You are on page 1of 3

Consigli per un ottimo barbecue

• Prima di tutto bisogna ricordarsi di pulire bene il barbecue dopo ogni uso.
• Se si dispone di una griglia a gas, bisogna lasciarla sul fuoco per almeno 10 minuti in modo che si
auto-disinfetti.
• Le griglie dei barbecue a legna possono essere pulite rapidamente lavandole con sapone ed
acqua e strofinandole con una spazzola metallica.
• Fare attenzione a pulire la griglia solo dopo che si sia completamente raffreddata, per evitare
ustioni.
• E' una buona pratica riscaldare la carne prima di porla sulla griglia del barbecue in modo da avere
una cottura più veloce e meno secca.
• E' importante accertarsi che a carne sia completamente cotta prima di mangiarla. Per controllare il
livello di cottura si può punzecchiare la carne con una forchetta o coltello e vedere se il sugo che
ne fuoriesce è chiaro. Nel caso in cui il sugo sia scuro vuol dire che la carne è ancora cruda.
• Non punzecchiare troppo spesso in modo da far uscire molto sugo ed asciugare la carne.
• Fare in modo da utilizzare sempre strumenti (forchette, coltelli, etc...) ben puliti e non contaminati.
La contaminazione delle carni può causare non pochi problemi.
• Se state in luoghi ventilati non allontanatevi mai dal barbecue in quanto un soffio di vento potrebbe
far volare qualche tizzone ardente.
• Quando avete finito, lasciate che i carboni o il combustibile utilizzato si spenga da solo e
completamente prima di buttarlo via. Se andate di fretta spegnete il tutto con dell'acqua (facendo
attenzione a non bagnare il barbecue in quanto potrebbe arrugginirsi) o con della terra/sabbia.

Tecnica per preparare un buon barbecue:

• Dopo aver seguito i consigli in alto, siete pronti per accendere il fuoco e preparare un buon
barbecue.
• Innanzitutto bisogna scegliere il combustibile adatto. Se ci si trova a dover improvvisare un
barbecue in campagna allora è consigliabile raccogliere un bel pò di ramoscelli secchi e qualche
tronco più robusto facendo attenzione però a non utilizzare rami di alberi resinosi (es. pino) che
possono rovinare il sapore delle carni. In ogni caso il combustibile più utilizzato è la classica
'carbonella' che si trova in commercio in tutti i supermercati.
• Per avere un buon barbecue è importante utilizzare un buon tipo di carbonella ma soprattutto
bisogna saperle sistemare e portarle a temperatura ideale per la cottura.
• Sistemare quindi le carbonelle in modo da formare uno strato spesso e uniforme di circa 5cm di
altezza.
• Per accendere la carbonella è possibile usare la carta oppure dei combustibili che si trovano in
commercio studiati appositamente per il barbecue. Non usare nè spruzzare mail alcool sulle
carbonelle in quanto potreste procurarvi delle ustioni.
• Dopo che le fiamme sono scomparse e le carbonelle rimaste ardenti è possibile iniziare la cottura
delle carni.
• La cottura va iniziata quando le fiamme si sono spente e la carbonella deve essere ardente, rossa
e coperta di cenere spenta.

Strumenti utili:

• E' consigliabile avere sempre in casa gli attrezzi da utilizzare per il barbecue in modo da non dover
improvvisare con attrezzi di ripiego e rovinare la grigliata.
• Tra gli utensili da utilizzare durante la cottura delle carni ci sono:
o le pinze lunghe che servono sia per sistemare la carne sulla griglia che per girarla o toglierla
o la spatola dalla lama lunga di metallo che serve per maneggiare i cibi delicati come il pesce. >
o la graticola doppia con cardini che serve per cuocere bene il pesce intero evitando che si rompa
quando lo si gira.
o gli spiedini lunghi di metallo o di legno per cuocere gli spiedini di carne.
o il pennello per bagnare i cibi con gli aromi mentre stanno cuocendo.
o i guanti da forno che servono per proteggere le mani dal calore e utili per spostare il barbecue o
regolare l'altezza della griglia.
• Per dopo la cottura ci si deve invece procurare:
o un tagliere di legno per tagliare la carne.
o un coltello ben affilato.
o un forchettone a 2 punte per trattenere la carne mentre la si taglia.
• Infine per pulire il barbecue è utile avere a portata di mano:
o una spazzola di metallo.

Come marinare la carne:

• Per marinare la carne prima della cottura non utilizzare contenitori di alluminio o rame ma solo
conteniori di plastica, acciaio inox, vetro o ceramica.
• Per marinare correttamente la carne ci sarà bisogno di olio, aceto, limone, sale e aromi.
• Utilizzare sempre lo stesso quantitativo di olio e di aceto (o limone) aggiungendo poi il sale e gli
aromi.
• Mettere prima l'aceto e poi l'olio e proseguire aggiungendo il sale, il pepe e gli altri aromi.
• Lasciare marinare per un massimo di 2 ore e regolarsi a seconda della quantità di carne da
marinare.
• Prima di cuocere il cibo è necessario eliminare la marinata in eccesso.
• Non usare mai la stessa marinata per altri cibi per evitare che i batteri rimasti vivi durante la
marinata infettino altri cibi.
Consigli per la cottura:

• Prima di mettere la carne sul barbecue per cuocerla assicurarsi che i carboni siano correttamente
accesi e a temperatura ideale per il tipo di cibo da cuocere.
• Per avere una temperatura più bassa, qualora quella attuale dovesse risultare troppo alta (es. per
il pesce), si possono muovere i carboni per farla abbassare.
• Per avere un temperatura più alta, basta avvicinare i carboni dall'esterno al centro.
• Per controllare che la carne sia cotta al punto giusto è possibile o tagliare un pezzettino di carne e
assaggiarlo, oppure punzecchiare a carne per controllare il colore del sugo e la durezza della
stessa. La carne cotta è più dura e il colore del sugo è chiaro. Per quanto riguarda il pesce, lo si
può controllare punzecchiando la parte più spessa e vedere se si sfalda.
• Per avere una cottura al sangue è opportuno togliere la carne quando la durezza è media e il
colore del sugo non troppo chiaro.