You are on page 1of 34

9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

Registrarse Entrar Conectar


Conectar con
con Temas Adblock bloquea el foro, clic para info Buscar

Geova Approfondimenti

I Testimoni di Geova e il problema del sangue


Anterior Siguiente Temas similares Imprimir Compartir

vengeance004 Enviado el: 1/4/2008, 11:18

I Testimoni di Geova e il problema del sangue

1 IL SANGUE essenziale alla vita. Bench questo sia stato riconosciuto sin dai tempi antichi, ricerche recenti hanno
fornito sul sangue maggiori particolari consentendo di comprenderne meglio la funzione vitale.

2 La pratica di trasfondere sangue umano occupa un posto preminente nelle cure mediche moderne. Quelli che
operano nel campo della medicina e molti altri considerano la trasfusione di sangue da un corpo umano allaltro come
un metodo terapeutico accettato.1 Ma ci sono persone che non accettano le trasfusioni di sangue. Sono i Testimoni di
Geova.

3 I Testimoni di Geova apprezzano e rispettano profondamente la vita. Questa una delle ragioni per cui non fumano,
non hanno il vizio della droga n si procurano aborti. Hanno imparato dalla Bibbia a considerare la vita come sacra,
come qualcosa da proteggere e conservare sia per s che per i loro figli.

4 Perch, dunque, i Testimoni di Geova obiettano alle trasfusioni di sangue? C qualche base ragionevole per questa
convinzione che essi sostengono perfino dinanzi alla morte? Ed la loro posizione sullargomento del tutto
incompatibile con la conoscenza e con i principi della medicina moderna?

5 Questo argomento dovrebbe interessare tutti quelli che esercitano la professione medica, poich in qualsiasi
momento si pu presentare loro il problema della trasfusione di sangue. Questo senzaltro possibile, giacch in tutta
la terra ci sono pi di due milioni di Testimoni di Geova. probabile che alcuni dessi abitino nella vostra comunit.
Quanto segue viene scritto per aiutare i medici a comprendere i Testimoni di Geova come pazienti e ad esaminare
leventualit di un adeguamento nei confronti del loro punto di vista. Prima esamineremo la base religiosa della loro
posizione. Quindi, a cominciare dalla pagina 17, considereremo la deontologia medica implicatavi, e alcuni recenti
ritrovamenti e osservazioni di medici provetti che possono essere di utilit pratica per risolvere i problemi inerenti
alluso del sangue.

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 1/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

6 Anche quelli che non operano nel campo della medicina sono invitati a prendere in considerazione questo importante
argomento. Latteggiamento dei Testimoni di Geova sul sangue implica in effetti diritti e princpi che possono influire su
ciascuno di noi. E una certa conoscenza di ci che essi credono, e delle ragioni per cui vi credono, aiuter ad acquistare
una migliore comprensione di questo problema che spesso stato motivo di preoccupazione per medici, giuristi e
studenti della Bibbia. Quali sono dunque i fattori principali della questione?

LA BASE RELIGIOSA

7 La maggioranza dei medici considera luso del sangue essenzialmente di pertinenza del sanitario, come le loro
decisioni quotidiane sullimpiego di certi farmaci o tecniche chirurgiche. Altri possono giudicare latteggiamento dei
Testimoni di Geova pi come un problema morale o legale. Possono pensare alle condizioni del diritto alla vita,
allautorit di prendere decisioni riguardo al proprio corpo o agli obblighi civili dello stato di proteggere la vita dei suoi
cittadini. Tutti questi aspetti hanno attinenza con largomento. Tuttavia la posizione assunta dai Testimoni di Geova
soprattutto religiosa; un atteggiamento che si basa su ci che dice la Bibbia.

8 Molti possono chiedersi quale sia la validit della suddetta dichiarazione. Sanno che numerose chiese sostengono
luso del sangue, stabilendo programmi per le banche del sangue e incoraggiando la donazione di sangue. Perci sorge
logicamente la domanda:

Che cosa dice la Bibbia del fatto che uomini introducono sangue nel loro corpo?

9 Anche quelli che personalmente non considerano la Bibbia come lispirata parola di Dio devono riconoscere che ha
molto da dire sul sangue. Dal primo libro della Bibbia fino allultimo, il sangue menzionato pi di quattrocento volte.
Certi versetti biblici si riferiscono in special modo alla questione di sostenere la vita col sangue. Esaminiamoli
brevemente:

10 La storia biblica mostra che agli inizi della storia umana il Creatore e Datore di vita si espresse sulla questione del
sangue. Subito dopo il diluvio universale, quando Dio per la prima volta concesse agli uomini il diritto di mangiare
carne animale, comand a No e alla sua famiglia: Ogni animale che si muove ed in vita vi serva di cibo. Come nel
caso della verde vegetazione, vi do in effetti tutto questo. Solo non dovete mangiare la carne con la sua anima, col suo
sangue. Genesi 9:3, 4.

11 In primo luogo, il Creatore provvedeva una regola dietetica in un tempo in cui il genere umano stava avendo un
nuovo inizio. (Confronta Genesi 1:29). Tuttavia, Dio mostr che nelluccidere animali per cibo vi era implicata pi che
la dieta. Questo accadeva perch il sangue di una creatura ne rappresentava la vita o anima. Perci alcune traduzioni
della Bibbia rendono Genesi 9:4: Soltanto non mangerete la carne con la sua vita, cio il suo sangue. La Bibbia di

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 2/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

Gerusalemme; Versione Riveduta.

12 Quindi questa regola divina non era semplicemente una restrizione sulla dieta, come quando un medico consiglia a
un paziente di evitare il sale o i grassi. Il Creatore attribu al sangue un importantissimo principio morale. Versando
tutto il sangue che si poteva ragionevolmente scolare, No e i suoi discendenti avrebbero manifestato riguardo per il
fatto che la vita veniva e dipendeva dal Creatore. Ma facciamo un ulteriore esame di questo argomento.

13 La succitata scrittura si applica al sangue animale. Si applicherebbe lo stesso principio al sangue umano? S, anche
con maggior vigore. Poich Dio continu a dire a No: Oltre a ci, io richieder il sangue delle vostre anime. . . .
Chiunque sparge il sangue delluomo, il suo proprio sangue sar sparso dalluomo, poich a immagine di Dio egli ha
fatto luomo. (Genesi 9:5, 6) Quindi, se il sangue animale (che rappresenta la vita animale) aveva presso Dio un
significato sacro, ovvio che il sangue umano aveva un significato sacro di valore ancora pi grande. Le persone che si
sarebbero conformate a queste prescrizioni divine non avrebbero sparso il sangue degli uomini (uccidendoli), e
nemmeno avrebbero mangiato il sangue sia degli animali che degli uomini.

Comunque, fu questo comando dato a No una restrizione solo limitata o temporanea? Si riferisce alle generazioni
successive, inclusa la nostra?

14 Molti eruditi biblici riconoscono che qui Dio stabil una regola che si riferiva non semplicemente a No e alla sua
famiglia intima, ma a tutto il genere umano da quel tempo in poi: infatti tutti quelli che sono vissuti dal tempo del
Diluvio in poi son venuti dalla famiglia di No. (Genesi 10:32) Il teologo e riformatore Giovanni Calvino, per esempio,
riconobbe circa la proibizione del sangue che questa legge era stata data al mondo intero immediatamente dopo il
diluvio.2 E Gerhard von Rad, professore dellUniversit di Heidelberg, si riferisce a Genesi 9:3, 4 come a unordinanza
per tutto il genere umano, perch tutto il genere umano disceso da No.3

15 Poich la legge sul sangue fu collegata alla dichiarazione di Dio che metteva in rilievo il profondo rispetto per la vita
umana, possiamo comprendere le osservazioni del rabbino Benno Jacob:
Cos le due proibizioni sono collegate luna allaltra. Sono le pi elementari esigenze dellumanit nel senso letterale
della parola. . . . Il permesso di mangiar carne, ma senza il suo sangue, e la proibizione contro lo sparger sangue
umano indicano la posizione delluomo entro il mondo dei viventi . . . Riassumendo: la ragione della proibizione del
sangue di carattere morale. . . . Pi tardi il giudaismo consider questo passo come qualche cosa che stabiliva la
morale fondamentale di ogni essere umano. (Il corsivo stato aggiunto).4
Infatti, in seguito gli Ebrei trassero dalla prima parte di Genesi sette leggi basilari per il genere umano, e questo
comando che fu dato a No e ai suoi figli riguardo al sangue fu uno di esse.5 S, nonostante il fatto che la maggioranza
delle nazioni non la seguissero, questa fu in realt una legge per tutto il genere umano. Atti 14:16; 17:30, 31.

16 Nella legge che diede alla nazione dIsraele, Geova Dio proib ulteriormente lassassinio, mostrando che lordine che

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 3/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

aveva dato a No era ancora in vigore. (Esodo 20:13) Corrispondentemente, Dio proib anche di consumare sangue,
dicendo:
In quanto a qualsiasi uomo della casa dIsraele o a qualche forestiero che risieda come forestiero in mezzo a voi il
quale mangia qualunque sorta di sangue, per certo porr la mia faccia contro lanima che mangia il sangue, e in realt
la stroncher di fra il suo popolo. Levitico 17:10.

17 Agli Israeliti fu permesso di usare sangue animale in un solo modo. Potevano offrirlo in sacrificio a Dio,
riconoscendoLo come il Datore di vita verso cui erano in debito. Egli disse loro: Lanima della carne nel sangue, e io
stesso ve lho messo sullaltare per fare espiazione per le anime vostre, perch il sangue che fa espiazione mediante
lanima [o la vita] in esso. Levitico 17:11.

18 Che dire del sangue degli animali uccisi per cibo, non per sacrificio? Dio disse ai suoi adoratori cosa doveva fare il
cacciatore che prendeva una bestia selvaggia o un volatile: Ne deve versare in tal caso il sangue e lo deve coprire di
polvere. Poich lanima dogni sorta di carne il suo sangue mediante lanima in esso. Di conseguenza ho detto ai figli
dIsraele: Non dovete mangiare il sangue di nessuna sorta di carne, perch lanima dogni sorta di carne il suo
sangue. Chiunque lo mangia sar stroncato. Levitico 17:13, 14; Deuteronomio 12:23-25.

19 Questo versar sangue non era semplicemente un rito religioso; in effetti era unestensione della legge divina data a
No. Quando uccide un animale, la persona dovrebbe riconoscere che quella vita venuta da Dio, al quale appartiene.
Non mangiandone il sangue, ma versandolo sullaltare o per terra, lIsraelita in effetti restituiva a Dio la vita della
creatura.

20 Che un Israelita mostrasse mancanza di riguardo per la vita comera rappresentata dal sangue era ritenuto una
trasgressione gravissima. Chi trascurava con premeditazione questa legge sul sangue doveva essere stroncato,
giustiziato. (Levitico 7:26, 27; Numeri 15:30, 31) Un certo grado di colpa derivava anche dal mangiare la carne
contenente sangue di un animale morto da s o ucciso da una bestia selvaggia. Levitico 17:15, 16; confronta
Levitico 5:3; 11:39.

Poteva la legge di Dio sul sangue essere sospesa in tempi di emergenza?

21 La Bibbia risponde: No. Non cera nessuna dispensa per i tempi difficoltosi. Possiamo capirlo da ci che accadde ad
alcuni soldati dIsraele ai giorni del re Saul. Dopo una lunga battaglia, avendo fame scannarono pecore e bovini e si
misero a mangiare insieme al sangue. Avevano fame e non mangiavano sangue con premeditazione, ma nella loro
fretta di mangiare la carne non ebbero cura di dissanguare gli animali nella maniera dovuta. Il fatto che questa
sembrava unemergenza scus forse la loro condotta? Al contrario, il loro re costituito da Dio ritenne che la loro
azione significava peccare contro Geova mangiando insieme al sangue. 1 Samuele 14:31-35.

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 4/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

Questa corretta avversione per il sangue si applica anche al sangue umano?

22 S. E questo del tutto comprensibile poich la legge di Dio proibiva di consumare qualunque sorta di sangue, il
sangue dogni sorta di carne. (Levitico 17:10, 14) Possiamo vedere come la nazione giudaica teneva conto di questa
legge, prendendo in considerazione un incidente che implic alcuni Giudei i quali avevano seguito e ascoltato Ges. In
unoccasione egli parl in maniera figurata di bere il suo sangue, poich sapeva che a suo tempo il suo sangue
sarebbe stato versato in una morte di sacrificio e avrebbe significato la vita per quelli che, per fede, avrebbero
accettato il suo sacrificio. (Giovanni 6:53-58) evidente che, non avendo compreso il linguaggio simbolico di Ges,
alcuni suoi discepoli giudei si sorpresero alle sue parole e smisero di seguirlo. (Giovanni 6:60-66) S, il pensiero di
prendere sangue umano era assolutamente disgustoso per quei Giudei adoratori di Dio.

CHE DIRE DEI CRISTIANI?

23 La legge mosaica additava la futura morte di sacrificio del Messia. Quindi, dopo la morte di Ges i veri adoratori non
furono pi tenuti a osservare la legge mosaica. (Romani 10:4; 6:14; Colossesi 2:13, 14) Le restrizioni dietetiche della
Legge, come quelle che proibivano di mangiare il grasso o la carne di certi animali, non erano pi in vigore. Levitico
7:25; 11:2-8.

La proibizione divina contro il sangue si applica dunque ai cristiani?

24 Questo argomento fu oggetto di discussione nel 49 E.V., durante una conferenza degli apostoli e degli anziani di
Gerusalemme che prestavano servizio come corpo centrale di anziani per tutti i cristiani. La conferenza si tenne in
risposta a una domanda sulla circoncisione. Questo concilio apostolico decise che i non Giudei i quali accettavano il
cristianesimo non dovevano circoncidersi. Durante la considerazione, Giacomo fratellastro di Ges port allattenzione
del concilio certe altre cose essenziali che ritenne importante includere nella loro decisione, cio di astenersi dalle cose
contaminate per gli idoli e dalla fornicazione e da ci che stato strangolato e dal sangue. (Atti 15:19-21) Egli si rifer
agli scritti di Mos, che rivelano come prima ancora che fosse data la Legge, Dio aveva disapprovato i rapporti sessuali
immorali, lidolatria e il mangiar sangue, il che includerebbe il mangiare la carne di animali strangolati contenente
sangue. Genesi 9:3, 4; 19:1-25; 34:31; 35:2-4.

25 La decisione del concilio fu mandata per lettera alle congregazioni cristiane. Ora inclusa nella Bibbia come parte
delle Scritture ispirate che sono utili per insegnare, . . . per correggere. (2 Timoteo 3:16, 17) La decisione fu:

26 Allo spirito santo e a noi parso bene di non aggiungervi nessun altro peso, eccetto queste cose necessarie: che vi
asteniate dalle cose sacrificate agli idoli e dal sangue e da ci che strangolato e dalla fornicazione. Se vi asterrete
attentamente da queste cose, prospererete. Atti 15:28, 29.

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 5/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

27 S, pur non essendo i cristiani sotto la legge mosaica, era necessario che si astenessero dal sangue. Era questa
semplicemente lopinione personale degli apostoli? Niente affatto. Come essi dichiararono, questa decisione fu presa in
armonia con lo spirito santo di Dio.

28 Riguardo a questo decreto cristiano, il prof. Walther Zimmerli, dellUniversit di Gttingen, Germania, comment:
La prima congregazione giudaico-cristiana nella decisione riportata in Atti 15 fece una distinzione fra la Legge data a
Israele per mezzo di Mos e il comando dato [per mezzo di] No a tutto il mondo. Zrcher Bibelkommentare.6

29 Il comando di astenersi dal sangue non fu una semplice restrizione dietetica ma fu un serio requisito morale, come
si comprende dal fatto che per i cristiani fu cos serio come astenersi dallidolatria o dalla fornicazione.

I PRIMI CRISTIANI E IL SANGUE

30 Il concilio di Gerusalemme mand questa precisa decisione alle congregazioni cristiane, con risultati positivi. In Atti,
capitolo 16, leggiamo riguardo a Paolo e ai suoi compagni: Mentre viaggiavano per le citt trasmettevano a quelli che
erano in esse, per osservarli, i decreti emessi dagli apostoli e dagli anziani in Gerusalemme. Perci, in realt, le
congregazioni eran rese ferme nella fede e aumentavano di numero di giorno in giorno. Atti 16:4, 5.

Fu la decisione riportata in Atti 15:28, 29 semplicemente un requisito temporaneo, non un obbligo che continuasse a
imporsi ai cristiani?

31 Alcuni hanno sostenuto che il decreto apostolico non fosse per i cristiani un obbligo permanente. Ma il libro di Atti
indica chiaramente il contrario. Esso indica che, circa dieci anni dopo che il concilio di Gerusalemme aveva emanato
quel decreto, i cristiani continuavano a osservare la decisione di astenersi da ci che sacrificato agli idoli e dal
sangue e da ci che strangolato e dalla fornicazione. (Atti 21:25) Questo mostra che si rendevano conto che
lesigenza di astenersi dal sangue non era limitata ai convertiti gentili in una zona n si applicava solo per un breve
periodo.

32 Ma qual era la situazione in secoli successivi quando il cristianesimo si sparse in luoghi lontani? Consideriamo le
prove dei secoli successivi alla pubblicazione del decreto riportato in Atti 15:28, 29.

33 Eusebio, scrittore del terzo secolo che considerato il padre della storia della Chiesa, narra ci che accadde a
Lione (ora in Francia) nellanno 177 E.V. I nemici religiosi accusarono falsamente i cristiani di mangiarsi i bambini.
Durante la tortura e lesecuzione di alcuni cristiani, una ragazza chiamata Biblias rispose alla falsa accusa, dicendo:
Come possiamo mangiar bambini, noi, a cui non lecito mangiare il sangue delle bestie.7

34 Simili false accuse indussero lantico teologo latino Tertulliano (c. 160-230 E.V.) a far rilevare che quantunque i

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 6/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

Romani bevessero comunemente sangue, i cristiani per certo non lo bevevano. Egli scrive:
Arrossisca la vostra aberrazione davanti a noi cristiani, che non consideriamo il sangue degli animali neppure come
cibo ammesso nei pranzi. . . . Infatti, per torturare i Cristiani, voi presentate loro delle salsicce ripiene di sangue, ben
sapendo che quei cibi non sono loro permessi, e che questo un mezzo sicuro per farli deviare dalla loro fede. Come
potete mai credere bevano sangue umano coloro che siete ben persuasi abbiano orrore di quello degli animali?8

35 Inoltre, riferendosi al decreto di Atti 15:28, 29, egli dice: Comprenderemo che il divieto del sangue [un divieto]
assai maggiore per il sangue umano.9

36 Minucio Felice, avvocato romano che visse fin verso il 250 E.V., esprime lo stesso argomento, scrivendo: Noi
evitiamo tanto il sangue umano che nel nostro cibo non usiamo nemmeno il sangue degli animali che si possono
mangiare.10

37 Le prove storiche sono cos abbondanti e chiare che il vescovo John Kaye (1783-1853) pot categoricamente
affermare: I primi cristiani osservarono scrupolosamente il decreto pronunciato a Gerusalemme dagli apostoli, di
astenersi dalle cose strangolate e dal sangue.11

Ma sono stati i primi cristiani e i Testimoni di Geova dei tempi moderni i soli che hanno avuto tale opinione basata
sulla Bibbia?

38 Niente affatto. Commentando Atti 15:29, lerudito biblico cattolico Giuseppe Ricciotti (1890-1964) si riferisce
allincidente avvenuto a Lione (descritto in precedenza) come prova che i primi cristiani non potevano mangiar
sangue. Quindi aggiunge: Ma anche nei secoli successivi fino al Medio Evo, incontriamo linattesa eco di questo antico
abominio [del sangue], dovuto senza dubbio al decreto.12

39 Per esempio, il Concilio Quinisesto tenuto a Costantinopoli nel 692 E.V. dichiar: La Scrittura divina ci comanda di
astenerci dal sangue, dalle cose strangolate e dalla fornicazione. . . . Da ora in poi chiunque tenti di mangiare in alcun
modo il sangue di un animale, se ecclesiastico, sia deposto; se laico, sia stroncato.13 In modo simile, Otto di
Bamberg (c. 1060-1139 E.V.), noto prelato ed evangelista, spieg ai convertiti della Pomerania che non avrebbero
dovuto mangiare nessuna cosa impura, o morta da s, o strangolata, o sacrificata agli idoli, o sangue di animali.14

40 Avvicinandoci maggiormente al nostro tempo, Martin Lutero pure riconobbe le implicazioni del decreto del 49 E.V.
Protestando contro le pratiche e le credenze cattoliche, egli fu incline a raggruppare il concilio apostolico con successivi
concili ecclesiastici i cui decreti non facevano parte della Bibbia. Tuttavia, riguardo ad Atti 15:28, 29 Lutero scrisse:
Ora se vogliamo avere una chiesa che si conformi a questo concilio (com giusto, giacch il primo concilio e il pi
importante, e fu tenuto dagli stessi apostoli), dobbiamo insegnare e insistere che da ora in poi nessun principe,
signore, cittadino o contadino mangi oca, coniglio, cervo o maiale cotti nel sangue . . . E i cittadini e i contadini devono

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 7/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

specialmente astenersi dalle salsicce rosse e dalle salsicce di sangue.15

41 Nel diciannovesimo secolo Andrew Fuller, ritenuto forse il pi eminente e influente dei teologi battisti, scrisse
riguardo alla proibizione sul sangue di Genesi 9:3, 4:
Poich questo fu proibito a No, ovvio che stato proibito anche a tutto il genere umano; n deve ritenersi che
questa proibizione appartenga alle cerimonie della legge religiosa giudaica. Essa fu imposta non solo prima che quella
legge religiosa esistesse, ma fu imposta ai cristiani gentili per decreto degli apostoli: Atti XV. 20. . . . Il sangue la
vita, e sembra che Dio la reclami come sacra.16

42 Avrebbe potuto un cristiano pretendere che lesercizio di ci che alcuni chiamano la libert cristiana gli consentisse
di non tenere conto di questa proibizione sul sangue? Nel suo libro The History of the Christian Church, lecclesiastico
William Jones (1762-1846) risponde:
Nulla pu essere pi chiaro della proibizione: Atti XV. 28, 29. Possono quelli che difendono la loro libert cristiana su
questo argomento indicarci qualsiasi altra parte della Parola di Dio in cui questa proibizione sia in seguito annullata? Se
no, ci sia consentito chiedere: Con quale autorit, eccetto quella di Dio, si pu revocare alcuna delle sue leggi?
Pag. 106.

43 La conclusione chiara: Sotto la guida dello spirito santo, il concilio apostolico decret che i cristiani che vogliono
lapprovazione di Dio devono astenersi dal sangue, come Dio ha richiesto sin dai giorni di No. (Atti 15:28, 29; Genesi
9:3, 4) Questa veduta scritturale fu accettata e seguita dai primi cristiani, anche quando ci sarebbe costato loro la
vita. E nel corso dei secoli questa esigenza stata riconosciuta come necessaria per i cristiani. Cos la determinazione
dei Testimoni di Geova di astenersi dal sangue si basa sulla Parola di Dio la Bibbia ed sostenuta da molti precedenti
nella storia del cristianesimo.

SANGUE COME MEDICINA

44 Fin qui abbiamo stabilito che la Bibbia richiede quanto segue: Luomo non deve sostenere la sua vita con il sangue
di unaltra creatura. (Genesi 9:3, 4) Quando si sopprime la vita di un animale, il sangue che rappresenta quella vita
devessere versato, restituito al Datore di vita. (Levitico 17:13, 14) E come fu decretato dal concilio apostolico, i
cristiani devono astenersi dal sangue, il che si applica sia al sangue umano che al sangue animale. Atti 15:28, 29.

Si applicano comunque queste dichiarazioni bibliche allaccettare sangue trasfuso come mezzo terapeutico per salvare
la vita?

45 Alcuni affermano che la Bibbia proibisce di mangiar sangue come cibo e che questo sia fondamentalmente diverso
dallaccettare la trasfusione di sangue, terapia sconosciuta nei tempi biblici. valida questa affermazione?

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 8/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

46 Non neghiamo che nei tempi biblici la legge di Dio si applicava in particolare al consumo di sangue come cibo. Allora
non si praticava la somministrazione di sangue per via intravenosa. Ma, sebbene la Bibbia non tratti direttamente le
moderne tecniche mediche che implicano il sangue, le prevenne e le incluse effettivamente nel principio.

47 Notate, per esempio, il comando che i cristiani si astengano dal sangue. (Atti 15:29) Qui non si dichiara nulla che
giustifichi una distinzione fra il prendere sangue per via orale e limmetterlo nei vasi sanguigni. E, per principio, c in
realt alcuna basilare differenza?

48 I medici sanno che una persona pu essere alimentata per via orale o endovenosa. In modo simile, certe medicine
si possono somministrare per varie vie. Alcuni antibiotici, per esempio, si possono prendere per bocca in forma di
compresse o si possono iniettare nei muscoli o nel torrente circolatorio (per via endovenosa). Che dire se aveste preso
certe compresse antibiotiche e, in seguito a una pericolosa reazione allergica, foste avvertiti di astenervi in futuro da
tale farmaco? Sarebbe ragionevole considerare che quellavvertimento del medico significhi che non potreste prendere
il farmaco in compresse ma che ve lo potreste sicuramente iniettare nel torrente sanguigno? Difficilmente! La cosa
principale non sarebbe il modo di somministrarlo, ma che vi dovreste astenere completamente da quellantibiotico. In
maniera simile, il decreto che i cristiani devono astenersi dal sangue include chiaramente limmettere sangue nel
corpo, sia per bocca che direttamente nel torrente sanguigno.

Quanto importante questa questione per i Testimoni di Geova?

49 Quelli che riconoscono di dipendere dal Creatore e Datore di vita dovrebbero essere decisi a osservarne i comandi.
Questa la ferma posizione che assumono i Testimoni di Geova. Essi sono pienamente convinti che giusto
conformarsi alla legge di Dio che comanda di astenersi dal sangue. In questo non seguono un capriccio personale o
qualche fanatica opinione priva di fondamento. per ubbidienza alla pi alta autorit delluniverso, il Creatore della
vita, che si rifiutano di immettere sangue nel loro organismo sia mangiandolo che trasfondendolo.

50 Per i Testimoni di Geova la questione del sangue implica perci i pi fondamentali princpi sui quali come cristiani
basano la propria vita. in gioco la loro relazione con il loro Creatore e Dio. Inoltre, credono con tutto il cuore alle
parole del salmista: Le decisioni giudiziarie di Geova sono veraci; si son mostrate giuste tutte insieme. . . .
Nellosservarle una grande ricompensa. Salmo 19:9, 11.

51 Alcuni che guardano solo leffetto a breve termine delle decisioni potrebbero dubitare che lubbidienza alla legge di
Dio sul sangue si pu considerare rimuneratrice. Ma i Testimoni di Geova sono sicuri che ubbidendo alle prescrizioni
del loro Creatore riceveranno benefici durevoli.

52 I primi cristiani la pensarono allo stesso modo. La storia mostra che la loro ubbidienza a Dio fu provata fino al
limite. NellImpero Romano si fece pressione su di loro perch compissero atti di idolatria o commettessero immoralit.

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 9/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

Il loro rifiuto di cedere poteva significare esser gettati nellarena romana per essere sbranati da animali feroci. Ma quei
cristiani si attennero alla loro fede; ubbidirono a Dio.

53 Pensate a ci che questo richiese. Se i primi cristiani che erano genitori si rifiutavano di violare la legge di Dio
potevano anche recare la morte sui loro figli. Tuttavia apprendiamo dalla storia che quei cristiani non rinnegarono
timorosamente e infedelmente Dio e i princpi secondo cui vivevano. Credettero alle parole di Ges: Io sono la
risurrezione e la vita. Chi esercita fede in me, bench muoia, torner in vita. (Giovanni 11:25) Quindi, nonostante il
costo immediato, quei cristiani ubbidirono al decreto apostolico di astenersi dalle cose sacrificate agli idoli, dalla
fornicazione e dal sangue. Tanto significava per loro la fedelt a Dio.

54 Oggi pure significa tanto per i Testimoni di Geova. Sentono giustamente lobbligo morale di prendere decisioni
riguardo alladorazione per s e per i loro figli. Per questa ragione, i Testimoni di Geova non cercano che qualcun altro,
sia egli medico, direttore di ospedale o giudice, prenda per loro queste decisioni morali. Non vogliono che qualcun altro
cerchi di addossarsi la responsabilit che hanno verso Dio, poich in realt non pu farlo nessun altro. una
responsabilit personale del cristiano verso il suo Dio e Datore di vita.

IL RIFIUTO UNA FORMA DI SUICIDIO?

55 Nei casi di perdite massive di sangue a causa di incidente, malattia o complicazioni chirurgiche, spesso sono state
somministrate trasfusioni di sangue nel tentativo di preservare la vita. Perci, quando si ode che qualcuno rifiuta una
trasfusione di sangue, forse si pensa che si stia togliendo la vita. proprio cos?

il rifiutare una trasfusione di sangue un suicidio o lesercizio del proprio diritto di morire?

56 Il suicidio un cercar di togliersi la vita. un tentativo di autodistruzione. Ma chiunque conosca anche


superficialmente le credenze e le pratiche dei Testimoni di Geova pu capire che non tentano di autodistruggersi. Pur
rifiutando le trasfusioni di sangue, essi accettano altrimenti lassistenza medica. Un articolo nellAmerican Surgeon
correttamente comment:
In genere, il rifiuto di una cura medica non equivale al suicidio. I Testimoni di Geova ricorrono allattenzione del
medico ma rifiutano solo un aspetto della cura medica. Il rifiuto di una cura medica o di parti dessa non un delitto
commesso a proprio danno con un aperto atto dellindividuo per distruggersi, come lo il suicidio. (Il corsivo stato
aggiunto).17
Il prof. Robert M. Byrn indic nel Fordham Law Review che il rifiuto di una terapia intesa a salvare la vita e il tentato
suicidio sono giuridicamente cos diversi come le mele e le arance.18 E, parlando a una conferenza di medici, il dott.
David Pent dellArizona osserv:
I Testimoni di Geova pensano che, se dovessero morire per aver rifiutato una trasfusione di sangue, morirebbero per
le loro credenze in modo molto simile a come morirono i primi martiri religiosi secoli fa. Se questo un suicidio medico

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 10/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

passivo, proprio ora nelluditorio ci sono diversi medici che stanno fumando sigarette, e questo costituisce
probabilmente un suicidio altrettanto passivo.19

57 Che dire dellidea che rifiutando le trasfusioni i Testimoni di Geova esercitino il diritto di morire? Il fatto che i
Testimoni di Geova vogliono vivere. Perci cercano laiuto del medico. Ma essi non possono e non vogliono violare le
loro profonde convinzioni religiose basate sulla Bibbia.

58 I tribunali hanno spesso sostenuto il principio che ciascun individuo ha diritto allintegrit fisica secondo cui la
persona stessa responsabile di decidere in ultima analisi cosa si debba fare del suo corpo. In realt, non vorreste che
fosse cos se foste malati o in ospedale? Poich si tratta della vostra vita, della vostra salute e del vostro corpo, non
dovreste essere voi a dire lultima parola se vi si deve fare qualcosa o no?

59 Ci sono conseguenze logiche di questo giudizio intelligente e morale. Un opuscolo prodotto dallOrdine dei Medici
Americani spiega: Il paziente devessere lultimo arbitro nella decisione se accettare i rischi del trattamento o
delloperazione raccomandata dal medico o rischiare di farne a meno. Tale il diritto naturale dellindividuo, che la
legge riconosce. Il paziente ha il diritto di rifiutare il suo consenso a un trattamento che salva la vita.
Conformemente, egli pu imporre quei termini, quelle condizioni e quelle limitazioni che gli sia consentito
desiderare.20

60 Questo vale tanto per le trasfusioni di sangue quanto per qualsiasi altro trattamento che salva la vita. Il dottore in
giurisprudenza H. Narr di Tbingen, Germania, dichiar: Il diritto e il dovere del medico di guarire sono limitati dalla
basilare libert di autodeterminazione delluomo rispetto al suo proprio corpo. . . . La stessa cosa pu dirsi di altri
interventi medici, quindi anche del rifiuto della trasfusione di sangue.21

61 Comprensibilmente, alcuni si stupiscono al pensiero che qualcuno rifiuti il sangue se far questo pu essere
pericoloso o perfino letale. Molti ritengono che la cosa pi importante sia la vita, che la vita debba essere preservata a
ogni costo. vero che la preservazione della vita umana uno dei pi importanti interessi della societ. Ma dovrebbe
questo significare che la preservazione della vita venga prima di qualsiasi altro principio?

62 In risposta, Norman L. Cantor, professore incaricato presso la Scuola Legale Rutgers, indic:
accresciuta la dignit umana permettendo allindividuo di determinare da s per quali credenze valga la pena di
morire. Nel corso dei secoli, sono state considerate degne del proprio sacrificio moltissime nobili cause, religiose e
secolari. Per certo, la maggioranza dei governi e delle societ, inclusa la nostra, non ritiene che la santit della vita sia
il valore supremo.22
Il prof. Cantor cit come esempio il fatto che durante le guerre alcuni uomini affrontarono volontariamente ferite e
morte, combattendo per la libert e la democrazia. Furono tali sacrifici per amore del principio considerati dai loro
connazionali come moralmente errati? Fu la loro condotta considerata ignobile dalle loro nazioni, giacch alcuni di

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 11/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

quelli che morirono si lasciarono dietro vedove o orfani bisognosi di cure? Pensate che avvocati e medici dovessero
invocare ordinanze di tribunali per impedire a questi uomini di sacrificarsi in nome dei loro ideali? Quindi, non ovvio
che la volont di accettare i pericoli per amore del principio non una prerogativa dei soli Testimoni di Geova e dei
primi cristiani? Il fatto che tale lealt ai princpi stata stimata altamente da molti.

63 Vale anche la pena di ribadire che, sebbene i Testimoni di Geova non accettino le trasfusioni di sangue, sono lieti di
sottoporsi a trattamenti alternativi che possono contribuire a mantenerli in vita. Perch, dunque, dovrebbe chiunque
altro insistere su una certa terapia, che viola totalmente i princpi e le pi profonde credenze religiose di una persona,
e perfino imporla con la forza?

64 Eppure questo accaduto. Alcuni medici o direttori di ospedale si sono anche rivolti al tribunale per avere
lautorizzazione legale di dare sangue a una persona con la forza. Riguardo a quelli che hanno seguito questa condotta,
il dott. D. N. Goldstein scrisse nel Wisconsin Medical Journal:
I medici che prendono questa posizione negano il sacrificio di tutti i martiri che hanno glorificato la storia con la loro
suprema devozione ai princpi anche a costo della propria vita. Infatti, quei pazienti che preferiscono la morte certa
anzich violare uno scrupolo religioso sono della stessa tempra di quelli che pagarono con la propria vita la fede in Dio
o che andarono al patibolo anzich accettare il battesimo [forzato]. . . . Abbiamo il dovere di salvare la vita ma
possiamo ben chiedere se non abbiamo anche il dovere di salvaguardare lintegrit e di preservare i pochi gesti di
identit personale che continuano ad aver luogo in una societ sempre pi irreggimentata. . . . Nessun medico
dovrebbe invocare lassistenza legale per salvare un corpo distruggendo unanima. Il paziente padrone della propria
vita.23

IL RUOLO DEL MEDICO

65 Abbiamo visto che, a causa delle loro profonde credenze religiose, i Testimoni di Geova evitano sia il cibo che
contiene sangue sia il sangue somministrato per ragioni mediche. Ma come questo atteggiamento influisce su altri,
come i medici che curano pazienti i quali sono Testimoni?

66 I medici sono dediti a salvare o a prolungare la vita. Questa la loro professione. Di conseguenza, quando un
medico abituato a considerare la trasfusione di sangue come una pratica normale tratta un paziente che gravemente
malato o che ha perduto molto sangue, pu trovare angustioso apprendere che il paziente rifiuta il sangue. Mentre la
coscienza del paziente educata secondo la Bibbia pu non permettere una trasfusione di sangue, anche il medico ha
una coscienza e segue una morale che per lui estremamente importante.

Dovrebbe il medico seguire la sua propria educazione e le sue proprie convinzioni se ritiene che per salvare la vita del
paziente ci vuole una trasfusione di sangue, sebbene il paziente la rifiuti?

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 12/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

67 Non c dubbio che in tali casi esiste una situazione delicata. Ma ciascuno di noi pu chiedersi: Se mi trovassi in una
situazione in cui ci fosse contrasto fra la mia coscienza quale paziente e la sincera convinzione di un medico curante,
quale condotta vorrei che fosse seguita? Considerate le osservazioni del dott. William P. Williamson al Primo Congresso
Nazionale sullEtica e sulla Professione dei Medici:
Certo, il primo pensiero del medico devessere il benessere del paziente. Poich la vita un dono del Creatore
allindividuo, la decisione primaria spetterebbe giustamente al paziente, perch il paziente il custode di tale dono. . . .
Il medico dovrebbe curare il paziente secondo le norme della religione del paziente, e non imporre al paziente le sue
proprie convinzioni religiose. (Il corsivo stato aggiunto).24

68 C unaltra ragione, una ragione legale, per cui la coscienza del paziente non devessere violata. Come scrisse il
prof. Byrn in Fordham Law Review: . . . Non voglio dire che il medico sia costretto dalla scelta del paziente a fare
qualcosa di contrario alla coscienza del medico . . . Voglio dire che il paziente non costretto dalla coscienza del
medico a fare qualcosa di contrario alla scelta del paziente, e di conseguenza il medico pu avere il diritto e la scelta di
non far nulla. La legge del consenso consapevole sarebbe resa priva di significato se la scelta del paziente fosse
subordinata al giudizio coscienzioso del medico. (Il corsivo stato aggiunto).25

69 In questa situazione c la possibilit che il medico non faccia nulla, cio che rifiuti il caso; ma questa lunica
alternativa? Nel suo articolo Tecniche chirurgiche di emergenza per i Testimoni di Geova adulti, il dott. Robert D.
OMalley comment: Il rifiuto del paziente di accettare la trasfusione di sangue non dovrebbe usarsi come una scusa
per labbandono da parte del medico.26

70 Che cosa potrebbe fare dunque il medico? Nelleditoriale di una rivista di medicina, il dott. J. K. Holcomb dichiar:
Senza dubbio, noi, come medici, ci sentiamo frustrati, perfino adirati, quando un paziente ostinato si rifiuta di
accettare ci che considereremmo il regime preferito della terapia. Ma, dovremmo sinceramente sentirci in questo
modo quando il paziente indica una credenza religiosa come base della sua riluttanza ad accettare il trattamento
particolare? Se siamo onesti con noi stessi, ammetteremo che nella nostra pratica quotidiana con molti pazienti siamo
accomodanti abbassandoci a qualcosa di meno del trattamento ideale. . . . Se possiamo far questo rispetto alle nostre
convinzioni mediche, non dovremmo similmente esser disposti a fare il meglio che possiamo quando le convinzioni del
paziente, in particolare quelle religiose, ci impediscono di offrire quella che noi considereremmo la forma di terapia
richiesta? Di solito, i pazienti che adducono ragioni religiose per non accettare trasfusioni di sangue, ecc. si rendono
conto dei rischi clinici che la loro decisione comporta, ma sono disposti ad accettare quei rischi e chiedono solo che noi
facciamo il nostro meglio.27

71 C unaltra considerazione in quanto allaspetto morale della questione. John J. Paris, professore assistente di etica
sociale, indic: Sia nelle comunit mediche che in quelle morali c largo consenso sul fatto che lindividuo non ha
nessun obbligo morale di sottoporsi a trattamenti medici straordinari. E se il paziente non ha nessun obbligo morale di
sottoporsi a un trattamento straordinario, per quanto possa esser comune nella pratica regolare, nemmeno il medico

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 13/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

ha alcun obbligo morale di provvederlo; n il giudice di ordinarlo.28 Per i Testimoni di Geova, che conducono la loro
vita secondo la Bibbia, le trasfusioni di sangue sono per certo un trattamento straordinario. Infatti, sono moralmente
proibite.

COOPERAZIONE FRA PAZIENTE E MEDICO

72 Tutti gli interessati allargomento possono esser certi che i Testimoni di Geova non sono fanatici contrari alle cure
mediche. Rammentate che Luca, il quale scrisse il racconto biblico del decreto contro il sangue, era lui stesso un
medico. (Colossesi 4:14) Perci, quando i Testimoni di Geova sono malati o hanno un incidente, non cercano qualche
miracolosa guarigione per fede. Piuttosto, ricorrono allaiuto del medico. Ci facendo, non cercano di dettar legge ai
medici su come praticare la medicina o su come trovare la soluzione del loro proprio problema particolare. Lunica cosa
che coerentemente chiedono ai medici che non si usi il sangue.

73 I Testimoni hanno molto riguardo per listruzione e la capacit di quelli che operano nel campo della medicina.
Apprezzano sinceramente i medici che usano la loro abilit per curare i pazienti, ma che fanno ci secondo la
coscienziosa fede dei pazienti. I Testimoni riconoscono che il medico deve avere coraggio per operare senza la libert
di usare sangue. Inoltre, ci vuole un certo grado di coraggio per andare contro le opinioni dei medici contemporanei
acconsentendo di esercitare la professione in condizioni che dal punto di vista medico possono essere ritenute meno
che ottime.

74 Naturalmente, i Testimoni di Geova si rendono conto che alcune tecniche chirurgiche possono comportare la perdita
di tanto sangue che un medico pu sinceramente credere di non poter compiere lintervento secondo la richiesta dei
Testimoni. La maggioranza delle operazioni chirurgiche si possono compiere comunque senza sangue. vero che i
medici penseranno che non usando il sangue loperazione si renda pi pericolosa. Ma i Testimoni sono disposti ad
affrontare tali accresciuti rischi con il coraggioso aiuto di medici esperti.

75 Durante un dibattito di esperti presso lUniversit di Pennsylvania, il dott. William T. Fitz narr un caso interessante.
Si trattava di un paziente trentaquattrenne che aveva avuto una grave emorragia per un tumore al colon. Luomo, un
testimone di Geova, disse ai medici che si sarebbe lietamente sottoposto a qualsiasi operazione chirurgica purch non
gli si desse sangue. I medici acconsentirono di fare loperazione, promettendo di non somministrare sangue. Durante
e dopo loperazione la perdita di sangue fu cos grande che lemoglobina del paziente, normalmente di 14 o 15 grammi,
scese a 2,4 grammi. Ma egli non mor. Piuttosto, la sua condizione si stabilizz e i valori del suo sangue aumentarono.
Commentando la promessa dei medici di non somministrare sangue, il dott. Francis Wood, Preside del Dipartimento di
Medicina, disse: Penso che abbiate avuto il perfetto diritto di prometterlo. Se non lo operavate, luomo moriva. In
seguito alloperazione senza trasfusione di sangue, aveva qualche opportunit di rimettersi; perci, penso che eravate
perfettamente giustificati nel dargli lopportunit secondo le sue proprie condizioni.29

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 14/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

ESONERO DEI MEDICI DALLE RESPONSABILIT

76 I medici sono in una posizione difficile nel trattare qualsiasi caso grave, poich se non si valgono di ogni tecnica
disponibile possono essere denunciati per imperizia. Comunque, i Testimoni di Geova sono disposti ad assumersi la
responsabilit del loro rifiuto daccettare le trasfusioni di sangue. Essi firmeranno una dichiarazione legale che esimer
il personale medico e ospedaliero da ogni preoccupazione che sia intentata una causa contro di loro, nelleventualit
che il danno sia attribuito allaver operato senza sangue.

77 LOrdine dei Medici Americani ha raccomandato un modulo intitolato Rifiuto di permettere la trasfusione di sangue
per i pazienti che non accettano il sangue a causa di credenze religiose. Esso dice: Si richiede di non somministrare
sangue o derivati del sangue a ........ durante questa degenza in ospedale, nonostante che tale trattamento possa
ritenersi necessario secondo lopinione del medico curante o dei suoi assistenti per salvare la vita o favorire la
guarigione. Si esimono il medico curante, i suoi assistenti, lospedale e il suo personale da qualsiasi responsabilit per
qualsiasi risultato sfavorevole dovuto al rifiuto del(i) sottoscritto(i) di permettere luso di sangue o di suoi derivati.30
Questo documento devessere corredato della data e della firma del paziente e dei testimoni presenti. Un parente
stretto come un coniuge o un genitore (nel caso di un bambino) pu pure firmare il modulo.

78 La volont dei Testimoni di Geova di accettare la responsabilit personale riguardo al loro atteggiamento sul sangue
ulteriormente mostrata dal fatto che la maggioranza dessi porta una cartolina firmata che attesta: Non voglio
nessuna trasfusione di sangue! Questo documento riconosce che il firmatario comprende e accetta le conseguenze del
rifiuto di sangue. Cos, anche se egli quando portato da un medico o in un ospedale dovesse perdere i sensi, questa
dichiarazione firmata mostra chiaramente la sua ferma posizione.

Potrebbe un medico o un ospedale essere perseguibile se non desse sangue?

79 Un articolo pubblicato nella University of San Francisco Law Review consider questo argomento. Spieg che il
giudice Warren Burger, che divenne Presidente della Corte Suprema degli Stati Uniti, disse che una denuncia per
imperizia non sarebbe risultata sostenibile nel caso in cui fosse stata firmata una dichiarazione di esonero. Larticolo
continuava:
La possibilit di unaccusa penale ancor pi remota. Un commentatore che esamin la pubblicazione rifer: Non
sono stato in grado di trovare nessuna autorit a sostegno dellaffermazione che il medico incorrerebbe . . . in
responsabilit penali . . . non facendo al paziente che non la desidera una trasfusione forzata. Sembra che il rischio sia
pi il prodotto di una fertile mente legale che non una possibilit realistica.31

80 Riguardo alla situazione esistente in Inghilterra. Emergencies in Medical Practice disse: Se al paziente la situazione
era stata resa chiara ed egli muore senza trasfusione, non si potr intentare contro il medico nessuna azione poich
nessun paziente obbligato a conservare la sua vita ricorrendo a misure speciali o straordinarie.32

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 15/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

81 Naturalmente il medico che intenda sottoporre un paziente a unoperazione chirurgica vorr spiegare con chiarezza
quali sono i rischi che possono derivare dal rifiuto di sangue. Ma una volta fatto ci, il medico non deve sentire nessun
obbligo morale di spingere oltre la questione. Certo sarebbe immorale cercar di indurre un paziente alla sottomissione
assillandolo o spaventandolo dopo che ha risolutamente deciso di non accettare il sangue.

82 Poich i Testimoni di Geova accettano volontariamente la responsabilit della loro decisione, i medici sono
legalmente e in realt moralmente dispensati da ogni obbligo di insistere sul sangue. Ed cos che molti medici morali
e sinceri preferiscono che sia. Non si avvertir mai con sufficiente insistenza di badare a non indebolire il diritto
umano allautodeterminazione, incluso quello del paziente, scrisse il chirurgo G. Haenisch di Amburgo, Germania.
Bisogna rifiutare senza compromessi di concedere al medico lautorit di intraprendere un trattamento che egli ritenga
giusto bench sia contrario alla volont del paziente. Deutsche Medizinische Wochenschrift.33

83 Con riferimento a questo diritto umano, in alcuni paesi le pubblicazioni giuridiche e mediche hanno ripetutamente
avvertito che la somministrazione di una trasfusione contro i desideri del paziente potrebbe esporre il medico (o i
responsabili dellospedale) allaccusa di violenza fisica e aggressione o alla giustificata accusa di pratica illecita.

Che dire della somministrazione di sangue senza informarne il paziente, forse quando privo di sensi?

84 Molti medici sinceri pensano che in alcune situazioni, come nello stadio terminale del cancro, sia una benignit non
dare al paziente tutte le informazioni sulla sua condizione. Bench possano esserci varie opinioni sulla correttezza di
nascondere i particolari sulla condizione del paziente, questo molto diverso da quando il medico segue
premeditatamente una cura che il paziente ha proibita. Scrivendo nel New York State Journal of Medicine, il dott.
Bernard Garner e i suoi colleghi diedero risalto a questo punto. Essi ammisero che a volte un medico ha fatto perdere i
sensi al paziente Testimone e poi gli ha dato il sangue, forse pensando: Ci che non sa non gli nuoce. Ma conclusero
con enfasi: Bench il motivo possa essere altruistico, questa una pratica moralmente disgustosa.34

85 Perch sia tale fu dichiarato esplicitamente da Marcus L. Plante, professore di giurisprudenza presso la Facolt di
Giurisprudenza dellUniversit del Michigan. Egli scrisse che il medico ha una relazione di fiducia [fondata sulla stima]
con il suo paziente e ha lassoluto obbligo di non ingannare mai il paziente con le parole o con il silenzio in quanto alla
natura e al carattere della tecnica medica che si propone di intraprendere.35

86 Inoltre, in alcuni luoghi illegale che un medico prometta di non dare il sangue e poi lo dia di nascosto. Per
esempio, nel Medical Tribune della Germania Occidentale si indic che quando il paziente diventa incosciente non
cambia nulla. Ci avviene perch il rifiuto di accettare la trasfusione di sangue, una volta che stato espressamente
dichiarato da un paziente cosciente, valido anche nelleventualit che perda coscienza.36 Sottolineando con
maggiore enfasi largomento, la Corte Suprema del Kansas dichiar:

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 16/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

. . . Si ritiene che ogni uomo padrone del proprio corpo, e, se sano di mente, pu espressamente proibire che gli si
faccia unoperazione chirurgica per salvargli la vita o qualche altro trattamento medico. Un medico pu ben credere che
unoperazione o una forma di trattamento sia desiderabile o necessaria ma la legge non gli permette di sostituire il
proprio giudizio a quello del paziente con alcun espediente o inganno. (Il corsivo stato aggiunto).37

87 Di conseguenza, somministrare ingannevolmente il sangue a un testimone di Geova contrario alletica


professionale. Potrebbe rendere il medico legalmente perseguibile.

RISPETTO PER LA RESPONSABILIT DEI GENITORI

88 In questo campo, laspetto pi emotivo implica forse il trattamento dei bambini. Tutti ci rendiamo conto che i
bambini hanno bisogno di cure e protezione. I genitori che hanno timore di Dio lo comprendono in maniera particolare.
Essi amano profondamente i loro figli e sentono vivamente la responsabilit che Dio ha loro affidata di averne cura e
prendere decisioni per il loro durevole benessere. Efesini 6:1-4.

89 Anche la societ riconosce la responsabilit dei genitori, ammettendo che i genitori sono primariamente autorizzati
a provvedere e a decidere per i loro figli. Su ci si riflettono logicamente le credenze religiose della famiglia. I figli ne
traggono per certo beneficio se la religione dei genitori d risalto al bisogno daver cura di loro. Questo ci che fanno
i Testimoni di Geova, che non vogliono in nessun modo trascurare i loro figli. Riconoscono come conferito loro da Dio
lobbligo di provvedere ai figli cibo, indumenti, una dimora e cure sanitarie. Inoltre, la giusta valutazione della
necessit di provvedere ai propri figli richiede anche di inculcare in loro la morale e il riguardo per ci che giusto.
Com stato menzionato, i primi cristiani furono esemplari in questo; i genitori istruivano i loro figli e vivevano
personalmente secondo gli insegnamenti morali che enunciavano. La storia narra che intere famiglie erano a volte
messe a morte nelle arene romane perch i genitori non violavano le loro coscienziose credenze.

90 Tutti ci rendiamo conto che la mancanza di insegnamento e di esempio morale da parte dei genitori ha contribuito
oggi in molti giovani alla perdita dei valori basilari; non si danno pensiero di mettere in pericolo sia la salute e la vita
proprie che la vita altrui, in una sfrenata ricerca di emozioni. Non molto meglio che i giovani abbiano genitori che
promuovono la morale e il rispetto per gli alti princpi? I genitori che sono testimoni di Geova mostrano grande amore
sia ai loro figli che al loro Dio, usando la Bibbia per aiutare i loro figli a divenire persone morali. Cos, quando questi
figli sono grandi abbastanza da conoscere ci che la Bibbia dice sul sangue, essi stessi sostengono la decisione dei loro
genitori di astenersi dal sangue. Atti 15:29.

Deve pensare il medico di dover dare sangue a un bambino nonostante i risoluti desideri dei genitori e forse del figlio
stesso?

91 Sinceramente, in considerazione del ben riconosciuto diritto della responsabilit dei genitori, la posizione morale,

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 17/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

legale e coerente del medico quella di riconoscere la responsabilit degli amorevoli e preoccupati genitori di prendere
le decisioni per i propri figli minorenni.

92 A questo riguardo, il dott. A. D. Kelly, segretario dellOrdine dei Medici Canadesi, scrisse che i genitori di minorenni
e i parenti intimi di pazienti incoscienti hanno il diritto di interpretare la volont del paziente e che dovremmo accettare
e rispettare i loro desideri. . . . Io non ammiro il comportamento dei giudici di un dubbio tribunale che si riuniscono alle
2,00 del mattino per sottrarre un fanciullo alla custodia dei suoi genitori.38

93 Alcuni medici e avvocati hanno riconosciuto che un adulto capace di intendere e di volere ha il diritto di rifiutare la
trasfusione di sangue. Ma essi hanno sostenuto che se i genitori rifiutano il permesso per il loro bambino, la trasfusione
dovrebbe esser resa obbligatoria per ordinanza del tribunale. Questa presa di posizione comunque priva di
fondamentale coerenza e armonia, come indic la rivista Forensic Science:
Dobbiamo dunque ritenere che i tribunali vogliano assegnare ai figli una religione diversa da quella dei loro genitori,
quando le statistiche mostrano che la stragrande maggioranza dei figli sono educati secondo la stessa confessione
religiosa dei loro genitori e realmente la seguono? Inoltre, non sarebbe questa una violazione dei diritti religiosi dei figli
da parte dei tribunali, diritti che i tribunali cercano di proteggere per gli adulti secondo il Primo Emendamento [della
Costituzione] non permettendo la trasfusione agli adulti non consenzienti? In sostanza, non assegnano i tribunali una
religione ai figli se non permettono di somministrare trasfusioni agli adulti per motivi religiosi e permettono di
somministrarle ai figli degli stessi adulti?39

94 Spesso c unaltra grossolana incoerenza morale quando si fa una forzata trasfusione di sangue a un bambino i cui
genitori hanno chiesto di seguire altre terapie mediche. In alcuni ospedali i medici possono in una stanza fare una
trasfusione forzata a un bambino. Ma in una stanza accanto altri medici possono praticare aborti legali, ponendo fine a
vite solo di alcuni mesi pi giovani del bambino a cui si d forzatamente il sangue per salvargli la vita. Questo ha
indotto le persone riflessive a chiedersi se la preservazione della vita sia sempre la vera causa per cui si
somministrano trasfusioni forzate.

95 Considerate le implicazioni del trattamento medico autorizzato dallo stato che forzatamente priva i genitori della
patria potest. In Scozia, A. D. Farr, lettore universitario sulle tecniche delle trasfusioni di sangue, scrisse riguardo alle
trasfusioni forzate ad adulti e fanciulli:
Se si respinge la convinzione di una minoranza religiosa si respinge lintero principio che permette a un adulto di
accettare o rifiutare una particolare forma di trattamento medico. . . . Lo Stato assume gradualmente la funzione
decisionale al posto dellindividuo. in questo modo che paesi liberi cessano desser liberi e divengono totalitari. Fu
proprio con limposizione di far entrare i ragazzi tedeschi nel movimento della Giovent Hitleriana che nella Germania
nazista si arriv infine alla soppressione della libert e del diritto privato. Questa non una semplice interpretazione
ideata dalla fantasia. La libert un bene prezioso e comparativamente raro, da custodire gelosamente in quei paesi
dove esiste. Una sola violazione della libert individuale di troppo.40

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 18/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

96 Inoltre, anche se un medico crede sinceramente che un fanciullo abbia bisogno di una trasfusione di sangue,
significa questo che non sia possibile nessunaltra terapia? O significa invece che egli pensa che una trasfusione offra
pi probabilit di successo di terapie alternative? A questo proposito un consiglio di giudici degli Stati Uniti dAmerica
scrisse in Indicazioni per il giudice nelle ordinanze mediche relative ai fanciulli:

97 Se c possibilit di scelta qualora, per esempio, il medico raccomandi un indirizzo che offre 80 probabilit di
successo su cento, ma che i genitori disapprovano, e i genitori non obiettino a un indirizzo che offre solo 40 probabilit
di successo su cento il medico deve seguire la cura pi rischiosa dal punto di vista medico ma ineccepibile per i
genitori.41

98 Questi giudici dissero inoltre che la conoscenza medica non sufficientemente avanzata da permettere a un
medico di predire con ragionevole certezza che il suo paziente vivr o morr o subir una debilitazione o deformit
fisica permanente. Non c in questo molta verit? Medici esperti non mettono forse in risalto che nel migliore dei casi
possono solo dire ci che unevenienza probabile? Conformemente, molti medici e chirurghi stimati hanno cooperato
con i Testimoni di Geova offrendo ottime cure mediche a giovani e anziani rispettandone nello stesso tempo le
convinzioni bibliche sul sangue.

CURARE LUOMO INTEGRALE

99 Nel campo della medicina ci si convince sempre pi che importante trattare il paziente come un uomo integrale.
Ci che si deve curare non solamente la tiroide o il fegato, ma la persona umana nel suo insieme con i suoi
sentimenti e le sue convinzioni che in effetti possono influire sulla sua reazione alla cura. In un editoriale del Texas
Medicine, il dott. Grant F. Begley scrisse: Quando curo una malattia che coinvolge corpo, mente e spirito di un
individuo che mi stato affidato, la cosa importante ci che egli crede. Sono le sue credenze, non le mie, che lo
inducono a provare timore, dubbio e colpa. Se il mio paziente non crede nella trasfusione di sangue, ci che io penso
dessa non ha importanza.42

100 Curare luomo integrale sia umano che pratico, considerati i risultati tragici che possono derivare dallagire
altrimenti. Il medico sensibile, esort il dott. Melvin A. Casberg nel Journal of the American Medical Association,
deve rendersi conto di questi aspetti separati ma interdipendenti di corpo, mente e spirito, e deve capire che guarire il
corpo lasciando la mente o lo spirito affranto una vittoria solo parziale, oppure da ultimo una sconfitta.43

101 Il medico segue dunque la condotta saggia e cura luomo integrale quando mostra rispetto per le convinzioni
religiose del suo paziente circa luso del sangue.

LA LORO PRESA DI POSIZIONE IRRAGIONEVOLE DAL PUNTO DI VISTA MEDICO?

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 19/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

102 Anche se la basilare obiezione dei Testimoni di Geova alla trasfusione di sangue motivata da ragioni religiose,
molti considerano questo atteggiamento irragionevole dal punto di vista medico. Ma lo ? Poich la posizione presa dai
Testimoni in merito al sangue ha attinenza con una questione di medicina, utile esaminare brevemente che cosa
comporta il rifiuto del sangue dal punto di vista medico.

103 Nei soli Stati Uniti, Giappone e Francia, si trasfondono ogni anno circa 15 milioni di unit (500 cc. luna) di sangue.
giusto chiedersi: Tutto questo sangue viene dato perch necessario per salvare la vita?

104 La conclusione a cui pervennero 800 medici europei riuniti a Parigi fu che il sangue troppo spesso considerato
come un tonico miracoloso che viene dato al paziente sia che ne abbia bisogno o no. Questi medici disapprovarono in
particolare la trasfusione di singole unit, le quali, essi dissero, sono inutili 99 volte su 100.44 Negli Stati Uniti,
unindagine mostr che il 72 per cento delle trasfusioni somministrate in alcuni luoghi sono inutili o discutibili.45

105 Il dott. Rune Eliasson di Stoccolma, Svezia, espresse lopinione che molti medici, forse sviati dalleffetto della
parola sulla mente, si son fatti troppo facilmente accecare dallalone che essi stessi pongono intorno alla trasfusione di
sangue cos che i vantaggi e gli svantaggi di questa forma di terapia non si possono valutare nella loro giusta
prospettiva.46

106 Siate o no daccordo con le ragioni per cui i Testimoni di Geova non accettano la trasfusione di sangue, i vantaggi
e gli svantaggi di questa forma di terapia meritano desser considerati. Questo avviene specialmente perch trattando
le trasfusioni alcuni giudici hanno raccomandato che i desideri del paziente sulla terapia alternativa siano accolti se alla
terapia normale connesso un rischio definito.

SANGUE: COMPLESSO E SENZA UGUALE

107 Bench alcuni affrettatamente chiamino suicidio il rifiuto del sangue, unimparziale considerazione del problema
richiede che si riconosca il fatto che la trasfusione di sangue comporta incertezze e anche pericoli.

108 I medici sanno che il sangue estremamente complesso. Questo manifesto anche per quanto concerne i tipi di
sangue. Opere di consultazione affermano che sono conosciuti circa quindici-diciannove sistemi di gruppi sanguigni. Per
quanto riguarda uno solo di questi, il sistema del gruppo sanguigno Rh, un recente libro sul sangue disse che al tempo
attuale si possono teoricamente riconoscere trecento diversi tipi Rh.47

109 Un altro aspetto della complessit e della unicit del sangue di ciascuno la variet di anticorpi che esso contiene.
A una riunione di scienziati tenuta a Zurigo, Svizzera, un gruppo di criminologi inglesi mostr che gli anticorpi sono cos
diversi che il sangue di ciascuno potrebbe dirsi specifico e senza uguale. Gli scienziati sperano di poter ricostruire da

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 20/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

una macchia di sangue limmagine della personalit di ogni persona che si lasci dietro una traccia di sangue.48

110 Il fatto che il sangue sia un tessuto estremamente complesso, diverso da una persona allaltra, si riflette in modo
significativo sulla trasfusione di sangue. Questo quanto di recente afferm il dott. Herbert Silver, della Banca del
Sangue e della Divisione di Immunoematologia dellOspedale di Hartford (Connecticut). Egli scrisse che, considerando
solo quei fattori del sangue per cui si possono fare i test, c meno di una probabilit su 100.000 di dare a una
persona sangue esattamente simile al suo.49

111 Di conseguenza, esistano o no obiezioni religiose alla trasfusione di sangue, molti possono rifiutare il sangue solo
perch essenzialmente un trapianto di organo che nel migliore dei casi solo in parte compatibile con il proprio
sangue.

QUANTO EFFETTIVAMENTE PERICOLOSA LA TRASFUSIONE DI SANGUE?

112 I medici sanno che tutti i preparati farmaceutici comportano un certo grado di rischio, anche i farmaci cos comuni
come laspirina e la penicillina. Conformemente, da attendersi che il trattamento con una sostanza cos complessa
come il sangue umano implichi qualche pericolo. Ma esattamente quanto pericolo? E quale peso potrebbe avere questo
per lopinione del medico circa latteggiamento dei Testimoni di Geova?

113 Una franca valutazione dei fatti prova che la trasfusione di sangue si deve onestamente considerare come un
procedimento che implica notevole pericolo e perfino potenzialmente letale.50

114 Il dott. C. Ropartz, direttore del Centro Trasfusionale di Rouen, Francia, comment che un flacone di sangue
una bomba. Poich i risultati pericolosi possono non manifestarsi finch non sia passato qualche tempo, egli aggiunse,
in pi, pu anche essere per il paziente una bomba a orologeria.51 Una pubblicazione del Governo degli Stati Uniti
riport un articolo sui pericoli del sangue e disse che
. . . la donazione di sangue pu paragonarsi allinvio di una pistola carica a una persona non sospettosa e
impreparata. . . . Come per la pistola carica, c una leva o pulsante di sicurezza che governa la trasfusione di sangue.
Ma quante persone sono morte per ferite da colpi di pistola come risultato della convinzione che era stata messa la
sicura?52

Possono medici bene informati respingere pericoli accertati considerandoli delle esagerazioni?

115 Difficilmente, poich la realt dei pericoli spesso ben compresa dai medici. Nessun prodotto biologico, scrisse
Winfield S. Miller nel Medical Economics, ha nella pratica medica un potenziale di errori letali pi grande del sangue.
Pi di un medico ha imparato a proprie spese che ogni flacone di sangue nelle banche del sangue un potenziale
flacone di nitroglicerina.53

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 21/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

116 Il paziente o la sua famiglia pu non comprenderne i pericoli finch sia troppo tardi. Il dott. J. Garrott Allen
dellUniversit di Stanford, eminente esperto del problema del sangue, stim che le trasfusioni di sangue uccidono
almeno 3.500 Americani ogni anno e sono nocive per almeno 50.000 altri.54 Ma ci sono vigorose ragioni per credere
che questa sia in realt una sotto-valutazione. Per esempio, il Southern Medical Journal disse recentemente che la
stima fra i 3.000 e i 30.000 decessi attribuibili alle trasfusioni probabilmente una valutazione prudente.55 E si
tenga presente che queste sono cifre di un solo paese, per non parlare del resto del mondo.

117 A una riunione del Collegio dei Chirurghi Americani, il dott. Robert J. Baker rifer che il pericolo di effetti nocivi del
sangue assai pi grande di quanto non si credesse in precedenza con un paziente su 20 che accusa una reazione.
Quanti se ne rendono conto? Mostrando perch questa relazione dovrebbe preoccuparci tutti, il dott. Charles E.
Huggins, direttore associato di una grande banca del sangue, aggiunse: La relazione fa spavento ma realistica
perch gli stessi problemi si presentano a ogni istituzione [in tutto] il mondo.56

118 in vista la soluzione? Molti, forse anche alcuni medici, possono pensare che la scienza abbia fatto un vero
progresso nel superare i pericoli della trasfusione di sangue. Ma, come stato dichiarato in un recente numero della
rivista Surgery, sono stati proposti nuovi e pi gravi problemi inerenti alle trasfusioni massive, problemi appena o non
affatto considerati fino a soli cinque anni or sono, tuttavia tali da adombrare potenzialmente quasi tutti i problemi che
hanno ossessionato consapevoli addetti alle banche del sangue, clinici e investigatori durante i primi 40 anni
dellattivit delle banche cliniche del sangue.57

QUALI SONO I PERICOLI?

119 Senza ribadire il fatto che i pericoli in effetti esistono, possiamo brevemente esaminarne alcuni. Anche se molti
medici hanno familiarit con le seguenti informazioni, esse possono essere utili ad altri per capire che, per quanto la
posizione presa dai Testimoni di Geova sia motivata da ragioni religiose, ha valore dal punto di vista medico.

120 Il libro di testo Hematology contiene questo prospetto:58

Tipi di reazioni post-trasfusionali

Febbrili

Anticorpi leucocitari

Anticorpi piastrinici

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 22/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

Pirogeni

Allergiche

Emolitiche

(trasfusione incompatibile)

Trasmissione di malattie

Epatite da siero

Malaria

Sifilide

Infezione da citomegalovirus

Grave contaminazione batterica

Sovraccarico cardiaco

Intossicazione da citrato

Intossicazione da potassio

Sindrome emorragica

Trasfusione incompatibile

Trasfusione massiva

Isosensibilizzazione

Emosiderosi da trasfusione

Varie

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 23/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

Tromboflebite

Embolia

Iniezione di materiale estraneo

121 Questi numerosi tipi di reazioni da trasfusione sono veramente gravi, poich possono causare la morte.
Consideriamone alcune.

122 Il prospetto presenta prima alcune reazioni immediate. Una reazione febbrile o pirogena sovente pu curarsi con
successo. Comunque, come riferisce il professore in medicina James W. Linman, gravi reazioni febbrili possono
verificarsi ed essere abbastanza stressanti da costituire una minaccia per la vita di certi pazienti affetti da malattie
acute.58 Un sangue incompatibile causa una reazione emolitica, con rapida distruzione dei globuli rossi del sangue,
fino a insufficienza renale, shock e morte. Le reazioni emolitiche sono specialmente pericolose nei pazienti
anestetizzati, poich i sintomi possono non notarsi finch sia troppo tardi.59

123 Fra le reazioni possibili anche elencata la trasmissione di malattie. C qualche sostanziale pericolo in questo
senso?

124 Lepatite B (epatite da siero) una complicazione particolarmente pericolosa della trasfusione di sangue. Il sangue
del donatore, senza il minimo sospetto, pu essere portatore del virus dellepatite, e contagiare il ricevente o perfino
portarlo alla morte. Pi sono le trasfusioni, maggiore la probabilit di contrarre lepatite da siero. Tuttavia non ci
vuole una grande quantit di sangue. Ne basta meno di una goccia. Per contrarre la malattia sufficiente solo un
milionesimo di millilitro di sangue infetto.60

125 Quanto probabile che possiate contrarre unepatite da trasfusione di sangue? Fino a un certo grado questo
dipende da dove abitate, poich lepatite post-trasfusionale pi comune nei paesi dove parte del sangue viene da
donatori pagati, da datori professionali che vendono il loro sangue.

126 Una valutazione che spesso si rileva da riviste mediche che luno per cento, o una persona su cento, contrae
lepatite in seguito a trasfusione.61 Comunque, evidente che la vera incidenza pu essere molto pi alta, in quanto
lepatite B ha un periodo di incubazione di oltre sei mesi, in modo che la malattia pu non manifestarsi che molto
tempo dopo lavvenuta trasfusione. I medici John B. Alsever e Peter Van Schoonhoven scrissero in Arizona Medicine:
Negli ultimi dieci-quindici anni, nei centri trasfusionali delle grandi comunit, la sua incidenza stata di circa l1%,
come risulta dagli studi retrospettivi delle malattie clinicamente evidenti. Comunque, quando in laboratorio si studiano
prospettivamente i pazienti trasfusi a intervalli da 2 a 4 settimane, si riscontra che linfezione ha unincidenza fino a

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 24/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

dieci volte maggiore.62

127 Considerate questo fatto da un altro punto di vista. Spesso si detto che negli Stati Uniti ci siano 30.000 casi di
epatite post-trasfusionale lanno, con 1.500-3.000 decessi.63 Se la situazione fosse questa sarebbe grave abbastanza.
Tuttavia, le informazioni fornite dal Centro governativo per il Controllo delle Malattie indicano per lepatite B la cifra
prudente di 200.000 o pi casi lanno.64 E chi pu mai calcolare il numero totale dei casi di epatite da trasfusione in
tutta lAmerica Settentrionale e Meridionale, lEuropa, lAfrica e lAsia?

128 Naturalmente, alcuni considerano la possibilit di contrarre lepatite da trasfusione di sangue un rischio
giustificabile. Un medico potrebbe ragionare: Io preferirei piuttosto il mio paziente vivo con lepatite, la quale posso
curare, anzich morto per non aver ricevuto la trasfusione. Ma tale ragionamento non una base valida per ritenere
lobiezione di coscienza del paziente alla trasfusione un suicidio e non meritevole di considerazione.

Si pu ragionevolmente assicurare a un paziente che sopravvivr allepatite post-trasfusionale?

129 Un fatto che induce alla riflessione che le autorit ammettono che la sorte del 10-12 per cento circa di quelli che
contraggono lepatite serica da trasfusione si conclude con la morte.65 Fra le persone di oltre quarantanni, lincidenza
della mortalit del 20 per cento, una persona su cinque.66 Fra i pazienti al di sopra dei sessantanni, circa la met
muore di epatite.67

130 Inoltre, non c nessun modo sicuro per eliminare lalto rischio di contrarre lepatite da trasfusione. The Journal of
Legal Medicine riconobbe che nessuno dei metodi ora conosciuti per la conservazione del sangue possiede alcuna
propriet antivirale. Qualsiasi mezzo capace di distruggere o solo di attenuare il virus dellepatite distrugger anche il
sangue o frazioni di sangue.68

131 Che dire dei progressi delle tecniche di esame per identificare e cos eliminare il sangue inquinato? Il dott. M.
Shapiro, del Servizio Trasfusioni di Sangue del Sud Africa, indic recentemente che anche con i test pi sofisticati
mediante il solo vaglio di laboratorio del sangue del donatore si pu forse evitare solo 1 caso su 8 di epatite post-
trasfusionale oppure meno.69

132 Quindi, anche se lepatite da siero fosse il solo pericolo di malattia post-trasfusionale, ci sarebbero ampie ragioni
per porre riserve in quanto ad accettare il sangue. Il fatto , per, che lepatite uno solo dei rischi. Notate questi
altri:

133 Il sangue dovrebbe essere considerato un farmaco pericoloso, e si dovrebbe usare con la stessa cautela con cui si
usa, per esempio, la morfina.70 Cos, il prof. H. Busch, direttore di medicina trasfusionale, termin una relazione a un
congresso di chirurghi della Germania Settentrionale. In essa menzion un dilemma riguardo alle trasfusioni di sangue.

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 25/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

Disse che per avere loptimum del suo valore biologico il sangue donato dovrebbe essere trasfuso entro ventiquattro
ore; dopo di che i pericoli metabolici aumentano a causa del ricambio del sangue conservato. Daltra parte, il sangue
devessere conservato per almeno settantadue ore altrimenti pu trasmettere la sifilide. E nemmeno i test per
accertare il sangue sifilitico sono una salvaguardia, poich non scoprono la sifilide nei suoi primi stadi. Non occorre
descrivere qui i danni che possono derivare alla persona che riceve sangue infetto da sifilide o alla sua famiglia.

134 La relazione tedesca mise anche in risalto il pericolo della trasfusione di sangue per la trasmissione delle infezioni
da citomegalovirus e della malaria. noto che il citomegalovirus specialmente pericoloso per i bambini. Con buone
ragioni, perci, i medici tedeschi furono avvertiti dei risultati gravissimi, perfino mortali derivanti dalla trasfusione di
sangue. E lOrdine dei Medici Americani inform che con laumento dei viaggi nel mondo e con il ritorno di personale
da zone endemiche, c stato un aumento nellincidenza della malaria in quelli che hanno ricevuto trasfusioni di
sangue.71

135 Nelle zone tropicali c un certo numero daltre malattie che si possono trasmettere con la trasfusione di sangue,
come il morbo di Chagas (che ha un tasso di mortalit di uno su dieci), la tripanosomiasi africana (la malattia del
sonno africana), la framboesia e la filariosi.72

136 Un altro pericolo che non si pu trascurare la grave contaminazione batterica del sangue. Certi tipi di batteri si
possono moltiplicare anche nel sangue perfrigerato, costituendo una grave minaccia per chiunque riceva in seguito
quel sangue. Bench i pazienti colpiti da questa complicazione siano meno numerosi di quelli che, diciamo,
contraggono lepatite da siero, per quelli che la contraggono i risultati sono tragici. La mortalit varia fra il 50 e il 75
per cento.73

137 Che ci riserva il futuro in quanto ai pericoli relativi alla trasfusione di sangue? Lelenco delle malattie
trasmissibili, riferisce il dott. John A. Collins dellIstituto di Medicina dellUniversit di Washington, varier e di certo
crescer, e potr esserci profondo turbamento mentre si identificheranno nel sangue umano altri virus in relazione con
i tumori.74 Conformemente, molti ospedali ora richiedono che il paziente firmi una dichiarazione o impegno con cui il
medico o lospedale non sia considerato responsabile del danno derivante dalla trasfusione di sangue.75

138 Significa forse questa breve considerazione di alcuni soltanto dei pericoli medici legati al sangue che i Testimoni di
Geova facciano obiezione alla trasfusione principalmente per ragioni sanitarie? No, il motivo non questo. La ragione
fondamentale per cui non accettano la trasfusione di sangue perch questo vuole la Bibbia. La loro
fondamentalmente unobiezione religiosa, non sanitaria. Tuttavia, il fatto che il prendere sangue comporti pericoli gravi
d semplicemente risalto alla ragionevolezza, anche dal punto di vista sanitario, della posizione assunta dai Testimoni
di Geova.

TERAPIE ALTERNATIVE

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 26/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

139 Se i Testimoni di Geova tenessero una condotta fanatica priva di fondamento e recassero inevitabilmente danno su
se stessi e su altri, ci sarebbe motivo di preoccuparsi. A questo riguardo sarebbe bene chiedersi:

questo atteggiamento religioso dei Testimoni di Geova cos incompatibile con le norme della societ umana e con la
conoscenza medica da non potersi ragionevolmente accogliere?

140 La risposta sostenuta dai fatti che la loro obiezione al sangue basata sulla Bibbia si pu certamente conciliare
nella maggioranza dei casi con luso di terapie alternative.

141 Com ben noto, nei casi di chirurgia elettiva, i medici possono integrare il sangue del paziente prima e dopo
lintervento, come con amminoacidi e composti del ferro per via orale o parenterale;76 questo pu ridurre qualsiasi
bisogno di trasfusione. Lipotermia spinta (abbassamento della temperatura corporea del paziente) risultata
vantaggiosa nel ridurre al minimo la perdita di sangue durante lintervento chirurgico, anche nei bambini.78 In maniera
simile, inducendo lipotensione (labbassamento della pressione del sangue) si pu ridurre lemorragia dei piccoli vasi
sanguigni durante lintervento. E ci che probabilmente risultato pi utile stata la rigorosa emostasi effettuata
durante lintervento. NellAmerican Journal of Obstetrics and Gynecology, un medico che ha operato molti Testimoni di
Geova disse:
Non c dubbio che la situazione in cui si opera senza possibilit di trasfusione porta a migliorare lintervento. Si un
po pi decisi nel chiudere ogni vaso che sanguina.79

Se durante un intervento chirurgico o a causa di un incidente il paziente ha perduto una grande quantit di sangue,
ragionevole lopinione che non ci sia alternativa al sangue?

142 Alcuni fatti presentati dal prof. James W. Linman in Hematology servono egregiamente a valutare la risposta:
Il sangue non un tonico n uno stimolante; non far guarire una ferita n eliminer uninfezione; e in chirurgia la
sua propriet di vettore dellossigeno di rado, se mai, un fattore limitativo. La trasfusione serve solo ad aumentare il
volume totale del sangue, ad aumentare la propriet vettrice dossigeno del sangue, e a reintegrare normali costituenti
plasmatici. (Il corsivo stato aggiunto).80

143 Considerate prima largomento di aumentare il volume totale del sangue. Molto spesso quando una persona ha
perduto una grande quantit di sangue, ci che fondamentalmente necessario per impedire lo shock e la morte la
sostituzione del volume del liquido perduto. In un congresso dellOrdine dei Medici del Sud Africa, uno specialista della
trasfusione di sangue spieg che una persona potrebbe perdere fino a un litro e mezzo di sangue e ancora avere pi
del 60 per cento dei suoi globuli rossi,81 quantit adeguata per il nutrimento dei tessuti. Ma per la buona circolazione
dei globuli rossi occorre reintegrare il normale volume ematico.

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 27/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

144 La rivista britannica Anaesthesia rifer che a questo scopo sono pi efficaci le soluzioni non sanguigne che le
trasfusioni di sangue, poich non riducono lefficienza cardiaca, complicazione non insolita con le trasfusioni di sangue.
Larticolo diceva che in occasioni in cui quantit apparentemente adeguate di sangue intero non producevano i risultati
desiderati in casi di trauma, usando soluzioni non sanguigne spesso si ottenevano miglioramenti sorprendenti. Quindi
larticolo osservava:
Comunque, anche se disponibile unadeguata provvista di sangue intero, discutibile che questo sia il liquido da
preferire nel trattamento di trasfusione durgenza a pazienti gravemente ipovolemici [quelli che hanno perduto molto
sangue].82

145 Non forse logico che una persona normalmente possa perdere lequivalente di una unit di sangue (500 cc.) o
pi senza subire danni esiziali? Molti hanno donato una unit di sangue e poi hanno continuato a svolgere le loro
attivit quotidiane. Studi clinici controllati hanno indicato che una persona con un notevole volume di sangue pu
tollerare la perdita fino a due litri [2.000 cc.] di sangue intero senza aver bisogno di nulla eccetto la sostituzione con
soluzioni non ematiche del liquido perduto.83

146 Che dire, per, dellaumento della propriet vettrice dossigeno del sangue? I medici sanno che soluzioni
alternative non sono in realt sostituti del sangue. Perch no? Perch lemoglobina dei globuli rossi porta ossigeno in
tutto lorganismo. Le soluzioni non ematiche non la contengono.

A un paziente che abbia perduto una grande quantit di sangue si deve trasfondere sangue intero o una soluzione di
globuli rossi concentrati perch venga provveduto ossigeno a tutto lorganismo?

147 Questa lopinione frequentemente espressa, ma essa in armonia con i fatti?

148 Normalmente una persona ha circa 14-15 grammi di emoglobina ogni 100 cc. di sangue. In genere i medici
sostengono che in condizioni contingenti unemoglobina di 10,3-10,5 grammi considerata come il pi basso valore
sicuro per un intervento chirurgico di routine.84 Ma, in effetti, gran parte dellemoglobina duna persona di riserva
perch sia impiegata per lattivit fisica di rilievo; quindi, un paziente costretto a letto spesso in condizione
confortevole con soli 5 o 6 grammi.85 M. Keith Sykes, professore di anestesia clinica presso lUniversit di Londra,
recentemente fece notare: Anche se la maggioranza dei centri sceglie il valore di 9-10 gr. per cento come linea di
divisione fra laccettare e il rifiutare gli interventi selettivi, bisogna accentuare che non c nessuna prova conclusiva
che i valori al di sopra di questo livello siano sicuri o che i valori al di sotto di questo livello costituiscano per
lintervento un ulteriore pericolo. Perci sembra irragionevole scegliere una cifra arbitraria come livello di emoglobina
accettabile.86 Similmente, il dott. Jeffrey K. Raines, del General Hospital del Massachusetts, dichiar che possiamo
lasciar scendere lematocrito molto al di sotto di quanto avevamo pensato. Credevamo che un paziente dovesse avere
unemoglobina di 10, ma ora sappiamo che non veramente cos.87 Il dott. Ricardo Vela, di un reparto anestesia di
Madrid, Spagna, ebbe a questo riguardo esperienza con pazienti che sono testimoni di Geova. Egli scrisse che livelli di

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 28/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

emoglobina molto bassi che in precedenza sarebbero stati considerati proibitivi erano sorprendentemente ben tollerati
dai pazienti.88

149 C un altro aspetto di questo problema che non stato ampiamente compreso, nemmeno nel campo medico.

La trasfusione aumenta immediatamente la propriet vettrice dossigeno del sangue?

150 Molti credono di s, ma un recente editoriale in Anaesthesia significativamente afferm: Vale inoltre la pena di
ricordare che lemoglobina dei globuli rossi conservati e citratati non pienamente utilizzabile per trasferire lossigeno
ai tessuti per circa 24 ore dopo la trasfusione . . .; negli stadi iniziali, la trasfusione durgenza deve perci
primariamente considerarsi come semplice espansore di volume.89 Presso lUniversit Statale dellOhio dei ricercatori
riscontrarono che la ragione di ci che nel sangue conservato avvengono mutamenti chimici. La loro ricerca mostr
che il sangue conservato per pi di dieci giorni non migliora o pu perfino peggiorare la distribuzione dellossigeno
immediatamente dopo la trasfusione. E riscontrarono che la distribuzione dellossigeno era ancora al di sotto del
normale ventiquattro ore dopo.90

Quali sono alcune soluzioni non ematiche usate come alternativa alla trasfusione di sangue? Sono esse usate con
efficacia? Quali ne sono i vantaggi?

151 Forse il mezzo pi largamente disponibile e pi frequentemente usato nelle sostituzioni demergenza del plasma
la semplice soluzione fisiologica (salina 0,9%). facile da preparare, non costosa, stabile e chimicamente compatibile
con il sangue umano.91 Il lattato di Ringer (di Hartmann) unaltra soluzione elettrolitica o cristalloide che si usata
con successo in casi di ustioni massive e in interventi chirurgici su pazienti che avevano perduto pi del 66 per cento
del volume liquido del loro sangue.92

152 Un altro metodo quello di sostituire il sangue perduto con colloidi come il dextran. una soluzione clinica di
zucchero risultata utile sia negli interventi chirurgici che nei trattamenti di casi di ustione e shock.93 A volte si combina
con una soluzione di sali neutri in modo da ottenere le migliori propriet di ciascuno. Lemagel e la soluzione di amido
idrossietilico si sono pure usati con buoni risultati in varie situazioni operatorie come espansori del volume
plasmatico.94

153 Ciascuna di queste soluzioni ha le sue propriet e i suoi pregi. Ma per quanto riguarda le situazioni demergenza
Anaesthesia comment:
Allinizio nello stadio acuto lesatto liquido preferito, supposto che non sia positivamente dannoso, relativamente
privo dimportanza. Pi tardi, una volta che il volume del torrente sanguigno sia stato aumentato, si devono prendere
in considerazione le esigenze specifiche del caso particolare.95

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 29/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

154 Significa ci che queste soluzioni siano valide solo per le emergenze? Niente affatto. Riguardo a tutti gli interventi
chirurgici di maggiore importanza, i chirurghi del Collegio di Medicina dellUniversit del Kentucky scrissero:
Cento pazienti persero ciascuno pi di 1.000 ml di sangue nel corso dellintervento chirurgico e ricevettero da due a
tre volte quel volume in soluzione di Hartmann. I casi di mortalit e morbilit postoperatoria non risentirono della
mancanza di sangue nel regime di sostituzione. . . . Nonostante la persistente tradizione che il sangue sia lunica
sostituzione efficace per il sangue perduto, la pratica di usare soluzioni saline per la sostituzione parziale o integrale
del sangue ha guadagnato terreno presso molti centri.96

155 Anche se i Testimoni di Geova non accettano sangue per motivi religiosi, essi non fanno alcuna obiezione alluso di
espansori plasmatici sostitutivi del sangue. Dal punto di vista del medico questi prodotti hanno dunque il vantaggio di
potersi usare con i pazienti Testimoni. Ma ci sono numerosi altri vantaggi.

156 I sostituti non biologici del sangue, scrisse il prof. E. A. Moffitt del Canada, si possono fabbricare in grandi
quantit e conservare per lunghi periodi di tempo. . . . I rischi della trasfusione di sangue sono i vantaggi dei sostituti
del plasma: si evitano infezioni batteriche o virali, reazioni da trasfusione e sensibilizzazione Rh.97

157 Dalluso degli espansori del plasma si ottiene un altro beneficio degno di nota. Quando si conserva sangue umano
si devono aggiungere sostanze chimiche per impedirne la coagulazione. Quando il sangue dato pi tardi a un
paziente, gli additivi possono interferire con la naturale disposizione a coagulare del suo stesso sangue; pu risultarne
una prolungata emorragia. Il cardiochirurgo dott. Melvin Platt ha richiamato lattenzione sul fatto che questo problema
si evita quando viene usata una sostanza neutra come la soluzione del lattato di Ringer anzich sangue
conservato.98

ALTA CHIRURGIA SENZA SANGUE

158 Medici coraggiosi che hanno acconsentito a operare testimoni di Geova senza luso del sangue hanno spesso fatto
unesperienza inaspettata. Questo illustrato da sviluppi piuttosto recenti nelle operazioni chirurgiche a cuore aperto.
In passato, si usavano normalmente quantit massive di sangue. Ma lquipe chirurgica diretta dal dott. Denton Cooley
dellIstituto di Cardiologia del Texas decise di tentare interventi chirurgici su testimoni di Geova. Siccome i medici non
potevano avviare la necessaria pompa cuore-polmone con il sangue o somministrare sangue durante o dopo
lintervento, impiegarono espansori sostitutivi del plasma. Il dott. Cooley riferisce: I risultati ottenuti con i Testimoni
di Geova ci fecero tanta impressione che cominciammo a seguire la pratica in tutti i nostri pazienti cardiopatici.
Abbiamo avuto un successo sorprendentemente buono e labbiamo seguita anche nei nostri trapianti [di cuore]. Egli
aggiunse: Abbiamo assunto con i Testimoni di Geova limpegno di non praticare trasfusioni in nessuna circostanza. I
pazienti ne accettano pertanto il rischio, perch per loro non teniamo nemmeno il sangue a disposizione.99

159 Quali sono stati i risultati a lungo termine delle operazioni chirurgiche a cuore aperto senza sangue su adulti e

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 30/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

bambini? Il dott. Jerome H. Kay della California scrisse: Finora abbiamo fatto 6.000 operazioni a cuore aperto nel
Saint Vincents Hospital di Los Angeles. Abbiamo limpressione che, da quando per la maggioranza dei pazienti non
abbiamo usato sangue, questi vadano meglio.100 Uno studio canadese forn dettagli particolareggiati, rivelando che
quando invece del sangue si usarono soluzioni sostitutive, come il dextran e la soluzione di Ringer, il numero dei
decessi diminu dall11 al 3,8 per cento.101 Questo tipo di intervento chirurgico stato pure compiuto con successo
su testimoni di Geova adulti e minorenni in Norvegia, Australia, Sud Africa, Francia, Inghilterra e Giappone.

160 Tuttavia, chirurghi esperti si rendono conto che per i pazienti che subiscono interventi di chirurgia generale si usa
sangue in proporzioni maggiori che non per quelli che subiscono interventi pi drammatici come quelli a cuore aperto.
Che cosa accaduto con i testimoni di Geova che avevano bisogno di interventi di chirurgia generale in cui si usano
normalmente notevoli quantit di sangue?

161 Con il titolo Alta chirurgia sui Testimoni di Geova un gruppo di medici di New York rifer un certo numero di casi
in cui era richiesta una chirurgia estensiva, come la totale rimozione di organi cancerosi, e spieg che attuando
scrupolose tecniche chirurgiche questi interventi si possono eseguire senza sangue.102 Altri interventi eseguiti con
successo senza somministrazione di sangue includono operazioni radicali alla testa e al collo, chirurgia addominale
estensiva ed emipelviectomie (amputazione di gamba e coscia).103 Dopo aver rimosso un grosso aneurisma cerebrale
in un Testimone, il dott. J. Posnikoff fece eccezione alla corrente opinione della maggioranza dei neurochirurghi che la
trasfusione di sangue sia assolutamente essenziale per tali operazioni al cervello. Egli esort altri chirurghi a non
negare per abitudine lalta chirurgia a chi pu averne disperata necessit ma non pu moralmente accettare la
trasfusione di sangue.104

162 A conclusione dellesperienza acquisita nella chirurgia urologica estensiva senza trasfusione di sangue il dott.
Philip R. Roen disse:
Le nostre esperienze con i Testimoni di Geova che hanno richiesto interventi chirurgici ci hanno dimostrato che le
trasfusioni di sangue non sono necessariamente essenziali nemmeno quando i livelli dellemoglobina sono bassi, sia
pure 5 gm per 100 ml. . . . Latteggiamento dei Testimoni di Geova che rifiutano la trasfusione di sangue nei necessari
interventi di chirurgia alta ed estensiva pone lurologo dinanzi a un grave problema e a una sfida. Tali pazienti non si
possono e non si devono abbandonare a causa delle loro credenze religiose. Non abbiamo esitato a eseguire qualunque
intervento chirurgico nonostante la vietata sostituzione di sangue.105

CHE COSA FARETE VOI?

163 Nel considerare la posizione presa riguardo al sangue dai Testimoni di Geova, abbiamo prestato attenzione a certi
aspetti importanti. Dal nostro esame risulta che la base del loro rifiuto del sangue ha motivi religiosi basati sulla Bibbia.
Ne abbiamo anche considerato la morale, mostrando che ciascuno ha il diritto di determinare cosa si debba fare del
suo corpo e di decidere il trattamento medico per s e per i suoi figli. Per quanto concerne il ruolo del medico, abbiamo

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 31/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

visto che curare un paziente secondo la sua fede coerente con i princpi fondamentali della professione medica. E,
facendo un esame degli aspetti sanitari della trasfusione di sangue, abbiamo dimostrato che la posizione presa dai
Testimoni di Geova coerente con le alternative terapeutiche proposte in quanto convalidate dallesperimentazione
clinica di medici esperti e sensibili alle necessit spirituali e fisiche dei Testimoni.

164 Mentre pu accadere tutto questo, non dovremmo considerare la cosa semplicemente come unargomentazione
astratta su un problema interessante. Ciascuno di noi pu esser chiamato a usare queste informazioni per decidere
cosa fare personalmente.

Che dire del medico?

165 Tenuto conto di tutto ci che abbiamo considerato, il medico dovrebbe comprendere che i Testimoni di Geova non
sono fanatici religiosi suicidi, contrari a ogni cura medica. Piuttosto, sono persone ragionevoli e morali che desiderano
rimanere in vita; amano la vita e la buona salute, per cui cercano cure mediche idonee. Ma il medico dovrebbe anche
capire che i Testimoni di Geova hanno meditato seriamente sulle loro credenze religiose e sono pienamente convinti
che essi e le loro famiglie non devono accettare il sangue. Quando si trovano dinanzi a questo rifiuto di accettare il
sangue, i medici non dovrebbero dunque ritenerlo un capriccio emotivo che si possa ignorare. unimportante
convinzione religiosa che dovrebbe essere rispettata.

In pratica che cosa significa questo?

166 Significa che, per mostrare rispetto a princpi osservati da tempo, non si deve dare per forza il sangue a un
testimone di Geova. vero che per conformarsi alla sua convinzione religiosa il medico pu dover adattare la sua solita
terapia. Ma, a lungo andare, non forse meglio che la terapia medica sia alquanto circoscritta dalle convinzioni
religiose anzich lasciare che le fondamentali credenze religiose siano condizionate o calpestate dalla pratica medica
corrente? Un esame equilibrato mostra che ci vero. Cooperando con il testimone di Geova il medico pu mostrare il
suo sincero impegno di sostenere i diritti umani e di rispettare il libero esercizio della coscienza religiosa. Nello stesso
tempo tratter luomo integrale adottando quelle terapie che servono a guarire il paziente fisicamente senza recargli
danno emotivamente o spiritualmente. Questo sar per il durevole interesse del paziente e nobiliter la fondamentale
deontologia a cui il medico dedicato.

Che dire dei Testimoni di Geova o di altri che si preoccupano di applicare la Parola di Dio alla propria vita?

167 Il nostro esame del problema del sangue dovrebbe ulteriormente accrescere il rispetto che nutriamo per le
ingiunzioni della Bibbia contro luso del sangue per sostenere la vita.

168 Ogni cristiano prende giustamente la decisione di restare saldo nella fede. Trattando con i medici, il cristiano

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 32/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

dovrebbe mostrare spirito di ragionevolezza e cooperazione, e nello stesso tempo dovrebbe mostrare esplicitamente
che qualsiasi cura medica devessere in armonia con le sue credenze religiose, come lo il suo rifiuto di accettare
sangue. Se necessario sottoporsi a unoperazione chirurgica, importante parlare in anticipo con i medici sulla
posizione cristiana relativa al sangue, in modo da ottenere la loro assicurazione che in nessuna circostanza si
somministrer sangue n prima, n durante, n dopo loperazione. E se un particolare medico non ritiene di poter
eseguire lintervento senza ricorrere al sangue, sapendolo in anticipo il cristiano potr cercare lassistenza di un altro
medico.

169 Cercando di sostenere la legge di Dio sul sangue, i Testimoni di Geova manifestano di apprezzare che la loro vita
viene e dipende dal Creatore e Datore della vita. Nella Bibbia egli ha detto che la felicit e la vita durevole del cristiano
si basano sulla fede e sullubbidienza. (1 Giovanni 2:3-6) Per questa ragione i primi cristiani furono disposti a rischiare
la loro vita presente anzich agire in contrasto con la loro fede religiosa. Oggi i Testimoni di Geova sono esattamente
cos decisi a mantenere la loro buona relazione con Dio. Quindi continueranno a ubbidire al comando della Bibbia di
astenersi dal sangue. Atti 15:29.

vitosimone Enviado el: 21/1/2009, 09:12

Invece di inserire la copia della rivista sul forum, inserisci la tua opinione o la domanda, cos susciterai nel visitatore la
voglia di curiosit e di indagare, far ricerche e lo stimolerai a partecipare.
Mentre come fai tu allontani il visitatore e il fratello...in quanto non trova nessun movente per rispondere...hai detto
tutto, cosa vuoi che altri scrivono!!!!!!

1 respuestas desde el 1/4/2008, 11:18 726 vistas Temas similares Imprimir Compartir

Approfondimenti

Respuesta rpida

B I U Font Tamao Color Nickname (new account): Conectar con

URL IMG QUOTE CODE SPOILER

Enviar Respuesta Vista previa


Help box

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 33/34
9/12/2017 I Testimoni di Geova e il problema del sangue - Approfondimenti

Suscripcion Habilita firma

Approfondimenti Ir!

Crea tu foro y tu blog! Top Forum Help Mobile Amigos Powered by ForumCommunity

http://jehovagod.forumcommunity.net/?t=14270920 34/34