59
IRe 725. Allinterno: Es 2826 39,,;
2 Re 630; cf. 2Cr 2314. c) Attraverso:

, : l'ebraico assume l'altro


punto di vista, gli anelli fungevano da
casa alle stanghe = le stanghe passava
no attraverso gli anelli Es 2527 2629 304
3634 37, . + in casa e per la strada,
dentro e fuori; si costruisce: ...
Gen 614 Es 25372 IRe 79; Ez
7J5; ... Lam 120. d) Verso l'inter
no, dall'altra parte. Costruzione ...
dietro Es 2633; dall'altra parte, oltre, al
di l di, dentro Lv 162,!2; dalla parte di
IRe 6 U 78.
'

110

T I

3. Ci che la casa contiene. Famiglia,


corte, dinastia, a) Famiglia. Significato in
differenziato o generico, ampio, inclu
dente tutto il personale della casa; signi
ficato specifico designante un gruppo,
familiari, servit (domestici, dal latino
domus). Significato ampio Gen 3430 421933
Lv 16t.,t. Senso stretto Gen 3030 Cdc 9!
ISam 228. Servit Nm 127 Pr 312J. b) Cor
te, cortigiani Gen 45!t 507. Dinastia, Casa
(casato) 2Sam 3se. Casa di Davide ISam
19,! (frequente). Principe ereditario Is 72.
c) Beni, patrimonio, possessi, ricchezze, corredo
Es 20]7.
4. Con un determinante etnico o
nazionale designa un gruppo umano,
una collettivit. P. es. Casa di Giuda =
Giuda, Casa d'Israele = Israele, Casa d
Giuseppe = Giuseppe, Casa di Aronne =
Aronniti, Nella traduzione pu essere a
volte trattato come espletivo, con equi
valenza 0 . Abbondano i toponimi forma
ti con il generico : Betlemme
Gdc 192, Betel Gen 12s,
Bet-Cherem/Casalorto Ger 6j,
Bet-Sur/Casarocca Gs 1558, UtUJ
Bet-Semes/Casalsole 15!0 (si confrontino
toponimi italiani del tipo: Casablanca,
Casalpalocco, Casarsa ecc.).

Fraseologia: mettere su casa,


fondare una famiglia Dt 259 Rut 4;
Pi. fare testamento Is 38 j.
M1iii.-In-Is-1032 va letto . In Ez 419a
va letto ;in 2Sam 128a forse figlia.
[ Cstr. ]Palazzo Est 15 7 7J,

[ PI. ]Gelso 2Sam 5^24 lCr 14!4_J5.


In Sai 847 dubbio.

[ Q.

pft. f. ,

1 , pi. ,

, 1 ; i pf. f. , 2

, 1 , pi .
, Is 33 Gb 3138,
f. , m . , wayy. , , ;
i mpt v. pi. , f. ; inf. ass. , ,
+ inf. cstr. , c. suff. ; ptc. , ?
? , f. La m l l6, pi. , . Pi. ptc.
f. , pi. ]

Q. Piangere, piagnucolare, gemere, scio


gliersi in pianto, frignare, venire le lacrime agli
occhi-, fare lutto. Sinonimo: fare lut

to; antonimo: ridere. Si costruisce


come intransitivo, piangere (in senso as
soluto), o come transitivo con suffisso
o , piangere qualcuno; oppure con
preposizioni quali , , piangere
su/per. a) Intransitivo. Gen 4224 Es 2 6 Nm
l l t0 ISam 17 2Sam 316 2Re 8!2;
piangere amaramente Is 337; Ger 1317 +
lacrima; Os 12s Sai 1266 ^ gi
bilo, canto; Qo 3A * ; Lam 12; Ne 4
= Htp. fare lutto. scop
pi in lacrime gridando, pianse a dirott/rumorosamente, gridare e piangere
Gen 21,6 273e 29 Gdc 2 ISam 11., 2Sam
332 1336 Gb 2)2 Rut 1914. Con accusativo
interno: , , , riempirsi gli occhi di lacrime, sciogliersi
in lacrime, in pianto Gdc 212 2Re 203
Is 169 383 Ger 4832. b) Transitivo. Piange
re qualcuno, per/su Gen 232 373s Lv 10t
T

/?

111

Nm 2029 D t 21,3 Ger 823 Sai 78a4 Gb 27,5.


c) Con preposizione: per/su Ez 273t;
per/su Ger 22 , Gb 3025; su/a
causa di, per Gdc 1137 14^. d) Fare lutto.
Oltre ad alcune occorrenze con , con
un certo carattere rituale Gen 503 settanta
giorni; Nm 256; Gdc 2023 2 ; Sam
l l2 2Re 2219; Ez 24,t + 0 ; Zc 73 data; Esd
10,; Sir 734 = .

2.
Specifico. Pianto rituale, lutto D t 34e
Is 2212 G 2!2 Est 43; alzare 11 pian
to, intonare un lamento Ger 99.
Nota. In Gb 28 va letto o .

La maggiore, la prima. Correlativo


, la minore, la (pi) piccola.
Gen 19313334 292<s ISam 1449.

Pi. Idem Q, Funebre Ger 311S; rituale


Ez 814.
V

V v

* !

Pianto Esd 10,.

[ C. suff. ]Lutto, funerale


Gen 504.
, ,, .
[ Pi. ipf. ;inf. cstr. . Pu. ipf.
. Hi. ptc. f. ]

. -<

[ PI. , in Ger 242] Fiorone


del fico Is 284 Ger 242 Os 9J0 Mi 7! Na 3,2.
[ Cstr., c. suff. ]Primizie,
primaticcio Es 23!6 Lv 2 Nm 2836 Ez 4430;
dei raccolti Es 2319; del
la mietitura 3422; della vendem
mia, uva primaticcia Nm 1320.
Pianto, cordoglio, lutto Gen 35a.

Pi. Dare un nuovo raccolto, portare un nuo


vo frutto Ez 47u] anteporre, conferire la primo
genitura, il maggiorasco Dt 21 16.
Pu. Appartenere come primizia, come pri
mogenito Lv 2726.
Hi. Participio. Donna al primo parto,
primipara Ger 431.
V

* 1

,,

, .
r

T I

[ Soltanto pi. cstr. ]dovane cammello Is 606.

))] C. suff. ]Pianto, piagnucolio,


epicedio; cordoglio, lutto.

/ *1[ C. suff. ,'(), ,


(), pi. cstr., a volte , c. suff.
1.
Generico. Pianto. Oltre ai casi in cui
]Primogenito, (detentore del) magsi usa con il verbo . a) Come sostantivo.
giorasco; primizia. Gen 271948,4 Es 432; Nm
Is 65!9 Ger 31!6 MI 213 Sai 102,0 Gb 16lt;
3!2 = primo parto (che apre la
singhiozzo Esd 3,3. pianto dirot
matrice); D t 21,7 = primizia
to, lungo pianto Gdc 212 2Sam 1336 2Re
della sua virilit; 2Sam 322Re 327 Ger 319
203 Is 383. b) Uso avverbiale: piangen
Zc 12I0 Sai 8928 Sir 36)2; primoge
do, in lacrime Ger 319 485. c)
nito della morte, peste Gb 18,3.
pianto di rimorso Ger 32J;
pianto amaro 31,5; sciogliersi in
pianto, in lacrime Is 153.

Nota. In Is 1430 va letto nei miei

prati.

:
T

112

[ C. suf f . , , ] Diritti

Pi . Logorare, consumare, esaurire Is 6522

di primogenito, di maggiorasco, primogenitura


Gen 2534333 4 Dt 21 lC r 5,_2.

Sai 491s; Gb 2113 (ketib); Lam 34; abusare


lC r 17,.

Giovane cammella Ger 223

- ^ - ,,- , , , ,
.

Ger 243. -> .

Negazione: non, in-, s-, dis-. Sinonimi:


i , . Costruzione: con perfetto o imper
fetto, o in proposizione nominale. ^
non dicono Os 72; 31 sono in
fruttuosi Os 9l6 (qere); Sai 104 = 10 ;fl
I 64 213; non consegnarmi 119,21; Pr 9 13
2335. Con il verbo forma un'espres
sione fissa: non vacillare, essere impertur
babile, stare immobile Sai 106 169610 !93
1045 Gb 41,s. In proposizione nominale:
non con te Pr 237; non
bene 2423; inopportunamente Sir
324fl. Sembra avere valore modale: ;
affinch non, in modo che non sorgano,
che non si alzino Is 1421 43 17; /
non vogliono vedere, guardare 2 6 m1;
;non potevano bere Sai 7844.
[ Hi. ipf. sg. coort. ;ptc. ]
Tranquillizzarsi, acquietarsi, calmarsi, rallegrar
si, rasserenarsi Sai 3914; Gb 927 * sin
ghiozzo; 1020. Transitivo. In Am 59 dub
bio: scagliare (?).

[ Q. pft. f. , pi. ;ipf. , f.


, pi . ;;inf. c. suff,. Pi. pft. ;
ipf. ;;inf. , c. suff.]
Q. Sprecarsi, logorarsi, consumarsi, andare
a male, esaurirsi, imputridirsi, corroderai. Det
to quasi sempre di vestiario: Dt 84 294;
Gs 9 13 = Hitp. spezzarsi; Is 509 =
divorare; 516 = Ni. dissolversi;
Sai 10227 = perire; Ne 92t Sir 14!7.
Anziana, esaurita Gen 1812; di ossa, si
consumano Sai 323.

[ F. , pi. , ]Logoro, sciupato,


vecchio, consunto, consumato Gs 945 =
rotto; in Ez 2343 dubbio.

[ Pi, ptc. pi. ] Intimidire, impau


rire Esd 4 4 + Pi. demoralizzare,
Metatesi di .
[ PI. , cstr. ]Spavento, ter
rore, paura, panico Is 17J4; Ez 2621 correla
tivo scomparire; 2736 28l9; Sai 7319 =
2 )orrore; Gb 18!, + spaventare;
18,4 272o 3015.
[ pi. cstr., ]Stracci, cenci, bran
delli, strisce Ger 38.12.
Vuoto, nulla, senza, in-, a-, s-, dis-; senza
che, e non.

1. Come aggettivo: ^tomba,


vuoto, fossa del vuoto Is 3817<
2. a) Con sostantivo: insensato,
insipiente Gb 382 423; 1 incessante,
inesorabile Is 14t; gratis, senza
pagare Gb 3139; senza vesti, nudo
2410 = ; senz'acqua Sai 632 =
;arida, riarsa, rinsecchita, Gb 8 U;
non c' spazio Is 28e; JJL) senza
colpa, non imputabile Sai 59s; sen
za timore, imperterrito Gb 3916; senza colpa, innocente 339 345; sen
za nome, anonimo 308. b) Con participio
0 aggettivo: senza giro, non gi
rata/rivoltata Os 78; 2< non unto,
non ingrassato 2Sam 121; ^inaudi
bile, non udibile Sai 194. Altri: ;

113

non vi sar raccolto Is 3210; non


danno (le messi) Os 87; non re
siste Gb 4118.

[ Q. pft. 1 sg. , wayy. Gdc


1921 q (k ), coort, Gen 117 (invece
di ;)ptc. pass. , f. , pi. .
3.
Composto, a) senza ren- Hitpolel ipf. ]
TTersi conto, senza accorgersene, incon
Q. Impastare, intridere Es 292 Lv 2^ 7 12
sapevolmente D t 4 42 194 Gs 2035 Gb 3516.
Nm 725 Sai 92( nel senso di massaggia
b) senza accorgersene Is 513; cf.
re). Dare foraggio, foraggiare Gdc 1921. Con
Os 46; senza gente, spopolata Sof
fondere Gen l l 7,g.
36; <* senza passanti, non transi
Hitpolel. Mescolarsi, rivoltarsi (= non
tato Ger 99; senza $ Ez 141S Sof 36;
rivoltata) Os 78.
disabitato Ger 21s 910; sen
V
, , ,
za sale, insipido, sciapo Gb 66 = ;1
senza vesti, nudo 247 +
[ Q. + inf. cstr. ]Frenare, inibire,
senza di che coprirsi; 3119; senza
trattenere Sai 32.
pastore Ez 345; senza preda Gb 4 .
Con participio: senza prestare
[ Q. ptc, ]Coltivare, fare incisioni
attenzione Gb 420; senza che si
(alberi) Am 7,4.
rechino, senza affluenza Lam 14. Infini
to per non potere, perch non
[ Q. pft. c. suff. k, q Ger
era in grado Dt 928. Perfetto $
5134, f , pi. c. suff. ;ipf. :, c,
per non restare, poich non gli resta Dt
suff. ^, f. , c. suff. ecc.; pi.
2855. forse non c'...? Es 14
c. suff. 1 ,, c. suff. ;inf.
2Re 131(5. c) : smisuratamente Is
, c. suff. . Ni. pft. 3 , pi . .
5 ? ; digiuni Gb 3841; intrepido
Pi. pft. , pi . 1 , c. suff. ;ipf.
4125. senza limite, illimitato MI
, c. suff. , , f. c. suff. ;
310. senza dire Gen 3120.
2
, c. suff. , 1 , ;imptv.
;inf. , , c. suff. ;ptc. pi. c.
[ C. suff. ]Foraggio, mangime Is
suff. . Pu. ipf. , ;ptc. pi.
3024; Gb 65 = $ erba; 246.
. Hitp. ipf. f. ]

(T

Nulla, vuoto Gb 267


= sen'
za qualcosa, senza alcunch.
*

* t i

. r i * '

= Senza giovamento, senza


profitto, inutile; meschino, strisciante, subdolo,
vile; perverso, canaglia, scellerato, snaturato;
esiziale, devastante. Frequente con ,
. Senza giovamento, inutile ISam i6
25 175. Meschino D t 159 ISam 3022 Sai

1013. Perverso, canaglia Gdc 1922 ISam


2,2 2Sam 167 IRe 21t0 Na 2! Gb 34)a Pr 612
192BSir 1132; esiziale, devastante Sai 18s.

v t 1

'1

1'

1 v

Q. Inghiottire, divorare, trangugiare, ingoia


re, ingurgitare, ingozzare, a) D i uomini e ani
mali in senso proprio. Is 28., Ger 5134 Os 87
Gio 2,; inghiottire saliva Gb 719.
b) Metaforico. Soggetto $ spighe Gen
417; bastone Es 7)2; ricchezze Gb
20 15 * Hi. vomitare; la terra
inghiotte Es 1512 Nm 1630.322610 34 Dt 116
Sai 10617; ( di persone) inghiottire
vivi 1243 Pr 1!2.
Nota. In Gb 201e confuso con usa

re, spendere.

114

Ni. Essere inghiottito Os 8e Is 287.


Pi. Divorare, inghiottire; annientare, distrug
gere, sterminare, fada finita con. Non sempre
facile distinguere i due significati, a) In
tensivo di inghiottire: divorare
reredit (?) 2Sam 2019; la citt Is 49,9;
l'innocente Ab 113 Sai 3525; il crimine
Pr 192s; Sai 5510 Qo 1012. b) Distruggere
2Sam 202o = Hi.; Is 3,2 193 257 Sai
21 !0 Gb 23 81a 108 Pr 2120 Lam 22.5,8.16
Pu. Perire, essere distrutto 2Sam 1716 Is
915 Gb 3720.
Hitp.
10727.
V

Svanire,

finire,

esaurirsi

Sai

2 ,

Nota. Alcuni distnguono altri due


verbi: 2 e 2 3. Pi. informare, rag
guagliare Pr 1928. Pu, essere comunicato 2Sam
17,5 Gb 3720. 3 Ni. turbarsi Is 287. Pi.
turbare Is 3,2 193 Qo 10,2. Hitp. mostrarsi
turbato Sai 10727.

Q. Spaccare, squarciare Is 24! +


devastare.
Pu. Participio. Devastazione Na 2 +
distruzione e desolazio
ne.
Eccetto, a eccezione, escluso, salvo,
tranne, a meno che, se non.

1. a) Con sostantivo: tranne che


a Yhwh Es 22,9; eccetto Caleb Nm
3212; 1 Eveo Gs 11,9; 0 incessante Is
14,5. Con aggettivo impuro ISam
2026. Con tempo finito (recente) 2( af
finch non risponda, non replichi Dn
1118. b) Preceduto da negazione: , ,
(interrogativa). ... soltanto
oggi, fino ad oggi, se non oggi Gen 2126;
a meno che non, se non 4335; se
non, eccetto, tranne Nm 116 ISam 22 Os
134. ... + sostantivo soltanto, se
non, tranne Gen 47 ,e; . non
(altro) che Gdc 7W; ... + tempo
finito senza che, se non + infinito Am 3M.

attimo, istante, il tempo che


si impiega per deglutire N m 420.

2. Composto: + infinito poich


non, dato che non Nm 14l6; non, senza Ez
1628; finch non, fino a non + infinito
Nm 213s D t 33 Gs 822 2Re 10 Gb 14,2.

v [C. suff.1]
* Boccone Ger 5144.
parole caustiche Sai 5 2 6 = 1 1
lingua menzognera.

3.
funziona come congiunzio
ne negativa: finale, consecutiva, compietiva, modale; affinch non, non sia/succeda

Momento,

che, cosi che non, e cos non, che non, senza +

) ([ * !( C. suff. [ / ,
eccetto Gen 1424; senza intervento,
senza merito 41 i6; senza di te, senza il tuo
consenso 4144; al di fuori di Is 45s.
oltre a, che non sia... Nm 520; oltre a Gs
2219; al di fuori di, eccetto Sai 1832; sen
za considerare Is 36!0 Ger 4419; con suf
fisso, al di fuori di Is 4344 e 452(.

infinito. Costruzione: di consueto con in


finito costrutto; a volte con forme finite.
a) Finale. Affinch non+ infinito Gen4!3389
Es 8WDt 1720 IRe 1517Is 44, Ger 2624 3240.
b) Consecutiva. In modo che non, cpsicche non, e cos non Dt 8 2 Sam 147 Ger
3320 447 Gb 428 Rut 113 Sir 44,8. c) Compie-

[ Q. ptc. c. suff. . Pu. ptc. f.

La negazione pu passare al verbo, p,


es. ordinare di/che non = proibire, consi
gliare di non = sconsigliare: Pi. proi

tiva di verbi di ordinare, chiedere, consigliare.

115

'! -

bire Gen 3 Rut 29; dissuadere da Nm


329; giurare di/che non Gs 5 6 Gdc 217.
d) Equivale a gerundio 0 infinito negativo, non
facendo, senza fare Lv 20 4 26,5 Gs 236
Gdc 8, Is 658 Ger 173327 359.

il nome del luogo il gentilizio; anche con


il nome del presunto primo antenato:
Israelita, Idumeo.
In senso generico, figlio pu essere
contestualmente specificato mediante
diversi tratti significativi. In base all'et

[ PI. , cstr. e ( Dt 3213


Is 58MMi 13 k), c. suff. ,
ecc., , direz. ]Altura, monte,
colle, dorso, cresta, poggio; santuario, a) Si
gnificato generico. Altura Nm 2128 2Sam
119.25 Ab 319 Sai 1834. alture, som
mit della terra D t 32!3 Is 58 Am 4!3 Mi
13 Sir 469; DJ creste, onde del mare
Gb 98; monte aspro, selvaggio
Mi 3i2; dorso, sommit di una
nube Is 14 ;colli antichi z 362.
b) Uso specifico. Designa gli altopiani de
stinati al culto idolatrico o locale e le
loro strutture. Si costruiscono IRe
1423, insediano 2 Cr 21, sono dotati
di edifici o cappelle IRe 1332, sa
cerdoti 0 cappellani 13232 ;Ger 4835
Ez 2039; ! cHe idoltrico Os 108;
dei satiri 2Re 238 (corretto);
in onore di Baal Ger 195.

neonato, bambino, adolescente, ragazzo, gio


vane; in base al sesso, bambino contrap

/ - < .
T

> preposizione .6
[ Cstr. , Gen 4922; ( Dt 252 Pr 30,
Gio 4I0; 29x (, Gen 49 , Nm 23,B
243,sj c. suff. , , , , ecc.; pi.
, cstr. ;c. suff, , , ^ , ,
k ( q 2Re 47), ecc.] Figlio. Indica
in primo luogo il discendente per genera
zione in primo grado: figlio, successore, ere
de; per combinazione pu designare altre
parentele: cugino, zio, nipote ecc. Esteso ad
altre generazioni significa discendente, suecessore, della stirpe di. Con il nome del pa
dre forma il (cog)nome di famiglia, con

posto a bambina rn ; in base alla classe


sociale: nobile, plebeo, principe. Se si tratta
di animali: cucciolo, piccolo, pulcino, pule
dro; se di una pianta: germoglio, pollone.
In senso figurato: alunno, figlio adottivo o
affiliato, suddito. Serve a designare l'in
dividuo di una specie, qualit, destino,
et.
1, Significato proprio, a) Senso stretto.
Figlio Gen 417 30 D t 425. b) In combina
zione: f i
nipote/i (di nonni, ma
schile) Gen 1131 467 Ger 27-,; !3 n'iJS/n?
nipote/i (di nonni, femminile) Gen 467
Lv 1810; i r r ^ / n ^ N nuora/e Gen 77 Lv
1815; nN2| L nipote (figlio del fratello)
Gen 125; T rill cugino Lv 25^; in serie
Nm 1627 18! Sir 3320. c) Discendente, suc
cessore Gen 10 ed Esd 2 (frequente) Gs
57 Ger 172 3321; erede IRe 3t.
2, a) Per formare il (cog)nome di fami
glia. Is 1! Ger 1, Os 1!; J3DU> il suo
(cog)nome (?) Pr 304. Definire Ezechiele
DTN2| al posto di Tt!!!, suona forse
come appellativo polemico, b) Come
gentilizio
equivale a morfemi come
-ita, -eo, -ese e analoghi: 1?Nnty? Israeli
ta (frequente), D*7N Idumeo (cf. Sai
1377), IIP Ebreo (cf. Gen 1021), n n
Ittita o Eteo (cf. Gen 233), f t o Am
monita (cf. Nm 2124), ID !Recabita
Ger 356, c) Origine: tnj? orientale,
levantino (cf. Gdc 63), "in$ mattutino
Is 1412;
abitanti di Sion Sai 1492;
ny + suffisso personale, compaesa-

116

T T

no, compatriota Gen 23 Ez 3 D n 12!


Sir 459,
3. Specificazioni, a) In base al sesso.
= bambino, contrapposto a bambi
na Es l lt 213t. b) In base all'et, definito
dal contesto: feto, embrione Gen 2522;
bambino piccolo Is 13!8 * }ragaz
zi; ragazzo Pr 77; giovane Ct 23 Sir 50,2.
c) In base alla classe sociale: *poveri
Sai 724; <^ * plebei e nobili
493 6210; ( libero) = nobile, aristo
cratico Qo 10!7; ^principe, di san
gue regale 2Re 15s; plebeo Ger
2633 (sepoltura comune), d) Di animali:
( ) piccolo di cammello Gen 3216;
asinelio, piccolo di asino 49;
puledro 4922; torello Es 29,;
piccione Lv 1 ) ) ;vitel
li ISam 67; 2( aquilotto Pr 30i?;
agnello Sai 1144; nidiata, picco
li di corvo 1479. e) D i piante: ceppo (?)
Sai 801|S.
4. Senso figurato, a) Discepolo, allievo,
alunno, pupillo Is 19 ;frequente in Pro
verbi e Siracide. Suddito: sulla bocca del
superiore Gs 719; sulla bocca del suddito
2Re 89 167. b) Figlio di Dio per adozione: il
popolo o il re Es 422 D t 14, 2Sam 7WIs 12
30, 43 45 Ger 3i4 Ez 162, Os 2,b 11, Sai
27801(i (?). c) p adottare, affiliare Sir
4,0; idem Es 2,0.
.
5. Con determinanti diversi designa
individui di una specie, tipo, gruppo,
mansione, carattere, et. a) Con aggettivo
0 participio: canaglia D t 13,4 ISam
1027; maschio Ger 20,5;
assassino 2Re 632; prudente
Pr 105; straniero Gen 17,2 Lv 2225;
violento Dn 1114. b) Con sostantivo
che definisce la specie: / esseri
divini, celesti, sovrumani, angeli Sai 29!
897 Gb 6 387. Assumendo uomo

come specie, uomo Is 5112 = $ ;


Sai 8S: uomini, esseri umani
(aspetto) Is 52,4; Sai 453 533 115t Sir 16!6;
con negazione, nessuno Ger 4933 5040 5143;
greggi e armenti Ger 31,2; $
belve Gb 4126. Trattandosi di animali a
volte risulta difficile discernere se de
signi il cucciolo/piccolo o un individuo
della specie, c) Con sostantivo di mansione
e al plurale pu designare individui del
gruppo o della corporazione:
comunit, confraternita, corporazione
profetica IRe 2035 2Re 2 a5M5 4ua 6 l 9,;
confraternita, ordine di cantori Ne 1226; ^di portinai Esd
242. d) Con altri sostantivi: 0 frecce
(= figli della faretra) JLam 31a; schia
vi, servit Qo 2?; deportato Esd
4! 620; trebbiato (figlio dell'aia) Is
2110; figli bastardi Os 2t;
figlio nato nella vecchiaia Gen 373;
soldato/guerriero, forte, valoroso, uomo
dabbene, capace/abile D t 3!B 2Sam
132e IRe 152 lC r 269 2Cr 26l7 (;(
unto Zc 4U: ribelle Nm
1725; reo/meritevole di frustate
D t 252; figli della giovinezza Sai
127,; malvagio 89^; sventurato
Pr 31s; ^saetta (figlio dell'arco) Gb
410; # scintille (?) 57; $ fertile Is
5,; reo di/condannato a mor
te Sai 79 1022,; ostaggi 2Re
14 ;effimero (alla lettera, figlio
di una notte) Gio 4,0. e) Con numerale indi
ca l'et: <aveva cento anni Gen
l l 0; cf. 124; <^di un anno Lv 93 12t
Mi 6S.

07

'

117

IV

Nota, In 2Re 819 va letto . In Is


17

T T

4917 incerto fra e .


[ Q. pft. f. , 2 , , f. ,
1
(), c. suff. , (), pi. , c.
suff. 2 , pi. , 1 ;ipf. , c.
T

1 it J

m t '

1 * t

117

T 1

suff.
,
,* 2 , f. ,
1
,
Vi *
I* 1* : *
v i
Vt V1
c. suff. , , pi . , 2 , 1 ,
wayy. ,, imptv. , pi . ;inf. ass.
, cstr. , c. suff. ( c. suff. irreg.
Ez 163!); ptc. (), cstr. Sai 1472,
pi. (), cstr.^, c. suff. :1, , pass.
, f. , pi. . Ni. pft. , f. ,
2 f. , pi . ;ipf. , 2 , 1 ,
pi. f. ;inf. cstr. , c. suff. ;
ptc, ]
*

installata, montata 2Re 161e; innal

zare un altare Gen 127 Nm 23! 14;


montare opere d'assedio D t 2020 Qo 9
(corretto); piantare un cippo Ez
391s; costruire un'altura (di prstituzione) Ez 162s,
3. Senso figurato: fondare una
famiglia ISam 235; dare una
famiglia al fratello Dt 259; fondare una
dinastia 2Sam 727 IRe 1138; ricostituire il
popolo Ger 24t 4210; $ ..,
Q. Costruire, edificare, ricostruire, riedtfiform dalla costoia una donna Gen 222.
care, restaurare; erigere, innalzare; montare,
Fondare la Casa d'Israele, il popolo Rut
allestire, installare, fabbricare; fondare (citt 0
4 . Sir 497 = , ^ , , Hi.
famiglia).
4. Correlativi e sinonimi. Dato il
1. Significato proprio generico:
significato generico del verbo e la sua
/ costruire una casa o abita
importanza nella vita del popolo, ac
zione o edificio D t 8)2 22, ' un tempio
quistano rilevanza per definirlo o diffe
2Sam 7,3 IRe 6!; un palazzo 8I3. Si dice
renziarlo. a) Correlativi pi frequenti: 2(
anche di una parte dell'edificio:
abitare, le case costruite Is 652! Ger 359;
i muri 6!s; una sala 72; un'alcova
piantare, completa la vita urbana
Ez 1624. Detto di una citt, equivale a
con quella agricola Ger 110 e paralleli,
fondare Gen 118 Gdc l 2t IRe 1624. Si
b) Sinonimi e affini. I generici fare
pu costruire con duplice complemen
Ez 1(524 e porre 2Re 214. Quelli che
to, dell'oggetto o del materiale impiega
selezionano un momento del processo
to: ... un altare a
di costruzione, come: murare Am
Yhwh... un altare di pietra Dt 27S.
2.
Specificazione. Spesso il compie- 9 ; scavare Is 52; Pi. coprire Ne
31s; gettare le fondamenta Am 9 6 Sai
mento specifica 11 significato del verbo,
7869; Hi. ultimare o coronare 2Cr
casa o palazzo o tempio. Altre volte il
325; Pi, rivestire, ricoprire IRe 6!5.
contesto pu richiedere o raccomanda
Diverse azioni di un assedio: Hi. e
re un'equivalenza specifica, a) Modalit.
Pi. fortificare Os 8I4 2Cr 269; as
Quando il complemento di qual
sediare Qo 9 ;cf. la serie di Ez 42. Verbi
cosa di distrutto o demolito: ricostruire
del campo di erigere, consolidare, innalza
Gs 626 Is 4513; ricostruire
antiche rovine 614; ci che re, come Hi. Nm 23!; Hi. Ne 3t3;
Hi. IRe 1632; Polel Is 614. Del campo
distrutto Ez 363t; Sai 6936; ri
di rinnovare: Pi. Is 614; Pi. IRe
parare le mura 2Cr 325. b) Alcuni esem
183032; ^Hi. ripopolare Ez 3633. Con
pi: installare torri d'assalto 2Re
25!; fortificare 2Cr 16!; collocare
significato dinastico: fondare una
stirpe Sai 895. c) Antonimi: Hi. disfare,
merlature, coronare di merlature Ct 89;
fabbricare, installare un trono Sai
distruggere Ger 312B; Hi. ridurre
895; allestire il legname (di una
in polvere 2Re 23I5; demolire, abbat
nave) Ez 275; ( qere) la tribuna
tere Ger 110 Pr 14!; distruggere 2Re
4 T

*1

118

21,3; crollare Is 99; demolire 2Re


2312; smantellare, fare breccia Qo
33; frantumare 2Re 2312 (corretto);
\ > Pi. -incendiare Os 814; $ Ni.
radere al suolo, devastare Ez 3 636.
Ni. Passivo del precedente, con i si
gnificati corrispondenti, a) Detto di case e
citt. Essere costruito, edificato IRe 32 Pr 243;
essere ricostruito D t 1317; Is 442e = Ni.
essere fondato; Ez 36l0; Gb 12 *
demolire; Ne 7!. b) Detto di persone. La
donna fonda una famiglia, ha dei figli (alla
lettera, essere costruita) Gen l2; prospera
re MI 315 = Ni. salvarsi; essere stabilito
Ger 12t6; ristabilirsi Gb 2223.
Nota. La radice entra a fare parte

di nomi propri, come Benai. Per i termini


legati al campo edile si possono confron
tare IRe 15 2Re 21^ Is 54,,.,2 Ger 2213.,4Ez
42 Ne 2-3 lCr 22 2Cr 2-3; 8; 33.
V
bilmente .,

2)] x ), C. suff. ,, 1
, Sir 441747, , ]
a) Come preposizione: a causa di, per, in re
lazione a, a motivo di; affinch Gen 317 821;
12,3 = 2 2 624 ,183 ; Sa m 512 9, 1221 132
Mi 2!0 Sai 132,0 per questo Es 9,fi;
per cui 138; per questo Sir
5120. Per (comprare/vendere) Am 26 86.
b) Come congiunzione finale: affinch, allo
scopo di. Si costruisce: con infinito Es 9!6
ISam 16 2Sam 103 18J8; con imperfetto
Gen 2130 274 4634 Es 9,4 199 202o Sai 10545.
( ^ridondante) + infinito Es 2020
2Sam 1420 1714 Infinito: ( re
cente) lC r 193 Sir 38s.
[ Cstr., c. suff. ; Sai 139,
, , , , , Am
9,0, , ]Per, attraverso, dopo, dietro,
su, sopra, a/in favore di. a) Come reggenza di
verbi che enunciano un'azione compiuta altraverso 0 dall'interno di qualcosa: , $

1, ,
, $?
Proba
,
Hi. e. Ni.,
affacciarsi ala/dal-

^1 ]-< ]Participio usato come so


stantivo: architetto, costruttore, armatore,
muratore, capomastro 2Re 1212 + ^
carpentieri, falegnami; 22t 4 ^ mura
tori; Esd 310 Sai 11822; armatore, di nave
Ez 274; in genere, operai della costruzio
ne IRe 532. Ricostruttore, riedificatore Sir
51l2. Titolo di Dio Sai 1472.

Edificio, padiglione Ez 4113.


+ .
t

Edificio, padiglione Ez 405 41,215 42,.5..0


[ c. suff. ]Agresta, uva selvatica
Is 185 ^ maturo; Ger' 3129^0 Ez 182
Gb 1533.

la finestra, dalla persiana, dal balcone Gen


268 Gdc 528 2Sam 6,62Re 930 Pr 76 Sir 1423;
0 Ho. essere gettato da, dall'alto di
2Sam 2021; - - entrare dalle fi
nestre Gl 29; Hi. calare dalla
finestra Gs 215 ISam 1912; cadere
da 2Re 12; attraverso le nubi Gb
2213; # in mezzo alle frecce Gl 2e.
b) Con verbi che significano chiudere, cintare,
proteggere: chiudere la matri
ce ISam 16; idem Gen 20!B;
N chiudere la porta dietro
N (entrando) 2Re 4.33; rin
chiudersi sopra, dietro il pugnale Gdc
322, circondare, di un muro Lam
37; fare scudo, difendere, proteg
gere Zc 12 ;proteggere Gb 110;

2( ^ . / Hi. avvicinarsi, rag


gere, gettarsi su Am 9l0. c) Con verbi di
intercedere, pregare, consultare per, in favore di:

119
Pi. espiare Es 3230 Ez 45,7 2Cr
3018; Hitp., interce
dere per, innalzare suppliche in favore
di Nm 217 D t 920 Is 374 Ger 7lt 11 Gb
4210; Hi. intercedere per Es 824;
$ Pi. pregare per 2Sam 12t; U>Tt
consultare riguardo a, su 2Re 22,3 Is 819;
Hitp. combattere valorosamen
te per 2Sam 1012. d) Verbi che significano
cambio, contraccambio, corrispondenza:
rendersi garante per Pr 20lt; 2 >su
bornare in favore di Gb 6 22; ac
cordare favori Sai 138a; ))
dare pelle per pelle, in cambio Gb 24.
e) Con sostantivi: la luce su, intor
no a Sai 139 ;sprangare, chi
dere Gio 27; ~ fare scudo Sai 34.
f)
attraverso, dietro Ct 4,.3 6 7.
Nota. Is 3214 Pr 6 U dubbi.

1[ Q. ipf. pi. 2 ;imptv.. Ni.


pft. pi . ]
Q. Domandare, interrogare Is 21 .
Ni. Essere perquisito, frugato Abd 6 .

2[ a. ipf. 3 f. , Ni. ptc, ]


Q. Gonfiarsi, fare bollire Is 64!; incitare,
aizzare Sir 6, (corretto).
Ni. Sporgere, avanzare Is 30,3.
. -

[ Cstr. , c. suff. ] Terrori,


spaventi, panico Sai 88!7 Gb 64.
[ Q. ipf- 2 , pi. ] Tirare calci,
scalciare D t 32i5; metaforico ISam 229.

[ Sg. collettivo C. suff. ,,


, ] Armento, animali, bestiame,
bestie Es 224 Nm 204a1!.

[ Q. pft. 3 c. suff. 2 , c. suff. ,


1 , pi . , c. suff. ;ipf. ,
pi. c. suff. ;ptc. c. suff. , pass. f.
, cstr. ^. Ni. ipf. 3 f. ]
Q. Essere signore, padrone, proprietario;
signoreggiare, dominare, possedere; sposare, es
sere marito, prendere moglie.

1. Campo del potere. Dominare Is


26)3 correlativo
Hi. invocare il
nome, riconoscere; dominare (in)
lC r 423; ( di Yhwh) padrone o mari
to di (popolo) Ger 3 ; 3132 = patto.
2. Campo matrimoniale, a) Significato
proprio. Essere marito D t 21 l3 =
avere rapporti, correlativo $
sar tua moglie; sposarsi D t 24! ^ 2>Pi.
ripudiare, rimandare. Participio passivo
sposata Gen 203 Dt 2222 Is 54!
624 Sii42,0 B(?). b) Senso figurato. Yhwh si
sposa con il popolo o con Gerusalemme
personificata: Is 54s = riscattare; 625;
Giuda o Israele con la figlia di un dio
straniero MI 2!!.
Ni. Sposarsi, trovare marito Is 62 ;Pr
3023 * aborrita.
V

'

, .

))] Cstr., c. suff. , , pi.


, cstr., c, suff. , , ]
1 , 7

- - *

v r

1 J

Signore, padrone, proprietario, possessore; ma


rito, sposo; Baal, dio, idolo; dotato di, con.

L'idea del possesso sfuma fino a indicare


il fatto di avere una qualit, essere dota
to di, e in italiano equivale a: participio
passato, aggettivo; morfemi -ico, -abile,
-evole, ivo e simili.
1. Con significato di potere o autorit.
a) capi pagani Is 16a; forse EDU>
Gdc 92 (+ 12x); Gs 24 ISam 23,2;
capitano della guardia Ger 3713.
b) Il dio Baal (si confronti evoluzione
Dominus >

120

Signore). Come dio locale, da cui il


plurale, o come Dio supremo: Gdc 2!3
+ Astarte; l'altare
di Baal Gdc 630; i profeti di
Baal IRe 181922. Con una specificazione:
Baal del patto Gdc 94;
Baal delle mosche (maligno, al posto
di Signor Principe) 2Re 12;
1 Baal-Peor (Belfagor) Dt 43.
Come titolo applicato anche a Yhwh,
Os 2,8. componente di nomi teofori,
come Is-Baal, Ierub-Baal, Merib-Baal
(si confrontino con i punici Annibaie,
Asdrubale); in seguito sostituito con il
dispregiativo ^ignominia: Is-boshet,
Mefi-boshet; lo stesso fenomeno si
verifica per Ierub-Baal in 2Sam 1121.
t

'

2. Significato di possesso, a) Campo


matrimoniale: marito, Sposo; correlativo
$ moglie, sposa Dt 2222 2Sam 11M
Pr 124; sposato Es 213 Sir 25;
marito della giovinezza Gl 1;
Est 1!7,20 b) Padrone, proprietario Es 212934
22 ; il padrone d casa Gdc 1922;
Is 13 Gb 3139 Q o 510.12. Al plurale con
toponimo forse i proprietari, classe po
tente e agiata, detentrice di autorit, in
contrapposizione a servi o salariati Gdc
92 (+ 12x) ISam 2 3 2 12_Sam 2112.
3.

Significato attenuato.

Che ha, che

detiene, con, -abile: collerico, irritabi


le Pr 2224 Sir 8W; alleato Gen 1413;

che ha una questione, un con


tenzioso, un processo Es 24 ;
assennato, accorto Qo 712; so
gnatore, Mister Sogni Gen 37!9;
incollerito Na 12 = * geloso, ven
dicativo; arciere Gen 4923; ^
bisognoso di un favore Pr 327;
alato, dotato di/con le ali l 7;
convitato Sir 916; ^incantatore
(di serpenti) Qo 10 ; malinten

zionato Pr 24 ;$ creditore D t 152;


^distruttivo Pr 189 = negiigente; 11< rivale, avversario (in
un processo) Is 50a = contendere;
2( violento Sir 63; ^affamato
Pr 232; confidente Sir 65; ^
dentata Is 4115 (trebbia); che
ha due corna, cornuto Dn 86;
malvagio Qo 8 ;mU> subornatore Pr
17 ;doppio, falso Sir 5 .

Nota. In Nm 2128 va letto inghiot


tire. 2Sam \ 6 e Qo 12,! dubbi.

[ Cstr. ] Padrona, proprietaria,


che possiede. padrona di casa
IRe 17!7; 1 negromante ISam 287;
fattucchiera, maga, seduttrice
Na 34. Componente di toponimi come
.
[ a. pft. f. rraa, pi. n!a; ipf. ,
, 2 ; ptc. , f. 1,
Is 349, :, pi. ^1. Pi. 1 , c. suff.
, pi . , 2 ; ipf. pi . 2 ,?
; inf. , Ne 1035, c. suff. ;
ptc. pi. . Pu. ptc. f. . Hi. pft. l
; i pf. , , wayy. ; ptc.
]

Q. Ardere, attecchire; incendiare, infammare, arroventare, incenerire; esplodere, scop


piare un incendio; bruciare. Il soggetto pu

essere il fuoco, o il combustibile, o en


trambi. Abbraccia l'inizio, il processo, la
totalit. Si usa come transitivo e intran
sitivo, con complemento diretto o con
preposizione .
1.
Con soggetto il fuoco, la fiamma,
le braci, il forno, a) Inizio del processo:
Utot divamp contro di loro il fuo
co Nm !lisi l'alito di
Yhwh attecchir in essa, la incendier Is
30M; ^ il fuoco attecch in Sai 106!8

1 *

121

dare legna Lv 6S; il Libano, infinito


= Pi. consumare, b) Il processo 0 la
totalit Is 432 = Ni. bruciarsi; ^
come combustibile, per bruciare Is 40t
arde come fuoco Is 9 i7; ^ardere +
correlativo olocausto; + infinito
consumare 1017. Il processo indica
costrutto come combustibile 44 15 corre
to con inestinguibile (nessuno
lativo riscaldarsi; accendere
lo spegne) Ger 4 4 2112; con fino a
fiaccole 50,!; Ger 7,e correlativo
quando Sai 8947 ^>*1 arder come
Pi. raccogliere legna; Ez 214 ^
fuoco; < !fuoco ardente Ger 209.
spegnersi; 399; ^accendere il
Braci, tizzoni Ez 113; un forno Os 7 46 MI
candelabro 2Cr 13,!.
319; fiamma Lam 23. Braci e forno si pos
Pu. In Ger 3 6263 il brasono considerare anche come combusti
ciere acceso.
bile.
Hi. Dare fuoco, incendiare, bruciare:
2. Il combustibile arde, brucia, si ince
l'autore, il respon
nerisce, si consuma, si infiamma. E frequente
sabile deirincendio Es 225; ...
la formula (in cui il fuoco abla
appiccare il fuoco a Gdc 155;
tivo di agente o l'espressione funziona
ardere nel fuoco Ez 52; $ brucia
come avverbio strumentale; il roveto Es
re 2 Cr 283; ^mandare in fumo
323 distingue il processo e la conclusione:
Na 2 .
ardeva e non si consumava, non si bru
Altri verbi del campo del bruciare:
ciava; la montagna Dt 9ls; Io stoppino
ardere, essere caldo, bruciare,
o lucignolo Gdc 15J4; pece Is 349; una
incendiare, ardere, bruciare,
fiaccola, torcia 62!; carboni Sai 189.
attizzare, Hi. bruciare, sciogliere,
3. Senso figurato, riferito a effetti o
fondere, bruciare, spegnersi.
azioni umane o divine: bruciarsi
V
.
all'interno, nelle viscere Sir 4030; cf. Sai
394 Ger 209; $ Sir 8,a. Si predica
2[ Pi. , 2 , 1 , pi. 2
dell'ira di Dio e, attraverso di essa, del
;ipf. , 2 , pi. ;inf.
suo alito, del suo giorno, della sua pa
. Pu. ipf. 3 sg. Sir 3625. Hi. ipf.
rola; spesso in relazione con la teofania.
;!^ptc. ]
<* arde la sua collera come
fuoco vorace Is 3027; il soffio
Pi. Pascolare (calpestando); separare/
o l'alito di Yhwh 3033; \ lo bruciavano
allontanare, spianare, abbattere, distruggere;
4225 = Pi. circondare, le fiam
spazzare, estirpare, a) Pascolare in maniera
me; Ger 21,2 = divampi come
tale da rovinare un campo o un seminato
fuoco; il giorno che arde, rovente
Es 224. Abbattere una vigna Is 5S
MI 3j9; la gelosia Sai 795;
= luogo di transito; la terra
l'ira 8947. Dato che ha anche altri
613) ( corretto) il tuo nido Nm 2422.
significati, l'uso igneo figurato talvolta si
b) Spazzare $ come si spaz
chiarisce aggiungendo 2( come fuoco Is
za lo sterco IRe 14,0 = Hi. stermi917; Sai 8315;
8
9
47 795 .
nare. Estirpare: la malvagit Dt
v n

r 1

Pi. Accendere, incendiare, appiccare il


fuoco, attizzare, alimentare, ardere, bruciare.

Complemento $ Es 353; bru-

13t 177.,2; un omicidio, sangue


innocente Dt 19!3 219; un cri
mine Gdc 20)3; i negromanti

122


2Re 232i)l esiliare IRe 2247; o
sterminare 2Sam 42 Cr 193. c) Separare:
ci che consacrato Dt 2613_)4.

Ni. spaventarsi (v. 3), turbarsi,


la mente; Sai 185; Gb 7M= Pi. spa
ventare; 934 13!u1 1524 18337 .

Pu. Essere distrutto, saccheggiato Sir 3625.


Hi. Lasciare pascolare Es 224; estirpare
IRe 163.
Nota. A volte difficile decidere se si
tratti di o 2. In Is 4 a pu

essere vento ardente o sterminatore.

3[ Q, ipf. pi .
; ptc. pi, !. Ni.
pft. , pi . ; ptc. f. ]
Q, Essere stolto, bruto, bestiale Ger 108 =
essere stupido; Ez 2136=
artefici di sterminio; Sai 948 =
stolti.
Ni. consiglio dissennato Is 19
= stolto; abbrutirsi Ger 10,4 = Hi.
fallire; 1021 = Hi. non azzeccarne
una,
V

.,

]] Stolto, stupido, idiota Sai 49=


?stolto; 7322 = ignorante; 92?
Pr 12,; 302 = non uomo, subuma
no.

. -, .

__ ... _

Terrore, turbamento, delirio Ger 8.


1419 ^ guarigione, pace.
T

Argilla,

creta,

fango,

melma,

mota

Ger 3822.
[ C. suff. k, a] Panta
no, maremma, palude, acquitrino Ez 47^
Ni. risanare; Gb 8 4 0 21 Is 357 (?).

[ F. , pi. ,, ,
]Fortificato, inaccessibile, inespugnabi!le: piazzeforti, cittadelle, cit
t fortificate Nm 1328 = forte; D t 128;
35 ^ villaggi; 9j Gs 14,2 2Sam
20e 2Re 18!3; Is 252 ^ rovine; 3726
*
mucchi di macerie; Os 8H =
palazzi; Sof Xi6 = merlature.

muraglia inespugnabile Dt 2852;


Is 2,s = torre; Ger 1520.

In tempo della vendemmia Sir


352(, Dubbio: di siccit (?) (.(

s Incendio Es 225.
T -

[ Ni. pft. , 1 . Pi. pft. 3 f. c.


suff. 3 , , pi. c. suff. ; ipf.
3 f. , c. suff., , pi. c. suff.
,;, ;ptc. f. c. suff.]
Ni. Atterrirsi, terrorizzarsi, inorridire, spa
ventarsi, agitarsi-, provare terrore, orrore, paura,
panico, spavento. Costruito con o

e l'oggetto che causa terrore Est 76


Dn 817 lC r 2130.
Pi. Terrorizzare, atterrire, fare inorridire,
spaventare, incutere paura; infondere terrore,
panico. ISam 1614.152Sam 225; Is 214 =

! Impenetrabile, ftto, folto Zc 112.


2[ Cstr. , c. suff. ]Vendemmia
Lv 265 |semina, * trebbiatura;
Gdc 82 ^ racimolatura; Is 2413; 3210
= raccolto; Ger 4832 = raccolto.

[ PI. ]Cipolla Nm 115.


[ Q. ipf. , pi . ; imptv, c. suff.
Am 9,; inf. ;ptc. (). Pi. pft.
;ipf. , c. suff. 2 , f. 3 ,
pi. f. ]

123

&

Q. Tagliare (termine di tessitori), strap


pare; finire, ultimare; guadagnare, lucrare, ap
profittare, arricchirsi, bramare, essere avido.
a) Tagliare, strappare Am 9! = uccidere;

Gb 27a la trama della vita; Gl 29rompere le


fila = intralciare ^ seguire
il proprio corso, b) Lucrare. Participio avido
Sai 103 = <malvagio; Sir 1130. Frequenti
l'espressione o simili Ger 6,3 810
= $ defraudare, frodare; Ez 2227 =
dilaniare la preda; Pr 119; 1527 *
che odia la subornazione.

Pi. Tagliare, strappare la trama Is 38J2; Gb


9 = Pi. frantumare. Finire, ultimare Is
10J2; Zc 49 Pi. gettare le fondamenta.
Eseguire, compiere Lam 217 = realizzare.
Lucrare Ez 2212- < riscuotere
interessi a usura.
V

[ C. suff. , ] Impasto (di farina).

impastare, lavorare rimpasto


2Sam 138 (qere) Ger 7WOs 74; si
cuoce Es 1239; lievita 123A39.
1[ Q. i pf , . Ni. ipf. ;ptc.
Sir 3730. Pi ipf 3 f. sg. ;+ inf. cstr.

" ' ,

Q. Chiudere, serrare, impedire, ostru


re, sbarrare il passo: lasciare sen
za respiro, impedire la respirazione
Sai 7613.
Ni. Essere impossibile, irraggiungibile, ir
realizzabile Gen 116; Gb 422 * potere,
essere in grado di. Privarsi Sir 3720.

Pi.

Rinforzare, rafforzare, fortificare, ren


dere inespugnabile Is 22,0 * demolire;

Ger 5133.

., 1,

))] , c. suff.!$ 1, ^, ?]
Lucro, guadagno, interesse\ profitto, utile, affare;
subornazione. Di solito con aspetto negati

vo, come indicano i paralleli ISam 83 =


2\ >subornazione; Is 56 = .
insaziabile; Ger 2217 =. oppressio
ne, sfruttamento; Ez 2213 = omicidio;
Sai 119^ * 1 *precetti. Determinato:
sfruttamento Is 3315 = su
bornazione, ^ \( rettitudine, onest;
guadagno in denaro Gdc 5]9;
guadagno ingiusto Ab 29; vendere
per subornazione Sir 7a. in interrogati
va retorica: a che giova?, a che serve? Gen
3726; MI 3m= >inutile; Sai 3010; Gb 223
= interesse.
-

il

Nota. In Is 57 17 fll) crimine di avidit

(?). In Ger 5113 la trama della vita.

[ Q. pft. 3 f. , pi. ]Gonfiarsi Dt


84 Ne 921.
V

2[ Q. ipf. 2 m. sg.3 , pi. ;ptc,


, pi. ]Vendemmiare, raccogliere Iv
25511 + raccogliere, mietere; D t 242)
Gdc 9 27 Ger 69 499 Abd 5.
V

.(?) 2,

))] , pi, c, suff. ]Oro Gb


2225 = , argento, oro. In Sai
6831 forse va letto .

ovile m 2U.
T !

[ PI. ]Siccit Ger 14 Sai 9,0


10!. Oppure: preposizione e sostantivo
.(?)

Piazzaforte,

cittadella,

fortezza

Zc 912.
Siccit Ger 178. Dubbio Sir 3526;
-> .

124

-
Brocca, bottiglia Ger 1910; \2>
vaso di miele IRe 143; brocca
di terracotta Ger 19,.
[ PI. , cstr. ]Breccia, fessura,
fenditura Is 229; Am 6 + macerie.
[ Q. pft. 3 f. 2 , nyi?3; ipf. ,
pi. , c. suff. ;imptv. c. suff.
;inf. c. suff. ;ptc. , 1. Ni.
pft., pi . , ! ; ipf. :,, f.
, pi . ; : + inf, cstr.. Pi.,
1 ^, pi . ; ipf. , f. , c. suff.
. Pu. ipf, pi . ;ptc. f. , pi.
. Hi. ipf. 1 pi. c. suff. ;inf.
. Ho. pft. 3 f. . Hitp. pi. ;
ipf. 3 pi . ]
Q. Spaccare, fendere, solcare, crepare,
aprire, dividere, spezzare, rompere, tagliare,
perforare, strappare, stracciare; irrompere, aprir
si la strada, invadere, attraversare; incubare.
a) Aprire, spezzare: sventrare le

gestanti Am 113; fendere, solcare,


dividere il mare Sai 78!3, cf. Es 14lt Ne
9 ; perforare, lacerare il braccio
Ez 297; $ aprire, fendere l'abbeve
ratoio Gdc 1519; portare alla luce
una sorgente Sai 74,5; tagliare,
spaccare la legna Qo 109; ( cor
retto) spezzare la pietra della macina Sai
1417; fendere, spaccare la roccia
Is 482,. b) Irrompere, aprirsi la strada 2Sam
2 3 16; invadere, attraversare 2Cr 2117. c) Incu
bare (fare schiudere) uova Is 34i5
(corretto).

la terra si spacca IRe 140;


dividersi, il monte Zc 14<; il mare
si divide, si fende Es 142,; fon
ti erompono, scaturiscono Gen 7!!;

le falde (acquifere) siliprono,


sgorgano Pr 320. b) Militare. essere
invasa, fare breccia in una citt 2Re 254
Ger 527; cf. Ez 30I6.
Pi. Significati come Q. a) Aprire, spezzare. fendere 11 suolo Ab 39;
gli orsi dilaniano, sbranano 2Re 224 (cf. Os
138); sventrare le gestanti 2Re 812
15t; fendere, aprire gallerie Gb
28]0; figurato bastonarlo sul grop
pone, sulla schiena Sir 3012; spacca
re legna Gen 223 ISam 6 U; fendere
la roccia Sai 7815; scatenare
un uragano Ez 131u3. b) Incubare:
uova Is 59s.
Pu. a) Aprirsi, spaccarsi: otri
spaccati, rotti Gs 94. essere sventra
te, le gestanti Os 14,, b) Militare: es
sere sbrecciata, diroccata una citt Ez 26,0.
Hi. Fare breccia, aprirsi la strada 2Re 326
Is 76.
Ho. Aprirsi una breccia, in una citt
Ger 392.
.
Hitp. spaccarsi, gli otri Gs 9,3;

creparsi, fendersi le valli Mi 14,


V 1., ,
Mezzo stelo (peso e moneta) Gen
2422 Es 3826.

Ni. Rompersi, spaccarsi, spezzarsi, crepar


si, squarciarsi, screpolarsi, fendersi; scoppia
re, esplodere; lacerarsi, strapparsi, stracciarsi,
a) Aprirsi, rompersi: ^gli otri scop

piano Gb 32,9; il suolo si spac


ca, s spalanca Nm 163]; la luce
irrompe (= squarcia le tenebre) Is 588;

[ Cstr. , pi. ]Valle, vallata,


vallone, piana, pianura, canalone; Val-. Valle
^ monte Dt 87 l l u Sai 1048; Ez 37!_2.
Piana, pianura Gen 113; Is 404 4
accidentato, aspro; Ez 32223. Vallata, ca
nalone Is 4110 * vette brulle; 63,4.

125

In toponimi Valle di, Piana di, Val- Dt


343 Gs l l 8.,7 127 Ne 62 2Cr 3522.
[ Q. pft 1 3 , pi. c. suff. ;
ptc. , pi. . Ni. pft. 3 f. ;ipf. 3
f. , inf. ass. . Polel ipf. pi . ]
Q. Devastare, distruggere Is 24, +
spaccare; fendere; Na 23; figurato Ger
197; vite rigogliosa Os 10!.
Ni, Essere devastato Is 243 = Ni. es
sere saccheggiato; figurato 193.
Polel. Devastare Ger 512.
[ Pi. pft. l C. suff. ;?ipf. ;?l
;?inf. cstr. ]Esaminare sintomi, os
servare, accertare; andare in cerca, essere sul
le tracce. Lv 1S36; ... discernere 2733;

l'altare, il tempio, esaminare, provvedere


2Re 161s Sai 274; delle pecore, andarne in
cerca Ez 34,2 ; Sir 117 = accertare;
intransitivo: riflettere Pr 2025.

.3, !

[ Cstr. , c. suff. n3 , ,
ecc., pi. , c. suff. ]Armento,
vacche, mucche, buoi, tori, capi di bestiame,
bestiame grosso, bovini; mandria di bovini.

Correlativo frequente bestiame mi


nuto, pecore. Armento Gen 187; vacche
D t 1423 Is 6525 Gb 4015. Bestiame grosso,
vaccino Gen 12,6 Es 109 Lv 222! Nm 153
Dt 162 Ger 517 Gio 37. Buoi (o mucche,
da lavoro) ISam 115 2Sam 66 Gb 1 ;
torello, vitello Es 29, Lv 15 Nm 28 Ez
4325; (dato che collettivo, po
trebbe a volte designare un individuo).
In composizione: 7? ricotta di
vacca Dt 32,4; attrezzi, bardatura
da lavoro 2Sam 2422 IRe 1921;
pungolo Gdc 33,; armento, man
dria di vacche Qo 27. vitella Dt
213; mandria di bovini, armento
/

- 1 v

Gl 118; $ coppia di buoi IRe 192,


Gb 13; muggito ISam 1514;
pascolo di vacche Is 6510.
[ PI. ]Come estremo (1), desi
gna rinizio del giorno Di', in correlazio
ne con che designa l'inizio della not
te ; la mattina, lalbeggiare. Come
met del giorno, diviso dal mezzogiorno
2) ). Il giorno successivo (3), do
mani; poich il giorno cominciava con
la sera, per noi equivale al giorno
successivo. Costruzione: da solo o con
preposizioni , , , Tp; per formare
espressioni avverbiali,
1.

Inizio del giorno. Mattina , aurora,

alba, albore, albeggiare, spuntare/sorgere/ir


rompere dell'alba, all'alba, presto, di buon'ora.
a) Senza articolo n preposizione. Is 2112 ^
notte; Os 76; Gb 2417 * oscurit; 3 8 0 2 = aurora, b) Con preposi
zione: di mattina, di buon'ora, al
T i l t

VI T

mattino; molto frequente. Gen 406 Es


16I3 Lv 613 Nm 284 Dt 2867; Gdc 933 =
$ ^al levarsi del sole; ISam 2035;
Ger 2 0 l6 ^ a mezzogiorno; Ez
2418 5* ;Sai 88 ^ $' tenebre (v.
13); 90m Ti ;923 5* di notte;
1438 Pr 27 Qo 10lt 11t. ogni
mattina, al mattino Es 162, Lv 6S 2Sam 134
Is 504; Ez 4613.15 + quotidianamente;
Sof 35. presto, di buon'ora Ger 2112;
Am 4 4 (oppure il giorno successivo ^
\ 2( il terzo giorno); Sai 306; 5917
^ ( v. 15); trasforma
re le ombre in aurora Am 5e = giorno.
al mattino, ogni mattina Is 332 ^
pericolo; Sai 73 5* tutto
il giorno; 1018 Lam 3^. al matti
no, iterativo Gb 7,8. dal
mattino alla notte, dall'alba al tramonto,
da sole a sole, da un giorno all'altro, il
giorno intero Es 1813.,4; Gb 420;

126

1
fino a mezzogiorno IRe
1826; fino al tempo stabi
lito 2Sam 2415; da sta
mattina fino a ora Rut 27.

387. funziona come aggettivo in Esd


33 2Cr 23.
Rintracciare, seguire le tracce Ez 3412.

dalla notte al mattino, dall'imbrunire all'alba

Lv 243 Nm 921; tutta la


notte fino all'alba Lv 6 2; fino all'albeggiare Is 3813 Pr 7!8, di mattina
Sir 4710.
Fraseologia: alzarsi presto
Gen 245l Nm 22 13 Gdc 1927 2Sam 24
(potrebbe indicare anche il giorno suecessivo) Sir 3120. Hi. alzarsi
all'alba, di buon mattino G en, 1927 Es
8 1s Nm 1420 G s 3! Gdc 933 ISam 119 2Re
322 Is 5 Gb 15. alTalbeggiare,
all'irrompere dell'alba Es 1427 Gdc 1926
Sai 46
2. La mattina come met del giorno.
Gen 15 (+ 5x) Dn 8 14.25;
sera, mattinata e mezzogiorno Sai 5518.
3. Il giorno successivo. Si pu usa
re anche con , b, . Es 7!5
342a Nm 165 ISam 9* 192 Is 17 Ez 2418b
Est 214. Con il verbo si riferisce al
giorno successivo Gen 292s Es 1916 Nm
22^ ISam 2 0^ 2Sam l l w. Ni.
e Hi., Hi., Hi. (II),
tenere in serbo, lasciare, cu
stodire, conservare, mettere da parte,
riservare per il giorno successivo Es
1210 1619 2318 2934 3425 Lv 71s 2230 Nm 9 12
Dt 164.

Risarcimento Lv 1920.
PL pft. , , c. suff, ,

1 , c. suf f . , , suff. 3 f.
sg. Sir 5113, pi. , c. suf f . ,
, 2 $ ; i pf . , c. suf f . ,
1(, 2 , c. suf f . ecc. , ,
1
, c. suf f . ecc. , ;, c. suff.

;, 2 , , 1 , c. suff.
, imptv. pi ,
, c. suff. ;+ inf,
cstr. , c. suff. ecc.; pt c. , pi.
, cstr. , c. suff. ,
Sir 4,2. Fu. i pf . 2 , f . ]^

Pi. Cercare, ricercare, inseguire, perseguire,


aspirare a, procurare di; indagare, inquisire,
domandare, interrogare; chiedere, supplicare;
tentare, provare a, industriarsi di, pretendere di.

Costruzione: con complemento diretto


con o senza ; raramente con , b, ;
+ persona cui si chiede, che si con
sulta; con + infinito costrutto, cercare
di fare; qualche volta senza . Sinonimi:
,.
1,
Un oggetto o persona persi/disper
si ( ) fino a ritrovarli o per ritrovarli
( ;(Pi. cercare invano,
a) Animali 0 cose: le asine
4. U so aggettivale. Mattiniero, mattati- ISam 93; la (pecora) smar
rita Ez 344, cf. Zc 1116; un documento
no, mattinale: ^ offerta mattutina
Esd 262 Ne 764. b) Persone smarrite o fug
Es 294, Nm 288; olocausto matgite: cercare, inseguire, organizzare una
tu tino Lv 917; alla luce dell'alba
battuta per cercarle: Giuseppe, i suoi fra
Gdc 162 ISam 1436 253,,.36 2Sam 17M2Re
telli Gen 37]<s; Elia 2Re 216; una persona
79; veglia/vigilia mattutina
nascosta ISam 102, 2Sam 1720 2R 6 19;
Es 1424 ISam 11 ;nube mattutina
Davide fuggito ISam 192 23 ;gli amanti
Os 64 133; porte dell'aurora Sai
Os 29; lo sposo Ct 3 ,.2 56.
659; astri/stelle mattutine Gb
/

127
2. Qualcosa di non perduto di cui
si ha bisogno o che si desidera, a) Oggetti. mendicare il pane Sai 3725;
il cibo Lam 119; acqua Is
4117; non cercare nulla Est
215. b) Una persona per un compito ISam
13,1616 Is 4020 Ez 2230 Na 37 Qo 728.
c) Una qualit, situazione, qualcosa di prezioso 0 desiderato. Cercarsi, procurarsi, cer
care di conseguire, perseguire, sforzarsi
di:
t vi che cerca la verit,' sincero
Ger 5,; la sapienza Pr 146 (cf.
24; Sir 627 = $ cercare, accertare;
51,3b = desiderare); $ preoc
cupazioni Qo 729; 11 / bene (di
qualcuno) Sai 1229 Ne 2,0; l'ingan
no Sai 43; un focolare domestico
Rut 3,; / ^ la giustizia/umilt
Sof 23; il male o danno (di qual
cuno) Nm 3523 ISam 2410 2526 IRe 20 7
Sai 711324; la pace Ez 725, Sai 34 15
= perseguire; un pretesto
Gdc 144. d) Un'informazione. Domandare,
consultare, indagare, inquisire, investiga
re, accertare, consultare Yhwh Es 337 Zc
82,23 Pr 285; la parola del Signore Am
8 12; indovini Lv 1931; in campo forense
Gdc 629; *indagare sul mio crimi
ne Gb 10 ;indagine intellettuale Qo 8 17.
e) Una concessione: presentare una richie
sta, sollecitare, supplicare, chiedere; esigere,
reclamare; intercedere. Di consueto con +
persona; visioni, al profeta Ez 726; asilo
dal nemico Na 3 ;istruzione dalle sue
labbra MI 27; reclamare da Dio il cibo
Sai 1042, = 0 ruggire; esigere,
chiedere conto a Gen 3139 439 ISam 20 16
2Sam 4 Is 112 Ez 31e 338. Chiedere Dn
1820; supplicare Do Esd 82)23; esigere Ne
5!2; pregare 2Sam 12l6.
3. Usi particolari. ^in cerca di, cer
cando ISam 2325262 2Sam 517.
perseguire, inseguire, raggiungere ci che

si allontana o differisce Qo 3 l5 Sr 53 (Dio


controlla anche 11 futuro, pu differire il ca
stigo). A volte il verbo include anche l'esito
della ricerca (come il nostro accertare), ot
tenere favore Pr 1127. Nella forma negativa
pu indicare la non-esistenza: non vanno
cercati ( inutile farlo) piaceri nell'Abisso
Sir 141(i; appoggio 402t ^ mancanza,
necessit. cercare il Signore: come
sinonimo di adesione, lealt (sinonimo di
amare e 1 sperare), o di conversione
(sinonimo: tornare Dt 42u0) Ger 2913
504 Os 35; 7 i0 = 12 ;>Sof 23; Sai 697 = ;
705 = .
Fraseologia: , N visi
tare IRe 1024; Sai 246 = ;ricorrere a
Os 5 js = Pi. cercare; sollecitare il fa
vore Sai 27 ^ Hi. nascondere
il volto, 5* Hi. respingere con ira
(v. 9); Pr 2926. implorare Sai 83 .
N perseguitare a morte N, attenta
re contro la vita di N, cercare di uccidere
N ISam 20! 2223 2529 2Sam 48 16 IRe 19,
Ger 430 112I; Sai 545 = insorgere con
tro; 63,0 86,4; Pr 2910 = odiare. Partici
pio (coloro che perseguitano a
morte, nemici mortali Ger 199 217 2225; Sai
354 = che trama il danno/ai dan
ni di; 40!5 = desidera il male; 703
Sir 513, Seguito da + infinito costrutto:
cercare di, procurare di: gli venne
voglia di piangere Gen 4330; cercare di Dt
13 ISam 144 IRe 1122; ansioso di Zc 67; di
sporsi a 129; procurare, industriarsi Qo 12I0;
progettare, tramare Est 22l;
pretendere di comandare Sir 7e\
Nota. In Pr 216 va letto lacci, vin

coli di.
Pu. Essere ricercato Ger 502o + inva
no; Ez 2621; essere indagato, campo forense
Est 223.
1i .
T ir -

, t

128

2<5[ c. suff. ]Petizione, supplca, domanda, richiesta, sollecito. Sinonimo:


; verbi , concedere, adem
piere, accordare. Est 53W}
Esd 7fi.

Con queste radicali si formano i se


guenti termini: 1 creare, creatura;
3 cibare, ingrassare, cibato, ingras
sato; 3 tagliare, dissodare, disboscare, 4
spiazzo aperto, spianata; alleanza; 1
mangiare, cibo, alimento;
pulire, pulito, '!lisciva, purezza,
puro, lisciva; 3 frumento, grano; 2
affilare.

1[ PI. cstr. ;f, ]Pulito, puro, limpido


Sai 199; Gb 114 - puro; Ct 69.10;
puro di cuore Sai 244 73,; 1$ lingua
sincera Sir 402!.
2[ C. suff. ] Figlio Pr 312 Sai 212. Si
consultino i commentari.

Ni. pft. 2 f. 3 , f. Sir 5 40,, pi.


, ;ipf. pi . Sai 10430; inf. c.
suff. , , ; ptc. ]
Creare, dare/conferire l'essere, tirare
(fuori) dai nulla, fare, produrre-, fondare, for
mare, plasmare. Il soggetto Dio. Partici
pio: Creatore, Fattore. Sinonimi: fare,

realizzare, formare, modellare. Fre


quente nel Deutero-Isaia; Gen 1!.2,.27 5!_2;
produrre Is 45; 402t correlativo
imporre il nome; Ger 3122 Am 413 MI 2I0
Sai 5112 8913Qo 12! Sir 15H 1626.
fare/compiere un miracolo Nm 1630.
Ni. Essere creato, fatto, ricevere l'essere
Gen 2,, Is 487Ez 28J315 Sai 102 w 10430 1485
Sir 3929-30; essere forgiata, fabbricata Ez 2135.
Rivivere Sir 48l3.
V

t .

[ h. inf. cstr. c. suff. ]Ingras*


sare ISam 229. Variante di )?( .
V

3 ] ]Frumento, grano Gen 413549 +


alimento, cibo; 42325; 4523 + viveri,
vettovaglie; Ger 232e 5* paglia; Gl 224
correlativo p i aia; Am 5 ; scarto,
crusca 86; Sai 65 u 72 i6; accaparra
re il grano Pr l l 2t,

3[ Pi. pft. 2 , c, suff. ;


imptv./inf. ass. ]Dissodare, disboscare Gs
17l51e; tagliare, lacerare, fare a pezzi Ez 2347.

4 ] ]Campo aperto, all'aperto Gb 394.


1 o .(?) 3

[ pi. ]Dubbio: cuculo, oca-,


pollame, uccelli da cortile
IRe 53.

a) Lisciva, potassa Is 125 Gb 930. b) Pu


lizia, purezza Sai 182)25 Gb 2230.
Nota. In Es 2 1 ^ va letto .

Nota. In Ez 2124 va letto .

Grandinare Is 32w. Probabile ditto


grafia. Denominativo di .

Grandine, grandinata. Associato ad altri


fenomeni atmosferici Es 9 (14x); Is 281?Ag
2,7; Sai 10532 4^ pioggia (benefica); 148e.
[ Q. pft. c. suff. , , ,
/ grandinata, grandine Gs 10,! Is
2
, c, suff. , 1 , c. suff.
3030 Sir 43 15m; rovescio di grandine
;!ipf. ;imptv. , inf. ;ptc.
,, c. suff. , , Sir 3,tB.
Is 282; granai della grandine
. 2 -<
T T

t 7

t i

r i *

129


T T

Gb 3822. + fulmine, lampo Sir 3210


43i3m/b; + 2< fuoco 3929.
[ PI. ]Maculato. Detto di ani
mali: maschi (da monta) Gen 31,0.,2;

cavalli leardi Zc 636.


1[ q. 1pf. 1 . h. ipf, 3 f. c. suff.
;inf. ]
Q, Mangiare 2Sam 1217; 136.10 = .
Hi. Dare da mangiare, servire, fare man
giare 2Sam 335 135.
V

,
v ' , )?(

r i 1

2 In ISam 178 dubbio. > 1.


T T

-T

Puro, immacolato Sof 39 Gb 333.


[ PI. ^, C. suff. , ]
Dubbio: cipresso, abete, ginepro Is 148 3724;
55,3 ^
rovo, pruno; Ez 27s Os 49;
Zc 112 + cedro; assi, tavole
di IRe 615; legno di 52224 634.
Nota. In 2Sam 65 va letto con

canti; Na 24 cavallerizzi; Sai 104)7


nella loro chioma.

[ PI. ]Variante del precedente


Ct 1,7
/ [ c suff. ]Cibo, alimen
to Sai 6922 Lam 410.
Ferro. Associato ai 2< bronzo e
altri metalli. Contrapposto a # legno o
manico D t 195; pietra Is 6017; pJFl pa
glia Gb 4119. Designa il minerale e il ma
teriale di utensili, a) Come sostantivo. Nm
3122 G s 228 Ez 2218 Gb 282 Pr 2717 Sir 3926
47!s; ferro forgiato Ez 27l9. Me
taforico: il cielo Lv 26,9; la terra D t 2823;
persone Ger 628. Sineddoche: u n arma o
v

un utensile Gs 831 Is 1034 Qo 1010; anello,


cerchio Sai 10518 107I0. b) Come aggettivo.
Ferreo, di ferro, ferrato. chiusure di
ferro (non di cuoio) Is 452; tendine
ferreo 484; trebbie di ferro, fer
ree, munite di ferri (non soltanto di pie
tre) Am 13; U>nn fabbro Is 4412;
manette di ferro Sai 149a; forgia,
fornace, forno per il ferro D t 420 IRe 851
Ger 11,; - attrezzi, arnesi Nm 35w
Gs 61924 IRe 6 7) teglia di ferro
Ez 43; giogo di ferro Ger 28 i3;

tubo di ferro Gb 401s; pUto


arma di ferro 2024; )punzone fer
reo Ger 17, Gb 1924; giogo di ferro,
ferrato Dt 2848; colonna ferrea
Ger 1,8; staccionata, recinzione di
ferro Ez 43; carro ferrato Gs 17,t
Gdc 43,3; scettro ferreo Sai 29.
[ Q. pft. 3 pi. , ; ipf. 2 ,:
, 1 , pi , , 1 , imptv. ,
pi . ;ptc. , f. ;!inf. ass. , cstr.
, c. suff. , , . Hi. pft. pi.
,ipf. , c. suf f . 1 , c. suff.
, pi . ;?ptc. ]

Q. Fuggire, sfuggire, scampare, evadere,


disertare, prendere il largo; andarsene, svi
gnarsela, squagliarsela, passare attraverso,
scorrere. Si costruisce in forma assoluta,

con del luogo o della persona da cui


si fugge, a volte con di direzione
verso cui si fugge o dove ci si rifugia.
Nm 24,, Gdc 92, Gb 142 Ct 814 Ne 6;
N / 3 fuggire da/davan
ti a N Gen 16S Es 21g Gio 13 Sai 1397;
5 Si salv fuggendo, con la
fuga ISam 191218; X N fuggi
re da N (e rifugiarsi) presso X IRe 239;
si allontanarono fuggendo
Is 223; uscirono fuggendo
Ger 394. Scorrere, passare attraverso
Es 36^.

130

Hi. Attraversare, scorrere Es 2628; fugare


Gb 4120 Pr 1926; allontanare Ne 1328; met
tere in fuga ICr 813; attraversare, oltrepassare
12*
Nota. Alcuni propongono un 2 Hi.
ferire, offendere Pr 192t.

tratto, accordo, lega, complotto, congiura. Si

costruisce con , , , .... Si usa


in campo profano, fra individui e collet
tivit; in campo religioso, come simbolo
dei rapporti fra l'uomo o il popolo e il
suo Dio.

1.
S usa con diversi verbi che signi
ficano la stipula, il. mantenimento, la
violazione, l'annullamento, a) Stipula.
.
Dare, concedere, accordare, stipulare,
firmare, siglare, fare, contrarre, sottoscri
[ Agg. f. (), Ez 34M; pi.
vere; impegnarsi, contrattare verbalmen
, cstr. , f. 0( ]Ingrassato,
te, giurare, allearsi, cospirare, complot
grasso, pieno, obeso; sostanzioso, pieno/a di
tare: accettare Ger 3410 Ez 168
grani (p. es. di spiga). Detto di anima
Sir 4420; Hi. vincolare con ISam
li: Gen 412 4,1820 IRe 53 Ez 34320 Zc 11,$;
20b; Hi. firmare (rendere fermo)
detto di uomini: Gdc 317 Sai 734 Dn 1,5.
Dn 927; Hi. comunicare, fare co

spighe piene, granite Gen 41s7;noscere Sai 25H; fare, siglare

cibo sostanzioso Ab 116.


(molto frequente) Gen 1518 Es 2332 D t 52
Is 553 Ger 313,; Hi. comunicare,
[ PI. c. suff. Sir 16t] Miracolo
informare di D t 413; fare, concede
Nm 1630; creatura Sir 16lt.
re, accordare Gen 17a Sir 4422;
accettare Dt 29!,; sottoscrive
Cibo, alimento 2Sam 135710.
re, impegnarsi con 2Re 233; Hi.
stabilire Sai 105,0; Pi. ratificare
;] pi. C. suff. Is 15s] Fug
1119; Hi. (frequente) assumere un
gitivo, fuggiasco, sfuggente, guizzante Is 155
impegno, impegnarsi Gen 177 Es 6 A 2Re
(dubbio); serpente guizzante,
23g Ez 1660 Sir 502 ;dare, con
sfuggente 27! Gb 26,3.
cedere, accordare 2Sam 235; Ni.
Nota. In Is 43H va letto catenacgiurare Dt 43,. b) Mantenimento. Com
ci, chiavistello,
piere, adempiere, osservare, custodire,
mantenere, essere fedele a, agire in ac
[ PI. (), cstr. , c. suff.
cordo con/secondo il, tenere presente:
, , , , ]Cate Ni. fedele a Sai 7837;
naccto, chiavistello, spranga, sbarra Es 262s
essere effettiva verso, nei confronti di
(+ 5x) 363, (+ 5x) D t 35 correlativo
MI 2; ricordare, rammentar
porta; Gdc 163; di bronzo IRe
si di Gen 915; Hi. mantenere Is
413; Ger 493, Gio 27 Ne 336 = cate
564 ;)Hi. tenere in conto, tenere
naccio; Sir 4913.
conto di Sai 7420; osservare 2510;
& recitare 5016; re
[ Cstr. = ass.; c, suff. ,, *
stare fedele a Sir 44,2; 3 adempie
, , , ;soltanto sg.]
re 2Cr 3432; osservare Gen 179 Es
Alleanza, patto, trattato, intesa, impegno, con
19g Dt 7912 Ez 17,4 Sai 13212 Dn 94, c) A n
V

4 T

, .

131
nullamento. Violare, trasgredire, rompere,

annullare, cancellare, rescindere, abolire,


derogare, revocare, svincolarsi, ritratta
re: Pi. profanare MJ 210 Sai 5521
8935; ricusare, rifiutare 2Re 17,5;

Pi. disprezzare D t 312D;


violare, rompere D t 172 Gs 2316 Ger 341e
Os 8,; abbandonare, trascurare Dt
2924 IRe 1910 Ger 229; Tlfl Hi. violare,
frequente: Gen 17 Lv 21544 D t 3116 IRe
1519Is 245 Ger 1110; Ez 1659 = disprez
zare; Zc 1110; >Pi. invalidare MI
28; dimenticare D t 423 2Re 1738;
Pr 2!7 = .
2. Elementi del patto: persone, og
getti, a) Persone: $ alleati Abd 7;
paese alleato Ez 305; nu>N
sposa legittima MI 2l4; alleati Gen
14i3; legato, delegato, messag
gero MI 3!; firmatario di Dn 1122.
b) Oggetti; segno, segnale, mar
chio, sigillo di Gen 9,2; maledi
zioni, imprecazioni (in caso di violazio
ne) Dt 2920; arca del, frequente
Gs 33 (+ 6x) 47918 ISam 4^; sti
pula, clausole, termini, condizioni, sta
tuti del Es 3428 Dt 2869 298 2Re 233 Ger
1X2^33418; sangue del Es 24a Zc 9 n;
tavole del D t 99 ;sale
del Lv 2!3; cf. Nm 18i9 2Cr 13s;
documento, protocollo, contratto del Es
2472Re 232,21
3. Determinanti: ^alleanza
nuova Ger 313l; imperitura, perpe
tua Nm 18!9; stabile, durevole,
duratura Sai 8939; alleanza eter
na, perpetua, irrevocabile Gen 171319 Es
31lt Nm 25l3 Ger 505 Sir 4 5 5; $ !san
ta, sacra, sacrosanta Dn 1120.3O;
trattato di pace Nm 25i2 Is 54t0 Ez 3425
372s Sir 4524.
T

T -|

Nota. In Ger 3325 da .

Lisciva Ger 2n MI 32.


[ Q. wayy. !, coort. , Hi
wayy. ]
Q. Inginocchiarsi 2 Cr 613
forse in Sai 9 56. Denominativo di .
Hi. Fare inginocchiare Gen 24 .
1i .
[ Q inf. ass. ^)?( ptc, pass. ,^
cstr. , f. , pi. (), cstr. .
Ni. pi. wqt i .
. Pi. pf t . , , c. suff.
, , Sir 31, ecc., 2 ecc.,
1

pi ecc., ecc.; ipf ?:, wayy.


,
c. suff. , ecc., 2
1
, c. suf f. ecc., 1 , , coort. : c. suff. ecc., pi . c.
suff. , , l ; imptv. , c.
suff. , f. , pi . ; inf. ass. (Q. ?)
Gs 24t0, , inf. cstr. , c. suf f . ;
ptc. , pi. c. suff. . Pu. ipf. ;,
2
, ; ptc. 1, f. ^, c. su
. Hitp. pft. , pi. ; ipf.
, pi . :; ptc. ]
Augurare del bene a un altro, desiderare per
lui del bene, rallegrarsi con lui per un bene 0 beneftcio, ringraziarlo per un favore. Fra uomini:

vi t i

i n

,.

-1 *

* v

r 1i t I

u t

i i r t

qualcuno si rallegra o si congratula con


un altro per un bene ottenuto, una fortu
na: congratularsi, rallegrarsi, felicitarsi, fare i
complimenti, le congratulazioni, festeggiare. Gli
augura questi beni, felicit, gioia, piace
re, fortuna: augurare il bene, fare voti per. Se
ha ricevuto da lui un favore, esprime la
sua gratitudine, gli augura ogni bene, gli
rivolge un ossequio: ringraziare, ricambiare,
riconoscere, benedire, pregare Dio per s. Per la
sua felicit o fortuna qualcuno diventa
un modello: si benedice la sua memoria,
viene lodato; altri augurano a se stessi la
sua felicit o fortuna. Salutare (augurare
salute), congedarsi da (augurargli di stare bene,

132

si veda il nostro "stammi bene!/ Dio nei


confronti dell'uomo: benedice, concedendogli
fecondit, successo, prosperit, colman
dolo di benedizioni, rendendolo tramite
di benedizione. L'uomo nei confronti di Dio,

si, congratularsi, felicitarsi con 2Sam 810 IRe


147; rallegrarsi, congratularsi Sai 4919. Ren
dere grazie, ringraziare 2Sam 1432 Gb 3120.
c) Dio nei confronti dell'uomo 0 delle creature,
benedire, beneficare, favorire. Nei confronti

ringrazia, loda, riconosce.

dell'uomo: Gen l 3a 9, 123 Es 2024 Nm


24! D t 713 serie; 2Sam 6 Sai 289. Sulla
bocca umana con richiesta: il Signore ti
benedica!, augurando qualcosa di bello,
esprimendo riconoscenza, complimenti:
D t 26i5 2Sam 729 Ger 3123 Sai 672 115,2
Rut 24. Realt inanimate: il tuo pane
Es 2325; i germogli Sai 65,,; le provviste
132 !5; i lavori Gb 110; la dimora Pr 3^. Re
alta temporali: il sabato Gen 23; i giorni
Sir 339 = ^ santificare.

Q. a) Participio , frequen
te: , ; benedetto sia Dio,
il Signore!, sia lodato Iddio!, (siano rese)
grazie a Dio!, ringraziamo Dio! Gen 9U
Es 18!0 Zc 115 Sai 286 6620 72,8 Rut 4 ,4 Esd
727 Sir 5130. , benedetto tu
sia dal Signore!, Dio ti benedica!, Dio te
ne renda merito! Gen 2431 Gdc 172 Is 6523
Sai 11515 Rut 220 3W; ...
sia benedetto il Signore... sii benedetta!,
(siano rese) grazie a Dio... grazie a te!
ISam 2532.33. b) Senza esplicito riferimento a
Dio. Gen 2729,33 Dt 7]4; il frutto del tuo
ventre 284; pi di 3324; Is 1925 Ger
20 ;la fonte (= donna) Pr 5!e.
Ni. Benedirsi, augurarsi benedizioni, beni,
felicit Gen 123 18,e 28M.

Pu.
benedetto il nome del
Signore! Sai 1132 Gb 12] Sir 51 s0. Essere
benedetto, !prosperare Pr 202, 229.
Hitp. Benedire se stessi, rallegrarsi, augu
rarsi felicit 0 fortuna Gen 22la 264 Dt 291a
Is 6516 Ger 42 Sai 72
V

T (

Pi. a) L'uomo nei confronti di Dio: bene


dire, lodare, ringraziare, magnificare, celebrare.
Si costruisce con , o con
D t 8,0
Gs 2233 Sai 167 (frequente nel Salterio);
Ne 86 95 Sir 3935 435022 . A volte gli seri-

bi correggono in per
non scrivere una bestemmia: IRe 2110.13
Sai 103 Gb Is.259 . b) Un uomo nei con
fronti di un altro, invocando Dio
Sai 1298 lC r 16a. Il riferimento a Dio
viene sottinteso in alcuni casi particola
ri che significano benedire, impartire, dare
la benedizione-, testamentaria Gen 274
(+ 14x) 489 Dt 33!; sacerdotale Lv 93M3
Sir 4515; levitica Nm 623; profetica 23;
regia IRe 8 l4.s5. Altre occasioni: salutare
ISam 13i0 2Re 429 10,5; augurare il buongior
no Pr 2714^ maledizione. Congedarsi
Es 1232 2Sam 1325 1940 IRe 8^. Rallegrar

[ Du. , cstr. , c. suff. ,


,, , ]Ginocchi Dt 2835
Ez 474 Sir 25,3. e in ginocchio,
ginocchioni, inginocchiarsi, piegare il gi
nocchio, fare una genuflessione Gdc 7M
IRe 19,8 2Re l l3 Esd 95. sulle ginoc
chia, in segno di riconoscimento di un
figlio, o adozione, o affetto; nel grembo
Gen 30a 5023 Is 66,2. $ infiacchir
si, vacillare Is 353 Sai 10924;
crollare, farsela addosso dalla paura
Ez 7,7 21,2.
T

l * t

1 1

[ C. interr. . Cstr. , c. suff.


,', , , pi. *, cstr.
, c. suff. ]Benedizione, prmessa, premio; regalo, ossequio, dono-, gratitu
dine. a) Come sostantivo. Indica Patto, la

133

*
TT

formula, il contenuto. Antonimi:


maledizione, maledire. Verbi pi fre
quenti: dare Gen 284 Es 3229 D t 1617
Gs 15I9 Ez 342(S; Pi. inviare Lv 2521
Dt 28e Sai 1333; Hi. (I) depositare
Ez 4430; 11 riversare Is 443; ricevere
Sai 245; scendere, rimanere su Sir
4423. Gen 27,2 (+ 5x) D t 236 Sai 10917
Pr 2820. Si qualifica: in base all'origine
D t 3323 Pr 1022; del Signore
Sir 1120; $< degli uomini retti Pr
11 ;, del cielo, dell'oceano
Gen 4925; del padre Sir 39. In base
al contenuto: fecondit
Gen 4925(:; successo Sai 21. Nel
contesto dell'alleanza, con , bene
dizione e maledizione, premio e castigo,
promessa e minaccia: Dt 1126 30! I9 Gs 834.
b) Come aggettivo: $ uomo generoso
Pr 1125; # Valle Fertile (o: di Berac) 2Cr 2026; paradiso di bene
dizioni Sir 4027. Come predicato: essere
una benedizione, destinatario o fonte o
tramite di benedizioni Gen 122 Is 1924
Ez 3426 Zc 813; Sai 3 726 Pr 10? Sir
46U. fare la pace 2Re 1831 Is 36l(S.
c) Altri. Regalo, donativo, ossequio Gen 33
,Gs 15,9 Cdc 1,5 ISam 2527 3026 2Re 51s.
'

v t

Ringraziamento, azione/rendimento di grazie

Gb 2913 Pr 106 11.


[ Cstr. ;pi. st. ass. e cstr. ]
Cisterna, piscina, vasca, deposito, serbatoio
2Re 18,7 20ao Is 73 229 Na 2 9 Ct 75.
Colorati, variopinti, bicolori Ez 2724,

balenamento, meteora, a) Significato proprio,


evento atmosferico: fulmine, folgore Es
1916 Ger 1013 Ez 113 Sai 7 7 19 97 4 Gb 3835
Sir 43!5B. b) Senso figurato. Detto di

spada, come fulmine, folgore o saetta,


folgorante Ez 21l5m33; balenio
della lancia Na 33 Ab 3 ;baienio della spada D t 3241; il fulgore = la
punta Gb 2025; come scintilla Na
2S. Fenomeni atmosferici come arma (di
Dio) Zc 9WSai 1815 1446. In un paragone
Sir 3 2 10.

[ Soltanto pi.] Spine, rovi Gdc 87!6.


Altri: trebbia,
Berillio Ez 28l3.
Smeraldo Es 2817 3910; Sir 326 +
oro.
1[ Q. pft. 1 ;ptc. pass, f. , pi.
, f. ;+ inf. cstr. irreg, , c.
suff. ( invece di !, )!. Ni. imptv.
pi. ; ptc. . Pi. inf. . Hi. + inf.
cstr. , Hi tp. , ]
1

it t

* *

^ iit

Q. Purificare, setacciare, pulire, ripulire, se


lezionare Qo 3,0; allontanare Ez 2038.
Chiarire, concludere Qo 9!. Scegliere, estrarre
ISam 178 (corretto). Participio passivo
scelto, eletto, selezionato lC r 7 A0 9 22 16 ;pu
rificato Sof 39.
Ni. Purificarsi Is 52 ^ impuro;
participio sincero Sai 1827.
Pi. Purificare, pulire Dn 1135 = Hi.

[ Q. imptv. ]Fulminare, lanciare


folgori Sai 144t Ez 2133 (?). Denominativo
di .

[ Cstr. , pi. , c. suff. ]


Fulmine, folgore, lampo, scintilla, folgorazione,

Hi, Vagliare, setacciare Ger 4n ^


ventilare.
Hitp. Purificarsi Dn 1210 = Hitp,;
comportarsi con sincerit Sai 1827.
V

1, , , .

134

3-
r

2[ Q. ptc. pass. . Hi. imptv. pi.


]
Q. Affilare, appuntire, aguzzare Is 492 (?).
Hi7 Idewr Q,~Ger .51
T i -< 1i
/ [ Pi. , c. suff. ]
Balsamo: la pianta, l'aroma e il profumo
o unguento Es 256 358 IRe 10,0 2Re 2013;
Is 324 ^ marciume, putridume; Ez 2722
Ct 4!0.14 51.13 62 3 , canna balsa
mica, cinnamomo Es 3023.
[ Pi. , 2 , 1 1 ; ipf. 2
, l , pi. (, 2 ; ptc.
1 , f. , pi. f. ;+ inf. cstr.
. Hitp. ipf. 3 ]
Pi. Dare, portare, riferire buone notizie,
proclamare, annunciare ISam 319; 2Sam
120 = Hi. narrare; 181920 IRe 142; pu
avere un complemento: 1 A2 Is 527 =
^\ Hi. annunciare; , libera
zione, vittoria Sai 40,a 92. Participio messagger, araldo (di buone notizie) Is 409
Sai 68 I2.
Hitp. Ricevere buone notizie, evviva!
2Sam 183!.
V

[ Cstr., C. suff. , , 1,
, , , , , pi. l x
Pr 1430]
Come componente con altri organi e
tessuti, carne; come componente con ,
alito o anima, carne, corpo; da cui, ci che
debole, mortale, caduco. In senso lato,
la totalit del corpo o la persona. In senso
circoscritto, pelle, organi genitali, sede della
salute 0 della malattia. Come commestibi
le, carne. In quanto comune, condivisa,
indica parentela in diversi gradi.
t i -

* t i '

1 t

1. Componente dell'uomo o dell'ani


male, a) Con altri organi 0 tessuti: pelle,
osso, sangue Lv 1628 + , ( v,
27); Nm 195 idem; Ez 37e Gb 10!! serie
anatomica; Lam 3 Sai 38,, 632 Pr 5 ;Gb
25 + . b) Componente inerte, o statica, o
debole con , come elemento vi
tale, animatore, dinamico Lv 17 Ez 37a.
#, <* la
vita della carne risiede o consiste nel
sangue Lv 17.( ci che per il corpo
alimento vitale e che mancando lo la
scia cadavere, lo per la carne il sangue;
carne esangue = cadavere). I/TT ^
carne con la vita, cio con il sangue Gen
9a, D t 1223 (che spiega:
( . l'alito deH'uomo
di carne Gb 12!0 = 11 respiro
dei viventi; + Gb 1422. c) Ci che eff
mero, mortale, caduco, debole. Contrapposto
a Dio Is 31a ^ ; (come) erba 406; si
consuma come gli indumenti Sir 1417.
*

V V

V V

2. Senso lato o stretto, a) La totalit


del corpo 0 persona, in modo particolare
con verbi in forma riflessiva; si pu tra
durre con -si. vestirsi, rivestir
si Lv 63; ... vestirsi di IRe 2127.

, lavarsi, bagnarsi Lv
149 151 ^; mi afferra, mi attanaglia
Gb 21t; inorridisco (si veda l'ita
liano "pelle d'oca") Sai 119!20;
rendere colpevole Qo 5S; arre
stare Sir 51,. b) Parti genitali Lv 164; Ez
2320 correlativo seme, sperma; nella
circoncisione Gen 1713 Lv 123 Sir 4420.
c) Pelle come parte esterna della carne:
con un sacco sulla nuda pelle
IRe 2127 2Re 630; radersi Nm 8( equi
vale all'uso riflessivo); guarito da una
malattia della pelle 2Re 51014, cf. Es 47;
mi si attacca la pelle
alle ossa Sai 1026; cf. Gb 1920. d) Sede
della salute 0 della malattia, soprattutto in

135

^
T

uso aggettivale (si veda litaliano "bene in

carne", mettere su carne"). Salute: Gb


3325 Pr 422. Malattia: Lv 132 (+ lx) 152
(+ 6x) (della pelle, sintomi e trattamenti);
Gb 3321; smunto, scarno, magro,
emaciato Pr 5 ^ ; idem Sai 10924;
cf. Qo 12,2. piaga, nella carne viva
Lv 1314_15.

umane 2Cr 328 5* ;malaticcio


in Sir 30 .
Fraseologia:
da midollo a
corteccia Is 10l8; $ con la carne
fra i denti = giocarsi tutto, rischiare la
vita Gb 13,4; trattarsi bene
col vino Qo 23. qualsiasi Sir 8,9;
tutti 50i7; nessuno 48,2.
i

3. Carne, come commestibile, a) Signifcato proprio. Carne, fette (di carne), carogna
Es 163 Lv 832 + pane; IRe 17t; Is i2213

+ vino; Sai 5013+ sangue; di sacrifici


di comunione Lv 7,5; Gdc 62l + azzi
mi; antropofagia Lv 2629 Dt 2853 Ger 199.
b) Senso figurato (si confrontino: mangiarsi
vivo qualcuno, s-carnire, sarc-asmo):
la spada Dt 32; i malvagi Sai 272,
i miei amici Gb 1922, coloro
che vivono con me 313 ;ro
dersi, divorarsi Qo 45,
t

'

4. In quanto condivisa, natura (si


veda litaliano "fratello carnale). Fami
glia 0 parentela Gen 223 29M 3727 Gdc 92
2Sam 5!. Detto del popolo o della razza:
il povero Is 58?; uguaglianza fra cittadi
ni Ne 55. Razza, specie umana: frequente
nell'espressione ogni mortale Dt
526 Is 66 16; Ger 253, = ;Ez 214 Gl 3, Zc
2,7 Sir 1417. Riferito a uomini e animali:
Gen 6i2.13 8 19 m7 Nm 181s.

!
T Buona notizia. Mancia. accordata
per avere recato una buona notizia 2Sam 4m
2R.e 79
1 8 2 0 ,2 2 .2 5 .2 7

[ ^ Q. pft. pi. - ;inf. cstr. Sir


5 1 ,5. Pi. pft. 3 c. suff. , 2 , pi. ;
ipf. 3 f. 2 m. , pi.
, 2 , l
;imptv. , pi. , ;inf. cstr.
;ptc. pi . Pu. pft. ;ipf. 3 f.
;ptc. . Hi. pft. 3 pi . ]

Q. Cuocere, bollire Ez 245; maturare


Gl 4,3 Sir 5115 in llQ Ps3.
Pi. Cuocere, cucinare, bollire Es 1623 Lv 83J
Nm 118 + pentola, tegame; D t 142]
ISam 213 IRe 1921; 2 Re 438 4 pentola;
Zc 142, Lam 410. Participio maschile pirale cucine Ez 4624.
Pu. Essere cucinato, bollito Es 129 Lv 621
ISam 2]5 ^ crudo.
Hi. Maturare Gen 40,0.

V
. 0 ,
5. Uso aggettivale. A volte esple
tivo e non si traduce, equivale a 0:
gras
[ F. ]Cotto, cucinato Es 129

vacche ingrassate,
Nm 619.
se, pingui Gen 4121e; vac
che deboli, scarne, emaciate Gen 413.19;
In agnellini Sir 473 = ca*

adipe, grasso, carni, pinguedine


pretto.
Is 174 * Ni. ammalarsi; cuore
di carne, docile Ez 1119 3626 ^
cuore di pietra; vello Gb 415;
Vergogna, rossore Os 10f(.
occhi di carne, umani 104; ?
carnosit 4115; mangioni, ingordi
[ Poiei inf. c. suff. ]Calpestare;
Pr 2320 = ubriachi; forze
figurato opprimere, esigere un tributo Am 5 .

*!

136

2
$ [ C. suff. ,,, , ^
]Vergogna, rossore, confusione, imbaraz
zo, onta; fallimento, sconfitta; idolo. Sinoni
mi: , . Costruzioni
particolari:
- xu - i 1 r i - j
1
gli copre il volto (la vergo
gna), sprofonda per la vergogna Sai 44lt;
, rivestito, coperto di 3526 10929;
accusativo interno di U>n.
1. a) Vergogna ISam 2030; Is 544 =
!onta; 617 Ger 22tf; rossore
7,9; Mi lj! (?); Sai 132,8 * diadema,
b) Fallimento Is 3035; Ab 2,0 = sciupa
re, sprecare; sconfitta Ger 20,8.
2. In contesti di vertenza o proces
so, soprattutto penitenziali, indica
la confessione o il riconoscimento della
colpa e si contrappone a innocen
za Dn 97^; cf. Ger 3 25 Sof 35.
3. Appellativo. Titolo o nome spre
giativo di Baal: idolo, Ignominia Ger 324 11 j3
Os 910.
1[ Cstr., c. suff. , , , , pi.
, cstr. , c. suff. (), 10 ( ecc.]
Figlia, femminile di ) > > ) .
Ha quasi tutti i significati di , nel suo
genere, e in pi ne ha alcuni particolari,
come pupilla, citt, capitale.
1. Significato proprio, a) Stretto. Figlia
Gen 2447 Es 2a0 Ger 358. b) In combina
zione: nipote (da parte dei nonni) Lv
18,0; idem 18,0; cugina Est 27;
cugine Lv 1817; sorella da
parte di padre Gen 20!2.

3. Specificazione, a) Sesso. Gen


4 615 Es 2! 213 , ISam 303; frequen
te !,espressione figli e fi
glie, b) Et. Ragazzine, fanciulle, ragazze
Nm 25! Gdc 14 ,.2 2121 Ez 1627 Ct 15
Lam 351. c) Classe sociale: prin
cipessa Ct 72; $ principesse re
gali 2Sam 1318 Ger 4110; cf. Sai 4510.
d) Animali : piccoli di struzzo o
struzzi femmina Is 4320.
4. Senso m etaforico, a) Adozione :
prendere com e/per figlia
Est 2!5. b) Pupilla (dell'occhio): Sai
170 Lam 2,e. c) Nella rappresentazione del
la citt come personaggio femminile si
incontra il singolare per designare
una capitale-, il plurale per designa
re le localit suffraganee, di un territo
rio o di una giurisdizione. Singolare
Capitale Sion, Giovane Sion;
frequente, sembra includere l'aspetto
della bellezza Is 3722; la capitale
del mio popolo Ger 4, ; =
Capitale di Babilonia, Capita
le dei Caldei Is 47!; Capitale
dell'Egitto Ger 46 ;Capitale di
Giuda Lam 22. Plurale comuni, territori:
Nm 2132 3242 Gs 1547 Gdc 127 1126 Ger
493 Ez 1655.
5. C on determ inativo, a)
svergognata, perversa ISam 1!6;
truppa Mi 414; dispersi Sof
3 10; canzoni Qo 124. b) Et :
di un anno Lv 14l0 N m 1527.
Con numerale indica l'et:
di novant'anni Gen 17,7.
Fraseologia: tale (la)
madre, tale (la) figlia Ez 1644.
t

2. a) Nome di famiglia. Gen 1129 2424


Ger 52! Os 13. b) Gentilizio. Ittite Gen 2746; Filistee Ez 1627;
Cananee Gen 280; Israelite Dt 23,8. c) Origine, cittadinanza:
compaesane Ez 1317; abitanti di
Sion Is 316 4a.

2[ M. Ez 4510, f. Is 510, pi. ]Misura


di capacit per liquidi, di circa 40 litri IRe
?26 Ez 45,u4 Is 510 2Cr 4S.

137
3[ PI. . TM . Cf. apparato della
BHS] Tessuto, velo, manto (?) 2 Re 237.
Nota. In Is 320 fiale di profumo; > .

Incolto (?) Is 56 ( non lascia


re piovere).
[ PI. ]Crepccio, burrone, dirupo
Is 7,9
-[ Cstr. , pi. , ,
c. suff. , , ] Fanciulla,
vergine, nubile. Capitale, a) Fanciulla, vergi
ne. Correlativo ragazzo. Gen 241(S
spiega: nessun uomo aveva
avuto rapporti con le; Lv 213 D t 22,9.26
legislazione; 2Sam 1321e Gl l e; Sai 14812
+ . ragazza vergine, nu
bile D t 223 Gdc 21 IRe 12. la
dote della vergine Es 2216, Pi. se
durre Es 2215; Pi. violare, defiorare
Lam 5 . b) Titolo di una capitale, con
un qualche determinante:
Fanciulla/Vergine capitale Sion 2Re 1921
Is 2313 Lam 2J3; ? Fanciulla di

3
Israele Ger 3121 Am 52) Lam
115; Is 47,; Ger
46.1417 ;
V

" IT I

[ cstr. , c. suff. , .
] Verginit; le sue dimostrazioni.
Lv 21,3 Gdc 1137-38 L^t 22,4.20 legislazio
ne; Sir 4210. Aggettivo virgineo, verginale
Ez 233,8.

S 7

IV

[ Pi. pft. 3 pi. c. suff.* ] Squartare,


smembrare Ez 16<0.
[ Q. pft. . Pi. wayy. ]!;
Q. Tagliare, spaccare, o anche squartare
Gen 15 i0.
Pi. spaccare a met Gen 1510.
))] , c. suff. , pi. cstr. , c.
suff. ]Pezzo, parte, met Gen 15l0 Ger
348.19. crepaccio, burrone, dirupo (?),
montagna, collina (?) Ct 2 .

Mattina, mattinata, fino a mezzo


giorno 2Sam 229.


Orgoglio, superbia Is 16 = ., !!
Vi una serie di parole, fra loro
affini o foneticamente simili, che bene
distinguere. Eccone una lista:
essere alto, superbo; super
bia; superbia; superbia;
superbia; superbia; orgoglio
so; orgoglioso; spalla; spalla;
1 spalla; 2 orgoglio; ^cadavere;
valle.
La radice si articola in tre gruppi
di significati: altezza fisica, elevazione
spirituale, superbia. Le corrisponden
ze italiane sono copiose e differenzia
te. Ne forniamo alcune: a) Alto, eleva
to, eminente, sublime, sviluppato, rialzato.
b) Elevato, eminente, eccellente, egregio, su
blime, superiore, emergente, sovrano, esaltato.
c) Altero, borioso, altezzoso, superbo, orgoglio
so, vanitoso, tronfio, vanaglorioso, presuntuo
so, arrogante, insolente, vanitoso.

[ Q. pft. pi.- ; ipf. ;inf. ass. ]


a) Crescere, aumentare: l'acqua Ez
475; il papiro Gb 8 . b) Essere su
blime, agire gloriosamente, con magnificenza
Es 15,2! Gb 1016. c) Insuperbirsi Sir 109 *

polvere e cenere.
Superbia, orgoglio Pr 813 = .

[ PI. ]Orgoglioso, superbo Is 2 ,2 se


rie; Ger 4829; Sai 942 = essere insolen
te (v, 3); 1406 = violenza (v, 5); Gb
40lt.12 ^ Hi. umiliare; Pr 1525 ^
vedova; 16l9 * 12 )umile; Sir 1014 *
derelitti, indifesi; Sir 1130.
[ Cstr. _, C. suff.,,
Sir 168 ecc.] Superbia, orgoglio, presunzione,
alterigia; impeto, furia; maest, gloria, onore.
1. Ambito di Dio o dell'uomo,
a) Di Dio, maest, onore Is 133; Sai 6835
=
forza, 1 sconvolgente, impres
sionante (v. 36). Aggettivo spa
da vittoriosa Dt 3325 ;avverbio mae
stosamente (oppure correggendo
sul dorso, in groppa, a spalla) Dt 3326.
b) Dell'uomo, orgoglio, superbia, presun
zione, alterigia: Is 9e = alterigia;
13it = *superbia, *$ Hi. umilia
re; 166 = superbia, # furia; 25=
sforzo, fatica delle sue mani,
*
2 )Hi.; Ger 4829 = ,, ,
alterigia; Sof 3 ;Sai 736 =
violenza; Pr 143 Sir 7 17 10M; 1320 ^
umilt; 16a; < del malvagio Sai 102;
deH'uomo Pr 29 . Aggettivo
piede superbo Sai 3612; avverbio
orgogliosamente 31 w + disprezzo.
TT

I T

'

2. Natura. Riferito al mare, superbia,


orgoglio Sai 464. Si pu intendere in sen
so fisico: l'alta marea, l'impeto o la furia;

139

1
l ^ S

in senso figurato: la maest o l'alterigia. Il


contesto favorisce il significato negativo:
ci che ribelle, turbolento, orgoglioso.
Nota . In Gb 417 va letto dorso,

groppa, spalla.

Is 63.

[ ]Cstr., C. suff.,,? ecc.,

pi.

c. suff. ]Boscaglia, macchia, vegetazione


cresciuta; maest, dignit, gloria; orgoglio.
1. Natura. Boscaglia, macchia:
. del Giordano Ger 125 ^
(terreno sicuro, solido 49 J9 5044
= pascoli sempreverdi; Zc 113;
moto ondoso Gb 38 ,
2. Ambito di Dio o dell'uomo,
a) Maest, dignit, gloria Es 157; Is 42 =
gloria, ornamento; 1319 24;
60!5 = gioia; Ez 2421 = tesoro;
Am 87; Mi 53 = potere; Na 23 Sai 475;
Gb 40!o = , , dignit, gloria,
maest. Aggettivo: maest sublime
Is 210; voce maestosa Gb 374. b) Orgo
glio Lv 2619, cf. Ez 30(5 3328; Is 1316 g 239
Ger 139 489 Ez 16S6; 3212 = truppa;
Am 68 = palazzi; Sof 2,0 = Hi.
insolentire, ingiuriare; Zc 10 Sai 5913Gb
35!2 Pr 813; 161e = superbia, vana
gloria; Sir 1012 4818.19.

[ st. ass.

= cstr.] a) Altezza , alterigia


del fumo Is 9!7; il tumulto, il gonfiarsi, la
furia del mare Sai 89!0. b) Maest Is 26!;
Sai 93! = potere; &compiere
prodezze Is 12s = 1 sublime (v. 4).
c) Superbia Sai 1710; aggettivo fastoso
Is 281.3.

[ Soltanto

pi. ]Orgoglioso Sai


123 ) = soddisfatti.


7 -<
!.
[ q . pft. c. suff. ,, 2 , 1
c. suff. , ;ipf. , c. suff.
,, 1 , c. suff. 3 . pi. c.
suff. ;imptv. ( con suff. ;)inf.
ass. , + inf. cstr. Rut 46 k, c. suff.
;ptc. , c. suff. , , 3;
ptc. pass. . Ni. pft. ;ipf. ]

[Soltanto pi, c. suff. ]Riscatto

T I '

,. * T

r e '

IT I V *

1 t ;

T I

V *

s J

Q. Riscattare. In senso proprio indica


lazione legale con cui un responsabile,
un parente o un sostituto torna in pos
sesso di beni alienati, libera schiavi o
prigionieri, vendica omicidi, riacquista
beni consacrati, sposa una vedova senza
figli. L'azione si basa sull'esigenza della
solidariet; trattandosi di un diritto e di
un obbligo, pu includere l'aspetto di
responsabilit. Non esistendo fra di noi
tale istituzione, nessun verbo nostro cor
risponde alla pluralit di aspetti del ver
bo ebraico; bisogna scegliere a seconda
dei casi l'aspetto che bene mettere in ri
salto: riscattare, redimere (dal latino re-emo
comprare di nuovo), recuperare, riottenere,
reclamare, rispondere di/per. Va notata in ita
liano la reiterata presenza del morfema
re-jri-, che corrisponde a un sema o tratto
significativo deH'originale e indica il ri
stabilimento di una situazione giuridica
alterata.
1.
Significato proprio, a) Beni. Descri
zione in Lv 252a34; verbi equivalenti, non
tecnici: comprare, lti) tornare,
diventare libero (nell'anno del giubileo,
quando Yhwh svolge la funzione di ri
scattatore), b) Schiavi. Descrizione in Lv
25474i4; verbi associati: , ; sostanti
vo affrancamento, manomissione,
emancipazione (2510). c) Omicidio. Descri
zione in Nm 3 5 Dt 1912.13. Fare giustizia,
vendicare legalmente (cf. ;) * ;
verbi associati: Hi. dare la morte,

140

o ipf. )Is 633; forse . Hitp. ipf.


vendicare; sostantivo giustizia
[
vendicativa. Il re pu svolgere tale funzio
ne Sai 72 . d) la vedova nella legge del levi
Ni. Essere macchiato, sporco, contaminato
rato. Legislazione in Dt 25s10; descrizione
Sof 3!; insanguinata, macchiata di
in Rut 3)3 446; o perchla donna fa parte
sangue Is 593 Lam 4 .
dei beni o perch si deve recuperare e
Pi. Macchiare, contaminare, profanare
protrarre nel tempo il nome del defunto.
MI 17.
pu sostituire *, termine tecnico
Pu. Idem passivo. MI 17.12; escluso
del levirato, ed associato a pren
da Esd 262 Ne 76i.
dere in ,moglie, e) Beni consacrati a Dio.
Descrizione in Lv 271M1.
Hi. Macchiare, insudiciare Is 63a. Dub
2.
Senso figurato, a) Si predica soprat bio; forse va letto Pi.
tutto di Dio. Perch agisce da riscattatore
Hitp. Contaminarsi, incorrere in impurit
durante il giubileo o perch la sua azio
Dn 18.
ne liberatrice viene concepita nei termini
7 .
dell'istituzione legale del riscatto; Yhwh
solidale con il suo popolo. Lo usa so
1 Participio di , a) Designa il re
prattutto il Secondo Isaia: 43! 4422_23 4820
sponsabile dell'azione legale, soprattutto
il suo servo; 5110 participio passivo; 529
(come funzione o dovere) nelfatto o in
6212 639. Altri profeti, con , riscattare da
seguito ad esso. Implica parentela o respon
Ger 31 ;dalla morte Os 13 ;dal nemico
sabilit, solidariet. Cf. Lv 2525.2t Nm 3512
Mi 410; da ogni male Sir 518 = Hi. li
Rut 4,. Domina l'aspetto di parentela in
berare. Nel Salterio significa la liberazione
Nm 5e IRe 16. vindice, vendi
d/da persone o collettivi, o da svariate sicatore del sangue, colui che chiamato
tuazoni avverse (con (:$ la mia vita
a giustiziare l'omicida con un'azione le
6919; il popolo 7716; > la trib
gale: Nm 352<)25.27 Dt 196.,2 Gs 2039 2 Sam
(- popolo) 742; dal potere del
14 . b) Senso figurato (corrisponde a
nemico 10610 = $ Hi. salvare; ?
2.a). Titolo o predicato divino: Is 41
dal potere dell'aggressore 1072; $
43 4462 a 474 4817 49726 5458 5920 60i<s 63,<j
dalla fossa/tomba 1034. Paralleli: re
Ger 5034 Sai 1915 7835 Gb 1925 Pr 23.
dimere, acquistare, senza valore di
termini tecnici, b) Altri, le tenebre recla
[ Soltanto pi. cstr. ]Macchia, profa
mano/rivendicano il giorno della nascita
nazione Ne 1329.
Gb 3S.
T I

Ni. Essere riscattato Lv 25a095A 2720,27_2833;


senza pagare Is 523.
V

I *

, , .
:

1[ Ni. pft. 3 pi. irreg. ( scriptio


mixta: si pu leggere Ni. , o Pu. )
Is 593; ptc. f. . Pi. pft. c. suff. .
Pu. ipf. pi . ;, ptc, . Hi. ipf. 1
(,scriptio mixta: si pu leggere Pi. pft. ,

[ Cstr. . c. suff. ecc.] Riscatto, riacquisto, recupero. Designa l'obbligo o


l'azione legale del verbo 1 Lv 2526 Rut
47; il diritto Lv
Rut 4 6; 3 2<
l'obbligo di riscattare Ger 327; ^i
responsabili del riscatto Ez 1115.
X

. , 1

- S I '

'

T N {

))] C. suf f . ecc.; pi. cstr, e ,


c. suff. ()e 1 ]Un oggetto curvo, spor

141

gente, prominente, convesso 0 concavo. Di un


corpo, la spalla Sai 1293; di uno scudo,
bombatura, parte bombata/convessa Gb
1526; di ruote, cerchioni o mozzi IRe 733 Ez

118 10,2; degli occhi ( soprac)ciglia (si confronti con arcate sopracciglia
ri) Lv 149; costruzione, alcova Ez 1624.25.3U9
=,
T

Nota. In Ez 4313 va letto altezza;

in Gb 13j2 dubbio: replica (?), in senso


figurato: le vostre costruzioni (mentali)
sono di argilla (castelli di sabbia).
Hit1 [Soltanto pi. ]Forma concava: fos
sato, cisterna 2 Re 316 Ger 143; lacunare, a
cassettoni IRe 6, volta (?) (architettura).
3A2 [Soltanto pi. ]Cavalletta, locusta
Is 334.
V In Ez 163i) va letto .
t

51S; il Servo 52 serie; innalzare, esaltare


Gb 37; il suo orgoglio era,,. 2Cr
176. c) Morale negativo. Insuperbirsi, inorgo
glirsi, ringalluzzirsi, gonfiarsi, presumere, avere
pretese, montarsi la testa, darsi (un sacco di)
arie: Ez 282.5.17, Sai 131! =

occhi alteri, altezzosi; Is 3lt (?) Ger 13,5


Ez 1650; Sof 3 = superbia; Pr 1812 ^
umilt; 2Cr 26lfi 3225.
Hi. Sollevare, alzare, elevare, innalzare,
esaltare, magnificare. Domina il significato
fisico, Sforzarsi, mirare/puntare in alto Is 7;
fare il nido sulle cime Ger 4916 =
Abd 4; albero, fare crescere Ez 17a4
$ cespuglio, pianticella \2( il
seggio o trono Sai 113s; levarsi in
volo Gb 57; $ fare innalzare, levare in
voto l'aquila 3927; la porta, Y architrave Pr
1719; la muraglia 2Gr 33 u. Senso figurato,
di valori: ci che alto, elevato Ez 2131 *
2\ >Hi, abbassare.
V

., , ,

. -
[ PI. c. suff.! ]Pozzo, cisterna Is 30w;
laguna Ez 47.
[ Q. pft. 3 f. Ez 315, 2 ecc.;
ipf. , pi . ( pi. 3 f. ()Ez 1650)
ecc. Hi. pft. 1 sg. ; ipf. , c. suff.
ecc.; inf, ass. ;ptc. , c. suff,
]
Q. Essere alto. Con il triplice signifi
cato: fisico, morale positivo e negativo,
a) Fisico. Essere alto, elevato, eccelso, corpulen
to: pianta, albero Ez 19014!315 ;con o
superare, sorpassare, distinguersi, spiccare,
risaltare: statura ISam 1033; il cielo rispet
to alla terra Is 55 9 Sai 103 ;le nubi Gb
35s; Is 316 le donne si insuperbiscono (?) o
si sollevano (sui tacchi) (?). b) Morale posi
tivo. Essere esaltato, innalzato: il Signore Is

[ ^ Cstr. e ISam 167, pi. ,


f. !, pi. 0 ( ]Alto, elevato, eccelso,
imminente, unico, ineguagliabile, eccezionale,
illustre, sublime, gigantesco, eccellente; altero,
altezzoso, arrogante, presuntuoso, supponente,
borioso.

1.

Significato fisico, a) Dell'uomo,

bell'uomo, imponente, massiccio, di grande


statura ISam 92; + 167 , Di elernen-

ti naturali: rupe, dirupo Gen


719 Sai 10418; collina, altopiano
(significato cultuale) IRe 1423 2Re 1710
Ger 220 172, Di un albero, imponente Ez
1724 Di elementi architettonici: * *1
muraglia D t 35 2852; torre Is 2,5;

>portoni Ger 5158; mer


lature Sof l i6. b) Delle corna (di animale)
Dn 83. c) In misure, di altezza Ez 4122
Est
/ 9,

142

passa da , sbocca o termina o sfocia


2. Di atteggiamenti o manifestazio
. P. es., il fiume Arnon come frontie
ni umane: arrogante, presuntuoso Pr
ra di Moab Nm 2113; il Giordano e la
16g; # occhi alteri Is 5 a Sai 1015; +
sua riva Gs 1323; di una citt Nm 3526.
Pi. discorsi altezzosi ISam 23; ar
rogante Go 7a. Assoluto superbo Sai 13 86 n y_marcare Es 233l; traccia
*
umile. In senso figurato ci che re Sai 1049. b) Confine, limite: Hi.
fissare Pr 1525; Hi. rimuovere, spo
alto Ez 2131.
D t 19 27 Pr 2228 2310.
3.
autorit suprema stare
Qo 57.

[ C. suff- , , pi. cstr. ]


a) Altezza, elevazione, vertice, culmine Ez 19
31J0Am 29. In misure: di altezza ISam 174
Ez 4042 2Cr 34. Valore aggettivale eievato Sir 403 * polvere e cenere.
b)
zenit, simbolo o predicato
Dio Gb 118 5* pi profondo
deirabisso, c) insolenza (alzare il
naso, avere la puzza sotto il naso) Sai 104
+ ambizione (v. 3); superbia
Pr l16 = ;Ger 4829 serie di sinonimi.
Orgoglio Is 21u7 = arroganza.

[ Va letto ]Arrogante Sir 429 5^


dappoco, 4 ^codardo.
[ St. ass. = cstr.; c. suff. , ()
ecc.; pi. c. suff. , ecc.] Limite,
confine, frontiera, termine, estremit, demarca!

zione, perimetro, contorno; cordolo, barriera,


margine, orlo, bordo; ci che rimane all'in
terno: territorio, superficie, area, zona, demar
cazione, circoscrizione (si confronti con il

2. Territorio: l'intero territorio


Es 10. Dt 164 l.Re lai invadere
il territorio ISam 7!3; esteso Am 62;
paese Sai 10533. Hi. allargare il ter
ritorio Es 3424 Dt 1220 Am 1!3; im
padronirsi Gdc 118; $ prendere pos
di sesso 1122; Hi. devastare 2Re 18a.
3. Cordolo, bordo, parapetto Ez 40 u
431720.

[ C. suff. Is 2825; pi. , c.


suff. ]()Variante del precedente
(allomorfo): frontiera Nm 342; limite Gs
1820; confine Is 2825 Gb 24z Sai 74]7. Territo
rio Nm 3233; demarcazione Gs 1949.
[ St. ass. = cstr., c. suff. ;pi.
, , cstr. 0 (, c. suff. ]
Forte, prode, valente, valoroso, gagliardo, co
raggioso, intrepido, audace, temerario, strenuo,
bellicoso, agguerrito; soldato, guerriero, militare,
gente d'arme, eroe, capitano, capo, comandai
te, condottiero; possente.

Giocando con le parole valere/valore,


possiamo distinguere nel termine ebrai
duplice valore dell'italiano circoscrizioco due significati fondamentali: in senso
ne = atto ed effetto del circoscrivere,
generale, valere per qualche qualit o si
suddivisione amministrativa).
tuazione; in particolare, valore di caratte
1.
a) Frontiera: di paese o provincia. re militare o bellico. In moki casi un pa
Frequente in testi geografici, come Nm
rallelismo, un determinante, il contesto
20-21 Gs 12-13 15-19 Ez 47-48. La fron
specificano il significato; in molti altri
casi il senso specifico incerto. Vi inol
tiera prosegue , piega/cinge/si incur
tre una serie di combinazioni che non
va , circonda o fa un giro , svolta
sembrano acquistare fissit terminologi
), scende , sale , giunge a ,

143

-
*

ca, neppure in l-2Cr, che le moltiplica


nella sua societ ideale. ) si
gnifica valore, potere, ricchezza): di buo
na posizione ISam 9,; valente, di talento
+ 1618 ; valoroso IRe l l 2e; di
buona posizione Rut 2,; dotati, abili, ca
paci Ne l l l4; gente d'arme, frequente in
lCr. proprio di l-2Cr; il con
testo militare esplicito in lC r 12, 2Cr
13 e 17. / soldato Gs 162
83 107 Gdc 612; ricco 2Re 1520 (pagano un
contributo straordinario); 24 deportati.
soldati agguerriti 2Cr 133; al
singolare: eroe militare, condottiero Sai
248 predicato divino.
1. Significato generico. Valoroso, ga
gliardo (ironico) Is 522; Sai 1032o: rp
possente (potrebbe avere sfumatura mi
litare, in parallelo con 11 v. 21);
possente 1122 (si confronti con
indigenti, bisognosi); Pr 1632 ^
paziente; il pi valoroso degli
animali, il re (leone) Pr 303j); - re
possente, bellicoso Dn 113;
autorit militari (?) Esd 728;
capi dei portinai lC r 92t (corretto).
2. Significato militare, a) Aspetto delle
qualit. Valoroso, prode, agguerrito: T V in
trepido cacciatore Gen 109; giova
ne valoroso ISam 1452 + arruolare;
un vero soldato 2Sam 17,; valoroso Sai
454 + cingere la spada, b) Aspetto
di funzione, ufficio. Soldato, militare Gen 108
Gdc 5132$; 2Re 24lt + atti alla
guerra; Is 4924 = vincitore; Ger 5 t6
922-, 149 4* incapace di vin
cere, sconfitto; 46^ 4841; solda
to esperto 50,; Os 1013 Gl 27; 4 910 96 ^
codardo, + 2 Hi. arruolare, reclutare;
il pi coraggioso della trup
pa Am 21e; scudo di Na 2<; Zc 1057.
soldato valoroso Sir 46!. Come

aggettivo spada militare Ez 3212


(corretto); guarnigione militare,
piazzaforte Pr 2122. c) Specificazioni suggerte dal contesto: eroi di un tempo
= ^uomini famosi Gen 64; 2Sam
1,9.21.27 elegia eroica; eroici caduti
Ez 3227; 391e = paladini; il sole
come eroe Sai 196; 8920 = soldato,
coscritto. Arciere: arco di ISam 2<
Is 2117; frecce di arciere Sai 1204,
Prode, paladino ISam 175l Golia; Sir 474; i
prodi guerrieri di Davide 2Sam 23&,916.1722.
Mercenari: con comprare 2Cr 256. Con
possessivo, guardia, scorta Ger 2621.
3.
Titolo o predicato o paragone di
Do. Dt 10,7 + ... grande e ter
ribile; Is 95 1021 4213; soldato fiero
Ger 20 ;3218; vittorioso Sof 3]7;
Sai 248 7865 Ne 932 Sir 3522 51 (0.
[ Cstr. , C. suff. ,)-(,
$, ecc.; pi. 0 ((), c. suff.
, Is 6315 ecc.] Forza, fortezza,
potere, dominio, possanza, potest, autorit-,
valore, coraggio, audacia, temerit; energia, efficada, risolutezza-, gesta, prodezza.
1. Qualit, a) Significato fisico. Forza Sai

90, Gb 41,; buona la


forza, meglio l'ingegno Qo 9!6; Sir 167;
risolutezza Gb 391? Sai 14710. b) Significato
morale. Fortezza Mi 38; Pr 8M+ pru
denza; con spirito possente (?)
Sir 4824 c) Significato politico. Potere, domi
nio, autorit Ger 23!0 Sir 4523. d) Significato
militare. Forza, valore Gdc 531; + con
siglio 2Re 1820 Is 112; 301s Ger 922 5130 Mi
7!6 Qo 1017.
_

^ 1

TiTT

2. Azioni. Vittoria Es 3218 Ez 3230 Est


102 Sir 443B; 1 e varianti,
gesta militari-, nelle sintesi sui monarchi di
1-2Re.
6

, t

144

-
T

T I

3.
Predicato di Dio. Coniuga l'aspet Q. Tracciare i confini, demarcare, delimi
tare, confinare. Si costruisce senza prepo
to politico e quello militare con pre
sizione; con , con . Dt 19 Gs 1820
dominanza del secondo; sono presenti
entrambi gli aspetti, di qualit e di azio
Zc 92.
ne. Ger 106 = re (v. 7); Is 3313 +
Hi. Demarcare, delimitare Es 191223.
; Sai 543 657 66 7; 89 =
1f , .
essere forte; Gb 12!3 Sir 43!3B. Prodezze
Dt 324 Sai 207; 71x6 = vittoria; 1062
- .

lode, elogio; 145 = 1 gesta; ** s


1502. Efficacia Sir 386 422J.
.: Intrecciato Es 2822 39I5.
I >

Che ha la fronte calva, stempiata


Lv 341.

| Formaggio Gb 10to + latte.

[ PI. ]Scosceso, ripido Sai 68lfrl?.

/ ]] Sciame, nugolo di cavallette


Am 7,. In Na 3 W dubbio.
[ Cstr., c. suff., pi . (), c.
suff. ]Coppa, calice Gen 44mMH7 Es
253M4 37,7,, Ger 35s.
Signore, padrone Gen 272937 +
servi.
j

*. V

( '

V II

^ Cristallo, vetro Gb 28w.

[ Q. pEt. pi . ;ipf. , f . . Hi.


wqtl. 2 ;}imptv. ]

Gobbo, gibboso Lv 2120 (+ serie di tare


fisiche).

te. suff. ]Stempiatura, calvi


zie sulla fronte Lv 1342Jj3; nel tessuto v. 55
+ calvizie, spazio rotondo corroso
nel tessuto.

[ Cstr. . , c. suff. ,
, ]Signora Gen la9 Is 242
5* 2 1 >serva; 2Re 53 correlativo 1
ragazza (v. 2); Sai 123a Pr 3023. Titolo
della regina madre (madre del sovrano
o dell'erede al trono) IRe 1513 2Re 1013
Ger 1318 292. imperatrice Is
475; collettivo: signori Sir 41,B^
popolo.

[ Cstr. , c. suff. , , pi.


, cstr. , c. suff. ]Collina,
colle, poggio, altura, monte. Sinonimo fre
quente montagna; ^ valle. I luoghi
possono avere funzione cultuale: altopia
ni; epiteti ovvi: elevato, erto,
alto, a) Significato proprio. Luogo di
culto Dt 122 = montagne, pog
gi; 2Re 164 = altopiani; 17,0; Is 657 =
;Ez 63 avvallamenti,
valli; Os 413 = ^ vette dei mon
ti. Luogo fertile Gl 4,a Am 9i3; Sai 65,3 =
foraggi, pascoli della steppa.
Luogo di segnalazioni Is 3017 = ) +
insegna); di caccia Ger 16i6 (+ ^cac
ciatori); di pastorizia 506 (+ gregge,
pastori). In composizione:
colline antiche, primordiali Gen 4926;
vetta, cima Es 179; dal
la cima Nm 239 = da rocce
scoscese; con verbi: si abbassa
no Is 404; vacillano (terremoto)
5 410; ??si agitano Ger 424. In
toponomastica si incontrano le forme
I *

t*

145
3, , . b) Senso figurato Ct 28
46. c) Personificazione: prorompe
re in canti Is 5512; $ ascoltare Mi 6!;
^\ prosternarsi a Ab 36; balzare
Sai 1144.6.
[ Sg, collettivo] In fiore, fiorito Es 931.

Con il verbo e i sostantivi ,


, , , significa forza,
potere nelle sue diverse manifestazioni:
uomo maschio (sesso forte), soldato
(forze armate), forza, valore, coraggio;
signore, signora.
[ Q. ( ) pft. pi . , ; i pf . ,
wayy. pi. . Pi. pft. 1 , c. suff.
;ipf. . Hi. pft, ; ipf. 3 m. sg.
Sir 3934B, 1 pi. . Hitp. ipf.
)) , pi . 2 , m. sg. Sir 3 l25}

Q. Crescere, superare, vincere, trionfare,


sormontare, oltrepassare, prevalere; essere va
loroso, dominare, predominare, a) Significato
fisico:
* l'acqua cresce Gen 718.20;

sormontare, l'acqua sulla terra,


la copr 724; crescere in ricchez
za, arricchirsi Gb 217. b) Campo militare.
Es 17 ISam 2 9 Lam 116; vince
re 2Sam 1123; pi valoroso di 123.
c) Campo politico: dominare ICr 52
= principe, d) Con soggetto qualit,
azioni: ^la menzogna domina Ger
92 (corretto); la bellezza supera
Sir 3622; i delitti superano, opprimono
Sai 654; la bont di Dio ol
trepassa, supera 103u 1172. Valere, servire
Sir 392!.
Pi. Esercitare forza Qo 10iO; rendere vaioroso, agguerrito Zc 10612.

Hitp. Vantarsi, ostentare, cianciare, sfidare, fare il coraggioso, darsi arie da forte Is 42,3
Gb 1525 369 Sir 3125 3815B.
3 | ]) (^cstr. , Sai 1826; pi. ]
Uomo, maschio. Indica semplicemente l'es
sere umano, come ;a volte espres
samente contrapposto a Dio; !7uomo, in
quanto contrapposto alla donna o alla
famiglia; ladulto in quanto contrappo
sto a bambini e anziani, o per funzioni
proprie; come indefinito: colui che, chi;
come aggettivo o avverbio; con un agget
tivo dal valore espletivo o individuante,
a) Uomo, essere umano in generale. Nm 241s
2Sam 23, Ger 2230Pr 30! Lam 3127. Contrap
posto a Dio Sai 3723 Gb 323 105 1621 33MPr
20^4 Sir 105. Come aggettivo umano Pr 20w
Lam 335. b) Uomo (maschio), contrapposto a
donna. Es 10lt Dt 225 Gdc 530 Ger 30t 3122
436 serie 4420; + famiglia Mi 22; in base al
contesto Pr 634; 3019^ ;Sir 725; adulto *
bambini Es 1237. Funzione militare Ger
4116. Aggettivo maschile, da uomo Dt 225.
c) Indefinito. In benedizioni e maledizio
ni: , , Ger 17SJ Sai
349 40s 9412 1275 beato, felice, maledetto,
benedetto colui che; chi? Sai 8949 Gb
347; colui che Pr 29s; uno Ger 239 (si con
fronti con l'indefinito francese on, con lo
spagnolo antico ome); al negativo, nessuno
Sir 1120. Con possessivo + sostanti
vo + \ ciascuno, ognuno per il suo Gl 28.
d)
+ aggettivo, con valore espletivo:
il superbo Ab 2S; aiu
tante Zc 137; colui che in
tegro Sai 1826; un invalido
885; l'assennato Gb 3434 Pr 24s;
Uh il povero 283. A questo paragrafo
si possono ricondurre quelli che attribu
iscono a anche funzione di relativo.
e) Uso avverbiale: per individui
Gs 71418.
v

Hi. Prevalere Sai 12s; firmare/si


giare un patto Dn 927. Servire Sir 3934.

v V

146

- < #.
V V I - * .
;
t

[ Cstr. , c. art . , direz. ;c. suff.


,, pi. , c. suff. , ]()Ter

mento, picchetto, a) In testi antichi, bande


irregolari. Gen 49 19 ISam 30815; nty
capi di guerriglieri, di banditi 2Sam 4 2
IRe 1124) cf. 2Re 52 623 1320 242 Ger 1822
Os 69; banda Mi 4 ;Os 7!. b) l'ozione, scorreria, assalto 2Sam 322 2230 (=

D t 228 Gs 2t8; tetto della torre


Gdc 95l; 1627 ISam 925 2Sam 112 1622; ve
randa 1824; luogo di culto illegittimo 2Re
23j2 Ger 19133229 Sof l s; tetto Ez 40,3 cor
relativo coronamento, volta (corretto);
Sai 102a 1296 Pr 2 9 2524. Coronamento,
fastigio Es 303; 3726.

Sai 1830: entrambi di significato dubbio),


c) In testi recenti, truppe regolari. Gb 1912
253 2925; ^ squadroni mi
litari lC r 74; soldataglia Sir 3626;
2< battaglioni lC r 1219j 2>Hi.
licenziare le truppe 2Cr 2513; 26,! =
esercito. torme
di fuoco Sir 489. Dubbio in 2Sam 2230
(= Sai 18a0): muro = 2 >muraglia.

Coriandolo Es 163, Nm 11?.

[ Soltanto pi. ]Incisione Ger 4837.

2 ] Gen 30 ]Fortuna Gen 30 ; divinit


Is 65.

[ F. , pi. , f. ( spesso
si trova la scriptio defectva al posto di ;)
costrutto ^, , c. suff. , pi.
, c. suff. , ]Grande, enorme,

razza, terrazzo, balcone, bovindo, altana, tetto;


galleria, loggia, veranda; coronamento, fastigio.

[ O. ipf. pi. Sai 9421. Hitpolel ipf.


2 , f. *, Ger 47s ecc.; ptc.
pi. ]
Q. Assalire in massa, compiere una scorre
ria Sai 942].
Hitpolel. Accorrere in frotta, accalcarsi, af
follarsi Ger 57; confluire, ammassarsi, ammuc
chiarsi Mi 4W= assedio. Farsi incisioni
Dt 14, IRe 1828 Ger 16fi 41s 475.
V , , m
'

* '

Riva, sponda, costa. * .*


[ PI. , cstr. , c. suff. ,
]
1. Del terreno, zolle Sai 65 =
solco.
/

LI

2. Di persone. Banda, cricca, massa,


frotta, orda, schiera, drappello, guerriglieri; ban
diti, briganti; scorreria, scontro, combattimento,
colpo di mano; truppa, squadrone, distacca

imponente, grandioso, gigantesco, magnifico,


splendido, colossale; illustre, mirabile, ammirevo
le, importante, maggiore, sommo, unico, incom
parabile; lungo, largo, ampio, alto, profondo,
esteso, immenso, spazioso, dilatato; voluminoso,
pesante, schiacciante; denso; difficile, arduo, gra~
ve, improbo, duro; forte, corpulento, impetuoso,
contundente, energico; sonoro, vibrante, stentoreo,
intenso, rumoroso, chiassoso, strepitoso; popolo
so, numeroso, incalcolabile, innumerevole, ab*
bondante. Data la scarsit di aggettivi in
ebraico, una sorta di verbum omnibus,

un accrescitivo indifferenziato. Tradotto


in italiano, per necessit o convenienza, si
rifrange in un'ampia serie di equivalenti.
In base al grado, pu ,essere positivo,
comparativo e superlativo; in base al cam
po semantico, partiamo da una prima divi
sione fra grandezza o dimensione fisica
e non fisica o intensit. La dimensione si
differenzia ingiungo, largo, ampio, alto,

147
profondo, esteso, voluminoso, capace; e
in base all?abbondanza o al numero (in
ebraico molti d questi termini possiedo
no un aggettivo proprio, differenziato).
Uintensit si pu riferire a fenomeni, sentiment, azioni, situazioni ecc. Nell'or
dinamento sociale si distingueranno riechezza, prestigio, influenza, carica. Il
sema o tratto significativo di grandezza
pu essere incluso in un termine italiano
sintetico: casa grande = palazzo; pioggia
forte = acquazzone, temporale, nubifra
gio; paura grande = terrore; re supremo
= imperatore; azione grande = gesta,
prodezza; rumore forte = fragore, fracas
so; vento forte = uragano. Il sema accre
scitivo pu risiedere in un morfema: -one,
-accio, -issimo, -errimo, e pu anche passare
al verbo: intridere, penetrare, opprimere,
inondare ecc. Oltre al repertorio diffe
renziato, l'italiano utilizza composti con
s-, ecc-, es-, im-, in- per indicare un notevole
grado di grandezza, come in smisurato,
sconfinato, eccessivo, esorbitante, im-,
menso, imponderabile, impressionante,
innumerevole.

vibrante Is 2713; coccodrillo colos


sale Ez 293 (corretto); 11 cetacei
Gen 121; cf. Gio 2! (grandezza, non classi
ficazione zoologica), Estensione: pia
nura ampia, spaziosa Zc 14 ;mare
immenso, oceano Sai 10425 = in
numerevole; deserto immenso,
interminabile Dt 2 7 8 i5. Altezza: ggante Gs 14J5; montagna inarrivabi
le, altissima Zc 47; popolo corpulen
to, gigantesco Dt 210. Peso:
pesi disuguali, pesante e leggero D t 251a.
Capacit: misure Dt 25 w; pentola 2Re 438.
Toponimi: Fiume Grande = Eufrate
Gs l A) Tigri Dn 104; Mare Grande =
Mediterraneo Ez 47l0.

2, Abbondanza, numero: po
polo numeroso, incalcolabile Gen 122 Es
32I0 (frequente); esercito immen
so, truppa innumerevole IRe 20!3;
sacrificio solenne Gdc 1623; prov
viste abbondanti Is 5612; 3 banchet
to splendido, grande simposio 2Re 623;

$ idem Gen 21a; folla im


mensa, affluenza numerosa IRe 8 Ger
318; $ carico, ricolmo di ricchezze
1.
Dimensione: pietra gran
Gen 15h Dn 1128; $ bottino ricco,
de, enorme, blocco di pietra, megalite
ingente ISam 30 16.
Gen 292 D t 272 Gs 2426 ISam 6m5 IRe
3. Grado familiare o sociale. Et:
53i; quercia frondosa 2Sam 189;
casa grande, spaziosa, magione, figlio maggiore, primogenito Gen 27!.
Carica, ufficio: sommo sacerdote
palazzo 2Re 25, Ger 5213;
Lv 2110 frequente; sommo sacer
mucchio enorme di pietre Gs 72t 2Sam
dozio Sir 4524; imperatore Is 36!3;
18i7; tavola grande, tavolone Is
*arcangelo Dn 12!; alta
8,; spada grande* spadone 27,;
trono grandioso, imponente IRe carica a palazzo Est 94. Prestigio, ricchezza:
stimato Es 113 2Re 5! Gb 13; ricco Sir 31 !2B.
1018; 0 il luminare maggiore
Classe sociale: + , + , ricco
(comparativo) Gen 1!6 * ;$
e povero, nobile e plebeo Lv 1915 Dt 117
aquila gigantesca Ez 173 = ampia,
Gb 319; cf. Est 120. Dalla buona posizione,
dalla grande apertura alare; ^co
nobile ISam 252 2Sam 1933 2Re 48 Pr 18,6
rona magnifica Est 8!5; citt enor
256; possente Sir 8!. $ nome
me, popolosa, metropoli Nm 328 D t 9!
illustre, fama 2Sam 79.
Gs 102 Gio 12; 2 >tromba sonora,

148

-
T

* !

4. Titolo o predicato divino, della sua


persona, nome o azioni. Con Gs 79
ISam 1222 lRe 842 Ez 363 MI 1. Predicato:
Is 126 Ger 106 3218 Sai 482 77 14 86!0 953
992 Sir 43sBmM. Le sue azioni, qualit: Sai 8613
1085 1112 136,.

fatica dura, pesante Sir 40! = ;


liberazione mirabile Gen 457;

protesta energica, violenta Ne 5!;


crimine grave Gen 399 2Sam 131e;

giuramento solenne Gdc


215; 2 >giudizio solenne Es 66
7a; abominazioni gravi Ez
86; \2( vittoria magnifica Sir 46!.
e) Eventi, situazioni: peste devastante
Ger 21*; Di'* in pieno giorno Gen 297;

afflizioni gravi Dt 2859;


fame, carestia 2Re 635; sventura
grave, calamit, catastrofe ISam 6g, mi
naccia grave Ger 16I0; $ sventura
terribile Ger 14i7.

5. Intensit, a) Fenomeni fsici:


grandinata,, gragnola Gs 10 ; luce
intensa, splendente Is 9,; ( fuo
co violento, incendio gigantesco Dt 436
1816; DU>4 acquazzone, temporale
lRe 1845; tenebra densa, ftta
Gen 15,2; forza enorme, smisura
ta Gdc 16m; tormenta, uragano
scatenato Ger 2532; vento impe
6.
Altri casi, a) Espressione polare, con
tuoso Gio 14 Gb 119. b) Rumore 0 suono:
pianto dirotto Gdc 212 (o inconsola / Gen 19 Nm 2218 ISam 5 9 20 2
22 l5 lRe 2231 Ger 166 Sai 10425 115!3 Est
bile); grido, urlo Est 4!;
idem Gen 2734, clamore Es l l t 1230;
15.20 b) Usato come sostantivo. Grandezze Ger
grido, urlo, clamore, vocione, voce 33 Sai 121 3 1 , Sir 31aA.
stentorea Gen 39[4 ISam 2812lRe 855 Is 36,3
1 / ] c r 29, cstr. ,
Ger 513s Ez 8W9, 11,3; 1 gazzarra,
c. suff. , , , pi. ]Fasto,
schiamazzo lRe 140. c) Sentimenti:
dignit, prodezza, magnanimit:
collera terribile Dt 2923; terrore
grandezza
impenetrabile
Sai
1453;
Gen 2733 Dn. 107; panico terribile

fasto straordinario Est 14; di


Dt 723 ISam 59; zelo ardente Zc
stinzione 63; dignit 102; prestigio Sai 7121;
l i4; ondata di indignazione 2Re 327;

affetto tenero Is 547; diprodezze 145t; agire, trattare con


magnanimit 2Sam 72, ICr 1719.
spiacere enorme Gio 4,; gran
de gioia 46; avversione terribile
2Sam 1315. d) Azioni: $ colpa grave
[ PI. , cstr. ;c. suff. Is 5l7
]Insulto, oltraggio, obbrobrio Is 4328; 517
Esd 9m ; prodigio ISam 1216 2Re
Sof 28
8 a, azione diffcile 5l3; peccato
= .
T IV
grave Gen 209 Es 3221; errori
Scherno, affronto Ez 5JS.
gravi Qo 104; )vittoria magnifica,
importante ISam 1445; sconfitta
schiacciante Gs 10lo ISam 19s;
[ Cstr. , pi. , cstr. ]Capret
lavoro improbo Ne 63; funerale soto Gen 3823 Es 2319 3426 Dt 142, Sir 473;
tenne Gen 5010; prove ardue Dt 719;
^capretto Gen 279 38,720 Gdc 6,9 13!

gesto eroico, prodezza 1 1 7ISam 1620.


Gdc 27 Sai 1112; vendette ter
ribili Ez 2517; campagna dura,
[ Soltanto pi. c. suff. ]Capretta
faticosa 2918; colpa grave Gen 413;
Ct l e.
*

TT

149

[ Soltanto ]Sponda, riva Gs 31S


4,8; s 8 7 = ; lC r 1216.
^a) Covone, fascio, fastello Gb 526; Es
225 Gdc 155 * messi, b) Mausoleo
Gb 2132.
[ Q. pft,( )f. , 2 , l , pi.
;ipf. 2 , f . ecc.; inf. ass. .
Pi. pft. ) ) , c. suff., f. 2 , m. c.
suff. ecc.; ipf. , c. suff. ecc.,
1 pi. Sir 49)?( , coort. 4328 B(?);
imptv. ;?inf, , c. suff. ecc.; ptc. sg.
Sir 5022, pi. . Pu. ptc. pi. .
Hi. , , 2 ecc.; ipf. , pi.
, ecc.; inf. cstr. ;ptc. .
Hitp. wqd. Ez 38*,; ipf. ]
Q. Essere grande, diventare grande, farsi
grande, mostrarsi grande, a) Essere grande, ma
gnifico, superiore. Predicato di Dio 2Sam
723 Sai 3527 40)7 705 104!;
la grandezza del Signore oltrepassa (per
trasformazione) MI 15; delle sue opere,
essere magnifiche Sai 92t. Nella sfera
umana: di sofferenza, essere atroce
Gb 213; di peccato, essere grave Sir
4724; d funerale, essere solenne Zc
12 ;di accusa, essere molto grave
Gen 1913; 0 $ essere famoso 2Sam 726;
raggiungere, arrivare fino al
cielo Esd 9t. Con superare, precedere,
essere pi grave Gen 41 AOf 4819^ esse
re minore, IRe 1023 Qo 29 Lam 46. b) Di
..

ventare grande, farsi grande, crescere, aumenta


re, prosperare, arricchirsi. Crescere Gen 21a20

2527 38 Es 2,0. Gdc 1324 ISam 22, 2Sam


123 2Re 4!8 Ez l7 Rut 1,3; 1 | creb
be per me (per trasformazione ne ebbi
cura) come un padre Gb 31,8 (forma dub
bia). Essere educato IRe 128. Arricchirsi
Gen 2435 26,3. Affermarsi, consolidarsi 2Sam
5!0. c) Mostrarsi grande: n i la forza
del Signore Nm 14s7; gloriarsi

- T

Zc 127; n essere rispettato/stimato


da N ISam 2624.
,
Pi. Allevare, educare; ingrandire, aumenta
re, promuovere; coltivare, fare crescere, lasciare
crescere. Allevare, educare 2Re 10t; Is i 2
= Polel educare; 234 4921 5118 +
partorire; Os 912 Dn 15; fin dal
ventre materno Sir 5022. Ingrandire, ren1
dere grande Gs 374 Gb 717; promuovere
a una carica, dare una promozione Est 3,
5 1 0 2 ;proclamare la grandezza Sai 34
69Si; decantare, elogiare, lodare Sir 4328B
(?), Coltivare, fare crescere Is 44 Gio 410.
In composizione: rendere glorioso il
trono IRe 1 37A7; &lasciare crescere
i capelli Nm 65; > rendere famoso
Gen 122.
Pu. Crescere Sai 14412.
Hi. a) Uso transitivo. Aumentare, ingrand
re, accrescere, avvalorare, accreditare.
aumentare, perfezionare la sapienza Qo
1* = Hi,; elargire, spandere
favori Gen 1919; # accordare una
grande vittoria Sai 1851 (qere);
ingrossare la pira Ez 249; 1 ?com
piere unopera magnifica Qo 24;
si distingue nel tradirmi (per trasformazio
ne) Sai 4110; parlare con insolen
za (allargare la bocca, fare le boccacce)
Abd 12; &aumentare la gioia,
fare festa solenne Is 92; aumenta
re/ rincarare il prezzo Am 8S f Hi.
diminuire; 1 avvalorare la legge Is
422! Hi. onorare; ^ verificare
la maestria 2839. b) Uso intransitivo. Trion
i

fare, ostentare, insuperbirsi, imbaldanzirsi,


montarsi la testa, essere insolente. Trionfare

Lam 19; vantarsi, menare vanto Dn 84a25;


1 (compiere prodezze Gl 220.21;
)>) trattare generosamente,
con magnanimit ISam 1224 Sai 126^.
Frequente con ; insolentire contro,

-
T

150

sfidare, trionfare su Ger 482(M2, Ez 35 13 -

Hi. essere spavaldo, baldanzoso, Sof


2 10 Sai 3526 38,7 55,3 Gb 19s;
invadere, annettersi Sof 2e;
hai superato te stesso Sai 138z.
Hitp. Mostrarsi grande, mostrare la gran
dezza Ez 3823 = Hitp. mostrare la
santit; gloriarsi contro Is 1015 =
Hitp. inorgoglirsi; essere insolente con,
insolentire, sfidare Dn 1136; credersi superiore
a I I 37.

to) ISam 23,; spezzare il bastone


Sir 352a = 2( Hi. strappare, spezza
re (v. 22); troncare il bastone Zc
1 1 (0.14; Hi? strappare il corno = stron
care 11 dominio Lam 23; ^tron
chi imponenti Is 1033 = Pi. stroncare,
mozzare.

Ni. Essere strappato: essere estir


pati, strappati 1 ceppi Ez 66; staccarsi
un chiodo Is 2235 * inchiodare, pian
tare un chiodo; essere strappa
to, un martello Ger 5023 + ^Ni. essere
Nota. In 2Sam 2251 va letto ketib
rot t o; il corno = il dominio 4825 +
participio Hi.
Ni.; essere strappa
V
, , , ,
=(
. salienti o fastigi) dell'altare
ti i corni
Am 3W; essere stroncato un ramo (=
[ PI. cstr., agg.] Grande: dal
trib) Gdc 216. stroncato, gettato
grande membro Ez 1626; andare
a terra Is 1412.
crescendo, arricchendosi Gen 26,3; cf.
Pi. Strappare: i loro pali sa
ISam 226 e 2Cr 17,2.
cri Dt 75 = demolire, Pi. abbat
tere; sbriciolare la grandine Sir
[ Soltanto pi. ]Intrecciato Dt 22 12
43,5m; Strappare i chiavistelli Is
IRe 7 ,7.
452 Sai 10716 Pi.; estir
pare gli idoli D t 123 = Pi. demolire;
T -< .
T
strappare i corni = distrug
[ C. suff. 0 Sai 1502), ]Gran gere il potere dei malvagi Sai 75 *
Polel prosperare.
dezza Nm 14w Dt 9 26 112; corpulenza Ez
t

'

i 7

312.7.18; presunzione, orgoglio Is 9a


1012; riconoscete la grandezza Dt
323. In Sir 44 2 dubbio.

r . s

t i .

[ Q. pft. 1 ;ipf. 1 sg. ;inf. ass.


Sir 3523; ptc. pass. pi. . Ni. , f.
, 2 , pi. . Pi. ;)) ipf,
3 , f. sg. Sir 431SM, 1 , pi . ,
2 pi. are. Dt 75. Pu. pft. pi , ]
Q. Sradicare, strappare, rompere, spezzare,
lacerare, separare, staccare, abbattere tagliare,
troncare, mozzare, schiantare, estirpare. Alcu

ni complementi: germogli (figura

Pu. Essere demolito, strappato, sradicato


Is .,9
[ Pi. pft. 2 , pi. ;ipf. Sir
48,8; ptc. ]Insultare, oltraggiare, ingiuria
re, offendere, bestemmiare. Sinonimo Sai
4417. Dio Nm 1530; 2Re 19t22 = Is 376.23;
Sir 48J8.
V

.,

[ Q. pft. 1 ;ipf. wayy. ;ptc.


, ]Murare, turare, recintare, cintare,
fortificare con mura. Con accusativo inter
no: innalzare una recinzione Ez 2230,
porre una barriera Os 28 + sbarrare;

151

recintare, fortificare con mura Ez


135; murare brecce Am 9 ;Gb
198 * passare; Lam 37s* uscire; 39
^ strada. Participio costruttore, muratore
2Re 2,3 226 Is 58,2.

[ C. suff. , , ]Spalla, dorso:


' # Hi, gettarsi dietro le spalle,
volgere le spalle IRe 149; Ez 2335 = #
dimenticare; Ne 926. Ez 4013 (?).

[ Cstr. ;c. suff. , , pi. c. suff.


, ]Recinzione, steccato, muro di cin

1[ Cstr., c. suff. , , ]Spalla, dorso


Is 50fi ^ volto; 5123 Pr 10,3 1929 263.

# Hi, gettarsi dietro le spalle


Is 38,7 (= dimenticare).

ta, siepe, vailo, palizzata, staccionata, barriera;


muro, parete, tramezzo, assito. Nm 2224 Sir

2 Centro abitato Gb 305.

T '

, .

3625; innalzare una recinzione Ez


135 2230 Os 2a; costruire Mi 7U;
smantellare, incrinare, demolire,
abbattere Is 5 5 = # Hi. abbattere
la recinzione; Sai 80!3 Qo 108; -
vacillante, pericolante Sai 624. Con va
rianti forma toponimi. Si confronti con
Vallo Torinese, Mazara del Vallo, S. Pao10 fuori le Mura.

1 U / Sciame, nugolo di cavallette Na 317.


. !*-<

[ Q. ipf. , C. suff, ]Assalire, attac


care, invadere Gen 49,9 Ab 316.
Spalla, dorso Gb 2025. Probabile 417.

. -

2[ Scrittura semplificata di ]|Orgoglio


Ger 1317; Gb 2229 ^ nv) umile; 3317.

)] Ez 42,2) PI. ;cstr. ,


c. suff. ]Mura Na 317 Sai 8941;
ovili Nm 323< ISam 244 Sof 26.

[ Q. pft. , wayy. ]Passare, attraver


sare Nm 1131; Sai 9010 = volare,

Nota. In Ger 493 va letta la radice .

. -<

In Ez 47,3, probabilmente va letto .


[ Q. ipf, ]Curare, guarire Os 513 =
, + malattia; abbagliare Sir 4318b.
Alcuni correggono in Ger 8,8.
1f .
t

Guarigione, salute, benessere Pr 1722.


[ Q. ipf. ]Ritirarsi, piegarsi, incur
varsi IRe 1842; stendersi, sdraiarsi
su 2Re 434^5

[ PI, c. suff. ]Pulcino, piccione Gen


159; D t 32 -1- nido,
*1[ C. suff. Sof 29i , ecc.; pi.
, cstr. e , c. suff. , ]Po
polo, nazione; gentile, pagano; gente. Pu
avere un significato neutro, popolo o
nazione,' abbinato con t #* clan
o trib, regni; il suo aggetti
vo pu essere: nazionale o straniero (a
seconda del punto di vista); ammette
come sinonimo (soprattutto nei Saimi). Pu avere un significato qualifica
to, negativo: gentile, pagano, e spesso
si contrappone a 11 , popolo (eletto),
oppure la contrapposizione indica

' 152

-
I

[ Va Ietto ]Viscere, visceri Sir 109.

ta dal contesto; anche i suoi aggettivi


sono: gentile, pagano. Si pu usare come
indefinito plurale: gente, alcuni (come se
[ Cstr. , c, suff,
, pi.
fosse un plurale di $ ;) di solito ac
(c, suff. 3 f. pi. Ez 1 ])Corpo, per
compagnato da qualche aggettivo o fra
sona; cadavere, scheletro, spoglie. Corpo Gen
se avverbiale. Aggettivi frequenti: ,
47lB Ez 123. Ne 937 Dn 10* Sir 4 1 4 7 19 .
, ^, , a) Neutro. Popolo
Cadavere Gdc 14fr9 ISam 31,0.,2 Na 33 Sai
D t 434 Is 182 Ger 5 S 2 532; sare
1106 Sir 44H (?) 491s.
mo come gli altri popoli Ez 2032; 259 Sai
72i7. Nazione Es 92A Ez 3722 un'unica; Sai
$ / ^ [ Va letto / ;c. suff.
83s; + ^Gen 105; + is 134.
]()Funerale Sir 3816B.
b) Pagani. Spesso contrapposto a Lv
26333a Nm 239; D t 2619 ** 2 ;3243 ;Sa m
3] x : Na 310Est 2t lCr 522] Deporta
723 ^ ;Ger 25,3 46, Ez 2041 3623; Gl 2t9 zione, esilio, confino, espatrio. Indica il fatto
5^ ;Sai 44,s 4 6 7 9 , 0 . c) Come indefinito: o Tazione di esiliare; come collettivo, gli
gente sconsiderata D t 3228;
esiliati, il luogo dell'esilio.
tutti quelli Gs 58; contro
1. L'azione. Si usa come avverbio o
gente empia Is 10t Sir 166; $ come
predicato: N Hi./ Hi. con
gente che Is 582; 65,; ^di
durre N in esilio 2Re 24,M(5. a) Come ag
gente simile Ger 529; 728 Sai 43, Dn 1123;
gettivo: anziani deportati Ger 29!;
2< fra la gente si commentava Ne
bagaglio per l'esilio 46,9 Ez 12347;
6S, d) Come aggettivo: ^ abomina
gli esiliati, i rimpatriati Esd 4! ,9;
zioni pagane 2Re 163; costumi
835 = ; 1016; $ la cat
pagani 17e; religione naziona
tivit dell'esilio (ridondante) Esd 2, Ne
le 1733; di nazionali, pagani
7S; comunit dei rimpatriati Esd
1912; commercio straniero Is 233;

capitale straniera 253; rie- 108. b) Avverbiale: con , ,


Ger 2916 487 Ez 12253 Am 115 2c 142.
chezze straniere 60511; gli idoli
pagani Ger 1422; capitali stra
2. Gli esiliati: Ger 2940 ;^Ez
niere Ez 32I6; 1\# lingue straniere
1! 31l15 1125 Zc 610 Est 26 Esd 1.94
Zc 823; idoli pagani Sai 135,5.
e) Alcune costruzioni particolari: ,
Fossa, fossato Qo 108.
secondo i loro popoli Gen 103u2;
internazionale Is 24; 1 ciascuno 2Re
[ Q. pft. pi.
, 1 ;ipf. , pi.
1729. moltitudine di popoli Gen
Sir 1417; ptc. i?)j inf. c. pref. Nm 203 +
175; raggruppamento, confedera
inf. cstr. ]Morire, spirare, perire. Sinoni
zione di popoli 35 ;moltitudi
mi: , , Ni., . Gen 617; 25e
ne di nazioni 48,9; ! tutte le
+ ;Nm 1727 = ; Gs 2230; Z c 138 =
nazioni del mondo Ger 448; *1 1<
Ni.; Sai 10429 * ;Gb 3 2 9 1319 tB
spopolata, privata dei tuoi figli Ez 3613.14.
Lam 119; Sir 3731 ^ Hi.; 1413*^ *
nascere. Participio morente, malaticcio
Nota. In Sai 599 forse va letto
superbi.
Sai 88t; sostantivato, un morto Sir 48g.

153

[ Hi. ipf. pi. ]Chiudere, sbarrare,


sprangare Ne 73 ^ Ni. essere aperto.
[ Cstr. , pi. ]*Cadavere lC r 1012.
1[ Q. pft. ) Gen 351 ,7(, 2
, p i. ;ipf. , c. suf f . 2 ,^ f . ,
wayy. , , coort. ;imptv. , f.
;+ inf. cstr. ;ptc. , f, cstr, ,
pi. , cstr, . Hitpolel ipf. pi. ;
ptc. ]
Q. Significa il trasferimento in un al
tro territorio e comprende diverse tappe:
il viaggio o emigrazione, la sistemazione, la
residenza come straniero o migrante. Ra
ramente si costruisce con complemen
to senza preposizione; con o +
persona significa alloggiare in casa di,
essere ospite di, vivere con; con
risiedere fra; + luogo indica la direzio
ne del viaggio o il luogo di residenza,
a) Il viaggio: 2Re 8 2. Is 237; essere esiliato Sai
120s; emigrare Rut 1,. b) Stabilirsi Gen 12!0
Gdc 17a Is 6 4 c) Risiedere, abitare, alloggia
re, essere ospite, forestiero, migrante Gen 199;
alloggiare su navi (?) Gdc 5!7;
2( abitare in un fuoco Is 33M; Ger
4918; tuo ospite Sai 5 ;ospi
ti della mia casa Gb 1915; restare a casa
Sir 429b; essere esiliato Sai 1205. ,
risiedere nella/in una terra Gen
2134 474 Ger 435 Sai 10523; DU> l, in
quel luogo Gdc 177 2Sam 43 Ger 42!5,7
448.28 Esd 14. N , N , essere
ospite di N Gen 32s Es 1248 Lv 1933 Ez
4723. risiedere fra Es 1249 Lv 17e
Nm 1526 Gs 209,
I

Hitpolel. Alloggiare, stabilmente 0 camblando luogo IRe 1720 Os 7M. In Ger 3023
dubbio (forse da 2).
V

*> }

, , .
j

2[ Q. ipf. ;c. suff. 1 Pr 217 (?); inf.


ass. 1 ]Essere in agguato, assediare Is 5415;
Sai 567 + spiare; 594 = appostar
si; 1403 Pr 217 (oppure da .(
3[ Q. ipf. ;, 2 , 1 , pi. ecc.,
wayy. ;_imptv. pi. ]Temere, tremare,
sgomentarsi, spaventarsi, impaurirsi, intimorir
si, avere paura. Si costruisce con compiemento, con , , : Nm 223 = ;
D t 117 1822 3227 Sai 2224 33e Gb 1929 4117
Sir 76) guardarsi da 1133; temere per

Os 105.
V

'

*1, .
I

*/ [ pi. cstr., c. suff. ( Na


2 ,3), , )Cucciolo, leoncino Gen 49,
Dt 3322 Ger 51MEz 1^23.5 Na 2 l2A3; cucciala
ta (di sciacallo) Lam 43,

1[ Cstr. , pi 0 ( Sorteggio, riffa,


lotteria, sorte, lotto, caso, estrazione, destino.

Indica l'azione di estrarre a sorte, ci


che tocca in sorte, lo strumento. Si co
struisce in sintagmi multipli.
1. L'azione. Sorteggio, riffa Pr 181e
Est 3; 924.
2. Ci che tocca in sorte: lotto, sorte,
destino, a) Lotto Lv 168 Nm 363 Gs 15!
Gdc 13 Is 57 6 Ger 1325 Sai 1253. b) Destino
Is 17!4 Dn 12,3 (ci che tocca in sorte).
3. Lo strum ento Lv 169 Nm 33*
Pr I 633.
4. Costruzioni particolari. Come ag
gettivo: terreno tirato a sorte, asse
gnato a sorte Gs 18,!; idem di lo
calit Gs 2120. Forme avverbiali: a
sorte Nm 2656; 265 !*s 3354 Gs 21 Mi
2S lC r 64t. Con *1 come soggetto: , ...
, / ... uscire le sorti a favore
di, spettare a Lv 169.10 Nm 3354 lC r 639;
sono intercambiabili Gs 17, 19u0 21AM;

154

1
T

essere sorteggiato Ez 24e Gio


17 Sir 25s9. Con come complemento:
, , , Hi., >Hi., gettare le
sorti, estrarre a sorte, sorteggiare Lv 168
Gs 18t8 Is 34j7 Gl 43 Gio 17 Na 310Sai 22J9
Pr 1MNe 1035 Sir 1415.
U)-U In zolle, palle di fango Gb 75.
U [Pi. cstr. ]Lana, vello Dt 184 +
pecore; Gb 3120 + agnelli; mietitura
Am 7,; erba Sai 726,
Tesoriere Esd 18.
[ Q. ptc. c. suff. ]Tagliare (il cordone
ombelicale) Sai 716. Altri leggono !
V

[ Cstr. ]Lana, vello Gdc 6^ 0.

Q. Rubare, derubare; spogliare, saccheggia


re, carpire, appropriarsi di, rapire, sequestrare,
strappare. Sinonimo: 2< sfruttare, preda

re; antonimo: $ Hi. restituire, rendere,


a) Oggetti. Rubare Lv 523Dt 2831 Sai 69$ Gb
2419. impadronirsi di un poz
zo Gen 2125; appropriarsi di una
casa Gb 20,9 ^ costruirsi; *1 im
padronirsi di campi Mi 22 correlativo
bramare, agognare. Di un viaggiatore, sac~
cheggiarlo, spogliarlo Gdc 925. b) ^
rapire donne Gdc 2123 c) strappare
Mi 32. Participio sfruttatore, predatore Sai 3510.
Participio passivo: rubato, derubato, sottratto
MI l l3; sfruttato, predato, spogliato Ger 21,2
223 correlativo pUty (corretto) sfruttatore,
predatore.

Ni. Essere spogliato, privato, perdere


Pr 4W.
V
., ,
7*

V 7

*1

[ Q. ipf.tJFl, wayy. UJ1; imptv. f. , ;^inf.


e % ptc., pi. , cstr. Gen 38!2. Ni.
pft. 3 pi. ]

Furto, ruberia, latrocinio, rapina Lv


52! = Pi. defraudare; Is 618 Ez 2239; Sai
62 + # oppressione; Sir 1613.

Q. Tosare, tagliare, radere, rasare Gen 38!2.13


Dt 1519 ISam 252 2Sarn 1323.24 Is 537;
tagliarsi i capelli/la chioma Ger 729; radersi
Mi 116 = ;Gb 120.

[ St. ass. cstr.] Furto, ruberia Ez 18JBQo


57 +
oppressione.

Ni. Essere tosato Na 1J2.


V

, .

T .

[ Soltanto sg. collettivo] Concio, pietra la


vorata Es 2025 IRe 636 712; Is 99 * mat
toni; Am 5 Lam 39; pietre squadrate
IRe 531; Ez 4042 lCr 222;
pietre di grandi dimensioni (alla lettera,
pietre della misura di conci o pietre a nor
ma per una muratura).
[ Q. pft. 1 , pi . , ;i pf. ;?inf.
, ptc. , c. suff. , pi. cstr. , pass.
. Ni. pft. f. ]

[ Cstr. , pi. ]La refurtiva, il prvento del furto Lv 52g Is 3, Ez 3315; accusati
vo interno di Ez 187J216.
|Cavalletta (una variet) Am 49 Gl 14
22s (serie).
[ C. suff. ]Ceppata, ceppo Is 11! 4024
Gb 148.

1[ Q. ipf. 2 Gb 2228; imptv. pi.


, IRe 32t; ptc. . Ni. ecc.]
Q. a) Materiale. Spaccare in due, divide
re, tagliare: un bambino IRe 3252t;

155

?tagliare, stroncare rami 2Re 64;


squartare il mare (come un mostro) Sai
136j3; allontanare Ab 317. b) Immateriale.
Decidere (deriva dal latino caedo = tagliare)
Gb 2228
Ni. a) Essere strappato, estirpato Is 538 Ez
37!, Sai 886 Lam 354 2Cr 2621. b) Essere stabi
lito, deciso, decretato Est 2t.
!f ,
,
,

.
VVJ
T t '
TI f *
t t

2[ )?( Q. wayy. ]Divorare Is 919. Forse


lo stesso di 1 distruggere.

[ Soltanto pi. ]Pezzi, met Gen 1517

avvallamento, impluvio, alveo (di torrente), letto


(di corso d'acqua), chiusa, pianura, bassopia
no. Sinonimo: alveo; antonimo: ,
monte, collina. Dt S 29 34t 2Re 147;

pianura fertile Is 28M; Ger 223 Ez


31!2 Mi 16 Zc 144 Sai 234, Frequente in. to
ponimi. Si confronti con i nostri Valle di...,
Val-, Piana di...

[PI. (), cstr. ]Tendine Gen 3233


Is 484 Ez 37(5.8 Gb 10u 40]7.
[ Q. inf. c. suff. ;ipf. ;imptv. f.
. Hi. wayy. 2 sg. ; ptc. ]

+ Pi. dividere a met (v. 10); Sai


136,3. Toponimo.

Q. Sgorgare impetuosamente, con violenza,


gorgogliare Gb 38s 4023; di una partorien
te, espellere (?) Mi 410; altri ululare.

Come aggettivo, allontanato Lv 1622;


forse arido.

Hi. Uscire, balzare Gdc 2033; agitarsi (?)


Ez 322.
Nota. in 2Sam 224 probabilmente

[ C. suff. ]Recinto Ez 41i2.,5 42,0.,8.

valle.

'

Taglio (?) Vena (?) Lam 47.

[ Q.

ptc. c. suff. ]Estrarre, tirare fuori

Sai 22,0.

[C. suff. ]Ventre, pancia Gen 3!4


Lv 1142.
' '
[ C. suff,, pi. , cstr,, c.
suff. , ] Brace, carbone, scintilla; tizzo
ne. Associato a verbi del campo del fuoco.
Is 44!9 *cuocere; 47I4 + riscalda
re; Ez 1,3 e Sai 189 + ardere; Ez 24!,; di
ginestra Sai 1204; Gb 4113 + Pi. incen
diare; Pr 28; 262! correlativo ( corretto)
soffietto; Sir 1132 (8!0 dubbio). Forme ridon
danti: braci Lv 16!22Sam 22!3Ez 102Sai
18!3.14, Senso figurato: 2Sam 147 Pr 2522.

] Is 404, Zc 144, Dt 329, % 34s;


cstr. e , pi. '(), c. suff. ]Valle,

[ Q. pft. wqtl. 1 ;ipf. , pi . ,


, f. , iuss. , , wayy. ,
coort. ; imptv. f, , pi. ;inf. ass.
1 Pr 23Mk, q. Polel ipf, 3 m, pi.
Sir 40*(?)]
Q. Rallegrarsi, allietarsi, godere, beneftdare, festeggiare, celebrare. Sinonimi: ,
;\. Si costruisce in modo'infransitivo, con + il suo oggetto, persona o
evento, + persona, + motivo. In
dica il sentimento e la sua espressione,
individuale e sociale, a) Forma assoluta. Is
35! = 1 ;Zc 99 - Hi. acclamare,
applaudire; Sai 169 511097! Pr 2325. b) Con
oggetto 0 motivo. Godere di, beneficiare di,
festeggiare, celebrare. Con + infinito Is
92, + persona: 41,6 Zc 107 Sai 359,
Is 6110 Ab 318, Sai 1492, Ge
rusalemme personificata Is 6519 66t0; Ct
14; + evento, azione: Sai 91s 13s

156

T T

212, 318 1 ;godere, dilettarsi nel Pr 2 U.


N , Os 105 Ab 115 Sof 3 ,7. Is
49 13 Gl 2a1 Sai 135.
-Polel Rallegrare, il cuore Sir 422t.
Altri Io considerano forma Hi,
V

. 1,

Gioia, piacere, allegria, felicit, giubilo;


festa, festeggiamento. Sinonimo frequente
. Is 1610 Ger 4833 Os 9! Gl 116 Sai
43^ 45 16 6513 Sir 3022 3127.

658 89!0 dubbio; superbia, orgo


glio (delle onde), moto ondoso Gb 38 .
c) Come paragone 0 immagine. Is 4818Ez 263
Gio 24 Sai 428.
[ C. suff. , $ (BHS), pi. cstr. ]
Sterco, letame, stabbio Ez 41215 Gb 207:
- Barbiere Ez 5,.
t

Dn 1,

[ PI. c. suff. ]Ruota; puleggia, car


rucola; pappo, a) Ruota: 1 fragore di
ruote Ger 473; 1 fra le ruote
Ez 102; ruotando, girando Sai 7719;
con e/o Uhi? collettivo carri Ez 2324
26l0. b) Puleggia, carrucola Qo 126. c) Pappo
Is 1713 Sai 8314.

[ Cstr. ] Gioia, felicit, allegria Is

[ Cstr. = ass.] Ruota Is 2828.

Nota. In Gb 322 va letto tomba; cf.

apparato della BHS,

[ C. suff. ] Generazione, compagni

352 651e; probabilmente 92.

))] PI. ] Mucchio, cumulo, pietre di


confine, cippi; discarica, macerie, rovine; recin
to. Con pietra esplicito: Gen 314(i Gs
7 26 829 2Sam 1817. Cumulo, pietre di con
fine Gen 3 14852 Os 1212. Macerie, rovine Is
252 = rudere; Ger 9 10 + deva
stazione; 5137 Gb 1528; mucchi
di macerie 2Re 1925 (= Is 3723). Recinto Gb
8!7 = muro.
u

-1

2[ PI. , cstr., c. suff. ,, ]


Onda, flutto, battigia. Plurale: ondata, fran
gente, moto ondoso, mareggiata. Spesso si
accompagna come retto, come paralle
lo o nel contesto prossimo a mare,
a) Assoluto. + muggire, mugghiare
Is 511S Ger 522 3135 51^; Ez 263 Zc 10+ ;
ammutolire Sai 10729 = tempesta; + Polel sollevare, increspare
10725 b) Come aggettivo 0 retto:
turbine, tumulto di onde, mareggiata
Ger 5142; frastuono, fragore Sai
r

[ C. su ff., pi. ]Cranio,


testa, teschio Gdc 953 2Re 935 lC r 1010.
a testa, a ciascuno Es 16w 3826 Nm 347;
idem Nm 12.18.20.22
[ C. suff. ]Pelle, cute Gb 1615.
[ Q. pft. 2 m. sg. 2 , Sam 727,
pi.
;ipf. , iuss. , wayy. ;!?imptv.
;inf. ass. , cstr. ;ptc. , pi.
, pass. , cstr. . Ni. , 1 ,
1 pi . ISam 148; ipf. , iuss. 3 f. ;
imptv. pi . ;inf. ass. , cstr. ;ptc.
f. , pi. . Pi. , 1 e ;ipf.
, iuss. 2 , wayy. , l pi. Sir
4328; imptv, , f. ;inf, cstr. ;ptc.
. Pu. pft. 3 ;ptc. , m. pi .
Sir 1615. Hi. pft. , c. suff. , ,
c. suff. , 2 , l ecc.; wayy.
. , c. suff. ecc.; inf. cstr. .
Ho. pft. , f. e Ger 1319; ptc.
pi. . Hitp. ipf. 3 m. sg. Sir 121s,
wayy. ;inf. ]
r

v y }

T I V

T I V *

'

T I

l'

'

157

Q. Scoprire, svelare, rivelare; manifestare,

Pi. Denudare, scoprire, esibire; mostrare, in

mostrare, divulgare, pubblicare, denunciare,


aprire; essere esiliato, deportato. In ebraico

dicare, manifestare; denunciare; aprire, togliere.

io stesso verbo s applica all'oggetto


manifestato, p. es. segreto, nonch
all'organo della sensazione, p. es. &
orecchio, a) Oggetti. Uno scritto, copia
aperta (participio passivo) Ger 32,1W;
piano, segreto Am 3 Pr 20,9; un edificio,
lasciare allo scoperto = demolire Gb 2028;
l'erba spunta Pr 2725 (dubbio); un decre
to, pubblicato Est 3M8,9. b) Impedimenti.
Aprire, togliere: orecchio ISam 9,5
202.1243 228,7 2Sam 727 Gb 33t 3610.,5 Rut 44;
con gli occhi aperti Nm 244,6.
c) Persone 0 collettivit. Essere esiliato, an
dare deportato. Spesso costruito con ,
. ISam 421.22 2Re 1723 Is 513 Ger 5227
Ez 123 Os 105 Mi 116 Lam 13. Senza pre
posizione Gdc 1830 Am 15.
Ni. Denudarsi, mostrarsi, esibirsi; mo
strarsi, manifestarsi, rivelarsi, apparire, essere
scoperto, risultare patente, essere denunciato.

Soggetto: il corpo, la persona o qualcosa


di suo, un oggetto, a) Il corpo. Denu
darsi: pudende Es 2026 Is 473 Ez
1636 2329j esibendosi 2Sam 620; )
le gonne, vengono sollevate Ger 1322. b) Una
persona 0 qualcosa di suo: , Gen
357 ISam 227 321 Is 22,4 ;azione di
Dio D t 292b; la sua parola ISam 37;
la sua gloria Is 405; il suo bracci 53,; la sua vittoria 56!; una
parola od oracolo Dn 10,. Essere scoper
to ISam 148. ;affacciarsi, uscire Is 499 ^
^tenebre, c) Oggetti. Materiali 2Sam
22J6 = Sai 1816 Ez 13 Gb 3817;
Sir
4216. Immateriali: 2<|1, , Ez 1657;
2129 = Ni.; Os 71 , Pr 262i * Hitp.
coprirsi.
Nota. In Is 3812 va letto il verbo

arrotolare.

1. N Pi. frase fatta che


significa avere rapporti sessuali con (=
denudare le vergogne) Lv 18t (+ 16x) 20
(+ 5x) Ez 1637 22j0 23!0>,8. Simili p*lU>
mostrare la coscia Is 472 = toglier
si (le vesti); intransitivo 578; i
piedi, !,estremit inferiore (dal duplice
significato) Rut 347. denudare
ci che del proprio padre D t 23! 272a.
2. Persone, oggetti, azioni, a) Perso
ne: denunciare il profugo Is 163 *
Pi. nascondere, b) Oggetti: *
il velo (metaforico il muro, la difesa) la
sciare sguarnita Is 22B; nascondi
glio Ger 4910; fondamenta Mi 16;
le profondit Gb 1222;
segreto, confidenza, divulgare Pr 11,3 259
Sir 1520. c) Azioni: rivelare la
sua giustizia Sai 982. Denunciare una
colpa: il sangue, l'omicidio Is 2621;
peccato Lam 422; apri
re il cuore Sir 8,9; segreti 41a;
infamia Os 2,2; !1li) colpa Gb
2027, Lam 2Mcon ;fornicazio
ne Ez 2318.
3. a) L'organo sensoriale: Nm 223l Sai
119 l6.b ) L'oggetto che copre:^bn velo Is 22fl;
velo 472; gonne Na 35;
(rivestimento Gb 41s.

I V

Nota. In Ger 1120 2012 va letto affi

dare; in Sai 11922 allontanare.


Pu. Essere esiliato Na 2S; essere manifesto
Pr 27s * coperto; essere manifestato
Sir 16,5 (?).
Hi. Deportare, esiliare, fare espatriare 2Re
152916917e(+ 5x) Ger 20429, (+ 3x) 5215.2830
Ez 3928 Am l e Lam 422 Est 2 6 Esd 2!.
Ho. Essere esiliato, deportato Ger 1319
4017 Est 2.


TT

158

Hitp. Denudarsi Gen 921* Pi.


coprire la nudit (v. 23); scoprirsi Pr 182; trasparire, manifestarsi Sir 121s.

[ P1. , cstr. ]Battente IRe 6 34;


anello Est l t; tornito in oro Ct 514.

_ _ d ., ,

[ PI. ]Comprensorio, drcoscrizione Gs 13a 817 2 2 mt Ez 4 7e Gl 44.

-< .
T

[ Cstr. , pi. ,, cstr. idem] Coppa,


ciotola, vaso Zc 4M Qo 12t. Sfera, globo IRe
2, pozzo, cisterna Gs 1519 Gdc l!s.

[ Sg. soltanto in Sir 30lg; pi. , ,


cstr. ecc.] Idolo, dispregiativo Lv 2630
IRe 2126 2Re 21,! Ger 502 Sir 30,8. Frequen
te in Ez, associato a contaminare,
profanare, $, $ e abominazio
ne,
[ PI. cstr. ]Manto, mantello, cappa
Ez 2724.
[ Cstr. , c. suff. , ]EstHo, deportazione, confino, deportati, esiliati.
a) Il fatto: 2Re 2527 Ger 5231 Ez 12 332, 40,.
b) Collettivo: deportati Is 204 = prigio

nieri; Ger 2922 Abd 20; $ deporta


zione in massa Am 16.

[ Pi. , c. suff.3 , f. ;ipf.


)), c. suff. , ;;inf. c, suff. .
Pu. ;ptc. cstr. pi . . Hitp. ;inf.
c. suff.]
I

Pi. Radere, rasare, rapare, tagliare i capelli


Gen 4114 Lv 1333 14$* Nm 69 Dt 2112 Gdc
1619 2Sam 104 1426 Is 720 Ez 4420.
Pu. Essere tagliato, rasato Gdc 16,722
Ger 415.
Hitp. Radersi Lv 1333 Nm 6l9.

[ Pi. ]Tavoletta, tavola Is 8!; un


genere di vestito Is 323 plissettato (?), tra
slucido (?).

Questa radice rappresentata dal


verbo e da undici o dodici sostantivi,
racchiude il significato fondamentale
di: sferico, rotondo, che ruota o gira o
si avvolge. Si possono distinguere due
aspetti: statico e dinamico. P. es. di for
ma circolare: circoscrizione, ruota:
circolare, che gira, ruota, battente;
sferica: 'cumulo, letame, sterco,
cranio, coppa-, in movimento: 2 onda;
che si avvolge: rotolo o volume-, signi
ficato metaforico: 2 motivo (qualcosa
che muove).
Lo stesso avviene in italiano, sceglien
do alcune radici e alcuni loro derivati.
Voi: volgere, rivolgere, rivoltare, devol
vere, avvolgere, svolgere, capovolgere,
rivolgimento, volubile, voluta, volgolo,
voltura, volume, evoluzione, rivoluzio
ne... Ruo-/Rot-: ruota, ruotare, ruotata,
ruotino, rotaia, rotolare, rotolo...
T

* J

I *

[ Q. pft. 1 *pi . ;wayy. Gen


29,0; imptv. , , pi. ;ptc. -. Ni. pft.
pi. ;ipf. . Polal ptc. f. . Pilpel
pft. c. suff. . Hitpolel inf. ;ptc.
. Hitpalpel pft . ]
Q. a) Ruotare, rotolare, volgere, fare gira
re: una pietra Gen 293B10 Pr 2627;
pietre Gs 10,. b) Allontanare,
togliere: 0 3 l'obbrobrio, dal
di sopra di Gs 59. c) Affidare: la
condotta Sai 37S, a; 1 le ope
re Pr 163, a; ricorrere, raccomandarsi:
a Yhwh Sai 229; a
Dio Sir 717.

159
Ni. Arrotolarsi, incurvarsi: come
un plico Is 344; svolgersi: un proces
so, o fluire (girando) il diritto, come
acqua Am 524.
Polal. Essere intriso nel sangue
Is 94.
T
Pilpel. Fare rotolare gi dalle
rocce Ger 5125.
Hitpolel. Rivolgersi contro Gen 4318;
rotolarsi in 2Sam 20l2.
Hitpalpel. Lanciarsi all'assalto Gb 3014.
[ PI. ]Sterco IRe 1410 Sof 117.
Preposizione [ C. suff, ,
, ]Per, a causa di, a motivo di,
per colpa di, per riguardo a, in relazione con.
Si pu differenziare in base al valore: in
premio di; in castigo di. Con sostantivo: per,

a causa di D t 15,0 18,2 IRe 1416 Ger 1117


Sir 108. Con nome proprio: a motivo di,
per merito di Gen 39s; per colpa di Ger
154, Con suffissi pronominali: per causa
tua Gen 3027; per riguardo a te Gen 1213
= ;per colpa vostra D t 137 Mi 312.
[ Q. wayy. ]Arrotolare2 Re 2S.
V .(?) ,

[ Soltanto c. suff. ]Embrione (?)


Sai 139, "
.
[ F. ] Sterile Is 492, = >
senza figli; Gb 37 1534 303.

[ Hitp. pft. ;ipf. ]Invischiar


si, impegolarsi, coinvolgersi Pr 1714 18! 203.
Altri: sciogliersi, sbrogliarsi.

Particella dal significato attenuato


che equivale alla copulativa: e, positi
vo; nojnon e n negativo; altro significa
to medio, il pi frequente: anche, inoltre,
positivo; nemmeno, neppure, negativo (si
confronti con auch = anche tedesco e con
och = e svedese); un terzo significato en
fatico: persino, perfino, positivo; nemmeno,
neppure, tantomeno negativo, Dopo una
negativa: , neppure. Pu intra
durre l'apodosi dopo una condizionale
o concessiva. Forma composti: ,
, . In una costruzione pecu
liare introduce un elemento ripetuto di
quanto precede: nome, pronome, verbo.
1.
a) Significato debole. Positivo, e Gen
308 Gdc 5 a Is 66e Ger 122 Sai 959 107S.
Negativo ... n... n Is 488.
b) Significato medio. Positivo, anche, inoltre-,
( acconsento) anche a questa
proposta Gen 1921; 1
anch'io far qualcosa per la mia fami
glia 30^; 1( anch'essi lo fecero
Es 7llb; anche Dio abor
risce i malvagi Sir 126; *
cos anche degli uccelli Gen 73;

da parte mia ISam 1223;


inoltrejper giunta lo urtano Sir 13^, Nega
tivo: 0 neppure di que
sto tenne conto Es 723;
neppure Dio tirer per le lunghe Sir 3522B,
c) Significato enfatico. Positivo, anche, persino:
ucciderai anche/persino il
giusto? Gen 204 (corretto); " anche tu
Es 1025, cf, Nm 18^; e
reclamate/pretendete persino il sacerdo
zio Nm 1610; persino i loro
figli Dt 1231; persino i ci
pressi si rallegrano Is 14e; persino
la cicogna Ger 87; *1 $ persino
il mio amico Sai 4110;
*1
1
persino il passero ha trovato una casa
844; persino fra le
iu ;

[ <Q. pft. pi . $ ]Scendere, calarsi Ct 4,


65; oppure balzare.

. -

ir

risa il cuore si rattrista Pr 14,3. Negati


vo, neppure: nep
pure la decima generazione entrer Dt
233; ... non ho por
tato neppure la mia spada ISam 219;
di certo non bader a me
Sir 16a0.
2. Dopo una negazione: ...
neppure uno 2Sam 1712; ... nep
pure uno Sai 143. Dopo condizionale o
concessiva Gen 13w Ger 31MSai 139!0,12.
3 . introduce un elemento gi
enunciato. L'antecedente pu consi
stere in: a) Nome proprio: ( ...) N,
( ...) N Gen 44222fi. b) Pronome:
Gen 20s, c) Persona verbale,
del tipo anch'io avr fami
glia Gen 303; anch'io
vi castigher Lv 2 624;
anch'io lo far D t 1230. d) Suffisso prono
minale, del tipo benedici an
che me Gen 273.38; - anche
ci che ritiene lui 2Sam 17s;
persino dei miei occhi Sai 38 . e) Il verbo,
in modi diversi: l'ho
benedetto e benedetto rimane Gen 2733;
1 e si persino mangiato
3115; e io ti far usci
re 464; guarda, guarda bene
(due imperativi; si propone di leggere il
secondo come infinito assoluto) ISam
24,2; mi circondavano e
mi accerchiavano Sai 118 .
In alcuni casi queste costruzioni in
dicano l'elemento interessato da , in
altri risultano enfatiche.
V t

"

I I T

,* I T

160

/[ Pi. ipf. \Hi. imptv. f. c. suff.


]
Pi. Inghiottire, metaforico Gb 392v
Hi. Lasciare herejsorbire Gen 2417= nnu>
(V. 18).

Giunco, papiro Es 23 Is 182 357 Gb 8 .


Ip J t Palmo, spanna Gdc 316>

1[ St. ass. = cstr., C. suff. ,


ecc.; lx pi, c. suff. Sai 1032] Trattamen
to, favore, beneficio, elargizione, merc, servizio-,
paga, retribuzione, salario, premio, ricompen
sa; rivincita, rappresaglia, a) Come iniziati
va. Favore, elargizione, merc Sai 1032.
b) Come retribuzione. Neut r o: come

meritano le sue azioni Gdc 9W; cf. Pr


12m. Sir 3524. Positivo, ricompensa: Pr 1917,
Negativo, castigo, rappresaglia, vendetta; di
consueto >Pi., $ Hi. dare il
meritato, punire Is 591e 66e Ger 51t Gl 447
Sai 284 942 1378 Lam 3t4.

[ PI. ]Ricompensa, paga, salario


2Sam 1937 Is 59,8 Ger 5156.
In Generosit Sir 371.

1[ Q. pft. c. suff. , ecc., 3 f.


c. suff. 2 , m. c. suff. , f. ,
l c. suff. , pi . ;ipf. , c. suff.
, pi. 2 ;imptv. ;ptc. ,
]Trattare, ricompensare. Se si prende
l'iniziativa, significa trattare, /
bene o male; se una risposta, s paga,
ricompensa, retribuisce, restituisce, risarcisce;
4. Forme composte: sebbene, anche bene o male. La persona che rice
per quanto Qo 817 Sir 3]3, sebbene Is
ve il trattamento introdotta da Gen
1,5 Os 8!0 9 x6 Sai 234 Pr 226 Rut 22!; perch,
50ls; Is 39 Sai 1378; Gl 44 Sai 13t 103lo
affinch Sir 466 (?). dunque, ebbene
1167 11917 1428; come suffisso Gen 50,7
Gen 4410 ISam 1216.
ISam 24,8 2Sam 1937. Il trattamento o ri-

1-

161

compensa, per secondo, a seconda, in


base a (la bont del soggetto o il meri
to del beneficiario) Is 637 Sai 1821 103,0.
a) Iniziativa. Is 637 Sai 13^ 1167 1428 Pr 330;
arreca guadagni e non
perdite Pr 3112. b) Come retribuzione. Dt
326 ISam 24182Sam 1937 Sai 75 1821 10310;
$ 0 il benevolo fa del bene
a se stesso (paradossale autoretribuzio
ne) Pr 1117.
V IT

**

1f ., , ,
*

! f

J !-

2[ Q. pft. 3 f. c. suff. , ipf. ;(


3 f. c. suff. ecc.; inf. c. suff. ,
;ptc. pass. (), pi. cstr.. Ni. ipf.
Q. Svezzare, divezzare, maturare, Svez
zare ISam 133.24 ^ allattare; Os 18;
participio passivo svezzato, bimbetta Is 118;
289
TT ; Sai 1312* Maturare Nm
1723 Is 185 ^ uva acerba. Nascere
Sir 141e.
Ni. Essere svezzato Gen 21 ISam 122.
Nota. Alcuni lo inseriscono in .1
T

[ PI. , cstr. , ecc.] Cam


mello, dromedario Gen 1216 Gdc 65 Is 606 Ez
255Zc 1415 Gb 13. 2< gobba Is 306;
sella Gen 3134; montare, cavalcare
24 l ISam 30t7 Is 217 (corretto); fare
inginocchiare Hi. Gen 24 ;spaiare
Pi. 2432.
1[ Q. ipf. ;ptc. ]Intransitivo:
esaurirsi, finire, terminare, cessare, venire meno
Sai 710 122; 77, = . Transitivo: rmlizzare, condurre a termine, concludere, mettere in
atto, completare 573; 138 * abbando

nare.

[(C. art . ), cstr., c. suff., pi. ]


Giardino, orto, frutteto, parco, verziere, prpriet fondiaria Gen 2e 3!j Is 513 ^
deserto; Ct 4 i2,t5.l6 5! 62 8l3; paradiso,

giardino di delizie, parco di distensione


Gen 215 Gl 23; parco divino, giar
dino degli di Ez 2813 31*9; parco,
orto divino Gen 13t0 Is 513; *orto,
campo D t 1110 IRe 212; giardini,
parco regale, del palazzo 2Re 254 Ger 39
Ne 315.
[ Q. pft. f. C. suff. , , pi. c.
suff. ;ipf. 2 , pi . ;inf. ass. ;
ptc. , pass, , . Ni. ipf. . Pi.
wayy. ;!ptc. pi. cstr. , Fu. , inf.
ass. ;ipf, , Hitp, ipf. ]
Q. Rubare, derubare, sottrarre; carpire,
strappare, portare via, sequestrare, rapire]
prendere furtivamente, dissimulare, agire sub
dolamente. a) In generale, rubare Gen 313a32
Es 22 Ger 7 9 Os 4 2 Zc 53. car
pire/portare via, la tormenta Gb 21i8 2720.
b) Prendere furtivamente, di nascosto: 1
le spoglie di 2Sam 2112. Di persone, stquestrare, rapire Es 2116 D t 247 2Re 112.
c) Dissimulare, agire subdolamente, N
con/nei confronti di N Gen S l 2026.

Ni. Essere rubato Es 22 .


Pi, guadagnarsi, rubare il cuore di
2Sam 15t; rubare le mie parole
Ger 2330.
Pu. a) Essere rubato Es 226. b) Essere se
questrato Gen 401s. c) Giungere furtivamente,
insinuarsi Gb 412.
Hitp. Agire di nascosto 2Sam 194.
V

T - /

, .

* t

2[ Q. ipf, 3 f. Sg. ]Bruciare, calcina


re, ardere Sir 4 3 / = Hi., ,

[ PI. ]Ladro, brigante, bandito Es


22,^7 Ger 2 26 Sai 501s Gb 2414 Pr 630 2924

162

Sir 5 lA. Rapitore, sequestratore D t 24.


compagni di ladri, malandrini Is 123.
[ C. suff. ]Oggetto rubato, refurti
va Es 22m,
[ Cstr., c. suff., pi . (), c. suff.
]Giardino, orto Nm 246 Is 129 61
653 66 Ger 29s Am 49 Gb 816; Qo 25 =
parco; Est 7?*.

Ni. Essere macchiato 0 gettato via 2Sam


12!; fare brutta figura Sir 31]6B.
Hi. Sbagliare, mancare il bersaglio Gb 2110.
/$7 .
In $ ripugnanza, disgusto, aborri
mento Ez 165.

[Q. pft. 2 ecc.; ipf. 2 , pi.

;imptv. ;inf. cstr. ;ptc. ]()

[ Cstr. pi. ]Tesori, oggetti preziosi Ez


2724 st 39 47.
,[ PI. c. suff. ]Magazzino lC r 28.
[ Q. wqd. ;ipf. ;inf. ass. ]
Proteggere, difendere, tutelare, fare scudo, ripa
rare, custodire, salvaguardare. Si costruisce

con , , . Soggetto Dio, com


plemento le citt e i suoi abitanti. 2Re
1934 correlativo Hi. salvare; 20t cor
relativo Hi. liberare; Is 315 correlati*
vo Hi. salvare; Zc 9!5 128.
V li, . ,

Q, Sbuffare, gridare (adirato); rimpr verare con asprezza, redarguire, sgridare, apo
strofare, richiamare all'ordine. Si costruisce
con o direttamente. Il padre verso il
figlio Gen 37,0; l'autorit, a un suddito
Ger 2927; lavoranti, a una giovane Rut 2lt.
Soggetto Dio: Yhwh verso il mare Na l A
Sai 1069; ai pagani Is 1713 Sai 96 6831; a
Gerusalemme Is 549; a Satana Zc 32.
Nota, in MI 23 va letto o .

T T 1 *

v v

, .
'

[Cstr. , c. suff. ,,

]\Rimprovero, riprensione; sfida, minac-

[ Va letto ]Interiezione di disprezzo


o incredulit. Si usa ripetuta. Ah, ah!, M a
va' l! Sir 1322.
[ Q. ipf. ;inf. ass. ]Muggire
ISam 612 + vacche; Gb 65 4
bue, ragliare.

eia; sbuffo, grido (adirato). Fra uomini: in

campo civile Pr 1318; 17, + 3 colpi; in


campo militare Is 30,7 Soggetto Dio Is
502; 5120 = ira; 66!s = collera; Sai
18,t 761047 8017 Gb 26 Sir 43i3M(oppu
re 43,3 B).

2<
[ Q. pft. 3 f. 1 , c. suff. , pi.
;ipf. 3 f. ;ptc. f. . Ni. pft. ;
ipf. 2 Sir 31,6. Hi . ipf. ]
Q. Detestare, aborrire, provare ripugnanza,
schifo. Correlativo respingere, riget
tare, scacciare. Lv 2644 Ez 1645; soggetto
gola Lv 26153043 Ger 14,9 uso meta
forico.

[Q. ipf. 3 f. . Pu. ipf. pi.


\(<

Hitp. ipf. , pi . . Hitpolel pft. pi.


, ipf. pi . ] .

Q. Tremare, trepidare Sai 18s = ,


.
Pu. Agitarsi Gb 3420.
Hitp. Tremare, sussultare, trasalire, agitar
si 2Sam 22e = Sai 18a; Ger 522 467.

163

rS

2
T"

1[ Soltanto pi. cstr. ]Rialzo, prominen


za, collina Pr 93. Forse variante d .

lo, Hi. danneggiarlo. Es 183; 22 20 +


Hi.; Lv 19!0 + 24 ;w * 2535 ;
;^ D t 16 + , ; Ez 227
+ ? MI 3S + Hi.
lo straniero si assimiler a loro Is 14!.
forestiero e straniero Sir 1022B.

2 Corpo; **3 egli (da) solo Es 2134.

Calce. In pietra calcarea Is 279.

[ Va letto ]Sponda di un
torrente Sir 4016,

. -

Hitpolel. Vacillare, barcollare Ger


25 i6 + bere; agitarsi, le
acque 468.

))] , c. suff. , $, ecc., pi.


, f. (m. in 2Re 439 Os 10,)] Vite, viti
gno, ceppo, talea, pergola-, pergolato, vigneto,
a) Vite Gen 409; D t 8a + altri alberi da
frutta; Gdc 9 13 Ab 3 !7 Ag 2!9; sot
to la vite (segno di pace) IRe 5S Mi 4 4
Zc 3I0; **feconda Is 32 ]2 Sai 1283;

1 vite selvatica, agreste 2 Re 439;


collettivo, vigneto Sai 7847. Si menzio
nano: ramo, sarmento Gen 40!o;
vino Nm 6 Gdc 13 ;mosto
Is 247; pampini 34,; uva Ger
813J ramo, germoglio Sai 80;2!.
grappolo Ct 79. b) Immagine di Israeie. Ger 22, Ez 17^ 1910 Os 10, Sai 809!5.
c) Termine di paragone. Os 148 Sai 1283
Gb 1533.

Genere di albero; conifera (?)


il suo legno Gen 6 ,4.
Zolfo, zolfanello Gen 1924 D t 2922
Is 3033 34 9 Ez 3822 Sai 115 Gb 18,5.

Scabbia Lv 2120 22K D t 2827.


[ "* PI. ]
1 ( Oliva Is 176 Sir 5010.
I

[ c. suff. )1( ]Collo, gola


Pr I 9 33 22 62] Sir 36!8 stomaco (?).
.
VV

J -

[ Hitp. inf. ]Grattarsi, raschiarsi


Gb 28.
[ Fi. ipf. . Hitp. pft. 2 f. ;
ipf. 2 , f. , ecc.; imptv.
]
Pi. Provocare, suscitare, attizzare Pr 15!8
2 8 2 5

2922

Hitp. Irritarsi, adirarsi, rompere con ()


Pr 28. Invischiarsi, coinvolgersi D t 2 5 2Re
1410Ger 5024D n 11 1025 Sir 37 .
dichiarare guerra, entrare in guerra
D t 2g24
V

[ C. suff. ;!,*, pi. ]Forestiero, stra


niero, pellegrino, emigrante, ospite. S pu
contrapporre a nativo, 1 alle
vato (sul posto). Come categoria sociale
pu essere unito a orfano,
vedova, indigente; costituisce un de
litto sfruttarlo, Hi, opprimer-

Secondo altri si tratta di

Nota.

.
*

1 Bolo alimentare. In /
ruminante Lv 11^ D t 14^.
2 Ghera, ventesima parte del siclo,
quantit di un obolo Es 30!3 Lv 2725 Nm
347 18i6 Ez 4 5 ,2.


[ C. suff. , , ] Collo, gola,
fauci. Il vocabolario ebraico non distin
gue fra l'esterno, collo Is 3i6 Ez 16;
l'organo della fonazione o laringe Sai 694
1157 1496; o il condotto dell'alimentazio
ne, bocca o faringe Ger 225 Sai 510 Sir 3112.
a squarciagola Is 58,.
Albergo, foresteria, locanda Ger 41,7.
[ Ni. pft. 1 ]Essere tagliato, separa
to, espulso Sai 3123. Variante di $ .

V1

Ascia D t 19s; 2019 + brandire;


IRe 67; Is 1015 + brandire.

- <.
T

IQ. pft. pi. . Pi. ipf. 2 , f.


]
Q. Mordere, mangiare Sof 33.
Pi. Rodere, rosicchiare, mordere Nm 248
Ez 2334.
V $ (?).
0 ))] pi. c. suff. ]Osso Gb
401a - #; Pr 1722 22)S. ?asino
robusto (dalle forti ossa) Gen 49,4;
scalini, gradini 2Re 9,3.

164
(prodotto dell'aia) Is 21 !0 = treb
biata.

[ _Q. pft. 3 f, sg. . Hi. wayy. ]


Q. Consumarsi Sai 11920.
Hi. Fare scricchiolare Lam 31c.

1[ O. i pf. , , ecc,; inf. cstr.


, ptc. pass. f. (). Ni. pft. , f.
;ipf. )) , pi. 1 ;ptc. .
Pi. ipf. ]
Q. Diminuire, calare, detrarre-, sottrarre,
privare, sopprimere; allontanare; radere. Dimi
nuire Es 5a19 Ez 1627. Privare Es 21,0. Sop
primere D t 4 2 13! ^ Hi. aggiungere;
Ger 262; Gb 15,, = Hi. distruggere.
N accaparrare (mettere da parte
per, a profitto di N) Gb 15a; ?radere
la barba Is 152 Ger 4837; \ disto
gliere gli occhi da Gb 37; non
si pu togliere Qo 3!4 non si
pu aggiungere.
Ni. Essere detratto, sottratto Nm 36^ ^
Ni. aggiungersi; scontato, detratto Lv
27!e; lavoro, diminuito Es 5 ;nome, canceliato Nm 27.,; di compiere un'azione,
essere impedito 97.
Pi. Fare scorrere, sprigionare Gb 36v . Al
tri: estrarre, tirare fuori.
V

[ C. suff. , , direz, , pi. *1,


cstr. ]Aia, cortile in terra battuta, messe
(cosparsa sull'aia). Luogo per trebbiare
Gdc 637; Ger 5133 + Hi. trebbiare;
Gl 2m Rut 33A)4. Con il correlativo
torchio, indica la totalit agraria: aia e
torchio, madia e cantina Nm 1827 D t
16,3 2Re 627 Os 92; aie da grano
9t. Messe cosparsa sull'aia Rut 32 +
ventilare; ci che stato trebbiato

Q. Crescere, svilupparsi Sir 5115 in


llQ P s3 = <maturare.
[ Q. pft. 3 c. suff. ]Travolgere
Gdc 521.
1 f .
i I

[ Q. ipf. Lv 11?, C. suff. ,


Pr 217(>). Poal ptc. f. pi. ]

165

Q. Trascinare, tirare su; ruminare. Ab 1,5;


Pr 217 o da essere in agguato; rumi
nare Lv 117.

[ Hi. ptc. pi. ]<Fare piovere, conce


dere la pioggia Ger 1422 = .
V

.,

Poal. Essere segato IRe 79.


]1, .
t 1

[ C. suff. ]Semola Lv 2,4it.


[q . wayy. ;!ptc. , pass. f.
. Ni. ;f. , 1 . Pi. pft.
3 f. , 2 , c. suff. , ; ipf. ,
wayy. ;!inf. , + inf. cstr. c. suff.
. Pu. pft. pi . ; ipf. pi . ];
1

i t

1 * *

I I

Q. Espellere Es 34 ;gettare, buttare fuori Is


5720; participio passivo ripudiata + ^
vedova Lv 2114 22,3 Nm 30, Ez 4422.
Ni. Essere scacciato Gio 25; del mare,
agitato, burrascoso Is 5720; del Nilo Am 8.
Pi. Gettare via, scagliare, congedare, invia
re, espellere Gen 324 414; Es 11, 4- Pi.
lasciare andare;*
I * scacciare dalia
presenza di 233!; dalla casa di,
congedare Gdc 117 Os 9,5; Pr 22,0 =
andarsene. Esiliare Gdc 94, * $ abitare.
Pu. Essere espulso, scacciato Es 1239
Gb 30s.
V

S i

T I

)*)] pi. , cstr. , c. suff.


ecc.] Pioggia, acquazzone, scroscio,
temporale. Significato generico: IRe 177
Is 44w Ger 144 Ez l 2e; Pr 25 correlativo
nubi; Qo 122 correlativo nu
vole, nembi; Ct 2 . Polarizzato: + 1<1
pioggia precoce e tardiva Os 63. Asso
ciato a 2 >neve Is 5510; contrapposto a
*grandine Sai 10532. *benefica
Ez 3426; temporale IRe 1845;
acquazzone Zc 10,; 1 generosa,
copiosa Sai 6810; Ni. spiovere,
cessare la pioggia Gen 82; stagio
ne delle Esd 1013; 2 )torrenziale Ez
13.,3, 3822 + 2< grandine.
[ Soltanto c. suff. ]Pioggia Ez 22.4
$ [p. coort. pi. , ] Tastare,
andare a tentoni Is 59,0 correlativo eieco.
[ PI. ]Torchio Gdc 6 Is 632 Gl 4I3
Lam 115 Ne 13ls. Forma toponimi.

2<, # .

U h i Frutto, prodotto D t 3314 = .

2([ Soltanto pi. C. suff. ]Espul


sione Ez 459.

Soltanto neirespressione
Sai 8, 81, 84,. Termine musicale dal signi
ficato incerto. Forse sulla (melodia) di Gat.
Oppure leggere sulla (melodia)
dei torchi.


[ Q. pft. 3 f. ;inf. . Hi. ipf.
2 m. sg, Sir 4,]
Q. Svenire, venire meno, perdere i sensi, in
fiacchirsi, indebolirsi, cedere Ger 31 i2. $92
gola affamata Ger 3125 ^ Pi.; con
occhi offuscati, obnubilati Sai 88!0.
Hi. Affliggere, deprimere, avvilire Sir 4!.
V

![ Q. ipf. , wayy. ]!Volare, li


brarsi, lanciarsi in volo D t 2849 Ger 4QA0
4922. In 2Re 172! dubbio.
V

Debolezza, indebolimento, terrore


Gb 41m.
![ Cstr. ]^Codardia, vilt, paura
D t 2865 = ombroso, trepidante.
T Pesce Ne 13!6. + e .
T

[ Q. pft. ;ipf. , ; ptc.


, pi. ]Preoccuparsi, essere inquieto,
essere ansioso, spaventarsi, impensierirsi. Si
costruisce con p e r, di, per; anche in
maniera diretta o assoluta. ISam 95 102
Is 57 ;Ger 178 = temere; 38!9 4 2 i6
Sai 3819. Proteggere Sir 504: che intro
duce loggetto della protezione, da
(ci/colui da cui si protegge).
V

m eno (v. 24); Ez 4 16 = }DtpU) sgomen


to; 1218 = agitazione, brivido,
sussulto; Pr 1225 Sir 312 405.

. ,

f t

t . '

[ Cstr. Sir 31!, con suff. 3 f. sg.


Sir 429Bm] Preoccupazione, ansia; spa
vento, sgomento, angoscia, affanno, dispiace
re, incubo Gs 2224; Ger 4923 = venire

T X '

. .

Nibbio Lv 11.
T

[ M. ISam 1734, pi , f. 2Re 224


Is 117] Orso ISam 1734.37 2Sam 178 2Re
224 Is 11? Os 138 Pr 1712 28!5 Lam 3!0 Sir
2517. grugnire come Is 59.

[ c. suff. ]Forza, vigore, energia


Dt 3325.
[ q. ptc. ]Fluire, colare, inzuppa
re Ct 710.
Nota. Forse variante di .

[ Cstr. , c. suff. , ] D if
famazione, calunnia, resoconti negativi, mal
dicenza, critica, infamia, discredito, disistima.

Gen 372 Ger 20l0 Ez 363 Sai 31w; Pr 25!0


= 2 Pi. denigrare; Sir 42 = DU>
(Sir 42B) cattiva fama. Hi. dif
famare, screditare N m 1332 143637 Pr
10!8; 2>Hi. farla finita con Sir 467
+ .

167
[ PI. ]Ape, forse vespa D t
144; Is 718 + mosca; Sai 118!2 Sir 113.
! sciame di Gdc 14B.
[ Soltanto pi] Guano, sterco di co
lombo. Oppure carruba (?) 2Re 625 (qere),
Camera, cella (del tempio) IRe 5 (+
7x) Sai 282 2Cr 316 Sir 45?.

[Cstr. , pi, ]Pane/tor


ta/focaccia/impiastro d fichi ISam 2518 30!2;
medicinale Is 3821 = 2Re 20?.
))] a pft. f. , , 1 ,
pi . , , 2 ; ipf. , 2 ,
C. suff. 2 ;, f, , pi . 2 ,
, ; + inf. cstr. . Ni. ptc.
Sir 31/ (Bm sembra pft. 3 sg.). Pu. ipf.
pi. . Hi. pft. 3 f. c. suff. 1 ,
3 , pi. c. suff. ; ipf. 2 m. sg.
Sir 119B, 1 , iuss. , wayy.
, pi. irreg. ;ISam 1422 312 lCr 102.
Ho. ptc. ]In senso fisico indica con
tiguit o, per iperbole, grande vicinanza:
attaccarsi, aderire. In senso spirituale signi
fica l'unione di una persona a un'altra
o a un gruppo, per amore o adesione o
partigianeria. In senso religioso, la dedi
zione dell'uomo a Dio. Si confronti con
le forme: ad-erenza, co-esione, ad-esione,
in-erente.
Q. a) Significato fsico, Attaccarsi, appic
cicarsi, incollarsi, agglutinarsi, aderire, legar
si, unirsi, congiungersi, conglomerarsi, amaigamarsi, associarsi, saldarsi. Si costruisce

abitualmente con , ma anche con ,


, , oppure senza preposizione.
La mano alla spada 2Sam 23i0; la cin
tura al corpo Ger 13 ; pesci alle squa
me Ez 294; ventre o alito alla polvere
Sai 4426 11925; la pelle alle ossa 1026 Gb
1920; la lingua al palato Sai 1376 Gb 29!0

ST

Lam 44; la mano alla pece Sir 13!. Senso


figurato: la sventura all'uomo Gen 19 !9;
la malattia si contagia 2Re 527; la fame
Ger 421(5 = 1 Hi. raggiungere; macchia
(colpa) o subornazione alle mani D t 13!8
Gb 317; le trib radicate nella loro eredit
Hm 367.9 b) Relazione personale: innamo
rarsi, unirsi, congiungersi, associarsiaderire,
arruolarsiiscriversi, aggregarsi. L'uomo alla

donna Gen 224; 343 = ; IRe 112. Ad


altri popoli Gs 23!2 ; i sudditi sono
fedeli al re 2Sam 202; imitare le azioni di
qualcun altro 2Re 33. A un gruppo, con
Rut 28. Al malvagio Sir 1134. c) Significaio religioso. L'uomo a Dio: aderisce, d
la sua adesione, si lega, si affeziona, si unisce,
fedele. Verbo tipico di D t e della tradi

zione deuteronomistica: D t 1020 1122 Gs


225 2Re 18fi; con + persona Sai 639;
con e precetti 1193!.
Ni. Aderire a/seguire, unirsi a/con Sir
319. Si costruisce con .
Pu. Essere amalgamato, agglomerato
le zolle Gb 3838. Essere saldato gli
scudi (= squame) Gb 419 = Hitp.
essere compatto, ^ Hitp, staccarsi.
Hi. Ripete, alla voce attiva, vari signi
ficati del Q.: la peste D t 282!; la cintura
Ger 13 ;la lingua al palato Ez 326; pesci
294. Inoltre fa riferimento al seguire da
vicino, stando alle calcagna Gen 3123 Gdc.
1822 2042 ISam 312 2Sam 16 Sir 119 .
Ho. Attaccarsi, incollarsi, appiccicarsi
Sai 2216
-/ .,
[ F. , pi. m, ]Aderente, attaccato, unito; rasente, tangente; fedele. D t 44 Pr
1824 2Cr 312.
[ PI. ]Saldatura Is 417. Plurale
cotta d maglia (?) IRe 2234 (= 2Cr 1833).

1 --

( Vocalizzazione incerta) Discenden


za Sir 415B= ... prole, stirpe, lignag
gio, rampolli.

1 ta

168
Ni. Conversare, discorrere, dialogare, collocfuiare, commentare Ez 3330 MI 3!6;
offendere 313; sparlare, mormorare
su/contro Sai 11933.

ptc. , pi. , cstr, 0 (, f.


Pi. Il soggetto del verbo non suffi
pi. , pass. ;inf. c. suff.. Ni. pft.
ciente a differenziare, dato che si tratta
3 pi ,, l ;ptc. pi. . Pi.
sempre di soggetto personale o personi
pft. 5)) , f. , 2 ecc.; i pf. ,
ficato (terra, mare, notte, pinte, anima
pi. f. ecc.; imptv. ,, f . ,
li...); soltanto quando svolge un incarico
, pi . ' ;inf. , c. suff. ecc.; ptc.
o esercita una funzione, il soggetto intro
, pi. , f. , pi. . Pu.
duce una differenziazione con 11 muta
ipf. in ;ptc. . Hitp. ptc. ]
mento di campo semantico 0 di situazio
Il
verbo e il sostantivo sono termini
ne. Neppure la reggenza o la preposizione
fondamentali per indicare il linguaggio.
differenziano il significato, poich il loro
A rigore significa parlare; , dire.
uso fluido: , parlare a; , DJi con,
Di fatto, i significati si intrecciano, cos
a; con, a proposito di, riguardo a, con
che transitivo pu significare dire,
tro; a, su, contro. I complementi di
intransitivo parlare. Con intransitivo si
retti e avverbiali possono differenziare il
gnifica: la capacit di parlare Sai 115s, il
significato, richiedendo un verbo sinteti
fatto di parlare una lingua determinata
co ( = (mentire), o per aggiunta
2Re 1826 Is 19!8; gli atti di parlare, diffe
analitica di un aspetto ( = parla
renziati in base alle loro realizzazioni,
re confidenzialmente). Il contesto indica
funzioni, situazioni. Per questo motivo,
con fattori diversi la differenziazione. La
le equivalenze devono essere molto pi
si effettuer secondo categorie del cam
differenziate.
po semantico "linguaggio; a meno che
Q. Eccetto Pr 25 !! participio passivo
non si ricorra sempre al verbo parlare"
e Sai 516 infinito costrutto, il participio
come a uno dei verba omnibus.
attivo si usa per indicare: a) L'azione di
A.
Secondo le funzioni: dialogiche
parlare Gen 16!3 Es 629 Nm 3227 D t 5!
(1-5), monologiche (6-7).
Ger 28? Gio 32 Zc 19 Dn 10 Sir 1323.
1. Fatica (di contatto): rivolgersi a,
b) Per caratterizzare colui che parla in un modo
rivolgere la parola a Gen 23!a correlativo
specifico: 1 promettere Ger 3242;
2Sam 1322 Is 85 Gb 133; scongiura
mentire Sai 5 7 58*; avere
re, supplicare Ger 6i0 correlativo Hi.;
ragione Nm 36s; con rettitu
attaccare briga, altercare Gen 3124.
dine Is 33!6; proferire infamie 916;
2. Informativa: comunicare Es 69 corre
insolentire, ingiuriare Sai 31 !9;
lativo Nm 1124; comunicare 11 boi sentenziare Is 45 9 = Hi. an
lettino di guerra 2Sam 1119.
nunciare; salutare, promuovere
3. Espressiva: ho sciolto la
la pace Sai 283 5* mentalmente;
lingua Sai 394 * Ni., Hi. tacere,
Est 103; mentire Ger 40! Sai
restare in silenzio (v. 3).
6312; esporre esattamente Am 5 !0
4. Impressiva: Gen 343 (cf. fraseolo= , pubblico ministero, querelante,
accusatore.
gi)

169

5. Conversazione: Gen 27s Es 3311;


il bollettino di guerra 2Sam 1119.
conversare 2Re 2 .
2. Profetico: predicare Ger 253 corre6 . Sfogarsi Sai 394 (?) (* 3 .); Gb 10! = iativo 2 ;)vaticinare, profetizzare IRe 142
2Re 117.
lamento.
7. Pensare + , , Pr 2333 cor
3. Letterario: intonare, recitare Dt 3128.30
relativo vedere; Qo 1!6; 2 !5 =
= 1 Hi. citare come testimone;
pensare, riflettere.
intonare un canto Gdc 5!2; cf. 2Sam 22!;
I
precedenti tornano a differenziarsicomporre IRe 5!2.
in base all' illocuzione o modo e finalit del
4. Sapienziale: dissertare su, con
prendere la parola. A mo' d'esempio:
IRe 513.
2.
a) Annunciare Es 8 !s correlativo
5. Medico: prescrivere 2Re 513b = ,
correlativo .
; Nm 175; esporre, spiegare Gen 208
2433 ;dichiarare Nm 36!; spiegare
6 . Forense: intentare causa Sai 127s;
Gs 2230 Qo 18; commentare Sai 11946. b) A f
difendere Gb 13?; dichiarare contro
fermare Is 594; asseverare, ribadire, assicurare
IRe 223; sentenziare Is 63!.
Gdc 63637 c) Narrare, raccontare Gen 419
7. Civile: contrattare, trattare a f
fari Is 5813; macchinare oppressione
Hi.; un sogno Ger 2316; Ez 1125
correlativo Hi. rivelare; promettere Gen
5913 = architettare, tramare, or
dire.
2815 Es 1225; dare la parola Is 387.
4. a) Convincere, persuadere Dt 25e; inco
C.
Costruzione con complemento,
raggiare ISam 4 20 * temere; Sir 5125.
avverbio e altre frasi:
b) Insinuare, suggerire ISam 1823 correlativo
1.
Sintagmi di 1 complemento:
;proporre D t 1Mcorrelativo 8!26 ;;
diffamare, calunniare Is 589;
consigliare IRe 129. c) Chiedere a, domandare,
dire la verit, essere sincero Zc 8 !6;
pregare qualcuno Es 123! Nm 232; raccoman
- vantarsi, ostentare, millantare
dare 2Re 4!3; incaricare Es 283; rimproverare,
Sai 12 ;(comunicare un messag
sgridare, rimbrottare, con Cjer 3120 d) Ordgio Nm 227; pronunciare minacce Is 8 W
nare, comandare Gen 27!? correlativo ;
= deliberare; trattare affari 58!3; prEs 198 Nm 2723; proibire IRe 1322.
nunciare un oracolo Ez 149;
5. a) Discutere, esaminare, dibattere
parlare senza sosta 2Sam 1930. prIRe 322; trattare, contrattare Is 58!3; 59 !3
mettere del bene Nm 1029, il successo
= macchinare, complottare.
IRe 2213. ^/ mentire, inganna
b) Rispondere Gen 2450; IRe 216 = ;
re, dire menzogne Gdc 1610.13 = Hi.,
ripetere Gen 446 Es 72; aggiungere Nm
Mi 612 Sof 313 Dn 1127; proces
1426; replicare Sir 32?, correlativo .
sare 2Re 256, difendere Is 327 * Pi.,
c)
interrompere Sir l lintentare
flB =
una causa Ger 11 6; dire
Hi,; Hi. insistere Gen 1829;
spropositi Is 326 = Pi. proferire
reclamare Gs 17 correlativo ; dire la
ingiurie; parlare correttamente
propria (opinione) Gdc 1930 = delibe
Gb 427-8; promuovere, dichiarare
rare.
la ribellione Dt 136 Is 59!3; +
r

B.
A seconda della situazione o del ^ingiustizie e menzogne Gb 137;
campo semantico:
insolentire Sai 756, 944 = Hi.
1. Militare: arringare D t 209; comunicare
proferire; parlare con asprezza.

170

1-

m entale dietro) discendenza, 2


Gen 427; lusingare, blandire Gb
spina, ^prateria, pascolo, ovile,
4027; minacciare Es 32 Ger 1117,
zattera, deserto e i top onim i
decretare la rovina lRe 2223; ^[affer
mare il falso Is 59 4 invocare
e .
la giustizia; 2 > salutare, propor
[ Cstr., C. suf f . , ) Sai
re o annunciare la pace Zc 9, Sai 859;
119, lRe 1836 q) , , ecc.; pi,
2 immaginare assurdit Pr 2333;
;cst r, , c. suf f . ,,,
supplicare, pregare qualcuno
ecc.] Indica prim a di tu tto la paro
Pr 1823 = rispondere.
la: sia l'a tto del parlare, sia l enunciato
2. Con avverbio: confideno il suo contenuto (prendere la parola,
zialmente ISam 1822; di nascosto
pronunciare delle parole, comprendere
Is 45!9; supplicando Dn 92!;
L le parole). D i qui passa a significare 11
con arroganza Sai 17>.
tema o argomento. Indica anche l azione
Fraseologia: Pi, 12< Hi. ave
e il m odo di compierla 0 realizzarla, la
re ragione D t
corteggiare,
condotta; 11 suo contenuto o il compito, la
blandire Gen 343; guadagnarsi qualcu:
voro. Inoltre: fatto, vicenda, evento-, e la sua
no
2Sam 19s; giungere al cuore Is
causa: occasione, condizione. Per astrazione,
402 Rut 213. - ^ come
passa a significare: cosa, qualcosa; con ne
conversano due Es 33 ;
gativo, nulla; e il pronom e ci, lo, -lo. Con
parlare faccia a faccia, da soli Nm 12e;
preposizioni, form a espressioni preposi
idem Es 33 ;
zionali o avverbiali.
idem Dt 54.
A.
Prima differenziazione: parola;
Pu. Si dice, si proclama Sai 873; si chiede
azione; cosa4
la mano Ct 8e; si proferisce/proclama una
1. a) Parola 2Re 95; messaggio Nm 227;
profezia Sir 36!5.
canzonetta ISam 18a; discorso Os
mes
Hitp. Conversare Nm 769 Ez 22
saggio ?1266 + rU> inviare; ordine Sir 48!0;
Nota. In 2Cr 22!0 va letto ; Nm
promessa 4722 le stesse paro
263 congettura ;in ISam 925va Ietto
le Gen 11!. b) Il contenuto. Maledizioni Dt
2 ;Sa m 1413 participio Pi.
430 (cf. campi semantici); rapporto, informozione Gs 2233; ragioni, argomenti Gb 9
V
., ,
33j3; questione, caso Pr 252 Rut 3!e Est 223.
c) Azione del parlare. Gio
Sai 194 = ;
2[ Pi. ipf. pi. 2 1, wayy. pi . ,
conversazione ISam 197 Ger 3824; accordo
inf, cstr. , c. suff. . Hi. wayy. ]
Rut 47. pensare Dt 159; cf. Sir
Pi, Dubbio. Alcuni suppongono sepa
32 ;Pi. loquacit, verbosit
rarsi, allontanarsi e includono Ct 56 (pu
Os 104 idem Gb 112; esor
essere parlare); Sai 756 (con insolenti
dio Qo 1013.
re); Gb 19!# (con forse insultare).
2. a) Fatto, evento, vicenda, avvenimento]
Hi. sottomettere, assoggettare Sai
episodio Es 2,s Dt 49 ISam 4!6 2Sam 14
1840 (= 2Sam 2248, che legge 474 (.
b) Compito Es 18!0; motivo Dt 132; condot
Nota. Alcuni autori considerano af
ta ISam 223 2616; questione, faccenda lSarr
fini a questa radice (significato fonda
102.16 Sai 1013 Ne 1124; condizione lSarr
t

2 8 .

5 0 2 !

1 4 3 ;

4 3 6 .

2 ;

171
1826,; problema 2021; incarico 219; azione
2Sam 26 1127; gesto, atto 2Re 5te; prodigio
Sir 4813. c) Rito Nm 2513; modo lRe 9 !5; stile
Qo 1210a; normativa Est 932.
3. Cosa, qualcosa Gen 18M Es 2WDt
432. Con negazione , , : nulla, nes
suno Es 51! 94 D t 2 7 2Sam 14!8 1719. "
tutto Nm 3123 Dt 13! Gs 4!0 2Sam 18!3 Pr
1415 Sir 1416; qualsiasi D t 2320. $ ci
che ISam 3!? Zc 816. questo, quel
lo, ci Gen 3031; con ISam 28)0; con

2 Sam 1320; 5 idem Gen 2428.


Vale come ci che, quanto lRe 107 Pr 179.
4. Forme preposizionali e avverbiali:
, per, poich, a motivo di, a
causa di, per colpa di D t 2224 235 2Sam 38
Sai 455 79?; riguardo a 2Re 22!3 Ger 722
141. secondo, conformemente a,
cos come Gs 22! 8e lRe 17!3; idem
Esd 105. dopo di,
dopo che, pi tardi, trascorso un certo
tempo Gen 48! Gs 2429; con lRe
1717 Est 2!.
B. Differenziazione per illocuzione
o campo semantico.
1. Per illocuzione. Richiesta Es 33!?
ISam 821 lRe 52!; domanda ISam 1729;
quesito lRe 103; risposta Es 199 2Sam 3 .
Consiglio, proposta Gen 34!e lRe 1824 Qo
916; spiegazione Gs 2230; lamentela Gdc 1616;
ordine, comando, incarico ISam 219 Sai 5017
1488; avviso, notizia 2Sam 1528; consultazio
ne, parere lRe 103; imprecazione 13321 ;minaceia Ger 4429; giustificazione Est 34; rumore,
voce che corre Ne 6fi.
2. Per campi, a) Campo militare. Sfi
da ISam 17 . b) Profetico. Vaticinio, prfezia, oracolo lRe 145 Ger 382t Sir 483.
c) Forense. Causa, lite Es 18 Dt 17a; vi
cenda, caso 2Sam 153; denuncia Dt 2220;
sentenza Dn 928*; condanna ISam 28!8.
d) Scrittura. Testo, tenore Gs 834 Is 29
Ger 29! 36!0.

C. Determinazioni.
1. Costrutto + sostantivo:
testo della missiva Est 926; ^ se
gni, prodigi Sai 10527, ridondante;
( verit, sincerit Sai 119 Qo 1210;
parole caustiche, distruttive Sai 526
= menzogna; clausole,
stipulazione dell'alleanza Es 3428;
parole gradevoli, stile attraente Qo 12 (0;
insulto Sir 4123b; boilettino di guerra 2Sam 11 1a; regio
decreto Est 1!9; $ sentenza Dt
17?; testo del documento 2Re
2213; segreto Gdc 3!9; ^ parole
pungenti Pr 15! = risposta mite,
delicata;
parola sacra Sai 10542;
cause, liti D t 178; H1T parole
vane, futili Gb 163; !parole osti
li Sai 1093; questione di parole
2Re 1820; saluto Est 930, proposte
di pace Dt 226; (causa, lite Es 22a;
0 ) ) menzogna Es 59 Is 59J3 Ger
74; articoli, paragrafi della legge
Dt
2. + aggettivo, a volte pre
ceduto dall'articolo: ul
time parole, testamento 2Sam 23!;

prodigio ISam 1216, cosa diffici
le 2Re 5!3, imprese, gesta, prodezze 8!3;
promessa Gs 2145 lRe 85t; plurale
Gs 23 ;poema bello, elogio, panegirico
Sai 452; questione oscura, ardua
lRe 103; malvagit D t 13]2 17!, de
litto Sai 646 141*. Espressione con valore
di aggettivo: ^parola opportuna
Pr 1523 Sir 423c. fc inopportuna
Gb 153; irrevocabile Is 4523.
3.
Sostantivo
oppure aggetti
vo + : eloquente, facon
do, dotato di facilit di parola Es 410;
abile nel parlare, eloquente ISam
16!a; in conclusione Qo 12!3;

cosa, azione vergognosa D t 2315


v v

3 1 1 2 .

172

-
T

spada = guerra, fame o care


24!; l'ultima parola, a conti fatti,
stia, belve, strage. 2Sam 24!3 Ger
in fin dei conti Sir 4327; verbosit,
3224 Ez 7,5 Ab 35 Sai 7850 Sir 3929 409.
chiacchiericcio, ciarlataneria Gb 112 Pr
la peste divora, consuma Ez 7!5.
1019; # mormorio, bisbiglio, sussur

Ti., mandare, inviare la


ro Gb 2614 ^ tuono; esordio
peste Lv 2 625 2Sam 24!5 Ger 24!0 Am 4t0.
t o 1013.
4.
Alcuni verbi con come sogget , morire appestato Ger
2713 382 4217 Ez 5!2 6!m2 3327. ,
to o complemento: , Hi.
Hi. colpire con una pestilenza Es
compiersi, adempiere Gdc 13i2 Ger 25!3Sai
53 915 Nm 1412; punire con una
10519; 2< consultare l'oracolo 2Re
pestilenza Ger 27e 44!3; Pi.
1 !6; non compiersi, fallire, andare
contagiare D t 2821. , peste
a vuoto Gs 2145 23!4 2Re 1010; Hi.
maligna, grave Es 9g Ger 21t.
rimangiarsi/ritirare la parola, revocare,
ritrattare Is 312; Pi. concludere,
Nota. Alcuni leggono un 2 = spina,
convalidare un accordo Rut 47; la
pungiglione, aculeo in Os 13 Sai 913.6.
parola, promessa, predizione si compie Is
Ma peste un significato adeguato.
408 Ger 4429; Hi. adempiere ISam
123 2Sam 725 IRe 24 Is 4426; parla 2[ PI. C. suff. ]Spina (?) -
re troppo Sir 32 ; $ Hi. rispondere;
Nota.
informare, portare un resoconto 2Sam 3!!
IRe 230 126 2Re 229 Sir 118.
Parola Ger 5!3 Os 13; menFraseologia: il decalo
zogna Ger 97 (dubbio).
go ( = dieci, - parola) Dt
413 104; ;annali, crona
[ C. suff. , ]Prateria, prato, pasco
che IRe 1419.29 157.31; N altri
lo Is 51? + pascolare, pascere; Mi 2)2.
dati su, a proposito di IRe 1531 1614 20.27J
N Yhwh rivolse la paro
[ Cstr. e Sai 1104] Rito
la a N; N idem Ger 16!;
Sai 1104; affidare la causa Gb 5e.
cf. 12; per ordine di Yhwh IRe
Locuzioni: riguardo a, a propo
1332; N parole, messag
sito di Qo 318; poich, a motivo di 82;
gio a N Ger 35(; " razione, por
$ affinch non 714.
zione, pensione, lavoro quotidiano Es 5 !3
[ Soltanto pi.] Zattera lR 523.
Lv 2337 IRe 859 2Re 2530; 2< $ idem
annuale IRe 1025; ?3 non vi
[ pi. c. suff. ] in ai tuoi
sfugga una parola Gs 6!0; N ^N
non avere N rapporti con N Gdc 182e;
ordini Dt 33a.
N 2 > dare retta/ascolto a N Ger
u h i 1( )c. suff. . ]Miele Gen
2714; non era proprio questo
431! D t 88 Gdc 148 ISam 1429 Ez 27!7
che mi dicevo? Gio 42; com'
andata?, che cosa successo? 2Sam 1.,
Pr 2413 25 !6,27 Sir 392s. Si associa a
latte, cagliata, ricotta, dol
ce,
0 olio, , , favo
] ] Peste, pestilenza, epidemia, morbo,
di miele ISam 142? Pr 1624; cf. Ct 5!;
contagio, piaga. Associato ad altri flagelli:
t

'

173

-
-

vaso di miele lRe 143; [ Cstr. , c. suff. ,, , ,


miele silvestre D t 32!3. E frequente
]Frumento, grano, cereale, messe. Associa
to a vino Lam 2 !2; e a uJVvri mosto, vino
l'espressione 2< terra da
cui fluiscono latte e miele Es 333 Dt 63119
Gen 2737 Nm 18!2 Dt 3328 2Re 1832 Is 3617
Ez 206 Sir 460. Termine di paragone: Es
Ger 3112 Os 7 . Fi. benedire D t 713;

effettuare raccolto 1 1 !4;


163! Gdc 1418 Ez 33 Sai 19119103 Sir 491.
dare Is 628; inviare, manda
re Gl 219. &decima D t 1423;
1|< Gobba Is 30.

offerta di cereali Ne 10;

primizia Dt 184; terra


[ PI. , cstr. ]Pesce. Associato a
di grano, terreno granoso, terra semina
uccelli del cielo, quadrupedi e rettili.
tiva Is 3617. nella sua stagione
Frequente l'espressione pesci ma
rini, animali acquatici Gen 92 Nm 1122 Os 2u; (frumento celeste, pane del
cielo Sai 7824. ) grano e argento (in
Ez 3820 Os 43 Ab 1M Sof 13 Sai 89 Gb
natura e in denaro) Ne 510.
128 arpione, fiocina Gb 403!.
pesce enorme, cetaceo Gio 2!.
[ Ipft. f. ]Covare Is 34 !5 Ger 17.
[ Cstr. , c, suff. ] Pesce, pe
[ Cstr. du. ;c. suff., ]Petto, seno,
sci (collettivo); pescagione. Pesce Gio 22.
poppa, mammella, capezzolo Ez 233.8.21 Pr 5 !9.
Pesci Gen 126.28 Es 718.21 D t 4!8 Is 502 Ez
47910 Sai 10529. Pesce (pescato, cibo)
[ Q. ipf. 1 sg. ]Forme dubbie Pi. o
Nm 115 .
Hitp. Andare, avanzare, deambulare, camminare
Is 3815; Sai 425 corretto.
[ Q. ipf. pi. UT] Moltiplicarsi, prolife

s.

rare Gen 48.!

[ Ni. ptc, ]Essere stordito, smarrito,


[ Q. ipf. ;ptc. pass. . Ni. ptc.
f. pi. ]

Q. Innalzare stendardi, issare la bandiera


Sai 206. Participio passivo che spicca, che
si distingue Ct 510.
Ni. Dubbio in Ct 64.10. Portabandiera;
squadrone intorno al suo stendardo (si
confronti con: drappello, compagnia
del reggimento). Alcuni propongono:
costellazione (come insegna celeste).
V

frastornato, sconcertato, sbigottito, spaventato


Ger 149.

[ Q. ptc. ]Galoppare Na 32.


V

.!

A l galoppo Gdc 522 + ? zoc


coli di cavallo.
[ h. ptc. f. pi. ]Consumare, esaurire
Lv 2616 = Pi, Variante di .

. 4

. -<

[ C. suff. , pi c. suff. ]
Bandiera, stendardo, vessillo, labaro, inse
gna, gonfalone N m 2 2 (+ 7x) 103 +) x)
Ct 24.

. -<

[ P1. ]Pescatore Ez 47 i0.

174

Pesca (attivit del pescare) Am 42.


[ c. suff. , , , , , ,
, pi. , c. suff. , , , ]
a) Amato, diletto, fidanzato, amorei Frequen
te in Ct: ^amore mio!, mio amato!,
mio diletto! 8W; + amico 516; corre
lativi della fidanzata amica,
colomba, sorella. Is 5! forse .
b) Plurale Amore, amori, tresche; carezze.
et delPamore Ez l8; 2(
letto di bordello 23,7; inebriarsi di
carezze Pr 7 ,8 = ;il godi
mento deH'amore Sir 402o. c) Zio Lv 2020;
cugino Lv 2549; cugina Est 27.
r

[ Hi. pft. C. suff. ;ipf. ;, pi.


]Lavare, sfregare, strofinare Is 44 = ;
Ez 4038 2Cr 46. Raccogliere completamente
Ger 5134*
.
]] Malessere, infermit, acciacco Sai 414
= , In Gb 6 ? dubbio.
*

Tt

In cuore accasciato, abbattuto


Is 15; idem Ger 8!8 correlativo JJP;
Lam 122 correlativo .
T

T T

[ Q. pft. pi . ] Pestare, sminuzzare, sfa


rinare, macerare Nm 118 + rrlacinare.
Variante di .
V

[ PI. 2 , Cr 35,3; cstr.


Ger 24!] Pentola, paiolo, marmitta; cesta,
sporta, paniere, canestro, cestone. ISam 2M
(serie) 2Re 107 Ger 241-2 Sai 817 Gb 41 !2
2Cr 35j3.

"

.
l

upupa Lv 11 Dt 14,8.
1

Con le consonanti si formano


verbi e sostantivi corrispondenti, che
bene raccogliere prima di tutto in manie
([ Soltanto pi.) Cstr. ]Mandra ra schematica. Le forme sono: v y , " e
gore (considerate afrodisiache) Gen 3014-16
: , , . I significati si raggrup
Ct 714.

pano intorno a due poli: tacere/cessare,


somigliare. Serie 1: tacere; silenzio;
[ C. suff. , ]Zia, parente Es
quiete; tacito, taciturno, silenzioso;
620 Lv 18,4 2020.
mormorio, sussurro. Serie 2: 1 somigliare; somiglianza; immaginazione.
[ a. inf. c. suff. ]Patire un acciacco,
Serie 3: 2 cessare; tacere, cessare;
in particolare di mestruazione; mestruare
quiete. Facili il passaggio e la confusione
Lv 122.
fra la prima e la terza serie, e anche che
V
., <,, si
generi ambiguit fra 1 e .2
t

[ F. ]a) Esclusivamente al femmi


nile: debole, indebolita, inferma, cagionevole,
indisposta, in concreto a motivo delle
mestruazioni Lv 1533 201e. Figurato spor

Silenzio. Senso figurato, 1 >o


Ade: abitare nel (Regno del) Si
lenzio Sai 94!?; scendere nel 115,7
= morti.

cizia, sudiciume, bruttura, immondizia, lordura

Is 3022 = porcheria, sporcizia, feci,


b) Dolente, sofferente; infermo, indebolito, ca
gionevole, debole Lam 1!3. Con afflitto,
abbattuto, avvilito Lam 5!7.

]] Silenzio 0 tranquillit, quiete,


riposo. sono rimasto in silen
zio, tacito/quieto Sai 393; riposo
in 622; senza riposo (oppure 2

175

-
T

corrispondenza, contraccambio, rispo


sta) Sai 223. Leggendo participio di 1 ,
spetta, si addice, dovuto 652; altri interpre
tano: per te il silenzio lode.

Tacito, taciturno, silenzioso Is 475


Lam 326; muto Ab 2!9.
[ Q. ipf. ];Permanere Gen 63. Altri lo
considerano forma di / dominare.
Gb 1929Probabilmente / giudi
zio; si consultino i commentari.
]] ^Cera. Associato a \2> fuoco:
Mi h Sai 683. Simbolo di inconsistenza
e debolezza: 22 !5 975.

[ Q. ipf. 3 f. ]Slanciarsi, balzare,


danzare Gb 41.
In questa radice frequente un eiemento significativo di ci che ciclico,
circolare, ricorrente. Come in radici fo
neticamente somiglianti: serie;
girare, esplorare; turno, anello; )?(
galoppo; muro; volgersi, girarsi;
allontanarsi. Si ricordino, per la somi
glianza sonora: tornio, turno, tornello,
tornare, torneo, turismo, contorno, ri
torno ecc.

o palla, sfera 2 2 !e.


1 ]) )C. suff. , pi. (), c. suff.
,,, . PI. in Is 51#
Sai 725 10225] In senso temporale, gruppo
di persone contemporanee, generazione;
in senso etico, gruppo di persone con
qualche tratto comune. Forma locuzioni
avverbiali.
1. Generazione: contempo
ranei Gen 7!; successiva Gdc 2!0;
Sai 10913 = discendenza;
quarta, pronipote, bisnipote Gen 15t6;
precedente Gb 8e = ante
nati; \<$ terza, nipoti (di nonni)
D t 239; una determinata Es l t.
antenati Sai 4920; mille
generazioni, tempo indefinito Dt 79; Sai
1058 = sempre; futura Dt
292! Sai 48 784.6; di carne e
ossa Sir 14!8Am.
2. Gruppo umano caratterizzato:
ribelle Sai 78e; degna,
meritevole della sua collera, proscritta
Ger 729; gente onesta, perbene
Sai 14s; 1 gente perversa, malvagia
D t 135; gente depravata 3220; +
(coloro che ti cercano Sai 24*. Equi
vale a V chi;' in Pr 30 .
3. Misura poco definita di tempo. Ge
nerazione, epoca, era, tappa, periodo, ciclo, et.

1[ Q. inf. ;ptc. cstr. pi.


Sir 3311.] Abitare, dimorare, risiedere Sai
84 ;Sir 502s = 2 V>\ Participio abitante
Sir 33.

2[ a . imptv. 1 ] Impilare, disporre,


collocare Ez 245.
V
.
T

Circolo, cerchio; accamparsi


in cerchio, assediare Is 293. Anello, cerchio

Si pu riferire al passato e al futuro; pu


significare antichit, successione, conti
nuit, perpetuit. il futuro Is 414
* in anticipo; passato
Is 51? = un tempo, una volta. Si
usa in forme composte: + suffisso
per le vostre generazioni, di generazione
in generazione, d'ora in poi/innanzi, in
seguito, in futuro; frequente nella legi
slazione: p. es. : ? legge
perpetua per i vostri discendenti Lv 10?

176

2314 Nm 1823. 1 passato e futuro


Is 5812 = ;Gl 22 Est 928. di

pft. 3 m. sg. Sir 132!; ipf. 3 . Pu.


pft. pi . ]

et in et, come il sole e la luna Sai 72s.


di generazione in generazione,
di et in et Is 34!7; Gl 420 = ;Sai
7913 895 Lam 5 !9 Sir 44; ;5130 =
Is 5 la = ;per
petuo Gen 9 !2 Sir 452t.
per generazioni senza fine Sai 10631.
per tutte le generazioni 45!8.
di generazione in generazione
90!. per generazioni e gene
razioni 10225 * a meta della
vita. perpetuamente Is 3410.
, mai pi, mai e poi mai
1320 = .... nei suoi giorni,
ai suoi tempi Sir 50! = . nel
corso della loro vita 447

Q. Spingere, dare spintoni. Una perso*


na Sai 118!3 correlativo ;un esercito,
sbaragliare 355; Eare lo sgambetto
1405; un muro, participio passivo fatiscen
te, pericolante 624 = cedere, correlativo
Polel accanirsi, scagliarsi.

IT T

Ni. Inciampare, incespicare Pr 1432 ^


essere saldo; Sir 132) = .
Pu. Essere demolito, abbattuto Sai 3613 *
.

V i'

VI .,

[ Ni. ipf. ]Essere spinto Ger 23!2


correlativo cadere. Dubbio. Forse
.

2[ *c. suff. ]Dimora, Oppure vita


(ciclo dell'esistenza) Is 38i2.

Caduta, scivolone Sai 56M 1160 *


Hitp. camminare.

[Q. pft. l ;^ ipf. 3 c. s uf f . ,


f. c, suff. ,# u>nn; imptv. f . ;<inf.
ass. irreg. $ Is 2828, inf. cstr. U>n, Uh, c.
suff. ( , $ Dt 254; ptc. < , ( . Ni.
pf t . ;^inf. cstr. $ Is 2 5!0. Ho. ipf. $
Is
]

Miglio Ez 49 (serie).

2 8 2 7

Q. Trebbiare. Significato proprio Dt 2 54


Is 2828 = triturare; Os 10!! lC r 2120.
Senso figurato: triturare, calpestare, conculca
re Gdc 87; 2Re 137 = Pi. sterminare;
Is 4115 = *ridurre in paglia; Am
13; Mi 413 Hi.; Ab 312.
Ni. Essere calpestato Is 25J0.
Nota. Sir 169 Ni. di Uh\

Ho. Essere trebbiato Is 2Qr/ = Ni.


V

/ -

., 2(

[ Q. pft. 2 sg. c. suff. ;inf. ass.


, cstr. ;ptc. , pass. f. . Ni.

[ Q. pft. 3 m. sg. c. suff. 3 m. pi.


Sir 33!2; ptc. pass. pi. . Ni. pft. 3
[

Q. Affrettarsi Est 3 !5 8 W; + scaccia


re/espellere da Sir 33!2.
Ni. Affrettarsi Est 6!2 2Cr 2620 = Ni.
idem.

[ Q. ipf. pi, ;ptc. pi. c. suff.


]Ostacolare, intralciare Gl 28. Parti
cipio oppressore Gdc 2!e.
))] Cstr., c. suff. Sir 1122, , ]
Abbastanza, sufficiente, necessario, Indica
corrispondenza a una misura; si pu ri
ferire a una quantit stimabile o consi
derevole (come l'italiano "abbastanza).
Si costruisce con sostantivo, suffisso per

177
sonale, infinito e in forme composte. In
quest'ultimo caso riveste a volte 11 valore
di congiunzione temporale.
1. Con sostantivo: sufficiente
per (acquistare) un capretto Lv 57 128;
nella misura della sua neces
sita D t 15e; abbastanza latte Pr
272?; gli basta poco Sir 31.
v

2. Con suffissi: possiedo abba


stanza Sir l l a2; quel che sufficiente
per te, quanto ti basta Pr 2516; ;era
sufficiente per loro Es 367, sufficiente per
loro, quanto basta loro, con misura Ger
499 Abd 5.
3. Con infinito: quanto oc
corre per rimborsare Lv 2528; |1
non basta per accendere il fuoco, non ce
la fa Is 40It.
4. Forme composte, a) : "
(sufficiente) per 11 fuoco C^er 5158 Ab
213; per (approvvigionare) i
suoi cuccioli Na 213; _per nulla, in
vano Ger 5158; quando (suona)
la tromba, ogni volta che... Gb 3925.
b ) : - (numerosi) come cavallet
te Gdc 65; nella misura delle no
stre possibilit Ne 58; ,! quanto
basta, il necessario per il suo riscatto Lv
2526; , quel che merita il suo de
litto D t 252; eppure, anche cos
Sir 11!!. quanto disprezzo! come
disprezzeranno! Est 1!8. c) . Con so
stantivo: con le tue parole =
quando parlavi Ger 4827; ^
pi del necessario per il lavoro Es 365;
ogni anno, annualmente
ISam 716 Zc 14! 2Cr 245;
ogni sabato, settimanalmente Is 6623;
ogni mese, mensilmente
6623. Con imperfetto: ogni voita che parlo Ger 208. Con infinito:
ogni volta che andava 2Cr 12 ;

ogni volta che passa(va) 2 Re 48 Is 28,9;


Ogni volta che saliva ISam 17;
ogni volta che uscivano ISam
1830. non tutti, ne mancava
qualcuno, non del tutto 2Cr 303.
Nota. Valore di sostantivo in
IT

senza limiti MI 3!.

[ Q. pft. 3 pi. c. sufi. ]Pescare Ger


16! = andare a caccia. Denominativo
di .
T

Nota. Altri preferiscono leggere una

forma Pi. , in analogia con la deri


vazione > .
-

t 7

* !

'

. .. , .
-

[ P1. ]^Pescatore Is 198 Ger 16 i6


(qere).

[ PI. ]Avvoltoio Dt 14!3 Is 3415.


Inchiostro Ger 36!e.
[ Vocalizzazione dubbia] Pena, afflizione,
dispiacere, rammarico, abbattimento, awilimento Sir 3023 = irritazione, pena; 372

38!e; rimorso 14! = affliggere.


Da ,
[ Q. pft., c. suff. Gen 30t, ;ipf.
2 ,; c. suff. ; imptv., pi . ;inf.
;ptc.. Ni. ptc. *1 ] Significa amministra
re la giustizia, giudicare, nelle sue diverse
fasi e valenze. Poich l'amministrazione
della giustizia compito principale del
governante, il significato di si amplia
a governare, reggere. Giudicare presuppone
un soggetto = giudice, un complemento
= le parti, due alternative = assolvere o
condannare. Di qui le tre coordinate che
differenziano o sfumano il significato. Di
consueto si costruisce senza preposizio

-
ne; forse amministrare il mio
tempio Zc 3?; pronunciare sentenza
contro Sai 110; essere in lite, disputa
re, contendere Qo 6!0.
Q. 1. Significato ristretto. Giudicare.
a) Dio: il suo popolo, i pagani, tutto il
mondo: Sai 7 9 = $ fare giustizia; 9 9
cf. il contesto (w. 5. 8) , 2(
stabilisce il suo tribunale, 2< mettersi
a sedere (posizione del giudice),
giudicare, $ 1 emettere un/a
verdetto/sentenza; ISam 2I0. Difendere,
fare/rendere giustizia, assolvere l'innocente
Gen 306 D t 3236; Sai 543 =
Hi. sai
vare; 135 = si impietosisce, ha
compassione di. Nei confronti del colpe
vole, chiedere conto, punire, condannare Gen
15w; Is 313 = essere in lite; Sai 504.
b) Il re. In generale Ger 21!3 -, Hi.;
difesa del debole 22!5. Il capo Gen 49!s.
c) Altri uomini. In generale Ger 528 = $;
difesa del debole Pr 319 .

178
le, causa, processo Dt 170; Ger 528 = ; 0

tribunale Pr 2O0; 1 esperti


di diritto Est l t3. ]liti e insulti Pr
2210. b) Causa, diritto del povero: orfa
no, povero, oppresso, 1 povero
Is 102 Ger 528 2216; Sai 140!3 $ ; Pr
297 315 .8; cf. Sai 9S Gb 3 5 ,4. > Hi.
proclamare la sentenza Sai 769, ^
per salvare.
Fraseologia: Hi. scacciare
dal tribunale Is 102; prendere in
esame, farsi carico della causa Pr 297;

>emettere un/a verdetto/sen


tenza, difendere, assolvere Sai 95 140!3;
$ Hi. proclamare la sentenza,
il verdetto 769 + per salvare (v.
10); 2 >Pi. alterare il diritto Pr 315;
* Gb 361? (dubbio) sentenza ingista (?) ^ 3 0 sentenza giusta.
[ Cstr. ]Giudice, difensore ISam 24!t;
Sai 686 = padre.

2.
Significato ampio. Governare, regge- Torre per l'assalto 2Re 25! Ger 524 Ez
re. Dio Sai 9 6 i0 = regnare; il re 722; il
42 1717 2127 268.
sommo sacerdote amministra il tempio
Trebbiatura Lv 265 con serie di cor
Zc 37.
relativi.
Ni. Discutere, disputare, essere in lite
2Sam 19!0.
Nota. In Ger 30!3 sembra un'aggiunta;
in Gb 363! variante di cibare, alimen

tare, nutrire.
V i n, .?,:,, !
[ C. suff. ] ;Causa, lite, litigio;
contesa, disputa, questione-, diritto, verdetto,
sentenza. Si costruisce come accusativo
interno del verbo Ger 528 22)S; con

<, a formare un'endiadi, causa gista Sai 95 Gb 36!7. Costrutto, reggendo


un nome come povero, derelitto, indife
so, significa difesa del diritto, a) In genera

\2< Antilope D t 145.


]] Oppresso, afflitto, abbattuto Sai 9 !0
1018; 742! = , ; ?Sir 43 = . In Pr
2628 dubbio.
[ Ni. ptc. pi. . Pi. pft. 2 ,
;ipf. , c. suff. , 2 , pi.
c. suff. 2 , pi. , c. suff.
Gb 192; inf. ,c.suff. ,. Pu.
pft. pi . ; ipf. ;ptc.. Hitp. ipf.
pi . ])? )
j

. -

- tr

Ni. participio cuore spezzato Is


5715 = 11( umili. Miserabile Sir 115.

179

Pi. Stritolare, triturare, pestare, calpestare,

2[ P1. ]Povero, bisognoso, indigente,

sbriciolare, frantumare, ridurre in polvere, schiacdare. Si usa in senso figurato (come i ver
bi italiani citati) Is 3 !5 = calpestare;

mendicante, accattone, derelitto, indifeso,


misero; di classe umile, privo di mezzi.

5310 Sai 724 89 ; 945 = Pi. opprimere;


1433 Gb 419 69; 192 = Hi. affliggere; Pr
2222 = spogliare; Lam 334.
Pu. Essere abbattuto, stroncato, depresso, co
sternato, avvilito, infranto Is 19 !0 = ;(
stroncato 53s = ( ??corretto); braccio,
spezzato Gb 229; pentirsi Ger 4410.
Hitp. Essere sopraffatto Gb 54; essere re
spinto, scartato, eliminato 3425 - .
Nota. In Gb 4 variante grafica di

essere puro.
V

Sinonimi: , ^, 1 ;) antonimi:
(,
^
benestante,
ricco,
a) Significato fsico. Vacche magre, deboli
Gen 4119 *4 ( v. 18); brutta cera 2Sam
134- b) Mancanza di influenza, prestigio,
importanza. Gdc 6!5 = 2 ; Sa m 3! *
;Sir 11! * . c) Mancanza di mezzi,
di risorse economiche. Lv 142! Is 254 Ger 54
Am 51! Sof 312 Sai 412 Gb 5WPr 21 Rut
310 Sir 44; 35lt = oppresso.

[ Q. ptc. . Pi. ipf. ;, l ;ptc.


]
Q. Sahare, balzare Sof 19.

[ PI. cstr. ]Percosso = polvere Sai


903; abbattuto 34!9 ^spez
zato, affranto; Is 57 5 = 2>. Umile,
modesto Sir 32(0.

[ Q. ipf. Sai 10 >q. Ni. pft. 1


;ptc. . Pi. pft. 2 , c. suff.
. Pulpal ptc. Sir 42] Variante o
allomorfo di .
Q. In Sai 10!0 dubbio.
Ni. Spezzato, schiacciato, abbattuto Sai
389; 5119 = 2<.
Pi. Frantumare, stritolare Sai 4420; spezza
re 5110 5* .

Pi. Idem Q. Is 356 Ct 28 Sir 3626. Arram


picarsi, inerpicarsi, anche assalire Sai 1830 =
2Sam 2230.
[ Q. pft. 3 pi. irreg. ( invece di )
Pr 267; ipf. 3 sg. c. suff. 3 , pi. f. ;
inf. ass. . Pi. pft. 2 c. suff. ]
Q. Attingere, tirare fuori acqua Es
attingere, spillare Pr 20s. Anche pendere,
pencolare 267.

Pi. Tirare fuori Sai 302.


Nota. Alcuni autori ricorrono a un

2 o 2 per spiegare Pr 267.


V

1, .
,

Pulpal. Dubbio 2< dalPanimo abbattuto Sir 42.

1[ Cstr. ]Trama (del tessuto) Is


3812; treccia Ct 76.

T- Per :
T* schiacciamento, lesione Dt 232.

2[ Cstr. ;pi. ]Plebe, clas


si inferiori, proletariato 2Re 242512
Ger 407 52!s.

[ Soltanto c. suff. ] Fragore Sai 933


= 11
.
1 Porta Sai 1413. > .

[ Va letto ]Povert Sir 103! ^


(ricchezza.

180

1[ Q. ipf. 2 , c. suff. ]Intor


bidire Ez 322.!3.

[Du. c. suff. ]Secchio Nm 247


Is 40,5.

[ PI. c. suff. ]Ramificazioni,


rami, fronde, fogliame Ger 11 !6 = (congettu
ra) foglie; Ez 176.7.23 correlativo

radice, = ramificazioni; 19317.9.12 ;


chioma.
%

[ G. pft. pi. Is 196 e 38 Gb


284, 1 1 ,, pi . ;ipf. ]Impo
verirsi, diminuire, scemare, calare, consumarsi,
esaurirsi, decadere, venire meno. Essere appeso,
sospeso, a) Significato fisico: gli oc
chi si offuscano, si consumano Is 38 ;essere
esaurito, privo di forze Sai 798 U 66; 142?
5* ;i ruscelli/canali de

crescono/calano (sono in secca) Is 196 =


disseccarsi, inaridirsi, avvizzire,
appassire. Significato sociale: impoverir
si, andare in rovina Gdc 6 t; Is 174 *4
nobilt, b) Essere sospso, pendente Gb 284
(come ).
Nota. In Gb 284 potrebbe trattarsi di

.2 2,

[ Q. pft. 3 f. ;ipf. ]Screpolarsi,


gocciolare Qo 1018; gli occhi, piangere, spar
gere lacrime Gb 1620; \1> piange Sai
11928. Denominativo di .

Sgocciolio, stillicidio Pr 19(3 27!5.

[ Q. pft. 2 , pi . , c. suff.;
ipf. 3 ;inf. cstr. ;ptc. pi. . Hi.
ipf. 3 c. suff. ;imptv. ]
Q. a) Attecchire, propagarsi, ardere; brudarsi, incenerirsi. Abd 18 + consuma

re; frecce incendiarie Sai 7M; fi


gurato 102. b) Con incalzare, inseguire
Gen 3136 ISam 1753; senza Lam 4)9.
Hi. Infiammare, accendere Is 5 ;Ez 24!0
correlativo ;Sir 4 3 / = .
Nota. In Pr 2623 va letto lusingare,

adulare.
/ .
Febbre, delirio Dt 2822.
[ Sg. c. suff. \T% irreg. ;!da.
, , cstr. , c. suff. , ,
; pi. , cstr. , c. suff.,
, , ]Porta: il vano a
cui si accede e il pannello che lo chiude;
_ T

!/

i t

1' I

- /

portone, portale, portiera, anta, battente, impo


sta, portello; imposte, persiane, scuri, battenti,
mezza porta, porticina, sportello, coperchio;
colonna (di uno scritto). Si usa ai singola

re, al duale e al plurale; anche in senso


figurato.
1. Significato proprio, a) Indifferenzia
to: porta di casa Gs 2 !9 Gdc 1131;
nel portale Pr 834 b) Il vano a cui
si accede: accesso, ingresso, entrata; con ver
bi di aprire e chiudere o con menzione
dei pannelli IRe 63 !Ct 89. Cf. in seguito,
c) Il pannello girevole che chiude il vano.
II significato risulta chiaro: quando si
menzionano i materiali IRe 632.34 2Cr 422;
quando l'azione lo presuppone: confic
care, inchiodare D t 15t7; spezzare Is 452;
girare Pr 26( altri sotto); quando si usa
il plurale Ne 3! (+ 5x); quando regge 2>
Gdc 163 ISam 21 !4. Associato a ca
tenaccio, chiavistello ISam 23? Sir 49!3; a
)* cardine, ganghero IRe 750.
2. Senso figurato. Coperchio 2Re 12!0;
colonna di uno scritto Ger 3623; 2 )
battenti del cielo Sai 7823; del ven

181

tre, del seno Gb 3 ;<fauci 416.


Verbi con cui si usa. Come soggetto:
girare Pr 26!4. Come complemen
to: aprire Gdc 325 1927; chiudere
Gen 19!0 2Re 4; chiudere a chiave,
sprangare ( cinghia) Gdc 324 2Sam 13!?;
Hi. chiudere Ne 73; Hitp. picchia
re, bussare Gdc 1923; ^/ )Pi./^U> Ni.
spezzar(si), frantu.mar(si), andare in mil
le pezzi, buttare gi Gen 199 Is 452 Ez
262; Pi* spezzare, fare a pezzi 2 Re
1816; Hi. montare, installare Gs 626;
Hi. aggiustare, restaurare, ripristina
re Ne 313.15; chiudere con porte
Gb 38e.
I

[ C s tr . , c. suff. 2 , ) Sam
l w), ecc., 5 ;pi. , cstr. , c. suff.
, , , ]Sangue. Significa
to fisico, fisiologico; per la sua relazione
con la vita, acquista significato etico e
giuridico. Nel culto e nel rituale figura
senza mutamenti di significato.
1. Fisiologia, a) Componente del corpo.
Insieme con carne Lv 17 D t 1227
Sir 14JeArn. Esce sangue dal naso Pr 3033;
gocciolare IRe
; lambre, leccare 21 !9; della donna, mestruazione
Lv 1519; sorgente del sangue 20!fl;
alla nascita Es 16632; 2<
Lv 17,4 e 2< Dt 1223: come
Fa lito/respiro la vita del corpo, cos il
sangue lo della carne; il respiro "anima"
il corpo e il sangue vitalizza la carne. Vale
come "vita" in Sir 99. b) Sangue 0 colore del
sangue. Es 7!7.19-21 2Re 322 Is 159 Gl 34. c)
Figurato: sangue d'uva, vino Gen
491! Dt 32m Sir 3926.
2 2 3 5

V V

2. Significato etico e giuridico. ,


e verbo -l- possono significare
omicidio, assassinio, ,strage. Fanno parte di
espressioni che s estendono per l'intero

svolgimento: l'atto, il colpevole, la re


sponsabilit; la retribuzione, la vendetta.
Pu significare anche guerra, a) Assassinio.
D solito determinato da innocente Dt
2725 ISam 195. Pi frequente al plurale:
Os 42 Mi 3!0 Ab 28.12 Sai 51 !6 Sir 8!6. Con
innocente, senza causa ISam 253l.
Al singolare, + serie Sir 409. Con verbi:
/> Ni. sparger(si), fare scorrere
Gen 96 Nm 3533 Dt 21? 2Re 21 16 244 Is 59 7
Ger 76 2 2 u Gl 4!9; come acqua
Sai 793; / Pi. colmare, inondare
di 2Re 244 Ger 194; minacciare,
attentare contro la vita Mi 72 Pr 1 Sir
1132; insidie mortali Pr 126; Ni.
macchiarsi di Is 593 Lam 414; $ Hi.
condannare a morte Sai 9421; sa
ziarsi di Sir 12 !6. b) Il carattere giuridico,
legale o forense del delitto risulta chiaro
in questi casi: ( *discernere in)
casi dubbi di omicidio D t 178,<
delitto di omicidio Ez 723; 1 non
c' omicidio Es 22! Nm 3527. Delinquen
ti: ( ^(omicida, sanguinario 2Sam
167-8; 1,^{ Sai 269 593 13919; 5^
omicida, assassino Es 163B 18!0 Lam 4,3;
(! (citt sanguinaria Ez 222 24 Na
31 . c) Responsabilit: incorrere in
un delitto di sangue ISam 2526; mani
piene di sangue Is 1I5; macchiate di 593,
cf. Ez 2337.45; persone Lam 4M; *
reo di morte, responsabile della propria
morte Lv 20?; cf. w . 11-12; N ! Tri
ricade su N D t 19!0; ^ respon
sabile della propria morte Gs 2 Ez 334;
1 rendere responsabile di, portare
il peso di Dt 22$; macchiarsi
di, portare il peso di Ger 26!5. il
sangue contagia, profana (la terra) Nm
3533; la terra profanata
da Sai 10638; )? ha impronte di
Os 68; Pi. coprire il sangue
Gen 3726 (si confronti con "buttare ter

182

2
T

4.
Alcune espressioni (oltre a quelle
ra/polvere su), cf. Gb 16!8; Pi. (la
terra) lo scopre Is 2621 , accusando. Il san
gi citate): N # N reo d san
gue grida, reclama Gen 4!0; in
gue Lv 174', N deporre contro
segue, perseguita Ez 35rt. d) Retribuzione:
la vita di N 1916; 3 purificarsi del
# chiedere conto dell'omicidio Ez
sngue 12 4 ; N Hi. fare pagare
336; Ni. Gen 4222; $ Pi. idem 2Sam
l'assassinio/la strage, fare pagare il fio a
4 Ez 3,8; idem Os 14 ; 2<
N 2Sam 168.
fare ricadere su Os 12,15. e) Vendetta:
Nota. Per indicare la parentela, in
atto di giustizia vendicativa con cui il
ebraico non si usa, come in italiano, "con
vindice ( ) per solidariet si rivale
sanguineo", "del mio stesso sangue". Per
deiromicidio N m 3527 . in cambio di,
questo si usa 1 . Neanche per descrivere
per, com e vendetta di N m 35 33 2Sam 327;
temperamenti o sentimenti, come "sangue

Hi. ubriacare le frecce nel


caldo, "ribollire il sangue a qualcuno.
D t 3242 ; si ubriacheranno del
proprio sangue Is 4926; legge del taglione
1[ Q. pft. 3 f. ,
, 1 ,
Ez 356; / lavare, bagnare
pi . ,
; ipf.
, pi. ;imptv.
i piedi nel sangue di Sai 5 8 6824 ( cor
;ptc. . Ni. pft. 2 . Pi, pft. ,
retto); vendetta del sangue 7910 .
, 1 , c. suff. , pi . ,
Altri verbi: estirpare D t 19!3; Hi.
ipf.
, f
,,
pi . ^, c.
togliere da sopra IRe 231 ; Hi. lavare
suff, ^. Hitp. ipf. l sg. ]
Is 44; $ bere N m 2324. f) Guerra, stra
Q. Somigliare, assomigliare, uguagliarsi,
ge, eccidio, moria. di morti, caduti
sembrare, essere come; competere, imitare, emD t 3242; plurale 2Sam 122 + grasso;
lare. Sinonimi; , $ Hi. Is 19 465
sparso/versato in guerra IRe
Ez 312.8,18 Sai 897 10 2 7 144 !Ct 2917 78 814.
25; strage Is 343.6; . la spa
il suo simile, quello della sua
da gronda sangue Ger 46!0; Ez 5 7 +
specie Sir 13w; imitare 138.
peste; 3822 + $ fuoco; Gl 33.
2

Ni. Idem Q. Ez 322.


3.
Campo cultuale o rituale: ?
dell'alleanza Es 24 Zc 9 . Incisioni or
Pi. a) Programmare, meditare, progettare;
giastiche IRe 1828 . Tab alimentari in Lv
pensare, ritenere, credere. Nm 3356 Gdc 20s
47 72627 1710-14 1926 D t 1216.25.27 lSm 1432
2Sam 2 15 ; Is 107 = ;[ ^ 1424 = ;Sai 48i0
Riti diversi: purificazione, espiazione,
Est 413 . b) / paragonare a, comparare
consacrazione Lv 45-7 5 9 6 23 8 23-24 99.18 12+5
con, assomigliare a Is 4018.25; 465 = (^Hi.;
146 1614 -15.18-19 17 6 ,11-12. Alcuni verbi usati:
Ct 19; Lam 2 !3 = 2\1 > Hi. paragonare. Forse
)spargere Gen 96; idem Lv 8 !5;
in Ger 62 corretto.
spruzzare, aspergere Es 246; Hi.
Hitp, Competere con, emulare, uguagliarsi a
idem Lv 59; Hi. offrire in sacrificio
Is 14. Costruito con .
15 ; Ni. essere spremuto, fatto colare
115, porre, spalmare 4?; Hi.
V
. , 1
offrire 41 ; prendere 8 30;
2[ Q. pft. 1 Sg. ; ipf. 3 f. 1, pi. 3
bagnare, immergere, ungere in 145!;
f. . Ni. pft, , f. 2 , m. ,
Pi. espiare 1452; Pi. idem
17 ;gradire, accettare Is 1.
, pi . ;inf. ass. ;(ptc. ]
1

V J *

I *7

I '

I * *

183

2
T

Q. Cessare. Con negazione, incessante,


continuo, senza sosta. Ger 14!? Lam 349. Am
mutolire Os 45.
Ni. a) Soccombere, perire, cessare, esaurirsi
Is 65 15! Os 10!5 Abd 5; Sof 1 = Ni.;
Sai 4913.21. b) Ammutolire Ger 47s Os 46 107.
Nota. II significato ammutolire (o ammu
tolire definitivamente) rende conto di quasi

tutte le occorrenze. P. es. ammutolisce


(la turba de)i mercanti Sof 1 ;ammuto
liscono come animali Sai 49 !3; il profeta
ammutolisce al momento della chiamata
Is 65. Cos pure le citt personificate Is 15!
Abd 5. '
V

.
Ti

s Ez 2732. Dubbio: silenzio,7 distruzione.


[ St. ass. = cstr.; c. suff. , -]
Con riferimento a un termine di parago-
ne: somiglianza, immagine, copia, ritratto, riprduzione, imitazione, modello; senza riferimen
to esplicito: apparenza, figura, forma, aspetto,
fisionomia; per togliere precisione all'imma
gine o paragone: sorta di, specie di, a mo' di,
come se, si direbbe. Immagine, copia, imita
zione Gen 126 + immagine; 5!3. Is 134
4016 Sai 585 Dn 10!; copia, modello 2Re
1610 Ez 2315. Ezechiele ricorre di frequente
a similitudini poco precise per descrivere
le sue visioni: 1 e 10 ; 82.
[ Cstr. ])?( Quiete, riposo Is 626-7; silen
zio Sai 832 = tacere. In Is 38!0 dubbio:
quiete, tranquillit, oppure a met, nel mezzo.
[ C. suff. , pi Sir 324] So
miglianza Sai 17i2; fantasia, immaginazione
Sir 324.

[ Q. pft. pi . , ; ipf. , 2 ,
1 , pi. , 1 ;imptv. , , f.
, pi . . Ni. pft. pi . ;ipf, pi. 3 ,
2 . Polel pft. 1 . Hi. pft. 3 c. suff.
]
Q. a) Ammutolire, tacere, acquietarsi, stare
in silenzio, essere/starsene muto/zitto, non apri
re bocca. Es 15!6 (forse somigliare); Lv
103 Is 232 Ger 482; Ez 24i7 5* lutto;
Am 513; Sai 45 + : riflettere; 30 (3;
3116 ^ ( v. 19); Gb 2921 correlativo

consiglio; + non placarsi, non


avere requie Gb 3027; tacere, stare zitto
31 34. Taciturno Lam 210; in silenzio, silenzioso
328. b) Essere quieto/calmo, riposare, cessare
Gs 1012-13 = fermarsi; ISam 149; Ger
8 equivale a morire; 47 = Ni, calmarsi,
placarsi; Lam 2!8; senza sosta/posa
Sai 35!s; trovare riposo in 37? 62s;
Lam 218.
Ni. a) Ammutolire Ger 4926 5030. b) Pe
rire ISam 29 Ger 2537 516.
Polel. Tranquillizzare, calmare, placare
Sai 1312.
Hi. Lasciare morire Ger 8 .
V

"

(?) , .

Silenzio, quiete, tranquillit Sai 10729


^ tormenta, + ammutolire;
Gb 416 5* ^voce; !- sussurro,
mormorio, brezza lieve IRe 19!2 5*
terremoto.
t

Sterco, concime 2Re 93? Ger 82 92! 164


2533 Sai 8311}?/?[ Q. ipf. 3 f. ;inf. ass. . Hi.
ipf. 3 sg. Sir 12)6] Denominativo di
.
T

[ Q. ipf. 2 m. sg. Sir 94] In


frequentare Sir 94.

Q. Piangere Ger 13!7 = ;Sir 31 !3B.


Hi. Piangere Sir 1216.

184

-
[ C, suff. ]Forse colature (sotto
forma di lacrime), oppure frutti Es 2228.
Nota. Secondo altri, succo d'uva = ven

demmia.

Q. Spegnersi, estinguersi Is 4317 = ;Gb


185 = 2< oscurarsi, ^ splendere; 2 1 17
Pr 139 2030 2420.
Ni. Disseccarsi Gb 6i7 Sir 4016.

[ Cstr. , c. suff. ,,
;pi. soltanto in Sai 80e Lam
2 ]Lacrima/e, pianto 2Re 20s MI 2 !3 Sai
39,3 424 569 806 116 e; 1265 * giubi
lo, gioia; fonte di Ger 823 =
acqua. Costruzioni particolari: Pi. ir
rigare con le lacrime Is 169 = pianto;

asciugare 258; i
nostri occhi si sciolgono/si disfano in
lacrime Ger 9 ,7 = le
nostre palpebre stillano acqua; cf. 13!?
14,7; Pi. coprire le lacrime MI 2!3;
Hi. spargere Lam 2 !8 correlativo
gridare; con le lacrime sul
le guance (che solcano le guance) 1 2 ^
Pi. consolare; scorre
re le lacrime sulle/gi per le guance Sir
3518 correlativo gemito; Hi.
spargere 3816 correlativo canto fune
bre, , cordoglio, lamento, lutto
(v. 17).
IT

[ C. suff, , pi. ]Sapere, conoscenze


Gb 326.o,17 + Pi. esporre, dichiarare
Gb 363 371e (discorsi di Eliu); Sir 1625.
[ PI. ]Sapere, conoscenze, informazio
ne, insegnamento: Dio che sa ISam
23; - ^conoscenza del Signore
Is 119; Hi. insegnare la lezione
289; Ger 3 !5 + intelletto, capacit;
N ha conoscenza, si rende con
to, viene a sapere, al corrente Sai 73;
sapiente esperto, consumato
Gb 364.
[ Q. pft. pi. ;ipf. , . Ni.
pft. p i . . Pu. pft. pi. ]

Pu. Spegnersi Sai 118!2 +

fuoco.

))] C. suff. ,,,,


]Sapere, scienza, dottrina, conoscenza;
esperienza, perizia, abilit; prudenza, accortezza,
.
riflessione. Sinonimi, antonimi e associati:

- .
T

1. Nella letteratura sapienziale uno


dei termini generici, indifferenziati; pu
equivalere a un generico "sapere"; Is 33t
4425 ; Pr 2t = 24 147 1223 320
<
Sai 1396 Sir 3722-23
2. Pu essere differenziato in base all'og
getto, al soggetto o al contesto, a) Oggetto:
del bene e del male Gen 29.17;
Is 112 ; del Santo Pr 9!0;
di Dio Os 66 Pr 2g (oppure un sa
pere divino); delle tue vie Gb 21 .
Oggetto implicito: religione Sir 4416. b) Sog
getto: abilit, attitudine Es 313 353! IRe 7
Sir 383 c) Contesto. Con negazione: "
senza accorgersene, senza rendersene con
to, inconsapevolmente, involontariamente
Dt 442 194 Gs 203.5 Gb 36!2; senza senso
3516, valore aggettivale 382. Equivale a cono
scenze in Gb 132 Dn 12,; si accrescono Pr
IO. Pi. istruire, impartire lezioni Is
40,4 - Hi.; Sai 94l0 Gb 2122.
3. Esperienza. Pr 8!0 119 2217.20; pruden
za 1316 1925; riflessione 192; pensare Sir 5!0A
^ la tua parola.
]] Infamia, disonore, ignominia, obbro
brio Sai 5020 = Pi. mormorare.

[ a. P!. 3 c. suff. ; ptc. . Hitp.


ptc. pi. ]

185
Q. Picchiare, bussare alla porta Ct 5 2;
spingere, fare camminare Gen 33, 3.
.

Fu. Essere trafitto, trapassato con ta laneia, pugnalato Ger


;
= feriti;
Lam 49.

[ F. ;pi , ]!Fino, lieve, legge

Est l s. Materiale prezioso di un pavi

Hitp. Bussare forte o accalcarsi Gdc

1 9

2 2

ro, sottile, scarso, tenue, minuto, a) Aggettivo:

polvere minuta, polverone Is 295;


( $ )persona rachitica, gracile Lv 2120 +
gobbo; incenso polve
rizzato
, ; vacche magre, deboli,
denutrite Gen 413-4 ** grasse, robu
ste; mormori o tenue, lieve
IRe 19,2; pelo rado, diradato Lv
1330; spighe vuote, esili Gen 4U?
= disseccate, ^ granite,
piene, b) Come sostantivo. Pulviscolo Es
;
Is 4015 = goccia.
1

3 7 1 0

mento; forse marmo,

[ ' Cstr. ] Ignominia, infamia, abo


minio, orrore Is 6624 D n 122.

1 4

[ Q. pft. , ; ipf. 2 3 , c, suff.


. Hi. pft. 2 , f. ; ipf. 1 c. suff.
, wayy. ; inf. , . Ho. ipf.
]Triturare, frantumare, macinare, sminuz
zare, polverizzare, pestare; calpestare.

Q. Triturare, frantumare, macinare, pestare


Es 3220 + frantumare; polveriz
zare Dt 92l; Is
= trebbiare; 41 !5 .
2 8 2 8

Hi. Pestare Es
calpestare 2Sam

- polverizzare;
; ridurre in poi

3 0 3 6

2 2 4 3

vere 2Re
, ; Mi 4!s = 2 ;Cr 15,6;
Pi. spezzare, demolire, abbattere.
6

Qo

!.

3 4

Ho, Essere tritato, triturato Is

2 8 2 8

3,8 s 108 + -

a) Sud, mezzogiorno', meridionale, austra


le. Antonimo o correlativo nord. Ez
212 4024.27-28 411, 42,2-33 Q 16 llg. In Dt 3323
dubbio, b) Vento del sud, austro Gb 37!7.

1 Rondine Sai 8 4 4 Pr 2 6 2.
2 In granuli', granulato Es 3023.
8 Det t o di debiti, remissione, condono;
di schiavi, manomissione, affrancamento; di
condannati, amnistia, indulto. D i frequen
te accompagnato da proclamare. Lv
Is 61! Ger
, . ? Ez
.

2 5 1 0

55 1

!, c. suf f . ; imptv. c. suff. . Ni.


ipf, . Pu. ptc. pi. ]
Q. Trafiggere, trapassare con unarma
N m 25s; Gdc
correlativo ; ISam
Zc
133.
3

1 2 1 0

Ni , Essere trafitto Is 13!s - | .

1 4

1 7

[ * Q. pft. f. , 2 , pi . ; ipf.
,
, f
, c. suff. , pi.
, ,
; ptc. , pi. ,
cstr. , pass. f. , pi. , Hi. pft.
, c. suff. 1 , c. suff. 3 ,
pi. c. suff, ; ipf. 3 sg. c. suf f , , c.
suff. 3 f. sg. Sir
, , pi. wayy.
Ger 92, 1 c. suff. , iuss. 3 ,
m. pi. c. suff. 3 f. sg, Sir 157; imptv. c.
suf f . ; inf. cstr. c. suff. 3 f. s g,
Sir 92, c, suff. 3 m. pi.
;ptc. c.
suff. ]Camminare, incedere, procedere;
.

[ Q, pft. 3 pi. , c. suff. ;ipf.

9 5 4

Triboli, spine, erbacce, sterpaglia Gen

Velo (?), tenda (?), garza (?) Is 4022.

1 3 2 1

1 6

/ [ PI. ]Pungolo I Sam

1 5

4 6 9

186

-
mettere piede, pestare, pigiare, calcare, calpesta
re, schiacciare, conculcare; tendere l'arco.

, , ecc.] Maschile e femminile. Cammino, percorso, strada.

Q. 1. Camminare Sir 51 ]S.


2. Calpestare, calcare, a) Un terreno,
una strada; quasi sempre costruito con ;
a volte, esplicito il soggetto piede: Dt
136 1124-25 Gs l 3 149 Is 598; ?i no
stri palazzi Mi 54; il territorio 5S
)* ; la soglia ISam 55. In
vari casi come gesto di presa di possesso,
b) Pigiare nel frantoio, l'uva, le olive Gdc 9V
Is 16!0 6323 Ger 2530 4833 Am 9 !3 Mi 6!5;
Gb 241! = Hi. spremere olio; Lam 1!5
Ne 1315. c) Pigiare su un estremo dell'arco per
tenderlo; di solito esplicito liuip: Is 528
2115 Ger 469; Zc 9 !3 figurato; Sai 7I3 112
37l4 Lam 24 3!2; una freccia Sai 644.
$ arcieri, saettatori Ger 50!4.29 513
lCr 5!a 840 2Cr 147.
3. Dominare, imporsi, soggiogare, sot
tomettere Nm 24!7; calpestare
le spalle, camminare sul dorso, soggioga
re: detto del nemico Dt 3329; della terra
Am 413 Mi 13; del mare Gb 98. Su aspidi
Sai 9113 = calpestare, schiacciare.

In senso proprio, fisico, indica lo spa


zio lineare che si percorre fra due punti;
razione di percorrerla (come in italiano).
In senso figurato, qualcosa che si realizza
unitariamente e temporalmente: impresa,
lavoro, compito, attivit, procedimento
giuridico, campagna militare; il modo, la
maniera o lo stile con cui lo si realizza,
il metodo (metodo viene da f1eT5$ =
con-cammino). In senso etico indica la
condotta (da con-duco), il procedimento
(da pro-cedo), l'esito o destino/destinazio
ne. Detto di Dio: il suo modo di agire e la
condotta che indica all'uomo. Con valore
avverbiale o preposizionale pu significa
re direzione: verso, per, attraverso, sulla
via di, in direzione di.

Hi. a) Perseguitare, inseguire, raggiungere


Gdc 2043 (?); Sir 15,.?. b) Calcare, calpestare,
mettere piede Is 1115, Gb 28a = calpe
stare; trebbiare Ger 5133; stabilire, insediare Sir
469. Figurato mettersi al di
sopra di, imporsi a Sir 92. c) Avviare, guida
re, orientare, in senso proprio e figurato Is
4216 = Hi. dirigere; 48)7 = Fi. mo
strare, ammaestrare; Ab 3 Sai 255.9 107?;
11935 = Hi. istruire (v. 33), Hi. inse
gnare, ammaestrare (v. 34); Pr 4 = Hi.
d) Tendere, tesare Ger 92.
Nota. In Sai 58a assai dubbio; si consul

tino i commentari.

))] C. suff. , , ecc.;


du. ;pi. , cstr., c. suff.,

T I '

T I

.*

A.

Significato fisico. Cammino, via;


viaggio, strada; corso, traiettoria, itinerario;
direzione, rotta; distanza; verso, attraverso, in
direzione di.

1.
Come concetto generico, cam
mino, che si differenzia in specie non
molto precise: m tt, ,, ,
, , , . Cammino, via.
strada, sentiero, stradina, solco, viottolo, pista,
scorciatoia, traversa, fratturo, mulattiera, stra
da battuta, strada selciata, strada maestra. Lv
2622; IRe 1129 + all'aperto, in aper
ta campagna; Is 155 = salita; 358
Ez 42!1. a) Determinato dal termine, dagli
utenti o da qualche toponimo: ...
che conduce all'albero... Gen 324; accesso
(dal punto di vista della vedetta) Na 22;
con toponimo Gen 16? 35 !9 Is 823. Utenti:
cammino regale, via regia Nm
2122; ( corretto) dei be
duini Gdc 8 . A seconda del termine e
degli utenti sorgono molti usi metafori
ci. b) Qualificato: <*Via Sacra Is
358 = strada maestra;
T *

* I *

'

187

non spianata, impervia Ger 18 K =


per una strada verranno, per sette fuggi
pista; pericoloso Sir 3220 =
ranno D t 287.
inciampo, c) Retto: viandan
2.
Azione di camminare. Viaggio, gior
ti, viaggiatori, passanti Sai 80!3 89 Gb
nata, camminata, marcia. A volte il signifi
cato di rimane indeciso fra cammino
2129 Pr 9!s Lam 112 2!5; crocic
chio, crocevia Ez 1625.3!; biforca
e viaggio, N accompagnare
N nel viaggio Gen 353; prowizione, incrocio 2126. d) Con verbi. Il pi
frequente , costruito con , o
ste per il viaggio, vettovaglie Gen 4225;
vegliare, custodire nel cammi
senza preposizione: seguire il cammino,
no Es 2320; ... estenuato
la strada Nm 20 !7 ^ attraversare,
dalla camminata Nm 214b; in
deviare; attraversa
traprendere un viaggio Nm 2425, prose
re proseguendo (procedere strada in
guire il viaggio Gen 192 Gs 2!6 Gdc 1826;
nanzi) Dt 227; Gdc 5 !0 ISam 2822. Altri:
intraprendere un viaggio Pr 7i9;
Hitp. piantarsi su, tenersi ritto

fare un viaggio Gdc 178 Is 58)3.


Nm 2222; Pi, appianare, spianare Is
4513; ^Hi. fare inciampare su/in
B.
Senso figurato. Come si intrapren
Ger 18!5j Ni. cambiare Gb
de un viaggio, cos si intraprende un la
618; Hi. indicare, orientare ISam
voro, ci si accinge a un compito; come
96; guidare su/lungo Es 1321;
si percorre una strada per raggiungere il

deviare Nm 2223; aprire


termine, cos si svolge un'attivit per ese
Is 4316; Hi. deviare verso Es 1318;
guire il compito. Ne deriva - impresa
spianare, appianare Is 57!4 Gb e modo di realizzarla. Come nello spa
1912; salire per/da Dt 3!;
zio si segue l'uno o l'altro percorso, cos
sgombrare, sbarazzare, preparare Is 40a;
nel tempo i segue una condotta, che
circondare, recintare, recingere
conduce a un termine. Ne deriva, con
Os 2a; aprire Is 43!9; Hi.
siderando il modo di camminare, =
fare smarrire Dt 27!8; vigilare
condotta, comportamento; considerando il
Gen 324. Questi e altri possono dare ori
termine, = destino/destinazione, sorte.
gine a espressioni figurate, e) Funzione
. 1. a) Impresa, impegno, iniziativa, com
avverbiale 0 preposizionale. Distanza:
pito, mansione, incombenza, lavoro, faccenda,
una giornata Nm 1131 IRe 194. Direzione:.
occupazione: Hi. avere successo
... Gdc 937;... IRe 149; Hi.
nell'impresa Dt 2829 Gs 18; +
guardare verso 1843; verso i punti cardi
battaglie 2Cr 27 < 2 8 26 ;+
nali Ez 406.20; corso, direzione Ger 236; di
cesso, svolgimento Am 27. In campo mili
rezione Sir 59A. ... da (provenienza)
tare, campagna Gdc 49 ISam 15!8.20 18!4.
2Re 320 Per, attraverso 2Sam 4 7 1823 IRe
b) Modo, maniera, costume, consuetudine,
139 Ger 527 Ez 443. Verso, in direzione
metodo, stile: come si fa
di Nm 1425 D t 3! ISam 13!? IRe 844b Ger
da tutte le parti, ovunque Gen 193!;
4 !1. Durante, nel corso di: ;
\2< disturbo, fastidio di donne/fem
nell'arco di tre giornate Es 318.
minile (regole) 3135; alla maniera
Fraseologia: percorrere a ri
delTEgitto, come in Egitto Is 1024; il costu
me, il comportamento della formica Pr 66.
troso il cammino, tornare sui propri pas
c) Sorte, destino/destinazione Is 4027 = 2<
si IRe 1915; ^ senza strade Gb 1224;

188

causa; Sai 49 ( = corretto) fine,


bandonare Is 55?; n!U> cambiare dire
esito; carriera, corso Gb 8!9 * spun
zione Ger 18 ;Hi. pervertire Gen
tare; Sir 4620.
612; ^U> proseguire, mantenersi in Gen
2.
Condotta, comportamento, costumi: 18]9; 2\ >Pi. cambiare Ger 23t.
condotta umana (oppure
3.
Sentieri, vie di Dio. a) Opera, la
sorte?) Ger 1023 + passo, cammi
voro. Gb 26 ;prima opera o
no;*
capolavoro 40 !9 Pr 822. b) Modo di agire.
* I * idem Gb 342! Pr 531 1627.
a) Determinato da aggettivi: integra,
Dt 324 Is 40 559 Ez 1825.29 33!? Sai 183,
non divisa Ger 3239 = ;
Gb 3623. c) Il sentiero, la via che Dio indica
buona ISam 1223 IRe 836; ret all'uomo. 2Sam 2222 Is 4224 48!7 Ger 55.
ta Sai 1077; rette Sir 11!4;
Sinonimi: , , , .
ostinata, caparbia, pervicace
Fraseologia: 1 rendere
Gdc 219; cattiva IRe 1333; Ger
quanto meritato, retribuire la sua con
18 = malvagit; Ez 1322 Gio 38.
dotta IRe 832. N imitare N 1525.
b) Determinato da un sostantivo retto di qua
* ciascuno per la sua strada
lit: prudente Pr 96; su
149. intraprende il sen
perbo Sir 10$; ponderato Pr 2116;
tiero di tutti (cio muore) 22. an
infame Ez 1627; saggio, as
dare in rovina Sai 212. la via
sennato Pr 4 = sentiero retto;
zigzagante (metaforico) Pr 21B.
$ tenebroso 2!3 ^ sentie
Nota. Am 8 forse signore = dio;
ri retti; delizioso 3 !7 =
4!0 ;Pr 313 vigore; Ger 3 !3 forse
sentieri tranquilli; perenne, sem
il tuo amore; in Ez 424 va letto ;
piterno Sai 13924; VU>| colpevole 10717;
in Sai 11937 .
onorevole Pr 1631; falso Sai
11929; abominevole, detestabi
[ PI. ]Darico 0 dracma Est
le, empio Pr 1228 (corretto) ^
2,9 Ne 769-71.

sentiero di giustizia, c) Determinato da un


sostantivo di termine 0 destinazione:
[ Q. pft. f. , 2 , 1 (, c.
sentiero di vita 623; di morte 14
suff.1 ,
pi
! r . , c. suff. ,

! ,
t"
1625; di perdizione 727. d) Deter , , 1 , c. suff. ; ipf.
minato dagli utenti (che lo seguono, meta
uhr , c. suff. , ,
(), c.
foricamente): dello stolto Pr 12;
suff. , 1 ( ), , c. suff.
dell'adultera 302;
, pi. ^ , , , ,
dei perfidi 13JS; del popolo Is 8 ;
c. suff. ,
, c. suff. ,
del pigro Pr 1519; delle
,
, ; imptv. , ,
persone oneste, integre Sai 1012;
pi. c. suff. ; inf. ass. , cstr.
del perverso Pr 225; dei mal
, , c. suff. , ; ptc. ,
vagi Sai 1 Pr 419 Sir 3221. e) Complemento
cstr. pi . , c. suff. , , pass. pi.
di verbi: scegliere Is 663; Hi. mo
, f. . Ni. pft. 3 m. sg. Sir
strare Es 1820; Hi. migliorare, emen
4620; 1 , pi . ; ipf. 1 s g. ; inf.
dare Ger 73; imparare Sir 13!;
ass. c. interr. ( invece di )Ez
allontanarsi da Dt 9!2; Pi. fuorviare
Sir 1134; Hi. traviare Ger 32!; ab
143; ptc. ]
1

'

u t*

T 7

* T 1

'

V IT T

* *

* s

189

Q. Ha il significato generico di cercare,


sultare. Il significato si pu precisare me
che si differenzia soprattutto in base al
diante il correlativo rispondere Sai
complemento; le particelle influiscono
345 o in base al contesto. In testi antichi
meno della reggenza. Se si tratta di un
regge solitamente . Gen 2522 correlati
oggetto, cercare, occuparsi di, prendersi cura
vo ; Es 18,5 ISam 99 IRe 22e 2Re 22!3
di; se di un testo, studiare, consultare; se di
Is 31! Ger 212 37? Os 10!2; con oggetto
un valore o del suo contrario, procurare,
IRe 14S, Am 55; ( (
fomentare, promuovere. In campo gi dizia(consultare) mediante il profeta Ez 14?;
rio, indagare, accertare, chiedere conto, Rivol
|ip + persona 2Re 388 ( l-2Cr cita l-2Re).
b) Riferendosi a 0 , cercare, servire,
gendosi a una persona: domandare; con
venerare, a volte contraddistinto da
interessarsi di; in senso stretto, consulta
re; in senso generico, cercare, servire. Lo
con tutto il cuore. Pu essere accompa
gnato dal correlativo . Frequente in
stesso vale per quanto riguarda gli idoli,
Mentre / tendono ad essere ac1-2Cr e nei testi pi recenti. Dt 429 Is 11J0;
compagnat da , gli idoli preferiscono
556 correlativo Ni.; Ger 29!3 ;
Am 5 ;lC r 289 Ni.; 2Cr 152 idem.
o .
Frequente anche nel Salterio: 142 (= 533)
1. Generico, a) Oggetto: animali 0 luogo,
2227; 24<s Pi.; 34 !! 6933 Sir 32,4
, ^ cercare Dt 22M^ smarriti
(v. 1); cercare, occuparsi/prendersi
c) doli Dt 1230; spiritisti
18 ( ) ;la pitones
cura di Ez 346.8.11 = Pi., ^ Ni. di
sa/pizia ISam 28?; Baalsperdersi; occuparsi/prendersi cura
di Dt 11!2; con andare in cerca Gb 398 Zebub 2Re 12; gli spiriti
= ( corretto) perlustrare, esplorare,
Is 819; gli iddi 193 (serie);
esercito celeste Ger 82
b) D i un testo: studiare, consultare. Is
serie.
3416; i precetti: , , , idem
Sai 11945.94.155 lC r 28s. c) D i un valore:
Ni. Il conto, essere chiesto Gen 4222; la
fare la pace, vivere in pace con
sciarsi consultare Ez 143 2 0331 3637; essere inDt 237 Ger 297, con 384 procacciare
dagato lC r 2631; essere consultato Sir 4620
il bene; il male/danno Sai 38!3;
correlativo Hi. comunicare, rispon
promuovere il diritto Is l i7 165;
dere.
( )l'istruzione Sir 62? = , ,
Nota. In Sai 109 forse scacciare.
correlativo . Pretendere ci
che ti supera, che troppo grande per te
[ Q. pft. pi . . Hi. iuss. 3 f. ]
Sir 32!a = .
Q. Germinare, germogliare Gl 222 =
2. Campo giudiziario. Indagare, accer
.
tare, investigare, inquisire Dt 174 19!8 Gdc 629
H 1 . Fare germogliare Gen 1
+ Pi. Con Dio come soggetto, chiede
re conto: Gen 95; D t 18 con 2322 ; Ez
3 3 6 ; 3 4 1 0 ... ;Sai 9!3 104.13.15; Gb 106
= Pi. reclamare Ez 2040.
Erba, pastura, pascolo, erbatico, fieno
3. Campo religioso. Con per oggetto
fresco, verziere, verzura, fogliame-, prateria, pra
la divinit, la sua parola, un profeta, un
to. Gen li!. D t 322 2Sam 234 2Re 1926 ( luogo, a) Con oggetto o , con
Is 3727) = ; ^ Is 156 - , prato,
9

'

190

<
V

verzura; 3727 66!4Ger 145 Sai 232 372; fieno


Gb 65 = foraggio; 3827 Pr 2725. Ver
bi associati: positivi fiorire Is 66,
Hi. Gb 3827; negativi $ disseccarsi
Is 156, idem, appassire, inaridire
Sai 372.

/ [ q. pf t . . n. imptv. m. sg.
Sir 14( altri leggono Hitp,). Pi. pft. 2
; ipf, 3 m. sg. Sir 26!3, Sai
204; imptv. m. sg. Sir 38 ;+ inf. cstr.
Sir
. Pu. i pf . , f . . Hotpael
pft. 3 f. Is 346]
4 3 2 2

Q . Ingrassare, mettersi in carne

Dt

3120.

Ni. Essere generoso Sir 14u.


Pi. a) Dichiarare pingui, accettare come
pingui Sai 204. b) Dare vigore, irrobustire Pr
1530 Sir 263; ungere Sai 235. fare prsperare Sir 262. c) Togliere il grasso-, ritirare la
cenere (delle vittime) Es 273 Nm 413.
Pu. Essere unto di grasso Is 3 4 7; ingrassa:
re, prosperare, essere robusto Pr 1125 134 2825.

Hotpael. Essere unto, colare/sgocciolare


grasso Is 346.

v !
.
[ PI. ] Aggettivo. Sostanzioso,
succulento Is 3023 pingue, opimo-, ri
goglioso, lussureggiante Sai 9215 =
frondoso.
))] C. suff. 2( ;pi. cstr, ]
a) Sugna, adipe, grasso Gdc 99 Is 552 Ger
3114Sai 369; 636 = sugna, strutto; 65,2
Gb 3616 Sir 38( per alcuni forma verbale:
>$ ) . b) Cenere (intrisa del grasso delle
vittime) Lv 116 4 i2 6W IRe 133.5 Ger 3140.
Plurale ceneri = morti Sai 2230.
[ St. ass. = cstr. m, c. suff. ;pi. cstr.
, c. suff. ] Decreto, editto, ordine, legge;
frequente in Est. Norma Est 18; regolamento
212. *,in 1giurisperiti 1. Plurale legislazio
ne 1!9 38; decreti regi Esd 836.


H,
, Articolo determinativo.
i quadrupedi; si confronti
Dopo le preposizioni , , , elide la
Pr 303o con Lv
consonante .
27!0. Una classe o specie possono esse
L'uso molto simile a quello italiano:
re considerate come collettivi o totalit,
si adopera con nomi in qualche modo
d) Un singolare collettivo: , gli Ittiti Dt
determinati. Le differenze pi notevoli e
7!; il nemico (come in italiano) Sai
frequenti sono: la duplicazione deH'arti97; l'imboscata (= quelli che sono
colo, p. es. 1 la terra la buona
in agguato) Gs 8!9. Il significato colletti
(alla lettera); la forma opposta, indeter
vo pu diventare esplicito anteponendo
minativa, viene di solito indicata con un
- . e) Una totalit plurale: le
0 , non con un articolo indeterminativo,
stelle Gen 116; i pagani Gen 1032;
come un/uno italiano. Altre divergenze,
ogni mattina Is 332; ma Gb 7,0
meno frequenti, saranno indicate in se
dice con lo stesso valore (perch
guito. Per ulteriori dettagli circa l'uso si
in stile poetico?), f) Nomi astratti. Posso
consultino le grammatiche.
no essere concepiti come specie o come
1.
Articolo determinativo. Si antepo unici (n plurali n partitivi):
la regalit, la dignit regale ISam 188;
ne a un nome, a) Determinato dal contesto
la malvagit IRe 2129. Si confronti
precedente, cio gi menzionato: un
in pace, pacificamente (locuzio
uomo. . . l'uomo ISam l^ R u t 1,.2;
ne avverbiale) Es 1823 con 1 ...
portatemi una spada,
benedice... con (il dono del)la pace Sai
e gli portarono la spada IRe 32A,
29!!. g) Poich di solito il predicato non pren
b) Determinato in quanto unico: il
de l'articolo, quando lo riceve segnala un
cielo, ';la luna (si confronti ,
dato particolare, unico: sono
un territorio, con , la terra). Unico
io (la mia bocca) a parlare Geri 45,2;
come istituzione in una comunit:
era Giuseppe a comandare
tenda dell'alleanza Nm 91s; o nella
(il governante, l'unico) A2 6;
sua storia:
i Giudici Rut 1,.
*
A
Yhwh (Punico) Dio IRe 1821. Si con
volte perch unico in un ambito parti
frontino il Signore giusto Sai
colare: il martello (quello che il
117 con Yhwh l'innocente
beduino tiene nella sua tenda) Gdc 421;
(in questa contesa) Es 927; PUVj e col
il coltello 1939 (si potrebbero
analizzare come possessivi), c) Determi'
pevole Ez 3,8 con 1 colpevoli (in
nato perch designa una classe 0 una specie:
questa contesa) Es 927.

..

192

3.
Casi particolari (ambigui o di
2.
Altre funzioni di . a) Particella
vergenti dai nostri) a) In apposizione
vocativa (non si usa in italiano): , o
a un nome determinato (nome proprio, o
re!, maest! ISam 1755; ragazzo!
1758; \principe! 2Re 95; eielo! D t 32!. b) Dimostrativo (sembra esse
re stato l'uso primitivo): oggi (lati
no hodie = hoc die) Sai 957; (questa
notte Gs 23; quest'anno, di quelli
in corso 2Re 1929; questa volta
Gen 1832. c) Possessivo, senza particella
esplicita (come in italiano e spagnolo,
non come in francese): pre
se il (suo) velo Gen 2465;
verso il capezzale del (suo) letto 4731;
_ si alz dal (suo) tro
no Gdc 320 Molti casi apparentemen
te anomali, nella visione dell'autore,
potrebbero essere ricondotti alla fun
zione di possessivo, d) Relativo con verbo
finito. Consueto in testi recenti:
che offrirono Esd 8^; colui che
ha preso 10 H17; che si trovavano
lC r 29l7; perch aveva dispo
sto 2Cr 2936. Casi analoghi in Rut 122 26
43 () , nella accentuazione del testo
masoretico (errore? testo pi recente?).
In testi antichi pu trattarsi di errore di
accentuazione o di vocalizzazione:
Gen 182! 4 62/; IRe 119, Is
51 w, 563 . e) Per sostantivare aggettivi
0 participi, come neiritaliano (= aggettivo
verbale): l'onorato, il giusto, visto
come classe o tipo Is 57!.
Trasforma in superlativi relativi
alcuni aggettivi di dimensione o nu
mero: Davide era il pi
piccolo ISam 1714; voi sie
te i pi numerosi IRe 1825. Ad alcuni
nomi (plurali o partitivi) conferisce la
categoria di fatto unico o straordina
rio, come piaghe, epidemie (anche in
italiano s dice la peste, il colera), p.
es. Ger 217.
r

con , o in diverso modo); prendono


l'articolo determinativo nomi, aggettivi,
participi e dimostrativi (quest'uso diffe
risce dall'italiano): 1 il sommo
sacerdote (alla lettera, il sacerdote il capo)
Esd /*; il Fiume Grande Gen
1518; il Dio datore Sai 1848;
1 in questa generazione Gen 7,.
b) La poesia, in modo particolare il genere
proverbiale, prescinde spesso dall'articolo
determinativo, dove la logica lo richiede
rebbe (avviene anche con proverbi italia
ni: cielo a pecorelle, pioggia a catinelle).
c) Per questo e altri motivi, vi sono pareo
chi casi in cui l'uso fluttuante. Si confron
tino p. es. Gs S 29 e
Gen 40,9 appendere allalbero/a un
albero; ? come un leone Ger 230 Os
11 w e come un leone Nm 249;
Is 4810 e ... Dt 21 14 non per
(il) denaro, gratuitamente;
Dn l l g8 e Gen 132 in/con (il)
denaro; 1 si appoggi con forza
Gdc I 630 e !alza con (la) forza
Is 409; Is 492 e Sai 64A come
(la) spada, d) Altri casi diffcilmente classifica
bili, di dubbia spiegazione:
non si allontaner la spada 2Sam 1210;
con un bastone Es 2120 (si potreb
be considerare possessivo: con il proprio
bastone); in un libro Es 17, Nm
523 ISam 125 Ger 3210; :
dalla mattina alla sera, dall'alba al tra
monto Es 18( si confronti con !
del v. 13). Si omette in alcune
interrogative: cosa mi
importa della primogenitura? Gen 2532;
perch vivere? 27A6.
Con toponimi l'uso fluttuante, come
in italiano.
r

VI T

193
, , Particella interrogativa. In italia
no: per caso, forse (che), se 0 semplicemente
intonazione o segni grafici.
1. Interrogativa diretta, a) Sempli
ce: ancora in vita? Gen 437;
morto il bambino? 2Sam
1219; ( forse) non resta? IRe 227;
vi ho forse chiesto? Gb 622.
b) Bimembre disgiuntiva. Di solito ...
: sei dei nostri o
del nemico? Gs 513; ... . ... tre
alternative 2Sam 24i3 (corretto); ...
se... o (forse?) Gdc 14,5; *( ... essere...
o essere? 1819. c). Bimembre congiuntiva:
..., ... : ho concepito... o lo ho
partorito? Nm 11,2; si pu togliere... o
sfugge? Is 4924; ...,* , puoi legare...
o sciogliere, fare spuntare... o guidare?
Gb 30,.
2. Interrogativa indiretta, semplice o
composta: ... se. a) Semplice: ... ve
dere se Gen 8e Ct 6 ; ... Fi. mettere
alla prova per vedere se Es 16,,. b) Bimem
bri: ()... se... o no Gen 242, 42!6;
... sapere se D t 82; serie in Nm 1318:
DN u*n * ^mll*
V V

,k

-I

t i

3. Interrogativa retorica, che richie


de una risposta negat i va: ^
sono forse io il guardiano di mio frateiIo? Gen 49; forse li hanno
liberati? Is 3712;
forse Israele era uno schiavo, o un nato
in schiavit? Ger 214. Cf. anche Na 38
MI 19 Sai 30,0.

Pi, , , Morfema della coniugazione


Hi. Si traduce in maniere diverse: usan
do gli ausiliari fare, lasciare o sinonimi,
come in uscire/fare uscire; con un cam
bio di lessema, come in uscire/tirare
fuori, entrare/introdurre, camminare/
guidare. E possibile anche !,uso di suffis

si (specialmente im-, in-); p. es. camminare/incanominare; esempi ebraici: !<|\


imbevere, esaltare, ingrandire,
raddrizzare, ^indurire,
ingrossare, illuminare. Esempi con a-:
adagiare {fare sedere), affronta!re, allargare, allungare,
appartare, arricchire, assoggettare, attestare.
, 1 (da ) Morfema dell'infinito e
dell'imperativo Ni.
Prendi! Ecco qui! Gen 4723 Ez 16.3
is 19* - mt*.
*

M a guarda! Magnifico! Bene! Che bel


lo! Is 44,6 Ez 253 262 362. Farsi beffe Sai
353,.25 4016 70,; di entusiasmo Gb 3925; di
approvazione Sir 412B.

In Os 4,e. Forse ,
forma intensiva di ; si consultino i
commentari.

10

1 1

[ c. suff. ]Doni, offerte, vit


time Os 8 ,3. Da .
[ Q. ipf. pi. ;, 2 Hi. ptc.
pi. ]
Q. Svanire, svuotarsi, restare vuoto 2Re
1715 Ger 25; illudersi Sai 62,t; essere
vano, ripetere cose vane Gb 2712.
Hi. Ingannare, deludere, frustrare Ger 23,6,
4 .
V

'

v 1 v

;pi. , cstr. , c. suff. ]


Soffio, vento, sospiro; vuoto, nulla, stoltezza,
vacuit, irrealt, vanit, illusione; fatuit;

194


fantasma; idolo, a) Conserva il riferimento al
significato di soffio: un soffio che si

Q. a) Bisbigliare. Soggetto ^ lin


gua Is 593 Sai 3528; Gb 27A = Pi.;
bocca Sai 3730; palato Pr 87. Compiemento senza preposizione, b) Meditare,
parlando a voce alta o bassa. Risulta
palese il carattere mentale quando
accompagnato da mente Is 331s; Pr
1528 = Hi.; 242; Sir 637 1420. Compiemento in genere con meditare qual
cosa, su qualcosa, a proposito di: Gs
13 Sai 12; 637 = 77 ;I3 = 1435 ; 1 .
c) Gemere. Intransitivo con , , Is
167 = Hi.; mugolare come un leone
314 correlativo indietreggiare; geme
re come una colomba 38,4 59 =
mugolare ( come orsi); Ger 483, Hi. ululare, gridare.

disperde Pr 21e; + un soffio/vento li


trascina via Is 5713. Forse Gb 35 ,6. b) Signi
ficato etico, sinonimi , , )!, nullit,
menzogna, inganno. Prevalente l'aspetto
metaforico di vacuit (mentale, o verba
le o esistenziale), inconsistenza, fugacit.
La vita umana un soffio, trascorre in
un soffio Sai 396.7.12 (coincide con 11nome
di Abele) 6210 7833 144A Gb 716 Sir 41 ;la
bellezza fugace Pr 3130;. vacuit, ragioni
futili Gb 2134. Tema e parola chiave del
Qoelet: 12 soffio di soffi, soffio
al quadrato, vanit di vanit, mera in
consistenza, vuoto totale, pura illusione.
Uso avverbiale: invano, per nulla Is 494
;Zc 102 = , <, ;)*Sai 7833 =
Hi. Bisbigliare, sussurrare Is 819 =
;Gb 929 Lam 4 c) Nome 0 titolo
.
dispregiativo attribuito agli idoli: Dt 3221
V
., , ,
IRe 16,3 Ger 8!9 108.15 1422 Gio 2 9 Sai 317
Sir 492.

2[ Q. ipf. , Sir 43,8M; ini, ass.


]Mettere da parte, allontanare, staccare Pr
1 ]<] Ebano Ez 27,s.
25^; travolgere Is 27s; abbagliare Sir 4310.
j 7 .

[ q. ptc. pi. cstr. q] Dividere (?)


<coloro che dividono, distribuiscono, tracciano la mappa celeste Is 47J3
= astrologi.

Nota. Secondo altri lessicografi esorciz


zare, scacciare.

Ger 512.

1[ Q. pft. 2 , 1 ;ipf. 2 ,^
. pi . f. .
; inf. ass. .
Hi. ptc. pi. ]Mormorare, bisbigliare, sus
surrare, recitare a bassa voce; meditare, proget
tare, ripensare, lamentarsi, mugolare, gemere,
singhiozzare.
v

Sospiro, gemito, singhiozzo Sai 909 Gb


372; forma letteraria, lamento Ez 2,0 +
.
In meditazione, riflessione
Sai 494.
[ C. suff. ]Meditazione Sai 394 +
;gemito 52.

is 59,3.>1

v t

v v 7

[ Cstr., C. suff. ]Mormorazio


ne Lam S62; meditazione Sai 19I5;
rumore di cetra (tremolo? ar
peggio? tocco appoggiato?) 92A.
Nota. In Sai 917 indicazione musicale;

si consultino i commentari.

195

In Ez 4212 dubbio; forse il


muro,

In Ez 77 dubbio; si consultino i com


mentari.

Lv 1915.32 Is 63!; Sir 73, = onorare.


Adornare Sir 50 .
Ni. Essere onorato, rispettato Lam 5 n; glo
rioso Sir 462 50s,
Hitp. Gloriarsi Pr 256.
/, , .

Q. Allungare, mettere Is 118

T T *

T T J

[ Solo pi.] Is 452. Probabilmente


colli, catena montuosa.

[ Cstr, , c. suff. ,, , ;
0, ; pi. cstr, ]Onore, dignit,

[ q. imptv. ]Schiacciare Gb 40,2 =


Hi. umiliare.

prestigio, maest; lustro, ornamento, decoro,


fasto. Associato a *1 in endiadi; a ,
Tp, . a) 1 come attributi divi
ni o regali Sai 21t 45 4 966 104, 1113 Gb

[ Cstr, = ass.] Predella, seggio, sgabello


Is 66 ! correlativo trono; Sai 99s 110!
1327 Lam 2, ICr 282.
[ pi. ]Mirto, mortella Is 41,9 55 ,3
Zc 18.10-u Ne 8 ,5.

[ Q. pft. 3 c. suff. 1 ; c. suff.


;ipf. , c. suff. Sir 1212,
pi. 3 c. suff.; 2
imptv. Sir 367; inf. , c. suff. <
]
t i

t i

1 j y /

40,0.

la sua maest sublime Is


2 19; + Is 352 Sai 86 145Srl2. b) Lustro,
ornamento Ez 16,4 27,0 Sir 439s, Come ag
gettivo:
albero ornamentale Lv 2340.
Come aggettivo: magnifico Sai 294 =
!potente. L'astratto per il concreto:
nobilt e plebe Is 514.
Nota. In Sai 1103 dubbio; forse

atrio.

Spingere, respingere, dare uno spintone, urtare;


rigettare, espellere, demolire, avventarsi, cozza
re. Separare, spingendo 2Re 4 27 Sir 12!2;

demolire Nm 352022; Ger 4615 ^ sta


re in piedi; respingere Pr 103; disperdere
Sir 367. Di animali, avventarsi Ez 34 !
Pi . scacciare da Is 22 !9=
;espellere Gb 18!s = lo esilieranno; togliere da davanti, di mezzo
D t 6!9 94 Gs 235.

Dignit, In dignit regale,

sua maest Dn 1120.


[ Cstr. ]Onore Pr 1428 ^
rovina. In Sai 292 969 ICr 1629 e 2Cr 202,
va letto atrio.
. v

Ah!, guai/ Ez 30s.

* Ah!, guai! Am 51e.

[ F. ;pi. m. , spesso , f , ,
. /

]Egli, colui, quel/lo, . A seconda delle


tre funzioni che svolge: pronome di 3
[ Q. pft. 2 ;!ipf. Sir 5 0 2 , persona maschile, dimostrativo, copu
la.
;imptv. m. sg. Sir 73!J ptc. pass.
. Ni. pft. pi . ;ptc. sg. f. Sir
1.
Pronome personale. Egli, egli stes
431,BmM. Hitp. ipf. 2 ]
so. La funzione pronominale palese
-

Q. Onorare, rispettare; autorizzare. Es 233

quando - unito a + predicato.

196


0 con verbo finito: Gen 420 3922; +

yiqtol 24?; + qatal Dt 32*5 e anche in alcuni


casi di con participio senza artico
lo. Le sue funzioni principali consistono
nel conferire enfasi al soggetto o dare
chiarezza alla frase, a) Uso enfatico (egli,
egli stesso): egli lotter (sar
egli stesso a lottare) D t 130. Raddoppia
to 2Sam 1419 Ez 34^, Si pu rafforza
re l'enfasi dicendo Gen 44 38 .
b) A volte richiesto 0 raccomandato dalla
chiarezza. E frequente che si indichino
con un soggetto o un personaggio
menzionato in precedenza Gen 3 15 Es
4!(i. Tale funzione palese quando si usa
( Gen 16,2 4920). E frequente anche
che venga usato dopo un verbo,
in genere al singolare, per enumera
re vari soggetti; ovviamente la forma
s :
... si alzar
-
rono lui e tutti i suoi ministri, si alz
lui con tutti i suoi ministri Es 1230 (cf.
292J Lv 254i Nm 2133). Quando l'antece
dente una proposizione relativa (colui
che) con significato reale o potenziale
(indicativo o congiuntivo), della
principale pu essere considerato come
semplice copula o essere espresso con
un enfatico egli, quello, colui: come lo
chiam... quello 11 suo nome Gen 2!9;
colui che sar uscito dalle tue viscere,
quello sar tuo erede 154; colui presso
cui si trovato, quello sar 4417. c) Il
participio senza articolo, con valore verba
le, non definisce la persona; pu
fungere da elemento distintivo della 3
persona; il participio pu rappresentare
un presente, un imperfetto durativo, un
futuro prossimo. In italiano, pu
essere assorbito dalla persona espressa
dal verbo: il pane
che mangia Gen 396; quel
che faceva, o quel che egli faceva 39^;
t

,t i -

con un pronome, egli coman


da 4 526 Si pu tradurre anche con un
ausiliare: ! stava fuggendo 3120;
U) dove era accampato Es
185 (11 participio con l'articolo, sostanti- ~
vato, ha un altro carattere lessicografi- co), d) Introduce un chiarimento o una for
mula epesegetica: , si tratta di Gen 420.2I
143 E)t 448
2. Come dimostrativo, raro;
nor mal e: quel
che avvenuto, proprio questo avverr
(alla lettera: quel che avvenuto quel
che avverr); peculiarit di Qoelet (Qo
19). quello; quel giorno Gen
15,8; quella notte 2624;
quel luogo 2 1 3l; quel popolo
Ger 1217.

V I

3. Spesso funge da copula, come


gli altri pronomi personali. Il tempo
definito dal contesto. In italiano pu
equivalere a essere, stare, esistere (altri
autori parlano di proposizione nomina
le): il mio signore (proposizio
ne nominale: egli il mio signore) Gen
24,55; se sposato Es 218;
il sangue la vita Dt 1223;
cos sia Gs 221; * sto con gli
ultimi Is 414; esisto da sempre
43,3; tu sei Ger 1422; esisti
Sai 1O220. Con il relativo: quello
che. Gen 42MEs 1623 Lv 13 2Re 9X. Con
un participio sostantivato come predica
to: Yhwh vostro
Dio colui che lotter Dt 322; cf. 93 3168
Gs 233,10
Nota. Il femminile di ;il pirale o ; il suffisso dell'accusativo,
e talvolta del dativo, , . Per ulte
riori dati si consultino le grammatiche.
T

'

'

VI

197


T T

-< 1.

Gen 4 26

- <.

Ger 2228 - .

T T

. -<

.1

Ah! Esclamazione di dolore, compas


sione o minaccia. Ha valore di formula
rituale nell'elegia funebre IRe 1330 Ger
2218; e nel genere letterario dei guai" Ab
26.9,15.19 Sir 373BmD. Si usa in genere col vo
cativo Sof 2S Am 6!; con , , Ger
48! Ez 133.18 Sir 411BmM. Come modo per
richiamare l'attenzione: ehi! Is 55 j.
r

0 ] . suff. , , , ,
(Ger 22,)] Bellezza, avvenenza; onore, di
gnit, maest, gloria. Associato a e
a . Spesso un attributo di Dio
e del re: Nm 2730 Is 3030 Os 147 Ab
33 Sai 82 216 Pr 59 Gb 3920 Dn 10a Sir
2 6 ; serie in 45!2. titolo regale
Dn 112,.

sai 1025
-> ..
3
T

1 ]) )Q. iuss. ;;imptv. ]Cadere\ la neve Gb 376; un albero Qo 113.


Congettura 2 Sa m 1123.
2[ Q. imptv. , f . ;ptc. ]Esse
re. Allomorfo di ; . Gen 2729 Is 164 Ne
66 Qo 222. Alcuni attribuiscono questo
significato a Qo 113 (> .('
1[ C. suff. ^k , q (Gb 62) , ;
pi. , ]Caduta, sventura, infortunio,
calamit; crimine, malvagit, ingiustizia.
a) Sventura Sai 5512572; Gb 62= affli
zione; 3013Pr 19J3. Aggettivo funesto Sai 913.
b) Malvagit, ingiustizia Sai 5!0 3813 524.9.
Aggettivo iniquo Sai 9420 = ingiusti
zia; Pr 17A.

is 16 - p .
/ stoltezza, follia +
Qo 117 212 1013.
/ [ q . pft. c. suff. . n . wayy.
3 f. . Hi. ipf. 3 f. pi. , coort. sg.
]Variante di .
Q. Disorientare, sconcertare Dt 723.
Ni. Agitarsi IRe 145 Rut 119; rabbrividire
ISam 45.
Hi. Agitare Mi 2J2; turbare Sai 553.
]![ Hi. ipf. 2 pi . ]Osare, azzardare
Dt 141,
[ C. sufi. ,, ;pi. C. suff.]

2[ p!. ]Parola Gb 30. Alcuni lo


traducono malvagit.

Fortuna, patrimonio, capitale, ricchezze, beni.

Disastro, sventura Is 47 = sventura; Ez 726.

Sinonimo ^ricchezza. 16 volte in Pr:


8,fl; 137 ^ Hitpolel fare il povero;
244 + tesoro; commercio Ez 2712.1833;
ricchezze Sai 1123 + lUty; per
una miseria 4413. Sir 63019 ;313 3Bm(dub
bio) = ^. Come interiezione: basta!
Pr 30[5.!6.

Ez 21m

Lam 55 * .

3[ Cstr. ]Avidit, ambizione Mi 73


PrTo3; \ l 6 * .. -
T

'

198


Es 29.1 -

;L ' , 1 , pi. , f.), ,


2 ,, 1 , iuss. ( )( , , wayy.
() !,,, ; mptv. , , f,
, pi . , ;inf. cstr. , c. suff.
ecc., c. pref. , , , c. suff.
, ecc.; inf. ass. , ;ptc. f,
Es 9a. Ni. pft. 3 , f. 2 ,,
, 1 ;ptc. ]

Dn 12. -
Es 2129

.1

Ger 48 < .
1 2( Gen 42,B- 1>

[ Polel ipf. 2 pi. ]Avventarsi,


assalire, contro Sai 62^.
Nota. Secondo altri lessicografi da

is 442. -
Is 56J0. Probabilmente vigilanti.
Altri traducono ansimanti.

T * I

'

T II I

'

Q. Essere, stare, esserci, esistere, succedere,


divenire. Frequentissimo in ebraico (verbum
omnibus), con diversi usi, significati e fun
zioni, non sempre facili da distinguere. Si
usa in forma assoluta, con predicato, con
diverse preposizioni. Anticipiamo un'espo
sizione sintetica (A), che serva da orienta
mento, prima dell'analisi lessicografica e
della presentazione di esempi (B).
A. Esposizione sintetica,
I. Usato in forma assoluta, espri
me la semplice constatazione; da solo,
il verbo il predicato di un soggetto:
c', esiste, succede. Con aspetto durativo:
durare. Con aspetto incoativo: cominciare
a esistere, sorgere, accadere, sopraggiungere.

Sai 176 (e altri)

Lamento Ez 210.
))] PI. , ]Pronone personale
femminile di 3 persona ella. Si usa anche
come neutro: ci/questo Gdc 144 Is 1424Am
7Gb 527. Equivale al suffisso , .
-v .
Grido o stornello di torchiatore Is
169.10 Ger 2530 4833. Grido di vittoria
Ger 51w.
t

In Ne 128 va letto inni.


[ ;Q. pft., f, , , 2 (), f.
)k Ez 1631), 1 , pi. ,, 2 1()
(), 1 ;ipf. , f. , 2 ,

Nella linea dell'accadere si sviluppa un


uso narrativo, molte volte meramente
espletivo.
II. Usato come copula, unisce un
predicato a un soggetto; in ebraico am
mette la sostituzione paradigmatica del
pronome personale corrispondente o
l'elisione 0 . Statico: essere e stare, dinami
co: divenire, diventare. Si intende il diveni
re d un soggetto gi esistente che entra
in un nuovo stato; se in precedenza il
soggetto non esiste, il divenire accade
re o cominciare a esistere.
IH.
Si usa con diverse preposizio
ni con cambiamento di significato; tali
forme si potrebbero considerare come
verbi composti di + morfema prepo
sizionale (in italiano viene anteposto).
Proponiamo un quadro schematico, sen

199
za esempi, dell'uso di con particelle.
spesso difficile decidere se si debba o
se convenga tradurre in italiano con una
forma sintetica oppure riproducendo la
forma analitica ebraica. La scelta pu
essere stilistica: ( Essere, stare
dietro), seguire, assecondare, succedere (nel
senso della successione). Dirigersi,
rivolgersi a. ( Essere, stare con), ac
compagnare, assistere, avere cura. ( Esse
re, stare in), abitare in, arrivare a, restare a;
avere, corrispondere; contagiare (di malattie);
consistere in; prodursi. ( Essere, stare
come), sembrare, equivalere; comportarsi, imi
tare. Confondere, non esserci distinzione.
( Essere per), considerare; lasciare; succe
dere; diventare, rendersi, trasformarsi in; avere,
possedere; acquistare, prendersi/trattenere; spet
tare/toccare, assegnare, corrispondere. Valore
di pronome possessivo. A favore di, da parte di = rappresentare. + persona / +
oggetto servire da, essere + possessivo, operare
da, essere causa di. Venire, provenire,
procedere da; prendere le mosse da; provocare.
...( Da... fino a) Passare a, trasfe
rirsi. ... Estendersi, dilatarsi.
Raggiungere, arrivare. ( Essere anco
ra), seguitare, continuare; con negazione
mancare, cessare, non esservi pi, non restare
pi. - Stare, restare davanti, incaricarsi;
cadere su, contro. Accompagnare, assistere, aiutare; avere. Sembrare, passa
re per; ritenere, considerare. Apparte
nere; adattarsi. Antecedere, precedere;
essere/avere presente; presentarsi. Derivare, provenire da N.
Nota. Varie corrispondenze sono ope

rate per sintesi o per trasformazione. In


italiano il divenire si pu esprimere con
morfemi im/in- -ire o con la loro combi
nazione (p. es. im-brutt-ire, im-pover-ire,
im-pallid-ire). Nel prospetto vengono in

T t

dicate alcune distinzioni di aspetto: inco


ativo, durativo, risultativo.
IV. Si usa anche come ausiliare, con
infinito, + infinito costrutto, participio
attivo o passivo: essere, stare, restare.
Cos: + infinito costrutto: servire
da, essere per; , ; + infinito: sti
le narrativo, ! espletivo; participio
attivo = ausiliare + gerundio, stare -ndo;
participio passivo: essere -to.
V. Funzione espletiva nelle costru
zioni /]. (cf. in seguito in B.V.).
Prescindendo dalla funzione di ausi
liare, otteniamo due gruppi ternari: esi
stere, esserci, succedere (I. 1-3); essere,
stare, divenire (II. 4-6). Ciascuno dei
sei elementi pu essere assunto come
principio di un paradigma generato da
una serie di operazioni: per negazione:
p. es. non esserci - mancare; con parti
cella modificante: p. es. N avere;
negativo essere carente; per sintesi di tratti
significativi: $ signoreggiare (essere
a capo); per specificazione: p. es, formare,
costituire; per trasformazione: p. es. l'in
transitivo spettare/toccare a nel transitivo
assegnare; oppure servire per in servirsi di.
Le operazioni indicate possono essere
richieste dalla lingua d'arrivo o racco
mandate per motivi di stile. Il risultato
una grande variet di equivalenze o
traduzioni italiane possibili dell'ebraico
. In non pochi casi sar sufficiente
parlare di sinonimi, di sostituzione in
senso lato.
B,
Analisi lessicografica. (Si segue la
numerazione romana di A.).
I.
Uso assoluto: soggetto + ( sen
za predicato).
1.
Esistere, stare, durare, permane
re, continuare, a) Incoativo. Indica l'ini
zio dell'esistenza di un essere:
e la luce esistette Gen 13; una pianta,
* : -

200

spunta (specificazione del cominciare a


esistere) Gio 410 ^ perire; coman
d e venne all'esistenza Sai 339 =
avere consistenza.
sarei come se non fossi mai esistito Gb
10!9 *spirare (v. 18); ^non
esistito Qo 43 ^ , vivi, morti
(sono esistiti v. 2). b) Durativo. In gene
re, con qualche determinazione awerbiale: 1, 1, ( preso in senso
avverbiale). Spesso predicato di Yhwh:
la mia salvezza dura
per sempre, definitiva Is 51t ^ mo
rire, consumarsi, Ni. dissipar
si; le opere di Dio Qo 3M. Del re o di
altri: il suo nome durer per
sempre Sai 72!?;
la sua stirpe 8937,
restava, mancava un trat
to Gen 35,6; cessare (non
durare) Es 929; la mia piaga
cronica Ger 1510; fino a
quando durer? Ne 26;
continuare la guerra lC r 205. c) Passato,
senza determinazione: come
se non fossero esistiti Sir 449.
2. Esserci (impersonale); negativo
non esserci, mancare (senza); frequen
te con . a) non ci sar pi
Gen 9 Is 6520; non ci
siano dispute Gen 13e; non c'
Ger 145; MI 2S = ;senza
malvagit Gb 29; ci sar speran
za Sir 12,. prima che fosse, an
cora non c'era Gen 2S = prima
che spuntasse; cos che non ci
siano Ger 3320. b) Con =) + luogo)
essere, rimanere, passare Es 3428 Ne 2
lCr 12 40 2Cr 59 65.
3. Succedere, accadere, avvenire, so
praggiungere, risultare; realizzarsi, for
marsi; compiersi, essere eseguito.
domani succeder, si realizzer Es
^ non viene Ger 33 = Ni.
V I V

V i

* T

'

T i

*I

rifiutarsi; Ez 304 = accadere;


avvenire una disgrazia Am 36 = fare;
quei che avvenuto,
proprio questo avverr Qo 19 =
stato fatto, * 1 nuovo; gi
avvenuto 110; formarsi/rima
nere un resto Sir 44,7. Una predizione,
compiersi Dt 1822 = accadere; Ger
322 ;un progetto, realizzarsi Is 7; =
i424;Dn l l 17 = .
II.
Usato come copula. Soggetto +
+ predicato; quest'ultimo pu esse
re un nome, un aggettivo, un numerale,
una locuzione composta (la numerazio
ne araba prosegue quella del punto pre
cedente).
4. Essere. la terra era un
caos Gen 12; 4917 Is 2 5 4 Ger 506. Predica
to aggettivale: Gen 69 4 63A Gb l r3b. Predi
cato numerale: formavano
(erano) due trib Gs 14. Si considera Lv
7!b 11 ;sar pellegrino, vivr da emigran
te Gen 15!3; fu il rinnovatore Sir 4417a;
= comandare 76.
5. Stare, essere, abitare, risiedere; re
stare, continuare, permanere:
erano nudi Gen 225; sarai libero
2441; sar contaminato Lv 1526;
sar frondoso Ger 178;
(permane) ammalato Lam 5i7;
mantenersi discosto Sir 139.
6. Divenire, diventare, rendersi, trasfor
marsi in, convertirsi, finire c o n /p e r/in :
] ti chiamerai (traduzione sinte
tica) Gen 17s; ^ sar una
dimora di Dio 2822; che
ne sar dei suoi sogni? 3720; ]
diventeranno vedove Es 2223; cf. Lv
22i3; diventerai pazzo Dt
2834; sar un cumulo di
rovine Is 17!;
scompariranno
34 ;si trasforma in covile di
341
3; sono diventate un deserto
10
W

T ! It

t i i i i

201

64,; sar una rovina Ger 2 6 lB;


( corretto) siete finiti nel nulla,
venite ridotti al nulla Gb 6 2i; met
tersi a ventilare (il grano) Sir 59;
diventare nemico 51s.
Nota. Molte volte il futuro semplice

italiano (sar) equivale a diventare.

III. Con preposizioni.


: non segui
rai i potenti Es 232; mi succeder
Qo 2!8.
: N Yhwh rivolse
la parola a N, formula profetica frequen
te, con variazioni: Ger 11, 14, 18,5 Ez 3 l6
6 , Gl lj Gio 1, 3, (cf. Gv 1, in greco).
V

: Dio era con, si


prendeva cura di Gen 2120; il
tuo gregge venuto con me, affidato alle
mie cure 3029; vi assisteranno
Nm 14; N N si prese cura,
si fece carico di N Ger 2624;
vivere con loro Pr 24!; scor
tavano il re 2Cr 237 (corretto).
Nota. In MI 2 la

preposizione riguarda piuttosto


alleanza.
..
Si differenzia a seconda dei sei va
lori di esposti in I e II: 1. esistere =
stare in; 2. essere in, esserci; 3. succede
re; 4. copula: essere; 5. copula: stare; 6 .
divenire, giungere a.
A d i. + luogo: abitare Gen 6 A345
Es 15 Is 304; vivere Est 25; trovarsi in Ne
l,b; fermarsi in Nm I I 35; rimase
a casa di (per trasformazione: lo lascia
rono in casa di) Gen 392; avere in
bocca, sulle labbra Es 139; esse
re impura (restare nell'impurit) Lv 1519.
A d Z. esserci: t non
uscirono vermi (per trasformazione;
o forse = luogo: da dove) Es 1624;
r

senza difetto (= non ci saia


in lui) Lv 2221; non avere Sai 81I0;
ogni fatica produce (= in ogni fatica c')
Pr 1423; Tp non gli rimase forza,
rimase senza Dn 87:
-
**
vi era grande bottino 2Cr 1413.
A d 3. Succedere, accadere:
2( apparir l'arcobaleno fra
le nubi Gen 9t; sopraggiunse una
carestia 12l0; non mettia
mo le mani su di lui 3727;
le zanzare attaccavano gli uomini Es 8;
cadeva (vi era) grandine
su tutto il territorio 922; ^* l'oscurt copriva 1022; non vi
raggiunger la piaga 12,3; 3012; posarsi
403e; la mano del Signore
si scagliava contro di loro, pesava su di
loro Dt 215; volgersi contro 1310. Un'affe
zione del corpo o della pelle: si produce
Lv 1329; viene fuori 1338 (variazioni sino
nimiche); si forma 1342; appare 1349; il
contagio in un tessuto, attecchisce 1352
(alcuni di questi esempi si potrebbero
catalogare sotto 1 . cominciare a esiste
re).
A d 4 Essere: sembr,
lo presero per (per trasformazione) Gen
19 I4; sembrare, passare per 2713; gli sem
brarono, furono per lui pochi giorni 2920;
sembravamo loro, ci sembravano Nm
1333; considerarsi Pr 37; il
Signore sia la tua fiducia Pr 326; si con
fronti con 221g sia in, si
appoggi su (analizzabile anche come bet
essentiae); era considerato Gb 19i5.
A d 5 . Esserein:
nella fiducia consister la vostra forza
Is 3015.
A d 6 . Giungere al colmo
della sventura Pr 5W.
'

t ! t

- Avr, porter al centro (per


trasformazione) Es 28a2;

non apparterr alla comunit Nm 273;


una ruota sar inca
strata nell'altra Ez 11(5.
Essere come, sembrare, asso
migliare, equivalere, imitare, sapere di:
Gen 322; - sia come dici 3034;
sapeva di (il suo sapore era
come) Nm 118; non sia come 12!2; non
resti come 27 ; Is 1, = assomigliare;
finiranno come un sogno 297;
saranno annichiliti 41 u.n =
perire; $ diventeranno paglia 47M;
comportarsi da viandante Ger 148;
non imitino i loro padri
Sai 78e; essere come 1027; comportarsi
da Lam 25; non gli riuscir come
Dn 1139; non vi fu... simile 2Cr 99.
Differenziato a seconda dei sei
valori di gi esposti:
1. Essere nei confronti di = comportar
si con, trattare Sir 12u.
2. Avere per = tenere, possedere (per
trasformazione; si pu analizzare come
il 4.).
3. Succedere, capitare. :
non venivano a Sara Gen 18!!;
cosa gli accaduto Es 3223; so
praggiungere una carestia = patire la
fame (per trasformazione) Ger 1413;
ci sopraggiunge il terrore =
ci assale il terrore Lam 347.
4. Essere di, appartenere a, possedere,
avere, acquistare; spettate/toccare a, corrispon
dere; assegnare; spartirsi, tenersi, condividere

(vari per trasformazione e distinzione


dell'aspetto: incoativo o durativo); reputare, considerare; lasciare, restare. N :
saranno per voi impuri, li
considererete impuri (per trasformazio
ne) Lv 11^; per tre anni li lascerete (sa
ranno per voi) incirconcisi 1923. a) N
appartenere a, spettare a: sar

202

mio schiavo Gen 44!0; cf, 4725; | !


spetta al sacerdote Lv 5,3;
non spetta loro, non si spartiranno Dt
18!; questo mi tocca, mio ob
bligo o compito Sai I19s<i;
toccher loro in sorte ICr 639; furono
suoi, regn su 2Cr 1112. b) Possesso,
propriet; incoativo o durativo, fun
ge (si analizza) da copula; introduce
una sorta di complemento indiretto o
personale, indicante colui cui appartiene
0 destinato l'oggetto; l'oggetto per/di
N; per trasformazione, N possiede l'og
getto; con aspetto incoativo, acquistare.
Possedere Ger 3579 Qo 27 = acqui
stare; acquistare (incoativo) Gen 12t; di
ventare propriet di 47M; ^
ricchezze immense ci furono per N: per
trasformazione, N giunse al colmo della
ricchezza 2Cr 18,. ^sia tuo
ci che tuo = tieni quel che tuo Gen
33; Es 21, ; saranno per
1 suoi figli: (per trasformazione) i suoi
figli erediteranno Es 2929; non
ebbe figli, non lasci (figli), senza figli
Nm 34; 273; sar per = lo lascerai a Dt
24!9.20; avere pace Ger 23!7 = succede
re; essere di = avere Sir 163 31 !0 45J5.
5. Stare con, dalla parte di, spettare a;
rappresentare. : verbo come copula, es
sere: + persona Dio era con Gen 3142; era
dalla parte di, a favore di Sai 124!.2. Stare
al posto di = rappresentare Es 1819.
6. Diventare, rendersi, trasformarsi in,
convertirsi, produrre, cadere in; servire da;
adoperare, a) : il verbo con significa
to di divenire; introduce uno stato o
una situazione, una qualit o funzione.
Stato: diventare dritti = raddrizzarsi Is
404; diventi un fallimento, ri
suiti un fallimento = non riesca Sai 1097;
si metta a lutto Gb 303!. Fun
zione: il Signore sar corona Is 285; si

203

T T

trasformata in Sai 11822; siano


a capo, trionfino Lam 15;
la loro memoria serva da benedizione
(= la loro memoria sia benedetta) Sir 4 .
Quantit o numero: sar mille = si
moltiplicher per, crescer fino a Is 6022;
formarono una famiglia ICr
23. Qualit: saranno una
sola, carne Gen 224; essere oggetto
di scherno 38^; cominci a essere
una nazione Es 934; divenuto
scoria Is 122; si trasformer in
spini, produrr 723; di
venta pece ardente 349 - Ni. tra
sformarsi in; prosciugarsi Ger
4834; essere macchiata Lam 18;
diventer un oracolo faiso 2Cr 182); diventer per te Sir
6 29; mi risult glorioso 51i7B,
b) Soggetto + + + persona + funzio
ne: servire da, fare da, essere usato/im
piegato per/come; (per trasformazione)
servirsi di, usare come:
vi servir da cibo Gen 129; ?servira da provvista 4136; *vi
servir da contrassegno Es 12i3; servir da cibo Lv 257; sar
nausea = vi dar la nausea Nm 1120;
* non essere per me spa
vento, causa di timore = non farmi tre
mare Ger 1717; fossi per
loro di cattiva fama, per essere scredi
tato, per denigrarmi Ne J3;
gli far da padre ICr 17l3. Equivalenza:
possessivo: ti servir da bocca =
sar la tua bocca Es 416; sa
rai i nostri occhi, ci farai da guida Nm
10 ; - mi serve da, la mia
fortezza Sai 9422; servo
loro da argomento (di conversazione) Gb
309; 1 fu suo capo ICr l l 2l.
li

T I

11

TT 1

la. a) Semplice: N proverranno da,


nasceranno da Gen 1716; 35u; Ger 302J =
uscire da; N proviene
da N = N concede Sai 11823;
proviene da Dio: per trasformazione,
Dio ha provocato 2Cr 227. + ma
teria: venire da Qo 320 * tornare
a; + luogo: dai suoi lati si diparto
no Es 253136; : dalle vostre mani
proviene = portate MI 19. b) Composto:
N ... dalla mia mano vi verr, la
mia mano vi tratter Is 50 ;Esd 98 +
e infinito costrutto; ... passare
da... a ICr 202.
Spazio: la rete giunge
r fino a Es 27S; idem , la frontiera
Gs 1910; giunga al confine
della terra Is 496, Tempo: restare fino a
IRe 1140
Differenziato a seconda dei sei
valori di gi esposti. Con del
gruppo 3: cadere su, ricadere; succedere, ac

cadere, sopraggiungere; scagliarsi su, assalire,


attaccare. Con dei gruppo 5: stare; po
polare; restare; proteggere; osteggiare.
A d 3. venne il diluvio

V T

Prevale il significato di comin


ciare a esistere o la funzione di copu

sulla.terra Gen 76;


tutti gli animali della terra avran
no timore di voi (per trasformazione)
92; il terrore di Dio
cadeva su 35s; cadr sugli
uomini Es 99; N assalire N Nm
313; la mano di Yhwh si
pone su Ez 13; il panico
sacro cadde su 2Cr 1413; N
viene a N un'ispirazione (N ha
un'ispirazione)^!; con idem 20 !4;
cadde su di lui l'indignazione
~ si attir l'indignazione 3225;
giunge per lui la fine Sir 1125.
A d $. N : vestito, ornamento
N stare sopra = N porta, veste, si

204

mette, si stringe Es 2838^ Lv 16A lC r


187; parole rimangono in
mente D t 6 6; ^ la
donna non metter vestiti da uomo Dt
223= ^vestire; N essere
intorno contro N = accerchiare, assedia
re Ger 4,7; 512; N proteggere Sai 80,8;
N idem la mano del no
stro Dio Esd 83, = Hi. liberare.
+ luogo/N : N essere a capo
della casa di, essere maggiordomo di
N Gen 4 l 40; cf. lC r 92t;
popolare la terra Es 106; vi
sar su ogni monte Is 3025; essere presso
Ger 462 D n 104.
Prevale la funzione 5. stare:
stare con, accompagnare, assistere, aiu
tare. Una persona un'altra persona Gen
26, Es 3428 2Cr 19 ;lo spirito
era con, possedeva Nm 1424; N T
aiutare lC r 410.
Essere (affidati) alle cure di
= protetto da Lv 2227;
2< la
tua vita sar in cambio della sua = pa
gherai con la vita IRe 203942.

gettivo: sar benedetto Gen


2733; andr spettinato Lv 134s;
cadano abbattuti Ger 1823;
era prigioniero 39(5; ri
masi sconcertato Sai 308 (Ni. equivale
al passivo); sono battuto (col
pito) 73,4; saranno frondosi
921s; sia benedetto 1132 Sir 5130;
rimase lebbroso 2Cr 2621.
Nota. Alcuni degli esempi menzionati

si possono analizzare considerando


come copula; p. es, Gen 42 era pastore;
Sai 9 2 15. Lo stesso avviene con il partici
pio che funziona come predicato di uffi
ci, qualit: divenne un esperto arciere
Gen 2120b; divenne sempre pi potente
2Cr 1712.
4.
Con negazione / + participio:
non c': non vi fu chi battesse
le ali Is 1014; < ^ non ci
sar chi sorteggi i lotti Mi 2S; $' non
vi sono abitanti = nessuno la abita Sai
6926; non vi fu chi liberasse Dn 87.
Come ausiliare: non erano
murate Ez 416.
1

IV.
Con funzione di ausiliare: con
V. Con funzione espletiva: ,
infinito, + infinito costrutto, participio
per il passato, per il futuro. Le co
attivo o passivo.
struzioni pi frequenti sono: / +
1. Con due infiniti: dipreposizione / / / con sostantivo
mjnuirono progressivamente ( espri
o infinito + wayyiqtol/weqatalt.
me il processo) Gen 8S. Con + infi
introduce cio una frase subordinata
nito costrutto: sia sterminata
prima della principale. Meno frequente:
Sai 10913; sia il mio conforto
/ con / + verbo finito + frase
principale. Esempi:
119 .
2. Con participio attivo: = stare +
+ sostantivo:
gerundio: coltivava (stava colti
dopo questi fatti Gen 22,; con
vando) Gen 42; ^pascolava 372;
in 2230; alla morte di, morto
stanno calpestando Sai 1223;
Abramo 25 ;con Ger 12is.
stavano arando Gb 114; 1^
+ infinito: mentre stavano Gen
stettero a raccogliere 2Cr 2025.
4e; emigrando 112; cf. 3 5 iZ22 Es 3322.
3. Con participio passivo o agget
+ sostantivo: in quel tem
tivo: = essere + participio passivo/ag
po Gen 2122; suirimbrunire 2923;
t

205

T t

quella notte Gdc 6 25;


all'alba 933.
.
+ infinito: quando
arriv, arrivando Gen 12M ISam 45;
una volta fuori Gen 1917;
1 quando avrete conquista
to Gs 8a; quando (lo) scopr
8W, cf. Gdc I I 35;
quando ud
Gdc 7,5.
| + termine temporale:
da quando Gen 39s; il giorno
dopo Gdc 9a2; scaduto il termine
da quando ISam 72.
+ tempo finito: quando
cominci Gen 6,; ( trascorso parecchio tempo 26g; quan
do invecchi 27!; quando gridava
no Gdc 67. Con : ;quando ti
avr fatto entrare Dt 1129; se
ti dice 1516.
+ tempo finito:
se dimentichi Dt 819;
se t risponde Pace 20 ( ; ; se
viene qualcuno Gdc 420
2< + tempo finito: ;
siccome temeva Gdc 6 27; 0
quando divenne vecchio ISam 8!. Con
: 1 come far io
Gdc 717.
Quando la funzione espletiva, non
occorre tradurre il verbo ;a volte si
pu tradurre con la copula e, o indican
do una conseguenza: allora.

* T

i IT

Nota sulle equivalenze formali. Abbia

mo visto molti casi in cui la traduzio


ne italiana del verbo si allontana
dalTequivalenza formale essere/diveni
re. A mo' di riassunto, si raggruppano
alcuni esempi in tre punti: /, Traduzione
sintetica della forma analitica ebraica. 2 ,
Specificazione del verbo indotta dal soggetto
o dal predicado. 3. Per trasformazione di
funzioni sintattiche, Si possono anche

combinare diverse operazioni. Ripetere


mo esempi gi proposti.
A d 1 . Sintesi: U> chiamarsi Gen
175; uscire D t 25s; im
putridire Is 524; raddrizzarsi

404; . annientarsi 4222;


interporsi (separare) 592; tib
in-calcol-abile, im-ponder-abile Ger 5220;
1* - piacere (essere gradito) Sai 19IS;
dispiacere (essere sgradito) a
lCr 23; 3 2( ) governava 18!;
indignarsi 2Cr 29.
A d Z. Specificazione: po
polare la terra Es 106; udirsi
un clamore 116; si allaccer 28a7;
toccare in sorte Gs 15!; 17!
= , ;consistere in Is 3015;
furono collocati sulle torri
2Cr 26ls.
A d 3. Trasformazione. ..,
il timore di voi saia su tutti gli animali
della terra, infonderete timore a, vi teme
ranno tutti Gen 92; c'era
una sola lingua = parlavano la stessa lin
gua (per trasformazione e specificazio
ne) 11!; fu la benedizione
di Yhwh = Yhwh benedisse 395;

sar propriet (di N) = N si impadronir


di Nm 2418; $ nel quale ci
sia difetto = difettoso, mutilato D t 17!;
... non vi sar riposo per
= non riposer 28^; servir
da calpestamento = sar calpestato, lo
calpesteranno Is 5S; non
vi sar sepoltura per lui = non riceve
r sepoltura Qo 63; era nella
mia mente = avere pensato IGr 227, con
avere desiderio 2Cr 24<;
avvenne il panico a = furono preda del
panico 1413
T V

Ni. 1, Prevale il significato 3. di Q.:


avvenire; verificarsi, accadere, succedere; rea

206


T T

lizzarsi, compiersi. Compaiono anche i si


gnificati 2. esserci e 6. divenire (si segue la

si distingue dal IRe 65 Ez 41.

numerazione del Q.).


2.
non c'era Zc 8,0.
3. Accadere. non vi fu
uguale, non avvenne una cosa simile
Es l l t Gl 22; con idem Gdc 1930 =
Ni. essere visto; Dn 12,. Accadere
= Ez 21 398.
non avviene come si dice = quelle voci
mancano di fondamento Ne 6S.
un crimine, esser commesso Gdc 20312;
un desiderio, realizzarsi Pr
13,9; N si esegue per ordine di
N IRe 127; avviene per volont di N
1224 2 Cr 11,.
4. Essere. In Dn 837 dubbio:
mi ammalai (endiadi).
5. Divenire D t 279.

Es 2, - .

- J

Stella. La stella dell'alba Is 14,j +


1# figlio dell'aurora.
*k

**

Misura di capacita per liquidi equiva


lente a circa sette litri: Es 2940 Nm 15,
(4- 5x) 28s (+ 4x) Ez 4It 465 (+ 3x). Il
recipiente per misurare Lv 19M:
misura corretta.

Probabilmente in Mi 2A si
elimina .
Nota.

2 Re 6!8 -* .
Ger 6. -

[ a. o Hi. ipf. 2 pi. ] Oltraggiare,


offendere, dire spropositi Gb 193. Si consulti
no i commentari.
Favoritismo, parzialit Is 39. > .

[ C, suff. ];In Gb 62 dubbio;


-> .
T -

* Cornei Dn 1017 lC r 1313. Allomorfo


di .
[ Cstr. , c. suff. , 1 ;pi.
una volta Os 8M; cstr. , c. suff.
]Palazzo, dimora; tempio, santuario.
a) Palazzo IRe 21,; Os 8 = dimo
re; Na 27; Sai 144,2ambiguo o indifferen
ziato. palazzi lussuosi, dimore
piacevoli Is 1322; $ saloni d'avorio Sai
459; palazzo regale 45 6 Pr 3028 Sir
5 0 1 ;come cortigiani di palazzo
2018 (= Is 397). b) Tempio, santuario, basi
lica Sir 50, = . Frequente 11
tempio del Signore ISam 19 Ger 24! Ag
2)5 Zc 6,4_15; 2< tempio santo, san
tuario Gio 2S Mi 12 Ab 220 Sai 58 138a
Sir 49,2. Una parte del tempio: la navata;

[ Ni. ptc. f. ]Essere lontano, esi


liato Mi 4 ?. Denominativo di .
Preposizione e avverbio di
spazio e tempo. Pi in l, pi lontano;
dopo, d'ora innanzi, a partire da. a) D i spa zio: 2< va pi in l = togliti di qui
Gen 199; = spargere Nm , 173.
In relazione con un punto nello spa*
zio specificato da , nell'espressione
...: all'altro lato di
N m 3219; $ avanti (andare) ISam
103; al di l (pi lontano) di te,
oltre ISam 2022. Retto da , nell'espres
2Re
sione : all'altro Iato di Gen
3521; fuori di Ger 2219; oltre Am 527. b)
D i tempo. Sempre come secondo
membro di un'espressione temporale,
dove il primo si compone di e :
... a partire da, dopo il gior
T

T T

** *

"

207

no... Lv 2227; dal giorno... e


in futuro Nm 1523; a partire
da quel giorno ISam 189, cf. Ez 3922.
dopo il giorno... Ez 4327.
! Gb 293

.1

In onore di Lv 1924. Festa, festeg


giamenti Gdc 927.
. ! - ! -
] , ]Questo, codesto, quello,
questa, codesta, quella. A volte con una
certa sfumatura dispregiativa, come in
italiano quello l o quel tipo. : quella
pietra Gdc 620; dall'altra parte, da quel
lato ISam 14!; quel Filisteo ISam 172t;
quel mausoleo 2Re 23!7; quella Sunammita 2Re 425; quel ragazzo Zc 2a; a co
stui Dn 816. : quello Gen 2465; quel
Mister Sogni Gen 3719. : questa
Ez 3635.
[ PI. c. suff. ]Passo, piede Gb 296.
[ C. suff. Na 26 q ( k),
pi. 0 (! ]Corsa Na 26; percorso, corteo Sai
6825; carovana Gb 619= vie; cammino
Ab 3$; condotta Pr 3127, o vicende.
[ Q. pft. , , f. 2 ,,
2 ,, 1 f. , ,
1
Ger
1 11
1
31,, k, , , pi .
,, Gs
1024, 2 , 1 , ; ipf. 1 3 ,?
f. Sai 73, Es 923, 1 ^Gb 16n 238,
pi. 3 Gb 41 ;ipf. 2 pi frequente:
:, , (!, 2 ) , f. ecc., ,
wayy. , , () , , coor.
;imptv. 1 Pr 1330 k, Ger 5150;
imptv. 2 , , ) in Nm 23,3 Gdc
19,3 2Cr 25,7), , f. , pi. , f. , ,;
inf. ass. , inf. cstr. e )) , c.
t

ir

t /

! *

J IT T *

I T '

I T T 7

I T

* -

suff. ecc.; ptc. !, f. e , pi.


0 ( , cstr. , f. 0 (!0 ( . Ni. pft. 1
. Pi. pft. 1 ,, pi . ;ipf.
, 1 , pi . , , 1 ; imptv.
;ptc. , pi. . Hi. pft. , c.
suff. ,, , 1 , c. suff.
;ipf. , c. suff. 1 ,,
, , c. suff. , pi . \c. suff.
, iuss. , wayy. () , ;
imptv. ( f. irreg. Es 29); inf. cstr.
, c. suff. ;ptc. , c. suff,,
ecc., pi. , f. . Hitp. pft.
,, , 2 ,. 1
, pi . , 1 ; ipf. ,
?, 1 , , pi . , ,
f. ; imptv. , pi. ;inf.
cstr. , c. suff. ;ptc. ,
f. , pi. ]Andare, cammina
re. Trasferirsi da un luogo a un altro, detto di
un essere mobile 0 animato. Pu significare

la totalit o lo sviluppo del processo. Si


dice metaforicamente di esseri inanima
ti. Usato con preposizioni pu formare
verbi con nuovi significati. Si pu usare
come ausiliare e come espletivo,
1.
Senso proprio. Il soggetto pri
mario un essere animato, persona o
meno, che si muove da s (nella conce
zione ebraica gli astri, p. es., sono esse
ri animati). Le personificazioni si com
portano letterariamente come i soggetti
animati, a) D i esseri mobili: andare, partire,
camminare, avanzare, dirigersi. Gen 124J9;
22^
tornare; 2455 ^ restare;
Es 319 correlativo inviare (v. 20);
Nm 23a ^ Hitp. restare; Is 23 =
confluire (v, 2); 359 = andare (v, 10);
4031 = correre; Ger 51s0 fer
marsi; + luogo dirigersi verso Gen
1822. Avanzare Ez 121 ^ ; accorrere Os
7 . In base al contesto: uscire Gen 30!4;
venire 50!8; emigrare Gdc 126; visitare ISam
76. Contesto militare: marciare su, diriger-

si contro IGr 114 2Cr 25 . il fuoco -duare: -^percorrere strade

cammina Sai 973; la nube passa


Gb 79; la luna cammina 3126. Con
accusativo interno o sinonimi,
significa seguire la propria strada Nm
2017 .= attraversare; 2122 5* de
viare. b) Personificazioni: invia
re i fulmini Gb 3835 (per trasformazio
ne); diffondersi la peste Sai 91s;
estendersi la fama Est 94;
idem 2Cr 26e. c) Specificazione in base al
soggetto: la corrispondenza, le
lettere sono inviate Ne 6,?; ^la
flotta salpa 2Cr 921; il fulmine
zigzaga Es 923; la rugiada evapo
ra Os 6 a; i germogli spuntano
147; il fiume scorre Gen 2,4;
l'ombra avanza (sulla meridiana) 2Re
209 5 ritardare/spostare all'indietro;
(le piante) crescono Ger 122 correlativo
Poal mettere radici.

non appianate Ger 1815;


andare per la cattiva strada Is 652;
comportarsi con sincerit (camminare in
senso contrario, diritto) Is 572 7* ri
posare; ! TlU>ipJL> che usa parole tor
tuose (che cammina tortuosit di bocca)
Pr 613; comportarsi in modo osti
nato Lv 22123_24.27; mettere in giro
pettegolezzi, propagare calunnie Ger 6 e
93; 1 dalla condotta onesta, che si
comportano onestamente (camminanti
di integrit) Pr 27; giusto, one
sto Sai 152.
Fraseologia: le ginoc
chia infiacchiscono (vanno in acqua) Ez
717 venire meno; 21 n = Ni.
svenire; le colline si
sciolgono in latte Gl 41a stillare;
passare = morire Sai 3914 = non esi
stere; - partire per il pae
2.
Senso figurato: quando non c; se delle tenebre Gb 1021 ^ tornare;
movimento. Pu trattarsi di un soggetto
intraprendere il viaggio
che non compie il movimento presunto
senza ritorno 1622.
o immaginato; oppure di un compor
Costruito con preposizioni; con fun
tamento inteso come processo o come
zione preposizionale o avverbiale; cio,
condizione. Nel secondo caso, pu
legata piuttosto al verbo o al sostantivo
equivalere alla copula ;in concreto,
seguente:
di un comportamento etico. Riguardo a
/ seguire, andare dietro a,
molti casi gi esposti, i confini sono in
cercare, imitare, venerare, a) Significato mate
certi e danno origine ad analisi diverse,
riale: seguire Gen 246! Nm 1625 Gdc 949
a) In generale: la lingua percorre
Ger 22; chiudere il corteo Ne 1232; in
la terra Sai 739 (cf. apparato della BHS);
1 una generazione va, passa Qo 14 9* seguire Ger 482; guidare il gregge (an
dandogli dietro) Gen 3220. b) Significato
venire; desideri vagabondi
etico; mettersi agli ordini di Gdc 94; Is
69; andarsene = morire, scomparire 2Cr
45,4 = passare a, essere di;
2120. Condizione: sono sterile
seguire un'ispirazione Ez 133;
Gen 152; essere scuri in volto
cercare un pretendente
MI 314; idem Sai 4210. b) Significato
Rut 310; seguire i capricci Sir
etico. In molti casi il verbo viene usato
52. c) Significato religioso: seguire Dio, ido
con una preposizione; li tratteremo nel
luogo corrispondente. Quasi sempre con
li, esseri o cose idolatrate Dt 43 14; 13,, =
un participio con la funzione di indivi attaccarsi, venerare, servire;
'

209

gli astri (divinizzati) Ger7-t9;-gli affariEz 333!; gli amanti, come idoli Os 27.,s;
= venerare Am 2A.
retrocedere Ger 156 = 0 re
spingere, rigettare.
camminare all'indietro, di spai
le Gen 923
+ luogo, + persona: a) + luogo:
andare, mettersi in cammino, dirigersi, giungere
a, camminare verso Gen 222^ ISam 9I0; tor

nare Nm 22!3; salire 2Sam 1824; avanzare


Ez 120 (c* apparato della BHS); visitare
Qo 72. b) + persona: accorrere da, ricorrere
a, dirigersi a, avvicinarsi a ; unirsi a; passare
a-, visitare-, marciare contro, Gen 2 6 l26 Nm
17 Ger 352 Am 27 Gb 42e; raggiungere
Gdc 149; andare a vivere con Rut 2 n; unir
si a Pr 1513; comparire Gb 3423; attaccare
Gdc 110. 2 Cr 185. c) Senso figurato: il con
fine va verso Gs 177.
andare con, accompagnare, trattare
con Gen 12135 Nm 1029 Gdc 13; Pr 1320
= unirsi.
+ luogo, + persona: a) + luogo:
passare per, percorrere, seguire, intra
prendere, andare, camminare. D t 67 ^
$ in casa; Gdc l l lfl 1 Sm 2822 2Re 435
Is 425; Ger 625 = uscire; Pr 7 l9 ^
in casa sua. Andare verso Nm 2223 ^
deviare;
passare da/per Is 432 =
attraversare; avanzare Gl 2 7 =
correre; realizzare una campa
gna ISam 1520. b) + persona: andare con,
accompagnare Es 109. c) Significato etico.
Molto usato con : se
guire la via D t 533 ^ allontanarsi (v.
32); cf. Os 14,0 5* <Ni. inciampare;
seguire una via pricoIosa Sir 3220; N imitare IRe 1526
1622Cr 11 !7 173. Con terminologia legale:
seguire la legislazione Lv 183

= ( v. 4); Se
guire i comandamenti Sai 8931 ab
bandonare, ri!203,
osservare i precetti
2Cr 174; 1 procedere secondo,
osservare la legge Es 16<; plurale Ger 3223
kere. comportarsi con retttudine Mi 26.
andare con, uscire con Es 34
2 Sa m 17.
andare fino a, entrare in Gs 813
dativum commodi, direzione verso
un luogo o una persona: a) + pr(>
nome personale del soggetto:
andiamocene 1 Sam 26 ;e se
ne andarono 26!2; va' Ct 210; se il
suffisso riguarda un'altra persona, anda
re da parte di Is 68. b) + luogo: tornar
sene Gdc 77; andarsene 955 20a; recarsi
accorrere Ger 16s Ez 7H; giungere lC r
439; dirigersi a/verso 4<2;
percorrere l'ampiezza della terra Ab 1
c) + oggetto: tornare a Es 54; andare per,
accorrere verso Is 55!, d) + persona: recar
si da, avvicinarsi a Nm 24.
In senso fisico: andare avanti
precedere Gen 322!; camminare davanti Es
132! 2323 Dt 133; aprire la strada Is 58^
andare dietro. In senso etico: comportarsi secondo, in sintonia con IRe 825 9 4.
g

andare accanto a Gen 33


+ luogo, + persona, + stato:
a) + luogo: uscire Gen 12!; andarsene 2 6 emigrare Rut 1,; sfuggire da Os 96; seguire Ani
62 = passare; ... andare da..,
in/a Ger 506 Sai 84s. b) + persona: allon
tanarsi, spostarsi, separarsi, ritirarsi da
ISam 2326 2Cr 2425; Gb 16 = cessa
re 2Cr 2425. c) + stato, situazione: evitare
Ne 59.
andarsene, allontanarsi, congedar
si da Gen 263, 2Re 8,4 Ger 3t.

210

allontanarsi, lasciare la compa


gnia di Gen 2116; Pr 147 ^ avere a
che fare con.
separarsi, allontanarsi da Gen
26!e ISam 109.
separarsi da ISam 102.
scomparire (dalla presenza
di) Gdc 621.
allontanarsi da Os 112; Sai
1397 = scappare.
arrivare fino a , entrare 2Re 1025.
Forma locuzioni particolari:
camminare a quattro zam
pe (un quadrupede) Lv 1120;

riunirsi con Ger 318; *1 3


straripare, superare le sponde Is 87 =
;camminare sul ventre
(un rettile) Gen 3!4 Lv 1142; ( (
compiere un viaggio Gen 2442; essere per.
strada Gdc 510; salire sul monte
Ger 3t; passeggiare sulla sponda
di Es 25; plantigrado Lv 1127.
1 /

i t

participio: 1*1 diventa chiaro Pr 418;


- si rafforzava (progressivamente)
2Sam 3!; si faceva sempre pi
tempestoso (furioso) Gio 11 3; si
avvicinava sempre pi ISam 1741;
andava aumentando 2Sam 15l2. b) Indica
intenzione, inizio, imminenza: stare per, essere
sul punto di. Con + infinito costrutto:
con !7intenzione di emigrare Ger
41 !7; andare a spigolare Rut 2e;
andare a rendere culto D t 2917;
andarono a pascolare Gen 3712.
Con participio: vado a stabilirmi
Gdc 179; si preparano a scendere.
Is 302; vai a sposarti Gdc
14a; sto morendo, sono in punto
di morte Gen 2532; esploratori
Gdc 1814.

5. Espletivo. Simile a usi italiani,


come su, va', andiamo, coraggio! suvvia! forza!
Quasi sempre all1imperativo: su,
radunatevi Ger 129; su, vatte
ne ISam 225; andate a portare
Gen 4219; forza, vattene Am
andare con, accompagnare, as
72', andate a gridare Gdc 10!4;
sistere Gen 181<s Dt 20 4 Gdc 11 Rut 1
forza, andiamo a ISam 11M; su,
comportarsi Mi 27; rapportarsi con 68;
camminiamo Is 25; va' e por
unirsi a Gb 348.
tam i Gen 2713; va, prendi Os
4.
Come ausiliare, con usi simili a
12; su, regna tu Gdc 9!0;
quelli italiani, a) Indica l'aspetto di processo
suvvia, esaminate Gs 2!; infinito + tem
di altri verbi; si traduce con andare +
po finito va, comprati Ger 13!;
gerundio o con morfemi in-...-rsi o con
va;, grida 22. In forma finita,
avverbi. + infinito assoluto:
a volte come in italiano: va' e, and e
andavano piangendo Ger 504; ]si
Gen 22!3 32! Nm 1326 Dt 20s. Nel campo
arricch sempre pi Gen 2613;
dell'azione, la funzione espletiva delTimcamminavano muggendo ISam !2;
perativo equivalente a forme come
]continuavano a dialogare 2Re
"guarda", senti (con ,, ,
2 ] ;andava diminuendo Gen
2 )>nel campo dei sensi; si pu consi
85; *andavano battendo i tacchi
derare funzione fatica o di contatto.
Is 3lt; si trasfer a tappe Gen 129;
6.
con funzione avverbiale. Equi
si andava ritirando 83;
vale a in direzione di: in direziole trombe accompagnavano la marcia
ne della terra di Gen 113J; idem
andavano suonando Gs 6913. +
T

211

Gs 229; (a Tarsis 2Cr 2036. Con


i verbi: uscire in direzione di Ger
37!2; # cammina dritto (= raddriz
za camminando) Pr 152i; uscire
in gran fretta = affrettarsi ad andare
2Sam 15,4 (si confronti con
di Nm 17 ;( deviare 2Sam 2W.
Ni. girare camminando Ez 19.17;
dalla bella andatura Pr 3029.
v

Ni. Scomparire
Sai 10923-

(progressivamente)

Pi. Camminare, passeggiare, andare IRe


2127 Sai 387 Gb 2410. Le saette sfrecciano
Ab 3 ;le navi solcano Sai 1042t. va
gabondo Pr 6 n. Con preposizioni: a) Con
: camminare, passeggiare per/in Sai 5515
Lam 5W; camminare al buio
Is 599; : pretendere cose grandi
Sai 131,; va' dove ti porta il
cuore = segui il cammino del cuore Qo
119; per la via della superbia
Sir 106. Seguire, attenersi a, comportarsi
secondo Ez 189 Sai 81M86 Pr 820 Sir 12 .
b) Con aprire la strada, camminare
davanti a Sai 85 . c) Con camminare
sopra Pr 6 2B; avanzare su Sai 1043, d) Con
andare con Sir 1313.
Hi. a) Portar(si) (via). Persone: Es 29
2Re 6!,a 1727; 241s = Hi. deportare;
25z0 Ger 32s. Qualit: il diso
nore 2Sam 18]3 = andare con. Notizia:
riferire Qo 102o> b) Condurre, gui
dare, fare camminare. Quasi sempre con de
terminazione spaziale:

l
ir ! nel de
serto D t 294; in tutto il paese
di Gs 243; su una strada Is 42 16 =
Hi. guidare; nella steppa
4821; verso Ez 4024; idem
43t; fra le onde Sai 1069; sen
za preposizione Gb 121719. Significato etico:
fare camminare, indirizzare Pr 1629. Con
testuale: espellere Dt 2836; fare andare,

mandare Sai 1255. Di elementi liquidi:


;fare in modo che si ritiri Es 1421;
1 fare fluire Ez 32 M.
Hitp, Passeggiare; percorrere, aggirarsi,
vagare, fare la ronda, vagabondare; agitarsi,
girare intorno, trafficare; ripensare; comportarsi.
a) Significato fisico. ISam 3031 2Sam 1 (>Ez
113 Sai 397 Gb 17 22M; Pr 622 * ^sta

re sdraiato. Specifico: un leone,


aggirarsi Ez 196; ;l'acqua, scorrere
Sai 58g = ;le tue saette =
fulmini zigzagano 7710; il vino, sci
volare gi Pr 2331. ^
vagarono alla ventura ISam 2313. Con
preposizioni: andare con, com
portarsi secondo, avere a che fare Gen
522 ISam 2515; passeggiare in Gen
38; percorrere Zc 110; uscire per
strada Es 2119; N accompagnare,
scortare ISam 2527; andarsene Gdc
2124; vagare da... a Sai 10513.
b) Significato etico. Comportarsi Sai 263
6822 82s 1012 <^ agire sotto gli occhi
di ISam 122; comportarsi secondo Gen
17! 2Re 203 (= Is 383) Sai 56 ;piacere,
essere gradito a Gen 2440 4815; essere alla
presenza di, servire ISam 230.35; ^
avanzare Sir 913 = camminare.
V

.,

* Fluire (sostantivo) ISam 1426. Visita


tore, visita 2Sam 12*.
1[ Pi. ipf. Sir 3622B(va letto Sir
3622Bm). Hi, ip f. ;, f . , pi . ;; inf. cstr.
c. suf f . ]

Pi. Illuminare (metaforico) Sir 3622Bm.


Hi. Intransitivo. Brillare, risplendere
Gb 29 3126. Transitivo luccicare Is 1310 =
Hi., * $ ; Gb 4110.
V

3[ Pi. pft.1 , c. suff. , pi. ,


c. suff. , 2 , 1 ;ipf. ,
, c, suff. ecc., f. ;imptv. pi.
ecc.; inf. , c. suff. 3 m. sg. Sir
47,0(?); ptc. pi. . Pu. pft. 3 f. , pi.
;ipf. ;ptc. . Hitp. ipf. :,
f . , 2 , f. , pi . ;inf.
;imptv. pi. ;ptc. , pi.
. Hitpalal ipf. Pr 3130]
Pi. Lodare, valutare, ammirare, elogiare, in
nalzare, esaltare, encomiare, decantare, adulare.

Sinonimi e associati: (Pi. congratu


larsi, Pi. magnificare, Hi. ringra
ziare, Pi. glorificare, Polel esalta
re, e >&Pi. acclamare, TU> cantare,
a) Contesto profano. Gen 12i5 2Sam 1425
Pr 272 284 Ct 9 Sir 112 ^ Pi. di
sprezzare, b) Contesto cultuale (frequente
nel Salterio, p. es. 148 e 150). Costruito
senza preposizione; talvolta con Sir
47,(?); in l-2Cr con . Is 38ia = Hi.;
Ger 317 = $ Hi. proclamare; lCr 253
2Cr 8W+ )Pi. officiare.
formue la di acclamazione frequente nel Salterio.
N essere orgoglioso di N Sai 449;
gloriarsi di 103 ^ Pi. disprezzare.
Pu. Essere ammirevole, lodevole, encomia
bile, degno di un elogio, famoso, a) Campo
profano: citt famosa Ez 26,7; le spose non
ricevevano gentilezze, complimenti, non
venivano elogiate Sai 78^; Pr 128 *
disprezzare, b) Contesto sacro. 2Sam 224
(= Sai 184) Sai 482 964 1133 1453.
Hitp. Gloriarsi, inorgoglirsi, vantarsi, de
cantare, presumere. L'oggetto della gloria/or
goglio viene solitamente costruito con .
Cantare vittoria IRe 20 ; gloriarsi, van
tarsi, inorgoglirsi Is 4116 - gioire; 4525
+ trionfare; Ger 92223 494 Sai 343 497
523; 6312 + 1 rallegrarsi; 64!,; 977 =
adorare; 1053; Pr 20w ^ defi
nire "cattivo"; 27!. Presumere 2514.

212

(Dio) orgoglioso (delia sua eredita) Sai


1065; presumere dinanzi Sir 87,
Hitpalal. Meritare !a lode Pr 313Q.
1i

-,

<

., ,

3[ Q. ipf. 2 pi. 1 ;ptc. . Poel


ipf. . Poal ptc. . Hitpolel pft.
pi. ;) ) ipf. , pi.
]))
Q. Vantarsi. Participio presuntuoso, arragante Sai 56; 733 75s ^ 2( cattivo, per
verso.
Poel. Turbare, sconvolgere, fare impazzi
re, scombinare Is 4425 = &Pi. mostrare
l'ignoranza; Gb 12,7 = Pi. sconvolge
re (v. 19), togliere il senno (v.
20); Qo 7 = Pi. idem.
Poal. Essere folle, demente, delirare Qo 22;
infuriarsi contro (o fare uscire dai gangheri)
Sai 1Q29.
Hitpolel. Impazzire, turbarsi, sconvol
gersi, farneticare, delirare, perdere la ragione

Ger 25,t = Hitpolel vacillare;


le nazioni 517; i carri militari,
lanciarsi all'impazzata 4 6 9; Na 2S =
corrono a precipizio (v. 4). Fin
gersi pazzo ISam 21M = ) Pi.
fare il finto tonto.
Nota. In Ger 503B pu derivare da

2 gloriarsi.

[ Q Pft3 f- , pi . , c. suff.
;ipf. 3 c. suff. pi. ;
ptc. , pass. pi. cstr. ]Martellare;
sfondare, pestare, distruggere, schiacciare, triturare; colpire, bastonare, scuotere, stroncare:

- gli zoccoli Gdc 522;


l'incudine Is 417; frantuma
re, sbriciolare i rilievi Sai 746 + $ a
colpi d'ascia;\2> sfondare il cranio
Gdc 526 , triturare; 1

213

devastare i tralci Is 16e. sazi di


vino 28! = ^!ubriachi. Senso figu
rato Sai 1415 = Hi. rimproverare.
V

-7

, .

re, risuonare delle onde 5115 correlativo


agitare; Ger 522 = \2> Hitp. riboilire; ;fremere, le acque Sai 464 =
ribollire.

-j

Qw/, la. Con e 12): avvicinarsi,


accostarsi, approssimarsi. Non sempre
necessario tradurlo: Es 35 ISam 143638 Rut
2 14. C on verbi: Hi. portare qui Gdc
18a; presentate qui 207;
lontano (?) ISam 14lt; >mettersi
dalla sua parte Sai 7310. * mi hai
fatto venire fin qui (senso figurato)
2Sam 71e. In Gen 1!3 dubbio; si con
sultino i com m entari.

I Martello Gdc 5 2 6 / Essi, loro, plurale di > .


Hanno i medesimi significati e usi:
come pronome personale, dimostrati
vo o copula.

3. Dell'uomo, a) Una grande folla,


agitarsi IRe 141; citt turbolen
ta, chiassosa Is 222 = rumorosa,
allegra; tumultuare Sai 467
= agitarsi; i tuoi nemici 83,
<- alzare la testa, b) Un individuo.
Agitarsi, affannarsi Sai 397; gemere 5518
= lamentarsi; 774 = Hitp.
venir meno. Participio tumultuosa Pr 7
+ sfrontata; 913. c) L'interno dell'uo
mo: turbarsi Ger 419 = tre
mare (corretto); vibrare come
un flauto 4836; estasiarsi Sir
43[eB; commuoversi, sussultare,
le viscere Ger 3120 Ct 54 Sir 512l;
turbarsi Sai 42t,12 = 2<1 ti angosci.

4. Uso transitivo: alterare,


sconvolgere, il liquore Pr 20, (si potreb
be intendere come metonimia, appli
[ Q. pft. p i ;ipf. 2 ,; f. ,
cando al liquore i suoi effetti, e sarebbe
1
, pi . ;, ;, 1 , coor. ;;intransitivo).
inf. cstr. ;ptc. , f. , ;, pi.
Nota. In Ez 7 i6 va letto ;mori
, ]Significa un'agitazione che si
ranno; in Zc 9IS * il suo sangue.
manifesta con rumore, o un rumore pr
V
., ;
dotto da un'agitazione. Il significato pu
differenziarsi o specificarsi soprattutto a
-< 5- .*.
seconda del soggetto di cui viene predi
cato. Agitarsi, alterarsi, ammutinarsi; vibrare,
[ Cstr. , c. suff. ,,
risuonare, rintronare; bramire, muggire, ululare,
0 (, Ez 57, ;pi. , c.
grugnire, mugolare, gemere; turbarsi, commuo
suff. ]Il chiasso o il rumore cau
versi, trasalire.
sato da una moltitudine, e la moltitu
1. Di animali: mugolare gli
dine che lo produce. Moltitudine, calca,
orsi Is 59n; ululare, mugolare, i
folla, frotta, esercito, drappello, massa, orda,
cani Sai 59715.
truppa-, plebe, massa, turba, accozzaglia,
t

2. Di un elemento liquido: ;
risuonare, il mare Ger 623 5042; con 11
plurale rimbombare Is 1712 = )Ni.
bramire (onomatopea); mugghia

marmaglia, ciurma; chiasso, insurrezione, tu


multo, sedizione, animazione, vocio, confusio
ne, schiamazzo; fracasso, frastuono, rumore,
rimbombo, strepito, fragore; ricchezze, tesori,

214


opulenza, a) Moltitudine Gen 17 2Sam 19

Is 32M; grande moltitudine (ridon


dante) 2Cr 13s 2012; Sir 44I9; truppa Ez
312.183218J5; esercito Gdc 47 ISam 14]6 IRe
20,3; orda Ez 39,. Plebe 2Re 25 ;Is 5W^
nobili; 16s4 5* nobilt; folla Ez
2342; turba Gl 4W
; truppa Is 29587 Ez 3224,
b) Tumulto, insurrezione ISam 414,9 ;
Sai 658 = fracasso; rumore di pioggi IRe 184!; rimbombo Is 17!2 = .
voce assordante 333; fra
gore delle sue ruote Ger 473 = ,
strepito; fragore di flutti 5142;
trambusto di una festa Sai 425 =
grida d giubilo; trambu
sto di una citt Gb 397 = grida.
Suono (musicale) Sir 50,8. c) Opulenza,
ricchezze Sai 3716 * poco; Ez 2919 =
paga; 304!0. avido Qo 59 +
avaro; ricchezze del mare,
del commercio marittimo Is 605 =
tesori, d) Valore aggettivale molto, abbon
dante Sir 459 503,
Nota. Per di Ez 7!, si consul

tino i commentari.

[ Soltanto cstr. ] In suo


no di arpe Is 14.
In
Ger l i l6 Ez 124.

strepiti,

schiamazzi

[ Q. pft. 3 c. suff. q Ger 5134,


, 1 1 ;ipf. 3 c. suff. 2 ,
wayy. , q 2Sam 22,5; + inf, cstr.
]Stravolgere, spaventare, sconvolgere,
scomporre, scompigliare. Generalmente in
contesto bellico. Sinonimo: Hi. di
sperdere. Es 1424; 2327 = panico; Dt
2,s; Gs 10,o = Hi. sconfiggere; Gdc 4,s
correlativo fuggire; ISam 7,0 = Ni.
essere sconfitto; 2Sam 22,s (= Sai 18i5);
Sai 1446. Spingere Is 2828; seminare il panico
T

17

SI *

* N *

Sir 4821, Contesto politico, distruggere,


sgominare Est 924.
Nota. In Ger 5134 dubbio.

* T !Sarmenti, tralci Is 64!.

$ Potere Gb 252. Infinito Hi. di 3


con valore di sostantivo.
/ Particella deittica o dimostrativa.
Richiama l'attenzione su una data per
sona, oggetto, evento: guarda, bada, certo,
ecco (qui), tieni conto. Particella condiziona
le o concessiva in proposizione subordi
nata, a) Particella deittica, Is 42! 509 Sai
78a0. Frequente nel dialogo, per introdur
re un'obiezione o una risposta. In Gen
153Abramo obietta a Dio: guarda, non
mi hai dato; 27!! obiezione di Giacobbe;
2737 risposta di Isacco; 3034 di Labano.
Enuncia con enfasi qualcosa: Gen 4723
badate bene, ho comprato voi e le vostre
terre; Is 32, guardate: un re; sono
loro (quelle che) Km 31,6. b) Particella con
dizionale: ] ... Gb 1215; 12 ...M.
Valore concessivo: ?- anche se
volesse uccidermi Gb 1315. Soprattutto
quando la principale viene paragonata
con la condizionale e vince il confronto:
se... quanto pi; ... Es 6230; ...
Gb 4m9 . Dt 3127; ... Pr
113 !. Quando la principale uninterroga
tiva, soprattutto una domanda retorica:
Ger 3, Gb 9!2.
[ Ni. ptc. Sir 30tJ Godere di
Sir 30,9Bm.
)] Gen 192) c. suff. ,, ,
, f. , ) Ger 18 k), pi. ,, ^
, , ]Variante di /. Gli usi
sono simili; peculiare quello con suf
fissi personali. Si tratta di una particel-

215
la deittica o dimostrativa che richiama
l'attenzione con una certa enfasi su una
persona, un oggetto, un'azione. Serve
a presentare e a identificare; pu intro
durre una sorta di complemento o una
completiva di verbi di percezione. Pu
funzionare quasi come copula e come
condizionale. A parte tratteremo alcuni
usi specifici con suffissi, a) Presentazione:
guarda, fa' attenzione, ecco, eccoti, ecco qui,
di certo. Con qatal richiama l'attenzione
dell'interlocutore su un'azione Gen 129
276 379. Raro con yiqtol Gen 2739. Con
il participio dazione presente o immi
nente Gen 2742 Es 7 ,5 ISam 2S, 2Re 20,7.
Frequente la costruzione di con
pronome o suffisso e participio, del tipo
sto per mandare Es 2320;
io susciter 2Sam 12 ;con
enfatico: sono io colui che Nm 2232 Is
54,s (qere). Con sostantivo in frase no
minale: eccoti tua moglie Gen
1 2 19; la tua serva 16e;
proprio la mia famiglia... Gdc 6 15.
b) Identificazione, Il soggetto di cui si
parla o che si attende o che si cerca.
Tipo: # ecco l'uomo che
ISam 917; ecco la lancia (di
cui si parla) 2622; (^questo
il giorno di cui 245; $ que
sto il re che 12,3; N
ecco la
testa di N 2Sam 48. c) Funzione di copula
(forse con enfasi) quando collocato
tra un soggetto e un predicato. Tipo:
la terra spaziosa
Gen 3421; il suo sangue
(omicidio) indagato (= ce ne viene
chiesto conto) 4223. nella
tenda 189. d) Introduce una sorta di compietiva dopo verbi di percezione, nella forma
: guard .ed ecco che
si era prosciugata, not che si era prsciugata, guard e risult che Gen 8 13;


t 2
cf. 182 1928; con sognare (vedere
in sogno) 379b. Il verbo di percezione
pu essere implicito nel contesto;
dal punto di vista del soggetto: and
da lui ed ecco che era in pie
di = e lo trov in piedi Gen 2430; con il
verbo Pi. attendersi), sperare Is 57
5% . In italiano scritto !,effetto si pu
ottenere con il segno (:), con o senza
copula " ;del tipo:
1 guardo la terra: () un caos
Ger 423.24 e) Condizionate, con la princi
pale a fortiori: se, con tutto che, di modo
che, neppure. ...
se non !,ho detto neppure a mio
padre, verrei a dirlo a te? Gdc 14lt.
/ ... se... quanto pi
(quanto meno) se... ISam 23a 2Sam
16 IRe 8 27; ()... se... come...
2Sam 1218 2Re 104 Is 206. f) Alcuni usi
particolari con suffissi: eccomi
contro. Formula di sfida o di minaceia. Con suffissi pronominali: Ger 21 13
5031 Ez 138 21 8 Na 2M; ^ec
comi contro i pastori Ez 34J0.
con suffisso o N, idem Ger 2330.32 Ez
2(5g 293. Come risposta: eccomi, sono
qui Gen 22, Es S 4 ISam 3 4 2Sam 17 Is
526 589 65!; eccoci Gb 383s. g) .
Quasi sempre segue una richiesta o
proposta Gen 1 2 2 7 2 Gdc 199 ISam
16,5 IRe 20 3, 2 Re 6 ,.

Pronome personale femminile


plurale esse. Valore dimostrativo: que
ste, quelle. Funziona anche come copula,
-> e .
2 !| Qua, qui; l. Con , $ avvicinar

si, accostarsi, non necessario tradurlo:


avvicinati (qui); anche con , tradotto
con venire, pu in alcuni casi restare im
plicito. sono venuti (degli uomini)

216

Gs 22; avvicinatevi Is 573; 0 <^


torneranno qui Gen 151e; si
incamminano in quella direzione Ger 50s.
Qui Gen 2123. Preceduto da : fin qua/qui
Nm 14t9 2Sam 20162Re 87; fino ad ora/allora
Gen 1516 4428 Gdc 16,3 ISam l lt; fin qui
= fine di (un testo) Ger 4847 5164 Sir 5130.
Raddoppiato: ... da nessuna
parte Gs 820;
occupato di qua
e di l IRe 2040;
si divise nel
mezzo 2Re 2814; [di qua
e di l 4^; da entrambi
i Iati Dn 125.
o o !

Indulto, riposo Est 2,8.


Vaglio; scossa, in per va
gliare popoli Is 3028: dubbio; forse
+ infinito costrutto Hi. irregolare
di 1.
DPI [, pi. ]Silenzio! Zitto! Taci! Ssh!
Gdc 319 Am 610 83 Ab 220 Sof 17 Zc 2,7
Ne 8 n.
[ m. wayy. ]Mettere a tacere, impor
re il silenzio Nm 133. Denominativo di .
. -
In Qo 44 va letto ) )
carcere.
[ Soltanto pi. ]Riposo, sollievo
Lam 349.

pi. ;ipf. , 2 , pi. ;inf.


ass. ;ptc., F. . Ho. pft..
Hitp. ipf. ;ptc. , f, ]
Q. Voltare o cambiare un oggetto, un
movimento, uno stato. Spianare, radere
al suolo, distruggere, sconvolgere, scompigliare,
rovesciare, rotolare, travolgere, strappare; cambiare, mutare, (far) diventare, trasformare,
convertire, alterare, scambiare, ridurre a/in,
in..,are/ere/ire; volger(si), retrocedere, allonta
narsi, smontare.
1. Transitivo, a) Con complemento sem
plice. Radere al suolo, distruggere Gen

1921.25.29 = >Fi,; Dt 2922 2Sam 103 Ger


201(S; Gb 3425 - Hitp.; rotolare Gdc
713; Ag 222 = 1 >Hi.; Gb 95; Sir 1014
nu>\ Cambiare la direzione Es 10l9.
T ,cambiare direzione, volgere le
spalle IRe 2234 2Re 923; cambiare
mentalit ISam 10,; mutare pel
le Ger 1323; * cambiare il proprio
aspetto Lv 1355; volgere le spalle,
retrocedere Gs 7e. Con allontanare da
Sir 5119b; 2<$ sovvertire dalle radici
Gb 280. b) Con doppio complemento. Cam
biare in Sai 1148; Z X cambiare in,
mutare, convertire Dt 23fi Ger 3113Am
57.8 612 810 Sai 30!2 66 7844 1052g Ne 132
Sir 1131 3923
2. Intransitivo. Tornare indietro, retroce
dere Gdc 204t; crollare Pr 127; con predl
cato, trasformarsi in, diventare Lv 13^;
smontare 2Re 526.
Ni. Diventare, trasformarsi, mutare, tramu

tarsi, cambiare; torcersi, mancare il bersaglio;


essere raso al suolo; volgersi contro; sopraggiun[ Q. pft., C. suff. , f. , 2 ,
gere. a) Diventare. Di solito con 4 ter
1
, pi . , 2 ; ipf. !,>

c, suff. 2 m. sg. Sir l l 34i !, f.


, 1 , pi . ; imptv. ;inf. ass.
, inf. cstr. *c, suff. ; ;ptc.
, Sai 1148, pi. , pass. , Ni.
pft. , , f. , 2 , f. ,

mine di trasformazione: Es 715.17Lv 1316.!7


ISam 10tIs 34, 6310 Ger 306 Gb 3031 4130
Lam 515 Sir 628 372 3927. sfi
gurarsi Dn 10B; ^ ottenebrarsi
Gl 34. Senza preposizione Lv 1325 Gb

217

20w; metaforico: cambiare pare


re, decisione Es 145; sobbalzare il
cuore Lam 120. b) Una citt, essere rasa
al suolo Gio 34; un arco, andare storto,
mancare il bersaglio Sai 7857. Metafo
rico: perverso Pr 1720 =
tortuoso,
c) Con particelle: passare a Lam 52;
, volgersi contro Gs 820 Gb 1919;
sopraggiungere ISam 4J9; riversar
si su Is 605; torcermi dal do
lore Dn 1016; mi sobbalza il
cuore Os 118; / ... voltarsi da...
a Ez 40 Est 932.
Ho. volgersi contro Gb 3015.
Hitp. agitarsi la fiamma
Gen 324; rotolare una focaceia Gdc 713; ( )sconvolgersi le nubi
Gb 3712_. Trasformarsi 38M.
V
Si .
[ C. suff, ]A l contrario, a l rovescto Ez 1634. Forse follia, sproposito,
in Is 2916.
Catastrofe (dal greco KaTa-arp4>@)
Gen 1929.

tuosa, cordigliero.; dirupo; mucchio, cumulo.


In toponimi: Monte, Mon(t)-. Sinonimo:

. Antonimi: ,
valle,
impluvio, pianura fertile, burrone, awallamento; pascolo (Sir 4321B).
1. Generico. Gen 1030 Es 1923 Dt 87
Gdc 93e Is 134 Ger 99; Ez 3 ^
alvei di torrenti; Mi 6 ! = fonda
menta della terra (v. 2); Sai 104e. Plurale
maiestatico Sai 1333 (cf. 1103 con i com
mentari).
2. Parti della montagna:
( spalla) pendio, versante, china
Gs 1510; fondamenta, base
Dt 3222; pendo Es 343 Gs
833; cima, vetta Is 3724;
pendio, declivio, versante ISam 2326
2Sam 13^; radici Gio 2 7 Sir
1619; vetta, cima, cresta Es 1920
,, ,, ,
Gs 158, valico Gdc 925; unte) radice,
base Gb 289; picco, pizzo
Sai 954 ^ profondit della
terra; falda, base, contrafforte
Es 244; idem 191?, Espressio
ni: al riparo, sottovento, al
coperto ISam 2520; varco,
gola Zc 6

Zigzagante, tortuoso Pr 21a ^ ^


retto.
Liberazione Est 414 + sollievo.
T

Fanteria, truppa Ez 2324


[ !C. art. , cstr. , c. suff. , pi.
. cstr., c. suff. , , . Con
raddoppiata: Sai 308 ( in Ger 173.
dubbio), Gen 14t; pi. cstr. , c. suff.
;direz. , Gen 14J Monte,
montagna, colle, collina, dorso di montagna,
rupe, altura, regione montuosa, catena mon

V X J *

'

- t

t t

T T T f T V AWJ r

3. Qualificato con aggettivo o nome


retto: alto, elevato Is 3025 Ez 1722;
plurale rupi Sai 104,8; solitario, emi
nente, che sta in cima Zc 47; sco
scesi Sai 68 17. / altissimo, subiime Sai 367, di Dio Ez 281(S; elevato,
eccelso Ez 1723 + eminente (v. 22);
pelato, calvo Is 132 (Ger 1316?); $ }
santo, sacro Dn 920; $ Zc 83.
4. Costruzioni da notare. Le monta
gne sono immagine di elevazione:
salire Sai 1048; Ni. sbucare Gen 85;
perci risulta enfatico dire che si abbassa
no Is 404. Sono immagine di stabili
t: essere fermo, stabile Is 22;

218


saldi, sicuri Pr 825; perci paradossale o
sorprendente quando esercita la funzio
ne di soggetto di verbi come tremare
Sir 4316 ;Ni. crollare Ez 3820;
contorcersi Ab 310; tremare Es 1918;
sciogliersi Mi 14; tremare Is 525;
saltare Sai 1144ecc.; o quando com
plemento di , trebbiare, triturare
Is 4115.

compiere una strage, una carneficina, un mas


sacro, sterminare; sacrificare; distruggere. Sino

nimi: sacrificare, scannare,


assassinare, Hi. fare morire, pu
gnalare. Antonimi: guarire, Pi.
fare vivere.
1. a) Uomini: uccidere Gen 40 Nm 3117
Gdc 9M; Am 23 = ; Gb 52 = Hi.;
Sir 9,g = ; assassinare Gdc 95!8
ISam 222! IRe 25; Sai 946 = Pi.; fare
5. Funzione aggettivale. In italiano
una strage, sterminare is 1420 = Pi.
ci sono forme come: montagnosa, mon
distruggere; Ab l,7Est 796 ;eseguire una
tuosa (una regione); montanaro (persona);
sentenza di morte, giustiziare Lv 20 ,6 Dt
montano, montanino (uomini e animali).
13l0 2Sam 4,0; Ger 153 serie; Os 65 = .
Traducendo l'ebraico, tali aggettivi si
accoltellare, passare a fil di spa
possono usare raramente; eccone alcuni
da Es 2223 Nm 31a IRe 1910; Ez 2310
casi: regione montuosa Dt 11;
26e11 Am 410 9,. b) Animali: Lv 2015; Is 22 13
montanari, montani Gs 13t;

avvoltoio montano Is 186; = sacrificare; Zc 115. c) Vigneti: di


struggere Sai 7847.
citt di montagna, montana Dt 237. ISam
2. Participi, a) Attivo: assassi
2620 parla della caccia alla pernice sui
no, carnefice, sicario 2Re 9m Ez 21 i6;
monti.
.
289 = ;Os 9i3. b) Passivo: as
6 , Frequente nella formazione di to
sassinato, cadavere, vittima Is 104; 14!9
ponimi e come determinazione geografi
= 2621 ; ^Ger 181 Ez 379; Pr 726 =
ca: Libano, Ermon, Ebal, Garizim, Nebo
;st 9.
ecc.
Ni. Essere ucciso, assassinato Ez 266]5
Lam 220.

Nota . <

!Infinito con valore avverbiale: mol


to, assai, troppo. Hi. d).
[ Q. pft., C. suff. , 1 ecc., f. c.

Pu. Essere ucciso, assassinato Is 27


Sai 4423
V", .
V V

" I

suf f . ecc., ecc.. pi . . c, suff.


ecc.; i pf. , , ( c. suff.
ecc., 2 Sam 4 10) ; imptv. , c.
suff. , , ;inf. ass. 0 ( , inf.
cstr., c. suf f . ;, , ,
pt c. 0 ( , c. suff. , pi. ; pass. pi.
(), cstr., c. suf f . , (). Ni.
i pf . , pi. f. ; inf. c. pref. ( eli
sione di ). Pu. pf t . 1 pi . ]

Strage, sterminio Is 277 302s Ez 2 6 15


Pr 24 Est 95.

Q. Uccidere, fare morire, dare la morte,

;ipf. 2 pi. 3 , pi. ) ; wayy.


.; inf. ass. , ; ptc. f. c. suf f . ,

1 -

t 1

t -1

'

T f

'

T 1

; T 1

1- 1

Tl 1

r I l i

vi

/ ! V I T I

'

I T I

assassinare; giustiziare; dare il colpo di grazia,

Strage, massacro, macello.


gior
no della strage Ger 123; ^ pecore da
macello Zc 1147; Valle della Strage
(delle Anime) Ger 732 19d.
[ Q. pft. 2 , f. 1 ,, pi.

219


T T

. Pu. o Q.
Q.

pass, pft,

Concepire, restare incinta, gravida.

Spesso associato a partorire, dare


alla luce, a) Senso proprio. Gen 4, Es 22
Gdc 133 ISam 120 Is 83 Os 136B. Partici
pio che concepisce, madre Os 27
Ct 34. b) Senso figurato. N m 1112 Mos al
popolo; Is 26,8 la comunit come don
na; 33594 Sai 715 Gb 1535.
Pu. (o
Gb 3a.

Q.

passivo). Essere concepito

Nota. In Is 59!3 dubbio; forse


infinito assoluto. In Gen 49 26 *1

probabilmente ( cf. apparato della


BHS).
: , ,

[ Cstr. ;pi. , c. suff. ,


, - Os 14,] Gestante, incinta,
gravida Gen 163825 Es 2122 Gdc 135
Is 7mGer 2017 31s Os 14, Am 113.

![ C. suff. ]Gestazione, gravidanza


Gen 316.
! Gravidanza Os 9 Rut 413.

;inf. cstr. , ; ptc. , pass.


. Ni. pft. 3 f. , pi. ;ipf.
3 , f. , pi. ;ptc. f. pi.
. Pi. ip. 2 c. suff. ;inf. ass.
;ptc. pi. c. suff. ]
T V! V

r j IT ( /

Q. Distruggere, abbattere, demolire, al


terrare; smantellare, radere al suolo; rompere,
spezzare; oltrepassare limiti. Antonimo:
costruire, a) Senso proprio. Radere al

suolo, smantellare: citt, fortezze 2Sam


1125 2 Re 325 Is 14!7; Mi 510 = Hi.
Lam 22 = Hi. gettare al suolo,
demolire; Sir 49? serie. Gettare a terra,
abbattere: un altare Gdc 25 IRe 1830;
una parete, un muro Ez 1314; rovinare il
paese Pr 294 ^ Hi. stabilire, conser
vare. Coppia + Ger 110 246 312e
42,0 Mal 14 Sai 28s Gb 1214. Senso fgurato: rovinare la casa Pr 14, ^ . b)
Rompere, spezzare: )i denti di Sai 587.
c) Destituire da un incarico, rovesciare da un
posto: Is 22* = . d) Ol
trepassare i limiti Es 192]24.
Ni, Essere abbattuto, demolito, atterrato,
raso al suolo. Una citt Ger 314B; mura
5015; fondamenta Ez 304 Sai 113; mon
tagne Ez 3820; recinzione Pr 2431.

[ PI. C. suff. ,
Sir 49,3] Rovina Ara 9 ; Sir 49,3 =
.

Pi. Distruggere, radere al suolo Es 2324 =


)Pi. demolire; Is 4917 = Hi.

[ Soltanto c. suff. ]Desolozione Is 4919 = rovine, )


devastazione.

0 In Citt del Sole, Eliopoli


Is 9 18.

t r

- /

, .

. . *
*1 In Am 43 dubbio: sterco? Ermon?
Si consultino i commentari.
[ Q. pft., 2 , 1 , p i . ,
;ip f. , 2 , 1 (), pi.
;, ;c. suff. sem pre ,;;:
, ecc.; im ptv. , c. suff.

1* >Variante costrutta plurale di !


montagna. Mucchi, cumuli Sai 765.
([ Va letto )Cstr. ]Por
tata, capacit. ci che hai alla
mano, a portata di mano Sir 1413. T

220

secondo le tue possibilit 3512B(?).

Fusione, liquefazione Ez 2222. *

Ez 2135-* .

Alleanza, complicit Dn 1123.

Notizia, informazione Ez 2426-

[ Pi. ipf. 2 ,; m. sg. Sir 114;


inf. ass. e cstr.. Pu. pft. ]

sai 39. -<

Pi. Farsi beffe, ridere di. Si costruisce con


. IRe 1827 Sir 114 = . In^nnare Sir 137.
Correggendo, anche Gen 317Gdc 16101315
Ger 94. Infinito Es 82s Gb 139.

21<i r In
Porta del Letame

Ne 313, . ^

Pu. Correggendo, Is 44 30 ingannarsi,

Infinito assoluto Hi. sostantivato


di . Tranquillit, calma, quiete Is 3015 =
quiete, + fiducia; 3217 +
fiducia; non pu trovare
calma Is 5730 * Ni. essere agitato,
Ger 4923 * Ni. tremare; tran
quilla agiatezza Ez 1649. * .

farsi illusioni.
V

.
-I

Beffa

Gb 17,.

[ Polel ipf. 2 pi, ] Avventarsi, at


taccare, contro Sai 624. Dubbio; .


1 []; l ), 1/ 1] Congiunzione copulativa
che unisce o giustappone diversi termini
di un testo, parole o proposizioni.
Quanto alla forma, si presenta differente
soltanto in due casi: nella formazione del
weqatalt (con cambiamento di accento),
nel wayyiqtol (con raddoppiamento
della prima radicale o allungamento
della vocale, l). Questa forma viene
generalmente chiamata 1 energico. Nei
casi rimanenti la forma non cambia.
Quanto al significato, il 1 non ha un
contenuto proprio. Tutto dipende dai
termini che unisce, e qui si trovano equi
valenze diverse. Pu unire termini di un
elenco, di un'immagine; pu servire a
formare una geminazione, un'endiadi,
un merismo, un'espressione polare, una
sinonimia, un'antitesi.
Per tradurlo molto spesso sufficien
te la semplice copula (e), soprattutto nel
linguaggio colloquiale. A volte richieder
o raccomander qualche differenziazio
ne. Indicheremo con degli esempi alcuni
casi pi degni di attenzione o pi esposti
all'errore.

Effetti stilistici; se i termini congiunti

sono in qualche modo incongruenti, ne


risulta una sorta di ossimoro:
r
non sopporto crimine e assem
blea (assemblea liturgica mescolata con
il crimine) Is 1 13.
Polisindeto: la moltiplicazione del com
binata con l'allitterazione produce un finaie a effetto: ,2<
]Is 8 ,5; cinque membri, quattro
: quanti amarono e (quanti) servirno e (quanti) seguirono e (quanti) consul
tarono e (quanti) adorarono Ger 83.
Asindeto, amate falsit, cercate ingan
no Sai 43 (versione letterale); che fini
ta... che scontata... che ha ricevuto Is
402.3 (il ripetuto pu supplire); cinque
azioni di Dio in Sai 6512_.
1i

J r !

Nota. Asindeto e polisindeto si pos

sono riscontrare in serie successive; vi


motivo di sospettare che la poesa clas
sica usasse di meno la particella copula
tiva, p. es. per il secondo emistichio di
un verso o per il secondo verso di un
parallelismo.

2. Casi particolari con sostantivi,


1.
Copulativa semplice: e. Unisce in
a) Equivale a 0, oppure, in testi legali:
una serie elementi omogenei, sostantivi,
, chi percuote suo padre o
aggettivi, verbi ecc. Trasportavano gom
sua madre Es 2l,s: $
ma, balsamo e resina Gen 3725 (l'ebraico
chi sequestra un uomo, per vender
ripete la copulativa nel secondo e nel ter
lo o trattenerlo 21 !6. b) Valore esplicativo
zo membro); con negazione: non segue...
(epesegetico): vale a dire, cio, intendendo:
n si sofferma n si siede Sai 1!.
T

T i

222

T T

? le tavole di pietra, cio


la legge; le tavole di pietra con la leg
ge Es 2412; ... . quattro,
cio, due... e due... 2512;
su di un asino, un puledro di... Zc 99
(se il nell'originale), c) Con geminazio
ne: [ciascuno, uno per uno Sai
875; Est 18; , giorno per
giorno 3 ;
di generazione in genera
zione, in ogni famiglia, in ogni provineia, in ogni citt Est 928; cf. Dt 327 Esd
10 [ ; due pesi, pesi differenti Dt
2513 Pr 2023; cuore diviso Sai 123
lCr 123.

(cos) salverete la vita Gen 4218; )e


ti comunicheranno Dt 179; 1 passi di
qui ISam 2622. g) Apodosi o principale di
una condizionale: Gen 18MIs 48u. h) In
troduce con enfasi una domanda: ... Nm
128; ... ISam 15 ;... 22 ;.]
2Sam 1413 IRe 222 Ez 183!.

4.
Altre forme (si consultino le
grammatiche), a) Wayyiqtol: successione
nel passato; con una sfumatura di con
seguenza, ricapitolazione, spiegazione,
b) Weqatalt: successione nel futuro, con
qualche sfumatura, c) Dopo un modo voli
tivo (coortativo o di prima persona, im
perativo o di seconda, iussivo o di terza)
3.
Per unire proposizioni: a) Circostan pu equivalere a congiunzione conse
cutiva o finale: cosicch/affinch
ziale. ... gli appar
si veda Gen 19; affinch io sep
ve Yhwh... mentre era seduto Gen 18,;
pellisca 23 ;affinch mi rendano
... come posso ri
culto Es 9,; cos, dunque, lasciami
salire... senza portare con me il ragazzo?
andare IRe 112(. Con verbi di comando
443. b) Comparativa 0 principale di un para
introduce la completiva: che tagli
gone. Si presenta nel genere proverbiale:
no IRe 520
Pr 192 25a3 267.9. c) Avversativa: ...
la via... ma la via Sai 16; ] ma tu 3;
1] [PI. , cstr. , c. suff. ]Uncino-,
ma la parola del Signore Is 408.
gancio, chiodo Es 263237 27!7 36^ 38,7,9.
Frequente nel genere proverbiale, d) Cau
sale: quindi, dunque, poich Es 239b Sai 6013.
Vizioso, malvagio Pr 21B * onesto.
e) Concessiva: bench io sia Gen 1827; an
Figlio Gen 1130.
che se ISam 1212. f) Consecutiva: e


[ PL ;cstr. ]Lupo Gen 4927 Is
11* 6525 Ez 2227 Sir l i 30l 317; < / lupo della steppa Ger 5 6 Ab 18 Sof 33;
nome emblematico di capo Gdc 725.

ni

[F. , cstr. ] Participio di . Am


malato di gonorrea; donna mestruata. > .

[ Q. pft. C. suff. ;!imptv. c. suff.


Sir 725c] Regalare Gen 3020. Dare, consegnare,
affidare Sir 725c.
1f .
v

Regalo, dono Gen 3030. Valore aggetti


vale Sir 3624Bm.

ptc. , pi, , f. ]
Q. Uccidere, immolare, sacrificare, offrire
sacrifici.

1. Significato profano. Uccidere un


animale, in genere per mangiarlo Nm
2240. Correlativo Dt 1 2 ,5.21 ISam
2824.25 Ez 34a. Uccidere uomini 2Re 2320.
Dubbio fra sacro e profano IRe 19,
2. Significato sacro (sacri-ficare =
rendere sacro), a) Uso assoluto. Offrire
un sacrificio, rendere culto con vittime
in onore di Yhwh Es 318 5 3 ISam
13 Gio l w; agli di Es 2219;
ai demoni Dt 3217; accusativo interno Is
577; Qo 92. b) Con complemento che defini
sce il tipo di vittima: con olocausto
Es 2024, con sacrificio di co
munione Lv 195; Gdc 1623 . Con
menzione delle vittime immolate 2Sam
613; Is 663 = ;Sai 10637 i figli, c) Senso
figurato. I nemici offerti come banchetto
agli animali selvatici Ez 3917; sa
crifica/immola la confessione dei peccati
Sai 5014.
'

[ PI. cstr. ]Mosca; tafano Is 718 Qo


10!; Belzebub, deformazione bef
farda di Signor Principe (come
se si dicesse: Don Moscone) 2Re 1M>6.
\ -< .
VI

Pi. Idem Q. Frequente al partici


[Q. pft. 2 , 1 , pi. 2 ,
pio: IRe 3*3 2Re 12 ;Os 4 l3.u Ab 6 Sai
. 1 , ipf. , f. c. suff. ,
10638.
2
, c. suff. , f. c, suff. , l
V
.,
, coort. , pi. ;, 2 , ,
c. suff. , 1 , coort. ; imptv.
; inf. cstr. , c. suff. ; ptc. ; pi.
) )] C. suff. , , , pi
, cstr. , c. suff. ., ,

, cstr. . Pi. pft. , p i . , ;


v
ipf. ;, 1 , pi. ;; inf. cstr. ;
, * Dt 3238] Sacrificio, carneficina,

- /

T I

'

T I

1 *

* '

T /

* I

1 ' '* 7 ; v T 1*

224

/
immolazione, vittima, banchetto.

1. Significato profano: banchetto


Pr 17,.
2. Significato sacro: sacrificio. Com
prende tre tempi: uccdere la vittima, of
frirla, consumarla nel banchetto rituale;
pu indicare l'intera cerimonia o una
delle sue parti. Complemento dei verbi
, Hi., , . a) Immolazione:
giorno di Lv 196. b) Vttima. Viene
specificata quando si parla della sua car
ne, sangue, grasso Es 23 !8Lv 7 l5.2i D t 1227
3238 Is 4324, o quando si parla di scanna
re, cuocere Ez 4042 4 4 4 6 24 . c) Banchetto:
Es 3415; cf. Nm 252. d) Dio fa una
carneficina di nemici Is 346; e ne offre i
cadaveri come banchetto Ez 39!7.18.
3. Si specifica con qualche qualifica
aggettivale o mediante polarizzazione,
a)
sacrificio pasquale Es 1227;
;- annuale ISam 206; ritua
le, dovuto, legittimo Dt 3319 Sai 4t 512I;

di
ri di comunione Lv 71;
17
r
ringraziamento Lv 2229; di ac
clamazione Sai 27t. b) Mediante polarizza
zione, contrapposto a , designa il sa
crificio d comunione Es 1025 ISam 1522
Ger 172t. Contrapposto a ^, offerta
di grano, designa la vittima animale Ger
172t Sai 407.
Nota. Foneticamente e semanticamen

te affini, sebbene con significati peculiari,


, , , , , .
*

V *

* -

IT [P1. ]Orgoglioso, arrogante, insolen


te, altezzoso Is 13!, + superbia; Ger
432 (?); MI 3I519 Sai 19 J 8 6 1 1 9 ; =
Pr 21.
[ Cstr, , c. suff. ]Orgoglio, arro
ganza, insolenza, altezzosit, presunzione Dt
1712 1822 ISam 1728 Ger 49 16 503132 Ez 7,0
Abd 3; Pr 112 correlativo ingiuria;
13!0 * ;21 .
T
/ Questo, questa, ci-, pronome o
aggettivo dimostrativo. Relativo il/la qua
le. Uso avverbiale, con o senza particel
la. Forme composte con interrogativa o
preposizione.
1. Uso pronominale, maschile, fem
minile, neutro, a) maschile: costui Gen
529 Es 26; tutti costoro Gdc 20l6.
Pu essere accompagnato da una propo
sizione senza che la funzione cambi:
vt
per costui ISam 21,2; 3 su questo, co
stui 16a. b) Femminile: questa Gen 223
Es 1243 Gs 133 Is 1426; a questa, co
stei Gen 223. c) Neutro: Sai 5610 Qo 110
727 Sir 16 n; tutto ci Est 5I3. Gen
205 Dt 32t Is 1,2 Ger 212; Sai 44,s.
2. Uso aggettivale: quest'uo
mo Gen 2458; questa parola Ger
72Am 4!; in questa generazione
Gen 7!; questa volta Gdc 1628;
questa terra Gen 157 Dt 3,2;
questa volta Es 82e.

63 !5 Ab 3 Sai 49,5; dimora principe


sca IRe 8,3 ( = 2Cr 62).

3. Uso avverbiale: qui Nm 1317;


sono gi due volte, per la se
conda volta Gen 2736 43,0;
gi dieci volte Nm 1422; sono
due anni Gen 456; questi
quarant'anni Dt 27, Modale: cos, in questo
modo Sir 3223

Buccia (dell'uva) Nm 6 A.

4. Relativo: il
monte Sion sul quale tu biti Sai 742;

[ Q. ipf. c. suff. ]Trattare come una


principessa, onorare Gen 3020.
V

[ Direz. ]Reggia, palazzo, dimora Is

225
il monte che si era acquista
to 7854; cf. 104825; tuo padre che
Pr 23^; motivo per cui Es 138;
ci che Gb 1517.

/ 2
404s; questo Qo 22.24 5 15.18 723 913. * [
cos, questo e quest'altro, quanto segue
Gdc 1842Sam 1125 IRe 145. 1!/ .

5.

Forme composte, a) Con interro


]Oro. Come aggettivo: d'oro, dorato.
gativa: qual la casa (del veg
Spesso associato a argento. Gen 2422
gente)? ISam 91a; dov' l'atto
Es 3824 2Sam 124 Zc 4 ,2 Est 52.
(di ripudio)? Is 50,; per quale
oro puro, zecchino Es 25.26 24 28^ 37
motivo? Ger 57; da dove? Gdc
d'oro massiccio (alla lettera: tutta
136; chi costui? Ger 467 Sir 1323;
essa d'oro) Zc 42. oro fino IRe
idem 319B; d chi fi
10 18. oro puro 62W1 750
glio? ISam 1755; ; cosa sue
oro battuto 10 17. oro pallido, opa
cesso a? 10 ; che cosa
co Lam 4,. vasellame d'oro, uten
e perch? Est 45; perch? Gen
sili in oro 2Sam 810 IRe 0 25. ^ bar
1813; interrogativa indiretta come Sir 378.
ra, lingotto d'oro Gs 721. pepite
b) Raddoppiato: ... uno... e uno,
d'oro, sabbie aurifere Gb 286. la
uno... l'altro IRe 2220 Is 44s Sai 758 Gb
mine, foglie d'oro Es 393; > inse
116-18; l'un l'altro, a vicenda, fra
gne 2Sam 87. Associati: affinare nel
loro Es 1420 Is 3; a cosa serve
crogiuolo Zc 139; raffinare Gb 28,;
questo? Sir 3921; l'uno dall'altro
Pi. rivestire, laminare, dorare, indo
(differire) 4224B; l'uno rispetto
rare Es 251J24 2 629. orefice Is 4019.
all'altro (superare) 4225. c) Con preposizio
ni: dopo di ci, e poi Gb 4216;
[ Va letto ]Sostantivo e aggettivo.
; malgrado ci Lv 2627; malgrado
Attento, vigile; diligente, meticoloso, prudente
Sai 273; a questa condizione, a patto
Sir 42s; avere cura, guardarsi bene
che Gen 34,522 Lv 163 ISam 112; 1313 - Ni.
cos saprai, da questo riconoscerai Es
717; per questo lCr 2724 2Cr 192;
[ Pi. pft. 3 C. sufi, ] Aborrire, pr
nel frattempo, allora Ne 136;
vare nausea per/di Gb 3320.
nonostante, malgrado ci Ger 3 10 Gb 122
210; ugualmente, anche Gen 4523;
1[ Hi, ipf. 3 pi. ;ptc. m. s. ]
cos, allo stesso modo Gdc 8e 1323
Brillare, splendere Dn 123 Sir 43/.
1930 IRe 737 Ger 2,0; questo
Nota. In Sir 42!fiMda .
e l'altro Gs 730; cos Sir 45 13 = p ;
da qui Gen 37,7 Es U, Gs 43; ...
./
da un lato... dall'altro Es 17n 2519 2Sam
213, da entrambi i lati Nm 2224;
2![ Ni. pft. ;inf. cstr. ;imptv.
idem Es 26,3 3215 IRe 1019; per
;ptc. . Hi. pft. , c. suff.
questo IRe 1139; perci Ger 4828
2Re 610, 2 , , c. suff. 2 .
Sai 326; idem 2Sam 1922.
pi. ;inf. cstr. ]
J U/

>

Ni. Vigilare, stare all'erta, in guardia,


Variante di : questa 2Re 6I9 Ez

sull'avviso; guardarsi bene, prendere precauzio

226

2
ni, usare cautela. Ez 32l 33^ Sai 19J2 Qo 4,3

12!2 Sir 3222.


Hi, Avvisare, ammonire, dare l'allarme
mettere in guardia Es 1820 2Re 6,0 Ez 3!7.21
337.9 2Cr 1910.
V

Lucentezza, splendore, bagliore Ez 82


Dn 123.
! / U Dimostrativo: questo, questa, ci Os
7u Sai 128 6212 132!2. Relativo Es 15 l3l6
Is 4224 4321 Sai 9lt 102 179 32e 13212 142,
143fl; quel che Sai 6829.

/ [ Q. pft. 3 f. , pi . . Hi. pft.


;ipf. (), pi. , wayy, ;pi. ;
ptc. m. s. ]
Q. Essere arrogante, divenire insolente Es
18 Ger 5029.
Hi. Transitivo bollire, cuocere Gen 2529.
Intransitivo essere insolente, arrogante, altez
zoso, blasfemo Dt l t 1713 1S20 Ne 91(U6.29 Sir
3lt\ Essere in collera, serbare rancore Es 2114
con .

V !, jhr, }, .
HIT [Q. ipf. 2 m. s. ]Allontanarsi, ritirar
si Sir 8. .

Nota. Probabilmente in Gdc 55 Sai 689

va letto come particella del genitivo o


come relativo.

[ PI. ]()Angolo, sporgenza Zc 9,g.


Colonna Sai 14412.

Ziv, nome di un mese IRe 6137.

[ Q. ptc. pi. ]Tirare fuori, estrarre


Is 46*.

[ a. pft. ;ipf. :, am , ():; ptc.


, f. , cstr. . Hi. imptv. m, sg.
Sir 38lt]
Q. Scaturire, i n . ebraico transitivo e
intransitivo; stillare, trasudare; sgorgare, flu
ire; dissanguarsi. Is 4821 correlativo Hi.
fare sgorgare; Ger 494; Sai 7820 = >
traboccare; 105. terra
da cui scaturiscono latte e miele Es 39.17
Lv 2024 Nm 1327 Dt 119 Gs 56 Ez 20 6 Sir
468. Dissanguarsi Lam 49. Avere, soffrire di
flussi (mestruazione, gonorrea, emorragi) Lv 15225; participio: persona in tale
stato o che ne soffre Lv 152 (+ 12 x) 2 2 4
Nm 52 2Sam 329.
/

v v

Hi. Spargere, versare: lacrime


Sir 38j6.
V

*1[ C. suff. , 0 ( ]Mestruazione, gonor


rea, emorragia Lv 152 (+ 12 x).

[ Cstr. 2 Re 24w e ;c. suff.


, , , ] Eccetto, tranne, 01tre a, al di fuori di. Dopo una proposizio
ne negativa l'accezione positiva: sol
tanto, solamente. Variante :
soltanto Caleb Dt 136; sol
tanto una voce D t 4!2; soltanto Asor
Gs 1113; eccetto questa ISam 2110;
non vi Dio al di fuori
di te 2Sam 722 Sir 365; $ al
di fuori di noi due IRe 319; $
rimase soltanto 2Re 2414; al di fuo
ri di me Is 45521 = ;al di
fuori di te Is 26,3 643 Rut 44.
al di fuori del nostro Dio Sai 1832.
J

[ F. , pi. , cstr. ]Mangio


ne. Associato bevitore, ubriacone
D t 2120 Pr 2320.2! Sir 1833; dissoluto Pr 287.
Cosa vile, scoria Ger 1519; svilito Lam l tl.

227
[ Ho. ptc. pi. k] Essere ingrassa
to, ben nutrito Ger 58. Secondo altri, Pu.
di .
^
Nota. In Gb 363! forse Hi. nutrire leg

gendo ;si consultino i commentari.


/ [ PI. f. ]^(Prostituta, baidracca, meretrice, donnaccia. Sinonimi: ,
1 Gen 343, 38, 5; Is 12, *fede
le; 2315 Ez 1631; O s 4m= ^prostitute
del tempio; Gl 43 Na 3 4 Pr 2327 Sir 93t6.
Quando determina donna: Lv 217
Gs 2, 622 Gdc 11! IRe 3,6 Ger 33 Ez 1630
2344 Pr 626. postribolo, bordello
Ger 57; paga di una prostituta Dt
23!9 Mi 17, cf. Ez 1631, Frequente metafo
ra per la condotta idolatrica.

"4
una direzione precisa; in 7830 dubbio.
Ni. Separarsi, allontanarsi, disertare Is 1*
Ez 14*
Ho. Essere un estraneo Sai 69g =
straniero; Sir 430A.
7

* :

Nota. Variante di TlD.

V .
T

3[ Q. pft. 3 f. ]Ripugnare, risultare fe


tido Gb 1917.
[ Ni. ipf. ]Staccarsi, svincolarsi Es
2828 (= 3921), . <
[ Q. pft. ;ptc. pi, cstr. ]Striscia
re, scivolare, trascinarsi, schivare, svignarsela

Dt 3224 Mi 7!7 Gb 32.


[ Q. pft. pT; ipf. \Pilpel ptc. pi. c.
suff. ]
Q. Tremare Qo 123. allontanarsi da
Est 59; temere Sir 48!2.
Pilpel. Spaventare, intimorire Ab 2?.
1f .,
1

T t:

V v v ^.
* Serpente IRe 19, Toponimo.
.
In acque ribollenti, impetuose,
spumeggianti Sai 1245.

Monito (oggetto di timore) Ger 154


24, 291834!7 corretti. Forse ( qere).
, 1 Insetti, bestie Sai 50 correlativo 1 uc
celli; 80 = cinghiale.
Timore, spavento Is 2819.

2 Capezzolo, poppa, mammella Is 66 =


[ Q. ipf. 3 f. c. suff. , wayy. 1;
ptc. ( Is 595 cf. apparato della BHS)]
scuotere, scrollare, spremere, fare sgoc
ciolare, strizzare un vello Gdc 638;
schiacciare uova Is 595; calpestare Gb 39]5=
pestare.
2[ Q. pft. pi. e ni. Ni. pft, pi . . Ho.
ptc. ]
.
Q. Separarsi Gb 1913= Hi. allonta
narsi; traviarsi Sai 584= andare senza

(forse .(^
Fiaccole, torce Is 50 = fuoco; figu
rato scintille, saette Sir 43I3BM+ folgore.

[ Cstr. , c. suff. , , pi. , c.


suff. , ]Olivo; collettivo oliveto;
oliva; olio. Olivo Gdc 9a Os 147 Zc 4,! Gb
1533, Oliveto Es 23 ;plurale Dt 6 n 28A0
Gs 24,3 2Re 5 26 Ne 5 n. foglia d'olivo
Gen 8 ; olio d'oliva Es 2720 3024

228

Lv 242; ^ramoscelli d'olivo Zc 412;


[ Q. pft. C. suff. , f. , 2 , c.

2 >polloni, virgulti d'olivo Sai 1283;suff. , , f. , 1 , , c.


frondoso, rigoglioso Ger 111<SSai
suff. , pi . , 2 , 1 ; ipf.
521() Sir 5010 , bacchiare le oli
, c. suff. , di 1 ss.
ve, l'olivo Dt 2420 Is 176 2413; pi
Sir 16i7, 2 (), , c. suff. , di
giare le olive Mi 61
5.
3 m. sg. Sir 38, , f. 1 ,
'15
, , coort, , c. suff. ,
,, pi. , c. suff.,,*
) )] F. ]Puro, limpido, a) Significato
fisico: olio puro Es 2720 +
di 3 f. sg. Sir 158, 2 pi . ;inf. ass.
raffinato, Lv 242; incenso puro
;inf. cstr. , + inf. cstr. ;imptv.
Es 3034 Lv 247. b) Significato etico: ( )
0 (,, , c. suff., pi . , ;
dottrina limpida Gb 114; pre
ptc. cstr,, pass. . Ni. pft. 2 pi . ;
ipf. , ) Es 342 ,(9 f. , pi.
ghiera sincera 16 l7; <compor
, f. , , ;inf. c. suff. ;
tamento corretto Pr 162; *condotta
ptc. pi . Hi. 2 , c. suff. ,
limpida 20 21* = 2< retto; Gb 86 ;)
ipf. , 1 , coort. , pi . 1 ,
339 = (senza ,crimine.
, coort. ;imptv. c. suff. , pi.
;inf. cstr. , c. suff. ,
[ Q. ipf. , <, , Pi. pft. ;
Ez 2l29; ptc. , f, , pi. ]
ipf. . Hi. ipf. corretto. Hitp. imptv.
pi . ]
Q. Portare alla mente, prendere coscienza
-

I *

Q. Essere puro, innocente Sai 51 =


avere ragione, uscire assolto; Gb 1514
254.
Pi. Purificare: avere la coscienza
pulita Sai 7313Pr 20, (per trasformazione);
& procedere limpidamente Sai 1199.
Hi. In Mi 6Uleggendo dichiarare
giusto, giustificare.

Hitp.
lavarsi.

Purificarsi

Is

l t =

vetro Gb 28*.
[ C. suff. , ]Uomo maschio
(collettivo) Es 2317 3423 Dt 16 i 20ia.

*[ a. pft. 3 pi . . Hi. pft. 1 sg. ]


Q. Essere puro, limpido Gb 1515255; Lam
47 = essere bianco.
Hi. Lavare Gb 930 = strofinarsi.
V

, .

i 1

. '

VI-'

T T

T I I T

- -

I -

I I'

f i

V I

I -

I T '

liT T

I I 1

I I

di, un dato 0 un fatto; pensare. Si riferisce

in primo luogo al passato e significa:


ricordare, ricordarsi, commemorare, richiamare
alla memoria, evocare, rievocare, ripensare,
conservare il ricordo, la memoria, venire alla
mente. Riferito al presente significa fare
attenzione, pensare, tenere conto di, considera
re, porre mente a. Riferito al futuro equi
vale a pensare, anche se a volte si tratta

di ricordare un principio valido per il


futuro. Si costruisce: con l'oggetto, con
e l'oggetto, con e la proposizio
ne completiva, con e il complemento
indiretto. Sinonimi: meditare;
idem; >custodire, trattenere;
tenere conto; Hi. considerare.
Modalit, A volte il ricordo si realizza
per mezzo di una formulazione
verbale, parola o enunciato; in
tal caso equivale a: nominare,
menzionare, rammentare, citare, invocare,
recitare, ripensare, fare l'appello, enumerare,
contare. Quando include un aspetto di

229

desiderio, significa sentire la mancanza, # to; Os 2j9 ^ Hi. allontanare; Sai 835 *
provare nostalgia. Accompagnato da una
Hi. annichilire. Essere menzionato
valutazione pu significare tenere conto di,
Ez 2137; commemorato 2510; celebrato Est
contare su, fare i conti.
928; essere tenuto in conto, essere valuta
\. a) Passato. Ricordarsi di, ricordare
to: si terr conto del peccato
Gen 8 !; N ricordarsi di N Es 32!9; Lv
dei suoi genitori Sai 109 ^ can2642 Is 4325 Ger 3120; + completiva:
celiare; nel giorno del
^ ricorda che sei stato
pericolo sarai tenuto in considerazione
schiavo Dt 16,2 241e;
Sir 315; al negativo: le sue opere
si ricordavano che Dio era la loro roccia
giuste Ez 320 1824 33!3 (qere); i
Sai 7835; * ricorda che
suoi delitti Ez 1832; i suoi pec
devi celebrare le sue opere Gb 3624. Os
cati 33 16 (qere); ^ non
8)3 = punire; Sai 85 = occupar
contare i coralli e il cristallo Gb 2818 =
si di; 637 = 774 ; ;evocare 77,2; con
uguagliare (w. 17.19). Essere denunciato
servare la memoria 886; 1067; ripensare
Ez 2129.
1435. b) Presente: $ . tieni
Hi. Invocare, menzionare, pronunciare il
presente il sabato Es 208; Is 644;
nome; denunciare, accusare, confessare; raccon
continuamente, in perpetuo 648; Sai 74!8;
tare, annunciare, rendere memorabile, immor
badare, fare attenzione a 89s1; Lam 31g.
talare, a) Invocare: </$ il nome Es
Con : ... ricordate
2024 2313Gs 23 Is 26l3 49! Am 6l0 Sai 208;
che sono vostro parente Gdc 92; Sir 413.
rendere memorabile il nome 45!8. Porta
c) Futuro: pensare alla fine Is
re il nome 2Sam 1818. b) Menzionare Gen
477 Lam 19 Sir 736 3820B.
2.
Modalit, a) Con espressione ver- 40 Sir 499; menzionare ISam 41s; ricorda
re, rinfrescare la memoria Is 4326 = Pi.
baie: invocare il nome Sai 11955;
raccontare; 626 * 1!< tacere; invocare
menzionare Ger 2336; in
48! ICr 164; addurre (?) Is 663; informare,
vocare Yhwh 51s0, cf. Sir 51!!; recitare
annunciare Ger 4l6 = 2 >Hi.; racconta
Sai 103i8 11952; fare Cappello/passare
re, commemorare Sai 71 ]6; iscrivere, scrivere nel
in rassegna: i propri capitani
registro 87 A; commemorare, celebrare Ct 14.
Na 26-, ^ le opere di Dio Sir
c)
/ \: confessare Gen 419; de
4215. b) Sentimento. Sentire la mancanza,
nunciare Nm 513 IRe 1718 Ez 212fr39 2916.
provare nostalgia: del pesce
Nm l l s; delle cose di prima
V
., ,,
Is 43 18 = Hitpolel meditare;
dell'affetto Ger 22;
[ PI. ]Maschio, uomo. Correlativo
dei suoi anni ("giorni) giovani
femmina, donna, a) Di uomini, ma
li Ez 23!9; di Sion Sai 137!.
schio Gen 17,0. circoncisione; 34!s; aspetto
c) Tenere conto di m 19 Sai 201377 ,132 sessuale Lv 1822 2013. Con Gen 127 52
Gb 7 Ne 13,4.22.29
Lv 127 1533 27^ Nm 53; capacit militare Gs
54. Uomo Sir 362!(?) 42,2BMcorrelativo .
Ni. Essere ricordato, menzionato, tenuto in
b) Di animali, maschio Gen 739 Es 125Lv 3!.
considerazione, denunciato; ricordato: da
c) Come aggettivo 0 retto da un sostantivo:
vanti Nm 109; 2<, nome, me
moria: Ger 1119 * Ni. essere estirpafiglio maschio Ger 2015; primogenito
o j

ti

i v *

1-

230

- 2
T T

* T

maschio Nm 340; concubito con un


maschio, rapporto sessuale con un uomo Nm
31,7,8gg; Gdc 21 ; immagine virile,
mascolina Dt 4W; statue di maschi
Ez 16.
5 ! e suff. , , , , ]Ri
cordo, memoria, commemorazione, evocazione,
reminiscenza, rievocazione; nostalgia, senso di
mancanza; nome, cognome; rinomanza, fama.
a) Ricordo Is 26g $
nome; -

Sai 112,; 135,a Gb 18 Pr 10* ri


cordo,
commemorazione
Est
92g.
? 1./ ^ ./ / Hi. canceliare, estirpare, annichilire, stronca
re la memoria Es 1714 Dt 32^; Is 26w =
Hi, distruggere; Sai 3417 10915 Sir
3823 449; di felice memoria 45,.
b) Nome Es 31s = DU>; Os 12*; Sai 97 =
eliminare; 305 97,2 Qo 95 Sir 4913; invocazio
ne Sai 66. c) Fama, rinomanza Os 14g Sai 10213
1114 1457.
2)] x )Cstr. , c. suff. , pi.
, c. suff. ]Memoriale, oggetto o
azione che ricorda, riporta alla memoria. So
noro: richiamo all'attenzione; verbale: massima,
aforisma; comunicando: avviso; come minaccia:
monito, lezione; distintivo: emblema. Frequente
la costruzione con : servire da memoriale,
a) Memoriale Es 139 28m9 30,s Nm 1010
3154 Gs 47 Zc 6,4; sara memora
bile Es 12,4. Emblema Is 57e; aforisma
Gb 1312; monito Nm 175. b) Ricordo (te
sti recenti) Qo l u 2lt Ne 220 Sir 45 .
c) Come aggettivo: pietre memoriali,
commemorative Es 28,2397; offerta accusatrice, di denuncia Nm 5,s18; dia
rio, annali, memorie MI 3l6 Est 6!.

Infamia Sai 129; leggendo be


stie, vermi, Dubbio; si consultino i com
mentali.

[ Soltanto pi. ]Viticci (della vite)


Is 8S.
'
[ Ni. pft . e , Hi. pft. pi. c. suff.
-]
Ni. Tremare Gdc 55 Is 6319 642.
Hi. Disprezzare Lam 18.
Nota, .

[ PI. , cstr. ]Violenza:


della fame Lam 510; indignazione
Sai 11953: uragano l l s; tor
menta del nord Sir 43ltB(?).
[ Cstr. , C. suff. , Ez2349;
pi. , c. suff. 1 Progetto, piano, tenta
tivo} trama, intrigo; infamia, depravazione.
a) Progetto, trama: pensieri di for

nicazione Ger 1327; progetto


insensato Pr 249; macchinare in
trighi Is 327; mettere in atto un
progetto Os 69 Fr 102a; Ni. fallire
Gb 17 n; con calcolo 2127. b) Infamia
Lv 20,4 Sir 10,3; infamia atroce
Gdc 206; Ez 1643 = abominazio
ne; 23 Sai 2610azione. condotta
infame Ez 1627; $ femmine depra
vate 2344; labbra menzognere
Sir 51s.
1[ Cstr. (, pi. C. suff, ]
Ramo, talea, tralcio Nm 1323 Is 1710 Ez 152
Na 23. In Ez 8,7 dubbio.
2 1 Sbirri, picchetto in Ez 817; dubbio:
si consultino i commentari.
1 t Potatura Ct 21x*2.
2[ Cstr. , pi. 1, ]Musica,
canzone 2Sam 23! Is 24,6 255 Sai 952
119* Gb 35 .

[ Q. pft. f. , 2 , 1 , pi. ;
ipf, 3 pi. irreg. ( Gen l l s per ;)^ptc. ]*
Programmare, progettare, pensare; disporre; conside
rare; tramare, intrigare. Indica l'attivit interio

re, mentale; il suo correlativo mettere


in atto, compiere, realizzare. Si costruisce
come intransitivo, con complemento, con
+ infinito costrutto, a) Intransitivo. Ger 428
offre una sequenza: , programmare,
decretare, 5* pentirsi, tornare indietro; tramare contro Sai 3712. Avere previsto
Lam 2 . Valore avverbiale: con premeditazione,
apposta Pr 3032 * Hitp. slanciarsi, agire
d'impulso, senza riflettere, b) Con complemen
to: considerare, riflettere su un terreno Pr 3116. c) Con + infinito costrutto:
pensare di fare, progettare Gen 116Dt 19,9Zc
\ 6; / progettare sventure/fare
del bene 8W
.,5; togliermi la vita
Sai 31M.
v t

musica, accompagnare. Lo strumento va con

:
con 1 arpa Sai 332; _~ con
la cetra 7122. in onore di Yhwh
Sai 9,2; / al nome (di Yhwh) 718
922 135a. Si associa con cantare: Gdc
53 Sai 21 39) 1082 1052 6833 578 x nel Saiterio).
V

. 2, 1,

]] Camoscio, un tipo di gazzella (?)


D tW 1

[ Cstr. ]Musica,

accompagnamen

to, suono Is 513 Am 523 Sai 813 98s,

t '

., ,

[ C. suff. ]Piano, progetto Sai 1409 =


desideri del malvagio.
[ Pu. ptc. pi. , ]Essere definito,
stabilito Esd 10,A Ne 1035 1331.
m

[ ?C. suff. , pi, c, suff. ]Data,


epoca, tempo determinato Qo 3! Est 927.3) Ne
2 6 Sir 437B.
,

1[ Q. ipf. 2 1. Ni. ipf. ]


Q. Tagliare, potare Lv 25^.
Ni. Essere potato Is 5S.
7 . 1, 1, ,

r 1

v v :

2[ Cstr. ]Forza, potere Es 152Is 122


Sai 1814. Prodotti Gen 43lt.
Jt [PI. , cstr, Sir 498] Specie, sorta, genere,
tipo 2Cr 16MSir 3728 49a; di ogni
specie Sai 144,3.
[ Pi. pft. 2 pi. ;ipf. ]Attaccare la
retroguardia, da dietro Dt 251s Gs 1019. Deno
minativo di .
T I

[ | C. suff., pi. , cstr. ]Coda,


estremit Es 4< Gdc 154 Gb 4017; pezzo Is 7A.
Senso figurato, di persone o attivit:
+ capo e coda, primo e ultimo, princi
pio o fine Dt 2Bi3AA Is 9,3 19i5.

[ Q. pft. f. , 2 , f. , pi. ;ipf.


"2 , f. , pi., f. , wayy,!,
f. ,, Ger 3, 2 f. c. suff. ;
inf. ass., inf. cstr.(), c. suff. ;ptc.
, f. , pi. *, f. *))(), Pu. pft.
Ez 163a. Hi. pft. 2 , pi. , wayy. ,
2 ;inf. ass. , inf. cstr. , c. suff.
[
V I

2[ Pi. ipf. 3 C. suff. ,, 1 ,


, c. suff. , , pi . , 1 ;
imptv. ,, ;inf. ]Suonare, fare

'

1 - /

J - 7

Q. Fornicare, prostituirsi, disonorarsi, cor


rompersi; essere infedele, a) Senso proprio:


TT

232

Gen 382 ;Lv 219 -1- profanarsi; Gdc


192 Os 33 4 j3 Am 77. b) Senso figurato: il
popolo, personificato come figura fem
minile, fornica con altri di, o popoli,
divenendo infedele al suo Dio; si tratta
di una sorta di adulterio spirituale. Si
costruisce: la persona insieme con la
quale si infedeli senza articolo, con ,
, , ; la persona verso la quale
si infedeli con , . Sinonimi:
essere infedele, commettere adulte
rio. Con complemento semplice Ger 3!
Ez 162e; 16 i7; Is 2317;
Es 34,5 Ev 177 20s Nm 1539 Dt 31,6 Gdc
217 ^ 27.33 Ez 69 20 30 2330;
Ez 162628;
Sai 7327; Os 9!. Nel Sai 10639
pu indicare gli idoli (malvagita) che gli Israeliti si sono fabbricati.
In Ez 23s mentre era sotto la
mia potest (secondo Nm 5J9); in Os
4!2 potrebbe significare sotto,
sottraendosi alla protezione = ombra,
parallelo di sotto querce (ido
latriche).
u

it

Pu. Essere sollecitata, corteggiata Ez 1634.

1[ Hi pft. 3 pi. irreg. , per ]


Puzzare, appestare Is 196. Forse Os 8S.
2[ Q, pft. 2 , c, suff. , :
ipf. . Hi. pft. , c. suff. ;ipf.
c, suff, ]
-

/ , , , .
x

'

1 * r

1 - 1

11

Q. Aborrire, respingere, ripudiare. Sinoni


mo: . Os 83; Zc 10$ ^ Pi. cmpatire; Sai 432; 44mA + definitivamente;
603 = essere adirato; 74!; 77a *
accettare, essere benevolo; 881s; 8939 =
Hitp. adirarsi, andare in collera; 10812;
Lam 27 = Pi. idem; 331. Intransitivo
essere, rimanere lontano da Lam 317.
Hi, Come Q., recente ICr 289 2Cr
U h 29i.
[ Pi.
Dt 3322.

ipf.

Saltare,

balzare

[ Cstr. ]Sudore Gen S!9.


Spavento, terrore, monito Dt 282s Ez
2346; qere: Ger 154 249 291e 34,7 2Cr 298.
-> e .

Hi. Prostituire, prostituirsi Es 3 4 6 Lv 1929


Os 4 10,8 53 2Cr 2 1 ,1 ,3.

1 1

. Un poco, un momento Is 281013


Gb 362.

-[ Cstr., c. suff. , ]For


nicazione, prostituzione, meretricio, infedelt,
libertinaggio Gen 382< 2Re 932; Ez 23=
;Na 34 Os 24. donnaccia,

baldracca Os 12; figli bastardi,


adulterini 2 6; spirito di fornica
zione 412; lussuria, lascivia 54.

[ C. suff. , , , pi. c. suff,


, ]Fornicazione, prostituzione, lus
suria, lascivia Nm 1433 Ger 32.9 Ez 23v 43719
Os 4 6 10 Sir 428. pensieri lascivi
Ger 1327,

Altri (?) Sir 11/ (LXX ).


Tenendo conto del parallelo antonimico
, si potrebbe tradurre con "pochi e in
tal caso sarebbe plurale dei precedente.

[ Ni. pft. pi. ]Spegnersi Gb 17!. Va


riante di .
[ Q. ipf. 1 3 ,^ pi. C. suff. ;
imptv. enf. ( per )Nm 237; ptc. ,
pass. cstr. . Ni. ptc. pi. . Hi. ipf.
Sir 43ltBm]
Q, Essere irritato; sfogare la collera. Si co

struisce con complemento senza preposi


zione, con o . Indica il sentimento o
passione, in modo particolare la sua mani
festazione attiva. Antonimo: compa
tire, impietosirsi, a) Atteggiamento di rottura,
inimicizia Zc 112 MI 14; participio passi
vo, oggetto di tale atteggiamento Pr 22!4.
b) Manifestare indignazione contro qualcuno Pr
2424 = maledire; Sir 3lt. Pronunciare un
oracolo 0 un maleficio contro Nm 237^ = ,
maledire. Sfogare la collera Dn
1130. Participio passivo: che provoca indi
gnazione Mi 610. c) Un giudice: sentenziare,
condannare, emettere la sentenza Sai 7,2.
Ni. Participio: gesto di indigna
zione Pr 2523.
Hi. Scuotere indignato (?) Sir 43,6Bm. Forse
va letta la radice 1 con 4316M.
!f .

[ C. suff. , , , ]Collera,
indignazione, irritazione, ira, furore, furia, rabbia.

Sinonimi: , , , . Indica la pas


sione e in modo particolare la sua manife
stazione attiva. Ger 15!7 Na 16 Sai 384 102
Dn 8!91136 Sir 39^. Labbra: furibon
de, gonfie di furore Is 3027; 2< lingua
violenta (per trasformazione) Os 716.
armi della sua ira, della sua rappresaglia Is
135 Ger 5035; il giorno del mio furore,
della mia vendetta Ez 22^. irosamente,
furiosamente Ab 3 12 Lam 26. consu
mare, esaurire l'ira Is IO25; passare
2620; Hi. sopportare Pira Ger 10lo;
sfogare Tira Ez 21^ 223] Sai 69^;
esplodere Sir 57.
[ Q. ipf. ;ptc. pi. 1 ]>Indignarsi
2Cr 2619; irritarsi Pr 193. Partici
pio depresso, con una brutta cera Gen 40t
Dn 1 ,0.
V

, , probabilmente .

Adirato, depresso, infuriato IRe 2043; 214


= di malumore.

289;
1

[C. suff. ]Collera, furia 2Cr 16)0 =


irritarsi; 2619; con accanimento
-1- Is 3030; Gio l ls Mi 79; Pr 1912 ^
favore.

[ Q. pft. f. , 1 , pi. 2 ,
;ipf. , f. , 1 , , pi.
,, c. suff. , 1 ; imptv. ,
f . , Ger 4820 k ( q), pi . ;inf.
cstr. , C. suff. , . Ni. pft. 2 ,
pi. ;ipf. , pi. . Hi. ipf. wayy.
, pi . ;i mpt v. ;inf. cstr. ]
Nota. Si veda la variante con cui

si confonde.
Q. Gridare, urlare, reclamare. Come
espressione di sentimento: gridare, gem$re, lamentarsi. Chiedendo o sollecitando:
reclamare, supplicare, chiedere aiuto. Con una
valenza giuridica: querelare, citare in giudl
zio, protestare, accusare. Al Ni. e allo Hi.
compare un significato militare o belli
co. Si costruisce in forma assoluta; con
N persona verso cui si grida, intro
duce il contenuto del grido; con l'accu
sativo interno ?! a) Gridare, gemere
ISam 4,3 2Sam 1319 195; Is 149, = Hi.
gemere; la partoriente 2617 Ger 301s. Do
mandando Gdc 39 1014 Ez 1113 2730; Lam
3b + 2\ >chiedere aiuto; gridare:
Aiuto! Ab 12. b) Citare in giudizio, accusare
Ab 2 Gb 3138; protestare ISam 510.
Ni. Dare l'allarme, mobilitarsi Gs 8I6
Gdc 1822.23 ISam 1420; aggregarsi a
Gdc 63^35.
Hi. Reclamare Zc 68 Gb 359. Reclutare,
mobilitare Gdc 4 1013 2Sam 20^; proclamare,
mettere in stato di allerta Gio 37
V

?-
[ Cstr. , c. suff. , ] Gri
do, clamore. A seconda del contesto, di lamento, lagnanza, protesta; di allerta, comando ecc.
Con sfumature giuridiche, a) Generico. Gri
do Ger 1822; 4834 = 51 ; g4; gri
da di aiuto dei nocchieri Ez 2738;
di comando Qo 917; lacerante Is 155;
grida del bisognoso Pr 2113. Gemito,
lamento Is 65,9 = ;Est 93l. b) Specifico.
Accusa Gen 1820; richiesta di giustizia Is 5 7
Gb 1618; protesta Ne 56.

234
re gli orli, tagliare le basette Lv 1927; idem
con Pi. 21s

[ Cstr., pi. , cstr., f. pi ,


c. suff. , ,, ,, ]
Vecchio, anziano, invecchiato, attempato, vec
chio decrepito, senile, senescente, vecchio bacuc
co, cariatide, mummia, di et avanzata, avanti
negli anni; consigliere locale, notabile, senatore,
deputato, capo, autorit, dirigente; veterano,
provetto.

Quando indica l'et, pu essere pa


]] Pece Es 23; pece ardente
rallelo di / sazio di anni,
Is 34,; Sir 13!,
?anziano, canizie, padre con
trapposto a ragazzo. Quando indica
1 Catene, vincoli Is 45!4 Na 3 ,0 Sai 1490 l'autorit, pu essere associato ad altri
Gb 368.
termini di autorit, come /*nobi
le, notabile, !sacerdote, |indovi
no, persona importante, capo,
2 Giavellotti Pr 26,e.
ministro, funzionario, giudice
ecc. Talvolta et e autorit si sovrappon
[ Ct. pft., f. , 2 , 1 ;i pf. .
gono: IRe 1268,3. Molti casi sono dub
Hi. i pf . , f, Sir 324]
bi, perch in Israele erano solitamente
Q. Essere vecchio, anziano, decrepito, senile;
adulti e anziani a rivestire delle cariche,
invecchiare, incanutire; giungere alla vecchiaia
a) Quando indica l'et. Gen 18 =
(fisicamente e socialmente la vecchiaia
avanti negli anni; 194 * 3529 ;
cominciava e veniva calcolata prima di
;= Lv 1932 + canizie; Gdc
quanto non lo sia oggi). Sinonimo:
19i6 ISam 23, 28,4; Sai 119100 = ; ;
essere canuto. Antonimo: ragazzo,
Ger 6 ; Lam 2 10 ^ ragazze; Est 3 13
giovane. Gen 18,2.1327!; Gs 13, = ^
+ , , ragazzo, donne, bambi
avanti negli anni; essere molto
ni. b) Quando indiai l'autorit. In generale
vecchio, decrepito ISam 222 122; Sai 37z5 *
Es 318122! 24,9 Nm 2124.25. Se sono dell'in
;lCr 23! = sazio di giorni.
tera nazione, senatori Lv 9, Nm 22, IRe
Hi. Invecchiare, essere vecchio Gb 148 Pr
207 Ez 8 ;Is 2423 il senato celeste; depu
22t Sir 3024. Denominativo di .
tati Nm 227 Ger 19!. Se di un sngolo luo
consiglieri locali, notabili Dt 2119.20 22 ,5
V
.?,,, ,go,

257^ Ez 14, Rut 42. Combinati: +


[ Cstr. , c. suff. ,, ,
Dt 523; + 2 1 Re 10, Esd 108 Sir 329;
, ]Barba, chioma, criniera
+ Dt 212 Gs 833; + Dt 299 Gs
ISam 2114 Sai 1332; di un leone ISam 1735
833, + notabili IRe 21 ;+
Pi., , tagliare, radere, sbar nobile Is 9 ;+ Lam 1I9; + ^Is 32.
bare, pelare, rasare Lv 149 2Sam 104 Is 720
consiglio locale, consiglio degli
anziani Sai 10732 = assemblea del
152 Ger 415 4837; $ Hi. ritaglia

235

popolo; Lv 9 Nm
l l ltf; Dt 2 i3. In un incarico, vete
rano, esperto, provetto Ez 279,
Vecchiaia Gen 48!0.
[ Cstr. , c. suff. , ] Vec
chiaia, anzianit, senilit Gen 2436 Is 46A;
Sai 71!8 + canizie; vecchiaia
IRe U 4 1523 Sai 719.

[ C.

suff. ]Vecchiaia Gen 2127


Sir 86; figlio nato nella vecchiaia
Gen 373; ;idem 4420.

[ Q. ptc. ]()Raddrizzare, rimettere


dritto, ristabilire Sai 145 = sostenere,
!4 piegarsi; 146e,
[ Q. ipf. pi . ;. Pi. pft. Pu. ptc.
, pi. ]
Q.

Raffinare,

purificare

Gb

28,;

filtrare 3627.

Pi. Raffinare, affinare in crogiuolo MI 33.


Pu. Essere raffinato Is 256 Sai 127 lCr
28lfl 294.
[ F. , pi. , c. suff. , f. ]Estra
neo, straniero. Il significato si differenzia a
seconda del campo cui appartiene, vale a
dire a seconda del termine cui si riferisce:
estraneo a X. a) Campo familiare. Uomo:
estraneo, si oppone al marito Ez 16g2;
non appartenente al clan o alla famiglia
Dt 255 Gb 1915 = ;amanti Ger 225 3,3
metaforico; Pr 5!7. Donna: =
estranea, straniera; diventano designazio
ni della baldracca, prostituta, meretrice,
battona: Pr 2 l6 5320 7S2 2 , Sir 93. Figli: ba
stardi Os 57. Estraneo, sconosciuto', nel com
mercio Pr 6! 11!5 20,6 2 7!3. Un altro, non se
stessi Gb 1927; Pr 272 * la tua bocca; Sir
'

TT

m -

144. b) Campo politico. Straniero, forutter,


barbaro 2Re 1924 Is l 7a; 615 = forestiero;
Ger 30s 515, Os 8,2 Gl 4,7 Gb 1519; Sir 1022B
(serie). Barbari, spesso in un contesto mi
litare: Is 252s Ez 7n 2810 Abd 11 Lam 52;
nemico Sir 375 ^ il buon amico,
c) Campo cultuale: (fuoco profano Lv
10! Nm 34 26t!; incenso profano
Es 309. Di persone: laico, n sacerdote n
levita Es 2933 Lv 22iA.lt Nm 151 3!0.38 184.7
Di stranieri, estranei, altrui Is 43,2 Sai
4421 8110. d) Altri: r to D lavoro straordi
nario, inaudito Is 28z!; ramoscel
lo di un'altra specie 1710; cose strane
Pr 2333; $ tavola altrui Sir 4029.
Nota. In Is 17 va Ietto Sodoma; in

29s forse ;!in Ger 18 va letto gor


goglianti; in Sai 545 forse DHT insolenti.
[ Cstr. c. suff. ]Listone, bordo Es 25
30^ 372.1112.2627
Nausea, schifo, ripugnanza, disgusto Nm
1120; colica Sir 3730.
[ Pu. ipf. pi. ];Asciugarsi Gb 6 7. Allomorfo di .
1[ Q. ipf. , c. suff. 1 , c. suff.
, wayy, ;!*imptv. ;inf. cstr. ;\
ptc. , Ni. ipf. pi.
;inf, cstr. c. suff.
. Pi. pft. 3 c. suff. 2 , c. suff.
, 1 , c. suff. , (), pi . ,
c. suff. ;ipf. l , pi. ;inf. , c.
suff. , ;ptc. ?, cstr, , pi.
. Pu. ipf. ;;ptc. f. ]

! T

Q. Ventilare (cereali o biade), sollevare col


forcone; spargere, sparpagliare, disseminare, gettare. Ventilare Is 3024; 41lt = Hi. disperdere;

Ger 4 ;157 + forcone; Ez 52;


Rut S2Sir 59. spargere cenere Es 3220;
disperdere le braci Nm 172;

236

1
TX

sparpagliare, sbattere via il sudiciume


Is 3022
Ni. Essere ventilato, disperso Ez 68 36J9 =
Hi. spargere.
Pi. Con persone come complemen
to: ventilare in senso figurato, disperdere,
sparpagliare Lv 2633 IRe 1415; Ger 31!0 *
Pi.; 4932 512 Ez 5 !0 6S 121+!5 Zc 22.4 Sai
44 !2 10627 Pr 2026. ( gettare
sterco in faccia a MI 23; le labbra spargo
no Pr 157; ventilare la malvagit 20a.
Pu. Venire sparso, cosparso Gb 18l5; una
rete, stesa Pr 1!7.
V

2[ Pi. pft. 2 ]Calcolare, misurare Sai


1393. Denominativo di .

0(

[F. st. ass. = cstr,, c. suff. ,p(1!)^,

)
W H 0 ( ;du. cstr.
c.
suff. ,, pi . 0(0 ( , c. suff. ,()
, (), , , lx pi.
Dn 11 31] Braccio: membro del corpo;
sede ed emblema di forza; metafora del
potere. Di animale: zampa, coscia, spalla.
1. Generico. Braccio Gdc 15!4 16l2
2Sam 110 Ez 1320 Ct 86; fra le
braccia, attraverso la spalla 2Re 924;
in braccio Os 113. Sostituisce sul pia
no grafico il soggetto: egli, il suo bracci, personalmente Is 175 40!! (come
p. es. occhio per la vista, orecchio per
l'udito). Di un animale, spalla Nm 6!9
Dt I 83.
2. Braccio come sede della forza.
Bisogna notare che il lavoro veniva
eseguito senza macchine; il braccio
fornisce la forza, le mani eseguono.
Anche in italiano rimangono tracce di
esperienze e concezioni simili: vivere
sulle proprie braccia (= del frutto del

proprio lavoro), incrociare le braccia


(= scioperare), c' bisogno di molte braceia (= forza lavoro), bracciante. Questo
significato all'origine di diverse espres
sioni, con aggettivi, nomi retti, verbi,
a) Dell'uomo. Per diversi tipi di attivit,
in concreto quella militare, 1 bracci robusto (come neiritaliano: a forza
di braccia) Is 4 4 l2; idem Ez 179;
, fare a gara Ez 22e; Os 7 5; $
si atrofizza, si paralizza Zc 11!7; 2<
uomo potente Gb 228; Pu. essere
triturato, inutilizzato 22 9; bracci inerte 263 = debole; ^
si spezza Ger 4825. Militare Gen 4924 Sai
1835; 2</ Hi. spezzare, rafforza
re Ez 3022.25; decadere, infiacchi
re Ez 3025. b) D i Dio. Talvolta con una
qualificazione: Es 1516 Is 3030 519 53!
Sai 44 4 7 7 16 79 89 Gb 409. Dt
3327. con braccio disteso; for
mula frequente =
con mano
forte: D t 4^ 51s IRe 842 2Re 1736 Ger 275
Sai
-

TI T

1 3 6 , 2 .

3.
M etafora di forza, potere
(a volte lessicalizzata). La distinzione
rispetto al precedente poco definita.
Is 33, = salvezza; &
cerca appoggio nella carne (= fa della
carne il suo braccio) Ger 17S; of
frirono rinforzi (in italiano: dare man
forte) Sai 839; plurale distaccamenti
Dn 11 !5.22.31 Rami, germogli, discendenza
ISam 23!.
*

Nota. In Is 9 !9 va letto prossimo;

in Ez 31,7 dubbio; in D n 11^ va letto


stirpe.
[ PI. c. suff. ]Semente, grano Lv
1137; Is 61 !! + fare germogliare.
Pioggerellina, pioviggine Sai 726.

237

V.

Gallo Pr 303i. Altri: grillo. Dubbio.

altri complementi. Si costruisce: con il


complemento senza preposizione, con
, , l'accusativo interno |, il doppio
[ _Q. pft. , f; ;ipf. , ;inf.
accusativo.
cstr. ;ptc. , f. Sir 42,6] Sorgere,
1. Senso proprio, a) Seminare Gen
splendere il sole o un'altra luce. Manifestar
2 6l2 E s 2310 Lv 1919 Dt 229; Is 3023 =
si. a) Gen 3232 Es 22a Gdc 933
2Sam 234 2Re 322 Gio 4e Na 3,7 MI 320 pane; + arare Is 282 ;+
fare il raccolto Lv 25 Mi 15 Sai 1265; +
Sai 10422 Sir 2 6 6C (?) 42,6B; Qo 15 *
Gb 31a. terra incolta,
tramonta; splendere il sole Gb 97.
b) una luce, la luce Is 58l0 Sai 1124; a maggese Ger 2V b) Per estensione, inne
stare

) ) immagine solare di Dio


Is Is 17I0.
2. Senso figurato:
60!.2. c) Lebbra (o macchia della pelle),
seminare la casa d'Israele Ger 3127; il p
spuntare, apparire 2Cr 26i9.
polo Os 225; vento 87; giustizia (?)
/ .,
malvagit Pr 228.
- /

T s

[ C. suff. ]Splendore, sorgere del sole


Is 603 + splendore.
[ Polel pft. pi. ]Fare piovere, sparge
re Sai 77l8; in 905 dubbio. Denominativo
di .
V

1 .

. ]] Pioggia, acquazzone, scroscio, rove


scio Is 46 = , * canicola; 254; 282
= tormenta; 3030 + grandine;
322 + vento; Ab 310 Gb 248.

Ni. Essere seminato Lv 1137; Dt 214 +


Ni. essere lavorato; 2922 + Hi.
germogliare. Di una donna, essere fecon
data, concepire Nm 528. In senso figurato,
il popolo Ez 369.
Pu. Essere seminato Is 4024 + Ni.
esser piantato, Poel/Poal mettere
radici.
Hi. Produrre seme Gen 112. ;concepire
Lv 122) ingravidare Sir 42,0M.
V

., , ,
)]) Cstr. lx Nm 117; c. suff.

[ Cstr. , C. suff. ]Sperma,


seme Ez 2320. Secondo altri: fallo.
[ Q. pft. 1 , c. suff. , pi . ,;
2 ; i pf. :; c. suff. , 2 , ,
f. c. suff. , 1 1 , c. suff. , pi.
, 2 , , 1 ;imptv. , pi.
;inf. cstr. ;'ptc. , , pi. ,
cstr. , pass. , f. . Ni. 3 f. ,
2 pi. , ipf. , , f. . Pu. pi.
. Hi. ipf. f. ;ptc. ]
Q. Seminare, il seme o il terreno. In
serie con arare, mietere e
mangiare. Si usa metaforicamente con

, , , *!, !,
lx pi. c. suff. !ISam 815] In campo
vegetale: semente, seme, semina; in parti
colare chicco; per estensione talea, innesto.
Di uomo: seme, discendenza. Quest'ultima
pu essere differenziata nella traduzio
ne.
1.
Campo vegetale, a) Semente, seme
Gen l m2; 4723.24 correlativo cibo; Es
1631 Nm 117 Dt 229 Is 3023; 5510 correlati
vo pane; Nm 247 ambiguo. Chicco,
seme Lv 113738; ISam 8i5 correlativo
orto; raccolto, produzione Sir
37BmD. b) Talea, innesto Is 6J3; 17 =

238

piantagione; ceppo Ger 221 =


vigna.
c) Semina (attivit) Lv 27l630 Dt 1422;
Zc 8,2 dubbio; + mietitura, raccol
to Gen 822; + vendemmia Lv 265.
d) seminabile Ez 175; terreno
da seminare Nm 205; seminatore
Am 9 l9 correlativi: , ,
aratore, mietitore, torchiatore;
semente o sacco per la semente Sai 1266
correlativo covoni.

seme paterno, daremo vita a una prole


(.(

Legumi

Dn

l,21t.

Variante

[ Q. pft. c. suff. 1 ,, 2
, pi . 11 ; Pf. , c. suff. ,
2 , pi . ; imptv. ;ptc, , pi.
2.
Di uomini, a) Seme. Forse Nm 247; ;* inf. cstr. . Pu. pft. ]
nel sintagma coito (concubito di
Q. Di liquidi, spruzzare, irrorare, asper
semina) o polluzione Lv 15lt.1a 1920 Nm
gere; di polvere, cospargere, spargere, spar5,3. b) Lignaggio, stirpe. Si pu differenziare:
pagliare, disseminare, a) Aspergere, spruzza
se condivisa, razza, sangue; verso l'alto:
ascendenza, prosapia, alto lignaggio; verso il
re ( / sangue/acqua) Es 2468 29,620
basso: discendenza, posterit, progenie; di pri
Lv 15 N m 18,7 2Re 16,3 Ez 3625 2Cr 2922.
mo grado: figli, prole (in italiano non sem
b) fuliggine, sparpagliare, disse
pre i termini si distinguono con rigore).
minare Es 98.,0; 7 seme di cumi
In generale Gen 17,2 * estraneo; Is
no, spargere Is 2825 = Hi.;
14 = 65 23 ,61 443 ; Sir 44 12 =
braci, spargere, disseminare Ez 102;
germogli; Is 573; Ger 49 10 + fratelli;
cospargere di polvere Gb 2,3.
Ez 43j9 Sai 8937 10229; 1122 = genera
zione. Razza, specie Gen 73 2Re 1720 Est
Pu. Essere asperso Nm 19,320.
6,3 Ne 92. di sangue reale 2Re
V
.
2525 Ger 41, Ez 171a Dn 13. Ascendenza,
prosapia Esd 259 Ne 761. Discendenza, po
sterit Gen 3,s Es 302, Lv 212, Nm 18,9 [ Q. pft. f. ]In Os 79 dubbio;
si co n su ltin o i com m entari.
Dt 119 IRe 233 Is 53 i0 Ger 2933 Est 927 Sir
4525 469.10, posterit di Gen 99 177^
484 Nm 2513 Dt 437 1015 ISam 2422. Figli
1[ Poel wayy. ]Starnutire 2Re 435.
e nipoti Gen 46t. discendenza
Secondo a ltri: sbadigliare.
divina (?) MI 2,5; soprannome
(?) Is 14. Figli, prole Gen 21,3 Lv 182, 20^;
2[ q. pass. pft. pi. ]Spremere, ripul ! tuoi figli, i tuoi nipoti
re, una ferita Is 16. > .1
Is 592,; prole bastarda Is 574;
figlio maschio ISam 1 .
]] Palmo, spanna Es 2 8 16 399
Nota. In Gen 193234 si osservi la
sovrapposizione dal
IS am 174 Is 40,2 Ez 4313.
N


[ ^Soltanto c. suff. ]Seno, petto Gb
3133 (tasca interna di una camicia, di una
veste).

[ Ptc. 1 ] Amare, preferire Dt 333 (forse


aggettivo favorito), Sir 721A.

[ Ni. pft. , 2 ISam 192, pi.


, , 2 Gs 2I6; ipf. 2 ,
1 , wayy. , pi. ;inf. cstr.
;ptc. , pi. . Pu. pft. pi.
. Hi. pft. 3 m. c. suff. , f. ,
;ipf. wayy. c. suff. , f.
2Re 629, 1 wayy. IRe 1813. Ho. pft. pi.
. Hitp. pft. pi . ; ipf. , pi.
, ;ptc. , pi. ]

[ Q. imptv.. Ni. inf. ass. ( invece


di !Ger 49t0), inf. cstr. ]Variante di
.

I *s

11

I V

I V '

Ni. Nascondersi, occultarsi, celarsi, coprir


si; rintanarsi; mettersi (al sicuro); essere nascosto, occulto. Gen 310correlativo temere;
3127; Gs 2lt ^ trovare, incontrare;
1016 correlativo fuggire; ISam 192
correlativo Pi. cercare; 2Sam 179;
Am 93 = Ni. nascondersi; Gb 52I +
29 ;g Dn 107. Essere nascosto Gs 1027
ISam 1022.
Pu, Idem Ni. Gb 24A.
Hi, Nascondere, occultare, celare, sottrarre
alla vista; coprire. Gs 6m5 IRe 184t,3 2Re 629.
Ho. In rinchiusi nelle segrete Is 4222.

Hitp. Nascondersi Gen 3S ISam 136; 14


* Ni. essere scoperto; 1422 2323 2Re 113
lCr 2120 2Cr 22912 = Hi. (v. 11).
V

..

-j

-j

, .
-

1f .

Q. Nascondersi Is 2620 = chiudere.


Ni. Idem IRe 222s 2Re 7n; Ger 4910 =
nascondiglio.
J .

[ C. suff., Is 535, pi. ,


c. suff. ]Cicatrice, ferita, piaga-, ecchimosi,
livido Gen 423 Es 2125 = ;Is 16 serie; 535
Sai 38t Pr 203o correlativo colpi.
[ Q. ipf. ?, , wayy, ;ptc.
. Ni. ipf. 3 ]
Q. Bacchiare, trebbiare Dt 2420 Gdc 6 ;Is
2712 - Pu. essere spigato.
Ni. Essere battuto; essere trebbiato (a colpi)
Is 2827 =
Ho., + frusta, pertica
(per trebbiare).

Apprezzato, amato Sir 1025


Nuvolaglia, velo; occultamento Ab 3<.
Solitamente si distinguono quattro
lessemi omofoni, con le loro forme ver

:2
bali e sostantivali. Diamo una schemati
ca presentazione di insieme: a) legare,
vincolare. Non compare in una forma
verbale: 1/ corda, misura, lotto, re
gione; concordia; marinaio, nocchie
ro; asta (?); timone, governo.
b) Concepire, essere incinta: 1 feto;
dolori del parto. c) Impegnare:
pegno, d) Danneggiare: 2 strage, distruzio ne.

1[ Q. pft. pi. ;ipf. ,:, 2


, pi . , ; imptv. c. suff. ,*
inf. ass. ;ptc. , pi. , pass. pi.
. Ni. ipf. . Pi, ipf. 3 f. ]
Q. a) Prendere in pegno, come cauzione 0
garanzia Es 2225 Dt 246A7; appro
priarsi del pegno Ez 181e; participio passi
vo impegnato Am 28. Esigere pegni Gb 226 +
Hi. strappare, depredare; 2439 =
strappare, portare via. b) Farsi mallevadore,
garante Pr 20w = farsi garante; 27!3.
Ni. Essere impegnato Pr 13,3.
Pi. Ipotecare Mi 2l0.
./
1

2[ Pi. pft. 3 f. , c. suff. ;ipf.


]Concepire, essere incinta Ct 85. Figura
to Sai 71s + essere incinta, parto
rire (si vedano le nostre metafore lessicalizzate concepire, concetto, inconcepibile).
J .

3[ Q. pft. 1 pi . ; ipf. 1 ;inf.


ass. =) Ne l 7); ptc. pi. . Pi. pft.
;ipf. 3 f. ;+ inf. cstr. ;ptc.
pi. . Pu. pft. 3 , f. ]
Q. Agire/comportarsi male Gb 3431 Ne 17.
Pi. Fare strage, danneggiare, pregiudicare,
distruggere, radere al suolo Is 135 327; 5416
+ devastatore. vigne Ct

240
215w
7 fare fallire unopera Qo 55.

Pu. turbarsi, la mente Gb 17,;


essere strappato, il giogo (o Fu. pri
vativo: essere slegato) Is 1027.
V

.2

1[ C. sufi. , pi. , cstr. e


5) x), c. suff. , ] Corda, spago,
fune, canapo, cavo, grosso filo, cordame-, mi
sura, lotto, appezzamento, fondo (agricolo), re
gione, territorio-, nodi, reti, legami, catene, lacci;
gruppo, banda. a) Corda Ez 2724. Serve per;

\2( tirare, trascinare, trarre a s Is 518


1 fune; Ger 3813 Os 114; Hi.,
Pi. staccare, calare, sciogliere Gs 21s
Ger 38,; Ni. essere vincolato, as
sicurato Gb 36e = vincoli; Hi.
idem 4025 = amo, uncino; Ni.
essere preso, avere le mani legate Pr 522;
fissare Est 6; trascinare 2Sam
1713, Si lega IRe 2032; si spezza
Ni. Qo 12t; si allenta Ni. Is 3323
correlativo pfr asta; s scioglie Ni.
3320 correlativo palo, picchetto,
b) Misura (corda per misurare, nastro
metrico): Zc 25; Pi. mi
surare con 2Sam 82. c) Lotto, appczza mento (le corde servono per misurare e
tirare a sorte, cf. Dt 329): Pu.
si distribuisce Am 7 ;Hi. si tira
a sorte Sai 7855; Hi. idem Mi 2S.
Regione, territorio Dt 34.13. ; ; lito
rale Sof 2 ^ . d) Lacci, catene: ,
lacci della morte, dellAbisso Sai 18^;
, , Pi. avvolgono, circon
dano, rinchiudono Sai 18^ 1196i;
si nascondono Gb 1810 = !trappo
la. e) Gruppo (cf. cordata di prigionieri)
ISam 10slo.

2[ PI. ]Distruzione, disastro Gb


21i? = calamit; Mi 210 (a meno di

241

leggere !pegno, ipoteca).

[ PI. , cstr. , c. suff. ,


>

*#

* T -, 1

H |

] Plurale tranne, Is 66 7. Dolori di


parto, ansie, spasmi, frangente. Associato a
angoscia, ansie: Is 138 2617 667
Ger 132, 22 23 49 24 Os 1313. Feto, cucciolo
Gb 393.

/ [ C. suff. ]Pegno, ga
ranzia Ez 187,21t 33 J5.
Asta (?), timone (?) Pr 2334.

1[ pi. cstr. , c. suff. , ]


Nocchiere, timoniere Ez 27s correlativo
2 >rematori; 2727 correlativo

[ Q. pt. pi.
; i pf. 1( ;per )!
Sai 9420} ptc. 0 (, f. pi. , , pass,
cstr. . Pi. pft. , 2 ;ipf. ,
c. suff. ;;+ inf. cstr. . Pu. pft.
, , f. ;ipf. ;. Hi. ipf. coort.
. Hitp. pft. 3 ( per 2 (Cr
20^; ipf. 2 m. sg. Sir 132, pi. ;
inf. c. suff. ]

II

V T 1

Q. Unire, riunire, radunare, allacciare, col


legare, congiungere, mettere insieme, assicurare,
associare, alleare. Gen 143 Es 263 287 394
Ez 19, Os 417 Sai 9420 Sir 1214. Participio
sostantivato socio 423B.
Nota. stregone Sai 58t, cf.

Dt 18!!. Secondo alcuni da un 2, fare


stregonerie, incantesimi.

marinaio; il capitano Gio 16.

Pi. Unire, assicurare, allacciare Es


26,59!! 3^10.13,1(5.18

Corda, legaccio Sir 6 19.

Pu. Unirsi Es 28? 394; citt


compatta, dalle case unite, armonio
sa (o: dove il popolo accorre) Sai 1223;
Sir 13!7.

Concordia Zc 117!4 = fra


*

/.li

T !

ternit.

]] Narciso, asfodelo, porracci Is 35, Ct 2,.


[ Q. + inf, cstr. ;ptc. , f.
. Pi. pft. pi . ; ipf. ;,;, c.
suff.
; , ; inf. cstr. ]
Q. Abbracciare, stringere 2Re 4,rt Sir
3020; Q o 35 ^ 1 respingere l'ab
braccio; incrociare le braceia.

Hi, collegare parole, compor


re un discorso Gb 164 = Pi.
Hitp. Allearsi Dn l l t 2Cr 2035.37. Unirsi
Sir 13.
Nota. In Qo 9 il (qere) forse va letto

preferire; cf. apparato della BHS,


V
.. , ,
1

. V

V V

* *

V V

Pi. Idem Q. Gen 2913.4\ < Pi. bacia


re; 334 = gettarsi al collo;
48l0 Pr 4a 5 20 Ct 2 6 83 Qo 35. Stringersi Gb
240; rotolarsi nell'immondi
zia Lam 45.
Incrocio; ;;incrociare le braceia Pr 6 ,0; 2433 + 2 >sdraiarsi.

[ C. suff. , pi. , cstr. , c.


suff. , , , ]Compagno,
amico, socio, camerata, consocio, alleato, com
plice, collega: Gdc 20!, Is 123 44!! Ez 37lt!9

Sai 458 11963 Pr 2824 Ct 17 8!3 Qo 4!0 Sir


712 376.

[ PI. ]Socio Gb 403o -1-


mercanti. Dubbio.


VV

]] Societ, compagnia, banda Os


69 = - bande; taverna (o lo
canda) Pr 219 2524.

Pu. Essere bendato, fasciato Is 16 + 2


spremere (nel senso di medicare) una frita; Ez 302].
V

2[ pi. , c. suff, ]Scongiuro,


incantesimo, sortilegio Dt 18 serie; Is 47912
= 2 | )magia; Sai 586.

.<

^ Medico, guaritore Is 37.


Fritti lC r 931.

[ C. suff. ] Pelle, pelame


colorato, screziato Ger 1323.
Compagnia Gb 34s.
[ C. suf. ]Socia, compagna,
consorte MI 2.
]] Giuntura, collegamento, serie,
unione, legame Es 264m 3617.

[ Q. pft. 2 , pi. 2 ;ipf.


0 (1,!^,;, c, suf.
:, f. ,
1
, c. suff. , coort. ,
:, ;imptv, 0 (^, pi. ;inf.
cstr. , c. suf. ;ptc. , pass,
, pi. , . Pi. pft. ;ptc.
. Pu. pft. 3 f. ] ;

Q. Cingere, circondare, stringere, avvolgere,


arrotolare-, fasciare-, preparare. Spesso asso
ciato a vestirsi. Cingere Es 299 Lv
813; Ez 16,0 serie sulle vesti; awolgere il turbante 24i7; avvolgere
in un sudario Gb 4013; fasciare
una ferita Is 302t = curare; 61,; Ez
3021^ 2 >spezzare; 34416 serie; Os 6! ^
Hi., ferire; Gb 51e ^ Hi. feri
re. Participio passivo ritorto Ez 2724; essere
avvolto Gio 26. Vincolare = giudicare Gb
3417. preparare un asino Gn 223
Nm 2221 Gdc 1910 2Sam 16, 1723 1927 IRe
2,0 13 !3.23,27 2Re 424.
Pi. Bendare, fasciare Sai 1473 = gua
rire. Arginare, arrestare Gb 28 .

))] , c. art. , cstr. , c. suff. ,


, , , pi. , c. suff. , ]
a) Festa, festivit, solennit, celebrazione. An
tonimo: lutto Am 810, Verbi reggenti:
, osservare, celebrare, istituire;
$ Hi. porre fine Os 2i3. ... vigi
lia festiva Is 3029; festivit Os 95.
Associato con noviluni Ez 45!7 e
1 solennit 46 . godere di,
gioire di, celebrare Dt 16M. /
festa del Signore, in onore del Signore Es
109 136. b) Processione Sai 11827.
pi.
Nota. Per le diverse feste si vedano i
calendari: Es 2 3 m9 Lv 23 Dt 16.
.

Gb 2610.

T T!

1 Spavento Is 19,7 = spaventarsi,


impaurirsi.
.

[ PI. ]Specie di cavalletta, lo


custa, ortottero Lv 1122 Nm 1333 Is 4022
Qo 125 2Cr 7,3.
[ Q. pft. 2 pi. ; ipf. 2 , pi. 0 (;,
2 , c. suff. ; imptv. ;inf. cstr.;
ptc. *1 , pi. ]Celebrare, festeggiare, fare
festa; andare in pellegrinaggio. Si costruisce:
con complemento diretto, con accusati
vo interno , con N in onore di (colui
che si festeggia). Es 5, 12M2 3 u Lv 233941
Nm 29)2 Dt 16,5; Sam 3016+ e
celebrare un banchetto; Na 2!; Zc 141(513.19

243

;uh

= 2 )Hitpalel, rendere omaggio; Sai 425.


Sai 10727 dubbio: traballare, barcollare.

1[ F. ]Acuto, aguzzo, affilato, tagliente


Is492 E z 5 ,S a l5 7 s P r5 4.

-4 .

2 Ez 3330 = .
[ pi. cstr. ]Foro, buco, fessura, grotta
Ger 49,6 Abd 3 Ct 2!4.
[ \ C. suff. 1, pi. cstr. Ez 23l5]
Cinto, cintura, fascia ISam 184 Pr 3124; tra
colla, cinturone 2Sam 208.
Nota. In Ez 23IS forse va letto come

participio passivo di .
*1 ))] C. sui . , pi. ] Cin
to, cintura, fascia, fusciacca, sciarpa Gen 37
2Sam 18 IRe 25 2 Re 321; Is 324 ^
corda.

[ Q. pft. 3 f. , 2 , pi. ;^
ipf. :, c. suff. !, pi . 2 ,!, 5 1
; imptv. (), , f. , pi . ,
;+ inf. cstr. ;ptc. , pass. ,
f. cstr. , pi. ]()Cingere, fasciare,
avvolgere, legare, assicurare; orlare, bordare; in
dossare, armare; circondare: la fascia

Es 299; la cintura o cinghia (uni


forme militare) 2Re 321; la spa
da ISam 1739 2513 Sai 454;
le armi Dt 141 Gdc 181u6_l7; !la
cintura, i fianchi Es 12 ;bigello,
abito da lutto, sacco Is 153 Ger 4837. Dal
rapporto con le armi o la guerra,
senza complemento passa a significare
armarsi IRe 20 ^ Pi. slacciarsi, to
gliersi la cintura. Participio passivo cinto
Es 12 Gdc 23,5; Ez 2315 dubbio. Meta
forico, le colline si cingono, si orlano
Sai 65,3; le persone cngono, circondano
qualcuno 76 .
!f , , .
*1

* 1

- -

/ / .

[ Q. pft. 3 pi. . Hi. ipf. , .


Ho, pft. 3 f. ]
Q. Essere acuto, aguzzo, affilato Ab 18.
H. Affilare, aguzzare, appuntite, molare,
arrotare Pr 27,7.
Ho. Essere affilato Ez 2114_22.
Hitp. (?) Ez 2121 (corretto) sferrare stoc
cate.

. 1,

[ q. wayy. . Pi. ipf. 2 c. suff.


]
Q. Rallegrarsi, gioire, godere Es 189,
Pi. Rallegrare: colmare di
gioia Sai 217.

, Nota. In Gb 36 da .
1f .
T

[ PI. cstr. ]Punta, filo Gb 4122.


[ Cstr. ]Gioia, festeggiamento Ne
810 Cr 1627.
[ Q. pft. 2 , 1 , interr.
, pi 1, , 1 ;ipf. ,
IT I '.

V r

IT

f i

IT

: . f

'

T : V

1 ;imptv. : . pi . , ; inf.
cstr. ]Cessare, cedere, smettere, desistere,
IT I V '

- -I

IT

I T , l

rinunciare, astenersi, prescindere, fermare, inter


rompere, sospendere, abbandonare-, finire, man
care, non avere pi, smettere di avere. Quanto
al{,aspetto: cessa l'esserci Es 929; razione

in corso Gdc 157; non comincia !,azione,


non si passa dalla decisione all'esecuzio
ne, si desiste Ger 418; finisce il possesso,

si rinuncia a Gdc 9g; il rapporto con qual


cosa o con qualcuno Es 14)2. Quanto alla
costruzione, bisogna distinguere Pin transiti
vo dal transitivo; tenere conto dell'uso
di come alternativa; le particelle che
diversificano il significato; la costruzione
con infinito o + infinito costrutto.
1. Intransitivo: a) Cessa = smette di
esserci Gen 18tI Es 9293a34 Gdc 56; Is 248=
; Gb 147; non mancher Pr 10,9; non
cesser di avere Dt 15 . b) Cessa l'azione:
fermare Gdc 15?; astenersi Ger 41BEz 327
Am 75; riposare (per trasformazione) Gb
146. c) ...( usciamo di nuovo)...
o desistiamo? Gdc 2026; oppure mi as
tengo, rinuncio IRe 226.15; ...
(ti ascoltino) oppure no Ez 257; 3 ;
e se no, lasciate stare Zc 1112.
2. Transitivo + sostantivo. Cessare,
mettere termine a Gb 317 = riposare;
+ sostantivo rinunciare a Gdc 991u3; +
infinito cessare, smettere di Is l l6.
3. Con particelle: a) + infinito: smi
sero di costruire, interruppero Gen 118;
Nm 913; astenersi da Dt 2323; smettere di
Ger 441e 5130; rinunciare a Sai 364 Pr 1927.
( dativum commodi) smettila di 2Cr
25 16 3521. b ) + persona: lasciare in pace
Es 1412 Gb 716, non contare su Is 222; + og
getto: prescindere, smettere di occuparsi
ISam 9S; disinteressarsi Pr 234.
+ infinito: evitare, guardarsi da Es 235;
cessare, sospendere IRe 152t.

V(?) ,
[ ! Cstr. ]a) Attivo: che rinuncia, che
cessa, caduco Ez 327 Sai 395. b) Passivo: ab
bandonato, evitato Is 533 = disprez
zato.
]] Mondo, terra dei viventi Is 38=
( altri: Ade, Orco). -> .

1 ]] Spini, pruno Mi 74 =
roveto; sterpaglia Pr 1519.

[ q. ptc. f. ]Accerchiare, mettere


alle strette, stringere Ez 21. .
Denominativo di .(?)
))] Cstr. c. sufi:, 1rrm, direz.
, , pi. ;cstr., c. suff.
, 1 ] Abitazione-, camera, alloggio,
stanza, sala, a) Significato generico. Dt 3223
^ per strada; Is 220 Pr 244 ICr 28
Sir 4,5. andare di casa in
casa, di stanza in stanza IRe 2O30 2225
2Re 92, b) Significato specifico. Viene spe
cificato da qualche determinante o dal
contesto: scomparti, intimo del ventre
(dove si accumulano informazioni ed
esperienze) Pr 18a 2 03o 2622; dimora
della morte Pr 727; camera da
letto, alcova 2Re 112; , sala/alcova
regale Sai 10530; sala estiva
(fresca) Gdc 324; camerino, edi
cola (di immagini) Ez 812; camera
da letto Es 738 2Sam 47 2Re 612 Qo 1020;
P - Stanze del Sud (astronomia) Gb
99. In base al contesto: alcova Gdc 15,
2Sam 13]0 Gl 2 l6 Ct 14 34.
y y

y y

[ ^ Pi. pft. 3 pi. ; i pf. , 2 ,


pi. ; imptv. ;+ inf. cstr. .
Hitp. ipf. 3 f. ;ptc. m. sg.
Sir 43e]
Pi. Innovare, inaugurare; rinnovare, restaurare, riparare, ripetere. a) Cominciare qualcosa
di nuovo: inaugurare, instaurare ISam 11M.
b) Fare di nuovo, rinnovare, ripetere: rico
struire Is 614 = costruire; rinnovare
Sai 51 !2 = creare; Gb 1017 -
(truppe) fresche, di rinforzo; Lam 52J Sir
3 66; ripopolare Sai 1043o; riparare 2Cr 158;
restaurare 24412.

245
Hitp. Rinnovarsi Sai 1035 Sir 438.
/', .
T

T 1

*.

$ [ C. art. , f. , pi. ,
]Nuovo, recente, fresco, non usato, non

T T

V '

T ' !

7:

logorato-, fiammante-, inesperto, principiante;


seguente, altro, a) Nuovo: del nuovo raccolto

quattro ISam 2 7?; sei


2Sam 2 n; tre 24!3. in
capo a, trascorsi 24a Ez 3 9 u; ogni
mese, mensile IRe 52e; idem Is 47!3.
d) Uso aggettivale: di un mese Nm
322.28.34; ^ offerta mensile Nm
28,4; cf. 29t. Con qualifica: il suo mese =
il tempo del calore, delle voglie Ger 224.

Lv 26J0; Dt 205 = non inaugurare;

228; essere
Nota, da
In poco
Os 5, forse va letto .
sposato 24s; otri non usati
[ Pi. pft. 2 pi. ]Rendere debitore,
Gs 913; !1 corde nuove Gdc 15t3;
vino novello * invecchiato Sir 9 l0. responsabile Dn l l0 Sir 11,fi (?). Denomina
tivo di .
Oggetti: carro ISam 67 2Sam 63;
equipaggiamento (personale, per
Debito Ez 187.
la lotta) 2116; mantello IRe 1129;

piatto 2Re 220; trebbia Is


Nell'espressione Jtrrph tracci un cir
4115; frutta fresca Ct 7 ^
colo Gb 2 610.
secca. canto nuovo, originale Is
42!0 Sai 333 404; cuore nuovo Ez
Circolo, orbita, orizzonte, arco Is 4022 Gb
36 K. Novit, cosa mai accaduta prima Is
22MPr 827 Sir 4312M(?).
42, 43,9 48t Ger 3122 Qo 110. b) Nuovo,
altro-, faraone Es 18; offerta Lv
[ Q. pft. 2 ;coort. ;imptv.
231(5; altra donna/moglie Dt 24s;

di 3217 Gdc 58; nome ]Con accusativo interno , propor


re un indovinello, un enigma Gdc 141243.16cor
Is 622; compassione rinnovata
relativi Hi., indovinare; Ez 172
Lam 322.23.
correlativo capire, comprendere.
Nota. In Os 57 leggendo estraneo,
1f .
intruso.
f

[ C. suff. . , pi. , cstr.


, c. suff. , ] a) Luna nuova,
novilunio, inizio di mese ISam 2051824 2Re
423; Is 113_14 serie; Ez 4517 + feste; 46,.3.t
Sai 814. b) Mese, come data: con ordina
le Gen 784 Es 402 Lv 2334 Nm 1, IRe
638 Ger 2817 Ez 24i Zc 1!; primo
Es 122. Con nome proprio: Abib Es 231g;
Tebet Est 2 l6; Nisan 37; Adar 3I3; Sivan 89;
Chisleu Ne 1,. Di solito si costruisce con
b, a volte con . c) Durata: nel cor
so di un mese Gen 29!4 Nm 1120. Con cardinaie: / due mesi Gdc 113M9;
v*

'

r t J

[ Pi. ipf. 3 , 1 , c. suff. ;


inf. cstr. ;ptc. m. sg. Sir 4219] Espor
re, dichiarare, insegnare, parlare. Sinonimi:
Pi., Hi. correlativo . Sai 193
= Hi, fare sgorgare, scaturire, Pi.
narrare (v. 2); Gb 1517 362; Sir 4219 =
Pi. rivelare; esporre il pensie
ro Gb 32 6M
m = Hi. insegnare,
rispondere, aprire le labbra
(v. 20); Sir 1625 = Hi., correlativo
( v. 24) acquistare saggezza,
prestare attenzione, dare retta.
V

246


l'Araba Fenice.

[ PI. , C. suff. ]Villaggio, pa


ese Nm 324, = centri abitati; Dt 3,4
Gs 13a0 Gdc 104 IRe 413 lC r 223. Topo
nimo.
.

Di colore scuro, bruno, abbronzato Gen


3032.35.40 ^ ! bianco. Forse da .
*1))] , cstr. , c. suff, ,
pi. ()(), c. suff. ,, ,
. , du. , ]MuraT

IV

IV

glia, muraglione, muro, barbacane, baluardo.

1[ PI. ]()Spina, cardo, tribolo, rovo;


punta, pungiglione, uncino, aculeo, spiedo,
scheggia, 2Re 149 ^ cedro; Is 34,3 =
T p spino, ortica; Os 9 6 * $3 ar

gento; Gb 3140 = erbaccia, *


grano; 4026 = giunco; Pr 269; Ct 22
^ giglio; 2Cr 33 uncino o grotta (?)
+ ceppi (-+ .(2

2[ PI. ]Foro, buco ISam 136 serie,


correlativo Hitp. nascondersi. In
2Cr 33 ,1 dubbio.
Gugliata, filo, nastro, corda, spago, ca
napo Gen 1423 + cinghia;
nastro Gs 21B; Gdc 1612 * funi; Ct
43; corda a tre capi Qo 4,2. Per
misurare IRe 715 Ger 5221.
Torcersi, contorcersi > .1
Arena, sabbia, granelli di sabbia; spiaggia.
a) Significato ovvio. Es 2,2; Dt 33I9 correlativo
mare; Ger 522. b) Termine di paragone di nu
mero, peso ed estensione. Numero Gen 22,7 =
stelle; 32,3 4149 Gs 114; Gdc 7!2
= cavalletta; ISam 135 2Sam 17 IRe
420; 1 del mare Is 1022; 4819Ger 158 Os
2! Ab 19 Sai 7827; 139,8 correlativo con
tare. Di peso Gb 63 + essere pesante,
pesare; pesante carico di sabbia Pr
273 = pietra. Estensione IRe 59.
Nota. In Gb 29,0 alcuni, con scarso
fondamento, identificano il termine con

Verbi che lo accompagnano: costru


ire, innalzare IRe 3!, ricostruire Sai 5120;
Pi. rafforzare is 22,0; demolire
Ez 2613; crollare Dt 2852; Hi, scalzare 2Sam 20,5; demolire 2Re 25,0;
scalare Gl 27; aprire una breccia
Ne 335; Pi. radere al suolo Ez 264. a)
Come sostantivo. Es 1422 Dt 2852 ISam 3110
2Re 1413; Is 30,3 + >|breccia, crepa; Ger
4927. da(ll'alto de)lla muraglia
2Sam 1120; al di sopra di 202,;
su 2Re 327; all'interno del re
cinto di Is 565; fuori di Ger 21;
fra la muraglia e il barbaca
ne 394 527. b) 1750 aggettivale: citt
cinta di mura, fortificata Lv 2529 IRe 413;
sentinelle Ct 57. Con qualifi
cazione: ignea, di fuoco Zc 29;
rafforzata, inespugnabile Is 2,s;
alta Dt 35; barbacane
2Cr 33J4; #' di bronzo Ger 118 1520;
alta is 30,3; aperta, di
strutta 2Cr 32s; ampia Ne 3e.
[ Q. pft. f. , 2 ; ipf. ;, f.
, , , 1 , wayy. f. ;!
iraptv. ]Avere compassione/piet, impie
tosirsi, compatire; preoccuparsi; perdonare. Co
struzione: in forma assoluta o con ;
assai frequente il soggetto e la forma
negativa, che significa agire senza com
passione, in maniera spietata, inesorabi
le. Sinonimi: , . Antonimi: verbi
che significano danneggiare, come ,

247
Hi.; Hi., oppure che sono in
relazione con la retribuzione, il castigo
o la collera giudiziale. Gen 45 20 Dt 7i5
139; 19!3 = consegnare a chi
incaricato della vendetta (v. 12); 1921
25!3; ISam 24 ^ ... ; stendere la
mano contro; Is 13!e Ger 13w217; Ez 5 *
respingere; 749 81a; 95 * Hi. ferire;
910; 165 ^ Ho. essere gettato via
con disgusto; 2017; 2414 = sorvolare,
trascurare; Gl 2,7 = ( v, 18), *
consegnare all'obbrobrio; Gio 410.
Sai 72,3 Ne 1322.
*Costa, litorale, sponda, riva. Regge sem
pre ;, eccetto in Gen 4913b. por
to, fonda 4913; Dt 17 ^ monte,
steppa, pianura; Gs 9!; Gdc 517 +
insenatura, golfo; Ger 477 Ez 25,t.
[ PI. , , c. suff. ,,
, , ,, direz. ,()
]Come avverbio: fuori, al di fuori,
da fuori, da! di fuori, fuori delle mura, extra
moenia ecc. Come sostantivo: ci che
sta fuori, strada, strada maestra; sobborghi,
periferia, quartiere, appezzamento, campi, in
temperie, estero, a) Avverbio. Fuori Lv 189

^ in casa; Dt 2313.14. fuori,


verso fuori Gen 155 Dt 24 + Hi.
tirare fuori; 25s; Gen 39,2 ISam 9 26 +
uscire; fuori delia famiglia Gdc 129; dal
di fuori IRe 8a; ... extra moenia Nm 354. fuori Gen 922 2Re 1024;
attendere fuori Gen 243! Dt 24;
fuori Sai 417 + ;esterno
Ez 427. dall'esterno Ez 462 + en
trare; dall'estero, forestiero Gdc
129b; fuori di, verso fuori rispet
to alla citt Gen 1916, del velo
Es 2635, dell'accampamento
Lv 8,7 Nm 214 Dt 2313; in
torno al tempio, seguendo il perimetro


del tempio Ez 40s; / fuori
di Lv 4!2 e passim Nm 53 D t 23 .
b) Sostantivo. Strada Dt 3225 Am 5 i6 Sof
36 Sai 31 i2, Pr 7,2 4 rVlirn piazze, Lam
4e; Pi. gettare per strada 2Sam
1317; per le strade Is 525;
proclamare per strade Ger l l 6; Ez
7,5 ^ in casa;
Hi. get
tare in strada Ez 719; proclamare
per strada Pr 120. Toponimo
Via dei Fornai Ger 3721. Strada maestra
Is 5123 = suolo; quartiere, plurale
IRe 2034; strada Os 7!; appezzamento
Sai 14413; campi (irrigazione) Gb 5,0;
intemperie 3132 ^ aprire la
porta; crocevia Is 5120 Na 310
Lam 219 4,; fango della strada Is
10,5; idem Mi 710 Sai 1843, cf. Zc
93; suolo, via maestra Lam 22l.
c )
senza il suo permesso, senza
prenderlo in considerazione (al di fuori
di lui) Qo 225 (corretto); recente.
Capo, capitano Gdc 5 9 > .
[ a. ipf. 3 pi. ]; Essere/diventare
pallido, impallidire, farsi bianco Is 2932 +
arrossire. Probabilmente Is 199.
. Bianco ~ lino Est \ 6 + purpu
reo; 815,
. ,

] ] Pallido Is 199 -+ .
1 ^ / .
[Q. pft, , 1 ; ipf. ;, wayy.
f. irreg. ;imptv. ;inf. c. suff.
, ptc. pi. . Hi. pft. pi. ;ipf.
3 \2>, Is 5, coort. ;l c. suff.
;imptv. m. sg, Sir 36!0]
T

T 1

248

Q. Affrettarsi, darsi premura, precipitarsi,


assillarsi, farsi/avere fretta; essere impazien
te. Nm 3217 Dt 32^; ISam 203B =

farsi fretta, 5* fermarsi; Is 8,.3; Ab


18 l'aquila; Sai 2220 * restare lonta
no; 3823 40 ; 702,6 ^ Pi. tardare; 7112
(qere); 119 ^ Hitpalpel ritardare,
restare indietro. Essere impaziente Gb
202 ^ ansiet.
z

Hi. Affrettare, incalzare, dare/mettere fret


ta; accelerare Gdc 2037; Is 519= Pi.; 6032
Sai 559 Gb 315 Sir 3610. Essere travolto (o
vacillare) Is 28 t.
V # .
2[ Q. i pf . ]Godere (?) Qo 225.
))] ^ C. sufi. , ] Sigillo,
timbro, conio (lo strumento e l'impronta
che esso lascia); lucchetto, chiavistello. Per
metonimia, l'anello del sigillo. Gen 38)a;

incisioni, rilievi del sigillo


2 Qu36; 396m30 + incidere; IRe 218 Ger
2224; conio di perfezione Ez 28,2
(corretto); Ag 223; creta sigillata
Gb 3814; sigillo rigido, in pietra (?)
417; Ct 86 Sir 326. Sigillo, lucchetto, chia
vistello 426 = 426 Mchiave.

di, visitare Sai 11 1715 ;guardare, fare


attenzione a Is 2 6 n Sai 172; fissare, os
servare Gb 2713 Pr 2 229; 2432 =
prestare attenzione; 2920. Osservare,
scrutare, esaminare Is 4713 = fare
scongiuri; Sai 11A; presenziare Is 486 +
$ ; Sai 469; Gb 24,
Ni. essere
occulto, nascosto; Sir 15,8. Contempla
re Es 24 Is 33,720 = ; Sai 58633 .
Fare attenzione a, scegliere Es 1821. La
preposizione aggiunge alla contem
plazione l'aspetto di godimento Mi
4 Sai 274; Gb 3625 = Hi.; Ct 7,.
b) Senso specifico: / avere una
visione Nm 2 4 u6 Ez 1227. Di qualsiasi
profezia: Is 1,2! 13, Am 1, Mi 1, Ab 1,;
cio i titoli. Applicato ai falsi profeti,
equivale a immaginarsi, fantasticare, avere
visioni, vedere chimere, allucinazioni:
illusioni Is 30,ob; 2 >es
sere visionario Ez 13fr7 Lam 2M;
vedere menzogne Ez 138; > fan
Es
donia Zc 102.

[ Q. pft. 2 , f. , 1 / c. suff.
, pi. , 2 ;ipf. , f. apoc.
Mi 4n, 2 , 1 , Gb 239, pi.
, Is 2 6 3 , f. , 2 , 1 ;
imptv. , pi. ;inf. cstr. ;ptc. ,
pi. , cstr./ Sir 443] Guardare, fare
attenzione a, contemplare, osservare, esamina
re, assistere, presenziare, vedere. Si specifica
nel campo profetico: avere visioni (auten
tiche); immaginarsi, fantasticare (averne di

false). Si costruisce in forma assoluta,


oppure con , , . a) Significato gene
rico. Cf. Gb 1926; N vedere la faccia

Nota. In Gb 8!7 va letto aggrap

parsi. E possibile una variante


(equivalenza / ) in Gb 3429.
V
.

mh, ,, , , ,

[ Cstr. ]Petto Es 2926.27 Lv 730^1


N m 18,a.
[ Cstr. , , pi. ]Veggente; profeta. 2Sam 242 ;Re 1713 Is 29,0
= ;30,0 = ; Am 7 n; Mi 37 =
!indovini. In Is 28 ,s dubbio: forse
patto; > .

[Cstr. ]Visione; visione profetica;


per estensione, qualsiasi profezia, a) Si
gnificato generico. Is 297 + sogno,
b) Significato specifico. Visione profetica

249
Ez 1222 + non compiersi; Ab 23; Os
12 + profeti; Lam 29 Dn l t710;
in visione Sai 8920 Dn 82 931; Sir
36!5. Profeza Is 1! Abd 1 Na 1} Pr 291e
2Cr 3232. c) Qualifica: falsa Ger
14 ;fantasia,.immaginazione 23,5;
felice, di pace Ez 131(S. -

Visioni, profezia 2Cr 929

-
ipf. , 1 Is 42t, pi. ! ,
iuss. ^, wayy, ,, , .;
imptv, , f. , pi.
;inf. cstr.
, c. suff. ;ptc. , c. suff.
, f. , pi. m. , cstr. .
Hitp. pi*. , 1 , pi. 1;
ipf. pi. :, l , coort. ,
wayy. ;imptv. , pi . ;+
inf. cstr. ;ptc. , pi. ]

Q. Infierire, crescere d'intensit, aggravar


[ C. suff. ]Visione Is 212 29;
apparizione, apparenza Dn 858. Patto, alle
anza Is 28,8; forse 28,5.
[ Cstr., c. suff. , pi. ]^Vi
sione 2Sam 7,7 Is 22,5 Gl 3! Zc 134. Incubo
Gb 7U; visione notturna, sogno
413 208 33(5

si; pressare, incalzare; rafforzarsi, rinsaldarsi,


consolidarsi, imporsi; irrobustirsi, ristabilirsi,
riprendere le forze; incoraggiarsi, rianimarsi,
farsi coraggio; impegnarsi, dedicarsi, affannarsi; essere/farsi forte, rigido, saldo, ostinato;
potere, superare, vincere, forzare, violentare. Si

costruisce in forma assoluta; con ,,


, , + infinito costrutto. Associato a
. Fraseologia con e T.
Lampo Zc 10! + ^ acquaz
1, Diversi significati e campi, a) Fisico.
zone; Gb 2826 + tuoni, piogRistabilirsi, riprendere forze s 39! ^
gi; 3825 + temporale, scroscio;
essere ammalato; Ez 302!; forzare, fare
Sir 352640,3.
forza a N Ger 207; essere forte D n 10!9.
Con 2 Sam 13H. b) Psicologico. Sforzarsi
[ Cstr. ]Maiale, porco, suino; cinD t 1223 ICr 287; con 2 Cr 314 dedicar
ghiaie. Lv 117 Dt 14a Is 65A 3i7.
si. Si vedano le costruzioni con e .
cinghiale Sai 80 } = bestie; Pr
c) Campo militare. Essere forte D t 118;
2Sam 1012 + Hitp. lottare valorosamen
1122
te; 2Cr 2 6 ls. Costruzioni con e .
[ Q. pft. 3 C. suff. , f. , ,
d) Campo politico. Consolidarsi, rinsal
2
, c. suff. , pi . , 2 ; ipf. darsi 2Re 14s D n l l s. e) Campo politico
;, ;, f. , pi . ;, ;, f. ,
militare, ambiguo o ambivalente. Gs
2
, 1 ;imptv. , !, pi . ;
17 13 inf.
Gdc 12&IRe 1622. Altri: la
, c. suff. . Pi. pft. 2 , c. suff.
fame infierisce, incalza Gen 415fr57 47 70
, 1 , pi . , 2 ; ipf. wayy.
2 Re 253 Ger 52t.
.
, c. suff. 1 , , !;, , 2
2. Con particelle: dominare,
, c. suff. , pi . ;, c. suff. :;
imporsi a IRe 16 22. occuparsi di,
imptv. , c. suff. , , f. , ,
dedicarsi a 2Cr 314. incalzare,
pi . , inf. cstr. ;ptc. , pi. .
fare pressione Es 1233; ; spin
Pu. pft. Sir 50,. Hi. pft. , c. suff.
gere, incalzare Ez 3M; essere
, f. , c. suff. , ! ,
insolente, arrogante MI 313; superare,
2
, c. suff. Sir 627, 1 ,vincere D n 115 2Cr 275. vincere,
Ez 30, c. suff. , pi . ;
superare ISam 17s0 2Sam 1013 i4 IRe

250

assicurare, conficcare il paletto Is 542;


202325 2Re S6.
3.
+ infinito costrutto. Sforzarsi di, fortificare le torri 2Cr 269;
impegnarsi a Gs 236 lCr 287.
restaurare il settore Ne 3!9;
Fraseologia. Con soggetto : ind fortificare il (= la zona del) terra
rirs, ostinarsi, essere pervicace Es 7)3.22 pieno 2Cr 325; consolidare
815 935. Con soggetto T: farsi coraggio,
11 regno 2Cr 1117; fortificare la citt
riprendere le forze Gdc 7 * avere ti
Sir 48!7; condensare le nubi 43,5M;
more (v. 10); 2Sam 1621; Ez 22 =
| fissare, bloccare l'albero (di una
restare imperterrito; Zc 89,3. Con ,
nave) Is 3323 = & tendere;
doppio imperativo: Coraggio! Forza! Deci
fissare, bloccare (una statua) con chiodi
sione! Dt 31^723 Gs 16.7.9.,8 1025 Sai 3125 lCr
417; idem un legno Ger 104.
22 !3 282Q. Frequenti le espressioni antonime:
Pu. Essere consolidato Sir 50! = Ni,
, , ,
essere riparato.
non temere, non temete. Seguito da un
Hi. Afferrare, assicurare, stringere, impu
altro imperativo: 2Sam 1328; Esd 104 lCr
gnare, trattenere; forzare, rafforzare, sostenere,
28!0 2Cr 157 19 ;+ weqatalt con valore
mantenere, obbligare; persistere; riparare, re
di imperativo IRe 22.
staurare; abbracciare, cingere; aggrapparsi, ab
Pi, Rafforzare, dare forza, irrobustire, gua
bracciarsi, afferrarsi, affidarsi, ripararsi, consoli
rire, curare-, incoraggiare, aiutare, sostenere;
darsi, incaricarsi; prendere, prendere per mano.
confermare, confidare; riparare, restaurare-, rin
Costruzione: in genere con ;talvolta
saldare, rafforzare. Il significato specifica
senza preposizione o con ;funziona
to dal complemento: persona, membra
come transitivo e intransitivo. Spesso
del corpo, cose, istituzioni, a) Persone.
con T. La variet dei significati si pu
Confermare, incoraggiare Dt 138 328; rin
ridurre schematicamente alle seguenti lo
vigorire Gdc 3!2 162e; incoraggiare 2Sam
cuzioni: uno afferra qualcosa, qualcuno,
1125 Is 417a Sai 646 Dn 10!9; aiutare 2Cr
qualcuno; uno si aggrappa a qualcosa, a
2934; confermare nel servizio
qualcuno, persiste in un atteggiamento;
2Cr 352. Curare Ez 34,t. b) Parti del corpo:
con la valenza di inizio o di continuit.
rinvigorire, irrobustire il braccio
Seguiremo questa divisione schematica.
= forza Ez 3024 ^ ^spezzare; Os 7!5;
1.
a) Afferrare, fissare, allacciare, assi
sostenere, essere complice Gdc 924
curare qualcosa: vestiti 2Sam
Ger 2314 Ez 1322; incoraggiare, rafforzare
1!1 2Re 2U; afferrare = impu
Is 353 Gb 43 Esd 622 Ne 69; stringere la
gnare torce Gdc 720, idem, scudo
mano ISam 23 i6; indurire, ostinar
Sai 352 Ne 4!0; idem, arco Ger
si Es 421 9 !2 Gs 112(); apprestar
623 50 ;consolidare un re
si, accingersi, prepararsi = Pi.
gno 2Re 1519, - conquistare un
riprendere le forze, raddoppiarle Na 22;
regno D n 1121; rafforzare la
indurirsi Ger 5^ 5* 1$ converguardia Ger 5112; pestare (l'ar
tirsi, c) Cose: stringere una cin
gilla nel)lo stampo Na 3,4. b) Afferrare,
tura Is 2221; riparare i danni
agguantare, assicurare qualcuno. Sostenere,
2Re 12^9; il tempio 12!5;
proteggere Lv 253s Dn 1116; forzare D t
2Cr 24!3 = Pi. restaurare;
rinforzare i chiavistelli Sai 147!3;
2235; trattenere Gdc 78; prendere, affer
T

I T *

'

IT

251
rare 192529 2Sam 13 155 Is 4, 419; affer
rare, attanagliare Ger 624 82! 4924 5043 Mi
49; prendere, incaricarsi di 2Cr 28ig; +
e infinito costrutto: costringere a, obbli
gare a 2Re 48. la trappola cat
tura Gb 189 = agganciare, pescare,
c) Afferrare per: per gli orecchi
Pr 2617; per la coda Es 44 ;
per la criniera (un leone) ISam
1735; per l'orlo del mantello
ISam 1527; cf. Zc 823; per le
pudende Dt 25 ;per la testa
2Sam 2lt; abbracciare, afferrare
i piedi 2Re 427. d) Con T, (, : affer
rare/prendere per mano, per la destra,
per il braccio Is 4113 Zc 1413; dare/sten
dere una mano Ez 1649; Gen 2118;
rafforzare le braccia Ez 3025;
;Gen 1916 Is 426 51,8 Ger 3132 Gb 820;
Is 45, . la guida (di
un cieco) Gdc 1626.
2. a) Afferrarsi, aggrapparsi a qualcosa.
Materiale:( ( aggrapparsi ad essa
(alla sua casa) Gb 815; ai
corni dell'altare IRe 150 228; situazione:
perseverare nella mia alleanza
Is 54; ricorrere alla mia prtezione 275. b) Associarsi, unirsi a qualcu
no: ai loro fratelli Ne 1030;
a di IRe 99 5* abbandona
re; - a te Is 64s. c) Ostinarsi, persistere
in un atteggiamento 0 azione. 2Sam 1135 Mi
7!e; con Is 562 Ger 8S Gb 23.9 276.
3. Altri. Riparare, restaurare Ne 34 (pas
sim); 5lt; contenere 2Cr 45.
4. Uso intransitivo. Essere potente, vin
citore, deciso Dn 11732 2Cr 268.
Hitp. Sforzarsi, rinfrancarsi, riprendersi,
riacquistare le forze; rinsaldarsi, consolidarsi,
riaffermarsi, imporsi, armarsi di coraggio; im
perativo: Coraggio! Forza! a) Fisico. Fare

uno sforzo Gen 482; rinfrancarsi Dn 10!9.


b) Psicologico. Sentirsi confortato ISam

306 5* essere afflitto; Esd 728 2Cr


158 325. c) Militare. Sforzarsi, essere co
raggioso Nm 1320; rinfrancarsi Gdc 2022;
imperativo ISam 49; armarsi di corag
gio 2Cr 23! 25 ;essere saldo Sir 42,7BM.
d) Politico. Affermarsi, consolidarsi 2Sam
3e 2Cr 276.
Nota. boscaglia Pr 15,9 proviene

forse dalla stessa radice, secondo la cor


rispondenza / .

[ F. , pi. , cstr. ]Forte,


robusto, possente; intenso, veemente, violento;
duro, vigoroso; grave; ostinato. Come agget

tivo, viene specificato dal nome che lo


qualifica: si applica a persone, membra
del corpo, atteggiamenti, situazioni,
azioni, oggetti.
1.
a) D i persone. Is 282 = ;Sai 35,0
5* povero; Danit forti, pos
senti Gdc 182(i; forte riscattatore,
redentore Ger 5034; Cananeo
possente Gs 17,8; gente forte Nm
1318 * debole, b) Membra, atteggiamenth braccio sano, robusto Ez
3022
rotto; duro di cuore,
ostinato Ez 24 = duri di voito; volto tenace, resistente Ez 38.
dalla testa (fronte) dura, rilut
tanti Ez 37 = duri di cuore, c) Si
tuazioni, azioni: grave malattia IRe
1717; guerra, battaglia accanita
ISam 1452 2Sam 1115; fame, care
stia terribile IRe 182, d) Altri: spada
robusta, possente Is 27! + pesante,
temprata; citt forte, poderosa Ez
2617; ( )pecora forte, sana Ez 34,6 5*
ammalata; \>hp suono forte,
intenso Es 1916; vento impetuoso Es
10!9; firmamento resistente, soli
do Gb 37. T '
-

2.
Frequente l'espressione religioso: peccare, offendere.
mano forte, potente + ^1 brac[ Q. pft. f. 1 ,, , 2
ci steso Dt 324 Gs 424 IRe 842; con a
, pi. , , 2 , 1 ;
forza di, in atteggiamento di guerra, con
ipf. , 2 , 1 , pi. 2 ,
mano forte Es 319 6! Nm 2020 Ger 322, Ez
, l : inf. cstr. , c. suf f . :
2033 Sai 13612 Ne l l0.

*)* 1(* rafforzarsi,


consolidarsi sempre pi Es 1919 2Sam 3! ^
indebolirsi sempre pi.
1[ C. suff. ]Forza, vigore Sai 182.

1! c. suff, ]Sforzo Am 6,3; potre Ag 222. T mano forte, potere Es


133.14.16j tutt'al pi, oppure dietro insi
stenza Sir 327B.

[ Cstr. , c. suff. ]Espres


sione temporale / : quando, mentre
afferrava Is 8!!; consolidarsi, diventare
forte Dn 112 2Cr 12! 2616.

Forza, violenza; consolidamento. Espres


sione avverbiale 1: duramente,. / brutalmente, tirannicamente, con la violenza,
con le cattive Gdc 43 8! ISam 2!6, Ez 344
= idem; fervidamente, intensamen
te Gio 3. per la conservazione, il
mantenimento 2Re 12!3.
[ a. ptc. ]Girare, ruotare: cer
chio, ruota Sir 335.
[ C. suff. , pi. ]Gancio, uncino,
arpione Ez 194.9 294 384; anello 2Re 1928 =
Is 3729; fibbia Es 3522
.1
Derivati da questa radice, ritrovia
mo: il verbo al Q., Pi., Hi. e Hitp.;
l'aggettivo ; i sostantivi ,,
, . Dal significato comune:
sbagliare, errare, si passa a quello etico e

vi v

Participio.

r vi v

'

vi v

T VI V *

11

* r

'

! v .

-t '

87

ptc. , , Qo 812, f. . Pi.


pft. 3 , c. suf f . , , 2 , pi . ;
ipf. 2 c. suff. 1 , c. suff. , wayy.
!; , c. suff,
, pi. ;!; inf. cstr.
; ptc. . Hi. pft. 3 , k
2Re 13t, c. suff. , pi. ; ipf.
<_2 , pi. ;inf. cstr. k
Ger 3235, + : ( per ) Qo 55;
ptc, pi. cstr. . Hitp. ipf. 3 , pi.
[ , , 2 ,
1

Q. Fallire, inciampare, sprecare, andare in


malora; sbagliare, mancare, offendere, deludere,
defraudare) violare, spezzare, trasgredire; pecca
re, commettere peccato, essere colpevole, essere
incorreggibile, ribelle.
1. Significato primario. Fallire (

Hi.): inciampare (fare un passo falso) Pr


192; sprecare/giocarsi la vita Ab
2j0 Pr 202; fallire (?) Is 64* (oppure: erava
mo colpevoli).
2. Significato etico e religioso; in
modo particolare azione o atto, a) Uso
assoluto. Nelle confessioni: abbiamo pec
cato Nm 1440; IRe 847 = Hi.,
mancare, essere colpevole; Sai 106 =
Hi. agire male; Dn 9a Sir 54 162l;
nelle denunce: avete peccato Dt 9lg Ez
2816; altri 184 3315 Os 8 Sai 45 Gb 10.
non peccare, essere impeccabile
IRe 846 Qo 720. b) Con accusativo interno,
della radice o di un sinonimo; molto
frequente: commettere peccato, delitto
Lv 43 5 6 Dt 19 IRe 1422; \\V Ger 338.
c) Participio. Peccatore Is L, Pr 1131 1322
Qo 226 7 26 812. d) Con particelle: N 3
offendere N ISam 19A; + delitto, di
chiara la specie: t m commettere

253

un assassinio (peccare in/contro sangue


innocente) ISam 195; + norma, pec
care contro Ne 92i>. con il nome di
vino, peccare contro Dio, offendere Dio;
frequente: Gen 399 Es 10,6 Nm 3223 Dt
2018 Gs 720 ISam 225 Ger 325 Ez 1413;
riferito all'uomo, offendere, mancare a
Gdc 1127 ISam 225 IRe 831; vassallo o
suddito nei confronti del re; offendere,
oltraggiare, ribellarsi ISam 194 Ger 3718.
+ oggetto, detrarre, defraudare Lv
516; *1 trasgredire, violare qual
cuna delle proibizioni 42. con og
getto, contro, riguardo a Nm 6 . Se do*
mina l'aspetto risultativo o durativo, si
pu rendere con colpevole, "reo": 2Re
18 Ez 184 Sai 1066.
Nota. In Gb 24,9 forse participio. In
Qo 91a va letto colpa, errore.

Pi. a) Compensare la perdita Gen 3139


(addebitare e pagare, considerare man
cante e compensare [?]); immolare la vit
tima, offrirne il sangue Lv 6,9 9,5 2Cr 2924
(forse, renderla colpevole ritualmente e
farle espiare la colpa), b) Significato priva
tivo. Espiare, purificare, togliere il peccato 0 la
colpa: Es 2936; persona Nm 1919; Sai 519 =

Pi. lavare; l'altare Lv 8]5 Ez 4320; la


casa Lv 1449.
Hi. a) Mancare il colpo, sbagliare Gdc
2016. b) Indurre al peccato, scandalizzare,
fare peccare, rendere colpevole. Es 2333 IRe
14!t 2Re 33 Ger 3235 Qo 5S Ne 132t;
rendere colpevole di pec
cato la terra/paese Dt 244, c) Accusare 0
condannare Is 292,.
Hitp. Purificarsi Nm 821 1912.,3 31l9_202a.
Le onde si ritirano Gb 41J7 (oppure non
colpiscono nel segno, sbagliano).

* .}

7!

[ C. suff. , Nm 15a (=
(, , pi. , cstr. , c. suff,
,,, , 1! k Lam 339
( q)] Errore, sbaglio; disgrazia; peccato,
colpa, reato, a) Significato di base. Errore Qo
104; sbaglio 9!e (corretto); disgrazia Lam
339. Fallimento (?) Sir 11M ^ $
strade piane, b) Significato teologico. Pecca
to, colpa, reato 2Re 1029 Is 118 Sai 51
Lam 18; forse Sir 10,3. Costruzioni: a
causa di, a motivo del peccato Nm 273
Dt 24is Dn 9162Cr 254; in peccato, in con
dizione peccatrice Sai 517. e
risulterai colpevole, ti farai carico della
colpa Dt 159 2322 24,5. farsi carico
del peccato, della colpa Lv 1917 2020 Nm
913 Is
E z 2349; Hi. confessare
la colpa Gen 41,. mani peccatrici
Is 317; reato (meritevole) di morte
Dt 2226. ' T
t

5 3 j

'!

*t

: '

Nota. In Nm 152b la finale va ietta

come possessivo.

[ F. , pi. , cstr. ]Ag


gettivo. Peccatore Gen 1313 IRe 121 Am 9
Sai 1, Pr 2.317. Forse Sir 1013,
Errore; peccato, colpa, crimine; sacrifici espiatorio, a) Errore. non colpire
nel segno, non trovare, non indovinare
Sai 1097. b) Peccato, crimine'. grave
Es 32303!; Hi. gravare di una col
pa Gen 209 Es 3221; coperto da
(perdonato) Sai 32,. c) Sacrificio espiatorio
Sai 407.
t !v Nm 152108

Nota.
! *

Peccato, delitto Es 347 Is 5,a.

)] Nm 15) , cstr. , c. suff.


,, , , ,
, .
,pi.,
cstr.
. , , c.
,
,

254

Metonimia', causa di peccato = idolo Dt


suff. ,, , ,
921 IRe 1230. 3 a causa di, per colpa di
()(), , ecc.] a) SaGer 173; cf. Is 402; in pagamento,
orificio, vittima espiatoria. Frequente in Lv
ricompensa di Sir 3A. c) Fallimento, rovina
4 -9 (38x) 14-16 (17x) Nm 6 -8 (19x) 29
Pr 10!5 d) Castigo, pena Zc 1419.
(lOx) Ez 43 e 45 (9x). Retto da sostantivi
come testa, sangue, grasso;
come complemento dei verbi sgoz
[ a, ipf. pi . ;+ inf. cstr. ;
zare, Pi. cuocere e mangiare,
ptc. , pi, , cstr. ; ptc. pass, f. pi.
bisogner tradurre vittima, b) Peccato, col
. Pu. ptc. pi. f. ]
pa, trasgressione. Molto frequente come
Q. Tagliare (legna) Dt 195 Ez 3910.
soggetto od oggetto d numerosi verbi
Pu. Essere tagliato Sai 14412.
(ordinati secondo la logica di un proces
V
.
so): commettere peccato Lv 428;
idem Nm 56; N imita
Taglialegna Dt 2910 Gs 92L27 Ger 4622;
re i peccati di IRe 153; N
2Cr 29 = .
idem 2Re 132; Pu. essere in
dagato Ger 5020; indagare Gb
Lenzuola (?) Pr 716.
106 = fl); vigilare, osservare
1416; osservare, fare caso a Dt
927; Hi. denunciare Is 58! Mi 38 [ Pi. e Ez 49( cstr. ] Fru
mento, grano Es 292 + pane; Dt 88 +
Is 39 pubblicare, spifferare cnicamen
orzo; 2Sam 1728 + farina; Ct
te; Ni. risultare chiaro Ez 2129;
73. trebbiare lCr 2120; semi
Pi. rivelare Lam 422; Ni.
nare Ger 1213; bacchiare (battere)
essere scoperto, prendere coscienza, ren
Gdc 6!,; mietere ISam 613. ,
dersi conto Lv 414; archiviare Os
fior di farina, semola Es 292 Sai
13!z; affliggersi per, pentirsi di
8117147 ;mucchio di grano Ct 73;
Sai 38!9; Hitp. confessare Dn 920;
Hi. idem Sai 32s; allon mietitura del grano Es 3422 Gdc
15!, Antonimi: spine Gb 3140; spi
tanarsi da, convertirsi 2 Re 1031;
ni Ger 12,3.
emendarsi, correggersi, pentirsi Ez 33w;

Hitp. chiedere perdono, inter


la. ipf. 1 ]Trattenere, frenare, con
cedere per Dt 918; chiedere conto
tenere Is 489 = Hi. tirare per le lunghe,
di Os 813; N imputare a Nm
12 ;perdonare Gen 5017;
[ Q, pft 2 pi. ;ipf. ;+
idem IRe 8S4 Ger 33; espiare, per
nf. cstr. ]Rapire, sequestrare Gdc 212!;
donare Sir 330; con Es 3230; con
Sai IO, correlativo minacciare.
Sai 799; essere puro da Pr
essere in agguato.
209; cancellare Is 4422; Ni.
essere cancellato Ne 337; scio
Pollone, germoglio Is 11! = germo
gliersi Sir 3,5C; Hi. perdonare
glio; Pr 143.
2Sam 12!3; dimenticare Sai 257;
Pi. coprire, gettare terra, seppellire
Sai 853 sigillare Dn 924 (ketib).

.
y

'

255

))] c. art. , , , pi. m. ,


cstr. , f. (TO, pi. e ]Vivo, vivente,
con la vita; crudo, grezzo; sano; fertile, fecondo.

Sinonimo: vita. Antonimi: mor


to e sinonimi. Si usa come predicato,
come aggettivo o sostantivato.

to) abitanti del mondo; 538 ^ ( v. 9);


Ger 1119; Ez 26z0 * * 1 coloro che
scendono nella fossa, abitanti
del passato; 3223.25 ^ 11 profon
do della fossa, sepoltura; Sai 27,3
1169 1426 Gb 2813; registro dei vivi
Sai 6929.

1. Predicato o forma verbale stativa:


Sostantivato, Chi vivo, i vivi, co

$ ) come copula) che 3.vivo


loro che vivono, i viventi; vita: Gen 16;
Gen 93; ancora in vita 25t; cf.
4327_28
scendono vivi (mentre sono Nm 1713 ^ morti; Is B19 3819 Rut 220
Qo 42 72. , , tutti ivi
vivi) Nm 1630; siete rimasti
venti, ogni vivente Gen 320; 619= 1 mor
vivi, restate in vita oggi Dt 44; 1
tale; 821 Sai 1432; Gb 1210 - ^ ;
prendere/catturare vivo Gs 823 ISam 158;
4!5 943 Sir 733 42a 4423 45!$;
( la

finch il bambino eraQo


vivo
terr) madre di tutti i viventi 40!B. Vita
2Sam 12,8; cf. IRe 126; guarda
41 jg, o vivente.
tuo figlio vivo; oppure: guarda, tuo figlio
vivo IRe 1723; inghiottire vivo
4. Esclamazione, giuramento:
Sai 1243 Pr 112; Tu omo finch vive
sulla/per la mia vita! Nm 142! Is 491e Ger
Lam 339.
22M Ez 5 Sof 29; ^idem Dt 3240
+ com' vero che vivo in eterno;
2. Aggettivo. , Dio,
vivaddio, com' vero Dio! Gdc
di viventi, non inerti. Antonimi:
8i9 ISam 1439 2Sam 49 IRe 129 2Re 22
;manufatto, legno e
Ger 42 Os 4!g Rut 3,3; Ger
pietra, argento e oro. Dt 5 26 Gs
3,0 ISam 173636 2Re 194.,6 Ger 10,0 2336 4426; / vivaddio, com' vero
Dio! in nome di Dio! 2Sam 227 Gb 272;
Qs 2j Sai 423 843; carne cruda
N 1 per la vita di N! Gen 4215.16faraone;
ISam 2,5 ^ ^ cotta; carne viva, piaga
^per la tua vita! ISam 126 2Sam
Lv 1B,0,+17; il bambino vivo IRe
11 u 2Re 22; per l'idolo Am 8 . Salve!
3^27; cane vivo Qo 94^
Salute! ISam 256 (dubbio; si consultino
leone morto;
acqua corrente, di
i commentari).
fonte Lv 14 Nm 19J7; Ger 213 * poz
zo, cisterna; 1713 Zc 148 Ct 4IS; $
Nota. In Sai 58,0 dubbio. In Gb 2821
essere vivo, vivente Gen 27t9; 2(
va letto <Tn; in 2Sam 2320 ;in ISam
tutti gli esseri viventi Gen 121; animali,
18,8.
contrapposti a uomo Gen 9,215 Lv 11*5 Ez
479; normale spazio di tempo, in
p/a letto ]Sir 85 .
questo periodo (frangente vivo) Gen 1810
2Re 4l6. Animali concreti: uccello Lv 145,^2;
Dn 110 .
ariete 1620; toro Es 21^. Quando ret
to: ()terra vitale, mondo dei
[ C, suff. , , pi. , c.
vivi. Antonimi: sepolcro, fossa,
suff. ]Indovinello, enigma, rebus, epi
il profondo della terra,
gramma. Associato a e Gdc
Abisso, ): Is 38 = 2(( corret
14,2.18 Ez 172Ab 2t Sai 782; Pr 16 e Sir 4717
*

v v

256

Polel farla finita con/dare il colpo di


grazia; 2Re 74 correlativo Pi. lasciare
in vita; Is 26 = alzarsi, * Pi.
cancellare la memoria, Hi. annichi
lire; 26!9 = destare; 38,* = Hi.
guarire, Hi. fare rivivere; Ger 2712 Ez
189; 479 correlativo Ni. venire risana
to; Am 54; Sai 8949 =
Pi, salvare
la vita, * sperimentare la mor
te; 118,7 5* consegnare alla mor
[ ; Q. pft. a) Come verbi :,, Lv
te (v. 18); Pr 44 Lam 420. Esclamazione
253iS, f. ( per )Es l ltf. b) Come verbi
: Viva!: 1 Viva Ruben! Dt 336;
: , f. , 2 , pi. , 2 ;
Viva il re! ISam 1034. b) Nega
ipf. , 2 , f . 2 Re 4, 1 ,, pi.tivo: non restare in vita Es 19,3 =
, f. , 2 ,, 1 ;, iuss.
Ho. essere giustiziato (v. 12); morire
,(,)) ) , wayy. !,, . ;!
2Re 10,9; 20! = ammalarsi mor
imptv. , f . Ez I6t, pi . ;inf. ass.,
talmente, soffrire di una malattia morta
+ inf. cstr., c. suff. . Pi. pft.,
le, 5* guarire, ristabilirsi (v. 5); Zc 133
f. c. suff.2 , c. suff. ,, pi. ,
= attraversare.
2 interr. ;ipf. 3 !, c. suff. ,
2.
a) Conservare/prolungare la vita,
, f. , c. suff., 2 , c. suff.
continuare a vvere Gen 207; Ez 3,, =
,, l , pi . ;, interr.
, c.
Hi. salvare la vita; 16 = eresuff. ;, 2 , f. , 1 , wayy. c.
scere (v. 7); 3310 * Ni. consumar
suff. , f. pi. , Es 117_18; mptv. c. suff.
si; Gb 217 = arrivare alla vecchiaia,
, ;+ inf. cstr. , c. suff.,
b) Salvare la vita Gen 4218; Es 116; Dt 442cor
, ;ptc. . Hi. pft. 3 2 ,;
relativo rifugiarsi; 19+5 * ^ Hi.
c. suff. 2 ,, 1 pi. ; imptv.
uccidere; Gs 617 sterminio; Ger 219
c. suff. , pi . ; inf, ass. Gs 920,
= avr come bottino
+ inf. cstr. , ]
la propria vita; Ne 929; ]gli fa grazia
della vita (dal contesto) Est 4 .
Q. Vivere, essere vivo/in vita, avere vita,
3. a) Rivivere Gdc 15 = 2 ) ripren
vivere bene/felice-, conservare la vita, continuare
dere le forze; IRe 1722= tornare la
a vivere, salvare la vita, uscire vivo/in vita-, re
vita, riacquistare il respi ro, * *
stare vivo/in vita-, rivivere, risuscitare-, guarire,
era rimasto senza fiato = era morto
ristabilirsi, uscire da una malattia 0 un perico
(v. 17); 2Re 132j + mettersi
lo, farcela, essere sano-, non restare in
in piedi; Ez 37s 2< inaridito (v. 2); 37s
vita = morire. Sinonimo: Hi.
= Hi. infondere il respiro; 379_10
prolungare la vita. Antonimi: mori
+ mettersi in piedi; Gb 14 .
re, perire,
1.
a) Positivo. Vivere Gen 47,9 ^ ;b) Guarire Nm 21 Gs 58; 2Sam 1222; 2Re
12 9* essere gravemente ferito; 20=
Nm 4 19 * Hi, annichilire (v. 18); Dt
guarire (v. 5).
533 = Hi., + ... andare bene
4. Con particelle: / vivere di,
a qualcuno; 8 , + crescere/moltipli
per, a causa di, grazie a, in virt di, mancarsi; 30w * perire (v. 18); 2Sam 110 ^
serie; 8? + 1 discorsi di mae
stri. 0 Pi. tentare, sfidare, mettere
alla prova IRe 10,; Hi. risolvere,
indovinare Gdc 14,2; prporre (o risolvere) Sai 49s. Uso awerbiale: con enigmi Nm 128 ^
faccia a faccia, in (sua) presenza;
imbroglione (esperto in enigmi)
Dn 823.

T T *

T : T 7

1 ;

T * T

T "

ir

1 *

r s ir 1

257

t T

tenersi con Gen 2740 Lv 185 Dt 8a 2Re 47


Ez 1822 20 ! 3,21.25 33,2 = Hi. salvare;
luogo vivere in, abitare, dimorare
Gen 47z8; vivere per 17,8; soprawivere, guarire da Nm 1438 2 Re 80.,4
Is 389.
.
:
Fraseologia, a) Espressioni di durata:
;, ^, X compiere X giorni,
anni, vivere X anni, avere X anni, all'et
di Gen 53 2Re 14l7 Gb 4216. ; vi
vere lunghi anni Ger 357; ^vi
vere molti anni Qo 63;
vivere due volte mille anni = moltissimo
66. / vivere per sempre Gen
322 Zc 15; Sai 49,0 * vedere la
tomba; Gb 7 ,6 * un soffio sono i
miei giorni, b) vivere; per trasfor
mazione: salvare, fare grazia della vita
Gen 12!3; 1920 = Ni. sfuggire; IRe 2032
Is 553; Ger 38i720 = ti andr bene;
Sai 119l75. riprendere coraggio Sai
22z7; 6933 = rallegrarsi. riac
quistare lo spirito, rianimarsi Gen 4527.
;

it t

Nota. In Nm 2423 dubbio.

Pi. Lasciare vivo/in vita, rispettare la vita,


conservare in vita; allevare, nutrire, mantenere;
dare vita/la vita, fare rivivere, restituire la vita,
rianimare; restaurare; realizzare. Sinonimi:

^ &consegnare alle sgrinfie


dei nemico; 1387 = Hi,, correlativo
camminare fra pericoli;
143!!; Gb 3 66 negativo, b) Allevare 2Sam
123 correlativo crescere; Is 721; Ger
49 correlativo N dipendere da
N; Zc 109 corretto.
.
2. a) Dare vita Dt 3239 = ;ISam 2 6
= Hi. sollevare; Sai 8019 11937 Gb 334
Qo 7n Ne 96. b) Fare rivivere Os 2 = ( v,
1), 5* spezzare, Hi.; Sai 304 =
\
Hi. far uscire vivo dallAbisso; 33 19 = < Hi. liberare dal
la morte; 7i 20 = Hi.
rialzare dalle profondit della terra, ^
Hi. esporre a pericoli; 857; 11925
=
l'alito/animo incollato
alla polvere (della morte); Ne S 34 *
bruciare.
3. Senso figurato. Realizzare Ab 32 =
PT'Hi. manifestare; restaurare lCr 118 =
costruire.
Fraseologia: dare, fare grazia
della/salvare la vita, destinare alla vita IRe
2031 Ez 13!9 1827 Sai 22^; crescere/arricchre (?) Ez 1318 ^ Polel dare la caccia.
dare una discendenza, conservare
la specie Gen 73 1932H.
Hi. Fare vivere, dare (la) vita, conservare

Hi., Pi. mettere in salvo, Hi.


la vita/in vita, lasciare vivo/in vita-, fare gra
salvare, guarire, Hi. liberare.
zia della vita, rispettare la vita; fare rivivere,
Antonimi: uccidere, Hi. dare la
risuscitare, a) Dare (la) vita Gen 5020 2Re 57
morte, Hi. sterminare, Hi. feri
*
Hi. dare (la) morte, b) Conservare
re. Costruzione: in modo assoluto, con
la vita Gen 619.30 * $ Pi. sterminare (v.
complemento; con , e la causa; e il
17), pU perire; ~457 4725; Nm 2233 * ;
pericolo o la malattia.
31! ;Gs 2,3 = !2< Hi. liberare
1.
a) Lasciare in vita Gen 12!2 * ;Es dalla strage, Hi. (v. 10) sterminare;
1l7.1a * Hi. (v. 16); 122; Nm 31,s = Hi.
625 !920 5* attaccare (v. 19); 14,0; Gdc
(v. 18); Dt 20 3.17 * non
8,9 5* , uccidere (v. 21); 2Sam 82;
lasciare anima viva, Hi., Hi.;
Ez 1322. c) Fare rivivere 2Re 8 15; Is 38i6 =
Gs 9!s; ISam 279 negativo; IRe 185 5*
Hi. guarire.
Hi. annichilire; Ez 3!8; Sai 413 =
Fraseologia: / rianimare Is
custodire, Pi. mettere in salvo (v. 2),
57 5;
salvare la vita Gen 1919 =

258 ^

Ni. mettersi in salvo, correlativo


rifugiarsi (v. 20).
V

7 -

, ,
*

1[ Cstr. e , c. suE ,,
, pi. ]Concreto: vivente, essere vivo;
animale (selvatico), fiera, bestia feroce, belva;
banda, distaccamento; gregge. Astratto: vita,
vitalit, forza vitale; fame (necessit vitale).

52; quadrupede 1127;


commestibile 1147. d) Come retto\
,
bestia
feroce,
carnivora Is 359;
,
,

.
parte commestibile Lv 17i3.
3.
Casi particolari. Banda, distacca
mento 2Sam 2313 = guarnigione (v.
14); gregge Sai 68 .
.

B.
Astratto. Vita, vitalit, forza vitale;
fame (necessit vitale). Sinonimo: ,
A.
Concreto. Il significato generico di anche come pronome personale. Sai 74 t9
7850 = 1433 ; Gb 3322.2a 36)?( . Forza
vivente viene specificato: mediante una
Is 5 7 i0 * venire meno, stancarsi.
polarizzazione (opposto a un altro ter
Fame Gb 3839 = : senza cibo (v.
mine), mediante aggiunta sintagmatica,
41), correlativi 9 preda, cibo (v.
mediante il contesto.
41). Pronome in Gb 3320 Sir 516.
1. Significato generico. Vivente, essere
vivo Ez 15 (+ lOx) 10151720

2. Significato specifico, a) Mediante


polarizzazione. Opposto a uomo, animale
Gen 81719 95 ;opposto a ( animale
domestico), animale selvatico 7!4.2l 8! Lv
257 Sai 14810; in Nm 352 dubbio, b) Me
diante aggiunta sintagmatica. ani
male selvatico, fiera; associato a
animale domestico, rettile,
volatile Gen 124.25.30 92 ISam 1746 Ez 295
324 42a Gb 522; animale selvatico, fiera, bestia feroce, fiera dei campi,
belva. In serie Gen 220 ed Ez 3820. Al
tri: Gen 3! Is 4320 Ger 129 Ez 345,8; 394
= uccello predatore; Os 2 Gb
402o. Fra le loro attivit spiccano: Hi.
sbranare Lv 2622; calpestare 2Re 14,;
Pi. squartare Os 13e. fiere
Sai 792; animali campestri Is 569
Sai 104 ;fiere selvagge, selvatiche
Sai 50i0 1042o; idem Is 569;
(o ;fiere delia valle) Sof 2!4;

fiera carnivora Sir 12 13 *2< mordere,


c) Con aggettivo: bestia feroce,
animale nocivo Gen 3720.33 Lv 2 66; Ez
5!7 + spada, fame, peste;
1415,2! 3425. animale impuro Lv

Nota. In 2Sam 23 va Ietto ;La

Mascella; in Sai 7419a avvoltoio; in Ez


7!3 dubbio.

2[ ; Cstr. , c. suff. 2 [ Sam 2313


Sai 68 A. 3.

Robuste, forti Es 1,9.


Vita naturai durante 2Sam 203.
[ Va letto ]Colpevoli, debitori
Sir 8S. .

] - Gb 2422. Cstr.., c. suff.,,


, , , Sai 103, 1, ,
, ]Vita, esistenza; salute; alito, fia
to, respirazione; mantenimento, sostentamento; vivo, salutare. Sinonimi: ;vita

lunga, # vita, salute, luce


(vedere la luce = vivere). Antonimi:
morte, e il suo campo.
1.
Sostantivo, a) Assoluto., Vita Dt
30615 *, = bene; 3020 = ; ;
3247 ^ parola a vuoto, promessa
vana; Ger 83; Gio 27 5* fossa; 438 ^
Hitp. venire meno; Sai 215 3413 642;

259

884 * ;(1034 * malattie (v.


3); 1333 = benedizione; Gb 17 Pr
322; 422 = 10 ;ltf fallimento;
1923; 224 + ricchezza, onore;
Sir 4i2 1114; 322 + gioia; 33,4
= . b) Per esprimere durata:
per tutta la tua vita, finch vivi, vita na
turai durante, fino alla tua morte, nel
corso di tutta la tua vita, continuamen
te, per gli anni della tua vita Gen 3,417
Dt 163 Gs 15;
della nostra vita
Is 3820;
della mia vita Sai 23;

della sua vita Pr 3112;
della sua vita Qo 519.
1 giorni contati della loro vita, i pochi
anni della loro vita Qo 23; ?1
della
sua vita 5,7. anni di vita Pr 32 =
;;4,0 9 . ^ quanti
anni hai? Gen 47e;
2Sam 1935.
N
N aveva X anni
1 X
- t * quando
I
Gen 7 . X N N visse X anni, la
sua vita fu di X anni Gen 25717 Es 6 l6; cf.
Gen 4728. c) Qualificato: vita del
corpo Pr 1430 ^ carie;
vita di chi basta a se stesso e del brac
ciante Sir 40!8BmM; vivere di elemo
sina 4028; vita perpetua, eterna
Dn 12a ^ obbrobrio definitivo;
vita inutile, insignificante Sir 30,7B
= malattia, dolore cronico.

Ger 21a Pr 623; precetti che vivifi


cano Ez 3315; rifugio sicuro Sai 27t;

fonte viva, sorgente (non acqua


stagnante) Sai 36,0 Pr 10;1622 1427 13
alito vitale Gen 2 ;al
bero di vita, medicinale Gen 29 322,24 Pr
318 1130 1312 154; borsa della vita
(luogo sicuro, protetto) ISam 2529, op
pure dove si custodisce un talismano
Sir 615; torrenti di vita Pr 423;

legge che d vita Sir 45g.

3. Uso avverbiale: in vita *


in morte 2Sam 152i; ! finch in
vita, durante la sua vita (femminile) Lv
188; idem (maschile) Gdc 16302Sam
18,e Sai 49!9; idem mia 635 10433;
durante la vita Qo 6,3; ancora in vita Sir
10, 4814.
Fraseologia: la sua vita
non vita, non conta Sir 4029; Hi,
sperare di vivere Dt 28^ Gb 2422 Sir 163;
togliere la vita Sai 269; ri
scattare la vita Lam 358; ne va
della tua vita Pr 4!3; destreggarsi, districarsi, cavarsi d;impaccio nel
la vita Qo 68; Hi. allungare la vita
Sir 373,; logorarsi, concludersi Sai
31 ;che mi importa della vita?
perch vivere? Gen 2746; disprez
zare Gb 92I; raggiungere Pr 835;
2.
Come aggettivo, o come retto. Pi. amareggiare Es 114; prQualifica sostantivi con funzione predi
teggere Sai 642; ( corretto)
cativa o attributiva; ne indica la condi
sono stanco della vita Gb 10,;
zione viva, vitale, vivificante, feconda.
dare vita Gb 320; gettare vivo
Sinonimo:
Si associa a termini posi
Lam 353; essere nauseato di Gen
tivi, come pace, gioia,
2746; Pi. dipanare la vita Is 3812;
delizie. Antonimi: $ fossa, ani
godere di Qo 99; calpe
me/ombre (dei morti). Alcuni esempi:
stare vivo Sai 76; restituire
la luce della vita, o dei vivi Gb
la vita 66 9; Pi. rallegrare Qo 1019;
3330; Dio della vita, che vivifica Sai
aborrire 2!7; acquistare
fama, stima, credito Sir 3110; vi
429; &cammino di vita 16 ;
patto di vita (per trasformazione) MI 25 vere appeso a un filo, attaccato a un filo
(per trasformazione) Dt 2866.
= ;cammino di vita, sicuro
IV

. . . - I

>

v t

260

/
1/ [ Q. pft. , 1 , pi. 3 ,
1 - ;ipf. (in (: , , coort. ,
wayy. , Ger 5129; (in (: , wayy.
, 2 , f. , pi. ,,,
, imptv. f. , pi. ;inf. ass. e cstr.
;ptc. f. Ger 431. Polel ipf. 3 f. ,
c. suff. , ; ptc. c. suff., pi.
irr. ( per Sai 877), f. . Polai pft. 2 , 1 ;ipf. pi . Hi.
ipf. , pi. . Ho. ipf. 3 interr. .
Hitpolel ptc. . Hitpalpel 3 f. wayy.
[.
Q. Girare, roteare, aggirarsi, mulinare;
rivoltare; ballare, danzare; tremare, sussulta
re, scuotersi, trasalire, spaventarsi, allarmarsi,
atterrirsi; rabbrividire, agitarsi; partorire, avere
le doglie, essere sul punto di partorire, torcer
si, contorcersi, provare gli spasmi. Si costru-

sce: in modo assoluto, con o .


a) Girare intorno. le mani rovista
no, mettono sottosopra Lam 46;
il sangue torna, ricade 2Sam 329;
la tormenta turbina, rotea Ger 2319 =
3023. b) Ballare Gdc 2131. c) Sussultare,
tremare. Sinonimi: , tremare,
temere, / turbarsi, Ni. idem,
Polel tremare, scuotersi, trasalire;
e i sostantivi spavento, pau
ra, timore, agitazione,
tremore. Dt 225 correlativo se
minare panico; Ger 4W(ketib) = 53 ;
correlativo Hi. ferire; 522 = 5129 ;
, = Ni. (v. 32); Ez 30,e; Gl 2S =
idem (v. 10); Mi 1,2 + piangere (v. 10),
lutto (v. 11); Ab 3(0 = Polel (v. 6),
( v. 16); Zc 95; Sai 55^ serie di sostan
tivi; 771? 969 974; 1147 = balzare (v. 6).
d) Avere i dolori del parto, essere sul punto
di. Sinonimi o associati: concepire,
partorire, spasmi, ^angoscia. Is
138; 23 serie; 26,7 -1- 45,0 ; correlativo
Hi. generare; 54,; 667 = Hi. mettere
al mondo, dare vita; Ger 43t participio =

'

TT

**

primipara; Mi 4j0 = espellere;


Sir 48 .
Polel. Torcere, fare girare, rovesciare, capo
volgere, oscillare, fare mulinello, virare, danzare,
ballare; partorire, generare. Torcere Sai 299.

Danzare Gdc 2133 Sai 877. Partorire Dt


3218= ;Is 512correlativo padre; Gb
39,^ serie; Pr 2523; Sai 902 (?)/
Polal. Tremare, sussultare Gb 265; nasce
re Sai 517 correlativo Pi. concepire;
Gb 157 = Ni.; Pr 824.25; Sai 90, (?).
Hi. Scuotere, sussultare, scrollare Sai 298
= Hi. fare balzare (v. 6); Sir 431(SBmM.
Sai 105 (?).
Ho. Nascere Is 66e = Ni.
Hitpolel. Girare, fare mulinello; sussultare, terrorizzarsi, spaventarsi; tormentarsi. Ger
23i9; Gb 1520 + spavento (v. 21),
correlativo Pi. terrorizzare (v. 24),
*
pace, tranquillit (v. 21); Sir 327
participio codardo.
Hitpalpel. Tremare, sussultare Est 4A.
Nota. In ISam 313 e Pr 2610 va letto

2.
V

, 1

, .

2[ Q. ipf. , pi . ]Essere fermo, forte Sai 05 Gb 2031. Denominativo di .


9[ q . wayy. , pi. . Polel ipf.
. Hitpolel imptv. ]
Q. Aspettare, attendere Gen 810 Gdc 325.
Polel. Idem Q. Gb 35w.
Hitpolel. Idem Sai 377. > .

))] , cstr. , c. suff. ,,,


, , , , pi. , c. suff.
] Forza, potere, qualit; esercito, truppa;
baluardo; prodezza; ricchezza, fortuna, patri
monio, possedimento, guadagno, profitto, opu

261

stre mogli e i vostri bambini (v. 19); Gdc


1.
Campo militare. Esercito, valore, 182; 2110 esercito (v. 9); ISam 1452
= ; Cr 263i 2Cr 2617;
baluardo, a) Esercito. Sinonimi: trup
agguerrito 2Sam 2320 (qere) =
pa, truppa, accampamento,
eroe. / guerriero(i)/soidato(i)
guerrieri, sol
valoroso(i)/agguerrito(i) Gs 1,4; 83 =
dati agguerriti, soldato, coscrit
esercito; Gdc 612; Ne 11M; Cr 5 24
to, $ truppe. Associati: 0 cavallo,
+ 1 famosi; del tempio, guardie
carro, cavallerizzo,
913. !audacia 2Cr 26!3;
capo della guardia, 1 carri,
capi, generali, comando 2Re 2576 Ger
vettovagliamento, approvvigionamento,
407; cf. Est 13 Ne 29. coman
capitano. Es 14417 Dt 114 IRe 20,,;
danti Nm 312 Re l l t5,
2Re 6,5 serie; Ger 3421 = nemico; Ez
17,7 = = ,323 ; ;27,0
2. Campo economico, a) Ricchezza,
;38 ,5 = truppa innumere
fortuna. Sinonimi: 1 tesoro, gua
vole; Gl 2 ; = Abd 11; Sai 33,frl7 =
dagno, beni, fortuna, rieni) forza; Dn 11,3 + 2 ;Cr 133 =
chezza. Dt 33,! correlativo 3* ;opera,
, . Guarnigione, distacca
lavoro; Is 84; 10,4= ( qere) tesori (v.
mento 2Re 18,7 Is 362 Ne 334 2Cr 172.
13); 30t = 60 ;s = ricchezze;
Con polarizzazione: fanteria, contrappo
61t = ;Ger 173 = eredit (v. 4);
sto a carri Es 154; truppa, con
Ez 261a = merce, mercanzia; Gl 222
frapposto a capo della guardia
= 2 frutto; bd 13; Mi 4,3 = ;Sof
2Re 25J0; esercito, contrapposto a re
113; Zc 4 6 + forza; Sai 497 = ;62 ;
Ger 322; fanteria, contrapposto a
Gb 55 = raccolto; 1529; 3125 = ;
cavalleria Esd 822. b) Coraggio, valore, forza,
Pr 1322; Sir 5, = essere facolto
potenza ISam 24 j* vile, codardo; Ab
so, forza; 14,5 = sudori; 4026. Gua
3!9 Sai 183340; 59,2 + scudo, c) Baluardo,
dagno Gb 20,g Sir 40|3BmM. b) Complemento
fortezza Sai 848; Dn 117 = piazzaforte.
di verbi: legare, lasciare in eredit
d) Complemento di verbi-. Pi. cingere
Sai 49!!; farsi, crearsi una fortuna
di valore 2Sam 2240 = Sai 1840;
Dt 8, Ez 284 Pr 3129 Rut 4 ; Hi.
reclutare Dn 1110; idem IRe 2025;
accumulare Sai 732. c) Con altri sostantivi;
guidare Cr 20 1; Hi. impe
,? carovana di cammelli IRe 102.
gnare Ez 2918; compiere prodezze

/ ricco/ricchi, dalla buona po


ISam 144b Sai 60J4118l5.,6; concen
sizione (si veda bene-stante) 2Re 24!6 =
trare, accantonare, mobilitare IRe 20!;
grandi del regno, nobilt (v. 15

reclutare mercenari 2Cr 256.


qere); Ne 116; Sir 44t - facoltosi;
e) Retto da altri nomi: / gente
donna operosa, di vaglia Pr 12431,0
d'arme, agguerriti, valorosi Gdc 329=
Sir 262; 1 ricco ISam 9, 2Re 1520;
robusto; ISam 3112; 2Sam 249; Is
24,4 = principi, * 1 artigiano,
5 22 = ;Ger 48,4 = ^ il fior
la plebe; idem
fiore dei soldati (v. 15); Sai 766 =
Rut 2,.
valorosi. / gente d'arme, solda
to, militare, valoroso, agguerrito Dt 3m
3. Altri campi, a) Assoluto. Forza, vi
+ armati, ^ le vogore Qo 10lo ^ abilit, destrezza;
lenza-, vigore, energia-, influsso.

T T

'

'

262


salute Sir 41!B. Politico: potere Nm 24!e
= dominare (v. 19); autorit, energi Sir 7t. Vigore sessuale (?) Pr 31a Sir
6,. b) Come retto: / esperto,
abile; persona buona, onesta/onorata;
robusto: Gen 476 Es 182u5 IRe 142 lCr
26e Qo 12a; ^donna dotata, ca
pace Rut 3!!; 3/ uomo dabbene,
d'onore, capace ISam 10z6 (corretto) *
canaglie (v. 27); IRe 152 lCr
26930; valoroso, dotato ISam 161e
serie.
Nota. Per Sai 1010 e 1103 si consultino

i commentari.
/ [ C. suff. , , Sai
48 ]Bastione, baluardo, fortezza, muraglia.
Sinonimo: muraglia. Associati:
torrione, palazzi. 2Sam
2015Is 26, Sai 481227 Lam 2e; ricchezze
o fortezza Zc 94.
Nota. In IRe 2123va letto . In Abd

.20 dubbio.
1 Spasmo, dolore, convulsione, tremore; di
verse volte ricorre l'espressione
come di partoriente. Sinonimi: ,
, timore, terrore; , ansia. Es 15 Gr 624 2223 5043 Mi 4P; Sai
487 + Ni. spaventato, terrorizzato
(v. 6).

T T

'

T I ;

**

Ez 405 (+ 5x) 41 5 +) !42 x) 44 , 19 Est 64


Ne 11.

[ C. suff. ,, , , ,,
]Seno, grembo, parte delimitata dal
petto e dalle braccia, da cui: in braccio,
in seno; all'interno; cassa, a) Seno:
prendere/portare in braccio Nm 11J2 Is
40 ;prendere dal seno IRe 17w;
awerbio tra le braccia Lam 2,2. Se
gno di adozione Rut 4 6. Alla donna o
all'uomo: $ dormire tra le brac
eia IRe 12 Mi 75; Pi. stringere,
abbracciare Fr 5Z0; in forma abbreviata:

^ / ^ Dt 137 285456 Sir 9,. Forme


somiglianti Gen 16s 2Sam 12a. b) Piega
nell'abito, a mo' di tasca, in cui ricevere,
nascondere, portare oggetti o la mano.
Hi . / Hi. mettere in/togliere
la mano dal petto Es 4^; Pi.
nascondere la mano nel petto (corretto)
Sai 74tl (qere; cf. apparato della BHS).
Ho. agitare/gettare le sorti
in grembo Pr 1633. /? \2( rice
vere subornazione sotto sotto, di nasco
Sto Pr 1723 212. /> Hi./nu) Pi.
pagare, dare la sua paga, remunerare; pu
nire Is 656 Ger 321a Sai 7912. c) Interno, pel
to Gb 1927 Qo 79. d) Parte interna o recipien
te; di un carro IRe 2235; cassa dell'altare
Ez 4313.17.
i

In fretta, rapidamente Sai 90w.


Tormento, tortura (anch'esso dalla
radice "torcere", torquere) Gb 610.
Forza (?) Gb 414; forse variante di

Muro di cinta Ez 13,0 = muro,


parete (v, 12).
[ F, ]Esterno IRe 6292 30Re 16,8

[ C. suff. , , ,, , ]
Palato, come organo del gusto e della
parola; per estensione, bocca. Spesso as
sodato a lingua. Ez 326 Os 8 ! Sai
119103 1376 Gb 630 1
2
3
3
2 3130 ,
343 Pr 53 87 24!3 Ct 23 5 !6 710; Sir 36J9
s* mente; 49! + Hi. addolcire.
voce dolce Sir 65 = labbra
amabili.

263
[ Q. ptc. pi. cstr, . Pi. pft, , f.
, l , pi . , 1 ;ipf. 2 ,;
;imptv. , pi . ; inf. ass. Os 69
dubbio; ptc. , cstr. , pi. ]
Q. Attendere/sperare. Ci/colui che si
attende/spera, introdotto dalla preposi
zione .
Pi. Sperare, attendere, aspettare. Si usa
in forma assoluta: non aspettare
(valore avverbiale senz'altro, senza indugio)
2Re 93; mentre parlavano Gb
324; + e infinito costrutto: Is 30,; stare
in agguato Os 69. Con N attendere,
sperare (in), fidarsi di, bramare, smaniare per
Is 8,7 = Pi. idem; 643Ab 23 Sof 38 Sai
3320 106 Gb 321.
Amo Is 198 + rete; Ab 115
Gb 4025.
' '
* Detto di occhi, scuri Gen 49J2;
forse splendenti.
Nell'espressione occhi
torbidi Pr 2329; forse sfavillanti.
La radice designa in modo
indifferenziato la sfera sapienziale, cio
la sfera della ragione, intelligenza, co
noscenza e abilit. Si pu differenziare
contestualmente, senza precisione termi
nologica. Le tipologie o categorie sono:
ci che naturale e ci che acquisi
to. Capacit umana radicale: ragione,
intelligenza. Qualit naturali legate al
conoscere, al giudicare e al fare. Conosce
re: intelligenza, talento, perspicacia, pe
netrazione, acutezza, ingegno. Giudicare:
sensatezza, assennatezza, buon senso,
giudizio, ragione, criterio, senno. Fare:
abilit, destrezza. Qualit acquisite: le
gate al conoscere: sapere, sapienza, cultura,


T T
- T
erudizione; al giudicare: prudenza, ponde
razione, tatto, accortezza, sagacia, caute
la; al fare: destrezza, metodo, esperienza,
perizia, idoneit, successo.
L'aggettivo pu inoltre designare una
professione o i suoi professionisti: dotti,
maestri, dottori, artigiani. Il sostantivo
pu presentare una personificazione. In
parecchi casi, l'aggettivo include qualit
di vari ambiti, p. es. intelligenza e pru
denza, sapere ed esperienza, naturale e
acquisita ecc. In molti casi predomina
il senso di assennatezza, saggezza; poco
frequente il significato di conoscenza
intellettuale.
t [q. fPa. 3 1 ,
2 ,
1
,
it
1 t
e t *
pi. : ipf. , , 2 , coort.
, pi. ;imptv. , . Ni. pft.
3 m. sg. Sir 3719. Pi. ipf. , c. sufi.
;, Sir 637, 3 f. c. suff. . Pu.
ptc. ,

. Hi. rptc. f. cstr. .


r
s 1
t v. 1
1Hitp. ipf. 3 Sir 3824, 2 , coort.
pi. ]
r

IT '

IV*

! V

'

Q. Essere/diventare saggio, dotto, impa


rare; essere assennato, giudizioso; essere abile,
scaltro, a)