You are on page 1of 7

Emittente TV

VIDEO
Canale 286

Canale 678

Quotidiano della Provincia di Siracusa

Sicilia

66

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
gioved 10 novembre 2016 Anno XXix N. 257 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit locale: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Nellaudizione ascoltati il commissario Giovanni Arnone, il ragioniere generale Cappuccio ed una delegazione di dipendenti Audizione dei due per oltre tre ore

Alla Regione una soluzione


per salvare lex Provincia

Entro dicembre servono nove milioni di euro


In

sicurezza

commissione Bilancio dell'Ars, presieduta


dal siracusano on. Enzo
Vinciullo, sancito il principio
che gli stipendi arretrati dei
dipendenti delle ex Province regionali debbano essere "garantiti" - e quindi saldati - entro il 31 dicembre
2016. La linea di principio
vale a maggior ragione per
l'ente siracusano, in difficili situazioni economiche.
Proprio per salvaguardarlo
dal rischio default, attenzioni particolari.

Ok Progetto
Chirone
della Polizia
Stradale
N
ei giorni scorsi, presso la
sala conferenze della sede

di Confindustria Siracusa,
stato presentato il Progetto
Chirone, realizzato dalla Polizia Stradale con la supervisione scientifica della Facolt di Medicina e Psicologia
dellUniversit La Sapienza
di Roma. La conferenza, ha
visto fare gli onori di casa al
Dirigente della Polizia Stradale di Siracusa, Vice Questore Aggiunto Dott. Antonio
Capodicasa, il quale ha fortemente voluto ed organizzato
levento annoverando tra i
propri ospiti sia gli operatori
che i Dirigenti delle varie Sezioni Provinciali della Polizia
Stradale della Sicilia Orientale, pregiandosi, altres, della
presenza.
A pagina dodici

in foto, la commissione Bilancio allArs di ieri mattina.

cronaca

A pagina tre

produttivit

La Camera
di Commercio
rimangaaSiracusa

Tiene viva lattenzione la


vicenda laccorpamento
volontario delle camere
di commercio di SiracusaCatania e Ragusa. Liniziativa intrapresa, da ex
consiglieri Camerali.

A pagina cinque

A pagina cinque

A pagina tre

N
uova udienza ieri
mattina al processo che

vede in contrapposizione
il giornalista Pino Guastella e la consigliera Simone Princiotta accusata di diffamazione. Il gip
del tribunale di Siracusa,
Andrea Migneco.

ella notte marted i Carabinieri dellAliquota Radiomobile della Compagnia di


Siracusa hanno arrestato.

roseguono le audizioni dinanzi alla commissione


parlamentare regionale Antimafia a Palermo. Ieri
mattina di scena davanti alla commissione il presidente del consiglio comunale Santino Armaro e del
consigliere Alberto Palestro.

Processo per diffamazione


a carico di Simona Princiotta

carabinieri

Carabinieri del Comando


Stazione di Cassibile hanno
arrestato in flagranza di reato
un uomo V.C. 60enne.

Sopra, ieri mattina la commissione regionale antimafia

A pagina tre

Picchiava moglie Arrestati due


pusher in citt
per gelosia
arrestato 60enne con 20 dosi
II

Commissione Antimafia
Sentiti Santino Armaro
e Alberto Palestro

Salvatore Occhipinti

Francesco Salemi

A pagina cinque

Letteratura 2
di Aldo Formosa

erano
una
volta i Cavernicoli.
Impossibile
dimenticarli. Nati
il 20 dicembre
1967 a Cefal al
club, naturalmente, La Caverna.
In principio erano
parecchi, poi strada facendo (e ne
avrebbero
fatta
tanta di strada) il
gruppo si concretizz in Antonio
Augello, Nico Marino, Pio Pollicino,
Leandro Parlavecchio. I primi spettacoli?
Questo
pazzo, pezzo, pizzo, pozzo, puzzo
mondo, Il polpo
di Stato, Sodoma e Camorra, Il
sesso unico, Sette noci, Cabaredia
Incidono
E
la
luna che diventa
la loro allegra sigla, e di Vincenzo
Curreri
lanciano
Comu lunna che
porteranno ad un
successo clamoroso. Vengono applauditi da Rosa
Balistreri, Ignazio
Buttita, Otello Profazio, e diventano
subito i beniamini
del grande pubblico.
Nel 1970 inizia il
loro sodalizio con
Siracusa. Era stata la poetessa Sofia Iannello che,
durante un convegno a Cefal, aveva visto i Cavernicoli e me li aveva
segnalati. Cos li
contattai e li feci
venire alla Nottola
per la prima volta per il Teatro di
Sicilia. Simpatizzammo subito, e
vollero creare un
gemellaggio con
noi.
Alla Nottola tornarono spesso, e io
li portai anche in
vari circoli cittadini,
sempre accolti con
grande
entusiasmo dal pubblico
siracusano. Poi li
chiamano a Milano, cantano in uno
show con i Pooh
coi quali andranno
in giro, cos come
successivamente con Christian e
Cocciante.
Un loro disco si inser in Alto gradimento di Arbore e
Boncompagni. Approdarono ai mitici
teatri Manzoni di
Milano e Sistina di

Sicilia 10 novembre 2016, gioved

10 novembre 2016, gioved

Riserva Ciane
e Saline
Protocollo per
la riqualificazione
dellarea

La fine delle attivit del gruppo, nel 2010,


dovuta alla
morte del fondatore, autore
dei testi e principale animatore del gruppo,
Nico Marino.
A fianco e sotto, lo storico gruppo cabaret-folk
siciliano.

Ricordando
i Cavernicoli
che da qui presero il volo
Dal gemellaggio col Teatro di Sicilia
40 anni di carriera fino ai successi con la Rai

Roma.
Ed ecco cos per
loro la chiamata
RAI-TV in un programma di Gianni
Morandi. E allora
che Antonio Augello, per motivi
di lavoro, esce dal
gruppo
sostituito da Gigi Nobile.
Nel 1977 Armando
Greco
consegna
loro il Premio Capodieci,
mentre
io conferisco sul
palcoscenico
del
Vasquez il Premio

Sicilia-Il Paladino.
Nel 1978 ricevono
a Catania il Premio Etna doro, e
per la famosa Fonit-Cetra registrano Cavernicolissimevolmente.
Renzo Arbore li
vuole a Laltra
domenica,
poi
li chiamano nel
1979 a Domenica
in di Corrado, e
lanno dopo a Domenica in di Pippo Baudo, invitati
successivamente

da Telemontecarlo. Ma Gigi Nobile, vigile urbano


nella vita, stenta a
seguire le lunghe
trasferte del gruppo ed costretto
a lasciare sostituito
da Mario Marino,
fratello di Nico.
Nel 1981 lincontro con Michele
Guardi (RaiUno 6
puntate), con Sereno Variabile e
con RaiTre. Il 1982
registra un incremento notevole di

partecipazioni, anche
conducendo
Onda verde (RaiUno) li vedr alla
ribalta per 5 anni.
Ormai volano sulle
ali del successo,
e li vuole anche
Maurizio Costanzo. E ormai, anno
dopo anno, un turbine di partecipazioni a spettacoli
di grande popolarit fino al mondovisione del 1991
con Nino Frassica,
e in cinema girano

Mario e il mago.
I premi piovono
uno dopo laltro.
Nel 2001 recitano
in Nati stanchi di
Ficarra e Picone.
Impossibile riferire
tutto dei Cavernicoli. Poi la morte
prematura di Pio
Pollicino e quella
successiva di Nico
Marino
chiudono
amaramente lepopea dei Cavernicoli
la cui fama e le cui
gesta sono ora riscontrabili anche
su internet. Li ricordo oggi con laffetto di sempre come
quando li ho avuti
come ospiti eccezionali in tantissimi
miei spettacoli ed
in altre edizioni del
Premio Internazionale Sicilia Il Paladino.
E
infine: vollero
venire a Siracusa,
la loro citt di adozione che segn
linizio
dei
loro
successi, per festeggiare col mio
Teatro di Sicilia i
40 anni della loro
attivit riscuotendo
ancora una volta
entusiastici,
prolungati e vibranti
applausi dal pubblico presente con
una standing ovation.

Venerd prossimo presso la Sala degli


Stemmi in via Roma conferenza stampa e la firma del protocollo d'intesa tra il
Libero Consorzio Comunale di Siracusa
rappresentato dal dott. Giovanni Arnone e le associazioni ambientaliste
(Lega Ambiente Siracusa, Associazione Lipu, Associazione Siracusa
San Paolo Apostolo, Natura Sicula,
Italia Nostra Onlus, Comitato Parchi
Siracusa, Naturalchemica Siracusa e
Siracusa Forum). Il Libero Consorzio
Comunale di Siracusa e le associazioni

Sicilia 3

ciascuno per quanto di rispettiva competenza e specificit attiveranno azioni


finalizzate alla tutela, valorizzazione,
fruibilit e riqualificazione della Riserva Naturale Orientata Fiume Ciane e
Saline.
Tra le iniziative che le parti intendono
mettere in campo, il varo di un Tavolo di Indirizzo Permanente (TIP) che
avr il compito di valutare la tipologia
di interventi da attuare nell'ambito della
Riserva; promozione di attivit di volontariato per un monitoraggio continuo e

SiracusaCity

costante dell'ecosistema; attivazione di


tutte le azioni utili alla riqualificazione
della Riserva, compreso il reimpiego
del materiale legnoso proveniente da
potatura o dalla rimozione della vegetazione che servir per la realizzazione di
tavoli, panche, paletti per staccionate,
segnaletica, pannelli espositivi.
Sar impegno del Libero Consorzio Comunale di Siracusa, ente gestore della
Riserva, di supportare e sovraintendere
a tutte le attivit per la salvaguardia e la
valorizzazione della Riserva Orientata.

Commissione Antimafia
Sentiti Armaro e Palestro

Armaro ha lasciato un rapporto di 4 pagine mentre


Palestro nel corso della sua audizione ha depositato
una memoria di oltre 80 pagine con allegati vari.

roseguono le audizioni dinanzi alla


commissione parlamentare regionale
Antimafia a Palermo. Ieri mattina di
scena davanti alla
commissione il presidente del consiglio
comunale Santino
Armaro e del consigliere Alberto Palestro. I due sono
stati
intrattenuti
complessivamente
separatamente per
ben tre ore, Armaro
ha parlato per due
ore e unora per il
consigliere
Palestro.
Bocche cucite al
termine delle audizioni sia da parte
dei commissari sia
da quella degli auditi. Il presidente
Nello Musumeci si
limitato a riferire che
la commissione ha
deciso di non intervenire sui contenuti
di queste audizioni,
confermando, per,
che sono state entrambe molto lunghe e approfondite. Particolarmente
articolata
sembra
essere stata laudizione del consigliere Palestro, il
quale ha depositato
parecchio materiale, fra documenti
e fascicoli che la
commissione dovr
esaminare. Il presidente Musumeci ha
lasciato intendere
che la commissione si riservata di
potere
riconvocare Palestro in una
prossima audizione,
a conclusione della
visione e dellanalisi
della documentazione in loro possesso.

E presumibile che
largomentazione di
Palestro sia stata
attorno allo scontro dialettico avuto
con la consigliera
Simona Princiotta
nellaula consiliare,
che poi si trasferita in quelle giudiziarie. E presumibile
anche che Palestro
abbia risposto con
riferimento
alle
vicende
relative
allaffidamento della gestione degli
impianti sportivi. Il
primo a recarsi a
Palermo per essere ascoltato stato

in foto, la commissione regionale antimafia prima dellaudizione.

il sindaco Giancarlo
Garozzo seguito dal
consigliere Simona

Princiotta e dall'av- lamentare nazionale


vocato
Giuseppe Pippo Zappulla.
Calafiore, poi il par- Le audizioni davan-

Lo afferma il presidente di Confesercenti Siracusa, Arturo Linguanti

Siracusa deve mantenere


la sua camera di commercio
Tiene

viva lattenzione la vicenda


laccorpamento volontario delle camere di commercio di
Siracusa-Catania e
Ragusa. Liniziativa
intrapresa, da ex consiglieri Camerali di
Siracusa, denominata: Siracusa Protagonista ha raggiunto
nei giorni scorsi un
primo traguardo. Il
Senato ha approvato quanto proposto
in merito alla modifica riguardante lart.
3 della legge Madia. Lemendamento, presentato dalla
commissione Industria che sancisce di
fatto la possibilit di
recedere dallaccorpamento. Lemendamento, proposto dalla vice presiden- te

Sopra. Arturo Linguanti.

della
commissione
Paola Pelino, modifica di fatto il testo del
decreto
legislativo
con il quale si proceder allistituzione
delle nuove camere
di commercio.
Sullargomento
interviene il presidente di Confesercenti

Siracusa, Arturo Linguanti, che ribadisce


che necessario ribadire con forza che
Siracusa deve mantenere la sua Camera
di Commercio. Questo per due ordini di
motivi.
In primo luogo va
considerato che at-

tualmente la Camera
di Commercio svolge molteplici attivit,
in diversi ambiti non
esclusivamente commerciali, comprensivi
anche della formazione al lavoro per i giovani e del sostegno
delle attivit economico-produttive - prosegue Linguanti -.
evidente a tutti che la
forte crisi occupazionale, soprattutto giovanile, della nostra
provincia non pu
che peggiorare, qualora venissero a mancare nuovi stimoli.
In secondo luogo
non possiamo permetterci che la provincia di Catania, che
gi monopolizza l'organizzazione turistica
riducendo al minimo
la permanenza di tu-

ti alla commissione
regionale antimafia
proseguiranno nei
prossimi giorni. Secondo un calendario approssimativo,
molto probabile
che il prossimo a
essere
escusso
sar lex presidente
del consiglio comunale, Leone Sullo,
anchegli coinvolto
nei cosiddetti veleni al Vermexio, che
si dimesso dalla
carica dopo essere
stato raggiunto da
un avviso di garanzia per il reato di
favoreggiamento,
ma mantenendo la
carica di consigliere
comunale.
Pensiamo di chiudere listruttoria del
caso Siracusa entro la fine del mese
di novembre, dice
il presidente della
commissione, Musumeci, che ha fatto intendere come
le audizioni sono in
fase di conclusione,
ormai.
risti nel nostro territorio, diventi anche
arbitro unico della
gestione delle nostre
attivit commerciali.
La partita estremamente importante,
non possiamo permetterci di perderla
e di veder definitivamente ridotta la provincia di Siracusa a
mero satellite di Catania, privata di ogni
di potere decisionale
conclude il presidente di Confesercenti Siracusa, Arturo
Linguanti - .
E che fine farebbero
i beni acquistati nel
tempo con le quote
associative
versate dagli imprenditori
Siracusani?
Tiriamo fuori l'orgoglio dei nostri antenati, cerchiamo di rinforzare sodalizi con
territori a noi pi affini e portiamo avanti questa battaglia,
avendo come unico
obiettivo l'interesse
superiore della nostra
bellissima Siracusa.

SiracusaCity 4

Sicilia 10 novembre 2016, gioved

Alla Regione una soluzione


per salvare lex Provincia

10 novembre 2016, gioved

Gruppo Augustea
chiude nel porto
megarese: a rischio
28 posti di lavoro

In commissione Bilan- Nel corso dell'audizione ascoltati il commissario, Giovanni Arnone, e il


cio dell'Ars, presieduta
dal siracusano on. Enzo
Vinciullo, sancito il principio che gli stipendi
arretrati dei dipendenti
delle ex Province regionali debbano essere "garantiti" - e quindi
saldati - entro il 31 dicembre 2016.
La linea di principio vale
a maggior ragione per
l'ente siracusano, in
difficili situazioni economiche. Proprio per
salvaguardarlo dal rischio default, attenzioni
particolari per il Libero
Consorzio di Siracusa
oggi in commissione
Bilancio, con l'impegno
dei deputati regionali
Pippo Sorbello e Marika
Cirone di Marco.
Nel corso dell'audizione sono stati ascoltati
il commissario straordinario, Giovanni Arnone,
e il ragioniere generale
Cappuccio, insieme ad
una delegazione di dipendenti.
"Sono stati illustrati i
numeri dell'ente e con
documenti incontrovertibili alla mano abbiamo
dimostrato che l'attuale
mancanza di risorse
colpa del prelievo forzo-

In foto, la commissione Bilancio allArs.

so dello Stato operato


per il riequilibrio della finanza locale: Siracusa
ha dato qualcosa come
19,5 milioni. Solo Catania e Palermo hanno
sacrificato di pi", spiega Pippo Sorbello.
Per potere chiudere
l'anno senza patemi,
al Libero Consorzio
di Siracusa servono 9
milioni per pagare gli
stipendi da giungo a
dicembre ai 532 dipendenti; 3.150.000 per
Siracusa Risorse (104

lavoratori, stipendi da
maggio a dicembre);
altri 483.000 euro per
l'accantonamento delle
ultime mensilit dell'anno per i mutui e altri
3.883.000 per coprire
le anticipazioni effettuate dalla Tesoreria per gli
stipendi di marzo, aprile
e maggio scorsi.
"Entro dieci giorni dobbiamo portare da 18 a
25 milioni, con i lavori
d'aula, le somme a disposizione delle tre province in crisi (Siracusa,

Ifronto
l Gruppo Aaustea SpA non apre le porte al consindacale e d il via alle procedure di mobilit

(legge 223/91) per le due imprese del gruppo, la


Augustea Holding SpA e la Augustea Tecnoservice Srl. Unoperazione che riguarda 28 lavoratori.
Il Gruppo Augustea, nella riunione di ieri mattina
dice il segretario provinciale della Filt Cgil, Vera
Uccello ha confermato di voler chiudere la sede
di Augusta, per quanto mantenga nella sede megarese sia navi sia commesse, confermando pertanto
lavvio della mobilit per i 28 lavoratori (impiegati
in attivit di programmazione economico/amministrativa, organizzativa, commerciale e finanziaria a
tutto il Gruppo Augustea SpA), salvandone non pi
di 5 o 6. Una scelta aziendale che certo noi della Filt
non possiamo accettare e per questo abbiamo interrotto il tavolo delle trattative e proclamato lo stato
di agitazione. Da domani partir lo sciopero e nel
frattempo i lavoratori resteranno a braccia incrociate. Il gruppo Augustea la societ capo del gruppo armatoriale Augustea, che opera nei principali
settori marittimi del rimorchio portuale e rimorchio
di altura, con servizi marittimi affidabili ed efficienti, conosciuta in tutto il mondo marittimo e facente
capo alla famiglia degli Armatori Cafiero/Zagari.
Le motivazioni addotte dal gruppo Augustea per
la messa in mobilit, sono legate alla disdetta del
contratto di prestazioni di servizi da parte di Rimorchiatori Augustea, disdetta che ha impattato, a dire
della dirigenza aziendale, sull'attivit dei lavoratori
coinvolti nel servizio.

soci non hanno voluto rinunciare ai piccoli eventi di animazione, babbi natale,
slitte, giochi e caramelle per i piccini, e
quest'anno ci sar anche il tradizionale
Mercato di Natale probabilmente con la
preziosa collaborazione della dirigenza
del Liceo Quintiliano che potrebbe mettere a disposizione il parcheggio della
scuola chiuso per le vacanze natalizie.
Un colpo d'occhio e un altro motivo di
attrazione anche per i turisti che solitamente si limitano ad affollare il centro
storico di Ortigia. Anche in questo caso,
per incoraggiare le visite al Cenaco
Acradina Grottasanta, la delegazione
chieder al Comune l'istituzione di una
fermata bus navetta anche in zona viale
Tisia che faccia spola da e per Ortigia,
sinora ubicata non oltre il monumento dei Caduti. Dal 15 novembre sino a
marzo in ogni caso sar possibile prendere il bus navetta dalla vicina via Tunisi e Parco Robinson. Ma non ancora
l'optimum per i commercianti di via Pitia. Dulcis in fundo, si ritorna a pensare
seriamente alla eventuale realizzazione
della Lotteria di Capodano Cenaco che
ha sempre attratto centinaia di persone
alla Cittadella dello Sport. L'evento ha
subito negli ultimi anni una battuta d'arresto ora c' grande voglia di riprendere
la bella tradizione.

LIas

Fissando ludienza preliminare per l11 gennaio 2017

non pu rimanere in questo


caos amministrativo. Pertanto venerd necessario trovare una soluzione
immediata che porti alla conclusione di
questa situazione di confusione totale".
Lo dice il deputato all'Ars di Ncd, Enzo
Vinciullo.
"Occorre subito trovare una guida autorevolissima che rappresenti in pieno
il socio di maggioranza, che assuma su
di s, senza delega alcuna, tutte le responsabilit per consentire allIndustria
acque siracusane di uscire dal pantano
in cui lha portato lattuale Consiglio di
Amministrazione verso cui va tutta la
mia assoluta sfiducia.
Una presidenza autorevolissima, una
presidenza a tempo limitato che porti
il recalcitrante Consiglio di Amministrazione dellIAS a rispettare le leggi votate dal Parlamento siciliano, a ridurre i
componenti del Cda, in modo da ridurre
i costi, a fare pagare a tutti ci che dovuto alla Societ, in quanto c il rischio
di distrazione di fondi pubblici, ovvero
di un utilizzo di somme poco consono
al rispetto della norma. Ci posto - ha
proseguito Vinciullo - occorre anche
prorogare, per altri 6 mesi, il servizio e
in questi 6 ulteriori mesi di rinnovo, che,
sia chiaro, lultimo consentito dalla
Legge, attivarsi cos come non ha fatto

consigliera Simone Princiotta accusata di diffamazione. Il gip del tribunale di Siracusa, Andrea Migneco,
ha ritenuto ammissibile lopposizione alla richiesta di
archiviazione avanzata dal pubblico ministero Marco Di Mauro nei confronti della consigliera comunale
Simona Princiotta, accusata in questa circostanza di
diffamazione, fissando ludienza preliminare per l11
gennaio.
Lopposizione stata avanzata dal legale difensore,
Aldo Ganci, del giornalista Giuseppe Guastella, che
ha denunciato la consigliera comunale nellambito di
una registrazione di conversazione tra la consigliera
Princiotta e lallora presidente del consiglio comunale Leone Sullo, in cui, riferendosi alla pubblicazione
di un articolo sul settimanale Il Diario, si dava spazio alle dichiarazioni dellex collaboratore di giustizia
Rosario Piccione a proposito dei rapporti avuti con
Princiotta, la consigliera si sarebbe spinta in considerazioni e giudizi poco lusinghieri nei confronti del
direttore del settimanale. Il sostituto procuratore Di
Mauro, nel chiedere larchiviazione della posizione
di Princiotta, ha sostenuto che Guastella era stato
rinviato a giudizio per diffamazione aggravata nei
confronti di Princiotta e poi perch le frasi ritenute diffamatorie dalla difesa di Guastella, sarebbero
state proferite da Sullo e non da Princiotta, in terza
analisi, la scriminante a favore di Princiotta perch
si voluto la condotta di Princiotta appare finalizzata a dimostrare la falsit del contenuto dellarticolo
pubblicato sul Diario e la strumentalizzazione della

La piacchiava per gelosia


in manette un 60enne

II Carabinieri del Comando Stazione di Cassibile

il Consiglio di Amministrazione precedente e lAssessorato, oltre lIrsap".

hanno arrestato in flagranza di reato un uomo V.C.


60enne, di Cassibile incensurato, per il reato di
maltrattamenti in famiglia. Lintervento dei Carabinieri, chiamati dalla moglie, arriva allapice dellennesima aggressione delluomo per motivi di gelosia.
Il 60enne infatti, oltre ad aver minacciato, offeso e
percosso la donna con calci e pugni le ha sottratto
la scheda sim del cellulare per impedirle di poter
utilizzare il cellulare. Giunti allabitazione dei due
coniugi i militari hanno riportato luomo alla calma,
mentre la donna stata trasportata allospedale
Umberto I di Siracusa per le cure del caso. Dopo le
incombenze di rito larrestato, cos come disposto
dallautorit giudiziaria di Siracusa, stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari, in unabitazione diversa da quella familiare.

Gallerie al buio, Cgil chiede interventi

Polizia: Prosegue la campagna antitruffe

Cenaco, pronto il progetto Natale 2016 IAS,sollecitataunaguidaautorevole


Decolla il progetto di riqualificazione e proroga di altri sei mesi

Partecipata assemblea dei soci Cenaco Acradina Grottasanta presieduta da


Franco Veneziano. Diversi i temi trattati,
ambulantato selvaggio, carenza parcheggi, bilancio comunale e relativa assegnazione dei contributi ai Centri Naturali
Commerciali, ma la riunione stata concentrata sul programma di Natale 2016.
Intanto, sono salve anche quest'anno le
luminarie. L'assemblea ha votato per il
si. Si conta di accendere le luci per fine
mese. Se tutto va bene, prima di Natale
Via Tisia, Pitia e Largo Dicone, aree dove
si registrata la maggior adesione al progetto, saranno caratterizzate dalle armoniche campate aeree illuminate a festa.
Tutto finanziato coi soldi dei negozianti
Cenaco che hanno contribuito economicamente al progetto irrinunciabile. L'invito
del presidente Veneziano, giusto sottolinearlo, era stato esteso anche ai non soci
Cenaco. "Pi siamo meno spendiamo e
pi bella la nostra zona commerciale",
questo il motto passato per giorni e giorni
sui social. L'esito non stato del tutto positivo in termini di adesioni, ma il Cenaco
non demorde, e sceglie di andare avanti nonostante il silenzio imbarazzante e
l'immobilismo poco edificante del resto
dei commercianti che desiderano stare
al buio e al silenzio per tutto il periodo di
Natale. Per meglio allietare l'atmosfera i

Processo per diffamazione


a carico di Simona Princiotta
N
uova udienza ieri mattina al processo che vede
in contrapposizione il giornalista Pino Guastella e la

ragioniere generale Cappuccio, insieme ad una delegazione di dipendenti

Ragusa ed Enna). Ma
chiaro che almeno 15
milioni devono essere
poi destinati a Siracusa.
Su questo non arretriamo", assicura l'on. Sorbello.
Al suo fianco, Marika Cirone di Marco.
"Siamo ottimisti che si
possa fare in fretta",
spiega. "E' una partita
importantissima. Stiamo cercando di evitare
il default: sarebbe un
dramma di proporzioni enormi. Per adesso
l'obiettivo superare
questo 31 dicembre
senza sconquassi e ripartire dal nuovo anno
con maggiore capacit
di cassa". Questo l'auspicio dei due deputati
siracusani in Commissione Bilancio.
"In parallelo - aggiunge
Pippo Sorbello - stiamo
avviando tutte le operazioni necessarie per
recuperare altre risorse
per i servizi sociali. Le
cooperative aspettano
da un anno il pagamento. Siamo impegnati per
dare risposte concrete".

La consigliera si sarebbe spinta in considerazioni e giudizi poco lusinghieri nei confronti di Pino Guastella

La segretaria provinciale della Filt


Cgil, Vera Uccello, lancia un attacco allAnas che ancora oggi non ha
provveduto a ripristinare gli impianti di
illuminazione nelle gallerie lungo lautostrada Siracusa-Catania. E inconcepibile che le gallerie restino al buio,
a dispetto dei rischi che tale situazione comporta agli automobilisti. Nonostante le numerose riunioni in Prefettura e i conseguenti solleciti allAnas
perch provvedesse alla risoluzione
del problema, ancora non si vede un
solo intervento. La segretaria della Filt siracusana non solleva solo
la questione relativa ai rischi per gli
automobilisti, ma anche quella riguardante i disagi per gli autotrasportatori.
Vista la pericolosit delle gallerie al
buio, il prefetto emise unordinanza
con cui veniva fatto divieto di transito nelle gallerie per i mezzi pesanti.
Gli autotrasportatori, pertanto, sono
costretti a transitare lungo le strade
statali e provinciali, per bypassare il
tratto delle gallerie, con inevitabili pesanti difficolt.

Prosegue senza sosta limpegno della Polizia di Stato contro il fenomeno delle truffe agli anziani attraverso la campagna Non siete soli #chiamatecisempre.
Liniziativa si concretizza in due spot ideati da Gianni
Ippoliti, con la collaborazione degli attori Fabiana Latini e Giovanni Platania. Ieri il primo dei due spot
stato lanciato attraverso il profilo Facebook della Polizia di Stato. Nei trailers vengono mostrate le truffe
pi ricorrenti come, ad esempio, quelle tra le mura
domestiche in cui i malfattori si spacciano per appartenenti alle forze dellordine o per tecnici del gas. Lobiettivo quello di sensibilizzare i cittadini ad essere
cauti quando alla porta si presenta uno sconosciuto.
Il messaggio che viene lanciato semplice e preciso: abbiate maggiore prudenza e chiamate la Polizia.
Sono purtroppo tanti gli episodi in cui i cittadini over
65 vengono avvicinati e raggirati. I casi registrati,
infatti, a livello nazionale, mostrano un aumento del
19% nel primo semestre del 2016 rispetto allo stesso
semestre dellanno precedente. Questo anche grazie
alle campagne di sensibilizzazione portate avanti dalla Polizia che hanno prodotto due effetti positivi: il primo che gli anziani adesso sono sempre pi informati
riguardo ai raggiri di cui possono rimanere vittime e,
sempre pi spesso, riescono loro stessi a sventare le
truffe; il secondo consiste in unaccresciuta consapevolezza del fenomeno da parte dei cittadini.

pubblicazione. La difesa del giornalista, invece, insiste sulla propria tesi, producendo il dischetto in cui
registrata la conversazione Princiotta-Sullo da cui
si evincerebbe la paternit delle frasi oggetto della
contestazione. In buona sostanza, per il pubblico
ministero avrebbe dovuto essere denunciato Sullo e
non Princiotta.
Mentre attesa per l11 gennaio ludienza preliminare per questa vicenda, sette giorni dopo approda
davanti al gup la vicenda parallela, quella per la quale il giornalista Guastella che deve rispondere di
diffamazione aggravata nei confronti di Princiotta, e
il consigliere comunale Sullo, invece, accusato di
favoreggiamento, reato per il quale lo scorso anno
ha deciso di dimettersi dalla carica di presidente del
consiglio comunale.
Secondo la ricostruzione fatta dal sostituto procuratore Andrea Palmieri, titolare dellinchiesta, Sullo
avrebbe avvicinato nel corso di una pausa di una
seduta in aula, il 20 ottobre del 2013, la consigliera comunale, Simona Princiotta, avvertendola di
unimminente campagna diffamatoria sulla stampa
organizzata da tre rappresentanti dell'assemblea se
avesse continuato a denunciare gli sprechi di denaro pubblico. Un articolo, pubblicato qualche giorno
dopo sul settimanale diretto da Guastella, in cui sono
state riportate le dichiarazioni dellex collaboratore di
giustizia Piccione sia su una presunta sua relazione con Princiotta, sia sul fatto che la stessa avrebbe
ospitato in casa sua Alfredo Franz, in quel periodo
latitante. Dichiarazioni che Princiotta ha sempre negato sostenendo essere prive di fondamento.

Sicilia 5

SiracusaCity

In flagranza di reato Salvatore Occhipinti


e Francesco Salemi, 48 anni, siracusani

Arrestati altri due pusher


I carabinieri recuperano
20 dosi e 275 euro

Salvatore Occhipinti

Francesco Salemi

N
ella notte marted i Carabinieri dellAliquota Radiomobile della Compagnia di Siracusa hanno arrestato

in flagranza di reato Salvatore Occhipinti, 39 anni,


Francesco Salemi, 48 anni, entrambi di Siracusa e
pregiudicati, per il reato di detenzione ai fini di spaccio
di sostanza stupefacente.
I Carabinieri impegnati in un servizio antidroga in una
delle piazze di spaccio della citt, hanno individuato
i due arrestati mentre effettuavano delle cessioni di
droga a locali acquirenti. Gli operanti sono cos intervenuti riuscendo a recuperare 20 dosi di marijuana, e
275 euro in pezzi di piccolo taglio a testimonianza che
la somma provento dellattivit di spaccio.
I due sono stati accompagnati in caserma per le
incombenze di rito e su disposizione dellA.G. di
Siracusa, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari
nelle rispettive abitazioni.

Nel

Siracusano 6

10 NOVEMBRE 2016, GIOVED

Sicilia 10 NOVEMBRE 2016, GIOVED

Successo a Siracusa della rassegna itinerante Paesaggi


di mare, promossa dallassessorato regionale al Turismo
C una Sicilia an-

cora tutta da scoprire. Nonostante sia


tra le mete al mondo
pi amate e visitate,
la Trinacria una
miniera di bellezze e
sensazioni che aspettano di essere esplorate. C' una Sicilia
ignota persino a se
stessa. O meglio a chi
ne fa parte e dovrebbe coglierne appieno
lo spirito pi profondo. Piu che un'isola
un continente, indecifrabile anche a chi
lo studia, tentando di
sciogliere lenigma,
e invece si scontra
con un rompicapo
insolubile, un mistero insondabile.
Forse per limpossibilit (oggettiva?) di
ricondurre ad unit
il groviglio - tanto
affascinante quanto complesso - delle
millenarie stratificazioni di civilt, Fenici, Greci, Romani, Bizantini, Arabi,
Normanni, fonti ad
un tempo di ricchezza culturale e di inestricabili contraddizioni. Sono questi gli
spunti salienti emersi
nel corso del terzo
appuntamento della
rassegna itinerante
turistico-letteraria
Paesaggi di mare,
promossa dallAssessorato regionale
al Turismo e approdata sabato 5 novembre a Siracusa,
nella splendida sede
dellIstituto
superiore internazionale
di scienze criminali. I posti previsti
per il pubblico nella ex Chiesa di San
Francesco di Paola
non sono bastati ad
accogliere tutti gli
spettatori richiamati
ad Ortigia dal prestigioso quartetto dei
protagonisti, formato
da Matteo Collura,
Vittorio Sgarbi, Pippo Pattavina e Dino
Rubino. Si conferma cos il successo
della rassegna voluta dalAssessore re-

Applauditi protagonisti: Matteo Collura, Vittorio Sgarbi,


Pippo Pattavina e Dino Rubino

gionale del Turismo,


Sport e Spettacolo
Anthony Barbagallo
con lobiettivo di destagionalizzare i flussi turistici, puntando
sulla
promozione
delle attivit culturali
lungo itinerari ancora
poco battuti. Lideazione e lorganizzazione degli eventi
affidata allAssociazione Taormina
Book Festival, presieduta da Antonella
Ferrara, che ha introdotto il tema dellincontro siracusano, il
pi strettamente connesso ha sottolineato - alla scoperta di
nuovi percorsi, che
obiettivo primario di
Paesaggi di mare,
un ciclo in cui letteratura, musica e teatro
si fanno complici per
un approccio esperienziale alle bellezze della Sicilia. La
conversazione, come
si anticipato, sispirava in particolare
alle esplorazioni proposte dal libro Sicilia sconosciuta. Itinerari insoliti e curiosi
(Rizzoli, 2009) del
giornalista e scrittore
siciliano Matteo Collura, a cui si deve, tra

laltro, Il maestro di
Regalpetra, impareggiabile biografia di
Leonardo Sciascia,
cui stato legato da
un profondo rapporto
di stima ed amicizia.
Il volume, splendidamente illustrato con
le foto di Giuseppe
Leone e Melo Minnella, conta ormai
numerose edizioni e
conquista il lettore
per la densit e lintensit della scrittura,
emersa dalla sapiente
lettura di Pippo Pattavina, attore tra i pi
rappresentativi della
scena teatrale italiana.
A moderare lincontro stato chiamato
un italianista come
Rosario Castelli, docente dell'Universit
di Catania.
Da quali ragioni, se
di ragioni si tratta,
nasce la difficolt di
conoscere e possedere fino in fondo la
Sicilia? Forse perch,
ricordava Castelli,
citando Borgese la
Sicilia un'isola che
non abbastanza isola, o perch come
sosteneva Bufalino
bisogna confrontarsi non con una, ma

cento Sicilie. Ancora pi articolata


la
configurazione
proposta dallo stesso
Collura di unisola che a sua volta
un sistema di isole,
vuoi rispetto al macrocosmo
sociale
come in seno al microcosmo familiare e
individuale. La Sicilia sconosciuta di
Collura un percorso
emotivo ed emozionale, che non vuole
essere esaustivo ma
concorrere alla causa
di una rivalutazione
non ovvia delleccellenza
isolana,
sintetizzava Sgarbi,
con lorgoglio del
siciliano di adozione
e il consueto spirito
sagace e salace.
I "consigli" di viaggio di Collura propongono a Palermo i
capolavori dello scultore Giacomo Serpotta" o Villa Palagonia; "Il bosco della
Miraglia" messinese;
lisoletta dello Stagnone nel trapanese,
il borgo marinaro di
Scopello o Mazara
del Vallo, la citt pi
'africana' della Sicilia; nellagrigentino
la contrada di Piran-

dello, Caos. E ancora il "Convento del


Gattopardo" a Palma
di Montechiaro, e
Racalmuto, ossia la
"Regalpetra" di Sciascia; Caltabellotta,
le zolfare di Caltanissetta, Agrigento,
Enna, il capoluogo
pi elevato d'Italia.
N potevano mancare, lungo il periplo,
Ragusa e Catania barocche, i papiri sulle
rive siracusane del
fiume Ciane, l'Etna
possente e l'"arazzo
di fuoco" di Caltagirone; Capo d'Orlando e lomaggio al
poeta Lucio Piccolo.
Senza dimenticare
le isole minori che
fanno parte del Mito
della Sicilia.
Unisola diversa e
cangiante, nel mutare
del cielo, della natura e soprattutto degli
umori.
Dal pi solare versante orientale le atmosfere si fanno via
via pi cupe, fino al
giudizio di Giuseppe Tomasi di Lampedusa che defin il
paesaggio
interno
irredimibile, malcelato pessimismo
che andava ben oltre

lintento descrittivo.
A questa inevitabile
citazione, il confronto tra i relatori accende ulteriormente
linteresse delluditorio: lanalisi si concentra proprio sulla
concreta possibilit
chiede Castelli - di
rovesciare quel verdetto di irredimibilit emesso nel
Gattopardo, dai tre
relatori definito, con
dovizia di argomentazioni, romanzo cardine dellItalia postunitaria, che deve
proprio alla Sicilia
la sua letteratura pi
pregnante, da Verga
a Pirandello ai giorni
nostri.
E dunque come sottrarsi a un destino
che sembra gi scritto? Proprio con la
cultura della legalit
ed una comunicazione efficace che punti
laccento su una terra
di straordinaria bellezza, talento e capacit, evidenzia Sgarbi. Terra di mafia che
sconfigge la mafia,
come ha affermato
Collura, che contro
Cosa nostra ha lanciato i suoi strali in
tanti articoli e pubblicazioni, ma in questo
libro evita anche solo
la parola, mai nominata. Uno schiaffo
ai mafiosi, ignorarli:
scelta coraggiosa e
intelligente non gettare ombre nocive sui
percorsi consigliati
ai viaggiatori, quelli
che dal Grand Tour
ad oggi hanno reso
la Sicilia una meta
agognata e irrinunciabile.
Lincontro di Paesaggi di mare, nel
cuore della Giudecca, si chiuso con
lentusiasmante
e
applaudita
performance
pianistica
del musicista etneo
Dino Rubino, peraltro altrettanto valente
trombettista. La sua
sensibilit ha fatto
rivivere sulla tastiera
le melodie siciliane e
gli standard internazionali, sfoderando
le doti che ne fanno
un elemento di punta del jazz non solo
italiano. Come volevasi dimostrare, uno
di quei talenti che il
mondo ci invidia.

Furti, omicidi e contrabbando


nei papiri del Museo del Papiro

Da

Alcune denunce nei papiri greci del III sec. a.C.: un marito denuncia
la moglie per furto (La mia casa vuota!) e una madre lassassinio del figlio

sabato 12 novembre 2016 lesposizione dei papiri del


Museo del Papiro
Corrado Basile si
arricchisce di nuovi
reperti che raccontano storie di furti,
omicidi e contrabbando di oppio. I ritrovamenti papiracei
rappresentano una
fonte preziosa per
le nostre conoscenze. Come noto vi
sono papiri letterari,
documentari, contabili ecc. e papiri che
raccontano storie di
vita quotidiana. Tra
i papiri della collezione del Museo del
Papiro, la pi ampia
dellItalia meridionale
e comunque unica in
Sicilia, ve ne sono
alcuni che hanno
suscitato interesse e
che sono stati tradotti
e commentati da noti
papirologi.
Interessante un
papiro scritto il 16
agosto dellanno 223
a.C., proveniente da
Muchis (Arsinoites,

Egitto), che racconta


la singolare storia di
un uomo che denuncia La mia casa
vuota!, in quanto la
propria moglie aveva portato via tutti i
beni. Hatheres, figlio
del sacerdote del dio
Sokonporchnubis
del villaggio di Muchis, denuncia che in
occasione di una sua
assenza la moglie

Relazione sulla efficacia dei vaccini svolta dal Dottore Anselmo Madeddu e dal Dottore Erminio Di Pietro

ella sala convegno


dell'Hotel Parco delle
Fontane si svolta la
cerimonia dell'apertura
dell'anno sociale 20162017 dell'Associazione
Mogli Medici Italiani e
la celebrazione della
"Giornata Nazionale
AMMI". La Presidente
Mariannella Mangiafico Valenti nel saluto
alle socie e ai convenuti ha esposto la
necessit del tema
scelto "Vaccini e disinformazione mediatica.
La diffidenza causa la
scarsa copertura vaccinale e ricompaiono
gravi malattie da tempo debellate con rischi
mortali" affidato nel suo
svolgimento al Dottore
Anselmo Madeddu e al
Dottore Erminio Di Pietro. Nello stesso tempo
ha ricordato San Luca
quale protettore dei
medici e degli artisti e
a tal motivo il trio formato da Elisa Saladino
Giuliano (medico) alla
batteria, e dai maestri

Thaues andata via,


portando con s tutto
ci che era in casa.
Hatheres elenca tutti
gli oggetti mancanti
e il rispettivo valore.
Tra gli oggetti rubati elenca tra laltro
un trofeo, una catena doro, un grande
vaso, due statue,
scatole di alabastro,
un tessuto siriano di
lana, un asciugama-

ni, due armadi, due


paia di sandali, un
coltello ed anche un
tavolo fatto di papiro. evidente che
si tratta di articoli casalinghi o personali,
che
generalmente
venivano portati in
dote. Pertanto, non
si tratterebbe di un
vero furto in quanto
presumibile che, in
caso di scioglimento

LAssociazione mogli medici italiani ha aperto lanno sociale


2016-2017 e ha celebrato la Giornata nazionale Ammi

Antonio Granata al
sassofono e Giacomo Carveni alla chitarra hanno eseguito
con successo una
performance di musiche da film famosi.
A entrare subito in
argomento stato il
Dottore Mededdu, il

quale ha evidenziato
quanto i vaccini siano delle risorse straordinarie, pi efficaci
delle medicine per
proteggere bambini e
adulti da gravi malattie con le loro conseguenze e salvare la
vita. I vaccini hanno

la funzione di sollecitare la produzione di


anticorpi e di insegnare al sistema immunitario a riconoscere e
combattere l'agente
patogeno. A questo
servono i vaccini, ha
replicato il Dottore Di
Pietro con cifre alla

Sicilia 7

Nel

Siracusano

del contratto di matrimonio, gli oggetti sarebbero ritornati alla


donna. Il papiro
stato studiato e commentato dai papirologi Hermann Harrauer
(Vienna) e Rosario
Pintaudi (Messina).
Gli altri due papiri greci, risalenti
anch'essi al III sec.
a.C., sono stati recuperati
ambedue
dallo stesso pettorale di mummia. Il
primo papiro una
denuncia di omicidio
e di contrabbando
in Oxyrhynca, nel
distretto Polemone.
Una donna di nome
Hathyr
scrive
al
capo della polizia di
Oxyrhynca per denunciare lassassinio
del proprio figlio. La
donna denuncia che
un certo Petoporas,
contrabbandiere di
oppio e di olio, ha
ucciso suo figlio Zenodoros ed afferma
Lo dimostro! cos
ho scritto a Voi perch ne abbiate conoscenza. Il papiro
stato tradotto e commentato dai papirologi Hermann Harrauer
(Vienna) e Klaas
Worp (Amsterdam).
Laltro papiro un
abbozzo di enteuxis
scritto nel 236 a.C.,
redatto in Oxyrhynca. In breve, una

donna di nome Tenes, figlia di Marres,


scrive al re Tolemeo:
Subisco ingiustizia
da parte di Herodes mio marito. La
donna racconta che
ha stipulato un contratto di matrimonio,
portando in dote 420
dracme con la clausola che il marito le
avrebbe fornito ogni
mese 4,75 artabe
di grano e per il vestiario ogni anno 48
dracme. Il marito,
presumibilmente inadempiente, saputo
che la moglie stava
per ricorrere al tribunale dei crematisti
per la restituzione
della somma portata
in dote, ha presentato un esposto al
capo della polizia per
ostacolare liniziativa
della moglie. Si tratta
verosimilmente di un
matrimonio misto tra
un greco e una donna egizia ed interessante rilevare che
gi nel III sec. a.C.
una donna egizia potesse intentare una
causa davanti ad un
tribunale. Il papiro,
assegnabile al regno
di Tolemeo Filopatore, si conservato
quasi per intero nel
testo ed stato studiato dal papirologo
Guido Bastianini (Firenze).

mano, e si rendono
pi che mai necessari
oggi per scongiurare
il rischio del ritorno di
malattie dimenticate a
fronte delle polemiche
e della disinformazione. I vaccini prima di
essere introdotti nel
sistema sanitario nazionale subiscono una
validazione in base
alle caratteristiche di
sicurezza ed efficacia.
Attualmente i vaccini
sono divisi in due categorie obbligatori e
consigliabili. Al primo
gruppo appartengono
quelli contro l'epatite
B, il tetano, la difterite,
la poliomielite. Al secondo gruppo appartengono quelli contro il
morbillo, la parotite, la
rosolia, la pertosse, la
meningite C, il pneumococco, la varicella,
il papilloma virus.
Le vaccinazioni pediatriche sulle quali si
sono soffermati i due
medici sono importanti per la protezione dei

bambini dalle malattie infettive gravi, che


potrebbero esporre a
importanti complicanze. Proteggere il proprio bambino significa
proteggere anche gli
altri quelli che non lo
sono stati e quelli che
non possono essere
vaccinati. Spesso per
disinformazione i genitori si preoccupano
degli effetti nocivi dei
vaccini: Ma i risultati
e le precauzioni adottate dal medico inducono a superare ogni
perplessit e i vaccini
sono la giusta risposta immunitaria con
benefici che durano
tutta la vita. Molti sono
stati gli interventi al dibattito che seguito e
l'incontro si concluso
con una nuova piacevole performance del
trio musicale e con la
presentazione di dieci
nuove socie raggiungendo l'AMMI il lodevole numero di cento
iscritte.

Nel

Siracusano 8

Sicilia 10 NOVEMBRE 2016, GIOVED

entidue anni fa,


papa Giovanni Paolo secondo era a
Siracusa per dedicare il santuario della
madonnina delle lacrime a Maria, elevandolo a tempio.
Una ricorrenza che
stata ricordata sui
social network dal
professore Marco Fatuzzo, che allepoca
era sindaco della citt
di Siracusa e che accolse il Santo Padre
durante i due giorni
trascorsi nella nostra
citt. Ecco che cosa
scrive Fatuzzo sul
suo profilo facebook:
Il 5 novembre 1994,
22anni fa: un incontro straordinario e
indimenticabile con
un papa riconosciuto santo subito, vox
populi. Per me una
grazia speciale; per
la comunit cittadina
e per la Chiesa locale
una carezza di Dio.
Ancora oggi i siracusani ricordano quei
giorni con immutata
commozione.
Soprattutto quel bagno
di folla alla balza
dAcradina,
dove
papa Wojtila ha rivolto un saluto alla
citt, oggi testimoniato dal cippo che
ricorda quellevento.
Questo il discorso
che pronunci quel
giorno il Santo Padre:
Signor Sindaco, Illustri Autorit civili
e religiose, Fratelli
e Sorelle di Siracusa!
Era tutto pronto lo
scorso mese di maggio per il nostro incontro. Ma il noto
incidente accadutomi
proprio alla vigilia
della partenza ed il
successivo periodo di
convalescenza hanno
ritardato la mia visita. Oggi sono lieto
di potermi finalmente trovare tra voi, in
questa Citt, cos ricca di storia e di cultura, di arte e di bellezze naturali, assurta
ben presto per la naturale collocazione
e per limportanza
economica e politica
ad una posizione predominante nel Mediterraneo.
Vengo in questa citt che fu una delle
pi vaste e popolose

Ventidue anni fa Papa


Giovanni Paolo II a Siracusa

metropoli dellepoca
antica e diede i natali
a forti personalit nel
campo della poesia,
dellarte, della scienza, fra cui Epicarmo,
Teocrito e il sommo
Archimede, che la
resero depositaria dei
valori culturali e spirituali della classicit.
Saluto in voi, cittadini
di Siracusa, gli eredi di questo glorioso
passato e i custodi di
un patrimonio di civilt che occorre far
fruttificare anche nel
nostro tempo. A voi
il compito di interpretare con sensibilit
moderna il messaggio
sempre attuale della
classicit.
Saluto il Signor Sindaco, Prof. Marco Fatuzzo, e lo ringrazio
per le elevate parole
di benvenuto rivoltemi a nome di tutti voi.
Saluto il Presidente
della Regione, onorevole Franco Martino,
al quale pure sono
vivamente
riconoscente per le cordiali
espressioni. Saluto le
Autorit amministrative e militari presenti. Saluto, infine, con

fraterno affetto il Pastore dellArcidiocesi, Mons. Giuseppe


Costanzo, il Clero, i
Religiosi ed i Laici
della Comunit ecclesiale.
A tutti grazie per la
calorosa accoglienza!
Lo splendore della
vostra terra, la purezza del cielo, lazzurro
del mare rendono pi
bello e gioioso il mio
passaggio in questo
ricco e fertile terreno
di civilt e di umanit, dove fu abbondantemente sparso il
seme del cristianesimo, giuntovi lungo
litinerario che port
il Vangelo da Gerusalemme, attraverso la
Magna Grecia, fino a
Roma.
Ci attestano gli Atti
degli Apostoli (cf. At
28, 12), che lo stesso san Paolo venne
a Siracusa e vi rimase tre giorni, durante
i quali la parola di
Cristo, da lui annunciata, fece breccia nel
cuore degli abitanti
di questa Citt. Essa,
gi colma della luce
del sole e dellarte,
fu cos inondata dallo

splendore della fede.


con lo stesso slancio dellapostolo Paolo che oggi io vengo a voi, per rendere
testimonianza
alla
Verit e farmi araldo
del perenne messaggio della salvezza. So
bene che Siracusa ha
avuto, fin dalle prime
origini cristiane, un
particolare legame
con Pietro. Secondo
una radicata tradizione, infatti, il primo
Vescovo, san Marciano, era discepolo
di Pietro, e fu qui inviato direttamente da
lui al tempo della sua
permanenza in Antiochia. Da allora la vostra terra, fecondata
nei momenti terribili
delle persecuzioni dal
sangue dei martiri,
ha conosciuto messi
rigogliose di vita cristiana. Testimonianza
intrepida di fedelt a
Cristo stata quella
offerta dalla gloriosa
e amata Santa Lucia,
martire del quarto secolo, venerata in tutto
il mondo cristiano. Il
13 dicembre, durante
lAvvento, sempre si
celebra la memoria

10 NOVEMBRE 2016, GIOVED

obbligatoria di Santa
Lucia. Possa il suo
esempio generoso,
unito a quello di innumerevoli credenti di
ogni epoca, suscitare
una nuova fioritura
di fervore religioso e
di impegno civile, affinch con la collaborazione di tutti siano
superate le difficolt
oggi incombenti.
Questa , infatti,
lattuale situazione:
Siracusa, erede di un
passato tanto illustre,
mentre cerca di aprirsi a rinnovate prospettive di speranza,
si trova a vivere una
congiuntura economica e sociale davvero non facile.
Grava su di essa il
peso di una storia di
emarginazione, che
rischia di tagliarla
fuori dal circuito non
solo economico, ma
anche sociale e culturale della Nazione.
Ma nei Siracusani
non manca per fortuna la volont di reagire alla tentazione
della rassegnazione e
dellisolamento. Lo si
vede e lo si sente.
Cittadini di Siracusa,
il Papa qui per
condividere le vostre preoccupazioni
ed incoraggiarvi nei
vostri propositi! Non
cedete alle tentazioni
dellapatia, del torpore e della pigrizia,
che conducono allinerzia e allaccettazione fatalistica del
male e dellingiustizia. Non serve limitarsi a deplorare le
lacune della pubblica
amministrazione, la
conflittualit di gruppi politici che mirano esclusivamente al
potere anzich al servizio, il conseguente immobilismo e la
paralisi progettuale,
politica e amministrativa. necessario,
invece, impegnarsi a
dare una risposta agli
ormai annosi mali
sociali. indispensabile riacquistare il
senso e la voglia della
partecipazione.
Sono qui tra voi per
incitare tutte le forze
sane della societ a
stringersi in un nuovo impegno di solidariet costruttiva.
necessario ed urgente
che i cittadini onesti

uniscano i loro sforzi


per contrastare efficacemente le organizzazioni malavitose, e
per affrontare senza
tentennamenti i gravi
problemi del momento.
Sono venuto per dirvi: non rimanete ripiegati su voi stessi!
Alzatevi e levate il
capo! (Lc 21, 28).
Sono venuto per seminare speranza, una
speranza
creativa,
fondata sulla coscienza del vostro impegno e del compito che
la storia vi affida.
Carissimi Siracusani,
questa mia quarta
Visita pastorale in
Sicilia vuole essere
anche una significativa tappa nellitinerario della grande
preghiera per lItalia,
che si concluder a
Loreto il prossimo
10 dicembre. Avremo particolarmente
ben presente questa
spirituale intenzione
domani quando mi
sar dato di dedicare il maestoso Santuario da voi eretto
come segno di amore
e devozione alla Madonna delle Lacrime.
Il pianto di Maria
struggente manifestazione della tenerezza di una Madre,
ma anche accorato
richiamo allurgenza
della conversione. La
Madonna invita ciascuno ad una profonda revisione del suo
comportamento.
Alla Vergine delle
Lacrime affido fin
dora questo mio pellegrinaggio. Chiedo
a Lei di ottenere per
Siracusa e per lintera Nazione italiana
quella rinascita morale e sociale da tutti auspicata. Il ricco
patrimonio di cultura, civilt e umanit,
che ha reso grande
il nome dellItalia e
della Sicilia nel mondo, continui ad offrire solide basi su cui
costruire, grazie al
concorde apporto di
ciascuna componente
sociale, un futuro di
pace, di solidariet e
di sviluppo per lintero Paese.
Accompagno questo
messaggio di speranza con la mia benedizione.

Sicilia 9

Nel

Siracusano

Infibulazione: migliaia
di bimbe immigrate a rischio
Aldo Morrone, direttore dell'Istituto Nazionale per la promozione della
salute delle popolazioni migranti e per il contrasto delle malattie nella
povert, ci avverte: In Italia la legge vieta le mutilazioni genitali femminili, ma ci sono ancora medici che agiscono nell'illegalit. Ogni anno
2000-3000 bambine sono a rischio di essere infibulate

di Raffaella Mauceri

uesta
tragedia
soltanto nel nostro
paese interessa 3035mila donne, ma la
mutilazione genitale
ha dimensione planetaria, se si pensa
che nel mondo sono
oltre 120 milioni le
donne vittime di
questa pratica, in
29 paesi, con 3 milioni di bambine e
ragazzine che ogni
anno vanno ad aggiungersi al numero
spaventoso di donne che hanno subito questa sevizia
inventata da uomini
di efferata crudelt
non soltanto per assicurarsi lesclusivo
uso sessuale delle
donne, ma per annientarle nel corpo e
nellanima. Linfibulazione, infatti, compromette anche le
facolt mentali, sia
per lindicibile sof-

ferenza che si prolunga vita natural


durante, sia per la
devastante trasmissione del vissuto a
livello cerebrale.
E' un dramma nascosto quello delle
donne
immigrate
vittime di questa
pratica. Solo nella
capitale, dal 1996,
sono state curate
in diecimila. I dati
arrivano dalla ricerca svolta in quattro regioni italiane
e raccolti nel libro:
"Sessualit e cultureMutilazioni
genitali femminili:
risultati di una ricerca in contesti sociosanitari", a cura
di Aldo Morrone e
Alessandra
Sannella. Lo studio ha
esaminato un campione composto da
1.421 persone che
lavorano in ambito socio-sanitario.
Coinvolgendo 313

ino a quando il cittadino


rischia di rompersi losso
del collo percorrendo le
strade cittadine, costellate di buche e dislivelli da
somigliare sempre di pi
a un percorso di guerra,
pensa che solo figlio di
un dio minore e la cosa
finisce l, visto che a protestare, al di l di qualche
promessa non si ottiene
niente. Ma quando il dissesto e il totale abbandono riguardano le ultime
dimore dei nostri cari
c pi di un motivo per
prendersela e urlare ai
quattro venti che una
vera vergogna tenere un
Cimitero in queste condizioni. Fontanelle che non
funzionano, ampi spazi
transennati per paura di
crolli, erbacce dappertutto e un diffuso disordine,
questa latmosfera che

Sopra, Aldo Morrone, direttore dellIstituto Nazionale per la promozione


della salute delle popolazioni migranti

mediatori
culturali e 1.108 operatori
sanitari si cercato
di capire chi di loro
era venuto a contatto con bambine a
rischio di infibulazione.
Anche se in Italia,
come dicevamo, la
legge vieta questa
pratica, la situazione sempre pi
preoccupante. "Nel
nostro Paese ci
sono ancora medici
che, a pagamento,
praticano l'infibulazione - spiega Mor-

rone - ce ne accorgiamo solo quando


le donne vengono
negli ambulatori e
osserviamo danni
recenti che fanno
pensare a un intervento di questo
genere".
Spesso
le mutilazioni sono
fatte senza anestesia, con coltelli,
lame di rasoio, vetri
rotti o forbici. Situazioni a rischio che
a volte portano alla
morte per infezione
o per emorragia.
L'emorragia
che

ne consegue viene
arrestata
tamponando la ferita con
garze e bendaggi
o, nei casi migliori,
con punti di sutura.
Le
conseguenze
sono infezioni, cheloidi, tetano e addirittura infertilit,
oltre a problemi nei
rapporti sessuali e
durante il parto.
"Essere a rischio
vuol dire che potranno essere infibulate - continua
Morrone - perch
si tratta di bambine

Un tempo si faceva di tutto per renderlo presentabile almeno il giorno dei defunti

Cimiteroinabbandono,fontanellechenonfunzionano,
ampi spazi transennati per paura di crolli

In foto, il Cimitero di Siracusa

regnava nel nostro Cimitero il giorno dei defunti.


Una volta, almeno, per

una ricorrenza come que- presentabile. Oggi neansta, si faceva di tutto per che questo!
renderlo, quanto meno,
Armando Galea

che provengono da
Paesi a forte tradizione rescissoria,
come Egitto, Sudan, il Corno d'Africa e tutta la fascia
sub-sahariana. E
se non riusciamo
ad intercettarle facendo conoscere
alle famiglie la realt italiana e la legge
che vieta l'infibulazione e chi pratica
questa usanza pu
essere punito con
una pena che pu
arrivare a 12 anni
di reclusione, c' la
possibilit che questo numero passi
da rischio a realt".
In Italia abbiamo il
numero pi alto in
Europa, che in totale conta 500mila
vittime. Spesso il
problema quello
delle vacanze nei
paesi d'origine. Se
in Italia il cosiddetto taglio vietato,
c la possibilit di
superare l'ostacolo
effettuando
l'infibulazione laddove
non vietata. In
molti paesi europei, infatti, le mutilazioni vengono
eseguite nei centri
di chirurgia estetica
vaginale o in quelli
dove si fanno piercing e tatuaggi.
Contrastare il fenomeno delle mutilazioni
genitali
femminili, secondo
Morrone, possibile solo conoscendo a fondo le
sue origini e la sua
diffusione in Africa,
dove viene praticato in 28 Paesi. "E'
un fenomeno possibile tra le comunit immigrate pi
isolate. Per questo
importante lavorare con la scuola e
i mediatori culturali. Bisogna favorire
l'integrazione - dice
Per esempio si
potrebbero offrire
dei "benefit sociali"
alle donne immigrate che, formalmente, rinunciano
all'infibulazione.
Partirei da buoni
per l'acquisto di libri
scolastici, accesso
facilitato agli asili
nido e alle scuole
elementari,
strumenti che tacitano
l'integrazione".

Speciale 10

Sicilia 10 NOVEMBRE 2016, GIOVED

Inaugurato il 9 anno accademico delluniversit


della Terza Et di Canicattini Bagni

i avvicina ormai al
decennale lesperienza dellUnitre, lUniversit della Terza Et
Accademia dellUmanit, promossa
dallAmministrazione comunale del Sindaco Paolo Amenta, e
diretta dal professore
Giuseppe Di Mari,
coadiuvato dalla professoressa
Teresa
Amodio (e sino alla
sua scom-parsa anche dallex preside
Carmelo Di Mari) e
da tanti professionisti
e docenti, impegnati durante lanno nei
vari corsi.
Nellaula consiliare di
via Principessa Jolanda, alla presenza del
Sindaco Paolo Amenta e dellAmministrazione comunale, il
Presidente del Centro Diurno Anziani,
Emanuele Tringali,
ha aperto i lavori del
9 Anno Accademico
di Unitre che, come
sempre, impegna e
vede la partecipazione di tantissimi anziani, desiderosi ed impegnati ad apprendere
e ad arricchire la loro
conoscenza ed il loro
sapere, nelle materie pi varie, tra arte,
letteratura, medicina,
matematica, di-ritto,
musica, teatro e tante
altro ancora.
Ospite della vigilia
del decennale, per la
tradizionale Lectio
Magistralis dinizio
Anno Accademi-co,
stato Mons. Giuseppe
Greco, Vice Parroco,
subito dopo la sua ordinazione sacerdotale
avve-nuta nel 1958,
della Chiesa Madre
di Canicattini Bagni
dal 1959 al 1960, una
lunga esperienza di
docenza come insegnante di Lettere presso il Seminario Arcivescovile di Siracusa,
Docente di Reli-gione
presso le scuole statali, Direttore dal 2001
della Biblioteca Alagoniana,
sempre
di Siracusa, Parroco
della Parrocchia del-

Lectio Magistralis di mons. Giuseppe Greco


gi vicario generale dellarcidiocesi di Siracusa

la Sacra Famiglia dal


1978 al 1990, quando assume lincarico
di Vica-rio Generale
dellArcidiocesi sino
al 2009, Canonico
Onorario della del
Capitolo Metropoli-

Giornalisti dal 2001,


con al suo attivo numerosi saggi ed articoli.
Dopo i Saluti del Sindaco Amenta, che ha
ricordato limpegno
assunto circa die-

aggiunto Amenta -,
che una volta si consideravano anziani,
ma che oggi, grazie
allallungamento delle prospettive di vita,
sono ancor pi di
prima un legame ed

e della memoria di
inestimabile valore al
quale continuare ad
attingere.
La risposta della buona riuscita di questa
esperienza sta proprio
nel raggiungimento

Ospite della vigilia del decennale, per la tradizionale


Lectio Magistralis dinizio
Anno Accademi-co, stato
Mons. Giuseppe Greco,
Vice Parroco, subito dopo la
sua ordinazione sacerdotale
avve-nuta nel 1958, della
Chiesa Madre di Canicattini
Bagni dal 1959 al 1960

tano di Siracusa dal


30-12-1992, Commendatore dellOrdine Equestre del Santo
Sepolcro di Gerusalemme. Canonico de
gremio del Capitolo Metropolitano di
Siracusa, Membro
del Comitato Nazionale Patrimonio e
Memoria della Cultura Mediterranea
dal 20 Luglio 1999,
iscritto allAlbo dei

ci anni addietro con


lapertura dellUniversit della Terza
Et per arricchire le
conoscenze dei cittadini che per tanti anni
hanno
contribuito,
con il proprio lavoro,
la propria attivit, il
proprio impegno, a
fare cresce-re la nostra societ e la nostra
citt.
La fascia di cittadini
della terza et ha

un ponte eccezionale
con le giovani generazioni, in questi anni
hanno
partecipato
nume-rosi ai corsi tenuti da tanti docenti,
che non mi stancher
di ringraziare, dimostrando di voler essere ancora protagonisti
attivi dello sviluppo
e della crescita della societ. Loro per
noi rappresen-tano
un bagaglio culturale

dellobiettivo del decennale.


Per Mons. Greco,
lUnitre non offre
solo
lopportunit
di aprire la mente al
nuovo, ma anche e
so-prattutto i cuori,
alla ricerca della verit.
Ed sul concetto di
Verit che si sofferma
lex Vicario Generale
dellArcivescovado
di Siracusa.

Una domanda che


ci interpella, secondo Mons. Greco, e
nello stesso tempo ci
sconvolge, ad iniziare dal capire se oggi
il mondo verit o
favola, o ancora se
luomo pi maschera o mistero.
Oggi lessere delle
cose diventa sempre pi evanescente,
vuoto, e il mondo si
trasforma in una favola, svuotato dei suoi
valori, mentre la tipicit della maschera
tende a nascondere la
vera realt delluomo
e la verit, togliendo
spazio al miste,ro che
rappresenta, al contrario, la conoscenza e il
percorso della ricerca
e quindi della verit
E per far capire meglio il concetto,
Mons. Greco indica
quale esempio di questo vuoto, trasmissioni come il Grande
Fratello, dove non
esistono conoscenza
e verit, ma solo il
nulla che non arricchiscono n la mente
n tantomeno il cuore.
Per Mons. Greco esiste, comunque, un
varco per uscire dal
vuoto di verit, e questo Dio, il suo grande e smisurato amore
e la sua immensa volont di ricerca della
verit.
Concetto profondo
ed articolato ma reso
semplice da Mons.
Giuseppe Greco nel
portarlo alla conoscenza di studenti
attenti che hanno saputo apprezzarne la
preparazione, la ricchezza di linguag-gio
oltre che la semplicit.
Terminata la Lectio
Magistralis, nel ringraziare Mons. Greco
per la sua preziosa disponibilit, il Sindaco Paolo Amenta e il
Presidente del Centro
Diurno Anziani, Emanuele Tringali, gli
hanno fat-to omaggio
di un volume sullarte
e la cultura popolare
negli Iblei

Affermando che il Siracusa non meritava di vincere

u anche capitare che uno vada allo


stadio per raccontare ci che accade
nel terreno di gioco
e invece si guardi
unaltra partita su
una delle tante diavolerie tecnologiche
di cui anche i bimbi in tenera et ormai dispongono. E
il caso del collega
reggino che invece
di dare i voti in pagella ai protagonisti
del match disputato domenica scorsa
al Granillo, ha finito
col dare i numeri,
come nelle pi esilaranti commedie teatrali di Eduardo De
Filippo. Ma vediamoli da vicino questi
giudizi, limitandoci a
quelli sul Siracusa,
che la dicono tutta
sullattenzione con
cui il collega ha seguito le fasi dellincontro. Giordano ad
esempio,
migliore
in campo insieme a
Longoni, che si becca un bel 5,5, cos
impara. Stessa sorte
tocca a Pirrello che
ha disputato forse
la sua migliore partita, a Palermo che
ha svolto un lavoro
oscuro ma redditizio
e a Talamo che ha
fatto a sportellate
sia con Porcino che
col danese Knudsen
aprendo
sontuosi

Sport
Bandiera:
il comune
dedichi una
via a Pippo
Imbesi

Sicilia 11

10 novembre 2016, gioved

Quelli che domenica a Reggio


Hanno visto unaltra partita

Lamministrazione
Per gli azzurri insufficienze a go-go e naturalmente laccusa di aver rubacchiato una comunale
dedichi una
partita che un miracolo che non si sia conclusa con almeno quattro reti di scarto via della nostra citt a

Sopra, Il presidente della Reggina, Mimmo Pratic, ha invece


riconosciuto la legittimit del successo del Siracusa.
varchi nella retroguardia reggina. Infine, tanto per gradire, uno strimimzito
sei politico a tutto il
resto della banda
Sottil. E proprio a
proposito del tecnico azzurro arrivata la chicca finale di
una primizia nota, a
quanto pare, solo a
questo nostro inef-

fabile collega doltre


Stretto: lallenatore
piemontese, grazie
a questo successo,
sarebbe riuscito in
extremis a salvare
la panchina, a suo
dire, in pericolo,
smentendo clamorosamente gli attestati
di fiducia espressi
sul suo conto dal
Siracusa e dal suo

Lega Pro, settore giovanile Siracusa calcio

presidente. Ma quelli
che domenica scorsa hanno visto unaltra partita a Reggio
non sono stati soltanto alcuni colleghi
della carta stampata.
Dove li mettiamo, ad
esempio, i commentatori radio-televisivi? Per questi ultimi,
il risultato della partita che poteva be-

nissimo concludersi
con un bel quattro
a zero a favore degli azzurri, e che ha
visto una costante
e schiacciante superiorit degli aretusei, sarebbe stato
un grazioso regalo
da parte dei padroni
di casa. Anche larbitro De Angelis sul
banco degli imputati
per aver determinato con lespulsione
di Gianola, la superiorit numerica a
favore del Siracusa.
Ma vogliamo scherzare? hanno osservato inviperiti i
commentatori radiotelevisivi calabresi.
Si pu sbattere fuori,
che diamine, un giocatore solo per aver
falciato un avversario lanciato a rete
e averlo poi anche
scalciato mentre si
trovava a terra? Gli
avesse sparato un
missile, forse avrebbero capito!
Armando Galea

Pippo Imbesi, uomo


che con passione
ed entusiasmo, con
importanti sforzi economici, port nel lontano 1989 il Siracusa
Calcio in serie C1,
evento storico per la
nostra citt. Il presidentissimo,
scomparso nel gennaio
scorso, stato esempio di generosit e di
dedizione nei confronti della nostra terra, amato dagli sportivi, dalla gente della
strada, e per questo
motivo merita di essere degnamente ricordato dalle istituzioni
siracusane, alle quali
chiediamo di provvedere in tempi celeri.
Gi nel mese di febbraio il consiglio di
circoscrizione si era
attivato per lintitolazione a Imbesi dello
slargo alla fine di via
Piave, poco distante
dallo stadio, ma da
allora tutto tace inspiegabilmente, mentre in altre situazioni
lamministrazione comunale ha agito con
rapidit, cos lonorevole Edy Bandiera,
coordinatore di Forza
Italia per la provincia
di Siracusa.

In occasione della partita Siracusa-Akragas

Fazio e Falla convocati a Roma Uniti in nome della solidariet:


per la nazionale Under 15
un aiuto per i terremotati

Ancora una soddisfazione per


il settore giovanile del Siracusa
Calcio del responsabile Christian
Romano.
Due convocazioni in nazionale
Under 15 di Lega Pro a Roma per
il settore giovanile azzurro della
famiglia Cutrufo, per il giovane
Umberto Fazio e Ruben Falla.
I due giovani del vivaio aretuseo,
guidati da mister Elio Moncada e
mister Francesco Rindone faranno rientro a Siracusa, dopo questa

importante esperienza, nella


giornata di domani.
Sono estremamente soddisfatto dice il responsabile del
settore giovanile Christian Romano di queste convocazioni.
Gi al primo anno gli obiettivi
del settore giovanile rispecchiano quello che avevo progettato.
Per me limportante non vincere campionati ma riuscire,
piuttosto, a formare ottimi giocatori.

Siracusa Calcio srl, in collaborazione


con l'associazione sportiva socio-culturale "AmicidiSiracusa" e la Protezione Civile Gruppo Ross, in occasione
della partita SiracusaAkragas in programma domenica 13 novembre 2016
alle 14.30 organizza una raccoltaFondi all'interno dello stadio 'De Simone'
per dare un aiuto alle zone dell'Umbria
e delle Marche colpite dal terremoto.
Un piccolo gesto di solidariet che potrebbe significare molto, voluto dalla
societ, dal capitano Davide Baiocco,
umbro di nascita, realizzato grazie
alla collaborazione dell'Associazione
Amici di Siracusa nella figura del suo
presidente Roberto Giuffrida.
Tutti i tifosi sono invitati a donare un
piccolo contributo per il bene di tutte
quelle persone che con l'avvicinarsi
dell'inverno si trovano in grande difficolt. Ringraziamo in anticipo tutti coloro che vorranno contribuire.
Intanto al via la prevendita per la gara
di domenica 13 novembre tra Siracusa
e Akragas. I tagliandi potranno essere
acquistati nei punti vendita autorizzati
che seguono: Bar Serafino via Piave
128, Siracusa.

Ricevitoria Solidea viale Teocrito


103, Siracusa
Ricevitoria Better corso Timoleonte
1, Siracusa
Questi i prezzi validi per lintera stagione: Curva Anna: . 5,00 no ridotto
Tribuna scoperta laterale: . 10,00
ridotto . 8,00.
Gradinata: . 12,00 ridotto . 10,00
Tribuna Siringo: . 18 ridotto .
15,00.
Tribuna Socio Sostenitore: 50,00 no
ridotto.
Under 12: . 1,00 escluso la Tribuna
Socio Sostenitore.
Ridotto per le seguenti categorie: Under 18 (fino ai 12 anni compiuti), donne, over 65.
Nel rispetto delle norme e secondo
quanto previsto dal regolamento pubblicato nel sito ufficiale, le richieste di
accredito stampa dovranno pervenire
allindirizzo di posta elettronica ufficiostampa@siracusacalciosrl.it entro le
ore 15 di venerd 11 novembre.
Laccesso a tribuna stampa e sala
stampa sar consentito, senza deroghe o eccezioni, solo in presenza di
pass e regolare accredito.

SiracusaCity 12
N
ei giorni scorsi, presso la sala conferenze

della sede di Confindustria Siracusa, stato


presentato il Progetto
Chirone, realizzato dalla
Polizia Stradale con la
supervisione scientifica
della Facolt di Medicina e Psicologia dellUniversit La Sapienza di
Roma.
La conferenza, ha visto
fare gli onori di casa al
Dirigente della Polizia
Stradale di Siracusa,
Vice Questore Aggiunto
Dott. Antonio Capodicasa, il quale ha fortemente voluto ed organizzato
levento annoverando tra
i propri ospiti sia gli operatori che i Dirigenti delle
varie Sezioni Provinciali
della Polizia Stradale
della Sicilia Orientale,
pregiandosi, altres, della presenza del Dirigente del Compartimento
Polizia Stradale della Sicilia Orientale, Dirigente
Superiore della Polizia
di Stato Dott. Cosimo
Maruccia, il quale interveniva al convegno
recando il proprio saluto
di apertura lavori unito
allaugurio di un positivo riscontro, per tutti
gli operatori intervenuti,
della tematica del convegno.
Tale progetto costituisce
una vera e propria inedita strategia fortemente
voluta dai vertici della
Polizia Stradale al fine di
assicurare un pi attento
e consapevole approccio dei propri operatori
alle vittime dei sinistri
stradali.

Spettacoli

Sicilia 10 novembre 2016, gioved

Al via il Progetto Chirone


della Polizia Stradale

Al fine di assicurare un pi attento e consapevole approccio


dei propri operatori alle vittime dei sinistri stradali
E ovvio che i poliziotti non sono psicologi e
per questo il progetto
nasce con la supervisione scientifica della
facolt di Medicina e
Psicologia della Sapienza, Universit di
Roma, che aiutano attraverso le esperienze
drammatiche, vissute
dai poliziotti e vittime, a
costruire una solidariet
pi autentica e consapevole.
Spesso ci si posti il
quesito su come prepararsi a suonare un
campanello che cambier, in un attimo e per
sempre, la vita di una
famiglia a cui viene portata la notizia di un incidente mortale? Come
aiutare un genitore che
non riesce neanche
a riconoscere il corpo
del proprio figlio per il
grande dolore che sta
provando? Come alleviare la solitudine delle
vittime mantenendo con
loro un rapporto che le
tenga informate dellevoluzione (anche giudiziaria) della vicenda

dopo levento tragico?


A queste e ad altre domande rispondono le
linee guida del Progetto
Chirone, che prende il
nome dal Centauro pi
saggio e compassionevole della mitologia
greca, medico ed educatore sempre pronto a
soccorrere il prossimo
anche a rischio della
propria vita; linee guida costruite sulla base
delle tante esperienze
drammatiche,
vissute
dai poliziotti e vittime,
per costruire, anche dagli errori, una solidariet
pi autentica e consapevole.
Come gi sopra ribadito, la vera e propria

Sicilia 10 novembre 2016, gioved

Show su Rai 3 Rischiatutto; Perch si perch no Attualit su Rete 4

Un medico in famiglia su Rai 1, Elezioni USA su Rai 2


Colorado show su Italia 1, Il segreto su Canale 5
Serie tv su Rai
1 alle 21.15 la serie tv "Un medico
in famiglia" Emozioni forti e tematiche quanto mai
attuali che i nostri
protagonisti affronteranno mettendo
in campo l'intelligenza, l'esperienza, ma soprattutto
l'amore e la solidarieta' famigliare
che caratterizzano
da sempre la famiglia Martini. Storie quotidiane alle
quali il pubblico
si appassionera' e
nelle quali si identifichera'
perche'
vicine alle proprie,
raccontate con stile
moderno, leggero
ma non superficiale in un'alternanza
di divertimento e di

rivoluzione consiste nel


mutare lapproccio con i
sinistri e le vittime degli
incidenti stradali da parte degli operatori della
Polizia Stradale i quali
in passato focalizzavano i propri compiti istituzionali solo sulla ricerca
della colpevolezza e
dellattribuzione
della
stessa alle parti coinvolti nel sinistro stradale
mentre veniva ritenuto
che, ad eccezione di
spinte emotive e di assistenza dei singoli operatori, la gestione delle
vittime di incidenti stradali fosse un compito da
assolvere quasi esclusivamente da parte degli
assistenti sociali.

Il convegno ha visto
protagonisti, quale relatori, il Dott. Stefano
Guarneri, primo firmatario della legge di
recente
applicazione
sullOmicidio Stradale
e presidente dellAssociazione Onlus Lorenzo Guarneri nata per
ricordare il proprio figlio
Lorenzo quale vittima di
un sinistro stradale per
colpa di uninvasione
di corsia causata da un
conducente che guidava sotto effetto di alcol e
droga; altro pregiatissimo relatore stato il Dr.
Roberto Cafiso, Dirigente dellarea dipendenze
patologiche dellAsp di
Siracusa, il quale ha focalizzato il proprio intervento sul concetto che
spesso loperatore della
Polizia Stradale la prima persona che la vittima incontra e, pertanto,
la qualit del suo intervento ha unimportanza
decisiva per evitare la
cosiddetta vittimizzazione secondaria (cio
lesposizione ad esperienze che amplificano

le conseguenze tragiche
di quanto gi accaduto),
per guadagnare la fiducia e la collaborazione,
fondamentali nella ricostruzione dellevento, e
per contenere il senso
dinsicurezza provocato
dalle morti violente in
tutta la comunit coinvolta.
E stata, altres, chiamata, per condividere
le proprie esperienze e
competenze nellambito
settoriale, la responsabile dellUfficio Infortunistica della Polizia
Stradale di Siracusa,
Sovrintendente Daniela
Forte, la quale ha focalizzato limportanza di
Chirone soprattutto dal
punto di vista pi pratico ed immediato per gli
operatori della Polizia
Stradale. La conclusione dei lavori veniva
riservata al Dirigente
della Polizia Stradale di
Siracusa, Dott. Antonio
Capodicasa, il quale ribadiva limportanza del
Progetto Chirone, vera
e propria rivoluzione per
la formazione di una pi
completa e nuova figura
di poliziotto che, si trova
costretto sia a gestire il
proprio ruolo nel saper
proteggere, ascoltare,
informare, al fine di aiutare la vittima a riprendere il controllo e, successivamente, ad elaborare
il lutto; sia a gestire il
grado di influenza che
le ripercussioni emotive
della gestione dellevento possano influire sulla
sua vita professionale e
privata.

commozione, come
nella migliore tradizione della serie.
Non c'e' che dire:
la famiglia Martini
e' sempre piu' imprevedibile. Anche
quest'anno infatti,
per la decima stagione della serie,
molte saranno le
sorprese che divertiranno ed emozioneranno il suo
pubblico affezionato. Ci saranno tanti
nuovi arrivi ed un
graditissimo ritorno: il Dottor Lele
Martini
(Giulio
Scarpati). Si dice
che il mestiere di
genitore sia il piu'
difficile del mondo; ebbene Lele ne
avra' l'assoluta conferma perche' sara'
coinvolto in una vi-

cenda sconvolgente
e ricca di colpi di
scena. .
Attualit stasera
su Rai 2 alle 21.10
con "Elezioni USA
2016 - Speciale elezioni USA. "
Show e gioco su
Rai 3 alle 21.10
con "Rischiatutto"
Il Quiz piu' amato
dagli italiani torna a 42 anni dalla
chiusura di quello
condotto da Mike
Buongiorno. A condurre il programma
sara' Fabio Fazio,
che riproporra' lo
storico format che
ha fatto innamorare l'Italia dal 1970
al 1974. Conduce:
Fabio Fazio.
Approfondimento stasera su Rete
4 alle 21.10 il pro-

Cinema a Siracusa Indirizzi utili a Siracusa


AURORA - Belvedere
(0931-711127) ore 18:30 20:30
7 MINUTI
PLANET VASQUEZ (0931/414694)
ore 16:00 18:00
LA RAGAZZA DEL TRENO
ore 18:00 20:00 21:00
IN GUERRA PER AMORE
ODEON - Avola
(0957833939) ore 19:30 21:30
DOCTOR STRANGE

gramma "Perche' si
perche' no" approfondimento speciale sul Referendum
condotto da Paolo
Del Debbio.
Soap su Canale 5
alle 21.10 con "Il
segreto" Candela,
dopo l'aggressione
subita da Arsenio,
perde i sensi mentre
la Quinta va a fuoco. L'autopsia sul
corpo di Casimiro rivela tracce di
veleno. Benedicto

TAXI: Stazione centrale T. 0931/69722; Via Ticino


T. 0931/64323; Piazza Pancali T. 0931/60980
PRONTO INTERVENTO:
Soccorso pubblico di emergenza 113;
Carabinieri (pronto intervento) 112;
Polizia di Stato (pronto intervento) 495111;
Vigili del fuoco 481901; Polizia stradale 409311;
Guardia di Finanza 66772; Croce Rossa 67214;
Municipio 451111; Prefettura 729111;
Provincia 66780; Tribunale 494266; Enel 803500;
Acquedotto 481311; Soccorso Aci 803116;
Ferrovie dello Stato (informazioni) 892021;
Ospedali 724111; Centro antidroga 757076;
Pronto Soccorso (ospedale provinciale) 68555; Aids
(telefono verde) 167861061;
Ente Comunale assistenza 60258

continua a ricattare
Alfonso.
Show su Italia 1
alle 21.10 con "Colorado" Lo show
comico di Italia uno
torna con due conduttori d'eccezione:
Luca e Paolo. Ad
alternarsi sul palco
un fantastico cast di
comici:
Monologhisti, caratteristi,
disturbatori, visual performer e "liberi
fantasisti" che han-

no un solo obiettivo: far ridere.


Film su La7 alle
ore 21,10 con "PiazzaPulita" Corrado
Formigli conduce
l'approfondimento
di attualita' di La7.
Il dibattito, stimolato da numerosi
ospiti e da collegamenti in esterna.
, vertera' sui principali temi della politica, dell'economia
e della societa'. Sesta edizione.