Sie sind auf Seite 1von 2

Objekttyp:

Singlepage

Zeitschrift:

Rivista militare della Svizzera italiana

Band (Jahr): 83 (2011)


Heft 1

PDF erstellt am:

25.03.2016

Nutzungsbedingungen
Mit dem Zugriff auf den vorliegenden Inhalt gelten die Nutzungsbedingungen als akzeptiert.
Die ETH-Bibliothek ist Anbieterin der digitalisierten Zeitschriften. Sie besitzt keine Urheberrechte an
den Inhalten der Zeitschriften. Die Rechte liegen in der Regel bei den Herausgebern.
Die angebotenen Dokumente stehen fr nicht-kommerzielle Zwecke in Lehre und Forschung sowie fr
die private Nutzung frei zur Verfgung. Einzelne Dateien oder Ausdrucke aus diesem Angebot knnen
zusammen mit diesen Nutzungshinweisen und unter deren Einhaltung weitergegeben werden.
Das Verffentlichen von Bildern in Print- und Online-Publikationen ist nur mit vorheriger Genehmigung
der Rechteinhaber erlaubt. Die Speicherung von Teilen des elektronischen Angebots auf anderen
Servern bedarf ebenfalls des schriftlichen Einverstndnisses der Rechteinhaber.
Haftungsausschluss
Alle Angaben erfolgen ohne Gewhr fr Vollstndigkeit oder Richtigkeit. Es wird keine Haftung
bernommen fr Schden durch die Verwendung von Informationen aus diesem Online-Angebot oder
durch das Fehlen von Informationen. Dies gilt auch fr Inhalte Dritter, die ber dieses Angebot
zugnglich sind.

Ein Dienst der ETH-Bibliothek


ETH Zrich, Rmistrasse 101, 8092 Zrich, Schweiz, www.library.ethz.ch
http://retro.seals.ch

Attualit politica e militare

Cecchini in Afghanistan
testo dr. gianandrea gaiani

Dr. Gianandrea Gaiani

Il record di colpi messi a segno da un cecchino nel conflitto


afghano sembra appartenere a un tiratore scelto del reggimen

un aumento del 25 per cento dei tiri di precisione effettuati

to Black Watch delle Guardie scozzesi del British Army che a


Helmand ha ucciso almeno 32 talebani, uno dei quali colpito

vennero uccisi da proiettili sparati anche da oltre un chilometro.

dallincredibile distanza di 1.500 metri. Il tiro da maggiore


distanza appartiene a un tiratore canadese accreditato di un
nemico abbattuto da 2.400 metri nella zona di Kandahar.

pakistani di al- Qaeda affluiti in buon numero in Afghanistan


dopo aver combattuto per anni in Iraq a Fallujah, Baqubah,

il conflitto afghano veda un discreto impiego di sniper non


certo una novit. Subito dopo la caduta del regime talebano
le forze speciali anglo-americane eliminarono molti uomini di
al-Qaeda grazie ai tiratori scelti delle forze speciali impiegati
negli ultimi anni soprattutto per uccidere i bombaroli tale
bani intenti a piazzare ordigni improvvisati lungo le strade e

allestiti lungo il confine con lAfghanistan occidentale.


Tiratori scelti esperti, armati per lo pi con fucili di precisione
russi Dragunov e veterani della guerra contro larmata russa
Cecenia. Professionisti al soldo della jihad per ideologia o per
interesse considerato che secondo iintelligence britannico gli
sniper si fanno pagare migliaia di dollari per ogni soldato al

le piste attraversate dai convogli alleati. La vera novit degli

leato ucciso.

ultimi due o tre anni invece rappresentata dal fatto che an


che gli insorti hanno iniziato a impiegare i tiratori scelti, la cui
presenza stata rilevata soprattutto nelle province di Helmand,

A fare le spese del preciso fuoco dei cecchini talebano sono

Kandahar, Kapisa e Farah.

alleate sono 12 volte pi alte della media, almeno sette genieri

Negli anni 80 la Cia e le forze speciali pakistane addestraro


no al tiro di precisione molti mujhaiddin impiegati poi in Af

del Terzo reggimento dellesercito di Sua maest sono stati uc

ghanistan per uccidere soprattutto ufficiali dellArmata Rossa

loro volta sterminati dal fuoco di counter sniper dei tiratori

ma negli anni successivi questa specialit perse rilevanza fino

dello Special Air Service. Tra i caduti britannici cera anche il


soldato Darren Foster, ucciso mentre era di guardia nella torre

Che

a scomparire quasi con il regime talebano. Dopo la ripresa

deloffensiva dei jihadisti afghani, nellestate 2006, ricompar


vero i cecchini anche se considerati unarma marginale rispetto

alladdestramento a costruire e piazzare ordigni esplosivi im


provvisati o a compiere attentati suicidi, armi responsabili dei

tre quarti dei caduti tra le forze alleate.


Lintelligence alleato segnal la crescente presenza di tiratori
scelti talebani nel 2008 e lanno successivo venne registrato

dal nemico da oltre 600 metri di distanza mentre alcuni militari


Tiri attribuiti a professionisti, miliziani ceceni, uzbeki, arabi e

Sadr City oppure addestrati dai pasdaran iraniani nei tre campi

state soprattutto le fiorze4 anglo-americane. Nel distretto di


Sangin, il pi infuocato dellintero Afghanistan dove le perdite

cisi nei primi cinque mesi del 2010 dai tiratori scelti talebani a

blindata della Base avanzata Jackson con un proiettile sparato


da 550 metri di distanza che attravers la fessura di appena 23
centimetri nella protezione balistic.
Un tiro molto simile a quello che ha ucciso il caporal maggio
re italiano Matteo Miotto, il 31 dicembre scorso, nella base
avanza Snow situata nel distretto del Gulistan. Le informazio

ni fornite sullo scontro dalle fonti italiane sono state confuse

RMSI 1.2011 |