You are on page 1of 4

Basilica S. Sepolcro Numero 2 - Liberi Di...

Febbraio – Marzo
Anno 2011

Editoriale

“Educare alla pienezza della vita”


Il mese di febbraio, da tempo, è dedicato al molti volontari cerca di far crescere sempre russia del suo stato. Dopo liti furiose ,
grande dono della vita e la Conferenza Epi- più ha come scopo anche quello di dare buttata fuori di casa nonostante lo stato
scopale Italiana come ogni anno ha indiriz- voce al concepito che non ha forza e poteri gravidico ed inseguimenti da parte del com-
zato un messaggio a tutte le comunità cri- e in modo particolare cerca di salvarli dalle pagno, minacciandola se non si decideva
stiana in Italia dal titolo “Educate alla pie- mane che non vogliono accoglierlo. Con un ad andare in clinica per l’aborto, addirittura
nezza della vita” nel quale si legge: grande sorriso e una felicità negli occhi le anche offerto dei soldi per accelerare l’
«L’educazione è la sfida e il compito urgen- Carmela ci dice che oltre 100.000 bambini aborto. Ed è stato proprio quel gesto che le
te a cui tutti siamo chiamati, ciascuno se- sono stati salvati, grazie all'azione e l'impe- ha fatto comprendere: NON VOGLIO UCCI-
condo il ruolo proprio e la specifica vocazio- gno che migliaia di volontari che ogni gior- DERE MIO FIGLIO, la vita non ha prezzo.
ne. Auspichiamo e vogliamo impegnarci per no offrono parte del loro tempo a chi è in Solo in data odierna ci ha comunicato
educare alla pienezza della vita, sostenendo difficoltà. Alla nostra domanda di cosa fa prima telefonicamente e poi siamo andate
e facendo crescere, a partire dalle nuove fattivamente questo Movimento per la vita da lei per congraturarci, Lapysa ha deciso
generazioni, una cultura della vita che la nella nostra diocesi, che ha sede a Corato di portare avanti la gravidanza da sola con
accolga e la custodisca dal concepimento al aperta tutti i giovedì dalle 16 in poi (Cfr. una condizione: che abbia un sostegno
suo termine naturale e che la favorisca www.mpv.vivocorato.it; numero verde, concreto da parte nostra e che non la la-
sempre, anche quando è debole e bisogno- S.O.S. VITA 8008-13000; dolotito@tin.it; sciamo sola. Ha vinto l’amore di una madre,
sa di aiuto» (Cfr. Messaggio per la 33ª 3287347333 : Presidente MPV Corato), lei ha vinto la vita, ha vinto la misericordia di
Giornata Nazionale per la vita, 6 febbraio ci ha risposto proponendoci la storia di una Dio. La piccola è nata il 13 giugno 2008
2011). Prendendo spunto da questo mes- ragazza madre, Lapysa che riportiamo qui pesa kg 2600 e si chiama Silvana. In set-
saggio ci siamo rivolti a chi nella nostra di seguito e che ben evidenzia la premura e tembre è stata battezzata.
diocesi si impegna in modo fattiva nella l’attenzione che quest’associazione, me- La Redazione
difesa della vita cioè il Movimento per la dianti i volontari offre a una società che
Vita, che nasce a Firenze 1975, ed è diret- sembra aver smarrito il senso della vita.
to e guidato da una laica Carmela Pisicchio,
alla quale abbiamo chiesto : Storia di Lapysa LA VOCE DEL PARROCO
Che cos’è il Movimento per la Vita? Corato , 26 NOVEMBRE 2007
Contemporaneamente un'associazione di Mi è stato segnalato telefonicamente un Nel salutare la comunità parrocchiale,
persone che sì organizzano a livello locale e caso molto disperato da un assistente so- ringrazio i giovanissimi impegnati a
in una federazione nazionale e anche un ciale di Bari, in cui chiedeva con urgenza
redigere il giornalino che mi permetto-
"popolo" di donne, uomini, famiglie e giova- una nostra consulenza ed un colloquio fis-
ni che riconoscono il valore della vita uma- sandoci un appuntamento con la donna
no di entrare in contatto con uno stru-
na, anche se non hanno tessere. Per sentir- nella sede del consultorio di Bari. La donna mento di comunicazione che consente
si Movimento per la vita basta, in fondo, dopo un po’ di ritardo, arriva con un amica di far giungere direttamente al cuore di
affermare la uguale dignità di ogni essere connazionale. Entrambe molto tese, ma con tutti le varie iniziative della parrocchia
umano e il suo conseguente diritto a vivere molto dolore dentro. Dopo le formali pre- e un messaggio evangelico. La missio-
dal primo istante del concepimento fino alla sentazioni, iniziamo il colloquio, amaro, ne parrocchiale galoppa a pieni passi.
morte naturale ed avvertire il desiderio di dolente, così il suo racconto, occhi pieni di Si nota il fervore dei gruppi nel vivere
contribuire a realizzare tale valore nel pro- lacrime e voce roca dall’angoscia, il suo la Parola di Dio nella Parrocchia, ma
prio ambiente, nella società, nella cultura, nome è LAPYSA ha anni 30 ed è venuta in cosa impegna ora la Missione parroc-
nelle leggi, nello Stato. Italia dalla Bielorussia per fare la domestica
chiale “laici per i laci”? un apostolato
Qual è allora, il fine del movimento per presso una famiglia di Bari. La donna in
nuovo e impegnativo per l’annuncio
la vita? questione , è già separata da suo marito
Quello di proteggere concretamente la vita ed ha una figlia di 10 anni che vive con una della Parola di Dio sul Territorio. Questo
di tanti bambini, ma anche quello di costru- sua amica in Bielorussia. Ci spiega come ha giornalino si fa portavoce di evangeliz-
ire una "cultura della vita" che riguarda conosciuto quest’uomo, che tra l’altro ha 30 zazione e testimonianza per l’annuncio
l'intera società. In questa direzione ci so- anni più di lei, ma questo non è il vero pro- della Bibbia, parola di salvezza e per
spingono due autorevolissimi testimoni blema. Questa persona è separato e vive in creare uno spazio di pensiero capace di
della vita: Madre Teresa di Calcutta e Gio- casa con sua madre, ma ha anche 2 figli di dare senso e significato alla nostra vita
vanni Paolo II. La prima, nel ricevere il 25 e 28 anni, per cui quando gli è stato di fede. Tutti dunque siamo chiamati,
premio Nobel per la pace, dichiarò: "Se comunicato che Lapysa era incinta è andato mediante il nostro battesimo, ad essere
accettiamo che una madre possa sopprime- su tutte le furie, obbligandola ad abortire, testimoni dell’amore di Cristo che si ha
re il frutto del suo seno, che cosa ci resta? perché si vergogna di essere daccapo padre
insegnato che c’è più gioia nel dare che
L'aborto è il principio che mette in pe- a quell’età. Davanti a tanto crudeltà e in-
ricolo la pace nel mondo!". II secondo ha ganno, compreso lo stato di disagio sociale,
nel ricevere. A tutti i gruppi (Catechesi,
scritto nell'enciclica Evangelium vitae: Lapysa chiede un momento di riflessione, Liturgia, Carità, Vivere in, Padre Pio,
"Rispetta, difendi, ama e servi la vita pertanto chiede ad una sua amica di farla Missionario, Azione Cattolica, Giovani)
umana! Solo su questa strada troverai stare qualche giorno da Lei, per riflettere l’augurio di essere come “il sale della
giustizia, sviluppo, libertà vera, pace e feli- sul futuro del nascituro o abortire, visto che terra e la luce del mondo” (Mt 5, 13-
cità!" Carmela, cristiana e laica energica, guadagna solo 400 € al mese, ma le basta- 14) nel cammino della vita.
determinata e estremamente pragmatica, ci vano ad andare avanti perché viveva con Il vostro parroco Don Nardino
confida che il servizio alla vita che lei con lui, nel frattempo informa sua figlia in Bielo-
CHIESA E MONDO
Vivere: non solo respirare...
Il nostro presente: una sequela di casi che arricchiscono la cronaca nera: suicidi, anoressia, bulimia, bullismo, dro-
ga, incidenti. L’uomo ha smesso di volersi bene, di provare emozioni, di viaggiare, di amare, di sognare. Oggi vivia-
mo alla giornata, senza né mete né punti di riferimento facendoci guidare dalla massa; forse è colpa della tecnolo-
gia, della televisione, dei politici o forse siamo solo noi che ci siamo dimenticati che “ … essere vivi richiede uno
sforzo, di gran lunga maggiore, del semplice fatto di respirare … ”(Pablo Neruda) e che dovremmo interrogarci più
spesso su:

QUAL’E’ IL SENSO DELLA VITA?


ADOLESCENTE DI 16 ANNI: UOMO DI 45 ANNI: DONNA DI 65 ANNI:
Volendo rifarsi alla Bibbia, Dio ha Come possiamo parlare di senso della Sono una donna di 65 anni, sono defi-
creato l’uomo compiendo un gesto di vita quando viviamo immersi in una nita anziana ma tutt’al più mi sento
amore incondizionato. Significa dun- realtà dove ogni giorno assistiamo a “matura”, per lo meno abbastanza da
que che il senso della vita è l’amore? figli che ammazzano i genitori per
poter affermare che oggi si è perso il
Probabile. Del resto siamo, o sarem- avergli negato la playstation, o a ni-
vero significato della vita, le nuove
mo dovuti nascere, anche noi da un poti che conservano il corpo del non-
amore, e se vogliamo, l’amore è la no defunto nel frigorifero per poter generazione hanno perso la cognizio-
cosa che inseguiamo sin da piccini: continuare a riscuotere la pensione. ne dei veri valori, o molto più proba-
prima i genitori, poi gli amici, poi i Per me oggi il dono della vita che ci è bilmente non c’è l’hanno mai avuta.
fidanzati. Eppure dire che il senso stato dato, a prescindere da chi o Non c’è più il rispetto per gli altri né
della vita sia l’amore è limitante, se- perché, è un qualcosa che vale la per se stessi, la gente ha perso Dio, il
condo me. Penso che la vita assuma pena di essere vissuto fino all’ultimo.
nostro punto di riferimento nelle diffi-
il senso che vogliamo darle noi. La Ormai tutti sono proiettati verso
vita è come una pizza: l’amore è la grandi progetti: la casa, la macchina, coltà della vita, e solo chi crede in Lui
base, uguale per tutte le pizze, poi il conto in banca …, tutto gira intorno e nella grandiosità del Suo progetto si
c’è chi la prende scondita, chi ci met- al denaro, che come diceva San può rendere conto che la vita è un
te solo il pomodoro, chi aggiunge la Francesco è la “materializzazione di dono meraviglioso che va rispettato
mozzarella e via via sempre più con- Satana sulla terra”; dimenticando che e tramandato agli uomini del domani.
dimento. Chi lascia la base bianca, tutto ciò che accumuliamo qui lo per-
non ha saputo dare un senso proprio, deremo inevitabilmente il giorno della
personale, alla vita, e alla fine smette nostra morte. La vita invece, quella
di vivere, ed inizia a sopravvivere, ad vera, va vissuta quotidianamente,
andare avanti. Chi la condisce, inve- accanto ai nostri cari. Sono le picco-
ce, rischia, prova nuove cose, vive! le cose che ci segnano dentro.
“Condire la propria pizza”, non Bisogna saper vivere rispettando gli
lasciare l’amore solo, trovare la dire- altri, senza dimenticarsi che la nostra
zione che si vuole seguire, questo, libertà finisce dove inizia quella
per me, è il senso della vita! dell’altro. Solo mettendo in pratica
questi concetti e valori, potremmo far
del mondo un posto migliore.

In conclusione, rifacendoci alle parole di Madre Teresa di Calcutta, credo che si possa affermare che:

La vita è un'opportunità, coglila. La vita è ricchezza, valorizzala. Direttore editoriale:


La vita è bellezza, ammirala. La vita è amore, vivilo. Mons. Leonardo Doronzo
La vita è beatitudine, assaporala. La vita è un mistero, scoprilo.
La vita è un sogno, fanne realtà. La vita è promessa, adempila. Direttore responsabile:
d. Emanuele Tupputi
La vita è una sfida, affrontala. La vita è tristezza, superala.
La vita è un dovere, compilo. La via è un inno, cantalo. Redazione:
La vita è un gioco, giocalo. La vita è una lotta, accettala. Teresa Magliocca, Isabella Fumarulo,
La vita è preziosa, abbine cura. La vita è un'avventura, rischiala.la Serena Chiarazzo, Emanuele Chia-
razzo, Raffaele Fiorella, Dario Dale-
vita è felicità, meritala
no, Rossella Guadiano, Emanuele
La vita è la vita, difendila.
Chiarazzo.
Madre Teresa di Calcutta

LIBERI DI …
A Cura di: Bimestrale di informazione e forma-
zione della Parrocchia
Teresa Magliocca Basilica Santo Sepolcro
Anno I – n. 2 Febbraio - Marzo

Pagina 2 Liberi Di...


AEREOPAGO DEI PAGANI
Stragi/morie di animali siamo noi i responsabili?
“Gli uccelli cadranno dal cielo e i pesci pensa ad un’intossicazione o allo sposta- che distruggendola intenzionalmente
scapperanno dall’acqua.” È ciò che reci- mento stranamente rapido della massa a poco a poco distruggeremo anche
tano molti testi profetici, compresa magnetica del polo Nord, che avrebbe noi stessi. Perché l’intossicazione che
l’Apocalisse di Giovanni, parlando della confuso uccelli e pesci spingendoli verso per ora ha riguardato solo questi animali
fine del mondo. E recenti avvenimenti correnti d’aria o d’acqua sconosciute che potrebbe ben presto interessare anche la
accaduti negli USA, ma che hanno finito ne avrebbero causato le morti di massa. nostra specie e causare epidemie di e-
per interessare tutto il mondo, compresa Ma queste rimangono pur sempre ipotesi norme portata. Al di là di tutte le possibili
l’Italia, sembrano avvalorare la tesi del non verificate. Solo a Yankton, South spiegazioni razionali c’è un unico perché
fatidico 2012. La strage ha avuto inizio Dakota, la verità è venuta fuori. Anche alla base di questi episodi: il nostro pia-
nell’Arkansas (USA) quando la mattina di qui centinaia di storni sono stati trovati neta si sta ammalando; e si sta am-
san Silvestro oltre 5000 merli sono lette- morti per le strade. Ad ucciderli sono malando per colpa nostra. Abbiamo
ralmente piovuti dal cielo. Quest’episodio stati gli emissari del dipartimento trasformato la terra e il mare in e-
è stato seguito, nel giro di pochi giorni, dell’agricoltura (USDA) di Washington, il normi discariche e fingendoci ciechi,
dalla morte di massa di oltre 100.000 ministero quindi. Il tutto per ragioni eco- fingendo di non vedere le conseguenza
pesci tamburo. In breve tempo la moria nomiche, in quanto all’incirca 5 mila stor- delle nostre azioni, continuiamo a farlo,
si è estesa a tutto il mondo arrivando a ni costituivano un problema per un fee- continuiamo ad uccidere il nostro pianeta
toccare la Svezia il 5 gennaio e giungen- dlot, un recinto per l’alimentazione di convinti che possa reggere per sempre
do fin qui in Italia. Infatti, a pochi giorni animali. Il ministero ha quindi deciso di questi ritmi assurdi. La morte di tutti
dagli USA, a Faenza (RA) prima, e a Ca- eliminare il problema alla base, sbaraz- questi animali ha, a mio parere, un senso
serta e Modena poi, altri stormi di volati- zandosi degli uccelli. Il mistero della stra- ben preciso: è un avvertimento. Ci mette
li, tra tortore e storni, si sono riversati ge nel South Dakota è stato quindi risol- in guardia da noi stessi, da ciò che stia-
sulle strade cittadine. Purtroppo non si to velocemente, ma analoghe morie di mo facendo e che rappresenta una con-
riesce ancora a trovare una spiegazione massa nel resto del mondo restano in- danna per noi e per i nostri figli. Ed è
soddisfacente a eventi tanto singolari e spiegabili. E comunque la domanda sorge bene che riflettiamo su questo avverti-
inquietanti. Inizialmente, per ciò che spontanea: è legittimo o morale effettua- mento e iniziamo ad agire di conseguen-
riguarda le stragi dell’1 gennaio, si ha re una strage di uccelli e alterare za. Perché la prossima volta le vittime
ipotizzato che i responsabili potessero l’ecosistema per salvaguardare la produ- potrebbero non essere solo animali. Po-
esser stati i fuochi d’artificio in grado, zione di un recinto? È legittimo o morale tremmo essere noi.
forse, di disorientare i volatili. Ma quando continuare ad inquinare ritenendo che A Cura di:
sono subentrate le morie di pesci e quelle questi avvelenamenti non siano un no- Isabella Fumarulo
avvenute in altre parti del globo, la rispo- stro problema? Forse dovremmo capire
sta non è più sembrata così ovvia. Si che non siamo padroni della natura e

Educare: una sfida da im - maturi


Cast: Raoul Bova, Luisa Ranieri, Ricky cos'è l'emergenza educativa? E che nesso aspettava un figlio da lui, scappa mo-
Memphis, Barbora Bobulova, Ambra An- c'è tra questo problema e il film strandosi infantile dinnanzi a una respon-
giolini, ecc “immaturi”? La risposta a queste doman- sabilità più grande di lui (parabola questa
Regia/Sceneggiatura: Paolo Genovese de può essere argomentata attraverso il della vita di alcune situazioni della vita di
Uscita: Gennaio 2011 confronto tra film e realtà; partendo dalle oggi tra giovani e anche adulti maturi);
storie dei personaggi, possiamo notare Lorenzo, agente immobiliare, è il classi-
quanto si riflettano sulla vita delle nuove co quarantenne che per nulla al mondo
Recentemente uscito in tutte le multisale
generazioni e sui dilemmi presenti tra lascerebbe la casa dei genitori, ha anche
italiane, il film IMMATURI sta spopolando
esse gli effetti di una mancata paura di intraprendere una relazione per-
tra giovani e non a causa per i temi in
“maturità”. Figli che rimangono attaccati ché l'unica donna della sua vita è sua
esso affrontati. Infatti, apparentemen-
madre; Luisa è la classica donna
te, la trama appare come una comme-
“troppo impegnata” e dopo la separa-
dia superficiale, ma, analizzandola, e-
zione con suo marito, la figlia si ritrova
mergono aspetti importanti come, ad
a crescere in fretta e, inoltre, quasi
esempio, l'EMERGENZA EDUCATIVA. Il
sembra che i ruoli tra lei e la madre si
titolo del film può assumere 2 diversi
siano invertiti; Francesca ha un risto-
significati che riconducono al problema
rante e cerca di disintossicarsi dal suo
sopra citato: IMMATURI, in quanto i
“appetito sessuale”; Piero, dj famoso,
protagonisti, a causa dell'incompetenza
ascolta ogni notte le nostalgie altrui ed
degli insegnanti, si ritrovano a dover
è contemporaneamente immerso nelle
riaffrontare l'esame di maturità; IMMA-
sue; infine Virgilio è colui che 20 anni
TURI, come caratteristica che accomuna
ai propri genitori fino all'età di 40 anni, prima, a causa di una bugia, ha disinte-
tutti i personaggi del film e fuori dal film
bambini che mostrano più maturità ri- grato il gruppo. Insomma, come già det-
nella nostra vita globale. L'EMERGENZA
spetto ai genitori, i quali,molto spesso, to, molti si sono immedesimati in Giorgio
EDUCATIVA è una delle piaghe più in-
non affrontano i problemi della propria piuttosto che in Lorenzo e così via, met-
combenti della nostra società; varie isti-
età: questa è l'EMERGENZA EDUCATI- tendo in risalto quelle che sono le paure
tuzioni, addirittura la Chiesa con i suoi
VA! Tutte queste situazioni possiamo e i problemi diffusi tra i trentenni di oggi.
vari organi di stampa, e in particolar mo-
vederle sviluppate nel film... Giorgio, E tu lettore in quale di questi personaggo
do papa Benedetto XVI, hanno affermato
psicoanalista di successo, cerca di risol- ti rivedi?
che “educare non è mai stato facile, e
vere i problemi dei suoi pazienti senza A Cura di:
oggi sembra diventare sempre più diffici-
riuscire ad affrontare i suoi, infatti da- Rossella Gaudiano
le”. Tuttavia in molti non hanno ancora
vanti alla notizia che la sua compagna Serena Chiarazzo
messo a fuoco il problema e si chiedono:

Numero 2 - Liberi Di... Pagina 3


L’appuntamento con le Quarantore Quaresima: un tempo di conversione
Vi ricordiamo l’appuntamento ranta ore trascorse da Gesù E' un periodo speciale dell'an- flessioni devono essere incen-
con le Quarantore nei giorni nel sepolcro, secondo un com- no liturgico, in cui il popolo trate per lo più a Cristo e
cristiano si prepara a celebrare all’uomo e al mistero del Si-
14-15-16 Marzo 2011. "L'Ora puto che si fa risalire a
il mistero della Pasqua. La gnore che illumina il futuro
santa davanti all'Eucaristia deve sant’Agostino. Ma negli anni Quaresima è tempo favorevole dell’umanità sacrificandosi.
condurre all'ora santa con i poveri. del terribile Sacco di Roma, per sostare con Maria SS.ma e Vivere questo periodo significa
La nostra Eucaristia è incompleta San Giovanni, il quindi riscoprire la
sotto la minaccia della guerra
se non conduce al servizio e all'a- discepolo prediletto, chiamata che Cristo
e della peste, queste pratiche
more dei poveri". (Madre Teresa di accanto a Cristo che ci propone per scopri-
furono celebrate anche in altri sulla Croce consuma re insieme a Lui la
Calcutta). Che cosa sono le
momenti dell’anno, finché nel per l'intera umanità memoria del battesi-
quarantore? Sono una tra le
1534 l’eremita fra Buono da il sacrificio della sua mo e la memoria del
manifestazioni del culto euca- vita (cfr Gv 19,25). mistero della pasqua
Cremona chiese e ottenne
ristico, una volta così diffuse e La Quaresima è di Cristo e della no-
l’autorizzazione a unire alla
così solenni da costituire un dunque un periodo stra pasqua uniti a
preghiera delle Quarantore che va dal Mercoledì Lui. La quaresima
tempo di rinnovamento spiri-
l’esposizione ininterrotta del delle Ceneri alla allora è il momento
tuale e sociale, di preghiera e
Santissimo. Il compianto Gio- messa vespertina della introspezione,
di penitenza, di comunione tra del Giovedì Santo (In Cena dell'esame di coscienza appro-
vanni Paolo II nella Lettera
il clero e il popolo, tra ricchi e Domini); dura, quindi, esatta- fondito, per conoscere la no-
Dominicae Cenae del Giovedì mente 44 giorni e ricorda il stra miseria e la misericordia
poveri, tra superiori e sudditi.
Santo 1980, affermò: periodo passato da Gesù nel di Dio, il nostro peccato e la
La storia dice che, durante i
«L'animazione e l'approfondi- deserto, dopo il suo battesimo sua grazia, la nostra povertà e
giorni della solenne esposizio- e prima del suo ministero pub- la sua ricchezza, la nostra
mento del culto eucaristico
ne, le città cambiavano fisio- blico. Ma la Chiesa con la cele- debolezza e la sua forza, la
sono prova di quell'autentico
nomia: i negozi chiudevano; i brazione di questo periodo nostra stoltezza e la sua sa-
rinnovamento che il Concilio si vuole trasmettere molto più pienza, la nostra tenebra e la
lavori dei campi erano sospe-
è posto come fine, e ne sono il del semplice ricordare, il suo è sua luce, il nostro inferno e il
si; le barriere sociali cadevano
punto centrale... La Chiesa e il un messaggio che punta alla suo regno. Preghiamo quindi,
e la fede rifioriva nel cuore riflessione personale per pre- preghiamo affinché possiamo
mondo hanno grande bisogno
della gente che imparava a pararsi al momento culmine riscoprire ciò che il Cristo vuo-
del culto eucaristico. Gesù ci dell’anno liturgico e della vita le trasmetterci con la sua mor-
pregare e a meditare. L'adora-
aspetta in questo Sacramento cristiana che è la Pasqua. Du- te per noi. «La Quaresima sia
zione coinvolgeva tutte le ca-
d'amore. Non risparmiamo il rante questo cammino la Chie- per ogni cristiano una rinnova-
tegorie di persone che, giorno sa ci invita ad assumere un ta esperienza dell'amore di Dio
nostro tempo per andarlo a
e notte, si avvicendavano in atteggiamento più sobrio co- donatoci in Cristo, amore che
incontrare nell'adorazione, me dimostrano le tipiche prati- ogni giorno dobbiamo a nostra
preghiera, spesso in modo
nella contemplazione piena di che della Quaresima e cioè il volta ridonare al prossimo,
inventivo e spontaneo, per
fede e pronta a riparare le digiuno e altre forme di peni- soprattutto a chi più soffre ed
quaranta ore davanti a Gesù
grandi colpe e i delitti del tenza, la preghiera più assidua è nel bisogno. Solo così potre-
Eucaristia. Le origini delle e la pratica più intensa della mo partecipare pienamente
mondo. Non cessi mai la no-
Quarantore vanno però cerca- carità. In questo periodo inol- alla gioia della Pasqua»
stra adorazione!». Approfittia- tre è anche forte l’invito alla (BENEDETTO XVI, Messaggio per
te in quel di Milano, nel decen-
mo dell’ opportunità di racco- conversione e al ritorno a Dio; la Quaresima 2007).
nio tra il 1527 e il 1537. Erano
glierci davanti al Signore Gesù nella liturgia, infatti, emergo-
in uso, anche prima d’allora, A Cura di:
no continui richiami al senso
per essere più consapevol- Emanuele Chiarazzo
forme particolari di preghiera cristiano del peccato, all'umile
mente partecipi del mistero di preghiera con cui se ne do-
e digiuno che si praticavano
Salvezza che Egli ha affidato manda perdono, alla carità
soprattutto durante la Setti-
alla Chiesa tutta. A Cura di: operosa (digiuno ed elemosina
mana Santa, dal giovedì al ) con cui si esprime la volontà
Emanuele Chiarazzo
sabato, in ricordo delle qua- di conversione. Le nostre ri-

Brevi
Chiesa e società civile di fronte alla si a Cristo, Maestro e Signore, come via ta sull’esempio e sull’insegnamento di
sfida dell’educazione che introduce alla vita buona e nuova, il Gesù, radicati sul retroterra antico te-
La questione dell’educazione impegna la documento individua il profilo di un par- stamentario e attualizzati dallo Spirito
Chiesa italiana per il prossimo decennio. ticolare impegno pastorale capace di nella vita della Chiesa. La terza parte –
G li Or ie nta m e nti p a s to r a li svolgere la missione di evange- Educare, cammino di relazione e di fidu-
dell’Episcopato italiano per il de- lizzazione e di educazione cia– descrive il compito educativo come
cennio 2010-2020 –Educare alla nell’attuale contesto. Il testo volto a propiziare la generazione di per-
vita buona del Vangelo– sono suggerisce poi alcune indica- sone mature attraverso un percorso in
stati approvati dall’Assemblea zioni per la progettazione pa- cui gli educatori e la relazione educativa
della CEI lo scorso maggio 2010. storale ponendo l’accento su portano il peso decisivo. La quarta parte
Il documento non è un sussidio contenuti e finalità prioritarie. –La Chiesa, comunità educante– forni-
p e d a g o g ic o o uno s tud io Infatti le quattro parti in cui il sce un quadro di indicazioni pastorali
sull’educazione. Si tratta di un documento si articola esprimo- che ribadiscono il ruolo della famiglia,
documento pastorale che offre indirizzi no già con chiarezza il messaggio com- della parrocchia, della scuola, senza
o orientamenti per aiutare la comunità plessivo che ad esso viene affidato. La ignorare l’influsso educativo diffuso
cristiana a rinnovare e a rendere sem- prima parte – Educare in un mondo che dell’ambiente sociale in genere e, in
pre più fecondo l’impegno educativo. cambia – sviluppa un discernimento particolare, della comunicazione nella
Nel mettere in luce i nodi delle odierne credente sulla situazione dell’educazione cultura digitale. Un’ultima parte, a mo’
difficoltà educative, nel promuovere una segnalandone criticità e attese. Una di conclusione, intende accompagnare il
alleanza educativa tra i vari soggetti seconda parte -Gesù, il Maestro– pre- lavoro di programmazione delle comuni-
coinvolti –dalla famiglia alla parrocchia senta lo sfondo teologico-biblico della tà e di tutte le realtà ecclesiali.
alla scuola e ai mass media–, nel riferir- visione cristiana dell’educazione, centra- Buona lettura!