You are on page 1of 3

Canoni

Niente ti turbi o ti spaventi,


chi ha il Signore non manca di nulla.
Niente ti turbi o ti spaventi, Dio solo basta.
Dona la pace, Signore, a chi confida in Te.
Dona la pace, Signore, dona la pace.

Ubi caritas et amor,


ubi caritas Deus ibi est.
Misericordias Domini
in aeternum cantabo.
Sei con noi, Signore Ges,
Dio di pace, Dio di pace.

Padre nostro

Signore Ges, sento il cuore carico di gioia per il tuo


perdono,
ti ringrazio perch ancora una volta mi hai reso
libero di amarti.
Donami il coraggio di non vergognarmi di te.
mi ripeti con forza seguimi,
e io, Signore, voglio scegliere di fidarmi di te.
Aiutami ad essere fedele e costante
perch solo tu hai parole di vita eterna.
Benedizione
2. Fa che chi mi guarda non veda che te.
Fa che chi mi ascolta non senta che te.
E chi pensa a me, fa che nel cuore, pensi a te,
e trovi quellamore che hai dato a me.

Ora vado sulla mia strada


con lamore tuo che mi guida
O Signore, ovunque io vada
resta accanto a me.
Io ti prego, stammi vicino ogni passo del mio cammino.
Ogni notte, ogni mattino resta accanto a me.
1. Il tuo sguardo puro sia luce per me
e la tua parola sia voce per me.
Che io trovi il senso del mio andare, solo in te.
Nel tuo fedele amare il mio perch.

Grazie a
don Marco, Parrocchia e Alpini di Refrontolo, Sacerdoti
confessori

a tutti voi Buon Natale !


Appuntamenti prossimi
LUltimo e/ il Primo in Seminario

Festa dei Giovani della forania


sab. 17 gennaio 2015 a Pieve

in occasione della Visita Pastorale del Vescovo Corrado


in Patronato Careni: dalle 15 alle 22
Forania Quartier del Piave
2014

Refrontolo, 22 dicembre

Celebrazione comunitaria del perdono

Preghiera di ringraziamento

Canto: Resta accanto a me

Scuola di Preghiera in Seminario: 16 gennaio 2015

Canto: Oltre le memorie

1. Oltre le memorie del tempo che ho vissuto,


oltre la speranza che serve al mio domani,
oltre il desiderio di vivere il presente,
anch'io, confesso, ho chiesto
che cosa verit.
E Tu come un desiderio
che non ha memorie, Padre buono,
come una speranza che non ha confini,
come un tempo eterno sei per me.
Io so quanto amore chiede
questa lunga attesa del tuo giorno, Dio;
luce in ogni cosa io non vedo ancora:
ma la tua Parola mi rischiarer!

2. Quando le parole
non bastano all'amore,
quando il mio fratello
domanda pi del pane,
quando l'illusione
promette un mondo nuovo,
anch'io rimango incerto
nel mezzo del cammino.
E tu Figlio tanto amato,
verit dell'uomo, mio Signore,
come la promessa
di un perdono eterno,
libert infinita sei per me. Rit

3. Chiedo alla mia mente


coraggio di cercare,
Preghiera corale
chiedo alle mie mani
la forza di donare,
Cristo Ges, fa' crescere in noi il gusto
chiedo al cuore incerto
della tua tenerezza e della tua bont,
passione per la vita,
la gioia dell'umilt e della pazienza.e chiedo a te fratello
Facci trovare la bellezza della semplicit
di credere con me.

e nutrici del tuo perdono.


E tu, forza della vita,
Riempi il nostro cuore della pace, Spirito d'amore, dolce Iddio,
quella vera che fa crescere la tua Chiesa.
grembo d'ogni cosa,
Insegnaci a parlare soprattutto
tenerezza immensa,
per rendere grazie a te e agli altri. verit del mondo sei per me. Rit
Cristo Salvatore che sei, che eri e che sarai:
vieni, perch abbiamo sete di te,
vieni, perch smarriamo il cammino,
vieni, perch abbiamo paura delle notizie forti;

vieni, Tu che ci ricolmi di gioia vera.


Canto: Alleluia

Dal Vangelo di Luca

(9,51-10,3)

Mentre stavano compiendosi i giorni in cui sarebbe stato elevato


in alto, egli prese la ferma decisione di mettersi in cammino
verso Gerusalemme e mand messaggeri davanti a s. Questi si
incamminarono ed entrarono in un villaggio di Samaritani per
preparargli l'ingresso. Ma essi non vollero riceverlo, perch era
chiaramente in cammino verso Gerusalemme. Quando videro
ci, i discepoli Giacomo e Giovanni dissero: "Signore, vuoi che
diciamo che scenda un fuoco dal cielo e li consumi?". Si volt e li
rimprover. E si misero in cammino verso un altro villaggio.
Mentre camminavano per la strada, un tale gli disse: "Ti seguir
dovunque tu vada". E Ges gli rispose: "Le volpi hanno le loro
tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell'uomo non
ha dove posare il capo". A un altro disse: "Seguimi". E costui
rispose: "Signore, permettimi di andare prima a seppellire mio
padre". Gli replic: "Lascia che i morti seppelliscano i loro morti;
tu invece va' e annuncia il regno di Dio". Un altro disse: "Ti
seguir, Signore; prima per lascia che io mi congedi da quelli di
casa mia". Ma Ges gli rispose: "Nessuno che mette mano
all'aratro e poi si volge indietro adatto per il regno di Dio".
Dopo questi fatti il Signore design altri settantadue e li invi a
due a due davanti a s in ogni citt e luogo dove stava per
recarsi. Diceva loro: "La msse abbondante, ma sono pochi gli
operai! Pregate dunque il signore della msse, perch mandi
operai nella sua msse! Andate: ecco, vi mando
come agnelli in mezzo a lupi".
Meditazione del sacerdote
Richiesta di perdono

Piet di me, o Signore, secondo la tua


misericordia.
Non guardare ai miei peccati
e cancella tutte le mie colpe.
Crea in me un cuore puro
e rinnova in me uno spirito di fortezza e di santit.
Tempo per le confessioni

Per lesame di coscienza


Prenditi del tempo per esaminare la tua coscienza davanti al Signore.
Prova a guardarti con gli occhi di Dio Cosa vede Dio in te?
Senzaltro egli vede in te un volto, una storia, una persona preziosa!
Dio vede in te un suo figlio!
Di quali cose vuoi ringraziare il Signore questa sera? Quali opere di
bene sei stato capace di compiere? Di cosa ti senti giustamente
orgoglioso? Quali doni il Signore ha messo in te? Quando lo hai sentito
particolarmente vicino?
Forse in questo momento di confidenza con Dio, senti dentro di te lo
stridere di qualche peccato che hai commesso di qualche aspetto
della tua vita che rovina in te il tuo essere figlio di Dio, qualche scelta
che ti ha allontanato o ti sta allontanando dal Signore, qualche dubbio
che inquieta la tua fede Qualche volta forse la tua vita vuota,
qualche paura ti paralizza
Lamore verso Dio
Che posto occupa Dio nella mia vita? So stupirmi di fronte ai segni
cella sua presenza? Sono innamorato di lui? Oppure, a volte,
vorrei che gli altri non sapessero che sono cristiano perch mi
vergogno? O forse qualche volta Dio un intrigo che vorrei
mettere da parte?
Di chi mi fido davvero nella mia vita? Su cosa o su Chi costruisco
la mia vita? Dio al primo posto? O riempio la mia vita di altri
idoli? Dove cerco la pienezza della mia vita?
Rispetto Dio (parolacce, bestemmie)?
Lo prego quotidianamente? Vado a Messa ogni Domenica?
Come vivo la mia appartenenza alla comunit cristiana? Partecipo
alle proposte parrocchiali? Mi sento parte della grande famiglia
che la Chiesa? O mi vergogno?
Lamore verso il prossimo
So guardare con gratitudine a tutto lamore che ricevo dagli altri?
So ringraziare? So rinunciare a qualcosa di mio (non solo cose, ma
anche tempo, desideri, progetti, ecc.) per il bene degli altri?
So essere fedele alla parola data, alle promesse, agli impegni?
Come mi comporto in famiglia, nello sport, con gli amici?
Rispetto gli altri? Cerco di aiutarli per quello che posso fare?
Vivo sentimenti di invidia o di rancore verso qualcuno?
Desidero il loro bene e mi impegno a realizzarlo?
Il giusto amore verso s stessi
Sono generoso, o preferisco trattenere per me? Ho rubato? Ho
sempre restituito quanto preso in prestito?
Sono attaccato alle cose (i-phone, cellulare, i-pad, wii, bei voti a
scuola, successo nello sport, ecc.)?

Sono sincero, leale? O preferisco la scorciatoia comoda della


bugia?
Come vivo la mia sessualit? Come un meraviglioso dono di Dio
per vivere relazioni belle, per costruire un progetto di vita insieme
ad unaltra persona? Oppure vivo la sessualit semplicemente
come sfogo dei miei impulsi e facile ricerca di piacere?
Come uso il mio tempo? Lo spreco? Oppure so impegnarmi per
degli ideali, per qualcosa di utile?
Sono convinto di essere davvero prezioso agli occhi di Dio e
degli altri? Oppure mi lascio prendere dallo scoraggiamento?
Sono soddisfatto di ci che sono? Cosa non mi va proprio gi di me
stesso?
Per la preghiera personale

Signore Ges, oggi ci proponi gli aspetti scomodi e difficili


dell'ideale cristiano.
La croce, non si mai disponibili n pronti per accettarla,
contrasta con l'aspirazione umana
che tende ad allontanare il dolore e raccogliere gioie.
Chi si pone alla tua sequela va incontro a maltrattamenti e
persecuzioni,
va incontro alla tua stessa sorte.
Il prezzo della coerenza lo stipendio di chi ti ha scelto.
Ci chiedi fiducia incrollabile in te, in te solo,
senza posare il capo su altre sicurezze.
Ci chiedi tutto, ma non prendi tutto.
Ci chiedi salti nel vuoto e, fin quando non li faremo,
non ci accorgeremo che in fondo ci sei tu ad aspettarci e non il
vuoto.
Non ci chiedi mai di togliere, ma per poter dare molto di pi.
Vinci sempre in generosit.
Donaci il coraggio di seguirti e la forza di perseverare
anche se bisogna remare contro corrente.