Sie sind auf Seite 1von 2

ECCO COSA ACCADE QUANDO MANGIAMO LA RUCOLA:

SOLO IN POCHI SE NE SARANNO RESI CONTO


sapereeundovere.com /ecco-cosa-accade-quando-mangiamo-la-rucola-solo-in-pochi-se-ne-saranno-resi-
conto/

24/2/2017

La rucola, detta anche rugola o rughetta, una pianta erbacea dal particolare sapore piccante e dalle spiccate
propriet digestive e terapeutiche. Dal punto di vista nutrizionale ricca di sali minerali: magnesio, calcio,
potassio, ferro e di fibre. Inoltre contiene una buona quantit di vitamina A, vitamine del gruppo B: B6 e B9
(acido folico), vitamina C e K. La rucola ha propriet depurative e drenanti: ci libera da tossine e liquidi in
eccesso, ha propriet tonificanti e digestive: aiuta a prevenire gastrite, ulcera e problemi al fegato. Inoltre il beta
carotene e il sulforafano sono elementi validi per la prevenzione dei tumori. Contiene poche calorie (25 per 100
grammi di prodotto) e, assunta sotto forma di tisana svolge anche unazione calmante. In passato si riteneva
che fosse una pianta afrodisiaca: nellantica Roma veniva utilizzata per la preparazione di filtri damore.

La rucola pu essere coltivata o selvatica: la coltivazione molto veloce, dopo 40 giorni gi possibile
raccoglierla per preparare gustose insalate. La rucola selvatica ha un sapore pi piccante e le sue foglie sono
pi scure e un po pi dure. Il periodo migliore per coltivarla va dallinizio della primavera fino a settembre.

Propriet e benefici della rucola


Protegge lo stomaco e favorisce la digestione: la rucola stimola la produzione di succhi gastrici favorendo la
digestione inoltre, servita come antipasto, aiuta a stimolare lappetito. Lazione protettiva della vitamina A rende
la rucola un toccasana in caso di ulcera e gastrite. Inoltre lestratto di rucola riesce a bloccare le secrezioni
acide proteggendo la mucosa gastrica.

Aiuta lintestino: la rucola, grazie alle sue propriet carminative, evita la formazione di gas nellintestino. Inoltre
svolge unazione lassativa anche grazie alla presenza di fibre, aiutando cos in caso di stipsi.

Antitumorale: tra le propriet terapeutiche la rucola svolge una funzione antitumorale: il beta carotene contenuto
nella rucola aiuta a prevenire i tumori di vescica, prostata, stomaco e colon in quanto combatte gli agenti
cancerogeni. Anche la presenza di sulforafano importante in quanto inibisce lo sviluppo di cellule
cancerogene. Inoltre la rucola contiene glucosinolati, sostanze che aiutano lorganismo a difendersi dallattacco
di virus, batteri.

Drenante e depurativa: le propriet diuretiche della rucola aiutano a eliminare le tossine e i liquidi in eccesso
purificando soprattutto un organo importante come il fegato. La rucola contiene isotiocianati che stimolano la
produzione di enzimi epatici aiutando il fegato ad eliminare le tossine, anche quelle ad azione pro-tumorale.

Stimola il metabolismo e combatte lanemia: la vitamina B contenuta nella rucola interviene in molti processi che
stimolano il metabolismo: aumenta la produzione di globuli rossi, di energia e partecipa alla sintesi dei grassi.
Lalto contenuto di ferro rende questa erba adatta a chi soffre di anemia.

Aiuta a dimagrire: la rucola unerba che contiene poche calorie, circa 25 ogni 100 grammi, ed quindi adatta d
un regime alimentare ipocalorico. Inoltre abbiamo visto che stimola il metabolismo e, grazie alle sue propriet
drenanti, aiuta a sgonfiare la pancia liberandoci dai liquidi in eccesso.

Ricostituente e utile alle ossa: la buona quantit di vitamina C aiuta a rinforzare il sistema immunitario, ci rende
la rucola un alimento ideale per combattere influenza e malanni di stagione, oltre a rendere lorganismo pi

1/2
resistente alle allergie. La vitamina K, invece, insieme allacido folico aiutano a rimineralizzare le ossa
rendendole pi forti prevenendo cos losteoportosi.

Combatte linsonnia e protegge la pelle: la rucola, assunta come infuso, ha propriet rilassanti che favoriscono il
riposo aiutando a combattere linsonnia. La vitamina A, invece, aiuta a proteggere la pelle e grazie al potere
antiossidante della vitamina C, combatte linvecchiamento precoce, contrastando gli effetti dannosi dei radiali
liberi.

Afrodisiaco naturale: sembra che le propriet afrodisiache della rucola, riconosciute gi dagli antichi romani,
abbiano trovato fondamento in una ricerca effettuata dal dipartimento di scienze farmacologiche dellUniversit
di Milano e di quello di scienze farmaceutiche dellUniversit di Bologna: la rucola si rivelato un alimento
efficace nellinibizione di un enzima che provoca problemi di erezione nelluomo.

Tra le propriet terapeutiche la rucola aiuta anche ad abbassare la pressione alta proteggendo cos il cuore e il
sistema cardiovascolare. La vitamina A aiuta a proteggere la vista e il calcio, oltre a proteggere le ossa, aiuta
anche a mantenere i denti sani. La rucola contiene poi una buona percentuale di acido folico, ci la rende un
alimento adatto alle donne in gravidanza.

Come consumare la rucola


La rucola si consuma principalmente cruda come insalata, da sola o unita ad altri tipi di insalata: radicchio,
cicoria, ma anche ravanelli, pomodorini anche con laggiunta di scaglie di parmigiano. Come condimento da
preferire un filo di olio extravergine di oliva ma anche aceto balsamico o succo di limone. La rucola viene anche
utilizzata per la preparazione di alcune pietanza leggermente cotta: pasta pomodorini e rucola, rucola e
gamberetti.

Con la rucola possiamo preparare anche un prezioso decotto dalle propriet diuretiche e depurative utile in caso
di ritenzione idrica: fate bollire per 10 minuti 5 g di foglie in 150 ml di acqua, quindi filtrate. Linfuso pu essere
utilizzato per curare mal di gola e raucedine.

Come conservare la rucola


La rucola va consumata fresca ma, se vogliamo conservarla in frigorifero dobbiamo lavarla, farla asciugare per
poi metterla in un sacchetto di carta bucherellato. Da consumare entro 4 o 5 giorni.

Controindicazioni
La rucola non ha particolari controindicazioni ma se ne sconsiglia il consumo ai soggetti allergici e a chi assume
farmaci anticoagulanti in quanto la vitamina K interferisce con questo tipo di medicinali.

Perch consumare molta rucola fa male? Un consumo eccessivo di rucola potrebbe portare alla produzione di
metaboliti che possono scatenare effetti irritanti sul nostro organismo. Si consiglia quindi di non consumare pi
di due pugni di rucola la giorno.

La presenza di isotiocianati pu inibire le funzioni tiroidee limitando lassorbimento di iodio. consigliabile in


questi casi evitare un consumo prolungato di rucola.

2/2