You are on page 1of 3

Storia contemporanea

STORIA DELLITALIA CONTEMPORANEA: ORIGINI E STORIA DI


UNA NAZIONE EUROPEA

Lingua e cultura italiana per linsegnamento (LiCi-In)


I anno, I semestre
01/10/15 18/12/15

Dott. Valerio De Cesaris


Dott. Alberto Stramaccioni

I
17891815: LIDEA DI NAZIONE. GLI STATI ITALIANI
DALLA

REVOLUZIONE FRANCESE ALLA RESTAURAZIONE

LOttocento: Effetti della Revoluzione francese sullItalia


La Revoluzione francese (17891799) ha avuto effetti profondi sugli stati europei. Nuovi valori
revoluzionari furono duffusi in Europa, e la monarchia e il sistema feodale furono abbattuti,
introducendo il nuovo sistema del parlamento e la repubblica. Nacque lidea dellindipendenza e
dello stato nazionale. In risposta gli eserciti controrevoluzionari che assalivano il nuovo regime
francese, nacque in Francia il primo esercito di volontari.
Che cosera la penisola italiana?
In quel periodo, la penisola avevi circa 20 mille inabitanti, di cui 95% analfabeti. Trasporto tra
i centri urbani era difficile. La penisola era divisa in diversi stati che erano in conflitto tra loro:
cerano lo Stato pontefice a Roma, la Toscana, cera il Regno delle Due Sicilie governato dai
Borboni nel sud, cera il nord-est che era sotto il dominio austriaco, e nel nord-ovest cera il
Regno di Savoia.
Litalia quindi non era uno stato unito, ed discutabile se fosse una nazione. Lo stato
lamministrazione duna nazione unita, mentre una nazione una terra so cui vive un popolo che
ha in comune una lingua, una cultura e una storia. Questera il caso in Italia, ma nessuno era
sicuro che cosa lItalia doverebbe essere, se fosse uno stato. Alcuni pensavano che il papa doveva
essere il capo di stato, per il papa in genere era opposto allidea dindipendenza, siccome quello
dovrebbe significare concessioni per il suo potere.
Napoleone in Italia
In 1796 cambiarono le cose, quando arriv Napoleone Bonaparte e il suo esercito nellItalia di
nord per liberare la terra dellAustria. In 1797 sconfisse gli austriaci, ma si comportarono come
liberatori invece di occupatori, difondendo idee revoluzionarie e deponendo i vecchi sistemi di
governo.
Agli intellettuali separatisti, che si chiamavano i giacomini, tutto questo era molto benvenuto.
Il periodo di dominio francese era breve ma molto importante. Si crearono le prime leggi
stampate, che guarantirono diritti per tutti.
La Revoluzione francese e i patriotti avevano idee atee, e contrastavano il potere mondiale del
papa, volendo separare lo stato e la chiesa e forziando i preti a giurare ai valori revoluzionari. Il
papa non poteva tolerare tutto questo e quindi segu una reazione armata dal cosiddetto Esercito
della Santa Fede. Era in questa clima, tra le revoluzioni e le insorgenze controrevoluzionarie, che
nacque e fioriva il patriottismo italiano di cui sorse il movimenti dunit italiana, chiamata il
Risorgimento.

17801815: LIDEA

DI NAZIONE

I primi movimenti risorgimentali


Questo movimento patriottistico voleva uno stato italiano indipendente che risorgesse dalle
ceneri della storia.
La polizia controllava i patriotti perch li consideravano terroristi.
Uno dei problemi dei patriotti era che non comunicavano bene col popolo italiana, il che port
a vari incidenti nei quali patriotti e francesi furono erroneamente uccisi dalla gente. Inoltre, cera
una certa apatia tra il popolo, certamente nelle aree rurali.
A un certo punto, i patriotti sorganizzavano attorno alcune figure simbolo: Giuseppe Mazzini,
Giuseppe Garibaldi, Vittorio Emanuele II e Camille Cavour. Giuseppe Mazzini era una figura
singolare e un terrorista, che organizzava attentati con la sua organizzazione chiamata Giovane
Italia. Questorganizzazione organizzava una serie di moti carbonari e attentati contro i diversi
stati occupatori, in cui morirono spesso pi dattentatori che presunte vittime. Questo movimento
per non trovava sostegno duno stato.
Nel 1848, lo stato sabaodo (cio di Savoia), che regnava su Piemonte, saccord a lottare coi
patriotti per uno stato italiano indipendente, perch volevano regnare sullItalia. Di conseguenza,
molti patriotti andarono a Torino, dove alcuni entrarono nellesercito piemontese. Mazzini, che
era un repubblicano, non era daccordo col progetto sabaodo, il che risultava in un conflitto
interno.
L1848 era anche lanno delle revoluzioni borghesi contro le monarchie, la cosiddetta
Primavera del popolo, avviata indirettamente dalla Revoluzione industriale, che aveva creato una
borghesia che contrastava la monarchia. In Italia, frattanto, scoppi protesto in tutte le citt
italiane dai risorgimentali contro gli esercizi regali. A Roma i patriotti presero il potere,
cacciarono via il papa, ed istallarono la seconda repubblica romana. Questaveva come
conseguenza una lotta contro il papa e i francesi che durava 6-7 mesi prima di terminare con la
vittoria del papa en la fine della repubblica. La repubblica vide le prime elezioni in Italia, e ci fu
scritta la prima costituzione.
Era nella lotta contro il papa e i francese che entr sulla scena Giuseppe Garibaldi. Questa
battaglia per cost molte vite, tra cui lo studente Goffredo Mameli, che aveva composto il futuro
inno nazionale dellItalia. Quando arrivarono 50,000 soldati francesi furono sconfitti i patriotti e
Garibaldi dovette fuggire al nord dellItalia, dove per aggiungere alla tragedia mor la sua moglie,
che era amata dal popolo come lui.

33