Sie sind auf Seite 1von 7

Emittente TV

VIDEO
Canale 286

Canale 678

Quotidiano della Provincia di Siracusa

Sicilia

66

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
sabato 30 aprile 2016 Anno XXix N. 102 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Ci voleva la battaglia dei comunicati tra il deputato regionale Enzo Vinciullo e il sindaco Giancarlo Garozzo Un immobile di una superficie di 156 metri quadrati

In Consiglio le aree
per il nuovo ospedale
Trasmessa alla presidenza la proposta dindividuazione
C
ontinua la querelle sullindividuazione dellarea dove

focus

Un sogno che si
pu realizzare
sulla scena del
nostro teatro
Si

allocare il nuovo ospedale di


Siracusa. Se non fosse una
tragedia sarebbe una farsa la
vicenda della nuova struttura.
Ma ci volevano proprio tutta
la polemica e tutte le chiacchiere che ci sono state, per
giorni e giorni, per poi arrivare
alla banale conclusione che
entro aprile la proposta per
larea del nuovo ospedale
sar in Consiglio Comunale? Ci voleva la battaglia dei
comunicati tra il deputato
regionale Enzo Vinciullo e il
sindaco Giancarlo Garozzo.

di Andrea Bisicchia

Guardia medica e 118


tornano in Ortigia
alla casermetta Mazzini

santa lucia

Lorigine
della festa
del patrocinio

Iconcessione
l Comune ha ottenuto in
dallassessorato regionale ai Beni culturali
larea di sua competenza
compresa tra viale Paolo Orsi
e via Basento. La comunicazione arrivata ieri mattina e
il provvedimento sar formalizzato a breve.

Tornano nel Centro storico Ortigia di Siracusa lAmbulatorio di

Guardia Medica e il Presidio sanitario di emergenza 118. I due


servizi sanitari saranno ubicati nellimmobile demaniale Casermetta Mazzini, in via Riva Mazzini, banchina n. 7 al Foro Italico,
concesso dalla Capitaneria di Porto allAsp di Siracusa.

entra in sala e si
rimane colpiti da un
sipario dorato, risplendente, come a indicare
lopulenza, insensibile
ai richiami della povert. Quando inizia lo
spettacolo
Damiano
Michieletto parte dal
finale, con la condanna a morte di Mackie
Messer, dopo che il tribunale aveva emanato
la sentenza, proprio
il giorno della incoronazione della regina.
La giustizia sembrava
aver fatto il suo dovere,
tanto che il messaggio
potrebbe sembrare.

ono stati catturati a mentre stavano per imbarcarsi


nel catamarano Pozzallo
Malta della Virtu Ferries.
Nella mattinata di ieri.

ono stati catturati a mentre stavano per imbarcarsi


nel catamarano Pozzallo
Malta della Virtu Ferries.
Nella mattinata di ieri.

i svolta ieri mattina, presso la Sala


Giunta del Libero Consorzio Comunale di
Siracusa in Via Roma,
la programmata riunione convocata dal
Commissario.

A pagina due

A pagina cinque

A pagina cinque

A pagina cinque

vermexio

Lavori al porto,
ancora senza
luce e acqua

Cronaca

La Squadra Mobile
arresta consigliere
Tony Bonafede
S

A pagina tre

A pagina tre

A pagina sei e sette

E. Fermi: Lutri d il via alle operazioni


di manutenzione e ripristino locale
S

Focus 2
di Andrea Bisicchia

Si

entra in sala
e si rimane colpiti
da un sipario dorato, risplendente,
come a indicare
lopulenza, insensibile ai richiami della povert.
Quando inizia lo
spettacolo Damiano Michieletto parte dal finale, con la
condanna a morte
di Mackie Messer,
dopo che il tribunale aveva emanato
la sentenza, proprio il giorno della
incoronazione della regina. La giustizia sembrava aver
fatto il suo dovere,
tanto che il messaggio
potrebbe
sembrare positivo,
ma attraverso limmediato flashback,
il regista ricostruisce la vera storia
del bandito Mackie
Messer, interpretato da Marco Foschi come un giovane Vallanzasca,
amante di soldi e
di belle donne.
Lo spazio scenico,
ideato da Michieletto insieme a Paolo Fantin, quello
di un tribunale, tutto transennato da
inferriate e cancelli
che fanno pensare
a quello del maxiprocesso alla mafia (1986). C una
tribuna, dove siedono gli attori- giurati; ci sono le cattedre dei giudici,
che nel corso della
rappresentazione
cambiano
continuamente il posto,
cos come cambiano gli attori-giudici
per sottolineare il
legame che esiste
tra giustizia e corruzione, tra sfruttatori e sfruttati.
Michieletto alterna le due categorie che ha posto
a base della sua
lettura: quella sociologica e quella
politica. Da una
parte, quindi, lo
sfruttamento
dei
diseredati ad opera di Peachum e
della moglie Celia, interpretati con
bravura e sempre
in parte da Peppe Servillo e Margherita Di Rauso,
come una felice
coppia borghese,
ben
evidenziata
dagli abiti che indossano (i costumi sono di Carla
Teti), piccoli mana-

Sicilia 30 aprile 2016, sabato

30 aprile 2016, sabato

Una recensioneauspicio dellOpera da tre soldi


in cartellone
a Milano. Dal
Piccolo al nostro Comunale
il passo non
poi cos lungo
Due scene clou
dell'"Opera" in cartellone al "Piccolo"

Un sogno che si pu realizzare


Ritrovare questo capolavoro
sulla scena del nostro teatro

Unattualizzazione che non fa una piega. E il dramma


dei mendicanti di ieri e di oggi: diventare carne
da macello per i nuovi manager dei centri di accoglienza

Laccusa di Brecht, che scrisse lopera nel 1928, era rivolta al mondo
delle banche e della finanza, che
con le loro scelte economiche
avevano ridotto alla fame
ger del malaffare,
pronti a tutto pur
di far prosperare la
Ditta, tanto che, in
una scena da visione apocalittica,
vediamo Peachum
darsi da fare, nel
momento in cui i
veri mendicanti di
oggi, i migranti, si
aggrappano a una
grata,
chiedendo
da mangiare a un

grassone che si
abbuffa, e che, a
un certo punto, sfiniti, si arrendono
alle acque che li
sommergono mentre i salvagente si
innalzano verso il
cielo. Una attualizzazione che non fa
una piega perch
questo il dramma dei mendicanti di ieri e di oggi,

ovvero quello di
diventare carne da
macello per i nuovi
manager dei centri
di accoglienza.
Allimpianto sociologico il regista fa
seguire quello ideologico, della politica corrotta, pronta a premiare chi
sulla corruzione ha
costruito la propria
ricchezza. Michie-

letto non abbandona mai la trama,


quella del processo al protagonista
, con i suoi loschi
profitti e le sue
storie damore per
Polly, una frenetica
Maria Roveran, per
Lucy, una
Stella
Piccioni che stata
una bella sorpresa,
e per Jenni, una
inquietante Rossy
De Palma, storie
di sentimenti sinceri, di passioni, di
tradimenti, che si
scontrano con linsensibilit di Mackie, attratto soltanto dalla volont
di far soldi, utilizzando
chiunque,
anche se trattasi
del capo della polizia, un energico
Sergio Leone, o
dei giudici quando
viene imprigionato.
E Peachum a perseguitarlo, a volerlo morto, anche lui
pronto a corrompere pur di raggiungere il risultato.
Laccusa di Brecht,
che scrisse lopera
nel 28, era rivolta
al mondo delle banche e della finanza
che, con le loro
scelte economiche,
avevano ridotto alla
fame milioni di poveracci. Ieri come

oggi, sembra volerci dire Michieletto,


quando rif il primo
finale,
affidando
a Mackie laccusa
contro i banchieri,
dai quali per verr graziato, quando
al posto del messo
della Regina arriva
una valigetta piena
di soldi che sommergeranno tutti,
cos come le acque
del mare avevano
sommerso i poveri migranti, anche
loro
vittime
del
modo corrotto dei
petrolieri, tanto che
Peahum potrebbe
sembrare un angioletto un po patetico
quando sostiene la
differenza tra povert vera e povert ostentata, quella
che spinge ad atti
di misericordia.
Michieletto,
volutamente, non ha
scelto
cantanti,
bens attori che
cantano, ricordandosi di quanto aveva indicato Brecht
in Scritti per il teatro: Lattore deve
mostrare uno che
canta, tanto da parlare contro la musica.
A questo punto
necessario parlare
proprio della musica di Weill, della
sua difficile partitura, dovendo essere, in questo spettacolo, il riflesso della
parola. Il maestro
Giuseppe Grazioli ha utilizzato non
pi pochi polistrumentisti bens un
vero e proprio ensemble, con cui
riuscito a ricostruire
i colori della musica
jazz e popolare degli anni Trenta, ma
soprattutto stato
capace di creare
unalchimia tra musica e parola, come
voleva Michieletto.
Alla riuscita dello
spettacolo hanno
contribuito le luci di
Alessandro Carletti
e i movimenti coreografici di Chiara
Vecchi.
Ovazioni
dal pubblico. Le repliche sono gi tutte esaurite o quasi.
LOpera da tre
soldidi
Brecht/
Weill prodotta
dal Piccolo Teatro,
per la regia di Damiano Michieletto e
con lorchestra sinfonica Giuseppe
Verdi di Milano diretta da Giuseppe
Grazioli

politica

Ottava relazione
del difensore
dei diritti
dei bambini

Itol Consiglio
Comunale ha ascoltal'ottava relazione del difensore

dei diritti dei bambini, Dott. Franco


Sciuto. Ha partecipato il Sindaco e
il Consiglio comunale dei ragazzi e
delle ragazze che, in maniera originale, hanno proposto un video con
immagini della citt secondo il loro
punto di vista. E' stata una bella
seduta e per i consiglieri comunali
adulti di certo un buon esempio di
cittadinanza attiva e un' occasione

Sicilia 3

per riflettere sulla responsabilit che


ognuno aggiunge al proprio impegno
e al modo di essere rappresentanti
delle istituzioni. E' emersa la volont di una citt pi inclusiva e amica
dei cittadini capace di ascoltare e di
valorizzare le migliori risorse presenti nel territorio. Prezioso il contributo
di padre Tarascio, direttore della Caritas siracusana e del Sig. Peretti in
rappresentanza del Forum del terzo
settore. Un grazie al presidente del

SiracusaCity

Consiglio Comunale Santino Armaro


che, con il sostegno dei capigruppo,
ha organizzato questo importante
appuntamento. Utile il contributo degli assessori Valeria Troia e Rosalba
Scorpo. Infine, un particolare grazie
alla testimonianza di Mohammed
,minore non accompagnato, sbarcato a 15 anni sulle coste siracusane
che ha raccontato il suo positivo
percorso di integrazione e dei sogni
che gli piacerebbe realizzare.

Proposta dindividuazione
aree per il nuovo ospedale

Adesso l'intero consiglio comunale


ha l'onere di evadere il prima
possibile la procedura

ontinua la querelle sullindividuazione


dellarea dove allocare
il nuovo ospedale di
Siracusa. Se non fosse
una tragedia sarebbe
una farsa la vicenda
della nuova struttura.
Ma ci volevano proprio
tutta la polemica e tutte
le chiacchiere che ci
sono state, per giorni e
giorni, per poi arrivare
alla banale conclusione che entro aprile la
proposta per larea del
nuovo ospedale sar in
Consiglio Comunale? Ci
voleva la battaglia dei
comunicati tra il deputato
regionale Enzo Vinciullo
e il sindaco Giancarlo
Garozzo, ci volevano
una missione di un sacco
di gente a Palermo e un
incontro con lassessore
regionale del Territorio e
ambiente per arrivare al
niente? E infatti niente la comunicazione,
spacciata per soluzione, della prossima
trasmissione degli atti
al Consiglio comunale.
Il bello viene adesso: se
e quando la discussione
in Consiglio avr inizio,
si scateneranno duelli
sena fine tra i consiglieri. Ognuno dei quali
ha deglinteressi da far
valere.
Naturalmente ognuno
cercher di far passare
per pubblico interesse
linteresse privato di se
stesso o di amici e di amici degli amici. Ognuno
sosterr la scelta di un
terreno piuttosto che di
un altro. E sosterr che
lunico terreno idoneo
alla costruzione del nuovo ospedale sar il suo
o quello degli amici e
degli amici degli amici. Si
aprir quindi un dibattito.
Si cercheranno convergenze dinteressi. E tutti
glinteressi saranno in
campo tranne quello
della popolazione.
Chi vivr vedr. E si
dovr vivere ancora pa-

recchio prima di vedere il


nuovo ospedale costruito, attrezzato e funzionante. Frattanto, a intervalli pi o meno regolari, avremo comunicati
come quello, speriamo
positivo, del consigliere
Salvatore Castagnino di
Siracusa Protagonista
con Vinciullo: Gioved
scorso su istanza e su
pressioni fatte dal gruppo consiliare presente
in commissione urbanistica con il consigliere
Fabio Alota abbiamo
avuto risposta da parte
l'assessore competente

Sopra, il nuovo progetto ospedale di Siracusa


dellavvenuto trasmissione, alla presidenza
il consiglio comunale,
della proposta relativa

all'individuazione delle aree per il nuovo


ospedale. Il passo
stato quindi compiuto

dell'amministrazione
aggiunge il consigliere
di opposizione.
Adesso l'intero consiglio comunale ha l'onere di evadere il prima
possibile la procedura
affinch si possa attivare tutto il sistema
necessario da un punto
di vista finanziario
conclude Castagnino
- per portare avanti
il progetto sul nuovo
ospedale rendendolo
esecutivo. Siamo pronti
ad andare avanti con le
nostre iniziative e con
le nostre istanze con la
certezza che lo sciopero
della fame messo in atto
dallonorevole Vinciullo
ha dato il via a quello
che stato un risultato
concreto.

Tornano in Ortigia guardia medica e 118


nei locali demaniali della Capitaneria di porto

Tornano

nel Centro storico Ortigia di


Siracusa lAmbulatorio
di Guardia Medica e
il Presidio sanitario di
emergenza 118.
I due servizi sanitari saranno ubicati
nellimmobile demaniale
Casermetta
Mazzini, in via Riva
Mazzini, banchina n.
7 al Foro Italico, concesso dalla Capitaneria di Porto allAsp di
Siracusa in comodato
duso per i prossimi
ventanni.
Il verbale di consegna
dellimmobile stato sottoscritto questa
mattina dal comandante della Capitaneria di Porto di Siracusa
Domenico La Tella e
dal direttore generale
dellAsp di Siracusa
Salvatore Brugaletta.
Limmobile, su una
superficie di 156 metri
quadrati, si trova in discreto stato di conservazione e sullo stesso
saranno immediatamente avviati i lavori di
adeguamento ai requi-

In foto, Brugaletta e La Tella


siti previsti dalle norme
sullaccreditamento delle strutture sanitarie gi
predisposti dallUfficio
Tecnico aziendale. Tutte le spese di ordinaria
e straordinaria manutenzione dellimmobile
sono a carico dellAzienda sanitaria cos come
eventuali ulteriori interventi che si ritenessero
necessari per garantire
la sicurezza e la salubrit dei locali.
Al traguardo si giunti
a completamento del
percorso avviato con
listanza
formalizzata
nel 2014 dallAzienda

Sanitaria insieme con il


Comune di Siracusa e
conclusosi lo scorso 25
marzo 2016 con lautorizzazione della Direzione generale per la
Vigilanza sulle Autorit
portuali del Ministero
delle Infrastrutture e dei
trasporti, alla consegna
dellimmobile
allAsp
di Siracusa e lincessante impegno profuso
dal comandante della
Capitaneria di Porto di
Siracusa Domenico La
Tella cos come tiene
a sottolineare il direttore generale Salvatore
Brugaletta: Finalmente

si giunti alla definizione di un percorso


in una scelta strategica spiega il direttore generale - che ci
consentir di dotare
il quartiere di Ortigia
di un presidio sanitario di emergenza
e di continuit assistenziale sollecitato
da pi parti negli anni
passati, sia per venire
incontro alle esigenze
dei residenti che per il
notevole flusso turistico presente nel centro storico. Un particolare ringraziamento
rivolgo al comandante
La Tella che tanto si
speso per il raggiungimento di tale risultato. Il Comandante
della Capitaneria di
Porto di Siracusa Domenico La Tella aggiunge: Sono felice
dellintesa raggiunta
che rappresenta la
perfetta sinergia tra
Capitaneria e Asp,
gi collaudata nellassistenza ai migranti e
che adesso si rivolge
alla citt.

Guardia medica
Soddisfatti
sindaco Garozzo
Vinciullo e Italia
Con

la firma questa mattina della


convenzione fra la
Capitaneria di Porto e lAzienda Sanitaria Provinciale di
Siracusa, si conclude
positivamente lannosa vicenda della
sede del 118 e della
Guardia Medica in
Ortigia. Lo comunica lOn. Vincenzo
Vinciullo, Presidente
della Commissione
Bilancio e Programmazione allARS.
Un risultato importante che arriva dopo
anni attesa e che ci
ha visto impegnati
a trovare soluzioni
per la sede che gi
negli anni scorsi,
quando era Ministro
Lupi, aveva visto una
prima concessione
che il Comune poi
non aveva accettato,
causando di fatto il
ritardo con cui viene
firmata la convenzione odierna. Sulla
prossima attivazione
del punto 118 e della guardia medica in
Ortigia, nella Casermetta Mazzini della
Capitaneria di porto,
intervengono il sindaco e l'assessore al
Centro srorico.
Il sindaco, Giancarlo
Garozzo, si dice particolarmente
felice
che questo avvenga
nell'anno della riconsegna della Marina
alla citt e alla vigilia
dei Campionati mondiali di canoa polo.
Ringrazio tutti coloro
che hanno contribuito
attivamente a questo
importante risultato.
Per lassessore Francesco Italia, si conclude positivamente
un progetto avviato
nel 2014, che ha visto
una virtuosa sinergia
interistituzionale
e
consentir di dotare il
centro storico di una
postazione strategica
a servizio di cittadini
e turisti.

Societ 4

30 aprile 2016, sabato

Sicilia 30 aprile 2016, SABATO

Donne che la drammaturgia greca ha reso immortali


di Angela Adamo
e Raffaella Mauceri

lettra, Alcesti e Fedra: questanno un ciclo interamente al femminile, dedicato a tre


celebri creature che la
drammaturgia greca ha
reso immortali. Sembrerebbe un omaggio
alle donne. Sembrerebbe. Ma la domanda
sorge spontanea: come
mai tanta grazia? Dove
sta il trucco? Dobbiamo piangere o esultare?
Noi che scriviamo, per
lintellettuale e viscerale dolore, non possiamo
che piangere.
Alcesti, sposa di
Admeto re della Tessaglia
Zeus ha condannato
Apollo, reo di avere
ucciso i ciclopi, a vivere come schiavo nella
casa di re Admeto, il
quale, come premio
ottiene di poter rimandare il giorno della sua
morte a patto per che
qualcun altro prenda il
suo posto. Ma nessuno
disposto a morire per
lui nemmeno i suoi genitori che pure sono gi
vegliardi.La fida e innamorata moglie Alcesti, invece, pur essendo
giovanissima e madre
di due bambini, pronta a dare la sua vita per
quel codardo di Admeto che le promette lutto
solenne e fedelt totale anche se postuma!
Il tutto in un peana di
lodi alla sposa da parte
del coro che celebra il
sacrificio: Alcesti, la
donna pi di tutte virtuosa col marito. solo
tu, solo tu diletta donna
il marito osasti salvare
dalla morte a prezzo
della vita. Tu guadagnasti onore eterno!
E Admeto non si vergogna della sua vigliaccheria, anzi esibisce
uno spudorato dolore
fino al punto di gridarle di non lasciarlo cos
solo e perso senza di
lei! Al suo tracotante
egoismo si oppone Ferete, suo padre, rinfacciandogli la sua codardia, seppure ribandendo
anche lui il medesimo
mantra: La donna che
hai perso fu nobile e fedele non c' dubbio!
Di rimando al padre,
Admeto accusa il genitore della grave e

Con Elettra, Alcesti


e Fedra questanno
di scena la misoginia
Un ciclo interamente al femminile,
dedicato a tre celebri creature

imperdonabile colpa di
essersi sottratto al dovere di morire per lui
costringendo Alcesti a
quella inevitabile, tragica scelta!
Il suo narcisismo tanto grande quanto disgustoso. Non contento,
scaccia lanziano padre dai preparativi del
funerale della moglie,
e lui lo copre d'insulti
definendolo
sciagurato, vile e bellimbusto! Fin qui niente di
che. Linsopportabile
paradosso, infatti, sta
nella scelta di Alcesti,
vittima di una cultura
misogina secondo la
quale sacrificare la propria vita per il marito
segno di grande amore e di suprema virt
coniugale. T'ho fatto
onore e a prezzo della
mia vita gli dice - ho
voluto che vivessi tu...
L'unico mio desiderio
che tu non ti risposi per
non dare una matrigna
ai nostri figli. Che
tocco d'insigne e poetico masochismo! Ovvio

che Tanathos, dio della


morte, non veda lora
di mettere le grinfie su
una cos pia e devota
creatura e trascinarsela
nell'Ade!
Tutto dunque sembra ormai deciso.
Quandecco irrompe
sulla scena un personaggio stupefacente:
Ercole, il semidio, figlio di Zeus, che prima
di affrontare le sue proverbiali fatiche vuole
prendersi una piccola
vacanza presso l'amico
Admeto. Il re lo accoglie con tutti gli onori
mettendogli a disposizione la reggia e la sua
mensa. Di l a poco,
per, Ercole sente che
qualcosa di grave incombe su quella casa.
C' aria di luttuosi
avvenimenti, troppo
pianto, troppo dolore!
Chiede di sapere costa
sta succedendo e finalmente Admeto si sbottona: Alcesti, la moglie
adorata (!?), scesa nel
regno dei morti. Tanathos, il demone nefasto

inviso anche agli dei,


l'ha rapita strappandola agli affetti dei suoi
cari. Al che Ercole,
con la sua proverbiale
generosit, corre subito alla ricerca del dio
della morte deciso a
riportare in vita la giovane sventurata regina.
Sorprende
Tanathos
intento a bere il sangue delle vittime che
Admeto gli ha offerto,
gli piomba addosso
come un falco, lo solleva e lo serra con le
sue braccia possenti
fin quasi a spezzargli
la schiena!
Il mostro vorrebbe resistergli ma Ercole lo
sovrasta e non gli resta
che cedergli la preda.
Alcesti torna cos alla
vita.
Velata e silenziosa,
Ercole la riporta nella
reggia di Admeto ordinando al vigliacco
di suo marito di accoglierla con rispetto e
con amore. Grazie a
lui, la tragedia scongiurata ma resta in-

delebile la prova damore dell'umile sposa


vittima sacrificale di
un uomo pavido e mediocre. Prova suprema
di una cultura misogina, la cultura del masochismo indotto nelle
donne a vantaggio dei
maschi.
Fedra figlia di Minosse re di Creta
Teseo, re di Atene,
glorioso uccisore del
Minotauro, ha sposato
Fedra, la bellissima,
onesta e virtuosa sorella minore di Arianna, che gli ha dato due
figli destinati al regno.
Codesto sposo sar
pure un eroe ma come
marito e come padre
non vale un soldo bucato impegnato com
a stare sempre in giro
a caccia di imprese da
compiere! Fedra, infatti, una vedova
bianca, una donna,
cio, che giorno dopo
giorno, consuma la sua
giovinezza in una triste
e sconfinata solitudine.
Entra in scena Ippolito,
figlio illegittimo di Teseo, di cui Fedra sinvaghisce a prima vista.
Il bellIppolito per
non intende concedersi perch, udite udite,
non ama i piaceri della carne, anzi va fiero
della propria verginit.
Votato interamente ad
Artemide, fra tutte le
divinit la pi sacra e
la pi pura, proclama
infatti con veemenza
che, a parte sua madre, lui ritiene tutte le
donne colpevoli d'ogni genere di misfatti
e di delitti! Io dice
il giovanotto evidentemente innamorato
pazzo di se stesso - le
odio tutte, le detesto, le
disprezzo, le fuggo! E
cos sar per sempre!
La povera Fedra, sconvolta dallumiliazione,
non sa darsi pace perch quel che prova per
Ippolito urta profondamente contro i suoi
principi di onest, decoro, fedelt alla famiglia, e soprattutto con
la purezza della sua
anima. Seneca, invece,
nella sua crudele misoginia, la descrive come
una depravata pronta a
tutto pur di soddisfare
il suo desiderio incestuoso incestuoso
si fa per dire perch
Ippolito mica suo figlio!

Pi avanti, infatti, ce la
mostra accecata dalla
passione, in ginocchio
davanti a lui, dimentica della sua dignit
di donna e di regina,
mendicando il suo
amore, supplicandolo
di darle anche soltanto un bacio. E lui sdegnoso, non contento di
respingerla, la copre
di insulti, le urla tutto
il suo ribrezzo e fugge
via dalla reggia maledicendo ancora lintero
genere femminile.
Profondamente ferita
in ogni fibra del suo
essere, la bellissima
Fedra trasforma il suo
amore in una vertigine d'odio. Dun tratto
ricorda il suo status di
regina e pi che mai
sente bruciare la sconfitta. Quindi si vendica. Al marito, tornato
da una delle sue imprese, racconta una terribile bugia: gli dice che
Ippolito l'ha insidiata e
abusata!
Fedra troppo bella
per non suscitare il desiderio di un giovane
virgulto e Teseo che
non immagina quale
strano giovane sia il
suo figliastro, le crede senza la minima
esitazione. Quindi lo
scaccia via dalla reggia
coprendolo di contumelie. Ippolito fugge
verso una terra straniera, quando all'improvviso sbuca dal mare
un toro gigantesco che
spaventa le cavalle
aggiogate al suo cocchio che, impazzite, lo
scaraventano contro le
rocce causando la sua
morte. Torna dunque
cadavere alla reggia di
Teseo.
Fedra divorata dai sensi di colpa, confessa a
Teseo la verit e si uccide. Le sue ultime parole tuttavia sono per
lui, per Ippolito, per
dirgli ancora una volta
inutilmente quanto il
suo amore sia puro e
sincero.
Il sipario cala sui fastosi funerali di Ippolito.
Mentre il corpo esanime di Fedra sar scaraventato in una fossa
quale ultimo oltraggio
ad una donna colpevole soltanto di avere
amato un giovane misogino e crudele, un
narciso follemente innamorato di se stesso.
Continua1/2

Sicilia 5

SiracusaCity

La squadra mobile arresta Tony


Bonafede, aveva 16 kg di droga
La Polizia di Stato ferma tre uomini
con 16 kg. di marijuana e 4 kg di hashish
in procinto di imbarcarsi per malta

ono stati catturati a


mentre stavano per imbarcarsi nel catamarano Pozzallo Malta della
Virtu Ferries.
Nella mattinata di ieri gli
agenti della Polizia di
Stato in servizio presso
la Squadra Mobile della
Questura di Siracusa,
hanno arrestato, in
collaborazione con il
collaterale organo investigativo di Ragusa,
in flagranza di reato,
Antonio Bonafede, nato
a Siracusa di 31 anni,
consigliere comunale
aretuseo del Pd, Antonio Genova di 44 anni
e Salvatore Mauceri di
32 anni.
Le indagini, che hanno
portato allodierna cattura, coordinate dalla
Procura della Repubblica di Siracusa, permettevano agli investigatori
della Squadra Mobile di
individuare le tre persone, sottoposti ad una
attenta
osservazione
dei loro spostamenti,
a Pozzallo e precisamente nel piazzale antistante limbarco della
societ Virtu Ferrie, in
attesa di imbarcarsi per
Malta, in atteggiamenti
sospetti.
In particolare, il Mauceri giungeva nel predetto piazzale seguito da

posti a perquisizione e
allinterno dei due trolley venivano trovati 16
chilogrammi di marijuana suddivisa in otto panetti e quattro confezioni di hashish di. 3,500
chilogrammi.
I tre arrestati, dopo le
formalit di rito, sono
stati condotti nel carcere di Ragusa, in attesa
della convalida dellarresto, a disposizione
della Procura della
Repubblica di Ragusa,
competente per la convalida dellarresto.

Antonio Genova con


un trolley, immediatamente dopo giungeva
Bonafede con un trolley di colore nero che
scambiava poco dopo
con la borsa trasportata dal Mauceri per poi
dileguarsi alla vista dei
poliziotti.
Gli stessi, pertanto, venivano fermati e sottoI Carabinieri di Cassibile hanno
tratto in arresto, nella flagranza
del reato di oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale, nonch
danneggiamento aggravato,
Domenico Burgaretta, 48 anni,
gi noto alle forze dellordine
per svariati precedenti di polizia. Luomo, in evidente stato
di ebbrezza alcolica, veniva
sorpreso dai militari dellArma
alla guida della propria autovettura, una Citroen C3, mentre percorreva le vie di quel
centro abitato. Immediatamente fermato, allatto della contestazione della grave infrazione
al Codice della Strada dovuta
al suo stato di alterazione da
abuso di sostanze alcoliche, il
Burgaretta ha tentato invano di
spintonarli e colpirli con pugni,
inveendo nei loro confronti e
proferendo frasi minacciose
e lesive dellonore e prestigio
personali. La reazione delluomo stata motivata dal tentativo di evitare la contestazione

La citt deve accogliere come un fatto


estremamente
positivo la consegna dei
lavori della banchina
della Marina. Anni di
'intralci' hanno rallentato i tempi di esecuzione di questa fondamentale infrastruttura,
causando danni economici non indifferenti
alla citt, lo dichiara
lon. Stefania Prestigiacomo. Finalmente
si completa qualcosa a Siracusa. Forse.
Speriamo. Perch la
banchina, bene ricordarlo, ancora senza
luce e acqua. Ci auguriamo che si provveda
immediatamente a dotarla dei servizi necessari altrimenti sarebbe
l'ennesima beffa alla
citt. Questa amministrazione ha seguito
la ripresa e il comple-

Carabinieri arrestano due persone

della violazione che comporta,


oltre al sequestro per la confisca
del veicolo, anche unammenda
fino ad euro 6.000, larresto fino
ad un anno e la sospensione
della patente di guida fino a due
anni. Condotto in caserma, il Burgaretta, oltre a rifiutare di essere
sottoposto allaccertamento per
la determinazione del tasso alcolemico, dava in escandescenza
danneggiando con calci e pugni
la maniglia di una porta, venendo immediatamente immobilizzato. Lo stesso, su disposizione
dellA.G. di Siracusa, veniva poi
tradotto presso la Casa Circondariale Cavadonna di questo
capoluogo.
I carabinieri arrestano
persona per furto di limoni
Nel corso della serata di ieri
gioved 28 aprile, a Pachino, in

Intervento dellon. Stefania Prestigiacomo

Lavori al porto, ancora


senza luce e acqua

Foto repertorio del porto di Siracusa.

Contrada Camporeale, i Carabinieri della locale Stazione


hanno tratto in arresto nella
flagranza del reato di furto
aggravato Forestieri Salvatore, classe 1968, gi noto alle
forze dellordine in quanto gravato da precedenti di polizia.
Luomo, approfittando della
penombra serale e della calma della zona, si era introdotto con la propria autovettura in
un terreno adibito a limoneto
ove aveva gi raccolto in tutta fretta oltre 200 kg di limoni pronti per essere sistemati
in 18 cassette di legno e poi
riposti nel bagagliaio della
macchina pronti per essere
portati via. Ma i Carabinieri, in
servizio di perlustrazione sul
territorio, transitando nei pressi del fondo agricolo, hanno
notato una piccola utilitaria.

tamento dei lavori ed


anche se mi costa dirlo, gliene va dato atto
conclude lon. Prestigiacomo - ma bene
ricordare che quest'opera stata voluta
progettata e finanziata
durante le amministrazioni di Forza Italia a
guida Bufardeci e la
Regione a guida centrodestra. Fortemente
voluta nell'ottica di realizzare un serio porto turistico che possa
lanciare la citt in un
campo quello della marineria che pu offrire
concrete possibilit di
occupazione e sviluppo. Speriamo che presto anche i lavori del
porto turistico possano
riprendere per completare quel moderno disegno di sviluppo della
citt che avevamo progettato.

E. FERMI

Lutri d il via
alle operazioni
di manutenzione
ripristino locale
S

i svolta ieri
mattina, presso la
Sala Giunta del Libero Consorzio Comunale di Siracusa
in Via Roma, la
programmata riunione
convocata
dal
Commissario
Straordinario Ing.
Antonino Lutri per
affrontare le emergenze legate al
crollo del solaio verificatosi in uno dei
bagni
dellIstituto
tecnico Industriale
Enrico Fermi.
Nel corso della riunione, alla quale
hanno preso parte
il Preside dellIstituto Alfonso Randazzo, alcuni docenti
e componenti del
Consiglio dIstituto,
si deciso, innanzitutto, di riaprire la
scuola Luned mattina.
Contestualmente, gi nella
mattinata di oggi il
Commissario Lutri
ha inviato sul posto, per un ulteriore sopralluogo una
squadra della Societ Partecipata,
Siracusa Risorse, a
cui spetter il compito di completare
le verifiche tecniche in modo tale
da consentire al Dirigente dellUfficio
Tecnico del Libero
Consorzio Comunale di programmare un rapido iter
di interventi per
mettere lIstituto in
totale sicurezza e
consentire cos agli
studenti di poter riprendere le lezioni
Luned mattina.
Va detto, altres,
che il Libero Consorzio Comunale
programmer nei
prossimi giorni ulteriori sopralluoghi
per verificare eventuali criticit dellIstituto nellambito
della
cosiddetta
manutenzione ordinaria.
Gi ieri mattina il
Commissario Lutri
ha deliberato limpegno di spesa per
i lavori strutturali
saranno
eseguiti
dalla prossima settimana.

Speciale

Santa Lucia 6

30 aprile 2016, sabato

Sicilia 30 aprile 2016, sabato

Lorigine della festa del patrocinio di S. Lucia


detta popolarmente delle quaglie

Nel 1982 il compianto mons. Giuseppe


Caracciolo, tesoriere della Deputazione
della Cappella di S.
Lucia, nel dare inizio
alla pubblicazioni del
fascicolo semestrale
Con Lucia a Cristo
scrisse un bellarticolo
(non firmato) Come si
svolge oggi la festa del
patrocinio di S. Lucia1.
Successivamente egli
riprese dal mio libro
Memorie Siracusane
un resoconto della festa
di maggio del 1869,
scritta dallo celebre parroco Serafino Privitera,
storico di Siracusa2, il
quale gi nel secondo
centenario della festa
del patrocinio, istituita
nel maggio del 1846,
tenne nella chiesa del
monastero cistercense
di S. Lucia un panegirico commemorativo
sul tema biblico Super
muros tuos, Ierusalem,
costitui custodes Sulle
tue mura. Gerusalemme, ho posto sentinelle
(Is 62, 6), indicando in
S. Lucia la sentinella di
Siracusa.
In esso il dotto parroco Serafino fra laltro
disse: Se dunque fu
un Angelo [S. Lucia]
che compiendo la sua
missione in terra anel
la patria celeste, non vi
sar discaro, o Signori,
di ammirarla ora meco
un istante, lAngelo che
veglia e tutela la patria
terrena. Intrecciando
una corona di laudi a
questAngelo celeste
non posso, o dolce
patria mia, o Siracusa,
non rivolgere su te la
mente, e riandar memori giorni nei fasti

In Antonino Miceli (1586-1666), Antonino Mongitore


(1663-1743) e Cesare Gaetani (1718-1808)

tuoi. [...] Ma frughiamo


gli annali delle patrie
memorie, e noveriamo
a chiaror di luce quante
fiate questinclito Spirito
salv la terra natale dal
furor delle genti, e dallira medesima di Dio3.
Levento miracoloso,
da cui trae origine la
festa del patrocinio di
S. Lucia, che ancora
oggi si celebra, avvenne
nel maggio del 1646,
essendo vescovo di
Siracusa Francesco
de Elia e Rossi (16391647).
Il testimone oculare:
il canonico Antonino
Miceli
Il canonico Antonino Miceli (o De Micheli), nato
a Scicli e dal 1640 canonico della Cattedrale,
descrisse levento prodigioso del 1646, lui che
ne fu testimone oculare,
nel suo manoscritto De
Antiquo e novo statu
ecclesiae siracusanae,
che si conserva nella
Biblioteca Alagoniana
di Siracusa.
Il Miceli, presente con
gli altri canonici in cattedrale, annot lavvenimento con queste
parole: Hotmet eodem
anno (1646) fame improvviso Syracusis
adveniente de mense maij, populo quasi
tumultuante, indictis
supplicationibus publicis in prima dominica,
quae fuit in 6 eiusdem,
ut Deus per merita et
intercessionem S.tae
Luciae Patronae, populo suo succurreret,
crescente improba ven-

1 G. CARACCIOLO, Come si svolge oggi la festa del patrocinio di S. Lucia, in Con


Lucia a Cristo maggio 1982, 12-13.
2 S. PRIVITERA,L festa di S. Lucia di maggio 1869 in Siracusa . in ibidem maggio
1984, 12-14; cfr P. MAGNANO, Memorie Siracusane, edizioni ASCA, Siracusa
1980, 197-202. Per un profilo del Privitera, cfr Serafino Privitera, in P. MAGNANO,
Lavoratori nella vigna del Signore, edizione Asca, Siracusa 2005, 431-440; ID., La
devozione a S. Lucia di Serafino Privitera, in Con Lucia a Cristo dicembre 1986, 3-4.
3 S. PRIVITERA, Panegirico in onore della V. e M. S. Lucia recitato nella chiesa
del monastero di essa Verginella nel maggio dellanno 1846, in Panegirici e Sacri
Discorsi, tip. A. Puleyo Siracusa 1860, 14-15.
4 Senza alcun fondamento fu scritto: Nel 1648 il vescovo DElia offr 113.
11 salme di grano che gli furono pagate allaltissima cifra di 4 onze la salma;
siamo ben lontani dalla generosa distribuzione di cui parla il Privitera, Storia di
Siracusa, vol. 2, p. 203 (F. F. GALLO, Siracusa barocca. Politica e cultura nellet
spagnola (secoli XVI-XVII), Viella editrice, Roma 2008, 208 nota 35). La stessa
autrice aggiunse, inoltre, che il vescovo con la scusa di castigare i peccati ovviava
alla penuria di grano (cfr ibidem, 209) e accus di falso, con un pizzico dironia,
Serafino Privitera per aver scritto della generosa distribuzione del vescovo. Infatti
secondo la Gallo il vescovo De Elia si era fatto pagare profumatamente il grano.
Si precisa: 1. nel 1648 non sia annota nella storia di Siracusa carestia alcuna ed il
vescovo de Elia era gi morto, cum levi fluxione capitis praeventus 29 novembris,
et lenta febre correptus, supremum vitae suae diem clausit extremum die veneris
6 decembris 1647, hora secunda noctis (A. DE MICHELI, De antiquo et novo statu
Ecclesiae Syracusanae, ms. (biblioteca Alagoniana), 196); 2. sul Privitera si pu dire
che lautrice non lo ha letto, perche lo storico siracusano non scrisse del 1648, ma di
quellinfausto anno 1646 (S. PRIVITERA, Storia di Siracusa antica e moderna II,
Tipografia gi del Fibreno, Napoli 1879, 203). Si annota, inoltre, che a Siracusa ci

tis rabie, curavit Praesul


legumina, quas publice
vendendas minori pretio exposuit, ut saltem
populus aliquo modo
satisfaceret, edendi [...]
et pauperibis plusquam
untias sexcentas personaliter distribuit 4,
cum deinde, indicta
communione generali
pro dominica sequenti,
quae est 13 eiusdem,
dum missa conventualis
sollemniter decantaretur, acclamantibus populis, cum intercessione
Sanctae Luciae Patronae divinam providentiam, ecce columbam
introire, et super solio
episcopali stantem,
omnibus visibiliter videntibus ed admiranti-

bus, quae tamdiu stetit


quousque a porta maiori
viva voce acclamatum
venit in portu advenisse
naves frumenta portantes, et Deo gratias
omnibus agentibus,
urbs per intercessionem Sanctae Luciae a
fame sublevata venit et
solemnis in gratiarum
actionem ordinata fuit5.
Quindi levento prodigioso avvenne in cattedrale nella seconda
domenica, 13 maggio
1646 e la colomba fu
vista da tutti posarsi
sul soglio vescovile6.
Cenni biografici del
canonico Antonino
Miceli (o de Micheli)
Il Miceli, nato a Scicli
nel 15867, dottore in

furono altre due calamit: nel 1671 si verific altra affliggente carestia che rest
a memoria del popolo col triste nome di Malannata grande (S. PRIVITERA, Storia
di Siracusa II cit., 207) e lanno successivo, 1672, una mortale epidemia che fece
strage di tante persone. In queste due calamit accanto al popolo siracusano ci fu
il grande vescovo Giovanni Antonio Capobianco (1649-1673). Per calamit del
1672, che miet tante vittime, il Privitera ne riport il numero nella sua Storia.
Si legge in essa: uniscrizione incisa, bench rozzamente, in un pilastro della
porta della chiesuola della Madonna di Piedigrotta sopra lantico teatro greco,
che tuttavia si legge, ricorda cos questo flagello: Lanno 1671: vi fu carestia;
dopo, lanno 1672, anno(!) morte 9.800 animi (ibidem, 207 nota 1). Il Privitera
sul 1646 scrisse: Sterilissimo pi che altro fu lanno 1646 e la carestia giunse a
tale estremo in tutta la Sicilia, che di occasione annot il Privitera - alle plebi
fameliche a tumultuare pria contro i magistrati della cittadinanza, e poscia a sollevarsi apertamente contro il regio governo.[...] Il vescovo per seppe attutir quel
moto, col cangiar la disperazione popolare in ferma fiducia negli aiuti del cielo.
Chiam il popolo alla preghiera, fece esporre largenteo simulacro della Santa
Patrona, ed indisse otto giorni di pubbliche supplicazioni e di perdonanze (ibidem,
202, 204). Il contemporaneo de Micheli annot che il vescovo dElia plusquam
untias sexcentas (equivalenti a pi di 150.000 euro) personaliter distribuit (A. DE
MICHELI, De antiquo cit., 195). Il Privitera riscrisse da storico: la liberalit del
vescovo ... avea distribuito ai poveri pi di 6000 scudi (S. PRIVITERA, Storia di
Siracusa II cit., 203). 5 A. DE MICHELI, De antiquo cit 194-195.
6 Sono semplicemente fantasiose le notizie che la colomba si sia posata sul capo
del simulacro di Santa Lucia (cfr F. F. GALLO, Siracusa barocca cit., 174) e che
levento sia avvenuto nella chiesa del monastero (cistercense o badia) di S. Lucia
e che la colomba si fosse posata sulla poltrona vescovile (cfr A. GIBILISCO, I
cistercensi in Sicilia, editrice Istina, Siracusa 2001, 63). Questultima inconsistente

utroque (diritto civile e


canonico) ed in Sacra
Teologia, fu parroco
beneficiato della parrocchia S. Matteo di Scicli
dal 1626 al 16408. Il
19 gennaio 1626 firm
in Roma la Relatio de
Ecclesia Syracusana
ad Sanctissimum Dominum, quale procuratore
del vescovo siracusano
Paolo Faraone (16191629)9.
Nel 1640, essendo
stato nominato canonico della cattedrale di
Siracusa rinunci alla
parrocchia a favore
del fratello Vittorio10.
Durante lepiscopato di
Giovanni Antonio Capobianco (1649-1673), fu
nominato Protonotario
Apostolico e Provicario
Generale11.
Scrisse 4 libri in latino
sulla competenza del
foro, la Vita del Beato Guglielmo eremita
di Noto (stampato in
Palermo nel 1630) e
il De antiquo et novo
statu Ecclesiae Syracusanae (manoscritto)12.
Il 13 maggio 1646 fu
presente in cattedrale
con il vescovo assieme
ai canonici e alla folla
dei fedeli al prodigioso
evento della colomba.
Fu sapiente, inoltre, collaboratore del vescovo
Giovanni Antonio Capobianco (1649-1672) per
ben 17 anni ed anche
convisitatore nella visita
pastorale della diocesi
assieme a D. Antonino
Calagiuri, dottore in
Sacra Teologia e beneficiato della parrocchia

di S. Giovanni Battista
di Siracusa13.
Mor in Siracusa il 3 settembre 1666 lasciando
il suo manoscritto al Dr.
D. Francesco Caruso,
morto l8 luglio 1722 e
sepolto nel convento di
S. Maria di Ges14.
Il racconto nella Sicilia Sacra del 1733 e
Addictiones del 1735
Antonino Mongitore
(1663-1743), pubblic
nel 1733 la terza edizione, in due volumi, della
Sicilia Sacra di Rocco
Pirro, da lui rivisitata e
continuata15. Nel 1735
cur una seconda edizione in volume unico
di tutte le sue aggiunte
(o continuazione), gi
pubblicate nella terza
edizione della Sicilia
Sacra, con il titolo Addictiones et Correctiones alla Sicilia Sacra
di Rocco Pirri16. In ambedue le pubblicazioni
il Mongitore scrisse
dellavvenimento, riprendendolo quasi ad
litteram dal manoscritto
di Antonino Miceli sopra
riportato e con laggiunta della celebrazione
della festa, voluta dal
popolo ed istituita dal
Senato17, nella prima
domenica di maggio
dogni anno.
In essa si legge la tradizione che da circa 80
anni si era consolidata
a Siracusa con il trasferimento del Simulacro
argenteo dalla cattedrale alla chiesa del
monastero cistercense
per farvi un decoroso
ottavario.
Eodem anno (1646)
dira fames18 Syracusas
aggressa est ob rei
frumentariae inopiam:

notizia viene citata da Francesca Fausta Gallo come versione differente ( F. F.


GALLO, Siracusa barocca cit. 174, nota 28).
7 Nel Liber Visitationis del 1649 fu annotato: quartus canonicus [...] annorum 63,
ostendit titulos suorum Ordinum et Canonicatus (ASDS, Liber Visitationis 1649, 6).
8 M. PLUCHINOTTA, Memorie di Scicli, Tipografia Sarta, Modica 1929, 94 nota 1, 171.
9 Cfr Asv, Relatio ad limina 1623, 99-101v.(nuova numerazione).
10 Cfr M. PLUCHINOTTA, Memorie cit. 94, nota 1.
11 ASDS, Edictorum et Notarum 1649-1659, 109v.; ibidem 1651-1672, 105v. 109v.
12 Sono interessanti le notizie sui vescovi del suo tempo.
13 Cfr ibidem, 1,9, 69, 75.
14 Cfr G. CAPODIECI, Annali di Siracusa ms., X, 12; S. PRIVITERA, Storia di
Siracusa II cit., 222-223.
15 Sicilia Sacra auctore DON ROCCHO PIRRO, editio tertia emendata et continuatione
aucta cura, et studio S.T.D.D. ANTONINI MONGITORE I -II, apud haeredes Petri
Coppulae, Panormi 1733
16 Il Mongitore stamp una seconda edizione in un unico volume : Siciliae sacrae
celeberrimi abbatis Netini D. ROCCHI PIRRI Addictiones, et Correctiones autore
ANTONINO MONGITORE Panormitano, (da ora: Addictiones et Corretiones), Typis
Angeli Felicella,Panormi 1735.
17 Il Senato siracusano istitu la festa civile in forza dellantico Regolamento dellistituzione della Cappella di S. Lucia, i cui tre amministratori, nobili, fin dal 1541,
venivano estratti dal bussolo della Citt (cfr O. GARANA, I vescovi di Siracusa,
Societ Tipografia, Siracusa 1969, 135).
18 Serafino Privitera nel panegirico del 1846 indic alla folla che gremiva la chiesa
di S. Lucia alla Badia il distico (o epigrafe) latino, scolpito in lettere doro
nellarco della chiesa, dal pittore senese Marcello Vieri, dopo aver dipinto nella
volta della stessa chiesa la storia del prodigio: Dira fames Siculae dum torquet

ideoque Episcopus, ut
populum tumultuantem
compesceret, publicas
supplicationes indixit 6
maiji 1646, invocata S.
Luciae ope. At crescente famis rabie, legumina
minori pretio vendenda
publice exposuit, ut
quoquo modo inopiam
frumentariam paulisper
leniret: pauperibus vero
ultra duo aureorum
millia propria manu distribuit. Die 13 eiusdem
indicta generali comunione, dum missa,
ut ajunt, conventualis
decanteretur, invocantibus populis divinam
opem (seu Deum), et
S. Luciae Patronae
intercessionem, ecce
columba ad ecclesiam
advolans super episcopalem sedem, omnibus videntibus, et
admirantibus, stetit:
ibique tamdiu consedit, quousque a portu
majori conclamatum
est, in portum naves,
frumenta, et legumina
portantes appulisse.
Ideoque peractis Deo,
Sanctaeque concivi
Luciae gratiis, Urbs a
fame liberata est. Ex
Senatus voto instituta
exinde solemnitas S.
Luciae primo Dominico
die Maji cujuslibet anni;
qua Sanctae Martyris
effigies cum solemni
supplicatione defertur
ad monasterium S.
Luciae, et per octiduum
ibidem a Monialibus
decenter festum protrahitur19 .
Il racconto del maggio 1646 riproposto
da Cesare Gaetani
Cesare Gaetani, che
nacque nel 1718 a Naro
(AG) (e non a Siracusa,
dove successivamente
si trasfer) 20, negli
Annali di Siracusa dal
latino del Miceli e del
Mongitore tradusse in
lingua italiana il miracoloso evento, annotando
che, erroneamente,
data levento il 6 e non

il 13 maggio.
Fame in Siracusa e
liberazione ottenuta per
mezzo di S. Lucia V. e
M. e festa votiva. Nello
stesso anno (1646)
avendo cambiato Dio
benedetto in questo
regno il flagello della
guerra con quel della
fame, distribu il pio
monsignore (Francesco
de Elia e Rossi) di propria mano ai poveri pi
di sei mila scudi, ebbe
indi ricorso in unione
del Senato allintercessione della gran vergine
e martire S. Lucia e
dopo essersi fatto un
ottavario di penitenze e
di rogazioni, celebrando
il Vescovo a sei maggio
nella sua cattedrale
il divin sacrificio21, fu
vista da tutto il popolo
ivi concorso entrare una
colomba e posarsi in
cima del soglio vescovile, n di l partirsi fin
che non giunse il fausto
annunzio dessere arrivata nel porto una nave
carica di frumento e di
legumi; che per rendutele grazie alla Santa
Protettrice, fe la citta
solenne voto di celebrare annualmente la memoria di un tal beneficio
con un festivo ottavario
(come da tradizione).
Si celebra infatti in
ogni prima domenica di
Maggio questottavario
dal real Monastero di S.
Lucia, per peso volontariamente indossatosi
dalle religiose di detto
monastero. Vi si porta
processionalmente largenteo simolacro della
santa Martire accompagnato ed assistito dal
Vescovo, dal Capitolo
e dal Senato fra il triplicato sparo di tutta lartiglieria, si espone alla
pubblica adorazione il
dito della Santa, che
in detto monastero si
custodisce, e si compie
la solennit col plauso di
tutto il popolo e concorso dalle citt convicine,

viscera Gentis,/ Lucia tunc patrio pellit amica solo = mentre una crudele fame
tormenta le viscere della sicula popolazione,/ la Patrona Lucia lallontana dalla
terra natia (cfr S. PRIVITERA, Panegirico cit., 15).
19A. MONGITORE, Addictiones et Corretiones cit., 150).
20 Nato nel 1718 a Naro (AG)), come lui stesso scrisse, a proposito della nascita
di Paolo DAngeli, piissimo, dottissimo sacerdote siracusano che visse a Roma
si caro al pontefice Clemente VIII [...].V chi lo stima della citt di Naro, ove
ancor io sono nato, ma per amore del vero non posso fare a meno di attribuirlo a
Siracusa (C. GAETANI, Annali II cit., 214-215). Ebbe un fratello gesuita, padre
Ignazio Agatino Stanislao, che sub lespulsione del 1767 (P. MAGNANO, I gesuiti
a Siracusa, Societ Siracusana di Storia Patria-Santocono editore, Siracusa 2015,
115- 116. 126). Studi nel collegio dei Gesuiti di Palermo dove ebbe come maestro
il gesuita fiorentino Anton Maria Lupi, dal quale apprese i principi della storia,
dellantiquaria e della filosofia. Trasferitosi a Siracusa e formatasi la famiglia, non
solo ademp ai doveri religiosi recandosi ogni mattina in cattedrale, ma fu assiduo
nel riesumare le antiche grandezze dalla citt aggirandosi fra i ruderi di Acradina,
Neapoli e Tica e portando alla luce non pochi reperti. Coltiv anche le lettere, la
poesia e la storia siracusana. Diede alle stampe Dissertazione sullorigine apostolica
della chiesa siracusana, Vestigia della antica Siracusa illustrate, Atti sinceri di
S. Lucia; Annali di Siracusa in tre volumi dal 1085 al 1800, che si conservano
manoscritti a Siracusa (Biblioteca Alagoniana), compose idilli, inni sacri (che
musicati furono rappresentati per la festa di S. Lucia, per la Madonna dei poveri e
in altre occasioni etc. Uomo religioso, fu assiduo nel metter in evidenza le antiche
glorie di Siracusa. Nel 1768, in seguito alla soppressione dei gesuiti, fu nominato
dal vicer Fogliani direttore delle scuole del collegio, del convitto dei nobili, e
custode della ricca biblioteca dei gesuiti che, per ordine viceregio, fu trasportata a
Catania, salvandone qualche volume, che don alla biblioteca Alagoniana. Mor

e tutto ci non senza la


regia approvazione in
vigor di lettere date in
Madrid 19 novembre
1658, rinnovate dalla
clemenza di re Carlo Borbone in virt di
nuove lettere date in
Napoli 30 aprile 1757,
anzi con un positivo
concorso della Sede
Apostolica in vigor di
tante indulgenze in tal
ottavario accordate, e
di un decreto spedito
in Roma 21 gennaio
1766 da papa Clemente
XIII, per cui si prescrive al clero secolare
e regolare di questa
diocesi siracusana che
per tutto un tal ottavario
si recitasse ogni anno
lofficio della santa,
comecch di doppio rito
e di seconda classe22.
Mi pare assolutamente
destituita di fondamento
la lettura politicizzata,
che fu dato allevento
del 1646 da Francesca
Fausta Gallo: Il miracolo protesse Siracusa
dai disordini e dalle
rivolte esplose in diversi

Sicilia 7

centri della Sicilia e llite dirigente, in accordo


con il vescovo, pens
bene di istituire una nuova festa in onore della
Santa da celebrare
ogni prima domenica di
maggio23. Il vescovo
del 1646: Francesco
de Elia e Rossi
Rocco Pirri (15771651), contemporaneo di Francesco de
Elia Rossi, lo disse:
Siculus Pactensis24,
siciliano di Patti. Invece in tempi recenti fu
presentato, senza alcun
fondamento, originario della Calabria25.
Antonino Mongitore
nelle sue Addictiones
alla Sicilia Sacra del
Pirri scrisse: Neapoli
Pactensis genitoribus
natus, ubi eius parentes per breve temporis
spatium inhabitarunt26.
Nello stesso profilo si
evidenziarono caratteristiche degne di un
vero pastore: la sua
riservatezza nel tenersi
lontano dal frequentare
le famiglie nobili locali

a Siracusa, a novanta anni, il 28 agosto 1808.


21 Il Gaetani riporta erroneamente levento miracoloso della colomba,che avvenne
il 13 maggio, al 6 maggio, cio allinizio delle pubbliche suppliche.
22 C. GAETANI, Annali di Siracusa II, cit 206-207.
23 F. F GALLO, Siracusa barocca cit. 175.
24 A. MONGITORE, Addictiones et Corretiones cit., 149; R. PIRRO, Sicilia Sacra
II, cit., 725.
25 F. F. GALLO, Siracusa barocca cit., 192.
26 A. MONGITORE, Addictiones et Corretiones cit., 149.
27 Nobilium familiaritatem noluit: ideoque propre solitariam vitam traduxit, anzi
dum vixit, adfuit frequentissimus matutino, horisque canonicis in cathedrali
persolvendis (ibidem, 150).
28 Cfr anche R. PIRRO, Sicilia Sacra I cit., 646.
29 Ibidem II, 795. In Hierachia Catholica si legge lannotazione aet(atis) circ(irciter)
60 an. (Hierachia Catholica IV (da ora H. C.), Typis Librariae Regensbergianae,
Monasterii 1935, 325, nota 6).
Che si tratti della data della sua elezione a vescovo di Siracusa? Se cos, pare
verosimile, che Francesco de Elia e Rossi sia nato nel 1579 e morto a 68 anni e 8
mesi, il 6 dicembre 1673.
30 Cfr F. F GALLO, Siracusa barocca cit., 192. I siciliani ebbero il privilegio (o diritto)
per i benefici di regio patronato: ita quod duabus electionibus quorumcumque
beneficiorum predicti Regni, quae sunt de jure patronatis suae Majestatis, unam
electionem faciet in personas alicujus Siculi (F. TESTA, Capitula Regni Siciliae
I (rist. anastatica a cura di A. Romano), Soveria Mannelli, Rubettino 1999, 537).
Francesco Testa, autore dei due grossi volumi Capitula Regni Siciliae stampati
in Palermo 1741, fu vescovo di Siracusa dal 1748 al 1754.
31 H.C. cit., ivi.

Speciale

Santa Lucia

(politicanti) e la sua
presenza assidua alla
preghiera corale27.
Francesco de Elia, quindi, nacque a Napoli,
durante una breve permanenza dei genitori
che erano di Patti28. Per
tale motivo fu inserito
dal Pirri nellelenco dei
presuli oriundi dalla citt
di Patti29. infondata
la notizia che lo indica
originario della Calabria e di conseguenza
mancante di uno dei
requisiti della nomina a
vescovo, quello cio di
essere regnicolo (cio
siciliano)30.
Nel 1616 Francesco si
laure in utroque (diritto canonico e civile)
a Napoli31. Dopo aver
concluso i suoi studi, si
stabil a Mazzara dove
era vescovo Luciano de
Rossi (1589-1602), suo
parente32, che lo nomin canonico, cantore e,
poi, arcidiacono della
cattedrale; successivamente, nel marzo
del 1631, fu nominato
anche vicario
generale dal vescovo
di quella citt Francesco
Sanchez de Villanueva (1630-1635)33; nel
1635, poi, fu eletto
Vicario Sede Vacante
dal Capitolo di quella
cattedrale34.
Eletto vescovo di
Siracusa il 2 maggio
163935, l 8 maggio36
fu ordinato in Roma da
mons. Biagio Proto de
Rossi, arcivescovo di
Messina (1626-1646),
suo parente37.
A Siracusa, durante il
suo episcopato, con
indomito coraggio, ingrand labside della
cattedrale che si estendeva sino allattuale
aula capitolare (poi ridimensionata dal vescovo Giovanni Antonio Capobianco (1649.1673)
come si vede in atto),
ponendovi la prima
pietra il 29 novembre
1640 ed inaugurandola
32 Cfr PIRRO, Sicilia Sacra I cit., 646.
33 Cfr, ibidem II, 859.
34 Cfr ivi, 860).
35 H.C. cit., ivi.
36 Cfr ivi. Il Mongitore annot come

nella domenica in albis


del 1645 con la intronizzazione della stupenda
e grandiosa immagine
della Madonna del Piliere38.
Istitu, nel 1646, la
festa del patrocinio di
S. Lucia.
Il 29 novembre 1647, il
vescovo Francesco de
Elia e Rossi fu colpito
da emorragia cerebrale
(levi fluxione capitis et
lenta febri); dopo aver
ricevuto i sacramenti,
come annot il canonico Antonino Miceli gi
provicario generale del
successore Giovanni
Antonio Capobianco
(1649-1673), chiuse la
sua giornata terrena nel
successivo pomeriggio
del venerd, 6 dicembre,
dopo otto anni e otto
mesi di episcopato39.
Fu esposto il giorno
dopo con i paramenti
violacei nella salone
dellepiscopio. Il luned
9, la sua salma fu portata processionalmente,
con la partecipazione
del Senato, Clero, Capitolo e Popolo, attraversando le vie di S.
Lucia, di Monte Vergine,
dellAnnunciazione, di
S. Caterina e del Seminario, in Cattedrale
dove furono celebrate
le esequie40.
Antonino Miceli nel suo
manoscritto rifer che il
successivo 11 dicembre
il custode della cattedrale, Erasmo Laurobella,
raccont di aver visto
in cattedrale il Presule
che, con ornamento vescovile, si recava, come
di consueto, a recitare
le ore canoniche (oggi
denominate liturgia delle ore). Erasmo, allora,
gli disse: dove vai,
Illustrissimo; ormai, tu
sei morto, dove vai?.
E il Prelato senza dare
alcuna risposta, come
se attendesse i canonici
per la preghiera canonica, and a sedersi nella
sua sedia corale41.

data dellOrdinazione episcopale il 7


maggio 1639 ed il possesso canonico del vescovato l8 giugno successivo, per
procura data a tale Valerio Morra siracusano, (cfr A. MONGITORE, Addictiones et
Correctiones cit, 149).
37 Hierachia Catholica cit., ivi.
38 Cfr A. MONGITORE, Addictiones et Correctiones cit, 149). Limmagine della
Madonna su tavola cm. 203x127 ed composta di tre elementi giustapposti fra
di loro (cfr G. BARBERA, Madonna col Bambino detta Madonna del Piliere, in
Opere darte restaurate, Ediprint, Siracusa 1997, 15-18). Attualmente esposta
nella cappella della Madonna della Neve della Cattedrale di Siracusa.
39A. DE MICHELI, De antiquo cit., 196
40 Ivi; cfr C. GAETANI, Annali II cit, 213-214.
41 Mirum tamen fuit quod sub die 11 decembris eiusdem anni (1647), quo
obiit Antistites, accidit cuidam Erasmo Laurobella siracusano, campanili ipsius
cathedrali custodi, is enim cum a campanili praedicto circa quartam noctis horam
descenderet ad Capitanium Armorum Urbis, ut fana revelaret, quae viderat, ut
similes tenentur, cum esset in ecclesia vidit Episcopum defunctum cum mitra,
cui animose dixit, quo vadis, Illustrissime, quid tibi opus est, iam mortuus es, quo
vadis? Interdum nullo dato responso attendit eum euntem ad sedem choralem,
ubi sedit, et Erasmus horrore frigido sua membra quatendo ad januam cucurrit
ecclesiae ut exiret, exijt, nec ad armorum Capitaneum adivit, sed corpore quasi
examinis et membris iacentibus, quasi laetho, suis narravit, quae evenerant (A.
DE MICHELI, De antiquo cit., 196-197) .

Aste Giudiziarie 8

Sicilia 30 APRILE 2016, SABATO

TRIBUNALE DI SIRACUSA

30 aprile 2016, SABATO

PROSSIMA INSERZIONE:

07/05/2016

VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI www.astetribunale.com


TRIBUNALE DI SIRACUSA

Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 389/2010 R.E.I.
La sottoscritta Avv. Paola Giardina, professionista
delegato, ai sensi dellart. 591 bis c.p.c., per il
compimento delle operazioni di vendita, che
avverranno tutte presso il proprio studio sito a
Siracusa nella Via San Sebastiano n. 43;
premesso che il G.E. ha disposto procedersi alla
vendita dellimmobile appresso descritto:
LOTTO UNICO: appartamento sito in Siracusa
nella Via Piave n. 138 posto al piano primo. In
N.C.E.U. al foglio 167, p.lla 5813 (ex p.lla 64),
sub. 7, cat. A/4, vani 4,5. Con ogni accessione,
pertinenza e servit. Prezzo base dasta .
82.000,00. Valore minimo dellofferta a pena
di inefficacia della stessa ex art. 571 c.p.c. .
61.500,00. Minima offerta in aumento . 5.000,00
rende noto
che in data 22/6/2016 ore 16,00, proceder
allesame delle offerte di acquisto senza incanto e,
se del caso, all aggiudicazione del suddetto bene.
Le offerte o domande di partecipazione, redatte
in conformit alla legge ed allavviso integrale,
dovranno essere depositate (previo appuntamento
telefonico) in busta chiusa, presso lo studio della
suddetta professionista entro le ore 12.00 del
giorno precedente a quello fissato per la vendita,
accompagnate da cauzione del 10% e deposito
spese del 20%, con 2 assegni circolari non trasferibili
intestati allavv. Paola Giardina. Avviso integrale e
CTU disponibili sul sito internet www.astegiudiziarie.
it. ovvero presso lo studio della predetta.
Il Professionista Delegato
Avv. Paola Giardina

INSERZIONI GRATUITE

ELETTRODOMESTICI
CONDIZIONATORE max
9000, modello 1679RH
pronto per linstall., funz.
E 150 Tel. 340/3106788
CONDIZIONATORI Ariston 12.000 btu, classe A.
Nuovi, ancora imballati, 2
anni di garanzia. Valore
E 600, offerta E 350 Tel.
320/8526384
ASPIRAPOLVERE e lucidatrice Tel. 330/795024
BATTERIA da cucina
della Metal Gamma di
Messina, 23 pezzi, doppio fondo con perfili in oro
zecchino 24 carati, orario
di cottura sul coperchio,
certificato di garanzia Tel.
0931/68893 dalle 9.30
alle 13 e dalle 17 alle 20
CUCINA con portabombole E 10 Tel.
339/7634468
FRIGORIFERO marca Ocean E 30 Tel.
333/9594738
MACCHINA da cucire
Singer, funzionante, ottime condizioni. Prezzo da
conco. Tel. 0931/756960
MACCHINA da cucire E
30 Tel. 333/9594738
MACCHINA da cucire portatile Singer Tel.
349/3169145
PENTOLA a pressione
lt7, qualit superiore E
50 + lavello inox due
pozzetti, ottima qualit,
come nuovo E 20 Tel.
320/0742960

REGALO
CERCO in regalo una
macchina. Disposta a
pagare solo il passaggio
Tel. 328/8057615
CERCO in regalo fornellini a gas Tel. 346/8514105
REGALASI 2 cuccioletti meticci, maschio e
femmina, di 3 mesi Tel.
347/1185137
VARIE
BINOCOLO Breaker 750
Cobra con custodia E 40
Tel. 340/3106788
GROSSI alberi di ulivi
da estirpare per essere trapiantare altrove Tel. 0931/492256
- 340/0914511
LAVAGNA bianca magnetica per uso ufficio
120x90, ottime condizioni E 35 tratt Tel.
329/0244684
MATERASSINO antipiaghe con compressore
affare Tel. 347/1187171
BIDONE per olio da 50lt
Tel. 330/969466
BUSSOLA per barca,
nuovissima E 80 Tel.
345/8051783
CAUSA inutilizzo vendesi custodia per fucile
da caccia e cartucciera
pari al nuovo E 30 Tel.
333/5079117
CEDESI a prezzo affare
serie di ceste natalizie
da confezionare di varie
misure Tel. 340/8946865

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 432/13 R.E.I.
Si rende noto che giorno 22/6/16, ore 12.30, presso
il proprio studio sito a Siracusa nel viale Santa
Panagia 136/N, lavv. Giuseppe Librizzi proceder
allesame delle offerte di acquisto senza incanto,
e se del caso allaggiudicazione, dei seguenti
beni: struttura alberghiera denominata Royal
Maniace Hotel sita a Siracusa in via Lungomare
di Levante nn. 13, 13 e 14 e via Capodieci 11;
in catasto Fg. 167, p.lla 4799, cat. D\2. Prezzo
base dasta 3.900.000,00. Valore minimo
dellofferta a pena di inefficacia della stessa ex
art. 571 c.p.c. 2.925.000,00. Minima offerta in
aumento 195.000,00.
Nel caso in cui il G.E. dovesse ordinarlo, il
6/9/16, ore 12.00, sempre presso il proprio
studio, lavv. Giuseppe Librizzi proceder alla
vendita allincanto del suddetto bene. Le offerte
o domande di partecipazione dovranno essere
depositate in busta chiusa, presso lo studio del
suddetto professionista, entro le ore 19.00 del
giorno precedente a quello fissato per la vendita,
accompagnate da cauzione del 10% e deposito
spese del 20%, con 2 assegni circolari non
trasferibili intestati allavv. Giuseppe Librizzi.
Avviso integrale e relazione dellesperto disponibile
sul sito www.astegiudiziarie.it ovvero presso lo
studio predetto.


Il professionista delegato

Avv. Giuseppe Librizzi
CIAMBELLA antidecubito, pannoloni a traverse in
blocco o singoli, vendesi
Tel. 347/6549854
MATRIMONI affittasi auto
mercedes benz cabrio
200, anno 94, grigio
met., con autista Tel.
348/2419041
PARCHEGGIO autocaravan, in cortile recintato
scoperto. Zona Via Corinto Tel. 339/4578793
PRESEPE artigianali e
artistici, fatti a mano con
sugheri e altri materiali
+ parte elettrica con luci
e altro. Diverse dimensioni. Prezzo affareTel.
0931/60768
RELAZIONI SOCIALI
AMO la sincerit, credo
nellamicizia vera e nei
sentimenti, mi piace divertirmi con semplicit.
sono un professionista
single, mi piace viaggiare,
adoro il mare, la musica,
il ballo e il nuovo. Vorrei
fare conoscenza con
donna seria, diplomata,
separata o signorina,
sensibile, intelligente,
scopo profonda amicizia
o oltre lamicizia o convivenza. Scrivere a n.
pat. U1K101158A Fermo
Posta Sr Centro
53ENNE insegnante
simpatico e sincero, no
fumatore, cerca anima
gemella seria per convivenza e futuro matrimonio. Scrivere a Patente

Auto SR2030915L Fermoposta Siracusa centro


affrancare 3,70 euro
RAGAZZA 38enne formerebbe comitiva di
40enni. Scrivere a n.
Pat. SR5022159P Fermo
posta Siracusa centro.
Affrancare francobollo
da E 3,70
RAGAZZO 42enne ricciolino, sentimentale,
amante lunghe passeggiate cerca ragazza
scopo fidanzamento,
analoghi requisiti. Scrivere a C.I. AU2233892
Fermo Posta Siracusa
centro. Affrancare francobollo da E 3,70
SINGLE 52enne, simpatico, carino cerca
compagna dai 30 ai 45
anni, seria, carina, sincera anticonformista per
amicizia ed eventuale
relazione a Siracusa
e provincia. Scrivere a
C.I. AR6585847 Fermo
posta Siracusa centro.
Affrancare francobollo
da E 3,70
AUGUSTA
60ENNE pensionato,
casa propria ad Augusta,
libero da legami, cerca
donna di qualsiasi et
anche straniera di sani
principi per una convivenza serena. Amo la
natura, il mare, gli animali. Scrivere a P.A. 78098
Fermo posta Augusta
centro. Affrancare E 3,70

Le ASTE GIUDIZIARIE saranno inserite dalla data di pubblicazione del bando fino alla data prevista per l'asta sul sito:

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 200/94 R.E.I.
Si rende noto che giorno 22/6/16, ore 13.00,
presso il proprio studio sito a Siracusa nel viale
Santa Panagia 136/N, lavv. Giuseppe Librizzi
proceder allesame delle offerte di acquisto
senza incanto, e se del caso allaggiudicazione,
dei seguenti beni: complesso di fabbricati
(principale, esteso mq. 250 ca. + accessori,
estesi complessivamente mq. 73 ca.), in
pessime condizioni di manutenzione, con
terreno di pertinenza (esteso mq. 10.800 ca.),
sito ad Augusta nella c.da Caricatore, cat.
D\2. In N.C.E.U. Fg. 6 p.lla 23 (fabbricati) ed in
N.C.T. Fg. 6 p.lle 23 e 75 (terreno). Costituisce
pertinenza dellimmobile la compropriet di
un pozzo identificato in catasto al Fg. 6 p.lla
463. Prezzo base dasta 285.750,00 (al netto
dei costi di demolizione delle porzioni abusive
meglio indicati in perizia). Valore minimo
dellofferta a pena di inefficacia della stessa
ex art. 571 c.p.c. 211.312,50. Minima offerta
in aumento 15.000,00.
Nel caso in cui il G.E. dovesse ordinarlo, il 6/9/16,
ore 12.00, sempre presso il proprio studio, lavv.
Giuseppe Librizzi proceder alla vendita allincanto
del suddetto bene. Le offerte o domande di
partecipazione dovranno essere depositate in busta
chiusa, presso lo studio del suddetto professionista,
entro le ore 19.00 del giorno precedente a quello
fissato per la vendita, accompagnate da cauzione
del 10% e deposito spese del 20%, con 2 assegni
circolari non trasferibili intestati allavv. Giuseppe
Librizzi.
Avviso integrale e relazione dellesperto disponibile
sul sito www.astegiudiziarie.it ovvero presso lo
studio predetto.

Il professionista delegato

Avv. Giuseppe Librizzi

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 288/14 R.E.I.
Si rende noto che giorno 22/6/16, ore 12.30, presso
il proprio studio sito a Siracusa nel viale Santa
Panagia 136/N, lavv. Giuseppe Librizzi proceder
allesame delle offerte di acquisto senza incanto, e
se del caso allaggiudicazione, dei seguenti beni:
abitazione sita a Siracusa in via S. Agnese 34,
estesa vani 3,5, cat. A\5; in catasto Fg. 167,
p.lla 5865 sub 7 (ex p.lla 1042). Prezzo base
dasta 44.449,00 (al netto dei costi per la
regolarizzazione urbanistica meglio descritti
in perizia). Valore minimo dellofferta a pena
di inefficacia della stessa ex art. 571 c.p.c.
33.336,75. Minima offerta in aumento 3.000,00.
Nel caso in cui il G.E. dovesse ordinarlo, il 6/9/16,
ore 12.00, sempre presso il proprio studio, lavv.
Giuseppe Librizzi proceder alla vendita allincanto
del suddetto bene. Le offerte o domande di
partecipazione dovranno essere depositate in busta
chiusa, presso lo studio del suddetto professionista,
entro le ore 19.00 del giorno precedente a quello
fissato per la vendita, accompagnate da cauzione
del 10% e deposito spese del 20%, con 2 assegni
circolari non trasferibili intestati allavv. Giuseppe
Librizzi.
Avviso integrale e relazione dellesperto disponibile
sul sito www.astegiudiziarie.it ovvero presso lo
studio predetto.
Il professionista delegato

Avv. Giuseppe Librizzi
AVOLA
DONNA 54enne, divorziata, molto sensibile,
seria, riservata, di sani
principi, delusa nei sentimenti, spera di trovare
un uomo di eguali principi,
max 65enne per futuro

insieme. Si prega di non


scherzare. Indicare il
numero di telefono per
essere contattato. Scrivere a C.I. AR1134793 Fermo Posta Avola Centro.
Affrancare francobollo
da E 3,70

Sicilia 9

Nel Siracusano

Sfide, Esperienze e Prospettive per le nuove generazioni

TERRITORIO

Il 1 Infoday sui Giovani


e Autoimprenditorialit

Dal 1 maggio
riaprono i cancelli
della Villa Comunale
di Canicattini Bagni

Giovani e Autoimprendito-

annunciato nel momento


dellavvio della sistemazione delle aree a verde
della citt, ha predisposto,
dintesa con il Sindaco Paolo Amenta, la riapertura
della Villa Comunale a far
data dal Primo Mag-gio.
Lo storico giardino pubblico cittadino, dopo essere
stato messo in sicurezza,
con la potatura dei ra-mi
cadenti o rotti dal vento
degli alberi di alto fusto,
dopo la sistemazione delle aiuole, della fonta-na, e
del parco giochi, riprender cos ad essere fruito dai
cittadini 24 ore su 24.
Scusandoci con i cittadini per la prolungata chiusura - hanno dichiarato il
Sindaco Paolo Amenta e
lAssessore Cascone - dal
Primo Maggio i cancelli
della nostra Villa Comunale torneranno ad essere
aperti, e cos resteranno
giorno e notte. Laugurio,
e su questo facciamo affidamento al sen-so civico
dei nostri concittadini, che
come sempre tutti ne abbiano cura, come tutto ci
che bene comune. In
questo lasso di tempo che
rimasta chiusa, non stata
trascurata, anzi, ne abbiamo approfittato per rimetterla in sicurezza, vista la
presenza di tanti alberi di
alto fusto con rami rotti dal
vento o cadenti. Nello stesso tempo, abbiamo rimesso
a nuovo le aiuole, provvedendo alla pian-tumazione
di piantine e fiori, oltre agli
alberelli piantumati per la
Festa dellAlbero dai nostri bambini delle scuole.
Inoltre, abbiamo curato
le aree a prato, la fontana
delle papere, oggetto del-le
visite dei bambini, e sistemato gli attrezzi del parco
giochi. La nostra bella e
accogliente Villa Comunale - concludono Amenta e Cascone - siamo certi
che, grazie anche allarrivo
della bella stagione, torner come sempre ad essere
frequentata a qualsiasi ora,
visto che i cancelli resteranno aperti h24.

Assessore al Verde
Levento ha lo scopo di informare i giovani sui programmi, bandi e finanziamenti L
Pubblico del Comune di
Canicattini Bagni, Seby
da cogliere al volo, per affacciarsi al mondo del lavoro della mobilit europea
Cascone, cos come aveva

rialit al centro del 1 Infoday


Sfide, Esperienze e Prospettive per le nuove generazioni
che si svolger oggi pomeriggio alle 17 al museo etnologico di Solarino. Levento organizzato da Solarino Network,
dal Partito Democratico, sezione di Solarino, con la collaborazione dello Sportello
Informa-Giovani di Pachino e
Portopalo Capo Passero gestito dalla Cooperativa Leonardo, ha lo scopo di informare i
giovani sui programmi, bandi
e finanziamenti da cogliere al
volo, per affacciarsi al mondo
del lavoro della mobilit europea. Lobiettivo principale,
quello di stimolare i ragazzi
a non arrendersi e a diventare
protagonisti del loro futuro,
non a caso durante levento
giovani imprenditori e professionisti, racconteranno le loro
storie di successi personali e
professionali.
Interverranno: Claudio Lupo,
responsabile gestione del
personale dell'Agenzia SOS
vacanze;
Massimo Imbr, responsabile dei servizi di prevenzione
e protezione per le aziende,
docente, formatore sicurezza

line; Francesco Tagliaferro,


Esperto politiche giovanili del Comune di Noto La
mobilit europea dei giovani.
Info sulle opportunit in corso
nel 2016; Giuseppe Romeo,
Associazione di Promozione
Sociale Ideas Lab Info sulla
autoimprenditorialit giovanile e creazione di impresa;
Valeria Troia, Assessore alle
politiche scolastiche, educative, giovanili, infanzia,
Universit, decoro urbano,
informatizzazione e modernizzazione, pari opportunit,
beni comuni del Comune di
Siracusa Presentazione del
progetto Officina Giovani e
Smart Lab; Antonio Taccone, Coach in neurolinguistica
In foto, Giovani e il mondo del lavoro
L'importanza delle convinsul lavoro; Federico Romano, po Giovani imprenditori di zioni.
Amministratore unico della Confindustria ed all'interno Moderatrice della giornata
REFRI.COND.Srl, che opera della consulta Giovani im- Rosalba Scorpo, Assessore
da trent'anni nel campo del prenditori della CCIAA di alle Politiche Sociali ed abicondizionamento e della re- Siracusa; Laura Buggea, tito- tative, Famiglia, Volontariafrigerazione industriale e na- lare impresa edile Buggea, to e Periferie del Comune di
vale. Giovane imprenditore di Presidente Consulta Giovani Siracusa che avr il compito,
seconda generazione, ha ma- Imprenditori della CCIAA anche, di presentazione queturato competenze nel campo di Siracusa; Assunta Rizza, sto 1 Infoday e i risultati
della progettazione termotec- Responsabile sportello infor- dell'indagine sulle condizioni
nica e della manutenzione di magiovani dei Comuni di Pa- di lavoro dei giovani di Soimpianti HVAC. Sebbene la chino e Portopalo di C.P. - Il larino. Le conclusioni invece
sua giovane et, ricopre in- curriculum Vitae, passo dopo spetteranno
allOnorevole
carichi all'interno del Grup- passo. Ricerca del lavoro on Sofia Amoddio.

Societ 10

Oltre

30 aprile 2016, sabato

Sicilia 30 aprile 2016, SABATO

Passeggiata nellArea Marina


Protetta del Plemmirio

duecento
studenti provenienti da tutti gli
Istituti di istruzione superiore
della citt con
una lunga passeggiata di sei
chilometri stanno
avendo la possibilit di scoprire le meraviglie
paesaggistiche e
naturalistiche del
territorio dellArea Marina Protetta del Plemmirio.
A chiusura del ciclo delle Giornate
dedicate alleducazione ambientale, questanno
dedicate al valore
della Biodiversit post Expo
2015, larea marina protetta del
Plemmirio ha infatti organizzato
due
escursioni
guidate a terra
con lausilio di
guide
naturalistiche dellEnte
Fauna Siciliana,
nel cuore delloasi marina.
A guidare gli
studenti in due
appuntamenti
diversi, una avvenuta gioved
28 e l'altra per
luned 2 maggio,
due esperte guide naturalistiche:
Paolo Uccello e
Marco Mastriani,
rispettivamente
vicepresidente
e consigliere regionale dellEnte
Fauna Siciliana.
Ad inaugurare le
due Giornate di
attivit didattica
guidata nel territorio dellarea
marina protetta
sono state ben
cinque
scuole
siracusane:
Insolera, Einaudi,
Federico II di

Scoprire le meraviglie paesaggistiche e naturalistiche


del territorio dellArea Marina Protetta del Plemmirio

Svevia, Gargallo
e Juvara.
I ragazzi e i docenti accompagnatori, sempre
scortati da per-

gostino.
Da qui partito
un percorso di
rara suggestione,
di colori, odori e
viste spettacolari

favola di Rive
Bianche, i ragazzi si sono incamminati
percorrendo un totale
di sei chilometri

che costeggia il
mare dai colori
incantevoli, procedendo in direzione sud.
Vegetazione au-

I ragazzi e i docenti
accompagnatori,
sempre scortati da
personale dellAmp
del Plemmirio, si
sono dati appuntamento a Piazza Adda,
da dove due pullman
li hanno trasportati
fino alla prima tappa

In alto, studenti alla Grotta Pellegrina;


A lato, Capo Murro di Porco;
sopra, Spiaggia del Plemmirio.

sonale dellAmp
del Plemmirio, si
sono dati appuntamento a Piazza
Adda, da dove
due pullman li
hanno trasportati fino alla prima
tappa: lo sbocco
n.34 a Punta della Mola, in via
Isola,
incrocio
traversa Sant'A-

condite da leggende e aneddoti


popolari che le
due guide hanno
dispensato
per propagare la
tradizione locale
alle nuove generazioni.
Da questa tappa
molto apprezzata, in particolare
per le spiagge da

fino a raggiungere Capo Murro di


Porco.
Le guide naturalistiche hanno
illustrato la batteria Emanuele
Russo, i resti archeologici presenti
nell'area,
la zona del Faro
Massolivieri,
lungo il sentiero

toctona, a partire
dal palmeto di
palma nana, tra
i pi estesi del
Mediterraneo,
resti di calcare,
antiche
tombe
preistoriche e di
latomie risalenti
al periodo greco,
gi precedentemente
spiegati
attraverso video e

slides, nella sede


del
Consorzio,
nel corso delle
Giornate dedicate alleducazione
ambientale svoltesi da gennaio ad
aprile 2016, sono
stati di nuovo al
centro della speciale lezione didattica di educazione ambientale,
questa volta direttamente sul posto. Gli studenti
hanno particolarmente apprezzato
la possibilit di
scoprire la Grotta
Pellegrina, luogo
di grande fascinazione, location
della
disperata
storia damore tra
una bella giovane e un marinaio
che non fece pi
ritorno dalla sua
amata.
Il tragitto si
concluso al faro
di Capo Murro
di Porco, zona
simbolo nonch
cuore, riserva integrale, dellArea
Marina Protetta
del Plemmirio.
Marted
partiranno alla scoperta della costa
dellAmp
del
Plemmirio
gli
studenti del: Corbino, Quintiliano,
Nautico, Rizza e
Alberghiero.
Ieri nella sala
Ferruzza-Romano avr luogo
lultimo appuntamento delle Giornate sulla Biodiversit post Expo
2015, previste in
sede, con un focus tutto dedicato
alla
conoscenza dellAmp del
Plemmirio con
una scuola media
superiore proveniente da Caltanissetta.

Sullimpegno di domani lordine tassativo di Andrea Sottil

A giudicare dalla fol-

la che si accalcata
al botteghino allapertura della vendita dei
biglietti per lincontro
con la Vigor Lamezia, si deduce che la
giornata-azzurra-bis
proclamata per loccasione, stata, tutto
sommato,
digerita,
salvo alcune isolate
rimostranze, e che il
De Simone, domani
far registrare il gran
pienone.
Non si d peraltro eccessivo peso alla voce
che circola sempre
pi insistentemente
dellincerta presentazione della gi retrocessa formazione
ospite che invece sar
non solo regolarmente della partita, ma
far di tutto per rendere la vita difficile agli
azzurri che, tanto per
cambiare,
saranno
privi di pedine importanti come Vindigni e
Baiocco, per non parlare dellindisponibilit
di gente come Savanarola, Arena, Trofo,
Marghi, e chi ne ha pi
ne metta. Andrea Sottil, dal canto suo, tira
dritto per la sua strada
e sta preparando la
squadra ad una partita che visto il risultato
dellandata,
proprio
facile non sar, se
vero che a giocar
bene devono essere in due e gli ospiti
non hanno la bench
minima intenzione di
metterla sulla tecnica
pura, dove sono largamente deficitari, nonostante un tentativo
dimpennata esaurito-

Ricambiare al Lamezia
la cortesia dellandata

Sfuggendo alla sottovalutazione che si annida in tutti


i testa-coda il Siracusa chiamato ad una prova di orgoglio
che cancelli una leggerezza che poteva costar cara

Andrea Sottil, i suoi ordini non si discutono

si a met campionato
con il successo sugli
azzurri e su qualche
altra episodica affermazione che non

riuscita a smuovere
la squadra dai bassifondi della classifica.
Sar dunque una partita a tema scontato,

con i padroni di casa


a caccia del successo
per tenere sotto controllo gli ultimi guizzi
delle inseguitrici, e

Stamane rifinitura pre gara alle ore 10,30 al De Simone

Cresce lattesa per la partita di domenica

Seduta mattutina ieri mattina per gli azzurri. Ancora


differenziato per Trofo, Savanarola e Vindigni. Domani si torna al lavoro alle
ore 10,30, e, al termine,
Andrea Sottil incontrer la
stampa.
Non si vede lora di scendere in campo. E mentre
cresce, spasmodica, lat-

Si sposa con i propositi dellAmministrazione

Realizzazione paddle tennis


Rendere il miglior servizio
Il Circolo Canottieri Ortigia

intende fare chiarezza, una


volta per tutte, sulle polemiche sollevate in ordine
allinstallazione dei campi
di Paddle Tennis presso
la Cittadella dello Sport di
Siracusa.
Com noto, il C.C. Ortigia

concessionario
degli
impianti sportivi della Cittadella dello Sport per la
stagione 2015/2016, giusta
aggiudicazione
mediante
gara pubblica.
La convenzione con il Comune di Siracusa, prevede
che il concessionario ha
facolt, a proprie spese, di
utilizzare e rendere fruibili
anche le aree in disuso al
momento della consegna

degli impianti. Si sposa con i


propositi dellAmministrazione, certamente condivisibili
da tutti, il garantire ed implementare la fruizione degli impianti sportivi.
Ci posto, ed al chiaro fine
di rendere il miglior servizio
possibile alla domanda della pratica sportiva, il C.C.
Ortigia ha voluto ripristinare la funzionalit di uno dei
campi polivalenti interni, gi
in passato destinato al tennis
e da oltre un decennio in stato di totale abbandono, mediante linstallazione dei due
campi di Paddle. Cos anche
per la Piscina Quadrifoglio,
sin qui immune da strumentali attacchi. Tutto ci, senza trascurare, ben oltre gli

tesa fra i tifosi, gli azzurri


continuano a lavorare sul
rettangolo di gioco. Ieri
mattina gli azzurri ha svolto una seduta con lavoro di
scarico e partite di calciotennis nel finale. Ancora a
parte Vindigni, Savanarola e Trofo. Questa mattina
rifinitura pre gara alle ore
10,30 al De Simone.

obblighi di convenzione, la
quotidiana ed attenta manutenzione delle strutture destinate allagonismo.
Quanto alle polemiche in ordine alla presunta necessit
del rilascio di autorizzazioni
amministrative, va precisato, a beneficio di una corretta informazione, che non c
bisogno di alcuna autorizzazione amministrativa per
costruire un campo sportivo
se non sono previste opere
edificatorie vere e proprie:
in parole semplici, non c
bisogno di alcun provvedimento autorizzativo per la
realizzazione di una recinzione, dei pali dellilluminazione o per la fissazione al
suolo di una rete. A dirlo,
anche la recente sentenza del Consiglio di Stato n.
175/14 del 17/01/2014.
In ogni caso, il C.C. Ortigia
ha informato lAmministrazione Comunale della realizzazione dei campi, fornendo
le relative schede tecniche e
specificando la provvisoriet
dellimpianto.

Sport
Un progetto
di pratica
sportiva
per tutti
in citt

Sicilia 11

con gli ospiti a cercare in tutti i modi di


rendere la vita difficile
alla squadra pi titolata. Le paure di Sottil scaturiscono per
dalle note difficolt del
Siracusa di affrontare
formazioni chiuse a
riccio e aree di rigore
intasate fino allinverosimile.
Soccorrono in questi casi le necessarie contromisure che
ormai gli azzurri conoscono a menadito
e che sono quelle di
non risultare ripetitivi
nella manovra che va
invece stretta o allargata secondo le circostanze, ricordando
che il modo migliore
per affrontare le squadre che scelgono di
chiudersi quello di
sorprenderle con improvvise accelerazioni. Vista limportanza
della posta in palio,
almeno per il Siracusa
non sar la solita partita di fine stagione,
bens un impegno
serio da sbloccare
prima possibile, mettendo poi al sicuro il
risultato. Solo da quel
momento, orecchio
teso al risultato di
Frattamaggiore, ove
sar di scena quella
Leonfortese fino ad
ieri tranquilla, che, se
andasse a punti, potrebbe in un sol colpo
salvarsi e consentire
agli azzurri di festeggiare con una giornata di anticipo il ritorno
nel calcio che conta,
con limpegno di non
lasciarlo pi per nessuna ragione.
Armando Galea

Il risultato sotto gli occhi


di tutti: una Cittadella dello
Sport mai frequentata con
pari entusiasmo dai siracusani negli ultimi anni. Da
sottolineare i successi di
tutte le societ sportive, con
risultati tecnici nelle varie discipline agonistiche di assoluto valore, innegabilmente
favoriti dalla funzionalit costante degli impianti.
E per questo motivo che
il C.C. Ortigia ha ricevuto
encomi ufficiali dal CONI
regionale, da quasi tutte le
societ sportive siracusane,
molte delle quali operanti
in Cittadella, e dalle associazioni con finalit sociali
persino di spessore internazionale, quali Emergency,
Dynamo Camp, Angsa, Unitalsi.
Dobbiamo concludere che
il prezzo da pagare per fare
del bene e farlo bene sta nel
ricevere critiche immotivate e strumentali? Di fronte
allentusiasmo della cittadinanza, sono spiccioli che
vale la pena spendere.

inalmente
anche
in Italia lo sport per le
persone con disabilit
arrivato ad un livello
di considerazione pari
a quello di altre importanti nazioni.
Si capito, infatti, che
la pratica sportiva - oltre ad essere uno dei
migliori veicoli di riabilitazione fisica e funzionale - anche uno
degli stimoli pi forti
per indurre il disabile
ad affrontare la vita di
relazione.
Ragion per cui, al
fine di avvicinare al
mondo dello sport
quante pi persone
con esigenze specifiche e consentirne la
massima inclusione,
lassociazione Sicilia
Turismo per Tutti (il
cui obiettivo strategico
la realizzazione del
progetto Sviluppo del
Turismo, della Cultura e del tempo Libero
per Tutti) ed il Circolo Canottieri Ortigia
hanno pensato ad un
progetto che mira alla
collaborazione sinergica fra tutte le associazioni sportive fra le
cui fila fanno parte sia
atleti disabili che atleti
normodotati.
Detto progetto si prefigge lo scopo di sostenere lo sport per
persone con disabilit
e lo sport inclusivo,
con la consapevolezza che la pratica sportiva pu rappresentare
un potente fattore di
integrazione e di benessere e che la partecipazione a contesti
sportivi integrati da
parte di tutti (disabili
insieme a normodotati) pu trasformarsi
unoccasione
unica
per la realizzazione di
obiettivi comuni e per
una crescita personale non solo in campo
sportivo.
Si pensato, quindi, di riunire giorno
30/4/16, ore 10.00 presso la Cittadella
dello Sport di Siracusa
un tavolo di confronto
fra tutte le associazioni
sportive paralimpiche,
il Circolo Canottieri
Ortigia e lassociazione Sicilia Turismo
per Tutti al fine di individuare le possibili
iniziative da intraprendere per creare, allinterno della famiglia
del C.C. Ortigia, un
settore specifico per lo
sport paraolimpico.

Cultura 12

Sicilia 30 aprile 2016, sabato

Celebrazioni del primo ventennale


della Dante Alighieri a Siracusa

di Aldo Formosa
Fervono i preparativi delle Celebrazioni per il primo
Ventennale della
Dante Alighieri a
Siracusa. La presidente Gioia Pace
ha gi predisposto
un calendario di
iniziative e manifestazioni che si terranno nel salone
dell'Arcivescovado
di Piazza Duomo.
Il
programma
prende l'avvio il 4
maggio mercoled
alle ore 17. Sar
la presidente Pace
a dare il benvenuto ai presenti.
Quindi si proceder all'inaugurazione della Mostra
intitolata I venti
anni della Dante a
Siracusa. Alle 18
Alessandro Masi,
segretario
generale della Dante,
presenter il volume Quaderno di

Spettacoli

appunti della professoressa Gioia


Pace. Alle 18,30 il
capitano Ernesto
Cataldi racconter
le fasi vissute dalla Guardia Costiera di Siracusa che
stata la prima a
portare soccorso
in mare aperto ai
naufraghi dei flus-

si migratori sin dal


2013. Poi verr
consegnato un Diploma di benemerenza al preside
Sebastiano Rizza.
Seguir uno spettacolo di giovanissimi della Dante
intitolato Baccano
dantesco. Quindi
un aperitivo aprir

alla recente edizione del concorso Le cime della


Dante, e il premio
Pier Paolo Conti
di giornalismo.
Venerd
6
alle
17.30 una Lectura
Dantis con le professoresse Bruno
e Ferrarini. Una
cena
multietnica

Sicilia 30 aprile 2016, sabato

Film su Video 66 Una guida per l'uomo sposato; Sabato domenica e venerd su Telesudest

Al Bano e Romina Power su Rai 1, Castle su Rai 2


Shrek 2 su Italia 1, Amici talent show su Canale 5

Sabato sera all'insegna della musica su Rai Uno alle


21.20 con "Signore
e signori, Al Bano
e Romina Power"
Al Bano e Romina
Power, dopo oltre
vent'anni, tornano
a cantare insieme
dal vivo in Italia dal
prestigioso
palco
dell'Arena di Verona. Nel corso della
serata, unica data
italiana, i due artisti
canteranno
insieme e singolarmente
oltre ad esibirsi in
compagnia di Special Guest amici.
Nuovo episodio
su Rai 2 alle 21.15
con le puntante di
Castle,
Nuova
stagione dell'intramontabile dramedy
che segue le inda-

il momento conclusivo di un concerto.


Gioved 5 maggio
alle 17.30 Massimo Arcangeli converser su argomenti
danteschi,
poi avr luogo l'attesa cerimonia di
premiazione degli
alunni partecipanti

coroner
l'esibizione degli studenti stranieri partecipanti ai Corsi
di Italiano tenuti
dalla Dante.
Sabato 7 maggio
alle 17,30 Brandelli
di
storia:
Siracusa
2750
anni di vita. A
chiusura lo spettacolo Per una
donna
speciale
presentato dalla
Compagnia
Stabile Teatro di
Sicilia con le attrici Maria Teresa
DAndrea e Nadia
Iemmolo, il soprano Tiziana Ambrogio, il concertista
Francesco Drago,
con le videoproiezioni curate da
Francesco Sole.
La
presidente
Pace chiuder le
Celebrazioni, ed
aprir un nuovo
ciclo
ventennale
della Dante con un
brindisi augurale.

gini dell'affascinante scrittore Castle,


collaboratore extra
lusso del detective
Kate Beckett.
La serata di Rai
3 alle 21,45 propone il documentario
"Ulisse: il piacere
della scoperta" in
questa puntata si
parla di Neanderthal
e Sapiens, conduce
Alberto Angela.
In onda su Rete
4 alle 21.17 il film
Gunny Il sergente Highway Gunny
e' un veterano del
corpo dei marine.
Ha combattuto in
Corea e in Vietnam,
e ora ha la divisa
carica di medaglie.
Attualmente (siamo
nel 1983) fa l'addestratore: gli viene
assegnato un ploto-

ne di reclute che si
incarica di svezzare
e di trasformare in
macchine da guerra.
Talent show su
Canale 5 alle 21.10
con Amici Giovani dotati di talento
nel canto e nel ballo si sfidano per dimostrare le proprie
qualita'. Giudici gli
insegnanti, che li
seguono durante la
settimana, e il televoto da casa.
Italia 1 alle 21.10
questa sera proporr
il film animazione
Shrek 2 Secondo
episodio delle avventure dell' orco
pi simpatico dei
cartoni.
Questa sera in tv
su Video 66 canale
286 in prima serata
alle 21 trasmette-

Cinema a Siracusa Indirizzi utili a Siracusa


AURORA - Belvedere
(0931-711127) ore 18:30 20:30
LE CONFESSIONI
PLANET VASQUEZ (0931/414694)
ore 16:00 18:00
IL LIBRO DELLA GIUNGLA
ore 18:00 20:00 21:00
LA COPPIA DEI CAMPIONI
ODEON - Avola
(0957833939) ore 19:30 21:30
LE CONFESSIONI

remo il Una guida


per luomo sposato
Un uomo non pi
giovanissimo, felicemente sposato,
indotto da un amico
a cercare avventure
extra coniugali.. In
seconda serata alle
23.30
Infiltrato
speciale Per non
far saltare la copertura, un agente dell'FBI decide di farsi
incarcerare. Nel carcere arriver per
un'altra banda, com-

TAXI: Stazione centrale T. 0931/69722; Via Ticino


T. 0931/64323; Piazza Pancali T. 0931/60980
PRONTO INTERVENTO:
Soccorso pubblico di emergenza 113;
Carabinieri (pronto intervento) 112;
Polizia di Stato (pronto intervento) 495111;
Vigili del fuoco 481901; Polizia stradale 409311;
Guardia di Finanza 66772; Croce Rossa 67214;
Municipio 451111; Prefettura 729111;
Provincia 66780; Tribunale 494266; Enel 803500;
Acquedotto 481311; Soccorso Aci 803116;
Ferrovie dello Stato (informazioni) 892021;
Ospedali 724111; Centro antidroga 757076;
Pronto Soccorso (ospedale provinciale) 68555; Aids
(telefono verde) 167861061;
Ente Comunale assistenza 60258

posta da criminali
feroci e addestrati
Per la programmazione tv su Telesudest canale 678
in prima serata alle
21.30 trasmetteremo
Sabato domenica e
venerd Tre episodi
di commedia all'italiana: nel primo un
ragioniere sposa una
bella
giapponese,
nel secondo un giovanotto sposa una
ragazza siciliana per
salvarla dalle ire pa-

terne, nel terzo un


impresario teatrale
sposa la sua prima
ballerina. Alle 23.45
in onda La poliziotta della squadra
del buon costume
La poliziotta Gianna
D'Amico combina
molti pasticci ma
ogni tanto ne infila una giusta, come
quando, facendosi
credere spogliarellista, sgomina un incredibile traffico di
donne

Verwandte Interessen