You are on page 1of 26

Sommario

1. AVVERTENZE PER L’USO .................................................................... 4


2. AVVERTENZE PER LO SMALTIMENTO – NOSTRA CURA
DELL’AMBIENTE .................................................................................... 5
3. AVVERTENZA PER LA SICUREZZA ..................................................... 6
4. CONOSCETE IL VOSTRO FORNO ....................................................... 7
5. PRIMA DELL’INSTALLAZIONE .............................................................. 7
6. DESCRIZIONE DEI COMANDI DEL PANNELLO FRONTALE .............. 8
7. USO DEL FORNO ................................................................................ 10
8. USO DELLA FUNZIONE PIZZA (SOLO SU ALCUNI MODELLI) ......... 13
9. ACCESSORI DISPONIBILI................................................................... 14
10. TABELLE DI COTTURA CONSIGLIATE .............................................. 16
11. PULIZIA E MANUTENZIONE ............................................................... 18
12. MANUTENZIONE STRAORDINARIA................................................... 22
13. INSTALLAZIONE DELL’APPARECCHIO ............................................. 24

ISTRUZIONI PER L’UTENTE: indicano i consigli d’uso, la descrizione dei


comandi e le corrette operazioni di pulizia e manutenzione dell’apparecchio

ISTRUZIONI PER L’INSTALLATORE: sono destinate al tecnico


qualificato che deve eseguire l'installazione, la messa in servizio ed il
collaudo dell’apparecchio

3
Avvertenze per l’uso

1. AVVERTENZE PER L’USO


QUESTO MANUALE COSTITUISCE PARTE INTEGRANTE DELL’APPARECCHIO.
OCCORRE CONSERVARLO INTEGRO E A PORTATA DI MANO PER TUTTO IL
CICLO DI VITA DEL FORNO.
CONSIGLIAMO UNA ATTENTA LETTURA DI QUESTO MANUALE E DI TUTTE LE
INDICAZIONI IN ESSO CONTENUTE PRIMA DI UTILIZZARE L’APPARECCHIO.
L'INSTALLAZIONE DOVRÀ ESSERE ESEGUITA DA PERSONALE QUALIFICATO
E NEL RISPETTO DELLE NORME VIGENTI. QUESTO APPARECCHIO È
PREVISTO PER UN IMPIEGO DI TIPO DOMESTICO, ED È CONFORME ALLE
DIRETTIVE CEE ATTUALMENTE IN VIGORE. L'APPARECCHIO È COSTRUITO
PER SVOLGERE LA SEGUENTE FUNZIONE: COTTURA E RISCALDAMENTO
DI CIBI; OGNI ALTRO USO VA CONSIDERATO IMPROPRIO.
IL COSTRUTTORE DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER UTILIZZI DIVERSI
DA QUELLI INDICATI.
MAI USARE QUESTO APPARECCHIO PER IL RISCALDAMENTO DI AMBIENTI.

NON LASCIARE I RESIDUI DELL'IMBALLO INCUSTODITI NELL'AMBIENTE


DOMESTICO. SEPARARE I VARI MATERIALI DI SCARTO PROVENIENTI
DALL’IMBALLO E CONSEGNARLI AL PIÙ VICINO CENTRO DI RACCOLTA
DIFFERENZIATA.
QUESTO APPARECCHIO DISPONE DI CONTRASSEGNO AI SENSI DELLA
DIRETTIVA EUROPEA 2002/96/CE IN MATERIA DI APPARECCHI ELETTRICI ED
ELETTRONICI (WASTE ELECTRICAL AND ELECTRONIC EQUIPMENT - WEEE).
QUESTA DIRETTIVA DEFINISCE LE NORME PER LA RACCOLTA E IL
RICICLAGGIO DEGLI APPARECCHI DISMESSI VALIDE SU TUTTO IL
TERRITORIO DELL’UNIONE EUROPEA.
NON OSTRUIRE LE APERTURE, LE FESSURE DI VENTILAZIONE E DI
SMALTIMENTO DEL CALORE.

LA TARGHETTA DI IDENTIFICAZIONE, CON I DATI TECNICI, IL NUMERO DI


MATRICOLA E LA MARCATURA È VISIBILMENTE POSIZIONATA SULLA
CORNICE DELLA PORTA FORNO.
LA TARGHETTA NON DEVE MAI ESSERE RIMOSSA.
EVITARE NEL MODO PIÙ ASSOLUTO L’USO DI SPUGNE
METALLICHE E RASCHIETTI TAGLIENTI PER NON DANNEGGIARE
LE SUPERFICI.
USARE I NORMALI PRODOTTI, NON ABRASIVI, SERVENDOSI
EVENTUALMENTE DI UTENSILI DI LEGNO O MATERIALE
PLASTICO. RISCIACQUARE ACCURATAMENTE E ASCIUGARE CON
UNO STRACCIO MORBIDO O CON UNA PELLE DI DAINO.
EVITARE DI FARE SECCARE ALL’INTERNO DEL FORNO DEI
RESIDUI DI CIBO A BASE ZUCCHERINA (ES. MARMELLATA).
SECCANDOSI TROPPO A LUNGO POTREBBERO ROVINARE LO
SMALTO CHE RICOPRE L’INTERNO DEL FORNO.

4
Avvertenze per lo smaltimento

2. AVVERTENZE PER LO SMALTIMENTO –


NOSTRA CURA DELL’AMBIENTE
Per l’imballo dei nostri prodotti vengono utilizzati materiali non inquinanti,
pertanto compatibili con l’ambiente e riciclabili. Vi preghiamo di
collaborare provvedendo con un corretto smaltimento dell’imballaggio.
Informatevi presso il vostro rivenditore o presso le organizzazioni
competenti di zona in merito agli indirizzi dei centri di raccolta, riciclaggio,
smaltimento.
Non abbandonate l’imballaggio o parti di esso. Questi possono
rappresentare un pericolo di soffocamento per i bambini, in particolar
modo i sacchetti di plastica.

Anche per il vostro vecchio apparecchio è necessario procedere


attraverso un corretto smaltimento.
Importante: consegnare l’apparecchio all’azienda di zona, autorizzata per
la raccolta degli elettrodomestici in disuso. Uno smaltimento corretto
permette un intelligente recupero di materiali pregiati.

Prima di gettare il vostro apparecchio è importante togliere le porte e


lasciare i ripiani come nelle posizioni di utilizzo, in modo da evitare che i
bambini, per gioco, possano imprigionarsi all’interno del vano forno.
Necessario inoltre tagliare il cavo di collegamento alla rete elettrica e
rimuoverlo insieme alla spina.

5
Avvertenze per la sicurezza

3. AVVERTENZA PER LA SICUREZZA


CONSULTARE LE ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE PER LE NORME DI
SICUREZZA PER APPARECCHI ELETTRICI O A GAS E PER LE FUNZIONI DI
VENTILAZIONE.
NEL VOSTRO INTERESSE E PER LA VOSTRA SICUREZZA, È STABILITO PER
LEGGE CHE L’INSTALLAZIONE E L’ASSISTENZA DI TUTTI GLI APPARECCHI
ELETTRICI VENGANO EFFETTUATE DA PERSONALE QUALIFICATO NEL
RISPETTO DELLE NORME VIGENTI.
I NOSTRI INSTALLATORI RICONOSCIUTI GARANTISCONO UN LAVORO
SODDISFACENTE.
GLI APPARECCHI A GAS O ELETTRICI DEVONO SEMPRE ESSERE DISINSERITI
DA PERSONE COMPETENTI.
LA SPINA DA COLLEGARE AL CAVO DI ALIMENTAZIONE E LA RELATIVA PRESA
DOVRANNO ESSERE DELLO STESSO TIPO E IN CONFORMITÀ ALLE NORME IN
VIGORE.
LA PRESA DOVRÀ ESSERE ACCESSIBILE AD APPARECCHIO INCASSATO.
NON STACCARE MAI LA SPINA TIRANDONE IL CAVO.
È OBBLIGATORIO IL COLLEGAMENTO DI TERRA SECONDO LE MODALITÀ
PREVISTE DALLE NORME DI SICUREZZA DELL'IMPIANTO ELETTRICO.

SUBITO DOPO L’INSTALLAZIONE EFFETTUARE UN BREVE COLLAUDO


DELL'APPARECCHIO SEGUENDO LE ISTRUZIONI RIPORTATE PIÙ AVANTI. IN
CASO DI MANCATO FUNZIONAMENTO, SCOLLEGARE L’APPARECCHIO DALLA
RETE ELETTRICA ED INTERPELLARE IL PIÙ VICINO CENTRO DI ASSISTENZA
TECNICA.
NON TENTARE MAI DI RIPARARE L'APPARECCHIO.
MAI IMMETTERE OGGETTI INFIAMMABILI NEL FORNO: QUALORA VENISSE
INCIDENTALMENTE ACCESO POTREBBE INNESCARSI UN INCENDIO.

DURANTE L’USO L’APPARECCHIO DIVENTA MOLTO CALDO. FARE


ATTENZIONE A NON TOCCARE GLI ELEMENTI RISCALDANTI ALL’INTERNO DEL
FORNO.

L’APPARECCHIO È DESTINATO ALL’USO DA PARTE DI PERSONE ADULTE.


NON PERMETTERE A BAMBINI DI AVVICINARVISI O DI FARNE OGGETTO DI
GIOCO.
QUANDO IL GRILL È IN FUNZIONE LE PARTI ACCESSIBILI POSSONO
DIVENTARE MOLTO CALDE: MANTENERE LONTANI I BAMBINI.
AL TERMINE DI OGNI UTILIZZO, VERIFICARE SEMPRE CHE LE MANOPOLE DI
COMANDO SIANO IN POSIZIONE 0 (SPENTO).

PRIMA DI METTERE IN FUNZIONE L'APPARECCHIO, È OBBLIGATORIO


RIMUOVERE TUTTE LE ETICHETTE E I FILM PROTETTIVI CHE SI POSSANO
TROVARE AL SUO INTERNO O ALL'ESTERNO.

Il costruttore declina ogni responsabilità per danni subiti da persone e cose, causati
dall’inosservanza delle suddette prescrizioni o derivanti dalla manomissione anche di
una singola parte dell’apparecchio e dall'utilizzo di ricambi non originali.

6
Istruzioni per l’utente

4. CONOSCETE IL VOSTRO FORNO


PANNELLO COMANDI

LAMPADA FORNO

VENTOLA FORNO (SOLO SU


ALCUNI MODELLI

SUPPORTI PER GRIGLIE E


TEGLIE

SONDA DI TEMPERATURA

5. PRIMA DELL’INSTALLAZIONE
Non lasciare i residui dell’imballo incustoditi nell’ambiente domestico.
Separare i vari materiali di scarto dell’imballo e depositarli presso il centro
di raccolta differenziata più vicino.
Al fine di rimuovere tutti i residui di fabbricazione è consigliabile pulire
l’interno dell’apparecchio. Per maggiori informazioni sulla pulizia vedere il
capitolo "11. PULIZIA E MANUTENZIONE".
Utilizzando il forno e il grill per la prima volta è opportuno riscaldarli alla
loro massima temperatura per una durata sufficiente a bruciare eventuali
residui oleosi di fabbricazione che potrebbero conferire odori sgradevoli ai
cibi.

7
Istruzioni per l’utente

6. DESCRIZIONE DEI COMANDI DEL PANNELLO


FRONTALE
Tutti i comandi e i controlli della cucina sono riuniti sul pannello frontale. La
tabella seguente riporta una descrizione dei simboli utilizzati.

MANOPOLA TERMOSTATO-TIMER
Tramite questa manopola è possibile impostare
l’orario, selezionare la temperatura di cottura e la
durata della cottura.
Per il suo funzionamento corretto fare riferimento
al paragrafo "7.2 Uso della manopola termostato-
timer".

8
Istruzioni per l’utente

MANOPOLA FUNZIONI
Ruotare la manopola in uno dei due sensi per scegliere una funzione tra le
seguenti:

NESSUNA FUNZIONE IMPOSTATA ELEMENTO RISCALDANTE


INFERIORE + VENTILAZIONE

LAMPADA INTERNA (NESSUN ELEMENTO GRILL +


ELEMENTO RISCALDANTE VENTILAZIONE
INSERITO)
FUNZIONE PIZZA ELEMENTO GRILL IN
FUNZIONAMENTO ALTERNATO
CON ELEMENTO RISCALDANTE
INFERIORE + VENTILAZIONE
ELEMENTO RISCALDANTE ELEMENTO RISCALDANTE
SUPERIORE + INFERIORE SUPERIORE + INFERIORE +
VENTILAZIONE
ELEMENTO GRILL

DISPLAY
Il display a led a 4 cifre visualizza, con il forno in stand-by, l’orario corrente
a intesità luminosa ridotta; e la temperature impostata e la durata di
cottura impostata con il forno in funzione.

9
Istruzioni per l’utente

7. USO DEL FORNO


7.1 Avvertenze e consigli generali
Con il forno spento (stand-by) il display mostrerà l’ora corrente con una
intensità luminosa inferiore rispetto a quella utilizzata con il forno in
funzione.
Utilizzando il forno e il grill per la prima volta è opportuno riscaldarli alla
loro massima temperatura per una durata sufficiente a bruciare eventuali
residui oleosi di fabbricazione che potrebbero conferire odori sgradevoli ai
cibi.
Durante la cottura, non ricoprire il fondo del forno con fogli di alluminio o di
stagnola, e non appoggiare pentole o teglie per evitare di danneggiare lo
strato di smalto. Qualora si volesse utilizzare della carta forno,
posizionarla in modo che non interferisca con la circolazione di aria calda
all’interno del forno
Gli accessori del forno che possono venire a contatto con gli alimenti,
sono costruiti con materiali conformi a quanto prescritto dalla direttiva
CEE 89/109 del 21/12/88 e dal D.L. 108 del 25/01/92.

Per evitare che l'eventuale vapore contenuto nel


forno arrechi fastidio, aprire la porta in due tempi:
mantenerla semiaperta (ca. 5 cm) per 4-5 secondi,
poi aprirla completamente. Se si rendessero
necessari interventi sui cibi, occorrerà lasciare la
porta aperta il più brevemente possibile per evitare
che la temperatura all'interno del forno si abbassi a
tal punto da pregiudicare la buona riuscita della
cottura.
A fine cottura, per evitare eccessive formazioni di condensa sul vetro
interno del forno, è consigliabile non lasciare per troppo tempo i cibi
all’interno del prodotto.

10
Istruzioni per l’utente

7.2 Uso della manopola termostato-timer


7.2.1 Impostazione dell’orario
Dopo un’interruzione di corrente elettrica, il display lampeggia ad
intermittenza regolare indicando . Per regolare l’orario corrente,
agire come descritto di seguito.
Ruotando e mantenendo ruotata la MANOPOLA TERMOSTATO-TIMER
verso il simbolo si incrementano le ore con velocità crescente secondo
un ciclo ripetitivo da 00 a 23. È possibile incrementare il valore delle ore di
una unità per volta dando impulsi singoli alla manopola verso il simbolo
. Una volta impostata l’ora corrente, rilasciando la manopola sul
simbolo dopo pochi secondi le ore appariranno fisse sul display, mentre
lampeggieranno le cifre dei minuti. Di nuovo, ruotando e mantenendo
ruotata la MANOPOLA TERMOSTATO-TIMER verso il simbolo si
incrementano i minuti secondo un ciclo ripetitivo da 0 a 59. Impostato il
valore desiderato per i minuti, rilasciando la manopola sul simbolo ,
dopo pochi secondi l’orario apparirà fisso sul display con i due punti
separatori lampeggianti ogni secondo. Si noterà anche un abbassamento
della luminosità del display stesso. Per rientrare nella modalità di modifica
dell’orario a partire dalla condizione di forno in stand-by è sufficiente
mantenere la manopola termostato ruotata per 5 secondi sul simbolo ,
fino al lampeggio del display e ripetere le operazioni appena descritte.
7.2.2 Impostazione della temperatura di cottura
Ogni funzione di questo prodotto ha una temperatura di cottura
predefinita. Ruotando la MANOPOLA FUNZIONI su una funzione
qualsiasi (eccetto ) sul display appare una cifra che indica la
temperatura preimpostata per quella cottura (ad esempio ). Durante
la fase di preriscaldamento lampeggerà solo il simbolo del grado
centigrado mentre i numeri rimarranno fissi. Una volta raggiunta la
temperatura preimpostata, anche il simbolo del grado centigrado rimarrà
fisso.
In ogni momento è possibile cambiare la temperatura di cottura, ruotando
o mantenendo la MANOPOLA TERMOSTATO-TIMER sul simbolo .
Mantenendo la rotazione, la temperatura aumenterà con velocità
crescente di 5°C in 5°C a partire dal valore preimposto. Se si desidera
diminuire la temperatura di cottura rispetto a quella impostata, occorre
arrivare a fondo scala (250° o 275° a seconda della funzione scelta),
rilasciare la manopola sul simbolo e ruotare nuovamente la manopola
sul simbolo . Il conteggio ripartirà dal valore minimo di 50° C.
Attenzione: se si cambia funzione durante una cottura verrà visualizzata la
nuova temperatura consigliata per quella funzione che potrebbe non
essere quella impostata per la funzione precedente.

11
Istruzioni per l’utente

7.2.3 Impostazione della durata di cottura


Per ogni funzione, ad eccezione di , è possibile impostare una durata di
cottura che va da 1 a 180 minuti.
La durata si può impostare soltanto a cottura già iniziata, ruotando la
MANOPOLA TERMOSTATO-TIMER sul simbolo e mantenendola in
posizione per alcuni secondi. Sul display inzierà a lampeggiare la scritta
. Mantendendo la posizione si avrà l’incremento, di minuto in
minuto, della durata di cottura fino ad arrivare a 180 minuti. Se si desidera
impostare una durata inferiore, arrivati a fine scala, rilasciare la manopola
e riportarla sul simbolo per ripartire da 1 minuto.
Trascorsi 5 secondi dall’ultima variazione, sul display ricompare la
temperatura di cottura. Durante la cottura temporizzata, per visualizzare
per alcuni secondi il tempo di cottura rimasto, è sufficiente ruotare sul
simbolo la MANOPOLA TERMOSTATO-TIMER e rilasciarla subito.
Durante l’ultimo minuto di cottura il display eseguirà un countdown dei
secondi.
Arrivata a termine la durata di cottura impostata si disattiveranno le
resistenze e interverrà una suoneria intermittente. Per disattivarla è
sufficiente riportare sullo 0 la MANOPOLA FUNZIONI.
7.3 Ventilazione di raffreddamento (solo su alcuni modelli)
L'apparecchio è dotato di un sistema di
raffreddamento che entra in funzione
qualche minuto dopo l’accensione del
forno.
Il funzionamento delle ventole provoca
un normale flusso d'aria che esce sotto e
sopra la porta e che può continuare per
un breve periodo anche dopo lo
spegnimento del forno.

7.4 Lampada di illuminazione interna


La lampada forno si accende:
• ruotando la manopola funzioni sul simbolo ;
• ruotando la manopola funzione su una funzione qualsiasi.

12
Istruzioni per l’utente

7.5 Uso della funzione “lampada” (solo su forni con


funzione “pizza”)
Questo apparecchio è anche dotato di una funzione lampada. Per attivarla
è sufficiente tenere ruotata sul simbolo per 2 secondi la manopola
termostato con il commutatore sullo 0. Una volta accesa la lampada,
rilasciare la manopola termostato su simbolo . Per spegnerla è
sufficiente ruotare la manopola termostato sul simbolo e rilasciarla.
7.6 Sicurezza bambini
Su questo prodotto è prevista una protezione bambini che disattiva tutti gli
elementi riscaldanti dopo 5 ore di funzionamento ininterrotto e senza
interventi sulle manopole da parte dell’utente.

13
Istruzioni per l’utente

8. USO DELLA FUNZIONE PIZZA (SOLO SU


ALCUNI MODELLI)
Questo apparecchio è dotato di una funzione studiata appositamente per
la cottura della pizza. Tale funzione è identificata dal simbolo sulla
manopola funzioni forno. Per cuocere la pizza occorre agire come
descritto di seguito.
A forno freddo rimuovere dal fondo del forno il coperchio circolare (fig. 1)
e lasciare scoperta la piastra pizza (Fig. 2).

1) 2)
Posizionare la manopola funzioni forno sul simbolo e la manopola
termostato su 250°C. Preriscaldare in questa condizione fino allo
spegnimento della lampada termostato, poi appoggiare la pizza sulla
piastra apposita. Per una cottura ottimale, generalmente non occorre
superare i 3-4 minuti anche se questo tempo può variare in funzione della
pasta utilizzata o dei gusti del consumatore.
8.1 Avvertenze sull’uso della piastra pizza
• Non utilizzare la piastra pizza in maniera diversa da come descritto
(non utilizzarla ad esempio su piani di cottua a gas o vetroceramici o
su forni non predisposti per questo accessorio).
• La piastra pizza può essere lasciata nella sua posizione anche durante
le cotture tradizionali. È sufficiente coprirla con il coperchio avendo
cura di incastrarlo correttamente.
• Mai utilizzare nessuna funzione del forno se la piastra pizza non è
posizionata nel suo alloggio.
• Durante l’utilizzo l’apparecchio diventa molto caldo. Per qualsiasi
operazione è consigliabile l’utilizzo di appositi guanti termici.
• Se si vuole condire la pizza con olio è consigliabile farlo dopo averla
estratta dal forno in quanto eventuali macchie d’olio potrebbero
compromettere l’aspetto estetico e funzionale della piastra pizza.

14
Istruzioni per l’utente

8.2 Per risparmiare energia


La pietra pizza è un accumulatore di calore. Grazie a questa caratteristica,
è possibile ridurre il consumo di energia, in modo particolare nelle cotture
che richiedono il pre-riscaldamento o tempi medio-lunghi. In questi casi, è
sufficiente azzerare il termostato 10.12 minuti prima del termine cottura.
Così facendo la temperatura sarà comunque mantenuta, grazie al calore
rilasciato gradualmente dalla pietra refrattaria.

15
Istruzioni per l’utente

9. ACCESSORI DISPONIBILI
Il forno dispone di 4 guide per il
posizionamento di teglie e griglie a diverse
altezze.

Griglia: utile per il supporto di recipienti con


cibi in cottura.
Griglia per teglia: da appoggiare sopra ad
una teglia per la cottura di cibi che possono
sgocciolare.
Teglia forno: utile per la raccolta dei grassi
provenienti da cibi appoggiati alla griglia
sovrastante.
Teglia pasticceria: utile per la cottura di
torte, pizze e dolci da forno.
Piastra pizza: studiata appositamente per la
cottura della pizza. Da utilizzare come
descritto nel paragrafo “8. USO DELLA
FUNZIONE PIZZA (SOLO SU ALCUNI
MODELLI)”
Paletta pizza: per infornare comodamente la
pizza sulla appposita piastra.

Supporto piastra pizza: per non appoggiare


direttamente sulla tavola o altre superfici
delicate la piastra pizza ancora calda.

Protezione superiore: estraendola risulta


più facile effetturare le operazioni di pulizia
all’interno del forno.

Pinza in tondino cromato: utile per


l’estrazione a caldo di griglie e teglie.

16
Istruzioni per l’utente

Su alcuni modelli non tutti gli accessori sono presenti.

Accessori a richiesta
Tramite i Centri Assistenza Autorizzati è possibile richiedere gli accessori
originali.

17
Istruzioni per l’utente

10. TABELLE DI COTTURA CONSIGLIATE


È necessario preriscaldare il forno prima di ogni cottura.
Inserire quindi i cibi nel vano solo dopo che il simbolo dei gradi
centigradi sul display smette di lampeggiare.

I tempi di cottura, specialmente quelli della carne, variano a secondo dello


spessore, della qualità del cibo e dal gusto del consumatore e sono intesi
con forno preriscaldato.

COTTURE TRADIZIONALI
POSIZIONE GUIDA DAL TEMPERATURA TEMPO IN MINUTI
BASSO °C
PRIMI PIATTI
LASAGNE 1 220 - 230 50 - 60
PASTA AL FORNO 1 220 - 230 40
CARNE
ARROSTO DI VITELLO 2 190 - 200 80 - 90
LOMBO DI MAIALE 2 190 - 200 80 - 90
SPALLA DI MAIALE 2 190 - 200 100 - 110
CONIGLIO 2 190 - 200 70 - 75
FESA DI TACCHINO 2 190 - 200 160 - 180
CONIGLIO 2 190 - 200 160 - 200
COPPA AL FORNO 2 190 - 200 190 - 210
PESCE 1-2 160 - 170 Secondo dimensioni
PIZZA 1-2 250 20 - 25
PANE 1-2 200 - 210 40
FOCACCIA 2 190 - 200 20 - 25
DOLCI
CIAMBELLA 1-2 160 - 170 55 - 60
CROSTATA 1-2 160 - 170 30 - 40
PASTA FROLLA 1-2 160 - 170 20 - 25
BRIOCHE 1-2 160 - 180 25 - 30
TORTELLINI FARCITI 1-2 160 - 170 30 - 35
TORTA DI RISO 1-2 160 - 170 60
TORTA PARADISO 1-2 160 - 170 60
BIGNÈ 1-2 160 - 170 40 - 45
PAN DI SPAGNA 1-2 160 - 170 40 - 45

18
Istruzioni per l’utente

COTTURE AL GRILL
POSIZIONE GUIDA DAL TEMPO IN MINUTI
BASSO 1° LATO 2° LATO
COTOLETTA DI MAIALE 4 7-9 5-7
FILETTO DI MAIALE 3 9 - 11 5-9
FILETTO DI MANZO 3 9 - 11 9 - 11
FETTINE DI FEGATO 4 2-3 2-3
SCALOPPINA DI VITELLO 4 7-9 5-7
POLLO TAGLIATO A METÀ 3 9 - 14 9 - 11
SALSICCE 3 7-9 5-6
POLPETTE 3 7-9 5-6
FILETTO DI PESCE 3 5-6 3-4
TOAST 3 2-4 2-3

COTTURE AD ARIA CALDA


POSIZIONE GUIDA DAL TEMPERATURA TEMPO IN MINUTI
BASSO °C
PRIMI PIATTI
LASAGNE 2 210 - 230 45 - 50
PASTA AL FORNO 2 210 - 230 25 - 30
CARNE
ARROSTO DI VITELLO 2 180 - 190 70 - 80
LOMBO DI MAIALE 2 180 - 190 70 - 80
SPALLA DI MAIALE 2 180 - 190 90 - 100
CONIGLIO 2 180 - 190 70 - 80
FESA DI TACCHINO 2 180 - 190 110 - 120
POLLO ARROSTO 2 180 - 190 60 - 70
PESCE
TROTA SALMONATA 2 150 - 160 35 - 40
PIZZA 1-2 250 15 - 20
PANE 1 190 - 200 25 - 30
FOCACCIA 1-2 180 - 190 15 - 20
DOLCI (PASTICCERIA)
CIAMBELLA 2 160 50 - 60
CROSTATA DI MARMELLATA 2 160 25 - 30
PASTA FROLLA 2 170 20 - 25
BRIOCHES 2 160 - 170 20 - 25
TORTELLINI FARCITI 2 160 20 - 25
TORTA PARADISO 2 160 60

19
Istruzioni per l’utente

11. PULIZIA E MANUTENZIONE


Prima di ogni intervento occorre disinserire l’alimentazione elettrica
all’apparecchio.

Non utilizzare un getto di vapore per pulire l’interno del forno.

11.1 Pulizia dell’acciaio inox


Per una buona conservazione dell’acciaio inox occorre pulirlo
regolarmente al termine di ogni uso del forno, dopo averlo lasciato
raffreddare.

11.2 Pulizia ordinaria giornaliera


Per pulire e conservare le superfici in acciaio inox usare sempre e solo
prodotti specifici che non contengano abrasivi o sostanze acide a base di
cloro.
Modo d’uso: versare il prodotto su un panno umido e passare sulla
superficie, risciacquare accuratamente e asciugare con uno straccio
morbido o con una pelle di daino.
11.3 Macchie di cibo o residui
Evitare nel modo più assoluto l’uso di spugne metalliche e
raschietti taglienti per non danneggiare le superfici.
Usare i normali prodotti, non abrasivi, servendosi eventualmente
di utensili di legno o materiale plastico. Risciacquare
accuratamente e asciugare con uno straccio morbido o con una
pelle di daino.
Evitare di fare seccare all’interno del forno dei residui di cibo a
base zuccherina (es. marmellata). Seccandosi troppo a lungo
potrebbero rovinare lo smalto che ricopre l’interno del forno.

20
Istruzioni per l’utente

11.4 Pulizia del forno


Per una buona conservazione del forno occorre pulirlo regolarmente dopo
averlo lasciato raffreddare.
Estrarre tutte le parti rimovibili.

• Pulire le griglie forno con acqua calda e detergenti non abrasivi,


sciacquare ed asciugare.
• Per facilitare le operazioni di pulizia, è possibile rimuovere la porta
(vedere paragrafo “12.2 Smontaggio della porta”)
Per pulire il fondo del forno occorre eseguire le seguenti operazioni a
forno freddo.

1) 2)
Rimuovere in successione la piastra pizza e la base su cui è fissata (Fig.
1).
Quest’ultima va sollevata verso l’alto di pochi mm e poi estratta verso
l’esterno. A questo punto sollevare verso l’alto l’estremità della resistenza
vicina alla porta forno e pulire il fondo. A fine operazioni è consigliabile
asciugare bene le parti umide.

21
Istruzioni per l’utente

• È consigliabile far funzionare il forno al massimo per circa 15/20 minuti


dopo aver utilizzato prodotti specifici, al fine di eliminarne i residui
depositati all’interno del vano forno.
La piastra pizza va lavata separatamente;
• Prima delle operazioni di pulizia, rimuovere lo sporco bruciato sulla
pietra con l'aiuto di una spatola metallica o di un raschietto per la
pulizia dei piani di cottura vetroceramici;
• Par una pulizia ottimale, la pietra deve essere ancora tiepida o, in
alternativa, deve essere lavata con acqua calda;
• Utilizzare spugne a maglia metallica o scotch-brite non abrasive,
imbevute di limone o aceto;
• Non utilizzare detersivi;
• Non lavare in lavastoviglie;
• Non lasciare la pietra in ammollo;
• La pietra umida non deve essere utilizzata prima di 8 ore dal termine
delle operazioni di pulizia;
• Nel tempo, la pietra potrebbe assumere delle cavillature sulla
superficie. Questo non è altro che il normale dilatamento che
subiscono, ad elevate temperature, gli smalti con la quale è rivestita la
pietra.
• Per risistemare la base d’appoggio della piastra pizza, occorre
spingerla fino a battuta contro il pannello sul fondo del forno e farla
scendere in modo da incastrarsi con la piastrina della resistenza pizza
(particolare A Fig. 2)
11.5 Pulizia del forno con pannelli autopulenti (solo su alcuni
modelli)
Il forno è dotato di pannelli in smalto autopulente continuo. Tali pannelli
permettono una più facile pulizia del forno e ne assicuranol’efficienza nel
tempo.
11.5.1 Utilizzo dei pannelli autopulenti
Periodicamente, allo scopo di mantenere l’interno del forno sempre pulito
da residui di cibo e odori sgradevoli, è consigliabile far funzionare
l’apparecchio a vuoto a temperature non inferiori ai 200° C per un tempo
che varia dai 30 ai 60 minuti, in modo tale da permettere ai pannelli
autopulenti di ossidare i residui presenti che, a forno freddo, verranno poi
eliminati con una spugna umida.

22
Istruzioni per l’utente

11.5.2 Manutenzione dei pannelli autopulenti


Per la pulizia dei pannelli è sconsigliato l’utilizzo di creme abrasivi
edetergenti comuni. Limitarsi ad utilizzare una spugna umida per
nonalterare le particolarità dello smalto che ricopre i pannelli.
11.5.3 Smontaggio dei pannelli autopulenti
Togliere tutti gli accessori nel vano forno ed eseguire le seguenti
operazioni:
1 Togliere le guide laterali (fig.1);
2 Sfilare i pannelli laterali “F” e “G” (fig. 2);
3 Estrarre il pannello posteriore “A” dopo aver svitato la ghiera
filettata“C” (fig. 2);
4 Rimontare i pannelli riportandoli alle condizioni originarie.

11.6 Pulizia dei vetri porta


Si consiglia di mantenerli sempre ben puliti. Utilizzare carta assorbente da
cucina; in caso di sporco persistente, lavare con una spugna umida e
detergente comune.

23
Istruzioni per l’utente

12. MANUTENZIONE STRAORDINARIA


Periodicamente il forno necessita di piccoli interventi di manutenzione o
sostituzione di parti soggette ad usura, quali guarnizioni, lampadine, ecc.
Di seguito vengono fornite le istruzioni specifiche per ogni intervento di
questo tipo.
Prima di ogni intervento che richieda l’accesso a parti sotto tensione
occorre disinserire l’alimentazione elettrica all’apparecchio.

12.1 Sostituzione della lampada di illuminazione


Togliere la copertura di protezione A svitandola in senso antiorario,
sostituire la lampada B con un’altra simile (25 W). Rimontare la copertura
di protezione A.

Utilizzare soltanto lampade per forno (T 300°C).

Modello 8 funzioni con frontalino in vetro Le lampade di serie sono di


tipo alogeno: non toccare direttamente con le dita, munirsi di una
copertura isolante. Utilizzare soltanto lampade reperibili presso i centri di
assistenza autorizzati.

24
Istruzioni per l’utente

12.2 Smontaggio della porta


Aprire la porta completamente e inserire i perni (forniti) nei fori dal lato
interno. Chiudere la porta di un angolo di circa 45°, sollevarla ed estrarla
dalla sua sede. Per il rimontaggio, infilare le cerniere nelle apposite
scanalature, quindi lasciare appoggiare verso il basso la porta ed estrarre
i perni. Se i perni dovessero andare persi possono essere utilizzati anche
due cacciaviti.

12.3 Smontaggio della guarnizione


Per un’accurata pulizia del forno, la guarnizione
della porta è smontabile.

25
Istruzioni per l’installatore

13. INSTALLAZIONE DELL’APPARECCHIO


13.1 Collegamento elettrico
La targhetta di identificazione, con i dati tecnici, il numero di matricola e la
marcatura è visibilmente posizionata sulla cornice della porta forno.
La targhetta non deve mai essere rimossa.

È obbligatorio il collegamento di terra secondo le modalità previste dalle


norme di sicurezza dell'impianto elettrico.

Se si utilizza un collegamento fisso è necessario predisporre sulla linea di


alimentazione dell'apparecchio un dispositivo di interruzione onnipolare
con distanza d'apertura dei contatti uguale o superiore a 3 mm, situato in
posizione facilmente raggiungibile e in prossimità dell’apparecchio.
Se si utilizza un collegamento con spina e presa verificare che queste
siano dello stesso tipo. Evitare l’utilizzo di riduzioni, adattatori o derivatori
in quanto potrebbero provocare riscaldamenti o bruciature.

Funzionamento a 220-240 V~:


utilizzare un cavo tripolare di tipo
H05RR-F (cavo di 3 x 1.5 mm2).

L'estremità da collegare
all'apparecchio dovrà avere il filo
di terra (giallo-verde) più lungo di
almeno 20 mm.

26
Istruzioni per l’installatore

13.2 Posizionamento del forno


L'apparecchio è predisposto per l'incasso in mobili di qualsiasi materiale
purchè resistente al calore. Rispettare le dimensioni indicate nelle figure 1,
2, 3. Per posizionamenti sotto piani di lavoro attenersi alle dimensioni
indicate in figura 1-3. Per posizionamenti sotto piani di lavoro ospitanti
piani di cottura combinati, occorre rispettare una distanza minima dalla
eventuale parete laterale di minimo 110 mm come indicato nella figura 1.
Per posizionamenti a colonna attenersi alle dimensioni indicate in figura 1-
2, tenendo presente che nella parte superiore/posteriore il mobile dovrà
avere una apertura di 80-90 mm di profondità. Avvitare le 4 viti A
all'interno della cornice (fig. 1). Per installazioni sotto piano "top"
assicurarsi che la parte posteriore/inferiore del mobile disponga di
un'apertura simile a quella mostrata in figura 1 (rif. B). Per il
posizionamento e fissaggio del piano di cottura, consultare le relative
istruzioni allegate a quel tipo di apparecchio.

27
Istruzioni per l’installatore

Non usare la porta come leva per inserire il forno


nel mobile. Non esercitare pressioni eccessive
sulla porta aperta.

28