You are on page 1of 184

Comprato, scannerizzato da NWOkiller tradotto da http://dicke.meetup.

com/18/
L'ISTITUZIONE SEGRETA
DELL'AMERICA
INTRODUZIONE
ALL'ORDINE DEL TESCHIO E DELLE OSSA

ANTONY C. SUTTON

Trine Day
Updated R e p r i n t
2002
ANTONY SUTTON è stato
ricercatore all'Istituto Hoover dell'Università di Stanford
da 1968 a 1973. E' stato il primo
professore di economia alla California
State University di Los Angeles.
Nacque a Londra nel 1925 e insegnò
alle università di Londra, Gottingen e della California
essendosi laureato all'Università di Southampton, Inghilterra.

Altri libri dell'autore:


Technological Treason
The Diamond Connection
Gold Versus Paper
Wall Street and The Rise of Hitler
The War On Gold
Energy, The Created Crisis
Wall Street and the Bolshevik Revolution
Wars and Revolutions Parts 1 and 2
Wall Street and Franklin D. Roosevelt
Trilaterals Over Washington - Volume 1-Volume 2
Western Technology and Soviet Economic Development 1917—1930
Western Technology and Soviet Economic Development 1930-1945
Western -Technology and Soviet Economic Development 1945-1965
National Suicide: Military Aid to the Soviet Union in 19'3
Introduction to The Order
How The Order Controls Education
How The Order Creates War and Revolution
The Secret Cult of The Order
The Best Enemy Money Can Buy
Prefazione dell'autore:
L'elite segreta dell'America

Dopo 16 libri e 25 anni in ricerca di base pensavo di averle sentite tutte... il mondo era un
disordine confuso, probabilmente oltre la conoscenza e certamente oltre la salvezza - e c'era
poco da fare.
Prima del 1968 il mio libro “Tecnologia Occidentale e Sviluppo Economico sovietico” fu
pubblicato dall'Istituto Hoover all'Università di Stanford. In tre volumi dettagliai come
l'Ovest aveva costruito l'Unione Sovietica. Comunque, il lavoro generò apparentemente un
enigma insolubile - perché abbiamo fatto questo? Perché costruimmo l'Unione Sovietica,
mentre trasferimmo anche la tecnologia alla Germania di Hitler? Perché Washington vuole
celare questi fatti? Perché abbiamo sollevato il potere militare sovietico? E sollevato
simultaneamente il nostro?
In libri susseguenti, la serie di Wall Street, io aggiunsi più domande - ma nessuna risposta.
Ero arrivato più o meno alla conclusione che non c'era nessuna risposta razionale che potesse
essere provata. Poi un anno fa o giù di lì ricevetti un plico di documenti - nulla di più della
lista di membri di una società segreta americana. Gettare uno sguardo attraverso i fogli era
più che ovvio - questo non era un gruppo all'ordine del giorno . I nomi significavano Potere,
con una enorme P. Come io sondavo ciascuno, emergeva un modello individuale ; ed un
precedente mondo ingarbugliato divenne limpido.
Il libro che Lei leggerà è una versione di una serie combinata che riporta a questa ricerca.
Ogni volume integra sul volume precedente un logico processo passo alla volta. Questi
volumi spiegheranno perché l'Ovest costruì i soviet e Hitler; perché noi andiamo in guerra, a
perdere; perché Wall Street ama Marxisti e Nazisti; perché i bambini non riescono a leggere;
perché le Chiese sono divenute fonti di propaganda;
perché fatti storici sono soppressi, perché statisti giacciono e cento altri perché.
Questa serie è molto più importante della serie di “Tecnologia Occidentale e i trasferimenti
tecnologici”. Se ho scritto un'opera magna, questa è essa.

ANTONY C. SUTTON
Phoenix, Arizona
30 luglio 1983
New Initiates Into The Order for 1985

BOASBERG, James Emanuel, 3136 Newark Street, NW, Washington, D.C.20008

CARLIN, William John Carr, Jr., 21 Schermerhorn Street, Brooklyn, New York 11201.

CHANDRASEKHAR, Ashok Jai, 120 East 34th Street, New York, New York 10016.

FRANKEL, Scott David, 3290 Kersdale Road, Pepper Pike Ohio 44124.

GROSSMAN, Jay Alan, 48 Niles Road, Randolph, Massachusetts 02368.

KWOK, Wei-Tai, 5 109 Philip Road, Annandale, Virginia 22003. LINDY, Peter Barnes,
105 South

Perkins, Memphis, Tennessee 38117.

MISNER, Timothy Charles, 1009 Crest Park Drive, Silver Spring, Maryland 20903.

MNU CHIN, Steven Terner, 721 Fifth Avenue, New York, New York 10022.

PATELA, James Gerard, 47 Knollwood Drive, Branford, Connecticut 06405.

POWERS, Richard Hart, 21 Haigh Avenue, Niantic Connecticut 06357.

SMOCK, Morgan Robert, 4017 Louisiana Avenue North, New Hope, Minnesota 55427.

TAFT, Horace Dutton, 403 St. Ronan Street, New Haven, Connecticut 06511.

THOMPSON, Gregory Allan, 118 Whitman Drive, Brooklyn, New York 11234.

WALSH, Kevin Sanchez, 1030 Clay Avenue, Pelham Manor, New York 10803.
Introduzione per l' Edizione 2002
L'elite segreta dell'America ha avuto una insolita storia editoriale .

Il libro cominciò con una donazione anonima all'autore di un pacco di documenti alto 20 cm.
nei primi anni '80. Niente di più dell'elenco degli iscritti e documenti che provano l'esistenza
di una società veramente segreta, quella del Cranio e delle Ossa di Yale.
Il defunto Johnny Johnson, di Phoenix è stata la scintilla che mi ha spinto a scrivere una
serie di quattro-parti prima e più tardi, un volume più grosso basato su questo materiale.
Questo volume ebbe molte pubblicazioni con diversi editori, anche un'edizione russa di
12,000 copie. Probabilmente negli anni passati, molte copie sono state vendute in Russia
così come negli Stati Uniti. La classe dirigente d'America ha avuto la piccola pubblicità, le
poche revisioni ignorate ancora dai principali distributori vende stabilmente da 16 anni a
questa parte centinaia di copie al mese. Questa attività, a turno, ha generato gli altri articoli
libri da altri autori. Ma la mia vera intenzione, generare un'esplorazione dell'influenza
hegeliana nell'America moderna non è stata adempiuta. In gran parte, questo può essere
attribuito a un sistema istruttivo basato su una filosofia di statalismo-hegeliano, che già ha
realizzato il “fare ammutolire” dell'America. Questa filosofia disastrosa, distruttiva, la fonte
del Nazismo e del Marxismo, ha infettato e corrotto la nostra repubblica costituzionale.
Molto del biasimo per questa corruzione va al gruppo elitario dei “Bones men” Il loro
simbolo del Cranio e Ossa, e la loro filosofia di Hegel, la dice tutta, anche se con duplicità
tipica, loro possono far credere il contrario.

L'hegelismo glorifica lo Stato, il veicolo per la disseminazione delle idee materialistiche e


politiche nell'istruzione, scienza, politica ed economia. Ci chiediamo perché abbiamo una
società “ammutolita”? Guardando non troppo lontano vediamo che la troika dei Bones man
importò il sistema di istruzione prussiano negli Stati Uniti nel 19° secolo. Una filosofia
politica in opposizione diretta al liberalismo classico allevato dalla storia americana e inglese
nel 19° secolo. Nel liberalismo classico, lo Stato è sempre subordinato all'individuo. Nella
filosofia hegeliana, come noi vediamo nel Nazismo ed nel Marxismo, lo Stato è supremo, e
l'individuo esiste solamente per servire lo Stato.
Il nostro sistema duo-polio Repubblicano-Democratico (il primo è un partito hegeliano,
senza dubbio) è una riflessione di questo hegelismo. Un piccolo gruppo - un gruppo molto
piccolo - come dice Hegel, può manipolare, e fino al limite, controllare la società per i propri
scopi.
Molto più di questo si riflette sulla loro bandiera pirata. Un emblema trovato su bottiglie di
veleno, il simbolo della Divisione nazista delle SS nella seconda guerra mondiale. Non solo
il Cranio ed Ossa divenne una forza notevole nel contrabbando di medicine (i Bush e le
famiglie di Prescott dal 1860), ma nel vero uso hegeliano, generò l'antitesi, la così definita
“guerra sui farmaci.” Questa politica ipocrita controlla il prezzo delle medicine, controlla
l'approvvigionamento, e mette milioni di persone in prigione mentre i vincitori, nella grande
parte non sono nessun' altro che gli stessi “Bones men” che varano le leggi del
proibizionismo (Bonesman Taft, 1904).
Destra e Sinistra -Un'apparecchiatura di controllo

Per gli hegeliani, lo Stato è onnipotente, e considerato “il trionfo di Dio sulla terra.” A tutti
gli effetti, una religione statale. Il progresso nello Stato di Hegel passa attraverso un
innaturale conflitto: lo scontro di opposti costituisce progresso. Se tu puoi controllare gli
opposti, puoi dominare la natura di ciò che ne consegue. Noi tracciamo l'influenza
straordinaria del Cranio e delle Ossa nel maggior conflitto hegeliano: Nazismo contro
Comunismo. I membri del Cranio e delle Ossa erano nelle posizioni decisionali e dominanti
- Bush, Harriman Stimson, Lovett e così via - ogni Bones men, e strumentale nel guidare il
conflitto attraverso l' uso di “destra” e “sinistra”. Loro finanziarono ed incoraggiarono le
crescite di entrambi le filosofie e controllarono i risultati fino alle estreme conseguenze.
Tutto ciò fu aiutato dal gruppo dei “riduzionisti” nella scienza, l'opposto della “totalità”
storica. Nell'istruzione, il sistema di Dewey fu inaugurato e promosso dai membri del Cranio
e delle Ossa . Dewey era un ardente statista, ed un credente dell'idea hegeliana che il
bambino deve essere addestrato per servire lo Stato. Questo richiede soppressione delle
tendenze di individualità ed un accurato “cucchiaio-cibo” di conoscenza omologata. Questa
omologazione dell'istruzione americana non è facilmente chiara a meno che non si abbia
studiata in università Americane e straniere e nazionali - poi il contrasto diviene limpido.

Questo far assopire ora sta ricevendo attenzione. Due libri eccellenti sono “The Deliberate
Dumbing Down of America”, da Charlotte Thomson Iserbyt (Coscienza Stampa, Revenna
Ohio 2001), ed “The Dumbing Down of America”, da John Taylor Gotta.
Ambo i libri descrivono il processo di impatto dell'istruzione, ed entrambi danno un
dettaglio straordinario del processo. Più avanti, tracceremo l'importazione del sistema da tre
membri di Yale e dello Skull & Bones.
Per Iserbyt, in “L'intenzionale sottomissione dell'America” il sistema di istruzione
americano comincia con Rockefeller e Gates. Ma infatti, questo sistema politico è una
riflessione delle idee di Hegel portata negli Stati Uniti dalla troika del Cranio e delle Ossa di
Gilman, White e Dwight, finanziati da Rockefeller.

Controllo delle Persone

Oggi in California, si può vedere in tempo effettivo l'uso di un conflitto controllato per
realizzare una conseguenza desiderata. Il dibattito sulla crisi dell'energia è controllato
attentamente per far riflettere sul tetto di spesa e il controllo dei prezzi. I Repubblicani non
vogliono nessuno tetto e niente controlli. La maggior parte dei Democratici vogliono il
controllo dei prezzi.
Ma fate attenzione a quello che non è discusso da nessuno. L'intero piano di energia quasi
gratis, basato in una decade di ricerca è tenuto attentamente fuori della discussione. Questo
non è estremamente attinente ad una crisi dell'energia?
Infatti, l'esistenza di sistemi di energia gratis è la ragione per il dibattito controllato.
Mills Blacklight Power ora ha i suoi brevetti e già ha ottenuto delle utilità. L'energia della
MEG di Bearden dallo spazio, è in esame. Modelli che funzionano esistono. La diffamata
fusione fredda ha centinaia di esperimenti riusciti, ma finora come noi sappiamo, non può
essere ripetuta con sicurezza sufficiente. Gli altri sistemi sono entrati nella prospettiva di
agenzie statali, e poi scomparsi dalla circolazione.
Un pubblico intelligente chiederebbe, perché questi sono non inclusi nella discussione?
Semplice. Perché gli enti erogatori ne sono a conoscenza e lo faranno solamente alcuni anni
più in là. Il problema per le compagnie non è il prezzo di energia oggi, ma come scaricare i
loro costi fissi (piani idrici, linee di trasmissione, ecc.) sopra il consumatore. Questi beni
“preziosi” avranno zero valore in futuro, perché tutti i sistemi nuovi sono unità a se stanti
che non hanno bisogno di schemi fissi e linee di trasmissione .
Se il pubblico è consapevole del dilemma delle compagnie, l'abilità di scaricare i beni sopra
lo Stato è ridotta pesantemente.
Il dibattito repubblicano-democratico sulla “protezione dei prezzi” è una diversione. La
domanda attinente evitata attentamente è, quanto tempo ci vorrà per trovare questi sistemi
nuovi di produzione?
Un altro esempio è lo sviluppo della Monsanto dell'ingegneria genetica e del seme
predatore, un sforzo appena-nascosto per la dominazione del mondo dell'agricoltura.
Il Presidente George Bush, Jr. , un Bonesman, nomina un vicepresidente di Monsanto, il
Dott. Weldon, come Direttore della Food and Drug Amministration che ha il potere di
bloccare l'identificazione di cibi geneticamente-modificati e passa su altri sforzi di controllo
sociale.
Poco prima di ciò, in Tecnologia Nuova avemmo nel 1989 il drammatico annuncio della
“fusione fredda.” Quando questo annuncio fu fatto pubblico, Presidente George H.W.Bush
(anche lui un Bonesman) chiamò lo scienziato dell'establishment il defunto fisico Seagrum
nel suo ufficio e diede istruzioni.
Noi non sappiamo quello che fu detto, ma sappiamo quello che accadde. La fusione fredda,
un processo valido per avere energia gratis, come si scoprì dopo, fu calunniata e vessata
dall'establishment, senza dubbio terribile per ciò che fa l'energia gratis all'industria del
petrolio.

Cosa sarà fatto?

Se il pubblico votante fosse anche vagamente consapevole di questo scenario aggressivo e


nascosto, potrebbe, e possibilmente costringerebbe un cambio. Comunque, questa non è una
possibilità credibile. La maggior parte delle persone sono del tipo “macché dici” con
obiettivi personali e limitati ed una alta soglia di assorbimento per i misfatti ufficiali.
Ciò che ha impiegato un secolo per stabilirsi non può essere cambiato in alcuni anni. La
questione iniziale è l'istruzione.
Per eliminare il sistema hegeliano che soffoca l'iniziativa individuale ed addestra i bambini
a divenire zombies irragionevoli, per servire lo Stato.
Noi abbiamo bisogno di molta meno propaganda per l' “istruzione” ed una ricerca creativa e
più individuale per imparare. Invece di più soldi per l'istruzione, noi abbiamo bisogno di
stanziare molto meno.
Il sistema esistente dell'istruzione è poco più di un meccanismo di condizionamento. Deve a
che fare poco con l'istruzione nel vero senso della parola, e fare molto con il controllo
dell'individuo.
È più probabile che il tempo, piuttosto che la cabina elettorale eroderà il potere segreto di
questo gruppo di Yale, nulla di oltraggioso può sopravvivere per sempre.

Antony Sutton
Memorandum Numero Uno: C'è l'interpretazione di una cospirazione
per la storia recente?
Il lettore ansioso di conoscere la storia dell'Ordine dovrebbe andare direttamente al
memorandum numero due.
Questa sezione concerne metodi, l'evidenza e prove essenziali, ma forse sarà noiosa per la
maggior parte di lettori.
Durante l'ultimo secolo tutte le teorie della storia o le evidenze storiche che sono al di fuori
del modello stabilito dall'Associazione Storica americana e dalle maggiori fondazioni col
loro potere influente è stata attaccata o è stata rifiutata - non sulla base di alcuna prova
presentata, ma sulla base dell'accettabilità dell'argomento al così detto Establishment
Liberale Orientale e della sua linea storica ufficiale.
La Storia ufficiale dell'establishment

C'è una storia dell'establishment , una storia ufficiale che domina manuali di storia e di
editoria commerciale, media e mensole di biblioteca. La linea ufficiale presume sempre che
eventi come guerre, rivoluzioni, scandali, assassini siano eventi distaccati più o meno
casuali. Per definizione gli eventi non possono essere mai il risultato di una cospirazione,
non possono essere mai il risultato di azione di gruppo progettata e premeditata. Un esempio
eccellente è l'assassinio di Kennedy quando, entro 9 ore dalla tragedia di Dallas, le reti Tv
annunciarono, che l'attentato non era una cospirazione, nonostante il fatto che una
affermazione negativa non potesse essere mai provata, e che l'investigazione fosse appena
cominciata .
Peggio per ogni libro o autore che vanno fuori dagli orientamenti ufficiali. Non verrebbero
supportati dall'establishment.
Gli editori hanno reazioni fredde. La distribuzione è colpita e sperduta, o non esistente.
E' importante solo assicurare la linea ufficiale, nel 1946 la Fondazione Rockefeller assegnò
$139,000 per la storia ufficiale della seconda guerra mondiale. Questo per evitare una
ripetizione del ridimensionamento della storia che imbarazzò l'establishment dopo la prima
guerra mondiale. Il lettore sarà interessato di sapere che l'Ordine, che stiamo per investigare
ebbe la grande previdenza, prima del 1880 di creare sia l'Associazione Storica americana sia
l'Associazione Economica americana (erano più economisti che storici e analisti) sotto i loro
dettami, con la loro gente ed i loro obiettivi. Andrew Dickson White era un membro
dell'Ordine e primo Presidente dell'Associazione Storica americana.

Fallimento della Storia ufficiale

I tempi sono cambiati. Le debolezze, discordanze e le semplici falsità nella storia ufficiale
sono affiorate. Negli anni ottanta è raro trovare un ragionevole lettore che accetta la storia
ufficiale. La maggior parte crede che sia stata impacchettata più o meno per il consumo di
massa da storici ingenui o avidi. Anche se è raro che un storico non mollerà e si rifiuterà di
seguire la tendenza, alcuni sono vittime di un gioco ancora più profondo. La cospirazione è
una spiegazione accettata per molti eventi più tra la gente comune che tra i livelli più alti
rimossa dall'influenza dell'Ordine. Possiamo citare a caso l'assassinio di Kennedy dove la
versione ufficiale dell'unico attentatore non è stata accettata mai dagli americani della strada;
il Watergate, dove un informatore “gola profonda” e nastri annullati esalano di
cospirazione, e Perl Harbor, dove l' Ammiraglio Husband E. Kimmel e il Maggiore Generale
C. Short pagarono per le colpe del Generale C. Marshall e del Presidente Franklin D.
Roosevelt.
Lo storico revisionista ha un carico duplice così come un compito duplice. Il carico duplice è
quella ricerca probabile di mettere in dubbio la linea storica ufficiale e non sarà finanziato. Il
compito duplice è che la ricerca deve essere di solito accurata e precisa.
Un lavoro non-ufficiale non giudicherà sui suoi meriti. Il lavoro sarà giudicato sulla base
della sua accettabilità ad un standard storico predeterminato. Questo standard è quello che
noi esploreremo più avanti.
Ipotesi e metodo

Ciò ci porta alla metodologia. In questo volume noi presenteremo tre ipotesi. Cos'è
un'ipotesi?
Un'ipotesi è una teoria, una teoria che lavora, un punto di inizio che deve essere sostenuto
dall'evidenza. Noi arrivammo a queste tre ipotesi esaminando certi documenti che saranno
descritti. I venditori della storia ufficiale grideranno che le nostre ipotesi ora sono presentate
come asserzioni provate - e qualunque cosa noi scriviamo qui non fermerà le grida. Ma di
nuovo, queste sono solamente ipotesi e basta, loro dicono di sostenerle con prove. Sono un
primo passo in un processo di ricerca logica.
Ora in metodologia scientifica un'ipotesi può essere provata. Non può essere confutata. Sta
al lettore decidere se l'evidenza presenta a posteriori credibilità, o non rende credibili le
ipotesi. Evidentemente nessun autore, critico, o lettore può decidere entrambi i modi finché
tutta l'evidenza è stata presentata.
Noi intendiamo anche usare due altri principi di ricerca scientifica ignorati dagli storici
ufficiali dell'establishment .
In scienza il più semplice chiarimento ad un problema è sempre in primo luogo, la soluzione
più accettabile. Al contrario, nella storia ufficiale, una semplice risposta di solito è criticata
come “semplicistica.” Quello che implica il critico è “il povero scrittore non ha usato tutti i
fatti”, in altre parole è un “buttar giù” conveniente senza la necessità di offrire una risposta
alternativa o fatti supplementari.
In secondo luogo, di nuovo in scienza, una risposta che si adatta a più casi, cioè, la risposta
più generale, è anche la risposta più accettabile. Per esempio, se ci sono 12 eventi da
spiegare ed una teoria che va bene per 11 di questi eventi, quella teoria è più accettabile di
una teoria che va bene solamente per 4 o 5 degli eventi.

La diabolica teoria della Storia

Usando questa metodologia noi andiamo a dibattere e a presentare l'evidenza precisa e


dettagliata (incluso nomi, date e luoghi) che l'unico chiarimento ragionevole per la recente
storia negli Stati Uniti è l' esistenza di una cospirazione allo scopo di usare il potere politico
per fini che sono incoerenti con la Costituzione.
Questo è conosciuto dagli storici ufficiali come la teoria “diabolica della storia” che di
nuovo è uno strumento rapido, conveniente per spazzolare fatti sotto il tappeto. Comunque,
questi critici ignorano, per esempio, lo Sherman Act, ad es., le leggi antimonopolistiche dove
la cospirazione è alla base della teoria accettata. Se ci può essere una cospirazione nel luogo
di mercato, perché non nell'arena politica? Gli statisti sono più puri degli uomini d'affari?
Seguendo le leggi anti-trust sappiamo che la cospirazione può essere provata solamente in
una specifica maniera. Un modello simile di azioni di mercato non è impermeabile alla
cospirazione. Solo perché qualche cosa che sembra un' anatra, cammina come un' anatra, e
tutte le anatre agiscono similmente, non fa di esso un' anatra - o una cospirazione. Sotto lo
Sherman Act un modello simile di prezzi, dove tutti i prezzi sono gli stessi , non è
impermeabile alla cospirazione. Somiglianza di prezzi può esserci in un puro mercato
competitivo. Ne necessariamente un'azione politica simile è una cospirazione. La prova di
cospirazione richiede gli specifici tipi dell'evidenza:
(a) ci devono essere riunioni segrete dei partecipanti e sforzi per celare azioni combinate
(b) quelle riunioni devono seguire congiuntamente un percorso di azione
(c) e questa azione deve essere illegale.
Il Consiglio sulle Relazioni Estere

Chiarimenti estesamente accettati della recente storia basati su una teoria di cospirazione non
presentano evidenza dei criteri fissati in precedenza. Per esempio, il Consiglio sulle
Relazioni Estere non può essere considerato anche come una cospirazione fin dalla sua
fondazione nel 1921. L' appartenenza al CFR non è un segreto. Elenchi dei membri sono
liberamente disponibili per il costo di un francobollo di affrancatura. Non c'è nessuna prova
che l'intero gruppo dei membri cospirino a commettere atti illegali.
Quello che doveva essere provato in alcun chiarimento di cospirazione della storia è che i
partecipanti hanno raggruppamenti segreti, ed incontri per progettare azioni illegali.
I membri del CFR, quando sono stati accusati di essere coinvolti in una cospirazione, al
contrario, hanno protestato.
E loro hanno ragione. La maggior parte di membri di CFR non è coinvolta in una
cospirazione e non ha nessuna conoscenza di alcuna cospirazione. Ed alcuni personalmente
conosciuti all'autore sono le ultime persone sulla terra ad essere coinvolti in una cospirazione
illegale.
C'è comunque, un gruppo all'interno del Consiglio delle Relazioni Estere che appartiene ad
una società segreta, giurato alla segretezza e che controlla più o meno il CFR. Le riunioni
del CFR sono usate per i loro propri scopi, e, spingere fuori le idee, influenzare persone che
sarebbero utili, usare riunioni come un foro per le discussioni.
Questi membri sono dell'Ordine. La loro appartenenza all'Ordine può essere provata. Le loro
riunioni possono essere provate. I loro obiettivi sono chiaramente incostituzionali. E questo
Ordine esiste da 150 anni negli Stati Uniti.

Memorandum Numero Due: L'Ordine - quello che è e come cominciò


Quelli all'interno lo sanno. Altri lo conoscono come confraternita 322 di una società segreta
tedesca da più di 150 anni . Più formalmente per scopi legali, l'Ordine fu incorporato come
La Russell Trust nel 1856. Era anche una volta noto come la “Fratellanza della Morte”.
Quelli che ne parlano, o vogliono scherzarci su, lo chiamano Skull & Bones, o solo
semplicemente “Bones.”
La filiale americana di questo ordine tedesco fu fondata nel 1833 all'Università di Yale dal
Generale William Huntington Russell ed Alphonso Taft che, nel 1876, divenne Min. della
Guerra nell'amministrazione Grant.
Alphonso Taft era il padre di William Howard Taft, l'unico ad essere stato sia Presidente
degli Stati Uniti che Presidente della Corta Suprema.

Cos'è l'Ordine?

L'Ordine non è solo un'altra società fraterna individuata con lettera greca, parola d'ordine e
strette di mano, comune a molte università. La filiale 322 è una società segreta i cui membri
sono giurati al silenzio. Esiste solamente all'università di Yale (a quanto noi sappiamo). Ha
regole. Ha riti cerimoniali. Non è del tutto semplice l'indagare, probi cittadini - noti fra gli
iniziati come “outsider” o “vandali.” I suoi membri negano appartenenza sempre (o si
suppone che neghino l'appartenenza,) e nel controllare un centinaio di elenchi autobiografici
tra i membri noi trovammo solamente metà dozzina che dichiarò un'affiliazione alla Skull &
Bones. Il resto non c'era. Un punto interessante è se i molti membri nelle varie
Amministrazioni o chi tiene posizioni statali ha dichiarato la loro affiliazione nei dati
biografici forniti per “controlli di fondo” dell'FBI.
Soprattutto, l'Ordine è potente, incredibilmente potente. Se il lettore avrà costanza ed
esaminerà l'evidenza che sarà presentata - che è schiacciante - non c'è dubbio che la sua
prospettiva del mondo verrà improvvisamente e bruscamente a fuoco, con chiarezza
pressoché paurosa.
Prima di andare oltre, noi abbiamo bisogno di aggiungere un paio di importanti osservazioni
su l'Ordine:
È una società di studenti dell'ultimo anno che esiste solamente a Yale. I membri sono eletti
quando sono adolescenti e trascorrono solamente un anno dell'università, l'ultimo, con la
Skull & Bones.
In altre parole, l'organizzazione è diretta da un laureato dall'esterno. L'Ordine si incontra
annualmente - solamente il patriarcato - sull'Isola del Cervo nel fiume San Lorenzo.
Le società senior sono uniche a Yale. Ci sono altre due società senior a Yale, ma in nessuno
altro posto.
Sroll & Key e la Testa di Lupo sono società apparentemente competitive fondate a metà del
19° secolo. Noi crediamo che questi siano parti della stessa rete. Rosenbaum fece commenti
nel suo articolo dell'Esquire, molto accuratamente, che chiunque nell'establishment liberale
orientale non fosse stato un membro di Skull & Bones quasi certamente sarebbe stato un
membro di entrambi Scroll & Key o la Testa di Lupo.
Quale è il significato del “322” in Filiale 322? William Russell introdusse la società dalla
Germania e così si è dedotto che il 322 venga dal 32 (da 1832), la seconda filiale, di questa
organizzazione tedesca. Possibilmente un capitolo 320 ed un capitolo 321 potrebbero
esistere in qualche luogo, And 323 è assegnato ad una stanza all'interno del tempio Skull &
Bones a Yale.
Un'altra interpretazione è che l'Ordine è nato da una società fraterna greca datata con la
morte di Demostene nel 322 A.C. Questo forse ha maggiore credibilità perché archivi dello
Ordine sono stati datati aggiungendo 322 all'anno corrente, per esempio, gli archivi che
originano nel 1950 sono stati datati Anno - Demostheni 2272.

Come è scelto un membro dall'Ordine ?

La procedura di selezione per nuovi membri dell'Ordine non cambia dal 1832. Ogni anno
15, e solamente 15, ne più ne meno, vengono selezionati. Negli ultimi 150 anni
approssimativamente 2500 laureati di Yale sono stati iniziati nell'Ordine. Allo stesso tempo
circa 500-600 sono vivi ed attivi. Approssimativamente un quarto di questi hanno un ruolo
attivo nel favorire gli obiettivi dell'Ordine. Gli altri o perdono interesse o cambiano idea.
Uno studente di Yale non può chiedere di iscriversi. Non c'è propaganda elettorale. Lo
studente è invitato a iscriversi e gli vengono date due scelte: accetti o rifiuti.
Apparentemente una certa quantità di informazioni personali sono raccolte su membri
potenziali.
Il seguente genere di valutazione è stata fatta nell'ultimo secolo; noi dubitiamo che sia
cambiata troppo fino ad oggi:
- “Frank Moore è un membro ideale, è un lavoratore duro ed un uomo i cui sforzi sono stati
più per Yale che per se stesso. E' direttore di clubs musicali ed è stato impegnato alla Dwight
Hall. La sua elezione sarà ben meritata e popolare.”
- “Don Thompson è un uomo fidato che la classe ben desidera e sarà contenta di vedere in
carriera . Lui viene da una famiglia dell'ordine. Nella selezione l'enfasi è messa sulla abilità
sportiva - l'abilità di giocare in una squadra. Il membro potenziale più improbabile per
l'Ordine è un tipo solitario, un iconoclasta, un individualista, l'uomo che va per la propria
strada nel mondo.

1I lettori che vogliono sapere di più sui cerimoniali ed aspetti d' iniziazione dovrebbero leggere l' articolo di
Esquire, Sett. 1977 di Ron Rosenbaum. ' Gli ultimi segreti del Cranio ed Ossa '. Sfortunatamente l'articolo
fallisce completamente il significato storico di Skull & Bones, anche se è una fonte eccellente di dettagli
foschi e di riti feticisti.

Il membro potenziale più probabile proviene da una famiglia dell'Ordine che è energica,
ingegnosa, politica e probabilmente un giocatore di una squadra amorale. Un uomo che
capisce ciò che serve per ottenere successo deve andare avanti. Un uomo che si sacrificherà
per il bene della squadra. Una riflessione momentanea fa capire perché è così. Nella vera
vita la spinta dell'Ordine è raggiungere certi obiettivi. Onori e ricompense finanziarie sono
garantite dal potere dell'Ordine. Ma il prezzo di questi onori e ricompense è sacrificio alla
meta comune, la meta dell'Ordine. Alcuni, forse molti, non sono stati disposti a pagare
questo prezzo.

All'interno dell'Ordine

L'entrata nell'Ordine è accompagnata da un rituale elaborato e senza dubbio da un


condizionamento psicologico.
Per esempio: “Immediatamente nell'entrare tra i Bones il nome del neofita è cambiato. Non
è conosciuto più dal suo nome come appare nel catalogo dell'università ma come un monaco
o Cavaliere di Malta o San Giovanni, diviene Cavaliere e così via.
I vecchi Cavalieri sono poi noti come Patriarchi. Il mondo di fuori è noto come Gentili e
vandali.”
Il Catalogo (o elenco di appartenenza - è diventato qualche volta “Indirizzi” in questo
secolo) della Filiale 322, comunque è fatto con i soliti insoliti nomi ed è unico e
impressionante. Ogni membro ha una copia rilegata in cuoio nero con simboli particolari
all'esterno e all'interno. I simboli hanno presumibilmente un qualche significato.
Il nome del proprietario e la sola lettera “D” dorata è stampata sulla copertina esterna delle
pubblicazioni più recenti, almeno fino alla metà del 19° secolo. Sembra poi essere stato
omesso, almeno sulle copie che abbiamo visto: ogni pagina destra, stampata su un lato
solamente, approssimativamente 6 x 4 pollici, ha i membri elencati per anno e circondata da
un bordo nero, doppio nei primi anni, non così grosso nelle recenti decadi. Questo
simboleggia la morte della persona chiamata appena lui adotta il suo nome nuovo e la vita
nuova all'interno dell'Ordine.
Più interessante è un'entrata tra le liste decennali dei membri. Sull'elenco del 1833, di fronte
ai nomi dei 15 fondatori ci sono le parole “Periodo 2 decade 3.” Di fronte a nomi sull'elenco
del 1843 le parole sono similmente, “Periodo 2 decade 4.” In breve, “Periodo” resta uguale
in tutti gli anni, ma la “decade” aumenta di uno ogni dieci anni. Senza dubbio questo
significa qualcosa per l'Ordine, altrimenti non sarebbe là.
Un altro gruppo mistico di lettere e numeri è al principio del primo elenco di nomi nel 1833,
“P.231-D.31.”
I numeri aumentano di uno in ogni classe successiva. In 1834, per esempio all'inizio si legge
“P.232-D 32.”
Inoltre, l'elenco della classe del 1833 ha due linee di spazio vuoto in luogo dell'undicesimo
nome sull'elenco. Questo sostiene la tesi che la società ha origini tedesche e questo è il
listato dell'anonimo collegamento tedesco.
I Membri del 1833

Noi riteniamo che in qualsiasi epoca un quarto solamente degli iscritti è attivo. Anche
questa parte non è sempre efficace o piena di successo . È istruttivo comparare il 1833 con il
1983 e come, attraverso un secolo, un gruppo di 20-30 famiglie è riuscito a dominare
l'Ordine.
Il primissimo nome sulla prima lista di appartenenza, Samuele Henshaw Bates era un privato
nell'esercito dell'unione, andò ad ovest per fare l'agricoltore a Santa Rosa, California, e morì
nel 1879. Una vita non diversa da milioni di altri americani.
Infatti, fuori dei primi 15 membri (davvero 14 più il membro anonimo), le carriere non
furono molto più grandi di quello che ci potremmo aspettare dalla crema di Yale. Rufus Hart
passò molti anni nel Senato dell'Ohio, Asahel Hooker Lewis fu nella legislatura dell'Ohio
per un paio di anni Samuele Marshall fu deputato dell'Illinois per un periodo, e Frederick
Mather fu nella legislatura di New York. Altri membri, a parte i due fondatori dell'Ordine,
non fecero molto per loro o per L'Ordine.
Al contrario, i due membri fondatori, William Huntington Russell ed Alphonso Taft,
andarono lontano.
William Russell era un membro della legislatura del Connecticut nel 1846-47, un generale
della Guardia Nazionale dal 1862 al 70, e fondò il College ed l'Istituto Commerciale in New
Haven, Connecticut. Alphonso Taft andò più lontano: lui fu Min della Guerra nel 1876 - il
primo di molti membri dell'Ordine a ottenere questo posto fino agli anni cinquanta. Taft
divenne avvocato generale degli U.S. Negli anni 1876-7, poi console degli U.S. in Austria
nel 1882-4, e finalmente Ambasciatore in Russia nel 1884 -5.
Durante l'intervallo di 150 anni fin dal 1833, gli iscritti attivi sono evoluti in un gruppo
centrale di circa 20 - 30 famiglie; sembra che membri attivi hanno abbastanza influenza per
spingere i loro figli e parenti a entrare nell'Ordine, e c'è un significativo intreccio
matrimoniale fra le famiglie. Queste famiglie confluiscono in due gruppi maggiori.
Prima troviamo la vecchia linea di famiglie americane che arrivarono sulla costa Est nel
1600, per es., Whitney, Lord, Phelps, Wadsworth, Allen, Bundy, Adams e così via.
Poi, troviamo famiglie che acquisirono ricchezza negli ultimi 100 anni, mandarono i loro
figli a Yale ed in questo tempo divennero famiglie quasi come la vecchia linea, per es.,
Harriman, Rockefeller, Payne, Davison.
Alcune famiglie, come i Whitneys erano yankee del Connecticut e acquisirono ricchezza nel
diciannovesimo secolo.
Negli ultimi 150 anni alcune famiglie nell'Ordine hanno guadagnato influenza enorme nella
società ed nel mondo.
Un esempio è la famiglia Lord. Due rami di questa famiglia sono insieme dal 1630: Quello
che discese da Nathan Lord e quello da Thomas Lord. Altri Lord arrivarono negli Stati Uniti
durante il corso degli anni ma non entrano nella nostra discussione. Di questi due rami
principali, solamente il gruppo di Thomas Lord sembra avere offerto membri all'Ordine. La
loro ascendenza porta a Thomas Lord che lasciò l'Essex in Inghilterra nel 1635 in una
gruppo di persone condotte dal Reverendo Thomas Hooker, e si stabilì in quello che ora è
Hartford, Connecticut. Infatti, parte di Hartford ancora è nota come la collina dei Lord. La
linea di discendenti per questa famiglia Lord è piena di nomi come Deforest e Lockwood
perché il matrimonio fra consanguinei è più che comune fra queste famiglie di élite.
Il primo Lord ad essere iniziato nell'Ordine fu George Deforest Lord (1854), un avvocato in
New York.
Insieme con suo padre, Daniele Lord (un altro laureato a Yale ), Giorgio Deforest Lord aprì
lo studio legale Lord a New York, Day & Lord. Fra i suoi clienti c'erano il Time di New
York e la Fondazione Rubin. La Fondazione Rubin è uno degli angeli finanziari per l'Istituto
degli studi politici a Washington, D.C.
Nei successivi cento anni cinque Lord furono iniziati nell'Ordine :
Franklin Atkins Lord ('98)
William Galey Lord ('22)
Oswald Bates Lord ('26)
Charles Edwin Lord, II ('49)
Winston Lord ('59)
Quando noi facciamo la domanda, questi membri cosa hanno realizzato ? E cosa stanno
facendo oggi? un drammatico ritratto emerge. . . come dimostrato nella tabella. . .
Memorandum Numero Tre: quanto è conosciuto l'Ordine?

La letteratura pubblicata sull'Ordine ammonta a solo due articoli su un lasso di tempo di


cento anni: L'Iconoclasta (Volume unico) pubblicato il 13 ottobre 1873 ed il già citato
articolo nell'Esquire di Ron Rosenbaum, pubblicato nel 1977. Questo libro ed i suoi
successori sono basati su materiale di archivio inediti originati con l'Ordine.

L'Iconoclasta ottobre 1873

Agli inizi d'ottobre del 1873 un studente intraprendente di Yale si spinse all'azione perché
l'Ordine aveva rilevato le finanze di Yale ed aveva lasciato l'Università vicino alla
bancarotta, si incaricò di pubblicare un esposto. Sfortunatamente, alcune delle acutissime
osservazioni dello studente anonimo furono seppellite in versi non proprio buoni. Noi
ristamperemo qualche rigo più in basso come nell'Iconoclasta originale perché è impossibile
da riassumere.
I giornali dell'Università di Yale, Courant e Record ebbero una momentanea interruzione di
controllo sull'Ordine. Come l' Iconoclasta ammette, “Noi parliamo attraverso una
pubblicazione nuova, perché la stampa dell'Università è chiusa per quelli che osano
menzionare apertamente 'Bones'.”
La Stampa dell'Università era controllata dall'Ordine. A volte i giornali di Yale furono
amministrati da Redattori dell'Ordine. Per esempio, un redattore notevole del Record di Yale
era anche nell'Ordine Tommaso Cochran ('94) che andò a far carriera come partner influente
nella influente banca di J.P. Morgan.
Tre paragrafi in questa pubblicazione anonima compendiano l'accusa dell'Iconoclasta.

Innanzitutto, c'è una società segreta di Yale che apre solamente a pochi prescelti:

“Da più di quaranta anni esiste una società segreta chiamata Cranio ed Ossa nell'Università
di Yale. Riceve un certo numero di uomini da ogni classe d'età. Questi sono scelti
nominalmente dai membri della classe. . ., anche se è inteso che l'influenza di un uomo
prominente giova per i suoi amici e parenti attraverso molti anni dopo la sua laurea.
Osservando gli uomini eletti di anno in anno, noi troviamo, che loro sono scelti con uno
scopo preciso, vale a dire quello di ottenere per la società i più alti onori. Alcuni di questi
onori sono dati a letterati, alcuni ad uomini ricchi. Questi, poi sono i fatti. Uomini ricevono
marchi di distinzione dall'Università di Yale o dalla loro classe intera a causa della quale
sono presi in questa società segreta. Siccome Yale onora gli uomini, anche questa fraternita
dichiara di onorarli.”
In secondo luogo, l'Iconoclasta afferma che l'Ordine ha ottenuto il controllo di Yale, ed i
suoi membri si preoccupano più della loro società che di Yale.

“Fuori di ogni classe Cranio ed Ossa prende i suoi uomini. Loro sono andati fuori nel mondo
e sono divenuti, in molti esempi, leaders nella società. Loro hanno ottenuto il controllo di
Yale. I suoi affari sono fatti da loro. I soldi pagati all'Università devono passare nelle loro
mani, ed sono soggetti alla loro volontà. Senza dubbio pensano di essere meritevoli, ma
molti di coloro che guardavano dall'alto in basso nell'università, non possono dimenticare
di aver apertamente preso soldi nelle loro mani. Uomini di Wall Street si lamentano che il
college vada dritto in loro aiuto, invece di invitare ogni studente a pagare la propria parte. La
ragione è trovata in un commento fatto da uno dei primi uomini di Yale e d'America: Una
cosa è certa che i Bones men si preoccuperanno più per la loro società che per l'università. "

Finalmente, l'Iconoclasta chiama l'Ordine un “mortale maligno” che cresce di anno in anno:
“Di anno in anno il mortale maligno sta crescendo. La società non è stata mai così disgustosa
all'università come oggi, ed è solo questa cattiva sensazione che chiude le tasche dei non
iscritti. Mai prima ha mostrato una tale arroganza e si è ritenuta così superiore . Copta la
stampa dell'università e si sforza di dominarla. Non si degna di mostrare le sue credenziali,
ma afferra il potere col silenzio della colpa consapevole.
Dire ciò che di buono ha fatto l'università di Yale sarebbe vicino all'impossibile. Dire ciò
che di buono potrebbe fare è ancora più difficile. Il problema, poi è ridotto a questo - è che
da una parte si trova una fonte di incalcolabile bene, dall'altra una società colpevole di
crimini seri e di lunga portata. L'Università di Yale è contro il Cranio ed Ossa!! Noi
chiediamo a tutti gli uomini, una domanda di diritto, a chi dovrebbe essere permesso
vivere“”
Il potere dell'Ordine è usato in favore dei suoi membri anche prima che lascino Yale. Ecco
un caso dal tardo 19° secolo che predata i casi che noi presenteremo più tardi e suggerisce
per quanto tempo l'uso immorale del potere ha prevalso all'interno dell'Ordine:

Il favoritismo dimostrato ai Bones men

“Non stiamo giungendo ad una triste condizione quando una evidente ingiustizia può essere
fatta dalla Facoltà, e quando un uomo che è un membro del Cranio ed Ossa possa
condizionarla a suo favore? Brevemente, il caso che provoca questa domanda è questo: Due
membri della classe Senior, l'uno neutrale, l'altro un uomo dei Bones, ritornarono all'inizio
dell'anno di Università con diverse impreparazioni a causa delle quali, non riuscirono a
passare l'esame. A questo punto i casi erano paralleli, e la clemenza, se ci fosse stata
clemenza, sarebbe dovuta essere mostrata al neutrale che ha fatto tutto quello era in suo
potere per favorire gli interessi dell'università piuttosto che all'uomo delle Ossa che durante i
suoi tre anni a Yale, non portò a termine niente che possiamo menzionare.
Ma, strano a dire, il primo fu sospeso fino alla fine del trimestre ed fu obbligato a lasciare
la città, non avendo il permesso di passare un altro esame fino al ritorno. Al membro
dell'Ordine, al contrario, fu permesso di rimanere a New Haven, frequentare il corso
quotidianamente, ed avere un secondo esame in meno di sei settimane. Perché è stata fatta
questa distinzione? ` Il sig. tizio-e-caio è un caso speciale', disse un professore (un membro
dell'Ordine), - la particolarità, noi presumiamo, sta nel fatto che il sig. tizio-e-caio porta la
testa di morte e le ossa incrociate sul suo petto. Noi sappiamo che il sig. tizio e caio ha
dichiarato di essere stato malato durante le vacanze e ha posto la malattia come una scusa
per non aver passato l'esame; ma anche il gentiluomo neutrale era anche malato, come la
Facoltà fu informata espressamente in una lettera da suo padre.”
"La circostanza ha provocato un'indignazione molto vivace in tutta la classe Senior.
Certamente è tempo per una riforma integrale quando i gentiluomini che soprintendono i
nostri destini, e che dovrebbero fare solo quello e null'altro, possano mostrarsi influenzati da
una così insignificante cosa come le connessioni delle società."

Esquire (settembre 1977)

Solamente uno articolo è stato pubblicato fra gli ultimi 100 anni sull'Ordine.
Sfortunatamente, è una superficiale, pressoché beffarda, rassegna ed offre del contributo
illuminista ma poco contributo alla conoscenza storica. L'articolo è “Gli ultimi segreti del
Cranio ed Ossa” di Ron Rosenbaum (Esquire, settembre 1977). Rosenbaum è un laureato di
Yale attirato dalle possibilità romanzesche di una società segreta fuori controllo dal mondo;
lui evidentemente non è consapevole delle implicazioni politiche. Il contributo è una miscela
di annotazioni di documenti autentici e complete dicerie . D'altra parte Rosenbaum fa delle
osservazioni degne di nota. Fra questi ci sono: “. . . le persone che hanno plasmato il
carattere nazionale d' America hanno avuto il loro carattere universitario plasmato là, in
quella cripta” ( il “tempio” dell'università di Yale).
Un altro commento: quando un membro nuovo è iniziato nell'Ordine, “lui morrà al mondo e
nascerà di nuovo nell'Ordine così egli si riferirà da quel momento a lui. L'Ordine è un mondo
a sé nel quale lui avrà un nome nuovo e quattordici nuovi fratelli di sangue, anche loro con
nomi nuovi.”
E quando Rosenbaum inizia a investigare sull'Ordine, lui dice: “A loro non piacciono
persone che si inframmettono ed indagano. Il potere delle Ossa è incredibile. Loro hanno le
loro mani su ogni leva del potere nel paese.
E' come tentare di guardare nella Mafia. Anche loro sono una società segreta .”
Il pezzo dell'Esquire ha un bel valore di lettura, dà un lato dell'Ordine che non ci interessa
abbastanza.

I Libri degli indirizzi

Siccome l'Ordine è una società segreta non pubblica minute o diari. Come suggerisce
Rosenbaum, “a loro non piacciano persone che si inframmettono ed indagano.”
Comunque, questo autore possiede copie dei libri degli “Indirizzi” che erano chiamati
“Cataloghi.”
Questi sono gli elenchi degli appartenenti fino indietro al 1832, la data di fondazione negli
Stati Uniti. Come ha fatto questo materiale a finire nelle sue mani? È possibile che uno o più
membri, anche se sotto giuramento, non sarebbero costernati se la storia divenisse di
dominio pubblico. Ciò è tutto quello che noi diremo.
Esiste altro materiale, Skull & Bones è sempre un tema vivace di conversazione a Yale.
Tempo fa alcuni studenti positivi e pratici fecero la propria investigazione; fecero una
irruzione, un “Yalegate.” Ne ricavarono un piccolo gruzzolo di oggetti dei Bones, una
piantina della sede ed un imbarazzo considerevole.
Il centro della ricerca per questo libro sono i libri degli “Indirizzi”. Con questi noi possiamo
ricostruire un ritratto delle cause, obiettivi ed operazioni. Le azioni di membri individuali già
sono registrate nella storia acclarata e negli archivi.
Determinando quando i membri entrano in scena, quello che fecero, quello che discussero,
chi nominarono e quando ne uscirono fuori, noi possiamo assemblare modelli e possiamo
dedurre obiettivi.
Memorandum Numero Quattro: Chi c'è in questa società segreta?

L'elenco di appartenenza di circa 2500 iniziati nell'Ordine ha caratteristiche molto ovvie:


- La maggior parte di membri sono della costa orientale degli Stati Uniti. Dopo il 1950
solamente tre membri risiedevano in Los Angeles, ma 28 membri risiedevano in New
Haven, Connecticut .
- I membri sono tutti i maschi e pressoché tutti WASP (White Anglo Saxon Protestant).
Nella gran parte loro discesero da famiglie puritane inglesi, i loro antenati arrivarono in nord
America nel periodo 1630-1660.
- Queste famiglie puritane o si imparentarono con il potere finanziario o divennero amiche
dei figli di finanzieri, come, i Rockefeller, Davison, e Harriman i cui figli divennero membri
dell'Ordine.
Da queste informazioni preliminari noi possiamo dedurre l'ipotesi Uno:
ESISTE NEGLI STATI UNITI OGGI, ED ESISTE DAL 1833, UNA SOCIETÀ SEGRETA
CHE COMPRENDE MEMBRI DI UNA VECCHIA LINEA DI FAMIGLIE AMERICANE
E RAPPRESENTATIVE DEL POTERE FINANZIARIO.
La tabella a pagina 19 presenta una configurazione semplificata di questa ipotesi. Le piene
informazioni rimangono per un libro postumo - per ora noi daremo dettagli di solo due
famiglie chiave, i Whitneys e gli Harrimans.

La Famiglia Whitney

Una famiglia chiave sono i Whitneys, discendenti da puritani inglesi che vennero negli Stati
Uniti approssimativamente nel 1635 e si stabilirono a Watertown, Mass. Otto Whitneys sono
stati membri dell'Ordine. Di questi, tre ebbero vite brevi;
Emerson Cogswell Whitney morì alcuni mesi dopo l'iniziazione ed Edward Payson Whitney
“scomparve nel 1858” secondo il suo biografo. Comunque, tre Whitneys, William Collins
Whitney ed i suoi due figli sono il centro dell'influenza dei Whitney nell'Ordine che
sopravvive oggi attraverso la famiglia Harriman e il matrimonio fra consanguinei dei
Paynes con i Vanderbilts.

Initiation Name Field

1851 Emerson Cogswell Whitney Education: "Died December 1851 1, 1851."


1854 Edward Payson Whitney Medicine: "Disappeared in 1858"
1856 James Lyman Whitney Library work: Boston Library
1863 William Collins Whitney Secretary of Navy (1885-9)
Promoter and Financier
1878 Edward Baldwin Whitney Law Justice, New York
Supreme Court
1882 Joseph Ernest Whitney Education: "Died Feb. 25, 1893"

1894 Payne Whitney Finance: Knickerbocker


(son of W.C. Whitney) Trust Co.
1898 Harry Payne Whitney Finance: Guaranty Trust Guggenheim Exploration Co.
(son of W.C. Whitney)
Ipotesi numero uno: Una società segreta dominata da una vecchia linea di famiglie
americane e da nuovi ricchi esiste dal 1833 fino ai nostri giorni.

William Collins Whitney (1841-1904) è un esempio eccellente di come membri dell'Ordine


si elevino alla fama e alla fortuna. W.C. Whitney fu iniziato nel 1863 ed entro il 1872
avanzò nella sua carriera ad Ispettore delle Scuole di New York. Nelle ultime tre decadi del
secolo, lui accumulò comunque, una grande fortuna, divenne una potenza dietro al trono
nell'Amministrazione di Cleveland, e diresse spesso privo di scrupoli le attività di un
grappolo di capitalisti noto come “il Whitney Group”. Una breve citazione suggerisce il
potere che Whitney accumulò in 30 anni. Questo è un elenco degli appezzamenti di terreno
di Whitney alla fine del secolo:
“. . una residenza urbana in New York, un palazzo Veneziano e 5,000 acri nelle colline di
Wheatley, vicino alla Giamaica L.I.; una casa a Sheepshead Bay, con una pista privata che
copre 300 acri; una magione a Berkshire Hills, Mass., con 700 acri di terra; una casa a
October Mountain, con un grande tratto di terra; l'azienda Stony Ford, New York usata come
un ausilio alla sua Kentucky Stock Farm; una riserva di gioco a Adirondack di 16,000 acri;
una casetta a Blue Mountain Lake con un campo da golf eccellente, una fattoria a Blu Grass
di 3,000 acri nel Kentucky; ed un appezzamento di terreno ad Aiken, S.C., comprendendo
una magione, pista di corsa, e 2,000 acri di riserva di caccia.”
William C. Whitney sposò Flora Payne, figlia del tesoriere della Standard Oil Oliver Payne.
I Paynes non sono nell'Ordine, ma mettendo insieme il patrimonio della Standard Oil di
Payne fecero il patrimonio di Whitney molto più grande. I loro due figli, Harry Payne (94) e
Payne Whitney (98), andarono a Yale e divennero membri dell'Ordine. Dopo Yale Harry
Payne sposò subito Gertrude Vanderbilt nel 1896 e così al patrimonio Whitney-Payne ora si
aggiunsero un po' di soldi dei Vanderbilt. Questo potere finanziario fu incanalato nel
Guaranty Trust, le infrastrutture di J.P. Morgan e di Guggenheim.
Ed ottiene più complicato. Per esempio, il figlio di Harry Payne Whitney, Cornelius
Vanderbilt Whitney, sposò Marie Norton . Dopo il loro divorzio, Marie Norton Whitney si
sposò con W. Averell Harriman (sua prima moglie) che è oggi il 91° membro chiave. Sono
queste trame ermetiche familiari e collegamenti finanziari che costituiscono il centro
dell'Ordine.
Quindi diamo un sguardo alla famiglia Harriman.

La Famiglia Harriman

Nei primi giorni di giugno del 1983 un americano prominente, un privato cittadino volò a
Mosca per una chiacchierata riservata con Yuri Andropov. Ci andò insieme un interprete
del dipartimento di Stato .
Questo americano non era il Presidente, né il Vicepresidente, né il Ministro di Stato, né
alcun membro dell'Amministrazione Reagan. Era un individuo privato - W. Averell
Harriman. La prima volta che alcun americano aveva parlato con Yuri Andropov fin dalla
morte di suo predecessore, Brezhnev. Quindi chi è W. Averell Harriman?
L' Harriman più vecchio, un prominente e non troppo scrupoloso magnate delle ferrovie,
spedì ambo i suoi figli a Yale. William Averell Harriman ('13) ed Edward Roland Noel
Harriman ('17) entrarono nell'Ordine. Un buon esempio di come vecchie linee familiari
nell'Ordine assorbirono nuove famiglie ricche, anche se come ha spiegato la storia può
essere che quel Harriman ed i suoi diavoli di banchieri hanno dominato la direzione dell'
Ordine in decadi passate.

Negli anni '30 W.A. Harriman & Company si unirono con i fratelli Brown. Questa era la più
vecchia casa finanziaria i cui partner erano anche membri dell'Ordine. L'azienda di
Alexander Brown fu fondata nel 1800 a New York e Filadelfia.
Dagli anni settanta la relativamente sconosciuta banca privata internazionale dei fratelli
Brown e Harriman con un capitale di quasi mezzo miliardo di dollari, aveva preso così in
considerazione “la Fratellanza” che su 26 singoli partners, non meno di 9 erano membri
dell'Ordine. Noi non sappiamo di alcuna più grande concentrazione di membri.
E per farla più interessante, Prescott Bush padre del Presidente George H. W. Bush (ambe
due nell'Ordine), era un partner dei fratelli Brown, Harriman per più di 40 anni.
Alla fine, perché i fratelli Brown-Harriman sono una banca privata che non ha quasi
soprintendenza statale e non pubblica un rapporto annuale. In altre parole, noi non
conosciamo NIENTE delle sue operazioni - almeno non sappiamo niente dalle fonti dei
fratelli Brown e di Harriman.
Ecco un linea di patners dei fratelli Brown, Harriman che erano anche membri dell'Ordine
nel mezzo anni settanta:
Nome di Partner data d'iniziazione
Walter H. Brown 1945
Prescott Sheldon Bush 1917
Granger Kent Costikyan 1929
Edward Roland Noel Harriman 1917
W. Averell Harriman 1913
Stephen Young Hord 1921
Robert Abercrombie Lovett 1918
John Beckwith Madden 1941
Knight Woolley 1917
È importante pensare a questa concentrazione di nomi ed il potere che esso rappresenta alla
luce di commenti fatti sull'Ordine negli anni.
Dopo il titolo di questo volume noi ristampiamo il verso di un studente di Yale anonimo
degli anni 1870-80. Lui fece commenti sul requisito di mettere l'Ordine avanti a tutto.
Il Redattore de L'Iconoclasta (anche nei 1870s) scrisse:
E sul loro petto portano un segnale che dice il loro scopo e il loro nome.
È il distintivo orribile di morte e dal suo regno venne il figlio di Satana, figlio del peccato
nemico dell'uomo.
Un altro scrittore negli anni 1870-80 chiamò l'Ordine la “Fratellanza della Morte”:
“già fuori, nell'alba dubbiosa, da questo lato e da quello, spazzata lenta, siediti solidamente
giù in silenzio, Corvo-saggio la Fratellanza spaventosa della Morte. Neri cappelli e neri
cappucci accalchi loro, con cravatte larghe e nere penzoloni da ogni collo; Quindi prenda il
loro luogo severo alla porta, torce accese, diffuse bandiere del cranio-e-ossa incrociate.”

Ron Rosenbaum nel suo articolo dell'Esquire del 1977, un secolo più tardi, non fu meno
caustico. Rosenbaum l” chiamò una Mafia.
Dalle prove presentate più tardi questo autore chiamerà l'Ordine “una Mafia internazionale.”
. . irregolare ma a tutti ignoto. Al mondo fuori, comunque, soltanto ai fratelli Brown,
Harriman, 59 Wall Street, New York. Ma evidentemente Yuri Andropov a Mosca sa chi
tiene le carte.

La connessione britannica

Alcuni buoni lettori possono sollevare una problema - come fa l'Ordine e le sue famiglie a
relazionarsi alla società segreta di Cecil Rhodes, la Tavola rotonda, gli Illuminati e
l'equivalenti società segrete ebree? Come si incastrano nel quadro?
Noi ci stiamo concentrando solo su un fenomeno puramente americano con origine tedesca.
È collegato indubbiamente a gruppi esteri. I collegamenti tra l'Ordine e la Gran Bretagna
supera Lazard Freres ed i banchieri privati. L'Elite britannica fu fondata anch'essa in una
Università - l'Università di Oxford, e specialmente alla All Souls University. L'elemento
britannico fu chiamato “The Group.”
Il Gruppo si collega all'equivalente società ebrea attraverso i Rothschilds in Gran Bretagna
( Lord Rothschild era un membro storico della Tavola Rotonda di Rhodes). L'Ordine negli
USA si collega alle famiglie Guggenheim, Schiff e Warburg. Non c'erano ebrei nell'Ordine
fino a tempi più recenti. Infatti, l'Ordine ha, come suggerisce Rosenbaum, alcune tendenze
anti-semite. Ebrei (e neri) sono stati ammessi nei recenti anni.
C'è un collegamento agli Illuminati. Alcuni dettagli sono nell'articolo dell'Esquire, più
dettagli ci saranno nei nostri volumi futuri.
Tutti questi gruppi hanno caratteristiche competitive e cooperative . Ma dire che tutti i mali
del mondo possono essere attribuiti ad alcuno di questi gruppi è falso. Il centro dell'Ordine,
come il centro de “Il Gruppo” in Inghilterra comprende approssimativamente 20 famiglie.
Nel caso Americano loro sono soprattutto discendenti dai coloni originali in Massachusetts. I
nuovi ricchi non entrarono nell'Ordine fino a metà del 19° secolo e prima di tempi recenti,
non ha mai dominato l'Ordine. D'altra parte famiglie chiave, i Whitney ed i Harriman sono
collegati ai loro propri interessi tecnici bancari. In molti modi questa vecchia linea di
famiglie yankee hanno sorpassato in astuzia i banchieri. I Puritani deviarono la ricchezza di
banchieri verso loro propri obiettivi senza assorbire sempre le famiglie di banchiere.
L'Ordine controlla la ricchezza sostanziale di Andrew Carnegie, ma nessun Carnegie è stato
mai un membro dell'Ordine. L'Ordine usò così sfacciatamente la ricchezza dei Ford contro il
volere della famiglia che due Ford si dimisero dalla Fondazione Ford. Nessun Ford è stato
un membro dell'Ordine. Il nome Morgan non è apparso mai sugli elenchi d'appartenenza,
anche se alcuni partner di Morgan siano col centro interno, per esempio, Davison e Perkins.
Interessante come, il nome Astor è prominente in “Il Gruppo” in Inghilterra, ma non
nell'Ordine negli Stati Uniti.

Memorandum Numero Cinque: quali organizzazioni ha penetrato?


L'Ordine o ha messo su o ha penetrato ogni organizzazione significativa di ricerca, politica,
ed dei mass media negli Stati Uniti, oltre alla Chiesa, agli affari, alla legge.
Non tutti allo stesso tempo, ma insistentemente e costantemente abbastanza per dominare la
direzione della società americana. L'evoluzione della società americana non è, e non lo è
stata da un secolo, un sviluppo volontario che riflette l'opinione individuale, le idee e
decisioni delle masse. Al contrario, la direzione larga è stata creata artificialmente ed è stata
incentivata dall'Ordine.
Non tutte le organizzazioni sanno che sono state penetrate o sono usate per un altro scopo.
Una situazione molto simile è come quella di Quigley (veda pagina 30) ne “Il Gruppo”:
c'è. . . un fulcro di soci intimi che indiscutibilmente sapevano che loro erano membri di un
gruppo dedicato ad un scopo comune ed un cerchio esterno più grande sul quale il gruppo
interno ha agito attraverso persuasione personale, distribuzione di protezione e pressione
sociale. È probabile che la maggior parte dei membri del cerchio esterno non erano
consapevoli che loro erano usati da una società segreta.”
Perciò la nostra ipotesi numero due è che: L'ORDINE HA PENETRATO O HA USATO
L'INFLUENZA DOMINANTE A SUFFICIENZA IN POLITICA, RICERCA ED
ORGANIZZAZIONI CHE FANNO OPINIONE E CHE DETERMINANO LA
DIREZIONE DELLA SOCIETA' AMERICANA
L'Ordine è l'impulso originale

Un'osservazione è che l'Ordine trova il bandolo della matassa in organizzazioni nuove,


mette il Rettore o il Presidente dei consigli d'amministrazione e le idee e poi, quando le
operazioni vanno avanti, spesso esce di scena.
Fra le università possiamo citare l'Università di Cornell, dove Andrew Dickson White ('53)
era il suo Rettore, e la John Hopkins University, basata sul sistema istruttivo tedesco, dove
Daniele Coit Gilman ('52) era il Rettore (1875-1901).
Fra le associazioni accademiche l'Associazione Storica americana, l'Associazione
Economica americana, la Società Chimica americana, e l'Associazione Psicologica
americana erano tutte fondate da membri dell'Ordine o persone vicino all'Ordine. Queste
sono le associazioni chiave per il condizionamento della società. Questo fenomeno
dell'Ordine di imporre il Presidente è riscontrato specialmente fra le fondazioni anche se
sembra che l'Ordine ha una presenza continua fra fondazioni amministratrici. E' meglio
essere dove i soldi contano che essere al posto di un Presidente. Giusto per tenere un occhio
sulle spese. Il primo Presidente dell'Istituzione Carnegie (1902-5) era Daniele Coit Gilman,
ma gli altri membri dell'Ordine sono stati all'interno della Carnegie fin dall'inizio secolo.
Gilman era sulla scena per la fondazione del Peabody, Slater e Russell 5age Fondazioni.
McGeorge Bundy era Presidente della Ford Foundation da 1966-1979.
Il Presidente di un'organizzazione influente ma quasi ignota fondata nel 1910 era anche un
membro dell'Ordine. Nel 1920 Theodor Marburg fondò la Società americana per la
Sistemazione Giudiziale di Dispute Internazionali, ma Marburg era solamente Presidente. Il
presidente d'amministrazione era il membro William Howard Taft ('78). La Società fu
l'antesignana della Lega per Rafforzare la Pace che si sviluppò nella Lega delle Nazioni ed
ultimamente nelle Nazioni Unite.
Nelle Nazioni Unite noi troviamo, per esempio che Archibald McLeash ('15) era tra i
cervelloni che erano dietro alla costituzione dell'organizzazione dell'UNESCO. Riscontriamo
la stessa cosa nel fenomeno detto dei “think tanks.” Nel 1960, James Jeremiah Wadsworth
('27) preparò l'Istituto della Ricerca della Pace. Nel 1963 questo fu incorporato per divenire
l'Istituto per gli studi Politici, insieme a Marcus Rashkin che era stato aiutante del Consiglio
della Sicurezza Nazionale (1961-63) a McGeorge Bundy ('40), un membro molto attivo
dell'Ordine.

La Chiesa

Approssimativamente il 2% dell'Ordine è nella Chiesa (tutte le denominazioni protestanti),


anche se questa percentuale è diminuita negli ultimi anni.
Una penetrazione chiave è il Seminario dell'Unione Teologica, affiliato all'Università di
Columbia a New York.
Questo Seminario, soggetto in passato ad investigazione per infiltrazione comunista ha
collegamenti vicini all'Ordine. Henry Sloane Coffin ('97) era professore della Teologia
Pratica dal 1904 a 1926 e Presidente del Seminario dell'Unione Teologica, anche noto come
il “Seminario Rosso”, da 1926 a 1945. Il Seminario ha una tale larga interpretazione di
attività religiosa che ha, o usato avere, un Club ateista fra i suoi studenti.
Henry Sloane Coffin, Jr. ('49) era uno dei Boston Five accusati di cospirazione dai federali.
E questa è solamente parte della penetrazione dell'Ordine nella Chiesa.

La Legge

I maggiori studi legali di New York sono saturi dell'Ordine.


In particolare, Lord, Day & Lord, dominati dalla famiglia Lord già affrontata in precedenza;
anche Simpson, Thacher e Bartlett specialmente la famiglia Thacher; David, Polk,
Wardwell e Debevoise, Plimpton, lo studio legale della famiglia Rockefeller.

Comunicazioni

C'è stata una penetrazione significativa nella comunicazioni. Degli esempi:


• Enrico Luce della Time-Life è nell'Ordine.
• così è William Buckley (50) di Revisione Nazionale
• and Alfred Cowles ('13), President of Cowles Communications, Des Moines Register,
Minneapolis Star
• ed Emmert Bates (32) della Litton Educational Systems, più ' Richard Ely Danielson (07)
del mensile Atlantico
• Russell Wheeler Davenport (23), Fortune John Chipman Farrar (18), di Farrar, Straus,
editori. Il premio più prestigioso nel giornalismo è l'associazione Nieman all'Università di
Harvard. Oltre 300 furono accordati dal 1937 al 68. Il primo Direttore del Fondo Nieman
era il membro Archibald McLeash.
Industria

Le società petrolifere hanno i loro collegamenti nell'Ordine. Membri come Percy


Rockefeller, i Paynes, i Pratts, tutti collegati alla Standard Oil. La Shell oil, la Creole
Petroleum e Socony Vacuum anch'esse collegate. Una varietà larga di ditte manifatturiere
hanno membri nell'Ordine da parte della famiglia Donnelley a Chicago (tipografi
dell'Ufficiale Guida aerea e le altre referenze); società di legname come Weyerhaeuser che è
anche un Trilateralista; Industrie di tessuti, e così via.

Il sistema della Federal Reserve

Una dozzina di membri possono essere collegati alla Riserva Federale, ma un altro nome è
degno di nota, Pierre Jay ('92) la cui unica massima aspirazione nel 1913 era dirigere una
scuola privata ed essere un oscuro vicepresidente della Manhattan Bank e divenne anche
presidente della Federal Reserve di New York, la più significativa filiale della Reserve
Bank.

La Casa Bianca, Politici e Governo

Questa è l'area dove l'Ordine ha fatto progressi: con nomi come Taft,
Bush, Stimson, Chafee Lovett, Whitney Bundy e così via. Sarà preso un capitolo a parte
per spiegare questa storia ed nel Memorandum Nove descriviamo solo un esempio,
l'operazione BUNDY.

Memorandum Numero Sei: Operazioni dell'Ordine


L'Establishment Anglo - Americana nel 1981, di Carroll Quigley fu pubblicato a New York
da un piccolo editore anti establishment. Quigley era precedentemente istruttore a Princeton
e Harvard e poi Professore alla Scuola di Servizio Estero, all'Università di Georgetown.
L'editore nota nella sua introduzione che Quigley non era stato capace di trovare un editore
più grande per il manoscritto. Questo non è sorprendente. Il libro scoperchia l'equivalente
inglese dell'Ordine.
L'Elite anglo-americana non ha niente a che fare con l'establishment americano che è
menzionato appena ma ha a che fare molto con l'establishment britannico. L'editore
probabilmente inserì la parola “americano” nel titolo per migliorare la vendita negli Stati.
Quigley descrive in minuziosi dettagli le operazioni storiche dell'establishment britannico
controllato da una società segreta ed operante moltissimo come l'Ordine opera negli Stati
Uniti Questo è il vero significato del libro esplosivo di Quigley.
Il Gruppo

La società segreta britannica, nota come “Il Gruppo” o semplicemente “Noi” fu fondata
all'Università di Oxford, proprio come l'Ordine fu fondata a Yale, ma senza il feticismo
Massonico. Come notammo nel Memorandum cinque, il Gruppo opera in una serie di cerchi
concentrici e come l'Ordine consiste in vecchie famiglie alleate con banchieri privati,
conosciuti negli Stati Uniti come banchieri di investimento.
Tenendo presente l'esistenza provata de Il Gruppo, le operazioni dell'Ordine e qualche
genere di penetrazione che ha realizzato non possono essere spiegate da mera opportunità.
Esaminando le operazioni dell'Ordine noi possiamo generare un ritratto dei suoi obiettivi
senza accesso ad alcuno statuto interno o rapporto di obiettivi anche se essi esistono. Può
essere fatto solo oralmente.
Al contrario l'obiettivo del Gruppo è registrato nella volontà di Cecil Rhodes. Esso era:
La dilazione del dominio britannico in tutto il mondo, il perfezionamento di un sistema di
emigrazione dal Regno Unito e della colonizzazione di soggetti britannici in tutte le terre
dove i mezzi del sostentamento sono ottenibili con energia. lavoro ed impresa... e infine il
ricupero degli Stati Uniti d'America come parte integrante dell'Impero britannico.
Questo obiettivo è, chiaramente. ridicolo e piuttosto immaturo, ma nessuno meno ridicolo ed
immaturo dell'obiettivo del Nuovo Ordine Mondiale da parte dell'Ordine. Il Gruppo ha
controllato la politica britannica per cento anni ed ancora lo fa.
Il Gruppo e l'Ordine, sono stati creati da Anglofili che vogliono disegnare il mondo su una
cultura ibrida anglo-hegeliana. Dove le razze latine, slave e orientali non sono considerate
adatte, ma chiaramente queste culture saranno distolte per diventare pedine dell'Impero
britannico o yankee. Anche all'interno del Commonwealth, un'associazione volontaria di
nazioni, è improbabile che il Canada, l'Australia e la Nuova Zelanda accetterebbero la
servitù costituzionale immaginata da Cecil Rhodes. Ambo le organizzazioni segrete
trascurano, e c'è una base filosofica per questa negligenza, il naturale diritto di alcun gruppo
etnico sia esso bianco, nero o giallo, inglesi, slavi o latini, di sviluppare la sua propria cultura
senza coercizione. Diversamente dall'autore, Quigley simpatizza con i fini de Il Gruppo,
anche se lui chiama i loro metodi spregevoli. Il Gruppo e l'Ordine, non sono disposti o
incapaci a concepire una società globale attraverso mezzi volontari, così loro optarono per
la coercizione. Per fare questo loro hanno creato guerre e rivoluzioni, loro hanno frugato
tesorerie pubbliche, hanno oppresso, hanno saccheggiato, hanno mentito - anche ai loro
propri contadini.
Come hanno fatto questo?

Modus Operandi dell'Ordine

Le attività dell'Ordine sono dirette verso il cambiamento della nostra società, attaccando il
mondo, e portare a un Nuovo Ordine Mondiale. Questo sarà un ordine progettato con una
libertà individuale molto ristretta, senza protezione Costituzionale, senza confini nazionali o
distinzioni culturali.
Noi deduciamo questo obiettivo esaminando e sommando poi le azioni di membri
individuali: c'è stato un modello costante dell'attività per più di cento anni. Parte di questa
attività è stata la cooperazione con il Gruppo, col suo parallelo e gli obiettivi dichiarati.
Ora se, per esempio, noi ci basiamo, sull'interesse dominante dei membri, per esempio che
allevano anatre, loro scriverebbero articoli sulle anatre, anatre incrociate, anatre vendute,
formerebbero consigli di studio sull'anatra, svilupperebbero una filosofia delle anatre, poi
sarebbe ragionevole concludere che loro avevano un obiettivo riguardo alle anatre, che
questa non è mera attività casuale .
Storicamente, le operazioni dell'Ordine si sono concentrate sulla società, per cambiare la
società in una specifica maniera verso una specifica meta: un Nuovo Ordine Mondiale. Noi
conosciamo gli elementi nella società che saranno cambiati per provocare questo ordine di
un Nuovo Mondo, noi possiamo esaminare poi le azioni dell'Ordine in questo contesto.

Questi elementi dovrebbero più o meno essere:


Istruzione - come la popolazione del futuro si comporterà,
Soldi - i mezzi per ottenendo ricchezza e scambiare beni,
Legge - l'autorità per rafforzare la volontà dello Stato, una legge mondiale e un tribunale
mondiale sono necessari per un Stato mondiale
Politiche - la direzione dello Stato,
Economia - la creazione di ricchezza
Storia - cosa le persone credano sia accaduto in passato,
Psicologia - i mezzi per controllare come le persone pensano,
Filantropia - così che le persone pensino bene dei controllori,
Medicina - il potere sulla salute, la vita e la morte
Religione - le credenze spirituali delle persone, incitamento all'azione per molti
Media - ciò che le persone sanno ed imparano su eventi attuali,
Continuità - il potere di nominare chi segue le loro orme.

Le operazioni in ognuna di queste aree saranno dettagliate nei volumi susseguenti. Per
esempio, nel prossimo volume L'Istruzione dei Controlli dell'Ordine, descriveremo come
Daniele Coit Gilman, Presidente della John Hopkins University importò i metodi psicologici
di Wundt dalla Germania, poi saldò istruzione la psicologia negli Stati Uniti, approntò
laboratori, portò questi laboratori istruttivi nelle Università maggiori
e generò un centinaio di dottorati per insegnare il nuovo sistema istruttivo di
condizionamento. Uno tra i primi di questi dottorati di John Hopkins fu John Dewey. Il
risultato lo conosciamo bene. L'acquitrino istruttivo degli anni ottanta dove la maggior parte
di bambini - non tutti - non può sillabare, leggere o scrivere, ancora può essere programmato
nei canali di comportamento di massa.
La successiva mossa dell'Ordine fu controllare le Fondazioni. Loro presero tutti i grandi -
Carnegie, Ford Peabody, più Ardesia Russell Sage e così via. Quello è il tema di un altro
volume. Come nell'istruzione, il modus operandi dell'Ordine era penetrare innanzitutto e
manovrare la scena per il futuro. L'obiettivo iniziale era stabilire una direzione in
un'organizzazione. Selezione di direttori, intuitivi o amorali abbastanza per prendere la
direzione, tenuta fino al momento d'andare via. Nel caso delle Fondazioni, l'Ordine di solito
ha mantenuto una presenza continua per decadi.
Quando si arriva alle attività di membri individuali, a prima vista il modello è confuso e
superficialmente incoerente. Diamo degli esempi:
• Andrew Carnegie trasse profitto dalla guerra attraverso le sue vaste industrie dell'acciaio,
ma sotto la guida del membro Daniele Coit Gilman, Carnegie era anche un presidente
entusiasta e un sostenitore finanziario della Società della Pace americana. Questo è
apparentemente incoerente. Carnegie potrebbe essere per guerra e la pace allo stesso tempo?
• La Lega per rafforzare la Pace, fondata dai membri William H. Taft e Teodoro Marburg
stava promuovendo la pace, ancora attivo nell'esortare la partecipazione Americana nella I^
Guerra mondiale. Come potrebbe essere la Lega per guerra e la pace allo stesso tempo?
• Negli anni venti, W. Averell Harriman era un primo sostenitore dei soviet con assistenza
finanziaria ed diplomatica, in un periodo in cui un tale aiuto era contro le leggi del Dip. di
Stato. Harriman partecipò nella RUSKOMBANK, la prima banca sovietica. Il vicepresidente
Max May del Guaranty Trust , dominato dagli interessi di Harriman-Morgan è divenuto il
primo vicepresidente della RUSKOMBANK in carica per le sue operazioni estere. In breve,
un banchiere americano sotto guida di un membro dell'Ordine aveva un posto chiave in una
banca sovietica! Ma noi troviamo anche che Averell Harriman, suo fratello Roland
Harriman, e i membri E.S. James e Knight Woolley, attraverso la Union Bank (nella quale
loro ebbero un interesse notevole) furono i primi finanziatori di Hitler.

Ora i nostri libri di testo ci dicono che Nazisti e Sovietici erano nemici amari e i loro sistemi
opposti. Come potrebbe sostenere Sovietici e Nazisti allo stesso tempo un uomo razionale?
Harriman è irrazionale o la discordanza è spiegabile?
• La famiglia Bundy (noi abbiamo più di un Memorandum su di loro) ci dà un altro esempio
di apparente discordanza. William Bundy fu con la CIA per una decade. McGeorge Bundy
era Assistente alla Sicurezza Nazionale per la presidenza Kennedy e Johnson. Quindi i
Bundys sostengono presumibilmente la politica Stati Uniti-Europa che è pro-Nato. Ancora i
Bundys sono stati collegati ad attività ed organizzazioni che sono anti Nato, pro-marxista,
per esempio, l'Istituto per gli Studi della Politica. I Bundys sono incoerenti?
• Fra membri individuali dell'Ordine troviamo una varietà larga che proclamò pubblicamente
credenze, ideologie e politiche. William Buckely periodicamente parla male dei soviet.
D'altra parte il membro John Burtt è stato un membro di una dozzina di gruppi comunisti. Il
membro William S. Coffin, Jr. passato tre anni alla CIA e poi divenuto un leader dell'attività
contro la guerra del Vietnam attraverso la Conferenza Nazionale per una Politica Nuova e
Clero e Laici preoccupati per il Vietnam. Infatti, Coffin era uno dei Boston Five addebitati
ed accusati di cospirazione per violazione delle leggi Federali. E, chiaramente, W. Averell
Harriman è l'uomo di stato più vecchio del partito democratico.
Una vera mistura di opinioni e attività. Riflettono le filosofie incoerenti?
Come può avere l'Ordine un obiettivo costante con questo potpourri di azioni individuali?

La risposta è che loro non sono del tutto incoerenti: perché l'obiettivo dell'Ordine è al di
sopra ed oltre queste azioni ed infatti ha bisogno di queste apparenti contraddizioni.

Lo Stato è assoluto

Come può esistere un obiettivo comune quando i membri apparentemente stanno agendo in
opposizione l'uno contro l'altro?
Probabilmente il compito più difficile in questo lavoro sarà far capire al lettore quello che è
un'osservazione realmente elementare: che l'obiettivo dell'Ordine non è né andare a sinistra
né andare a destra. “Sinistra”e “Destra” sono progetti artificiali per provocare cambi, e gli
estremismi di sinistra e di destra sono elementi vitali in un processo di cambio controllato.
La risposta a questo apparente enigma politico si trova nella logica di Hegel. Si ricordi che
Marx e Hitler, gli estremi di “sinistra” e “destra” presentati come nemici nei testi di storia,
evolvono fuori dallo stesso sistema filosofico: l'Hegelianismo.
Ciò porta grida d'angoscia intellettuale dai Marxisti e Nazisti, ma è conosciuto bene ad ogni
studente di sistemi politici.
Il processo dialettico non originò con Marx come i marxisti affermano, ma con Fichte e
Hegel nel tardo 18° secolo e all'inizio del 19° in Germania. Nel processo dialettico un
scontro di opposti provoca una sintesi.
Per esempio, un scontro di sinistra e di destra provoca un altro sistema politico, una sintesi
dei due, né di sinistra né di destra. Questo conflitto di opposti è essenziale per provocare il
cambiamento. Oggi questo processo può essere identificato nella letteratura della
Commissione Trilaterale dove “il cambiamento” è promosso e “il conflitto del management”
definisce i mezzi per provocare questo cambio.
Nel sistema hegeliano il conflitto è essenziale. Per Hegel e i sistemi basati sul suo pensiero,
lo Stato è assoluto. Lo Stato richiede l'obbedienza completa dal singolo cittadino. Un
individuo non esiste per se stesso in questi così definiti sistemi organici ma solamente per
compiere un ruolo nelle iniziative dello Stato. Lui trova solamente la libertà nell'obbedienza
allo Stato. Non c'era libertà nella Germania di Hitler, non c'è libertà per l'individuo sotto il
Marxismo, né ci sarà nel Nuovo Ordine Mondiale. E se può suonare come una predizione
alla 1984 di George Orwell – è perché le cose stanno così.
In breve, lo Stato è supremo e il conflitto è usato per provocare la società ideale. Individui
trovano la libertà nell'obbedienza alle regole.
Quindi chi o cos'è lo Stato? Evidentemente è una élite autonominata. È interessante che
Fichte, che sviluppò queste idee prima di Hegel, era un massone, quasi certamente degli
Illuminati e certamente fu promosso dagli Illuminati. Per esempio, Johann Wolfgang Goethe
(Abaris nel codice degli Illuminati) spinse Fichte per un appuntamento all'Università di Jena.
Inoltre, il principio degli Illuminati, il fine giustifica i mezzi, un principio che Quigley segna
come immorale ed usato da Il Gruppo ed dall'Ordine, è radicato in Hegel. Anche l'anonimo
studente di Yale che scrisse il verso nel Memorandum Tre osservò questo principio al lavoro
all'università di Yale. Questa, poi è una parte vitale della nostra disamina dell'Ordine.
Quando il suo co-fondatore, William Russell era in Germania nel 1831-2, non poteva non
evitare la teoria Hegeliana. Era l'argomento principale dell'università. Dilagò tra gli
intellettuali di Germania come la mania del Pac man. La maggior parte degli americani non
ne hanno sentito parlare. E quelli che sapevano non hanno voluto sentire più niente. Perché?
Perché le sue assunzioni sono completamente a variazione del nostro senso di libertà
individuale e garanzie Costituzionali. La maggior parte di noi crede che lo Stato esiste per
servire l'individuo, non viceversa.
L'Ordine crede l'opposto della maggior parte di noi. Quello che è cruciale è capire questo
punto. Quindi ogni discussione tra sinistra e destra, quando è essenziale promuovere il
cambio, non è permesso mai lo sviluppo di una discussione lungo le linee della democrazia
Jeffersoniana, cioè il miglior governo è il meno statale. La discussione ed il consolidamento
è sempre verso il potere più statale, uso del potere statale e lontano dai diritti individuali.
Quindi non importa dal punto di vista dell'Ordine se è chiamato sinistra, destra,
Democratico, Repubblicano, laico o religioso ma che la discussione politica sia tenuta
all'interno della struttura dello Stato ed il potere dello Stato.
Questa è la caratteristica comune fra apparenti posizioni dissimili prese dai membri - loro
hanno un obiettivo comune e più alto nel quale lo scontro delle idee è essenziale. Così come
i diritti dell'individuo non sono presenti negli obiettivi, lo scontro delle idee genera il
conflitto necessario per il cambio politico.
L'obiettivo è anche il controllo globale, una enfasi è messa sul globale,
sull'internazionalismo. Questo è fatto attraverso le organizzazioni mondiali e leggi
internazionali.
Il grande contributo dei Taft all'Ordine fu il sistema dei tribunali internazionali
e il diritto internazionale - all'aspetto internazionalista del Nuovo Ordine Mondiale.
Memorandum numero sette: come l'Ordine è in relazione al Consiglio
delle relazioni estere, Commissione Trilaterale ed organizzazioni
simili.
Organizzazioni come il Consiglio sulle Relazioni Straniere (CFR) non si adatta bene ai
requisiti per una cospirazione.
Sono semplicemente troppo grandi e i loro membri non sono segreti. L'elenco dei membri
dell'Ordine non è affiorato mai fin ora. Chiunque può ottenere un elenco di membri del CFR
e della Commissione Trilaterale. Anche, troppe molte persone sono incluse come membri in
queste organizzazioni che non sono considerate appartenere a gruppi cospirativi.
C'è certamente una discussione al di fuori della nostra portata e certamente la direzione
generale della politica Americana si riflette in ciò che pensano la maggioranza di queste
organizzazioni - ma loro non sono cospirazioni.
Inoltre, il CFR e le sue organizzazioni gemelle non sono avviate all'azione e alla
realizzazione della politica.
Confrontiamo, per esempio, i fratelli Brown , l'azienda Harriman con nove membri
dell'Ordine ed il CFR.
Evidentemente il primo è più coesivo, ancora di profilo più basso, più capace a celare i suoi
interventi, tuttavia più orientato all'azione.
Le più grandi organizzazioni aperte sono un posto dove discutere, un luogo dove le idee
possono essere divulgate, “un club dell'uomo ricco”, come qualcuno ha detto, dove le
persone possono essere stimate, dove il commento distinto e la critica possono essere fatte
lontano dalla stampa curiosa ed da un pubblico probabilmente non comprensivo. Non
possono essere corpi eletti, ma neanche cospirazioni; loro cadono nell'ombra di una
cospirazione. Loro non sono né democratici né dittatoriali.

Il Ruolo dell'Ordine

L'Ordine è rappresentato in queste organizzazioni ma non ha dominato sempre. David


Rockefeller, un presidente del CFR non è un membro dell'Ordine (solamente Percy
Rockefeller ha rappresentato la famiglia), ma il presidente del CFR presente,Winston Lord
lo è. Noi possiamo rappresentare la relazione tra l'Ordine ed i più grandi gruppi come una
serie di cerchi concentrici. Il CFR, ecc. formano un cerchio esterno, una penombra.
Loro sono in un cono d'ombra vicino un'organizzazione più interna. È questa organizzazione
interna che bisogna far affiorare. L'Ordine è il cerchio interno e Chapter 322 è una parte di
questo cerchio interno perché è improbabile che Capitolo 322 sia l'unico nel Stati Uniti. Noi
sospettiamo, ma non si può provare ancora, che ci sia almeno uno altro.

Come il capitolo 322 dell'Ordine è legato alle altre organizzazioni


In breve, sembrano esserci tre livelli:
(1) il cerchio esterno, più grande, di organizzazioni aperte con qualche membro che viene
dall'Ordine.
(2) il cerchio interno, fatto da una o più società segrete come la filiale 322. Noi possiamo
provare a questo punto solamente una filiale.
(3) il nucleo interno, una società segreta all'interno di una società segreta. Questo è l'interno
più profondo che prende le decisioni.
Noi non possiamo provare che esiste, ma la logica suggerisce che dei membri del cerchio
interno formeranno un comitato esecutivo, un gruppo di azione, un centro interno. Mentre
noi non possiamo provare l'esistenza di un centro interno, ci sono alcuni candidati ovvi per
appartenenza e noi potremmo rischiare una supposizione come l'identità del Presidente.

Il Cerchio Esterno

Il Consiglio della Relazioni Straniere è la più grande organizzazione del cerchio esterno. Ha
approssimativamente 2500 membri, tanti quanti l'Ordine nella sua storia intera. La
Commissione Trilaterale ha 200 membri in tutto il mondo, ma solamente 70 negli Stati
Uniti. Queste sono le più giovani organizzazioni. Il CFR è insieme da 1922, I Pellegrini dal
1900, la Commissione Trilaterale dal 1973, ed il Bilderberg dagli anni cinquanta.
Quanti membri dell'Ordine sono nel CFR?
Questo non è il luogo per un'analisi esauriente, ma un'idea generale può essere fatta con
l'osservare i nomi dell'Ordine iniziando con la lettera "B":
Quelli che seguono sono membri dell'Ordine e del Consiglio delle Relazioni Straniere:
Jonathan Bingham (deputato) William F. Buckley (Editore, National Review and The
Order's house conservative)
McGeorge Bundy (dirigente d'azienda) William Bundy (CIA)
George H. W. Bush (Presidente degli Stati Uniti)
La composizione del Consiglio delle Relazioni Straniere riflette il suo scopo come una luogo
di riunione, un foro di discussione. Il CFR consiste principalmente di funzionari statali,
industriali ed accademici. L'Ordine ha distintamente una composizione diversa, molti più
avvocati, per esempio ed una varietà più larga di occupazioni con meno industriali.

La Commissione Trilaterale

La Commissione Trilaterale fu fondata nel 1973 da David Rockefeller e comprende 200


membri in tutto, di cui approssimativamente 77 sono americani. Non c'è sovrapposizione fra
gli appartenenti; per esempio, l'industriale del legname Frederick Weyerhaeuser era in
nell'Ordine, ma suo figlio è nella Commissione Trilaterale e non nell'Ordine. Similmente,
Robert Taft, Jr., è nella Commissione Trilaterale ma non nell'Ordine, anche se l'Ordine fu
co-fondato dal suo bisnonno ed otto dei Taft sono stati membri. Il collegamento è elusivo,
non ci può essere un collegamento.
La Commissione Trilaterale non è cospiratrice. Il suo elenco di appartenenza è
completamente pubblico - basta un francobollo per averne uno. Il CFR pubblica dozzine di
libretti. L'organizzazione è completamente trasparente. Infatti, questo autore ha dibattuto
apertamente con Giorgio Franklin, Jr., Coordinatore della Commissione Trilaterale alla
radio. Il Sig. Franklin mostrò una avversione alquanto mal celata per l'assalto alla sua
creatura globale Nuovo Ordine Mondiale e commise l'errore di tentare di travestire questo
obiettivo, ma l'evasione e l'ostilità non costituiscono cospirazione. I cospiratori non vanno ai
talk show della radio per dibattere i loro obiettivi.
Temporaneamente i fatti seguenti dovrebbero essere tenuti a mente:

J. Richardson Dilworth, alla stanza 3600 del Rockefeller Plaza, responsabile dell'ufficio
finanziario ed amministrativo della famiglia Rockefeller e Associati, è un membro
dell'Ordine.
' Percy Rockefeller (1900) era un membro dell'Ordine, ma nessun altro nome dei Rockefeller
è sull'elenco.
Può essere che la Commissione Trilaterale risulterà essere un semplice sforzo personale di
David Rockefeller piuttosto che un mezzo più largo per l'establishment. Comunque, gli
scopi Trilaterali, come ritratto nella letteratura, sono quasi identici a quelli dell'Ordine. Può
essere un veicolo per raggiungere una meta provvisoria, per esempio, tre raggruppamenti
regionali. In questo caso J. Richardson Dilworth è il condotto ed il collegamento.

Membri del Bilderberg


Quindi come noi possiamo evincere, solamente William F. Buckley è un membro del
Bilderberg e dell'Ordine

La Società del Pellegrino

L'Ordine non si presenta direttamente nel Comitato Esecutivo della Società del Pellegrino
ma solamente attraverso nomi di famiglia, per es., Aldrich e Pratt. La Società del Pellegrino
probabilmente è piuttosto un circolo innocuo che usa le sue cene annuali per cementare i
vincoli tra la dirigenza britannica e americana

Il cerchio più interno

La filiale 322 dell'Ordine differisce dal CFR, dalla Commissione Trilaterale e da


organizzazioni simili in quello che veramente è una società segreta. I suoi scopi e i membri
non sono conosciuti. È paranoico sulla segretezza e nel coprire la sua pista.
Le circostanze che circondano la fondazione della Scroll & Key nel 1850 suggeriscono che
questa società segreta possa infatti essere la filiale 323. Ma questa è speculazione pura.
Quindi noi abbiamo due società segrete che differiscono molto dal CFR, Trilaterale ed altre
e che può essere visto come la formazione di un cerchio più interno.
Anche questo cerchio interno è troppo grande per prendere decisioni. Senza dubbio include
molti membri attivi o inattivi, anche molti che hanno dimenticato che loro sono stati iniziati
e che sarebbero scioccati a leggere in questo libro che loro appartengono ad
un'organizzazione sovversiva. Così, logicamente, c'è una società segreta all'interno della
società segreta. Di nuovo, noi non possiamo provarlo, ma è una deduzione logica. Questo
sarebbe un comitato esecutivo che controlla finanze e prende decisioni di base.

Un'altra importante distinzione tra il centro esterno ed il cerchio interno è nelle finanze.
Questo è importante perché le finanze controllano tutto. Le famiglie nell'Ordine sono più
vicine a diverse fondazioni e a più fonti finanziarie della famiglia Rockefeller. La famiglia
Rockefeller ha l'1% della Chase Manhattan, abbastanza per il controllo e ha influenza nella
Fondazione Rockefeller, ma questo non è paragonabile all'influenza penetrante e lunga
attraverso i secoli dell'Ordine. Si ricordi, che fu l'Ordine che elevò agli onori John D.
Rockefeller col suo Ministero dell'Istruzione Generale, non il contrario. È completamente
una domanda aperta come i Trilateralisti si relazionino con l'Ordine. Forse è l'aspetto
internazionale dell'Ordine, forse un Rockefeller dominò il gruppo.
Molte di queste vecchie famiglie considerano i Rockefeller individui arricchiti da poco,
come nouveau riche, non socialmente accettabili senza alcune riserve - a parte i loro soldi,
chiaramente.
Chiunque sentì Nelson Rockefeller parlare e comparò la sua sintassi al fascino raffinato di
un bramino di Boston capirà quello che dico. C'è un detto nella Nuova Inghilterra che dice
che “i Lowell parlano solamente con i Cabot ed i Cabot parlano solo con Dio. I Rockefeller
non sono in questo gruppo.”
E se possiamo essere scusati per un piccolo pettegolezzo: abbiamo sentito da molte persone
dell'establishment che David Rockefeller non è troppo “brillante”, e Nelson Rockefeller era
l'unico uomo in America che avrebbe potuto torturare la lingua inglese.
Se potessimo guardare al 1983 dall'anno 2083, potrebbe essere che i Rockefeller seguiranno
le orme dei Carnegie e dei Morgan.
Nomi in archivi polverosi ma non più rappresentati nel gruppo di potere.
Memorandum numero otto: Rapporti del potere
Gli iniziati nell'Ordine si assicurano l'avanzamento di carriera ed il successo, anche la
ricchezza purché seguano la regola “dell'andare avanti il più possibile”.
Il matrimonio fra consanguinei consolida il potere delle famiglie ed espande la loro area di
potere.
Alla fine, una diffusa catena di potere garantisce continuità per molti anni e deve essere
straordinariamente impressionante per alcun iniziato nuovo che dubita del potere
dell'Ordine.
Noi possiamo identificare due tipi di rapporti di potere: un complesso orizzontale ed uno
verticale. Ambo i tipi sono duplicati molte volte, per il momento ne diamo solo un esempio.

Rapporti orizzontali del potere

I membri dell'Ordine si trovano in ogni segmento della società: nell'istruzione, nelle


fondazioni, nella politica, nel governo, industria, legge e finanza. Di conseguenza l'Ordine
può influenzare ogni area della società. L'infiltrazione dell'Ordine dimostra la grande
ampiezza dell'influenza di questa catena orizzontale. Le occupazioni importanti dei membri
sono la giurisprudenza, l'istruzione, affari, finanza ed industria.
Approssimativamente, lo schema è quanto segue:

Occupazione Percentuale dei membri interessati (approssimativamente)

Legge 18 %
Educazione 16 %
Affari 16 %
Finanza 15 %
Industria 12 %
77 %
In altre parole, questi cinque campi d'occupazione rispondono per tre quarti ai membri
d'appartenenza, e questi sono i campi di chiave per il controllo di società. Governo e politica
incidono solamente per il 3 %. Questo è fuorviante, perché ogni membro oltre ai cinque
campi si può trovare temporaneamente all'interno e al di fuori del governo attraverso il
fenomeno della “porta girevole”.
La Chiesa incide solamente per il 2 %. Questi sono concentrati nell'Unione del Seminario
Teologico (il così definito “Seminario Rosso”) e la Scuola di Yale della Divinità.
In particolare le aree della società meno rappresentate sono quelle con la minima abilità di
influenzare la direzione strutturale della società. Possono dare profondità e ricchezza alla
società, ma non sono essenziali al suo controllo e direzione. Per esempio, pochissimi
ingegneri sono stati membri dell'Ordine - identificammo solamente cinque ingegneri
attraverso 150 anni. L'ingegneria e la tecnologia sono elementi chiave per il successo del
materialismo della società americana. Arte, architettura, e musica sono sotto-rappresentati.
Possiamo solamente identificare 16 membri in queste tre occupazioni in più di 150 anni.
Queste occupazioni non sono influenti nel determinare la struttura di società. I coltivatori
sono sotto-rappresentati; solamente 16 in 150 anni, ma noi sospettiamo che alcuni ebbero il
via libera dall'Ordine.
In breve: in qualsiasi momento l'Ordine può richiamare i membri in ogni area della società
americana per fare quello che dove essere fatto.

Rapporti verticali del potere

Un contributo al successo dell'Ordine è stata l'abilità di perfezionare uno di suo


principi. Questo principio è: “Solamente colui che porta sul suo petto, il loro emblema, per
ogni compito sarà considerato il migliore.”
La pratica della completa promozione per i membri dell'Ordine ha perpetuato col tempo la
sua influenza in una maniera straordinaria. Prima di osservare questa catena di influenza
abbiamo bisogno di analizzare delle statistiche di base. L'Ordine ha iniziato solo circa 2500
membri nella sua storia negli Stati Uniti. 15 membri nuovi vengono iniziati ogni anno,
nessuno di più, nessuno di meno. D'altra parte ogni anno sono tra gli 800.000 e 1 milione di
persone che ottengono una laurea universitaria, incluso circa 30.000 dottorati.
Quando si seguono dei rapporti di potere, si tenga in mente che al di fuori di 30-40 milioni di
laureati, alcune centinaia di uomini (mai le donne) o in questo caso meno di una dozzina di
uomini, sono ritenuti essere gli unici adatti ad occupare posti di rilievo nel governo. Nessun
altro è considerato neanche seriamente. Noi ci chiedono se è possibile che solamente alcune
centinaia di membri dell'Ordine sono capaci di guidare gli Stati Uniti.
Se noi presumiamo una distribuzione casuale delle capacità in tutti gli Stati Uniti, poi la
nostra prova non può rispondere al caso. Deve riflettere, solo sulla base di leggi
matematiche, una consapevole serie di scelte. A meno che non si voglia presumere che ogni
saggezza ed ogni abilità negli Stati Uniti siano generate solamente da 15 laureati di Yale allo
anno. E ciò ci riporta all'argomento di questo libro.

ON
ACTIVE SERVICE
IN PEACE AND WAR
BY
HENRY L. ST IMSON
Secretary of War 1911-13 Secretary of State 1929-33
Secretary of War 1940-45
AND
McGEORGE BUNDY
Junior Fellow, Society of Fellows
Harvard University
HARPER & BROTHERS, NEW YORK
On Active Service In Peace And War
authored by two members of The Order

Ci sono inoltre, circa 2500 tra le maggiori istituzioni culturali negli Stati Uniti. È noi
crediamo che solamente una di queste istituzioni può generare il talento che conduca il
paese?
Il complesso di potere Whitney-Stimson-Bundy-Acheson
Quattro famiglie offrono un esempio di una tale catena di potere. Si moltiplichi questa
catena per alcune dozzine e vedrete subito come il controllo è perpetuato da un piccolo
gruppo. Le famiglie in questa catena sono Whitney, Stimson, Acheson e Bundy. La famiglia
di Acheson è solamente in parte nell'Ordine. Dean Acheson era un membro della Scroll &
Key a Yale. Questo è un ramo dell'Ordine ed meno influenzato da esso. La figlia di Dean
Acheson, Mary Acheson, sposò William Bundy (L'Ordine). Il figlio di Dean Acheson,
David è un membro di L'Ordine.
(1) Cominciamo con i Whitneys nel tardo 19° secolo. Whitney (L'Ordine), insieme a Ryan
ed una manciata di altri capitalisti, è stato criticato pesantemente in molti libri a causa della
corruzione massiccia e per frode. Le concessioni della ferrovia di New York generarono
profitti enormi per il gruppo di Whitney. Quando Whitney era Segretario della Marina
militare promosse un programma di costruzioni di grosse navi che non fece male i suoi
amici che possedevano cantieri navali e acciaierie.
L'avvocato dei Whitney e soci era Elihu Root. Anche se non era un membro dell'Ordine,
Root era stato chiamato l'avvocato astuto di Whitney (il Punto "A" sulla nostra tabella).
Root, una delle menti legali più acute nella storia americana ed una potenza del proprio
campo lavorò per gli scopi dell'Ordine.
(2) Nel 1890 arriva un giovane Henry Stimson, fresco di Yale, dell'Ordine, e della scuola di
giurisprudenza di Harvard.
Stimson si unisce alla ditta legale di Root – (punto B) poi chiamata Root & Clark. Dopo un
po' nel 1897, divenne lo studio Radice, Howard Winthrop & Stimson ed entro il 1901
divenne Winthrop e Stimson. Nel frattempo (punto "C"), Stimson sposò Mabel White di
Charles A. White (L'Ordine).
Stimson provò lui era abile nella legge e quando Taft (L'Ordine) stava cercando un
Segretario di Guerra nel 1911, nominò Stimson (L'Ordine) che ci porta al punto “D.”
Poi la carriera di Stimson andò così:
• Come Segretario di Guerra Stimson completò una riorganizzazione cominciata dal suo
predecessore Elihu Root.
• Da 1917 a 1922 Stimson era nell'Esercito, con i gradi di Generale di brigata.
• Nel 1927 Coolidge nominò Stimson governatore generale delle Isole Filippine.
•Nel 1929 Herbert Hoover nominò Stimson Ministro di Stato (punto "E" sulla tabella).
• nel 1945, come Ministro della Guerra nell'amministrazione Truman, Stimson raccomandò
il lancio delle bombe atomiche sul Giappone. Durante la seconda guerra mondiale Stimson
aveva un assistente speciale - Harvey Hollister Bundy (L'Ordine), (il Punto "G"). L'assistente
speciale Harvey Bundy era l'uomo chiave del Pentagono nel Manhattan Project e
accompagnava continuamente Stimson nelle conferenze in nord Africa, Italia e Germania.
Mentre Stimson era ancora Ministro della Guerra portò il figlio di Harvey Hollister,
McGeorge Bundy (L'Ordine), nel Pentagono per lavorare sulla stesura di un libro ("H" sulla
tabella). Questo fu pubblicato in 1948, intitolato “Il servizio attivo in Pace e in Guerra”. La
professione di scrittore (si veda l'illustrazione) diede a McGeorge Bundy un inizio rapido
nella sua carriera, come descriveremo nel prossimo Memorandum quando racconteremo la
carriera dei due Bundys più giovane , entrambi membri dell'Ordine.
Ricapitolando:
• Stimson fu nominato a compiti di governo da ogni Presidente, eccetto Harding, dal 1911 al
1946.
• Stimson usò il suo ufficio per avanzare la carriera degli amici membri dell'Ordine,
in particolare Harvey Hollister Bundy e suo figlio, McGeorge Bundy.

Memorandum Numero Nove


L'operazione Bundy
Se l'Ordine avesse un “normale” stile di vita, non ci sarebbe la necessità di questo libro.
Sfortunatamente per noi loro non hanno uno stile di vita normale.
L'Ordine non va solo all'università, cerca un posto sicuro con uno studio legale
dell'establishment, si imparenta con le sorelle e figlie dei suoi membri, beve rumorosamente
al country club e va a chiesa la domenica.
Questi possono essere ragionevolmente modelli “normali”, ma certamente non temi per
ricerca e analisi. Un esempio di come l'Ordine segua uno stile di vita con il quale può essere
descritto meglio è: ATTIVISMO AMBIZIOSO VERSO LA META DEL NUOVO
ORDINE MONDIALE.
Selezioniamo una famiglia - la famiglia di Bundy - abbastanza tipica di altre 2O o più
famiglie nell'Ordine, e analizziamola più vicino.
La famiglia Bundy arrivò negli Stati Uniti dall'Inghilterra prima del 1635 e si stabilì a
Boston, poi in Taunton, Massachusetts. La famiglia è una di quelle famiglie di avvocati e
statisti con quattro membri nell'Ordine.
Data Iniziazione Nome Attività chiave
1909 Harvey Hollister Bundy assistente Speciale al Ministro della Guerra
Stimson

1921 Frederick McGeorge Bundy Commerciante di pesce


1939 William Putnam Bundy CIA, Responsabile Affari esteri
1940 McGeorge Bundy Governo e fondazione ufficiale.

Frederick McGeorge Bundy è un esempio di un membro che è iniziato e poi,


apparentemente, è poco incline a fare di più. Noi possiamo ignorare Fred: il suo grande
traguardo nella vita era il Presidente del Consiglio del mercato del pesce del Nord Atlantico
che suona vagamente come un'organizzazione governativa, ma si preoccupa soltanto di
introdurre sul mercato filetti di pesce. Se gli altri Bundys avessero seguito le orme oneste,
industriose di Fred ed avessero confinato il loro attivismo a pescare, il mondo sarebbe molto
luogo più sicuro, più sano.
Sfortunatamente, non lo fesecero. Gli altri tre Bundys - Harvey Hollister e due dei suoi tre
figli, William Putnam e McGeorge - noi riteniamo essere attivisti e l'attivismo è un modello
Hegeliano, ad esempio, la creazione e lo scontro provocano il cambio.
Diamo un sguardo ad ognuno dei Bundys:
Harvey Hollister Bundy
Nato a Grand Rapids, Michigan nel 1888 morto nel 1963. Suo nonno era un avvocato e
membro del congresso, e anche suo padre era un avvocato. Harvey Hollister descrisse se
stesso come avvocato ed ufficiale di governo. Bundy fu iniziato nell'Ordine nel 1909. Dopo
la laurea in legge di Harvard e alcuni viaggi nel mondo divenne impiegato nell'uffico del
giudice Wendell Holmes (1914-1915) Corte Suprema di Giustizia. Alger Hiss, più tardi
condannato di spergiuro nel celebre processo Chambers-Hiss coinvolto nello spionaggio
sovietico, era anche un impiegato del giudice Holmes (1929-1930).
Harvey Hollister Bundy senior aveva cinque bambini, dei quali tre entrarono nell'Ordine.
Il figlio più vecchio, Harvey Hollister, si laureò a Yale nel 1938 ma non fu iniziato nello
Skull & Bones. Lui è banchiere che, come Fred, si tiene fuori dall'attivismo.
Il prossimo è William Putnam Bundy, iniziato nel 1939. L'altro figlio è McGeorge Bundy,
iniziato nel 1940. La figlia maggiore, Harriet Lowell Bundy sposò Gasper d'Andelot Belin,
un partner in Covington e Burling che fu iniziato con William Bundy nel 1939. La figlia più
giovane , Katherine Lawrence Bundy sposò Hugh Auchincloss Jr. I due ragazzi Bundy sono
stati veri attivisti.
William P. Bundy
Qui in breve la sua carriera:
• 1947-1951 Law firm Covington & Burling in Washington.D. C.
• 1951-1961 Central Intelligence Agency
• 1960 Staff Director of Presidential Commission on National Goals
• 1961-3 Deputy Assistant Secretary of Defense for International Security Affairs
• 1964-9 Assistant Secretary of State for East Asian and Pacific Affairs in the Vietnam War
period.
• 1969-71 Visiting Professor at Center for International Studies, MIT
• 1972 Editor of Foreign Affairs, the Council on Foreign Relations (CFR) quarterly and the
most prestigious foreign affairs journal in the U.S.A guide for all policy makers. Winston
Lord (The Order) is Chairman of CFR.

Bundy è un membro della Assemblea americana e del Consiglio sulle Relazioni


Straniere(CFR). Chiaramente, il Sig. Bundy è stato nominato ad alcune posizioni molto
influenti negli ultimi 30 anni. Se lo studio legale di Washington Covington & Burling è
collegato intimamente ad affari influenti del governo, è ragionevole pensare che Bundy
aveva rapporti con la CIA nel periodo 1947-51 e poi si trasferì alla CIA per espandere
questi progetti. Lo studio Covington & Burling rappresenta più di 100 tra le maggiori
aziende Americane a Washington. I primi partner comprendevano il suocero di William
Bundy, Dean Acheson, e il cognato, Gasper Belin (L'Ordine).

Un aspetto interessante di questo studio legale, dove la famiglia Bundy rappresenta l'
elemento più influente degli ultimi decenni, è la sua creazione dell' “ala sinistra” della
politica. Questa attività creativa porta all'attenzione le udienze del Senato sulla sovversione
dell'era McCarthy del 1953 quando Senatore Joseph McCarthy volle chiamare William
Bundy come un testimone di fronte alla Commissione e trovò l'establishment fortemente
contrario a questa idea (Bundy aveva dato $400 al fondo per la Difesa Alger Hiss ). Ci
potevano essere davvero degli scheletri nell'armadio (e forse delle ossa) che il Senatore
poteva dissotterrare inconsapevolmente, e questi scheletri non avevano niente per fare con
comunismo nazionale.
In ogni modo, come Quigley indicò in Tragedia e Hope, la J.P. Morgan aveva finanziato la
sinistra negli Stati Uniti = controllo politico. Sembra che Covington & Burling possa essere
bene un altro esempio. Alcune prove preliminari:
• John Douglas partner di Covington & Burling è il figlio di Paul H. Douglas - che era uno
dei radicali più prominenti degli anni trenta ed un membro chiaro della sinistra non
comunista. John Douglas era un coordinatore chiave nella campagna di McGovern nel 1972
McGovern, chiaramente è all'estrema sinistra del campo politico.
• Un altro primo partner è il senatore Charles Mathias la cui posizione politica è più o meno
alla sinistra del Partito Repubblicano e lungo le linee internazionaliste di George Bush
(l'Ordine)
• Un altro partner è Michael Boudin. figlio di Leonard Boudin e fratello di Kathy Boudin.
Questo dovrebbe far sollevare le sopracciglia perchè Kathy era sull'elenco dei più ricercati
dell'FBI. Leonard Boudin è da lungo tempo avvocato del fronte comunista e membro
dell'Associazione Nazionale Avvocati (“Il primo baluardo legale del Partito comunista”),
Masse Nuove (un periodico comunista) ed una dozzina le altre gruppi comunisti. Kathy era
una fondatrice di “Studenti per una Società Democratica” ed un leader della sua fazione
terrorista Weathermen. Una bomba fatta da loro ha portato il gruppo nei guai con la legge e
Kathy sopra l'elenco dell' FBI.

In breve, noi abbiamo gli elementi per pensare che l'attività della sinistra negli Stati Uniti,
possa essere collegata a Covington e Burling - e alla CIA. Questa non è un'asserzione nuova.
Affermazioni del genere sono state fatte prima che la CIA avesse consolidato la sinistra
negli Stati Uniti. Questa asserzione non ha ricevuto troppa pubblicità per due ragioni: (a)
offende i mass media che preferiscono descrivere la CIA come una organizzazione di
“destra” e (b) non ha molto senso.
Non ha certamente senso a meno che il lettore riporta di nuovo il suo sguardo al
Memorandum numero Sei ed al processo di dialettica hegeliana. In questo processo il
cambio richiede un conflitto, e il conflitto richiede lo scontro degli opposti.
Non si può avere solo una “destra”, si deve avere una “destra” ed una “sinistra.” Non si può
avere solo una politica di Guerra pro-Vietnam, si deve avere anche una politica di Guerra
anti-Vietnam. Altrimenti il processo dialettico non provocherà il cambiamento.
Un pensiero interessante. Nel 1960 Bundy mentre era ancora alla CIA, divenne Direttore
dello staff per la neonata Commissione Presidenziale sugli Obiettivi Nazionali. Tale
commissione, come si capisce dal suo nome, assume una chiara direzione . Se si hanno
obiettivi, si ha bisogno logicamente di strumenti per realizzare questi scopi. In un paese
come gli Stati Uniti dovrebbe essere superflua questa commissione a meno che non ci siano
alcuni “che guidano a mano”, qualche cosa in più della cabina elettorale e del mercato del
lavoro. Il Rapporto di questa Commissione venne redatto con caratteristiche che sono quasi
puro Hegelianismo :
(a) “un ruolo del governo è incentivare i cambi di atteggiamento”
(b) “negli anni sessanta ogni americano è chiamato ad una responsabilità personale
straordinaria, ad uno sforzo sostenuto, e al sacrificio”
(c) “Il cittadino americano negli anni a venire dovrebbe dedicare direttamente una più
grande porzione del suo tempo e della sua energia alla soluzione dei problemi della
nazione... molti modi sono aperti ai cittadini per partecipare nel conseguimento degli
obiettivi nazionali.”
Ora il set di base delle regole che governano la nostra società è la Costituzione e la
dichiarazione dei Diritti. Non c'è niente in questi documenti costituzionali per sostenere
qualsiasi di queste richieste. Quello che implicano le richieste è che un cittadino americano
ha un Dovere di proporre la volontà dello Stato. Ma tale assunzione non è definitivamente
implicita nella filosofia sotto la quale gli Stati Uniti furono fondati e presumibilmente
operano oggi.

Nel 1972, dopo aver tenuto a stecchetto il servizio statale, Bundy arrivò alla rivista del CFR
“Affari Esteri”, il giornale di politica estera più prestigioso ed influente negli Stati Uniti: la
bibbia per chi fa politica.
Quindi William Bundy è un uomo molto influente. Abbastanza influente per tre aspetti della
sua carriera che richiedono ulteriore investigazione:
• La tesi hegeliana, secondo cui un cittadino ha un dovere verso lo Stato.
• L'operazione della dialettica hegeliana e se alcune operazioni di “sinistra” possono essere
ricondotte direttamente a Covington e Burling,
• Se il servizio di Bundy che nel Governo mostra operazioni di “destra”, abbia avuto bisogno
di bilanciare con operazione di sinistra.

McGeorge Bundy
Un trattamento preferenziale è stato concesso dal principio alla fine alla carriera di
McGeorge Bundy.
Laureatosi a Yale ed entrato nell'Ordine nel 1940, Bundy passò un periodo di tempo ad
Harvard e poi si arruolò nell'esercito americano come volontario.
In 12 mesi Bundy era salito come un razzo a grado di capitano ed ufficiale dello staff che
lavorava sull'Operazione Husky (l'invasione della Sicilia) e l'Operazione Overlord
(l'invasione di Normandia). Se c'è un lavoro in questo mondo che richiede esperienza, questo
è la progettazione di un'operazione anfibia. Solo con l'esperienza si possono fare i calcoli dei
tempi e delle logistiche per il personale e gli approvvigionamenti. E le vite degli uomini
dipendono da questa esperienza. Un uomo di 23 anni, senza l'esperienza militare intraprese
la progettazione di operazioni anfibie? La risposta è evidentemente no anche se suo padre
(l'Ordine) era nel Pentagono come un aiutante del Min. della Guerra (l'Ordine). La guerra in
Europa finì, Bundy ora un veterano di 27 anni, andò diritto al Pentagono come assistente al
Segretario di Guerra, Henry Stimson. Abbiamo già detto che Bundy lavorò al manoscritto
“Sul servizio attivo in pace e guerra” e fu ricompensato con una professione di co-autore,
una definito aiuto alla sua carriera. In successione rapida, Bundy divenne poi, consulente
nell'Amministrazione di Cooperazione Economica, anche se lui conoscesse presumibilmente
meno di economia più di quanto sapesse di sbarchi anfibi, poi analista di politica estera per il
candidato presidenziale Thomas Dewey poi analista per il Consiglio sulle Relazioni Estere
(CFR).
Nel 1949 Bundy fu invitato all'Università di Harvard ed in quattro anni (1953) fu fatto
preside della Facoltà di Arti e Scienze.
Ci chiediamo come sia possibile che al di fuori di centinaia, forse migliaia, di accademici
esperti con decadi di credenziali ottenute duramente, un assistente che è stato in giro per il
mondo non-accademico per dieci anni sia il più talentuoso per il posto di preside ad
Harvard! È probabile che si accetti la mancanza di esperienza nelle operazioni di
guerra e nella pianificazione di programmi economici, ma preside di una facoltà prestigiosa
di Harvard per quattro anni! No, questo è troppo.
Dal 1961 al 1966 Bundy era assistente speciale per gli Affari di Sicurezza Nazionali sotto i
presidenti Kennedy e Johnson. C'è un aspetto significativo di questo posto sensibile che
affiorò solamente sotto Henry Kissinger. Il posto può essere usato per proteggere
informazioni che giungono al Presidente: infatti, quello è uno dei suoi scopi maggiori,
fermare l'inondazione di carta che giunge alla scrivania presidenziale. L'altro lato di questo
processo di schermatura è che possa mettere il Presidente in un ambiente di informazioni
artificiali . Se le scelte presentate al Presidente sono controllate, lo sono anche le decisioni.
Informazioni selezionate possono controllare le scelte.
McGeorge Bundy era consulente della Sicurezza Nazionale nei primi anni della guerra del
Vietnam. Mentre McGeorgeBundy (l'Ordine) era nella Casa Bianca suo fratello, William P.
Bundy (l'Ordine) era in posizioni chiave relative alla Difesa in Estremo Oriente e nel Dip. di
Stato. Agendo congiuntamente, i fratelli Bundy potrebbero avere controllato completamente
il flusso di informazioni relativo al Vietnam dalla CIA, Stato e Difesa. Noi non stiamo
dicendo che questo sia accaduto. Crediamo che sia un'ipotesi degna di esame. Se loro sono
fratelli di sangue in un'organizzazione segreta della quale noi sappiamo molto poco - e nulla
volontariamente - abbiamo ragione di fare questa ulteriore disamina. Nel 1966 McGeorge
Bundy fu nominato Presidente della Ford Foundation, un posto che ha ricoperto fino al
1979.
Alla fondazione Ford Bundy portò come vicepresidente in carica della divisione Istruzione e
Ricerca un altro membro dell'Ordine - Harold Howe.
Le referenze di Howe, apparte la laurea a Yale, possono essere descritte dalle proprie parole
di Howe: “nei vecchi schemi io non avrei qualifiche per essere un professore - io non ho
nessun esame di Dottorato, nessuna pubblicazione di ricerca portata a mio credito. Mi
iscrissi una volta alla Università di Yale ma fui considerato come accademicamente poco
promettente.” (Apparentemente l'Ordine non arriva dappertutto, anche a Yale).
Alcune delle idee immature che Howe e Bundy probabilmente hanno promosso con i soldi
della Fondazione Ford scaturiscono dalla filosofia di Howe. Nelle proprie parole di Howe,
“Quando sei nel dubbio, fallo.” Per esempio, noi abbiamo questa gemma da Howe: “... noi
dovremo ripensare i valori americani riguardo la cooperazione e la competizione. . . molte
scuole ( particolarmente le scuole secondarie) le definirei come "ingannevoli" per le
diverse attività cooperative dalle quali gli studenti si aiutano l'un l'altro invece di
competere sulla scala del successo accademico.”
Questo è collettivismo hegeliano puro. Funziona indubbiamente a vantaggio dell'Ordine:
questo trasporta il cittadino ad un ruolo di dipendenza e lo allontana dalla fiducia delle
facoltà individuali. È notevole che ambo i Ford in carica si dimisero disgustati dalla politica
della Fondazione.

Memorandum numero dieci: Tenere il coperchio sulla pentola


Il controllo della storia da parte dell'Ordine, tramite fondazioni e l'Associazione Storica
americana è stato tangibile. Non tanto a causa di una completa censura, anche se sia un
importante elemento, ma più a causa della credulità del “colto pubblico” americano.
A volte i loro piani vanno a monte. La pentola ribollente della manipolazione politica - è
chiamata gestione del conflitto all'interno - minaccia di rivelarsi alla vista pubblica. È
straordinario come redattori di giornale, articolisti, Tv e commentatori di radio, ed editori
manchino dell'acume per vedere oltre il superficiale o sono degli sciocchi spaventati per
agire così. Anche peggio, il pubblico istruito, i 30-40 milioni di possessori di una laurea,
permettono che questi manipolatori di opinione la facciano franca.
La completa censura non è stata troppo tangibile. C'è stata certamente una campagna per
sopprimere le interpretazioni revisioniste della storia. Harry Elmer Barnes lo testimonia in
"La lotta contro l'oscuramento storico": può essere detto, con grande limitazione che, mai
fin dal Medioevo, vi sono state così tante potenti forze organizzate e vigili contro
l'asserzione e l'accettazione della verità storica come sono attive oggi per prevenire la
conoscenza sulla responsabilità della seconda guerra mondiale ed i suoi risultati per il
fatto che sono generalmente accessibili al pubblico americano. Anche la grande
Fondazione Rockefeller ammette francamente (Rapporto Annuale, 1946 p. 188) la
sovvenzione di un corpo di storici per anticipare e frustrare lo sviluppo di ogni neo-
revisionismo. E l'unica differenza tra questa Fondazione e molte altre è che è stata più
candida e franca sulla sua politica.
L'esperienza personale di questo autore di tentata censura la ebbe all'Istituto Hoover,
Università di Stanford, quando il Rettore tentò di sopprimere la pubblicazione del mio libro
“Suicidio nazionale: Aiuto militare all'Unione Sovietica”. I fatti non erano in questione.
Sfortunatamente, il libro offese il programma Nixon-Kissinger di aiutare i soviet che a loro
volta aiutavano il nord vietnam - così in effetti gli americani erano uccisi dalla nostra stessa
tecnologia. In questo caso né l'autore né l'editore erano nell'umore d'ascoltare, e
l'Establishment si mise la coda tra le gambe e lo chiamò un giorno.
Più effettivo della completa censura è l'uso dello spettro politico “sinistra-destra” per
neutralizzare fatti male accolti e le idee o la condizione dei cittadini per far pensare lungo
certe linee. L'inclinazione a “sinistra” di alcuna stampa può essere considerata come un
assalto automatico alle idee ed informazioni dalla “destra” e viceversa. Infatti, gli sbocchi
dei media sono stati messi artificialmente solo per questo scopo: Nation e New Republic
schierati a “sinistra”, furono finanziate da Willard Straight, mentre usava i fondi di Payne
Whitney (L'Ordine). Sulla National Review di “destra” pubblicata da William Buckley
(L'Ordine) c'è un deficit perpetuo presumibilmente fatto da Buckley.
Né la destra indipendente né la sinistra indipendente vede la trappola. Sono così occupati a
fare fuoco e fiamme l'un l'altro che hanno dimenticato soprattutto di guardare dietro le
quinte. E l'Ordine in modo compiaciuto controlla il centro “moderato”. Un gioco pulito, e ha
funzionato come un incantesimo. Ma l'establishment ha un problema. . .

Infatti, ha molti problemi


Loro sono all'interno guardando fuori. Noi siamo fuori guardando all'interno. Loro possono
chiamarci "contadini" ma noi abbiamo il vantaggio di conoscere il vero mondo e la sua
diversità infinita. I loro obiettivi globali sono sogni basati su informazioni distorte. Sogni
pericolosi, ma comunque sogni.
(1) L'Ordine vive in una camicia di forza culturale
Tutto il potere nel mondo è inutile senza informazioni accurate. Se il lettore incontrasse
queste persone come l'autore ha fatto più o meno casualmente più di 30 anni fa, ha una prima
impressione e cioè che loro sono ammaliatori ma con una percezione limitata del mondo.
Loro possono avere le ambizioni globali, possono comportarsi politicamente come case di
potere in miniatura, ma la loro conoscenza del mondo viene dall'interno del gruppo e da
quelli che agiscono insieme a questo gruppo più interno. E dalle mancanze di moralità e di
diversità. È una specie di jet set del Politburo.
Simultaneamente incantatori, affamati di potere e miopi .
Tutto ciò che possono proporre all'outsider è un invito, pressoché un ultimatum “Lei è parte
dell'establishment.”
Questo è per molti interessante come per Frederick Bundy i filetti di pesce. Forse una delle
eccezioni è il conservatore William Buckley , Jr. - almeno il suo cinismo è marcato da
incisività arguta. Il resto è un gruppo abbastanza triste.
(2) Una preda facile per l'ambizioso
La percezione limitata fa dei membri dell'Ordine un obiettivo ed una preda facile per
l'outsider ambizioso . . .
colui ha bisogno solo dell'abilità di dire le cose giuste al momento giusto e alle persone
giuste, accoppiata ad un senso di spregiudicatezza. Henry Kissinger è un primo esempio - un
outsider che vuole stare disperatamente all'interno. Più scaltro che intelligente, ma
competente ad usare l'ambiguità per i propri fini.
Lettori conservatori non possono essere d'accordo, ma il Seg. di Stato Dean Acheson che
difese un Alger Hiss colpevole ad una fine amara probabilmente era più stupido che
colpevole. Questo ci conduce a,
(3) Problemi genetici
I matrimoni fra consanguinei estesi fra le famiglie sollevano una problema serio di
malfunzionamenti genetici. Gli iscritti nella lista d'appartenenza all'Ordine sono legati
pesantemente con Dodge, Whitney, Phelps Perkins, Norton Putnam usati come nomi medi
(materni). Le inibizioni culturali sono ovvie, le limitazioni intellettuali da fattori genetici
sono più difficili da analizzare e descrivere.
(4) Base di potere poco profonda
Può essere come commenta Rosenbaum, che l'Ordine è "incredibilmente potente". d'altra
parte è anche incredibilmente debole - non c'è nessuna profondità filosofica o culturale
nell'Ordine.
La diversità è forza e all'Ordine manca la diversità.
La massa enorme del popolo americano quella gigante pentola di Anglo, Germanici, Slavi,
Ispanici, Neri, Gialli, e chi sa quant'altro, è stato plagiata. Molti di loro lo sanno. Alcuni ora
sapranno da chi.
Quando loro hanno superato l'incredulità, lo shock e forse la paura, diranno “Cosa
facciamo?”
La grande forza dell'individualismo, un ordine sociale atomistico dove l'individuo possiede il
potere supremo, è che ogni rivoluzione ad un ordine sociale imposto dove è capo lo Stato,
può prendere un milione di strade ed un milione di forme.
Nessuno creerà un movimento anti Ordine. Sarebbe sciocco e non necessario. Potrebbe
essere infiltrato all'interno, potrebbe essere comprato, o potrebbe essere deviato troppo
facilmente. Molto troppo facilmente.
Perché usare le regole messe in atto dal nemico?
Il movimento che farà traballare l'Ordine sarà estremamente semplice e più efficace. Saranno
dieci, mille o un milione di americani che arrivano alla conclusione che loro non vogliono
uno Stato padrone, che preferiscono vivere sotto la protezione della Costituzione.
Prenderanno la loro propria decisione indipendente per contrastare l'Ordine, e prenderà dieci
mille o un milione di forme.
L'unica debolezza è la comunicazione. L'Ordine ha rovinato così l'istruzione che la
comprensione della lettura è difficile per molti - quella è parte del programma di lavaggio
cerebrale. Ma ci sono molti più lettori. Più persone preferiscono parlare.
È probabile che il programma dell'Ordine funzioni in Russia che ha una storia d'obbedienza
allo Stato; sta funzionando appena in Polonia, mentre in Inghilterra “The Group” sopravvive
perché rimane abbastanza una struttura di classe e di attitudine . Non può funzionare mai
negli Stati Uniti.

Conclusioni

Nel primo volume introduttivo abbiamo posato il fondamento preliminare ed abbiamo


suggerito delle ipotesi che abbiamo bisogno di esaminare. La comprensione dell'Ordine, la
devastazione che ha portato sulla società americana, i suoi piani per la devastazione futura -
guerra perpetua per la pace perpetua - è un logico processo del passo dopo passo.
Il prossimo passo è analizzare l'istruzione. Il nostro attuale caos istruttivo può essere
tracciato da tre membri dell'Ordine: Daniel Coit Gilman (primo Rettore dell'università della
California e della Johns Hopkins University), Timothy Dwight (ventesimo Rettore della
Yale University) e Andrew Dickson White (primo Rettore della Cornell University).
Gilman importò la psicologia sperimentale del fisiologista hegeliano Wilhelm Wundt dalla
Germania. Questa psicologia fu innestata sopra il sistema d'istruzione americano attraverso
l'università di Chicago e quella della Columbia. E loro spinsero un nome familiare, John
Dewey, un hegeliano puro in filosofia, lungo la strada veloce della sua carriera. Questo è
stato chiamato appropiatamente “La Leipzig Connection” da Lance J. Klass e Paolo Lionni.
Poi osserveremo le Fondazioni, come queste furono catturate dall'Ordine ed i loro fondi
giganteschi usati per finanziare un sistema istruttivo hegeliano progettato per condizionare la
società futura. È difficile da capire se John D. Rockefeller o la Sig.ra Russell Sage, e
certamente la famiglia Ford, usarono le loro filantropie per un piano di condizionamento a
lungo termine.
È anche incerto se, secondo la previsione dell'Ordine attraverso la rivolta violenta degli anni
settanta - ottanta, tutti i bambini sono succubi del lavaggio cerebrale fatto dal
condizionamento sociale, i genitori hanno più di una volta reagito, le scuole private hanno
germogliato come fiori di primavera nel deserto e forse abbastanza professori sono scivolati
attraverso una rete designata a contenere e neutralizzare la ricerca e il pensiero indipendente.
Dopo aver osservato l'istruzione e le fondazioni, dobbiamo ancora lavorare attraverso il
sistema di “guerra perpetua per la pace perpetua.” Come L'Ordine ha finanziato le
rivoluzioni e ha tratto profitto dalla guerra. L'obiettivo? Tenere il conflitto attivo perché il
conflitto per Hegel è essenziale per il cambio ed il moto in avanti della società. Poi
dobbiamo guardare al sistema finanziario e alla Federal Reserve. L'Ordine era lì dall'inizio.
In conclusione noi dobbiamo enfatizzare un punto. Una comprensione dell'Ordine
ed il suo modus operandi è impossibile a meno che il lettore tiene in mente le radici
hegeliane del piano. L'hegelianismo è sconosciuto alle masse d'America. Il carattere
nazionale è forte, non deviato e tortuoso. La gente è ancora più vicine alla Rivoluzione
americana, i Democratici Jeffersoniani, la scuola liberale e classica di Cobden e Bright in
Inghilterra, e la scuola austriaca di economia dove von Ludwig Mises è il leader
incontrastato.
Queste scuole di pensiero sono state sommerse nella pubblica opinione dall'assalto furioso
dell'Ordine e dai suoi molti favoriti, ma loro rappresentano ancora moltissimo l'operazione
quotidiana della società americana. Dal miliardario Bunker Hunt a Dallas, al diciassette nero
che tenta di “sopravvivere” nel ghetto di Los Angeles, l'iniziativa individuale è ancora più
che ovvia nella società americana.
Un sistema Statista è l'obiettivo dell'Ordine. Ma nonostante il costante cinguettio sul
“cambio” da parte di sostenitori zombie - tale sistema è estraneo alle discussioni tenute in
questo paese.
Soprattutto il lettore deve - almeno temporaneamente mentre legge questo lavoro - mettere
da un lato i cliché descrittivi di sinistra e destra, liberale e conservatore, comunista e fascista,
anche repubblicano e democratico Questi termini possono essere importanti per l'auto-
riconoscimento, loro offrono una certa riassicurazione, ma stanno confondono nel nostro
contesto a meno che non si considerino elementi essenziali di un piano. Il lettore non capirà
mai l'Ordine se tenta di identificarlo come di destra o sinistra.
Un Robert Taft ed un William Buckley a destra sono propio così importanti come una
William Sloan Coffin ed un Harry Payne Whitney (chi finanziò la sinistra) cioè il moto in
avanti della società, il cambio fondamentale desiderato dall'Ordine . Il loro conflitto è
essenziale per il cambio.
Ciò ci porta all'ipotesi numero tre: l'Ordine usa il processo della dialettica hegeliana per
provocare una società nella quale lo Stato è assoluto, del tutto potente.
Questa ipotesi, chiaramente riflette la differenza tra l'Ordine e la società americana. Il gap
scaturisce dalle prospettive differenti della relazione tra lo Stato e l'individuo.
Quale è superiore? Il nostro modo della vita è basato sull'assunzione - che l'individuo è
superiore allo Stato. Che l'individuo è il possessore della sovranità. Che lo Stato è il
servitore delle persone. È profondamente cesellato dentro di noi.
L'Ordine sostiene l'opposto - che lo Stato è superiore, che l'uomo comune (il contadino) può
trovare solamente la libertà nell'obbedienza allo Stato.
Lo Stato è chiaramente, ora, una finzione. Quindi chi o cosa controlla lo Stato?
Evidentemente, l'Ordine.
Memorandum numero uno: Tutto cominciò a Yale
Il primo volume di questa serie ha presentato l'Ordine e tre ipotesi preliminari con esempi
evidenti.
Noi asserimmo anche che ogni gruppo che volesse controllare il futuro della società
americana dovesse controllare prima l'istruzione, cioè, la popolazione del futuro. Questo
volume delineerà il modo dove istruzione è stata controllata dall'Ordine.
Tutto cominciò a Yale. Anche la storia di Yale ufficiale è consapevole del potere di Yale e
del suo successo:
Il potere del luogo rimane evidente. Yale fu organizzato. Yale inspirò una lealtà nei suoi figli
che era cospicua ed impressionante. Gli uomini di Yale nel corso della vita ebbero tali
risultati che il sospetto fosse che stavano lavorando l'un per l'altro. In breve, Yale era
esasperatamente e misteriosamente riuscito. Per le istituzioni rivali e i riformatori
accademici vi era qualche cosa di irritante e inquietante sulla vecchia Università di Yale.
”Yale ha esasperatemente e misteriosamente avuto successo”, dice la storia ufficiale.
E questo successo era più che ovvio al concorrente principale di Yale, l'Università di
Harvard. Così ovvio, infatti, che nel 1892 un giovane istruttore di Harvard, George
Santanyana andò a Yale ad investigare questa “leggenda” del potere di Yale. Santanyana citò
un ex-alunno di Harvard che volle spedire suo figlio a Yale - perché in realtà “tutti gli
uomini in Harvard stanno lavorando per gli uomini” di Yale.
Ma nessuno prima ha fatto una domanda ovvia - Perché? Cosa è questo “potere di Yale?”

Il trio rivoluzionario di Yale

Nel 1850, tre membri dell'Ordine lasciarono Yale e lavorando insieme, allo stesso tempo
con gli altri membri, fecero una rivoluzione che cambiò la faccia, la direzione e lo scopo
della istruzione americana. Fu una rivoluzione rapida, quieta, e molto riuscita. Le persone
americane addirittura oggi, nel 1983 non sono consapevoli del colpo di stato.
Il trio rivoluzionario era:
• Timothy Dwight ('49) Professore nella Yale Divinity School e poi 12° Rettore
dell'Università di Yale.
• Daniele Coit Gilman ('52), primo Rettore dell'Università di California, primo Rettore della
John Hopkins University e primo Rettore dell'Istituzione Carnegie.
• Andrew Dickson White ('53), primo Rettore dell'Università di Cornell e primo Presidente
dell'Associazione storica. americana.
Furono tutti iniziati nell'Ordine a pochi anni l'un dall'altro (1849, 1852 1853).
Immediatamente partirono per l'Europa e tutti e tre andarono a studiare filosofia
all'Università di Berlino, dove la filosofia post hegeliana aveva il monopolio.
• Dwight studiò alle università di Berlino e Bonn tra il 1856 ed il 1858,
• Gilman era all'università di Berlino tra il 1854 ed il 55 sotto Karl von Ritter e
Friedrich Trendelenberg, ambedue prominenti hegeliani “di destra” e
• White studiò all'università di Berlino tra il 1856 ed il 1858.
Da menzionare anche all'Università di Berlino nel 1856 (all'Istituto di Fisiologia) Wilhelm
Wundt, il fondatore della psicologia sperimentale in Germania ed più tardi fonte delle
dozzine di laureati americani che ritornarono a Leipzig, Germania per avviare il moderno
movimento di istruzione americano. Perché l'esperienza tedesca è così importante? Perché
questi erano gli anni formativi, gli anni post laurea per questi tre uomini gli anni quando loro
stavano progettando il futuro, ed in questo periodo la Germania era stata dominata dal
fermento filosofico hegeliano.
C'erano due gruppi di questi hegeliani. Gli hegeliani di destra, avevano le radici nel
militarismo prussiano e che erano la primavera per l'unificazione della Germania e il
successo di Hitler. Nomi chiave fra gli hegeliani di destra erano Karl Ritter (all'università di
Berlino dove il nostro trio studiò), il barone von Bismarck, e il barone von Stockmar,
consulente riservato della regina Vittoria finito in Inghilterra. Ma prima ancora, Karl
Theodor Dalberg 1744-1817, arci-cancelliere nel Reich, legato a Lord Acton in Inghilterra
ed un Illuminato (Baco v Verulam nel codice degli Illuminati), era un hegeliano destrorso.
C'erano anche hegeliani di sinistra, i promotori del socialismo scientifico. I più famosi di
questi, chiaramente furono Karl Marx, Friedrich Engels, Heinrich Heine, Max Stirner e
Moses Hess.
Il punto da tenere in mente è che ambedue i gruppi usano la teoria hegeliana dello Stato
come un punto di inizio, cioè, lo Stato è superiore all'individuo. Il militarismo prussiano, il
Nazismo ed il Marxismo hanno le stesse radici di filosofiche.
E lasciarono il suo marchio sul nostro trio.
Daniel Coit Gilman

Gilman scrisse a sua sorella nel 1854 che quello che avrebbe desiderato di più fare una volta
ritornato a casa in America era “influenzare le menti della Nuova Inghilterra.”
Gilman scrisse a sua sorella da San Pietroburgo nell'aprile 1854:
“E cosa pensi che stia imparando?. Quando io torno a casa in America devo avere delle
nozioni definite. Giorno e notte penso a quel tempo, e vedo che faccio quello che sto
progettando per essere utile a casa. Trovo i miei auspici che si avvicinano sempre più verso
casa nella Nuova Inghilterra, e desidero ardentemente l'opportunità di influenzare le menti
della Nuova Inghilterra. Se io fossi un editore, New York sarebbe il luogo; ma, a dir la
verità, ho paura un pò dei suoi eccitamenti, della sua politica, del suo turbine di fare soldi.
Io guardo perciò sempre più al ministero come probabile luogo dove posso fare meglio che
in qualunque altro posto; questo è quanto, se potessi avere una congregazione che mi
lascerà predicare tali cose come noi abbiamo parlato molte volte nelle nostre
confabulazioni. Io sono contento che tu ricordi quei discorsi con piacere, perché li reputo
come fra le più grandi “provvidenze” della vita mia. Se mai io facessi qualsiasi cosa in
questo mondo o in un altro lo dovrò alle influenze benedette di casa. A me, sembra, che
nozioni nuove e più larghe prospettive di uomini e cose stavano accalcandosi su di me con
rapidità meravigliosa, ed che ogni giorno e pressoché ogni ora io penso a delle cose nuove
che vorrei portare a termine in America.... io trovo i miei pensieri, quasi
inconsapevolmente, riflettere sulle applicazioni del Cristianesimo o sui principi del Nuovo
Testamento negli affari, studi, istruzione pubblica, problemi politici, viaggi, e così via. Io ho
avuto una lunga discussione col Sig. Porter a Berlino (per tre giorni con interruzioni
occasionali) su temi che ho appena nominato, e lui mi ha assicurato che ci sono molti
luoghi nel New England maturi per accogliere tali prospettive su queste problematiche
come spesso ti ho accennato a casa. Io gli dissi una grande quantità dei miei pensieri su tali
cose, parlando molto liberamente e forse come più pienamente non abbia mai fatto con te a
casa: Lui sembrò molto interessato.... mi disse che ora avevo bisogno del modo di predicare
ciò che gli dissi - qualche genere che sarebbe molto influente positivamente - e lui mi
incoraggiò a tentare. Io mi sento molto bramoso a fare così, e ad andare avanti, in tutto ciò
che vedo e sento, con l'osservazione di ogni influenza che ora lavora su uomini - chiese e
scuole, politica e letteratura.”
Daniele Coit Gilman è l'attivista chiave nella rivoluzione dell'istruzione fatta dall'Ordine. La
famiglia Gilman venne agli Stati Uniti da Norfolk, Inghilterra nel 1638. Sul lato di sua
madre, la famiglia Coit venne dal Galles a Salem, Massachusetts agli inizi del 1638.

Gilman nacque a Norwich, Connecticut il 8 luglio 1831, da una famiglia legata ai membri
dell'Ordine e collegati all'Università di Yale (come è conosciuto da tempo).
Zio Enrico Coit Kingsley (L'Ordine 34) era tesoriere di Yale dal 1862 al 1886. James I.
Kingsley era lo zio di Gilman ed un professore a Yale. William M. Kingsley, un cugino era
redattore del giornale influente New Englander.
Sul lato della famiglia Coit, Joshua Coit era un membro dell'Ordine nel 1853 così come
William Coit nel 1887. Il cognato di Gilman, il Reverendo Johseph Parrish Thompson (38)
era nell'Ordine.
Gilman ritornò dall'Europa alla fine del 1855 e passò i successivi i 14 anni a New Haven,
Connecticut - quasi completamente a Yale, consolidando il potere dell'Ordine.
Il suo primo compito nel 1856 era incorporare Skull & Bones come un'entità legale sotto il
nome di Russell Trust. Gilman divenne Tesoriere e William H. Russell, il cofondatore era
Presidente. È da notare che non c'è nessuna menzione dell'Ordine, Skull & Bones, Russell
Trust, o alcuna attività di società segreta nella biografia di Gilman, né in archivi conosciuti.
L'Ordine, come finora agiscono i suoi membri, è progettato per essere segreto, a parte uno o
due passi falsi, insignificanti a meno che uno ha il ritratto per intero. L'Ordine è stato esperto
a tenere il suo segreto. In altre parole, l'Ordine adempie al nostro primo requisito per una
cospirazione - cioè È Segreto.
Le informazioni sull'Ordine che noi stiamo usando sono affiorate per caso. In un modo
simile all'affiorare delle carte degli Illuminati nel 1783, quando un messaggero che portava
delle carte degli Illuminati fu ucciso e la polizia bavarese trovò i documenti. Tutto ciò che
esiste pubblicamente per l'Ordine è lo statuto della Russell Trust, e questo non ci dice nulla.
Poi, sugli archivi pubblici, Gilman divenne assistente bibliotecario a Yale nell'autunno del
1856 e ad ottobre fu scelto per un posto vacante sul 'New Haven Board of Education' Nel
1858 fu nominato Bibliotecario a Yale. Poi lui si diede a più grandi compiti.

La scuola scientifica Sheffield

La scuola scientifica Sheffield , i dipartimenti di scienza a Yale, esemplifica il modo in cui


l'Ordine iniziò a controllare Yale e poi gli Stati Uniti.
Nei primi mesi del 1850, la scienza a Yale era insignificante, solo due o tre dipartimenti
molto piccoli. Nel 1861 questi furono concentrati nella scuola scientifica Sheffield con
fondi privati di Joseph E. Sheffield. Gilman iniziò a lavorare per aumentare i fondi per l'
espansione. Il fratello di Gilman si era sposato con la figlia del professore di chimica
Benjamin Silliman (l'Ordine, 1837). Questo portò Gilman in contatto con il professore Dana,
anch'esso un membro della famiglia Silliman e questo gruppo decise che Gilman doveva
scrivere un rapporto sulla riorganizzazione di Sheffield. Questo fu fatto ed lo intitolò “Piano
Proposto per la Riorganizzazione Completa della Scuola di Scienza connessa con l'
università di Yale”. Mentre questo piano fu approntato, amici e membri dell'Ordine fecero
mosse a Washington, D.C., e nello stato del Connecticut per trovare consolidamenti statali
per la scuola scientifica Sheffield. Il disegno di legge di Morrill sulla terra fu presentato al
Congresso nel 1857, passato nel 1859 ma fu posto il veto dal Presidente Buchanan. Fu
firmato più tardi dal Presidente Lincoln. Questa legge, ora nota come l'Atto della
concessione di terre per l'università , donò terre pubbliche per le università Statali
dell'agricoltura e delle scienze.... e chiaramente il rapporto di Gilman su tale università era
già pronto. La procedura legale era, per il governo Federale, distribuire lotti di terreno in
proporzione alla rappresentazione di un Stato, ma prima i vari Stati dovevano approvare la
legislazione che accettava i lotti. Non solo Daniel Gilman era sulla scena per primo, e per
prendere i lotti della terra Federale, lui fu fra tutti gli Stati il primo ed afferrò tutta la
distribuzione dei titoli per il Connecticut a favore della scuola scientifica Sheffield! Gilman,
chiaramente aveva fatto il sarto perché il suo rapporto andasse bene per l'ammontare
disponibile del Connecticut. Nessuna altra istituzione nel Connecticut ricevette un bisbiglio
fino al 1893, quando l'università Agricola Storrs ricevette una concessione di territorio.
Chiaramente lo aiutò un membro dell'Ordine, Augustus Brandegee ('49), era presidente del
Parlamento del Connecticut nel 1861 quando il credito statale stava arrivando, accettando la
quota del Connecticut per Sheffield. Altri membri dell'Ordine, come Stephen W. Kellogg
('46) e William Russell ('33), o erano deputati o influenti per il ruolo avuto in passato.
L'Ordine ripeté la stessa presa violenta dei fondi pubblici nello Stato di New York. Tutta la
quota di New York dell'Atto di concessione della terra per l'università andò all'università
Cornell.
Andrew Dickson White, un membro del nostro trio era l'attivista chiave a New York e più
tardi divenne primo Presidente della Cornell . Daniel Gilman fu ricompensato da Yale e
divenne professore di Geografia Fisica a Sheffield nel 1863.
In breve, l'Ordine era capace di captare tutte le quote statali per il Connecticut e New York,
tagliando fuori le altre istituzioni scolastiche. Questo è il primo esempio dei risultati che
presenteremo in questa serie - come l'Ordine usa fondi pubblici per suoi propri obiettivi.
E questo, chiaramente è il grande vantaggio di Hegel per una élite. Lo Stato è assoluto. Ma
lo Stato è anche una finzione. Quindi se l'Ordine può manipolare lo Stato, in effetti diviene
l'assoluto. Un gioco pulito. E secondo il processo della dialettica hegeliana citata nel primo
volume, l'Ordine ha lavorato come un incantesimo.
Ma torniamo alla scuola scientifica Sheffield. L'Ordine ora aveva fondi per Sheffield e
procedette a consolidare il suo controllo. Nel febbraio 1871 la Scuola fu incorporata ed i
nomi seguenti divennero amministratori:
Charles J. Sheffield
Prof. G.J. Brush (amico di Gilman) Daniele Coit Gilman (l'Ordine '52) W.T. Trowbridge
John S. Beach (l'Ordine '39) William W. Phelps (l'Ordine '60)
Su sei amministratori, tre erano in l'Ordine. Insomma, George John Sheffield, figlio del
benefattore è stato iniziato nel 1863, ed il primo preside di Sheffield fu J.A. Porter, anche
membro della Scroll & Key (la società più anziana a Yale ed apparentemente competitiva).

Come l'Ordine arrivò a controllare l'Università di Yale

Dalla Scuola Scientifica Sheffield l'Ordine ampliò i suoi orizzonti. Il controllo dell'Ordine su
tutta Yale era evidente dal 1870, anche sotto l'amministrazione di Noah Porter (1871-1881)
che non era un membro. Nelle decadi dopo il 1870, l'Ordine strinse la sua presa. La rivista
l'Iconoclasta (il 13 ottobre 1873) compendia i fatti che noi abbiamo presentato sul controllo
di Yale da parte dell'Ordine, senza essere completamente consapevole dei dettagli:
“Loro hanno ottenuto il controllo di Yale. I suoi affari sono compiuti da loro. I soldi pagati
all'università devono passare nelle loro mani, e sono soggetti alla loro volontà. Senza dubbio
pensano di essere meritevoli, ma molti di coloro che guardavano dall'alto in basso
nell'università, non possono dimenticare come hanno apertamente preso soldi nelle loro
mani. Uomini in Wall Street si lamentano che l'università vada diritta in loro aiuto, invece di
far fare ad ogni studente la propria parte . La ragione è trovata in un commento fatto da uno
dei primi uomini di Yale ed d'America: “Una cosa è certa che i Bones men si
preoccuperanno più per la loro società che per l'università.” Il Fondo Woolsey ha
un'esistenza travagliata, per ragioni di parentela.
“Qui, poi appare la vera ragione della povertà di Yale. Essa è controllata da alcuni uomini
che si sono isolati dagli altri, e si presume che siano i loro superiori . . “
Lo scrittore anonimo dell'Iconoclasta biasima l'Ordine per la povertà di Yale. Ma il peggio
era da venire. Noah Porter fu l'ultimo degli ecclesiastici Rettori di Yale (1871-1881), e
l'ultimo senza appartenenza o collegamenti familiari all'Ordine.
Dopo il 1871 la Presidenza di Yale divenne pressoché una proprietà per l'Ordine.
Dal 1886 al 1899, il membro Timothy Dwight ('49) era Presidente, seguito da un altro
membro dell'Ordine Arthur Twining Hadley (1899 a 1921). Poi arrivò James R. Angell
(1921-37), non un membro dell'Ordine che venne a Yale dall'Università di Chicago dove lui
lavorò con Dewey, costruì la Scuola di Istruzione, ed era anche Presidente dell'Associazione
Psicologica americana.
Dal 1937 al 1950 Charles Seymour, un membro dell'Ordine era Presidente seguito da Alfred
Whitney Griswold dal 1950 al 1963. Griswold non era un membro, ma i Griswold e i
Whitney hanno membri nell'Ordine. Per esempio, Dwight Torrey Griswold ('08) e William
Edward Schenk Griswold ('99) era nell'Ordine. Nel 1963 Kingman Brewster divenne
Presidente. La famiglia Brewster ha avuto molti membri nell'Ordine, nella giurisprudenza e
nella politica piuttosto che istruzione. Noi possiamo concludere meglio questo memorandum
con una citazione dall'osservatore anonimo di Yale: “Qualsiasi mancanza della quale
l'università soffra, qualunque cosa stia mancando nel suo corso istruttivo, qualsiasi infamia
che giace nei suoi edifici poveri, qualsiasi imbarazzo che assale i suoi studenti bisognosi,
finora i soldi possano essere d'aiuto, il peso delle bugie biasimano questa società malata e al
tempo stesso ornata di stelle. Il problema economico è uno di quelli del futuro così come del
presente e del passato. Anno dopo anno il mortale maligno sta crescendo. La società non era
mai stata così disgustosa all'università come oggi, ed è solo questo malessere che chiude le
tasche di non iscritti. Mai prima d'ora ha mostrato tale arroganza e superiorità
autoreferenziale. La stampa dell'università lo sa e si sforza di inculcarlo in tutti. Non si
degna di mostrare sue credenziali, ma si aggrappa al potere col silenzio consapevolmente
colpevole.”

Memorandum Numero Due:


La frode del metodo guarda e parla
Un tragico fallimento dell'istruzione americana in questo secolo è stato il fallimento di
insegnare ai bambini come leggere e scrivere e come esprimersi in una forma letteraria. Per
il sistema scolastico questo non può essere troppo doloroso. Come noi vedremo più tardi, il
loro primo scopo è non insegnare un argomento ma condizionare i bambini a vivere come
unità di cittadino socialmente integrato in una società organica - una vera promulgazione di
vita dello Stato assoluto hegeliano. In questo Stato l'individuo scopre la libertà solamente
nell'obbedienza allo Stato, di conseguenza la funzione dell'istruzione deve preparare l'unità
del cittadino individuale per l'entrata facile nell'intero organico.
Comunque, è sconcertante che il sistema educativo permise un'azione al deterioramento in
modo così marcato. Può essere che l'Ordine vuole il cittadino componenti dello Stato
organico per essere poco più di chi prende ordini automatizzati; dopo tutto un cittadino che
non può leggere e scrivere non sfiderà l'Ordine. Ma questa è congettura. Non è, sulla base
dell'evidenza, al momento una proposta dimostrabile.
In ogni evento, il sistema adottò il metodo guardare-dire per imparare a leggere,
originalmente sviluppato per i sordomuti. Il sistema ha prodotto generazioni di americani
che sono funzionalmente analfabeti. Leggere è essenziale per imparare ed imparare è
essenziale per la maggior parte delle occupazioni. E certamente quelli che possono leggere o
possono scrivere con vocabolario mancante in profondità e abilità stilistica. Ci sono,
chiaramente, eccezioni. Questo autore passò cinque anni ad insegnare in una Università
Statale nei primi anni '60 e fu atterrito dall'inabilità generale di scrivere un coerente inglese ,
poi gratificato che alcuni studenti non solo avevano evaso il sistema,
acquisito un lessico e le abilità a scrivere, ma queste eccezioni avevano molto scetticismo
sull'Establishment.
L'Ordine entra nell'approvazione del metodo guardare-parlare direttamente ed
indirettamente. Cominciamo dall'inizio.
Il Fondatore del sistema per sordomuti

I metodi di lettura guardare-dire furono sviluppati intorno al 1810 per i sordomuti


da un uomo veramente straordinario, Thomas Hopkins Gallaudet. Thomas H. Gallaudet era
il figlio maggiore di Peter Wallace Gallaudet, disceso da una famiglia di ugonotti francesi e
Jane Hopkins. Jane Hopkins fece risalire la sua ascendenza a John Hopkins e al reverendo
Thoms Hooker che nel diciasettesimo secolo si staccarono dalla Chiesa Congregazionale per
aiutare la fondazione Hartford, Connecticut. Questo riporta alla storia della famiglia Lord
(veda Volume Uno). I Lord fanno risalire anche la loro origine a Hopkins e Hooker ed ai
Lord fondatori di Hartford, Connecticut. E fu a Hartford, Connecticut nel 1835 che una
stampante chiamata Lord produsse il primo sillabario guarda-dire di Thomas Gallaudet, il
sillabario madre.
L'intenzione originale di Gallaudet era usare il metodo guardare-dire solamente per sordo
muti che non hanno nessun concetto di una lingua parlata e non sanno perciò i suoni fonetici
per lettere. Per questo scopo, Gallaudet fondò la Scuola di Hartford per i sordi nel 1817. Il
sistema di Gallaudet funziona bene per i sordomuti, ma non c'è nessuna ragione ovvia di
usarlo per quelli che hanno l'abilità di sentire i suoni.
In ogni modo, il sillabario madre nel 1835 fu pubblicato e la commissione della scuola
primaria del Massachusetts sotto Horace Mann immediatamente adottò il libro su una base
sperimentale. Più tardi noi troveremo quel Horace Mann collegarsi direttamente all'Ordine -
infatti, è il cofondatore dell'Ordine. Su pagine 73-74 noi riproduciamo due pagine dalla
seconda edizione di 1836, con le direzioni seguenti all'insegnante:
. . . aguzzando alla parola intera Frank, ma non alle lettere. Nulla sarà detto ancora sulle
lettere…”
Perché Horace Mann spinse un metodo disegnato per sordomuti sopra un sistema scolastico
popolato da persone che sordomute non erano? Ci sono due possibili ragioni. Il lettore può
scegliere l'una o l'altra.
Primo, nel 1853 Mann fu nominato Presidente dell'Università di Antioch. L'Amministratore
più influente dell'Università di Antioch era il co-fondatore dell'Ordine - Alphonso Taft.
Secondo, Mann non aveva una giusta preparazione e di conseguenza non era capace di
giudicare un buon metodo da un cattivo metodo per leggere. Ecco una descrizione dei giorni
di scuola di Mann:
“Le opportunità per l'istruzione del giovanotto erano estremamente magre. La località
godeva la reputazione di essere il più piccolo distretto di scuola, con la scuola più povera e
l'insegnante più conveniente dello Stato.”
L'insegnante di Mann era Samuele Barratt e noi citiamo: “In aritmetica lui era un idiota. Non
poteva recitare a memoria la tabellina e non poteva dire l'ora di giorno dall'orologio... Sei
mesi dell'anno lui era un insegnante serio ed affidabile, non assaggiando niente di più forte
del tè, poi per altri sei mesi si diede ad un stato di ubriachezza bestiale. . . “
Dal 1840 ci fu una reazione, ed il sistema guardare-dire fu lasciato cadere in Massachusetts.
Il Secondo Tentativo
Verso la fine del 19 secolo l'Ordine entrò in scena - ed il metodo guardare-dire fu rianimato.
Il figlio più giovane di Tommaso Hopkins e Sophia Gallaudet era Edward Miner Gallaudet.
Due dei suoi figli andarono a Yale e divennero membri dell'Ordine:
• Edson Fessenden Gallaudet (93) che divenne un insegnante di fisica a Yale e
• Herbert Draper Gallaudet (98) che frequentò l'Union Theological Seminary e divenne un
ecclesiastico.
Poi il metodo fu adottato dall'università per Insegnanti in Columbia e dalla Lincoln School.
La spinta del nuovo sistema di istruzione ispirato a Dewey era lontano dall'insegnare e
vicino a preparare un bambino ad essere un'unità nella società organica. Guardare-dire era
ideale per i Deweyiani. Ignorò un passo nel processo di cultura.
Sembrò “facile”, e de-enfatizzò le abilità di lettura.
Il sistema educativo razionalizzato del guardare-dire si è imposto fin dall'inizio del secolo di
insegnare a leggere con metodi “sintetici”, per es., i bambini hanno imparato le lettere ed un
suono associato. Poi loro impararono a congiungere le sillabe per fare parole. Questo fu
ritenuto essere non interessante ed artificiale. La nuova forma educativa, dimostrò che la
lettura delle parole non è analizzata nella lettera ma considerando la parola come unità
completa. Perciò, per imparare a leggere si dovrebbe cominciare con unità complete.

Istruzione

C'è chiaramente, un gigantesco non-sequitur in questo processo. Certamente un lettore


bravo considera parole unità complete. Ed un lettore più bravo vede linee e paragrafi ad un
sguardo. Ma l'accuratezza di percepire l'intero è basata sul grado di capire e di conoscenza
delle parti del componente.
Il sistema educativo discute oggi negli anni ottanta che, basato su un ulteriore test
sperimentale, è più facile per un bambino leggere la riga “il razzo sparato nello spazio” che
“il gatto sedette sulla stuoia.” La prima linea ha struttura visuale e contrastante e la seconda
ha un modello visuale simile.”
Ciò che hanno fatto è fare una montagna da un cumulo di terra, convertire il relativamente
semplice compito di imparare a leggere in un inutile sistema complesso.
Perché? Vediamo come va avanti la storia.
Come bambini sono istruiti a leggere - e perché loro non possono farlo.

Memorandum numero tre: Il Collegamento agli Illuminati


Noi abbiamo bisogno di tracciare tre linee storiche nell'istruzione moderna: il primo al quale
abbiamo guardato, lo sviluppo del metodo per leggere del guardare-dire , il suo abbandono e
più tardi la sua adozione circa all'inizio del XX° secolo.
Un'altra linea è l'importazione della psicologia sperimentale di Wilhelm Wundt negli Stati
Uniti dall'Ordine. Questo lo esamineremo nel Memorandum Numero Quattro.
Per il momento vogliamo tracciare brevemente l'influenza di Johann Friedrich Herbart, un
filosofo tedesco del primi anni del XIX° secolo. C'era un tempo negli Stati Uniti una
National Herbart Society per lo Studio Scientifico dell'istruzione per adattare i principi di
Herbart all'istruzione americana. Più tardi, questa divenne la National Society per lo studio
dell'istruzione. Oggi non si sente molto su Johann Herbart , ma la sua influenza sopravvive
nei così detti “arricchiti” curricula di scuola e nella corrente metodologia istruttiva.
Il nostro scopo in questo memorandum è duplice: mostrare gli aspetti hegeliani della teoria
di Herbart e tracciare il collegamento agli Illuminati. Non c'è collegamento diretto
all'Ordine. In un libro susseguente, comunque collegheremo l'Ordine agli Illuminati e questa
sezione sarà trattata poi in un luogo logico.
Herbart era un teorico istruttivo così come filosofo e psicologo, ed influenzò fortemente
Wilhelm Wundt. Per Herbart, l'istruzione doveva essere presentata in una maniera
scientificamente corretta, e lo scopo principale dell'istruzione per Herbart è preparare il
bambino a propri a vivere nell'ordine sociale del quale lui è una parte integrante. Di seguito
per Hegel, l'individuo non è importante. Il mero sviluppo del talento individuale, della
appropriatezza individuale, del potere mentale e della conoscenza non è per lui lo scopo
dell'istruzione.
Lo scopo è sviluppare un carattere personale e la moralità sociale, ed il più importante
compito dell'educatore è analizzare le attività ed i doveri degli uomini all'interno della
società. La funzione dell'istruzione è adempiere a questi scopi ed impartire all'individuo le
idee socialmente desiderabili. La moralità per Herbart, perciò è quella che è buona per la
società, seguendo la teoria hegeliana. Gli herbartiani favoriscono un raggruppamento di
argomenti circa un tema centrale, per es. il raggruppamento della storia, scienza sociale e la
letteratura inglese. Questo abilita l'insegnante a sfoderare più facilmente quelle nozioni utili
all'obiettivo.
Tutte queste idee che noi possiamo riconoscere nella filosofia istruttiva di oggi entrarono in
istruzione americana attraverso i gruppi di Herbart.
Il Collegamento agli Illuminati

Johann Herbart studiò all'Università di Jena, e subì l'influenza di Johann


Herder, Friedrich Schiller, Johann Fichte e Johann Goethe. In Svizzera, Herbart entrò più
tardi, in contatto con Johann Pestalozzi.
Quello che è interessante su questi nomi, oltre a riassumere la più importante influenza su
Herbart, è che loro o sono conosciuti come membri degli Illuminati o considerati essere
vicini all'Ordine degli Illuminati.
Prendiamo ogni nome a turno:
• Johann Gottried Herder (1744-1803) era il “pontefice di Damasco” tra gli Illuminati.
• Johann Fichte, lo abbiamo già notato nel volume precedente, era stato vicino agli Illuminati
ed spinto da Goethe (“Abaris”) per il posto all'università di Jena, dove Johann Herbart stava
studiando.
• Friedrich Schiller (1759-1805) era conosciuto nella cerchia ma non registrato come un
membro degli Illuminati.
• Johann Wolfgang Goethe (1749-1832) era “Abaris” negli Illuminati.

Abbiamo anche un collegamento più preciso per un altro Illuminato prominente, Johann
Heinrich Pestalozzi (1746-1827), un insegnante svizzero di non molta rinomanza che viveva
ad Interlaken, e noto come “Alfred” nel codice degli Illuminati.
Prima che Herbart completò il suo dottorato, solo dopo l'inizio del 19° secolo lui passò tre
anni ad Interlaken in Svizzera. Non potendo conoscere direttamente Pestalozzi vi arrivò
attraverso un libro alle teorie istruttive di Pestalozzi molte delle quali cancellate su Herbart.
Il libro è Pestalozzi's Idee Eines ABC Der Anschaung Untersucht Und Wissenschaftlich
Asugefuhrt (l'idea di Pestalozzi di un ABC dell'impronta del senso). Questo libro è stato
tradotto e noi riproduciamo una copia del titolo di una pagina dell'edizione di New York del
1896. Questo non è insignificante. È un commento da una persona influente l'istruzione di
oggi tratto da un libro degli Illuminati.

Perché il collegamento agli Illuminati è significativo?

L'ordine degli Illuminati fu fondato il 1 maggio 1776 dal prof. Adam


Weishaupt dell'università di Ingolstadt. Era una società segreta, ma nel 1785 e nel 1787
molti plichi di documenti interni arrivarono al Governo Bavarese. L'investigazione
susseguente determinò che lo scopo degli Illuminati era la dominazione del mondo, usando
ogni metodo per raggiungere l'obiettivo, il fine giustifica i mezzi, sempre. Era anti cristiano,
anche se ecclesiastici furono trovati nell'organizzazione. Ogni membro aveva un
pseudonimo per nascondere la sua identità.
Il senso per questo studio è che i metodi ed gli obiettivi sono paralleli a quelli dell'Ordine.
Infatti, l'infiltrazione degli Illuminati nella Nuova Inghilterra è conosciuta e sarà il tema di
un prossimo volume.
Quindi per quanto detto sull'educazione, l'obiettivo degli Illuminati era come segue:
“Noi dobbiamo vincere le persone comuni in ogni angolo. Questo sarà ottenuto
principalmente per mezzo delle scuole, e da un comportamento aperto, cordiale, manifesto,
condiscendente, popolare e tollerante dei loro pregiudizi che noi estirperemo con il tempo e
lo disperderemo.”
Come Rosenbaum ha indicato nel suo articolo dello “Esquire”, la cerimonia degli Illuminati
assomiglia a quella dell'Ordine. Per esempio, John Robison in “Prove di una Cospirazione”:
“Il candidato è presentato alla cerimonia d'ingresso come uno schiavo; ed è richiesto a lui ciò
che l'ha portato a questa tra la più misera di tutte le condizioni. Lui risponde - la società - lo
stato - la sottomissione - la religione falsa. Un scheletro è indicato a lui, ai piedi del quale è
posta una corona ed una spada. Gli viene chiesto se quello è uno scheletro di un re, di un
nobile o di un mendicante.
Dato che lui non può saperlo, il Presidente della riunione dice a lui, “la caratteristica di
essere un uomo è solo quella che lo è per importanza”. In conclusione, finalmente possiamo
tracciare, la fondazione di tre società segrete, le tre società segrete più influenti che noi
conosciamo vicine alle Università. L'ordine degli Illuminati fu fondato all'Università di
Ingolstadt. The Group fu fondato al All Souls College , Università di Oxford in Inghilterra e
l'Ordine fu fondato all'Università di Yale negli Stati Uniti.
Il paradosso è che istituzioni dedicate apparentemente alla ricerca della verità e della libertà
hanno partorito istituzioni dedicate all'asservimento del mondo.

Memorandum numero quattro: The Leipzig Connection*


Il collegamento tra la psicologia sperimentale tedesca ed il sistema istruttivo americano
passa attraverso lo psicologo americano G. Stanley Hall, a suo tempo probabilmente il primo
critico educativo negli U. S. A.
La famiglia Hall è scozzese ed inglese e risale al 1630, ma Hall non era un laureato di Yale,
e a prima vista non c'è collegamento tra Hall e l'Ordine.
D'altra parte Hall è un buon esempio di chi nella vita ha svolte notevoli e non casuali, noi
troviamo l'Ordine che guida con la sua mano. Il dettaglio successivo è importante per
collegare Hall con l'Ordine. È una questione aperta quanto Hall seppe, se lui sapesse niente
sull'Ordine ed i suoi obiettivi.
Dopo la laurea all'Università di Williams, Hall passò un anno all'Union Theological
Seminary, New York. I nostri libri degli “Indirizzi” per l'Ordine non danno le affiliazioni
degli ecclesiastici che celebrano il ministero come loro occupazione. Noi sappiamo che il
Rev. Henry Sloane Coffin (97) era professore associato della Teologia Pratica all'Union
Theological dal 1904 al1926 e Presidente dal 1926 al 1945, ma noi non possiamo
rintracciare membri all'Union Theological prima del 1904.
Fortunatamente, Hall era un egocentrico e scrisse due autobiografie lunghe, tediose:
“Ricreazioni di uno psicologo” e “Vita e confessioni di uno psicologo”. Questo è come Hall
descrisse la sua entrata all'Union nel secondo libro (pag. 177-8):
“Essendo convalescente da un attacco severo di febbre tifoidea l'estate dopo la laurea ed
ancora essendo molto incerto su ciò che io sarei stato e avrei fatto nel mondo, entrai al
Seminario dell'Unione Teologica nel settembre 1867.”
Più tardi Hall aggiunge, “L'uomo a cui devo molto di più in questo gruppo fu Henry B.
Smith, uno studioso preparato straniero versato più o meno non solo in teologia sistematica
di cui era esperto ma in filosofia antica e moderna sulle quali lui tenne alcune conferenze
fuori del corso. Solo in lui io vidi socialmente qualche cosa. Lui forse mi faceva il più
grande servizio intellettuale un solo uomo può ricambiare un altro suggerendo solo la lettura
corretta nei tempi corretti. Anche lui, vedendo la mia tendenza mi consigliò di andare in
Europa.”
*The Leipzig Connection è il titolo di un piccolo libretto eccellente di Lance J. Klass e Paoli Lionni, pubblicati da the
Delphian press. Route 2, Box 195, Sheridan Oregon 97378 ($4 00 postpaid), Il libro uscì nel 1967 ed è stato il primo a
fare il collegamento a Wundt. Ha più dettagli su Wundt che questo memorandum, ma, chiaramente, non si preoccupa
dell'Ordine.
Il Rev. Henry Boynton Smith citato da Hall era professore di Storia della Chiesa all'Union
Seminary dal 1850 al 1874, e nell'ala “liberale” della Chiesa presbiteriana, lui compilò la
Revisione Teologica dal 1859 al 1874 e tradusse molti lavori teologici tedeschi. Smith non
era un membro dell'Ordine.
Come faceva Hall, se diceva di essere senza soldi, ad andare da New York all'Europa,
specificamente in Germania?
Ecco la storia interessante. Qualcuno che lui non conobbe (ma che oggi noi possiamo far
risalire all'Ordine) gli diede $ 1,000 - molti soldi in quei tempi. Ecco come accadde. Mentre
predicava in Pennsylvania nel 1868, Hall ricevette una lettera dal Rev. Henry Ward Beecher
di cui aveva frequentato la chiesa a New York: “.... chiedendomi di chiamarlo. Io
immediatamente presi il treno e Beecher mi disse che attraverso i Manns (amici) lui aveva
appreso che io desiderai studiare filosofia in Germania ma mi mancavano i mezzi. . . (lui)
mi diede una nota sigillata del magnate del legname Henry Sage, il benefattore di Cornell
che io presentai al suo ufficio senza sapere i suoi contenuti. Con mio stupore, dopo aver
aggrottato le ciglia ed un commento sul risultato che il suo pastore ottenne delle libertà
sorprendenti col suo denaro, lui mi diede un assegno di mille dollari. Prendendo la mia nota
per rimborsarlo con gli interessi, lui mi disse di navigare per la Germania il prossimo
giorno”(Confessions, p. 182).
Chi era il magnate del legname “Henry Sage, il benefattore di Cornell”? La famiglia Sage
aveva molti “Henrys” coinvolti con Yale e le Università di Cornell in quei giorni. Il “Henry
Sage” citato probabilmente è William Henry Sage (1844-1924) chi si laureò a Yale nel 1865
e poi entrò nella società di legname di famiglia, H.W. Sage & Company a New York. Enrico
Sage era un membro di Scroll & Key - la Società sorella maggiore della Skull & Bones a
Yale. Inoltre, due dei nipoti dell'Henry Sage erano nell'Ordine, ma bene dopo il 1868:
• Dean Sage (97)
• Henry Manning Sage (90)
Ambo i Sage entrarono negli affari della ditta di legname di famiglia, e poi cambiato il nome
in Land & Lumber Sage .
In breve: i fondi per far arrivare Hall in Germania sul suo primo viaggio vennero da un
membro della Scroll & Key, i.e., Henry Sage, mentre i due nipoti di Sage si unirono più tardi
all'Ordine.
Hall studiò filosofia all'Università di Berlino per due anni sotto lo Hegelians Trendelenberg
in Germania, (anche Gilman dell'Ordine studiò sotto Trendelenberg) e Lepsius. C'erano a
questo punto pochi studenti americani a Berlino. Così pochi che il Ministro americano
George Bancroft poteva intrattenerli all'Ambasciata Americana per incontrare il Cancelliere
tedesco von Bismarck.

Hall all'Università di Antioch

Hall ritornò negli Stati Uniti dalla Germania nel 1871 come stabilito o per caso lui si trovò
sotto l'ala dell'Ordine. Di nuovo, il dettaglio è importante. Ci sono immediatamente due
versioni della vita di Hall dopo essere ritornato dal primo viaggio in Germania. Divenne
tutore per i Seligman famiglia di banchieri a New York secondo le “Confessions” di Hall, e
fu contattato poi da James K. Hosmer, Professore all'università di Antioch, Yellow Springs,
Ohio. Hosmer chiese, e questo è molto insolito, se a Hall piacesse il suo posto professorale
ad Antioch. Sala disse, “io accettai” volentieri.
C'è un'altra versione in Cyclopaedia Nazionale di Biografia americana che afferma, “Nel
1872 lui (Hall) accettò una cattedra all'università di Antioch, Ohio che precedentemente era
stata tenuto da Horace Mann.”
In ogni caso Hall andò ad Antioch, un'università Unitaria e “liberale” con una prospettiva
più che “liberale” dell'istruzione. Ed all'Università di Antioch, G. Stanley Hall era al centro
dell'Ordine.
Horace Mann che noi incontrammo nel Memorandum Due come il promotore del sistema di
lettura “guardare-dire”, era il primo Presidente di Antioch (1853-1860). L'amministratore più
prominente dell'Università di Antioch non era nessuno altro che il co-fondatore dell'Ordine,
Alphonso Taft. Secondo quanto dice Hall, “(io) passavo occasionalmente la domenica con i
Taft. L'ex-presidente Taft era poi il figlio e suo padre, Judge Alonzo (sic) Taft era un
amministratore dell'università” di Antioch (Confessions, p. 201).

In breve, mentre era all'Università di Antioch ad Yellow Springs, Ohio, Hall venne
influenzato da quattro gruppi:
(1) la leggenda di Horace Mann, un eroe del movimento di istruzione moderna.
(2) la Chiesa Unitaria che descriveremo più tardi,
(3) un gruppo di discussione hegeliano comprendente un gruppo della sinistra hegeliana
(4) il co-fondatore dell'Ordine, Alphonso Taft. E Hall conobbe William Howard Taft, anche
egli un membro dell'Ordine (78) e Presidente futuro della Corta Suprema degli Stati Uniti.
Hall stette quattro anni ad Antioch, poi partì di nuovo per l'Europa, mentre Alphonso Taft
andò a Washington, D.C. come Ministro della Guerra poi come ministro della giustizia
nell'amministrazione Grant.

Hall fece una sosta in Inghilterra e poi andò in Germania, a Leipzig da Wilhelm Wundt. Lui
fu il primo tra una dozzina di americani a ricevere un dottorato in psicologia (un campo
nuovo) sotto Wundt.

L'influenza hegeliana su Hall

Quindi tra il 1870 ed il 1882, un periodo di dodici anni, Hall passò sei anni in Germania.
Come egli stesso commentò,
“Io non so di alcun altro studente americano che sia entrato in contatto con queste materie
( filosofia e psicologia), anche se lo sfacciato contatto personale è stato la mia fortuna per
godere con Hartmann e Fechner, né di alcun psicologo che avesse l'esperienza per tentare un
lavoro sperimentale con Helmholtz ed io penso di essere il primo americano alunno di
Wundt. I dodici anni inclusi in questo periodo, più di alcun altro lasso di tempo, segnarono
e diedero la direzione alla psicologia moderna. . . “
Chi erano questi quattro filosofi tedeschi che così influenzò Stanley Hall?
Von di Eduard Hartmann (1842-1906), un filosofo prominente. Le prospettive di Hartmann
sui diritti individuali sono completamente contrarie alle nostre, ad es., “Il principio della
libertà è negativo. . . in ogni reparto della vita, salvo per la religione, la coercizione è
necessaria... ciò della quale hanno bisogno tutti gli uomini è la tirannia razionale, se li
contiene solamente ad uno sviluppo controllato, secondo le leggi di loro propria natura.”
Non c'è troppo la differenza tra Hegel e Hartmann sull'idea di progresso sociale.
La libertà individuale non è accettabile a questi filosofi, gli uomini devono essere guidati da
“tirannia razionale.”
Gustav Theodor Fechner (1801-1887). Fechner provò antipatia per Hegel del quale disse
uomini disimparati “per pensare.” Fechner fu interessato principalmente nella
parapsicologia:

“. . lui fu attirato particolarmente alle regioni inesplorate dell'anima e così lui divenne
interessato nel sonnambulismo, frequentò riunioni quando entrò in voga il picchiare sulla
tavola.”
Herman L. von F. Helmholtz (1821-1894) era indubbiamente il più grande scienziato della
Germania nel 19° secolo ed era radicato in Kant, il predecessore di Hegel.
Per Helmholtz:
“Il mondo assennato è un prodotto dell'interazione tra l'organismo umano ed una
realtà ignota. Il mondo dell'esperienza è determinato da questa interazione ma l'organismo
stesso è solamente un oggetto di esperimenti e sarà capito da psicologia e dalla fisiologia.”
Wilhelm Maximilian Wundt

Wilhelm Wundt (1832-1920), Professore di filosofia all'università di Leipzig, ebbe


indubbiamente l'influenza maggiore su G. Stanley Hall. Elementi pratici dell'istruzione
moderna dalla teoria sociale hegeliana combinata con la psicologia sperimentale di Wilhelm
Wundt. Mentre Karl Marx e von Bismarck applicarono la teoria di Hegel al campo politico,
era Wilhelm Wundt, influenzato da Johann Herbart che applicò Hegel nella scuola che a
turno, fu raccolta da Hall e John Dewey e dai teorici dell'istruzione moderna negli Stati
Uniti.
Wilhelm Maximilian Wundt nacque il 16 agosto 1832 a Neckarau, un sobborgo di
Mannheim, Germania. Il suo padre Maximilian (1787-1846) era ministro. Il nonno di
Wundt sul lato paterno è di significante interesse: Kirchenrat Karl Kasimir Wundt (1744-84)
era professore all'Università di Heidelberg in storia e geografia del Baden e pastore della
chiesa a Wieblingen, una piccola città vicina.
Documenti dell'ordine degli Illuminati mostrano che “Raphael” negli Illuminati è
identificato come questo stesso professore Karl Kasimir Wundt ed è riferito nel Rapporto
Provinciale degli Illuminati di Utica (i.e., Heidelberg) datato settembre 1782.
L'opera magna di Wilhelm Wundt, Volkerpsychologie, è anche oggi un libro raccomandato
da Internationales Freimaurer Lexikon (pagina 50).
Collegamenti storici a parte, Wundt è importante nella storia dell'istruzione americana per le
ragioni seguenti:
(1) lui stabilì nel 1875 il primo laboratorio del mondo in psicologia sperimentale per
misurare le risposte individuali agli stimoli.

Richard van Dulman, Der Geheimbund Der Illuminaten (Stuttgart, 1977 p. 269).

(2) Wundt credè che l'uomo è solamente la sommatoria della sua esperienza, gli stimoli che
nascono su lui. Segue da questo che, per Wundt, l'uomo non ha, per se stesso la volontà, la
determinazione. L'uomo è in effetti solamente prigioniero delle sue esperienze, una pedina
che ha bisogno di guida.
(3) Studenti dall'Europa e dagli Stati Uniti andarono a Leipzig ad imparare da Wundt la
scienza nuova della psicologia sperimentale. Questi studenti ritornarono alle loro terre natie
a fondare scuole o dipartimenti della psicologia, ed addestrarono centinaia di laureati nel
campo nuovo della psicologia. Il centro del nostro problema è che il lavoro di quel Wundt fu
basato sulla teoria filosofica hegeliana e fu riflessa la considerazione hegeliana
dell'individuo come un ingranaggio senza valore nello Stato, una considerazione espansa da
Wundt per includere l'uomo come nulla più che un animale influenzato solamente da
esperienze quotidiane. Questa visione Wundtiana del mondo fu portata da Leipzig negli Stati
Uniti da G. Stanley Hall e da altri americani e fu portata a termine ciò che è conosciuto fra
gli psicologi come “L'Americanizzazione di Wundt.”
Anche se Hall fu sopratutto psicologo ed insegnante, le sue idee politiche erano in parte
Marxiste, come Hall stesso scrive: “. . (Io) avevo lottato con Karl Marx e quasi accettai
quello che capii di lui”
(Le confessioni, p. 222).
Nel prossimo Memorandum, numero cinque, collegheremo Hall con Gilman e analizzeremo
la loro influenza sull'istruzione americana.
Memorandum Numero Cinque: Lo Schema di Baltimora
Mentre G. Stanley Hall era a Leipzig lavorando con Wilhelm Wundt, il trio rivoluzionario
Gilman - Dwight-White stava portando acqua al proprio mulino- e l'Ordine si scontrò con la
sua prima opposizione organizzata.
La protesta dei “neutrali” a Yale non aveva nessuna speranza di vincere. Anche sotto
Presidente indipendente Noah Portee negli anni 1870- 80, l'Ordine aveva l'Università di Yale
sotto il suo controllo. Ma mentre gli studenti di Yale stavano guardando, protestando e
scrivendo cattivi versi, Daniel Gilman fuggì all'opposizione 3000 miglia lontano - e se i
leader di questa rivoluzione avessero conosciuto la storia che stiamo narrando qui, è
probabile che loro avrebbero fermato l'Ordine, morto nei suoi luoghi. Nel 1867 Daniel
Gilman ricevette un'offerta come Presidente dell'Università del Wisconsin. Questa offerta
lui la declinò. Nel 1872 a Gilman fu offerta la Presidenza all'Università della California di
recente formazione.
Questa offerta fu accettata. In California Gilman trovò un nido di calabroni politici. Da anni
là stava aumentando la preoccupazione popolare sui monopoli della ferrovia, sussidi statali
alle ferrovie e - abbastanza stranamente - il Decreto Morrill che diede concessioni di terra
federali alle università agricole e scientifiche. Il lettore ricorderà quella del Connecticut e a
New York, l'Ordine aveva afferrato tutte le quote statali per Yale e
Cornell rispettivamente. I californiani credevano che l'Università della California,
un'università nata con concessioni territoriali, dovesse insegnare agricoltura e scienza,
mentre Gilman aveva le idee diverse. L'inquietudine per la corruzione, inclusa la corruzione
fra l'università di California Regents e le ferrovie (nelle quali i membri dell'Ordine avevano
interessi molto estesi), condusse alla formazione di un nuovo partito politico della
California. Nel 1873 il partito era noto come i Protettori dell'Agricoltura o i Grangers. Poi
membri del Partito Repubblicano ne uscirono fuori e si congiunsero con i Grangers per
formare il Partito del popolo indipendente (conosciuto anche come il Partito di Dolly
Varden). Loro raggiunsero una vittoria decisiva nelle elezioni del 1873 in California e ricorsi
successivi fatti dai Grangers, un ricorso fu spedito all'assemblea Legislativa riguardo ad una
operazione dell'Università della California sotto Daniele Gilman.
In quel periodo Henry George era redattore del San Francisco Daily Evening Post e George
usò le sue considerevoli abilità giornalistiche per attaccare l'Università, i Reggenti, Gilman,
e le concessioni di terra.
Anche se Henry George sia noto come un socialista, noi lo classifichiamo come un socialista
indipendente, non parte dello spettro hegeliano destra-sinistra. Il suo obiettivo principale era
il monopolio della terra, mentre il socialismo “scientifico” hegeliano di Karl Marx è atto a
stabilire monopoli di qualsiasi genere sotto il controllo dello Stato, seguendo la teoria di
Hegel della supremazia dello Stato.
Questo furore populista spaventò Gilman, come lui ammette liberamente:
“. . ci sono pericoli qui che non potevo prevedere. . . . I pericoli sono stati aggirati questo
anno ma chi può dire quello che succederà fra due anni da adesso”? Sento che noi stiamo
costruendo una struttura superiore ma rimane su un base di polvere che può volar via ogni
giorno. Tutte queste condizioni mi riempono di perplessità.”
Leggendo tra le righe, Daniel Gilman non era troppo ansioso per l'ovest populista. Lui ebbe
bisogno di una base più stabile dove giornalisti curiosi e statisti indipendenti potessero
essere portati via. E questa base si presentò nello “schema di Baltimora”.
Daniel Gilman diventa presidente della John Hopkins University

John Hopkins, un ricco commerciante di Baltimora lasciò la sua fortuna per fondare una
Università (la prima negli Stati Uniti sul modello tedesco) ed una scuola medica. Gli
amministratori della Hopkins erano tutti gli amici che vissero a Baltimora. Come giunsero a
selezionare Daniel Coit Gilman come presidente della nuova Università?
Nel 1874 gli amministratori invitarono tre presidenti di università a Baltimora e per discutere
sulla scelta di un presidente. Questi erano Charles W. Eliot di Harvard, Andrew Dickson
White di Cornell e James B. Angell del Michigan. Solamente Andrew Dickson White era
nell'Ordine. Dopo essersi incontrato indipendentemente con ognuno di questi presidenti e
una mezza dozzina di amministratori viaggiò in molte Università americane in ricerca di
ulteriori informazioni ed Andrew D.White lo accompagnò in giro. Il risultato è nelle parole
di James Angell:
“Ed ora io ho questa asserzione straordinaria da fare a lei, che senza la minima discussione
tra noi tre, noi tutti scrivemmo lettere che dicono loro che l'uomo in questione era Daniel C.
Gilman della California”.
La verità non solo è quel Gilman seppe quello che stava succedendo a Baltimora, ma era in
comunicazione con Andrew White sullo schema di Baltimora, come loro lo chiamarono.
In una lettera del 5 aprile 1874, Gilman scrisse come segue ad Andrew D.White
“non potevo arrivare ad alcuna proposta nuova senza discuterne con alcuni dei miei amici di
famiglia, ed io non mi sono sentito libero di fare così. Io confesso che lo schema Baltimora
mi è stato suggerito spesso, ma io non ho relazioni personali da quelle parti”.

Ecco il punto interessante: la base nominata da John Hopkins per fondare un'università non
fu adottata attraverso le leggi e comitati nominati non prima di quattro settimane da questa
lettera, il 7 marzo 1874. Ancora Gilman ci dice “lo schema di Baltimora a suo tempo mi è
stato suggerito...”
In breve: Gilman seppe quello che stava accadendo a Baltimoraprima che il suo nome fosse
stato presentato agli Amministratori! Gilman divenne Presidente della John Hopkins
University e si mise rapidamente a lavorare.
La John Hopkins fu voluta sostanzialmente sia per farne una Università sia una scuola di
medicina. Il Dott. William H. Welch (70), un amico membro dell'Ordine, fu portato da
Gilman per dirigere la scuola medica. (Welch fu Presidente del Consiglio di
amministrazione del Rockefeller Institute per la Ricerca Medica per quasi 25 anni, 1910-
1934. Esamineremo ciò più tardi su quando analizzeremo come l'Ordine arrivo a controllare
la medicina). Per il momento ritorniamo a G.Stanley Hall che era a Leipzig mentre la John
Hopkins stava acquisendo il suo nuovo presidente.

Gilman da inizio alla rivoluzione nel sistema scolastico americano

Quando ritornò negli Stati Uniti Hall si sentiva un pò giù: “Io ritornai a casa, di nuovo in
basso a causa dei debiti e senza prospettive, presi un piccolo appartamento alla periferia di
Somerville, dove i miei due bambini nacquero, ed aspettai, sperai e lavorai. Il Presidente
Eliot (dell'Università di Harvard) una mattina di mercoledì cavalcò fino a casa, bussò sulla
porta senza smontare dal suo cavallo e chiese a me di cominciare il sabato successivo un
corso sull'istruzione. . . “
Come Hall narra, lui aveva un pubblico “molto attento” per queste conferenze. Qualche anno
più tardi “Nel 1881 fui sorpreso , ed assai contento di ricevere un invito dalla John Hopkins
University, poi di essere al centro dell'attenzione di aspiranti professori, portare avanti un
corso di dodici lezioni semi-pubbliche sulla psicologia.”
Alla fine della serie di lezioni, Gilman offrì la cattedra di professore di Psicologia e
Pedagogia a Hall. Questo confuse Hall perché altri alla John Hopkins erano più “vecchi ed
abili” di lui e “Perché la nomina, per la quale tutti erano stati contro di me, non ero mai stato
capace di capire il motivo se non perché il mio punto di vista fosse un poco più d'accordo
con gli ideali che prevalsero poi là”.
A Hall fu dato un laboratorio psicologico, mille dollari per anno di attrezzatura e, con
l'incoraggiamento di Gilman, fondò Il giornale americano di Psicologia.
E Hall cosa insegnò? Di nuovo dalle stesse proprie parole:
“La psicologia che io ho insegnato era quasi completamente sperimentale e coperta dal
materiale nel quale Wundt avrebbe esposto in gran parte più avanti e in una più grande
edizione la Psicologia Fisiologica”.
Il resto è conosciuto. La tabella dimostra come studenti da Wundt e Hall si allargarono a
ventaglio attraverso gli Stati Uniti, stabilirono dipartimenti di psicologia e sul sistema
scolastico;
117 laboratori psicologici solo nel periodo fino al 1930. Prominenti fra questi studenti
furono John Dewey, J.M. Cattell ed E.L. Thorndike - tutti parte della fondazione
dell'Università di Insegnanti della Columbia e della scuola di Istruzione di Chicago - le due
fonti dell'istruzione americana e moderna.
Le loro attività possono essere misurate dal numero di dottorati nella psicologia istruttiva e
nella psicologia sperimentale fino al 1948. L'elenco seguente include psicologi addestrati in
Germania sotto Wilhelm Wundt prima del 1900, ed il numero di dottorati che loro a turno
concessero fino al 1948:
American students of Career At Number of Doctorates
teaching at U.S. University They Awarded up to 1948

G. Stanley Hall Johns Hopkins and 149 doctorates


Clark University ;
J. McKeen Cattell Columbia University 344 doctorates
E. W . Scripture Yale University 138 doctorates
E.B. Titchener Cornell University 112 doctorates
H. Gale Minnesota University 123 doctorates
G.T.W. Patrick Iowa University 269 doctorates
C.H. Judd University of Chicago 196 doctorates

Di questi solamente E.B. Titchener a Cornell potrebbe essere chiamato un critico della
scuola di Wundt di psicologia sperimentale. Il resto seguì la linea maestra: una fusione della
filosofia di Hegel e della psicologia animale di Wundt.
Quindi dal seme di soia di Daniel Coit Gilman alla John Hopkins crebbe la rete enorme di
che collega le scuole e i dipartimenti di psicologia che domina l'istruzione oggi.
Memorandum Numero Sei: la troika allarga le sue ali
Alla del secolo l'Ordine aveva fatto una penetrazione significativa nel sistema scolastico.
Utilizzando il potere dei membri in posizioni strategiche era capace di selezionare e
governare non-membri con filosofia simile e tratti di attivista.
Nel 1886 Timothy Dwight (l'Ordine) prendeva il posto dell'ultimo degli ecclesiastici
Presidenti di Yale, Noah Porter. Mai più Yale fu controllata così da lontano dall'Ordine.
Dwight fu seguito dal membro Artur T. Hadley (76). Andrew Dickson White fu Presidente
di Cornell ed si avvicendò come Ambasciatore Americano in Germania. Mentre a Berlino,
White si diede da fare come agente arruolante per l'Ordine. Non solo G. Stanley Hall venne
nella sua rete, ma anche Richard T. Ely, fondatore dell'Associazione Economica americana.
Daniel Gilman, come noi abbiamo notato nell'ultimo memorandum, era Presidente della
John Hopkins ed usò quella base per presentare la psicologia Wundtiana nel sistema
scolastico Americano. Dopo il pensionamento dalla John Hopkins, Gilman divenne il primo
Presidente dell'Istituto Carnegie di Washington, D.C.
La tabella sopra menzionata compendia i conseguimenti di questa troika straordinaria.
Ora vediamo come l'Ordine passò a campi più specializzati dell'istruzione, abbiamo bisogno
poi di esaminare come l'Ordine si comporta con John Dewey, la fonte della filosofia
istruttiva americana e moderna poi come l'Ordine diffuse Dewey in tutto il sistema.

Fondazione dell'Associazione Economica Americana

Le associazioni accademiche sono mezzi di condizionamento o anche controllo delle


accademie stesse. Anche se fanno un gran parlare della libertà accademica, loro sono
particolarmente suscettibili ai condizionamenti di gruppo. E se un accademico non riesce a
farsi sentire attraverso il suo gruppo, c'è sempre la minaccia di non prenderne possesso. In
altre parole, quello che è insegnato all'università è passato attraverso un setaccio. Il setaccio
è il conformismo della facoltà. In questo secolo quando facoltà sono diventate più grandi, il
conformismo non poteva essere imposto da un Presidente. E' stato imposto ugualmente bene
attraverso commissioni di facoltà e commissioni di pubblicazioni delle associazioni
accademiche.
Obiettivi raggiunti dalla Troika

Abbiamo già notato che il membro Andrew Dickson White fondò e fu il primo Presidente
dell'Associazione Storica Americana e perciò è stato in grado d'influenzare la costituzione e
la direzione dell'AHA.
Questo ha generato una storia ufficiale e ha assicurato quell'esistenza dell'Ordine che non è
mai bisbigliata neanche nei libri di storia, lasciata solo nei testi di scuola.
Un'associazione economica è significativa perché condiziona come persone che non sono
economisti debbano pensare circa ai meriti relativi alla libera impresa e alla pianificazione
di Stato. La pianificazione economica dello Stato è una parte essenziale del controllo politico
dello stesso. Il Laissez faire in economia è l'equivalente dell'individualismo nella politica. E
siccome il lettore non troverà mai alcuni plausi per il nono e decimo emendamento alla
Costituzione nella storia ufficiale, non troverà neanche plausi per la libera impresa.
La natura collettivista delle facoltà economiche presenti attualmente è stata generata
dall'Associazione Economica Americana sotto l'influenza dell'Ordine. Ci sono pochissimi
divulgatori della Scuola Austriaca di Economia nelle università americane oggi. Loro sono
stati sbattuti fuori come erbacce. Anche Ludwig von Mises, leader incontrastato della scuola
fu incapacitato a trovare un posto di insegnante negli Stati Uniti. Così anche per la libertà
nelle facoltà di economia. Se ne parla in modo duro della penetrante, attenuante, mano
dittatoriale dell'Associazione Economica Americana. E la mano del controllo, come
nell'Associazione Psicologica Americana e l'Associazione Storica Americana, ci riporta di
nuovo all'Ordine.
Il fondatore principale e primo segretario dell'Associazione Economica Americana era
Richard T. Ely. Chi era Ely?
Ely discese da Richard Ely di Plymouth, Inghilterra che si stabilì a Lyme, Connecticut nel
1660. Sul lato di sua nonna (e il lettore ha sentito questo prima per i membri dell'Ordine) Ely
discese dalla figlia del Rev. Thommas Hooker, fondatore di Hartford, Connecticut. Sul lato
paterno, Ely discese da Elder William Brewster della colonia di Plymouth.
Il primo diploma di Ely fu preso all'Università di Dartmouth. Nel 1876 lui andò
all'Università di Heidelberg e ricevette un dottorato nel 1879. Ely ritornò poi negli Stati
Uniti, ma come noi descriveremo più in là, già era stato notato dall'Ordine.
Quando Ely arrivò casa, Daniel Gilman invitò Ely a prendere la cattedra di Economia
Politica alla John Hopkins. Ely accettò e quasi nello stesso periodo Gilman nominò G.
Stanley Hall alla cattedra di Filosofia e Pedagogia e William Welch, un membro dell'Ordine
come abbiamo ancora da descrivere, a Preside della scuola medica John Hopkins.

Fortunatamente, Richard Ely era un egocentrico e lasciò un'autobiografia, La terra sotto i


nostri piedi che lui non dedicò a nessuno altro che a Daniel Coit Gilman (vedi illustrazione).
Poi alla pagina 54 di questa autobiografia c'è il sottotitolo “io trovo un amico inestimabile in
Andrew D. White.” Ed nel primo libro di Ely, il Socialismo francese e tedesco noi troviamo
quanto segue:
“La pubblicazione di questo volume è dovuta al consiglio amichevole dell'Onorevole
Andrew D. White, Presidente dell'università di Cornell un gentiluomo accanito nei suoi
sforzi di incoraggiare i giovani uomini e vivo ad ogni opportunità di parlare parole
appropriate di speranza e incoraggiamento. Come molti dei più giovani studiosi del nostro
paese, sono indebitato con lui più di quanto possa dire”.

Ely commenta anche che lui non ha potuto mai capire perché riceveva sempre il benvenuto
all'ambasciata Americana a Berlino, dall'Ambasciatore stesso. Ma il lettore probabilmente ha
indovinato quello che non seppe Ely - White era il reclutatore dell'Ordine a Berlino.
Ely cita le sue conversazioni con White, e fa un commento rivelatore: “Io fui interessato alla
sua psicologia ed al suo modo di lavorare abilmente con Ezra Cornell ed il Sig. Sage, un
benefattore ed uno degli amministratori dell'Università di Cornell”. Il lettore ricorderà che
era Henry Sage che offrì i primi fondi a G. Stanley Hall per studiare in Germania.
Poi Ely dice, “L'unico chiarimento che io posso dare per il suo interesse speciale in me
erano le idee nuove che io avevo sull'economia.” E quale era queste idee nuove? Ely rifiutò
le economie liberali classiche, incluso il libero commercio e osservò che il libero scambio
era “particolarmente disgustoso alla scuola tedesca di pensiero dalla quale io fui
entusiasmato così fortemente”. In altre parole, nel momento in cui G. Stanley Hall aveva
adottato in psicologia l'hegelianismo da Wundt, Ely adottò le idee di Hegel dal suo primo
insegnante Karl Knies all'Università di Heidelberg.

TO THE MEMORY OF
DANIEL COIT GILMAN
First President of Johns Hopkins University, creative genius in the field of
education; wise, inspiring and courageous chief under whom I had the good
fortune to begin my career and to whom I owe an inestimable debt of gratitude, I
dedicate this book.

Ed ambo gli americani erano raggiunti dall'attenzione vigile dell'Ordine. Il personale


dell'Ambasciata Americana a Berlino non capirono mai perché un giovane studente
americano, non impiegato all'ambasciata, fu assunto dall'ambasciatore White per fare un
studio della città di Berlino. Quello era il test per Ely, e lui lo passò a pieni voti. Come lui
dice, “era questo rapporto che mi servì per iniziare a prendere la mia strada e più tardi mi
aiutò a trovare un posto di insegnamento alla John Hopkins.”

Il resto è storia. Daniel Coit Gilman invitò Richard Ely alla John Hopkins University. Da là
Ely seguì a capeggiare il dipartimento di economia all'università del Wisconsin. Attraverso
l'abilità di influenzare la scelta del successore, l'università del Wisconsin è stata il centro di
economia politica fino ad oggi.
Prima che noi lasciamo Richard Ely noi dovremmo osservare quel finanziamento per
progetti all'università di Wisconsin che venne direttamente dall'Ordine - dal membro George
B. Cortelyou (13), Presidente della New York Life Insurance Company.
Ely ci dice anche dei suoi studenti, e fu affascinato specialmente da Woodrow Wilson: “Noi
sapemmo di avere in Wilson un uomo insolito. Non sarà difficile per lui avere un futuro
brillante.” E per quei lettori che stanno chiedendosi se il colonnello Edward Mandell House,
il confidente misterioso di Woodrow Wilson entrerà nella storia, la risposta è SI'! Lo fa, ma
non ancora. L'indizio è che il giovane Edward Mandell House andò alla scuola di
grammatica Hopkins, New Haven, Connecticut. House seppe dell'Ordine dai giorni di
scuola. Infatti uno dei compagni di classe più vicini ad House alla scuola Hopkins
era il membro Artur Twining Hadley (76) che fu Presidente dell'Università di Yale (1899 a
1921). Ed era Theodor Roosevelt che scoprì la filosofia nascosta di Hadley: “Anni più tardi
Theodor Roosevelt chiamerà Artur Hadley il suo amico anarchico e dirà che se le loro vere
idee fossero conosciute, loro sarebbero incompresi così che loro perderebbero i loro posti
come Presidente degli Stati Uniti e Presidente di Yale”.
Il romanzo di House, Philip Dru, fu scritto in New Haven, Connecticut ed in quei giorni
House era più vicino alla linea dell'Ordine di Taft che a Woodrow Wilson. Infatti House,
come noi vedremo più tardi, era il ragazzo messaggero dell'Ordine. House era anche una
specie di jolly perché parte della storia dell'Ordine è codificata all'interno di Philip Dru! Noi
non siamo sicuri se l'Ordine conosce la piccola birichinata di House. Sembra proprio che
House tenti di farne una sui possessori del potere.
Associazione Medica americana

Il suo dottore non conosce niente di nutrizione? Glielo chieda riservatamente e lui
probabilmente confesserà di aver seguito un unico corso di nutrizione. E c'è una ragione.
Tornando alla fine del 19° secolo la medicina americana era in un stato deplorabile. Al
Rockefeller General Education Board e all'Institute for Medical Research, furono dati fondi
per educare personale ospedaliero e sradicare delle malattie abbastanza orribili.
D'altra parte fu introdotta una medicina basata sulla chimica e la professione medica tagliò i
ponti con l'omeopatia. Le statistiche sul cancro vi dicono il resto.
Per il momento noi vogliamo solamente notare che l'impeto per riorganizzare l'istruzione
medica negli Stati Uniti venne da John D. Rockefeller, ma i fondi furono incalanati
attraverso un solo membro dell'Ordine.
Brevemente, la storia è questa. Un giorno nel 1912 Frederick T. Gates della Fondazione di
Rockefeller aveva un pranzo con Abraham Flexner dell'Istituto Carnegie. Gates disse a
Flexner: “Cosa farebbe se Lei avesse uno milione di dollari da spendere per riorganizzare
l'istruzione medica negli Stati Uniti? “1
Come riportato da Fosdick, questo è quello che accadde:
“L'ottusità era caratteristica del Sig. Gates, ma la domanda sul milione di dollari non andava
proprio d'accordo col suo solito approccio indiretto e cauto sullo spendere i soldi.
Comunque, la replica di Flexner sull'effetto che alcuni fondi - un milione di dollari o altro -
potessero essere spesi più proficuamente nello sviluppare la scuola medica John Hopkins,
colpì Gates che già era un amico ed ammiratore affezionato del Dott. William H. Welch, il
preside dell'istituzione.”
Welch era Presidente dell'Istituto Rockefeller per la ricerca medica dal 1901, ed un
amministratore dell'Istituto Carnegie dal 1906. William H. Welch era anche un membro
dell'Ordine ed era stato portato alla John Hopkins University da Daniel Coit Gilman.
1 Raymond D. Fosdick. ADVENTURE IN GIVING (Harper & Row. New York. 1962), p. 154.

Altre aree dell'istruzione

Noi dovremmo notare in conclusione le altre aree istruttive dove l'Ordine aveva la sua
influenza. In teologia noi già abbiamo notato che l'Ordine controllò il seminario dell'Unione
Teologica per molti anni, ed era forte all'interno della Scuola della Divinità di Yale.
La costituzione dell'UNESCO fu scritta largamente dall'Ordine, per es., il membro Archibald
MacLeish. E il membro William Chauvenet (1840) era “il maggior responsabile nella
fondazione dell'Accademia Navale su una solida base scientifica”. Chauvenet era direttore
dell'Osservatorio dell'accademia navale americana, Annapolis dal 1845 al 1859 e poi
divenne Cancelliere dell'università di Washington (1869).
Finalmente, un punto sulla metodologia. Il lettore ricorderà dal Memorandum Uno (Volume
Uno) che noi dibattemmo che la soluzione più “generale” ad un problema nella scienza è la
soluzione più accettabile. In breve, un'ipotesi utile è una che spiega più eventi. Facciamo una
pausa di un minuto e riflettiamo. Non stiamo sviluppando una teoria che include eventi
superficialmente distaccati e numerosi.
Per esempio, la fondazione della John Hopkins University, l'introduzione Wundtiana alla
metodologia istruttiva, una psicologo G. Stanley Hall, un economista Richard T. Ely un
statista Woodrow Wilson - ed ora abbiamo incluso tali eventi disparati come Colonnello
Edward House e l'Osservatorio Navale Americano. L'Ordine li collega tutti. . . . e molti
cento o mille altri eventi sono ancora da essere spiegati.
In ricerca quando una teoria che comincia a trovare un sostegno di questa natura penetrante
suggerisce che il lavoro è sulla pista corretta.
Quindi supponiamo un altro principio della metodologia scientifica. Come sappiamo
finalmente che la nostra ipotesi è valida? Se la nostra ipotesi è corretta, poi noi dovremmo
essere capaci non solo di predire la condotta futura dell'Ordine ma anche gli eventi dove
dobbiamo ancora fare della ricerca. Questo ancora è da venire. Comunque, il lettore curioso
può cercare di provarlo. Selezioni un evento storico notevole e cerchi la mano guida
dell'Ordine.

Members Of The Order In Education


(For Yale University see list at end of Memorandum Number One)

Name Date Initiated Affiliations

BURTT, Edwin A. 1915 Professor of Philosophy, University of


Chicago (1924-1931) and Cornell University (1931-1960)

ALEXANDER, Eben 1873 Professor of Greek and Minister to Greece (1893-97)

BLAKE, Eli Whitney 1857 Professor of Physics, Cornell (1868- 1870)


and Brown University (1870-95)

CAPRON, Samuel M. 1853 Not known

CHAUVENET, William 1840 U.S. Naval Academy (1845-59) and Chancellor


Washington University(1862-9)

COLTON, Henry M. 1848 Not known

COOKE, Francis J. 1933 New England Conservatory of Music

COOPER, Jacob 1852 Professor of Greek, Center College (1855-1866),


Rutgers University (1866-1904)
CUSHING, William 1872 Not known
CUSHMAN, Isaac LaFayette 1845 Not known
CUTLER, Carroll 1854 President, Western Reserve University (1871-1886)

DALY, Frederick J. 1911 Not known


DANIELS, Joseph L. 1860 Professor of Greek, Olivert College, and President
(1865-1904)
EMERSON,Joseph 1841 Professor of Greek, Beloit College
(1848-1888)
EMERSON, Samuel 1848 Not known

ESTILL, Joe G. 1891 Connecticut State Legislature (1932-1936)


EVANS, Evan W. 1851 Professor of Mathematics, Cornell University
(1868-1872)
EWELL, John L. 1865 Professor of Church History, Howard
University (1891-1910)
FEW SMITH, W. 1844 Not known

FISHER. Irving 1888 Professor of Political Economy, Yale (1893-1935)

FISK, F.W. 1849 President, Chicago Theological Seminary (1887-1900)

GREEN, James Payne 1857 Professor of Greek, Jefferson College(1857-59)


GRIGGS, John C. 1889 Vassar College (1897-1927)
GROVER, Thomas W. 1874 Not known

HALL, Edward T. 1941 St. Mark's School Southborough, Mass.

HARMAN, Archer 1913 St. Paul's School, Concord, N.H.

HARMAN, Archer, Jr. 1945 St. Paul's School, Concord. N.H.

HEBARD, Daniel 1860 Not known

HINCKS, John H. 1872 Professor of History, Atlanta University (1849 1894)

HINE, Charles D. 1871 Secretary, Connecticut State Board of Education (1883 1920)
H0LLISTER, Arthur N. 1858 Not known
HOPKINS, John M. 1900 Not known
HOXTON. Archibald R. 1939 Episcopal High School
HOYT, Joseph G. 1840 Chancellor, Washington University (1858-1862)
IVES, Chauncey B. 1928 Adirondack-Florida School
JOHNSON, Charles F. 1855 Professor of Mathematics, U.S. Naval Academy(1865-1870).
Trinity College (1884-1906)

JOHNSTON, Henry Phelps 1862 Professor of History, N.Y. City College(1883-1916)


J OHNSTON, William 1852 Professor of English Literature, Washington
& Lee (1867-1877) and Louisiana State University (1883-1889)
ONES, Theodore S. 1933 Institute of Contemporary Art
J UDSON, Isaac N. 1873 Not known

KELLOGG, Fred W. 1883 Not known


KIMBALL, John 1858 Not known
KINGSBURY, Howard T. 1926 Westminster School
KINNE, William 1948 Not known
K.APP, John M. 1936 Princeton University
KNOX, Hugh 1907 Not known
LEARNED, Dwight Whitney 1870 Professor of Church History, Doshiba College, Japan (1876- 1928)

McCLINTOCK, Norman 1891 Professor of Zoology,


University of Pittsburgh (1925-30), Rutgers (1932-6)

MACLEISH, Archibald 1915 Library of Congress (1939-1944), UNESCO, State Dept.,


OWI, Howard University

MACLEISH, William H. 1950 Not known


MACLELLAN, George B. 1858 Not known
MOORE, Eliakim H. 1883 Professor of Mathematics, University of Chicago (1892-1931)
MORSE, Sidney N. 1890 Not known
NICHOLS, Alfred B. 1880 Professor of German, Simmons College (1903-1911)
NORTON, William B. 1925 Professor of History, Boston Univ.OWEN, Edward T. 1872
Professor of French, University of Wisconsin (1879-1931)

PARSONS, Henry Mcl 1933 Columbia University


PERRY, David B. 1863 President, Douana College (1881-1912)
PINCKARD, Thomas C. 1848 Not known
POMEROY, John 1887 Professor of Law, University of Illinois (1910-1924)
POTWIN, Lemuel S. 1854 Professor, Western Reserve University (1871-1906)

REED, Harry L. 1889 President, Auburn Theological Seminary (1926-1939)


RICHARDSON, Rufus B. 1869 Director of American School of Classical Studies, Athens (1893-1903)
RUSSELL, William H. 1833 Collegiate School, Hartford

SEELY, Wm. W. 1862 Dean, Medical Faculty, University of Cincinnati (1881-1900)


SHIRLEY, A. 1869 Not known
SOUTHWORTH, George CS 1863 Bexley Theological Seminary (1888-1900)
SPRING, Andrew J. 1855 Not known
STAGG, Amos A. 1888 Director Physical Education, University of Chicago
STILLMAN, George S. 1935 St. Paul's School
SUTHERLAND, Richard O. 1931 Not known
THACHER, William L. 1887 Not known
TIGHE, Lawrence G. 1916 Treasurer of Yale
TWICHELL, Charles P. 1945 St. Louis Country Day School
TYLER, Charles M. 1855 Professor of History, Cornell University (1891-1903)
TYLER, Moses Coit 1857 Professor at Corneli (1867-1900)
VOGT, T.D. 1943 Not known
WALKER, Horace F. 1889 Not known

WATKINS, Charles L. 1908 Director, Phillips Art School


WHITE, John R. 1903 Not known
WHITNEY, Emerson C. 1851 Not known
WHITNEY, Joseph E. 1882 Not known
WILLIAMS, James W. 1908 Not known
WOOD, William C. 1868 Not known
YOUNG, Benham D. 1848 Not known
YARDLEY, Henry A. 1855 Berkeley Divinity School (1867-1882)

Memorandum Numero Sette: gli obiettivi dell'Ordine per l'istruzione


Possiamo già dedurre gli obiettivi dell'Ordine per l'istruzione dalle prove presentate ed
esaminando il lavoro e l'influenza di John Dewey, il creatore della teoria educativa moderna.
Come facciamo questo? Prima esaminiamo la relazione di Dewey con l'Ordine. Poi
compariamo la filosofia di Dewey con Hegel e con la filosofia e gli obiettivi del sistema
istruttivo moderno.
Questi obiettivi educativi non sono stati dichiarati dall'azione governativa. Infatti, se lo stato
attuale dell'istruzione fosse stato fatto dalla legislazione, sarebbe stato sfidato per motivi di
incostituzionalità.
Al contrario, la filosofia e il sistema di oggi sono stati realizzati da iniezioni massicce di
fondi privati e da fondazioni sotto l'influenza, e qualche volta il controllo, dell'Ordine.
Questa attuazione la descriveremo in un volume futuro, Come l'Ordine controlla le
Fondazioni. Infatti, la storia della realizzazione degli obiettivi di Dewey è anche la storia
delle più grandi fondazioni, es.., Ford, Carnegie Rockefeller, Peabody, Sloan, Slater e
Twentieth Century .

Come John Dewey è legato all'Ordine

John Dewey lavorò per il suo dottorato alla John Hopkins University tra il 1882-86 sotto il
filosofo hegeliano George Sylvester Morris. Morris a sua volta ottenne il suo dottorato
dall'Università di Berlino e studiò sotto gli stessi insegnanti come Daniel Gilman, es. Adolph
Trendelenberg e Hermann Ulrici.
Né Morris né Dewey, sono membri dell'Ordine, ma il collegamento è chiaro. Gilman assunse
Morris, sapendo molto bene che l'hegelianismo è un corpo totalmente integrato di
conoscenza e facile da riconoscere. La psicologia di John Dewey fu presa da G. Stanley
Hall, il primo americano studente a ricevere un dottorato da Wilhelm Wundt all'Università di
Leipzig. Gilman sapeva esattamente quello che stava facendo quando assunse Hall. Con solo
una dozzina di membri, tutti furono assunti personalmente dal Presidente. In breve, la
filosofia e la psicologia vennero a Dewey dalle scelte accademiche dell'Ordine.
Dalla John Hopkins Dewey andò come professore di filosofia all'università del Michigan ed
nel 1886 pubblicò Psicologia, una miscela di filosofia hegeliana applicata alla psicologia
sperimentale Wundtiana. Vendette bene. Nel 1894 Dewey andò all'Università di Chicago e
nel 1902 fu nominato direttore della neonata, con i soldi di Rockefeller - Scuola d'istruzione.
La stessa Università di Chicago era stata fondata nel 1890 con fondi di Rockefeller - ed in un
volume futuro noi tracceremo questo attraverso Frederick Gates (di Hartford, Connecticut), e
la famiglia di Pillsbury (L'Ordine). L'Università di Chicago e l'Università degli Insegnanti
Columbia furono le scuole di addestramento chiave per l'istruzione moderna.

L'influenza di Dewey

Guardando di nuovo a John Dewey dopo la sua influenza di 80 anni, lui può essere
riconosciuto come il fattore preminente nella collettivizzazione, o hegelianizzazione, delle
Scuole americane. Dewey era costantemente un filosofo del cambio sociale. Ecco perché il
suo impatto è stato così profondo e penetrante. Ed è nel lavoro e nella realizzazione delle
idee di John Dewey che possiamo trovare l'obiettivo dell'Ordine.
Quando l'Ordine portò G. Stanley Hall da Leipzig alla John Hopkins University, John
Dewey già era là, mentre era in procinto di scrivere la sua tesi su “La Psicologia di Kant.”
Già hegeliano in filosofia, lui acquisì ed adattò la psicologia sperimentale di Wundt e Hall
al suo concetto di istruzione per il cambio sociale. Per illustrare ciò, ecco una passo da Il
Mio Credo Pedagogico di John Dewey :
“La scuola è primariamente un'istituzione sociale. L'istruzione essendo un processo sociale,
la scuola è semplicemente quella forma di vita di comunità nella quale sono concentrate
tutti quelle azioni che saranno molto determinanti nel portare il bambino a condividere le
risorse ereditate della gara, ed usare i suoi propri poteri per fini sociali. L'istruzione, perciò
è un processo per vivere e non una preparazione per vivere in futuro.”
Ciò che noi impariamo da questo è che l'istruzione di quel Dewey non è concentrata sul
bambino ma sullo Stato, perché per gli hegeliani, “fini sociali” sono sempre fini Statali.
Questo è dove comincia il gap d'incomprensione tra genitori moderni ed il sistema istruttivo.

I genitori credono che un bambino vada a scuola per imparare le abilità da usare nel mondo
adulto, ma le affermazioni di Dewey specificamente quelle sull'istruzione non sono per una
preparazione al futuro vissuto.
Il sistema istruttivo di Dewey non accetta il ruolo di sviluppare i talenti di un bambino ma,
contrariamente, solamente preparare il bambino a funzionare come un'unità in un intero
organico - in termini schietti un ingranaggio nella ruota di una società organica. Mentre la
maggior parte degli americani hanno valori morali radicati nell'individuo, i valori del sistema
scolastico sono radicati nel concetto hegeliano dello Stato come assoluto. Nessuno si
meraviglia dell'equivoco!

Il singolo bambino

Quando noi compariamo Hegel, John Dewey, ed gli ideatori e fautori dell'educazione di
oggi, noi troviamo una somiglianza straordinaria.
Per Hegel l'individuo non ha valore se non come per compiere una funzione per la società:
“Lo Stato è la realtà assoluta e l'individuo ha solamente esistenza oggettiva, la verità e la
moralità nella sua capacità come un membro dello Stato”.
John Dewey tentò di mettere da parte la libertà dell'individuo ad un lato. In un articolo, la
“Democrazia ed amministrazione dell'Istruzione” (School & Society, XVL, 1937 p. 457)
Dewey parla dell'individuo perduto”, e poi riafferma Hegel nel modo seguente: la “libertà è
la partecipazione di ogni uomo adulto nell'essere formato ai valori che regolano il vivere di
tutti gli uomini”. Questo è Hegel puro, es, l'uomo trova la libertà
solamente nell'obbedienza allo Stato. Come il critico, Horace M. Kallen affermò, John
Dewey aveva una “cecità all'individualità puro e semplice degli individui”.
In altre parole, l'uomo di Dewey non ha diritti individuali. L'uomo esiste solamente per
servire lo Stato. Questo è direttamente contraddittorio alla Dichiarazione dell'Indipendenza e
alla Costituzione col preambolo “Noi il popolo”.
Loro seguono poi a definire i diritti dello stato che sono subordinati sempre e sottoposti alla
volontà di “Noi il popolo”.
Questo, chiaramente è perché gli educatori moderni hanno grande difficoltà nel presentare la
Costituzione nel lavoro scolastico. Le loro idee seguono Hegel e Dewey ed indirettamente
gli obiettivi dell'Ordine. Per esempio: “Un tentativo dovrebbe essere fatto a compensazione
dell'enfasi presente sull'individualismo nei programmi correnti. . . gli studenti hanno bisogno
di sviluppare un senso della comunità e l'identità del collettivo”. (Educational Leadership,
May 1982, William B. Stanley, Asst. Professor, Dept. of Curriculum and Instruction,
Louisiana State University).

Lo scopo dell'Istruzione

Cos'è poi lo scopo dell'istruzione, se l'individuo non ha diritti ed esiste solamente per lo
Stato? Non c'era bisogno per Hegel per descrivere l'istruzione, e finora come noi sappiamo
non c'è una dichiarazione sull'educazione negli scritti di Hegel. Non è necessario. Per Hegel
ogni qualità di un individuo esiste solamente per la misericordia e la volontà dello Stato.
Questo approccio è riflesso in sistemi politici basati su Hegel se è comunismo sovietico o
nazional socialismo hitleriano. John Dewey segue la prospettiva organica della società di
Hegel . Per esempio: “L'istruzione consiste o nell'abilità di usare i poteri individuali in una
direzione sociale o anche condividere le esperienze altrui e così allargare la coscienza
individuale a quella della razza” (Letture per il primo corso in Pedagogia).
Questa ultima frase è memore della filosofia hitleriana della razza (es. hegelianismo di
destra). E gli educatori di oggi riflettono questo approccio. Ecco una citazione da un membro
d'assemblea della California John Vasconcellos che fu anche Presidente della commissione
per il piano dell'Istruzione superiore ed del comitato per gli obiettivi dell'Istruzione per la
California - un posto di chiave: “Ora è tempo per una visione nuova di noi stessi, dell'uomo,
della natura umana e del potenziale umano, e per una teoria nuova della politica ed delle
istituzioni premesse su quella visione. Qual'è la visione dell'Uomo? Che il naturale, intero
organismo umano è amare. . . la spinta di base dell'uomo è verso la comunità” (citato in Rex
Myles, la Fratellanza e l'Oscurità, p. 347).
Cos'è questa “allargata coscienza individuale” (Dewey) e “spinta. . . verso la comunità”
(Vasconcellos)?

Spogliato dalla lingua pedante è il nuovo ordine mondiale, un mondo fatto da una società
organica. Ma non c'è posto per un ordine organico e globale all'interno della Costituzione.
Infatti, è illegale per ogni uomo di governo o deputato eletto trasportare gli Stati Uniti verso
tale ordine come chiaramente sarebbe incoerente con la Costituzione. Ad essere sicuro,
Dewey non era un uomo di governo, ma Vasconcellos aveva giurato alla Costituzione.
La prospettiva popolare di un ordine globale, probabilmente, dovremmo meglio osservarla
dopo i nostri problemi casalinghi prima di essere coinvolti in queste idee esoteriche. La
corruzione politica, gli standard istruttivi pietosamente bassi, e la burocrazia insensibile
probabilmente sono più preoccupanti per gli americani.
È difficile vedere quello che il nuovo ordine mondiale deve fare con l'istruzione dei bambini,
ma c'è nella letteratura. Fichte, il predecessore di Hegel dal quale molte delle sue idee
filosofiche originarono, aveva un concetto definito di una Lega delle Nazioni (Volkerbund) e
l'idea di una lega per rafforzare la pace. Fichte asserì “Come questa federazione si allarga
ulteriormente e gradualmente abbraccia la terra intera, la pace perpetua comincia, l'unica
legale relazione fra stati. . .”
La National Education Association, che manovra l'istruzione, produsse un programma per il
bicentenario nel 1976 intitolato “Una dichiarazione dell'interdipendenza: istruzione per una
comunità globale”
Sulla pagina 6 di questo documento troviamo: “Noi siamo impegnati all'idea dell'Istruzione
per la comunità globale. Lei è invitato per aiutare l'impegno nell'azione e mobilitare
l'educazione del mondo per lo sviluppo di una comunità mondiale”.
Un obiettivo quasi parallelo a Hegel è in “Auto conoscenza ed azione sociale” di Obadiah
Silas Harris, Professore associato di istruzione gestione aziendale e sviluppo all'Università
Statale del New Mexico, Las Cruces, New Mexico:
“Quando gli insegnanti dicono che l'educazione della comunità prende in esame l'individuo
totale ed il suo ambiente totale, loro intendono precisamente questo: il campo d'istruzione
comunitaria include l'individuo nella sua struttura psicopatico-fisica e totale ed il suo intero
clima ecologico con tutte le sue ramificazioni - sociale, politico, economico, culturale,
spirituale, ecc. Cerca di integrare l'individuo in se stesso (sic) ed all'interno della sua
comunità finché l'individuo diviene un'anima cosmica e la comunità il mondo”.

Alla pagina 84 dello stesso libro:


“L'anima cosmica... l'intera razza umana evolverà in un'anima effettiva di se stessa -
l'anima cosmica della razza. Quello è il futuro dell'evoluzione umana. Come un risultato
della comparsa dell'anima universale, ci sarà una grande unificazione della razza umana,
introducendo l'esistenza di un'era nuova, un'alba nuova di un unico potere del mondo”.
Quest'ultima citazione sembra più una di Adolph Hitler che del membro dell'assemblea John
Vasconcellos. Ha la stessa miscela dell'occulto, etnico e assolutismo.
In conclusione noi abbiamo bisogno solamente di citare la Costituzione, il corpo base della
legge sotto la quale gli Stati Uniti sono governati.

Ciò che si intende nella Costituzione sulla relazione tra l'individuo e lo Stato è che
l'individuo è Supremo, lo Stato esiste solamente per servire gli individui e lo Stato non ha
potere eccetto da espressa consultazione del popolo.
Questo è garantito dagli emendamenti IX e X della Costituzione. L'emendamento IX dice,
“L'elencazione nella Costituzione di alcuni diritti non sarà costruita per negare o svilire altri
diritti detenuti dal Popolo”. Notare, il “detenuto”. E nell'emendamento X si legge,
“I poteri non sono delegati agli Stati Uniti dalla Costituzione, né proibiti agli Stati, è
riservato rispettivamente agli Stati, o al popolo”.
In breve, le proposte di John Dewey ed i suoi seguaci sono incostituzionali. Loro non
avrebbero visto mai la luce nelle aule americane a meno che non fossero stati promosse
dall'Ordine col suo potere enorme.
Memorandum Numero Otto: Sommario

A questo punto possiamo stabilire quanto segue:


(1) entro il 1870 l'Ordine aveva l'università di Yale sotto il suo controllo. Ogni Presidente di
Yale fin da Timothy Dwight o è stato un membro dell'Ordine o ha avuto parentele
nell'Ordine.
Appare anche che i laureati di Yale che non sono membri dell'Ordine agiranno verso
obiettivi desiderati dell'Ordine. Alcuni di questi, per esempio Dean Acheson, possiamo
identificarlo come membro della Scroll & Key, o con parenti nell'Ordine. Altri ancora che
essere portati nella nostra analisi sono membri della Wolf Head (per esempio, Reeve Schley
che lavorò per i Rockefeller). Ancora altri, per esempio Robert Maynard Hutchins
(Fund for Repubblic), sono laureati di Yale ma non ancora identificati come membri di
alcun società senior di Yale. Appare a questo punto che l'affermazione di Ron Rosenbaum
(in Esquire, 1977), che i membri dell'Establishment orientale che non sono membri della
Skull & Bones saranno membri di entrambi Scroll & Key o la Wolf head è attendibile.
(2) Cosi per quanto riguarda l'istruzione, il metodo guardare-dire nato con Thomas Gallaudet
per i sordomuti. Il Gallaudet più anziano non era un membro dell'Ordine, ma i suoi due figli
(Edson e Herbert Gallaudet) furono iniziati nel 1893 e 1898. Horace Mann, un'influenza
significativa nella teoria educativa e moderna ed il primo promotore del metodo “guardare-
dire”, non era un membro. Comunque, Mann era Presidente dell'Università di Antioch, e i
Tafts (L'Ordine) era gli amministratori più potenti di Antioch.
(3) Deduciamo che la filosofia di John Dewey, che ha lo scopo di preparare una persona per
andare bene nella società piuttosto che sviluppare talenti individuali, sia riconducibile a
Herbart che fu influenzato dallo svizzero Pestalozzi. La crescita personale non può essere
realizzato sviluppando i talenti individuali, ci si deve preparare per servire società, secondo
Herbart, Dewey e Pestalozzi. Pestalozzi era un membro degli Illuminati, col nome in codice
“Alfredo.”
Questo da prospettive nuove per ricerche future, soprattutto se l'Ordine può essere collegato
agli Illuminati.
(4) la scena si sposta alla fine del 19° secolo da Yale alla John Hopkins University. Il
membro Daniel Coit Gilman è il primo Presidente della John Hopkins e lui ha indicato o
membri dell'Ordine (Welch) o sostenitori hegeliani alle facoltà nuove. G. Stanley Hall, il
primo degli studenti americani di Wilhelm Wundt cominciò il processo di
Americanizzazione di Wundt, fondò il primo laboratorio di psicologia sperimentale per
istruzione negli Stati Uniti con fondi di Gilman, e più tardi avviò il Giornale di Psicologia.
John Dewey era uno dei primi laureati della John Hopkins (sotto Hall e Morris), seguito da
Woodrow Wilson che fu Presidente dell'Università di Princeton prima di diventare
Presidente degli Stati Uniti.
Notammo che la chiave di volta della carriera di G. Stanley Hall può essere ricondotta alla
mano dell'Ordine. Hall è collegato anche ad un altro membro dell'Ordine, Alphonso Taft.
Notammo che la famiglia di quel Wilhelm Wundt era collegata agli Illuminati.
(5) L'Ordine era capace di acquisire tutte le concessioni territoriale del Morrill Act per New
York e il Connecticut rispettivamente per Cornell e Yale. Anche se il membro Gilman
aveva avuto problemi come Presidente dell'Università di California per le concessioni alla
California e la corruzione fra i reggenti dell'Università. La prima opposizione organizzata
all'Ordine venne dal San Francisco Times, ma il redattore Henry George non era
completamente consapevole della natura del suo obiettivo.
(6) Il fulcro dell'impatto dell'Ordine sull'educazione può essere considerato una troika:
Gilman a John Hopkins, White a Cornell (e Ambasciatore americano in Germania) e
Dwight, seguito dal membro Hadley, a Yale. Andrew White fu anche Presidente
dell'Associazione storica americana. Richard T. Ely (non un membro ma aiutato dall'Ordine)
divenne un fondatore e prima segretario dell'Associazione economica americana. Membri
possono essere collegati anche in aree così diverse come l'Osservatorio Navale Americano e
l'Unione del Seminario Teologico.
(7) John Dewey, il promulgatore della teoria educativa e moderna prese il suo dottorato alla
John Hopkins sotto gli hegeliani. Il lavoro di Dewey è Hegel puro in teoria e pratica, ed è
totalmente incoerente con la Costituzione degli Stati Uniti e i diritti dell'individuo. Un
paragone con gli hegeliani tedeschi, dimostra il parallelismo tra John Dewey e i teorici
istruttivi moderni. I bambini non vanno a scuola per sviluppare talenti individuali ma essere
preparati come unità in una società organica.
Scuole sperimentali all'Università di Chicago e l'Università di Columbia ventilarono la
“nuova scuola” in tutti gli Stati Uniti.
In breve, L'Ordine iniziò e controllò l'istruzione scolastica in questo secolo controllando il
suo CONTENUTO. Il contenuto è diverso però dalla prospettiva tradizionale dell'educazione
che vede ogni bambino come unico e la scuola come un mezzo per sviluppare questa unicità.
La critica del sistema scolastico oggi trascura l'aspetto filosofico fondamentale e si focalizza
sulle omissioni, per es, che i bambini non sanno leggere, scrivere, parlare o fare un semplice
esercizio matematico. Se guardiamo al sistema scolastico attraverso gli occhi dell'Ordine ed i
suoi obiettivi, il problema cambia.
Se gli insegnanti non insegnano le basi, cosa faranno poi?
Sembra che stiano preparando i bambini per un obiettivo politico che sembra essere anche
l'obiettivo dell'Ordine. L'enfasi è sul vivere globale, preparare per una società globale.
Apparentemente è di nessuna preoccupazione all'istituzione scolastica che i bambini non
sappiano leggere, né scrivere, e né poter fare i conti… ma saranno pronti per lo Splendido
Mondo Nuovo.

Memorandum numero nove: conclusioni e raccomandazioni


Una conclusione generale è che l'Ordine è stato in grado di convertire il sistema scolastico
da un mirato sviluppo individuale del bambino ad un mirato condizionamento del bambino
per essere un'unità in una società organica.
Quando analizzeremo le fondazioni filantropiche nel prossimo volume vedremo come questo
è stato perfezionato dai fondi delle fondazioni private.
Non c'è l'evidenza sufficiente per provare se il declino negli standard istruttivi è un
sottoprodotto fortuito di questa “scuola nuova” o una deliberata politica sussidiaria. In ogni
caso, la politica dell'amministrazione Reagan di pagare con il merito si accorderà, non
risolverà, il problema.
Raccomandazioni per la riforma sono state fatte ad intervalli fin dal 1950 quando affiorarono
i primi problemi educativi . All'epoca dello Sputnik vi era una protesta pubblica negli Stati
Uniti sulla vecchia natura dell'addestramento nella matematica e scienza che al livello
universitario non era del tutto obsoleto. In ogni modo l'istituzione scolastica riconobbe
un'opportunità e pianse, “più, più soldi”.

Li trovarono e vi fu una massiccia espansione negli anni '60.Ma i fondi furono versati in
condizionamento sociale Matematica e scienze hanno ritrovato di nuovo posto negli ultimi
30 anni. Poi nel 1981, James S. Coleman dell'Università di Chicago fece un studio sulle
scuole pubbliche per il Dip. americano dell'Istruzione. In questo studio Coleman usò il
Centro di Ricerca dell'Opinione Nazionale per contattare 58,728 studenti del secondo anno
di università e 1,016 nelle scuole pubbliche, parrocchiali, e private degli Stati Uniti. Le sue
scoperte erano:
• le scuole private e parrocchiali offrono un'istruzione più vicina alla comune scuola ideale
di quelle pubbliche,
• gli studenti di scuola privati impararono più cose di quelli delle scuola pubbliche,
• Coleman scrisse che era paradossale che “le scuole cattoliche funzionano molto più vicino
all'ideale americano di quanto facciano le scuole pubbliche.”
•le scuole private offrono “un ambiente più sicuro”, più disciplinato e più ordinato delle
scuole pubbliche,
• “neri e ispanici ottengono risultati migliori nelle scuole private.”

La ragione? Le scuole private sono meno sotto l'influenza della filosofia istruttiva di Dewey.
Loro devono ancora usare insegnanti accreditati, ma questi insegnanti - piuttosto
bruscamente - sono stati in grado di sopravvivere al condizionamento dell'addestramento.
Ancora l'istituzione scolastica non vede la scrittura sul muro.
Nell'autunno del 1983 un rapporto di John Goodlad, Preside della Scuola di Formazione
all'Università della California Meridionale, sarà pubblicato. John I. Goodlad scrisse la
prefazione per “L'istruzione per una era globale” (McGraw Hill, 1979) che include questi
commenti:
•L'istruzione dovrebbe cominciare a 4 anni
•Le scuole dovrebbero essere più piccole
•I presidi dovrebbero essere più pagati.
E questo non ha niente a che vedere, chiaramente, per fermare quello che un primo
Commissario di Istruzione chiamò “una marea nascente di mediocrità.”
Se gli Stati Uniti sono sopravvissuti all'arrivo dell'era tecnologica, è perché:
• la funzione della scuola è sviluppare il talento individuale. L'ingegneria sociale come
obiettivo deve essere scartata.
• Una base completa delle 3 R è essenziale per una buona istruzione. In altre parole, il
“contenuto” è tutto.
• Le Scuole di Formazione dovrebbero essere abolite (questo è in discussione alla DuKe
University ed è stato proposto all'università del Michigan e anche a Cal Berkeley).
•Le credenziali dell'insegnante dovrebbero essere basate completamente sulla materia
d'insegnamento, non sulle teorie istruttive.
• Tutte le restrizioni sulle scuole private dovrebbero essere abolite.
• Le scuole pubbliche dovrebbero ritornare al controllo locale.
Prefazione

La storia operativa dell'Ordine può essere capita solamente all'interno di una struttura del
processo di dialettica hegeliana. Piuttosto semplicemente è il concetto che il conflitto crea la
storia.
Da questo assioma segue che il conflitto controllato può creare una storia predeterminata.
Per esempio: Quando la Commissione Trilaterale discute il “conflitto manipolato,” come fa
estensivamente nella sua letteratura, la Commissione implica l'uso controllato del conflitto
per predeterminati fini a lungo termine - non per l'esercizio puramente casuale di controllo
manipolato per risolvere un problema.
La dialettica porta questo “conflitto manipolato” della Trilaterale un passo più avanti. In
termini hegeliana, una forza esistente (la tesi) genera una forza contraria (l'antitesi). il
conflitto tra le due forze dà luogo alla formazione di una sintesi. Poi il processo ricomincia
di nuovo: Tesi e antitesi danno luogo alla sintesi.
La sintesi cercata dall'Establishment è stata chiamata il Nuovo Ordine Mondiale. Senza il
conflitto controllato questo Nuovo Ordine Mondiale non arriverà. Azioni individuali e
casuali di persone nella società non porterebbero a questa sintesi, ciò è artificiale, doveva
perciò essere creato. E questo è fatto con il calcolato, manipolato, uso del conflitto. E mentre
questa sintesi è cercata, non c'è profitto nel coinvolgere le parti coinvolte le une contro le
altre. Questo spiega perché i banchieri Internazionali appoggiarono il Nazismo, l'Unione
Sovietica, la nord Corea, il Vietnam Settentrionale contro gli Stati Uniti. Il “conflitto” costruì
profitti mentre spinse il mondo mai più vicino ad Un Governo mondiale. Il processo
continua oggi.
Noi ci scusiamo per la qualità povera di alcuni documenti inclusi in questo volume. Queste
sono le migliori copie esistenti oggi. Infatti, è un miracolo che loro sopravvissero ... Per
esempio, le lettere tra Patriarca Amos Pinchot (Club D. 95) e Patriarca William Kent (Club
D. 85) sarebbero state distrutte certamente se una Commissione Statale di New York non
avesse afferrato i documenti come parte di un'investigazione sulla sovversione negli Stati
Uniti. Comunque, anche dove i contenuti non possono essere identificati chiaramente,
l'esistenza di ogni frammento di testo prova un punto vitale: C'è un coinvolgimento calcolato
fra i Patriarchi per provocare un specifico obiettivo.
Inoltre, la natura contraddittoria e diversa di questi sforzi, commentata anche sulle lettere fra
i Patriarchi, può essere spiegata solamente nei termini della dialettica hegeliana.
In breve, l'esistenza di questi documenti è importante come la natura dei contenuti stessi.
Dimostra il coinvolgimento in azioni progettate, quindi: Una Cospirazione!

Aprile 1984 A.Sutton


Memorandum Numero Uno
Creazione del conflitto e Processo della Dialettica
I. L'INTRODUZIONE
Il primo volume di questa serie (Introduzione all'Ordine) descrisse in termini larghi la natura
e gli obiettivi dell'Ordine. La nostra prima ipotesi che gli Stati Uniti sono stati dominati da
una élite, una società segreta, fu sostenuta da prove documentate: tale società segreta esiste,
la sua appartenenza è celata, e la rivelazione di membri d'appartenenza non è un sforzo
volontario. Fin dalla pubblicazione del primo volume, la Sterling Library all'Università di
Yale che ha il maggior controllo degli archivi ha rifiutato di permettere ai ricercatori
l'ulteriore accesso ai documenti della Russell Trust (il nome legale per l'Ordine).
Parlammo anche nel primo volume che le operazioni dell'Ordine devono essere viste e
devono essere spiegate in termini di processo di dialettica hegeliana. Le loro operazioni non
possono essere spiegate in termini di alcuna altra filosofia; perciò L'Ordine non può essere
descritto come “destra o “sinistra”, laico o religioso, Marxista o Capitalista. L'Ordini, ed i
suoi obiettivi, è tutti questi e nessuno di questi.
Nella filosofia di Hegel il conflitto destra e sinistra, o tesi ed antitesi in termini
hegeliani, è essenziale al movimento in avanti della storia e al cambio storico. Il contrasto
fra tesi ed antitesi provoca una sintesi, ad es., una situazione storica nuova.
La nostra storia del mondo descritta nei paesi occidentali e Marxisti consiste solamente nella
descrizione e nell'analisi all'interno di una struttura politica di destra o sinistra. Per esempio,
i lavori storici pubblicati nell'ovest guardano al comunismo ed il socialismo o attraverso gli
occhi del capitalismo finanziario o il Marxismo. Quelli pubblicati in Unione Sovietica
guardano all'Ovest solamente attraverso occhi Marxisti. C'è comunque, un'altro quadro per
l'analisi storica che non è mai (come possiamo finora determinare) stato utilizzato, ad es., per
usare una struttura di logica hegeliana, e determinare se quelle élite che controllano lo Stato
usano il processo della dialettica per creare una sintesi storica e predeterminata.
Solo guardi stuzzicanti di ogni processo così creativo possono essere trovati nei lavori storici
e moderni. Le analisi più convincenti sono nell'ultimo libro di Carroll Quigley Tragedy And
Hope che citeremo avanti. Raramente alcuni statisti ai margini del potere elitario hanno
permesso brevi occhiate pubbliche. Per esempio, il Presidente Woodrow Wilson fece
un'asserzione rivelatrice: “Alcuni dei più grandi uomini negli Stati Uniti nei campi del
commercio e dell'industria sanno che c'è un potere così organizzato, così sottile, così
completo, così penetrante che loro farebbero meglio a tacere che parlare della sua
condanna”.
Chi o cos'è questo potere? E come è usato?
Queste pagine dicono che la situazione attuale è stata creata intenzionalmente da questo
potere elitario più o meno dalla manipolazione della “destra” e della “sinistra”. Noi
dibattiamo che la più potente di tutte le élite del mondo ha
durante i 100 anni passati sviluppato elementi di destra o sinistra per provocare un Nuovo
Ordine Mondiale.
Non c'è dubbio che il così detto establishment negli USA “manipolò il conflitto.” La pratica
del manipolare le crisi per provocare una conseguenza favorevole, ovvero, favorevole
all'élite, è ammesso liberamente nel letteratura, per esempio, de La Commissione Trilaterale.
Non c'è dubbio inoltre, che le decisioni di guerra e di pace sono fatte da alcuni nell'élite e
non dai molti nel processo di votazione attraverso una consultazione elettorale. Questo
volume esplora le decisioni di conflitto maggiori fatte da pochi nell'Ordine ed il modo in
quali situazioni di destra-sinistra sono state create intenzionalmente e poi poste in conflitto
per provocare una sintesi.
Finalmente collegheremo di nuovo, queste decisioni ed operazioni all'élite e specificamente
all'Ordine.

II. COME FUNZIONA IL PROCESSO DELLA DIALETTICA


Attraverso gli ultimi 200 anni, fin dall'avvento di Kant nella filosofia tedesca possiamo
identificare due sistemi filosofici che si contrastano e oppongono idee diverse sullo Stato,
società e cultura. Negli Stati Uniti, nel Commonwealth e in Francia, la filosofia è basata
sull'individuo ed sui diritti dell'individuo. Mentre in Germania dall'epoca di Kant, attraverso
Fichte e Hegel fino al 1945, la filosofia di base è stata la fratellanza universale, il
rifiuto dell'individualismo e l'opposizione generale al pensiero liberale classico Occidentale
pressoché in tutti i suoi aspetti. L'idealismo tedesco, come scrivemmo nei più primi volumi
di questa serie, era la base filosofica del lavoro di Karl Marx e degli hegeliani di sinistra così
come Bismarck, Hitler ed gli hegeliani di destra. Questo è il paradosso: quel Hegel non solo
diede una base teoretica al più conservativo di movimenti tedeschi, ma anche alla maggior
parte dei movimenti rivoluzionari del 19° secolo. Marx e Hitler, hanno le loro radici
filosofiche in Hegel.
Dal sistema hegeliano del pensiero politico, estraneo alla maggior parte di noi nell'Ovest,
scaturiscono tali assurdità come lo Stato considerato il “la marcia di Dio attraverso storia”,
che lo Stato è anche Dio al quale l'unico dovere di un cittadino è servire Dio servendo lo
Stato, che lo Stato è Ragione Assoluta, che un cittadino può trovare solamente libertà
attraverso l'adorazione e l'obbedienza assoluta allo Stato. Scrivemmo anche comunque, in
Come l'Ordine Controlla l'Istruzione che le assurdità di Hegel hanno penetrato
completamente il sistema istruttivo americano sotto la pressione di organizzazioni come
l'Associazione Nazionale per l'Istruzione e le fondazioni maggiori.
Da questo sistema della filosofia hegeliana si arriva alla dialettica storica, ad es., che tutti gli
eventi storici emergono da un conflitto tra forze avversarie. Questi eventi che emergono sono
estranei e diversi dagli eventi in conflitto. Ogni idea o la realizzazione di un'idea può essere
considerata Tesi. Questa tesi incoraggerà la comparsa di forze avversarie, note come
Antitesi. La finale conseguenza sarà né la tesi né l'antitesi, ma una sintesi delle due forze in
conflitto. Karl Marx, ne Il Capitale, pose il capitalismo come tesi e il comunismo come
antitesi. Quello che è stato completamente ignorato dagli storici, incluso i Marxisti è che a
qualsiasi scontro tra queste forze non può condurre a una società che sia o capitalista o
comunista ma deve condurre ad una società caratterizzata da una sintesi delle due forze
contraddittorie. Lo scontro di opposti deve, nel sistema hegeliano né provocare una società
capitalista né una comunista. Nello schema hegeliano degli eventi, questa sintesi nuova
rifletterà inoltre, il concetto dello Stato come Dio e l'individuo come totalmente subalterno
ad un Stato onnipotente.
Cos'è poi la funzione di un Parlamento o di un Congresso per gli hegeliani? Queste
istituzioni devono soltanto permettere agli individui di avvertire che le opinioni hanno un
qualche valore e permettere ad un governo di beneficiare di qualche buon senso che il
“contadino” può dimostrare accidentalmente. Come Hegel ammette:
“Dalla virtù di questa partecipazione, la libertà soggettiva e la presunzione, con la loro
opinione generale (gli individui) possono mostrarsi palpabilmente efficaci e godere
della soddisfazione di sentirli utili per qualcosa”
La guerra, il conflitto organizzato di nazioni per gli hegeliani, è solamente la conseguenza
visibile dello scontro tra le idee.
Come John Dewey, il seguace hegeliano del sistema educativo moderno, scrive:
“La guerra è la predicatrice più efficace della vanità di tutti gli interessi limitati, mette
fine a quell'egoismo dell'individuo per il quale lui rivendicherebbe la sua vita e la sua
proprietà come proprie o della sua famiglia.” (John Dewey, Filosofia tedesca e Politiche
p. 197)
Questo paragrafo di Dewey che promuove la guerra è dimenticato convenientemente
dall'Associazione Nazionale per l'struzione che oggi è occupata nel “Movimento per la
Pace”- a precisamente allo stesso tempo quando un movimento di "pace" aiuta
sovietici hegeliani.
Soprattutto, la dottrina hegeliana è il diritto divino degli Stati piuttosto che il diritto divino
del re. Lo Stato per Hegel e gli hegeliani è Dio sulla terra:
“La marcia di Dio nella storia è la causa dell'esistenza degli Stati, la loro fondazione è il
potere della Ragione realizzando sé stesso come volontà. Ogni Stato, qualunque cosa sia,
partecipa nell'essenza divina. Lo Stato non è il lavoro dell'arte umana, solamente la Ragione
potrebbe produrre” (La filosofia della Destra).
Per Hegel l'individuo non è nulla, l'individuo non ha diritti, la moralità consiste solamente
nel seguire un leader. Per l'individuo ambizioso la regola è la massima del Senatore
Mansfield: “Per avere successo devi andare lontano.”
Si paragoni questo allo spirito e le parole della Costituzione degli Stati Uniti: ”Noi il
popolo” accordiamo allo Stato dei poteri e riserviamo tutti gli altri alle persone. La
separazione di chiesa e stato è stata compiuta nella Costituzione degli Stati Uniti, un rifiuto
di “lo Stato è Dio sulla terra” di Hegel. Ancora, si paragoni questo requisito legale alle
azioni
dell'Ordine negli Stati Uniti, de Il Gruppo in Inghilterra, gli Illuminati in Germania, ed il
Politburo in Russia. Per questi elitari lo Stato è supremo ed una élite autonominata gestisce
gli atti Statali come Dio sulla terra.

III J.P. MORGAN USA IL PROCESSO DELLA DIALETTICA

Il concetto della dialettica hegeliana è evidentemente oltre la comprensione degli scrittori


manuali moderni.
Nessun manuale di teoria politica o storica che conosciamo discute il possibile uso della
dialettica di Hegel nella politica americana. Il suo uso fu notato dal Prof. Carroll Quigley in
“Tragedia e Speranza”", un libro finanziario basato su documenti del Consiglio sulle
Relazioni Estere. Quigley non solo descrive l'uso del banchiere J.P. Morgan della “destra” e
la “sinistra” come apparecchiature competitive per la manipolazione politica della società,
ma aggiunge un commento che apre gli occhi: “Sfortunatamente non abbiamo spazio qui
per questa grande e non detta storia, ma deve essere ricordato che ciò che diciamo è parte di
un ritratto molto più grande”. (Tragedia e Speranza, p. 945).
Questo quadro più grande è rivelato in parte in questo libro. Prima brevemente notiamo
come J.P. Morgan usò il processo della dialettica come un mezzo per il controllo politico per
fini finanziari. L'unica università frequentata da Morgan furono i 2-3 anni nel mezzo del
1850-60 all'Università di Gottingen, Germania che era un centro dell'attivismo degli
hegeliani. Non abbiamo documenti che Morgan si unì ad alcuna società segreta, nessun altra
al di fuori del KONKNEIPANTEN, uno dei
corpi studenteschi. L'hegelianismo tedesco è evidente nell'approccio di J.P.Morgan ai partiti
politici - Morgan li ha usati tutti.

Come commenta Quigley:


“Le associazioni tra Wall Street e la Sinistra delle quali Mike Straight è un buon esempio,
sono in realtà succedute alle associazioni tra la Morgan Bank e la Sinistra. Per Morgan tutti i
partiti politici erano semplicemente organizzazioni da usare, e l'azienda era attenta a tenere
sempre un piede in tutti i campi. Morgan stesso, Dwight Morrow, e gli altri partners furono
alleati con i Repubblicani; Russell C. Leffingwell fu alleato con i Democratici; Grayson
Murphy fu alleato con la Destra estrema; e Thomas W. Lamont fu alleato con la Sinistra.
Come gli interessi di Morgan nelle biblioteche, musei, e nell'arte, la sua inabilità di
distinguere tra la lealtà agli Stati Uniti o all'Inghilterra, così anche il suo riconoscimento
della necessità per il lavoro sociale fra i poveri, le prospettive politiche multipartisan
dell'azienda di Morgan nella politica nazionale risalgono al fondatore originale della stessa,
George Peabody (1795-1869). A questa stessa figura può essere attribuito l'uso delle
fondazioni esenti da tasse per il controllo di queste attività, come si può osservare in molte
parti dell'America a tutt'oggi, per sostenere biblioteche e musei di Peabody. Sfortunatamente,
non abbiamo spazio qui per questa grande storia non detta, ma si deve ricordare che ciò che
diciamo è parte di un quadro molto più grande”. (Ibid)
Quigley non sapeva del collegamento tra l'azienda di Morgan, altri interessi finanziari di
New York e l'Ordine. Come abbiamo notato prima, Quigley pubblicò un prezioso opuscolo
dell' Establishment britannico noto come “Il Gruppo”. E noi sappiamo da corrispondenza
personale che Quigley sospettò più di quanto lui pubblicò, ma l'identificazione di una élite
americana non era parte del lavoro di Quigley. I nomi Harriman, Bush, Acheson, Whitney -
Stimson - non appaiono nell' elite anglo-americano.
Noi possiamo prendere perciò il paragrafo precedente della “Tragedia e Speranza” di
Quigley e inserire l'identificazione dell'Ordine. Il paragrafo diviene poi più rivelatore. Anche
se Morgan stesso non fosse un membro deIl'Ordine, alcuni dei suoi partners lo erano, e dopo
la morte di Morgan l'azienda è divenuta Morgan, Stanley & Co. Il "Stanley" era Harold
Stanley (l'Ordine 1908). All'epoca di Morgan l'influenza dell'Ordine era arrivata attraverso il
partner Henry P. Davison il cui figlio H.P. Davison, Jr. fu iniziato nel 1920. L' Henry P.
Davison più vecchio portò Thomas Lamont e Willard Straight nella ditta di Morgan. Questi
partner erano strumenti per costruire la sinistra della dialettica di Morgan, incluso il Partito
comunista degli U.S.A (con Julius Hammer, di chi figlio è oggi Presidente della Occidental
Petroleum).
Il socio di Morgan Thomas Cochran è stato iniziato nel 1904. Comunque, era nella rete di
aziende affiliate e dominate da Morgan, piuttosto che nella società stessa, che si trovavano
membri dell'Ordine. In aziende come il Guaranty Trust e Bankers Trust, piuttosto lontane dal
centro finanziario di J.P. Morgan, anche se sotto il controllo di Morgan, troviamo
concentrazioni di iniziati (come descriveremo più avanti).
Questa pratica dell'Ordine di sostenere la “destra” e la “sinistra” persiste fino ad oggi. Noi
troviamo nel 1984, per esempio che Averell Harriman (l'Ordine 13) è l'uomo di stato più
vecchio del partito Democratico mentre George Bush (l'Ordine 49) è un Repubblicano
Vicepresideante e leader della denominato erroneamente “moderata” (davvero estremista)
ala del Partito repubblicano. Nel centro noi abbiamo così definito John Anderson
indipendente che in effetti riceve l'appoggio finanziario massiccio dall'élite.
IV LA CREAZIONE DI GUERRA E RIVOLUZIONE

Questa manipolazione della “sinistra” e della “destra” sulla fronte nazionale è duplicato nel
campo internazionale dove le strutture politiche di “sinistra” e “destra” sono costruite
artificialmente e crollate nel controllo per una sintesi di un unico-mondo. I testi delle
università presentano le guerre e rivoluzioni come risultati più o meno fortuiti di forze
contraddittorie. Il decadimento della negoziazione politica portano al conflitto fisico,
secondo questi libri, dopo gli sforzi coraggiosi per evitare la guerra. Sfortunatamente, questo
è assurdo. Guerra è sempre un atto creativo ed intenzionale da parte degli individui. Testi
occidentali hanno anche giganteschi vuoti . Per esempio dopo la II guerra mondiale i
Tribunali che hanno iniziato ad investigare i criminali di guerra Nazisti si sono preoccupati
di censurare alcuni materiali che dimostravano l'assistenza Occidentale a Hitler. Nello stesso
tempo, libri occidentali sullo sviluppo economico sovietico omettono ogni descrizione
dell'aiuto economico e finanziario dato alla Rivoluzione del 1917 da ditte e banche
occidentali e lo sviluppo economico susseguente.
La Rivoluzione è archiviata sempre come un evento spontaneo destituito politicamente o
economicamente contro un stato autocratico. Mai nei testi occidentali si troverà l'evidenza
che le rivoluzioni hanno bisogno delle finanze e la fonte delle finanze in molti casi porta a
Wall Street. Di conseguenza si può dedurre che la nostra storia Occidentale ha ogni pezzo
come distorto, censurato, e largamente vano come quello della Germania di Hitler o
dell'Unione Sovietica o della Cina Comunista. Nessuna fondazione Occidentale darà
finanziamenti per investigare tali temi, i pochi accademici Occidentali possono sopravvivere
indagando tali tesi e certamente nessuno grande editore accetterà facilmente manoscritti che
riflettono tali argomenti.
Infatti, c'è un'altra storia non archiviata e racconta, una storia piuttosto diversa rispetto ai
nostri testi “sanificati”. Racconta una storia della creazione intenzionale della guerra, il
modo di finanziare la rivoluzione per cambiare i governi, e l'uso del conflitto per creare un
Nuovo Ordine Mondiale. Nel seguente Memorandum Numero Due noi descriveremo i
veicoli operativi usati per creare due rivoluzioni ed un conflitto mondiale. Poi, nei
Memoranda Tre e Quattro, noi esploreremo tesi ed antitesi in un episodio storico notevole, lo
sviluppo e costruzione dell'Unione Sovietica (la tesi) e Germania di Hitler
(l'antitesi). Nel Memorandum Cinque esploreremo la continuazione di questo conflitto della
dialettica nelle ultime decadi, specificamente in Angola e Cina. Mostreremo che lo scopo
dell'Ordine è creare una sintesi nuova, un Nuovo Ordine Mondiale lungo le linee hegeliane
dove lo Stato è l'Assoluto e l'individuo può trovare solamente la libertà
nell'obbedienza cieca allo Stato.
Memorandum numero due:
Veicoli operativi per la creazione del conflitto

I. UNO SCHEMA MENTALE UNIVERSALE


Il nostro primo compito è rompere uno schema quasi universalmente accettato ad es. che
comunisti e capitalisti elitari siano nemici acerrimi. Questo assioma Marxista è un'asserzione
falsa e per un secolo ha imbrogliato accademici ed investigatori
allo stesso modo. Per illustrare questo schema, guardiamo ad un rapporto sui rivoluzionari
negli Stati Uniti compilato dalla rispettata Scotland Yard (Londra) nel 1919. Gli investigatori
di polizia Londinesi stavano localizzando la Rivoluzione bolscevica e tentando di
identificare i suoi sostenitori Occidentali. Quando giunsero ad uomini con barbe lunghe ed
anche più lunghi soprabiti, alcuni reparti di polizia non ebbero dubbi - loro sembravano
rivoluzionari, perciò loro dovevano essere rivoluzionari. Ma quando arrivarono ai rispettabili
banchieri vestiti di nero, Scotland Yard era incapace ad uscire fuori dal proprio schema
mentale e riconoscere che i banchieri probabilmente potessero essere ugualmente
rivoluzionari. Questa testimonianza è estratta da un rapporto di Scotland Yard. “I Martins
sono moltissimo esposti. Sembra, senza dubbio, che siano collegati con la Guaranty Trust
Company. Benché sia sorprendente che una così grande ed influente impresa
abbia agito con una gruppo bolscevico.” *
Scotland Yard aveva redatto un rapporto accurato che i soviet erano stati coinvolti
profondamente con il Guaranty Trust di New York, ma loro non potevano crederci, e
abbandonarono questa linea di investigazione.
Anche l'FBI oggi ha uno schema mentale simile. Per esempio, David Rockefeller si è
incontrato regolarmente con un agente del KGB negli Stati Uniti - riunioni di pranzo
settimanali è una descrizione più adatta. L'FBI non può investigare David Rockefeller come
un potenziale agente sovietico, ma se Joe Smith di Hoboken, N.J. stava pranzando ogni
settimana col KGB, puoi essere sicuro l'FBI sarebbe sulle sue tracce. E, chiaramente, i
nostri Marxisti Americani troverebbero assolutamente inconcepibile che un capitalista
sostenga il comunismo.
Organizzazioni come Scotland Yard e l'FBI, e pressoché tutti gli accademici sui quali gli
investigatori contano per i loro orientamenti, hanno una manchevolezza estremamente
importante: loro guardano ai fatti storici verificabili e noti con uno schema mentale.
Sono convinti di avere la soluzione di un problema anche prima che si presenti il problema
esso. La chiave della storia moderna è in questi fatti: quegli elitari hanno lavorato con
Marxisti e Nazisti. Le uniche domande sono chi e perché? La reazione comune è rifiutare
questi fatti.

• 1 A copy is in U.S. State Department Decimal File, Microcopy 316, Roll 22, Frame 656.

D'altra parte la sicurezza nazionale da sola esige che noi affrontiamo queste relazioni
nascoste prima che ogni danno maggiore sia fatto al nostro modo di vivere.
In questo memorandum presenteremo il concetto che la storia del mondo, certamente fin dal
1917 riflette un conflitto intenzionalmente creato con l'obiettivo di provocare una sintesi, un
Nuovo Ordine Mondiale.
L'operazione davvero cominciò prima del 1917. Nei prossimi volumi esploreremo la Guerra
spagnolo-americana e la Guerra anglo-boera del 1899. La prima fu creata dall'Ordine, l'élite
Americana, e la seconda da “Il Gruppo”, l'élite britannica (con l'assistenza Americana). è
probabile che chiameremo queste la prima e la seconda guerra hegeliana, ma questa è
un'altra storia. In questo volume ci limitiamo all'avvento di Hitler in Germania e a quello
dello stato Marxista nell'Unione Sovietica. Lo scontro tra questi due poteri o sistemi politici
che loro rappresentano fu la maggior fonte per la seconda guerra mondiale.
Dopo la seconda guerra mondiale II il palcoscenico del mondo era cambiato. Dopo il 1945
c'era l'Unione Sovietica da un lato contro gli Stati Uniti dall'altro. Il primo scontro dialettico
condusse alla formazione delle Nazioni Unite, un passo elementare sulla strada per il
governo del mondo. Il secondo scontro dialettico ha condotto alla Commissione Trilaterale,
ad es., raggruppamenti regionali e più sagacemente a sforzi per una fusione tra Stati Uniti e
Unione Sovietica.
In Introduzione all'Ordine abbiamo stabilito l'esistenza di una società segreta, l'Ordine. Noi
dimostreremo come l'Ordine creò e sviluppò due braccia globali necessarie per il conflitto
hegeliano. Dal 1917 gli strumenti operativi per questa battaglia globale sono stati:
(a) il Guaranty Trust Company di New York, la stessa ditta citata nel rapporto di Scotland
Yard del 1919, e
(b) F.lli Brown, Harriman, banchieri privati di New York. Prima del 19330i F.lli Brown,
Harriman consistevano in due ditte: la W.A. Harriman Company e quella dei F.lli Brown.
Membri numerosi dell'Ordine sono stati in entrambi le aziende, ma uno solo si erge al di
sopra degli altri come chiave operativa dell'Ordine: W. Averell Harriman (l'Ordine '13).
II D. W. AVERELL HARRIMAN (L'ORDINE '13)1

Il nome di William Averell Harriman gira dietro scene politiche del mondo più
frequentemente che ogni altro membro dell'Ordine. Possibilmente perché Harriman è un
uomo notevolmente attivo. Nato nel 1891, laureato a Yale nel 1913, Harriman fa ancora
notizia negli anni ottanta. A giugno del 1983 Harriman ebbe una riunione privata con Yuri
Andropov a Mosca e nel dicembre del 1983, a 92 anni si ruppe la sua gamba destra mentre
nuotava nel mare delle Barbados.
Comunque noi qui diciamo altro di Averell, noi dobbiamo notare la sua energia veramente
straordinaria e la longevità.
Nelle biografie ufficiali di Harriman, comunque non vi è nessuna menzione dell'Ordine,
Skull & Bones, o la Russell Trust. Come altri iniziati Harriman ha eliminato attentamente
l'appartenenza dall'attenzione pubblica. Non abbiamo ancora determinato se questa
appartenenza fosse mai nota all'FBI per l'uso dei controlli necessari per le
posizioni statali, o forse nessuno mai si è preoccupato di chiedere un controllo su Averell
Harriman.
Per capire Averell Harriman abbiamo bisogno di risalire a suo padre, Edward H. Harriman, il
“barone ladrone” del 19° secolo. La biografia di Edward Harriman (E.H. Harriman: Una
Biografia) è autocelebrativa come tutte le biografie. Fu scritta da George Kennan (pubblicata
da Houghton Mifflin nel 1922) che era attivo nel Dip.di Stato Dean Acheson . L'autore del
famoso - alcuni dicono sconosciuto - documento 68 del Consiglio di Sicurezza Nazionale
non era nessuno altro che George Kennan. (Si veda pagina 175)
Edward Harriman cominciò a lavorare a 14 anni con poca istruzione, ma sposò Mary
Averell, figlia di un banchiere di New York e presidente della società ferroviaria. A 22 anni,
Harriman comprò un posto alla Borsa di New York e fece fortuna o fu in gamba con la
Union Pacific dopo l'incidente del 1893.
Anche l'estesamente accettato Dizionario della biografia americana afferma che Harriman
era sostanzialmente colpevole di una combinazione di restrizioni commerciali (caso 1904
della Northern Securities ), le sue attività finanziarie ed equivoche gli fecero guadagnare $
60 milioni in una maniera che portò ad una investigazione da parte della Commissione
Interstatale per il Commercio. Questa fonte cita Harriman come.. “un esempio di come una
strada può essere esaurita delle sue risorse per il beneficio dei membri.”
Harriman stampò obbligazioni con un valore nominale di $ 80 milioni per espandere
capitalizzazione delle sue ferrovie. In altre parole, Harriman trascurò di investire per più di
$18 milioni. Cioè $ 60 milioni delle obbligazioni erano acqua, soprattutto vendette attraverso
Kuhn Loeb & Co., suoi sostenitori e banchieri.
I $ 60 milioni andarono nella tasca di Harriman.

1
Names of Brown Brothers, Haniman partners in 1972 were included in Introduction To The Order, pages 20-
21. About 100 Harriman related documents from the 1920s may be found in U.S. State Department Decimal
File, Microcopy 316, Roll 138 (861.6364-6461).
Il rapporto del ICC del 1904 affermava:
“Fu ammesso dal Sig. Harriman che c'erano approssimativamente $ 60 milioni di azioni e
passività emesse, contro le quali nessuna proprietà era stata acquisita e questa è
indubbiamente una stima accurata”. 1
In breve, il Sig. Edward H. Harriman apparentemente era un ladro, un bugiardo, ed un
criminale, perché la fraudolenta conversione di $ 60 milioni è un crimine. Harriman stette
fuori di prigione per le spese oculate a statisti e partiti politici. Il biografo George Kennan
riferisce come Harriman rispose al Presidente Theodore Roosevelt
sulla dichiarazione del 1904 con 250,000 $ per la Commissione Nazionale Repubblicana.2
Questi fondi si furono portati alla Commissione dall'amico e avvocato di Harriman, il
giudice Robert Scott Lovett. Lovett era anche consigliere generale della ferrovia Union
Pacific e potrebbe essere descritto come il portaborse di Harriman. Il figlio del giudice
Lovett, Robert Abercrombie Lovett (l'Ordine '18) andò a Yale e con i due
ragazzi di Harriman, Roland ed Averell furono iniziati nell'Ordine. Troveremo di nuovo
Robert Abercrombie Lovett negli anni cinquanta come Segretario della Difesa, partner dei
F.lli Brown, Harriman, ed una persona che costrinse il Presidente Harry Truman a richiamare
il Gen. Douglas MacArthur dalla Corea. Da sola la famiglia Lovett
è inconsistente. Quando la colleghiamo alla famiglia Harriman abbiamo un esempio di
come queste famiglie si aiutino l'un l'altra per un obiettivo comune.
In ogni caso, $ 250,000 cambiarono la considerazione di Roosevelt riguardo Harriman. Due
anni dopo il regalo, Roosevelt scrisse al Senatore Sherman e descrisse Harriman come un
“uomo profondamente corrotto”, un “cittadino indesiderabile” e “un nemico della
Repubblica”. 3
Un'altra descrizione del padre di Averell Harriman è nel Dizionario della Biografia
Nazionale (la pagina 402): “sicuro di se stesso, dominante, freddo e spietato, non risparmiò
né amico né nemico, se avessero reso impraticabili i suoi piani.”
Ora non possiamo far ricadere i peccati del padre sopra i suoi figli, ma dovremmo ricordare
questa esperienza quando guardiamo alle carriere dei ragazzi di Harriman, Averell e Roland.
Almeno abbiamo ragioni per sondare dietro alla facciata di relazioni pubbliche e forse
sospettare il peggio.

1 Gustavus Myers. History Of The Great American Fortunes (Modern Library, New York, 1937) p 500.
2 George Kennan. op cit., p 192
3 Augustus Myers, op cit., p. 214.
Superficialmente, la vita di Averell Harriman è stata piuttosto diversa dai suoi padri. Qui c'è
un sommario ufficiale della carriera lunga di Averell Harriman: - Sposato tre volte -
1915 Kitty Lanier Lorenzo - 1930 Marie Norton Whitney 4 -1971 Pamela Churchill
Hayward 5

Groton School, poi Yale. Iniziato nell'Ordine nel 1913. Cominciò con la società di suo padre,
la ferrovia Union Pacific.
Nel 1917 organizzò una società di costruzioni di navi mercantili, vendette tutto nel 1925.
Sempre nel 1917 direttore dell'Guaranty Trust. La partecipazione azionaria di famiglia di
circa un terzo delle azioni del Guaranty furono messe in un voting trust* di J.P. Morgan nel
1912
4 per Marie Norton Whitney, vedere Volume Uno, p 29 l'Ordine, p. 29.
5 Pamela Hayward si sposò precedentemente a Randolph Churchill, collegando così
Harriman all'establishment britannico.

* Un accordo per cui gli azionisti trasferiscono i diritti di voto di riserva ad un piccolo
gruppo di persone, denominate amministratori di voto, per un periodo specifico.

• 1920 fonda la W.A Harriman Company, con suo fratello Roland come Vicepresidente
• 1923 fonda la Società Georgiana del Manganese
• 1933 la W.A. Harriman si unì con i F.lli Brown per divenire F.lli Brown, Harriman
• 1934 amministratore di assistente Speciale del National Recovery Act di Roosevelt
• 1941 Ministro in carica per il prog. Lend Lease cioè prestiti a Gran Bretagna e Russia
• 1941 Ambasciatore in Unione Sovietica
• 1946 Ambasciatore in Gran Bretagna
• 1946 Segretario per il Commercio
• 1948 rappresentante americano per il ECA in Europa
• 1950 Assistente speciale per il Presidente Truman
• 1951 rappresentante Americano alle riunioni di difesa della Nato
• 1951 Direttore dell'Agenzia di Sicurezza Reciproca
• 1955 Governatore dello Stato di New York
• 1961 Ambasciatore a Large
• 1961 Assistente Ministro di Stato per l'Estremo Oriente
• 1963 Sottosegretario di Stato per Affari Politici
• 1968 rappresentante Americano alla "pace" di Parigi per i colloqui sul Vietnam
• 1974 Presidente per il partito Democratico del gruppo di Politica estera
• 1975 Socio accomandante F.lli Brown, Harriman
• 1983 Visita Yuri Andropov a Mosca
Con questo lunga esperienza globale è probabile che uno sospetti che Harriman ha
sviluppato una conoscenza profonda, comprensione e percezione del mondo. Ma infatti le
sue scritture suggeriscono che sia o piuttosto stupido o uno
degli uomini più ingannevoli che abbiano mai camminato sulla faccia della terra. Prendiamo
un esempio: un articolo scritto da Averell Harriman, pubblicato su Look il 3 ottobre 1967 ed
intitolato “Da Stalin a Kosygin: i miti e le realtà.”
Ecco due estratti:
● “perciò nei primi anni venti la mia ditta partecipò in crediti per finanziare gli affari
con la Russia. Noi scoprimmo come altri fecero che il nuovo governo era molto
meticoloso nel soddisfare i suoi impegni finanziari.”
Infatti, i soviet espropriarono le concessioni degli anni venti incluso quelle di Harriman, di
solito senza rimborso. Harriman fu ingannato dai soviet nella sua concessione della società
Georgiana del manganese , poi persuaso a prendere $ 3 milioni in obbligazioni sovietiche
come compensazione.
(Si vedano i documenti stampati alle pagine 154-155). Questa “compensazione” sovietica in
effetti mise Harriman in una posizione di fare il primo prestito degli Stati Uniti alla Russia,
aprendo così una breccia nella legge degli Stati Uniti contro tali prestiti.
Ma questo è quello che Harriman disse a John B. Stetson, Jr. del Dip. di Stato (861.637-
Harriman) “il Sig. Harriman disse che loro si aspettavano di lasciare cadere circa tre milioni
di dollari che loro addebiterebbero in via sperimentale.”
Questo, Harriman lo chiama “più meticoloso nel soddisfare i propri impegni finanziari.”
● “sul lato russo, uno dei miti più fastidiosi è, quella dell'America che funziona grazie a
un cerchio dominante, fatto da uomini di Wall Street ed industriali che hanno un
interesse nel continuare la guerra fredda e a sostenere un'economia capitalista. Chi
conosce la politica americana sa che sciocchezze siano queste.”
Sfortunatamente, i russi hanno ragione sugli aspetti politici di questo. Nel fare questa
asserzione Harriman non solo conferma la paranoia russa, cioè che non si può vedere i
capitalisti dicano la verità, ma inganna anche il lettore americano di Look che, in effetti, ha
una partecipazione negli affari politici. Si paragoni questo paragrafo a questa serie su
l'Ordine e si vedrà in che modo deviato lavori la mente di Harriman, forse non così
diversamente da Harriman senior.
La biografia ufficiale di Harriman suggerisce che Harriman, per decenni all'interno della
politica, sia stato bene consapevole della dipendenza dell'Unione Sovietica dalla tecnologia
Occidentale: cioè che l'Unione Sovietica non potesse fare progressi economici senza la
tecnologia delle imprese occidentali. Infatti, Stalin stesso lo disse ad Harriman nel 1944.
Ecco un estratto da un rapporto dell'Ambasciatore Harriman a Mosca al Dip. di Stato, il 30
giugno 1944: “Stalin pagò un tributo all'assistenza resa dagli Stati Uniti all'industria
sovietica prima e durante la guerra. Lui disse che circa due-terzi di tutte le grandi imprese
industriali nell'Unione Sovietica erano state costruite con l'aiuto degli Stati Uniti o
assistenza tecnica”. 1
Stalin avrebbe potuto aggiungere che l'altro un terzo dell'industria sovietica era stato
costruito da britannici, tedeschi, francesi, italiani, finlandesi, cechi e società giapponesi.
In breve, Harriman sapeva già prima del 1944 che l'Ovest aveva costruito l'Unione Sovietica.
Ora si esamini la biografia ufficiale di Harriman con la sua sequenza di nomine relative a:
Nato, Agenzia di Mutua Sicurezza, Dip. di Stato, politica estera e così via. In questi posti
Harriman spinse molto per un riarmo degli Stati Uniti. Ma se l'Unione Sovietica era vista
come un nemico dopo 1947, non avremmo avuto bisogno di costruire una difesa massiccia.
'Originale nel Dip. di Stato Americano Archivio Decimale 033.1161 Johnston Eric/6-3044 Telegramma 30 giugno
1944.

Ciò che avremmo dovuto fare era non fornire la tecnologia. Non c'era tecnologia sovietica -
e Harriman sapeva che non c'era tecnologia sovietica.
Inoltre, Harriman è stato in prima linea ad implorare per “maggiori scambi commerciali" con
l'Unione Sovietica - e gli scambi sono il veicolo di trasferimento per la tecnologia. In altre
parole, Harriman sta spingendo due POLITICHE CONTRASTANTI
SIMULTANEAMENTE.
(a) un aumento del potere sovietico per l'esportazione della nostra tecnologia, e
(b) una difesa Occidentale contro quel potere.
Non è questa la dialettica di Hegel? Tesi contro antitesi, poi il conflitto che conduce ad una
sintesi nuova. Nel memorandum seguente noi mostreremo come Harriman ed i suoi
individui nella Fratellanza del Potere perseguirono questo
programma per la creazione del conflitto.
Inoltre, Harriman è comprensibilmente molto sensibile quando sfidò con la sua modesta
frase “ho sempre ragione sui Soviets” . Un'occasione memorabile ritornava nel 1971 quando
autore Edward (Teddy) Weintal era ad una cena con Harriman quando Harriman esordì
dicendo: “Io sono stato il primo ad avvertire dei pericoli sovietici….”
Weintal lo fermò freddamente. Attraverso la ricerca per un libro, Weintal aveva trovato
documenti che incriminavano Harriman nell'Archivio Nazionale (simile a quelli riprodotti
più tardi in questo libro). In particolare, Weintal citò un telegramma del Dip. di Stato datato
12 febbraio 1944 da Harriman a Roosevelt. Weintal rispose, “Lei disse a Roosevelt di essere
convinto che i Soviet non volevano presentare un governo comunista nella Polonia”.
Allora il 79enne Harriman saltò sul tavolo e sventolò i suoi pugni al 70enne Weintal.
Harriman gridò, “Se lei stampa qualsiasi cosa del genere nel suo libro, io le romperò la
faccia”.
A quanto riferito, l'agitato cameriere disgiunse i due uomini, ma non di fronte ad un reporter
del Washington Post che notò i dettagli (si veda Washington Post, 17 marzo 1971 VIP
Colonna di Maxine Cheshire).
III LA SOCIETÀ GUARANTY TRUST

La Guaranty Trust fu fondata 1864 a New York. Durante il corso dei primi 100 anni l'azienda
bancaria si espanse rapidamente assorbendo le altre banche e società commerciali; nel 1910
si unì alla Morton Trust Company, nel 1912 alla Standard
Trust Company, e nel 1929 la Banca Nazionale del Commercio. L'azienda J.P. Morgan ha
efficacemente controllato la Guaranty Trust fin dal 1912 quando la Sig.ra Edward Harriman
(madre di Roland ed Averell Harriman) vendette il blocco di 8,000 azioni delle totali 20,000
azioni a J.P. Morgan. Entro il 1954 la Guaranty Trust era divenuta la più importante
consociata della J.P. Morgan e dal 1954 le ditte unite sono note come Morgan-Guaranty
Trust.
Il capitale originale per la Guaranty Trust arrivò dai Whitney, Rockefeller, Harriman e dai
Vanderbilt, tutti rappresentati nell'Ordine, e nel consiglio della Guaranty Trust da membri di
famiglia in tutto il periodo che noi stiamo discutendo.
Harry Payne Whitney (l'Order '94) ereditò i patrimoni della Standard Oil dalle famiglie
Payne e Whitney. H.P. Whitney era un direttore del Guaranty Trust, come suo padre, William
C. Whitney (l'Ordine '63). Alfred Gwynne Vanderbilt (l'Ordine '99) rappresentò la famiglia
di Vanderbilt finché lui affogò in mare nell'affondamento del Lusitania nel 1915. (Sua sorella
Gertrude sposò Harry Payne Whitney, di cui sopra). Il potere dell'Ordine è riportato da un
incidente bizzarro quando Alfred Gwynne Vanderbilt salì a bordo del Lusitania a New York
sul suo viaggio fatale. Un telegramma che avvertiva Vanderbilt di non navigare fu
consegnato al Lusitania prima di salpare - ma non giunse mai a Vanderbilt. Di conseguenza,
Vanderbilt andò giù con la nave.
L'investimento degli Harriman nel Guaranty Trust è rappresentato da W. Averell Harrima.
L'investimento dei Rockefeller nel Guaranty Trust fu rappresentato da Percy Rockefeller
(l'Ordine '00). In breve, l'Ordine era vicino al Guaranty Trust e Morgan - Guaranty prima del
1912 quando la Sig.ra Edward Harriman vendette le sue azioni a J.P. Morgan. Averell
Harriman rimase nell'amministrazione del Guaranty Trust dopo il trasferimento. I membri
seguenti dell'Ordine sono stati anche funzionari e direttori della Guaranty Trust Company:
Harold Stanley (l'Ordine 1908): Harold Stanley, nato nel 1885, era il figlio di William
Stanley, un inventore associato con la General Eletric. Stanley si preparò per l'Università di
Yale alla Scuola elitaria di Hotchkiss, Lakeville, Connecticut. Un atleta eccellente, Stanley
si laureò Yale nel 1908 e fu iniziato nell'Ordine.
Dopo Yale, Stanley entrò alla Banca Nazionale di Albany e poi, tra il 1913-1915, fu con J.G.
White (prominente nella costruzione del piano per i primi Cinque anni dei Soviet). Nel 1915
Stanley si entrò nel Guaranty Trust come vice Presidente. Dal 1921 al 1928 fu Presidente
del Guaranty Trust e poi un partner nella ditta di J.P. Morgan, sostituendo William Morrow.
Dal 1935 al 1941 fu Presidente di Morgan, Stanley & Company
poi un partner dal 1941 al 1955 ed un socio accomandante dopo il 1956, fino alla sua morte
nel 1963.
In breve, un membro dell'Ordine era Vicepresidente, poi Presidente della Guaranty Trust
Company dal 1915 al 1928 - gli anni che registrano la Rivoluzione bolscevica e l'ascesa al
potere di Hitler in Germania. Joseph R. Swan (l'Ordine '02). La Guaranty Company era una
consociata del Guaranty Trust Co.. Joseph Rockwell Swan (l'Ordine '02) era Presidente della
Guaranty Company così come era un direttore della Guaranty Trust Company. .
Percy Rockefeller (l'Ordine '00). Percy Rockefeller, nato nel 1878, era il figlio di William D.
Rockefeller (fratello di John D. Rockefeller) ed ereditò parte della fortuna della Standard
Oil. Percy fu un direttore della Guaranty Trust nel periodo 1915-1930.
Come l'ordine si collega alla Guaranty
Trust Company e alla Brown Brothers, Harriman

L'Ordine

GUARANTY TRUST COMPANY


Harold Stanley (l'Ordine '08) W. MURRAY Crane (l'Ordine '04) Angari P.
WHITNEY (l'Ordine '94) W. AVERALL HARRIMAN (l'Ordine '13) Knight
WOOLLEY (l'Ordine '17) P. SHEPARD Frank (l'Ordine '17) Joseph R. Swan
(l'Ordine '02) Thomas COCHRANE (l'Ordine '94) PERCY ROCKEFELLER (l'
Ordini '00)
Dopo la seconda guerra mondiale partners di Giorgio H. CHITTENDEN (L'Ordine 39)
William REDMOND Cross (l'Order '41) Henry P. DAVISON, JR. (l'Ordine '20)
Thomas RODD (l'Ordine '35) D. GILE Clement (l'Ordine '39) Daniel P.
DAVISON (l'Ordine '49)
BROWN BROTHERS, HARRIMAN
precedentemente
W.A. HARRIMAN
W. AVERELL HARRIMAN (l'Ordine '13) E. ROLAND HARRIMAN (l'Order '17)
ELLERGY S. James (l'Order '17) Ray Morris (l'Ordine 'O1) PRESCOTT SHELDON Bush
(l'Ordine ' 17) Knight WOOLLEY (l'Ordine '17)
MORTIMER SEABURY (l'Ordine '09) Robert A. LOVETT (l'Ordine '18)
Dopo la II GUERRA MONDIALE PARTNER
EUGENE WM. STETSON, JR. (l'Order '34) (1937-42) Walter H. Brown (l'Ordine '45)
Stefano Y. HORD (l'Ordine '21)
John BECKWITH Madden (l'Ordine '41) la Casa colonica K. COSTIKYAN (l'Ordine '29)

PARTNER NON NELL'ORDINE: MATTHEW C. BRUSH ( Massone 32°)

IV BROWN BROTHERS, HARRIMAN

L'altro veicolo operativo usato dall'Ordine era la banca privata dei F.lli Brown, Harriman.
Prima del 1933 la W.A. Harriman Company era lo strumento, e F.lli Brown non ne facevano
parte. Dopo il 1933, l'azienda unita continuò le attività della società di Harriman.
Nella Introduzione all'Ordine presentammo dettagli della ditta unita ( pp. 29-33). c'è,
comunque, un aspetto che noi vogliamo identificare: il ruolo straordinario della classe di
Yale del '17 dei F.lli Brown, Harriman e gli eventi che saranno descritti nei Memoranda Tre e
Quattro.
I seguenti cinque membri nella classe del '17 (solamente quindici furono iniziati) furono
coinvolti: Knight Woolley (l'Ordine '17) era con il Guaranty Trust dal 1919-1920, Harriman
Company dal 1927-1931 poi F.lli Brown, Harriman dal 1933 ad oggi. Woolley era anche un
direttore della Federal Reserve Bank .
P. Shepard Frank (l'Ordine '17) anche entrò nel Guaranty Trust nel 1919 ed fu Vicepresidente
dal 1920 al 1934, il periodo riguardante lo sviluppo della Russia sovietica e il partito Nazista
di Hitler. Dal 1934 Shepard era con la Bankers Trust Company, un membro del gruppo di
Morgan . Ellery Sedgewick James (l'Ordine '17) era un partner di F.lli Brown, Harriman. E
finalmente, due attori interessanti: Edward Roland Noel Harriman (l'Ordine '17) e Sheldon
Prescott Bush (l'Ordine '17), il padre del Presidente George Herbert Walker Bush (l'Ordine
'49), e nonno del Presidente George Walker Bush (l'Ordine '68).

V L' “UOMO DI FACCIATA” DELL'ORDINE: MATTHEW C. BRUSH

Dalla I Guerra mondiale fino agli anni trenta l'uomo “di facciata” dell'Ordine sia nel
Guaranty Trust che nel F.lli Brown, Harriman era Matthew C. Brush.
Brush non era a Yale, né era un membro dell'Ordine, ma attraverso una riunione fortuita nel
1890 il suo talento fu usato dall'Ordine. Brush divenne un Cavaliere Templare, un massone
del 32° grado ed un Shriner (altra società massonica), ma non - finora come noi possiamo
indicare - collegato più da vicino al centro di potere.
Brush nacque a Stillwater, Minnesota nel 1877 ed si laureò all'Armour Institute of
Technology and MIT. Accidentalmente il suo primo lavoro nel 1890 fu come impiegato con
la Franklin MacVeagh & Company di Chicago. Franklin MacVeagh era un membro (l'Ordine
'62) e più tardi Segretario del Tesoro (1909-1913) sotto il Presidente William Taft (l'Ordine
'78).
MacVeagh stesso, come distinto da Brush, è un pò difficile da classificare. Nel 1913
MacVeagh andò via dalla Tesoreria e si dimise come amministratore dell'Università di
Chicago. Dal 1919 era diventato debitore delle sue quote alla Russell Trust. Noi abbiamo
una copia di un avviso di pagamento spedita a MacVeagh da Otto Bannard (l'Ordine '76),
Presidente della New York Life e Tesoriere per l'Ordine nel 1919. L'avviso chiese a
MacVeagh di pagare il suo debito.
Mentre la carriera di MacVeagh cominciò a declinare dopo il 1913, quella di Matthew Brush,
quando era impiegato, andò avanti. Dopo una serie di posti nella società ferroviaria, Brush fu
fatto Vicepresidente della American International Corporation
nel 1918 e Presidente nel 1923. Lui era anche Presidente del Equitable Office Building,
anche noto come 120 Broadway illustrato a pagina 139.
Inoltre, Brush era Presidente della Barnsdall Corporation e della Società Georgiana del
Manganese; il significato di queste posizioni sarà visto nel prossimo memorandum.
Lo scopo di questo memorandum è stato dimostrare il controllo di due banche dai membri
dell'Ordine. Sia il Guaranty Trust che i F.lli Brown, Harriman si può dire siano stati
dominati, e sostanzialmente posseduti da individui identificati come membri. Inoltre, sia il
Guaranty Trust che la precedente W.A. Harriman fu fondata da membri dell'Ordine. I F.lli
Brown non furono assorbiti prima del 1933.
Ora, esaminiamo le prove che queste due società finanziarie sono state strumenti per la
creazione della guerra e di una rivoluzione.

Memorandum Numero Tre: Tesi - L'Ordine crea l'Unione Sovietica


In un più primo libro, pubblicato nel 1974, presentammo la prova maggiore dell'assistenza di
Wall Street alla Rivoluzione bolscevica. Questa assistenza era principalmente soldi, pistole e
munizioni, ed appoggio diplomatico a Londra e Washington. Wall Street e la Rivoluzione
bolscevica presentarono anche il concetto che descrisse Quigley, ad es., quel Morgan e gli
altri interessi finanziari finanziarono ed influenzarono tutti i partiti dalla sinistra alla destra
nello spettro politico.
Questo Memorandum continua la storia, ma ora collega l'Ordine al primissimo atto del
coinvolgimento di Wall Street.
Sulle pagine seguenti riproduciamo una mappa dell'area di Wall Street ed un elenco delle
connesse con la Rivoluzione bolscevica e il finanziamento di Hitler localizzate in questa
area. Ora possiamo identificare l'influenza, a tutti gli effetti, l'influenza dominante
dell'Ordine in queste aziende.
L'attività rivoluzionaria fu concentrata al Equitable Trust Building, 120 Broadway
nell'edificio della foto successiva. Questo era stato l'indirizzo di E.H. Harriman. La
American International Corporation era localizzata a 120 Broadway. Il Banker's Club, dove i
banchieri di Wall Street si incontravono per pranzo, era alla sommità dell'edificio. Fu in
questo club di lusso che i piani per la partecipazione di Wall Street nella rivoluzione russa
del 1917 furono messi in essere da William Boyce Thompson . La Guaranty Securities era al
120 Broadway, mentre il Guaranty Trust era alla porta dopo cioè al 140 Broadway (l'edificio
può essere visto alla sinistra del 120).

I L'ORDINE SPINGE PER ASSISTENZA ALL'ESERCITO SOVIETICO

Fortunatamente abbiamo una copia del memorandum scritta da un membro dell'Ordine, che
compendia le intenzioni per la Rivoluzione bolscevica del 1917 . Il memorandum fu scritto
da Thomas D. Thacher (l'Order '04), un partner dello studio legale Simpson, Thacher &
Bartlett di Wall Street. L'indirizzo di Thacher era 120 Broadway. Oggi questo studio legale,
sito in Battery Plaza ha il maggior fatturato a Wall Street e ha il primo Ministro Cyrus
Vance (Scroll & Key) come partner.
Nel 1917 Thacher era in Russia con William Boyce Thompson con una missione della croce
rossa . Dopo le consultazioni a New York, Thacher fu spedito poi a Londra per conferire con
Lord Northcliffe sulla rivoluzione bolscevica e poi a Parigi per discorsi simili con il Governo
francese.
Il memorandum di Thacher non solo esorta il riconoscimento del Governo sovietico appena
nato, che nei primi mesi del 1918 controllava solamente una porzione molto piccola della
Russia, ma anche assistenza militare all'Esercito sovietico e un intervento per tenere i
Giapponesi fuori dalla Siberia finché i Bolscevichi potessero assumere il comando.
Aziende collegate all'Ordine al, o vicine, al 120 Broadway

120 Broadway Edward H. Harriman (prima della sua morte)


59 Broadway W.A. Harriman Company

120 Broadway American International Corporation


23 Wall J.P. Morgan firm
120 Broadway Federal Reserve Bank of New York
120 Broadway Bankers Club (ultimo piano)
120 Broadway Thomas D. Thacher (of Simpson, Thacher & Bartlett)
14 Wall William Boyce Thompson
120 Broadway Guggenheim Exploration
15 Broad Stetson, Jennings & Russell
120 Broadway C.A.K. Martens of Weinberg & Posner (il primo ambasciatore in U.R.S.S.)
110 W. 40th Street Soviet Bureau
60 Broadway Amos Pinchot's office
120 Broadway Stone & Webster
120 Broadway General Electric
120 Broadway Sinclair Gulf Corp.
120 Broadway Guaranty Securities
140 Broadway Guaranty Trust Company
233 Broadway Anglo-Russian Chamber of Commerce

Singoli membri dell'Ordine al 120 Broadway: George Webster Adams (l'Ordine '04)
Allen Wallace Ames (l'Ordine '18)
Philip Lyndon Dodge (l'Ordine '07)
Ecco i passi principali dal memorandum di Thacher:
“Prima di tutto... gli Alleati dovrebbero scoraggiare l'intervento giapponese in Siberia. In
secondo luogo, la più piena assistenza dovrebbe essere data al Governo sovietico nei suoi
sforzi per organizzare un esercito volontario rivoluzionario. In terzo luogo, i Governi Alleati
dovrebbero dare il loro appoggio morale alle persone russe nei loro sforzi di lavorare fuori
dai propri sistemi politici liberi dalla dominazione di ogni potere straniero
... Quarto punto, fino a quando il conflitto risulterà tra il Governo tedesco e il Governo
sovietico della Russia ci sarà opportunità per una penetrazione commerciale pacata da parte
di agenzie tedesche in Russia. Se più a lungo non ci sarà nessuna evidente rottura, sarà
difficile evitare completamente tale commercio. Passi dovrebbero essere presi perciò per
impedire, appena possibile, il trasporto di grano e materie prime alla Germania dalla
Russia”. *
Il lettore dovrebbe notare il particolare paragrafo due: “In secondo luogo, la più piena
assistenza dovrebbe essere data al Governo sovietico nei suoi sforzi di organizzare un
esercito rivoluzionario volontario” . Questa assistenza ha stato registrato nel mio libro:
Suicidio Nazionale: l'aiuto militare all'Unione Sovietica.
Era infatti la politica ignota adottata ai livelli più alti, nella segretezza assoluta, dagli Stati
Uniti ed in qualche misura da Il Gruppo (specialmente Milner) in Gran Bretagna. Thacher
non aveva apparentemente troppo successo col Governo francese.

Quando il Presidente Woodrow Wilson spedì le truppe Americane per controllare la ferrovia
Trans-siberiana, istruzioni segrete furono date da Woodrow Wilson in persona a Generale
William S. Graves. Non abbiamo individuato ancora queste istruzioni (anche se sappiamo
che esistono), ma una lettura attenta degli archivi disponibili mostra che l'intervento
americano aveva poco a che fare con attività anti-bolscevica, come i soviet, Giorgio Kennan
e gli altri scrittori affermano.
Così grati erano i soviet per l'assistenza americana nella Rivoluzione che nel 1920 - quando
le ultime truppe americane lasciarono Vladivostok - i bolscevichi diedero loro un addio
amichevole.
Riportato dal Time di New York (il 15 febbraio 1920 7:4):

* il documento completo è nell'Archivio di stato Decimale Microcopy 316, Roll 13, frame
698.
Si noti la particolare frase:
“. . chiamando gli americani i veri amici che in un momento critico salvano questo
movimento.”
Normalmente articoli contrari alla linea dell'Establishment sono soffocati, o dalle agenzie
giornalistiche o dalle scrivanie dei più grandi giornali (le piccole pubblicazioni seguono
sfortunatamente il New York Time). Questo è un articolo che ci è arrivato intatto.
Infatti, gli Stati Uniti occuparono e controllarono la ferrovia Transiberiana finché i soviets
guadagnarono potere sufficiente per controllarla a loro volta. Missioni militari britanniche e
francesi in Siberia registrarono azioni straordinarie dell'Esercito degli Stati Uniti, ma
nessuna missione fu molto sostenuta dal proprio governo.
Quindi riguardo all'aiuto all'Esercito sovietico, ci sono archivi del Dip. di Stato che mostrano
l'invio di armi e munizioni inviate ai bolscevichi. E nel 1919, mentre Trotsky stava facendo
l'anti-americano in discorsi pubblici, lui stava chiedendo anche una verifica militare
americana all'Ambasciatore Francis per addestrare il nuovo esercito sovietico. *

*Vedere Antony C Sutton, Suicidio Astratto (Arlington House, New York 1974) e Wall
Street e la Rivoluzione bolscevica (Arlington House, Nuovo York. 1974)

II L'ORDINE SPINGE PER I SOVIET NEGLI STATI UNITI

Comunque, fu a Washington e a Londra che l'Ordine aiutò i soviet realmente. L'Ordine non
solo riuscì nel prevenire azioni militari contro i bolscevichi, ma ad intorbidire le acque della
politica molto necessarie per le materie prime e beni, alla fine anche prestiti capaci di fluire
dagli Stati Uniti ai soviet, nonostante fosse proibito.
I documenti seguenti illustrano come membri dell'Ordine erano capaci di incoraggiare le
ambizioni sovietiche negli Stati Uniti. Mentre il Ministero della Giustizia stava deportando i
così detti “Reds” in Russia, una forza molto più potente era a lavoro all'interno del Governo
Americano per tenere la novellina Unione Sovietica intatta.
Nota dell'editore: Per assistere i lettori con le riproduzioni povere delle due seguenti lettere
noi stampiamo ciò che leggiamo dalle copie in nostro possesso.
211

Hon. William Kent, May 29, 1919 U.S. Tariff Commission,


Washington, D.C.
Caro Billy:
Questa lettera presenterà a te il mio amico, Prof. Evans Clark ora associato all'Ufficio
informativo sulla repubblica sovietica russa. Lui vuole parlare con te del riconoscimento di
Wolchak, la nascita del blocco, ecc. ed avere il tuo consiglio riguardo all'indietreggiare dei
senatori che sarebbero adatti a muoversi e fare una lotta coraggiosa. Non voglio che tu faccia
quello che puoi per lui.
Io credo, che noi stiamo prendendo una (illeggibile) Russia che lascerà, la nostra finora
buona reputazione, danneggiata malamente.
Spero di vederti presto a Washington.
Distinti saluti, A. P.
1543

Sig. Santeri Nourteva, Ufficio Informazioni finlandese, 299 Broadway, Città


22 novembre 1918

Caro Sig. Nuorteva:


Mi permetta di ringraziarla per la Sua lettera molto gentile del 1° novembre; Io mi scuso per
non aver risposto prima.
Ho letto il Suo bollettino sullo sbarramento delle bugie, ed io sono, inutile a dirsi, di cuore
comprensivo con la Sua opinione sulla situazione e con il lavoro che sta facendo. Una delle
cose più sinistre attualmente è il fatto che i governi stanno entrando in affari reclamizzati.
Loro sono organizzati in modo che possono fare o possono rovinare movimenti. Sto
spedendole, separatamente, una copia di una lettera che ho scritto e che spero Le interesserà.
Con i saluti più gentili, sinceramente vostro,
Amos Pinchot.
La lettera precedente è di Amos Pinchot (l'Ordine '97). Suo fratello, il conservatore Gifford
Pinchot (l'Ordine '89) era anche un membro. Amos Pinchot era un fondatore dell'Unione
della libertà civile americana ed attivo nell'aiutare i soviet durante i primi giorni della
rivoluzione bolscevica. La lettera precedente, esemplificando questa assistenza, fu spedita a
Santeri Nourteva, il 22 novembre 1918, solo un anno dopo la Rivoluzione del 1917. Pinchot
era “di cuore comprensivo con la Sua opinione sulla situazione e con il lavoro che sta
facendo”. *
Chi era Nourteva? Questo nome era lo pseudonimo di Alessandro Nyberg, un rappresentante
sovietico negli Stati Uniti. Nyberg lavorò per l'ufficio sovietico (prima chiamato l'uffico
Informazioni finlandese - un nome di copertura),
insieme a Ludwig C.A.K. Martens, il primo ambasciatore sovietico precedentemente
Vicepresidente di Weinberg & Posner. L'ufficio di New York di Weinberg & Posner era a -
120 Broadway! L'assistente di Nyberg era Kenneth Durant, un giornalista americano più
tardi corrispondente della TASS negli Stati Uniti ed un tempo aiutante del “Colonnello”
Edward House, uomo misterioso dell'amministrazione Wilson. Direttore del Reparto
Commerciale in questo ufficio sovietico era il ”Camerata Evans Clark.” Clark divenne più
tardi Direttore Esecutivo dell'influente Fondazione Fondazione Ventesimo Secolo, e nella
Fondazione Ventesimo Secolo troviamo un membro dell'Ordine - in questo caso Charles
Phelps Taft (l'Ordine '18), nipote del Presidente e Presidente della Corta Suprema William
Howard Taft.
Nel prossimo volume sulle Fondazioni, vedremo come Evans Clark e l'Ordine, lavorando
insieme alla Fondazione Ventesimo Secolo, aveva un ruolo significativo nella hegelizzazione
della scuola americana.
Il documento a pagina 147 è una breve biografia del “Camerata Evans Clark”, pubblicata
dall'ufficio sovietico nel 1919 sulla sua nomina come Assistente, Direttore del Reparto
Commerciale dell'ufficio col compito di stabilire relazioni commerciali con le associazioni di
Princeton e di Harvard.
Il commercio fu vitale per la sopravvivenza dell'Unione Sovietica. Nel 1919 tutte le
fabbriche russe e i trasporti erano in stallo. Non c'erano materie prime e nessuna
specializzazione disponibili.
Per l'assistenza Evans Clark si rivolse all'Ordine. Il 29 maggio 1919, Amos Pinchot scrisse
ad un membro Skull & Bones e forte repubblicano William Kent circa la nascita del blocco
contro i soviet. William Kent (l'Order '87) era nella Commissione della U.S. Tariff ed a sua
volta scrisse al sen. Lenroot per richiedere un'intervista per il “professore” Evans Clark.
(Alberto Kent, suo padre era un membro [l'Ordine '53] e sposò la figlia di Thomas Thacher
(l'Ordine '35].
In breve, due membri dell'Ordine, Pinchot e Kent, cooperarono per spingere un operatore
bolscevico noto sopra un Senatore non sospettoso. Nessuno dei due membri dell'Ordine mise
al corrente il Senatore Lenroot sull'affiliazione di Clark con l'ufficio sovietico.

*Numero 1543 dall'archivio commissione Lusk, New York.


Numero 1500 dall'archivio commissione Lusk, New York.
III COME L'ORDINE SVILUPPÒ LA STAGNANTE UNIONE SOVIETICA

Tra il 1917 ed il 1921 i soviet spinsero il loro controllo della Russia sulla Siberia ed sul
Caucaso. Come abbiamo scritto, gli Stati Uniti intervennero in Siberia lungo la Ferrovia
Trans-siberiana. Per George Kennan l'intervento degli Stati Uniti ed il sostegno ai soviet
erano un intervento anti-soviet. Infatti, non era nulla del genere. Le truppe americane sparse
lungo la ferrovia siberiana servivano solamente a tenere fuori i giapponesi, non i soviet.
Quando loro andarono via attraverso Vladivostok, le autorità sovietiche diedero a forze
americane un echeggiante saluto. Ma questa è ancora un'altra storia non detta nei testi di
storia.
Il problema immediato per i soviet era ripristinare le silenziose fabbriche russe. Queste
ebbero bisogno di materie prime, abilità tecniche e capitali per lavorare. La chiave della
ricostruzione russa erano i campi di petrolio del
Caucaso. I giacimenti petroliferi del Caucaso sono il maggior segmento delle ricchezze
naturali della Russia. Baku, il più importante giacimento fu sviluppato negli anni 1870-80.
Nel 1900 stava producendo più petrolio degli Stati Uniti e nel 1901 più della metà della
produzione mondiale. I giacimenti del Caucaso sopravvissero alla Rivoluzione ed
all'intervento (militare) senza notevoli danni strutturali e divenne un significativo fattore nel
recupero economico sovietico, generando approssimativamente 20 % di tutte le esportazioni;
la più grande fonte di valuta straniera.
I bolscevichi presero il Caucaso nel 1920-1, ma fino al 1923 la perforazione dei giacimenti
era pressoché cessata. Durante il primo anno del governo sovietico “. .nessuno nuovo pozzo
ha cominciato a dare petrolio” ed anche due anni dopo l'occupazione sovietica “nessuno
pozzo ha cominciato a dare petrolio”, nessuno giacimento era stato sviluppato. In più, la
ricerca in vecchi pozzi virtualmente cessò. Di conseguenza, l'acqua colò nei pozzi, ed il
flusso di petrolio greggio divenne una mistura di petrolio ed acqua. Gli archivi delle
perforazioni sono un indicatore eccellente dello stato di manutenzione, sviluppo, e
produzione dei giacimenti. Il crollo completo dopo il rilevamento sovietico è suggerito
chiaramente dalle statistiche. Nel 1900, la Russia era stata la più grande produttrice del
mondo ed esportatrice di petrolio greggio; quasi 50.000 piedi di perforazione al mese erano
stati costretti a mantenere solo a Baku per questa produzione. Dall'inizio del 1921,
mediamente ogni mese a Baku l'estrazione era diminuita a 370 piedi insignificanti e quindi
lo 0.7 % del 1900), anche se 162 giacimenti erano al lavoro.
Poi, Serebrovsky, Presidente di Azneft (l'azienda di produzione petrolifera sovietica), scrive
un programma per il ricupero in un articolo della Pravda. Il piano del 1923 era aumentare le
perforazioni a 35.000 Sazhens all'anno (245.000 piedi). Questo richiederebbe 35 trivelle (per
arrivare a 77.000 piedi) e 157 trapani a percussione (per 130.000 piedi). Serebrovsky indicò
che Azneft non aveva trapani rotanti, e che l'impresa russa non poteva acquistarli. Dopotutto
le trivelle erano essenziali per il successo del piano.

Poi annunciò:
“Ma proprio qui il capitale americano ci sosterrà. La ditta americana International Barnsdall
Corporation ha sottoposto un piano... La mancanza di attrezzatura ci impedisce di aumentare
la produzione di petrolio di Baku da soli. La ditta americana. . . offrirà l'attrezzatura,
comincerà ad esercitarsi nei campi di petrolio ed organizzerà la produzione tecnica di
petrolio con pompe profonde”. 1
Durante i prossimi anni la Barnsdall International, insieme con la Società Manifatturiera
Luceye e le altre maggiori ditte straniere, adempieranno il programma di Serebrovsky .
Importazioni massicce di attrezzature vennero dagli Stati Uniti. La Barnsdall Internazionale
inaugurò il programma di perforazioni, seguì i gruppi di lavoro della Azneft nei suoi
problemi operativi, e riorganizzò i pozzo di petrolio con pompe elettriche di profondità.
La prima concessione della Barnsdall International fu firmata nell'ottobre 1921, e fu seguita
a settembre del 1922 da due ulteriori accordi. Non c'è dubbio che la Barnsdall lavorò sotto
accordi. La Pravda riportò che gruppi di lavoratori americani erano sui loro giacimenti di
petrolio, ed un paio di mesi prima, al Consolato di Costantinopoli Philip Chadbourn, il
rappresentante della Barnsdall nel Caucaso, era passato attraverso di esso per uscire dalla
Russia. L'Archivio del Dip. di Stato Americano
contiene una citazione intrigante di Rykov datata ottobre 1022:
“La parte più brillante in Russia è l'industria del petrolio, e questo è grandemente dovuto al
fatto che un numero di lavoratori americani è stato portato sui giacimenti di petrolio per
soprintendere il loro funzionamento”. 2
Chi, o cos'era, la Barnsdall International Corporation?
Il Presidente della Barnsdall International era Matthew C. Brush che prima
identificammo come l'uomo “di facciata dell'Ordine”.
Il Guaranty Trust, Lee Higginson Company e W.A. Harriman possedevano la Barnsdall, e la
Barnsdall International Corporation fu posseduta al 75% dalla Barnsdall e per il 25% dalla
H. Mason Day.
Il Guaranty Trust fu rappresentato da Eugene W. Stetson (anche Vicepresidente
del Guaranty Trust) il cui figlio, Eugenio W. Stetson Jr., fu iniziato nell'Ordine nel 1934. Gli
interessi della Lee Higginson furono rappresentati da Frederick Winthrop Allen (l'Ordine
'00).

1 Prauda, 21 settembre 1922.


2 Dip degli U.S. Archivio Decimale, Microcopy 316 Rotolo 107, frame 1167.

In breve, l'Ordine controllò la Barnsdall International Corporation.

La seconda fonte potenzialmente più grande di materie prime dei Sovietici negli anni venti
erano i grandi depositi di manganese. Nel 1913, la Russia zarista forniva il 52 % della
produzione mondiale del quale circa il 76 %, o un milione di tonnellate, fu scavato dai
depositi di Chiaturi nel Caucaso. La produzione nel 1920 era zero, ed entro il 1924 era sorta
solamente a circa 320.000 tonnellate all'anno. Il problema di base era: “quel ulteriore
sviluppo fu ritardato dall'attrezzatura primitiva che fu considerata seriamente grezzamente
inadeguata anche prima della guerra”.
I depositi di Chiaturi , situati sugli altopiani poco distanti da Batum, erano scavati in una
maniera primitiva, ed il minerale metallico era portato sugli asini dagli altopiani alla
ferrovia. C'era un dislivello sulla strada ed il manganese doveva essere trasbordato tra il
punto di caricamento originale ed il porto. Quando era al porto, il minerale metallico era
trasferito dal secchio: un processo lento, costoso.
I soviet acquisirono l'estrazione moderna e i mezzi di trasporto per i loro depositi
manganese, acquisirono valuta straniera , e finalmente fracassò la politica straniera
americana riguardo a prestiti all'U.S.S.R., in una serie di accordi di affari con la W.A.
Harriman Company e il Guaranty Trust.
Il 12 luglio 1925, un accordo di concessione fu fatto tra la W.A. Harriman Company di New
York e l'U.S.S.R. per lo sfruttamento del manganese di Chiaturi e l'introduzione
dell'estrazione moderna e dei metodi di trasporto.
Sotto l'accordo della concessione di Harriman, $ 4 milioni furono spesi per la
meccanizzazione delle miniere e convertire le operazioni da manuali a meccaniche. Furono
costruiti un lavatore e un riduttore di vegetali; ed un ascensore a Poti, con una capacità di
due milioni di tonnellate e fu costruito un sistema ferroviario, insieme con una linea
tranviaria aerea per il trasferimento del minerale metallico di manganese. La spesa era
approssimativamente di $ 2 milioni per il sistema della ferrovia e $ 1 milione per la
meccanizzazione delle miniere.
Il Presidente della Società Georgiana del Manganese, la persona operativa della Harriman
Company in Russia, non era nessuno altro che l'uomo “di facciata dell'Ordine” Matthew C.
Brush.

LETTERA DEL DIP. DI STATO ALL'AMBASCIATA DEGLI U.S. A LONDRA


IV L'ORDINE E' TROPPO POTENTE PER L'INVESTIGAZIONE DEL DIP. DI
STATO

Mentre l'Ordine eseguì il suo piano per lo sviluppo della Russia, il Dip. di Stato non poteva
fare niente. I suoi burocrati sedettero in Washington D.C. come un gruppo di lepri incantate.
In primo luogo, negli anni '20 i prestiti all'Unione Sovietica erano severamente vietati dalla
legge Americana. Mentre i cittadini americani potevano entrare in Russia a proprio rischio,
non c'erano né relazioni diplomatiche e né appoggio statale o sanzioni per le attività
commerciali. Il sentimento pubblico e statale negli Stati Uniti era in modo schiacciante
contro i soviets - anche per le molte atrocità commesse nel nome della Rivoluzione.
In secondo luogo, l'alleanza Harriman-Guaranty che meditò l'Ordine non informò il Dip. di
Stato dei suoi piani. Come la lettera precedente (pagina 152) da Washington all'Ambasciata
Londinese descrive, le prime informazioni del deposito di manganese di Harriman entrarono
dall'Ambasciata americana a Londra che l'aveva appreso dagli articoli di giornali Londinesi.
In altre parole, Averell Harriman diffuse un progetto illegale oltre il Governo Americano. Se
questo non è comportamento irresponsabile, allora non c'è nulla di vero. E questo era l'uomo
che più tardi diventerà l'ambasciatore Americano in Russia.
La lettera del Dip. di Stato a Londra è piuttosto specifica su questo punto: “Il memorandum
emesso da Lei contiene le prime informazioni ricevute dal Dipartimento riguardo all'altra
concessione al posto di quelle apparse sulla stampa.” Circa un mese più tardi giunse una
lettera dal Dip. del Commercio che chiedeva conferma e più informazioni. Apparentemente,
Harriman non si preoccupò d'informare neanche il Dip. del Commercio.

Ora giungiamo al punto veramente straordinario. Il Governo Americano non fu informato da


W.A. Harriman o dal Guaranty Trust che loro avevano inteso investire 4 milioni $ nello
sviluppo dei depositi di manganese sovietico. Questo era chiaramente illegale ed una mossa
con conseguenze strategiche ed ovvie per gli Stati Uniti. Né il governo Americano era
capace di raccogliere altrove queste informazioni; in quelli giorni non c'era la CIA. Di
informazioni economiche si occupava il Dip. di Stato. È anche ovvio che ufficiali statali
furono interessati ad acquisire informazioni, come era loro dovere.
Il punto veramente straordinario è CHE IL GOVERNO AMERICANO NON ERA CAPACE
DI INTRAPRENDERE UNA INVESTIGAZIONE.
Noi riproduciamo qui sopra una pagina di un memorandum di Evan E. Young della
Divisione degli Affari europei ed orientali all'Assistente Segr. di Stato Carr. Si noti che
questo è un memorandum ai livelli superiori del Dip. di Stato.
Il giovane specificamente scrive: “. . ci sono certe e molto definite ragioni perché io
consideri molto poco saggio per il Dipartimento iniziare ogni investigazione riguardo al
rapporto della concessione di manganese.”
E l'Assistente Segr. di Stato Carr scarabocchia sul fondo, “io rinvio al Suo giudizio su
questo”
(presumibilmente dopo la suggerita comunicazione orale).
L'impressione distinta è che qualche potere dietro alle scene non sarebbe stato sfidato.
V L'ORDINE SI FA LA PROPRIA LEGGE

L'Ordine tenne un controllo su ogni posizione strategica e non-statale riferita all'Unione


Sovietica. Nulla sembra essere scappato alla loro attenzione. Per esempio, la Camera anglo-
russa del Commercio fu creata nel 1920 per promuovere gli affari con la Russia - ebbe
bisogno disperatamente dai soviets di ripristinare l'industria zarista inattiva. Il
Presidente del suo Comitato Esecutivo, il posto chiave nella Camera fu tenuto da Samuel R.
Bertron (l'Ordine '85), un Vicepresidente del Guaranty Trust e precedentemente un membro
della prima missione del 1917 in Russia.
Elihu Root, Presidente della missione era, chiaramente, l'avvocato personale di William
Collins Whitney (l'Ordine '63), uno dei membri chiave dell'Ordine. La lettera dalla Camera
di Commercio anglo-russa di Bertron al Dip. di Stato, riportata su è importante perché pone
la domanda: “Che affari con i crediti russi furono proibiti negli Stati Uniti dalle autorità
federali? “
Questo vuole dire che l'Ordine era ben consapevole nel 1921 che i “prestiti” all'U.S.S.R.
erano illegali e davvero non furono resi legali finché il Presidente Roosevelt fu eletto nel
1933. Comunque, illegale o non, 18 mesi dopo questa lettera di Bertron, il Guaranty Trust
decise di concedere prestiti ai russi. Il Guaranty Trust fece un accordo tecnico bancario con
i soviets ed mise un Vicepresidente del Guaranty Trust, Max May, come direttore in
carica della divisione straniera di questa banca sovietica, la RUSKOMBANK (si veda
documento a pagina precedente).
In breve, mentre la gente negli USA era informata dal Governo Americano che i soviets
erano dei codardi assassini, mentre i “Reds” erano deportati in Russia dal Dip. di Giustizia,
mentre ogni statista (pressoché senza eccezione) stava assicurando il popolo americano: che
gli Stati Uniti non avrebbero avuto relazioni con i soviets - mentre questo sbarramento di
bugie fu tirato al pubblico credulone, dietro alle quinte la Guaranty Trust Company stava in
realtà portando avanti una filiale di una banca sovietica! E truppe americane furono
ringraziate dai rivoluzionari sovietici per aver aiutato a proteggere la Rivoluzione.
Questo, cari lettori, è perché i governi hanno bisogno della censura. Ecco perché anche 50
anni dopo gli eventi, è quasi impossibile per i ricercatori indipendenti (non i leccapiedi)
riclassificare i documenti chiave.
GLI STUDI LEGALI DELL'ORDINE
Gli studi legali dell'establishment a New York, molti fondati da membri dell'Ordine, sono
collegate da vicino a banche e specificamente quei veicoli operativi per la rivoluzione già
citati.
Si prenda l'esempio di Simpson, Thacher & Bartlett che negli anni venti si trovava al 120
Broadway, New York. Lo studio fu fondato da Thomas Thacher (l'Ordine '71) nel 1884. Suo
figlio Thomas Day Thacher (l'Ordine '04) lavorò per l'ufficio legale di famiglia dopo avere
lasciato Yale ed iniziato nell'Ordine. Il più giovane Thomas Thacher andò a lavorare per
Henry L. Stimson (l'Order '88), un membro molto attivo dell'Ordine
discusso nel Volume Uno di questa serie. Intorno a questo periodo Thacher scrisse
l'asserzione dell'Ordine sulla Rivoluzione bolscevica (pagina 138), divenne amico sia con
Felix Frankfurter che con Raymond Robins.
Secondo l'ampia documentazione nell'archivio del Comitato di Lusk, Frankfurter e Robins,
erano di considerevole aiuto ai soviets.
Un altro legame tra la Rivoluzione del 1917 e Simpson, Thacher & Bartlett è la figlia di
Thomas Anthony Thacher (l'Ordine '35) chi sposò William Kent (l'Ordine '87) che abbiamo
collegato al membro Amos Pinchot nel caso di intervento in favore dei soviets a Washington,
D.C.
Inoltre, lettori di Wall Street E La Rivoluzione bolscevica ricorderanno che il membro
Samuele Bertron era nella Missione Root in Russia nel 1917. Inoltre, Thomas Thacher
(l'Ordine '04) era un membro del Missione della Crocerossa con Allan Wardwell, figlio di
Thomas Wardwell, Tesoriere della Standard Oil ed partner in un altro studio legale di Wall
Street, Statson, Jennings & Russell (i collegamenti a questa ditta all'Ordine saranno descritti
in un volume seguente).
Simpson, Thacher & Bartlett rappresentò la Banca Statale sovietica negli Stati Uniti ed era il
mezzo usato dall'Ordine per informare il Dip. di Stato delle attività che sarebbero state
bloccate altrimenti dai burocrati di livello più basso seguendo le direttive statali.
Per esempio, nel 1927 Simpson Thacher & Bartlett informò il Governo Americano che i
soviets erano in procinto di aumentare i depositi negli Stati Uniti. Questo aumento era in
preparazione per l'enorme spesa da fare in alcune ditte Americane favorite per costruire il
Piano sovietico dei Primi Cinque Anni.
La lettera letta attentamente è precisa; mette parole in bocca al Dip. di Stato, ad es., questo è
quello che faremo nonostante il Governo Americano, non c'è ragione perché non dovremmo
andare avanti. Si noti, per esempio, l'ultimo paragrafo: “. . sembra a noi non ci sia ragione
perché la Banca non dovrebbe aumentare così i suoi depositi nonostante il nostro Governo
non abbia riconosciuto l'U.S.S.R.”

LA RUSSIA
Durante gli ultimi quattro anni il Governo degli Stati Uniti ha mantenuto una posizione che
sarebbe futile e poco saggia per entrare in relazione con il Governo sovietico finché i
leaders bolscevichi persistano in scopi e pratiche nel campo delle relazioni internazionali che
precludono la possibilità di stabilire relazioni sulla base di accettati principi tra le nazioni. È
convinzione del governo degli Stati Uniti che le relazioni su una base di solito amichevole
tra le nazioni non possono essere stabilite con un'entità governativa che è rappresentata da un
gruppo che la controlla così da provocare il rovesciamento dell'ordine politico, economico e
sociale per tutto il mondo e che regola di conseguenza la loro direzione verso altre nazioni.
Le esperienze di vari governi europei che hanno riconosciuto e sono entrati in relazioni col
regime sovietico hanno dimostrato la saggezza della politica verso cui il Governo del Stati
Uniti ha aderito costantemente. Il riconoscimento del regime sovietico non ha provocato
alcuna cessazione di interferenza dei leader bolscevichi negli affari interni di alcun paese che
riconosceva l'USSR, né ha condotto all'accettazione da parte loro di altri obblighi
fondamentali per i rapporti internazionali. Certi stati europei hanno cercato, entrando in
contatto con rappresentanti del regime sovietico, di giungere ad un accordo sulle differenze
notevoli con pratiche internazionali accettate. Tali conferenze e discussioni sono state
completamente infruttifere. Nessun paese è stato in grado di ottenere il pagamento dei debiti
contratti dalla Russia sotto i governi precedenti o l'indennizzo dei suoi cittadini per le
proprietà confiscate. C'è effettivamente, ragione di credere che gli accordi per il
riconoscimento e la partecipazione alle discussioni siano servite solamente ad incoraggiare il
ruolo della Russia nella sua politica di ripudio e di sequestro, in quanto loro speravano che
fosse possibile stabilire una base strategica, accettata dalle altre nazioni, dalla quale
potessero continuare la loro guerra sull'ordine politico e sociale esistente negli altri paesi.
Gli sviluppi attuali dimostrano la persistenza a Mosca di un scopo dominante di
rivoluzionare il mondo e la manifestazione pratica di questo scopo e rendere impossibile
stabilire relazioni normali con il governo sovietico. Il governo attuale della Russia, mentre
cerca di dirigere l'evoluzione della Russia lungo linee politiche, economiche e sociali in tale
maniera da farlo “in base alla rivoluzione del mondo”, continui a portare, attraverso l'
Internazionale Comunista ed altre organizzazioni con sede centrale a Mosca, all'interno dei
confini di altre nazioni, incluso gli Stati Uniti, operazioni estese e progettate attentamente
per lo scopo di provocare alla fine il rovesciamento dell'ordine esistente in tali nazioni.
Una massa di dati riguardo alle attività continuate negli Stati Uniti dalle varie organizzazioni
bolsceviche, sotto la direzione e controllo di Mosca fu presentata dal Dip. Stato ad un
sottocomitato del Senato sugli Affari Esteri nel gennaio 1924.

VII QUELLO CHE I POLITICI HANNO DETTO AI CITTADINI AMERICANI

Tutti questa attività dei Soviets registrata nella Commissione Lusk ed negli archivi del Dip.
di Stato furono celati attentamente al pubblico americano. Per dimostrare il grado della
falsità, riportiamo qui una pagina sulla Russia “da un documento” estratto da un'asserzione
intitolata “Relazioni Estere” dell'Onorevole Frank B. Kellogg, Ministro di Stato, pubblicato
dal Comitato Nazionale Repubblicano, Bollettino N.ro 5, I928.
Fra le falsità promosse dal Segretario Kellogg c'è la seguente: “. . il Governo degli Stati
Uniti ha mantenuto una posizione che sarebbe futile e poco saggia per entrare in relazioni
con il governo Sovietico.”
Infatti, da subito gli Stati Uniti, con approvazione implicita del governo, sono stati coinvolti
nel progettare il Piano dei Primi Cinque Anni in Russia. Il lavoro di pianificazione fu fatto
da ditte americane. La costruzione del braccio dialettico sovietico continuò per tutti gli anni
trenta fino alla II Guerra mondiale. Nel 1941 W.A. Harriman fu nominato Amministratore
della Lend Lease per assicurare il flusso della tecnologia degli Stati Uniti e i prodotti
all'Unione Sovietica. L'osservazione degli archivi della Lend Lease dimostra che la legge
Americana fu violata. La legge richiedeva solo di inviare beni militari. Invece, fu inviata
attrezzatura industriale in quantità straordinaria e anche matrici di valuta del Tesoro così che
i soviets potessero stampare liberamente dollari Americani.
Fin dalla II Guerra mondiale gli Stati Uniti hanno tenuto i soviets fianco a fianco alla
tecnologia moderna. Questa storia è stata dettagliata altrove.
In breve, la creazione dell'Unione Sovietica scaturisce dall'Ordine. La prima sopravvivenza
dell'Unione Sovietica scaturisce dell'Ordine. Lo sviluppo dell'Unione Sovietica scaturisce
dall'Ordine.
Ma soprattutto, questa storia è stata celata al pubblico americano, . . . più di questo più tardi.
Ora rivolgiamoci al finanziamento del partito Nazista in Germania.

Memorandum Numero Quattro: Antitesi -Finanziamento del Nazismo


La versione marxista della dialettica di Hegel pone il capitalismo finanziario come tesi e la
rivoluzione marxista come antitesi. Un dubbio ovvio in questa asserzione Marxista è la
natura della presunta sintesi di evolvere fuori dallo scontro di questi opposti, cioè, lo scontro
tra capitalismo finanziario ed marxismo rivoluzionario.
L'asserzione di Lenin che lo Stato si appassirà sul palcoscenico della sintesi è insensata.
Infatti, come testimoniano tutti gli Stati marxisti contemporanei, lo Stato in pratica diviene
del tutto potente. Il compito immediato della “rivoluzione” è portare ogni potere allo Stato, e
gli Stati Marxisti moderni operano sotto una paranoia continua che il potere può passare
davvero dalle mani dello Stato nelle mani delle persone.
Noi suggeriamo che le forze del mondo possono essere viste differentemente, anche se
ancora, nei termini della dialettica di Hegel. Se il marxismo è posto come la tesi ed il
socialismo nazionale come antitesi, poi la sintesi più probabile diviene un
Nuovo Ordine Mondiale Hegeliano, una sintesi che evolve fuori dallo scontro tra marxismo
e nazional socialismo. In questa asserzione quelli che finanziano e manipolano lo scontro di
opposti possono inoltre, controllare la sintesi.
Se noi possiamo dimostrare che l'Ordine artificialmente ha incoraggiato e ha sviluppato il
marxismo rivoluzionario ed il nazional socialismo mantenendo il controllo sulla natura e sul
grado del conflitto, segue che l'Ordine sarà capace di determinare l'evoluzione e natura del
Nuovo Ordine Mondiale.
I DOVE PRESERO I NAZISTI I FONDI PER LA RIVOLUZIONE?

In “Wall Street e l'avvento di Hitler” descrivemmo molti condotti finanziari tra Wall Street
ed il partito Nazista . Questo fu completato più tardi dalla pubblicazione di un libro a lungo
occultato, “I sostenitori segreti di Hitler”. Ci sono ancora altri libri che hanno enfatizzato il
il collegamento finanziario di Fritz Thyssen fino a Hitler. Dopo che lui si divise da Hitler,
Thyssen stesso scrisse un libro, “Io pagai Hitler”. Noi ora siamo in una posizione per unire le
prove in questi libri con l'altro materiale e la nostra documentazione sull'Ordine.
Gli archivi del Consiglio di Controllo Americano per la Germania contengono le
informazioni del dopoguerra con prominenti Nazisti . Da questi abbiamo verificato che il
maggior collegamento per fondi a Hitler era Fritz Thyssen e
la sua Banca Handel e Schiff, prima chiamata la Banca di von Heydt. Queste informazioni
coincidono con quelle in “Wall Street e l'avvento di Hitler” e “I sostenitori segreti di Hitler”,
anche per i nomi delle persone e delle banche coinvolte ad es., Thyssen, Harriman, Guaranty
Trust, von Heydt, Carter e così via.
Il documento riprodotto a pagina 167 passato attraverso la censura americana perché
l'Ufficio del Direttore dei Servizi non seppe del collegamento tra Fritz Thyssen e gli interessi
di Harriman a New York. I documenti che collegano Wall Street a Hitler sono stati rimossi
dall'archivio del Consiglio di Controllo degli Stati Uniti. In ogni evento,
riproduciamo qui il rapporto dei Servizi segreti che identifica Fritz Thyssen e la sua Banca
Handel und Schiff (No DEF/Me/1 del 4 settembre 1945) e pagina 13 dell'interrogatorio di
Fritz Thyssen intitolato “Appoggio Finanziario del partito nazista.”

II CHI ERA THYSSEN?

Fritz Thyssen era il magnate dell'acciaio tedesco che si associò col movimento Nazista agli
inizi degli anni venti. Quando fu interrogato nel 1945 sotto Progetto Dustbin, Thyssen
dichiarò che fu avvicinato nel 1923 dal Generale Ludendorf all'epoca dell'evacuazione
francese della Ruhr. Poco dopo questa riunione Thyssen fu presentato a Hitler e fornì fondi
per i Nazisti attraverso il Generale Ludendorf.
Nel 1930-31 Emil Kirdorf si avvicinò a Thyssen e di conseguenza mandò Rudolf Hess per
negoziare ulteriori fondi per il partito Nazista. Questa volta Thyssen sistemò un credito di
250.000 marchi alla Banca Voor Handel en Scheepvaart N.V.
(il nome olandese per la banca chiamata da Thyssen nel documento allegato), al 18
Zuidblaak a Rotterdam, Olanda.
Thyssen era la prima testa del Vereinigte Stahlwerke, La fiduciaria dell'acciaio tedesco
finanziata da Dillon Read (New York), ed ebbe un ruolo decisivo nella crescita di
Hitlercontribuendo liberalmente al partito Nazista ed influenzando i suoi amico industriali
per portarli in appoggio al Fuehrer. Come ricompensa per i suoi sforzi, Thyssen fu inondato
da favori politici ed economici dal terzo Reich e godè di potere quasi illimitato e di prestigio
sotto il regime Nazista fino alla sua rottura con Hitler nel 1939 sulla decisione di invadere la
Polonia e di precipitare nella Seconda Guerra mondiale.
Questo incidente e la pubblicazione susseguente di Thyssen, “Io pagai Hitler” hanno un
parallelo con la storia di suo padre, August Thyssen. Attraverso una confessione simile nel
1918 il Thyssen più vecchio, nonostante il suo primato come sostenitore fedele
del pan-Germanesimo, riuscì nel convincere gli Alleati che la responsabilità per l'aggressione
tedesca dovesse essere data al Kaiser e che gli industriali tedeschi non dovessero essere
biasimati per l'appoggio dato agli Hohenzollern.
Apparentemente influenzati da August Thyssen ed i suoi soci, gli Alleati non fecero nessun
sforzo per riformare l'industria tedesca dopo la I guerra mondiale. Il risultato fu che a
Thyssen fu permesso di controllare un impero industriale enorme e passarlo intatto ai suoi
eredi e successori.
Era in questo contesto che Fritz Thyssen prese il controllo delle partecipazioni azionarie di
famiglia dopo la morte di suo padre nel 1926. Il nuovo barone dell'acciaio tedesco già aveva
raggiunto la fama in tutto il Reich per la sua sfida ai francesi durante la loro occupazione
della Ruhr nel 1923. Come Hitler, Thyssen considerò il Trattato di Versailles “un patto della
vergogna” che doveva essere spezzato se il Paese dei padri dovesse sorgere di nuovo. Questa
è la storia dei sostenitori segreti di Hitler.
Thyssen partì lungo la stessa strada come suo padre, aiutato dagli ampi prestiti di Wall Street
per costruire l'industria tedesca. August Thyssen si era unito con Hugenburg, Kirdorf, ed il
Krupp più anziano per promuovere il All-Deutscher Verband (la Lega pan-Germanica ) che
fornì la base razionale per la politica espansionista del Kaiser. Suo figlio divenne un membro
attivo dello Stahlhelm e più tardi, attraverso Goring, si associò ai nazisti, dopo che
l'incidente di 1931 aveva portato industria tedesca al limite del fallimento, lui abbracciò
apertamente il nazismo.
Durante i successivi 2 anni Thyssen dedicò la sua fortuna e la sua influenza a portare Hitler
al potere. Nel 1932 lui organizzo la riunione famosa nel Club degli Industriali in Düsseldorf
nella quale Hitler si rivolse gli uomini d'affari principali della Ruhr e del Rhineland. Alla
fine del discorso di Hitler Thyssen gridò, “Heil Herr Hitler” mentre gli altri applaudirono
entusiasticamente. Quell'anno, durante le elezioni presidenziali Thyssen ottenne i contributi
per la campagna di Hitler dalle associazioni degli industriali . Lui da solo asserì di avere
speso 3.000.000 di marchi per i nazisti nel 1932.

III LA CONNESSIONE ALLA UNION BANKING

Questo flusso di fondi arrivarono alle banche di Thyssen. La Banca Handel e Schiff citata
come il mezzo nel rapporto dell'intelligence Americana era una consociata della Banca di
August Thyssen, fondata nel 1918 con H.J. Kouwenhoven e D.C. Schutte come partners
direttivi. In breve, era la banca per le operazioni personali di Thyssen, e si affiliò con gli
interessi finanziari W.A. Harriman a New York. Thyssen dichiarò agli interrogatori del
Progetto Dustbin che:
“Io scelsi una banca olandese perché non volevo essere mescolato con banche tedesche nella
mia posizione, e perché pensai che era meglio fare affari con una banca olandese, e che avrei
avuto il Nazismo ancora un pò nelle mie mani”.
“I sostenitori segreti di Hitler” identifica il mezzo dei flussi di denaro dagli Stati Uniti come
“von Heydt”, e la banca von Heydt era il primo nome della Banca di Thyssen. Inoltre, la
banca precedente di Thyssen in Olanda - la Banca voor Handel en Scheepvaart N.V. -
controllava la Union Bank a New York.
Gli Harriman avevano interessi finanziari in essa, ed E. Roland Harriman (l'Ordine 1917),
fratello di Averell, era direttore di questa Unione Banking Corporation. L'Union Banking di
New York era entrata nell'operazione Thyssen-Harriman con i direttori seguenti nel 1932:
E. Roland Harriman Vice Presidente della W.A. Harriman & Co., New York
(l'Ordine 1917)
H.J. Kouwenhoven banca dei Nazi, partner della banca di August Thyssen e della
banca (Nazi) voor Handel Scheepvaart N.V. (la banca usata da Thyssen per i fondi)

Knight Wooley Dir. del Guaranty Trust, New York e Dir. della Federal Reserve
(l'Ordine 1917)

Cornelius Lievense Presidente, Union Banking Corp. e Dir. della Holland-American


. Investment Corp

Ellery Sedgewick James Partner, Brown Brothers, & Co., New York
(l'Ordine 1917)

Johann Groninger Dir. della Banca voor Handel en Scheepvaart and Vereinigte Stahlwerke
(Nazista) (usata per operazioni dell'acciaio di Thyssen)

J.L. Guinter Dir. Union Banking Corp

Prescott Sheldon Bush Partner, Brown Brothers. Harriman. Padre del Presidente G. H. W.
(l'Ordine 1917) Bush

Gli otto direttori della Union Banking Corporation sono davvero un gruppo interessante.
• Quattro direttori sono membri dell'Ordine: tutti iniziati a Yale nel 1917 - membri della
stessa classe di Yale. Tutti e quattro erano membri della stessa cella (club) D 115.
• E. Harriman era fratello di W. Averell Harriman e Vicepresidente della W.A. Harriman
Company.
• il Guaranty Trust era rappresentato da Knight Woolley.
• Due dei direttori della Union, Kouwenhoven e Groninger, erano direttori della banca
Nazista voor Handel en Scheepvaart un tempo Banca von Heydt. Von Heydt era
l'intermediaria tra il Guaranty Trust e Hitler citata in “I sostenitori segreti di Hitler”
• E. S. James e Prescott S. Bush erano partners dei F.lli Brown, più tardi F.lli Brown
-Harriman
Tra gli otto direttori della banca di Thyssen a New York, possiamo identificare perciò che
sei erano Nazisti o membri dell'Ordine. Questa banca privata era chiamata precedentemente
Von Heydt Banca e von Heydt è chiamato da Sharp in “I sostenitori segreti di Hitler” come
l'intermediario tra il Guaranty Trust a New York e Hitler tra il 1930 ed il 1933.
Soprattutto, ricorda che Sharp stava scrivendo nel 1933 queste informazioni quando ancora
erano conosciute solamente all'interno. Fra decine di migliaia di banche e banchieri, Sharp,
nel 1933 nomina, quelli in base alle prove che affiorano decine di anni più tardi
confermando il finanziamento di Hitler.
In breve, quando noi uniamo le informazioni del Progetto DUSTBIN con “I sostenitori
segreti Hitler” di Sharp, troviamo il maggior strumento estero per il finanziamento Nazista
che ci riporta all'Ordine e specificamente alla cella D 115.
IV PROFITTO DA CONFLITTO

Dalle guerre e rivoluzioni arrivano opportunità di profitti.


Il conflitto può essere usato per i profitti delle società per azioni sotto il controllo e
l'influenza dell'Ordine. Nella II^ guerra mondiale, la guerra coreana e la guerra vietnamita
possiamo citare esempi di società per azioni americane che commerciarono con il
“il nemico” per profitto.
Questo “commercio di sangue” non è dato da mezzi sporadici o limitato ad alcune ditte; è
generale e riflette filosofie e decisioni politiche più alte. Le società per azioni - anche le
grandi società per azioni - sono dominate da banche e società di credito, ed a turno queste
società sono dominato dall'Ordine e dai suoi alleati. (Questo sarà il tema di un volume
disponibile). Anche se gli Stati Uniti non entrarono ufficialmente in guerra con la Germania
fino al 1941, giuridicamente e certamente moralmente, gli Stati Uniti erano in lotta con la
Germania dopo l'accordo dei cacciatorpedinieri con la Gran Bretagna nel dicembre 1940,
cioè, lo cambio di 50 vecchi cacciatorpedinieri americani per basi strategiche in territorio
britannico. Anche prima del dicembre 1940 il Cargo “Frederick S. Fales” posseduto dalla
Società Standard Vacuum fu affondato da un sottomarino tedesco il 21 settembre 1940. Più
tardi nel 1941 la Standard Oil di New Jersey (ora EXXON) aveva sei petroliere sotto
registrazione panamense, equipaggiata da ufficiali Nazi per portare combustibile dalle
raffinerie della Standard Oil alle Isole Canarie, una base che riforniva carburante ai
sottomarini Nazisti.
Un rapporto di ciò datato 15 luglio 1941 dall'Intelligence al Quinto Corpo in Columbus,
Ohio è riprodotto a pagina seguente. Il rapporto è in errore perché riporta che nessuna nave
della Standard Oil era stata affondata dai Nazisti; il Maggiore Burrows non sapeva
apparentemente della “Frederick S. Fales” nel 1940.
Un altro esempio di profitto da guerra è riportato nel documento a pagina 173. Questo
riporta l'associazione tra RCA ed il Nazismo nella II guerra mondiale. RCA essenzialmente
era una ditta di Morgan-Rockefeller e quindi collegata all'Ordine.
Ancora un altro esempio è quello della Chase Bank. La Chase fu legata all'Ordine attraverso
la famiglia Rockefeller (Percy Rockefeller, l'Ordine 1900) e Vicepresidente Reeve Schley
(Yale, Scroll & Key). I Direttori della Chase nell'Ordine erano Frederick Allen (l'Ordine
1900), W.E.S. Griswold (l'Ordine 1899) e Cornelius Vanderbilt il cui fratello Gwynne
Vanderbilt (l'Ordine 1899) rappresentò la famiglia prima della sua
morte. Presidente della Chase era Winthrop Aldrich. Questo era lui ramo di Harvard della
famiglia Aldrich, un altro ramo è Yale e l'Ordine.
La Chase Bank di Manhattan non solo è una società che gioca ambo i lati del recinto
politico, ma con la Ford Motor, fu selezionato il Segretario della Tesoria Morgenthau per l'
investigazione nel dopoguerra delle attività pro-Naziste:
Queste due situazioni [ Ford e Chase Bank] ci convincono che è imperativo scoprire
immediatamente le attività delle consociate di alcune delle più grandi società americane che
erano operative in Francia durante l'occupazione tedesca. . .
L'estesa collaborazione della Chase con il Nazismo è stupefacente - e questo succedeva
all'epoca in cui Nelson Rockefeller aveva un compito di intelligence a Washington
concentrato contro le operazioni dei Nazisti in America Latina.
Nel dicembre 1944 ufficiali del Dip. del Tesoro esaminarono gli archivi della Chase Bank a
Parigi. Il 20 dicembre 1944 l'esaminatore Americano più anziano spedì un memorandum al
Segretario della Tesoreria Morgenthau con i risultati preliminari dell'esame di Parigi. Ecco
un estratto da quel rapporto:
A- Niederman, di nazionalità svizzera direttore della Chase a Parigi era indiscutibilmente un
collaboratore;
B- La presidenza della Chase a New York fu informata della politica collaborazionista di
Niederman ma non prese nessuna decisione per rimuoverlo. C'è effettivamente l'ampia prova
che mostra come la dirigenza a New York vide le buone relazioni di Niederman coi tedeschi
come un eccellente mezzo di preservare, non danneggiare la posizione della Chase Bank in
Francia.
C- Le autorità tedesche erano ansiose di tenere la Chase aperta e presero misure insolite per
offrire fonti di reddito.
D- Le autorità tedesche desiderarono “essere amici” con le importanti banche americane
perché loro
si aspettavano che queste banche sarebbero state utili dopo la guerra come un strumento
politico negli Stati Uniti.
E- La Chase, a Parigi si mostrò più ansiosa di accomodare le autorità tedesche in ogni
possibile modo. Per esempio, mantenne zelantemente la presenza all'ambasciata tedesca a
Parigi, “come aiuta ogni piccola cosa aiuta” a mantenere le relazioni eccellenti tra la Chase e
le autorità tedesche.
F- L'obiettivo era mantenere la posizione della banca ad ogni costo.
In breve, la Chase Bank era una collaboratrice dei Nazisti, ma il rapporto preliminare è
andato lontano quanto l'investigazione. Il rapporto fu ucciso su ordini di Washington, D.C.
D'altra parte la Chase Bank, più tardi Chase Manhattan Bank, è stata una prima promotrice
di esportare la tecnologia degli U.S. all'Unione sovietica. Questo risale ai primi anni '20
quando la Chase ruppe le regolamentazioni degli U.S. per aiutare i soviets. All'inizio del
1922 Chase stava tentando di esportare motori degli aerei militari LIBERTY all'Unione
Sovietica!
In conclusione, abbiamo visto, che le due braccia della dialettica descritte in Memoranda Tre
e Quattro si scontrarono nella II guerra mondiale. Inoltre, la parte corporativa dell'élite trasse
profitto dai prestiti ai soviets e dalla cooperazione sotterranea con interessi dei Nazisti. L'ala
politica dell'Ordine stava allo stesso tempo preparando una dialettica nuova per l'era del
dopoguerra.

Memorandum Numero Cinque: La Nuova Dialettica - Angola E Cina


LA NECESSITÀ DI UN NUOVO PROCESSO DIALETTICO

La II guerra mondiale era il culmine del processo dialettico creato negli anni venti. Lo
scontro tra “sinistra” e “destra”, ad es., l'Unione Sovietica e la Germania nazista, condotto
alla creazione di una sintesi - le Nazioni Unite, e l'inizio verso raggruppamenti regionali in:
Mercato Comune, COMECON, Nato, UNESCO, Patto di Varsavia SEATO, CENTO e poi la
Commissione Trilaterale. Un inizio verso il Nuovo Ordine Mondiale.
La II guerra mondiale lasciò l'Ordine con la necessità di creare una situazione dialettica
nuova per promuovere più conflitti e realizzare una sintesi di livello più alta.
La fonte di questo processo può essere trovata nel Memorandum di Sicurezza Nazionale
N.ro 68 del 1950, con le sue omissioni straordinarie (analizzate in “La Lettera di Phoenix,”
gennaio 1984). Il NSC 68 aprì la strada alla tecnologia occidentale per costruire una Unione
Sovietica più avanzata - fatta negli anni sessanta e settanta con la tecnologia computerizzata
dell'era spaziale. Allo stesso tempo NSC 68 presentò l'argomento per l'espansione massiccia
della Difesa Americana - a causa di una minaccia sovietica futura. L'omissione in NSC 68
era piuttosto elementare, ad es., che i soviets non potessero avanzare senza la tecnologia
Occidentale. NSC 68 permise a quel trasferimento di tecnologia di andare avanti.
In altre parole, permettendo a ditte Occidentali di espandere l'Unione sovietica, NSC-68 creò
anche di pari passo la premessa per un bilancio della difesa Americana. Identificammo nel
nostro articolo “La Lettera di Phoenix” il collegamento tra NSC-68 e l'Ordine.
Sfortunatamente per l'Ordine, ma non dobbiamo sorprenderci, data la loro percezione
limitata del mondo, il piano dialettico basato sul NSC-68 fece cilecca. Gli strumenti
principali che controllavano il processo dialettico nelle passate due decadi sono stati (a) le
informazioni, (b) il debito e (c) la tecnologia. Questi sono stati diluiti col tempo. Non
lavorano proprio bene oggi come facevano negli anni cinquanta.
Attraverso un grande controllo dell'informazione ha avuto successo. Il mondo intellettuale
ancora è chiuso in una battaglia verbale e fasulla tra “sinistra” e “destra”, mentre la vera lotta
è la battaglia tra la libertà individuale e l'abuso di potere dello Stato assoluto. L'Unione
Sovietica, con la sua censura stretta presenta un orientamento Marxista (di sinistra) ai propri
cittadini. I nemici sono sempre gli U.S.A. “fascisti”. All'Ovest è un poco più complicato ma
non più di tanto. L'argomento di Quigley in “Tragedia e Speranza” che J.P. Morgan usò il
potere finanziario per controllare la politica, è stato esteso dall'Ordine al controllo
dell'informazione. Nell'Ovest la scelta è fondamentalmente tra un informazione controllata
“orientata a sinistra” ed una controllata ”orientata a destra”.
Il conflitto tra i due gruppi controllati mantiene un apparente conflitto dell'informazione
vivo.
Fatti sconvenienti che accadono in nessuno dei due campi sono dimenticati
convenientemente. Libri che non fanno parte né dell'uno né dell'altro possono essere
neutralizzati efficacemente perché incorreranno nella collera della “destra” e “sinistra.”
In breve, ogni pubblicazione che guarda alla fallacia della dicotomia sinistra-destra è
ignorata,... e i cittadini continuano ad adunarsi nelle cabine elettorali credendo di avere una
“scelta”.
Il secondo meccanismo di controllo è il debito. Se i paesi Marxisti devono importare la
tecnologia, hanno bisogno di guadagnare o prendere in prestito valute Occidentali per
pagarlo. I prestiti devono essere rimborsati. Quindi in qualche misura, i debitori sono sotto il
controllo dei creditori, a meno che non siano inadempienti. L'inadempienza è la debolezza.
Il terzo meccanismo di controllo è la tecnologia. Se la tecnologia per avanzare a livelli di
produzione più efficienti è stata importata il beneficiario è tenuto sempre via dallo “stato
dell'arte”. La debolezza per l'Ordine è che la tecnologia militare non richiede un sistema di
mercato.
Il piano dialettico fece cilecca perciò per molte ragioni. In primo luogo, l'interruzione della
informazione non è riuscita come l'Ordine si aspettava. Descriveremo più avanti come il
controllo del Time e Newsweek diede all'Ordine il dominio sui settimanali. Le reti Tv sono
state in grado di orchestrare reazioni dello spettatore - per esempio, i tre punti di forza della
ABC nel 1983 erano The day after. Thornbirds, e Venti di guerra, tutti con un tema di
propaganda comune ma l'Ordine non era capace di limitare gli individui e i relativamente
piccoli gruppi non-accademici, quasi sempre fuori dalle Università, dall'esplorare le ovvie
incongruenze nella propaganda dell'establishment. Questi gruppi chiamati spesso per errore
di “sinistra” o di “destra” sono fuori generalmente dallo spettro manipolato di destra-sinistra.
In secondo luogo, l'arma del debito fu usata eccessivamente. I paesi comunisti ora sono
molto indebitati con i banchieri occidentali.
In terzo luogo, mentre la tecnologia ancora è un'arma utile, ci sono distinti stimoli fra analisti
indipendenti del pericolo posto al mondo Occidentale dalla nascita di nemici.
Nel mondo di oggi noi possiamo identificare di conseguenza, due fatti in costruzione per una
dialettica nuova. Primo, il rafforzamento cauto del braccio Marxista (la tesi presentata nel
Memorandum Tre), ad es., l'Angola Marxista ottiene un via libera, ma una Grenada Marxista
ha trovato un segnale rosso.
Secondo, la costruzione di un braccio completamente nuovo, quello della Cina Comunista,
essa stessa Marxista, ma con un conflitto potenziale con l'Unione Sovietica. Sforzi notevoli
dell'Ordine sono in atto, solamente in parte rivelata dalla stampa, per creare una
superpotenza nuova attraverso un conflitto con l'Unione Sovietica. Questa è l'antitesi nuova,
sostituendo la Germania Nazista.

L'ORDINE CREA UN ANGOLA MARXISTA

L'Angola, una precedente provincia portoghese sulla costa sud-ovest dell'Africa è un


esempio contemporaneo della continua, ma più cauta, creazione del braccio Marxista del
processo dialettico.
L'opinione ufficiale dell'establishment sull'Angola è che l'Angola sia stata una colonia
portoghese portata da una legge oppressiva ad un movimento di indipendenza nel quale i
Marxisti vinsero su forze “democratiche”.
Questa opinione non può essere sostenuta. Se i portoghesi furono coloni in Angola, lo furono
anche i padri pellegrini di Boston in Massachusetts. Luanda, la città principale in Angola fu
fondata dai portoghesi nel 1575 - mezzo secolo prima che i Pellegrini sbarcassero in
Massachusetts. La popolazione indigena dell'Angola nel 1575 era meno della popolazione
indiana del Massachusetts. Dopo tre secoli i Portoghesi trattarono l'Angola più come una
provincia che come una colonia, in contrasto al governo coloniale inglese, francese e belga
in Africa. Quindi se l'Angola fosse appartenuto ai nativi indigeni, poi logicamente il
Massachusetts sarebbe appartenuto agli indiani americani.
Nei primi anni '60 gli Stati Uniti attivamente stavano aiutando la causa Marxista in Angola.
Questo è noto grazie al primo Segr. di Stato Dean Acheson. Gli estratti seguenti sono da un
memorandum che registra una conversazione avvenuta tra Dean Acheson (Scroll & Key),
McGeorge Bundy (l'Ordine '40), e il Presidente Kennedy datata 2 aprile1962:
“Lui [Kennedy] poi si accennò alle negoziazioni col Portogallo sulla base delle Azzorre.
Disse che non capiva quello che stava accadendo e che sarebbe stato grato di farmi carico
della questione e vedere se si potesse fare qualche cosa. Io chiesi il permesso per parlare
sulla situazione per alcuni minuti e dissi quanto segue: “I Portoghesi furono offesi
profondamente da ciò che loro credevano fosse l'abbandono dagli Stati Uniti, se non
l'allineamento attuale degli Stati Uniti con i loro nemici. Il problema, mi sembrò, posto non
tanto nelle negoziazioni con i Portoghesi quanto nella determinazione della politica degli
Stati Uniti. La battaglia sarebbe a Washington, piuttosto che a Lisbona.”
Poi Dean Acheson commenta un tema apparentemente già conosciuto dal Presidente
Kennedy, che gli Stati Uniti stavano sostenendo i rivoluzionari in Angola:
“Il Presidente chiese poi a me perché ero così sicuro che non c'era possibilità di negoziazioni
con le attuali condizioni. Dissi che, come lui forse sapeva, stavamo di fatto sovvenzionando
i nemici del Portogallo; e che loro sospettavano fortemente questo, anche se loro non
potevano provarlo. Lui disse che lo scopo di questo era tentare di tenere il movimento
nazionalista angolano fuori dalle mani dei Ghaniani comunisti, ecc. e mantenerlo in mani più
moderate possibile. Dissi che avevo abbastanza capito questo, ma che non fu fatto quello che
i Portoghesi sospettarono essere più accettabile per loro. Fummo impegnati anche nel far
uscire di nascosto gli Angolesi fuori dall'Angola ed istruirli al Lincoln College fuori
Filadelfia nelle ideologie nazionaliste più estreme.
Inoltre i migliori di questo gruppo erano entrati segretamente ed illegalmente in Angola e al
loro ritorno avevano preso parte alla propaganda violenta anti-portoghese. Noi votammo
nelle Nazioni Unite risoluzioni che “condannavano” il Portogallo per il mantenimento
dell'ordine sul territorio indiscutibilmente sotto la sovranità portoghese. Io indicai come i
Portoghesi siano persone orgogliose, specialmente sensibili perché loro erano arrivati su una
impotente posizione dopo una storia gloriosa. Loro sarebbero andati piuttosto alla rovina con
il loro impero in modo dignitoso, come fecero a Goa, che essere comprati o adulati nel
concorrere alla propria distruzione.”
C'è un punto estremamente importante, anche se apparentemente minore, nei commenti del
Presidente Kennedy. Kennedy apparentemente credeva che gli Stati Uniti stavano
finanziando i nazionalisti, non i marxisti mentre gli Stati Uniti stavano davvero aiutando i
marxisti, come doveva fare più tardi in Sud Africa, seguendo di nuovo il modello della
Rivoluzione bolscevica del 1917 in Russia. C'è un punto ben importante da dire di
Kennedy, ad es, cosa Kennedy sapeva delle operazioni della CIA e del Dip. di Stato, dove
l'Ordine aveva il controllo
I Marxisti sotto il MPLA di Neto ottennero il controllo dell'Angola. L'Ordine con alleati
potenti fra le società multinazionali ha esercitato pressioni sulle Amministrazioni successive
per tenere l'Angola come Cuba - una base sovietica in Africa Meridionale.
Nel 1975 gli Stati Uniti insieme con il Sud Africa fecero davvero un colpo militare in
Angola. Ad un punto cruciale, quando le forze sudafricane avrebbero potuto entrare a
Launda, gli Stati Uniti tolsero l'assistenza.
Il Sud Africa non aveva altra alternativa che ritirarsi. Il Sud Africa imparò a sue spese che gli
Stati Uniti sono solo apparentemente anti-marxisti. In pratica gli Stati Uniti fecero al Sud
Africa quello che aveva fatto molte volte - l'élite tradì i suoi alleati anti-marxisti.
Entro i primi mesi del 1980 le multinazionali vicine all'Ordine uscirono di scena
coordinando attentamente le azioni pubbliche con il Vicepresidente Bush (l'Ordine 1948).
Per esempio, il 27 marzo 1981 The Wall Street Journal pubblicò un articolo rivelatore,
includendo alcune gemme della realtà mescolate con la linea dell'establishment. Questo
articolo di prima pagina vide l'appoggio di multinazionali americane per i Marxisti angolani
sotto il titolo “Nemico Amichevole: alcune società esortano gli Stati Uniti a stare fuori
dall'Angola, e declinare l'aiuto ai ribelli” (questi ribelli sono le forze di UNITA di Savimbi
anti-marxiste aiutate dal Sud Africa). Il leader delle forze sociali pro-marxiste negli Stati
Uniti è Melvin J. Collina, Presidente della Gulf Exploration & Production Company,
un'unità della Gulf Oil che opera nel Golfo di Cabinda. Questo è un complesso di raffinerie
in Angola, protette dai ribelli pro-occidentali di Savimbi contro Cubani e truppe marxiste
angolane. Hill disse il WSJ “l'Angola è un bene accorto, comprensivo e affidabile partner di
affari .” Hill non solo si mostrò al Congresso con questa linea pro-marxista, ma si incontrò
poi molte volte con il Vicepresidente Bush.
PWJ Wood di City Service aggiunse qualcosa in più alla mitologia della Gulf Oil. Wood
disse:”Gli Angolani sono sempre più orientati allo sviluppo. Non sono interessati a fare
politica in Africa centrale in favore di cubani o dell'Unione Sovietica. La nostra gente non
sono persone non grate in Angola.”
Hill e Wood, chiaramente non sono altro che agenti di relazioni pubbliche per l'Angola
Marxista, anche se sappiamo che loro non sono considerati agenti stranieri nel Dip. della
Giustizia Americano. Angola è una grandissima base cubano-sovietica per l'acquisizione
dell'Africa Meridionale, ancora 17 società petrolifere occidentali e altre ditte sono in Angola.
Comprendono la Gulf, Texaco, Petrofina, Mobil, Cities Service, Marathon Oil e la Union
Texas Oil. Le altre ditte includono Allied Chemical, Boeing Aircraft, General Elettric - e
Bechtel Corporation.
Dovrebbe essere ricordato che il Segr. di Stato Schultz e il Min. della Difesa Weinberger
vengono dalla Bechtel Corporation.
La Guf Oil è controllata dalla Mellon, il maggiore azionista. La Banca Mellon è
rappresentata nella Gulf Oil da James Higgins, un laureato di Yale ma non,
come noi possiamo determinare, un membro dell'Ordine.
Il più grande azionista è la Famiglia Mellon che comprende la Fondazione Andrew W.
Mellon, la Fondazione Richard King, e la Fondazione Sara Scaife. Questo gruppo che si
ritiene un “conservatore” prese approssimativamente il 7% percento delle azioni. Morgan
Guaranty Trust (un nome abbiamo incontrato prima) detiene 1.8 milione di azioni o
approssimativamente 1% delle azioni. In larga misura queste società per azioni con interessi
angolani espongono se stesse al rischio. È sorprendente, per esempio che il Sud Africa non si
è dato da fare per intentare un'azione di contrasto contro le aziende che erano in Angola,
specialmente verso General Elettric, Boeing, la Morgan Guaranty Trust, Gulf Oil, Cities
Service. Dopo tutto i sudafricani hanno perso uomini per l'appoggio massiccio dato ai
Marxisti angolani da queste ditte.
Sarebbe stato più conveniente per i sudafricani dirigere azioni di ritorsione contro le società
per azioni piuttosto che contro Cubani ed Angolani. Dopo il tradimento Americano al Sud
Africa nel 1975, quando le forze africane meridionali potevano giungere a Luanda, è un
tributo alla cautela del Sud Africa che non abbia usato proprio questa ovvia arma
d'opposizione. Dopo tutto un attacco chirurgico sudafricano su Cabinda avrebbe rimosso
nettamente, la più grande fonte di valuta estera in Angola, e avrebbe dato alle multinazionali
marxiste un piccolo vantaggio. Noi non stiamo, chiaramente, raccomandando alcuna azione
del genere, ma rimane una scelta aperta per il Sud Africa. E la possibile reazione degli Stati
Uniti? Il Dip. di Stato e la CIA erano pronte con una spiegazione per il piano
dell'Ambasciata americana presa a fotografare installazioni militari Sudafricane! Noi citiamo
solamente solo il superficiale per dimostrare la natura pericolosa degli scenari di gestione del
conflitto dell'Ordine.

III L'ORDINE COSTRUISCE UN NUOVO BRACCIO DIALETTICA IN CINA

Nel momento in cui troviamo la famiglia Bush coinvolta nel primo sviluppo dell'Unione
Sovietica, poi col finanziamento dei Nazisti e vagamente dietro alle quinte in Angola, così
noi troviamo un Bush attivo nella costruzione del nuovo ramo dialettica nuovo: la Cina
comunista.
Nel 1971 Mr. Nixon nominò George “Poppy” Bush (l'Ordine 1948) come Ambasciatore
Americano alle Nazioni Unite, non badando al fatto che Bush non aveva una precedente
esperienza diplomatica. Come principale delegato degli Stati Uniti,
Bush aveva la responsabilità della difesa contro l'attacco cinese e Comunista sulla
Repubblica di Cina, un libero intraprendente membro delle Nazioni Unite. Col potere
enorme degli Stati Uniti a sua disposizione, Bush fallì miseramente: la Repubblica fu espulsa
dalle Nazioni Unite e la Cina Comunista prese il suo posto. Brevemente dopo quel fiasco,
Bush lasciò le Nazioni Unite per prendere finito come Presidente del Comitato Nazionale
Repubblicano.
Questo non è il luogo per raccontare la storia intera del coinvolgimento americano in Cina.
Cominciò con intervento di Wall Street nella rivoluzione di Sun Yat Sen del 1911 - una storia
non ancora raccontata pubblicamente.
Durante la II guerra mondiale gli Stati Uniti aiutarono i Comunisti cinesi per il potere. Come
un'autorità cinese, Chin-tung Liang, scrisse riguardo al Generale Joseph W. Stilwell , il
rappresentante chiave americano in Cina dal 1942 al 1944: “Dal punto di vista della lotta
contro il Comunismo. . . [Stilwell] faceva un grande disservizio alla Cina”.*
Stilwell eseguiva solamente gli ordini di Washington, dal Generale George C. Marshall . E
come l'Ammiraglio Cooke affermò al Congresso, ". . nel 1946 il Generale Marshall usò le
tattiche di blocco delle munizioni per disarmare invisibilmente le forze cinesi.

*Chin-Tun Liang, General Stilwell In Chino, 1942-1944: The Full Story. St. John's University 1972, p. 12.

Ma quando arriviamo al Gen. Marshall abbiamo bisogno di ricordare che negli Stati Uniti la
parte civile ha l'ultima parola nelle questioni militare e questo ci porta al Ministro della
Guerra Henry L. Stimson, superiore di Marshall è membro dell'Ordine (1888). Peruna
coincidenza sorprendente, Stimson era anche Ministro della Guerra nel 1911 - al
tempo della rivoluzione del Sun Yat Sen.
La storia del tradimento della Cina ed il ruolo dell'Ordine dovrà attendere ancora un altro
volume. Noi vogliamo a questo punto riportare solamente la decisione di costruire una Cina
Comunista come un braccio nuovo della dialettica - una decisione presa sotto il Presidente
Richard Nixon e messa in opera da Henry Kissinger (Chase Manhattan Bank) e George
"Poppy" Bush (l'Ordine).
Come noi abbiamo pubblicato (1984) la Bechtel Corporation ha fondato una società nuova,
la Bechtel Cina Inc., per occuparsi dello sviluppo, dell'ingegneria e dei contratti di
costruzione per il governo cinese. Il nuovo presidente della Bechtel Cina Inc. è Sydney B.
Ford, precedentemente manager marketing della Bechtel Civil & Minerals, Inc. Attualmente
Bechtel sta lavorando su studi per la China National Coal Development Corporation e la
China National Offshore Oil Corporation - ambedue, chiaramente organizzazioni Comuniste
cinesi.
Appare che Bechtel ora abbia un ruolo simile a quello della Albert Kahn, Inc. la ditta che nel
1928 ha intrapreso studi iniziali e progettato il piano per i primi cinque anni nell'Unione
Sovietica.
Da circa l'anno 2000 la Cina Comunista sarà una “superpotenza” costruita dalla tecnologia
abilità americana. Presumibilmente l'intenzione dell'Ordine è di mettere questo potere in
qualche maniera in conflitto con l'Unione Sovietica.
C'è senza dubbio che la Bechtel farà il suo lavoro. Il primo Direttore della CIA Richard
Helms lavorava per la Bechtel, così faceva il Seg. di Stato Shultz e Segretario della Difesa
Caspar Weinberger. Questa è una potente, influente combinazione, se ogni progettista di
Washington si preoccupasse di Sicurezza nazionale comincerebbe a protestare.
L'Ordine probabilmente ha calcolato di nuovo male, . Quale sarà la reazione di Mosca a
questa sfida dialettica?
Anche senza la tradizionale paranoia russa loro possono essere scusati per sentire più che un
piccolo disagio. E chi ci dice che i Comunisti cinesi non faranno pace con Mosca dopo il
2000 e congiungeranno le forze per eliminare la super-super-potenza - gli Stati Uniti?
Memorandum Numero Uno: Una introduzione al culto segreto
dell'Ordine
Le organizzazioni politiche segrete possono essere - e sono state - estremamente pericolose
alla salute sociale e alla vitalità costituzionale di una società. In una società veramente libera
l'esercizio del potere politico deve essere sempre aperto e noto.
Organizzazioni dedicate al rovesciamento violento delle strutture politiche sono sempre
stato, per necessità, organizzazioni segrete. Celle rivoluzionarie comuniste sono un esempio
ovvio. Infatti, queste organizzazioni rivoluzionarie possono funzionare solo se la loro
esistenza sia segreta. In breve, la segretezza in questioni politiche è associata storicamente
alla coercizione. Inoltre, l'esistenza della segretezza di organizzazioni con ambizioni
politiche o con una storia di azione politica è sempre sospetta.
La libertà è sempre associata con azioni e discussioni politiche aperte mentre coercizione è
sempre associata alla segretezza .
Ci sono numerosi esempi storici per sostenere questa premessa. Nel tardo 17° secolo in
Baviera, il governo costituzionale, proibì di nuovo l'organizzazione degli Illuminati. La
scoperta fortuita dei documenti degli Illuminati dimostrarono che un'organizzazione segreta
fu dedita al rovesciamento dello stato Bavarese e a fondare una società mondiale
amministrata dall'elite degli Illuminati.
Più recentemente in Inghilterra ci sono state spaventose scoperte che comportano l'uso del
movimento Massonico da parte del KGB per sovvertire ed infiltrarsi nei servizi britannici.
La vera massoneria è una struttura conservatrice , ma la sua struttura organizzativa può
essere - ed è stata - usata per scopi rivoluzionari.
Gli scopi Massonici sono affermati pubblicamente essere fraternità e carità, ma si sa anche
bene che i muratori aiutano l'un l'altro per cose basandosi apparentemente sul talento.
In La Fratellanza * Stephen Knight afferma che molti hanno sofferto perché la massoneria è
entrata in segmenti della società dove essa non ha pertinenze:
. . . “non può esserci dubbio che molti. . . hanno sofferto a causa della massoneria che è
entrata in aree della vita dove, secondo tutti i suoi principi pubblicamente proclamati, non
dovrebbe introdursi mai. L'abuso della massoneria causa fallimenti allarmanti
della giustizia” (p. 4).
* Stephan Knight, The Brotherhood: The secret World of the Freemasons, Granada, London, 1984.

In Inghilterra la massoneria è divenuta in ogni caso un'organizzazione auto referente che


discrimina sempre in favore di propri membri quando deve contrarre, lavori, carriere e
promozioni. Noi ora sappiamo inoltre, che il movimento massonico in Inghilterra fu usato
dal KGB russo per infiltrarsi all'interno, impossessarsi e finalmente essere alla testa di
organizzazioni d'intelligence britanniche.
Nel settembre 1984 Scotland Yard a Londra consigliò a tutti i suoi agenti di polizia di non
entrare nella massoneria per non perdere la sua reputazione d'imparzialità . Date queste
premesse, l'Ordine una società segreta anche noto come Cranio & Ossa, è una minaccia
chiara ed ovvia alla libertà costituzionale negli Stati Uniti. La sua segretezza, il potere e l'uso
dell'influenza sono di gran lunga più grandi dei muratori, o di ogni altra fraterna
organizzazione o mutua semi-segreta.
Quanto segreto è lo Skull & Bones?

L'analisi più accurata della società è di Lyman Bagg in Quattro anni a Yale1 pubblicato nel
1871, ma ancora l'unica fonte di informazioni documentate sugli aspetti del culto
dell'Ordine.
Secondo Bagg, l'Ordine è intensamente segreto:
• “Loro (le società senior a Yale) sono le uniche società di Yale le cui operazioni sono
veramente segrete.”
• “I loro membri non menzionano mai i loro nomi, né si riferisce a loro in alcun modo alla
presenza di chiunque con il loro proprio numero, e dato che sono tutti seniors, non ci sono
vecchi membri nella classe al di sopra di loro a raccontare fatti fuori dalla scuola.”
Questa segretezza intensa riguarda anche documenti stampati per uso interno.
Sulla prossima pagina noi ristampiamo una circolare interna distribuita fra Patriarchs che ha
le seguenti indicazioni nascoste:
“P” ad es., Patriarch “P---s” Patriarchs
Se l'Ordine ha questa segretezza intensa, come possiamo riprodurre i suoi documenti e le
liste degli iscritti?
Semplicemente perché la segretezza attira attenzione. La segretezza crea un sospetto delle
intenzioni. Questo a turno genera l'azione di rompere la segretezza.
Questa serie di libri è basata su molte fonti, incluso “talpe” contemporanee. Comunque, le
informazioni su gli aspetti del culto vengono da una secolare attenzione sulle operazioni ed
intenzioni dello Skull & Bones. Questo interesse generò due opuscoli, una pubblicazione di
un diario ed un capitolo in un libro che segue:
1 Un opuscolo anonimo intitolato Skull & Bones. Questo è un resoconto dell'irruzione del
1876 al Tempio delle “Ossa” all'università di Yale
1 Lyman Bagg, Quattro anni a Yale Henry Holt & Co., New York, 1871. Il capitolo "Società Senior" sono ristampate
completamente come appendice a questo libro.
Un documento estremamente raro, è riprodotto come appendice a questo libro.
L'opuscolo comincia così: “Finché ci saranno i Bones la notte del 29 settembre (1876) sarà
per i suoi membri l'anniversario dell'invasione del loro tempio da parte di non iscritti,
confiscarono i loro feticci più rari e i loro segreti più sacri svelarono agli occhi dei non
iniziato.” Questa è la relazione di un'irruzione di un gruppo di studenti di Yale, e l'opuscolo
descrive in dettaglio i contenuti del Tempio. Per esempio, descrive i muri, ad es. "” . i muri
sono adornati con ritratti dei fondatori della Skull and Bones a Yale e dei membri della
Società in Germania quando la filiale fu fondata qui nel 1832. “
Questa frase diviene interessante quando l'aspetto degli Illuminati è discusso nel
Memorandum Cinque più avanti.
Ecco un altro paragrafo interessante da questo opuscolo:
“I Bones sono una filiale di una corporazione di una Università tedesca. Più precisamente
dovrebbe essere chiamata, non Società Skull & Bones ma la filiale Skull & Bones. Il
Generale R-----(Russell), il suo fondatore, era in Germania prima dell'ultimo anno di
università e strinse una cordiale amicizia con un membro principale di una società tedesca.
Lo portò con lui all'università, ebbe l'autorità per fondare una filiale lì. Così furono fondati i
Bones .”
Si pensi a questo: la Skull & Bones non è affatto americana. È un ramo di una società segreta
straniera.
Presumibilmente questa è una ragione perché la segretezza intensa è vitale. Solleva anche il
problema di chi e cosa questa organizzazione straniera è e se i suoi obiettivi sono compatibili
con quelli della Costituzione degli Stati Uniti.
(2) l'Ordine, La caduta della Skull & Bones (New Haven 1876) Questa è una satira anonima
pubblicata nel 1876 New Haven, Connecticut da un gruppo che si chiamava l'Ordine.
Il sottotitolo dice “Compilato dagli appunti della 76^ riunione regolare dell'Ordine
dell'Archivio ed Artiglio.” I paragrafi di apertura sono come quelli citati sopra in Skull &
Bones (1). comunque, il testo continua notevolmente con più dettagli e sembra essere stato
scritto da un altro membro del gruppo di irruzione.
In particolare, questo libro dà l'identificazione del proprietario del cranio umano trovata in
una delle stanze del Tempio:
“Una torcia continua sempre a bruciare a piano terra ornata con un cranio umano . qui
c'è anche una lapide con la scritta SPERRY, apparentemente presa dalla stessa tomba del
cranio.”
In breve, sembra che questo “rispettato” Ordine di gentiluomini di Yale non sia altro che un
covo di ladri di crani, scheletri e lapidi.
Poi più in basso c'è quanto seguente:
“Nella dispensa (F) c'è una gran quantità di piatti, ogni pezzo di vasellame ornato con un
ritratto di un teschio, ogni cucchiaio e forchetta marcato S.B.T.” ((Skull and Bones Trust).
Questo suggerisce che la cura dei crani e delle ossa umane fanno parte della struttura di culto
dell'Ordine.
Poi a pagina 4 impariamo che ogni membro della Skull & Bones (così come Scroll & Key)
ha un “nome interno” e questi nomi hanno una somiglianza straordinaria a quelli usati dagli
Illuminati, ad es., Chilo, Eumenes, Glaucus Prisaticus ed Arbaces.
La conclusione di questo opuscolo è:
“. . . noi diremo che ad un esame completo di ogni parte del Tempio deduciamo che la
più potente società universitaria nulla è che un club conviviale e piacevole”.
Questa conclusione ignora altra prove presentate altrove. È accettabile date le sole scoperte
del gruppo d'irruzione.
(3) l'Iconoclasta, New Haven 1873
Solamente una pubblicazione di questo diario è stato trovato, e solamente una sola copia di
quella pubblicazione esiste. È riprodotto come un'appendice alla fine. Il redattore
dell'Iconoclasta considerò la Skull & Bones “un maligno mortale “ ed enfatizzò il suo
interesse per il controllo politico. Inoltre, l'Iconoclasta afferma che l'Ordine ottenne il
controllo di Yale, ed i suoi membri si occupavano più della loro società che di Yale:
In ogni classe la Skull and Bones prende i suoi uomini. Sono andati per il mondo e sono
divenuti, in molti casi, leader nella società. Loro hanno ottenuto il controllo di Yale. I suoi
affari sono compiuti da loro.
I soldi pagati all'università devono passare nelle loro mani, e sono soggetti alla loro volontà.
(4)Il capitolo “Società Senior” in “Quattro anni a Yale” di Lyman Bagg. Questa è il
riferimento citato sopra all'inizio di questo capitolo. Le altre fonti includono un articolo
periodico l'Esquire intitolato da Ron Rosenbaum “L'ultimo secreto della Skull and Bones”
(settembre 1977). Da questo articolo impariamo alcuni bocconcini come: “il giudice della
Corte Suprema Potter Stewart... si vestì con un abito da scheletro, ululò selvaggiamente ad
un iniziato in una stanza di velluto rossa nella tomba”

“McGeorge Bundy lottò nudo in un mucchio di fango come parte della sua iniziazione.”
Secondo un incartamento ottenuto da Ron Rosenbaum, la cerimonia d'iniziazione del 1940
andò così:
Un altro uomo messo nella bara e fu portato nella parte centrale dell'edificio. Cantava e
rinaque nella società. Rimosso dalla bara gli diedero vestiti con dei simboli. Un osso col suo
nome su di esso è lanciato in un mucchio di ossa all'inizio della sera. Gli iniziati si
immersero nudi in un mucchio di fango.
Di nuovo, si ha una sordida preoccupazione con bare, scheletri e morte.
Questo è quanto compendiano le fonti d'informazioni.
Abbastanza stranamente, la Società John Birch ha dato un piccolo contributo alla nostra
conoscenza dell'Ordine. Apparentemente JBS riconosce la sua esistenza ma la considera
soltanto come qualcosa “che arruola” e, chiaramente, è così.
Questa interpretazione del “reclutare” suggerisce molti punti. In primo luogo, l'evidenza
documentata è piuttosto chiara: Knights (Cavalieri), il nome per gli iniziati, resta solamente
un anno. Diventano Patriarchi dopo aver lasciato Yale e trascorrono la vita come Patriarchi.
In secondo lungo, continuano la corrispondenza e gli incontri come Patriarchi dopo avere
lasciato Yale. Infatti, il Deer Hand Club è riservato alle assemblee generali annuali dei
Patriarchi e la Russell Fiducia Association è amministrata completamente da Patriarchi.
In breve, la teoria del “solo arruolare” della JBS non spiega tutto.
Inoltre, l'Ordine è l'UNICO documentato esempio che noi abbiamo di una società segreta
all'interno dell'establishment Americana. La JBS non ha prodotto mai gli elenchi di
appartenenza di alcuna altra società ed ancora è sembrata non disposto a riconoscere
l'esistenza dell'Ordine.
Allo stesso modo, New Solidarity, del gruppo Lyndon LaRouche , afferma di aver parlato
dell'Ordine nel 1979. Sfortunatamente, né Lyndon LaRouche né chiunque altro può produrre
documenti datati 1983 e 1984 nel 1979. In alcun evento, il valore della documentazione nei
nostri volumi sull'Ordine non è stato stato uguagliato altrove .
La risposta è che questo autore ha - e pienamente ammette di avere fonti clandestine
all'interno dell'Ordine. Capiamo che per ovvie ragioni queste fonti
non sono disponibile né per la JBS né per la Lyndon LaRouche. A quel punto lasciamo la
discussione sulle fonti e ci muoviamo sugli aspetti rituali dell'Ordine.
Memorandum Numero Due: L'organizzazione dell'Ordine
Il sistema delle società Senior è unico all'università di Yale. Non c'è nulla come esso negli
Stati Uniti o per quella peculiarità nel mondo intero. Secondo Lyman Bagg nel suo libro
Quattro anni a Yale, “le società senior sono istituzioni così particolari a Yale che sarà molto
difficile per un outsider apprezzare il loro significato.”
(Bagg, p. 142, si veda pagina che). Nulla come loro esiste altrove e secondo Bagg, “Harvard
è l'unica università dove, con condizioni simili forse potrebbero esistere.”
Ci sono tre società senior, Skull & Bones, Scroll & Key e Wolfs Head. Ogni anno 15
studenti maschi a Yale sono scelti per l'ammissione. Loro passano solo uno anno nella
società, una procedura completamente diversa ad altre organizzazione trovate in altri
campus, la Skull & Bones fu fondata nel 1833 ed ha iniziato 15 membri ogni anno fin dal
1833 (a parte il 1945 quando solamente 10 furono iniziati). Ogni anno durante la prima
settimana inizale dell'anno 15 studenti ricevono un invito “Skull & Bones. Accettare o
rifiutare.”
Quelli che accettano, presumibilmente la maggior parte sono invitati a frequentare il Tempio
all'università per subire la cerimonia di iniziazione. Indicare una data oggigiorno è
un'operazione privata, quasi nascosta; non era sempre così. Prima del 1953 gli studenti erano
radunati in un cortile e i rappresentanti delle società senior circolavano fra gli studenti,
selezionando quelli voluti per l'iniziazione.
In quei giorni il rifiuto da una società senior era considerato un suicidio sociale, così Yale
ordinò che la scelta fosse un affare privato, per evitare l'attesa traumatica e la paura del
rifiuto da parte degli studenti.
Per l'ambizioso, “essere scelto” sono parole d'ordine magica per una carriera futura.
Dovunque lui si giri, il successo del sistema della società senior di Yale è ovvio. Il Presidente
dell'Università di Yale, A. Bartlett Giamatti era un membro della Scroll & Key, mentre
George Bush, Vicepresidente degli Stati Uniti era un membro di Skull & Bones.
Lo studente di università di Yale è bene consapevole che il sistema delle società senior è
adatto per affluire fuori del mondo, al mondo dopo la laurea. I soldi e le relazioni
fluiscono dai membri d'appartenenza. A quanto riferito, Skull & Bones dona $15.000 ed un
orologio a pendolo a ciascuno iniziato. Certamente alunni pagano per ogni cosa associata
alle riunioni della società. In un caso riportato dal Time di New York (il 16 aprile 1983), gli
alunni pagarono per una telefonata di tre ore dal Colorado a Yale di due membri della Scroll
& Key impossibilitati a presenziare una riunione nella tomba della Scroll & Key.
YALE UNIVERSITY COMMENCEMENT AND REUNION CALENDAR 1984
FRIDAY, MAY 25
2:00 p.m. President and Mrs. Giamatti's Reception for members of the Senior Class and their
guests, 43 Hillhouse Avenue.
B:00 P.M. Commencement Review by the Yale Dramatic Association, University 'I heater 222 York
Street.
SATURDAY MAY 26
8:00 p.m. Commencement Review. (See notice for Friday.)

9:00 p.m. Senior Dance, Branford College and Saybrook College Courtya
SUNDAY MAY 27
10:00 a.m. Baccalaureate Address by President Giamatti, Woolsey Hall for students in Berkeley,
Branford, Davenport, Timothy Dwight, Morse, and Ezra Stiles Colleges.

11: 30 a.m. For students in Calhoun, Jonathan Edwards, Pierson, Saybrook, Silliman, and Trumbull
Colleges. (Guest seating only at 11: 10.)

3:00 p.m. Class Day Exercises (in academic costume), Old Campus.

4:00 p.m. Receptions in Master:' [louses for Seniors and guests.

7:00 p.m. Concert by the Yale Band, Old Campus.

8:00 p.m. Commencement Review (see notice for Friday).

8:30 p.m. Concert by the Yale Glee Club and Whiffenpoofs of 1984, Woolsey Hail. MONDAY, MAY 28

9:30 a.m. Assembly of 'Seniors (in academic costume), College Courtyards.

10:30 a.m. Commencement Exercises, Old Campus.

12:00 noon Presentation of diplomas at the individual Colleges and Schools by the Masters and Deans.
(Presentation of Ph.D. diplomas in Woolsey Hall.) THURSDAY, MAY 31

322 V111 S. B. T.
(Supper at 7:00 p.m.)
FRIDAY, JUNE I
Reunions for the Classes of 1919, 1919S, 1924-245, 1929, 1934, 1954, 1959: 1964, 1969 1974, and
1979. (The Classes of 1939, 1944, and 1949 held Fall 1983 Reunions.) Registration at Class
headquarters. Rooms available Thursday, May 31 .
SATURDAY, JUNE 2
9:00 a.m. Panel discussion: "College Admissions and Financial Aid," W William L. Harkness Hall, Room
201.

11:00 a.m. Panel discussion: "Education at Yale College," Sprague Hall. SUNDAY, JUNE 3

11:00 a.m. Yale-Harvard Boat Race, Now London.

11: 30 a.m. Interfaith Service of Remembrance, Sprague flail.

12:30 p.m. Picnic for All Reunion Classes on the Cross Campus.
Anche se la Società John Birch, nonostante la teoria della cospirazione, enfatizza che queste
società senior stanno arruolando soltanto, in effetto le società sono la fonte di un enorme rete
d'elite, una vecchia rete formalizzata che efficacemente esclude i nuovi arrivati e l'ingegno
che non viene da Yale dalle sale del potere. Perché così sono le società senior, l'obiettivo non
è sulle attività dell'università
ma sulle ambizioni post laurea. Questa è la differenza fondamentale da tutte le altre società
delle università negli Stati Uniti. Come Bagg puntualizza:
“L'asserzione è perciò ripetuta di nuovo che le Bones e Keys sono istituzioni esclusivamente
di Yale, genuine propaggini di un sistema che non fiorisce in nessun altro luogo, le uniche
organizzazioni del genere esistenti nel paese” (p. 183) e la società senior “ è un'associazione
senza membri deboli e la storia dimostra che se non avesse aderito a questo ideale con
ragionevole segretezza, tale società non potrebbe vivere molto a Yale” (p. 144).

CLUBS DELL'ORDINE

Ogni classe annuale di iniziati forma un club di 15 membri. Gli iniziati sono chiamati
Knights (Cavalieri) nel primo anno e da allora in poi Patriarchs (Patriarchi).
L'annuncio annuale dei nuovi iniziati non è variato attraverso gli anni. Riproduciamo a
pagina 194 l'annuncio dei membri nuovi del 1917 e a pagine 195-196 quelli per il 1984 e
1985. Ogni club ha un numero. Questo è localizzato in alto a destra del foglio di annuncio
(i.e., D 115 per 1917 e D 183 per 1984). Inoltre, uno membro è designato “presidente” o
agente del club, con la funzione di relazionarsi al Segretario della Russell Trust Association
a New York.
1985
BOASBERG, James Emanuel, 3136 Newark Street, NW, Washington, D.C.20008
CARLIN, William John Carr, Jr., 21 Schermerhorn Street, Brooklyn, New York 11201.
CHANDRASEKHAR, Ashok Jai, 120 East 34th Street, New York. New York 10016.
FRANKEL, Scott David, 3290 Kersdale Road, Pepper Pike Ohio 44124.
GROSSMAN, Jay Alan, 48 Niles Road, Randolph, Massachusetts 02368.
KWOK, Wei-Tai, 5 109 Philip Road, Annandale, Virginia 22003. LINDY, Peter Barnes, 105 South
Perkins, Memphis, Tennessee 38117.
MISNER, Timothy Charles, 1009 Crest Park Drive, Silver Spring, Maryland 20903.
MNU CHIN, Steven Terner, 721 Fifth Avenue, New York, York 10022.
PATELA, James Gerard, 47 Knollwood Drive, Branford, Connecticut 06405.
POWERS, Richard Hart, 21 Haigh 06357.
SMOCK, Morgan Robert, 4017 Hope, Minnesota 55427.
TAFT, Horace Dutton, 403 St. Ronan Street, New Haven ticut 06511.
THOMPSON, Gregory Allan, 118 Whitman Drive, Brooklyn, New York 11234.
WALSH, Kevin Sanchez, 1030 Clay Avenue, Pelham Manor, New York 10803.
I CATALOGHI SEGRETI
Ogni membro dell'Ordine riceve un catalogo annuale aggiornato dei membri. Una volta era
limitato ad un solo volume di cuoio di nero.

CATALOGO
Ottobre 1983 VOL. I
MEMBRI IN VITA
L'ultima consuetudine è pubblicare il catalogo in due volumi: Volume Uno per i membri
viventi e Volume Due per membri deceduti.
Quello che precede è il titolo della pagina del catalogo dell'ottobre 1983, l'ultimo pubblicato.
Il Volume Due è lo stesso con i membri deceduti al posto dei membri viventi.
All'interno c'è l'indirizzo del Segretario della Russell Trust Association responsabile dell'
amministrazione degli affari dell'Ordine:
“Per favore spedisca alcune correzioni o cambi d'indirizzo a: Segretario
RTA Incorporated P.O. Box 2138 Yale Station New Haven, Conn. 06520”
Poi segue una lista alfabetica di membri ed una breve informazioni seguente:
Nome ed anno della classe con titolo di studio.

Una breve annotazione dell'occupazione, ad es. legge, istruzione, finanza


affari.
La data di nascita è seguita dall'attuale occupazione ed gli indirizzi privati. Poi segue un
elenco di posizioni ricoperte all'inizio della posizione attuale. Seguono riconoscimenti
militari e civili , di solito esteso perché la rete dell'Ordine può garantire l'un l'altro un
eccellente appoggio reciproco per sviluppare potere collettivo e prestigio.
l'elemento finale è una lista di mogli e bambini.
IL DEER ILAND CLUB

Il ritrovo dell'Ordine è il DEER ILAND CLUB (pronuciato Iland dopo la richiesta del
Patriarca G.D. Miller) alla baia di Alessandria sul fiume San Lorenzo, New York. L'isola fu
donata nel 1906 dal Patriarca Miller e restaurata negli anni, ma particolarmente negli anni
cinquanta.
Ecco un estratto dall'ultimo rapporto ai Patriarchi il 29 febbraio, 1984:
Deer Iland ha avuto un altro anno di successo nel 1983, la 76^ stagione del Club dalla sua
fondazione sotto la direzione di George Douglas Miller, D. 68' nel 1907. E' stato il miglior
anno di sempre? Forse. Loro stanno migliorando. I risultati dei cinque o sei anni passati
hanno visto il Club diventare un'impresa molto più vitale degli anni sessanta e settanta
quando il suo futuro era incerto.
La risposta positiva dei Patriarchi è nel paragrafo seguente nello stesso rapporto annuale:
l'uso maggiore dell'isola non è l'unico fattore del suo attuale stato finanziario. La Sua
generosità attraverso i Suoi contributi alle nostre raccolte annuali di fondi stanno
mantenendo il Club attraverso tempi di magra e l'hanno sostenuto oggi. Più recentemente, la
risposta splendida alla raccolta fondi di capitale speciale nel 1981-82, commemorando il 75^
anniversario del Club, ci ha portati a fare miglioramenti alle nostre risorse - un processo che
ancora è in preparazione. Io dovrei aggiungere che quei contributi speciali non stanno
soddisfacendo le spese di conduzione e correnti ma specialmente progetti per miglioramenti
di capitale. Le entrate da tutte le fonti - donazioni dagli ospiti, il G.D. trust di Miller, e
l'appello annuale - hanno pareggiato o ecceduto le nostre spese per sette anni, dandoci sia la
sicurezza che i mezzi per migliorare ulteriormente la struttura stilistica dell'isola. (Io non
voglio usare la parola “modernizzare” eccetto forse la piombatura. Potete così informare le
vostre mogli.)
In breve: l'organizzazione dell'Ordine sia come Russell Trust Association e la Deer Iland
Corporation è essenzialmente rivolta verso il mondo post laurea, il mondo al di fuori. È una
società senior. I cavalieri passano solamente uno anno come tali. Il resto della vita è speso
come Patriarchi in un'organizzazione influente ed attiva capace di garantire ricchezza e
ambizione.
* D. 68 - è una pratica per membri per mettere per iscritto la loro identificazione al Club un
nome dopo l'altro.

Memorandum Numero Tre: Il rituale dell'Ordine


Il rituale dell'Ordine è tenuto strettamente segreto. Ciò che chiunque può fare di questo
scenario è mettere insieme degli elementi rituali ed il loro significato probabile.
La segretezza straordinaria è parte di un rituale. I membri sono sotto giuramento per non
rivelare l'organizzazione, le sue procedure o i suoi obiettivi. Presumibilmente, solamente
l'FBI o una investigazione del Congresso potrebbero rompere questo codice di “omertà”
(Mafia = silenzio).
La segretezza è trasportata da tempi lunghissimi. I membri non possono rimanere nella
stanza se l'Ordine è sotto pressione. Le parole dette all'interno dell'Ordine non possono
essere messe su carta, anche in lettere ad amici membri. Per
esempio, testimoni come dal seguente estratto di una lettera circolata ai membri da W. Lain
Scott (D. 171), Presidente del Deer Iland Club:
“Ma oltre queste mere misure di successo, è la qualità dell'esperienza del Deer Iland che
encomia il club alla Sua attenzione. Ci sono pochi luoghi, forse nessuno, dove la vita di B-n-
s prospera in tale rigogliosità fuori dagli spessi muri della tomb di New Haven. Il nostro
Ordine è, per usare un termine economico, moltissimo integrato orizzontalmente. Ovvero, i
nostri legami sono più forti ad esso attraverso un lasso di tempo molto stretto - un anno
speciale. Deer Iland, per me ed io credo per molti altri, ha espanso questi legami
verticalmente attraverso un contatto tra i più giovani e i più vecchi membri. I visitatori
all'isola l'estate scorsa sono passati da D. 124 a D. 182, dodici di loro. Serve come preludio
alla musica dei B-n-s per i “novellini esaltati K----ts” e come una sconfinata canonica
sorgente su quel tema meraviglioso per i p-tr--rchs.”
Si osservi le tre abbreviazioni per celare l'uso interno delle parole da ogni possibile outsider
che può trovare una copia della lettera:
B-n-s = Ossa (citato due volte)
k----ts = Cavalieri
p-tr--rchs = Patriarchi
Il lettore può considerare ciò immaturo, e potrebbe essere. D'altra parte questi “immaturi”
sono gli uomini che oggi governano gli Stati Uniti.
Le riunioni dei Patriarchi sono annunciate da una maniera che non cambia dai primi anni del
19° secolo. Un aspetto interessante e significativo di questi annunci è la maniera nella quale
loro riflettono gli elementi del rituale: il cranio e le ossa, i punti nei quali l'Ordine ha la sua
storia ed i numeri del club.
Noi riproduciamo gli annunci per i seguenti anni:
1. il 28 luglio 1859 - il più primo anno per il quale abbiamo una copia. Da notare le lettere
romane VI nel centro del foglio.

2. il 23 luglio 1868 - l'ultimo anno per il quale abbiamo un documento con il VI. Si Intuisce
che il 1869 davvero era l'ultimo anno con il VI.

3. il 21 luglio 1870 - il primo anno con il VIII nel centro. Il VII sembra essere stato saltato
completamente.

4. il 17 giugno 1936 - la configurazione rimane pressocché la stessa. Questo fu firmato da


Potter Stewart, più tardi (1958-1981) giudice di Corte Suprema.

5. 31 maggio 1984 - l'ultimo annuncio. si noti che il numero del Club D. 183 ora appare, ma
in sostanza il foglio rimane precisamente come nel 1859. Sembra che abbiano usato anche lo
stesso cranio ed ossa.
La cerimonia d'iniziazione stessa è stata descritta parzialmente in ambo i 1876 documenti
(riprodotti sotto) ed un secolo più tardi da Ron Rosenbaum in “Gli ultimi Segreti della Skull
& Bones” (Esquire, settembre 1917).
Ogni anno 15 nuovi membri sono ammessi a quello che è stato descritto come una prova
“straziante” - presumibilmente per esaminare la loro virilità - una maniera tradizionale per
una fraternità fosca.
Secondo Rosenbaum, “uno può sentire ululati strani e lamenti che vengono dall'interno della
tomba durante iniziazione.”
Quattro elementi della cerimonia d'iniziazione sono documentati:
• che l'iniziato deve giacere nudo in un sarcofago
• che è costretto a dire il “segreto” della sua vita sessuale a gli altri iniziati
• che i Patriarchi sono vestiti come scheletri e si comportano con sguardi selvatici strillando
ai nuovi iniziati .
• che iniziati sono costretti a lottare nudi in un mucchio di fango. C'è indubbiamente di più.
Comunque, ce n'è abbastanza per giudicare l'Ordine come basato su un comportamento più
adatto a delinquenti minorili.
Indubbiamente la parte più seria del processo d'iniziazione è di pari forza, la
conversione dei giovani in membri presumibilmente responsabili di una élite di eletti.
Secondo i commenti di Rosenbaum, “il vero scopo dell'istituzione era. . . dedicato a
convertire la progenie inattiva della classe dominante in leader moralmente seri delle
istituzioni.”
Quella che accade nel processo d'iniziazione essenzialmente è una variazione di lavaggio del
cervello o scontro processi di gruppo. I Cavalieri, attraverso una pesante pressione, divenuti
Patriarchi, sono preparati ad una vita per esercizio del potere
e alla continuazione di questo processo per le generazioni future.
In breve, il rituale è disegnato per forgiare zombies dell'establishment, assicurare la
continuazione del potere nelle mani di un piccolo gruppo scelto da una generazione all'altra.
Ma oltre questo rituale ci sono aspetti notevolmente satanici.
Memorandum Numero Quattro: Aspetti satanici dell'Ordine

Anche con la nostra conoscenza limitata del rituale interno dell'Ordine possiamo fare tre
precise asserzioni sui collegamenti tra l'Ordine e le credenze sataniche.
Queste osservazioni dovrebbero essere considerate come un punto d'inizio per l'ulteriore
ricerca e considerazione.
Il primo legame è attraverso la prova fotografica dell'associazione Skull & Bones con oggetti
satanici, ad es, il cranio e le ossa incrociate. Il secondo legame è il simbolismo satanico.
Il terzo legame è tramite l'associazione dell'Ordine con il Movimento New Age, ben
documentato in un nuovo straordinario libro da Constance Cumbey “I Pericoli Ignoti
dell'Arcobaleno” (Huntington House, Inc. suit G, 1200 North market street Shreveport LA
71107).

LA PROVA FOTOGRAFICA

La prova fotografica attesta dell'uso degli oggetti satanici di un cranio ed ossa incrociate
nelle cerimonie dell'Ordine.
Sulla pagina seguente c'è una fotografia della “Classe 1869.” Quindici membri del Club,
tredici in piedi e due seduti, sono raggruppati intorno le ossa incrociate ed un cranio. E'
riprodotti anche un elenco scritto a mano di questi uomini.
Nello sfondo c'è un orologio a pendolo. Dal 1833 ad oggi un orologio a pendolo è regalato
ad ogni Cavaliere all'iniziazione e resta con lui tutta vita come un promemoria di quello che
è chiamato “la pratica delle Ossa.”
Noi riproduciamo anche due altre fotografie di altre classi fatte sedute intorno un cranio e
ossa. Secondo l'altra testimonianza, tre set di crani ed ossa assortite sono tenuti all'interno
del Tempio delle Ossa all'università di Yale.
Un punto ovvio è che queste ossa e crani erano una volta esseri umani. Invece di un
trattamento sacro, loro sono esibiti, ed usati per scopi cerimoniali. Dove le ossa dovrebbero
stare decentemente in una tomba, loro sono divenute il centro di un cerimonia segreta. In
breve, le fotografie rivelano gli uomini ritratti come ladri di tombe che rifiutano la dignità
umana e la decenza ed usano strumenti satanici.
IL SIMBOLISMO SATANICO DEL CRANIO
L'artista Elizabeth Stucki 1 ha detto delle commenti sulla maschera ed il cranio nell'arte
moderna ed il significato simbolico. Dice Stucki:
“Il Cranio - la Mortalità Smascherata”
“L'opposto della maschera è il cranio. La faccia della persona è una pelle carnosa portata tra
i due.
Le persone che negano che la persona sia fatta direttamente a immagine di Dio, creata
individualmente ed amata da Lui, cercherà entrambe queste soluzioni per essere veramente
umano - la maschera che copre l'uomo mortale o il cranio che è lasciato dopo che l'uomo è
morto. Le menti primitive che non hanno ancora trovato Dio e alterano chi l'hanno rifiutato,
desiderano la maschera ed il cranio.”
L'artista collettivista Picasso, caro agli elitari dell'establishment di New York. fu
ossessionato dai crani in un maniera molto simile ai membri del Cranio e delle Ossa.
L'interesse è ritratto da Leone Steinberg in Art News, ottobre 1971. Stucki commenta
l'interesse morbido di Picasso per i crani come segue:
Nel 1945, Picasso dipinse “Cranio e Brocca.” Leo Steinberg afferma che in esso “il carattere
della la luce è alterato in maniera omogenea”. La luce è dura come una lama d'ascia, non
leggermente spirituale. Steinberg dà anche al quadro una interpretazione Freudiana della
sessualità ed interpreta la brocca essere la parte ricevente in un annunciazione Satanico.”
Lui si riferisce alla poesia di Morgenstern sul sesso e il cranio. In questo articolo lui sente
che Picasso proiettò se stesso nei crani. Lui fece otto crani in una settimana come un metodo
di dominare la sua paura della morte. Nel 1930, Picasso era, esso stesso-proiettato nei mostri
del Minotauro che lui dipinse. Aveva dipinto crani per lungo tempo; un primo nel 1907,
ora è in una natura morta a Leningrado. Nello stesso anno, scartò l'idea di usare un cranio
nel suo “Demoiselles d'Avignon.” Negli anni '40, l'usò come una maschera, su un gufo o su
una faccia equina.”

I PERICOLI NASCOSTI DELL'ARCOBALENO


Constance Cumbey in “I Pericoli nascosti dell'Arcobaleno” identifica molte organizzazioni
collegate all'Ordine e gli obiettivi dell'Ordine.
Cumbey identifica Benjamin Creme ed il Tara Center situato a New York, Los Angeles,
Amsterdam e Londra come un fenomeno di New Age. A Creme sono collegati Unity e i
leaders della Chiesa Unitaria. Ignoto a Cumbey, l'Ordine ha collegamenti di vecchia data e
significativi alla relativamente piccola Chiesa Unitaria. Infatti, il primo Presidente William
Taft il cui padre co-fondò l'Ordine, era, allo stesso tempo, Presidente dell'Associazione
Unitaria.
Cumbey identifica il collegamento tra Hitler ed il movimento della New Age e la prima
ricerca di questa autrice collegò l'Ordine alla fondazione e alla crescita del Nazismo.
Più significativamente, Cumbey afferma che il movimento della New Age progetta di
provocare un Nuovo Ordine Mondiale “che sarà una sintesi tra l'U.S.S.R., Gran Bretagna e
gli Stati Uniti.”
Finalmente, Cumbey indica che l'anti-Cristo e gli aspetti satanici sono tessuti nel culto
del movimento della New Age.

Il periodo aumenta di due a due mentre la decade aumenta di uno ogni dieci anni, ad es,
decadi 3, 4, 5, ecc.
Il numero con la “D”è la sottrazione al numero della classe. Fino al 1970 di 2 e dopo il 1970
di 1. Nelle altre parole il primo elenco dei membri - la classe di 1833, fu designata “P. 231-
D.31.”
In breve, l'organizzazione cominciata negli Stati Uniti era nel terza
decade del secondo periodo. Quindi una domanda logica è - dove è iniziata?
Presumibilmente in Germania. La prima decade del secondo periodo comincerebbe nel 1800
ed il primo periodo sarebbe finito nella decade 1790 -1800. Quello che ci mette nel lasso di
tempo da escludere gli Illuminati di Baviera.
Anonimo
Cranio ed Ossa
Senza data

Un esempio dell'intromissione nel tempio del 1876

Affermiamo in anticipo che questo opuscolo è pubblicato solamente per dissipare lo


“spauracchio” che circonda la più grande società dell'università. Non ha intenzione
malevola. L'unico scopo degli editori e di chi ha investigato, è di indurre questa Società a
venir fuori davanti al libero mondo dell'università dal mistero profondo nel quale è stata fin
qui avvolta e di diminuire, almeno in alcuni livelli, le arroganti
pretese di superiorità.
Indice degli argomenti:
I - Metodi di Investigazione.
II. - Descrizione del Tempio
III - Storia della Società

Pianta dell'edificio

PARTE I. - METODI D'INVESTIGAZIONE


Ognuno che avesse osservato i “Bones” del '77, la mattina della domenica del 1 ottobre 1876
probabilmente sarebbe stato colpito dall'aria di depressione che li caratterizzò tutti. Finché i
Bones esisteranno, la notte del settembre 29 sarà per i suoi membri l'anniversario di quando
il loro tempio fu invaso dai non iscritti, i loro oggetti più rari confiscati e i segreti più sacri
svelati agli occhi dei non iniziati. Noi abbiamo pensato ad una descrizione di come questo fu
fatto nell'interesse dell'università. Le finestre posteriori della cantina del tempio eulogiano
furono fortificate come segue: Innanzitutto all'ingresso che porta fuori c'era, una fila di
sbarre di ferro di un pollice; dietro a loro una forte inferiata di ferro attaccata ad una cornice
di legno; dietro a questa un'altra fila di sbarre di ferro spesse 1 pollice e mezzo; ed ancora
dietro a questa un'imposta di legno pesante. Ci sembrarono formidabili queste difese, ma
decidemmo di effettuare un ingresso. Il lavoro procedette lentamente e fu solamente dopo
molte ore di lavoro paziente che una delle sbarre di ferro esterne fu tagliata. Dopo, con
l'aiuto di una potente tenaglia, furono sfilati i lunghi chiodi che assicuravano la rete di ferro
alla cornice di legno. Poi la sbarra fu rimessa a posto con un pò di stucco e ci ritirammo per
aspettare un favorevole notte per completare l'impresa; alle 8 di sera di venerdì 29 settembre
ci fu l'occasione. Dapprima, uno di noi procedette a rimuovere una sbarra di ferro e la rete; e
per entrare in più stanze, lui, con difficoltà considerevole uscì fuori dalla cornice di legno
alla quale era stata fissata. Spingendo con la testa e le spalle nell'apertura sì fatta, era ancora
rimasta una fila forte di sbarre di ferro di 1 pollice e mezzo. Non c'era fortunatamente,
nessun bisogno di limare queste sbarre. Loro erano fissati sopra un travetto spesso, ma sotto,
si incontrò un mattone umido a poca distanza dalla pietra di fondazione dell'edificio. Con
l'aiuto di una scure, fu un lavoro da poco scavare circa venti pollici di questo muro e così
allentare la piastra di ferro sulla quale le sbarre erano fissate in basso. Spingendo questa
piastra interna, le sbarre furono sfilate; l'imposta di legno fragile fu strappata poi dalla sua
posizione, e, solo alle 10:30 riuscimmo ad entrare. Passando attraverso la finestra,
rompemmo la porta di legno sulla scala della cantina, aprimmo le due imposte di ferro che
chiudevano le finestre posteriori della sala principale e procedemmo ad esaminare il tempio
a nostro agio.
UNA CALDA NOTTE D'ESTATE testimoniò l'altro ingresso e l'investigazione completa
che ci abilita ad illuminare il fin qui confuso mondo dell'università. Ha fornito anche i
collegamenti mancanti nella storia del società e il modo di lavorare, che precedenti
ricercatori trascurarono di assicurare.
Un giorno di Primavera, ad un giovane che stava passando per la sala del tempio, nella tarda
serata di giovedì, osservò un barlume di luce dal lucernario nel tetto. Pensando che dove
appariva quel raggio ci dovesse essere un ingresso, una volta o l'altra qualche giovane
coraggioso avrebbe fatto l'esplorazione di cui noi parliamo.
Loro trovarono una scala usata dai pittori che stavano ringiovanendo il vecchio muretto di
mattoni, della corda forte, una lanterna scura, un piccolo grimaldello, una scure, uno
scalpello. Una domenica sera, intorno alle undici, portarono la scala attraverso l'università e
la misero contro il retro dell'edificio. Un uomo fu collocato su High Street per fare da palo.
Gli altri salirono sulla scala; prima presero la precauzione di togliersi le scarpe e salirono
con le calze, per evitare ogni rumore. Andando sul tetto verso il lucernario, facilmente lo
aprirono con il grimaldello. L'apertura li fece entrare uno alla volta.
La corda fu allacciata al lucernario. Separatamente, con gioia e tremando, gli incursori
scivolano giù. Ora erano nelle stanze mistiche dei Bones. Il risultato delle loro investigazioni
è sommato alle ricerche precedenti, non abbiamo bisogno di andare oltre. Basti dire che poco
prima dell'alba loro scalarono la corda, rimisero a posto il lucernario, discesi a terra misero
di nuovo la scala dove l'avevano presa. Si può dire sicuramente che nessuno cuore
nell'università intera era più gioioso e nessuno grazie più sincero fu pronunciato nella
cappella quella mattina, se non da uomini audaci che avevano preso così grossi rischi per
aprire le parti interne del nostro Juggernaut di Yale.
Oltre alla cantina il tempio è diviso in due piani; Fig. 1 è un piano grezzo della cantina:
a a a a - Finestre. A - Entrata.
B - Caldaia.
c c - Scalinate al primo piano. D - Jo.
E - Cucina.
F -Magazzino
C'è sempre una lampada che brucia continuamente nel Jo ornata con un cranio umano e un
quadro incorniciato di “Indicazioni per i nuovi Eulogiani.” La cucina è tenuta bene, e la
caldaia è nuova. Ogni piatto sulle mensole della cucina è ornato col cranio e le ossa. Ogni
cucchiaio e forchetta è marcata S.B.T.
Salendo le scale della cantina, ci si trova, dopo aver forzato la porta C, in un'entrata dalla
quale una scala a chiocciola (M) porta al pavimento superiore. La porta C è di legno, ma
rompendola è facilmente da aprire.
H è la porta di ferro esterna coperta all'interno con un paio di porte con telaio leggero. 8 è
una piccola toilette. D apre nella stanzetta chiamata 324, è bene ricoperta di velluto nero,
anche i muri che sono coperti con quel materiale. Una custodia di vetro contenente una gran
quantità di oggetti fra cui può c'è un cappello che si dice essere appartenuto a Pierson, un
numero di palle da baseball e diversi libri. G contiene due mensole di mogano ed uno grande
tavolo nel centro. Oltre a questo i muri sono adornati con ritratti dei fondatori dei Bones a
Yale, e dei membri della Società in Germania, quando la filiale fu fondata qui nel 1832. Ci
sono anche due tavoli più piccoli. Il vetrame, caraffe, ecc., sulla mensola, tutti hanno il
cranio e le ossa impresse nel vetro.
Salendo al piano successivo, entriamo in una sala lunga (F). Entrando nella stanza
immediatamente sulla sinistra si vede una libreria che contiene la biblioteca dei Bones che è
molto completa, contenendo ogni libro pubblicato a Yale. Appeso sul muro verso High street
c'era un cuscino bellamente-incorniciato di velluto sul quale erano attaccate le spille di ogni
società dell'Università di Yale. Sul lato meridionale della stanza c'è un bel focolare e sopra
questo un rivestimento marmoreo ed un specchio. Sul rivestimento due simboli; uno in
argento e l'altro in bronzo - il primo approssimativamente di due pollici di diametro, il
secondo circa tre.
Molte incisioni mistiche sui muri. La stanza un bellamente fornita. Tabacco, pipe e carte
sono abbondanti.
La stanza B, chiamata 322, è il “sanctum sanctorum” del tempio. La sua caratteristica che la
distingue è una copia del simbolo dei Bones, ben impresso nel focolare marmoreo nero,
proprio sotto il rivestimento, ed anche impresso in marmo c'è
il motto: “Rari Quippe Boni”, in caratteri vecchio inglese. Questa stanza è ammobiliato in
velluto rosso, ed è molto lussuosa. Sul muro una stella c'è con un dito puntato verso di esso.
Sui muri della sala lunga F ci sono appesi ritratti di gruppi di Bones. H è una vecchia
semplice cassaforte ma non contenne niente salvo un coltello coperto con macchie di
sangue. C è la stanza dei memorabilia , e contiene la vecchia campana dell'università, le
vecchie bandiere di canottaggio ecc. D contiene due Brunswick & Balke ( biliardo) ed un
bouffe', accanto un telaio per stecche. E è un Jo e stanza da bagno.

PARTE III - ISTOLOGIA DELLA SOCIETÀ


I Bones non hanno costituzione. Il suo controllo è dato in successione da quindici a quindici
(membri). I verbali tuttavia, che sono fatti ad ogni riunione, mostrano tutto ciò che ognuno
potrebbe volere sapere. Questi archivi sono profusamente
illustrati, provocando un interesse al passato nei futuri Eulogiani. Qualche amatore ben
addestrato evidentemente ha speso molto tempo per illustrarli. Il motto “Boni bonis
adpacunt” appare continuamente .
I Bones sono una filiale di un corpo in una Università tedesca. Propriamente dovrebbe essere
chiamato, non Società del Cranio e delle Ossa, ma Filiale del Cranio e delle Ossa. Il generale
R--, il suo fondatore, era in Germania prima dell'ultimo anno e formò una calda amicizia con
uno membro di spicco di una società tedesca. Lo portò con lui all'autorità dell'università per
fondare un filiale li. Così i Bones furono fondati. Si è immaginato comunemente che il 322
sulla spilla voglia dire, fondato nel 32 e 2^ filiale. Ma l'uomo dei Bones ha una
immaginazione piacevole che la sua fraternita sia la discendente di una vecchia società
patriottica greca, datandola a quella della morte di Demostene nel 322, A.C. Gli archivi dei
Bones, nel 1881 per esempio, con grande orgoglio sono intitolati Anno-Demostheni 2203.
Una data secondaria si fa risalire all'incendio nella sala o annoconflagrationis, come gli
archivi dimostrano.
Immediatamente, entrando trai Bones, il nome del neofita è cambiato. Lui non è più
conosciuto con il suo nome come appare nel catalogo dell'università, ma, con il nome di un
monaco o cavaliere di Malta o di San Giovanni, quando diviene Cavaliere.
I vecchi Cavalieri sono poi noto come Patriarchi. Il mondo al di fuori è noto come gentile e
vandalico. Abbiamo tentato di preparare questo schizzo breve senza ferire i sentimenti e la
suscettibilità di alcuna persona. È stato fatto attraverso una opinione diffusa che i Bones
sono una macchia sulla Università di Yale. Esso fa amaro il tempo quando tutti dovrebbero
essere felici. Forma inimicizie e crea discussioni quando tutti dovrebbero essere in armonia.
Ma, soprattutto, abbassa il nostro standard di onore e detrae da esse il coraggio che è il
nostro orgoglio.
Anonymous
THE FALL OF SKULL AND BONES
Published by The Order, New Haven 1876.
Satirical essay.
Capitolo IV
Società senior

Le società dei primi tre anni, sebbene posseggano caratteristiche speciali, ancora si
somigliano l'un l'altra ed a quelle di altre università e hanno una loro posizione nel sistema
che può essere subito compresa da ogni lettore di queste pagine, almeno, se fosse nel
college. Ma le società senior sono istituzioni di Yale così particolari, che sarà difficile per un
outsider apprezzare il loro significato.
Nulla come loro esiste nelle altre università; e Harvard è l'unica università dove, sotto
condizioni simili, forse potrebbero esistere. In primo luogo, sono le uniche società di Yale le
cui operazioni sono realmente segrete. I loro membri non fanno mai menzione dei loro nomi,
né ci si riferisce a loro in alcun modo, o in presenza di chiunque del loro proprio numero; e,
siccome sono tutti Seniors, non ci sono vecchi membri “nella classe successiva alla loro” per
raccontare storie fuori dalla scuola. Non c'è propaganda elettorale né impegno per queste
società, e nessun junior si è avvicinato in alcun modo finché una scelta gli venga offerta. Il
numero delle scelte distribuite ad ogni classe è piccola e mai varia, e nessuna possibilità di
scelta onoraria è mai permessa. Entrambi le società sono collegate ma poco più di uno quarto
dei membri di una classe media, e la loro parte in gioco in politica è semplicemente quella
negativa. Le opportunità di un uomo per un incarico non si migliorano mai perché lui
appartiene ad una società senior, ma frequentemente è, per quella semplice ragione,
danneggiato o distrutto contemporaneamente. Le società non prendono i loro nomi dalle
iniziali di un motto greco, ma dagli emblemi particolari adottati come distintivo. Questo
distintivo è portato continuamente da membri attivi ; di giorno sul petto o sul collo della
camicia, di notte sul vestito serale.
Un ginnasta o un uomo vestito sarà sicuro di avere il suo distintivo senior attaccato a quel
poco abbigliamento al quale può essere legato; ed un nuotatore, svestito di tutti gli
indumenti, qualunque cosa la terrà con sé o in bocca o in mano, o lo lega al corpo in qualche
modo, mentre è in acqua. Solamente i membri laureati portano il distintivo sul panciotto,
dove per i primi anni l'espongono piuttosto regolarmente. I vecchi laureati raramente lo
“dondolano fuori” eccetto in occasioni speciali, o mentre visitano New Haven; e membri
della facoltà, eccetto i tutori di giovani matricole, non mostrano mai un distintivo della
società quando sono occupati nei loro doveri ufficiali. I membri che hanno cessato di
mostrare apertamente il distintivo, tuttavia possono portarlo su abbastanza continuamente,
di notte come di giorno, per un certo numero di anni. Le società senior, in teoria sono
composte esclusivamente di “grandi uomini”; di quelli che, per qualsiesi ragione, sono
divenuti preminenti in reputazione sopra gli altri nell'università. In questo loro differiscono
da quelli dei due anni precedenti che necessariamente sono considerati uomini di seconda
categoria. C'è un certo numero - forse venti - in ogni classe che, alla fine del terzo anno,
vengono scelti, come i superiori hanno confessato, fra gli altri nella stima popolare. Era
possibile fare questo un anno o ancora prima, ed uno della società junior essere “la
migliore”, è dubbio che i venti potessero tutti essere persuasi ad accettare, o che la società li
eleggesse tutti; è chiaro che la loro influenza politica ed individuale sarebbe più grande in
società separate, in parte portata avanti da meno importanti uomini. Il modello di società
senior, d'altra parte è un'associazione senza membri deboli; e la storia dimostra che se non si
aderisce a questo ideale con ragionevole segretezza, una tale società non può vivere per
molto a Yale.
Ci sono due di queste società, ma siccome l'una prende il suo tono dall'altro può essere bene
descriverle separatamente, e trattare prima la più vecchia e famoso. Il suo nome è “Skull and
Bones”, - precedentemente stampato “Scull e Bone”, - ed il suo distintivo, di oro massiccio,
consiste nella faccia di un cranio, sostenuto da femori incrociati, con un nastro, avente il
numero “322”, in luogo della mascella più bassa. Il suo distintivo originale era un piatto
d'oro rettangolare, sul quale era stampato Beta Xi, dove il cranio e le ossa disegnate ed il
numero fu inciso semplicemente. Il suo stemma di legno intagliato rappresenta soltanto gli
emblemi, ed è identico a quell'assunto altrove per scopi generali sui documenti di università.
Il numero “322” è stampato sempre sotto, sebbene la forma non è invariabile. In quello usato
formalmente, il disegno era più piccolo di quello ora in voga, ma mai è stato aggiunto ai
semplici emblemi qualsiasi ornamento o abbellimento. Generalmente la società è nota come
“Bones”, e i suoi membri come “bones men”. La spilla qualche volta è chiamata “granchio”
per la sua somiglianza a quel animale.
La sala, eretta nel 1856 è situata su High street vicino l'angolo della Cappella, circa
all'opposto dello Art Building. È di aspetto severo, senza finestre, la struttura sembra una
tomba di arenaria marrone, di forma rettangolare, mostra una facciata di circa 35 ed una
lunghezza di 44 piedi, ad una supposizione 35 piedi in altezza. L'ingresso davanti è protetto
da un paio di porte di ferro massicce, alte una dozzina di piedi, rifinite in pannelli, e di un
colore verde scuro;
mentre pesanti ganci di ottone vicino i buchi della serratura sono assicurato da lucchetti sotto
uno dei quali è celata la corda della campana. Prima del 1864, quando queste porte furono
montate, i loro luoghi furono occupati da quelle comuni di ferro sui quali erano esposti gli
emblemi della società. Il tetto è quasi piatto, ed è coperto con piastre di ferro di mezzo
pollice che nel 1867 presero il posto di quelle di latta. C'è un lucernario, similmente protetto,
ed i camini e ventilatori sono allineati lungo gli orli del tetto. Dietro, ci sono un paio di
piccole finestre sbarrate con ferro, e vicino alla terra due o tre finestre comunicano con la
cantina. L'edificio si sta rapidamente coprendo con la pianta rampicante della Virginia,
piantata nel 1864 e si alza ad una certa distanza dalla strada, essendo separata da essa da un
recinto. Le dimensioni del terreno sul quale si trova sono circa 40 piedi ( fronte) per 70
(profondità); e valore totale degli immobili deve essere superiore ai $30,000. Prima di
prendere possesso dei suoi beni, la società per molti anni, - forse per sua organizzazione
originale, - occupò una stanza posteriore e seminterrata di quello che ora è il Courant
building dall'altra parte dell'università. Nel maggio 1856, sessione della Legislatura di Stato,
la società fu incorporata come “Russell Trust Association”, con le stesse formule legali
citate nel caso della Psi U. I nomi menzionati nell'atto erano William H. Russell del '33, John
S. Beach del '39, Henry B. Harrison del '46 Henry T. Blake del '48, Henry D. White del '51 e
Daniel C. Gilman del '52; - il primo di essi fu il presidente, dal successivo all'ultimo furono
tesorieri dell'associazione. Tutti residenti di New Haven.
La società nacque nel 1832 da quindici membri della classe che si laureò l'anno seguente. Il
generale Russell , che pronunciò il discorso di commiato di quella classe è il suo fondatore
onorato, ed il più conosciuto dei suoi soci è il Giudice Alphonso Taft di Cincinnati. Alcune
ingiustizie nell'elezioni della Phi Beta Kappa sembra abbiano condotto alla sua fondazione,
ed apparentemente per del tempo era considerata in tutta l'università come un club
conviviale. Si dice che la facoltà irruppe una volta in una delle sue riunioni, e da quello che
loro videro decisero per la sua abolizione, ma dalle intercessioni e chiarimenti del suo
fondatore, che poi è stato loro tutore, alla fine furono indotti a risparmiarlo. La tradizione di
università popolare che è stata trapiantata da un'università tedesca, è respinta dai vecchi
laureati neutrali come assurda. Ma, qualunque siano i fatti alla sua origine, il mistero che
ora avvolge la sua esistenza è genuino, e forma il grande enigma che è sempre dentro il
pettegolezzo dell'università. Il suo catalogo è unico, con una pagina di sei pollici per
quattro, stampato su un lato solamente. Ogni pagina di destra contiene i membri di un anno -
quindici nomi indicati in modo completo e alfabeticamente - con le residenze, stampato in
caratteri vecchio-inglese, e avvolte da una pesante copertina nera.
Un titolo della pagina, che descrive il tipo di società e le parole "Periodo 2. decade 3",
precede l'elenco dei fondatori, ed un simile, "Periodo 2. decade 4", è scritto di fronte alla
classe del '43, e così per tutti i dieci anni successivi, il "Periodo" è sempre "2" , ma la
"decade" aumenta ogni volta di uno. All'inizio del primo
elenco di nomi - la classe del '33 - e separata da loro da una linea larga nera, ci sono i
caratteri, “P.231. - D.31” che regolarmente aumentano di uno con ogni classe successiva ed è
perciò, la classe del '71 "P.269-D.69. " La prima pagina del libro espone, in vecchio-inglese
le lettere. “Otirunbeditf”, sistemato in un semi-ovale, tra due linee nere. Il catalogo è nero,
ed è rilegato in cuoio nero, col nome della società e una “D.”, impressa sulla copertina, -
sebbene dopo la “D.” è indicata meno spesso. E' da osservare che il numero “D.” è sempre
due meno quello della classe; così, un nome identificato “John Smith. D.62”, apparterrebbe
ad un membro della classe del '64, e così avanti. Quello che questi “Periodi” e “decadi”
e “P.' s” e “D.' s” può significare è conosciuto solamente agli iniziati; ma, siccome il catalogo
non è mostrato mai agli outsider, non furono messi là solo per la mistificazione. Che i
fondatori appartengano alla “terza decade del secondo periodo” può sembrare di andare in
favore della teoria dell'università tedesca, nelle menti di molti ; e lo spazio bianco in luogo
del nome dell'undicesimo uomo nell'elenco dei fondatori, forse si pensa che sia un indizio
nella stessa direzione. L'ultima edizione del catalogo era preparata nel dicembre 1870 e fu
mandata come al solito in fogli singoli ad ogni membro vivente della società. Il totale dei
membri delle 39 classi rappresentate era chiaramente 585.
Le scelte per questa società sono distribuite sempre la sera del giovedì che precede il giorno
della Presentazione. Da allora nessuno junior si è impegnato o ha dichiarato di entrare,
l'eccitamento che prevale fra gli “uomini probabili” è intenso, sebbene soppresso, quando
l'ora della sorte è vicina. Anche tutta l'università è all'erta, per scoprire quello che può essere
il risultato. Si dice che una volta i quindici Bones men, a mezzanotte, andando
silenziosamente dalle loro stanze a quella dell'iniziazione, quando il leader, esponendo un
cranio umano e delle ossa, diceva semplicemente “Accetti? “, qualunque fosse la replica, il
corteo ripartiva silenziosamente. Quando i non iscritti riuscirono ad etichettare, insultando
ed importunando la marcia della società, questo piano fu abbandonato in favore di uno meno
formale ora in voga. Secondo il quale, alle prime ore della sera fissata, un Bones Senior
silenziosamente si rivolge alla stanza di un Junior, e assicuratosi “di essere soli”, dice: “ Le
offro la scelta per entrare alla così definita Skull and Bones.”
Accetta? Se la risposta è affermativa il Senior - e forse il membro laureato che qualche volta
l'accompagna - stringe la mano al neofita, ed chiedendogli di restare nella sua stanza, si
affretta di andare alla sala per portare il risultato. Se l'ingresso
è rifiutato, il risultato è riportato similmente alla sede centrale, e i membri influenti qualche
volta tornano a dibattere il caso; ma, di regola, ai pochi uomini che rifiutano non viene
offerta un'opportunità per pentirsi. I membri non vogliono essere condizionati, e quando un
uomo dice, “io accetto, nel caso in cui sia eletto con me”, o “nel caso in cui uno è tenuto
fuori”, non gli è permesso mai di dare la sua opinione; Sì o No è l'unica risposta accettata.
Si suppone che le scelte vengano date verso le ore sette circa, in caso in cui non ci siano
rifiuti sarà fatto tutto prima delle nove; se ci sono rifiuti si può impiegare un'ora in più.
Per anticipare questa possibilità, una mezza dozzina di uomini in più sono scelti, oltre ai
regolari quindici, ed in caso in cui l'ultimo non riesca a dire di Sì, l'elezione è offerta al
numero corrispondente di queste “seconde scelte”, nell'ordine in cui è stato eletto. Per fare le
cose rapidamente e silenziosamente i Bones men eludono la grande parte della folla
tumultuante all'interno dell'università nella notte in questione, - sbarrando le porte d'entrata,
dando allarmi falsi e in altro modo spassandosela. I nomi degli uomini eletti, comunque sono
resi noti appena sono concordate le elezioni, e tra la folla è reso noto il loro elenco completo,
per farlo circolare sulla tavola a colazione o nell'ufficio amministrativo la mattina seguente,
quando loro formano l'unico tema di discussione in tutta l'università. I nomi sono stampati di
solito dapprima nel Courant (giornale) del mercoledì successivo; sebbene da un anno o due
alcuni quotidiani hanno il tatto di pubblicarli la mattina successiva. L'iniziazione comincia,
dopo la chiusura dell'Esposizione del Cucchiaio di legno, a mezzanotte del martedì seguente,
e va avanti fino allo spuntar del giorno. I candidati per la cerimonia sono riuniti in una stanza
del laboratorio dell'università che è protetto da Bones men e sono scortati singolarmente per
questo motivo,da due di loro, alla sala. Quando le porte severe si aprono per ogni membro
nuovo, si sente per molte miglia il suono di un corno, così come molti piedi che si affrettano
su una scalinata, o di un tamburo avvolgente o i rintocchi di una campana, - tutti mescolati in
un baccano confuso, come quello di un'iniziazione di una matricola . Forse, mentre viene
condotto alla sala, un candidato può passare tra file di Juniors neutrali o altre persone
dell'università, alcuni dei quali può offrire un saluto, con espressioni di congratulazioni, se
loro ritengono la sua elezione meritata, o insulto e ingiuria, se la loro opinione va nella
direzione contraria. C'è di solito qualcuno che accende una lanterna scura su ogni candidato,
e, se lui non fa altri commenti personali, per gridare solo il suo nome per l'identificazione. A
tutto questo i Bones men non prestano chiaramente attenzione. Forse passa un'ora o più così
per l'iniziazione dei quindici candidati; e quando il leader annuncia che “l'ultimo uomo è
dentro”, i suoi seguaci sono d'accordo che il divertimento è finito, e con il broncio si
disperdono. Se loro restassero di più forse è probabile che sentirebbero cantare vecchi motivi
strani, ed i toni della voce dell'oratore, e l'applauso che segue, e gli evviva prolungati per “il
Cranio e le Ossa.” E segue chiaramente una cena. Ogni studente residente che presenzia
l'iniziazione, così come molti da New York e altrove, alcuni dei quali venuti in città la notte
dell'elezione e per l'iniziazione stessa, è condotto da un solo studente . Tempo fa, si diceva,
che l'iniziazione avesse luogo la sera del giorno della Presentazione. “Il convegno annuale
dell'Ordine” è tenuto la sera della cerimonia di diploma. Tre settimane precedenti a questo,
negli anni passati era durante la prima riunione regolare, due notti dopo l'iniziazione - un
invito veniva spedito ad ogni membro vivente del “Club”. Questo invito è sulla prima pagina
di un taccuino. Sotto il nome della società c'è la data. “Giovedì sera, il 22 luglio 1869” - la
notte della cerimonia di diploma: seguito da VI. S.B.T.; “ una citazione Latina, giocando
sulle parola “Ossa”; la firma del segretario, e la data. Sulla terza pagina c'è l'elenco dei
membri nuovi, stampato alfabeticamente in caratteri vecchio-inglese, e circondati da bordi
neri, proprio come nel catalogo del quale esso infatti costituisce un nuovo “P.” e “D.”
Ognuno che lo riceve, fissando i fogli nuovi all'interno, lo conserva perfetto di anno in anno.
Queste pagine sono indubbiamente catalogate, e conservate
dalla società, tenute sempre pronte per la stampa. Con questo invito e le pagine del catalogo,
è spedito anche un biglietto che specifica i compiti della settimana della festa di diploma.
Una fotografia dei membri nuovi, raggruppati - di fronte ad un orologio antico che dà le otto
in punto - su una tavola giace un cranio, è spedita anche agli studenti, questa volta o dopo.
Nella foto, le ossa di femore sono tenute dai alcuni membri, qualche volta la tovaglia ha gli
emblemi ricamati sopra, ed l'intera sistemazione del gruppo è evidentemente significativa.
Note ufficiali ai vecchi membri sono scritte su carta con bordi neri con o senza il nome della
società; le comunicazioni della società sono spedite attraverso le poste spesso chiuse in buste
nere, con la richiesta stampata per l'ufficiale postale di rimandarla alla casella postale della
società se non è consegnata prima di un certo tempo, sigillata con un cranio ed ossa e le
lettere “S.C.B.”, impresse su cera nera. I Bones men non espongono mai nei loro alloggi
dell'università manifesti o altre cose che ricordano la loro società, - sebbene si dice che i
crani attuali erano precedentemente usati per questo scopo, - ma gli studenti hanno sui muri
di fronte a loro un gruppo fotografico riccamente incorniciato dei compagni di classe con la
loro “D.” , - la foto è semplicemente un ingrandimento della fotografia prima citata. Come
scherzi per gli inviti della riunione possono essere citati: “Nisi in bonis amicitia esse non
potest” (Cic. de Am. 5.1); “Grandiaque effossis mirabitur ossa sepulchris”
(Virg. Georgs. 1497); “Quid dicam de ossibus? Nil nisi bonum ;” e, nel 1856, all'epoca
dell'erigere la sala, “Quid dicam de ossibus? (Cir. de Nat. Decorum. II. 55.) O fortunati,
quorum jam moenia surgunt! “ (Virg. A.En. I. 430). All'inizio dell'editoriale del quotidiano
locale, la mattina della festa di diploma, di solito era esposto la notizia del "322 VI. S.B.T.,”
tra righe nere e parallele, ma da diversi anni la pratica è abbandonata. Nello stesso periodo
gli annunci stampati del luogo e ora della riunione, sono affissi sull'università, e sulle
bacheche di chiese diverse, alcuni giorni in anticipo. Avvertimenti simili furono stampati
precedentemente anche, in collegamento con la società separata, fra annunci pubblicitari dei
giornali della città. Dato che la loro sala è chiamata “il Tempio” dai Bones men, un
supposizione corrente - ed un sbagliato - interpreta “S.B.T.” come “Tempio del Cranio e
delle Ossa.” Una lettura più probabile da “T.” per “tempo”, e così interpreta l'avviso, “Sei
minuti prima delle otto,” - le ore otto sono “le ore delle Ossa.” Le riunioni sono tenute il
giovedì sera, cominciando esattamente alle otto, ed ogni membro attivo è obbligato ad essere
a disposizione da quell'ora fino a nuovi ordini, alle due o tre di mattina. La società aveva
precedentemente un modo di marciare dalla sua sala in assoluto silenzio, - errare, errare,
errare - all'entrata nord dell'Università, dove è probabile che lasci un uomo o due, e così
avanti, silenziosamente, in fila, aumentando un pò alla volta, passati tra i diversi edifici, fino
all'entrata meridionale i pochi che sono a sinistra si disperdono.
Era anche consueto, una volta, prima di separarsi, cantare una canzone di università il cui
ritornello era, “Ed io sarò suo papà”; ma questa pratica, per mancanza di voci forse, fu
abbandonato anni fa. Un Bones Senior non è mai visto a New Haven dopo le otto di giovedì
sera. Nulla se non la malattia attuale lo tiene lontano dalla sua società, eccetto essere assente
dalla città, e quelli che sono stati assenti sono pronti ad entrare per primi nella cappella il
venerdì mattina. Un buon gruppo di freschi studenti che sono residenti, e molti di quelli più
anziani, sono anche di solito presenti alle regolari riunioni settimanali.
Oltre alla convegno annuale nella notte della cerimonia dei diplomi, due altri
“vagabondaggi” sono tenuti durante l'anno, ognuno intorno alla metà del primo e del
secondo trimestre, che portano molti studenti dall'esterno della città. Questi di solito
raggiungono la città poco prima della riunione, e partono con il treno a mezzanotte, così che
il loro viavai non sia conosciuto agli outsider, eccetto dai registri d'albergo o un contatto
casuale per la strada. Ogni Bones man ha un nick -name con il quale è riconosciuto dai suoi
compagni di classe iniziati. Uno o due di questi nomi, probabilmente titoli ufficiali, sono
consrevati di anno in anno, ma la maggior parte di loro cambia con le classi, e
apparentemente è conferito secondo la particolarità individuale o un capriccio. Tutti i
membri della società parlano fra loro con un certo titolo generale; un altro è conferito ai
membri dell'altra società senior, ed un terzo è dato ai neutrali. Siccome questi titoli,
specialmente il secondo, porterebbe un'impressione sbagliata se generalmente noti, non sono
menzionati qui. La società, fra i suoi membri è nota come “Eulogia”, o “Club Eulogiano”.
Si crede che abbia poca, o nessuna costituzione formale scritta, ma che sia governata
principalmente da tradizioni nei suoi costumi ed usi. La sala è reputata essere una sorta di
ricettacolo per vecchi promemoria dell'università; come la “prima campana” dell'università,
l'originale “bully-club”, le costituzioni di defunte società, ecc. che sono tutte conservate là; e
quando qualsiasi cosa del genere scompare, questo è ritenuto essere la sua finale
destinazione. Sebbene giovedì sera sia il momento consueto dell'incontro, quando la
presenza è obbligatoria, la sala generalmente è frequentata anche di sabato e le altre notti, ed
è visitata spesso anche di giorno. Un vecchio membro spesso va là appena lui arriva a città,
specialmente se ricerca informazioni riguardo ai compagni di classe che furono
precedentemente con lui. Durante il meeting i membri che non possono frequentare di
persona, spediscono alla società informazioni riguardo al posto in cui lavorano, se può
interessare ai vecchi compagni di classe ed amici; e le loro lettere sono archiviate per
referenza futura. Ogni libro od opuscolo scritti da un membro è conservato anche
nell'archivio della società; e la raccolta di stampati e manoscritti “Yalensia” si dice che sia
molto completa. Scoprire il significato esatto del solito numero “322”, è stato a lungo un
problema per i matematici dell'università. Secondo alcuni significa “1832”, l'anno in cui la
società è stata fondata; altri fanno “3 + 2 + 2” o “7” che si dice sia il numero dei “fondatori”
nella classe del '33 che persuasero gli altro otto a congiungersi e diventare l'originale
quindici; ancora un'altra congettura suppone un “3X2X2”, o “12.” è probabile che si riferisca
alla mezzanotte l'ora della separazione, o qualcosa ugualmente misterioso; mentre una quarta
supposizione l'interpreta come “l'anno 322 A.C.”, e lo connette con i nomi di Alessandro o
Demosthenes. Cosa questi eroi possono avere in comune con la società del Cranio e delle
Ossa, a parte la loro morte nel o poco prima l'anno in questione, non è molto chiaro; ma è
abbastanza bene stabilito che Bones “322” si riferisce a quel anno A.C., qualunque cosa può
essere il suo significato supplementare. Mentre la classe del '69 era nella sala, secondo il
rapporto, per due volte ci fu una irruzione all'interno da parte dei neutrali, e storie strane
circolarono su misteri meravigliosi scoperti dalle persone che s'intrufolarono là.
Probabilmente è vero che questi uomini entrarono nella sala, attraverso il lucernario nel
tetto; ma non c'è ragione di avere fiducia del resoconto delle loro imprese al di fuori di
questo, fin da, se, come non è improbabile, la sistemazione della cose all'interno impedì di
fare alcune importanti scoperte, loro inventerebbero chiaramente un numero sufficiente di
supposti misteri, per liberarsi dal biasimo di essersi avventurati in una sciocca avventura.
Nessuna delle loro asserzioni, perciò è stata ritenuta degna da ripete qui. Una visita
clandestina, vera o finta non era proprio necessaria come una preliminare assicurazione per
l'università, “i Bones mantengono i loro documenti più preziosi chiusi in una cassaforte di
ferro,” per il fatto che ha una buona considerazione per ogni società. La “Scroll and Key” è
il nome dell'altra società senior che fu fondata nove anni più tardi del suo concorrente più
famoso cioè nel 1841, da una dozzina di membri della classe del '42. Generalmente è noto
come “Keys”, sebbene questa abbreviazione è entrata solamente in uso generale gli ultimi
sei anni scorsi. La sua spilla, di semplice oro rappresenta una chiave che giace su un rotolo
di carta, e il timbro è semplicemente la copia. Il disegno è tale che è difficile dire
qual'è il lato corretto da quello sbagliato, ed il timbro, quando stampato in fondo, come
spesso è, è raramente notato come un altro che sembra uguale. Il distintivo originale era un
placca di oro rettangolare, della stessa taglia come la vecchia spilla dei Bones, dove sopra
erano incise un'aquila che teneva sospeso un rotolo di carta, ed una mano destra sotto, che
reggeva una chiave. Questo ancora è portato, da un solo membro alla volta, al posto del
rotolo di carta solito e della chiave, presumibilmente come un marchio d'ufficio, come
presidente di società o qualche cosa del genere. Le lettere “C.S.P.”, “C.C.J.”, sono stampate
sempre con il timbro della società, - il primo sopra, il secondo sotto, - ed esso di solito
stampato sul vessillo serve come unica introduzione agli elenchi dei membri ed altrove,
sebbene il nome “Scroll and Key” qualche volta lo precede. Gli elenchi dei Bones, d'altra
parte, sono capeggiati sempre con il nome della società. I manifesti che, fino a qualche anno
fa, erano messi sui muri di cinta dell'università ed altrove nel periodo della festa dei diplomi,
per il beneficio degli studenti è esposta un'aquila sopra gli emblemi consueti con le solite
lettere, eccetto il giorno e l'ora dell'evento - “9 P.M.”, forse - o il numero 142, un piccolo,
sigillo come l'emblema della società, mostra una stretta di mano su un rotolo di carta aperto,
con “Adelphoi” in caratteri Greci in cima, 1852 sotto, e più in basso ai due caratteri
geroglifici , uno come una “T” Gotica, l'altro come una “T” greca, mentre la chiave è in alto
che sporge dalla cima del rotolo di carta. Un altro sigillo, di acciaio inciso, rappresenta
l'aquila, che guarda in giù da sopra il rotolo di carta e la chiave sulla quale sono indicate le
lettere, mentre una mano destra aperta si estende da sotto. La struttura dell'oggetto è fatta di
quindici linee più lunghe, e la sua forma non può essere descritto meglio dicendo che se ce
ne fossero sedici sarebbe una stella a otto punte; i dieci segmenti più bassi formano sopra
cinque punti, ma gli altri cinque, in luogo dei sei, sono avvolti semplicemente insieme.
Questa era anche la forma de vecchio distintivo d'oro. Si ha detto che la spilla attuale sia
semplice, perché l'aquila e la mano, delineata appena su di essa, non cambia questo aspetto
generale. Nessuno dei distintivi senior ha i nomi dei loro proprietari o qualsiasi cosa del
genere incise sul posteriore. Gli inviti sono stampati all'interno di un disegno di rotolo di
carta dal quale la chiave è assente; e anche col timbro sopra all'ordine del giorno. La società
“fratello” è richiesta semplicemente la sera fissata, e deve rispondere al segretario quale
ufficiale designato dalla lettera “G”, che è “nel giusto”. A parte queste lettere iniziali, non è
mistero che o è stampato in oro o, se in nero, ha nastri che scendono sugli orli della pagina.
Tutte le comunicazioni della società sono spedite anche in ricevute nere di “ritorno”, come
nel caso del Teschio e delle Ossa, sigillate in cera nera con gli emblemi della società e le
lettere. Ci sono state molte edizioni del catalogo della società; ed è probabile che un elenco
stampato delle elezioni è spedito ogni anno ad ogni vecchio membro, in occasione dell'invito
alla celebrazione di notte dei diplomi. Una fotografia di ogni gruppo nuovo di quindici è
distribuita alla stessa maniera dopo. In questo ritratto, la figura centrale contiene, un grande
modello dorato del distintivo della società, - le sei lettere che sono indicate sul rotolo di
carta, - ed alla fine di ognuno dei gruppi di uomini un grande chiave puntata verso il centro
del gruppo. Otto sono fatti sedere, incluso i tre menzionati, ed il resto sono in piedi, ma la
posizione di ogni individuo non è probabilmente significativa. Fotografie ingrandite dello
stesso genere sono bellamente incorniciate ed appese nelle stanze degli studenti.
L'anniversario della notte della festa era annunciato fra gli annunci pubblicitari dei giornali
urbani, insieme al simbolo della società. Più recentemente, all'inizio dell'edizione, appariva
sulle colonne relative, “C.S.P. - P.V.S.P.M. - C.C.J.”, o qualche cosa del genere, tra doppie
linee nere. Ma questa pratica ora è stata abbandonata.
La sala (dal 1847, quando la casa li fu distrutta da un incendio) della società occupava il
quarto piano del Leffingwell Building, all'angolo della Chiesa e della strada del Municipio
difronte all'hotel Tontine. La sede centrale del dipartimento di giurisprudenza di Yale è su un
piano più basso dello stesso edificio, ed una loggia Massonica divide il piano superiore con
la Scroll and Keys. Giudicata dall'esterno, questa sede deve essere al massimo
limitata a due stanze non molto grandi, e gli uomini della Keys, quando si riuniscono in
tanti, siano stipati, ingabbiati e confinati insieme scomodamente vicini. Questo vecchio
ordine delle cose è venuto comunque, alla fine, e la Keys ora è in possesso di una sede,
superiore nella sontuosità e la bellezza architettonica, non solo a quella del Teschio e delle
Ossa, ma a qualsiasi sala di società universitaria in America. Sta in piedi sull'angolo di nord-
ovest dell'Università e del muro di cinta, e la sua erezione era stata progettata e discussa
circa per una dozzina di anni o più. A mezzanotte di giovedì 25 novembre 1869 - la data
della fine di "Z.S.", - la società, studenti e tutti, marciando in posto isolato, formarono un
anello, una preghiera fu offerta, dopo aver cantato una canzone della società, un laureato
con una vanga di argento ruppe formalmente il terreno per l'edificio nuovo. Poi venne a
cantare della canzone di “Troubadour”, e il corteo, penzolando le sue chiavi, si trasferì
silenziosamente ai vecchi locali sulla strada della Chiesa. Solamente la fondazione
dell'edificio fu fatta all'inizio dell'inverno; ma il lavoro fu ripreso il maggio seguente, e
rapidamente arrivarono al completamento; e si pensò che le cerimonie formali di
inaugurazione sarebbero state celebrate alla successiva festa di diploma. La struttura ha una
facciata di 36 piedi su College street, con 6 piedi di terreno per ogni lato, ed è 55 piedi lunga,
con un spazio aperto di circa 20 piedi di fronte e dietro, in altre parole, sta in piedi nel centro
di un terreno di 48 per 92 piedi. La sua altezza è forse 35 piedi. La pietra di Cleveland gialla
e leggera è il materiale principale del quale è composto. Questo è rivestita da strati sottili di
marmo di blu scuro, mentre quattro pilastri di granito di Aberdeen, con capitelli marmorei
sostengono i tre archi davanti. Ogni arco circonda un'apertura stretta, provvisti di tre occhi di
bue per l'entrata dell'aria. Sotto l'arco centrale ci sono un paio di pannelli rivestiti, porte di
ferro massicce, che fanno d'ingresso a due ali di una mezza dozzina di scalini di pietra da
entrambi i lati. Cinque archi simili, sebbene senza proiezioni o appoggi, servono ad adornare
e ventilare ogni lato, ed un numero corrispondente di finestre con inferiate comunicano con
la cantina al di sotto. File di pilastri corti - quattro davanti e dietro, sei ad ogni lato -
circondano la sommità, - i due centrale sul retro finiscono per nascondere i camini, - ed un
paio di stelle sono tagliate nella pietra tra ogni paio di loro. L'architetto era Richard M. Hunt
di New York, ed i costruttori erano Perkins & Chatfield di New Haven. Il valore della
proprietà intera non può essere molto meno di $50,000, e si presumerà che una buona parte
di quel ammontare è già stato aumentata dalla società. La “Kingsley Trust Association” che è
il curatore legale fu incorporata nel maggio 1860, sessione della Legislatura Statale nei nomi
di John A. Porter, del '42 William L. Kingsley del '43, Samuele C. Perkins del '48 Enos N.
Taft del '51, Lebeus C. Chapin, George E. Jackson, e Homer B. Sprague del '52, Charlton T.
Lewis del '53, Calvin G. Child e Josiah W. Harmar del '55 ed Edward Mason di G. e Mason
Young del '60. Questi comprendono i suoi nomi più conosciuti, e forse fu scelto tra questi,
solo il presidente, Mr. Kingsley, un residente della città. Nello Yale Banger del 1845,
pubblicato dagli studenti della Sigma Theta del secondo anno di università, vi è una
caricatura del simbolo della Scroll, rappresentando la Scoll and Keys come una
“Dichiarazione di Indipendenza dalla Skull e Bones”, firmata dal “grande sigillo”, che
consiste nella prospettiva della storica volpe che giunge agli acini d'uva acidi ed ugualmente
adulati. Questo probabilmente rappresenta, con accuratezza sostanziale, il motivo che
originò la Scroll. Il suo fondatore, non essendo fortunato abbastanza a elezioni sicure tra i
Bones, decise di cominciare per proprio conto e da subito la società. Le sue cerimonie, le
usanze, le ore degli incontri ecc. sono state tutte designate dopo quelle dei Bones, ed il più
vicino si avvicina a un modello suo di più successo giudicato tale, sia dai propri membri che
dalla maggior parte dell'università. La sua esistenza per i primi sei anni apparentemente fu
precaria. In solamente tre classi prima del 1852 ottenne il numero regolare di membri (15)
che i Bones non hanno variato mai nell'eleggere, ma variò da nove - il più basso, nel 51 - a
quattordici. Da allora quindici nomi per ogni classe sono stampati sempre negli elenchi
pubblici suoi, e fin dal 1860 precisamente quindici uomini e nessuno in più sono entrati nella
società da ogni classe. Prima della seconda data, era cosa comune distribuire uno o due o più
classe o elezioni segrete, così che in alcune classi c'erano diciassette o diciotto membri, e
quasi tutte le classi che per prime erano sotto il numero regolare, ora sono nel catalogo con i
loro quindici nomi. Gli uomini che accettarono questo dopo-elezioni alla società di solito
esponevano il loro distintivo come gli altri, sebbene qualche volta il fatto della loro
appartenenza fu tenuta segreto e non fu permesso portarli all'università, non prima della
laurea da adesso in ogni classe al giorno presente ci sono qualsiasi sempre uno o due uomini
che sono creduti da molti siano “membri segreti” della Keys, perché, essendo amici della
“grupp”, loro si associano naturalmente con essa come fossero l'unica società esistente. Si
dice anche, con meno probabilità, che uomini considerevoli sono scelti come membri onorari
qualche volta. George Vanderhoff, il lettore, è uno di loro, secondo l'autorità del Banger che,
comunque, può avere inteso l'asserzione come uno scherzo. Dicerie simili ci sono qualche
volta; cominciate riguardo ai Bones, ma sono generalmente meno accreditate, e
probabilmente sono anche infondate. Certo è che il fatto che ci sia un segreto o un membro
onorario, che ci siano più o meno di quindici membri per ognuno e per ogni classe fin dal
1833, non è stato mai in un solo caso accertato. Fino al 1860, la Scroll and Keys aveva la
grande difficoltà nel gestire la sua gente, essendo poco capace di assicurare i quindici
membri nella notte delle elezioni, ma, a forza di propaganda elettorale e “radunandosi”
nell'intervallo tra quel tempo e la notte dell'iniziazione, riuscì ad arrivare - dopo 1851 - al
numero ortodosso dei nuovi distintivi fino alla mattina della Presentazione. Probabilmente
avrebbe dato pegno in anticipo, come le società delle classi più basse salvo che in quei giorni
ognuno che ha l'opportunità di disdegnare i Bones la preferì all'altra società. Il sentimento
vero del Cesare-o-nessuno-sembra abbia avuto la piena fluttuazione, ed i migliori uomini
della classe che non erano sicuri le elezione tra i Bones preferirono superare l'anno senior
come neutrali piuttosto che come membri di un confessata società inferiore. La proporzione
di “grandi uomini” fra il Senior neutrali era di conseguenza molto più grande poi in questi
giorni seguenti. I Keys, infatti, quando raggiungevano il ventunesimo compleanno,
occupavano una posizione riguardo all'università molto analoga a quella più recentemente
tenuta dalla società dei Diggers, descritta in futuro. È solamente durante l'ultimo lustro che è
diventato un concorrente dei Bones, e che i rapporti incrinati sono cresciuti da ambo i lati, i
quali suggeriscono ad un uomo quando le sue opportunità per il secondo si sono guastate, e
“andare” diligentemente verso il primo. La maniera dei Keys di distribuire le nomine - così
come il resto delle sue usanze - corrisponde il più possibile alla pratica dei Bones.
Precedentemente i quindici membri, ognuno portando una chiave di due piedi in lunghezza,
marciano silenziosamente alle stanze degli uomini che sono stati scelti, e poi il leader -
esponendo il grande modello di rotolo di carta-e-chiave d'oro - dice semplicemente,
“accetti”? Più tardi, comunque, la pratica è per due membri, - un Senior, l'altro uno studente,
- ognuno portando una delle chiavi ingrandite, procedono insieme alla stanza di ogni uomo
prescelto. Il Senior colpisce bruscamente con la sua chiave sulla porta, e, ambedue
avanzando, dicono, “io ti offro un'elezione al così definito Rotolo di carta e Chiave.
Accetti?” Se la risposta è Sì, entrambi i Keys scuotono lo junior con la mano, e lo portano
alla loro sede, dove il risultato della prima elezione è ricevuta prima che inizi la festa per
conferire il secondo, e così per gli altri. Su questo conto le elezioni avanzano molto più
lentamente che nel caso dei Bones, e più opportunità sono date alla folla tumultuante nel
recinto per gridare “Keys! Keys! Keys!”. Nel 1868, tutte le elezioni dei Bones erano
terminate da più di un'ora, e le Keys del '69 avevano cominciato a sentire un pò di
nervosismo, quando i primi membri apparvero nel recinto. Sembra non esserci nessuno
grande significato nel modo nel quale le nomine sono conferite, a meno che il primo che
forse la riceve sarà interpretato come specialmente onorato; ma qualche volta questo è
proposto ad un uomo che è alla prima scelta della società, perciò possibilmente anticipare i
Bones nell'assicurarselo. L'iniziazione ha luogo alla stessa ora come l'altra, e come l'altra
dura fino alla mattina. L'appuntamento per i candidati probabilmente è in qualche stanza nel
quartiere della sede, tutti gli eventi sono fuori le mura dell'università, e siccome la sede non è
così conveniente alle università come quella dei Bones i neutrali fanno meno attenzione a ciò
che prese posto la notte dell'iniziazione. I visitatori che possono fermarsi all'albergo Tontine
nella notte del cucchiaio di legno, raramente dormono molto saporitamente, se le loro stanze
sono situate sul lato nord dell'edificio. Gli studenti residenti ed altri frequentano le
iniziazioni, e le riunioni regolari anche. - sebbene ad un meno che tra i Bones, - e la regola
richiede la presenza di membri attivi giovedì sera dalle otto fino alle due, è anche
severamente eseguita. Un membro assente del '68, sospettato di darsi malato, era stato
forzatamente mandato via dalla riunione da due compagni di classe che lo cacciarono dalla
sala per quel scopo con una grande mostra di chiavi incrociate; e la procedura può essere
fatta con altri esempi che ecciti meno attenzione di questo, - sebbene i casi dove è necessario
rafforzare la disciplina sono chiaramente non comuni. Alla chiusura delle sue riunioni, la
società era abituate a marciare attraverso il verde, oltre la State House, verso il recinto
dell'università cantando, o poco prima sbandando, la nota canzone, “Spensieratamente il
Troubadour toccò la sua chitarra.” Sebbene questo era fatto sempre eccellentemente, e
accettato da tutti quelli che l'ascoltavano, la facoltà, indotta, si dice, dai lamenti discordi
degli “Stones men” - incluse le Keys nell'editto generale promulgato l'anno scorso contro la
società ed ordinò la sua cessazione. Le tradizioni correnti riguardo ai Keys non sono molto
numerose, né è da credere la sua origine misteriosa, come nel caso dei Bones. Si suppone
che le sue lettere significhino,: “Collegium Sanctum Pontificum; Collegium Conservat
Jupiter.” I Bones avendo preparato Demosthenes come proprio santo di patrono, i Keys
sembrarono determinati a farne una migliore e chiedere il riconoscimento del grande Zeus
stesso. “Zenome” è una delle parole della società ritenute di posseso di un significato
misterioso. Secondo una diceria, un'aquila imbalsamata è una delle decorazioni principali
della suo sede; sebbene questa notizia fu data con un neutrale del '66 che disse di essere stato
là”, non molto affidamento si dovrebbe dargli. Keys, come i Bones conservano anche le
fotografie dei propri membri, una biblioteca, dipinti, ritratti, distintivi di società desueti, i
vecchi promemoria dell'università, e diverse cose da ricordare. Una terza società senior ci fu
anche durante il periodo della classe del '68. Il suo nome, preso dal suo distintivo era “Vanga
e Fossa.” La vanga, in parte ficcata nella tomba, rimasta sulla lapide della stessa e sulla
pietra tombale era disegnata una corona - l'oro era chiaramente il materiale della spilla. La
tomba forse era un pò più di un pollice di lunghezza, ed il distintivo aveva uno o due
variazioni di taglia e forma. Il “Letto e Scopa”, fu chiamata dagli esterni, e da quelli più
rispettosi, la società era nota come “Tombe”, ed i suoi membri come uomini delle Tombe.
Nessuno di questi nomi fu mai popolare, comunque, e i “Diggers” (becchini) divento presto
il nome con il quale la società o i suoi membri furono riconosciuti. I Bones, fra loro,
adottarono anche questo nome. “Essere in comunità e dolcezza mangiando uva aspra,”
addirittura più notoriamente che nel caso degli originali Keys, fu il motivo per il quale i
Diggers avviarono la loro società. La causa immediata che li unì insieme nello schema fu
una disputa nella classe del '64. Dei cinque studenti di Yale, in quella classe, tre erano stati
scelti dai Bones e due erano neutrali. Uno di questi due pubblicò, come articolo principale
nel periodico di febbraio di quel anno, un pezzo chiamato la “Ingegnosità Collegiale”,
riflettendo sulla maniera con la quale gli uomini si possono insinuare a loro modo tra i
Bones, facendo insinuazioni personali contro un particolare membro di quella società; e su
questa seconda opzione gli editori che appartenevano ai Bones e che formavano una
maggioranza su cinque votarono per sopprimere l'articolo, e richiesero allo scrittore di
produrne un altro, - afferravano nel frattempo tutte le copie stampate. Il neutrale redattore si
rifiutò, e chiamò una riunione di classe che votò per sostenerlo, e comandò ai redattori dei
Bones di cedere i periodici per un certo tempo, o di essere espulso dall'ufficio. Siccome non
prestarono attenzione all'ordine, la classe elesse tre neutrali al loro posto, e questi, coi due
redattori neutrali originali portarono avanti debitamente un'edizione nuova del numero di
febbraio, la “Ingegnosità Collegiale” e pubblicarono i seguenti due numeri, - col secondo
del quale terminarono il loro compito. I redattori dei Bones nel frattempo pubblicarono il
numero di febbraio, - con un chiarimento della loro azione scrivendo in luogo del “leader”
disgustoso, ma altrimenti immutato, - e pubblicando i due numeri rimanenti del loro
mandato, ancora tenendo i cinque nomi originali alla testa della pagina, come se non fosse
accaduto nulla. Per tre mesi, c'erano così, due pubblicazioni ognuno delle quali chiedeva di
essere quella “regolare”. I redattori dei Bones erano nel giusto in realtà, dato che la classe
non aveva nessun potere legale per interferire nella questione, ed i tre periodici pubblicati
dagli altri redattori erano noti come il “secondo problema”. I cinque membri di quel secondo
asse editoriale del '64 ha il credito di aver fondato i Diggers, e loro con dieci altri compagni
di classe portavano il distintivo della Vanga e Fossa all'inizio dell'estate di quel anno. Il
giovedì prima del Presentation Day furono distribuite nomine a quindici membri del '65 che
erano i primi Diggers ad avere i loro nomi sulla stampa (sul gonfalone dell'autunno
seguente). La scena grave in “Amleto”, dove il becchino getta il cranio e le ossa con la sua
vangha, si dice che abbia suggerito il distintivo come un emblema appropriato per tipizzare
ultimamente l'ostilità della società nuova verso quella vecchia ed il suo potere per rovesciare
l'altezzosa Cranio ed Ossa. La sua sede era nel palazzo Lyon, su Chappel street sullo stesso
piano di quello della Gamma Nu; fu provvista con porte di ferro comune ed una tavolo di
biliardo all'interno; e fu considerato essere fornito elegantemente, e fra le altre cose di avere
una delle sue stanze completamente coperta con velluto nero. Nel febbraio 1870, come già
detto, i suoi locali furono presi in possesso e furono occupati da allora dagli studenti della
Theta Psi. Il loro timbro era semplicemente una copia del loro distintivo; e lo stesso disegno,
allargato, intagliato in noce nera e montato in una cornice dello stesso legno, fu esposto nelle
stanze dei membri, come una sorta di manifesti; sebbene la pratica non era molto in voga
dopo il primo anno o secondo. La società cominciò sotto una cattiva luce, e mai non si
allontanò da essa, ma piuttosto sembrò precipitare più profondamente nella sua ombra. Fu
disprezzata sempre e guardata dall'alto in basso. Anche quelli che vi entrarono, in molti casi
la maledirono e la misero in ridicolo. Nonostante la propaganda elettorale in anticipo, aveva
la difficoltà nel gestire gli scritti nella stessa notte con le altre società ed aveva sempre
nomine rifiutate. Chi non aveva la minima opportunità di entrare tra i Bones o i Keys poteva
entrare in essa, ed i migliori tra quelli andati via da queste società preferirono rimanere
neutrali. Gli uomini della Psi U si vantavano che nessun membro della loro società divenne
mai un Digger; e le quattro classi tra la prima e l'ultima certamente furono composte
esclusivamente da Delta Phi e gli uomini della DKE. C'era comunque, un membro della Psi
U fra i fondatori, e quattro nelle nomine del '69 accettate, - con molto dispiacere dei loro
camerati. Ognuno ridicolizzò la società, incluso molti che sarebbero entrati volentieri se ne
fossero stati capace; ma il più stentato neutrale di loro avrebbe preso come offesa una tale
idea, e avrebbe asserito che, “i Diggers si erano avventurati nell'offrirgli una nomina, lui
avrebbe lanciato sdegnosamente l'insulto sulle loro facce! “
Questo mostra l'indipendenza che dopo il tempo delle nomine il passato è un vero terreno
comune; ma gli uomini del '69, anche i Juniors, gridavano un genere di coro, “Todtengraber
ist gut”, al motivo del “Truncadillo”; loro misero su una caricatura della “vanga e fossa” tra
le mura dell'università un giorno; e così sfidò i poteri sopra di loro che divenne un problema
se i Diggers del '68 avessero potuto assicurare alcuni successori. C'era la solita quantità
proveniente dalla propaganda elettorale, ma in notte solamente tre uomini potevano essere
sicuri di entrare, dal numero indefinito di nomine che furono offerte; quindi questi tre
furono rilasciati e nessuna spilla dei Diggers dondolava la mattina del giorno della
Presentazione. La successiva apparizione pubblica della società era il primo venerdì
dell'ottobre seguente, quando quindici petti di camicia di seniors furono adornati da molti
distintivi nuovi, una corona fra spade incrociate e scettro. Questo fu sostituito da un più
grande dello stesso modello. Da una sollecitazione abbastanza completa della classe,
nell'intervallo di tre mesi questo nuovi membri erano stati messi insieme, ed indotti “a far
andare” la società per un anno, nella speranza che sotto un nome diverso la stessa vecchia
storia non poteva essere detta riguardo a loro. Almeno la metà di loro fu impegnato
segretamente e iniziato prima della festa dei diplomi, e portarono il vecchio distintivo
durante la vacanza, in posti dove non si sarebbero incontrati con studenti universitari di Yale.

Dalla pietra tombale di questo vecchio distintivo, sarà osservato, fu presa la


corona. Sopra il vecchio simbolo, nello stendardo furono stampate il nome “Vanga e
Tomba”; mentre sopra il disegno della corona le lettere, “S.L.M” (generalmente tradotte
“Magro” o “Limaccioso”), che non era stato fatto prima in pubblico, sebbene considerate fra
i misteri originali dei Diggers. Le matricole parlavano della società della “Corona e Scettro”,
o “Spada ed Incorona”, ma gli uomini più anziani rimasero legati al vecchio titolo, ed il
decreto dei Diggers fu sigillato. Le loro arti solite furono sparse sulla classe del '70 nessuno
di loro si sarebbe impegnato, prima, o dopo, la notte delle nomine; e così, dopo un'esistenza
precaria di cinque anni, fu costretto a rinunciare alla lotta senza speranza.