You are on page 1of 35

.. .

tudGeopoltc
Ivano Giannini
af
Il male banale della
t
Dr
scuola italiana
Quando il caos organizzato diventa
istituzionale
.
Questa pagina intenzionalmente bianca
Il male banale della
scuola italiana

theimpress.com studigeopolitici editore

2014
Copyright 2017 theimpress.com
Tutti i diritti riservati

Typeset by LATEX on Linux.


indice

Introduzione v
Abbreviazioni vii

1 Una banalit del male della scuola 1

2 Tra Risorgimento e Unione Europea: centocinquantanni di scuola italiana in breve 5


2.1 Risorgimento e analfabetismo 9
2.2 Scienza, tecnologia e conoscenza: il vaccino della crescita 11
2.3 Il vaccino Risorgimentale contro lanalfabetismo 12
2.4 Governi, scuole, docenti, alunni, famiglie 14

3 La matematica italiana secondo lInvalsi 17


Bibliograa 19
Bibliograa citata nel testo 19
Bibliograa di approfondimento 20
Indice analitico 21
elenco delle figure

1.1 Gaussiane dei test Pisa 2012. 2


Questa pagina intenzionalmente bianca
v

introdu z ion e

I test PISA e INVALSI sono, o dovrebbero essere, gli strumenti con cui misurare lo stato di
salute delle conoscenze scolastiche degli alunni europei. Stato di salute che, indirettamente,
fornisce anche indicazioni utili per esprimere una valutazione sui sistemi scolastici presenti nei
singoli paesi.
I due test possono essere pensati come la bussola o il nuovo orizzonte articiale tramite il
quale riallineare, eventualmente, non solo quei programmi scolastici che non rispondono a un
sistema di conoscenze ritenuto superato, ma anche i metodi dinsegnamento e le modalit di
valutazione che, occasionalmente, vengono erroneamente subordinati ad altre esigenze, come
per esempio il mantenimento del monte ore di particolari materie.
Linsieme dei saperi e delle conoscenze, che uniti includono tutti gli elementi con i quali
possibile formulare o dimostrare la validit o la debolezza delle teorie, che permettono di
immaginare nuove ipotesi, azzardare congetture, esplorare percezioni e coltivare pensieri1
anche complessi, stato costantemente svuotato sino a ridursi a una maldestra somma, neppure
cos omogenea, di soli obbiettivi e competenze.
Limpoverimento non solo delle strutture, ma anche dellintero sistema scolastico italiano
ha trasformato, contratto e in qualche modo paradossalmente semplicato, complice anche il
continuo erodere delle risorse tout court, la cultura, la formazione e listruzione che da troppo
tempo continua a funzionare, per cos dire, in un regime di sottrazione.
Sistema scolastico che, senza alcuna sorpresa, ha diviso la geograa dellistruzione italiana
nelle tre fasce territoriali di nord, centro e sud. Un nuovo tipo di geopolitica, quella che si occupa
di interpretare le relazioni che esistono tra territorio, istruzione, politica ed economia, fornisce
quindi gli strumenti con cui recuperare non solo il gap interno (nazionale), ma anche quello
esterno che separa gli Stati scolasticamente pi virtuosi dallItalia.
Determinare i fattori che rendono ineciente o inadeguato il sistema scolastico di un paese
complesso non solo per la particolare risonanza con cui istituzioni e cittadini si scambiano
richieste2 , ma anche a causa di quei fragili equilibri con cui leconomia di un paese incide
sullistruzione tanto e quanto listruzione incide sulleconomia.

1 La distinzione tra il concetto di pensiero e quello di percezione anche se sfuggente e sfumato non aatto casuale.
Le neuroscienze, la losoa, la psicologia, la pedagogia e altre scienze non hanno ancora ben chiaro il sistema di
relazioni che legano il pensiero e la percezione e, quindi, i processi cognitivi in grado di sfruttarle.
2 Per esempio lo Stato che chiede ai propri cittadini di contribuire al funzionamento del sistema didattico, e i cittadini
che chiedono allo Stato di fornire adeguati strumenti con cui erogare i relativi servizi.

theimpress.com StudiGeopolitici
Questa pagina intenzionalmente bianca
vii

abbre v i a z ion i

PISA Operation Enduring Freedom. il nome con cui il governo degli Stati Uniti ha
deciso di indicare alcune delle operazioni militari condotte dopo gli attentati dell11
settembre 2001.

INVALSI International Security Assistance Force. Missione di supporto al governo


dellAfghanistan che opera sulla base di una risoluzione dellONU.

theimpress.com StudiGeopolitici
Questa pagina intenzionalmente bianca
una banalit del male della scuola

C un solo bene: il sapere. E un solo male:


lignoranza
Socrate
1
H
anna Arendt 1 era convinta che istituzioni scolastiche e governo.
il male iniziasse ad essere bana- Che cos quindi la banalit? E listruzio-
le nellistante in cui, persa quella ne praticata nella scuola secondaria pu vera-
natura perda, diabolica e mali- mente trasformarsi in un male declinato se-
gna che solitamente gli si attribuisce, si tra- condo regole tanto banali da diventare pratica
sforma nellasettica natura di una pratica bu- comune? Secondo quale riessione linsegna-
rocratica. Il male evocato dallArendt era quin- mento segue non un percorso strutturato e
di orrendamente e naturalmente scale, forma- interdisciplinare, ma un metodo che con pa-
le e pedante. Quasi amministrativo. Era il do- ziente e burocratica costanza, annichilisce sa-
lore provocato da un male che prese corpo e peri e conoscenze e introduce, al loro posto,
divenne norma con la soluzione nale nazista obiettivi e competenze tarati per fornire so-
della seconda guerra mondiale e che annull, luzioni da settimana della snge? la Dresda
annient, intere generazioni di ebrei. Era la dellistruzione e della cultura?
norma che banalizz, burocratizzandolo, il
Lattuale male dellistruzione secondaria
concetto di eliminazione sica e di sterminio.
lo spasimo determinato da uno scollamento
Il paradigma arendtiano di un male che or- tra una realt che si credeva immutabile e re-
rendamente diventa banale, ovviamente solo plicabile per norma, e una realt che, proprio
un modo e un pretesto per tracciare una delle perch concretamente tangibile, mutabile e
tante linee attraverso cui un male in s si tra- mai replicabile.
sforma in una banalit quasi apatica, cinica e La societ educante di Dewey cessa di esse-
indierente. La disintegrazione dei corpi con re tale perch le capacit personali vengono
cui si tenta di cancellare la memoria e lesi- spesso compresse in progetti didattici privi di
stenza di un popolo certamente pi brutale, una vera e propria via di sfogo. Progetti che
mostruosa e ripugnante dellimpoverimento si sono immolati alla cucina gourmet di un
culturale che ferisce listruzione scolastica e paese che sembra trincerarsi dietro tradizioni
che, a vario titolo e ragione, coinvolge e rende culinarie, comunque n uniche n tipiche, o
corresponsabili, insegnanti, famiglie, studenti, che tentano di fagocitare lm di autore tan-

1 Hanna Arendt, storica, losofa e scrittrice tedesca poi naturalizzata statunitense, lautrice del libro La banalit del
male in cui la ricostruzione del processo contro il criminale nazista Adolf Eichmann celebrato in Israele anche
loccasione per per ricostruire la natura di un male che acquista in banalit quello che invece perde in capacit di
pensiero.
2 Scuole medie e ancora pi tristemente scuole secondarie aprono progetti curriculari basati su concetti gastronomici
primordiali, murales privi di senso, edizioni giornalistiche scolastiche auto-da-f senza futuro ecc. Gli esempi di
2 Una banalit del male della scuola

0.005

Nord Ovest
0.004
Nord Est

Centro
0.003
Sud

Sud Isole
0.002

0.001

0.000
300 400 500 600 700 800

(a) Gaussiana relativa al test Pisa in matematica in Italia. Dati elaborati da theimpress.com.

0.005
Danimarca Finlandia Austria
Belgio
Estonia Danimarca
Estonia
Finlandia
Francia
0.004 Germania
Irlanda
Islanda
Italia
Lettonia
Paesi Bassi
Polonia
0.003 Portogallo
Regno Unito
Rep . Ceca
Rep . Slovacca
Slovenia
Spagna
Svezia
0.002

0.001

300 400 500 600 700 800

(b) Confronto con altri paesi europei. La gaussiana relativa allItalia quella in colore giallo. Dati elaborati da
theimpress.com.

Figura 1.1: Gaussiane dei test Pisa 2012.

theimpress.com StudiGeopolitici
Una banalit del male della scuola 3

to, quanto e come la banalit del male fantoz- ne mal gradita o una iniziativa che, in ogni
ziano celebrava e reinterpretava La corazzata caso, deve comunque giungere direttamente
Potmkin di Sergej Ejzentejn2 . dallistituzione scolastica.
La scuola ha cessato di sperimentare se stes- Si tratta di una nuova specie di denizione
sa nellistante in cui i tanti e opposti governi circolare altro male banale in s in cui ognu-
che si sono alternati, hanno deciso che listru- no degli aspetti professionali, sociali, culturali
zione poteva e doveva essere un fondo cassa e occupazionali, viene denito non tramite un
dal quale prelevare risorse con cui coprire al- capitale umano da valorizzare e promuovere,
tri tipi di spese. E i test Invalsi e Pisa [Inv12a; ma secondo la schizofrenia di parametri, spes-
Inv12b] (vedi g. 1.1a-1.1b a pag. 2), dimostrano so distorti, in cui quello stesso capitale uma-
tristemente che il trend negativo delle perfor- no viene morticato e ridotto a puro termine
mance scolastiche degli studenti italiani pu aleatorio per il quale non prevista n una
essere invertito solo con una decisa volont vera forma di controllo, n un protocollo di
politica, un impegno che si protrae negli anni verica n, quindi, un formale provvedimento
e per un tempo certamente non breve. in grado di sanzionare non solo gli eventuali
E se il rendimento degli studenti declina abusi, ma impedire anche che si ripetano4 .
verso la paludosa sovrastima di risultati poco
credibili, quello dei docenti sembra seguire,
anche se con frequenza e natura dicilmente
identicabili, un destino che si intreccia con
quello degli studenti. Un destino, che buro-
cratizzando linsegnamento, banalizza chi lo
esercita e chi, in quella stessa banalit, non
riesce a cogliere quel particolare male teso a
proteggere pi le rendite di posizione acqui-
site che il sapere, listruzione e la cultura tout
court.
Le barricate culturali che si formano allin-
terno della scuola, non consentono neppu-
re di aggiornare quello che facilmente e con
poca fatica potrebbe essere quantomeno ri-
visto, discusso e, almeno in parte, sostituito.
Lautoregolazione dellapprendimento3 , che do-
vrebbe facilitare la gestione autonoma del
processo di preparazione e di aggiornamento
professionale di ogni individuo, percepita
spesso come una imposizione, una disposizio-

criminalit culturale sono ancora molti.


3 Self-Regulated Learning secondo la letteratura scientica internazionale.
4 Ci si riferisce in particolare al caso delle graduatorie di IIIa fascia (non abilitati) e IIa fascia (abilitati), in cui i servizi
prestati, e quindi punteggi poi attribuiti, sono praticamente una dichiarazione del docente che dovr scegliere un
massimo di venti scuole presso cui candidarsi.

theimpress.com StudiGeopolitici
Questa pagina intenzionalmente bianca
tra risorgimento e unione europea: centocinquan-
tanni di scuola italiana in breve

indic e c a p i t ol o
2.1 Risorgimento e analfabetismo

2.3 Il vaccino Risorgimentale contro lanalfabetismo


9
2.2 Scienza, tecnologia e conoscenza: il vaccino della crescita
12
11
2
2.4 Governi, scuole, docenti, alunni, famiglie 14

Viviamo sotto un governo di uomini e di


giornali del mattino
Wendell Phillips

C
on lunificazione dellItalia che cittadina o regionale, ignorando del tutto quelle
inizia nel 1861, che prosegue nel della nazione italiana . . .
1866 con lannessione del Veneto Era quindi nata una nazione il cui popolo
e di Venezia e che termina nel 1870 non riconosceva, come sperato e dovuto, la
con quella del Lazio e di Roma, i problemi poli- presenza di uno Stato al quale venivano sot-
tici, economici, sociali, agricoli e manifatturie- tratti quei sentimenti che, per converso, appa-
ri vengono ora spalmati su lintera supercie rivano ancora fortemente legati al territorio
italiana. pi prossimo.
Lo Stato, anzi gli stati, diventavano ora una E non quindi un caso se Massimo
nazione che veniva declinata attraverso luni- dAzeglio nelle sue memorie scrive [dA67,
cit di elementi etnici, linguistici, culturali e pag. 7]1
religiosi. Ma la nazione appena nata fu orfana
Ma a fare il proprio dovere, il pi delle vol-
di uno Stato che non riusc mai a consolida- te fastidioso, volgare, ignorato, ci vuol forza di
re nei propri cittadini appena aggregati, quel volont, e persuasione che il dovere si deve adem-
senso per le istituzioni che rendono la diade piere non perch diverte o frutta, ma perch
stato-nazione funzionale al proprio sviluppo. dovere; e questa forza di volont, questa persua-
sione, quella preziosa dote che con un solo vo-
LItalia era unicata per decreto ma non cabolo si chiama carattere, onde, per dirla in una
per coscienza. Come scrive Alberto Mario parola sola, il primo bisogno dItalia che si for-
Banti [Ban09] in Il Risorgimento italiano mino Italiani dotati dalti e forti caratteri. E pur
troppo si va ogni giorno pi verso il polo oppo-
. . . sentimenti municipalistici inclinano ancora sto: pur troppo s fatta lItalia, ma non si fanno
molti a privilegiare le ragioni della piccola patria glItaliani.

1 Gli storici Simonetta Soldani e Gabriele Turi attribuiscono la paternit della frase fatta lItalia, bisogna fare gli italiani
non a Massimo dAzeglio, ma a Ferdinando Martini nel suo Fare gli italiani. Scuola e cultura nellItalia contemporanea.
6 Tra Risorgimento e Unione Europea: centocinquantanni
di scuola italiana in breve

Gli italiani allora chi sono? Il Risorgimen- no (o spagnolo) potrebbe e forse dovrebbe
to italiano a chi si rivolge e come viene essere interpretato attraverso il suo opposto
raccontato e accolto? lanalfabetismo, sinterseca in qualche modo
Un tentativo di risposta pu essere dato con il racconto letterario e contestatario che
analizzando il tasso di alfabetismo della popo- precede lunicazione dellItalia.
lazione allindomani della proclamazione del Tra il 1815 sino allunicazione il romanti-
Regno dItalia. Dalla tabella 2.1 (cfr. [Vec11]) si cismo italiano fu lipotesi con la quale alcuni
ricava che a fronte di un 27% circa di italiani scrittori e musicisti (come anche pittori) ten-
che sapeva leggere, lalfabetismo di quella stes- tarono di dare una nuova e inedita voce alla
sa Europa coeva era spalmato, tranne alcune battaglia civile e politica del Risorgimento.
scontate eccezioni, su valori mediamente pi Giacomo Leopardi con il canto AllItalia,
alti. Domenico Guerrazzi con il romanzo Lasse-
Svezia e Olanda sono gli Stati dove, con il dio di Firenze, la lirica delle Poesie di Giovanni
loro 90%, lalfabetismo indica e segna una net- Berchet, il romanzo storico dellEttore Fiera-
ta distanza tra i sistemi istituzionali di quei mosca di Massimo DAzeglio, il Marco Visconti
due paesi, evidentemente avanzati per i ca- di Tommaso Grossi, le memorie che celebra-
noni di allora, e la nascente nazione italiana no Le mie prigioni di Silvio Pellico, la canzone
ancora in cerca, se non proprio di unidentit, incompiuta Il proclama di Rimini di Alessan-
almeno di una speranza. dro Manzoni con cui esprime il sostegno al
Tassi di alfabetismo ancora elevati si riscon- proclama di Gioacchino Murat alla lotta per
trano inoltre in Prussia e in Svizzera (80%), in lindipendenza, o la ode Marzo 1821 composta
Inghilterra (70%) e in Austria e Francia (60%). credendo nellintervento armato di Carlo Al-
Il Belgio raggiunge un onorevole 55% di alfa- berto di Savoia2 deniscono i termini di una
betismo, mentre quella della Spagna (25%) narrazione che aronta, in modo pi o meno
praticamente comparabile con quello italiano. netto, velato o evidente, la volont di essere
Oltre lAtlantico e nelloceano Pacico si nazione tra le nazioni.
trovano invece le due nazioni in cui si riscon- A volte senza una chiara e specica vo-
trano elevati tassi di alfabetismo: gli Stati Uni- lont, si cimentano nella narrazione storico-
ti con un lodevole 80% e il Giappone con rivoluzionaria anche musicisti come Giusep-
quel 64% destinato ad aumentare piuttosto pe Verdi con il Nabucco, i I Lombardi alla lo-
rapidamente. ro prima crociata e lErnani 3 , Giacomo Rossini
Il tasso di alfabetismo, che nel caso italia- con il Guglielmo Tell 4 , Vincenzo Bellini con la

2 I versetti 31 e 32 della ode contengono uninteressante denizione del concetto di nazione: Una darme, di lingua,
daltare,/Di memorie, di sangue e di cor.
3 Anche se lErnani non possiede la retorica nazional-patriottica di altre opere del tempo, alcune sue parti esprimevano
comunque una valenza risorgimentale. Come la parte in cui Elvira invoca la salvezza e che il pubblico interpreta e
immagina come il richiamo dellItalia che deve essere salvata dal tiranno austriaco che la opprime.
4 Lopera di Rossini interseca la visione patriottica italiana nella lotta per lindipendenza degli svizzeri dagli austriaci
(XIV secolo).
5 Quando nel 1859 a Milano il coro inizi a cantare Guerra! Guerra! il pubblico italiano, eccitato dalla potenza
di quelle parole, inizi ad applaudire assennatamente. Di contro, gli uciali austriaci che assistevano allopera,
iniziarono allora ad urlare e inveire contro quella platea pericolosamente tumultuosa. La preoccupazione delle
autorit austriache fu tale che, da quel giorno, al coro de la Norma fu proibito di cantare quel brano.

theimpress.com StudiGeopolitici
Tra Risorgimento e Unione Europea: centocinquantanni 7
di scuola italiana in breve

Tabella 2.1: Tasso di alfabetismo presente in Italia, in alcuni stati europei e in USA e
Giappone nel 1861 circa.
ITALIA EUROPA
Stato, regno, ducato alfabetismo Stato alfabetismo
(%) (%)
Piemonte 50,6 Svezia 90
Regno di Sardegna Liguria 34,9 Olanda 90
Sardegna 10,8 Prussia 80
Lombardia 48,7 Svizzera 80
Regno Lombardo Veneto Inghilterra 70
Veneto 36,3
Austria 60
Ducati Parma e Piacenza 22,0 Francia 60
Ducati Modena e Reggio 25,0 Belgio 55
Granducato di Toscana 27,9 Spagna 25
USA 80
Romagna 24,2 Giappone 64
Marche 18,5
Stato Ponticio
Umbria 17,9
Lazio 34,8
Abbruzzi-Molise 13,0
Campania 18,2
Puglia 14,6
Regno delle due Sicilie
Basilicata 11,0
Calabria 12,1
Sicilia 12,7
italia (valore medio) 27,0

Norma 5 o Gaetano Donizetti ne Gli esiliati in I testimoni che a quei fatti davano forma e
Siberia e nella Gemma di Vergy 6 . colore erano spesso i pittori soldato che si uni-
vano alle truppe come Gerolamo Induno7 che
Dierente invece il caso della pittura a si arruol come volontario per difendere Ro-
tema risorgimentale. Si tratta di dipinti qua- ma assediata dai francesi, Eleuterio Pagliano8
si epici dove i soggetti erano i campi di bat- che nel 1848 partecip alle Cinque giornate
taglia o i personaggi pi o meno noti che si di Milano, il macchiaiolo Giovanni Fattori9
battevano per lunit dItalia.

6 I versi di questopera mi togliesti e core e mente/Patria, Numi e Libert accesero la amma risorgimentale nel pubblico
del teatro Carolino di Palermo.
7 Dipinge per esempio La battaglia della Cernaia commissionato da Vittorio Emanuele II, La battaglia di Magenta (anche
se del 1861), La partenza del garibaldino.
8 Lo sbarco di Garibaldi e dei suoi cacciatori delle Alpi a Sesto Calende il 23 maggio 1859.
9 Il campo italiano alla battaglia di Magenta, Soldati francesi del 59

theimpress.com StudiGeopolitici
8 Tra Risorgimento e Unione Europea: centocinquantanni
di scuola italiana in breve

che pur non potendo arruolarsi come volon- propaganda rivoluzionaria funzioni meglio
tario a causa del diniego iperprotettivo dei che nelle campagne dove, appunto, il tasso di
genitori, collabor comunque con il Partito analfabetismo sorava percentuali prossime
dAzione. Da citare anche lopera di Francesco all80%.
Hayez noto soprattutto per Il bacio che sep- In una lettera rivolta a Tommaseo, lo stesso
pur ambientato in epoca medievale, evoca la Mazzini ammette[PCM12, pp. 499]:
partenza di un patriota per la guerra contro
quanto al parlare al popolo, avete ragione e par-
gli austriaci. Altro quadro importante I pro-
lerei: ma le vie mancano; ed erriamo per entro a
fughi di Parga che per i patrioti rappresenta lo un cerchio senza inoltrare. Il popolo non pu leg-
specchio della realt italiana del tempo10 . gere, o non sa leggere dove lapostolato verbale
Ci che rendeva (e che sostanzialmente ren- trova la forca, non sono a sperare apostoli. Dun-
que, tentiamo della claque, che intende far coi
de ancora) la pittura dierente dalle altre for-
discorsi e con lentusiasmo una leva per giungere
me darte, la mancanza di un esteso tessuto sino al popolo. Sorgiamo, e lo educheremo.
sociale al quale il pittore poteva rivolgersi. Si
trattava infatti di opere in gran parte com- a dire quanto la propaganda e il proselitismo
missionate da mecenati e da una borghesia in fossero non solo pi rischiosi nelle campagne
grado di apprezzarne almeno istintivamente che nelle citt, ma come lo stato dellistruzio-
il signicato. ne fosse cos drammatico da compromettere
Opere che venivano anche esposte in mo- il Risorgimento che si stava compiendo.
stre a cui, per, la parte pi povera e analfabeta Dierente, ma non per questo singolare,
della popolazione non aveva accesso. invece il caso dellopera lirica, una forma dar-
Diverso invece il caso della poesia, della te in grado di essere compresa, almeno a li-
prosa in generale, del romanzo storico in par- vello emozionale e istintivo, anche dalle classi
ticolare come anche del documento politico, culturalmente meno preparate e che, per quel-
che seppur compresi e accessibili da appena il la caratteristica quasi ancestrale che propria
27% della popolazione alfabetizzata, venivano del canto e della musica, non implicava neces-
letti, commentati, tramandati e propaganda- sariamente capacit scolastiche basilari come
ti dai rivoluzionari pi istruiti presso quel- la lettura e la scrittura.
le vaste masse di popolazione (per esempio i Il pubblico dellopera ascolta, si commuove,
contadini) dove la mancanza di istruzione era applaude, canta insieme ai cori, ripete nelle
endemica quanto le febbri che infestavano le vie, nelle case, nei mercati e nelle botteghe le
campagne. arie che risuonano come un canto patriottico.
Del resto non un caso che proprio nel- una nuova forma di ribellione il cui mezzo
le aree urbane, dove leducazione viene spal- di trasmissione e di infezione sono le opere
mata anche se in modo disomogeneo tra gli di Verdi, Rossini o Donizetti.
strati sociali appartenenti alla borghesia, alla Lopera ottocentesca italiana quindi mes-
nobilt liberale, agli artigiani e agli operai, la saggio ma anche vettore di un agente virale

10 Da citare anche La congiura dei Lampugnani dove i congiurati sono assimilati ai cospiratori carbonari.
11 Eric J. Hobsbawm [Hob06] parla per esempio del periodo tra il 1848 e il 1870 come la primavera dei popoli e di
asserzione di nazionalit (rivali). Il regno dei Savoia stabilisce lunicazione dellItalia, mentre quello di Prussia
decreta quella della Germania; il Regno di Ungheria ottiene una certa autonomia grazie al Ausgleich (sterreichisch
Ungarischer-Ausgleich, Compromesso Austro-Ungarico) del 1867; il 24 gennaio 1859 la Romania si fa invece Stato

theimpress.com StudiGeopolitici
Tra Risorgimento e Unione Europea: centocinquantanni 9
di scuola italiana in breve

inatteso e sconosciuto. la nuova ed enne- nere unit una comunit che ancora non com-
sima primavera11 europea con cui si intende prende come lingua, passato e fede possa
celebrare la volont di un popolo di farsi na- trasformarla in nazione.
zione e stato. Le idee risorgimentali vengono Ma qual la relazione che lega il Risor-
raccontate attraverso la metafora di storie di gimento, larte, la nazione e lo Stato con
un passato medievale, rinascimentale e latino. listruzione dalla quale si partiti?
Laspetto storico-culturale e quello politico
si intrecciano e generano, forse anche scien- 2.1 risorgimento e analfabetismo
temente, una nuova economia, un mercato al
quale si prestano molti artisti. E il successo Allindomani dellunicazione milioni di ita-
evidente, immediato, consolidato e anche liani si ritrovarono (quasi) improvvisamente
ripetuto. popolo di una sola nazione e cittadini di un
Ma non si tratta del solito pubblico che trat- solo Regno. Ma lunicazione riguardava gli
ta lopera darte scritta, suonata o dipinta in Stati e le istituzioni in quanto tali. Il popolo,
modo neutro, ovvero priva di legami e relazio- ancora separato tra le maglie di una lingua
ni con la societ. Si tratta di un pubblico che che si moltiplicava in dialetti spesso incom-
risponde allarte con la ribellione. Larte, in prensibili e limpossibilit di eliminare trami-
un modo o nellaltro, diventa una bussola con te listruzione i picchi linguistici di una lingua
la quale tracciare e indicare cosa nazione e che doveva essere una e una sola, continuava a
come farla diventare Stato. rimanere ancorato alla vecchia idea comunale
Alberto Banti in Il Risorgimento italia- e provinciale dellItalia del 1948.
no [Ban09], sostiene che gli intellettuali ita- Gli occupanti erano stati scontti, ma la-
liani contribuirono alla formazione di quella nalfabetismo rischiava di spaccare e stratica-
idea aatto imprecisa del discorso nazional- re un paese ancora privo di istituzioni mature.
patriottico, utilizzando la metafora della Esisteva quindi lItalia unita. Ma gli italiani
parentela. dove e chi erano?
Cos la patria si fa madre, glie e glie so- Il paese era fondamentalmente e profonda-
no fratelli e sorelle, i leader sono padri (a vol- mente rurale. La modernizzazione in senso
te fondatori) della patria. Discorso che verr sociale ed estesa a tutti gli italiani, era osta-
ripreso e ampiamente utilizzato appena set- colata dal conservatorismo della destra stori-
tanta anni dopo. E sar il ventennio fascista ca, elitista e nobiliare, ancora concentrata e
a intimare una nuova forma di risorgimento strutturata su uneconomia basata molto sul
con la quale predicare la nazione italiana in latifondo e poco sullindustria.
nome di Benito Mussolini12 . Linsegnamento elementare era adato al-
Il sangue, come prosegue Banti, diventa le poche nanze dei comuni che si trovarono
quindi il vincolo necessario che riesce a te- improvvisamente compressi tra limmigrazio-

grazie allunione dei due Principati danubiani di Moldavia e Valacchia.


12 La consanguineit vera o presunta, letterale o evocativa dellItalia soprattutto contemporanea, riesce a sfatare la
teoria dei sei gradi di separazione (http://it.wikipedia.org/wiki/Sei_gradi_di_separazione). Tutti sono
famiglia anche ne malaare e nella criminalit organizzata, tutti possiedono un conoscente in grado di garantirgli un
favore o prestare un servizio che per spesso o a discapito di altri oppure palesemente disonesto. Linterpretazione
italiana della vicinanza di sangue e della parentela innita , in questo caso, addirittura maniacale.

theimpress.com StudiGeopolitici
10 Tra Risorgimento e Unione Europea: centocinquantanni
di scuola italiana in breve

ne che ingrossava senza controllo le citt e Quella del 1886 fu per una legge resa zop-
svuotava le campagne, il miraggio di una fa- pa e debole dai tanti difetti che la rendevano
se espansiva in grado di introiettare nuove quasi inutile. Tra et minime troppo basse e
economie e la necessit, piuttosto urgente, di la fascia di applicazione che colpiva i soli set-
rimodellare e rinnovare i canoni sociali (oggi tori industriali, si estendeva infatti unampia
si direbbe welfare state). zona grigia che escludeva alcuni settori mani-
Il dibattito intorno al diritto allistruzione fatturieri come lartigianato e lagricoltura e
era stato appena aperto, ma gli ostacoli da ab- ometteva di specicare le condizioni minime
battere erano ancora molti. Le dicolt da su- dimpiego minorile nellambito commercia-
perare erano spesso legate sia alla particolare le. Le sanzioni inoltre erano piuttosto basse,
natura di quei lavori comunque mal retribuiti, mentre un corpo di ispettori ministeriali in-
faticosi e pericolosi, sia alle esigenze delle fa- suciente rendeva i controlli quasi inesisten-
miglie pi povere costrette in qualche modo ti. Inutile dire che, in quella legge, il diritto
non solo a far lavorare i loro giovani gli e allistruzione era un capitolo fantasma.
glie, ma addirittura a cederli in cambio di Interessante la considerazione che Pa-
denaro o altro tipo di beni. squale Villari[Pastt, pag. 31] fa allindomani
Il lavoro infantile era cosa comune e non ve- della scontta subita il 24 giugno del 1866 dal-
niva regolamentato da nessuna norma o legge. lesercito italiano a Custoza e della disfatta na-
Inutile dire che le risorse necessarie al lavoro vale del 20 luglio subita nelle acque antistanti
toglievano quelle necessario allo studio. Basti lisola di Lissa13 :
solo pensare che nel 1876, quindici anni dopo Bisogna per che lItalia cominci col persua-
dallinizio dellunicazione e a sei anni dal suo dersi, che v nel seno della nazione stessa un ne-
mico pi potente dellAustria, ed la nostra co-
completamento, fu presentato un progetto di lossale ignoranza, sono le moltitudini analfabete,
legge sul lavoro minorile con cui veniva sta- i burocratici macchina, i professori ignoranti, i
bilita let minima, il numero massimo di ore politici bambini, i diplomatici impossibili, i ge-
lavorative e la tipologia dei lavori consentiti. nerali incapaci, loperaio inesperto, lagricoltore
patriarcale, e la retorica che ci rode le ossa. Non
La dura ed energica levata di scudi degli il quadrilatero di Mantova e Verona che ha potuto
industriali e delle Camere di commercio af- arrestare il nostro cammino; ma il quadrilatero
fond velocemente il progetto di legge che fu di 17 milioni di analfabeti e 5 milioni di arcadi.
abbandonato in attesa di tempi migliori. Losservazione di Villari notevole non so-
Per avere una legge che in qualche modo lo per la forza delle parole, ma anche e so-
riconosca e tuteli il lavoro dei minori occor- prattutto perch fotografa una realt italiana
rer attendere il 1886. A ridosso del ventesi- che in troppi, in passato, avevano trascurato,
mo secolo la legge stabiliva infatti che nove e che in molti, nel presente, continuavano a
anni potevano essere considerati let adatta ignorare.
per un lavoro ritenuto non pericoloso, mentre Si tratta di una realt che non lascia dubbi:
quindici anni fu let che stabiliva limpiego lanalfabetismo destruttura le nazioni e disar-
in attivit ritenute rischiose. ma gli Stati rendendoli passivi e impotenti. E

13 Lesercito italiano che combatt a Custoza era comandato dai tre generali Alfonso La Marmora, Enrico Cialdini e
Giuseppe Salvatore Pianell, la otta navale italiana che a Lissa si scontr con quella austriaca era invece comandata
dallammiraglio Carlo Pellion di Persano. Lissa unisola dellAdriatico che si trova al largo di Spalato.

theimpress.com StudiGeopolitici
Tra Risorgimento e Unione Europea: centocinquantanni 11
di scuola italiana in breve

se vero che un esercito di analfabeti perico- paese che, da troppo tempo, appariva immuta-
loso quanto il nemico contro cui chiamato to e orgoglioso, legittimamente, di un passato
a combattere, anche vero che larte del co- sul quale simbastiva il presente.
mando esige quella che Sun Tzu, ne Larte della Un presente imbastito su un passato che,
guerra, individua in esatte virt: forse, Hannah Arendt avrebbe descritto trami-
te lanomalia di un male in grado di banalizza-
Il Comando riguarda chi esercita lautori-
re ogni presente e ogni futuro. Del resto cosa
t. Il comandante deve possedere le virt della
conoscenza, della sincerit, della saggezza, della c di pi maledettamente banale di uneco-
credibilit, della benevolenza, del coraggio, della nomia basata sui sapori della cucina italiana,
fermezza e della rettitudine morale. sugli areschi dipinti in epoche remote e su
unarchitettura diventata monumento?
Leredit del Risorgimento si un paese -
nalmente unito, ma anche uno stato frantu- 2.2 s c i e n z a , t e c nol o g i a e
mato dallanalfabetismo. La visione risorgi- c ono s c e n z a : i l vac c i no de l l a
mentale della nuova nazione italiana viene c r e s c i ta
sconfessata da quella olistica del suo stesso
Stato che non coincide con la somma delle ricchezza e povert delle nazioni
sue antiche parti. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer
Gli stati e i suoi abitanti rendono quella adipiscing elit. Ut purus elit, vestibulum ut,
somma dierente da quella ipotizzata da Ca- placerat ac, adipiscing vitae, felis. Curabitur
vour, Mazzini, Garibaldi o dAzeglio. E quel dictum gravida mauris. Nam arcu libero, no-
nuovo insieme reso minore proprio dalla nummy eget, consectetuer id, vulputate a, ma-
diusa mancanza di unistruzione che viene gna. Donec vehicula augue eu neque. Pellen-
sostituita dal ricordo ancora presente dei fa- tesque habitant morbi tristique senectus et
sti del rinascimento di trecento anni prima netus et malesuada fames ac turpis egestas.
e da quelli dellimpero romano che ancora Mauris ut leo. Cras viverra metus rhoncus
sopravvivono nei monumenti delle citt. sem. Nulla et lectus vestibulum urna fringilla
E quella strana convinzione la pretesa, che ultrices. Phasellus eu tellus sit amet tortor gra-
sopravvive ancora oggi, che per un Michelan- vida placerat. Integer sapien est, iaculis in, pre-
gelo, un Galileo o un Leonardo da Vinci, lin- tium quis, viverra ac, nunc. Praesent eget sem
tera popolazione italiana nessuno escluso vel leo ultrices bibendum. Aenean faucibus.
sia il prodotto geneticamente tramandato di Morbi dolor nulla, malesuada eu, pulvinar at,
padre in glio, del genio di quegli uomini mollis ac, nulla. Curabitur auctor semper nul-
raccontati nei libri di storia, di scienza e di la. Donec varius orci eget risus. Duis nibh mi,
arte. congue eu, accumsan eleifend, sagittis quis,
E quel genio che fu eccellenza e anche gusto diam. Duis eget orci sit amet orci dignissim
in quel passato secolare, sopravvive in questo rutrum.Nam dui ligula, fringilla a, euismod
presente che li sfrutta declinandoli con lenfasi sodales, sollicitudin vel, wisi. Morbi auctor
di chi crede in una mitosi data per scontata. lorem non justo. Nam lacus libero, pretium
Il Risorgimento segnava paradossalmente at, lobortis vitae, ultricies et, tellus. Donec ali-
un punto di rottura tra la volont di essere quet, tortor sed accumsan bibendum, erat li-
qualcosa di nuovo e diverso, e la realt di un gula aliquet magna, vitae ornare odio metus

theimpress.com StudiGeopolitici
12 Tra Risorgimento e Unione Europea: centocinquantanni
di scuola italiana in breve

a mi. Morbi ac orci et nisl hendrerit mollis. bi fringilla, wisi in dignissim interdum, justo
Suspendisse ut massa. Cras nec ante. Pellente- lectus sagittis dui, et vehicula libero dui cur-
sque a nulla. Cum sociis natoque penatibus et sus dui. Mauris tempor ligula sed lacus. Duis
magnis dis parturient montes, nascetur ridicu- cursus enim ut augue. Cras ac magna. Cras
lus mus. Aliquam tincidunt urna. Nulla ullam- nulla. Nulla egestas. Curabitur a leo. Quisque
corper vestibulum turpis. Pellentesque cur- egestas wisi eget nunc. Nam feugiat lacus vel
sus luctus mauris.Nulla malesuada porttitor est. Curabitur consectetuer.Suspendisse vel
diam. Donec felis erat, congue non, volutpat felis. Ut lorem lorem, interdum eu, tincidunt
at, tincidunt tristique, libero. Vivamus viverra sit amet, laoreet vitae, arcu. Aenean faucibus
fermentum felis. Donec nonummy pellente- pede eu ante. Praesent enim elit, rutrum at,
sque ante. Phasellus adipiscing semper elit. molestie non, nonummy vel, nisl. Ut lectus
Proin fermentum massa ac quam. Sed diam eros, malesuada sit amet, fermentum eu, soda-
turpis, molestie vitae, placerat a, molestie nec, les cursus, magna. Donec eu purus. Quisque
leo. Maecenas lacinia. Nam ipsum ligula, elei- vehicula, urna sed ultricies auctor, pede lorem
fend at, accumsan nec, suscipit a, ipsum. Mor- egestas dui, et convallis elit erat sed nulla. Do-
bi blandit ligula feugiat magna. Nunc eleifend nec luctus. Curabitur et nunc. Aliquam dolor
consequat lorem. Sed lacinia nulla vitae enim. odio, commodo pretium, ultricies non, phare-
Pellentesque tincidunt purus vel magna. In- tra in, velit. Integer arcu est, nonummy in, fer-
teger non enim. Praesent euismod nunc eu mentum faucibus, egestas vel, odio.Sed com-
purus. Donec bibendum quam in tellus. Nul- modo posuere pede. Mauris ut est. Ut quis pu-
lam cursus pulvinar lectus. Donec et mi. Nam rus. Sed ac odio. Sed vehicula hendrerit sem.
vulputate metus eu enim. Vestibulum pellente- Duis non odio. Morbi ut dui. Sed accumsan
sque felis eu massa.Quisque ullamcorper pla- risus eget odio. In hac habitasse platea dic-
cerat ipsum. Cras nibh. Morbi vel justo vitae tumst. Pellentesque non elit. Fusce sed justo
lacus tincidunt ultrices. Lorem ipsum dolor sit eu urna porta tincidunt. Mauris felis odio, sol-
amet, consectetuer adipiscing elit. In hac habi- licitudin sed, volutpat a, ornare ac, erat. Mor-
tasse platea dictumst. Integer tempus conval- bi quis dolor. Donec pellentesque, erat ac sa-
lis augue. Etiam facilisis. Nunc elementum fer- gittis semper, nunc dui lobortis purus, quis
mentum wisi. Aenean placerat. Ut imperdiet, congue purus metus ultricies tellus. Proin et
enim sed gravida sollicitudin, felis odio pla- quam. Class aptent taciti sociosqu ad litora
cerat quam, ac pulvinar elit purus eget enim. torquent per conubia nostra, per inceptos hy-
Nunc vitae tortor. Proin tempus nibh sit amet menaeos. Praesent sapien turpis, fermentum
nisl. Vivamus quis tortor vitae risus porta ve- vel, eleifend faucibus, vehicula eu, lacus.
hicula.Fusce mauris. Vestibulum luctus nibh
at lectus. Sed bibendum, nulla a faucibus sem- 2.3 i l vac c i no r i s org i m e n ta l e
per, leo velit ultricies tellus, ac venenatis arcu c on t ro la na l f a be t i s mo
wisi vel nisl. Vestibulum diam. Aliquam pel-
lentesque, augue quis sagittis posuere, turpis Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adi-
lacus congue quam, in hendrerit risus eros piscing elit. Ut purus elit, vestibulum ut, pla-
eget felis. Maecenas eget erat in sapien mattis cerat ac, adipiscing vitae, felis. Curabitur dic-
porttitor. Vestibulum porttitor. Nulla facilisi. tum gravida mauris. Nam arcu libero, nonum-
Sed a turpis eu lacus commodo facilisis. Mor- my eget, consectetuer id, vulputate a, magna.

theimpress.com StudiGeopolitici
Tra Risorgimento e Unione Europea: centocinquantanni 13
di scuola italiana in breve

Donec vehicula augue eu neque. Pellentesque sque felis eu massa.Quisque ullamcorper pla-
habitant morbi tristique senectus et netus et cerat ipsum. Cras nibh. Morbi vel justo vitae
malesuada fames ac turpis egestas. Mauris ut lacus tincidunt ultrices. Lorem ipsum dolor sit
leo. Cras viverra metus rhoncus sem. Nulla et amet, consectetuer adipiscing elit. In hac habi-
lectus vestibulum urna fringilla ultrices. Pha- tasse platea dictumst. Integer tempus conval-
sellus eu tellus sit amet tortor gravida place- lis augue. Etiam facilisis. Nunc elementum fer-
rat. Integer sapien est, iaculis in, pretium quis, mentum wisi. Aenean placerat. Ut imperdiet,
viverra ac, nunc. Praesent eget sem vel leo enim sed gravida sollicitudin, felis odio pla-
ultrices bibendum. Aenean faucibus. Morbi cerat quam, ac pulvinar elit purus eget enim.
dolor nulla, malesuada eu, pulvinar at, mol- Nunc vitae tortor. Proin tempus nibh sit amet
lis ac, nulla. Curabitur auctor semper nulla. nisl. Vivamus quis tortor vitae risus porta ve-
Donec varius orci eget risus. Duis nibh mi, hicula.Fusce mauris. Vestibulum luctus nibh
congue eu, accumsan eleifend, sagittis quis, at lectus. Sed bibendum, nulla a faucibus sem-
diam. Duis eget orci sit amet orci dignissim per, leo velit ultricies tellus, ac venenatis arcu
rutrum.Nam dui ligula, fringilla a, euismod wisi vel nisl. Vestibulum diam. Aliquam pel-
sodales, sollicitudin vel, wisi. Morbi auctor lentesque, augue quis sagittis posuere, turpis
lorem non justo. Nam lacus libero, pretium lacus congue quam, in hendrerit risus eros
at, lobortis vitae, ultricies et, tellus. Donec ali- eget felis. Maecenas eget erat in sapien mattis
quet, tortor sed accumsan bibendum, erat li- porttitor. Vestibulum porttitor. Nulla facilisi.
gula aliquet magna, vitae ornare odio metus Sed a turpis eu lacus commodo facilisis. Mor-
a mi. Morbi ac orci et nisl hendrerit mollis. bi fringilla, wisi in dignissim interdum, justo
Suspendisse ut massa. Cras nec ante. Pellente- lectus sagittis dui, et vehicula libero dui cur-
sque a nulla. Cum sociis natoque penatibus et sus dui. Mauris tempor ligula sed lacus. Duis
magnis dis parturient montes, nascetur ridicu- cursus enim ut augue. Cras ac magna. Cras
lus mus. Aliquam tincidunt urna. Nulla ullam- nulla. Nulla egestas. Curabitur a leo. Quisque
corper vestibulum turpis. Pellentesque cur- egestas wisi eget nunc. Nam feugiat lacus vel
sus luctus mauris.Nulla malesuada porttitor est. Curabitur consectetuer.Suspendisse vel
diam. Donec felis erat, congue non, volutpat felis. Ut lorem lorem, interdum eu, tincidunt
at, tincidunt tristique, libero. Vivamus viverra sit amet, laoreet vitae, arcu. Aenean faucibus
fermentum felis. Donec nonummy pellente- pede eu ante. Praesent enim elit, rutrum at,
sque ante. Phasellus adipiscing semper elit. molestie non, nonummy vel, nisl. Ut lectus
Proin fermentum massa ac quam. Sed diam eros, malesuada sit amet, fermentum eu, soda-
turpis, molestie vitae, placerat a, molestie nec, les cursus, magna. Donec eu purus. Quisque
leo. Maecenas lacinia. Nam ipsum ligula, elei- vehicula, urna sed ultricies auctor, pede lorem
fend at, accumsan nec, suscipit a, ipsum. Mor- egestas dui, et convallis elit erat sed nulla. Do-
bi blandit ligula feugiat magna. Nunc eleifend nec luctus. Curabitur et nunc. Aliquam dolor
consequat lorem. Sed lacinia nulla vitae enim. odio, commodo pretium, ultricies non, phare-
Pellentesque tincidunt purus vel magna. In- tra in, velit. Integer arcu est, nonummy in, fer-
teger non enim. Praesent euismod nunc eu mentum faucibus, egestas vel, odio.Sed com-
purus. Donec bibendum quam in tellus. Nul- modo posuere pede. Mauris ut est. Ut quis pu-
lam cursus pulvinar lectus. Donec et mi. Nam rus. Sed ac odio. Sed vehicula hendrerit sem.
vulputate metus eu enim. Vestibulum pellente- Duis non odio. Morbi ut dui. Sed accumsan

theimpress.com StudiGeopolitici
14 Tra Risorgimento e Unione Europea: centocinquantanni
di scuola italiana in breve

risus eget odio. In hac habitasse platea dic- sque a nulla. Cum sociis natoque penatibus et
tumst. Pellentesque non elit. Fusce sed justo magnis dis parturient montes, nascetur ridicu-
eu urna porta tincidunt. Mauris felis odio, sol- lus mus. Aliquam tincidunt urna. Nulla ullam-
licitudin sed, volutpat a, ornare ac, erat. Mor- corper vestibulum turpis. Pellentesque cur-
bi quis dolor. Donec pellentesque, erat ac sa- sus luctus mauris.Nulla malesuada porttitor
gittis semper, nunc dui lobortis purus, quis diam. Donec felis erat, congue non, volutpat
congue purus metus ultricies tellus. Proin et at, tincidunt tristique, libero. Vivamus viverra
quam. Class aptent taciti sociosqu ad litora fermentum felis. Donec nonummy pellente-
torquent per conubia nostra, per inceptos hy- sque ante. Phasellus adipiscing semper elit.
menaeos. Praesent sapien turpis, fermentum Proin fermentum massa ac quam. Sed diam
vel, eleifend faucibus, vehicula eu, lacus. turpis, molestie vitae, placerat a, molestie nec,
leo. Maecenas lacinia. Nam ipsum ligula, elei-
2.4 gov e r n i , s c uol e , d o c e n t i , fend at, accumsan nec, suscipit a, ipsum. Mor-
alunn i , f a m ig l i e bi blandit ligula feugiat magna. Nunc eleifend
consequat lorem. Sed lacinia nulla vitae enim.
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adi- Pellentesque tincidunt purus vel magna. In-
piscing elit. Ut purus elit, vestibulum ut, pla- teger non enim. Praesent euismod nunc eu
cerat ac, adipiscing vitae, felis. Curabitur dic- purus. Donec bibendum quam in tellus. Nul-
tum gravida mauris. Nam arcu libero, nonum- lam cursus pulvinar lectus. Donec et mi. Nam
my eget, consectetuer id, vulputate a, magna. vulputate metus eu enim. Vestibulum pellente-
Donec vehicula augue eu neque. Pellentesque sque felis eu massa.Quisque ullamcorper pla-
habitant morbi tristique senectus et netus et cerat ipsum. Cras nibh. Morbi vel justo vitae
malesuada fames ac turpis egestas. Mauris ut lacus tincidunt ultrices. Lorem ipsum dolor sit
leo. Cras viverra metus rhoncus sem. Nulla et amet, consectetuer adipiscing elit. In hac habi-
lectus vestibulum urna fringilla ultrices. Pha- tasse platea dictumst. Integer tempus conval-
sellus eu tellus sit amet tortor gravida place- lis augue. Etiam facilisis. Nunc elementum fer-
rat. Integer sapien est, iaculis in, pretium quis, mentum wisi. Aenean placerat. Ut imperdiet,
viverra ac, nunc. Praesent eget sem vel leo enim sed gravida sollicitudin, felis odio pla-
ultrices bibendum. Aenean faucibus. Morbi cerat quam, ac pulvinar elit purus eget enim.
dolor nulla, malesuada eu, pulvinar at, mol- Nunc vitae tortor. Proin tempus nibh sit amet
lis ac, nulla. Curabitur auctor semper nulla. nisl. Vivamus quis tortor vitae risus porta ve-
Donec varius orci eget risus. Duis nibh mi, hicula.Fusce mauris. Vestibulum luctus nibh
congue eu, accumsan eleifend, sagittis quis, at lectus. Sed bibendum, nulla a faucibus sem-
diam. Duis eget orci sit amet orci dignissim per, leo velit ultricies tellus, ac venenatis arcu
rutrum.Nam dui ligula, fringilla a, euismod wisi vel nisl. Vestibulum diam. Aliquam pel-
sodales, sollicitudin vel, wisi. Morbi auctor lentesque, augue quis sagittis posuere, turpis
lorem non justo. Nam lacus libero, pretium lacus congue quam, in hendrerit risus eros
at, lobortis vitae, ultricies et, tellus. Donec ali- eget felis. Maecenas eget erat in sapien mattis
quet, tortor sed accumsan bibendum, erat li- porttitor. Vestibulum porttitor. Nulla facilisi.
gula aliquet magna, vitae ornare odio metus Sed a turpis eu lacus commodo facilisis. Mor-
a mi. Morbi ac orci et nisl hendrerit mollis. bi fringilla, wisi in dignissim interdum, justo
Suspendisse ut massa. Cras nec ante. Pellente- lectus sagittis dui, et vehicula libero dui cur-

theimpress.com StudiGeopolitici
Tra Risorgimento e Unione Europea: centocinquantanni 15
di scuola italiana in breve

sus dui. Mauris tempor ligula sed lacus. Duis linguer Esame di Stato, che prevedeva, come
cursus enim ut augue. Cras ac magna. Cras oggi, tre prove scritte e un colloquio orale plu-
nulla. Nulla egestas. Curabitur a leo. Quisque ridisciplinare mentre la commissione, presie-
egestas wisi eget nunc. Nam feugiat lacus vel duta da un presidente esterno, composta per
est. Curabitur consectetuer.Suspendisse vel met da professori interni. - Intendeva sosti-
felis. Ut lorem lorem, interdum eu, tincidunt tuire la tradizionale suddivisione del sistema
sit amet, laoreet vitae, arcu. Aenean faucibus scolastico (Scuola elementare, media e supe-
pede eu ante. Praesent enim elit, rutrum at, riore) con una struttura basata su due cicli:
molestie non, nonummy vel, nisl. Ut lectus primario, o di base, per i bambini dai 6 ai 13
eros, malesuada sit amet, fermentum eu, soda- anni e secondario per i ragazzi dai 13 ai 18 an-
les cursus, magna. Donec eu purus. Quisque ni. - Ha elevato lobbligo scolastico a 15 anni. -
vehicula, urna sed ultricies auctor, pede lorem Nella scuola superiore, prevedeva un biennio
egestas dui, et convallis elit erat sed nulla. Do- e un triennio di specializzazione.
nec luctus. Curabitur et nunc. Aliquam dolor Riforma Moratti (2003) - Come detto pre-
odio, commodo pretium, ultricies non, phare- cedentemente abroga la riforma Berlinguer
tra in, velit. Integer arcu est, nonummy in, fer- anche se mantiene la struttura dellEsame di
mentum faucibus, egestas vel, odio.Sed com- Stato, modicandolo in alcune parti: le com-
modo posuere pede. Mauris ut est. Ut quis pu- missioni, eccettuato il presidente, sono for-
rus. Sed ac odio. Sed vehicula hendrerit sem. mate da professori interni. - Anche la rifor-
Duis non odio. Morbi ut dui. Sed accumsan ma Moratti sar poi parzialmente inapplicata
risus eget odio. In hac habitasse platea dic- perch viene bloccata lattuazione dei provve-
tumst. Pellentesque non elit. Fusce sed justo dimenti per la scuola secondaria di secondo
eu urna porta tincidunt. Mauris felis odio, sol- grado dal governo Prodi. Tuttavia si manten-
licitudin sed, volutpat a, ornare ac, erat. Mor- gono, tuttoggi, le denominazioni di Scuola
bi quis dolor. Donec pellentesque, erat ac sa- dellinfanzia, di Scuola primaria, Scuola se-
gittis semper, nunc dui lobortis purus, quis condaria di primo e secondo grado, che so-
congue purus metus ultricies tellus. Proin et stituiscono rispettivamente Scuola materna,
quam. Class aptent taciti sociosqu ad litora elementare, media e superiore. - Abolisce le-
torquent per conubia nostra, per inceptos hy- same di Licenza elementare e i programmi di
menaeos. Praesent sapien turpis, fermentum storia, geograa e scienze subiscono una deci-
vel, eleifend faucibus, vehicula eu, lacus. sa variazione: la storia romana, lo studio delle
Nel 1995, Il ministro DOnofrio (UDC allea- regioni italiane e del corpo umano sono gli ar-
ta con forza italia e parte dello schieramento gomenti che concludono quel corso di studi. -
di centro destra polo delle libert al gover- Nella Scuola primaria introduce il cosiddetto
no nel 1994) abolisce gli esami di riparazione portfolio, oggi abrogato, un fascicolo che do-
a settembre e introduce listituto del debito cumentava le esperienze, scolastiche ed extra-
formativo scolastiche, dellalunno. - Scompare sia nella
Riforma Berlinguer (1997) - Questa riforma Scuola primaria che nella Scuola secondaria
sar poi abrogata, nel 2003, dalla Riforma Mo- di primo grado il tempo prolungato. - La scuo-
ratti, per cui rimasta sostanzialmente inap- la secondaria di secondo grado prevedeva 8
plicata, se si eccettua la riforma dellesame di indirizzi liceali, uno ad indirizzo tecnico, e
maturit, denominato sinteticamente con Ber- la formazione professionale, gestita dalle Re-

theimpress.com StudiGeopolitici
16 Tra Risorgimento e Unione Europea: centocinquantanni
di scuola italiana in breve

gioni. Essa doveva essere divisa in due bienni umane. Nei due indirizzi liceali si studieran-
e un quinto anno che preparava allesame di no due lingue straniere. I settori e gli indirizzi
Stato. * Nel 2006, il nuovo ministro della P.I. degli Istituti tecnici passano da 10 settori e 39
Fioroni modica listituto del debito formati- indirizzi a due settori (economico e tecnologi-
vo, imponendo che questo venga recuperato co) e 11 indirizzi. Lorario settimanale scende a
entro linizio del nuovo anno scolastico, pena 32 eettive. Aumentano le ore di laboratorio e
la non ammissione alla classe successiva. Ri- vengono aumentate le ore dellinsegnamento
pristina, allEsame di Stato, la commissione della lingua inglese. Lultimo anno sono previ-
mista. sti stage e tirocini. I settori e gli indirizzi degli
Riforma Gelmini (2008) - Con la legge 6 ago- Istituti professionali passano da 5 settori e 27
sto 2008, n. 133, si riformano la Scuola primaria indirizzi a 2 settori (servizi e industria e arti-
e secondaria. La riforma contenuta nella leg- gianato) e 6 indirizzi. Godranno di maggiore
ge caratterizzata da un criterio economico autonomia rispetto alle altre scuole. Lorario
che mira ad un taglio della spesa nellistru- settimanale scende a 32 eettive. Aumentano
zione, dato che si riducono sensibilmente gli le ore di laboratorio e sono previsti stage. Gli
insegnanti. - Vengono reintrodotte le ore di Istituti darte saranno assimilati dai Licei arti-
60 minuti, lo studio, in tutto il sistema scola- stici e dagli Istituti professionali. - La laurea
stico, dellEducazione civica (Cittadinanza e in Scienze della formazione primaria titolo
Costituzione). - Si possono adottare libri di abilitante allinsegnamento nella Scuola del-
testo, per i quali leditore simpegna a non pub- linfanzia e nella Scuola primaria. - I docenti
blicare edizioni nuove prima dei 5 anni nella migliori potranno ricevere un premio di pro-
Scuola primaria e secondaria di 1 grado e 6 duttivit per una cifra che non pu superare
anni della Scuola secondaria di 2 grado. - Nel- 7.000 euro.
la Scuola dellinfanzia possibile anticipare
liscrizione a 2 anni e mezzo. - Nella Scuola
primaria, viene reintrodotto il maestro uni-
co, quindi scompare il modulo composto da
3 insegnanti. - Vengono reintrodotte le valu-
tazioni numeriche decimali sia nella Scuola
primaria che in quella Secondaria di 1 gra-
do. - Opzione, nella Scuola secondaria di 1
grado, di poter fruire di 2 ore in pi dinsegna-
mento della lingua inglese o dItaliano per gli
studenti stranieri. - Viene riordinata la Scuola
secondaria di 2 grado. Sostanzialmente ven-
gono modicate le vecchie denominazioni e
ridotte le ore settimanali di lezione, ad ecce-
zione del Liceo classico, in cui si registra un
aumento. Il Liceo delle scienze umane sosti-
tuisce il Liceo socio-psicopedagogico e il Li-
ceo delle scienze sociali, che diventa lindiriz-
zo economico-sociale del Liceo delle Scienze

theimpress.com StudiGeopolitici
la matematica italiana secondo linvalsi

C un solo bene: il sapere. E un solo male:


lignoranza
Socrate
3
H
anna Arendt

nf
n f + np
iop =
nf
Questa pagina intenzionalmente bianca
bibl iografia

biblio g r a f i a c i tata n e l t e s t o

[Ban09] Alberto M. Banti. Il Risorgimento italiano. Laterza, ott. 2009. isbn: 9788842085744. url:
http://amazon.co.uk/o/ASIN/884208574X/ (cit. alle pp. 5, 9).
[dA67] Massimo dAzeglio. I miei ricordi. V.1. G. Barbera, 1867. url: http://books.google.
it/books?id=1wJcgmJQalIC&hl=it&pg=PA7#v=onepage&q&f=false (cit. a
p. 5).
[Fer08] James Fergusson. A Million Bullets - The Real Story of the British Army in Afghanistan.
Bantam Books, 2008. isbn: 9780593059029. url: http://amazon.com/o/ASIN/
0593059026/.
[Hob06] Eric J. Hobsbawm. Il trionfo della borghesia 1848-1875. Laterza, gen. 2006. isbn:
9788842068877. url: http://www.amazon.it/Il-trionfo-della-borghesia-
1848-1875/dp/884206887X/ (cit. a p. 8).
[label n] Ahmed Rashid. La politica estera delle nuova amministrazione Usa: quale strategia per
Afghanistan, Pakistan e gli altri paesi della regione? Seminario Argo e Cisci. 26 novembre
2008. url: http : / / www . argoriente . it / arc / eventi / ots - transcript -
rashid-IT.pdf.
[label s] Eric Schmitt and Thom Shaker. Bush Administration Reviews Its Afghanistan Policy,
Exposing Points of Contention. The New York Times. 23 settembre 2008.
[label08] Icos Report. The Struggle for Kabul. The Taliban Advance. Icos Report. 2008. url: http:
//www.icosgroup.net/static/reports/Struggle_for_Kabul_ICOS.pdf.
[Lim09] Limes. Il buio oltre Gaza. A cura di Gruppo LEspresso. Germano Dottori, Afghanistan:
dai sogni di gloria al trionfo del caos, pag. 265275. Limes, Gruppo LEspresso, gen. 2009,
p. 383.
[PCM12] I. Putzu, S. Caruana e G. Mazzon. Lingue, letterature, nazioni: centri e periferie tra
Europa e Mediterraneo. Metodi e prosp. studi di lin. l. lett. FrancoAngeli, 2012. isbn:
9788820408992. url: http://books.google.it/books?id=xp7ptrf5AMgC (cit. a
p. 8).
[Rya07] Mike Ryan. Battleeld Afghanistan. The History Press, giu. 2007. isbn: 9781862273900.
url: http://amazon.com/o/ASIN/1862273901/.
[Vec11] Giovanni Vecchi. In ricchezza e in povert. Il benessere degli italiani dallUnit a oggi.
Il Mulino, lug. 2011. isbn: 9788815149305. url: http://amazon.co.uk/o/ASIN/
8815149309/ (cit. a p. 6).
20 Bibliograa citata nel testo

[Gernn] Germano Dottori. Afghanistan: dai sogni di gloria al trionfo del caos. Luiss. gennaio
2009. url: http : / / docenti . luiss . it / studi - strategici - caracciolo /
files/2010/01/265-276-dottori.pdf.
[Inv12a] Invalsi. Rapporto Invalsi 2012. 2012. url: http://www.invalsi.it/invalsi/ri/
pisa2012/rappnaz/Rapporto_NAZIONALE_OCSE_PISA2012.pdf (cit. a p. 3).
[Inv12b] Invalsi. Tabelle Invalsi 2012. 2012. url: http://www.invalsi.it/invalsi/ri/
pisa2012/rappnaz/Tabelle_nazionali.pdf (cit. a p. 3).
[Pastt] Pasquale Villari. Di chi la colpa? O sia la pace e la guerra. (Il testo pu essere consultato
integralmente). Harvard College Library. Settembre 1866. url: http : / / babel .
hathitrust.org/cgi/pt?id=hvd.hnppfv;view=1up;seq=5 (cit. a p. 10).

biblio g r a f i a di a p p rof on di m e n t o

[Brz98] Zbigniew Brzezinski. The Grand Chessboard: American Primacy And Its Geostrategic
Imperatives. 0a ed. Basic Books, set. 1998. isbn: 9780465027262. url: http://amazon.
com/o/ASIN/0465027261/.
[Fuk05] Francis Fukuyama. Esportare la democrazia. State-building e ordine mondiale nel XXI
secolo. Lindau, gen. 2005. isbn: 9788871805313. url: http://amazon.com/o/ASIN/
8871805313/.
[Ras09] Ahmed Rashid. Descent into Chaos: The U.S. and the Disaster in Pakistan, Afghanistan,
and Central Asia. Revised. Penguin Books, apr. 2009. isbn: 9780143115571. url: http:
//amazon.com/o/ASIN/014311557X/.

theimpress.com StudiGeopolitici
indice analitico

A
Ahmed Rashid, 21
B
Banti, Alberto M., 5, 9, 21
Brzezinski, Zbigniew, 22
C
Caruana, S., 8, 21
D
dAzeglio, Massimo, 5, 21
E
Eric Schmitt and Thom Shaker, 21
F
Fergusson, James, 21
Fukuyama, Francis, 22
G
Germano Dottori, 22
H
Hobsbawm, Eric J., 9, 21
I
Icos Report, 21
Invalsi, 2, 22
L
Limes, 21
M
Mazzon, G., 8, 21
P
Pasquale Villari, 11, 22
Putzu, I., 8, 21
R
Rashid, Ahmed, 22
Ryan, Mike, 21
V
Vecchi, Giovanni, 6, 21
Questa pagina intenzionalmente bianca
StudiGeopolitici

This work is licensed under the Creative Commons Attribution 3.0. To view a copy of this license, visit

http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/

or send a letter to Creative Commons, 444 Castro Street, Suite 900, Mountain View, California, 94041,
USA.
Typeset with LATEX 2
SG n 0