You are on page 1of 59

Dal nostro magnifico esperto di sana

alimentazione, 14 ricette per gustare


anche a Natale i buoni alimenti che si
prendono cura di noi.
Marco Bianchi lavora come divulgatore

scientifico e tecnico di ricerca presso


IFOM Istituto FIRC (Fondazione
Italiana per la Ricerca sul Cancro) di
Oncologia Molecolare, un punto di
riferimento internazionale per la ricerca
oncologica. divulgatore e consulente
scientifico per Associazione Italiana
Ricerca sul Cancro, Fondazione IEO e
Fondazione Umberto Veronesi, con
attivit correlate ai corretti stili di vita e
al rapporto tra scorretta alimentazione e
cancro. Chef per vocazione, collabora
con riviste (Ok Salute, Starbene e
Cucina Naturale) e con programmi
radiofonici e televisivi (Cristina Parodi
Live), anche in qualit di protagonista
(Tesoro, salviamo i ragazzi! e In linea

con Marco Bianchi). Per Ponte alle


Grazie ha pubblicato I Magnifici 20, Le
ricette dei Magnifici 20 e Un anno in
cucina con Marco Bianchi; per
Kowalski Tesoro, salviamo I ragazzi!,
tratto dallomonimo docureality.
www.imagnifici20.it

In copertina: ritratto di Marco Bianchi


di Prospekt
Grafica: Marco Figini
Ponte alle Grazie un marchio
di Adriano Salani Editore S.p.A.
Gruppo editoriale Mauri Spagnol
Il nostro sito Internet :
www.ponteallegrazie.it
Per essere informato sulle novit
del Gruppo editoriale Mauri Spagnol
visita:
www.illibraio.it
www.infinitestorie.it
Prima edizione digitale 2012
Questopera protetta dalla Legge sul

diritto dautore.
vietata ogni duplicazione, anche
parziale, non autorizzata
2012 Adriano Salani Editore S.p.A.
Milano
ISBN: 978-88-6220-806-2

Sommario

Presentazione
Frontespizio
Pagina di Copyright
Il mio Natale funzionale!
La mia spesa per il vostro menu
RICETTE
Mojito salutare
Ceci al pesto di salvia con julienne di
pomodorini secchi
Hummus di ceci

Hummus di barbabietola
Insalata russa leggera
Pasta integrale con funghi, prezzemolo
e besciamella di ricotta
Lasagna di verdure
Crema di carote e mandorle
Pane integrale ai semi oleosi cotto a
vapore
Insalata di finocchi, melagrana e
arance
Insalata di belga, noci e pere
Sgombro in salsa di cipolle rosse
Cioccopere delizia
Baci di Marco

Il mio Natale funzionale!

Rosso, verde e bianco: ecco i colori che


sono dappertutto a casa mia dal primo
dicembre al 6 gennaio. Cerco sempre di
giocare con anticipo, perch voglio
gustarmi ogni giorno che precede il
Natale.
Il mio non un Natale religioso ma
una festa continua, in cui vivere e
respirare unatmosfera magica e
fanciullesca.
Addobbi ovunque, candele rosse e

bianche, spesso al profumo di cannella,


CD con canti di Natale nei
finesettimana, quando dedico molto
tempo ai fornelli... e, a proposito di
fornelli... ecco il mio menu.
Un menu che comprende, accanto a
ci che pi mi piace, i piatti preferiti dei
parenti e degli amici che ruotano
attorno alla mia tavola in questo
periodo.
Per corretta alimentazione oggi non
possiamo limitarci a intendere qualcosa
che ha il solo obiettivo di farci restare
in forma, ma un vero e proprio sistema
di prevenzione, strumento di benessere e
longevit: perch non portare questo
sano modo di pensare anche sulla tavola

di Natale? Un Natale funzionale,


allinsegna dei miei Magnifici 20, i
buoni alimenti che si prendono cura di
noi!
Ecco dunque ci che propongo ai miei
cari: un menu squisito e colorato, sano
ma godurioso... Si parte con un aperitivo
salutare, un mojito senzalcol; poi ecco
una serie di antipasti: ceci al pesto di
salvia con pomodorini secchi a julienne,
limmancabile hummus di ceci, magari
con una variante colorata, e la mia
famosa insalata russa.
Il primo piatto? Pasta integrale con
funghi, prezzemolo e besciamella di
ricotta, oppure una squisita vellutata di
carote e mandorle, o ancora una lasagna

vegetariana.
A seguire, insalata di finocchi,
melagrana e arance, e sgombro in salsa
di cipolle rosse. Per linsalata,
lalternativa con la belga, le noci e le
pere.
Il dolce, oltre a un buon panettone
artigianale, una fetta di cioccopere
(con tanta cannella) che servo con una
salsa di cioccolato fondente al
peperoncino e zenzero. Per decorare la
tavola con una vera golosit, i miei
Baci!
Si pasteggia con spremuta di arancia
rossa, vino rosso e panini al vapore. Per
un sano ruttino, una tisana alla cannella,
zenzero e lime.

Buon Magnifico Natale!

La mia spesa per il vostro


menu

(per 4 persone, alternative di menu


comprese, e... abbondando)
1 kg g di cipolle rosse
1 kg di carote
3 finocchi grandi
1 grossa patata
1 melanzana
1 peperone rosso
1 confezione di barbabietole sottovuoto

1 porro
2 zucchine
500 g di insalata belga
1 testa di aglio
3 mazzetti di salvia
1 mazzetto di prezzemolo
qualche rametto di timo fresco
2 rametti di menta fresca
6 arance rosse (o bionde)
6 limoni
2 melagrane (se ne utilizza una, ma
meglio acquistarne 2 nel caso, una
volta aperta la prima, i chicchi non
fossero belli rossi)
4 pere Kaiser o William ben mature (o 2
scatole di pere sciroppate) per la
cioccopere 2 pere William per

linsalata
radice di zenzero fresco
2-3 filetti di sgombro fresco
50 g di pinoli
10 pomodorini secchi (tanto vale una
vaschetta, ma che non siano sottolio!)
100 g di funghi secchi (shiitake e
porcini)
1 confezione di succo di pompelmo
fresco (dal banco frigo)
1 l di latte di mandorla (oppure di latte
di soia, che utilizzerete, oltre che per
la torta, per la maionese)
l di latte scremato
100 ml di latte di soia non zuccherato
(sempre se non lavete gi preso per
la torta)

500 g di ricotta magra


50 g di grana grattugiato
1 confezione di lasagne verdi fresche
1 panetto di lievito fresco
100 g di mandorle pelate
1 confezione di noci
1 confezione di nocciole (minimo 200 g)
1 pacchetto di semi di girasole
1 pacchetto di semi di papavero
1 pacchetto di semi di sesamo
500 g di ceci lessati in scatola
1 confezione di farina integrale
1 confezione di farina 0
1 confezione di farina 00
1 confezione di farina di kamut
200 g di fecola di patate
100 g di farina di riso (o, in alternativa,

potete usare la frumina che comprate


per i Baci)
500 g di frumina (amido di frumento)
500 g di farina di mais fioretto
300 g di zucchero integrale di canna
1 confezione di zucchero integrale
mascobado
320 g di pasta corta integrale
400 g di polpa di pomodoro
1 l di olio di mais
600 ml di olio extravergine di oliva
1 bottiglietta di aceto balsamico
1 bottiglia di aceto di mele
1 barattolino di: cannella, chiodi di
garofano, curcuma, noce moscata,
paprika dolce, paprika piccante o
peperoncino, pepe nero, sale

1 barattolo di tahina (crema di sesamo)


salsa di soia
600 g di cioccolato fondente (min. 70%
di cacao)
1 vasetto di miele
1 bottiglietta di sciroppo di agave
1 bustina di lievito per dolci
300 g di piselli surgelati
1 confezione di verdure per insalata
russa surgelate

RICETTE

Mojito salutare
Un aperitivo per tutti, il mio mojito
salutare senzalcol! Preparatelo con
succo di pompelmo, 4 foglie di menta a
testa, ghiaccio e sciroppo di agave.
Mescolate insieme gli ingredienti,
possibilmente pestando un poco la menta
con un pestello.

Ceci al pesto di salvia con


julienne di pomodorini
secchi
Fibre, proteine, fosforo, calcio (pensate
che la salvia a parit di peso contiene 6
volte la quantit di calcio del latte
vaccino) e tanti composti fitochimici ad
azione antiossidante Un concentrato di
benessere in un antipasto dai colori
natalizi! Da notare lassenza di sale
aggiunto: gli ingredienti che utlilizzo
sono gi molto sapidi
250 g di ceci lessati in scatola 50 g di
pinoli 1 cucchiaio di ricotta magra

1 spicchio di aglio 2 mazzetti di


salvia 5-7 pomodorini secchi (dipende
dalle dimensioni) 100 ml di olio
extravergine di oliva
Con le forbici tagliate a striscioline
sottili i pomodorini secchi.
Mettete nel mixer la salvia, lavata e
asciugata bene, i pinoli, il cucchiaio di
ricotta, laglio e unite a filo lolio,
iniziando a frullare.
Risciacquate i ceci lessati sotto
lacqua corrente, scolateli, versateli in
una terrina e conditeli con il pesto di
salvia e i pomodorini secchi.

Hummus di ceci
Una crema vegetale il cui contenuto in
ferro equivale a una bistecca di vitello
(oppure a 4 petti di pollo alla piastra!).
E vogliamo parlare del calcio e dei
fitosteroli? Molto versatile, ottima
come condimento, farcia oppure come
crema da spalmare su crostini di pane.
250 g di ceci lessati in scatola 2
cucchiai di tahina (crema di sesamo)
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
il succo di 1 limone 1 cucchiaio di
paprika dolce 1 spicchio di aglio 1
pizzico di sale 1 pizzico di pepe nero

qualche foglia di prezzemolo fresco


Risciacquate sotto lacqua corrente i
ceci lessati, scolateli e uniteli nel mixer
agli altri ingredienti tranne il
prezzemolo, che spezzetterete a mano,
grossolanamente. Frullate per 45
secondi e il vostro hummus di ceci
pronto. Spolverizzate con il prezzemolo
o incorporatelo delicatamente alla
crema ottenuta.

Hummus di barbabietola
Se volete proporre unalternativa
coloratissima al classico hummus di
ceci, provate quella che mi stata
suggerita dai ragazzi di 'gnambox:
aggiungete barbabietola, di quelle che
trovate
gi
lessate,
sottovuoto.
Attenzione quando la manipolate: usate i
guanti, la barbabietola ha un forte potere
colorante!

Insalata russa leggera


Questa ricetta dimostra quanto sia
semplice sostituire gli ingredienti di
origine
animale
con ingredienti
esclusivamente vegetali, ottenendo un
risultato sorprendente.
Il latte di soia una valida alternativa
al latte di mucca (contiene 32 kcal/100 g
rispetto al latte di mucca, che ne
contiene 65 kcal/100 g), un ingrediente
versatile, contiene ferro (0,4 mg/100 g)
e vitamine del gruppo B oltre agli
isoflavoni, tanto studiati nellambito
della prevenzione delle malattie
croniche.

1 confezione di verdura per insalata


russa (o in alternativa, per i pi
volenterosi: 2 carote, 1 grossa patata, 1
tazza di piselli) 100 ml di latte di soia
non zuccherato 200 ml di olio di mais
20 ml di olio extravergine di oliva 1
cucchiaino di curcuma 1 pizzico di
pepe nero 2 pizzichi di sale 2-3
cucchiai di aceto di mele o di succo di
limone
Se avete scelto di partire dalle verdure
fresche, mondatele e tagliatele a cubetti
di dimensioni il pi possibile omogenee.
Scaldate una pentola di acqua e
salatela. Sbollentatevi le verdure fino a
quando saranno cotte (solitamente, a
seconda delle dimensioni, non ci

vogliono pi di 6-7 minuti). Non devono


stracuocere, ma risultare croccanti!
Scolatele bene, tamponatele con carta
assorbente e lasciatele raffreddare.
Preparate la maionese: riunite nel
bicchiere del frullatore a immersione il
latte di soia e i due olii. Aggiungete
laceto di mele (o il succo di limone), la
curcuma, il sale e il pepe. Montate fino a
quando
la
maionese
prender
consistenza (non esagerate con i
movimenti del minipimer e abbiate
pazienza).
Incorporate le verdure alla maionese.
Servite fredda.

Pasta integrale con funghi,


prezzemolo e besciamella di
ricotta
Tanto sapore ma pochi grassi? Si pu,
eccome se si pu
Ecco la mia pasta integrale con i
funghi: un primo piatto da leccarsi i
baffi!
La ricotta far le veci della classica
besciamella apportando per solo 1/10
dei grassi! Assicurati i micro e
macronutrienti.
320 g di pasta corta integrale 240 g
di ricotta magra 100 g di funghi

secchi (shiitake e porcini) 2 spicchi di


aglio 3 cucchiai di olio extravergine
di oliva 3 cucchiai di olio di mais
sale pepe nero 1 ciuffo di
prezzemolo, gambi compresi
Mettete in ammollo in acqua tiepida i
funghi per 30 minuti. Nel frattempo fate
sciogliere in una padellina antiaderente
la ricotta con 3 cucchiai di acqua.
Scolate i funghi conservando lacqua
di ammollo, sminuzzateli con le forbici e
cuoceteli in padella con 1 bicchiere
dellacqua di ammollo, gli spicchi di
aglio in camicia, sale e pepe nero. Dopo
circa 15 minuti aggiungete lolio di mais
e quello di oliva e le foglie del
prezzemolo
spezzettate
a
mano

(conservate i gambi!).
Fate cuocere per altri 10 minuti,
spegnete e trasferite nel bicchiere del
frullatore a immersione dei funghi
saltati. Aggiungete i gambi del
prezzemolo e frullate. Unite la crema
ottenuta alla ricotta sciolta in padella.
Cuocete la pasta in acqua leggermente
salata e, una volta scolata, conditela con
i funghi saltati e la crema di ricotta e
funghi.
Se vi piace, potete anche scegliere
lopzione forno/grill: passate la pasta 710 minuti sotto il grill prima di servirla.
Sar un po meno cremosa e pi
croccante.

Lasagna di verdure
12 fogli di lasagne verdi 1 melanzana
1 cipolla 1 porro 1 spicchio di
aglio 1 peperone rosso 2 zucchine
5 cucchiai di olio extravergine di oliva
400 g di polpa di pomodoro 30 g di
farina 0 300 ml di latte scremato 50
g di grana grattugiato sale pepe
noce moscata
Tagliate a cubetti la melanzana,
distribuitela su un tagliere e fatele
rilasciare lacqua cospargendola di sale
fino. Dopo 30 minuti sciacquatela e
strizzatela. Tritate la cipolla, il porro e

schiacciate laglio, affettate il peperone


e le zucchine. In una padella
antiaderente scaldate lolio extravergine
di oliva e rosolate le verdure, tutte
insieme, per una decina di minuti.
Aggiungete il pomodoro e fate
sobbollire per 15 minuti. In una
casseruola versate il latte e unite la
farina, il grana e un po di noce moscata.
Mescolate a freddo ed eliminate i grumi.
Scaldate a fiamma dolce e, quando
arriva al bollore, fate addensare
continuando a mescolare. Salate e
pepate. Preparate la lasagna alternando
strati di verdure e besciamella. Infornate
e fate cuocere per circa 40 minuti a 180
C.

Crema di carote e mandorle


Non ha solo tutto il buono delle carote
potassio e carotenoidi ma anche
leggera, gustosa e profumata.
700 g di carote 3 cipolle 3 cucchiai
di olio extravergine di oliva 8 foglie
di salvia 80 g di mandorle sale
noce moscata
Pelate le carote e lavatele, poi tagliatele
a pezzetti non troppo piccoli. Mettetele
in 1 l di acqua sul fuoco a fiamma alta.
Aggiungete subito le mandorle, le
cipolle affettate, 2 pizzichi di sale e 4

foglie di salvia. Portate il tutto a


ebollizione e fate sobbollire per 30
minuti. Togliete dal fuoco e frullate.
Unite un pizzico di noce moscata e
condite con lolio. Servite la crema con
il resto della salvia, spezzettata
grossolanamente a mano.

Pane integrale ai semi oleosi


cotto a vapore
Un pane specialissimo e profumato, da
servire appena tolto dal cestello di
bamb!
100 g di farina integrale 150 g di
farina 00 50 g di farina di kamut
panetto di lievito fresco 3 cucchiai di
olio extravergine di oliva 1 cucchiaio
di semi di girasole 1 cucchiaio di
semi di papavero 1 cucchiaio di semi
di sesamo 1 cucchiaino di sale
Sciogliete il lievito in 200 ml di acqua

tiepida e quindi lavorate le farine con il


sale, i semi oleosi e lolio extravergine
di oliva fino a ottenere un impasto
omogeneo e liscio.
Lasciatelo lievitare per 30 minuti.
Trascorso il tempo della prima
lievitazione formate delle palline di
circa 6 cm di diametro, oliatele e
lasciate che riposino per altri 20-30
minuti.
Durante
questa
seconda
lievitazione scaldate una pentola
dacqua. Immergetevi un cestello di
bamb per la cottura al vapore e cuocete
i panini per circa 12 minuti al massimo
del vapore. Servite ben caldi!

Insalata di finocchi,
melagrana e arance
Antociani, acido ellagico, potassio,
vitamine tanti paroloni per uninsalata
speciale che, oltre a tanto colore,
porter in tavola un forziere di salute!
3 finocchi grandi 2 arance (rosse o
bionde) 1 melagrana
Per lemulsione: 1 arancia 4 cucchiai
di olio extravergine di oliva 1
cucchiaino di zenzero grattugiato 1
cucchiaio di salsa di soia

Tagliate a carpaccio i finocchi, dopo


averli privati della parte esterna pi
dura. Potete tranquillamente utilizzare la
parte verde nella vostra insalata, quindi
affettatela sottile senza alcun problema.
Sbucciate le arance, pelatele al vivo e
riducetele a cubetti; sgranate con cura la
melagrana.
Preparate la salsa emulsionando
lolio con lo zenzero grattugiato, la salsa
di soia e il succo della terza arancia,
spremuta.
Impiattate alternando il carpaccio di
finocchi alla dadolata di arance e ai
chicchi di melagrana. Condite con
lemulsione almeno 30 minuti prima di
servire.

Insalata di belga, noci e pere


Fibre, vitamine e tanti macrominerali
importanti per la salute; le noci, che non
possono mancare sulla tavola delle
feste; e le profumatissime pere... Se
desiderate, potete aumentare leffetto
protettivo del sistema cardiovascolare
aggiungendo una ventina di chicchi di
uva rossa denocciolata.
10 noci 500 g di insalata belga 2
pere William 2 cucchiai di aceto
balsamico 5 cucchiai di olio
extravergine di oliva timo fresco
sale pepe

Affettate linsalata belga a rondelle


sottili e disponetela in un grande piatto
da portata. Cospargetela di noci
spezzettate grossolanamente a mano;
salate, pepate e aromatizzate con timo
fresco. Solo adesso potete tagliare le
pere a cubetti piccoli piccoli;
disponeteli
sullinsalata,
passate
lextravergine di oliva e laceto
balsamico.

Sgombro in salsa di cipolle


rosse
Omega3 e antociani: che sano mix in
questa ricetta! Il cuore e il cervello, le
due centrali principali del nostro
organismo ringrazieranno per i sani
composti che introdurremo con questo
secondo piatto.
La cipolla, come la mela, contiene
quercetina, molecola utilissima per
prevenire il cancro al colon e tenere a
bada i livelli di glucosio del sangue (la
glicemia).
2-3 filetti di sgombro 2 limoni 1

spicchio di aglio 5 cucchiai di olio


extravergine di oliva sale pepe
Per la salsa di cipolle: 500 g di cipolle
rosse 120 g di zucchero integrale di
canna 1 arancia rossa
Per la decorazione: 3 cucchiai di
sesamo tostato
Per prima cosa dovete preparare la
salsa di cipolle rosse.
Affettate finemente le cipolle e fatele
stufare in una casseruola antiaderente
con 3 cucchiai di acqua per circa 10
minuti. Aggiungete lo zucchero integrale
di canna e cuocete per altri 20 minuti.
Spremete larancia e aggiungetene il

succo alle cipolle in cottura. Cuocete


ancora per 20-25 minuti, salate e pepate.
La salsa dovrebbe essere pronta. Se
la sua consistenza non ancora di vostro
gradimento, proseguite la cottura a
fiamma dolcissima, facendo attenzione
che non si bruci e non prenda sapore
amaro.
Nel frattempo tagliate a cubetti i filetti
di sgombro e fateli saltare in padella per
5-7 minuti con lolio extravergine di
oliva, il succo dei 2 limoni e lo spicchio
di aglio schiacciato. Attenzione: lo
sgombro non deve cuocere troppo e
soprattutto deve essere servito ancora
caldo; quindi, appena scottato, togliete
la padella dal fuoco e servitelo,

accompagnato dalla salsa alle cipolle.


Per decorare il piatto suggerisco il
sesamo tostato, che gli regaler profumo
e croccantezza!

Cioccopere delizia
Le pere sono una buonissima fonte di
fibra; il cioccolato fondente, ricco in
polifenoli, oggetto di numerosi studi
che ne osservano la capacit preventiva
delle malattie cardiovascolari. Rispetto
alla classica torta di pere e cioccolato,
questa
mia
versione
taglia
inesorabilmente calorie e grassi saturi.
Ingredienti per 10 persone
220 g di farina integrale 80 g di
farina di riso (o, in alternativa, di
frumina) 350 g di cioccolato fondente
(min. 70% di cacao) 700 ml circa di

latte di riso o latte di soia o latte di


mandorla 1 bustina di lievito per
dolci 1 cucchiaino di cannella 3-4
pere mature (o 2 scatolette di pere
sciroppate, che preferisco per la
migliore resa in termini di umidit)
90 g di zucchero integrale di canna
mascobado (opzionale: a seconda della
percentuale di cacao presente nel
cioccolato scelto)
Per lacqua profumata in cui cuocere
le pere: 1 cucchiaio generoso di miele
1 cucchiaino di curcuma 1 cucchiaino
di cannella 1 cucchiaino di chiodi di
garofano
Per la salsa fondente: 150 g di

cioccolato fondente (min. 70% di


cacao) 1 grattugiata di zenzero fresco
1 pizzico di paprika piccante o di
peperoncino in polvere 50-60 g di
ricotta magra (in alternativa, 4
cucchiai di latte vegetale a scelta)
Se non utilizzate le pere sciroppate,
sbucciate e mondate le pere e cuocetele
in acqua profumata con miele,
curcuma, cannella e chiodi di garofano.
Se utilizzate le pere sciroppate,
scolatele tenendone da parte 2 cucchiai
del succo di conserva.
Tagliatele a pezzetti.
Sciogliete il cioccolato a bagnomaria
con circa 150 ml di latte vegetale e la
cannella in polvere.

Mescolate insieme le due farine e


unite il lievito, lo zucchero, il restante
latte vegetale e il cioccolato fondente
fuso a bagnomaria.
Versate met dellimpasto nella
tortiera foderata con carta forno e
distribuitevi i pezzetti di pera. Coprite
con il resto dellimpasto.
Se avete utilizzato pere sciroppate,
bagnate la superficie della torta con i 2
cucchiai di succo di conserva tenuti da
parte; in alternativa, utilizzate lacqua
profumata.
Cuocete in forno preriscaldato a 200
per 45-50 minuti.
Terminata la cottura, spegnete il forno
e lasciatevi la torta per altri 10 minuti.

Nel frattempo preparate la salsa


fondente sciogliendo a bagnomaria il
cioccolato insieme alla ricotta, alla
grattugiata di zenzero e al pizzico di
peperoncino. Lasciate sciogliere a fuoco
dolcissimo,
mescolando
in
continuazione.
Servite la torta fredda, anche da
frigorifero, accompagnata dalla salsa.

Baci di Marco
Da preparare in anticipo (limpasto
potete anche congelarlo, per scongelarlo
al momento delluso), confezionare in
sacchettini e appendere allalbero di
Natale, o per decorare la tavola... Nella
versione natalizia questi biscottini,
buonissimi e sani, possono essere
aromatizzati con la cannella, ma
limpasto pu essere arricchito anche
con scorza di arancia, oppure zenzero e
semi di papavero. La ricetta base viene
dal maestro della cucina naturale, sana e
vegetariana: il grande Pietro Leemann.

200 g di nocciole 60 g di zucchero


integrale mascobado 200 g di fecola
di patate 200 g di frumina 200 g di
farina di mais fioretto 140 ml di olio
di mais
Tritate le nocciole con lo zucchero
integrale finch la lama avr difficolt a
girare, ovvero fin quando gli olii
iniziano a essere rilasciati dalle
profumatissime nocciole. Riunite tutti gli
ingredienti in una ciotola o nella
planetaria,
aggiungendo
qualche
cucchiaio di acqua tiepida. Lavorate per
bene fino a ottenere un impasto liscio e
compatto non troppo appiccicoso; se lo
fosse, aggiungete poca fecola di patate o
amido di frumento. Fate riposare il

composto in frigorifero per 1 ora.


Accendete il forno impostando funzione
statica e 150 C. Ricavate dallimpasto
palline di circa 3 cm di diametro o poco
meno e quindi schiacciatele con una
leggerissima pressione delle dita. Se
siete abili in cucina e avete stampi da
biscotto tondi, sfruttateli.
Disponete i Baci su una teglia
rivestita con carta forno e cuoceteli per
circa 12 minuti a 150-160 C. Devono
rapprendersi ma non colorirsi n
tantomeno bruciare. Allinizio saranno
molto friabili, ma una volta freddi non vi
deluderanno!

Il lettore goloso
per una vera cultura della cucina
collana diretta da Allan Bay
Andrea Segr, Cucinare senza sprechi,
2012 (disponibile anche in e-book)
Shamira Gatta, Alchimie in cucina, 2012
(disponibile anche in e-book)
Donatella Nicol, Il libro dei legumi,
2012 (disponibile anche in e-book)
Giuliana Lomazzi, Il grande libro dei
dolci, 2011 (disponibile anche in ebook)
Laurel Evans, La cucina Tex-Mex, 2011
(disponibile anche in e-book)
Lorenza Pliteri, Cannella e zafferano,

2011 (disponibile anche in e-book)


Marco Bianchi, Le ricette dei Magnifici
20, 2011 (disponibile anche in e-book)
Rosa Tovar, Monique Fuller, 3000 anni
di cucina spagnola, 2011
Davide Ciccarese, Cucinare le erbe
selvatiche, 2011 (disponibile anche in
e-book)
Edmondo Capecelatro, La cucina
napoletana, 2010 (disponibile anche in
e-book)
Chiara Riccarand, La cucina persiana,
2010 (disponibile anche in e-book)
Manuela Vanni, Fatto in casa, 2010
Marco Bianchi, I Magnifici 20, 2010
(disponibile anche in e-book)
Sam e Sam Clark, La cucina moresca,

2010
Roberta Schira, La pasta fresca e
ripiena, 2009
Giuliana Lomazzi, Il libro delle mele,
2009
Sonya Orfalian, La cucina dArmenia,
2009
Giovanna Quaranta, La cucina pugliese,
2009
Cristina Bay, Gottardo Bonacini, Il
giardiniere goloso, 2008
Roberta Schira, Il libro delle frattaglie,
2008
Pietro Leemann, Diario di un cuoco,
2007

Alessandra Meldolesi, Il libro del pane,


2007
Donatella Nicol, Il libro del pesce,
2007
Graziana Canova Tura, Il Giappone in
cucina, 2006
Fabiano Guatteri, Larte del menu, 2006
Claudia Roden, La cucina del Medio
Oriente e del Nord Africa, 2006
Clara e Gigi Padovani, Conoscere il
cioccolato, 2006